(smtp, pop, imap, webmail)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Email (smtp, pop, imap, webmail)"

Transcript

1 Filippo Castiglione, IAC CNR, Roma 1 Servizi Internet di base (smtp, pop, imap, webmail)

2 Argomenti 2 1 Origine ed evoluzione del servizio 2 Architettura 3 Tecnolgie SMTP: descrizione, RFC di riferimento MIME: descrizione, RFC di riferimento POP: descrizione, RFC di riferimento, versioni sicure IMAP: descrizione, RFC di riferimento, versioni sicure Delivery Service Notification (DSN): descrizione, RFC di riferimento Message Disposition Notification (MDN): descrizione, RFC di riferimento 4 Webmail Sendmail 5 Piattaforme HW/SW 6 Installazione 7 Le versioni: differenze e similitudine 8 I file necessari Il file sendmail.cf Il file sendmail.cw Il file relay-domains Il file aliases 9 Glossario termini 10 Bibliografia-Sitografia

3 Origine ed evoluzione del servizio 3 Cos'è la posta elettronica? Il servizio di posta elettronica permette, ad un utente connesso alla rete Internet, di inviare e ricevere messaggi in formato elettronico, scambiando così informazioni con altri utenti possessori di caselle di posta elettronica ( ). Il formato di questi messaggi è generalmente in formato testo, ma le nuove tecnologie permettono di allegare a questi messaggi files di qualsiasi tipo di formato.

4 RFC Un messaggio e` composto da piu` stringhe di caratteri US-ASCII (codice di 7-bit, con l ultimo uguale a 0) in un formato specificato dalla RFC 822 (1982). Due parti sono separate da una linea vuota: Lo header: sender, recipient, date, subject, delivery path, Il body: contenente il messaggio. L uso di caratteri ASCII causa problemi per i messaggi non- ASCII, e.g. attachments (vedi MIME).

5 Un esempio di messeggio RFC From: To: Cc: Subject: RFC 822 example Date: Fri, 15 Jul :58:49 Message Header This is just a test message to illustrate RFC 822. It s not very long and it s not very exciting. But you get the point. Message Body

6 Vantaggi e limiti della posta elettronica 6 Vantaggi Non esistono problemi di fuso orario tra mittente e destinatario Si è certi di non disturbare e di raggiungere il mittente, cose non garantite con una telefonata Si possono inviare non solo testi, ma anche file, come allegati. In pratica, il destinatario può ricevere un messaggio da leggere e anche file grafici, musicali e di qualunque altro tipo, assieme ad esso. I messaggi inviati possono contenere dati riutilizzabili.

7 Vantaggi e limiti della posta elettronica 7 Svantaggi Nome del file allegato: deve essere un nome breve e non composto da simboli strani (es: asterischi, virgole, punti e virgola, etc...) Virus Nessuna certezza sull identità del mittente Nessuno standard per la ricevuta di ritorno

8 Origine ed evoluzione del servizio 8 Il primo standard internazionale ad essere proposto per definire la posta elettronica e` stato il protocollo ISO X.400. Troppo complesso.

9 Origine ed evoluzione del servizio 9 All inizio degli anni 90, e` divenuto evidente che lo standard SMTP/MIME (che e` molto piu` semplice e non aderisce allo standard X.400) avrebbe battuto lo standard X.400 diventando, de facto, il protocollo di default per la posta elettronica su Internet. SMTP MIME

10 Architettura 10 Gli elementi piu` importanti del sistema di posta elettronica sono: Mail User Agent (MUA) ovvero il Mail Client Mail Transfer Agent (MTA) ovvero il Mail Server Mail Delivery Agent (MDA) MUA Mail Client MTA Mail server

11 Architettura 11 Sending MTA Receiving MTA SMTP server LAN SMTP server MDA writes on the user mailbox LAN MUA PC Mittente MUA MTA MDA Internet = Mail User Agent (Mail Client) = Mail Transport Agent (Mail Server) = Mail Delivery Agent User s mailbox MUA PC Destinatario

12 I passi concettuali MUA = Mail client e` un programma che gira sulla macchina del Sender, e.g. Microsoft Outlook o Netscape Messenger. 2. L utente fornisce i valori dei campi To: e Subject: ed il corpo del messaggio. 3. Il MUA lo traduce in un messaggio compatibile con la RFC 822 e si connette tramite una LAN al (o a uno dei) MTA = Mail server. 4. Il MUA usa un protocollo chiamato SMTP per spedire il messaggio RFC 822 all MTA.

13 I passi concettuali (cont.) Il Sending MTA usa il DNS (Domain Name Service) per trovare l indirizzo IP del Receiving MTA (che potrebbe essere locale o no) in base al campo To:. 6. Il sending MTA apre una connessione con il Receiving MTA e usa il protocollo SMTP per trasferire il messaggio RFC 822, spesso passando per la rete pubblica Internet. 7. Alcuni server MTA intermediari posso essere coinvolti. 8. Receiving MTA puo` spedire il messaggio al MUA ricevente oppure puo` memorizzarlo per il successivo recupero tramite la LAN del MUA ricevente (che usera` un MRA). Nota. MRA non usano il protocollo SMTP per recuperate i messaggi da un MTA, ma utilizza il protocollo POP o il piu` recente IMAP.

14 Simple Mail Transfer Protocol (SMTP) 14 L SMTP, o Simple Mail Transfer Protocol, e` usato per scambiare messaggi di posta elettronica tra i mailservers (e per spedire mail da un client di posta). Puo` essere usato per spedire posta, non per ricerverla (protocollo push). Si basa sul protocollo TCP/IP e quindi fornisce un servizio affidabile di consegna. SMTP e` specificato nella RFC 821 (RFC 1870 e RFC 1869).

15 Simple Mail Transfer Protocol (SMTP) 15 SMTP usa il protocollo TCP sulla porta 25 per la connessione Il traffico SMTP avviene su LAN e su Internet ed e` fondamentalmente non-protetto. Utenti maliziosi possono parlare SMTP direttamente su una connessione telnet con un MTA, fornendo un valore fittizio del valore del campo From:. Quindi forgiare s e` piuttosto facile (spam s).

16 (SMTP) Headers 16 I campi header ( headers ) consitono di una coppia nome-valore delimitata da due punti : Gli headers contengono le informazioni su come inoltrare il messaggio

17 (SMTP) Headers 17 La RFC 822 contiene le regole che specificano la sintassi degli headers (maiuscole/minuscole, lunghezza, uso di caratteri speciali, interruzione di linea, etc.). L RFC 822 non specifica l ordine con cui i vari headers appaiono. L unica richiesta e` che l Header appaia prima del message body e separato da questo mediante una riga vuota.

18 Comandi SMTP di base 18 HELLO (HELO) E` usato per identificare l SMTP-sender all SMTPreceiver. L argomento contiene il nome dell host che genera il messaggio. MAIL (MAIL) E` usato per specificare l indirizzo di posta elettronica del mittente del messaggio. RECIPIENT (RCPT) E` usato per specificare l indirizzo di posta elettronica del destinatario. DATA (DATA) Specifica l inizio dell inserimento del messaggio stesso. Il messaggio puo` essere composto solo da caratteri ASCII a 7 bit. RESET (RSET) Resetta lo stato interno del server. QUIT (QUIT) Termina una sessione.

19 Sintassi dei comandi SMTP (tutti) 19 The following are the SMTP commands: HELO <SP> <domain> <CRLF> MAIL <SP> FROM:<reverse-path> <CRLF> RCPT <SP> TO:<forward-path> <CRLF> DATA <CRLF> RSET <CRLF> SEND <SP> FROM:<reverse-path> <CRLF> SOML <SP> FROM:<reverse-path> <CRLF> SAML <SP> FROM:<reverse-path> <CRLF> VRFY <SP> <string> <CRLF> EXPN <SP> <string> <CRLF> HELP [<SP> <string>] <CRLF> NOOP <CRLF> QUIT <CRLF> TURN <CRLF>

20 Codici di risposta del server SMTP (RFC 821) 20 I codici di risposta consistono di 3 cifre: Esempi: 220 = Service Ready 221 = Service closing 354 = Start message input, end with CRLF.CRLF 421 = Service not available 501 = Syntax error in command arguments 500 = Command unrecognized (syntax error) 503 = Bad sequence of commands 550 = Command failed because the mailbox is unavailable (e.g. mailbox not found)

21 Codici di risposta del server SMTP (RFC 821) 21 La prima cifra specifica se il server ha accettato il comando e se puo` completare la richiesta. 1. Il server ha accettato il comando ma richiede un messaggio di conferma. 2. Il server ha eseguito il comando con successo. 3. Il server has capito la richiesta, ma necessita di ulteriore input. 4. Il server ha incontrato un errore temporaneo. Se il comando e` ripetuto senza cambiamenti potrebbe essere eseguito! 5. Il server ha incontrato un fatal error e non puo` essere portato a compimento.

22 Codici di risposta del server SMTP (RFC 821) 22 La seconda cifra specifica ancora meglio. 0. Errore di sintassi 1. Richiesta di informazioni (e.g. HELP) 2. Stato della connessione 3. non-used 4. non-used 5. Stato del mail server La terza cifra indica ancora meglio lo stato della connessione.

23 23 Error code SMTP/ESMTP error message description System status, or system help reply Help message (Information on how to use the receiver or the meaning of a particular non-standard command; this reply is useful only to the human user) Service ready Service closing transmission channel Requested mail action okay, completed User not local; will forward to Start mail input; end with. Service not available, closing transmission channel (This may be a reply to any command if the service knows it must shut down) Requested mail action not taken: mailbox unavailable (E.g., mailbox busy) Requested action aborted: local error in processing Requested action not taken: insufficient system storage Syntax error, command unrecognized (This may include errors such as command line too long) Syntax error in parameters or arguments Command not implemented Bad sequence of commands Command parameter not implemented Requested action not taken: mailbox unavailable (E.g., mailbox not found, no access) User not local; please try Requested mail action aborted: exceeded storage allocation Requested action not taken: mailbox name not allowed (E.g., mailbox syntax incorrect) Transaction failed

24 Esempio: una sessione SMTP 24 % telnet warnix 25 Trying Connected to warnix.istac.de. 220 mail.istac.de ESMTP Postfix HELO wastl.net 250 mail.istac.de MAIL FROM: 250 Ok RCPT TO: 250 Ok DATA 354 End data with <CR><LF>.<CR><LF> Subject: Test Mail X-My-Header: my header Test Ok: queued as 0EB QUIT mail.istac.de closing connection Connection closed by foreign host.

25 Architettura 25 Gli elementi piu` importanti del sistema di posta elettronica sono: Mail User Agent (MUA) ovvero il Mail Client Mail Transfer Agent (MTA) ovvero il Mail Server Mail Delivery Agent (MDA) Mail Retrieval Agent (MRA) Quando il ricevente usa un mail server che non si trova sulla sua macchina locale, il mailbox deve essere letto a distanza. Questo e` fatto dall MRA (termine non standard ma utile).. MTA POP/IMAP User s mailbox MRA Mail server

26 POP/IMAP 26 Il POP, o Post Office Protocol L IMAP, o Internet Message Access Protocol

27 POP3 27 Il POP3, o Post Office Protocol v3, e` usato per accedere alla posta elettronica da un server di posta e per immagazzinarla localmente. E` usata su macchine per le quali sarebbe poco pratico avere il protocollo SMTP completo e una connessione ad internet permanente. Queste macchine sono tipicamente dei client-pc con connessioni via modem al server di posta elettronica. POP3 usa il protocollo TCP sulla porta 110 per la connessione POP3 is specified in RFC 1225.

28 POP3 28 Una sessione POP3 consistse di tre passaggi: 1. authorization, 2. transaction, 3. update. Una sessione e` una conversazione strutturata tra il server POP3 ed il client message user agent (MUA, o programma di posta elettronica). Ad ogni passo, il MUA spedisce dei comandi POP3 al server, e questo risponde con dei reply code (+OK oppure ERR). I reply codes possono essere seguiti da una stringa esplicativa e/o altre informazioni.

29 Authorization 29 L autorizzazione consiste di due comandi: USER e PASS. Dopo che il client MUA stabilisce una connessione TCP sulla wellknown POP3 port 110, trasmette il comando USER con la user name come parametro. Se il server restituisce il codice +OK, il client trasmette il comando PASS con la password come parametro. Esempio: Client: USER filippo Server: +OK Client: PASS miapasswd Server: +OK filippo's maildrop has 3 messages (640 octets)... Terminata la fase di autenticazione, il processo passa alla fase di transazione.

30 The POP3 Transaction Stage 30 La fase di transazione può consistere di una combinazione di comandi mandati dal client MUA. I comandi sono STAT LIST TOP NOOP RETR DELE RSET

31 The POP3 Transaction Stage 31 Il comando STAT è usato per scaricare il numero di messaggi ed il numero totale di bytes dei messaggi. Esempio: Client: STAT Server: +OK 3 640

32 The POP3 Transaction Stage 32 Il comando LIST può essere usato con o senza parametri. Senza parametri, LIST restituisce l identificatore e la dimensione di ogni messaggio nel mailbox. Example: Client: LIST Server: +OK 3 messages (640 octets) Server: Server: Server: Server:....

33 The POP3 Transaction Stage 33 Con un argomento, LIST restituisce le informazioni sul messaggio specificato. Example: Client: LIST 2 Server: +OK Client: LIST 4 Server: -ERR no such message, only 3 messages in maildrop

34 The POP3 Transaction Stage 34 Il comando TOP lista gli headers e le prime dieci righe del messaggio. Example: Client: TOP 2 Server: +OK Server: <Gli headers, una riga bianca, e le prime 10 righe del message body>

35 The POP3 Transaction Stage 35 Per verificare se il server è connesso e riceve le richieste inviate, usare il comando NOOP. Questo comando non fa nulla ma restituisce un valore positivo dal server, verificando, quindi, lo stato di connessione del server. Example: Client: NOOP Server: +OK

36 The POP3 Transaction Stage 36 Il comando RETR scarica il messagio specificato che viene quindi gestito internamente dal MUA. Example: Client: RETR 1 Server: +OK 220 octets Server: <The server transmits the message to the MUA> Server:.

37 The POP3 Transaction Stage 37 Il comando DELE marca un messaggio per la cancellazione, e RSET riporta tutti i messaggi nello stato di non cancellato. Notare che la vera e propria eliminazione del messaggio non avviene prima della ultima fase di update (aggiornamento). Fino a quel momento I messagi possono essere marcati e riportati allo stato di non marcati. Example: Client: DELE 1 Server: +OK message 1 deleted Client: RSET Server: +OK maildrop has 3 messages (640 octets)

38 Update 38 La fase di aggiornamento (update) avviene nel momento in cui il client spedisce il comando QUIT e termina la connessione. Ogni messaggio marcato per la cancellazione sarà eliminato come parte della fase di aggiornamento. Example: Client: QUIT Server: +OK starfleet POP3 server signing off

39 Example: Pop3 session 39 % telnet warnix 110 Trying Connected to warnix.istac.de. +OK warnix Cyrus POP3 v server ready USER filippo +OK Name is a valid mailbox PASS mypasswd +OK Maildrop locked and ready STAT +OK LIST +OK scan listing follows RETR 2 +OK Message follows Return-Path:

40 Example: Pop3 session (cont.) 40 +OK Message follows Return-Path: Received: from wastl.net (wastl.istac.de [ ]) by mail.istac.de (Postfix) with SMTP id 0EB for Tue, 12 Sep :19: (CEST) Subject: Test Mail X-My-Header: my_header Message-Id: Date: Tue, 12 Sep :19: (CEST) From: Test DELE 2 +OK message deleted QUIT +OK

41 IMAP 41 L IMAP, o Internet Message Access Protocol, puo` essere considerato l estensione del protocollo POP. Esso prevede (a) (b) (c) (d) gestione del mailbox (create, delete, rename, manipulate remote mailboxes) gestione remota dei messaggi (delete, move, setting flags, read, store,... ) sincronizzazione del mailbox ricerca di messaggi

42 IMAP (cont.) 42 L Internet Message Access Protocol, Version 4 rev1 (IMAP4rev1) permette ad un client di accedere e manipolare i messaggi su un server remoto. RFC 2060 IMAP usa il protocollo TCP sulla porta 143 per la connessione IMAP4rev1 permette la manipolazione di folders remoti, chiamati mailboxes, in modo equivalente alla gestione di mailboxes locali. IMAP4rev1 include operazioni per creare, cancellare e rinominare mailboxes; controllare l arrivo di messaggi; cancellare permanentemente messaggi; modificare flags; ricercare e selezionare gli attributi dei messaggi, selezionare e scaricare testo e/o porzioni di testo. Messaggi in IMAP4rev1 sono accedibili tramite numeri.

43 Stati della sessione IMAP 43 IMAP e` un protocollo piu` complesso del POP3 e quindi possiede molti piu` comandi. I comandi IMAP possono essere eseguiti a seconda dello stato in cui si trova il protocollo. Nonauthenticated state: In non-authenticated state, the client MUST supply authentication credentials before most commands will be permitted. This state is entered when a connection starts unless the connection has been pre- authenticated. Authenticated state: In authenticated state, the client is authenticated and MUST select a mailbox to access before commands that affect messages will be permitted. This state is entered when a pre-authenticated connection starts, when acceptable authentication credentials have been provided, or after an error in selecting a mailbox. Selected state: In selected state, a mailbox has been selected to access. This state is entered when a mailbox has been successfully selected. Logout state: In logout state, the connection is being terminated, and the server will close the connection. This state can be entered as a result of a client request or by unilateral server decision.

44 Example: IMAP session 44 % telnet warnix.istac.de 143 Trying Connected to warnix.istac.de. * OK warnix Cyrus IMAP4 v server ready a01 CAPABILITY * CAPABILITY IMAP4 IMAP4rev1 ACL QUOTA LITERAL+ NAMESPACE UIDPLUS X-NON- HIERARCHICAL-a01 OK Completed a02 LOGIN schaffer Secret a02 OK User logged in a03 SELECT INBOX * FLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen) * OK [PERMANENTFLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen \*)] * 2 EXISTS * 1 RECENT * OK [UNSEEN 2] * OK [UIDVALIDITY ] * OK [UIDNEXT 8] a03 OK [READ-WRITE] Completed

45 Example: IMAP session (cont.) 45 a04 FETCH 2 (FLAGS BODY[HEADER.FIELDS (DATE FROM)]) * 2 FETCH (FLAGS (\Recent \Seen) BODY[HEADER.FIELDS (DATE FROM)] {71} Date: Wed, 13 Sep :27: (CEST) From: ) a04 OK Completed a05 logout * BYE LOGOUT received a05 OK Completed %

46 Example 2: IMAP session 46 % telnet warnix.istac.de 143 * OK warnix Cyrus IMAP4 v server ready a01 LOGIN schaffer Secret a01 OK User logged in a02 CREATE INBOX.myfolder a02 OK Completed a03 SELECT INBOX.myfolder * FLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen) * OK [PERMANENTFLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen \*)] * 0 EXISTS * 0 RECENT * OK [UIDVALIDITY ] * OK [UIDNEXT 1] a03 OK [READ-WRITE] Completed a04 SELECT INBOX * FLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen) * OK [PERMANENTFLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen \*)] * 2 EXISTS * 0 RECENT * OK [UIDVALIDITY ] * OK [UIDNEXT 8] a04 OK [READ-WRITE] Completed a05 COPY 2 INBOX.myfolder a05 OK [COPYUID ] Completed

47 Example: IMAP session (cont.) 47 a06 SELECT INBOX.myfolder * FLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen) * OK [PERMANENTFLAGS (\Answered \Flagged \Draft \Deleted \Seen \*)] * 1 EXISTS * 1 RECENT * OK [UIDVALIDITY ] * OK [UIDNEXT 2] a06 OK [READ-WRITE] Completed a07 LOGOUT * BYE LOGOUT received a07 OK Completed %

48 Example 3: IMAP session 48 % telnet warnix.istac.de 143 Trying Connected to warnix.istac.de. * OK warnix Cyrus IMAP4 v server ready a01 LOGIN schaffer Secret a01 OK User logged in a02 CREATE user.testusr2 a02 OK Completed a03 SETQUOTA user.testusr2 (STORAGE 500) a03 OK Completed a04 GETQUOTA user.testusr2 * QUOTA user.testusr2 (STORAGE 0 500) a04 OK Completed a05 LOGOUT * BYE LOGOUT received a05 OK Completed %

49 MIME 49 MIME = Multipurpose Internet Mail Extensions Estende le caratteristiche della RFC 822 per permettere alle di trasportare contenuti non-testuali, caratteri non-ascii, messaggi lunghi. Usa campi header in piu` rispetto a quelli specificati nella RFC 822. Supporta una varieta` di tipi di contenuto ma, per ragioni di compatibilita` l intero messaggi e` comunque codificato in ASCII per compatibilita`. Specificata nelle RFCs

50 MIME headers 50 MIME specifica 5 nuovi campi header: MIME-Version (deve essere 1.0) Content-Type Content-Transfer-Encoding Content-ID - optional Content-Description - optional

51 MIME Content-Type 51 7 principali content-types 15 sub-types Esempi: text - plain or enriched multipart message, image, video, audio application - postscript, x-zip- compressed,

52 MIME Content-Type (cont.) 52 Multipart content-type ha 4 sub-types. Il piu` importante e` il Multipart/mixed, che indica che il body contiene multiple parts. Ogni parte puo` essere un MIME message a sua volta quindi si puo` annidare un messaggio MIME ad ogni livello. Le varie parti sono separate da un certo delimitatore ( boundary string) definito nel campo Content-Type.

53 MIME: Content-Type (cont.) 53

54 Content-Transfer-Encoding 54 RFC 822 s possono contenere solo caratteri ASCII. I messaggi MIME possono trasportare dati arbitrari Il campo Content-Transfer-Encoding indica come sono codificati i dati da raw ad ASCII. base64 e` una codifica comune: 24 data bits (3 bytes) at a time encoded to 4 ASCII characters.

55 MIME: Encoding 55 ASCII 7 bit (linea <= 1000 char) ASCII 8 bit (viola il protocollo) File binari: codifica base64 (protezione ASCII) 24 bit (3x8) 6 bit 6 bit 6 bit 6 bit Un carattere ASCII legale AB, ab, 012, + - (ritorni e a capo ignorati) Codifica stampabile (quoted printable encoding): ASCII a 7 bit, caratteri > 127 come: =due cifre esadecimali (=af =2e)

56 MIME: separatore 56

57 Esempio: MIME Message 57 From: To: Subject: That paper Date: Wed, 13 Nov :55: MIME-Version: 1.0 Content-Type: multipart/mixed; boundary="---next part" next part Content-Type: text/plain; charset="iso " Content-Transfer-Encoding: 7bit John, questo e l articolo di cui ti parlavo. Carlo next part Content-Type: application/x-zip-compressed; name= paper.zip" Content-Transfer-Encoding: base64 Content-Disposition: attachment; filename= "paper.zip" rfvbnj756tbghusisyuhssia shhs vsggj77js77hfyt6gs next part--

58 Delivery Service Notification (DSN) 58 Delivery Status Notification (DSN) Ricevuta inviata al mittente quando viene scritto il messaggio nel mail system del destinatario NON e disabilitabile E un formato STANDARD predefinito Non tutti gli MUA ne permettono la richiesta Non tutti gli MTA, GW, LS la supportano

59 Message Disposition Notification (MDN) 59 Message Delivery Notification (MDN) Ricevuta al mittente che viene inviata su azione del lettore sul messaggio dentro il mail system E disabilitabile E in formato STANDARD predefinito Non tutti gli MUA ne permettono la richiesta Non tutti gli MUA (e simili) e MTA la supportano

60 Webmail 60 E un software che consente la consultazione delle tramite interfaccia web. E installato in un web server ed interagisce con i mail server POP, SMTP). Visualizza i risultati in puro codice HTML attraverso il web server. POP no IMAP 10 MByte di spazio disco Simile ad un mail reader (Outlook, Eudora) ma su web

61 Perche` usare webmail? 61 Interfaccia comune Training non necessario Machine independent Basta avere un browser di qualsiasi tipo (Netscape, MS-IExplorer, Mozilla ) ed un account Mobilita` e facilita` d uso Ci si puo` connettere da qualsiasi postazione internet Non necessita nessun setup

62 Come funziona Webmail 62 Webmail server Lettura POP server (mailbox) Spedizione SMTP server

63 63 Servizi Internet di base Sendmail

64 Introduzione a sendmail 64 Creato da Eric Allman (Berkeley) MUA (Mail User Agent) e MTA (Mail Transport Agent) I MUAs sono programmi che permetteno di creare e inviare posta elettronica. Gli Agenti di Transporto (MTA), sono incaricati di recapitare la posta a destinazione. Sendmail e`, di fatto, l agente di transporto di posta su Internet. Anche se principalmente usato come MTA, sendmail puo` essere usato come MUA (nonostante non abbia alcuna interfaccia utente).

65 Funzioni del sendmail 65 Raccogliere le s provenienti da un MUA, o da un MTA (per esempio, un altro sendmail). Instradare il messaggi al corretto MTA di destinazione usando le informazioni del DNS di competenza. Determinare una strategia de distribuzione della posta, basandosi sulle informazioni sul destinatario contenuta nello header: Se il destinatario e` locale, sendmail spedisce la mail al programma locale di distribuzione della posta. Se il destinatario non e` locale, sendmail utilizza il DNS per determinare l host a cui inviare il messaggio. Per trasferire il messaggio, sendmail inizia una sessione SMTP con l MTA del detto host.

66 Funzioni del sendmail (cont.) 66 Se non e` possibile inviare il messaggio a destinazione, sendmail salva il messaggio in una coda e ritenta di inviare solo dopo un certo prefissato lasso di tempo. Se il messaggio non puo` essere inviato entro un certo lasso di tempo massimo, il messaggio viene restituito al mittente con un messaggio di errore. Sendmail garantisce che ogni messaggio arrivi correttamente a destinazione oppure, in caso di errore, ne garantisce la notifica (nessun messaggio viene perso). Cambiare il formato del messaggio prima di passarlo alla macchina seguente. A seconda del tipo di connessione con una specifica macchina, o a seconda dell MTA al quale va diretta la , e` necessario cambiare il formato dell indirizzo di destinazione e/o alcuni campi header. (Per motivi di compatibilita`.)

67 Funzioni del sendmail (cont.) 67 Un altra funzione importante e` quella di permettere l uso di alias, usato (tra le altre cose) per gestire mailing-lists. Infine, permette l esecuzione come MUA. Sebbene non possegga nessuna interfaccia utente, sendmail permette l invio di messaggi mediante linea di comando. Queste (ed altre) caratteristiche del sendmail devono essere configurate e di conseguenza variano da sistema e sistema. La loro definizione e` contenuta nel file di configurazione (sendmail.cf).

68 sendmail come MUA 68 Come MUA, il sendmail legge per default lo standard input fino a raggiungere il carattere end-of-file (EOF) o una linea che contiene solo un punto (. ). In quel momento spedisce una copia di quel messaggio ad ognuno dei destinatari (specificato sulla riga comando). In seguito, inoltra il messaggio consultando il DNS (se necessario). Sendmail determina come instradare un messaggio anche in base alle informazioni contenute nel file di configurazione.

69 sendmail come MUA: Esempi /usr/lib/sendmail hi, how are you doing there? cat testo.txt /usr/lib/sendmail 3. /usr/lib/sendmail t From: Date:...

70 sendmail come MTA 70 Sendmail viene maggiormente usato come demone per spedire e ricevere posta SMTP (solo da superuser). sendmail gira come processo residente in ascolto sulla porta TCP 25. Quando riceve una richiesta di connessione sendmail crea un processo figlio che gestisce il messaggio, mentre il processo padre continua ad ascoltare la porta 25. Per usare sendmail come demone, (normalmente si fa partire da uno script di inizializzazione del sistema), si lancia con i seguenti parametri (esempio) : sendmail bd q12m In questo modo, sendmail viene eseguito in modalita` background. L opzione q12m indica che la coda dei messaggi viene aggiornata ogni 12 minuti.

71 La cola de correo 71 Quando un messaggi non puo` raggiungere la sua destinazione a causa di una connessione mancante (normalmente perche` la macchina di destinazione e` spenta oppure sovraccarica), il messaggio viene immagazzinato in una coda locale, e l invio viene rimandato. La coda locale si trova in /var/spool/mqueue. In questo direttorio vengono creati i files temporanei per ogni in coda. Il formato dei nomi e`: df... (Data, message body) qf... (Queue control file) tf... (Temporary qf rewrite image) xf... (opening-closing Transcript file)

72 Gli aliases 72 Sendmail permette l uso di aliases (pseudonimi): Uso di nomi alternativi (nicknames) per uso individuale. Inviare il messaggi ad un altra destinazione, anche se l indirizzo destinatario e` locale. Creare mailing-lists.

73 Le liste di distribuzione (mailing-lists) 73 Una funzione del sendmail tramite l uso di aliases: owner-<lista>: <nome> dove <lista> e` il nome della lista di distribuzione (mailing-list). La persona specificata in <nome> e` la persona responsabile della lista (utile per avere un riferimento in caso di errori). Esempio: amici: fabrizio, colleghi: filippo

74 Il file.forward 74 A livello di utente, sendmail permette di specificare un altro indirizzo a cui indirizzare i messaggi in arrivo $HOME/.forward.

75 Il file di configurazione sendmail.cf 75 Il file di configurazione sendmail.cf e` letto ogni volta che sendmail viene inizializzato. Contiene informazioni necessarie per l esecuzione di sendmail. riporta la locazione di file e direttori importanti dei permessi per quei files specifica regole determina il comportamento di sendmail

76 Il file di configurazione sendmail.cf (cont.) 76 Sendmail.cf e` complesso! Es: R$+%$=W %! C[[ C{Accept}OK RELAY C{tls}VERIFY ENCR DZ O Timeout.connect=1m O SendMimeErrors=True R$* $+ > $* $: < $2 > $1 $2 > $3 R< $+. > $* $: < $1 > $2 R< $+ > $* $: < $(mailertable $1 $) > $2 R< $~[ : $* > $* $>MailerToTriple < $1 : $2 > $3 R< $+ > $* $: $>Mailertable <$1> $2 Fortunatamente (dalla versione 8) il file sendmail.cf si costruisce in maniera (quasi) automatica.

77 m4 Configuration Files 77 m4 e` un macro preprocessor che produce un file di configurazione per sendmail (sendmail.cf) da un file con estensione.mc Le macro usate nel file.mc sono: define definisce una macro undefine elimina una precedente definizione di macro include include un file dnl elimina I caratteri fino alla fine della linea divert reindirizza file di output

SERVIZI INTERNET PARTE 2. SERVIZI DI RETE Storici

SERVIZI INTERNET PARTE 2. SERVIZI DI RETE Storici SERVIZI INTERNET PARTE 2 SERVIZI DI RETE Storici Servizi di rete Trasferimento file FTP * Accesso remoto a computer TELNET * Posta elettronica - SMTP * Tendono a non essere utilizzati perché INSICURI Sistemi

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 2.0a

MANUALE UTENTE. Versione 2.0a MANUALE UTENTE SMS FoxBOX Versione 2.0a INDICE 1.0 INTRODUZIONE 1.1 Come Collegarsi 2.0 Funzioni di controllo 2.1 Pannello di controllo 2.1.1 Stato attuale SMS engine SMS gateway Modem Buzzer Signal Quality

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf Indice Indice 1. Introduzione...2 2. Primi passi... 3 2.1 Quale programma di posta... 3 2.2 Lasciare i messaggi sul server centrale?... 3 2.3 Spam e dintorni...4

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Inter Process Communication Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione Più processi o thread Concorrono alla relaizzazione di una funzione applicativa Devono poter realizzare Sincronizzazione

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol DHCP Dynamic Host Configuration Protocol L assegnazione automatica dei parametri di configurazione (e.g. network address) al momento dell avvio dei client di una rete, semplifica l amministrazione della

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg.

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg. POSTA ELETTRONICA INDICE 2 Indice Pannello Gestione Email pag. 3 Accesso da Web pag. 4 Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6 Microsoft Outlook pagg. 7-8-9 Mail pagg. 10-11 PANNELLO GESTIONE

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Specifiche API. Gestione utenti multipli

Specifiche API. Gestione utenti multipli Specifiche API Gestione utenti multipli v1.3.73 Last update: Ludovico 28/12/2009 Sommario Descrizione del servizio... 3 Come diventare partner... 3 Modalità di accesso al servizio con gestione utenti multipli...

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT La chiamata diretta allo script può essere effettuata in modo GET o POST. Il metodo POST è il più sicuro dal punto di vista della sicurezza. Invio sms a un numero

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda mailto:beable@beable.it http://www.beable.it 1 / 33 Questo tutorial è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli