GUIDA ALLE SOLUZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALLE SOLUZIONI"

Transcript

1 La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel graduale deterioramento della qualità che invece si ha nelle trasmissioni analogiche. Inoltre per vedere la TV in digitale, non basta che ci sia il segnale, ma occorre anche riuscire a catturarlo in condizioni ottimale, altrimenti il segnale rischia di essere corrotto da troppi errori e gli algoritmi di decompressione non sono in grado di risalire al segnale originario producendo audio a schioppi e video a scatti o a quadrettoni. A differenza del sistema televisivo analogico in cui il segnale era elettrico, i sistemi televisivi digitali trasmettono il loro contenuto in codice binario bit 0/1 quindi in digitale con un flusso a pacchetti. La trasmissione avviene impiegando gli attuali Siti da cui si trasmettevano i segnali analogici, per questo non è necessario un nuovo orientamento delle antenne. La codifica in digitale terrestre dell audio e del video avviene utilizzando lo standard Mpeg-2, in cui è lasciata grande libertà nella scelta dei parametri di codifica e trasmissioni sia in riguardo al bit-rate e alla risoluzione video, per questo se controlliamo i parametri per ogni trasmissione sono differenti. P.S. per verificare i parametri con THC è sufficiente accedere alle informazioni del segnale ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 1 di 8

2 In una frequenza detto anche MUX vengono trasmessi 4/5/6 canali TV digitali, il cui numero può variare in base alla qualità che si vorrà trasmettere. Infatti ci sono anche dei MUX in cui vengono trasmessi max 2 canali con un canale in HD alta definizione con standard H.264. Impianto di ricezione TV Il digitale terrestre è effettivamente ricevibile con le normali antenne TV, ma il problema sorge sulla tipologia di impianto utilizzato. Per analizzarlo e individuare se e quali problemi ci possono essere nella ricezione dei vari canali, è indispensabile considerare separatamente le parti fondamentali che compongono l impianto stesso: antenna, centralina TV, derivatore, prese TV ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 2 di 8

3 P.S. In un impianto condominiale possiamo trovare differenti modalità di distribuzione del segnale : Cascata è quando si ha un cavo unico su tutta la colonna senza interrompere la discesa Derivazione viene utilizzato per ottenere da una linea in ingresso più linee suddivise in uscita ma anche con un segnale misto ( digitale terrestre + sat ) e poi su presa terminale in appartamento suddiviso singolarmente. 1. L antenna costruite con materiali inossidabili e in lega leggera serve per ricevere il segnale e prevede un'installazione a un altezza minima di 10 m rispetto al terreno. Un ottima antenna deve garantire un buon guadagno, sensibilità in ricezione dei canali VHF e UHF e strutturata per la ricezione di più canali della stessa banda detto a larga banda. Nell installare un antenna è necessario quindi verificare l altezza giusta e utile per eliminare eventuali disturbi che possono sorgere dall ambiente circostante e posizionarla lontana da disturbi elettrici. 2. La centralina TV è la parte dell impianto che consente di amplificare il segnale, in modo da ricevere un segnale sufficiente per servire più punti prese TV. In genere è di tipo modulare. e deve essere a larga banda. La centralina possedendo anche dei filtri è determinante per ricevere tutte le frequenze dei MUX digitali, quindi è necessario siano presenti tutti i moduli di selezione delle frequenze che si vorranno ricevere. In pratica se non si riceve un canale e quindi un MUX ( frequenza ) può essere che manca il filtro nella centralina per permettere la ricezione specifica di quella frequenza. ( una frequenza=mux = 5/6 canali trasmessi ). Miscelatore : è un dispositivo che permette di mixare e trasmettere, attraverso un unico cavo, un determinato numero di segnali anche di canali diversi ( DVB-T + SAT ). 3. Derivatore = passante : cavo che entra in un terminale ed esce da un altro senza attenuazioni e senza interrompere la discesa verso altre derivazioni, più un numero di uscite derivate attenuate (10db). Utile nella distribuzione del segnale nella colonna di un condominio e ad ogni piano di un palazzo. L ultimo derivatore necessita di una resistenza di 75 ohm in chiusura. Partitore = divisori : viene utilizzato nell impianto privato in appartamento per permettere una linea in ingresso più linee TV in uscita in parti uguali con attenuazione su ogni linea di 4db. 4. Cavo coassiale serve per collegare tutto l impianto TV. Il cavo deve risultare ben schermato per evitare disturbi e soprattutto da evitare l installazione nelle canaline di cavi elettrici o cavi che trasportano segnali magnetici. Inoltre, occorre garantire un impedenza costante di 75 ohm, dove il terminale del cavo deve essere sempre chiusa da una resistenza da 75 ohm. ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 3 di 8

4 5. Prese TV. In un appartamento abbiamo sempre un punto presa TV ( presa centrale ) dove arriva il cavo antenna dal partitore del condominio. In genere, in un appartamento non si ha solo un punto presa ( soggiorno ), ma anche in cucina, camera da letto etc. Questo significa che dal presa TV centrale parte un altro cavo TV che va in un altra presa TV e così di seguito ( presa passante ) sino ad arrivare alla presa terminale, da cui non parte più nessun cavo ( presa terminale ). In questi casi occorre fare attenzione ai collegamenti e soprattutto alle prese TV in uso siano corrette, in quanto in commercio esiste la presa TV passante e la presa TV terminale, questo perché come abbiamo visto prima il cavo deve sempre terminare con una resistenza a 75 ohm, altrimenti si generano dei disturbi e segnale in riflessione. Il problema classico utilizzando le prese derivate e non correttamente installate, o a causa di giunzione dei vari cavi in/out, può essere o una visualizzazione del video a scatti o quadrettoni, oppure anche se si vedono tanti canali non si riceve uno o una addirittura un MUX ( frequenza ). Attenzione anche ai connettori ossidati. Posso utilizzare gli amplificatori TV su linea? meglio di no : genericamente è vero che aumentano il livello del segnale, ma è anche vero che parallelamente aumentano anche il livello di rumore, e rischiano di saturare il segnale, con disturbi e distorsioni che quindi peggiorano inevitabilmente la qualità del segnale. Un cavo d'antenna di buona qualità, con poche giunzioni e dispersioni e connettori non ossidati, vale più di un amplificatore ad alto guadagno. ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 4 di 8

5 TEST Per ricevere i programmi DVB-T in modalità ottimale, occorre rendere disponibile all ingresso del ricevitore un segnale con livello sufficiente e un basso rapporto segnale/rumore. Per valutare la possibilità di ricevere il segnale digitale, si può dire che se il televisore di casa è in grado di ricevere con buona qualità il segnale analogico, il ricevitore sarà in grado di ricevere i programmi diffusi in digitale, No questo non è sempre vero, perché l analogico non è sensibile come il digitale al rumore. Un criterio ottimo per stabilire se la qualità del segnale analogico ha livelli ottimali, può essere quello di consultare la ricezione del televideo sui vari canali. Se si ricevono dei caratteri errati, evidentemente l'impianto d'antenna ha bisogno di una revisione prima di essere efficace per il segnale della televisione digitale terrestre. ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 5 di 8

6 Antenna indoor Per una ricezione ottimale con l'antenna indoor inclusa, a volte basta spostare di poco l'antenna per migliorare il segnale, oppure basta applicare l'antenna su un supporto metallico per ampliare la polarità. Questo succede, perchè il segnale DVB-T è soggetto a fenomeni di riflessione. La normativa per una ricezione portatile equipaggiato con un antenna omni-direzionale, prevede che sia collegata a 1,5 m rispetto al terreno in ambiente esterno o rispetto al pavimento in ambiente interno. Inoltre evitare di installare l'antenna troppo vicina al ricevitore e in prossimità di utenze che emettano interferenze elettromagnetiche. Fanno parte di queste utenze in particolare computer, monitor, lampadine a risparmio energetico, telefoni cordless a basso prezzo, televisori, forno a microonde, ripetitori di segnale, etc.. Evitare l'installazione in prossimità di acciaio o ferro da calcestruzzo, meglio se posizionate l'antenna vicino ad una finestra e ricordarsi sempre che modifiche minime dell'orientamento dell'antenna possono migliorare o peggiorare notevolmente la ricezione. Antenna amplificata Le antenne amplificate che prevedono l'ingresso del segnale di antenna, non sono ideali per la ricezione DVB-T. Inoltre il guadagno in db " decibel " più alto non significa che l'antenna è migliore rispetto a un' antenna con un db più basso, in quanto un'amplificazione superiore introduce anche una certa quantità di rumore, mandando in tilt la codifica di errore. Verificate invece che l'antenna meglio se è attiva e a larga banda, abbia un circuito a basso rumore, riporti il parametro in db " figura di rumore ". ed sarà migliore se include anche filtri contro altri disturbi elettromagnetici " GSM, WLan, etc.. ". Con la figura di rumore si quantifica, in decibel, il livello del rumore: minore è questo valore " < 7db " migliore sarà il segnale. ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 6 di 8

7 Antenna attiva Un'antenna attiva rispetto a un'antenna amplificata, non prevede un ingresso di antenna da amplificare ma il termine stesso " antenna attiva " indica l utilizzo combinato di un antenna e di un preamp montato all'interno dell'antenna stessa. In questo modo l'antenna amplifica il segnale ricevuto Un elemento importante per l'antenna è il fattore rumore che deve essere il più basso possibile. Inoltre si consiglia di posizionare l'antenna, lontano da disturbi elettrici come può essere il monitor, neon, etc.. ATTENZIONE : i parametri per valutare un ottima antenna per la ricezione in digitale, dove il segnale trasmesso è un segnale formato da bit 0/1, non è un antenna con un amplificazione alta che può introdurre dei rumori e quindi generare continue correzioni sul segnale con perdita di dati con conseguenza di vedere un video e audio continuamente disturbato. Verificate invece che l'antenna sia a larga banda, abbia un circuito a basso rumore, riporti il parametro in db " figura di rumore " e include i filtri contro altri disturbi elettromagnetici " GSM, WLan, etc.. ". Con la figura di rumore si quantifica, in decibel, il livello del rumore: minore è questo valore " < 7db " migliore sarà il segnale. Il fenomeno della riflessione migliora la ricezione I segnali diffusi via etere giungono alle antenne sia dall emittente, sia sotto forma di segnali riflessi da pareti, montagne, edifici etc... Il fenomeno della riflessione provoca disturbi nella ricezione analogica con classiche immagini doppie o immagini fantasma, mentre per la ricezione digitale: la riflessione non pregiudica la ricezione, anzi, la migliora, e questo spiega il motivo per cui in digitale spostare la posizione dell'antenna indoor influisce negativamente o positivamente. Visualizzazione a scatti e audio scoppiettante Le interferenze o il rumore " rumore Gaussiano", possono generare una cattiva ricezione nei sintonizzatori TV. Nella ricezione di una trasmissione TV analogica a fronte delle interferenze e rumore, viene evidenziato in TV con il classico " effetto neve " o immagini con un peggioramento graduale della qualità di visualizzazione. Nella TV in ricezione digitale nella stessa situazione il segnale rimane perfettamente visibile. Con un ulteriore peggioramento del disturbo i sistemi di correzione degli errori si rendono inefficiente causando rumori scoppiettanti, video a scatti o a ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 7 di 8

8 quadretti. Chiaramente se il rumore in ricezione peggiora, non si riceve più nulla. Questo comportamento viene chiamato comportamento a gradino. Un altro elemento di disturbo per un'ottima ricezione è il rumore impulsivo generato normalmente da disturbi elettrici, provocati da elettrodomestici o da impianti non a norma EMC. Fine ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 8 di 8

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Come posizionare una antenna indoor attiva o passiva per una ricezione ottimale? Come verificare in una stanza se il segnale digitale è presente? Perché effettuando la scansione con l antenna indoor non

Dettagli

Impianti di ricezione TV

Impianti di ricezione TV Impianti di ricezione TV Generalità Un impianto di ricezione TV è una struttura costituita da un insieme di componenti che hanno la funzione di captare i segnali emessi da apparecchi trasmittenti e trasferirli,

Dettagli

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001 Edizione italiana BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia R Prese e satellite UNI EN ISO 9001 G 2597 Prese e satellite L evoluzione della tecnologia e delle tecniche installative Con l avvento

Dettagli

LTE Duplex Gap 821- -832 - BANDA Uplink Wind 832- -842 837 Uplink Tim 842- -852 847 Uplink Vodafone 852- -862 857

LTE Duplex Gap 821- -832 - BANDA Uplink Wind 832- -842 837 Uplink Tim 842- -852 847 Uplink Vodafone 852- -862 857 TABELLA CANALI TV DIGITALI DVB-T Banda Canale Estremi canale MHz Frequenza MHz E1 40- -47 / E2 47- -54 / VHF I E3 54- -61 / E4 61- -68 / E5 174- -181 177,5 E6 181- -188 184,5 E7 188- -195 191,5 VHF III

Dettagli

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini Non sempre l TV riguarda i grandi edifici con numerosi piani e molteplici unità abitative. Gli stessi principi e criteri possono essere adottati anche

Dettagli

Antenne. Generatore HF

Antenne. Generatore HF Antenne I V I Generatore HF 1 V I I Generatore HF Dipolo λ/2 Massima impedenza minima impedenza TX 2 trasmettitore linea a n t e n n a d i p o l o λ Lunghezza dipolo = 0,98 ------------- 2 Si dimostra

Dettagli

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Immagine simile Istruzioni d uso Contenuti 1.0 INTRODUZIONE 1 2.0 CONTENUTO CONFEZIONE 1 3.0 NOTE PER LA VOSTRA SICUREZZA 2 4.0 COLLEGAMENTO 2 5.0

Dettagli

Prese e connettori TV-RD-SAT VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano

Prese e connettori TV-RD-SAT VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano 3 Prese e connettori TV-RD- VIMAR: le telecomunicazioni a portata di mano Obiettivo professione di Francesco Salerno Il nuovo sistema trasmissione dati di Vimar: innovativo, completo e conforme alle norme

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI ATTENZIONE : TerraTec Home Cinema è unico per tutti i prodotti TV della TerraTec in grado di gestisce contemporaneamente più di un dispositivo installato e con qualsiasi tipologia Tv analogica, Digitale,

Dettagli

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT Più prese in casa? Estensioni no problem Data la grande offerta della TV digitale terrestre e satellitare, per evitare discussioni in famiglia è importante che l impianto possa prevedere una presa TV e

Dettagli

Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30

Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30 Digital Indoor DVB-T/T2 Antenna SRT ANT 30 Picture similar User manual Bedienungsanleitung Manuel d utilisation Manuale utente Manual del usuario Bruksanvisning Käyttöohje Felhasználói kézikönyv Návod

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La modalità Picture in Picture PiP permette di visualizzare due trasmissioni contemporaneamente in real time, la prima immagine a pieno schermo e la seconda in un riquadro più piccolo. Chiaramente basta

Dettagli

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO User Manual Mode d emploi Bedienungsanleitung Manuale d uso Manual de uso Bruksanvisning Használati kézikönyv Uživatelský manuál Instrukcja obsługi Uputstvo za upotrebu Руководство пользователя Active

Dettagli

Filtraggio dei segnali. Soluzioni Fracarro. fracarro.com -50.00 -40.00 -30.00 20.00 -10.00 0.000 -20.00

Filtraggio dei segnali. Soluzioni Fracarro. fracarro.com -50.00 -40.00 -30.00 20.00 -10.00 0.000 -20.00 Filtraggio dei segnali Soluzioni Fracarro 5.. 3.. 1...... -5. fracarro.com Cos'è LTE? Il termine LTE, acronimo di Long Term Evolution, è un nuovo standard internazionale, adottato dalla Comunità Europea,

Dettagli

Trasmissione Dati. Trasmissione Dati. Sistema di Trasmissione Dati. Prestazioni del Sistema

Trasmissione Dati. Trasmissione Dati. Sistema di Trasmissione Dati. Prestazioni del Sistema I semestre 03/04 Trasmissione Dati Trasmissione Dati Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Ogni tipo di informazione può essere rappresentata come insieme

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Questa guida vuole essere uno strumento di facile consultazione, per la configurazione di un dispositivo TV DVB-T con il software freeware VLC Media Player, utile per effettuare streaming in rete sia locale

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta I semestre 03/04 Livello fisico Mezzi di Trasmissione Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Il livello fisico deve garantire il trasferimento di un flusso

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Sistemi operativi di rete (locale) In una LAN si vogliono condividere

Dettagli

Progetto Ricezione Satelliti NOAA

Progetto Ricezione Satelliti NOAA Progetto Ricezione Satelliti NOAA Dettagli di progetto Alberto Trentadue IZ4CEZ - Sommario L'antenna Turnstile Il preamplificatore Il ricevitore digitale (SDR) Il downconverter Il SW di ricezione 2 L'antenna

Dettagli

DVI / Video Splitter. Un modo economico e facile per duplicare un ingresso video DVI su uscite/monitor multipli DVI o HDMI.

DVI / Video Splitter. Un modo economico e facile per duplicare un ingresso video DVI su uscite/monitor multipli DVI o HDMI. DVI / Video Splitter Un modo economico e facile per duplicare un ingresso video DVI su uscite/monitor multipli DVI o HDMI Manuale per l'uso Indice Introduzione... 1 Caratteristiche... 2 Contenuto della

Dettagli

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base Mezzi trasmissivi Vittorio Maniezzo Università di Bologna Funzionamento di base Si codificano i dati come energia e si trasmette l'energia Si decodifica l'energia alla destinazione e si ricostruiscono

Dettagli

Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni

Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni Corso di Fondamenti di Telecomunicazioni 1 - INTRODUZIONE Prof. Mario Barbera 1 Argomenti della lezione Cenni storici Definizioni: Sorgente di informazione Sistema di comunicazione Segnali trasmissivi

Dettagli

NOTE TECNICHE. I kit telefonici sono composti da: -unità interne. -unità esterna. -alimentatori switching. -antenne

NOTE TECNICHE. I kit telefonici sono composti da: -unità interne. -unità esterna. -alimentatori switching. -antenne Skylink Engineering Sas Via XXIV Maggio, 2-20035 Lissone (MI) Tel. 039/245.74.92 - Fax. 039/245.75.91 www.skylinksas.com - info@skylinksas.com NOTE TECNICHE I kit telefonici consentono di portare i segnali

Dettagli

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI MARCO ZAGANELLI IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI TV SAT - LAN - Telefonia @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte

Dettagli

SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi

SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi SAF Centrale MATV a filtri agili selettivi Descrizione SAF è la nuova centrale a filtri attivi programmabili per il filtraggio e la distribuzione di segnali TV terrestri, analogici o digitali. Disponibile

Dettagli

Importanti precauzioni di sicurezza da leggere prima di procedere alla configurazione 1. In caso di domande 10

Importanti precauzioni di sicurezza da leggere prima di procedere alla configurazione 1. In caso di domande 10 Importanti precauzioni di sicurezza da leggere prima di procedere alla configurazione 1 Congratulazioni per l acquisto dell Impianto di controllo neonati wireless 2.4GHz. Prima di utilizzare il vostro

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

w-lantv 50n Guida d installazione rapida guida passo passo per guardare la TV via wireless. Leggere prima questo!

w-lantv 50n Guida d installazione rapida guida passo passo per guardare la TV via wireless. Leggere prima questo! Guida rapida guida passo passo per guardare la TV via wireless. Leggere prima questo! Le caratteristiche del prodotto possono variare senza preavviso. 2008-2009 PCTV Systems S.à r.l. 8420-20056-01 R1 Incluso

Dettagli

Cablaggio e progettazione tutte le novità

Cablaggio e progettazione tutte le novità Cablaggio e progettazione tutte le novità di Adalberto Biasiotti Nell'impiantistica di sicurezza il cablaggio gioca spesso un ruolo significativo. Oggi sono disponibili numerose alternative, con pregi

Dettagli

IMPIANTI TVCC. correlata alla qualità delle immagini

IMPIANTI TVCC. correlata alla qualità delle immagini IMPIANTI TVCC antifurtotvcc dicembre 2009 Videosorveglianza Occhio alla sistemazione del cavo coassiale Fabio Garzia Docente di Sistemi di Sicurezza Anticrimine, Ingegneria della Sicurezza Sapienza Università

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Questa guida vuole essere uno strumento di facile consultazione, per chi utilizzando il software THC e qualsiasi dispositivo TV collegato all antenna centralizzata il software al termine della scansione

Dettagli

INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9. PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11

INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9. PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11 INDICE GENERALE PREFAZIONE 5 PREMESSA 7 INTRODUZIONE 9 PRIMA PARTE: RICEVITORI DIGITALI 11 1. Fondamenti della tecnologia digitale 11 A 2. La TV è connessa (Connected TV) 17 3. Gli apparati per la visione

Dettagli

Breve descrizione delle caratteristiche delle antenne terrestri e satellitari.

Breve descrizione delle caratteristiche delle antenne terrestri e satellitari. GUIDA DI CAPITOLATO PER RISTRUTTURAZIONE IMPIANTI D ANTENNA PER LA TV DIGITALE Un impianto di ricezione TV è un insieme di apparati che hanno la funzione di captare dei segnali e trasferirli, tramite un

Dettagli

TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS

TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS 1. Premessa Il circuito è stato sviluppato cercando di impiegare perlopiù componentistica di facile reperibilità, sono stati utilizzati componenti "avvolti" standard,

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

PCTV Hybrid Pro Card Hardware

PCTV Hybrid Pro Card Hardware PCTV Hybrid Pro Card Hardware PCTV Hybrid Pro Card Hardware I febbraio 2006 Pinnacle Systems GmbH 2006 Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Linee Guida per l installazione (CPE Townet)

Linee Guida per l installazione (CPE Townet) Linee Guida per l installazione (CPE Townet) INDICE 1 Installazione CPE...4 1.1 Ricerca BS...5 1.2 Ottimizzazione del puntamento...5 2 Attivazione utente lato Installatore...6 2.1 Segnalazione tramite

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA)

IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA) IMPIANTI DI SORVEGLIANZA TVCC PER APPLICAZIONI DI SICUREZZA (VIDEOSORVEGLIANZA) Principali Norme di riferimento CEI EN 50132 Impianti di allarme - Impianti di sorveglianza CCTV da utilizzare nelle applicazioni

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE: DISCIPLINA: Telecomunicazioni- pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2014/2015 - CLASSE: DISCIPLINA: Monte ore annuo

Dettagli

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slide) è protetto dalle leggi sul copyright e dalle disposizioni dei trattati internazionali. Il titolo e i copyright relativi alle slides

Dettagli

The Power Owner's Manual X702

The Power Owner's Manual X702 Owner's Manual X702 X702 - Manuale d istruzione Introduzione Grazie per avere scelto un amplificatore MTX XTHUNDER. Ogni amplificatore MTX XTHUNDER è certificato CEA2006 ; questo significa che avete la

Dettagli

DVB-T305. Freeview HD Receiver Récepteur TNT HD DVB-T Receiver Ricevitore TDT HD Sintonizador TDT HD EN FR DE IT ES

DVB-T305. Freeview HD Receiver Récepteur TNT HD DVB-T Receiver Ricevitore TDT HD Sintonizador TDT HD EN FR DE IT ES DVB-T305 August International Ltd United Kingdom Telephone:+ (0) 85 250 0586 www.augustint.com EN FR DE IT ES Freeview HD Receiver Récepteur TNT HD DVB-T Receiver Ricevitore TDT HD Sintonizador TDT HD

Dettagli

MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER

MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER 1 ELETTRICI 2 OTTICI 3 WIRELESS MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER MODALI ELETTRICI PARAMETRI 1 IMPEDENZA 2 VELOCITA'

Dettagli

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica Mitan Professionale Amplificazione Telefonica MITAN uno sguardo al futuro Il SISTEMA MITAN si arricchisce di nuove soluzioni: in queste pagine trovate una gamma semplice ma completa di dispositivi per

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Giovedì 22-05-2014 1 Reti wireless Una

Dettagli

Ricezione immagini meteo da satelliti NOAA. Juri Gherrdi - IZ4OSG - AMSAT - Università Tor Vergata

Ricezione immagini meteo da satelliti NOAA. Juri Gherrdi - IZ4OSG - AMSAT - Università Tor Vergata Ricezione immagini meteo da satelliti NOAA NOAAA (National Oceanic and Atmospheric Administrator L ente statunitense civile per la meteorologia e l oceanografia Definizione satellite meteorologico Un satellite

Dettagli

OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE

OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE OSSERVATORIO OPERE INSTALLAZIONE ANTENNE E DECODER PER LA RICEZIONE DELLA TV DIGITALE TERRESTRE con interventi finalizzati al buon funzionamento del digitale terrestre. L Osservatorio, redatto da tecnici

Dettagli

EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz

EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz Le caratteristiche d irradiazione di un antenna possono essere modificate, oltre che da eventi estranei, anche dal suolo sottostante. Infatti, quando l antenna

Dettagli

the new generation DVB-T mobile

the new generation DVB-T mobile the new generation DVB-T mobile wherever you go dovunque vi porti la strada wherever you go È un decoder digitale terrestre di nuova generazione espressamente progettato e realizzato per un utilizzo su

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

TV in alta definizione

TV in alta definizione Guida per vedere HDTV su PC Lo standard utilizzato dalle trasmissioni TV digitali è definito SDTV ( Standard Definition TV), dove la qualità trasmissiva è quella DVD con codifica mpeg-2. Il nuovo standard

Dettagli

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 RIC. SATELLITARE Introduzione a TV via satellite 3 Satelliti per telecomunicazioni 2 Posizione satelliti-puntamento 6 Frequenze utilizzate e LNB Scelta della

Dettagli

è acronimo di Long Term Evolution, detto anche Super 3G o 4G per Internet Mobile ed utilizzerà l OFDM come modulazione.

è acronimo di Long Term Evolution, detto anche Super 3G o 4G per Internet Mobile ed utilizzerà l OFDM come modulazione. Cosa cambierà Cos è LTE?? è acronimo di Long Term Evolution, detto anche Super 3G o 4G per Internet Mobile ed utilizzerà l OFDM come modulazione. A settembre 2011 si è conclusa con successo l'asta pubblica

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

Problemi & Soluzioni (F.A.Q.)

Problemi & Soluzioni (F.A.Q.) Problemi & Soluzioni (F.A.Q.) CONSIGLI TECNICI PER L USO DEI RICEVITORI DiPro Interact Come è indicato nelle istruzioni del decoder, collegarlo alla presa d antenna, al televisore (con il cavo SCART in

Dettagli

Le Antenne Verticali

Le Antenne Verticali Le Antenne Verticali principi e funzionamento illustrati da Gioacchino IW9DQW Generalità. S intende per antenna un organo atto ad irradiare nello spazio energia elettromagnetica, quando venga percorso

Dettagli

MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1

MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1 IW3 EDS Giorgio De Paoli MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1 Per la trasmissione di segnali televisivi modulati in FM (tecnica utilizzata in "ATV".) si impiega un oscillatore Vco o Dro,che genera

Dettagli

da PC e tablet Le tecnologie digitali, che tanto soluzione del mese Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili QUANTO COSTA

da PC e tablet Le tecnologie digitali, che tanto soluzione del mese Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili QUANTO COSTA Giacomo Bozzoni Centraline digitali terrestri LEM AT40SAW - LEM AT50SAW Programmabili da PC e tablet QUANTO COSTA AT40SAW Euro 296,00 + iva AT50SAW Euro 399,00 + iva Le centraline di amplificazione AT40SAW

Dettagli

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat?

Che cos è TivùSat? Che differenza c è fra la tv digitale terrestre e la tv digitale satellitare? Quando parte TivùSat? Che cos è TivùSat? TivùSat è la piattaforma digitale satellitare gratuita italiana realizzata da Tivù s.r.l. (Rai 48,25%, Mediaset 48,25% e Telecom Italia Media 3,5%). TivùSat nasce come piattaforma complementare

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV

TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV TECNICI ELETTRONICI / ANTENNE TV COSTI MANODOPERA 1. ANTENNE EURO Operaio specializzato 27,90 Operaio qualificato 25,40 Operaio comune 22,50 Diritto di chiamata 30,50 2. ASSISTENZA TECNICA AUDIO-VIDEO

Dettagli

Introduzione all analisi dei segnali digitali.

Introduzione all analisi dei segnali digitali. Introduzione all analisi dei segnali digitali. Lezioni per il corso di Laboratorio di Fisica IV Isidoro Ferrante A.A. 2001/2002 1 Segnali analogici Si dice segnale la variazione di una qualsiasi grandezza

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA TVCC Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

WLAN Modem. Manual Installazione, consigli e suggerimenti. upc cablecom business Rue Galilée 2 1401 Yverdon-les-Bains upc-cablecom.

WLAN Modem. Manual Installazione, consigli e suggerimenti. upc cablecom business Rue Galilée 2 1401 Yverdon-les-Bains upc-cablecom. WLAN Modem Manual Installazione, consigli e suggerimenti upc cablecom business Rue Galilée 2 1401 Yverdon-les-Bains upc-cablecom.biz Your ambition. Our commitment. Tel. 0800 888 304 upc-cablecom.biz Corporate

Dettagli

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE I VANTAGGI DELL IMPIANTO CENTRALIZZATO E DELL IMPIANTO AUTONOMO IN UN UNICA SOLUZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE Lo scenario energetico sta cambiando rapidamente; le direttive

Dettagli

Investigazioni private

Investigazioni private Servizi di bonifica STAZIONE MOBILE BON S72 Questo è l interno del furgone attrezzato con apparecchiature per effettuare le operazioni di bonifica elettronica. L operazione viene eseguita in tutta Italia

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Tecniche di trasmissione!2 Ogni rete di calcolatori necessita di un supporto fisico di collegamento

Dettagli

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali Luca Facchini e-mail: luca.facchini@unifi.it Introduzione Quali strumenti vengono utilizzati? Le grandezze di interesse nelle

Dettagli

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com Fracarro Home Fibre Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali fracarro.com Fracarro Home Fibre Trasmettitori I trasmettitori ottici da 5mW lavorano in seconda

Dettagli

GUIDA AI PRODOTTI SLINGBOX SOLO SLINGBOX PRO-HD SLINGLINK TURBO ... ...

GUIDA AI PRODOTTI SLINGBOX SOLO SLINGBOX PRO-HD SLINGLINK TURBO ... ... GUIDA AI PRODOTTI Non perdere mai più i tuoi programmi televisivi preferiti quando sei fuori casa. Guarda e controlla la tua TV di casa praticamente sempre e ovunque su PC Windows, su Mac o sul tuo dispositivo

Dettagli

ITALIANO TVK924 / TVK924C. Sistema TVCC b/n e via radio. a colori MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TVK924 / TVK924C. Sistema TVCC b/n e via radio. a colori MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TVK924 / TVK924C Sistema TVCC b/n e via radio a colori MANUALE PER L'UTENTE TVK924 - TVK924C - Manuale per l'utente 1 Introduzione Gentile cliente, desideriamo ringraziarla per aver acquistato

Dettagli

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Torino, 18 Giugno 2012 LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Ing. Cosimo Valente 1 Criteri generali La predisposizione delle nuove costruzioni

Dettagli

Impatto sulla ricezione DTT da parte dei servizi LTE nella banda UHF (800 MHz) Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica

Impatto sulla ricezione DTT da parte dei servizi LTE nella banda UHF (800 MHz) Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Impatto sulla ricezione D da parte dei servizi nella banda UHF (800 MHz) Ieri voluzione dei servizi Broadcasting e Mobile nella banda UHF Oggi 2015... dopo 2015 a nuova banda 800 MHz (UHF) e l assegnazione

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Spesso si rende utile utilizzare un applicazione per verificare il tipo di dati video e audio utilizzati per la compressione video o per analizzare il file video se non riusciamo a visualizzarlo nel nostro

Dettagli

3 Configurazione manuale della WLAN

3 Configurazione manuale della WLAN 3 Configurazione manuale della WLAN 3.1 Configurazione manuale della WLAN per Windows XP Windows XP. dati necessari per configurare la WLAN sono riportati sul lato inferiore del modem 3 Selezionate la

Dettagli

MISURE SU CAVI COASSIALI

MISURE SU CAVI COASSIALI MISURE SU CAVI COASSIALI Carlo Vignali I4VIL 05 RIDUZIONE DEL VSWR Il valore del VSWR del carico viene osservato di valore ridotto quando è misurato all'ingresso di una linea con attenuazione Allo stesso

Dettagli

Materiale di radiocomunicazione

Materiale di radiocomunicazione BevSTitelSeite PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Materiale di radiocomunicazione Installazioni radio UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Febbraio 2004 1503-00-1-04-i Indice Installazioni radio

Dettagli

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI ESAME DI SAO DI ISIUO POFESSIONALE A.S. 2000/2001 Indirizzo: ECNICO DELLE INDUSIE ELEONICHE ema di: ELEONICA, ELECOMUNICAZIONI E APPLICAZIONI Il candidato, formulando di volta in volta tutte le ipotesi

Dettagli

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db 3.- CIRCUITI 3.1.- Combinazione dei componenti: Circuiti in serie e in parallelo di resistori, bobine, condensatori, trasformatori e diodi - Corrente e tensione nei circuiti Impedenza. 3.2.- Filtri: Filtri

Dettagli

Guida rapida. Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it

Guida rapida. Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it Guida rapida Edizione marzo 2010. Il servizio di comunicazione elettronica è regolato dalle relative Condizioni Generali

Dettagli

AL DIGITALE TERRESTRE. in Emilia-Romagna INTRODUZIONE PER I MENO ESPERTI

AL DIGITALE TERRESTRE. in Emilia-Romagna INTRODUZIONE PER I MENO ESPERTI GUIDA AL DIGITALE TERRESTRE in Emilia-Romagna INTRODUZIONE PER I MENO ESPERTI LA TELEVISIONE DIGITALE Come già accaduto per la telefonia mobile e per Internet le reti di comunicazione stanno gradualmente

Dettagli

EPRICE N VERDE 800.124.597

EPRICE N VERDE 800.124.597 GAS NORME UNI - CIG - DM37/08 FORI D'AREAZIONE IN LOCALE CUCINA SECONDO NORMA UNI 10738 IN BASE AI CALCOLI DI RILEVAZIONE Ogni Foro passante su muratura di mattoni diametro entro 120 mm con griglie di

Dettagli

STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE. Condizionamento ed acquisizione del segnale

STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE. Condizionamento ed acquisizione del segnale STRUMENTAZIONE E MISURE ELETTRICHE Condizionamento ed acquisizione del segnale Prof. Salvatore Nuccio salvatore.nuccio@unipa.it, tel.: 0916615270 1 Circuito di condizionamento Un sensore/trasduttore (S/T)

Dettagli

tv digitale Decolla il terrestre

tv digitale Decolla il terrestre tv digitale Decolla il terrestre Anche in Italia il digitale, finora riservato al satellite, diventa terrestre e si apre ad unutenza di massa. Lesigenza di impianti adeguati da optional diventa necessità

Dettagli

TRASMETTITORI E RICEVITORI

TRASMETTITORI E RICEVITORI Esempio: Un ricevitore ha un resistore di polarizzazione del valore di 10 kω e una capacità di giunzione del fotodiodo del valore di 4 pf. Il fotodiodo è accoppiato in continua con un amplificatore ad

Dettagli

KIT PROMO. Luglio-settembre 2014. I prezzi di listino indicati sono IVA esclusa

KIT PROMO. Luglio-settembre 2014. I prezzi di listino indicati sono IVA esclusa KIT PROMO Luglio-settembre 204 I prezzi di listino indicati sono IVA esclusa KIT RICEZIONE LTE Kit ideale per impianti di piccole e medie dimensioni. TGD45 AB3 C535 TUTTI I CONNETTORI A CORREDO FE00-7/LTE

Dettagli

Sistemi digitali di telecomunicazioni.

Sistemi digitali di telecomunicazioni. Sistemi digitali di telecomunicazioni. 1. Dall'analogico al digitale I segnali di tipo vocale, che sono stati i primi segnali ad essere utilizzati nei sistemi di telecomunicazioni, sono segnali analogici,

Dettagli

PCTV DVB-T Pro USB Hardware

PCTV DVB-T Pro USB Hardware PCTV DVB-T Pro USB Hardware PCTV DVB-T Pro USB Hardware (260e) Guida dell'utente I 04/2006 Pinnacle Systems GmbH 2006 Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale può essere riprodotta o

Dettagli

Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete

Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete Guido GENTILE Elettronica Industriale Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete Bologna 24 Novembre 2005 0 Agenda Introduzione all architettura DVB-H Mediaset Specificità e problematiche nella

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

I vantaggi della fibra ottica

I vantaggi della fibra ottica I vantaggi della fibra ottica La fibra ottica è largamente utilizzata da diverso tempo oramai nelle installazioni di Impianti di Telecomunicazioni. L'impiego della fibra ottica per la distribuzione dei

Dettagli

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE S HDTV: LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE In questo articolo cercheremo di spiegare il concetto di HDTV. Prima di tutto, daremo un occhiata alla tecnologia della

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 1 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Intro: 1 Con il termine rete si indica in modo generico un collegamento fra 2 apparecchiature (sorgente - destinazione)

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI RICEZIONE DI SEGNALI TELEVISIVI IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE

LINEE GUIDA PER L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI RICEZIONE DI SEGNALI TELEVISIVI IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE LINEE GUIDA PER L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI RICEZIONE DI SEGNALI TELEVISIVI IN TECNICA DIGITALE TERRESTRE Versione: FINAL DRAFT vers. 1.2 Pubblicato sul sito www.dgtvi.it in data 20 aprile 2004 SINTESI

Dettagli

Relazione di elettronica

Relazione di elettronica ANTINORO ANGELO 5IA 16/04/2007 Relazione di elettronica I MODEM INDICE Premessa Le telecomunicazione Il significato di modem Tipi di modem Modem in banda base I modem fonici La modulazione La modulazione

Dettagli

Sistema Video Balun. Manuale d utilizzo

Sistema Video Balun. Manuale d utilizzo Sistema Video Balun Manuale d utilizzo Versione 0.1 Aprile 2006 SOMMARIO 0.0 INTRODUZIONE...3 1.0 VANTAGGI...3 2.0 CARATTERISTICHE...3 3.0 APPLICAZIONI...4 4.0 CARATTERISTICHE TECNICHE...7 5.0 DOMANDE

Dettagli

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio

Radioastronomia. Come costruirsi un radiotelescopio Radioastronomia Come costruirsi un radiotelescopio Come posso costruire un radiotelescopio? Non esiste un unica risposta a tale domanda, molti sono i progetti che si possono fare in base al tipo di ricerca

Dettagli