Bollettino Antifrode

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bollettino Antifrode"

Transcript

1 Bollettino Antifrode Ed. N. 18 dicembre 2014/gennaio 2015 Rassegnaa stampa sul mondo delle frodi assicurative Pubblicata da: A cura di Giovanni Romito In questo numero: Operazione e Violentemente investito. Chiuse le indagini False residenza a Piacenza, arresti in Campania Scoperta serigrafia che stampava documenti falsi in Puglia.

2 SOMMARIO 01/12/2014 POZZUOLI SOS Tariffe Falsi tagliandi auto nella provincia di Napoli: sei agenzia sequestrate p.4 01/12/2014 AOSTA AostaCronaca.it False Assicurazioni per intascare risarcimenti, tre denunciati p.5 02/12/2014 CAMAIORE Il Tirreno Dieci Automobilisti nei guai per le false revisioni p.6 03/12/2014 NAPOLI Resport.it Boscoreale: truffa assicurazioni 16 arresti p.7 03/12/2014 GALLIPOLI Corriere Salentino Falsi incidenti per intascare i soldi dell assicurazione: due condanne p.8 03/12/2014 NAPOLI Lo Strillone Assicurazioni e società fantasma, ecco me funzionava la truffa p.9 03/12/2014 NAPOLI Lo Strillone Maxi-truffa: scoperta società fantasma con sede in cabina telefonica p.10 03/12/2014 NAPOLI Lo Strillone Truffa assicurazioni: il gruppo pronto a espandersi a Torre Annunziata p.11 03/12/2014 NAPOLI Il Mattino Truffavano le assicurazioni: 16arresti in provincia di Napoli p.12 03/12/2014 NAPOLI MetropolisWeb Truffe, scatta il blitz: 16 arresti a Torre Annunziata. p.13 04/12/2014 NAPOLI Quattro Ruote Assicurazioni, scoperta la truffa delle false residenze p.14 04/12/2014 NAPOLI Carrozzeria.it Smascherato network di agenzie dedito alla truffa RCA p.15 05/12/2014 ANCONA SOS Tariffe Polizze Assicurative false, maxi sequestro a Villaricca p.16 06/12/2014 SASSOFERRATO Corriere Adriatico Preso il Broker delle polizze false auto con assicurazioni taroccate p.17 09/12/2014 CARSOLI MarsicaLive Truffa RCA, arrestato 41 enne di Carsoli. Vendeva assicurazioni false p.18 09/12/2014 NAPOLI Sicurauto Truffe RCA: I carabinieri di Napoli smantellano un mega giro d affari p.19 11/12/2014 MESSINA CrimeBlog Falsi incidenti stradali: 12 arresti per truffa alle assicurazioni p.20 11/12/2014 CATANZARO CatanzaroInforma Operazione Violentemente investito, chiuse le indagini per 51 persone p.21 11/12/2014 NAPOLI Mediterranews Voleva truffare l assicurazione con un finto incidente p.22 11/12/2014 AOSTA AostaCronaca.it False assicurazioni per intascare risarcimenti, tre denunciati p.23 12/12/2014 CATANZARO Carrozzeria.it Chiuse le indagini sui falsi incidenti a Catanzaro p.24 13/12/2014 CASSINO Osservatore laziale Truffe alle assicurazioni: 9 arresti a Salerno, anche tre avvocati p.25 13/12/2014 TARANTO TarantoBuonasera Truffa alle assicurazioni. Ai domiciliari un indagato p.26 13/12/2014 ROMA BlitzQuotidiano Truffa dello specchietto a Roma. Chiedono 350 euro. Arrestati p.27 14/12/2014 TERNI Sos Tariffe Falsi sinistri con moto incidentate: 25 indagati a Terni p.28 14/12/2014 TERNI Motoblog.it Truffe assicurative: moto distrutte ma capaci di avere un incidente p.29 15/12/2014 ENNA Enna.gds.it Furto di libretti alla motorizzazione di Enna, un filo porta a maxi truffa p.30 15/12/2014 BENEVENTO Ntr24.tv Truffa di 2mila ad anziana: denunciate due persone p.31 16/12/2014 PIACENZA PiacenzaSera.it Assicurati a Piacenza ma con l auto a Napoli. Truffa da 2000 mila euro p.32 16/12/2014 LATINA Osservatore Laziale Cisterna di Latina, truffa alle assicurazioni: denunciati tre campani p.33 16/12/2014 LATINA H24Notizie.com Cisterna, denunciati tre campani per sostituzione di persona e frode p.34 16/12/2014 GIUGLIANO Internapoli.it Gli rubano la Ferrari: lo accusano di truffa all assicurazione p.35 16/12/2014 LATINA LatinaToday Sostituzione di persone e frode assicurativa, denunciati tre uomini p.36 17/12/2014 PIACENZA PiacenzaSera.it Falsi incidenti per fregare le assicurazioni, coinvolti due medici p.37 17/12/2014 PIACENZA NapoliToday Finte residenze a Piacenza per risparmiare sull assicurazione p.38 18/12/2014 NAPOLI Carrozzeria.it Intestavano l RCA a residenti di Piacenza per pagare meno che a Napoli p.39 18/12/2014 ROMA BlitzQuotidiano Evasori: i mille da 8 milioni a cranio con le finte assicurazioni all estero p.40 19/12/2014 PIACENZA IlPiacenza Pescara, truffe alle assicurazioni e leasing: 4 arresti, 58 indagati p.41 21/12/2014 SALERNO Positanonews Truffe alle assicurazioni dall Agro alla Costiera Amalfitana, 152 rinvii p.42 22/12/2014 LECCE Ansa Puglia Maxi truffa assicurazioni auto a Lecce, arrestati medici e avvocati p.44 22/12/2014 LECCE LecceNews24.it Smascherata associazione a delinquere. 12 arrestati p.45 23/12/2014 SIENA Quinewscuoio.it Falsi incidenti, indagini nella zona del cuoio p.47 23/12/2014 TERNI Giornale dell Umbria Assicurazioni flase vendute per valide: ecco i nomini di tutti gli arrestati p.48 24/12/2014 MILANO Repubblica Milano Supercar rubate per frodare le assicurazioni. In 47 a processo p.50 24/12/2014 LECCE TarantoBuonasera Truffa alle assicurazioni, preso anche un tarantino p.51 29/12/2014 LECCE LeccePrima Inchiesta sulle presunte truffe assicurative, primi interrogatori p.52 10/01/2015 LANCIANO Lanciano24.it Truffa alle assicurazioni, 51 indagati tra Lanciano, Atessa e Campania p.53 10/01/2015 LANCIANO ChietiToday Truffe alle assicurazioni per risparmiare sui costi: 51 indagati p.54 2

3 13/01/2015 LECCE IlPaeseNuovo.it Incidenti stradali falsi o gonfiati per truffare le assicurazioni p.52 13/01/2015 PERUGIA PerugiaToday Rubate decine di auto, ma le rivendevano senza problemi p.56 14/01/2015 LECCE AssicurazioneOnline Tornano liberi i responsabili della maxitruffa ai danni delle assicurazioni p.57 14/01/2015 LECCE LeccePrima Nessuna frode assicurativa, il Gup di Torino proscioglie otto salentini p.58 15/01/2015 NOLA Carrozzeria.it Risarcivano i sinistri due volte p.59 15/01/2015 NOLA IlMattino Truffa alle assicurazioni, indagati legali e giudici di pace p.60 17/01/2015 RIMINI Romagnanoi Finto incidente per incassare soldi, nei guai 14 persone p /01/2015 ISERNIA Primo numero.it Caro assicurazione, residenza a Pizzone per risparmiare p.62 17/01/2015 LECCE CorriereSalentino Truffa con i falsi incidenti: scarcerato anche Scardino. P.63 20/01/2015 LECCE LecceNews24 False polizze RCA, scattano le denunce per 64 persone p.64 20/01/2015 BRINDISI CrimeBlog Truffa alle assicurazioni, serigrafia stampava falsi certificati e polizze p.65 20/01/2015 BARI Repubblica.it Bari Patenti, assicurazioni e certificati medici: il catalogo del falsario p.66 20/01/2015 BRINDISI Agi.it Truffe: falsi certificati e Rca, 64 denunciati nel Brindisino p.67 22/01/2015 COSENZA Affari italiani Lasciano morire un neonato per avere un risarcimento, 7 arresti p.68 22/01/2015 COSENZA MediasetTgCom Truffe assicurative, uccidono feto per risarcimento: arresti in Calabria p.69 27/01/2015 PAVIA MilanoToday Assicurazioni truffate, anche due aborti per aumentare il risarcimento p.70 28/01/2015 PAVIA LaProvinciaPavese Truffe alle assicurazioni, si indaga su altri aborti p.71 20/01/2015 BARI Repubblica.it Bari Patenti, assicurazioni e certificati medici: il catalogo del falsario p.66 3

4 da SOSTariffe.it 01 dicembre 2014 FALSI TAGLIANDI AUTO NELLA PROVINCIA DI NAPOLI: SEI AGENZIE SEQUESTRATE La scorsa settimana in Campania sono state poste sotto sequestro ben sei compagnie di brokeraggio assicurativo, tutte implicate nel commercio di tagliandi assicurativi auto contraffatti. L'operazione, svolta dalla Polizia Municipale di Pozzuoli, ha messo in luce un giro d'affari da 20 milioni di Euro che si muoveva tra Milano, Avellino e la Provincia di Napoli. Il bilancio dell operazione anti-truffa svolta dalla Polizia Municipale di Pozzuoli è di 10 arresti, tagliandi auto sequestrati e la denuncia di sei agenzie assicurative. La base dell organizzazione malavitosa impegnata nella produzione di false assicurazioni era a Pozzuoli, ma a capo vi erano due società con sede rispettivamente ad Avellino e Milano. Il sequestro delle false assicurazioni auto è avvenuto a Pomigliano d Arco (NA) mentre le agenzie di brokeraggio assicurativo denunciate e poste sotto sequestro erano dislocate nella Provincia di Napoli, fra lo stesso capoluogo, Castelnuovo, Pozzuoli e Pomigliano. La scoperta della frode assicurativa è avvenuta in seguito ad un semplice controllo sui tagliandi Rc auto durante il weekend, ma dopo le prime verifiche, la Polizia Municipale ha intercettato un organizzazione capillare. Il giro d affari della maxi-truffa ammonta a 20 milioni di Euro, compreso il prezzo pagato dagli assicurati e i rimborsi richiesti alle assicurazioni. Come più volte ha precisato l Ivass chi si trova in possesso di un assicurazione auto falsa è privo di copertura Rc auto, per questo in caso di dubbio è meglio effettuare i dovuti controlli e comunque rivolgersi solo a compagnie assicurative abilitate. 4

5 da AostaCronaca.it - 01 dicembre 2014 FALSE ASSICURAZIONI PER INTASCARE RISARCIMENTI, TRE DENUNCIATI Usando l'identità di sconosciuti attivavano polizze assicurative rca sui loro veicoli per ottenere risarcimenti per incidenti stradali. Per truffa e sostituzione di persona i Carabinieri della caserma di Saint-Pierre hanno denunciato tre persone di origini campane, I.S., di 24 anni D.M.N. (38) e C.R. (38). L attività investigativa - si legge in una nota dell'arma - nasce dalla denuncia di un aostano (D.A.) nei confronti di ignoti che, utilizzando le sue generalità, avevano attivato una polizza assicurativa per la copertura di uno scooter a lui intestato. La vittima - prosegue il comunicato - si era vista recapitare a casa una pratica risarcitoria in relazione a un incidente stradale avvenuto fuori valle con quel motociclo di cui non era mai stato proprietario e per il quale mai aveva sottoscritto alcuna polizza rca. Nel corso delle indagini gli investigatori sono risaliti a un numero di carta prepagata che era stata utilizzata per effettuare il pagamento. In base agli accertamenti i tre denunciati, tutti con precedenti di polizia, avrebbero agito di comune accordo per consentire l attivazione dell assicurazione intestata falsamente al denunciante - spiegano i carabinieri - utilizzando una carta di credito passata di mano in mano tra più persone con l evidente intento di rendere più difficile l individuazione dell effettivo utilizzatore della carta. Visto il modus operandi particolarmente efficace della truffa, gli inquirenti stanno verificando se vi siano altre situazioni simili in valle e se i tre indagati abbiano attuato lo stratagemma in altre occasioni. 5

6 da IlTirreno 02 dicembre 2014 DIECI AUTOMOBILISTI NEI GUAI PER LE FALSE REVISIONI CAMAIORE. Sequestro del mezzo, multa salata e fondato rischio di ripercussioni penali per truffa: questo quanto inflitto ad un uomo di Camaiore, reo di aver fatto la revisione dal meccanico sbagliato. E nella sua stessa situazione, stando a quanto rivelato dalla polizia municipale ci sarebbero almeno un altra decina di automobilisti. Sul loro libretto di circolazione, infatti, i vigili hanno scoperto un tagliando della revisione contraffatto. Ma da chi? Gli automobilisti interessati hanno respinto ogni responsabilità: «Io la macchina l ho fatta revisionare in officina, ho anche pagato...», hanno spiegato ai vigili. Per questo motivo gli agenti della Municipale stanno facendo delle verifiche sulle officine sospette (una in particolare), ma in attesa di ulteriori riscontri, hanno sanzionato gli automobilisti trovati con il contrassegno fasullo. A far scattare l allarme truffe è un cinquantenne residente a Camaiore, fermato nei giorni scorsi dalla Municipale per un normale controllo di routine a patente e libretto. Il conducente si è tranquillamente sottoposto all ispezione della documentazione, sicuro di essere totalmente in regola. Le forze dell ordine, inseriti i dati sul terminale informatico, hanno invece riscontrato il contrario: l autovettura su cui viaggiava l uomo non risultava revisionata, nonostante il suo proprietario dichiarasse il contrario. Sorpreso dall esito del controllo, il conducente si è affrettato a mostrare l adesivo di certificazione e la relativa documentazione che riportava la data della revisione, risalente a luglio Revisione che, dopo ulteriori controlli, è risultata falsa, per lo stupore del proprietario dell auto: a quanto pare il meccanico a cui si è affidato l uomo ha emesso una certificazione contraffatta, lasciandolo girare senza revisione per oltre un anno. L ignaro conducente a quel punto ha tentato invano di mettersi in contatto con il meccanico responsabile del fattaccio, per ottenere chiarimenti in merito. Ma non è riuscito a reperirlo: «Ha staccato il telefono», dice l automobilista furibondo. La Municipale nonostante le giustificazioni del proprietario dell auto non ha voluto sentire ragioni: l uomo dovrà far fronte a tutte le sanzioni pecuniarie del caso, subire il sequestro momentaneo dell auto e discolparsi di fronte al giudice delle accuse di infrazione del codice penale che gli sono state rivolte, in quanto accusato di tentata truffa ai danni dello Stato. Oltre il danno, la salatissima beffa. Il comandante della municipale Carlo Palmerini conferma che di casi del genere nel corso dell anno se sono verificati parecchi, ma nega che siano tutti riconducibili a una stessa officina: "Stiamo facendo i dovuti accertamenti spiega Ma al momento non possiamo aggiungere altro. Quella delle revisioni false non è una novità assoluta. Il problema delle truffe riguarda anche le assicurazioni". 6

7 Da Resport.it 03 dicembre 2014 BOSCOREALE: TRUFFA ASSICURAZIONI, 16 ARRESTI I Carabinieri di Torre Annunziata stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei riguardi di 16 persone per associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di documentazione assicurativa, falso in scrittura privata e concorso in esercizio abusivo dell'attività di intermediazione assicurativa. È in corso anche il sequestro degli immobili utilizzati come sede delle agenzie periferiche di compagnie assicurative. Nell'inchiesta, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, i Carabinieri hanno scoperto la base operativa del gruppo e centinaia di truffe organizzate da succursali assicurative situate in provincia di Napoli e con ramificazioni in provincia di Roma. In particolare, i componenti del gruppo intestavano i veicoli a soggetti giuridici fittizi, come società, cooperative, associazioni, per poi destinarli con un ulteriore passaggio di proprietà al cliente finale, proponendo premi assicurativi fortemente scontati. 7

8 Da CorriereSalentino.it 03 dicembre 2014 FALSI INCIDENTI PER INTASCARE I SOLDI DELL ASSICURAZIONE: DUE CONDANNE E QUATTRO ASSOLUZIONI GALLIPOLI (Lecce) Due condanne e quatto assoluzioni per due falsi incidenti organizzati per intascare i soldi dell assicurazione. Per un primo episodio datato 20 novembre di cinque anni fa il giudice monocratico Michele Toriello ha assolto per mancanza di prove (così come richiesto dal pm Antonio Negro): Antonio, Marco e Daniele Natali, rispettivamente di 39, 35 e 40 anni; Tiziana e Angelo Polo, di 32 e 23 anni; Simona Barba, di 38 e Alessandro Cortese, di 38, tutti di Gallipoli, assistiti dall avvocato Fabio Vincenti. Gli imputati avrebbero falsamente attestato un incidente stradale tra una Mercedes condotta da Alessandro Cortese con una Atos condotta da Antonio Natali. Gli imputati avrebbero anche annotato l erronea presenza come trasportati nell autovettura di Natali, di Tiziana Polo, Marco Natali e Angelo Polo e avrebbero così indirizzato una richiesta di risarcimento danni alla Doumounione Assicurazioni. Per motivare la richiesta avrebbero segnalato che le due auto si erano tamponate e che le persone trasportate avevano riportato danni materiali e fisici. Cosimo Cortese avrebbe anche attestato per iscritto di avere assistito all incidente per ottenere un risarcimento di un danno non previsto dal contratto di assicurazione. Il secondo episodio, invece, riqualificato su richiesta del pubblico ministero in truffa assicurativa, risale all 11 novembre di quattro anni fa. Sempre il giudice Toriello ha condannato Daniele Natali e Tiziana Polo ad otto mesi di reclusione pena sospesa e al risarcimento danni mentre ha assolto Simona Barba e Antonio Natali sempre con formula dubitativa. Anche in questo caso gli imputati avrebbero falsamente attestato le modalità di un incidente tra una Hyudai Atos di proprietà di Tiziana Polo e condotta dalla donna e un autocarro Fiat Iveco guidato da Dario Leornadelli. Sarebbe stato allegato un cid errato sul quale apponevano la falsa firma di Leonardelli al fine di far apparire riscontrate le circostanze dell incidente nonché falsamente attestando la presenza come trasportati nell auto di Daniele e Antonio Natali e Simona Barba. Gli imputati avrebbero indirizzato una richiesta di risarcimento danni non dovuti per un incidente l 11 novembre del L assicurazione si era costituita parte civile con l avvocato Vittorio Mormando. Gli altri imputati, invece, erano assistiti dagli avvocati Speranza Faenza e Carmine De Paolis. 8

9 da Lo Strillone 03 dicembre 2014 ASSICURAZIONI E SOCIETÀ FANTASMA, ECCO COME FUNZIONAVA LA TRUFFA Un sistema collaudato che truffava diverse compagnie assicurative alle spalle di ignari cittadini che venivano utilizzati per chiudere l imbroglio. Una struttura gerarchica complessa dove ognuno aveva un compito ben preciso: a capo dell organizzazione Vincenzo Ambrosio, per gli inquirenti organizzatore e promotore dell associazione a delinquere, che gestiva la base operativa di Boscoreale e manteneva i rapporti con gli altri componenti dell organizzazione. Ad essere raggirate le compagnie assicurative Genertel, Donau, Sara, Carige, Alleanza - Toro e Unipol. La truffa partiva con la stipula di centinaia di contratti assicurativi fraudolenti in favore di cittadini residenti nella provincia di Napoli, ma che venivano intestati a società, associazioni o singoli contraenti, residenti o domiciliati in province italiane dove i costi assicurativi sono più bassi rispetto alla provincia di Napoli, grazie alla minore percentuale di sinistri. Queste società, che avevano sede legale in altre regioni d Italia, sulla carta erano esistenti, con regolare partita iva, ma erano, sul territorio, praticamente delle società fantasma riconducibili agli organizzatori della truffa. Dopo la regolare stipula del contratto assicurativo, i promotori della truffa provvedevano ad un doppio passaggio di proprietà, rilasciato da agenzie di pratiche auto inesistenti, in favore dell effettivo intestatario della polizza. La truffa consisteva nel trasmettere fotocopie di carte di circolazione falsificate nella residenza del contraente, e nel trasmettere alle compagnie assicurative i falsi passaggi di proprietà. I promotori dell organizzazione mettevano a disposizione di altre agenzie assicurative della provincia di Napoli le società o singoli contraenti per la stipula del contratti RC auto. I titolari di queste agenzie provvedevano poi alla effettiva riscossione dei pagamenti delle polizze, dividendo gli incassi con i promotori della truffa. Per controllare infine tutte le comunicazioni che arrivavano dalle compagnie, i promotori utilizzavano il servizio seguimi delle Poste Italiane. 9

10 da lostrillone.tv - 03 dicembre 2014 MAXI-TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI: SCOPERTA SOCIETÀ FANTASMA CON SEDE IN UNA CABINA TELEFONICA C'era anche una società con sede legale in una cabina del telefono: tipo quelle della 'Sip' d'un tempo, vecchio stile, in pieno centro cittadino. L'inchiesta condotta dai carabinieri di Boscoreale e Torre Annunziata, che ha portato stamattina a 16 arresti (2 persone finite in carcere e 14 ai domiciliari, tutti indagati per associazione a delinquere finalizzata a falsificare documenti assicurativi e falso in scrittura privata) svela retroscena grotteschi. L'organizzazione criminosa aveva la sua base a Boscoreale, in via Luigi Oliva, presso l'agenzia 'Multiservice', già sequestrata, e gestita dai 'promotori' Umberto e Vincenzo Ambrosio. Più di 300 i reati contestati, per un giro d'affari vicino ai 500mila euro e frutto di modalità operative a dir poco originali. Modalità ricostruite dai militari dell'arma che, all'esito delle indagini partite nel 2013, hanno scoperto una vera e propria organizzazione gerachica, con ripartizione rigida di ruoli e schemi. Attraverso un doppio passaggio di proprietà, per il tempo necessario alla stipula dei contratti R.C.A, le autovetture dei clienti, quasi tutti ignari della truffa, venivano infatti intestate a società, aziende, associazioni no profit e cooperative create solo sulla carta. Le sedi delle società 'bluff' erano ruderi, abitazioni di provati e, in un caso, addirittura una cabina telefonica. Stratagemma che consentiva al gruppo di evitare che le polizze ritornassero alle compagnie assicurative emittenti (Genertel, Donau, Sara, Carige, Alleanza-Toro e Unipol). Compagnie non a conoscenza del sistema criminale utilizzato dagli indagati. Questi ultimi, poi, si avvalevano dell abbonamento al servizio "seguimi" di Poste Italiane, per ricevere comunicazioni circa tutti i contratti venduti. Sequestrati 9 immobili tra Poggiomarino, Trecase, Volla, Piazzolla di Nola, Striano, Cercola, San Giorgio e Pomigliano d'arco. Tutti locali dove operavano agenzie compiacenti. 10

11 da lo strillone.tv - 03 dicembre 2014 TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI: IL 'GRUPPO' PRONTO AD ESPANDERSI A TORRE ANNUNZIATA L'associazione sgominata oggi dai carabinieri di Boscoreale, sotto inchiesta per la presunta commissione di circa 300 reati ai danni di compagnie assicurative, aveva alle origini base operativa in via Luigi Oliva. Poi, il sequestro dell'agenzia 'Multiservice', dove archiviare tutti i contratti stipulati nel napoletano, ha costretto al trasloco. I clienti, per la firma delle nuove polizze, dovevano andare a Trecase, in piazza S. Gennaro. "Lì c'era una stanza adibita ad un ufficio, con computer e scrivania. Il tutto era molto essenziale", raccontano gli interessati alla stipula di polizze vantaggiose. Le indagini dei militari di Boscoreale, agli ordini del Maresciallo Massimo Serra, hanno però scoperto l'ultima 'delocalizzazione': la base operativa del gruppo era pronta a spostarsi anche a Torre Annunziata. Il 19 novembre scorso l'apertura in via Traversa Maresca di una nuova agenzia di intermediazione assicurativa. Agenzia amministrata da Umberto Ambrosio ritenuto, col padre Vincenzo e la sua compagna Keila Mollica, a capo dell'organizzazione. 11

12 Da ilmattino - 03 dicembre 2014 TRUFFAVANO LE ASSICURAZIONI: 16 ARRESTI IN PROVINCIA DI NAPOLI Troppi erano gli automobilisti che, controllati dai carabinieri, presentavano il contrassegno assicurativo delle vetture palesemente falso. Ciò è bastato a far scattare un'indagine dei militari dell'arma di Boscoreale, con il maresciallo Massimo Serra, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata. Le assicurazioni non erano regolarmente registrate all'ania, l'associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici. I contratti venivano intestati a soggetti giuridici che non esistono: da società, a cooperative e associazioni. Poi, con un ulteriore passaggio di proprietà, venivano intestate al cliente finale, che pagava l'assicurazione a prezzi stracciati. In manette sono finite 16 persone, di cui 2 in carcere e 14 ai domiciliari. Le accuse a vario titolo sono per associazione a delinquere, volta alla falsificazione dei documenti assicurarivi, falso in scrittura privata e concorso in esercizio abusivo delle attività. Sono finiti sotto sequestro anche alcuni immobili, a Boscoreale, in alcune province napoletane e addirittura a Roma. Una vera e propria rete, in cui sono finite tantissime vittime: alcuni infatti, non erano nemmeno a conoscenza della truffa che stavano subendo. 12

13 da Metropolisweb.it 03 dicembre 2014 TRUFFE ALLE ASSICURAZIONI, SCATTA IL BLITZ: 16 ARRESTI A TORRE ANNUNZIATA. LA CENTRALE OPERATIVA A BOSCOREALE Sono state arrestate all'alba 16 persone accusate di truffe alle assicurazioni. I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata agli ordini del maggiore Michele De Riggi hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata nei confronti di 16 indagati ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di documentazione assicurativa, falso in scrittura privata e concorso in esercizio abusivo dell attività di intermediazione assicurativa. In due sono finiti in carcere, quattordici agli arresti domiciliari. L agenzia base logistica del gruppo è stata individuata a Boscoreale e, successivamente, gli investigatori hanno scoperto centinaia di truffe organizzate da succursali assicurative situate in tutta la provincia di Napoli (da San Giorgio a Cremano a Piazzolla di Nola, passando per Volla) e con ramificazioni fino a Roma. Ordinato inoltre il sequestro degli immobili utilizzati come sedi distaccate delle agenzie assicurative. Il gruppo criminale, attraverso un doppio passaggio di proprietà, intestava per il tempo strettamente necessario alla stipula dei contratti R.C.A. le autovetture dei clienti a svariate società, aziende, associazioni no profit e cooperative create, solo sulla carta, in province italiane ove l indice di sinistrosità, ed i premi assicurativi, risultano sensibilmente inferiori a quelli praticati nella provincia di Napoli, in modo da riconoscere al cliente finale un forte sconto sulle tariffe in vigore. Le sedi sociali delle società fantasma risultavano ruderi, abitazioni di ignari cittadini e, in un caso, addirittura una cabina telefonica, pertanto per evitare che le polizze alterate ritornassero alle compagnie assicurative emittenti non a conoscenza del sistema criminale utilizzato gli indagati si avvalevano dell abbonamento al servizio seguimi fornito dalle Poste Italiane. 13

14 Da 04 dicembre 2014 ASSICURAZIONI, SCOPERTA LA TRUFFA DELLE FALSE RESIDENZE Una colossale truffa alle assicurazioni con la mente a Napoli e con ramificazioni in tutta Italia è stata scoperta dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata (Napoli), che, al termine di indagini coordinate e dirette dalla Procura oplontina, hanno arrestato sedici indagati. Le sedi delle compagnia fantasma, tutte del Nord, erano in ruderi, abitazioni di ignari cittadini e in un caso perfino una cabina telefonica. Tutte società e associazioni no profit che esistevano solo sulla carta ma che servivano per intestare vetture giusto il tempo necessario a stipulare contratti Rc auto in città dove la sinistrosità era inferiore e dove quindi il costo delle polizze assicurative era più basso. Una pratica piuttosto diffusa nel Napoletano, dove le tariffe Rc sono le più alte in assoluto nonostante una sinistrosità molto ridotta, da quanti hanno parenti in aree meno a rischio disposti ad intestarsi i veicoli. Uno stratagemma macchinoso: Questa volta però non era neppure necessario avere un domicilio altrove: pensava a tutto l organizzazione criminale. Lo stratagemma studiato dal gruppo di truffatori, capeggiati da Vincenzo e Umberto Ambrosio, padre e figlio, considerati la mente dell'organizzazione che aveva base logistica a Boscoreale (Napoli) e ramificazioni in varie parti d'italia, era ben architettato nei suoi dettagli. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il gruppo criminale, attraverso un doppio passaggio di proprietà, intestava per il tempo strettamente necessario alla stipula dei contratti Rc auto le autovetture dei clienti a svariate società, aziende, associazioni no profit e cooperative create solo sulla carta in province italiane dove l'indice di sinistrosità e i premi assicurativi risultano sensibilmente inferiori a quelli di Napoli, in modo da garantire al cliente finale un notevole ribasso sulle tariffe in vigore. Tutto era studiato nei minimi particolari: l'organizzazione aveva stipulato un abbonamento con Poste italiane per il servizio Seguimi così da evitare che le polizze "alterate" ritornassero alle compagnie assicurative emittenti ignare del macchinoso sistema utilizzato dalla banda. Arresti e sequestri: L'indagine, condotta dai carabinieri della stazione di Boscoreale, è partita nell'agosto del 2013: almeno 300 i reati accertati. Oltre agli Ambrosio sono finiti agli arresti domiciliari quattordici persone con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di documentazione assicurativa e falso in scrittura privata e, per dieci di loro, anche di concorso in esercizio abusivo dell'attività d'intermediazione assicurativa. Nel corso dell'operazione, sequestrati alcuni immobili in provincia di Napoli utilizzati come sedi "periferiche" di agenzie responsabili della stipula di contratti assicurativi irregolari. "I provvedimenti restrittivi odierni spiega in una nota il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico hanno posto freno alla perdurante ed inarrestabile attività criminosa ideata e fondata nell'ambito del circondario di questa Procura, facendo emergere ancora una volta la capacità 'imprenditoriale' di soggetti, purtroppo, al servizio dell'illecito". 14

15 da Carrozzeria.it 04 dicembre 2014 SMASCHERATO NETWORK DI AGENZIE DEDITO ALLA TRUFFA RCA Le auto venivano prima intestate a società "fittizie" con sede nelle province dove la rca costa meno. Poi veniva falsificata la residenza del contraente e trasmesso alle compagnie un falso passaggio di proprietà. Si moltiplicano i casi di truffe alle assicurazioni, dai falsi incidenti alla falsificazione delle polizze. I Carabinieri hanno smascherato in questi giorni un vero e proprio network di agenzie dedite alla falsificazione delle polizze. L'organizzazione, secondo gli inquirenti, agiva mediante un doppio passaggio di proprietà: le auto venivano intestate prima ad associazioni, cooperative e società esistenti solo sulla carta, in luoghi strategici, ovvero nelle province italiane dove il tasso di incidenti è basso e le tariffe sono più basse. Tutte le società fittizie erano riconducibili ai capi dell'organizzazione ed avevano sede in ruderi, abitazioni di prestanome e addirittura in una cabina telefonica. Sulle carte di circolazione che venivano rilasciate agli ignari acquirenti veniva falsificata la residenza del contraente, e alle compagnie assicurative veniva trasmesso un passaggio di proprietà fasullo. La mente della banda sarebbero Vincenzo e Umberto Ambrosio, padre e figlio titolari di un'agenzia di Monfalcone, aiutati dalla compagna del figlio, anch'essa titolare di un'agenzia a Boscoreale (in provincia di Napoi). Alla rete sarebbero collegate altre agenzie con sede a Cercola, a Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, Avezzano, Striano, San Damiano D'Asti, Volla, Poggiomarino e Piazzolla di Nola. In pratica, i capi dell'organizzazione mettevano a disposizione di altre agenzie assicurative le società false per stipulare materialmente i contratti assicurativi. Le accuse sono di reato di truffa e di falsità in scrittura privata, tesi a trarre guadagno ai danni delle compagnie assicurativa. Gli indagati sono in totale

16 da SOSTariffe.it 05 dicembre 2014 POLIZZE ASSICURATIVE FALSE, MAXI SEQUESTRO A VILLARICCA (CASERTA) Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio soprattutto degli sconosciuti che bussano alla porta di casa chiedendo denaro. La truffa architettata nel 2008 da un uomo di Ancona di 31 anni oggi, è stata scoperta grazie alle indagini della Procura locale ed ha causato danni per diverse migliaia di Euro ad anziane signore. L uomo, Vincenzo Prota, millantava la professione di agente assicurativo in realtà non possedendone il titolo, si recava presso le abitazioni di donne sole chiedendo il pagamento di assicurazioni rimaste insolute per mancato pagamento di figli o altri prossimi congiunti o di polizze inesistenti. La Sentenza di condanna è stata pronunciata pochi giorni fa, con assoluzione solo relativamente ad un accusa correlata: quella di aver sottratto una busta contenente altro denaro dall abitazione di una delle danneggiate. I fenomeni relativi alle frodi in campo assicurativo sono in aumento, e vanno talvolta in danno delle compagnie assicurative (come i numerosi casi di falsificazione di tagliandi Rc auto), talvolta in danno di privati per mezzo di raggiri a domicilio, come in questo caso. 16

17 da CorriereAdriatico.it 06 dicembre 2014 PRESO IL BROKER DELLE POLIZZE FALSE AUTO CON ASSICURAZIONI TAROCCATE SASSOFERRATO I carabinieri di Sassoferrato hanno scoperto un grosso giro di assicurazioni false. Il tutto è iniziato a gennaio 2013 quando i militari, durante un controllo su strada a Fabriano, scoprono alcune auto con un contrassegno assicurativo sul quale era stampata la dicitura 'per copia conforme'. Iniziano accertamenti per verificare la legalità della polizza. I militari chiedono ed ottengono autorizzazione per perquisizione domiciliare nei confronti del proprietario dell'agenzia che risiede a Fabriano. Si scopre che l'agenzia aveva incassato centinaia di polizze trattenendo il denaro per sé e, di conseguenza, i clienti giravano senza copertura assicurativa. Coinvolti piu di 120 automobilisti del comprensorio. Il broker è stato denunciato per truffa e appropriazione indebita di circa 50 mila euro. 17

18 da MarsicaLive 09 dicembre 2014 TRUFFA RCA, ARRESTATO 41ENNE DI CARSOLI. VENDEVANO ASSICURAZIONI FALSE AI CLIENTI Carsoli. Sono stati 16 i provvedimenti di custodia cautelare. Le agenzie vendevano a ignari clienti polizze false facendosi pagare la cifra piena del contratto, come se fosse del tutto legittimo. Nei guai anche Gennaro Cerbone, 41 anni, residente a Carsoli. Troppi erano però negli ultimi tempi gli automobilisti che, controllati dai carabinieri, presentavano il contrassegno assicurativo delle vetture palesemente falso. Ciò è bastato a far scattare un indagine dei militari dell Arma di Boscoreale, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata. Le assicurazioni non erano regolarmente registrate all Ania, l Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici. I contratti venivano intestati a soggetti giuridici che non esistono: da società, a cooperative e associazioni. Poi, con un ulteriore passaggio di proprietà, venivano intestate al cliente finale, che pagava l assicurazione a prezzi stracciati. In manette sono finite 16 persone, di cui 2 in carcere e 14 ai domiciliari. assicurazioni truffetra questi anche Cerbone, che vive a Carsoli. Le accuse a vario titolo sono per associazione a delinquere, volta alla falsificazione dei documenti assicurarivi, falso in scrittura privata e concorso in esercizio abusivo delle attività. Sono finiti sotto sequestro anche alcuni immobili, a Boscoreale, in alcune province napoletane e addirittura a Roma. Una vera e propria rete, in cui sono finite tantissime vittime: alcuni infatti, non erano nemmeno a conoscenza della truffa che stavano subendo. 18

19 da Sicurauto.it 09 dicembre 2014 TRUFFE RCA: I CARABINIERI DI NAPOLI SMANTELLANO UN MEGA GIRO D'AFFARI A Napoli le tariffe RCA sono costosissime? E allora io mi invento una società in zone dove si pagano RCA meno (specie al Nord), intesto le vetture a quelle aziende, e pago RCA bassissime. Questa la tecnica usata da una banda di truffatori di Boscoreale (Napoli). Come racconta ilmattino.it, sono infatti tre i capi riconosciuti dagli inquirenti quali menti dell'organizzazione dedita alle frodi, finiti in manette. In particolare, Umberto Ambrosio viene riconosciuto come il titolare di una delle associazioni, con sede a Monfalcone, in provincia di Gorizia (Friuli Venezia Giulia), già sequestrata in precedenza. E Keila Mollica sarebbe la titolare di un'altra agenzia, con sede a Boscoreale. Proprio dalla cittadina ai piedi del Vesuvio che sono partite le indagini dei carabinieri. Altre agenzie avevano sede a Cercola, a Serravalle Scrivia (in provincia di Alessandria), Avezzano, Striano, San Damiano D'Asti, Volla, Poggiomarino e Piazzolla di Nola. A carico dei 16 indagati, le accuse di reato di truffa e di falsità in scrittura privata, tesi a trarre guadagno ai danni delle Compagnie assicurative. DOV'ERA IL TRUCCO - L'organizzazione agiva mediante un doppio passaggio di proprietà. Primo: le auto venivano intestate prima ad associazioni, cooperative e società esistenti solo sulla carta, in luoghi strategici. Ovvero le province italiane dove il tasso di incidenti è basso e le assicurazioni non sono care come a Napoli. Secondo: tutte le società erano riconducibili ai capi dell'organizzazione ed avevano sede in ruderi, abitazioni di cittadini che non erano a conoscenza, e addirittura in una cabina telefonica. Per evitare che i contratti fantasma tornassero alle Compagnie mittenti, veniva usato il servizio di Poste Italiane Seguimi. Non solo: sulle carte di circolazione rilasciate poi, la residenza del contraente era falsa e alle Compagnie assicurative veniva trasmesso un passaggio di proprietà fasullo. Per gli inquirenti, i truffatori mettevano a disposizione di altre agenzie assicurative le società false per stipulare materialmente i contratti assicurativi. I titolari di queste agenzie riscuotevano i profitti, dividendo i guadagni con i capi. IL DRAMMA DEL MERIDIONE - Stando all'ania (Associazione delle Assicurazioni), nel 2012, quasi un quarto dei sinistri denunciati è risultato sospetto, così come il 40% delle partite relative a danni alla persona. Di tutti questi sinistri, per quasi la metà (il 42,3%) vengono predisposti ulteriori accertamenti e di questi il 26,5% sono stati chiusi senza seguito. A livello regionale le percentuali sono più accentuate in Campania, Puglia e Calabria. Lì dove le tariffe raggiungono vette impensabili, in particolare a Napoli e Caserta. E i sinistri oggetto di approfondimento in relazione al rischio frode circa nel aumentano nel 2013, ammontando a unità, pari all'8,5% circa del denunciato. I numeri assoluti delle querele proposte dalle imprese nel 2013, invece, aumentano in modo molto più deciso rispetto alla precedente annualità, risultando un incremento del 30% per fattispecie legate a possibili frodi in fase liquidativa, e del 35,5% per fattispecie fraudolente connesse ad aspetti contrattuali e precontrattuali. Confrontando i dati 2012 e 2013, si osserva che, nonostante la rilevata diminuzione del numero dei sinistri, l'ammontare su base nazionale delle stime sul risparmio conseguito per effetto della lotta alle frodi è cresciuto di più del 3%, passando dai 177,5 milioni di euro del 2012 ai 183,5 milioni nel GUAIO CHIAMA GUAIO - Napoli è la patria delle truffe RCA, pagate a carissimo prezzo anche dai cittadini onesti (la stragrande maggioranza) del capoluogo campano: le Assicurazioni spalmano sulla collettività i costi delle frodi, specie nelle zone dove gli incidenti gonfiati o inventati sono numerosi. La truffa in questione (residenza lontano da Napoli) è quindi una patologia figlia di un'altra patologia: il caro-rc Auto. Difficile sconfiggerla, dunque. C'è anche da dire che le stesse Compagnie non paiono agguerrite nel combattere le truffe di qualsiasi genere: spesso, al Sud, gli uffici sinistri chiudono, e di recente l'ivass (l'istituto di vigilanza sulle Assicurazioni) ha richiamato le Compagnie in seguito alla fuga delle stesse da certe zone del Meridione, con gli automobilisti onesti che avevano difficoltà a trovare un'agenzia. Tornando alla truffa della residenza fittizia, è possibile che, per accaparrarsi o non perdere il cliente, l'assicurazione faccia finta di non accorgersi che l'assicurato in realtà circola a Napoli. 19

20 da crimeblog.it 11 dicembre 2014 MESSINA, FALSI INCIDENTI STRADALI: 12 ARRESTI PER TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI Falsi incidenti stradali a Messina per una truffa alle assicurazioni secondo un registro visto e rivisto in questo genere di frodi. Sono 12 gli arresti eseguiti questa mattina dai carabinieri della Città dello Stretto che dopo accurate indagini ritengono di aver accertato la truffa alle compagnie assicurative attraverso il sistema degli incidenti stradali simulati per fregare appunto le assicurazioni. Solo uno degli arrestati, ritenuto il capo dell'organizzazione dedita alla truffa, è finito in carcere, gli altri undici indagati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Per altre otto persone è stata invece ordinata la misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L'attività investigativa dei militari dell'arma, in collaborazione con la polizia municipale, avrebbe documentato l'esistenza di questo gruppo che utilizzava persone come falsi testimoni di incidenti stradali e reclutava guidatori compiacenti da coinvolgere nelle truffe. L'inchiesta è stata coordinata dal sostituto procuratore Antonio Carchietti, le misure restrittive sono state emesse dal gip Maria Teresa Arena. A metà novembre sempre per una presunta frode sulle assicurazioni Rc auto la polizia stradale aveva denunciato Messina cinque persone per truffa, produzione e uso di documentazione assicurativa falsa, nell ambito di una più ampia campagna di carattere nazionale contro reati di questo genere denominata Alto Impatto. 20

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S.

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S. codice della strada di Raffaele Chianca* e Gianluca Fazzolari** Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94bis C.d.S. Nel non troppo lontano 2009 il nostro

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

www.pwc.com PwC Forensic Services La nostra esperienza 5 novembre 2014

www.pwc.com PwC Forensic Services La nostra esperienza 5 novembre 2014 www.pwc.com La nostra esperienza 5 novembre 2014 La nostra esperienza Quando intervenire? 1. Preventivamente, nel caso in cui l'azienda operi in misura rilevante con soggetti che si dichiarano esportatori

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA 07.04.2013 Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne Indice:. Pagina 2: Equiparazione delle patenti rilasciate fino al 18.01.13 alle nuove categorie previste dal19.01.13;.

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie.

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie. ENTRA IN VIGORE LA PATENTE UNICA EUROPEA (parte generale) 19 gennaio 2013: entra in vigore la patente dell Unione Europea, unica ed uguale per tutti i cittadini europei, in formato card, con la foto digitale

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

ART. 1 (Modifiche al codice penale)

ART. 1 (Modifiche al codice penale) ART. 1 (Modifiche al codice penale) 1. Dopo l articolo 131 del codice penale, le denominazioni del Titolo V e del Capo I sono sostituite dalle seguenti: «Titolo V Della non punibilità per particolare tenuità

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

REPORTAGE ASSICURAZIONI 2014. a cura di Studio Martelli & partners

REPORTAGE ASSICURAZIONI 2014. a cura di Studio Martelli & partners REPORTAGE ASSICURAZIONI 2014 a cura di Studio Martelli & partners 2 INDICE Introduzione 4 1. Orientamento dei tribunali 7 1.1 Orientamento delle Curie in merito alla L. 27/2012. 1.2 Orientamento generale

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli