Presidio Ospedaliero Magenta-Abbiategrasso Unità Operativa di Anatomia Patologica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presidio Ospedaliero Magenta-Abbiategrasso Unità Operativa di Anatomia Patologica"

Transcript

1 Pag. 1 di 11 Azienda Ospedaliera di Presidio Ospedaliero Magenta-Abbiategrasso Unità Operativa di Direttore: dott. M. Cazzaniga Sede: 3 piano del Corpo F dello Stabilimento Ospedaliero G. Fornaroli. Indirizzo: via al Donatore di Sangue Magenta, Milano. Telefono: Sede dell Ambulatorio Agoaspirati dell : presso l di Oncologia 5 piano corpo principale dello Stabilimento Ospedaliero Obitorio: palazzina E STANDARD DI PRODOTTO SERVIZIO L di dell Azienda Ospedaliera (AO) di, Presidio Ospedaliero (PO) di Magenta-Abbiategrasso, ha sede in Magenta, via al Donatore di Sangue 50, Stabilimento Ospedaliero (SO) G. Fornaroli, Magenta, corpo F. L è diretta dal dott. Marco Cazzaniga e fa parte del Dipartimento dei Servizi. Dal 29 marzo 2002 il Sistema di Gestione per la Qualità dell è certificato dal CSQ di Milano (certificato n 9122.OCDL). In generale, l esegue esami istologici e citologici per le UO e gli Ambulatori del PO di Magenta ed Abbiategrasso, per l ASL Milano 1, per gli utenti esterni. Esegue riscontri diagnostici (autopsie) per le UO del PO e per l ASL Milano 1 (tipologia clienti pag. 7). MC1 Rev. 2, aprile

2 Pag. 2 di 11 MISSION DELL E VALORI DI RIFERIMENTO La mission dell' è di erogare, secondo criteri d appropriatezza e di qualità, diagnosi anatomo-patologiche accurate, intese come atto medico conclusivo fondato sulla sintesi dei diversi momenti di una procedura complessa che comprende: Il prelievo e il campionamento dei materiali biologici e le manualità tecniche di allestimento dei preparati istologici e citologici. L interpretazione a fine diagnostico dei dati anamnestici, clinici e dei dati morfologici rilevati con l osservazione macroscopica e microscopica. Le diagnosi anatomo-patologiche costituiscono le parti maggiormente qualificanti dei referti istologici, citologici e dei riscontri diagnostici. I principi fondamentali cui s ispira l' nel suo operato sono: l imparzialità e l uguaglianza, così come sanciti dalla legge fondamentale dello Stato, ribaditi nella Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994 "Principi sull'erogazione dei Servizi Pubblici". L' all'interno del Magentino e dell Abbiatense vuole porsi come punto di riferimento nel campo della diagnosi istopatologica e citopatologica con l obiettivo di contribuire in modo rilevante al miglioramento dello stato di salute della popolazione dell'area di riferimento. Si pone, inoltre, il fine di rendere la sua attività competitiva in termini di: Tempi di risposta. Qualità ed appropriatezza delle prestazioni. Costi interni. Dichiara che i valori di riferimento cui ispira la propria attività sono: La centralità del paziente come bene fondamentale. La considerazione del personale come patrimonio culturale e professionale indispensabile per garantire le prestazioni di cui il paziente necessita. L attenzione continua a tutti i livelli all'innovazione tecnologica e formativa. La ricerca, nel rispetto della normativa vigente, della sicurezza nell'ambiente di lavoro per gli utenti che accedono all e per i dipendenti. In questo senso, secondo quanto espresso nella Carta dei Servizi e nel Manuale della Qualità, adottati dall Azienda Ospedaliera di, l': Assume come impegno primario il raggiungimento della soddisfazione dei bisogni dell utente con il quale vuole costruire un rapporto di fiducia basato sulla MC1 Rev. 2, aprile

3 Pag. 3 di 11 trasparenza diffusa di ogni atto. Intende costruire un rapporto di corretta collaborazione con il personale, al fine di raggiungere la massima valorizzazione delle risorse professionali di ogni operatore e garantire la crescita tecnica e la formazione continua ad ogni livello. S impegna a definire e mantenere standard professionali di elevato valore qualitativo tecnico-professionale e a promuovere l'adozione di tecnologie d'avanguardia validate e sicure. Ispira i propri comportamenti all'etica professionale e s impegna a garantire l'appropriatezza e l'efficacia delle prestazioni. La Direzione s impegna a promuovere, attuare e sostenere un processo di miglioramento continuo della qualità delle prestazioni erogate dall', orientando tutte le attività ed i processi di competenza alla soddisfazione dei propri Cittadini/Utenti e delle altre varie parti interessate (Regione, ASL, enti territoriali, altre strutture sanitarie, associazioni di volontariato, parti sociali, personale dipendente, etc.). TIPOLOGIA DELLE ATTIVITA Esami istologici. Esami citologici. Esami estemporanei intraoperatori istologici e citologici. Riscontri diagnostici e visite necroscopiche. Citologia di screening cervico-vaginale. Citologia di screening agoaspirativa per il carcinoma della mammella. Citologia esfoliativa clinica. Esecuzione di agoaspirati di organi superficiali e profondi sotto guida ecografia. Prelievo di tessuto adiposo periombelicale per ricerca amiloide. Attività di supporto (citoassistenza) all esecuzione di agoaspirati sotto controllo ecotomografico e radiologico. Ablazione termica con radiofrequenze di neoplasie renali ed epatiche primitive e secondarie (in collaborazione con l Medicina I). Alcoolizzazione di lesioni cistiche tiroidee e di neoplasie epatiche primitive e secondarie (in collaborazione con l Medicina I). Consulenza su preparati istologici e citologici allestiti presso altri laboratori. Consulenza ad Enti Certificatori sul Sistema di gestione per la qualità secondo le norme ISO 9001: 2000 in e Analisi. A supporto della diagnostica morfologica l è dotata di un laboratorio di colorazioni speciali e istochimiche, che permette, tra l'altro, l'identificazione di alcuni microrganismi e di un laboratorio di immunoistochimica, che consente: La tipizzazione di particolari forme neoplastiche. La valutazione dell'assetto recettoriale ormonale dei carcinomi della mammella, sia su campioni citologici ottenuti per agoaspirazione, sia su campioni istologici. La valutazione dell'indice di proliferazione cellulare nei carcinomi della mammella (metodo immunoistochimico con anticorpo Ki 67). MC1 Rev. 2, aprile

4 Pag. 4 di 11 La valutazione, mediante metodica immunoistochimica, della sovraespressione dell oncogene her2 (neu). Ognuna delle attività diagnostiche che si effettuano nell comprende una fase tecnicoamministrativa in cui il materiale biologico è accettato, descritto macroscopicamente, campionato, trattato con adeguati mezzi chimico-fisici per consentire l allestimento di preparati istologici e citologici ed una fase cognitivo-analitica, in cui i reperti macroscopici e microscopici sono correlati con i dati clinici. Il risultato finale è l'emissione di un referto diagnostico scritto, il più possibile accurato, tempestivo e clinicamente rilevante, fondato sull'interpretazione al microscopio dei preparati istologici e citologici allestiti secondo procedure tecnicamente ottimali. GLI OPERATORI L organico (in servizio) dell è costituito da: Direttore. Tre dirigenti medici. Un dirigente biologo. Sei tecnici di laboratorio biomedico. Due tecnici di laboratorio biomedico con funzioni di citologo (c.d. citotecnici). Due assistenti amministrativi. Un coadiutore amministrativo. Un operatore tecnico. Due Infermieri generici addetti alla camera mortuaria. Un Infermiere professionale addetto alla camera mortuaria. Un operatore tecnico addetto alla camera mortuaria. L organico con i nominativi degli operatori e la Politica della Qualità dell sono esposti all ingresso dell. Funzioni autorizzate a rilasciare informazioni di carattere sanitario relative agli utenti Funzione Telefono Direttore Dirigenti medici Dirigente Biologo MC1 Rev. 2, aprile

5 Pag. 5 di 11 LA STRUTTURA ACCESSO ALLA STRUTTURA Dall esterno dello Stabilimento Ospedaliero si accede all utilizzando l ingresso principale del Nuovo Edificio Servizi (NES) e seguendo quindi le indicazioni per il Analisi. Dall interno dello Stabilimento Ospedaliero si può accedere all tramite il corridoio che collega il piano rialzato del corpo principale con il secondo piano del Corpo F. MC1 Rev. 2, aprile

6 GLI SPAZI Pag. 6 di 11 L è ubicata al terzo piano del Corpo F, in cui hanno anche sede il Analisi ed il Centro Trasfusionale. Si compone di: Un locale accettazione con due sportelli per il pubblico. Un locale segreteria. Due studi medici. Un locale dedicato all allestimento preparati citologici. Un locale dedicato all allestimento preparati istologici. Un locale per l esecuzione di tecniche speciali, istochimiche, immunoistochimiche. Un locale adibito al campionamento dei materiali biologici e alla processazione. Uno studio citologi. Due locali accessori. ORARI DI APERTURA Lunedì-venerdì: dalle ore 8.30 alle ore Gli orari per la consegna del materiale biologico, le modalità di raccolta e conservazione del materiale, le modalità di compilazione delle richieste d esame istocitologico sono indicati nell istruzione operativa distribuita a tutti i reparti di degenza ed ai servizi: IO per l invio di materiali biologici all di, IC01. INFORMAZIONI e APPUNTAMENTI Per informazioni e appuntamenti è possibile contattare telefonicamente la segreteria dell dalle 8.30 alle 16.30, dal lunedì al venerdì, al numero: /334/541. PRESTAZIONI AMBULATORIALI L ambulatorio agoaspirati è situato al 5 piano del corpo ospedaliero presso l di Oncologia, al quale si accede dall ingresso principale dello Stabilimento Ospedaliero, utilizzando gli ascensori che servono i reparti di degenza. L ambulatorio è dotato di un ecografo HITACHI H 21 con color-doppler e sonde da 3,5 Mhz e ad alta frequenza (7,5 Mhz). PRESTAZIONI Biopsie per aspirazione con ago sottile di lesioni nodulari superficiali. Biopsie per aspirazione con ago sottile sotto guida ecografia di lesioni superficiali e degli organi profondi. Biopsie con ago tranciante di tumori mammari per valutazione assetto recettoriale e indice di proliferazione in pazienti sottoposti a chemioterapia pre-operatoria. Raccolta del secreto mammario. Alcoolizzazione percutanea di cisti della tiroide. Esame ecografico di lesioni del collo e della mammella. MC1 Rev. 2, aprile

7 Pag. 7 di 11 ORARI e PRENOTAZIONI L ambulatorio agoaspirati è aperto il lunedì e il giovedì dalle ore alle Le prenotazioni si effettuano allo sportello della segreteria dell dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle oppure, telefonicamente, al numero: I tempi d attesa per la prestazione sono al massimo di 2 giorni lavorativi a partire dal giorno successivo alla prenotazione. Il mercoledì e il venerdì, dalle alle 15.00, i patologi dell effettuano agoaspirati in collaborazione con i radiologi nei locali dell di Radiologia, Stabilimento Ospedaliero di Magenta. TIPOLOGIA DEI CLIENTI CLIENTE INTERNO ESTERNO UO di degenza del PO Magenta-Abbiategrasso Pronto Soccorso degli SSOO di Magenta e Abbiategrasso Poliambulatori degli SSOO di Magenta e Abbiategrasso Direzione Medica del PO Magenta-Abbiategrasso Poliambulatorio di Corsico ASL Milano 1 Medici di medicina generale Specialisti liberi professionisti Istituto Geriatrico C. Golgi LA DOTAZIONE STRUMENTALE La dotazione strumentale è adeguata alla tipologia d indagini effettuate nell. Le operazioni di istoprocessazione (fissazione, disidratazione, chiarificazione ed infiltrazione con paraffina dei tessuti) e le colorazioni dei preparati istologici e citologici sono completamente automatizzate, gestite da sistemi computerizzati, consentendo la standardizzazione ottimale dei metodi. MC1 Rev. 2, aprile

8 Pag. 8 di 11 PRESTAZIONI DIAGNOSTICHE EROGATE TIPOLOGIA SEDE DI EROGAZIONE- MODALITA DI PRENOTAZIONE-ATTESA CATALOGO DELLE PRESTAZIONI PER I CLIENTI UTENTI ESTERNI TIPOLOGIA PRESTAZIONE SEDE PRENOTAZIONE E ACCETTAZIONE SEDE ESECUZIONE PRESTAZIONE TARIFFA TEMPI D ATTESA Prestazione Erogazione referto Esame istologico di biopsie da tutte le sedi anatomiche * 3 giorni Esame istologico dei pezzi operatori (Ospedali convenzionati) * 3 giorni Esame citologico esfoliativo extravaginale * 3 giorni Esame citologico vaginale (pap-test) * 10 giorni Esame citologico urine per ricerca cellule neoplastiche * 1 giorno 6 giorni Esecuzione biopsie per aspirazione con ago sottile Ambulatorio Oncologia * 2 giorni 2 giorni Consulto di preparati istologici e citologici allestiti in altre sedi * 2 giorni MC1 Rev. 2, aprile

9 Pag. 9 di 11 * Le tariffe del SSN ed il tariffario aziendale sono esposti presso le casse, all ingresso principale dello Stabilimento Ospedaliero Ulteriori indicazioni rispetto ai tempi di attesa per le prestazioni erogate agli esterni sono rintracciabili nella sezione carta dei servizi del sito aziendale CATALOGO DELLE PRESTAZIONI PER I CLIENTI UTENTI INTERNI TEMPI DI ATTESA TIPOLOGIA PRESTAZIONE PRESTAZIONE EROGAZIONE DEL REFERTO Esame istologico delle piccole biopsie 2 giorni Esame istologico dei pezzi operatori semplici Esame istologico dei pezzi operatori complessi 3 giorni 5 giorni Esame istologico intraoperatorio 18 minuti Esame citologico intraoperatorio 10 minuti Esame citologico di materiale esfoliativo extra vaginale Esame citologico di materiale agoaspirato Esame citologico di materiale esfoliativo vaginale (pap-test) Esecuzione biopsie per aspirazione con ago sottile (FNAB) 2 giorni 2 giorni 10 giorni 1 giorno 2 giorni FNAB sotto controllo ecografico 2 giorni 2 giorni Consulto di preparati istologici e citologici allestiti in altre sedi 2 giorni Riscontri diagnostici (autopsie) 15 giorni MC1 Rev. 2, aprile

10 Pag. 10 di 11 I giorni di attesa per le prestazioni e l erogazione dei referti sono da intendersi come giorni lavorativi. Il calcolo del tempo di erogazione del referto inizia a partire dal giorno successivo all accettazione del campione biologico e termina con la distribuzione del dattiloscritto nei casellari (interni) o agli uffici del CUP (esterni). L attività dell è distribuita su cinque giorni. PROTOCOLLI DIAGNOSTICO/TERAPEUTICI In generale, nella, per quanto attiene all esame macroscopico e al campionamento dei pezzi chirurgici si seguono le indicazioni del Manuale delle procedure tecniche per l esame macroscopico ed il campionamento dei pezzi chirurgici edito dalla Federazione Italiana Società di e Citologia (1994). Per la refertazione istopatologica si fa riferimento alle raccomandazioni dell Association of Directors of Anatomic and Surgical Pathology. Per il Controllo di Qualità si fa riferimento a: Il controllo di qualità interno nel servizio di medicina di laboratorio (Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia 3 Suppl. Straordinario al n. 426 gennaio 2001). L ha aderito, nel 2004, al Programma Regionale di Valutazione Esterna di Qualità in e Citologia. La citologia cervico-vaginale è refertata secondo la terminologia del Bethesda System In particolare, sono stati elaborati a cura dei patologi dell, protocolli organizzativi, contenenti linee guida per la refertazione nei seguenti campi specifici:. Il referto istologico delle biopsie osteomidollari (BOM). Linee guida per la refertazione delle lesioni melanocitiche cutanee. Linee guida per la refertazione dell adenoma e carcinoma del retto-colon. Linee guida per la diagnosi anatomopatologica delle malattie infiammatorie croniche idiopatiche intestinali. Vescica. Linee guida per la descrizione macroscopica, campionatura, refertazione. Pene e scroto. Linee guida per la descrizione macroscopica, campionatura, refertazione. Uretra. Linee guida per la descrizione macroscopica, campionatura, refertazione. Linfonodo. Linee guida per la descrizione macroscopica, campionatura, refertazione. Prostata e vescicole seminali. Linee guida per la descrizione macroscopica, campionatura, refertazione. Protocolli organizzativi. Citopatologia mammaria in corso di programmi di screening mammografico. Linee guida. MC1 Rev. 2, aprile

11 APPARTENENZA A GRUPPI DI STUDIO E SOCIETA SCIENTIFICHE Pag. 11 di 11 GRUPPI DI STUDIO G.I.APEFA: gruppo Italiano di patologia feto-placentare dell embrione. Dott.sa Vessecchia. REGISTRO ITALIANO DELLE MIELOFIBROSI. Dott. L. Migliorini. GIURO: gruppo italiano di uropatologia. Dott. L. Migliorini. GISL: gruppo di studio italiano sui linfomi. Dott. L. Migliorini. Gruppo di lavoro sulla riproducibilità della caratterizzazione biologica del cancro della mammella. Coordinatore prof. G. Viale (IEO). Dott.ssa G. Vessecchia SOCIETA SCIENTIFICHE SOCIETA ITALIANA DI ANATOMIA PATOLOGICA E CITOLOGIA Dott. Lecce Dott. Migliorini Dott. Cazzaniga Sig.ra Dellai SOCIETA ITALIANA DI CITOLOGIA Dott.ssa Pioselli Dott. Migliorini FORZA OPERATIVA NAZIONALE PER IL CARCINOMA MAMMARIO Dott. Migliorini NATIONAL GEOGRAPHIC DI WASHINGTON D.C. Dott. Migliorini L è sede per l effettuazione di tirocinio pratico per studenti del Corso di Laurea in Tecnico per Biomedico, Università degli Studi di Milano. DATI DI ATTIVITA DELL E ATTIVITA SCIENTIFICA DIDATTICA DEGLI OPERATORI I dati sono disponibili nel Riesame della Direzione dell anno in corso. MC1 Rev. 2, aprile

Unità Operativa Aziendale di Anatomia Patologica

Unità Operativa Aziendale di Anatomia Patologica Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale Unità Operativa Aziendale di Anatomia Patologica Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Patologia

Dettagli

CATALOGO PRESTAZIONI PER I CLIENTI UTENTI ESTERNI

CATALOGO PRESTAZIONI PER I CLIENTI UTENTI ESTERNI U. O. ANATOMIA PATOLOGICA - LEGNANO Direttore Dott.ssa Agnese Assi Telefono segreteria: 0331/449358-449266 Fax:0331/449266 e-mail: anatomopatologialegnano@ao-legnano.it Indirizzo: Via Candiani,2-20025

Dettagli

Unità Operativa Complessa ANATOMIA PATOLOGICA

Unità Operativa Complessa ANATOMIA PATOLOGICA Unità Operativa Complessa ANATOMIA PATOLOGICA sanitaria Descrizione L obiettivo fondamentale è fornire diagnosi corrette, complete, tempestive e clinicamente rilevanti. Gli esami istologici e citologici

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007 Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Azienda ULSS n. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento di Diagnosi e Cura Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Monoblocco -

Dettagli

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO... Pagina 1 di 6 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 3.1 Definizioni...2 3.2 Abbreviazioni...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...2

Dettagli

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007)

Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la fine del progetto (31/12/2007) Allegato A In risposta alle osservazioni sul progetto di screening colorettale della Regione Emilia- Romagna: Progressione dello screening in vista di una copertura effettiva superiore al 95% entro la

Dettagli

Scuola di specializzazione in ANATOMIA PATOLOGICA.

Scuola di specializzazione in ANATOMIA PATOLOGICA. Scuola di specializzazione in ANATOMIA PATOLOGICA. La Scuola di specializzazione in Anatomia Patologica afferisce all Area Servizi clinici sotto area Servizi clinici diagnostici e terapeutici, Classe della

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia 11 Incontro di Oncologia ed Ematologia Sestri Levante, 18 maggio 2013 Maria Sironi C è ancora un ruolo per la citologia da agoaspirato con ago sottile nella diagnostica dei noduli mammari? 1 mm Quali tecniche

Dettagli

Area Funzionale Omogenea Anatomia ed Istologia Patologica. 1.0 Carta dei servizi per il cittadino utente

Area Funzionale Omogenea Anatomia ed Istologia Patologica. 1.0 Carta dei servizi per il cittadino utente Area Funzionale Omogenea 1.0 Carta dei servizi per il cittadino utente Pag. 2 di 9 INDICE 1.1 Generalità 3 1.2 Missione 3 1.3 Il team 3 1.3.1. Come trovarci 4 1.3.2. Orario del servizio 4 1.4 Prodotti

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo. "Diagnostica Citologica"

Il Nodulo Tiroideo. Diagnostica Citologica Il Nodulo Tiroideo "Diagnostica Citologica" FNAC Con il termine di FNAC (Fine Needle Aspiration Cytology) si intende un prelievo citologico eseguito mediante un ago definito sottile (a partire da 22G ),

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Guida ai Servizi Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

LA RETE REGIONALE DEI CENTRI DI SENOLOGIA

LA RETE REGIONALE DEI CENTRI DI SENOLOGIA Premessa LA RETE REGIONALE DEI CENTRI DI SENOLOGIA ALLEGATO A Il rinnovamento e le trasformazioni organizzative dei sistemi sanitari sono posti da tutti i paesi industrializzati come elementi fondamentali

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

PERCORSO CLINICO PER CASI CHE NECESSITANO DI UN TRATTAMENTO CHIRURGICO (III LIVELLO)... 5

PERCORSO CLINICO PER CASI CHE NECESSITANO DI UN TRATTAMENTO CHIRURGICO (III LIVELLO)... 5 AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA F Via Terme di Traiano 39/A - 00053 Civitavecchia (RM) www.aslrmf.it P.E.C.: protocollo@pec.aslrmf.it aggiornata al 13 novembre 2015 1 Sommario INTRODUZIONE... 3 1) FATTORI

Dettagli

SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA

SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Questo testo intende fornire in maniera semplice utili informazioni su un tema di particolare importanza

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Servizio Prevenzione PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza

Dettagli

BUONE PRATICHE. Patologia Clinica

BUONE PRATICHE. Patologia Clinica ASLSanluri BUONE PRATICHE Patologia Clinica Il Servizio: Il Servizio di Patologia Clinica garantisce l erogazione di un servizio di analisi diagnostiche e di prestazioni cliniche nell ambito della patologia

Dettagli

Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare

Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare Mission Il Policlinico Tor Vergata ha iniziato, dal 10 gennaio 2001, a costruire insieme con tutti i suoi professionisti l ospedale umano aperto

Dettagli

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA SEZIONE LOMBARDA Aggiornamenti 2011 Corso di aggiornamento per Tecnici di Laboratorio Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate

Dettagli

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Gastroenterologia rappresenta il punto di riferimento per il territorio ed il nosocomio ospedaliero

Dettagli

Unità Multidisciplinare di Senologia. Dedicato a te, donna. Percorso Senologico. con la collaborazione dell'associazione

Unità Multidisciplinare di Senologia. Dedicato a te, donna. Percorso Senologico. con la collaborazione dell'associazione Percorso Senologico Dedicato a te, donna Unità Multidisciplinare di Senologia con la collaborazione dell'associazione Percorso Senologico dedicato a te, donna Percorso senologico E' un percorso di accoglienza

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Strumenti e Tecniche di studio in patologia

Strumenti e Tecniche di studio in patologia Strumenti e Tecniche di studio in patologia Gli strumenti della patologia: Microscopia Biologia molecolare Indagini biochimiche Microscopia Ottica citopatologia ed istopatologia citochimica ed istochimica

Dettagli

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29 Pagina 1 di 14 Indice Presentazione pag. 2 Attività ambulatoriale pag. 3 Ambulatorio ed orari pag. 6 Modalità di accesso pag. 8 Modulo soddisfazione pag. 14 Gentile Signora, il Personale Sanitario desidera

Dettagli

Eventi formativi in programmazione nell ambito del PRF (Tutti i corsi sono stati validati per l accreditamento E.C.M.)

Eventi formativi in programmazione nell ambito del PRF (Tutti i corsi sono stati validati per l accreditamento E.C.M.) Eventi formativi in programmazione nell ambito del PRF (Tutti i corsi sono stati validati per l accreditamento E.C.M.) APRILE 2003 Mer. 2 Dipartimento di prevenzione via Garbini - Viterbo Screening del

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. rcollazzo@cro.it ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI. rcollazzo@cro.it ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome COLLAZZO RAFFAELE Indirizzo Telefono 0434 659848 Fax 0434 659265 E-mail rcollazzo@cro.it Nazionalità italiana Data di nascita 22 NOVEMBRE 1951

Dettagli

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di MEDICINA INTERNA Presidio Ospedaliero di Mirano (VE) Direttore: Dott. Giuseppe Donà

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

ALLEGATO 2C 91.39.4 91.39.A 91.39.B 91.39.C 91.39.D 91.39.E 91.39.F 91.39.G 91.39.H 91.39.J 91.39.K 91.39.L 91.39.M 91.39.N CODICE NOMENCLATORE

ALLEGATO 2C 91.39.4 91.39.A 91.39.B 91.39.C 91.39.D 91.39.E 91.39.F 91.39.G 91.39.H 91.39.J 91.39.K 91.39.L 91.39.M 91.39.N CODICE NOMENCLATORE ALLEGATO 2C CODICE NOMENCLATORE NOMENCLATORE TARIFFARIO REGIONALE DESCRIZIONE VOCI CATALOGO 91.39.4 ES. CITOLOGICO URINE PER RICERCA CELLULE NEOPLASTICHE Citologico brushing vie urinarie Citologico urinario

Dettagli

Ambulatorio di Ecografie

Ambulatorio di Ecografie via Nazario Sauro, 32-30014 Cavarzere (VE) - Tel. 0426 316111 - Fax 0426 316445 Ambulatorio di Ecografie Redatto da: - Medico specialista, - Coord. Amministrativa - Coord. Infermieristica - Personale C.U.P.

Dettagli

MANUALE MODALITÀ PRELIEVO Unità Operativa di Anatomia e Istologia Patologica - Prof. Grigioni W.F. Pad 18 e Pad 26

MANUALE MODALITÀ PRELIEVO Unità Operativa di Anatomia e Istologia Patologica - Prof. Grigioni W.F. Pad 18 e Pad 26 Pag 1 / 12 SOMMARIO Esame istologico biopsia chirurgica...2 Esame istologico biopsia endoscopica o con ago sottile...2 Esame istologico biopsia estemporanea...3 Esame citologico su liquido...3 Esame citologico

Dettagli

SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA?

SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA? SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI Dott.ssa A. Francini ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA? A.S.O. S. Croce e Carle Disclosure Slide Il sottoscritto FRANCINI

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in TECNICHE

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.22 8.22. Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.22 8.22. Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche 8.22 Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche 1 Premessa L attività di diagnostica per immagini è finalizzata alla esecuzione di procedure appartenenti ad una o più delle categorie

Dettagli

esame citomorfologico cervico vaginale in un contesto clinico e di triage (II livello)

esame citomorfologico cervico vaginale in un contesto clinico e di triage (II livello) PreSentAzIone esame citomorfologico cervico vaginale IntroduzIone: Il recente Health technology Assessment on HPVdnA Based Screening for Cervical Cancer Precursors, pubblicato da epidemiol Prev 2012,36

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. La guida rosa per la prevenzione. screening femminile. Programma di screening dei tumori femminili

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. La guida rosa per la prevenzione. screening femminile. Programma di screening dei tumori femminili LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA La guida rosa per la prevenzione dei tumori femminili screening femminile prevenzione del tumore del collo dell utero Ogni donna residente fra i 25 e i 64 anni ha

Dettagli

Approccio multidisciplinare alla diagnostica del carcinoma della mammella

Approccio multidisciplinare alla diagnostica del carcinoma della mammella Busto Arsizio 28 settembre 2013 19 ottobre 2013 Approccio multidisciplinare alla diagnostica del carcinoma della mammella Claudia Cigala Anna Comi A.O. San Paolo - Milano Nonostante i grandi progressi

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza Sanitaria Contratti e Convenzioni

REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza Sanitaria Contratti e Convenzioni REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Livelli di Assistenza Sanitaria Contratti e Convenzioni PIANO REGIONALE SCREENING ONCOLOGICI Progetto regionale screening del cancro della

Dettagli

DEL LABORATORIO TOSSICOLOGICO DI RIFERIMENTO SERVIZIO DI DIAGNOSI CHIMICO TOSSICOLOGICA

DEL LABORATORIO TOSSICOLOGICO DI RIFERIMENTO SERVIZIO DI DIAGNOSI CHIMICO TOSSICOLOGICA CARTA DEI SERVIZI DEL LABORATORIO TOSSICOLOGICO DI RIFERIMENTO SERVIZIO DI DIAGNOSI CHIMICO TOSSICOLOGICA Rev.2 del 03/01/08 Pagina 1 di 11 Indice 1. Presentazione della Carta dei Servizi 2. Principi della

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore apparecchiature: - ECOGRAFIA, ECOCOLORDOPPLER - RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE - RISON MAGN ARTICOLARE - TAC MULTISLIDE 64 - DIAGNOSTICA

Dettagli

Regione Veneto - Ulss5 Ovest Vicentino CENTRALE UNICA DI SCREENING CARTA DEI SERVIZI

Regione Veneto - Ulss5 Ovest Vicentino CENTRALE UNICA DI SCREENING CARTA DEI SERVIZI Regione Veneto - Ulss5 Ovest Vicentino CENTRALE UNICA DI SCREENING CARTA DEI SERVIZI Montecchio Maggiore (VI), gennaio 2011 ML/PA Prima edizione; revisioni: 1-20 Aprile 2011 1 Indice 1. COS' E LO SCREENING

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA UOC Anatomia Patologica do Borgo Trento Pagina 1 di 14 INTRODUZIONE La UOC di Anatomia Patologica do Borgo Trento fa parte del DAI di Patologia e Diagnostica dell Azienda Integrata Ospedaliera Universitaria

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore risonanza magnetica La nuova apparecchiatura consente lo studio delle strutture vascolari e l esecuzione di indagini funzionali

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. De Falco Maria Luisa Data di nascita 24/04/1955. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. De Falco Maria Luisa Data di nascita 24/04/1955. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome De Falco Maria Luisa Data di nascita 24/04/1955 Qualifica Dirigente Biologo Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958 Qualifica II Fascia Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente ASL II

Dettagli

RADIOLOGIA GUIDA PER L UTENTE. Unità Operativa Complessa di. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo

RADIOLOGIA GUIDA PER L UTENTE. Unità Operativa Complessa di. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, 3-2013 Milano Tel. 02/022.1 www.sancarlo.mi.it Unità Operativa Complessa di RADIOLOGIA Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo A cura di U.O.C. di RADIOLOGIA 12 Edizione settembre 2010

Dettagli

ANATOMIA PATOLOGICA scheda aggiornata al 11,11,2015

ANATOMIA PATOLOGICA scheda aggiornata al 11,11,2015 ANATOMIA scheda aggiornata al 11,11,2015 MEDICO ORARIO AMBULATORIO Consulenza cito/istologica 220,00 Diagnosi anatomopatologica estemporanea (ogni campione) 165,00 Esame citologico cerv.vaginale (PAP test)

Dettagli

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella Opuscolo informativo Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale PDTA Mammella 1 Gentilissima Signora, lei è stata invitata ad eseguire esami di accertamento perché dopo aver visto l ultima mammografia

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MASI SERENA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI MASI SERENA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail MASI SERENA Nazionalità Italiana Data di nascita ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date 2002 2007 (data conseguimento:

Dettagli

Tumori della vescica e della via urinaria.

Tumori della vescica e della via urinaria. Tumori della vescica e della via urinaria. Il quadro clinico delle neoplasie dell urotelio è in genere dominato dall ematuria macroscopica (presenza nelle urine di sangue visibile ad occhio nudo) nel 75%

Dettagli

Screening per il tumore al seno e al collo dell utero

Screening per il tumore al seno e al collo dell utero Screening per il tumore al seno e al collo dell utero SCREENING PER LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL SENO E DEL COLLO DELL UTERO. UN APPUNTAMENTO DA RICORDARE La Regione Valle d Aosta,

Dettagli

riferimento: Manuale di Sicurezza per i Servizi di Medicina di ervizi di Anatomia Patologica, il Servizio di Immunoematologia e a SSdi Citogenetica.

riferimento: Manuale di Sicurezza per i Servizi di Medicina di ervizi di Anatomia Patologica, il Servizio di Immunoematologia e a SSdi Citogenetica. FATEBENEFRATELL1 E l'ni:. 1 di 11 Nota: Documento di Laboratorio, i S Trasfusionale e Motivo revisione Redazione Verifica Approvazione riferimento: Manuale di Sicurezza per i Servizi di Medicina di ervizi

Dettagli

MATERIALI CITOLOGICI: PRELIEVO, CONSERVAZIONE E INVIO

MATERIALI CITOLOGICI: PRELIEVO, CONSERVAZIONE E INVIO MATERIALI CITOLOGICI: PRELIEVO, CONSERVAZIONE E INVIO Maria Alma Audi Grivetta Anatomia Patologica Ospedale di Circolo di Varese 8-11-2014 paziente medico laboratorio accettazione + registrazione referto

Dettagli

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI Area Funzionale Chirurgica del Presidio Ospedaliero S.S. Cosma e Damiano di Pescia ON-LINE www.usl3.toscana.it SISTEMA CARTA DEI SERVIZI Gentile Signore, Gentile Signora, l Area Funzionale Chirurgica dell

Dettagli

L attività di APOF, trasformatasi in ONLUS e successivamente (2008) riconosciuta come ONG, si sviluppa attraverso numerose tematiche.

L attività di APOF, trasformatasi in ONLUS e successivamente (2008) riconosciuta come ONG, si sviluppa attraverso numerose tematiche. ASSOCIAZIONE PATOLOGI OLTRE FRONTIERA (APOF) L Associazione Patologi Oltre Frontiera è una Organizzazione Non Governativa, nata come gruppo di lavoro, costituito in prevalenza da medici anatomopatologi,

Dettagli

PAP TEST. Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici

PAP TEST. Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici PAP TEST Guida alla esecuzione ed interpretazione dei referti citologici UOS di Citopatologia UO di Anatomia ed Istologia Patologica UO di Microbiologia e Virologia Ospedale San Bortolo, Vicenza Revisione

Dettagli

Carta di Accoglienza per l utente

Carta di Accoglienza per l utente AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Direttore Prof. Maurizio Clementi Carta di Accoglienza per l utente U. O. C. d i G e n e t i c a C l i n i c a e d E p i d e m i o l o g i

Dettagli

TECNICHE DI CITOLOGIA. P.Grassi. Formazione interna Istituto Cantonale di Patologia Locarno, 16 marzo 2010

TECNICHE DI CITOLOGIA. P.Grassi. Formazione interna Istituto Cantonale di Patologia Locarno, 16 marzo 2010 TECNICHE DI CITOLOGIA P.Grassi Formazione interna Istituto Cantonale di Patologia Locarno, 16 marzo 2010 Diagnostica anatomopatologica DUE APPROCCI CITOPATOLOGIA DIAGNOSTICA ISTOPATOLOGIA DIAGNOSTICA Citodiagnostica

Dettagli

BORDONI PIERPAOLO. Pierpaolo.bordoni@gmail.com

BORDONI PIERPAOLO. Pierpaolo.bordoni@gmail.com F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BORDONI PIERPAOLO Indirizzo Via MARINAI D'ITALIA 9 SONDRIO 23100 Telefono 0342214467 Fax E-mail Pierpaolo.bordoni@gmail.com

Dettagli

Alla c.a.: - Direttore Generale - p.c.: Ufficio Protocollo OGGETTO: PRESENTAZIONE PROGETTO GRUPPO DI LAVORO EMATOLOGIA

Alla c.a.: - Direttore Generale - p.c.: Ufficio Protocollo OGGETTO: PRESENTAZIONE PROGETTO GRUPPO DI LAVORO EMATOLOGIA Struttura Complessa di ONCOLOGIA MEDICA ED EMATOLOGIA Azienda Ospedaliera CARLO POMA - v.le Albertoni, 1 46100 Mantova (Direttore Dr. Enrico Aitini) Gruppo di LavoroEmatologia Dr. Maria Donatella Zamagni,

Dettagli

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof.

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNITA OPERATIVA COMPLESSA EMATOLOGIA d.u OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI MA 28 Rev. 0 del 12.01.12

Dettagli

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta la popolazione anche attraverso campagne di promozione e di informazione, rappresentano uno strumento

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta la popolazione anche attraverso campagne di promozione e di informazione, rappresentano uno strumento Prevenzione medica A seguito della segnalazione da parte dei sanitari che hanno diagnosticato una malattia infettiva potenzialmente contagiosa, il personale sanitario dell ASL attua idonei interventi di

Dettagli

Regione Puglia. PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA

Regione Puglia. PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA ALLEGATO C Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING CERVICALE DELLA REGIONE PUGLIA Integrato con un progetto per il triage HPV-DNA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa

Dettagli

1IEO - Istituto Europeo di Oncologia. Il tumore al seno

1IEO - Istituto Europeo di Oncologia. Il tumore al seno la Speranza, l Amore, la cura 1 Il tumore al seno Il tumore al seno 2 Introduzione La mammella è una ghiandola con funzioni importanti: produce il latte, ma è anche un organo in cui alcuni ormoni si trasformano

Dettagli

Stato mutazionale del gene K-RAS: K comparazione di metodi di analisi

Stato mutazionale del gene K-RAS: K comparazione di metodi di analisi IV Congresso Regionale I Congresso del Middle Management di Area Tecnica Federazione Italiana Tecnici di Laboratorio Biomedico Stato mutazionale del gene K-RAS: K comparazione di metodi di analisi Dott.ssa

Dettagli

LA PATOLOGIA MAMMARIA

LA PATOLOGIA MAMMARIA LA PATOLOGIA MAMMARIA Dott. P. Rossi, Dott. A. De Majo U.O. Chirurgia Generale (Dir. Prof. A. Gaspari), Università Tor Vergata - Roma Indice 1.0Scopo......1 2.0Campo di applicazione...2 3.0Terminologia

Dettagli

CLINICA DERMATOLOGICA

CLINICA DERMATOLOGICA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA CLINICA DERMATOLOGICA Direttore: Prof. Andrea Peserico CARTA DI ACCOGLIENZA PER LA PERSONA AFFETTA DA MALATTIE DERMATOLOGICHE Via Cesare Battisti, 206 Padova

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER INFORMAZIONI PERSONALI

F ORMATO EUROPEO PER INFORMAZIONI PERSONALI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MASSIMO C.P. BARBERIS Indirizzo VIA PADRE SEMERIA 8, 20128 MILANO, ITALIA Telefono +39 3478998137 Fax +39 02 94379214 E-mail Massimo.barberis@ieo.it

Dettagli

Centro di Prevenzione Oncologica

Centro di Prevenzione Oncologica Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Oncoematologico Centro di Prevenzione Oncologica Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Oncoematologico Centro di Prevenzione Oncologica

Dettagli

IL CHECK UP TREVISO SAN DONÀ DI PIAVE. www.centrodimedicina.com

IL CHECK UP TREVISO SAN DONÀ DI PIAVE. www.centrodimedicina.com IL CHECK UP TREVISO SAN DONÀ DI PIAVE www.centrodimedicina.com PRESENTAZIONE GENERALE Il Centro di Medicina è una rete di strutture sanitarie private e convenzionate che opera nel Veneto Nord Orientale,

Dettagli

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta

Vaccinazioni. Le vaccinazioni, offerte a tutta Prevenzione medica A seguito della segnalazione da parte dei sanitari relativa alla diagnosi di malattia infettiva contagiosa, il personale sanitario dell ASL attua idonei interventi di profilassi. In

Dettagli

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali?

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali? In questa pagina pubblichiamo le risposte alle domande più frequenti poste dai cittadini. Per altre informazioni potrete contattare l Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero telefonico 0331 751525.

Dettagli

LIMINA ROSA MARIA VIALE EUROPA 11 25123 - BRESCIA. limina@med.unibs.it

LIMINA ROSA MARIA VIALE EUROPA 11 25123 - BRESCIA. limina@med.unibs.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e nome Indirizzo Ufficio Telefono ufficio 030 3717694 LIMINA ROSA MARIA VIALE EUROPA 11 25123 - BRESCIA

Dettagli

AMBULATORI INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

AMBULATORI INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DIPARTIMENTO STRUTTURALE NEUROSCIENZE E ORGANI DI SENSO Prof. Alessandro Martini Unità Operativa Complessa ODONTOIATRIA e STOMATOLOGIA Responsabile: Prof. Edoardo Stellini

Dettagli

S. C. IMMUNOLOGIA e TRASFUSIONALE OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. IMMUNOLOGIA e TRASFUSIONALE OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. IMMULOGIA e TRASFUONALE OSPEDALE SAN BASA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA Il servizio di Immunotrasfusionale (T) è un organizzazione complessa che ottempera a compiti specifici previsti dalla normativa,

Dettagli

SENOLOGIA: un percorso completo di prevenzione, diagnosi e cura

SENOLOGIA: un percorso completo di prevenzione, diagnosi e cura SENOLOGIA: un percorso completo di prevenzione, diagnosi e cura G. B. Mangioni Lecco Sistema Sanitario UN PERCORSO DEDICATO PER IL TUMORE AL SENO Il tumore al seno, la neoplasia più frequente nella donna,

Dettagli

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma PERCORSO UNITA PROSTATA POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma COORDINAMENTO DIAGNOSTICO: Dott.ssa Valeria Panebianco, UOC Radiologia Centrale (Dir.Prof.C.Catalano) Dipartimento di Scienze Radiologiche,

Dettagli

I bisogni del paziente oncologico

I bisogni del paziente oncologico I bisogni del paziente oncologico F Manzin, G Fabbroni, P Silli, MG Todisco, V de Pangher Manzini Unità Operativa di Oncologia Ospedali di Gorizia e di Monfalcone ASS n. 2 Isontina Lavoro condotto con

Dettagli

La stadiazione dei tumori

La stadiazione dei tumori La stadiazione dei tumori Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007 Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte Cosa è lo stadio di un tumore? E la rappresentazione sintetica dell estensione anatomica del tumore.

Dettagli

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA Regione Puglia ALLEGATO E PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa Stato-Regioni e Province Autonome

Dettagli

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00 Unità Operativa di Anatomia Patologica Presidio Ospedaliero S.S. Trinità via Is Mirrionis N 92-09121 Cagliari IN VIGORE DAL INDICE Pag. 1. ABBREVIAZIONI 1 2. OGGETTO 1 3. SCOPO 1 4. PRESENTAZIONE DELL'UNITÀ

Dettagli

POLIAMBULATORIO PRIVATO. CENTRO DI TERAPIA SAN BIAGIO S.r.l. CARTA DEI SERVIZI

POLIAMBULATORIO PRIVATO. CENTRO DI TERAPIA SAN BIAGIO S.r.l. CARTA DEI SERVIZI POLIAMBULATORIO PRIVATO CENTRO DI TERAPIA SAN BIAGIO S.r.l. CARTA DEI SERVIZI Via della Resistenza, 13 40033 S.Biagio Casalecchio di Reno Tel.: 0516130124 Fax 0516112434 1 Gentile Signore/ Signora, il

Dettagli

RADIOLOGIA SCHEDA INFORMATIVA SERVIZI DIAGNOSTICI E SANITARI PRESIDIO OSPEDALE CIVILE BORGO TRENTO. Redazione:

RADIOLOGIA SCHEDA INFORMATIVA SERVIZI DIAGNOSTICI E SANITARI PRESIDIO OSPEDALE CIVILE BORGO TRENTO. Redazione: pag. 7 Redazione: Aldrighetti Gisella Corsi Adriano Puppini Giovanni AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA SERVIZI DIAGNOSTICI E SANITARI Inserire eventuali altri loghi

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome AMATO TOMMASO Data di nascita 26/06/1959 Qualifica Dirigente medico I livello a rapporto esclusivo Chirurgia Generale Ospedale San

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI BELLA MICHELE ANGELO. Data di nascita 20/03/1961. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079228259

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI BELLA MICHELE ANGELO. Data di nascita 20/03/1961. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079228259 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 20/03/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio BELLA MICHELE ANGELO I Fascia AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Unità Operativa Chirurgia Generale Ospedale di Isola della Scala

Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007. Unità Operativa Chirurgia Generale Ospedale di Isola della Scala Carta dei Servizi rev. 15 giugno 2007 Unità Operativa Azienda ULSS n. 22 - Bussolengo (VR) Dipartimento di Unità Operativa Chirurgia Blocco A - Primo piano: ambulatori Blocco B - Terzo piano: degenze e

Dettagli

La piastra degli ambulatori centrali è a forma semicircolare, composta di 17 ambulatori, sala di attesa, due bagni per i pazienti, un

La piastra degli ambulatori centrali è a forma semicircolare, composta di 17 ambulatori, sala di attesa, due bagni per i pazienti, un Presentazione della struttura: La piastra degli ambulatori centrali è a forma semicircolare, composta di 17 ambulatori, sala di attesa, due bagni per i pazienti, un servizio per il personale, un archivio

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA. (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009)

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA. (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009) AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009) DAI PATOLOGIA E DIAGNOSTICA UOC LABORATORIO ANALISI du Borgo Roma CARTA dei SERVIZI del Laboratorio

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA. (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009)

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA. (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009) AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R. Veneto n. 18/2009) DAI PATOLOGIA E DIAGNOSTICA UOC LABORATORIO ANALISI BTR sede Borgo Roma CARTA dei SERVIZI del Laboratorio

Dettagli

g.capocasale@email.it Azienda Ospedaliera di Cosenza Via F. Migliori 87100 COSENZA Corso di Laurea Magistrale in Scienza Biologiche

g.capocasale@email.it Azienda Ospedaliera di Cosenza Via F. Migliori 87100 COSENZA Corso di Laurea Magistrale in Scienza Biologiche F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPOCASALE GIOVANNA Indirizzo Via LOMBARDIA,18 87036 RENDE (COSENZA) ITALIA Telefono 393-3369750 Fax 0984-793583 E-mail g.capocasale@email.it

Dettagli

Il tra'amento chirurgico e il follow up postchirurgico nello screening

Il tra'amento chirurgico e il follow up postchirurgico nello screening Il tra'amento chirurgico e il follow up postchirurgico nello screening Bruno Andreoni Divisione Chirurgia Generale IEO Facoltà Medicina - Milano Tra'amento chirurgico tumori colon re'o screen detected

Dettagli

VILLA ROSA. NUOVA SEDE DISTRETTO di COLLEGNO

VILLA ROSA. NUOVA SEDE DISTRETTO di COLLEGNO VILLA ROSA NUOVA SEDE DISTRETTO di COLLEGNO Ambulatori Senologia Radiologia Personale Spogliatoi Locali Tecnici Archivio Futura Area di Riabilitazione Specialistica Ambulatoriale Punti Gialli BAR Sportello

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEL REPARTO

GUIDA AI SERVIZI DEL REPARTO CHI SIAMO Il laboratorio rappresenta un importante punto d integrazione tra cittadino utente, il territorio e l Ospedale, in grado di differenziare la sua attività in base alle diverse intensità di cure

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI U.O.C. di Anatomia e Istologia Patologica Presidio Ospedaliero S. Eugenio - Azienda USL Roma C Università degli Studi di Roma Tor Vergata Direttore: Prof. Giuseppe Santeusanio Ospedale S. Eugenio Regione

Dettagli