Progettazione di apertura di una scuola di italiano a Berlino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progettazione di apertura di una scuola di italiano a Berlino"

Transcript

1 UNIVERSITÀ CA FOSCARI DI VENEZIA MASTER ITALS IN DIDATTICA DELLA LINGUA E CULTURA ITALIANA A STRANIERI X CICLO INDIRIZZO: LS ORGANIZZATIVO!"#$% Progettazione di apertura di una scuola di italiano a Berlino Candidata: MARIA ANGELA DE GENNARO Tutor: MARIA ANGELA RAPACCIUOLO!""#$$$$!%%&'()*%#$$$$+,,-.+,,/$

2 A mia madre e a mio marito.

3 INDICE Introduzione...1 PARTE TEORICA 1. La questione della lingua. 1.1 L italiano degli italiani all estero L italiano degli stranieri in Italia L italiano in Germania 2.1 Da lingua di cultura e turismo a lingua dei ricordi e delle proprie origini Scuole di italiano nell area di riferimento...9 PARTE OPERATIVA 3. Apertura di una scuola a Berlino 3.1 Presentazione del progetto Destinatari e bisogni Corsi di lingua Doposcuola Attività supplementari Eventi Promozione della scuola Il mondo dell italiano 4.1 Qualità nell insegnamento Pubblicità Strategie di marketing Forme pubblicitarie Festa italiana di fine estate Partner di collaborazione Il mondo delle lingue Conclusioni..40 Bibliografia.42 Sitografia.44

4 Introduzione Nella società odierna saper parlare le lingue straniere è divenuta una necessità, a livello lavorativo, perché in quasi tutte le offerte di lavoro ne viene fatta richiesta, a livello turistico, perché oggi si va molto più spesso in vacanza all estero, e formativo, perché si va a studiare o a fare esperienze lavorative fuori del proprio territorio nazionale. La lingua inglese è riuscita ad ottenere il primato di una delle lingue più studiate e parlate nel mondo, diventando così lingua franca per motivi storici, politici ed economici, anche se altre come il cinese, lo spagnolo, il francese e il tedesco 1 arrancano per ottenere questo primato pur essendo i madrelingue centinaia di milioni. La lingua italiana invece nel suo ambito molto limitato continua tuttavia a suscitare un certo interesse, in quanto lingua di accesso per la conoscenza letteraria, artistica e musicale. In tanti sono coloro che, nati in Italia o figli di italiani risiedono all estero, stranieri che si trasferiscono in Italia in cerca di fortuna, ovvero di lavoro, stranieri che vivono all estero e che sono affascinati e incuriositi dalla lingua, dalla cultura, dalla musica, dalle arti, dalla cucina e da tutto quello che riguarda l Italia. Questa fascia rappresenta potenzialmente quel pubblico grazie al quale oggi esistono e si vedono sorgere in Italia e in tutto il mondo strutture adibite alla promozione e divulgazione della lingua e cultura italiane. L2 o LS, la società di oggi mostra interesse nell apprendimento della lingua italiana, il che significa la necessità di acquisire delle strutture apposite, materiali didattici, metodologie e di disporre di un personale docente qualificato. Negli ultimi decenni con l evolversi della società in tutti i campi umani anche la figura dell insegnante odierno ha subito un cambiamento radicale trasformandosi in tutor, perdendo in un certo senso il ruolo tradizionale dell insegnante un po despota. Essa infatti ha la funzione di guidare e aiutare il processo di apprendimento dell allievo, al quale invece si presta maggiore attenzione alle sue esigenze e ai suoi interessi, essendo un individuo indipendente, consapevole dei suoi bisogni, dei suoi tempi e dei suoi spazi decidendo cosa, dove, come e quando apprendere. Le lezioni di lingua si svolgono in 1 Linguasphere Observatory, Linguasphere Table of the World's Major Spoken Languages, [Internet] (circa 2 pagine), ( ) elenco delle lingue più parlate nel mondo. 1

5 modo tradizionale, cioè in aula face to face ma anche su web, sotto forma di formazione di apprendimento a distanza. L autrice della tesi ha pensato di dare degli input di come progettare l apertura di una scuola di italiano a Berlino per poter attirare l'attenzione di questo variegato e vasto pubblico il cui scopo di apprendimento della lingua italiana può dipendere da diversi fattori quali culturali, lavorativi, linguistici, artistici o dalla pura passione per questa terra. Una delle popolazioni che più di altre è una grande amante dell Italia, che molto spesso e regolarmente va in vacanza nel Bel Paese, deliziandosi delle specialità culinarie, perdendosi nel fascino della musicalità della lingua e della gloria delle arti è il popolo tedesco. Dopo un osservazione accurata e meticolosa delle scuole e degli istituti già esistenti nella zona berlinese, in cui è possibile apprendere la lingua italiana, segue un analisi di indagine, che miri ad individuare i possibili destinatari, le loro esigenze ed aspettative per l apprendimento dell italiano, in base ai quali verrà creata una proposta di corsi di lingua, dal livello A1 al C2, corsi di conversazione, che avranno luogo in un edificio adatto con spazi più o meno grandi dedicati a diverse attività linguistiche; questo progetto verrà anche integrato con l assistenza linguistica domiciliare o a distanza sulla rete web. Inoltre si proporranno lezioni di doposcuola, attività supplementari ed eventi, che possano soddisfare e completare la richiesta e le aspettative del pubblico. Affinché questo progetto possa decollare e avere successo verrà lanciata una campagna pubblicitaria, allo scopo di far conoscere, di attirare e suscitare l interesse di quel pubblico che per vari motivi ama Il mondo dell italiano. 2

6 PARTE TEORICA 1. La questione della lingua. 1.1 L italiano degli italiani all estero Gli italiani sono stati un popolo di emigranti: sin dalla fine del 1800 infatti molti di essi sono partiti verso altre nazioni e persino altri continenti in cerca di lavoro e di condizioni di vita migliori di quelle che la propria patria offriva. Le mete preferite erano l America del Nord, il Sud America, l Australia, l Egitto e poi nazioni più vicine come Germania, Svizzera, Belgio e Francia. Alcuni di loro sono rimasti per sempre lì e questo spiega l alta presenza di italiani all estero, altri invece non hanno resistito alla mancanza della patria e anche della famiglia, rimasta nel loro paese d origine, per cui sono ritornati in Italia con i risparmi di anni e anni di lavoro, hanno comprato casa e trovato una nuova occupazione. Barbara Turchetta (2005: 7-8) ci riassume così il quadro dell emigrazione italiana da un punto di vista cronologico specificando la posizione sociale dell emigrato: Secolo XIX e fino alla prima guerra mondiale ( ): società rurale. Periodo fascista: emigrazione temporanea per attività lavorative (ad esempio edilizia nelle colonie italiane) e campagne militari. Anni del 900: migrazioni transoceaniche di professionisti, in particolare verso l Argentina peronista. Molte imprese italiane impiantano all estero industrie e stabilimenti, trapiantando tecnici e professionisti che daranno luogo a iniziative imprenditoriali private nei nuovi Paesi. Dagli anni 60 del 900: migrazioni verso l Europa industrializzata (Svizzera, Francia, Germania, Belgio ecc.). Migrazioni verso i diversi continenti di popolazione giovane professionalmente caratterizzata (economisti, ricercatori, industriali, imprenditori ecc.) 2 La questione linguistica di questi emigranti riguarda il ruolo e la posizione dell italiano nella loro esistenza. A causa del diffuso analfabetismo, in particolare nella prima fase del processo migratorio, quindi fino alla seconda guerra mondiale, e di seguito in 2 Barbara Turchetta, Il mondo in italiano. Varietà e usi internazionali della lingua, Bari, 2005, p

7 maniera sempre più lieve, per molti emigranti l italiano è addirittura una lingua sconosciuta mentre il dialetto risultava essere la madre lingua. [ ] il dialetto veniva sempre più associato alla memoria delle difficili condizioni di vita e del degrado sociale che avevano accompagnato il percorso migratorio, l italiano standard restava una lingua estranea alle necessità comunicative quotidiane, la lingua ospitante (l inglese, il francese, lo spagnolo e così via) uno strumento fondamentale di riscatto sociale e un mezzo di comunicazione che conduceva a una buona posizione nella nuova società. 3 Alla questione della lingua è strettamente legata anche la questione dell identità: in molti emigrati nasce il desiderio di apprendere l italiano o di mantenerlo, per sentirsi legati alla propria terra e alla propria famiglia e anche per sentirsi parte di una comunità, i cui membri, provenienti da diverse regioni d Italia, parlano un dialetto diverso, tal volta incomprensibile agli stessi connazionali. Apprendere la lingua del paese ospitante era invece necessario per lavorare, socializzare e vivere. Di qui nasce dunque l esigenza di creare organismi in grado di offrire agli emigrati italiani un luogo dove riunirsi e apprendere la loro madre lingua. Alla fine del 1800 risale infatti la nascita dei comitati della Società Dante Alighieri, che ancora oggi assieme all operato degli Istituti Italiani di Cultura, degli uffici scuola delle ambasciate, di varie istituzioni pubbliche e private e di una rete di scuole italiane all estero, la cui coordinazione è affidata al MAE (Ministero degli Affari Esteri), promuovono la lingua e la cultura italiane nel mondo. 3 Ivi, p. 7. 4

8 1.2 L italiano degli stranieri in Italia Dopo decenni e decenni di emigrazione verso altre terre, l Italia ha visto intensificarsi lo spostamento di italiani del sud verso il nord del Paese, si pensi infatti a quanti calabresi, pugliesi e siciliani vivono oggi a Milano e Torino. Ma un fenomeno più sorprendente si è verificato verso la fine degli anni 80, quando l Italia è diventata la meta di tanti stranieri, che hanno abbandonato la propria nazione, in guerra, povera, senza possibilità di lavoro e con condizioni di vita pessime, per trasferirsi in Italia e cercare qui di costruirsi una vita migliore. Oggi i lavoratori stranieri vengono a cercare qui ciò che gli italiani hanno cercato all estero in un passato non molto lontano. 4 Molti di questi stranieri sono clandestini che arrivano in Italia illegalmente, senza documenti e permesso di soggiorno, pagando cifre altissime per un viaggio della speranza in condizioni disumane, che non sempre termina come progettato ma spesso si conclude con un rimpatrio, nei migliori dei casi, o nei peggiori con la morte durante la traversata da una costa all altra. È il caso questo dei tanti albanesi, che incontriamo oggi per esempio in Puglia, dei marocchini e tunisini in Sicilia e Sardegna, degli stranieri d ogni provenienza, come l Europa dell est, Cina e Africa, più concentrati nel nord dell Italia. Alcuni di loro sono riusciti ad integrarsi facendo dei lavori tipo il ragazzo della bottega, badante, addetto delle pulizie, cameriere, ecc. Questi dunque hanno creato una certa stabilità per se stessi e per la propria famiglia; hanno trovato lavoro, casa, hanno imparato la lingua e hanno iscritto i propri figli a scuole italiane. L italiano è per questi emigrati la lingua della speranza, del futuro, del lavoro, della scuola. Nel 1982 si tenne un importante convegno a Roma sull italiano come lingua seconda e straniera, in cui si prese coscienza dell aumentare del numero di stranieri residenti in Italia e quindi della conseguente necessità di dover offrire loro la possibilità di integrazione sociale attraverso la conoscenza della lingua e di possedere inoltre le 4 Gilberto Bettinelli, Graziella Favaro, L italiano per incontrarsi, lavorare, vivere, Milano, 1990, p

9 metodologie, i materiali didattici e le strutture adatte a soddisfare questo bisogno, di avere nelle scuole dell obbligo un corpo docente qualificato. Proprio agli anni Ottanta Novanta risale la diffusione in questo settore delle offerte formative in Italia ( le due Università per Stranieri di Siena e Perugia, i centri linguistici delle altre università, le scuole private, il sostegno per i bambini stranieri nelle scuole dell obbligo, i centri istituzionali e del volontariato per la prima alfabetizzazione degli immigrati [ ] 5 Oggi infatti è possibile ottenere le certificazioni in didattica dell italiano a stranieri DITALS e CEDILS, rispettivamente presso l Università di Siena e Venezia, seguire dei percorsi formativi post universitari ovvero corsi di specializzazione, dottorati di ricerca e master, anche a distanza su web, come il Master Universitario ITALS in didattica e promozione della lingua e cultura italiane a stranieri progettato dall Università Ca Foscari di Venezia, il Master in didattica dell italiano lingua non materna dell Università per Stranieri di Perugia e i vari Master organizzati dall Università per Stranieri di Siena, come il Master DITALS e il Master in didattica della lingua e letteratura italiana. Sono inoltre iniziate numerosissime collaborazioni tra il ministero del Lavoro e dell Istruzione con la SDA (Scuola di Direzione Aziendale) 6, collaborazioni come quella del Comune di Milano e l Università Statale e la SDA per la certificazione PLIDA (Progetto Lingua italiana Dante Alighieri) 7, e quella tra il Comune di Roma e il Centro Certificazione CILS (Certificato di italiano come lingua straniera) dell Università per stranieri di Siena. La richiesta sempre più maggiore di stranieri interessati all apprendimento dell italiano e all ottenimento di una certificazione, che riconosca e attesti la conoscenza della lingua, ha dimostrato la voglia di integrazione e anche l intenzione di una lunga permanenza in Italia da parte degli immigrati. 5 Pierangela Diadori, Insegnare italiano a stranieri, Firenze, 2001, p. VIII. 6 Per approfondimenti si rimanda a 7 Per approfondimenti si veda 6

10 2. L italiano in Germania 2.1 Da lingua di cultura e turismo a lingua dei ricordi e delle proprie origini Italia è in Germania una parola magica, che emana sensazioni positive: gustative, perché ricordano l arte culinaria molto apprezzata dai tedeschi, per cui è diventata addirittura una moda quella di andare a mangiare italiano, per non parlare poi delle code davanti alle gelaterie italiane; estive, in quanto il Bel Paese è una delle loro mete di viaggio preferite a tal punto da andarci anche due volte all anno o di comprare casa sul Lago di Garda o in Toscana; culturali, per via dell arte, della musica, dell opera e della moda e di tutta la gloria di cui l Italia può godere; religiose, per la sede del Vaticano a Roma, sensazioni divenute inevitabilmente più forti dopo l elezione nel 2005 del Papa Benedetto XVI 8 di origine tedesca. Tuttavia gli stereotipi non mancano in quanto gli italiani vengono molto spesso ricordati anche per la mafia e certo casi come quello di Duisburg nel con l uccisione di sei calabresi in un ristorante italiano, non aiutano certo ad abbattere questo pregiudizio; o scandali come quello del calcio italiano nel o dell inchiesta di Bari nel continuano a far stare gli italiani sulla bocca dei tedeschi. Nonostante tutto però l interesse verso l Italia e il suo popolo non viene meno: l apprendimento della lingua è motivato dunque dalla necessità di sapersi esprimere quando si è in vacanza in Italia, dal piacere di poter ordinare in italiano e scambiare due frasi con il cameriere del ristorante, dal creare un immagine di sé più affascinante e più intellettuale perché si studia la lingua della cultura e delle arti, dal desiderio di studiare in Italia con il progetto Erasmus, e così via. Non mancano di sicuro all appello i figli degli italiani residenti in Germania, i quali spinti dai genitori o da un bisogno personale, vogliono imparare la lingua dei loro parenti. E da non dimenticare 8 Per approfondimenti si rimanda a 9 Per approfondimenti si veda l articolo sullo Spiegel 10 Per approfondimenti si rimanda a 11 Per approfondimenti si rimanda a 7

11 sono anche quei tedeschi o tedesche, che si sono sposati con italiani o italiane e i loro parenti. Fra le ultime testimonianze di questo c è il successo del libro Maria, ihm schmeckt s nicht! di Jan Weiler 12 e l affluenza ai cinema per la visione dell omonimo film uscito in Germania il 6 agosto di quest anno. La trama racconta di una ragazza, figlia di italiani, che da anni vivono in Germania, la quale decide di sposare un ragazzo tedesco e di farlo in Italia e all italiana. Sostanzialmente questa storia molto divertente e comica riprende tutti gli stereotipi con cui i tedeschi vedono gli italiani e viceversa, al fine di simboleggiare l amicizia e l interesse che li lega. Nelle sale cinematografiche infatti veniva consegnato anche un libricino che riportava le parole e le frasi più comuni sia in tedesco che in italiano per situazioni usuali, come un primo incontro tra italiani e tedeschi, un pasto in loro compagnia, e così via, onde evitare tutte quelle incomprensioni, come nel libro/film, che possono nascere quando non si conosce la lingua, la cultura e la mentalità, di colui con cui si comunica. L interesse all apprendimento dell italiano a livello liceale invece nasce quasi come sostituzione della lingua latina o incoraggiamento allo studio di questa, che essendo una lingua morta appare ai giovani come una lingua inutile, senza coglierne quindi la grande importanza. Sicuramente c è da chiarire che la situazione dell apprendimento dell italiano in Germania non è omogenea, cioè varia da regione a regione. In Baden- Württemberg e in Baviera per esempio, dove vive un gran numero di italiani, di cui la maggior parte si era trasferita durante gli anni 60-70, quando c era una forte richiesta di manodopera, sono presenti molte più scuole statali in cui l italiano viene appresso come seconda o terza lingua straniera mentre scuole italiane e italo tedesche sono presenti nelle grandi città come Berlino, Francoforte, Colonia, Monaco, Amburgo, ecc. 12 Jan Weiler, Maria, ihm schmeckt s nicht!, Ullstein, Berlin,

12 2.2 Scuole di italiano nell area di riferimento Le possibilità di apprendere la lingua e cultura italiana a Berlino sono piuttosto varie e vanno dal privato al pubblico. Sicuramente la prima da nominare è l Istituto Italiano di Cultura 13 che ha sede in una zona centrale della città, vicino a Tiergarten, Potsdamer Platz e la Porta di Brandeburgo. Dal sito Internet dell Istituto si legge che si organizzano corsi a tutti i livelli sia a gruppi che singoli e i prezzi relativi con uno sconto a coloro che si iscrivono entro il 13 settembre, non si leggono però le date di inizio, i giorni e gli orari; evidentemente sono informazioni che si hanno solo scrivendo, telefonando o chiedendo di persona. È possibile due volte all anno fare gli esami per ottenere la certificazione CILS. La prima facciata della pagina web informa sugli eventi culturali organizzati dall istituto di tipo culturale e artistico. Una voce indica la possibilità di studiare l italiano online ma cliccandoci compaiono link utili come quello della Rai e della BBC in cui per altro c è materiale per studiare italiano da autodidatta ma nulla di diretto da parte dell IIC e di lezioni reali online con docenti. Per quanto riguarda la formazione dei docenti di italiano vengono forniti i link del Laboratorio ITALS dell Università Ca Foscari di Venezia e dell Università per Stranieri di Perugia. Altri due link informano rispettivamente su corsi di italiano in scuole private in Italia a prezzi agevolati, e l altro su corsi per stranieri in Italia, fornendo altresì i link di varie università italiane. Dallo stesso sito dell IIC si trovano i link delle Università a Berlino e dintorni in cui è possibile studiare italiano. Per quanto riguarda la nostra area di riferimento si tratta dell Università Humboldt 14 e della Freie Universität 15 : entrambe hanno la facoltà di italianistica e come tutte le università tedesche un centro linguistico (Sprachenzentrum) in cui tutti gli studenti iscritti all università possono seguire questi corsi di lingua a bassi costi e se desiderano fare anche degli esami per ricevere un attestato con voto e non solo quello di partecipazione. Qui il numero degli iscritti è fondamentale affinché il corso abbia luogo. Poiché in Germania l apprendimento dell italiano come LS è soprattutto di interesse degli adulti, una delle istituzioni in cui 13 Per ulteriori informazioni si veda la pagina web dell IIC di Berlino 14 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito della Humboldt Universität: 15 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito della Freie Universität: 9

13 molta gente si iscrive, per imparare l italiano come anche altre lingue e altre materie, è la Volkshochschule 16. Si tratta di università per adulti dove chiunque fosse interessato ad approfondire, conoscere, praticare e studiare può iscriversi e seguire questi corsi a costi piuttosto modesti, notevolmente più bassi rispetto a quelli dell IIC. Non è richiesto nessun titolo di studio particolare per potersi iscrivere, ciò che è necessario è raggiungere il minimo di iscritti ovvero otto, perché in caso contrario il corso non ha inizio. In questo tipo di scuola vengono proposti corsi a tutti i livelli, i quali solitamente prevedono due ore di lezione alla settimana nelle ore serali; ci sono anche corsi di mattina e corsi intensivi: l offerta è sempre maggiore rispetto alla domanda, quindi che vengano proposti tutti questi corsi non significa che realmente tutti avvengano, affermando questo per esperienza personale visto che la candidata insegna da sei anni nelle VHS. In riferimento alla formazione linguistica e didattica dei docenti di italiano nelle VHS si nota una certa varietà, nel senso che non è necessario possedere una laurea né di tipo umanistico né altro per poter insegnare italiano; anche diplomati o laureati in fisica o altro, italiani e non, possono insegnare la lingua se si sentono in grado di farlo. Questo è un chiaro punto di differenza, peraltro di notevole importanza, con l IIC, dove rigorosamente si legge dal sito: Il corpo docente di cui si avvale l Istituto Italiano di Cultura di Berlino è composto da insegnanti madrelingua laureati, nati ed istruiti in Italia. Tutti hanno al proprio attivo un esperienza professionale pluriennale, sono qualificati ad insegnare l italiano a stranieri e prendono regolarmente parte a corsi di formazione e aggiornamento. 17 Il grande punto di forza delle VHS sta dunque nel prezzo piuttosto modico di partecipazione ai corsi e nel numero di filiali che possiede a Berlino: infatti ce ne sono ben tredici sull area berlinese. Questo agevola tantissimo il cliente che non è costretto ad andare troppo lontano, quindi ad assumersi un costo economico maggiore dovuto alla distanza, da casa a scuola o dal lavoro a scuola, un dispendio di tempo, che per chi lavora e studia in questa enorme città è un tesoro prezioso e un rischio di pigrizia, che soprattutto nelle ore serali, dopo una lunga giornata, può essere motivo di assenza o rinuncia. Oltre a queste istituzioni ce ne sono chiaramente tante altre private pronte ad 16 Da questo link è possibile giungere a tutte le VHS di Berlino: 3.html

14 organizzare un corso di italiano qualora ve ne fosse richiesta. Per quanto riguarda invece scuole dove l italiano viene appreso come lingua madre accanto alla lingua tedesca, quindi scuole bilingui, sono presenti nel territorio berlinese sei scuole per l infanzia, due per l istruzione primaria, una per l istruzione secondaria inferiore e un liceo 18. È possibile studiare anche l italiano come seconda o terza lingua straniera in diverse scuole superiori e licei 19. Inoltre ha sede a Berlino la CGIL Bildungswerk 20, la cui sede principale è a Francoforte sul Meno, la quale si occupa di soggetti, sia bambini che adulti, con alle spalle un esperienza di emigrazione. Anche qui si organizzano corsi di italiano per italiani residenti in Germania, caso questo dei figli degli immigrati che non conoscono la lingua dei loro genitori o che hanno appreso da questi solo il dialetto. 18 Per visionare nomi e indirizzi si rimanda a: 19 lista delle scuole statali a Berlino in cui si insegna l italiano come seconda o terza lingua straniera. 20 Purtroppo la versione italiana del sito è in costruzione quindi è visibile solo la versione tedesca 11

15 PARTE OPERATIVA 3. Apertura di una scuola a Berlino 3.1 Presentazione del progetto Dopo questo excursus teorico che ha dato la possibilità di riflettere sulla questione dell italiano per gli italiani all estero e per gli immigrati in Italia, sull immagine e sull interesse dei tedeschi verso la lingua italiana e dopo aver analizzato il mercato delle istituzioni in cui è possibile apprendere l italiano nella zona di riferimento, l autrice della tesi presenta qui di seguito il progetto di apertura di una scuola di italiano a Berlino. L idea di questo progetto nasce principalmente dalla sua grande passione di insegnare la lingua, la civiltà e la cultura italiane a stranieri, una passione scoperta per caso, quando si è presentata l occasione e da autodidatta ha imboccato questa via. Col tempo è nato in lei il desiderio di migliorare e approfondire il campo della didattica di italiano a stranieri, in cui si trovava immersa, e di seguire degli studi adeguati, al fine di rendere i propri servizi sempre più completi, aggiornati e adatti a soddisfare la domanda del mercato. In seguito all insoddisfazione personale di far parte di un corpo docente, a volte non qualificato e non realmente appassionato e all insoddisfazione economica, dovuta alle poche ore di servizio assegnate ad ogni insegnante e ad una paga piuttosto ridotta, se si fa un paragone con altri lavori o anche con gli stessi insegnanti delle scuole statali, la candidata ha pensato di progettare la creazione di un luogo comune, in cui tutti gli interessati al mondo italiano, stranieri e non, possano incontrarsi e condividere questa passione. La posizione geografica della struttura in cui si svolgeranno le lezioni è piuttosto centrale: è situata infatti in una traversa di una delle strade principali Kurfürstendamm, dove la presenza di aziende, uffici, negozi, ristoranti, alberghi e lo storico centro commerciale KADEWE, l Europacenter, la Chiesa della Memoria, la stazione Zoologischen-Garten e lo Zoo fanno di questa strada una delle più frequentate 12

16 della capitale. Inoltre la posizione centrale facilita il raggiungimento da ogni distretto di Berlino da cui si parta Destinatari e bisogni Prima di progettare un percorso di apprendimento, scegliere strumenti e materiali didattici, prevedere tempi e costi, organizzare promozioni ed eventi, è necessario definire innanzitutto il pubblico a cui ci si vuole rivolgere, intendendo come pubblico i clienti ovvero i destinatari a cui si desidera vendere il prodotto, cioè la conoscenza della lingua. Poiché l interesse verso la lingua italiana è presente soprattutto nella formazione adulta e nasce dal bisogno/desiderio di sapersi esprimere, quando si è in Italia in vacanza, quando si gustano le specialità culinarie in un ristorante italiano, quando si ascolta la musica italiana, i principali destinatari saranno adulti, dai diciotto anni in su, sia di madrelingua tedesca che non, vista la presenza multiculturale che popola la capitale tedesca. Questi tipi di clienti mostrano il desiderio di apprendere la lingua soprattutto a livello comunicativo e oltre allo studio in sé sono spinti dal piacere di avere un appuntamento settimanale, di conoscere nuova gente e di condividere con questa la propria passione. Un altro tipo di destinatari sono coloro che intendono trasferirsi, magari per motivi di studio o di lavoro, in Italia: in questo caso il bisogno è quello di raggiungere una conoscenza più profonda della lingua sia nello scritto che nel parlato. Un terzo gruppo è rappresentato da minorenni che hanno già avviato il processo di apprendimento dell italiano a scuola e che necessitano lezioni integrative e supplementari, per recuperare lacune e migliorare i propri voti: a questo gruppo appartengono sia stranieri, cioè non italiani, che apprendono l italiano LS, sia quei figli di italiani, che hanno appreso dai genitori una lingua per così dire mista tra italiano, 21 Per maggiori chiarimenti suggeriamo di osservare la cartina di Berlino su Nella zona A quella centrale sulla parte sinistra si legge sulla linea verde U1 (la U sta per M ovvero U-bahn = metropolitana) la fermata Kurfürstendamm la quale si prolunga fino a Wittenbergplatz, dove si incrociano la linea rossa U2 e la linea verde acqua U3. 13

17 dialetto del proprio paese di provenienza e tedesco, per cui hanno il bisogno di ripulire e apprendere un italiano standard. Infine ci sono tutti coloro che hanno interesse ad apprendere l italiano e che per motivi di residenza o altro cercano una formazione di apprendimento a distanza. 3.3 Corsi di lingua In seguito ad un analisi delle offerte proposte da diverse istituzioni scolastiche private, in cui molto spesso si organizzano dei corsi a partire da otto partecipanti e se il numero degli iscritti è inferiore, il corso non ha inizio, l autrice della tesi ha pensato di proporre corsi da uno ad un massimo di 4 studenti con un prezzo unico che faccia riferimento al corso indipendentemente dal numero dei partecipanti: se lo studente sarà uno solo si assumerà da solo i costi delle lezioni; se gli studenti saranno due divideranno la somma totale in due quote pari e così via. Lo scopo è quello di offrire lezioni che godano della presenza di altri studenti con cui dialogare, condividere e lavorare, evitando però i disagi di gruppi troppo numerosi e per coloro che sono interessati offrire delle lezioni singole, che non tutte le scuole dei dintorni offrono. La durata di ciascuna lezione è di 45 minuti: in questo la candidata ha utilizzato come riferimento il sistema scolastico tedesco che prevede dalle scuole di educazione primaria sino all università e oltre sempre lezioni da 45 minuti ciascuna. Dal punto di vista economico, ogni iscritto si sente motivato a cercare altri interessati con cui dividere la spesa, mentre per la scuola in questione diventa una forma pubblicitaria indiretta ed efficace. Il miglior modo per fare pubblicità è, ad avviso dell autrice, la pubblicità fatta da bocca a bocca, là dove poiché chi ha provato realmente può trasmettere molto di più di quello che può uno slogan, un volantino, una pagina web, in quanto in grado di esprimere emozioni autentiche. Un altro elemento positivo delle lezioni a piccoli gruppi sta anche nella motivazione: far parte di una squadra motiva tutti i giocatori a dare il meglio di sé per stare al passo con gli altri, per avere uno scambio alla pari e imparare gli uni dagli altri. Per quanto riguarda invece le lezioni singole, che per esempio scuole come le VHS 14

18 (Volkshochschule) non propongono, sono più indicate a coloro che per qualsiasi motivo, quale può essere la preferenza di apprendere soli per timidezza, o per non volersi sentire in competizione con altri, o impegni di lavoro per cui poca flessibilità negli orari e nei giorni di lezione, o per il livello piuttosto particolare della conoscenza della lingua, per cui difficoltà di inserimento in gruppi e via dicendo. Inoltre queste lezioni possono svolgersi sia nella struttura scolastica messa a disposizione sia, nel caso in cui lo studente preferisca, nella propria casa o in luoghi pubblici come bar e ristoranti, caso quest ultimo dei corsi di conversazione. In questo modo si permette allo studente di scegliere i suoi ambienti, quelli dove più si sente a suo agio, dove più riesce ad apprendere in uno stato di tranquillità, libero da stress di ogni genere e nella maniera che più preferisce. Anche altre istituzioni private come la Intellego Team 22 organizzano lezioni a casa degli studenti cioè inviano gli insegnanti a domicilio nel caso lo studente ne faccia esplicita richiesta. Il vero punto di differenza con le scuole esistenti nei dintorni sta nella proposta di un apprendimento a distanza (FDA). In una società come quella odierna in cui le scienze e le tecnologie sono in continua evoluzione, è diventato l uso di un computer e di internet un abitudine e una necessità di tutti i giorni. Grazie al web, gente di tutto il mondo comunica, si informa, impara senza barriere di spazio e tempo e senza differenza alcuna di tipo sociale, per l ambiente familiare ed economico da cui proviene, o di tipo fisico, per l età, il colore della pelle, forme di disabilità o altro. Nell apprendimento a distanza il primo grande fattore di vantaggio sta nella flessibilità spazio temporale che permette al discente di apprendere dove e quando ne ha la possibilità e la voglia, dando la possibilità per esempio a coloro che hanno terminato la propria formazione scolastica e universitaria di continuare ad apprendere senza porsi dei limiti dovuti all età. Al livello economico e pratico si mostra come una fonte di risparmio di denaro e tempo, dovuti alla necessità di spostamento in situazioni più usuali. Si tratta di una modalità di apprendimento online dove il web diviene l aula virtuale, in cui si insegna e si apprende. La figura dell insegnante si trasforma sempre più in quella di tutor, che oltre a trasmettere la conoscenza, diviene un facilitatore, che semplifica e aiuta. Balboni la presenta così spiegando la differenza tra l insegnamento LS e L2: 22 Per maggiori informazioni si rimanda a 15

19 L'insegnante di italiano LS è un allenatore che imposta la partita come vuole lui, tanto i giocatori in campo sono tutti suoi, la partita è in realtà un allenamento interno in preparazione del grande match; l'insegnante di italiano L2 gioca invece una partita vera, i suoi giocatori sono in campo e si avvicinano alla panchina dell'allenatore per chiedere cosa devono fare in quella data situazione, visto che non hanno capito bene come gioca l'altra squadra, quella dei parlanti nativi italiani. 23 Questo tipo di insegnamento può essere sincrono e/o asincrono. Nel primo caso si tratta di un tipo di comunicazione simultanea, in cui gli allievi e l insegnante comunicano in tempo reale, quindi lezioni in diretta, chat, audio e videoconferenze. Nel secondo caso invece la comunicazione avviene in momenti diversi, in quanto i discenti non sono online nello stesso lasso di tempo, come accade con i cd-rom, per o nei corsi via internet e nei forum, in cui il tutor è presente, guida, ma non si ha una comunicazione immediata bensì prolungata nel tempo. Una forma di FDA più innovativa è l elearning 24 che comprende un tipo di interazione sia sincrona che asincrona. L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi in qualsiasi momento e in ogni luogo in cui esista una connessione online. Questa caratteristica, unita alla tipologia di progettazione dei materiali didattici, portano a definire alcune forme di e-learning come "soluzioni di insegnamento centrato sullo studente". [ ] L'e-learning può inserirsi in processi formativi definiti "misti" (o blended learning) in cui la componente online si affianca alla formazione di stampo tradizionale (interventi in aula, supporto telefonico, workshop, seminari ecc.). 25 Monica Banzato 26 traccia una panoramica completa della formazione a distanza con la nascita dell e-learning, la FDA della nuova generazione, criticandone gli strumenti, i metodi di valutazione e l influenza degli ambienti virtuali. Il tipo di FDA che l autrice della tesi vuole proporre, almeno nella fase di apertura della scuola, senza eliminare la possibilità in un secondo momento, di inserire anche l elearning, è la modalità di insegnamento sincrono. Lo scopo è quello di raggiungere dei destinatari lontani al livello fisico, che dunque non hanno la residenza a Berlino, che 23 Balboni, P. E., Non è solo questione territoriale, [Internet] (circa 2 pagine), Perugia, In.It cresce: LS e L2, In.It Anno 3 n 2, Guerra, Perugia, (19/10/2009). 24 Alessio, F. S., E-learning, [Internet] (circa 11 pagine), San Giovanni in fiore, (marzo 2004) Monica Banzato, Apprendere in rete. 16

20 chissà, forse, per motivi di lavoro, sono sempre in viaggio e in città diverse o impossibilitati a spostarsi da casa per ragioni di salute o familiari, come minorenni in custodia o altro e non possono seguire dei corsi in strutture scolastiche. Si cerca in tal modo di aprire il mondo dell italiano anche a destinatari inizialmente non intenzionati, che decidono di apprendere la lingua come passatempo perché magari bloccati a letto per qualche ragione, che hanno il bisogno di sentirsi in qualche modo in contatto con il resto del mondo. Interessanti al riguardo sono i suggerimenti di Nazario de Mori 27 pubblicati il 26 gennaio 2009 su come organizzare un evento e-learning sincrono: 1. Rispettare i tempi dei discenti; 2. Creare o inserire materiale asincrono da collegare alla lezione sincrona; 3. Considera che l utenza potrebbe avere bisogni differenti, non creare quindi un agenda troppo stretta delle cose che andrai a svolgere; 4. L utenza tiene l attenzione puntata su di te per minuti di seguito, non di più. Quindi cerca di coinvolgere la classe spesso; 5. Devi conoscere caratteristiche e risorse disponibili e creare una strategia appropriata per utilizzarle; 6. Se vuoi essere seguito cerca di essere emozionante; 7. Crea e promuovi un ambiente molto collaborativo con i tuoi allievi; 8. Il video in diretta non è così fondamentale. È importante all inizio per creare socializzazione, ma poi è importante creare collaborazione tra gli allievi. Un video può anche essere preregistrato; 9. Crea materiale coinvolgente; 10. È sempre formazione, quindi valgono sempre le stesse basi: analisi dell utenza, essere chiari negli obiettivi da raggiungere, strutturare bene l intervento. 28 Un computer, un microfono, la connessione in rete, la chat, la lavagna condivisa, l audio e videoconferenza sono gli strumenti che favoriscono la comunicazione immediata. Materiali didattici di tipo cartaceo ovvero un manuale di apprendimento appositamente selezionato per il tipo di destinatario, allegati inviati via internet al discente, che vanno a sostituire le fotocopie in un tipo di apprendimento più tradizionale, quiz e esercizi a scelta multipla creati appositamente per il livello di conoscenza della lingua dei destinatari sono i mezzi di insegnamento/apprendimento in cui il tutor/discente trova sostegno. Il software pensato come aula virtuale da utilizzare 27 Nazario De Mori è un socio della Nexus srl, la quale si occupa di fornire metodologie didattiche e tecnologie innovative per la formazione a distanza sia per manager che per adulti dediti alla formazione professionale. cfr. 28 De Mori, N., Metodologie di apprendimento, [Internet] (circa 1 pagina), Ortona, (19/10/2009). 17

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria

Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria Il Problem-based learning (apprendimento basato su un problema) è un metodo di insegnamento in cui un problema costituisce il punto di inizio del processo

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Presentazione di un caso

Presentazione di un caso Presentazione di un caso Corso Tutor per l autismo (Vr) Roberta Luteriani Direzione Didattica (BS) Caso: Giorgio 8 anni! Giorgio è un bambino autistico verbalizzato inserito in seconda elementare. Più

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli