Repertorio n Raccolta n VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLA "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A." REPUBBLICA ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Repertorio n. 78312 Raccolta n. 18018 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLA "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A." REPUBBLICA ITALIANA"

Transcript

1 Repertorio n Raccolta n VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLA "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A." REPUBBLICA ITALIANA Il giorno dieci agosto duemiladodici. ( ) In Spoleto, presso Palazzo Pianciani, ingresso da via Walter Tobagi. Alle ore dieci e minuti cinquantotto. Avanti a me Dottor MARCO PIRONE, Notaio iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Terni, Orvieto e Spoleto, con residenza in Spoleto, è presente il signor: - D'ATANASIO Nazzareno, nato a Foligno il 23 agosto 1956, domiciliato per la carica in Spoleto, Piazza Pianciani. Il medesimo, della cui identità personale io Notaio sono certo, mi dichiara la sua qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante della "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A." con sede in Spoleto, Piazza Pianciani, iscrizione al Registro Imprese di Perugia e codice fiscale , 1

2 iscritta al n dell'albo delle Banche tenuto dalla Banca d'italia, capitale sociale Euro ,48 (ottantaquattromilioniquattrocentottantasettemilaottocentosessantuno/48) e mi richiede di redigere il Verbale di Assemblea degli azionisti della predetta Società, che si riunisce in questo luogo, giorno ed ora per deliberare sulle materie iscritte al seguente Ordine del Giorno: Parte Ordinaria: 1) Integrazione del Collegio Sindacale - deliberazioni relative e conseguenti. Parte Straordinaria: 1) proposta di eliminazione dell'indicazione del valore nominale delle azioni Banca Popolare di Spoleto S.p.A. e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale; 2) proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione di una delega ex art c.c. ad aumentare il capitale sociale per complessivi massimi Euro ,00 (trentamilioni/00) e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale; 3) proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione di una delega ex art ter C.C. ad emettere obbligazioni convertibili per 2

3 massimi nominali Euro ,00 (settantamilioni/00), con eventuale opzione in capo alla Società di rimborsare, a scadenza o anche anticipatamente, il prestito mediante consegna di azioni e/o denaro, e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale; 4) proposta di modifica dello Statuto Sociale con riferimento ai seguenti articoli: - art. 13 comma 2; - art. 17 comma 4 (nuovo). Il comparente dichiara che: - sono presenti i Consiglieri: - Gabriele CHIOCCI; - Michelangelo ZUCCARI, Vice-Presidente Vicario; - Valentino CONTI; - Michele DI GIANNI; - Pietro BERNARDI FABRANI; per il Collegio Sindacale sono presenti i signori: - dott. Michele Fesani, Presidente; - Marco CUCUZZA; - Paola NANNUCCI. Il Presidente, inoltre, informa l'assemblea che sono presenti i consulenti prof. Umberto Morera, avv. Federico Vezzani e dott. Fulvio Solari, dei quali si riserva di avvalersi nel corso dei lavori. 3

4 Assume la presidenza dell'assemblea il comparente Nazzareno D'Atanasio il quale dà inizio ai lavori facendo inoltre constatare che: l'avviso di convocazione della presente Assemblea è stato regolarmente pubblicato sul quotidiano Il Messaggero dell'11 luglio 2012, trasmesso alla Borsa Italiana e inserito sul sito internet della Banca; - l'assemblea risulta regolarmente costituita in prima convocazione in quanto è presente il 77,334% (settantasette virgola trecentotrentaquattro per cento) del capitale sociale; l'elenco dettagliato degli intervenuti, in proprio e per delega, rilevato all'apertura dell'assemblea viene allegato al presente verbale sotto la lettera "A". Il Presidente propone me Notaio quale Segretario dell Assemblea ed inoltre la nomina di due scrutatori nelle persone di: - Agnese Pula, nata a Perugia il 23 agosto 1967, domiciliata in Spoleto, Piazza Pianciani; - Claudio Calabresi, nato a Spoleto il 12 novembre 1952, ivi domiciliato in Piazza Pianciani. L'Assemblea approva all'unanimità. Il Presidente precisa, ai sensi dell'allegato 3E del 4

5 Regolamento emittenti adottato dalla Consob con delibera n del 14 maggio 1999, come successivamente modificato ed integrato (il Regolamento Emittenti ), quanto segue: - non risultano possessi azionari superiori al 2% (due per cento) del capitale, salvo che per i seguenti nominativi: - SPOLETO CREDITO E SERVIZI Soc. Coop. intestataria di n (quindicimilioniduecentotrentaseimilaseicentosettantatre) ordinarie, pari al 51,217% (cinquantuno virgola duecentodiciassette per cento) del capitale; - BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA Spa intestataria di n (settemilionisettecentotrentaseimiladuecentocinquantuno) azioni ordinarie, pari al 26,005% (ventisei virgola zero zero cinque per cento) del capitale; - Patacconi Leonardo intestatario di n (settecentotrentaquattromilaseicentoventisei) azioni ordinarie, pari al 2,469% (due virgola quattrocentosessantanove per cento) del capitale; - Nicolini Rosetta direttamente intestataria di n (settecentotrentacinquemilanovecentonovantuno) azioni ordinarie, pari al 2,474% (due virgola quattrocentosettantaquattro per cento) ed ancora 5

6 Nicolini Rosetta indirettamente, attraverso l'immobiliare Valeria Srl, intestataria di n (sedicimila) azioni ordinarie pari allo 0,054% (zero virgola zero cinquantaquattro per cento) e, quindi, complessivamente pari al 2,528% (due virgola cinquecentoventotto per cento); - Coop Centro Italia Soc. Coop. direttamente intestataria di n (duecentoquarantaquattromilaseicentotrentatre) azioni ordinarie pari allo 0,822% (zero virgola ottocentoventidue per cento) ed ancora Coop Centro Italia Soc. Coop. indirettamente, attraverso la Coofin Srl, intestataria di n (trecentocinquantottomilacentoquarantatre) azioni ordinarie pari all'1,204% (uno virgola duecentoquattro per cento) e, quindi, complessivamente pari al 2,026% (due virgola zero ventisei per cento). Il Presidente informa che, in data 27 luglio u.s., l'azionista Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a. ha comunicato alla Spoleto Credito e Servizi s.c. la disdetta dell'accordo parasociale relativo alla Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Il patto era stato stipulato, da ultimo il 30 marzo 2010, tra gli azionisti SpoletoCredito e Servizi Soc. Coop. (detentrice del 51,217% delle azioni Banca Popolare 6

7 di Spoleto Spa) e Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a. (detentrice del 26,005% delle azioni B.P.S. Spa). Ai sensi di quanto previsto dall'art. 131, comma 3, del Regolamento Emittenti, la notizia dello scioglimento del patto è stata pubblicata in data 1 agosto 2012 sul quotidiano Il Sole 24 Ore. Per ciò che concerne l'esame dei requisiti di onorabilità dei soci di cui agli artt. 19 e 25 del TUB e al D.M. 18 marzo 1998, n. 144 ed ai sensi delle vigenti Istruzioni di Vigilanza per le banche adottate dalla Banca d'italia con Circolare n. 229 del 21 aprile 1999, non esiste la necessità di esperire la verifica per i soci: - BANCA MONTE DEI PASCHI SIENA S.p.A., che è assoggettata a Vigilanza della Banca d'italia. - SPOLETO CREDITO E SERVIZI Soc. Coop. che è assoggettata a Vigilanza della Banca d'italia in quanto iscritta nell'elenco di cui all'art. 106 T.U.B. Il Presidente invita, ora, gli intervenuti a far presente eventuali esclusioni di diritto al voto ai sensi della vigente normativa e comunica che dai riscontri effettuati, in relazione agli intervenuti non si sono rilevate situazioni comportanti tale esclusione. Al fine di consentire il regolare svolgimento 7

8 dell'assemblea, coloro i quali intendessero prendere la parola sui singoli argomenti all'ordine del giorno, dovranno farne richiesta presso il tavolo della segreteria. Saranno ammessi solamente gli interventi strettamente attinenti ai punti all'ordine del giorno; gli stessi dovranno essere effettuati al termine di ciascun punto specifico posto all'ordine del giorno e di volta in volta messo in votazione; ogni intervento non potrà avere durata superiore ai 5 (cinque) minuti. Il Presidente propone che tutte le votazioni avvengano per alzata di mano. L'Assemblea approva all'unanimità. Ai fini di una corretta stesura del verbale assembleare, così come richiesto dall'allegato 3E al Regolamento Emittenti, il Presidente fa presente ai soci che: - coloro che esprimeranno voto contrario o si asterranno per ciascuna votazione, dovranno essere singolarmente individuati dal notaio incaricato anche in relazione ai relativi possessi azionari; - coloro che intendano allontanarsi prima della votazione lo dovranno far presente declinando le proprie generalità ed il numero delle azioni 8

9 possedute, al notaio incaricato. Ai sensi dell'art. 125-quater, comma 2, del TUF, un rendiconto sintetico delle votazioni contenente il numero di azioni rappresentate in assemblea e delle azioni per le quali è stato espresso il voto, la percentuale di capitale che tali azioni rappresentano, nonché il numero di voti favorevoli e contrari alla delibera e il numero di astensioni, sarà reso disponibile sul sito internet della società entro 5 (cinque) giorni dalla data dell'assemblea. Il verbale dell'assemblea di cui all'art del codice civile sarà comunque reso disponibile sul sito internet entro 30 (trenta) giorni dalla data dell'assemblea. Il Presidente informa che, in data 9 luglio scorso, la Guardia di Finanza di Roma, ha eseguito attività di acquisizione di documentazione e perquisizione presso la Direzione Generale e presso alcuni sportelli della Banca, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Spoleto, finalizzata a verificare la sussistenza di ipotesi di reato di appropriazione indebita aggravata ed ostacolo alle funzioni delle Autorità Pubbliche di Vigilanza. La predetta iniziativa ha visto anche la notifica di n. 17 (diciassette) informazioni di garanzia nei 9

10 confronti, tra l'altro, di esponenti, ex esponenti e dipendenti della Banca. La Banca ha prontamente avviato gli accertamenti interni di rito, fornendo la massima collaborazione all'autorità Giudiziaria. Il Presidente esprime l'auspicio, anche a nome della Banca, che l'esito delle iniziative in discorso possano dimostrare l'estraneità della Società e di tutti i soggetti coinvolti ai fatti oggetto d'indagine, sperando in una rapida conclusione della vicenda e ribadendo la piena fiducia nell'operato della Magistratura. Il Presidente comunica, inoltre, che in data 16 luglio scorso, la Banca d'italia ha avviato una ispezione generale presso la Direzione Generale della Banca, ai sensi dell'articolo 54 del D.L.vo n. 385 (Testo Unico Bancario T.U.B.). L'iniziativa rientra fra le attività ordinarie dell'organo di Vigilanza e giunge a circa 2 (due) anni dall'ultima verifica. Il Presidente fa presente che la procedura di rilascio da parte di Banca d'italia del provvedimento di accertamento ex art. 56 T.U.B., per le modifiche statutarie connesse alle proposte di delibera di cui all'ordine del giorno della 10

11 odierna assemblea è ancora in corso, non essendo ancora spirati i termini previsti per la suddetta procedura. Pertanto, le deliberazioni che dovessero essere oggi assunte potranno essere iscritte nel Registro delle Imprese solo dopo il ricevimento del predetto accertamento dalla Banca d'italia. Il Presidente passa quindi alla trattazione dell'unico argomento posto all'ordine del giorno della PARTE ORDINARIA dell'assemblea, ovvero: 1)Integrazione del Collegio Sindacale - deliberazioni relative e conseguenti. Il Presidente ricorda che in data 26 aprile 2012, il Consiglio di Amministrazione della Banca ha preso atto delle dimissioni (aventi decorrenza 27 aprile 2012) del Sindaco Effettivo, Rag. Marco Turchi, al quale è subentrato nella medesima carica il Sindaco Supplente della maggioranza Rag. Marco Cucuzza. In virtù di tale subentro, il Collegio Sindacale risulta essere attualmente composto da n. 3 (tre) Sindaci Effettivi e n. 1 (uno) Sindaco Supplente. Secondo quanto disposto dall'art c.c. In caso di morte, rinunzia o decadenza di un sindaco, subentrano i supplenti in ordine di età i quali restano in carica fino alla prossima assemblea, la quale deve provvedere alla nomina dei sindaci 11

12 effettivi e supplenti necessari per l'integrazione del collegio. I nuovi nominati scadono insieme con quelli in carica. Pertanto, è necessario procedere alla integrazione del Collegio Sindacale, come previsto dal citato articolo del C.C. Il Presidente propone che venga nominato Sindaco Effettivo il dott. Fabio CASSI, e che altresì venga nominato Sindaco Supplente il dott. Marco CUCUZZA. L'Assemblea all'unanimità approva tali nomine. Dopo la chiusura della parte ordinaria dell'assemblea, e la successiva sospensione dei lavori assembleari, il Presidente, alle ore dodici e minuti trenta, dichiara aperta la PARTE STRAORDINARIA dell'assemblea e dichiara che l'assemblea risulta regolarmente costituita in prima convocazione in quanto è presente il 79,073% (settantanove virgola zero settantatre per cento) del capitale sociale. L'elenco dettagliato degli intervenuti, in proprio e per delega, rilevato all'apertura della parte straordinaria dell'assemblea, viene allegato al presente verbale sotto la lettera "B". Passando all'esame del primo punto all'ordine del 12

13 giorno, ovvero: 1) Proposta di eliminazione dell'indicazione del valore nominale delle azioni Banca Popolare di Spoleto S.p.A. e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale; il Presidente dichiara che la proposta che si sottopone prevede: - l'eliminazione dell'indicazione del valore nominale delle azioni Banca Popolare di Spoleto S.p.A. e la contestuale modifica dell'art. 5, comma 1, dello Statuto sociale, il quale risulterà riformulato come segue: Articolo 5 1.Il capitale sociale, interamente sottoscritto e versato, è di Euro ,48 (ottantaquattromilioniquattrocentottantasettemilaottocentosessantuno/48). Esso è rappresentato da (ventinovemilionisettecentoquarantanovemiladuecentoquarantasette) azioni ordinarie prive dell'indicazione del valore nominale. 2.Oltre alle azioni ordinarie possono essere emesse, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, anche azioni fornite di diritti diversi. L'Assemblea potrà altresì deliberare l'emissione di speciali categorie di azioni, ai sensi dell'art. 13

14 2348 del codice civile, da assegnare individualmente al personale dipendente e dovrà comunque adottare misure intese a favorire l'ingresso nella compagine sociale dei propri dipendenti. A tale scopo, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, dovranno in particolare essere offerte in sottoscrizione ai dipendenti un 10% (dieci per cento) delle azioni emesse in occasione di ogni aumento di capitale. Le azioni sono emesse e circolano secondo le disposizioni delle leggi speciali in tema di strumenti finanziari negoziati o destinati alla negoziazione nei mercati regolamentati. 3.La Società può emettere a norma di legge, obbligazioni anche convertibili in proprie azioni o in azioni di altre Società controllate. 4.La qualità di socio comporta adesione allo statuto ed a tutte le deliberazioni dell'assemblea, prese in conformità della legge e del presente statuto, anche se anteriori all'acquisto di tale quantità. L'Assemblea all'unanimità approva la proposta. Si passa alla trattazione del secondo punto all'ordine del giorno, ovvero: 2)Proposta di attribuzione al Consiglio di 14

15 Amministrazione di una delega ex art c.c. ad aumentare il capitale sociale per complessivi massimi Euro (trentamilioni/00) e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto Sociale. Il Presidente dichiara che la proposta che si sottopone prevede: - l'attribuzione, ai sensi dell'art del Codice Civile, al Consiglio di Amministrazione della facoltà di aumentare a pagamento e in via scindibile, in una o più volte, il capitale sociale, entro il periodo di 12 (dodici) mesi dalla data della relativa deliberazione, mediante emissione di azioni ordinarie da offrire a pagamento agli azionisti, ai sensi dell'art. 2441, comma 1, del Codice Civile, e ai dipendenti della Società, ai sensi dell'art. 2441, comma 8, del Codice Civile e dell'art. 5, comma 2, dello Statuto sociale, per un importo massimo complessivo (comprensivo di eventuale sovrapprezzo) di Euro (trentamilioni), di cui massimi Euro (tremilioni) da riservarsi ai dipendenti, con ogni più ampia facoltà per gli Amministratori di stabilire, nel rispetto dei limiti sopra indicati, modalità, termini e condizioni dell'operazione, ivi 15

16 incluso il prezzo di emissione delle nuove azioni (comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo) e il relativo godimento, e la contestuale modifica dell'art. 5, comma 1, dello Statuto Sociale, il quale, tenuto conto, altresì, della modifica di cui al punto (i) che precede, risulterà riformulato come segue: Articolo 5 1.Il capitale sociale, interamente sottoscritto e versato, è di Euro ,48 (ottantaquattromilioniquattrocentottantasettemilaottocentosessantuno/48). Esso è rappresentato da (ventinovemilionisettecentoquarantanovemiladuecentoquarantasette) azioni ordinarie prive dell'indicazione del valore nominale. 2.Oltre alle azioni ordinarie possono essere emesse, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, anche azioni fornite di diritti diversi. L'Assemblea potrà altresì deliberare l'emissione di speciali categorie di azioni, ai sensi dell'art del codice civile, da assegnare individualmente al personale dipendente e dovrà comunque adottare misure intese a favorire l'ingresso nella compagine sociale dei propri dipendenti. A tale scopo, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, 16

17 dovranno in particolare essere offerte in sottoscrizione ai dipendenti un 10% (dieci per cento) delle azioni emesse in occasione di ogni aumento di capitale. Le azioni sono emesse e circolano secondo le disposizioni delle leggi speciali in tema di strumenti finanziari negoziati o destinati alla negoziazione nei mercati regolamentati. 3.La Società può emettere a norma di legge, obbligazioni anche convertibili in proprie azioni o in azioni di altre Società controllate. 4.La qualità di socio comporta adesione allo statuto ed a tutte le deliberazioni dell'assemblea, prese in conformità della legge e del presente statuto, anche se anteriori all'acquisto di tale quantità. 5.L'assemblea straordinaria dei soci del 10 agosto 2012 ha deliberato di conferire al Consiglio di Amministrazione della Banca, ai sensi dell'art del Codice Civile, delega ad aumentare a pagamento e in via scindibile, in una o più volte, il capitale sociale, entro il periodo di 12 (dodici) mesi dalla data della relativa deliberazione, mediante emissione di azioni ordinarie da offrire a pagamento agli azionisti, ai sensi dell'art. 2441, 17

18 comma 1, del Codice Civile, e ai dipendenti della Società, ai sensi dell'art. 2441, comma 8, del Codice Civile e dell'art. 5, comma 2, dello Statuto sociale, per un importo massimo complessivo (comprensivo di eventuale sovrapprezzo) di Euro (trentamilioni), di cui massimi Euro (tremilioni) da riservarsi ai dipendenti, con ogni più ampia facoltà per gli Amministratori di stabilire, nel rispetto dei limiti sopra indicati, modalità, termini e condizioni dell'operazione, ivi incluso il prezzo di emissione delle nuove azioni (comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo) e il relativo godimento. Interviene il socio Mario SIMONI per esprimere perplessità circa la proposta di aumento di capitale sociale e per invitare la Spoleto Credito e Servizi soc. coop., controllante la Banca, ad avviare le iniziative idonee a ricercare un nuovo partner per la Banca, anche alla luce della recente disdetta dei patti parasociali da parte di Banca MPS. Ciò detto, egli dichiara che voterà contro la proposta in discussione, laddove non avesse conferme in tal senso, invitando anche gli altri Soci presenti a fare altrettanto. Il Presidente, dopo aver ringraziato, 18

19 fa presente al Socio SIMONI che il suo intervento contiene considerazioni generali, che non richiedono risposte, e che invece per quanto riguarda l'unica domanda formulata, circa l'assetto di controllo, la Banca non può esprimersi, essendo questo un argomento rientrante nella esclusiva competenza del Socio di maggioranza assoluta, Spoleto Credito e Servizi s.c. Passando alla votazione l'assemblea approva all'unanimità con la sola astensione del Socio Alessandro Domenico PELLICCIOTTA e con il voto contrario del socio Mario SIMONI. Si passa alla trattazione del terzo punto all'ordine del giorno, ovvero: 3) Proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione di una delega ex art ter c.c. ad emettere obbligazioni convertibili per massimi nominali Euro (settantamilioni/00), con eventuale opzione in capo alla Società di rimborsare, a scadenza o anche anticipatamente, il prestito mediante consegna di azioni e/o denaro, e conseguente modifica dell'art. 5 dello Statuto sociale; La proposta che si sottopone prevede: 19

20 - l'attribuzione al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell'art ter del Codice Civile, della facoltà di emettere, in una o più volte, entro il periodo di 36 (trentasei) mesi dalla data della relativa deliberazione, obbligazioni convertibili in azioni ordinarie della Società, da offrire agli azionisti, ai sensi dell'articolo 2441, comma 1, del Codice Civile e ai dipendenti della Società, ai sensi dell'art. 2441, comma 8, del Codice Civile e dell'art. 5, comma 2, dello Statuto sociale, per un importo massimo complessivo di Euro (settantamilioni) (di cui massimi Euro (settemilioni) da riservarsi ai dipendenti) con conseguente aumento di capitale a servizio della conversione per un controvalore complessivo massimo di Euro (settantamilioni), comprensivo del sovrapprezzo, da liberarsi mediante emissione di massime n (settantamilioni) di azioni ordinarie della Società, godimento regolare, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione alla data di emissione, da porre al servizio esclusivo della conversione delle obbligazioni convertibili, e la contestuale modifica dell'art. 5, comma 1, dello Statuto sociale, il quale, tenuto conto, altresì, della modifica di cui ai punti (i) e 20

21 (ii) che precedono, risulterà riformulato come segue: Articolo 5 1. Il capitale sociale, interamente sottoscritto e versato, è di Euro ,48 (ottantaquattromilioniquattrocentottantasettemilaottocentosessantuno/48). Esso è rappresentato da (ventinovemilionisettecentoquarantanovemiladuecentoquarantasette) azioni ordinarie prive dell'indicazione del valore nominale. 2.Oltre alle azioni ordinarie possono essere emesse, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, anche azioni fornite di diritti diversi. L'Assemblea potrà altresì deliberare l'emissione di speciali categorie di azioni, ai sensi dell'art del codice civile, da assegnare individualmente al personale dipendente e dovrà comunque adottare misure intese a favorire l'ingresso nella compagine sociale dei propri dipendenti. A tale scopo, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, dovranno in particolare essere offerte in sottoscrizione ai dipendenti un 10% (dieci per cento) delle azioni emesse in occasione di ogni aumento di capitale. Le azioni sono emesse e circolano secondo le disposizioni delle leggi 21

22 speciali in tema di strumenti finanziari negoziati o destinati alla negoziazione nei mercati regolamentati. 3.La Società può emettere a norma di legge, obbligazioni anche convertibili in proprie azioni o in azioni di altre Società controllate. 4.La qualità di socio comporta adesione allo statuto ed a tutte le deliberazioni dell'assemblea, prese in conformità della legge e del presente statuto, anche se anteriori all'acquisto di tale quantità. 5.L'assemblea straordinaria dei soci del 10 agosto 2012 ha deliberato di conferire al Consiglio di Amministrazione della Banca, ai sensi dell'art del Codice Civile, delega ad aumentare a pagamento e in via scindibile, in una o più volte, il capitale sociale, entro il periodo di 12 (dodici) mesi dalla data della relativa deliberazione, mediante emissione di azioni ordinarie da offrire a pagamento agli azionisti, ai sensi dell'art. 2441, comma 1, del Codice Civile, e ai dipendenti della Società, ai sensi dell'art. 2441, comma 8, del Codice Civile e dell'art. 5, comma 2, dello Statuto sociale, per un importo massimo complessivo (comprensivo di eventuale sovrapprezzo) di Euro 22

23 (trentamilioni), di cui massimi Euro (tremilioni) da riservarsi ai dipendenti, con ogni più ampia facoltà per gli Amministratori di stabilire, nel rispetto dei limiti sopra indicati, modalità, termini e condizioni dell'operazione, ivi incluso il prezzo di emissione delle nuove azioni (comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo) e il relativo godimento. 6. L'assemblea straordinaria dei soci del 10 agosto 2012 ha altresì deliberato di conferire al Consiglio di Amministrazione della Banca, ai sensi dell'art ter del Codice Civile, delega ad emettere, in una o più volte, entro il periodo di 36 (trentasei) mesi dalla data della relativa deliberazione, obbligazioni convertibili in azioni ordinarie della Banca, con eventuale opzione di riscatto anticipato e rimborso a scadenza in capo alla stessa Banca mediante consegna di azioni di nuova emissione e/o denaro, da offrire in opzione agli azionisti ex art. 2441, comma 1 del Codice Civile e ai dipendenti della società ex art. 2441, comma 8 del Codice Civile e dell'art. 5, comma 2 dello Statuto Sociale per un importo massimo di Euro (di cui massimi Euro da riservarsi ai dipendenti) con conseguente aumento di capitale a servizio della 23

24 conversione per un controvalore complessivo massimo di Euro (settantamilioni), comprensivo del sovrapprezzo, da liberarsi mediante emissione di massime n (settantamilioni) azioni ordinarie della Banca, con godimento regolare, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione alla data di emissione, da porre al servizio esclusivo della conversione delle obbligazioni convertibili, restando inteso che tale delega potrà essere esercitata dal Consiglio di Amministrazione della Società anche contestualmente alla delega prevista al comma 5 del presente articolo.. Il Presidente precisa che, in caso di approvazione, la Società avrà la facoltà di rimborsare anticipatamente, in tutto o in parte, le obbligazioni mediante consegna di azioni e/o in denaro (secondo le modalità che saranno precisate nel regolamento delle obbligazioni convertibili), con eventuale attribuzione di un premio non superiore al dieci per cento del valore nominale dell'obbligazione. Alla scadenza, le obbligazioni per le quali non sia stata esercitata la facoltà di conversione anticipata o di riscatto anticipato saranno 24

25 rimborsate, a scelta della Società, in denaro e/o in azioni della Società, con modalità tali da consentire un rimborso non inferiore al valore nominale delle obbligazioni convertibili. Al fine di consentire un rimborso non inferiore al valore nominale delle obbligazioni convertibili in caso di esercizio della facoltà di riscatto anticipato o rimborso a scadenza con consegna di azioni o di azioni e denaro, il Consiglio di Amministrazione avrà la facoltà di utilizzare le riserve disponibili risultanti dall'ultimo bilancio della Società approvato alla data di esercizio della relativa facoltà, per colmare in denaro l'eventuale differenza, secondo le previsioni che saranno meglio indicate nel regolamento del prestito. Il Consiglio di Amministrazione avrà, inoltre, ogni più ampia facoltà per stabilire le modalità, i termini e le condizioni dell'emissione delle obbligazioni convertibili e del conseguente aumento di capitale, nel rispetto dei limiti sopra indicati, ivi incluso a titolo meramente indicativo e non esaustivo, il potere di determinare, in prossimità dell'avvio dell'offerta in opzione - tenuto conto della situazione economica, patrimoniale e finanziaria della Società, nonché dell'andamento 25

26 delle quotazioni delle azioni della Società e delle condizioni del mercato in prossimità dell'avvio dell'offerta - (a) la durata del prestito, il valore nominale, il prezzo di sottoscrizione e il rapporto di opzione delle obbligazioni convertibili, raccogliendo le necessarie preliminari rinunce da parte degli azionisti al fine di assicurare la quadratura numerica dell'operazione, (b) l'entità della cedola delle obbligazioni convertibili, (c) il rapporto di conversione di ciascuna obbligazione convertibile in azioni ordinarie di nuova emissione e il relativo periodo di conversione, (d) gli eventi e modalità di aggiustamento del rapporto di conversione, (e) il regolamento delle obbligazioni convertibili, le modalità di riscatto anticipato e rimborso a scadenza, l'eventuale premio da corrispondere ai portatori delle obbligazioni convertibili in caso di esercizio da parte della Società dell'opzione di riscatto anticipato, (f) il numero delle azioni di nuova emissione e l'ammontare dell'aumento di capitale a servizio della conversione, che, complessivamente non potrà comunque eccedere il controvalore massimo di Euro (settantamilioni) (comprensivo del sovrapprezzo) nonché (g) ogni altro termine e 26

27 condizione dell'emissione e offerta delle obbligazioni convertibili e del conseguente aumento di capitale. Passando alla votazione l'assemblea approva a maggioranza superiore ai 2/3 (due terzi) necessaricon i voti contrari dei soci Mario SIMONI e Banca "MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A." e con l'astensione del Socio Alessandro Domenico PELLICCIOTTA. 4) Proposta di modifica dello Statuto Sociale con riferimento ai seguenti articoli: - art. 13 comma 2 - art. 17 comma 4 (nuovo). La modifica dei seguenti articoli dello Statuto Sociale: 13 comma 2 e 17 comma 4, che pertanto risulteranno riformulati nel modo seguente: - art. 13 c.2ferme le disposizioni di legge in materia di obbligazioni degli esponenti bancari, le operazioni con parti correlate sono deliberate nel rispetto delle procedure approvate dal consiglio di amministrazione ai sensi della disciplina vigente; - art. 17 c.4(nuovo) È ammessa la possibilità che le adunanze del Collegio si tengano per videoconferenza, audioconferenza o teleconferenza, secondo quanto previsto dallo Statuto per la 27

Repertorio N. 32.749 Raccolta N. 15.970 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. INTEK S.p.A. del 9 Maggio 2012 REPUBBLICA ITALIANA (09/05/2012)

Repertorio N. 32.749 Raccolta N. 15.970 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. INTEK S.p.A. del 9 Maggio 2012 REPUBBLICA ITALIANA (09/05/2012) Repertorio N. 32.749 Raccolta N. 15.970 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI INTEK S.p.A. del 9 Maggio 2012 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno nove maggio duemiladodici (09/05/2012) in Firenze Via dei

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Delibere inerenti e conseguenti;

Delibere inerenti e conseguenti; REPERTORIO N.39600 ROGITO N.12754 Verbale di Assemblea Straordinaria della "Italian International Holding S.p.A." Repubblica Italiana L'anno duemilaquattordici, il giorno cinque del mese di giugno, in

Dettagli

REP.N. 63.990 RACC.N. 23.445 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquattordici, il giorno quattro del mese di agosto.

REP.N. 63.990 RACC.N. 23.445 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquattordici, il giorno quattro del mese di agosto. REP.N. 63.990 RACC.N. 23.445 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquattordici, il giorno quattro del mese di agosto. - 4 agosto 2014 - Alle ore 16,25. In Roma, via Quattro

Dettagli

Notai Associati Zanchi M. - Romeo A.

Notai Associati Zanchi M. - Romeo A. Notai Associati Zanchi M. - Romeo A. Repertorio n.33993 Raccolta n.16263 ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI DELLA "BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A." Società per azioni quotata SECONDA CONVOCAZIONE

Dettagli

VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO DEL 16 APRILE 2003 (16/04/2003)

VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO DEL 16 APRILE 2003 (16/04/2003) Repertorio N. 19801 Raccolta N. 8741 VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO SMI - SOCIETA' METALLURGICA ITALIANA S.P.A. DEL 16 APRILE 2003 REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatre, questo dì

Dettagli

Fintel Energia Group S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA STRAORDINARIA

Fintel Energia Group S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA STRAORDINARIA Fintel Energia Group S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA STRAORDINARIA 29 maggio 2015 prima convocazione 8 giugno 2015 seconda convocazione FINTEL ENERGIA GROUP

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

N. 20737 di Repertorio N. 11860 di Raccolta EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA 20 aprile 2011 L'anno duemilaundici, il giorno

N. 20737 di Repertorio N. 11860 di Raccolta EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA 20 aprile 2011 L'anno duemilaundici, il giorno N. 20737 di Repertorio N. 11860 di Raccolta EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA 20 aprile 2011 L'anno duemilaundici, il giorno venti del mese di aprile, In Basiglio - Milano 3, Via

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 21 maggio 2014 REP. N. 50.551/12.446 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA

& A s s o c i a t i ATTO. 21 maggio 2014 REP. N. 50.551/12.446 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 21 maggio 2014 REP. N. 50.551/12.446 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA 1 N. 50551 di Repertorio N. 12446 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA 21 maggio 2014 Il giorno

Dettagli

3) Relazione sull'attività del Comitato per la Remunerazione; deliberazioni

3) Relazione sull'attività del Comitato per la Remunerazione; deliberazioni N. 60001 di repertorio N. 13076 di raccolta VERBALE DI CONSIGLIO REPUBBLICA ITALIANA L'anno 2008 (duemilaotto), il giorno 16 (sedici) del mese di aprile, alle ore 16,01 (sedici e minuti uno). 16 aprile

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 23 aprile 2013 REP. N. 46.698/11.595 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA

& A s s o c i a t i ATTO. 23 aprile 2013 REP. N. 46.698/11.595 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 23 aprile 2013 REP. N. 46.698/11.595 NOTAIO STEFANO RAMPOLLA 1 N. 46698 di Repertorio N. 11595 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA 23 aprile 2013 L'anno

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 1 ottobre 2012 REP. N. 63.911/10.524 NOTAIO FILIPPO ZABBAN

& A s s o c i a t i ATTO. 1 ottobre 2012 REP. N. 63.911/10.524 NOTAIO FILIPPO ZABBAN & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 1 ottobre 2012 REP. N. 63.911/10.524 NOTAIO FILIPPO ZABBAN N. 63911 di Repertorio N. 10524 di Raccolta EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA 1 ottobre

Dettagli

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32.

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32. PROPOSTE DI MODIFICA DEGLI ARTICOLI DELLO STATUTO SOCIALE NUMERI 2, 5, 7, 8, 9, 10, 12, 13, 15, 17, 18 E INSERIMENTO DI UN NUOVO ARTICOLO CONCERNENTE IL CONTROLLO CONTABILE (ART. 24); DELIBERAZIONI INERENTI

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 18 ottobre 2012 REP. N. 21.863/12.664 NOTAIO MARIO NOTARI

& A s s o c i a t i ATTO. 18 ottobre 2012 REP. N. 21.863/12.664 NOTAIO MARIO NOTARI & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 18 ottobre 2012 REP. N. 21.863/12.664 NOTAIO MARIO NOTARI N. 21863 di Repertorio N. 12664 di Raccolta MODIFICA DI EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

S TATUTO S OCIALE E dizione Dicembre 2013

S TATUTO S OCIALE E dizione Dicembre 2013 STATUTO SOCIALE Edizione Dicembre 2013 Sede Oggetto Durata Art. 1) Denominazione La Società è denominata NET INSURANCE S.p.A.. Art. 2) Sede La Società ha sede in Roma. La Società, nelle forme a volta a

Dettagli

Notaio Alessandro Magnani via della Repubblica 16 San Lazzaro di Savena (Bo)

Notaio Alessandro Magnani via della Repubblica 16 San Lazzaro di Savena (Bo) Repertorio n. 8982 n. 6522 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA Il giorno 15 (quindici) febbraio 2015 (duemilaquindici) Alle ore 10. In Bologna, via Gobetti n. 52. Davanti a me dr. ALESSANDRO

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il giorno di giovedì ventidue aprile duemiladieci, essendo le ore nove e dieci.

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il giorno di giovedì ventidue aprile duemiladieci, essendo le ore nove e dieci. Repertorio n.18664----------------raccolta n.12576 VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA Il giorno di giovedì ventidue aprile duemiladieci, essendo le ore nove e dieci. 22 aprile

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A.

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. Pagina 1 Repertorio N.49699 Raccolta N.24540 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, il giorno ventisei del mese di gennaio (26 gennaio 2015)

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso Repertorio n. 13865 Raccolta n. 8635 VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso la sede della società alla Via F. Crispi n. 31, alle

Dettagli

Verbale della trattazione del dodicesimo punto all'ordine. del giorno del consiglio di amministrazione

Verbale della trattazione del dodicesimo punto all'ordine. del giorno del consiglio di amministrazione Studio Notarile Morone. 10121 Torino - via Mercantini 5 Tel +39 011 5622522 - Fax +39 011 5612271 societario@studiomorone.it - www.studiomorone.it znn Repertorio n. 115.704 Raccolta n. 19.739 Verbale della

Dettagli

Relazione degli Amministratori

Relazione degli Amministratori Relazione degli Amministratori Aumento del capitale sociale ai sensi dell art. 2443 del Codice Civile al servizio del Piano di stock option KME Group S.p.A. 2010-2015, con esclusione del diritto di opzione

Dettagli

Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due

Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due del mese di marzo (2 marzo 2011) in Roma, viale Regina

Dettagli

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SUL PUNTO 2) ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI CONVOCATA PER IL GIORNO 28 FEBBRAIO

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. "Eni S.p.A." REPUBBLICA ITALIANA ---------------------- 12-02 - 2009 ----------------------

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Eni S.p.A. REPUBBLICA ITALIANA ---------------------- 12-02 - 2009 ---------------------- VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE "Eni S.p.A." REPERTORIO N. 73.552 RACCOLTA N. 13.581 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno dodici febbraio dell'anno duemilanove ---------------------- 12-02 - 2009 ----------------------

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

I soci finanziatori nelle cooperative sociali

I soci finanziatori nelle cooperative sociali Cooperative sociali I soci finanziatori nelle cooperative sociali Modello 1 Clausola statutaria che disciplina l emissione delle azioni di sovvenzione Requisiti, conferimento e azioni dei soci sovventori

Dettagli

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI Società Cooperativa - Sede in Modena, Via San Carlo 8/20 Registro delle imprese di Modena e cod. fisc. n. 01153230360 Cap. soc. al 31 dicembre 2010 Euro 761.130.807 Relazione illustrativa del Consiglio

Dettagli

STATUTO 14 marzo 2012

STATUTO 14 marzo 2012 STATUTO 14 marzo 2012 TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ E SUOI SCOPI ART. 1 Denominazione E costituita una Società per azioni denominata «UNISALUTE S.p.A.». Nei paesi esteri nei quali la Società svolga

Dettagli

COSTRUZIONI" o in forma abbreviata "AEDES S.p.A."

COSTRUZIONI o in forma abbreviata AEDES S.p.A. 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 53676 di Repertorio N. 13345 di Raccolta VERBALE DI RIUNIONE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA 28 maggio 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno ventotto

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER T.U.F..

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER T.U.F.. RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER T.U.F.. Consiglio di Amministrazione del 28/03/2014 - punto ) Relazioni sulle materie all'ordine del giorno dell'assemblea degli

Dettagli

REPERTORIO N. 78733 RACCOLTA N. 18458 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETA. Società "FINMECCANICA - Società per azioni",

REPERTORIO N. 78733 RACCOLTA N. 18458 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETA. Società FINMECCANICA - Società per azioni, REPERTORIO N. 78733 RACCOLTA N. 18458 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETA "FINMECCANICA - Società per azioni" REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilacinque, il giorno uno del mese

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF Consiglio di Amministrazione del 10/03/2015 - punto 10) Relazioni sulle materie all'ordine del giorno dell'assemblea degli Azionisti

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 1^ convocazione - 28 giugno 2014 - ore 10,00. 2^ convocazione - 30 giugno 2014 - ore 10,00

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 1^ convocazione - 28 giugno 2014 - ore 10,00. 2^ convocazione - 30 giugno 2014 - ore 10,00 ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 1^ convocazione - 28 giugno 2014 - ore 10,00 2^ convocazione - 30 giugno 2014 - ore 10,00 CENTRO CONGRESSI PALAZZO DELLE STELLINE CORSO MAGENTA 61 -

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 21 luglio 2015 REP. N. 917/432 NOTAIO FEDERICO MOTTOLA LUCANO

& A s s o c i a t i ATTO. 21 luglio 2015 REP. N. 917/432 NOTAIO FEDERICO MOTTOLA LUCANO & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 21 luglio 2015 REP. N. 917/432 NOTAIO FEDERICO MOTTOLA LUCANO 1 Repertorio n. 917 Raccolta n. 432 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' "Mid Industry Capital S.p.A." tenutasi

Dettagli

BANCA CARIGE Società per Azioni - Via Cassa di Risparmio,15-16123 Genova 1

BANCA CARIGE Società per Azioni - Via Cassa di Risparmio,15-16123 Genova 1 Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione al punto secondo dell ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria dei Soci convocata per il giorno 23 aprile 2015 in unica convocazione, in merito

Dettagli

Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell

Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 27 febbraio 2015

Dettagli

società "Enervit S.p.A." con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel

società Enervit S.p.A. con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 54699 di Repertorio N. 13737 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA 19 ottobre 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno diciannove del mese di ottobre alle

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005)

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005) Repertorio N. 24.790 Raccolta N. 11.289 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno sedici dicembre duemilacinque

Dettagli

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO STATUTO Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO Art. 1 (Denominazione) E costituita una società per azioni denominata Veneto Sviluppo S.p.A.. Art. 2 (Sede) 1. La società ha sede legale in Venezia.

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A.

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. Pagina 1 Repertorio N. 44433 Raccolta N. 20906 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici, il giorno sette del mese di maggio (7 maggio 2013) in Roma,

Dettagli

ore 10,00, con avviso pubblicato il giorno 18 gennaio 2011 sia sul sito internet della Banca www.bancosardegna.it. - sezione

ore 10,00, con avviso pubblicato il giorno 18 gennaio 2011 sia sul sito internet della Banca www.bancosardegna.it. - sezione presentanza della medesima Società, in virtù dei poteri conferitigli dagli atti sociali. Detto comparente, della cui identità personale io Notaio sono certo, mi premette che in questo luogo e giorno, per

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 6 maggio 2015 REP. N. 22.956/13.433 NOTAIO MARIO NOTARI

& A s s o c i a t i ATTO. 6 maggio 2015 REP. N. 22.956/13.433 NOTAIO MARIO NOTARI & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 6 maggio 2015 REP. N. 22.956/13.433 NOTAIO MARIO NOTARI 1 Repertorio n. 22956 Raccolta n. 13433 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' Banzai S.p.A. tenutasi in data 27 aprile

Dettagli

L'Assemblea degli Azionisti in sede Straordinaria del 28 aprile 2014, relativamente ai punti

L'Assemblea degli Azionisti in sede Straordinaria del 28 aprile 2014, relativamente ai punti RENDICONTO SINTETICO DELLE VOTAZIONI DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI IN SEDE STRAORDINARIA E ORDINARIA DEL 28 APRILE 2014 DELLA CASSA DI RISPARMIO DI SAN MINIATO S.P.A. (ai sensi dell'art. 125-quater, comma

Dettagli

STATUTO DELLA EDISON S.p.A. - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata. Art. 1 Denominazione

STATUTO DELLA EDISON S.p.A. - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata. Art. 1 Denominazione STATUTO DELLA EDISON S.p.A - TITOLO I - Denominazione - Sede - Oggetto Durata Art. 1 Denominazione 1. La Società è denominata "EDISON S.p.A.". La denominazione può essere scritta in caratteri maiuscoli

Dettagli

Statuto di EUROVITA ASSICURAZIONI S.p.A. TITOLO I - COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO E DURATA DELLA SOCIETA

Statuto di EUROVITA ASSICURAZIONI S.p.A. TITOLO I - COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO E DURATA DELLA SOCIETA Statuto di EUROVITA ASSICURAZIONI S.p.A. TITOLO I - COSTITUZIONE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO E DURATA DELLA SOCIETA ART.1 COSTITUZIONE E costituita la Società per Azioni denominata "EUROVITA ASSICURAZIONI

Dettagli

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 20 APRILE 2012 Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di Spoleto Spa in via

Dettagli

STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - OGGETTO - DURATA. 1.1 E' costituita una società per azioni denominata Space S.p.A.

STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - OGGETTO - DURATA. 1.1 E' costituita una società per azioni denominata Space S.p.A. STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - OGGETTO - DURATA Articolo 1. Denominazione 1.1 E' costituita una società per azioni denominata Space S.p.A. Articolo 2. Sede 2.1 La Società ha sede in Milano. 2.2 Il consiglio

Dettagli

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers.

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. ASTALDI Società per Azioni Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65 Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. Iscritta nel Registro delle Imprese di Roma al numero di Codice Fiscale

Dettagli

STATUTO DELLA NAPOLETANAGAS DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA DELLA SOCIETA' - CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO ARTICOLO 1

STATUTO DELLA NAPOLETANAGAS DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA DELLA SOCIETA' - CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO ARTICOLO 1 STATUTO DELLA NAPOLETANAGAS DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA DELLA SOCIETA' - CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO ARTICOLO 1 La società "COMPAGNIA NAPOLETANA DI ILLUMINAZIONE E SCALDAMENTO

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETA PER LO SVILUPPO DELL ARTE, DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO ARCUS SPA. TITOLO I Costituzione Sede Durata - Oggetto ART.

STATUTO DELLA SOCIETA PER LO SVILUPPO DELL ARTE, DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO ARCUS SPA. TITOLO I Costituzione Sede Durata - Oggetto ART. STATUTO DELLA SOCIETA PER LO SVILUPPO DELL ARTE, DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO ARCUS SPA TITOLO I Costituzione Sede Durata - Oggetto ART.1 Ai sensi dell articolo 10 della legge 8 ottobre 1997, n. 352,

Dettagli

Genova, 24/02/2015 OPERAZIONI SUL CAPITALE. Aumento di capitale. Relatrice: Francesca De Gregori

Genova, 24/02/2015 OPERAZIONI SUL CAPITALE. Aumento di capitale. Relatrice: Francesca De Gregori Genova, 24/02/2015 OPERAZIONI SUL CAPITALE Aumento di capitale Relatrice: Francesca De Gregori 1 AUMENTO DI CAPITALE NORME DI RIFERIMENTO: SPA: articoli 2438-2444 SRL: articoli 2481-2481-ter PRINCIPIO

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CALTAGIRONE S.p.A. Statuto approvato dall Assemblea Straordinaria. degli Azionisti in data 28 Settembre 2004

CALTAGIRONE S.p.A. Statuto approvato dall Assemblea Straordinaria. degli Azionisti in data 28 Settembre 2004 CALTAGIRONE S.p.A. Statuto approvato dall Assemblea Straordinaria degli Azionisti in data 28 Settembre 2004 1 S T A T U T O S O C I A L E TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETA' ART. 1 DENOMINAZIONE E' costituita

Dettagli

Premessa * * * Signori Azionisti,

Premessa * * * Signori Azionisti, Eurofly S.p.A. Sede legale in Milano, via Ettore Bugatti n. 15 Capitale Sociale Euro 11.084.271,92 Codice Fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 05763070017 Soggetta ad attività

Dettagli

Operazioni sulle azioni

Operazioni sulle azioni Protocollo 231/ 1 di 11 Protocollo per la prevenzione del reato di cui all art. 2628 c.c. Illecite operazioni sulle azioni o quote sociali o della società controllante Situazione Revisione Vers. emissione

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul secondo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul secondo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul secondo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Statuto di Linea Comune S.p.A. TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale. Art. 1. Denominazione

Statuto di Linea Comune S.p.A. TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale. Art. 1. Denominazione Statuto di Linea Comune S.p.A. TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale Art. 1 Denominazione Tra la Provincia di Firenze, il Comune di Firenze, il Comune di Bagno a Ripoli, il Comune di

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Lo svolgimento dell assemblea ordinaria e straordinaria dei soci della Banca

Dettagli

N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA - 1 - N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno 2015 (duemilaquindici) il giorno 22 (ventidue) REGISTRATO ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Allegato "B" all'atto Rep. 57627/22410 STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA - OGGETTO ARTICOLO 1 E' costituita, ai sensi dell'articolo 31 comma 38

Allegato B all'atto Rep. 57627/22410 STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA - OGGETTO ARTICOLO 1 E' costituita, ai sensi dell'articolo 31 comma 38 Allegato "B" all'atto Rep. 57627/22410 STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA - OGGETTO ARTICOLO 1 E' costituita, ai sensi dell'articolo 31 comma 38 della Legge 23 dicembre 1998 n. 448, così come modificato

Dettagli

STATUTO 13 marzo 2012

STATUTO 13 marzo 2012 STATUTO 13 marzo 2012 TITOLO I COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ E SUOI SCOPI ART. 1 Denominazione È costituita una Società per azioni denominata: COMPAGNIA ASSICURATRICE LINEAR S.p.A.. La Società potrà anche

Dettagli

STATUTO della SOCIETA' Marcolin S.p.A. TITOLO I DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA

STATUTO della SOCIETA' Marcolin S.p.A. TITOLO I DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA STATUTO della SOCIETA' Marcolin S.p.A. TITOLO I DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA Articolo 1 - Denominazione 1. E costituita una società per azioni denominata: Marcolin S.p.A. Articolo 2 - Oggetto

Dettagli

"ENEL S.p.A." = che a seguito di avviso spedito a norma dell art. 16.3 dello

ENEL S.p.A. = che a seguito di avviso spedito a norma dell art. 16.3 dello Repertorio N.39628 Raccolta N.18051 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno nove del mese di novembre (9 novembre 2011) in Roma, viale

Dettagli

Cerved Information Solutions S.p.A.

Cerved Information Solutions S.p.A. Cerved Information Solutions S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Unica convocazione: 27 aprile 2015 CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Gli aventi diritto di

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE Redatta ai sensi dell'art. 73 del regolamento di attuazione del decreto legislativo n. 58

Dettagli

1) esame e approvazione della delibera dell'assemblea straor- _dinaria dei soci di Compagnia della Ruota S.p.A. sul seguente _ordine del giorno a.

1) esame e approvazione della delibera dell'assemblea straor- _dinaria dei soci di Compagnia della Ruota S.p.A. sul seguente _ordine del giorno a. 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 22328 di Repertorio N. 12977 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA SPECIALE REPUBBLICA ITALIANA 5 novembre 2013 L'anno duemilatredici, il giorno cinque del mese di novembre

Dettagli

STATUTO. della "METHORIOS CAPITAL S.P.A." È costituita una società per azioni con la denominazione: "METHORIOS CAPITAL S.P.A." (di

STATUTO. della METHORIOS CAPITAL S.P.A. È costituita una società per azioni con la denominazione: METHORIOS CAPITAL S.P.A. (di STATUTO della "METHORIOS CAPITAL S.P.A." 1 - Denominazione - Sede - Oggetto - Durata 1.1 - Denominazione È costituita una società per azioni con la denominazione: "METHORIOS CAPITAL S.P.A." (di seguito

Dettagli

Repertorio numero 22653 Raccolta numero 9892 VERBALE DI DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

Repertorio numero 22653 Raccolta numero 9892 VERBALE DI DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO VIRTUALE Repertorio numero 22653 Raccolta numero 9892 VERBALE DI DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA Il 24 (ventiquattro) aprile 2015 (duemilaquindici).

Dettagli

VERBALE REPUBBLICA ITALIANA. L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio.

VERBALE REPUBBLICA ITALIANA. L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio. REPERTORIO N.127804 FASCICOLO N.38988 VERBALE REPUBBLICA ITALIANA L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio. In Gaggio Montano (BO), Frazione Silla, Località Sassuriano

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA. "Eni S.p.A." REPUBBLICA ITALIANA ---------------------11.05.2006------------------------------

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA. Eni S.p.A. REPUBBLICA ITALIANA ---------------------11.05.2006------------------------------ VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA "Eni S.p.A." REPERTORIO N. 68779 RACCOLTA N. 10770 REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilasei il giorno undici maggio ---------------------11.05.2006------------------------------

Dettagli

Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A.

Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A. Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A. ed Agea Reti S.r.l. hanno dato vita ad un progetto di integrazione

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO

STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO Articolo 1 La Società Italiana per il Gas per Azioni,

Dettagli

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera

Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014. Articolo 1 Delibera Regolamento dei warrant denominati Warrant azioni ordinarie Creval 2014 Articolo 1 Delibera In data 19 settembre 2009, l Assemblea straordinaria del Credito Valtellinese Società Cooperativa (il Creval

Dettagli

STUDIO DEI NOTAI RUBEN ISRAEL - ELENA TERRENGHI Via Filippo Carcano, 47 - Tel. 02/4980219 20149 MILANO

STUDIO DEI NOTAI RUBEN ISRAEL - ELENA TERRENGHI Via Filippo Carcano, 47 - Tel. 02/4980219 20149 MILANO STUDIO DEI NOTAI RUBEN ISRAEL - ELENA TERRENGHI Via Filippo Carcano, 47 - Tel. 02/4980219 20149 MILANO Repertorio n. 24260 Raccolta n. 8733 Verbale di assemblea straordinaria REPUBBLICA ITALIANA L'anno

Dettagli

DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE DELEGATO A COMPLETAMENTO DELL'OPERAZIONE DI EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA

DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE DELEGATO A COMPLETAMENTO DELL'OPERAZIONE DI EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. 29573 Raccolta n. 11073 DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE DELEGATO A COMPLETAMENTO DELL'OPERAZIONE DI EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici il

Dettagli

TITOLO I COSTITUZIONE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA ARTICOLO 1.

TITOLO I COSTITUZIONE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA ARTICOLO 1. TITOLO I COSTITUZIONE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA ARTICOLO 1. 1.1 È costituita una società per azioni denominata: Capital For Progress 1 S.p.A. (la Società ) ARTICOLO 2. 2.1 La Società ha sede legale

Dettagli

STATUTO. della società. FIDIA S.p.A. Art.1) - E' costituita una società per azioni denominata "FIDIA -S.p.A".

STATUTO. della società. FIDIA S.p.A. Art.1) - E' costituita una società per azioni denominata FIDIA -S.p.A. STATUTO della società FIDIA S.p.A. TITOLO I DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA Art.1) - E' costituita una società per azioni denominata "FIDIA -S.p.A". Art.2) - La società ha sede in San Mauro Torinese. La

Dettagli

BIALETTI INDUSTRIE SPA

BIALETTI INDUSTRIE SPA BIALETTI INDUSTRIE SPA ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 20 21 GIUGNO 2012 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI, ai sensi dell articolo 73 della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive

Dettagli

STATUTO. di "Poste Italiane - Società per Azioni" Titolo I. Costituzione, Denominazione, Sede, Durata, Oggetto della Società

STATUTO. di Poste Italiane - Società per Azioni Titolo I. Costituzione, Denominazione, Sede, Durata, Oggetto della Società STATUTO di "Poste Italiane - Società per Azioni" Titolo I Costituzione, Denominazione, Sede, Durata, Oggetto della Società Articolo 1 1. La società per azioni denominata "Poste Italiane - Società per Azioni"

Dettagli

Verbale di Assemblea ordinaria. Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014

Verbale di Assemblea ordinaria. Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014 Verbale di Assemblea ordinaria Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014 Il giorno 24 giugno 2014 si è riunita in Frosinone, presso lo studio del Notaio Giovanni Piacitelli, in Via Aldo

Dettagli

ACCORDI DI CO-VENDITA AVENTI AD OGGETTO AZIONI E OBBLIGAZIONI CONVERTENDE PRELIOS S.P.A.

ACCORDI DI CO-VENDITA AVENTI AD OGGETTO AZIONI E OBBLIGAZIONI CONVERTENDE PRELIOS S.P.A. ACCORDI DI CO-VENDITA AVENTI AD OGGETTO AZIONI E OBBLIGAZIONI CONVERTENDE PRELIOS S.P.A. Estratti ai sensi dell art. 122 del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ) e dell art. 130 del Regolamento

Dettagli

& A s s o c i a t i ATTO. 1 luglio 2015 REP. N. 67.803/12.002 NOTAIO FILIPPO ZABBAN

& A s s o c i a t i ATTO. 1 luglio 2015 REP. N. 67.803/12.002 NOTAIO FILIPPO ZABBAN & A s s o c i a t i!" #$!"" ATTO 1 luglio 2015 REP. N. 67.803/12.002 NOTAIO FILIPPO ZABBAN 1 N. 67803 di Repertorio N. 12002 di Raccolta VERBALE DI RIUNIONE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA

Dettagli

FORMULARIO DELLE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

FORMULARIO DELLE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA FORMULARIO DELLE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Di Luigi Risolo 1 INDICE I) Introduzione....4 1) Contratto preliminare di trasferimento delle quote sociali.. 5 2) Scrittura privata di cessione delle

Dettagli

Repertorio n. 47 Raccolta n. 35 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA

Repertorio n. 47 Raccolta n. 35 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. 47 Raccolta n. 35 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquattordici, il giorno trenta del mese di luglio, (30 luglio 2014) in Spoleto (PG), presso

Dettagli

Allegato "E" al Repertorio n. 10484 - Rogito n. 7503 STATUTO DELLA SOCIETA' "IMVEST S.p.A." DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO E DURATA Articolo 1.

Allegato E al Repertorio n. 10484 - Rogito n. 7503 STATUTO DELLA SOCIETA' IMVEST S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO E DURATA Articolo 1. Allegato "E" al Repertorio n. 10484 - Rogito n. 7503 STATUTO DELLA SOCIETA' "IMVEST S.p.A." DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO E DURATA Articolo 1.- Denominazione. E' costituita una società per azioni con la

Dettagli

Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO. della società per azioni. Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO

Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO. della società per azioni. Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO della società per azioni Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO DURATA La società è denominata: Art. 1 - Denominazione

Dettagli

Titolo I DENOMINAZIONE SEDE OGGETTO SOCIALE - DURATA

Titolo I DENOMINAZIONE SEDE OGGETTO SOCIALE - DURATA STATUTO CATTOLICA POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA Titolo I DENOMINAZIONE SEDE OGGETTO SOCIALE - DURATA Art. 1 La Società è denominata: CATTOLICA POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA. La sede sociale è in Molfetta

Dettagli

SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE. SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO

SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE. SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO SOCIETA PER AZIONI VILLA D ESTE SEDE SOCIALE IN CERNOBBIO - COMO Via Regina, 40 STATUTO (Testo approvato dall Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 28 giugno 2004) STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE redatta ai sensi dell'art. 73 del regolamento di attuazione del decreto legislativo n. 58

Dettagli

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5 1. Proposta di eliminazione del valore nominale espresso delle azioni ordinarie e di risparmio in circolazione. Conseguenti modifiche dello statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Signori

Dettagli

STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI

STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI Art. 1 DENOMINAZIONE Su iniziativa del Comune di Firenze, della Provincia di Firenze, dell'associazione degli Industriali della Provincia di Firenze e della Camera di Commercio,

Dettagli

I GRANDI VIAGGI S.P.A.

I GRANDI VIAGGI S.P.A. I GRANDI VIAGGI S.P.A. Capitale sociale Euro 23.400.000 i.v. Sede Sociale in Milano, Via della Moscova, 36 R.E.A. Milano n.1319276 Codice fiscale, Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

GNL Italia - STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO SEDE - DURATA DELLA SOCIETA - CAPITALE - OBBLIGAZIONI ARTICOLO 1

GNL Italia - STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO SEDE - DURATA DELLA SOCIETA - CAPITALE - OBBLIGAZIONI ARTICOLO 1 GNL Italia - STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO SEDE - DURATA DELLA SOCIETA - CAPITALE - OBBLIGAZIONI ARTICOLO 1 1.1 E costituita la Società GNL Italia S.p.A.. La denominazione può essere scritta in qualsiasi

Dettagli

mod. 9 SEG BANCA CARIGE

mod. 9 SEG BANCA CARIGE Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede straordinaria convocata per il giorno 13 febbraio 2012 in merito all eliminazione dell indicazione del valore nominale delle azioni della

Dettagli

www.bancasistema.it RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL PUNTO 3) ALL ORDINE DEL GIORNO

www.bancasistema.it RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL PUNTO 3) ALL ORDINE DEL GIORNO BANCA SISTEMA S.P.A. Capitale Sociale Euro 9.650.526,24 i.v. Codice Fiscale e Reg. Imprese di Milano 12870770158 ABI 03158.3 Corso Monforte, 20-20122 Milano www.bancasistema.it ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un numero di membri non inferiore a sette e

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE predisposta ai sensi dell art. 72 e secondo lo schema n. 2 dell Allegato 3A del Regolamento

Dettagli

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 29 APRILE 2009

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 29 APRILE 2009 GRUPPO MINERALI MAFFEI S.P.A. Sede Sociale NOVARA (NO) Piazza Martiri della Libertà n.4 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 6.000.170 Tribunale di Novara Registro Imprese n 01075720035 Camera

Dettagli

Titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari 1 Titoli obbligazionari Emissione Se la legge o lo statuto non dispongono diversamente, l'emissione di obbligazioni è deliberata dagli amministratori. In ogni caso la deliberazione di emissione deve risultare

Dettagli