Lu NUovE FRoI\TTERE DELI'nTTELLIGEI\zA ARTIFICIALE Ar.noNeu.l e Cmruru Rossr*

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lu NUovE FRoI\TTERE DELI'nTTELLIGEI\zA ARTIFICIALE Ar.noNeu.l e Cmruru Rossr*"

Transcript

1 Lu NUovE FRoI\TTERE DELI'nTTELLIGEI\zA ARTIFICIALE Ar.noNeu.l e Cmruru Rossr* Le macehine oggi possorto aiutare l'uomo anche nelln funzioni più eaolute. L'esempio di alcuni brolters assicuratiai italiani. re una particolare categoria di software: quella che si occupa di simulare le funzioni più evolute della anività mentale umana. Naturalmente la linea di separazione tra software normale ed Intelligenza Artificiale non è netta, anche perché è un confine che si modifica dinamicamente nel tempo. Quello che venti anni fa poteva essere definito come Intelligenza Anficiale oggi è patrimonio intrinseco dei migliori software tradizionali, Un programma può essere definito "intelligenle" fondamentalmente quando è in grado di imparare dall'esperienza. Ed il grado di intelligenza può essere misurato dalla "bravura" con la quale il programma risolve i compiti che gli vengono atridaa. Un'altro termine che si inizia a sentire con una certa frequenza, anche tra i non addeni ai lavori, è Sistema Esperto. Un sistema esperto potremmo definirlo come una vra di mezzo tra un progfamna intelligent ed un programma uadizionale. In pratica un sistema esperto è un programma in grado di ragionare in modo softsticato solo su un problema specifico, Caratteristica tipica dei sistemi Gabrlele e Antonella Rossl, autori dell'articolo, sono i responsabili della sezione Intelligenza Artificiale e della sezione Psicologia dei Laboratori di Ricerca di "1". Essi sono anche titolari di Diagramma Srl, società leader nel settore del software e dei servizi per i brokers assicurativi. esperti è la profondità del ragionamento ma senza creatività e I' auto apprendimento, quando esiste, è finalizzato solo al singolo argomento. A titolo di esempio potremmo dire che un programma di contabilità generale è un programma tr dizio nale, un programma che gioca a scacchi è un sistema esperto e un programma in grado di colloquiare con un uomo su qualsiasi argomento è un programma intelligente. L'Intelligenza Arfificiale ed i brokers assicurativi. Un broker assicurativo, considerato nella sua globalità, cerca di soddisfare una serie di esigenze primarie. In questo articolo vogliamo

2 riporame le cinque principali : 1. Produne 2. Guadagnare I Controllare 4. Gestire Comunicare Ne consegue che una macchina, per poter essere definita "intelligente", deve essere in grado di soddisfare, almeno in parte, tutte e cinque queste esigenze. Questa caratteristica di globalità è una tra le differenze più evidenti tra un programma tradizional ed un programma intelligente. l'lntelligenza Artificiale interviene non solo su cosa la macchina è in grado di fare ma anche su come lo fa. Ad esempio è la macchina che deve sforzarsi di parlare il linguaggio dell'uomo e non viceversa. Quesa è la seconda caratteristica fondamenale di un programma intelligente: una persona di media cultura ed esperienza deve poter colloquiare con la macchina senza bisogno di manual e senza specifiche istruzioni. In pratica deve capire intuitivamente come fare per rapportarsi con lamacchna, subito e senz ambiguità. Rapportiamo come al solito la teona alla pratica. L'attività di un broker assicurativo può essere così sintetizzata. Produrre Il broker riceve dal cliente I'incarico di analizzare la copertura assicurativa ottimale. Una volta identificata la copertura assicurativa si occupa di piazzare il rischio sul mercato delle compagnie, selezionando quella che reputa migliore per costo polizza ed affidabilità nel risarcimento danni. In pratica più un broker è in grado di anahzzare il rischio e più possibilità ha di fomire le proprie presazioni al mercato. L'lntelligenza Artificiale interverrà assistendo il broker nella analisi delle esigenze assicurative del cliente fino ad arrivare ad una proposta di polizza coerente con le sue necessità ed aggiomatt alla situazione attuale del mercato delle clausole. Allo stesso modo più un broker conosce le compagni e meglio è in grado di piazzare il rischio. Anche in questo caso la macchina intelligente sarà in grado di fomire le informazioni utili ad un efficiente piazzamento. Guadagnare Il broker si accorda con il cliente (in modo implicito od in modo esplicito) sul prezzo del servizio che viene fomito: o tramite una fattura fatta direttamente al cliente per la consulenza o tramite un ristomo provvigionale da parte della compagnia. Quindi più il broker è in grado di fomire un servizio efficiente e più alti saranno i suoi ricavi nel medio periodo. Dal fronte dei costi il broker deve impostare la propria organtzzazione in modo coerente con i ricavi. A tal fine è spesso utile conoscere i parametri conenti di mercato (aliquote prowigionali per ramo, costo per persona, costo affitti almq, etc...). Anche in questo caso la macchina intelligente darà dei contributi significativi alla progettazione economica della azienda. Controllare Naturalmente la progettazione di una azienda ha poco senso se poi non Ia si controlla. Una macchina intelligente, avendo metabolizzato I'esperienza di tutte le aziende che ha potuto osservare, sarà in grado di accorgersi di eventuali enori di rotta e di fomire qualche suggerimento su come superare gli osacoli imprevisti. Gli aspeni di una azienda di brokeraggio assicurativo sono molteplicir dalla gestione del portafoglio a quella degli incassi, da quella dei sinistri a quella degli anticipi per conto dei clienti. Il tutto poi ha un risvolto diretto nell'aspetto economico e finanziario, l'utilità di una macchina intelligente sarà quella di poter controllare l'azienda nella sua globalità, in modo sintetico e costante. Particolarmente utile è anche la previsione, cioè il poter proiettrre (per esempio su chiusura esercizio) I'andamento delle principali variabili gestionali. Sapere dove si è e dove si sa andando è alla base per una efficiente gestione aziendale. Gestire la progettazione dell'azienda ed i successivi controlli porano il broker a dover prendere delle decisioni. Alla base della anività decisionale troviamo I'esperienza, f informazione e I'attività di simulazione (cioè l'immaginare "cosa accadrebbe se..."). In tutti e tre i casi I'lntelligenza Artificiale si rivelerà particolarmente utile mettendo a disposizione del broker I'esperienza statistica dei suoi colleghi e l'aggiomamento tempestivo sulle informazioni di mercato.

3 Ma attenzione: un programma dawero intelligente non sostituirà I'uomo nelle decisioni, molto più efficacemente ne amplificherà le potenzialità, La macchina intelligente non sarà mai un broker, sarà semplicemente il suo più bravo e fedele assistente (bravo o brava...?). Comunicare Fondamentalmente un broker ha necessità di comunicare con i clienti e con le compagnie. Queste comunicazioni devono essere certe, tempestive, spesso, protette, Una macchina intelligente dovrà permettere al broker di rapportarsi in modo semplice, immediato e riservato con i suoi naturali interlocutori. Legato a questo argomento troviamo due importanti concetti, molto dimoda in questiultimitempi: quello delvillaggio globale e della realtà virtuale. Ne parleremo in modo approfondito il prossimo mese. *Ìfu'o** tt$$.ttt L Ai lettori che, con apprezzaíapazienza, sono giunti fino a questo punto sarà venuta spontanea la domanda: "Ma fra quanti annitutto questo sarà disponibile?"..,:..,. La risposta è: "E già disponibile!'. Naturalmente in modo ancora sperimentale ed estremamente dinamico ma tuttigli esempi citati nei cinque punti precedenti sono "vivi" su un certo numero di scrivanie di brokers assicurativi italiani. In alcuni casi l"'embrione" si sta ancora sviluppando ma in altri è già possibile definirlo maturo. Il compito di questo primo articolo è quello di introdune I' argomento, lasciando ai successivi l'incarico di maggiori approfondimenti. Introdure I'argomento vuole dire fondamentalmente una cosa: I'lntelligenza Artificiale inizia ad essere disponibile con grandi utilità pratiche. Questa è la prima notizia mportante. Molti sostengono che I'impatto dell'lnteiligen za!'rtificiale sulla organizzazione del lavoro sarà addirittura superiore a quello derivato dall'arrivo dei personal computers. Una tra le previsioni più accreditate è quella che sostiene che la nostra civiltà sta entrando in una specie di rivoluzione dei servizi. La robotica ha determinato una profonda rivoluzione nella organizzazione del lavoro industriale, Allo stesso modo è probabile che I'lntelligenza Artificiale produca rilevanti mutamenti nella organizzazione dei servizi. La seconda notizia importante è quella che ii mercato del brokeraggio assicurativo italiano, per una serie di strane circostanze, è uno dei primissimi mercati al mondo in cui cuesta rivoluzione sta iniziando. 216 pagine in gîande formato per un manuale indispensabile agli operatori La Guid a sarà, rnvr ta agli abbonati che la pfenoteranno ai prezzo scontato di lire anziché di lire J

4 ASSINEWSTO \ REAUTA VIRTT]AIE E MERCATO ASSICTIRATIVO ANToNELLA E GABRTELE Rossl La percezione della reahù si sta modificando in modo radicale: è arciaata, una nuoaa dimensione nella quale potremo presto entrare) uiuere, diuertirci e, naturalrrlente, laaorare Ia Realtà Virtuale Stiamo parlando della frontiera di tutte le frontiere (almeno di quelle conosciute). L'uomo, dopo aver finito di esplorare la ferra ed aver mosso i primi passi stenti ma dotati di propria personalità e capaci di interagire con il nel cosmo ha intrapreso una nuova affascinante awentura: l'esplorazione della realtà virtuale. mondo reale. Queste entità sono Con il termine realtà virtuale s'intende una qualsiasiforma di realtà percepita in ancora molto semplificate ma sono modo chiaro ed immersivo, ma non esistente nel mondo delle usuali tre dimen- già in grado di essere utili all'uomo da un punto di vista pratico. Esistono fondamentalmente quattro esempi di realtà virtuale, classificabili a seconda delgrado di artificialità e di controllabilità, Il Vi[aggio Globale 1. Il sogno notturno è un comun esempio di realtà virtuale naturaled incon- I Con il termine villaggio globale s'intende fondamentalmente il fatto 2. Le rappresentazioni mentali, onenibili con la meditazione, sono esempi di che oggi le distanze fisiche si stanno azzerando, sia in termini di realtà virnrale naturale controllata. 3. Gli effetti di alcune sostanze chimiche allucinogene sono esempi di realtà virtuale artificialed incontrollata. che accade in una qualsiasi parte tempo che di spazio. Un evento 4, La realtà riprodona da macchine può essere definita come artificiale contrdlatanologìe della comunicazìone, può del mondo, grazie alle nuove tec- Indubbiamente I'anività meditativa è ancora laîorma di realtà virtuale controllata essere immediatamente visto e più intensa ed immersiva. Quella artificiale, generata dalle macchine, ha però conosciuto da tuna la popolazione una immensa potenzialità sociale. della terra. Oggi,ltilizzando i calcolatori, abbiamo iniziato a costruire nuovi territori, inesistenti nella realtà tridimensionale: mondi virtuali destinati alla istruzione, al com- televisione è ben conosciuto a tutti. Il villaggio globale creato dalla mercio, al divertimento ed alle relazioni sociali. Meno conosciuto è invece il Sta nascendo un affascinante universo parallelo all'interno del quale è possibile nascente villaggio globale creato ufilizzare oggetti, osservare immagini, reperire informazioni e rapportarsi con dai computers. altre persone (sia vere che virtuali). La televisione ha oggi un grande A tale proposito il prossimo mese accenneremo al modo in cui I'intelligenza artificiale è in grado di far vivere delle "persone virtuali", esseri fisicamente inesirattività. In altre oarole la limite intrinseco: I'assenza di inte- comuni-

5 I I c zione awiene in una sola direzione, Il computer viceversa consente di interagire. È la nuoua generazione di modems (l'apparecchio che permette ai computers di collegarsi tra di loro) che consente di farlo in modo veloce ed efficiente. Le applicazioni pratiche derivanti dalla integrazione del villaggio globale con la realtà virtual e I'intelligenza artificiale saranno numerosed innovative. In particolare è facile prevedere importanti novità nel campo della organizzazione del lavoro. E tra tutti isettori economici, quello assicurativo sarà sicuramente uno dei più coinvolti dal processo di trasformazione. verso I'uffìcio virtuale assicurativo OSgi è possibile rappresentare l'anività di un intermediario assicurativo all'interno di un calcolatore. Naturalmente alcune cose sono ancor approssimate ed imperfette: è però importante percepire che ognicosa è potenzialmente rappresentabile (e quindi sarà entro breve rappresentata). Immaginate diessere davantiad uno schermo gigante che trasmette immagini di una lontana isola tropicale. Ilmare è trasparente e la sabbia bianca. Vi lasciate dolcemente cullare dal rumore delle onde: è mattina presto, siete appenanivatin ufficio e non avete molta voglia di iniziare alavorare. Le immagini ed i suoni sfumano. La faccia di un vostro cliente appare sullo schermo: c'è un messaggio in arrivo per voi, Decidete a malincuore di ritornare alla realtà. Premete un tasto e leggete la comunicazione: è una richiesta di copertura incendio per un rischio industriale. Inserite il messaggio appena ricevuto in una scatola colorata di giallo insieme ad un bigliettino su cui avete scritto "controlla richiesta incendio". Dopo pochi secondi appare una lettera, pronta per essere inviata, sulla quale sono evidenziatii dati mancanti per una corretta richiesta di copertura incendio rischio industriale. Dopo averla controllata, la imbucate nella apposìta cassetta. Sulla vostra agenda personale viene scritto in inchiostro blu un memo che vi ricorderà di essere in attesa di tali dati. Osservate I'agend aperta davanti a voi. Le cose da fare sono evidenziate in inchiostro rosso. Siete una persona abituatad essere sempre in pari con il lavoro e da quando hanno installato nella vostra azienda I'ultimo modello di U.V.B.A. (Ufficio Virtuale di Brokeraggio Assicurativo) tutto è diventato più semplice. Avete impiegato qualche giorno per famrliarizzare con il nuovo modello di realtà virtuale ma ora vi sentite pedettamente a vostro agio. Esistono solo un paio di rossi non urgenti sulla vostra agenda e questa sera alle 17:00 avete una riunione con i I produttori dell'area sud. Decidete di iniziare a preparawi per tale riunione, Iniziate con i dati statistici. Estraete dall'apposito scaffale il libro sul quale sono riepilogati rutti i principali dati aziendali. Notate che l'area sud ha avuto nell'ultimo periodo un buon incremento di prowigioni. Tunii produttori hanno segno positivo a parte due che sono sotto di parecchi punti. Premete un campanello ed appare sullo schermo un buffo omino dalla faccia sempre allegra. Vi chiedete come mai i creatori della U.V.B.A. hanno proprio scelto quell'omino per rappresentare il vostro assistente virtuale? Avevano tanti altripersonaggi più interessanti... Allontanate il pensiero e gli ordinate di reperire tutte le informazioni presenti nel sistema relative ai due produttori degli ultimi sei mesi. Ma sì, in fondo quell'omino è simpatico... Cosa è già disponibile Naturalmente la precedente storiella è estremizzata rispetto alla attuale tecnologia. Però alcuni brokers (quelli che in questo momento stanno utilizzando la macchina intelligente assicurativa) sono in grado di percepire che la distanza tra quello presente sulla loro scrivania e quanto ipottzzato nel racconto non è poi così grande. Le immagini di paradisi tropicali sono già richiamabili sullo schermo in forma fotografica. I suoni vengono riprodotti con buona qualità e per inviare le comunicazioni è sufficiente cliccare (fare click con il mouse) sulla faccia del destinatario, Il video è però ancora troppo piccolo per rappresentare una realtà virtuale dawero immersiva e le linee telefoniche sono ancora troppo disturbate per poter sfruttare al meglio le capacità deimodems. Rimane il fatto che in questo momento un centinaio di persone, sparse negli uffici di brokeraggio assicurativo di tutta Italia, sono connesse tra loro e interagiscono con tre "entità virtuali" create per assisterli nelle loro principali attività (analisi tecnica, gestione aziendale conoscenza del mercato). Qualche broker ha già voluto collegarsi con i propri clienti aprendo le porte ad un nuovo modo di fare consulenza assicurativa. Qualche polizza è già transitata sulle "corsie preferenziali" che il network mette a disposizione. Qualche nuovo cliente è già stato acquisito grazie ai suggerimenti della prima entità virtuale. Qualche bilancio è già stato migliorato seguendo i consigli della seconda. Qualche "problema fastidioso" è già stato risolto grazie alle informazioni fornite dalla terza. E siamo solo agli inizi...

6 Lr MrNTr uurar\a? IL COMPT]TER, LA POLIZZA ANroNeru e Cnearelr Rossr Le basi fi,losofiche di un, progetto dí Intelligenza Artificiale. I processi decisionali e l'attiuità di consulenza assicuratiu u. Le potenzialità deii' analisi tecnic a as sistita dalle macchine intelligenti In nascita di un progetto. Alla base dei più auanzati progetti di intelligenza artificinle trouiarno la conuin- zione che I'attiuità mentale umana sia rappresentabile da un modello. Ma cosa significa rappresentabile da un modello? Semplificando, rna non troppo, potremmo dire che i nostri pensieri sono descriuibili mediante formule matematiche. Allo stesso modo in cui possiamo calcolare la traiettona di un pianeta, analizzare la forma delle onde radio o preuedere il punto difusione d,i una sostanza. Che ilfunzionarnento della nostra mente sia riconducibile ad un modello matematico è oramai un concetto acceltato da quasi tutta la comunità scienffica internazionale. La disputa filosofica, centrale nella nostra attuale ciuiltà, uerte sui limiti a cui questo concetto è applicabile. Alcuni slstenglnl che non esistono limiti di applicabilità: cioè che qualsiasi nostro pensiero attiuità mentale è rappresentabile in modo matematico-simbolico. Altri sostengono che esistono alcune attiuità mentali che non saranno mai rappresentabili in mod,o formale. Ia trattazione diffusa di questa disputa, anche se interessante e coinuolgente, esula dallo spirito di quesfi articoli, ma la redazione di Assineu sarà lieta di approfondire la tematica con i lettori. Le caratteristiche di un modello. L'accettazione della possibilità che i nostri pensieri siano formalizzabili in un modello matematico è solo il primo passo verso la comprensione dei nostri processi decisionali. il difficile arriva quando si tentano di definire le caratteristiche proprie del modello. Naturalmente questo è un "argomento di frontiera" e, come tutti gli argomenti di frontiera, è soggetto a vivaci dispute tra i ricercatori. Dal nostro punto di vista l'importante è che il modello sia utile, cioè che sia utilizzabile con soddisfazione nella pratica. Quando una macchina intelligente stampa una relazione sulla situazione assicurativa di un ciiente, l'importante è che il broker acquisisca il cliente. Quando una macchina intelligente fornisce degli strumenti di controllo economico, l'importante è che l'utile dell'azienda aumenti, Tutto il resto sono chiacchiere. Le macchine intelligenti, prodotte dal nostro laboratorjo di ricerca, si basano su due idee fondamentali. La prima consiste nella convinzione che qualsiasi attività mentale umana sia rappresentabile in uno spazio multidimensionale caratte rizzato dalla presenza contemporanea di molteplici fattori, tutti potenzialmente misurabili. Deno in parole più semplici qualsiasi nostra decisione è determinata da un certo numero (grande ma non infinito) di fanorj contemporanei. L'interessante è che tuni questi fattori siano misurabili. Questo significa che, mediante opportuni calcoli, è possibile conoscere quanto ogni singolo fattore pesa nelle varie decisioni.

7 Ad esempio la scelta di piazzare un rischio ad una certa compagnia, piuttosto che ad un'altra, è determinata da un certo numero di elementi che agiscono contemporaneamente. Questi elementi possono essere sia di natura razionale (economica) che di natura irrazionale (istintiva). Che I'aspetto razionale sia misurabile crediamo sia owio a quasi tutti i lettori, Nel caso della scelta della compagnia la percentuale prowigionale e I'affidabilità nella liquidazione dei sinistri sono variabili ben conosciute. Ma molta strada è sfara fatta anche nella misurazione delle variabili inazionali. Il fatto che nel processo decisionale intervengano fattori non propriamenteconomici (come il tono di voce dell'interlocutore o la temperatura estema) è un concetto acquisito dalla psicologia morivazionale. Basta accendere la televisione, e guardare molte delle attuali campagne pubblicitarie, per accorgersi di come questi concetti vengano utihzzari con grande successo pratico. La seconda convinzione, alla base delle Macchine Intelligenti, risiede nel fatto che alf interno di ognuna delle varie dimensioni (che formano lo spazio multidimensionale della mente umana) agiscono contemporaneamente tre forze distinte. Queste tre forze sono la risultante della attività svolta dalla parte "logica", dalla parte "analog\ca" e dalla pane "emotiva" del cervello di ciascuna persona. Detto in altre parole, qualsiasi nostra decisione, a seconda della situazione in cui viene presa, è determinata da tre attività mentali ben distinte: quella gestita dall'emisfero destro del cervello (logica), quella gestita dall'emisfero sinistro (analogica) e quella gestita dal corpo calloso centrale (sintesi istintiva). Analizzando in modo attento i processi decisionali che sottostanno alla creazione di una relazione tecnica assicurativa è possibile riprodurla, già oggi in modo abbastanza preciso, all'intemo di un modello matematico. Poi, come esiste I'energi atomica buona (quella che fa accendere le lampadine) e I'energia atomica cattiva (quella che distrugge le città), il modello matematico può essere usato in modo buono od in modo cattivo. Secondo noi l'utilizzo cattivo dei modello consiste nel creare macchine che si prefiggono di sostituire i'uomo attraverso un progressivo processo di livellamento. Viceversa I'ttttlizzo buono è quello che aiuta le singole persone a potenziare le proprie capacità individuali. Esattamente il contrario del livellamento: la macchina deve essere un prezioso assistente (e peggio per chi non ce l'ha) non Lln pericoloso antagonista. L'Analisi Tecnica Assicurativa. Una delle principali attività di un broker consiste nell'analtzzarela sifiazione assicurativa di un cliente, confrontada con quello che secondo lui è I'ottimale e tradurre il tutto in una relazione scritta da presentare in forma ufficiale. L'analisi tecnica si può svolgere a diversi livelli, a seconda della preparazione del broker e dal tempo che decide di investire sul cliente. Ne consegue che le varie relazioni (cioè il prodotto sul quale il broker verrà valutato e confrontato) si distingueranno per dimensioni (numero pagine), forma (qualità estetica) e contenuti (le proposte vere e proprie). Esistono varie filosofie di risk management e di conseguente approccio commerciale. Molti sostengono che non esiste una impostazione migliore di un'altra: esiste solo la relazione scelta dal cliente ed esistono tutte le altre rifiutate. Le macchine intelligenti hanno I'obiettivo primario di stamparela relaztone che verrà scelta. Quindi oltre a criteri rigorosamenteconomici e tecnici (clausole, tassi, ecc..) si occuperanno anche di aspetti psicologici (numero pagine, impostazione grafrca, ecc...) e di aspeni di sintesi emotiva (immagini, ricordi stimolati, ecc...). I1 cliente che deve scegliere il proprio consulente assicurativo effettua una serie di ragionamenti complessi e correlati. Innanzitutto luole essere tranquillizzato su1la preparazione tecnica del broker. Successivamente è interessato alla sua affidabilità. La scelta sr"rlla preparazione tecnica si gioca a più livelli. Generalmente si parte dal livello economico (voglio spendere il meno possibile), poi si passa da quello assicurativo (voglio la migliore copefiura per i miei rischi), per arrivare a quello dell'aggiornamento (voglio i migliori prodotti assicurativi presentin questo momento sul mercato). I1 vero problema è che il cliente riesce a comprendere fino ad Lln certo punto quello che gli viene detto o scritto dal broker. A questo punto nel processo decisionale vengono introdotte le variabili istintive, quelle che determinano il grado di fiducia verso il broker, Una attenta analisi di queste variabili ci ha portato alla scoperta che, pur essendo molto complesse "nascoste", si riescono ad identificare (e quindi adutilizzare) con una certa precisione. Ma la scelta finale, quella che poi conta veramente, è affidata alla dimensione di sintesi emotiva. Un broker può essere un bravo tecnico, ed anche essere un preparato venditore, ma se non è capace di comunicare con il livello di sintesi emotiva del cliente si ritroverà a gestire un portafoglio di molto inferiore alle sue reali potenzialità. Se paragoniamo una relazione di analisi tecnica ad un edificio potremmo dire che le Macchine Intelligenti si occupano di costruire le mura e di arredare gli appartamenti nelle loro linee essenziali, Il loro scopo è di cercare di parlare a tutti e tre i livelli ai quali sappiamo Ia relazione verrà letta, cercando di non dinenticarsi niente di fondamentale. Ma poi deve arrivare l'architetto (il broker) che sposta qualche mobile, cambia colore ad una parete, inserisce un tappeto, crea un arco dove prima c' era un muro, illumina meglio una stanza. Creando così la differenza,

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

IMPORTANZA DELLE PREVISIONI TECNOLOGICHE NEI PROCESSI PRODUTTIVI 1

IMPORTANZA DELLE PREVISIONI TECNOLOGICHE NEI PROCESSI PRODUTTIVI 1 1. Introduzione IMPORTANZA DELLE PREVISIONI TECNOLOGICHE NEI PROCESSI PRODUTTIVI 1 Ottobre 1970 Caratteristica saliente dell'epoca odierna sembra essere quella della transitorietà. E- spansione, andamento

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA RAPPORT & SINTONIA 1 RAPPORT Il termine rapport indica che esiste o che si è stabilita una reciproca comprensione tra due o più persone. Il sinonimo per tale concetto è sintonia o feeling. Per rapport,

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Gentili colleghi, il presente questionario ha lo scopo di raccogliere le vostre percezioni relativamente

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 Quando si hanno scale nominali o ordinali, non è possibile calcolare il t, poiché non abbiamo medie, ma solo frequenze. In questi casi, per verificare se un evento

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO

IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO business professional IL PROGRAMMA PER GESTIRE IL TUO CENTRO ESTETICO www.igrandisoft.it La I Grandi Soft è nata nel 1995 e ha sviluppato l attività su tutto il territorio nazionale. All interno della

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI IMPORTANTE: il presente documento è un contratto ("CONTRATTO") tra l'utente (persona fisica o giuridica) e DATOS DI Marin de la Cruz Rafael

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Email: cose da fare e cose da non fare

Email: cose da fare e cose da non fare OUCH! Marzo 2012 IN QUESTO NUMERO Auto-completamento Cc: / CCn: Liste di distribuzione Emozioni e privacy Email: cose da fare e cose da non fare L AUTORE DI QUESTO NUMERO Fred Kerby ha collaborato a questo

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA 1. I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA L'uomo, per affrontare gli innumerevoli problemi postigli dallo sviluppo della civiltà, si è avvalso della scienza e della tecnica, i cui destini

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli