PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica"

Transcript

1 ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale per eliminazione viziosità planoaltimetriche e creazione corsia di sorpasso dal Km (Località Cadibona) al Km PROCEDURE E MODALITA DI AGGIUDICAZIONE Il sistema di aggiudicazione della gara è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa, di cui agli articoli 83 e 84 dei decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE. La commissione giudicatrice esprimerà la propria valutazione attribuendo a ciascuna offerta validamente presentata un massimo di 100 punti. La valutazione delle offerte è determinata dalla somma dei punteggi attribuiti ai singoli elementi di valutazione sulla base dei coefficienti di giudizio espressi dalla commissione giudicatrice moltiplicati per i fattori ponderali di seguito indicati Fattori ponderali Offerta tecnica (punti 85) 1 Migliorie relative alla cantierizzazione ed alla gestione del cantiere massimo punti 43 2 Pregio Tecnico e qualità delle migliorie proposte massimo punti 15 3 Piano degli approntamenti per la sicurezza massimo punti 20 4 Valutazione Tecnica Cronoprogramma massimo punti 7 Fattori matematici Offerta Tempo Esecuzione (punti 2) 5 Tempo di esecuzione dei lavori massimo punti 2

2 Offerta economica (punti 13) 6 Ribasso sull'importo a base di gara massimo punti 13 Coefficienti di valutazione La commissione giudicatrice assegnerà discrezionalmente a ciascun fattore e sotto-fattore ponderale dell offerta una valutazione espressa mediante un coefficiente da 0 a 1 con un massimo di due decimali. 1) Migliorie relative alla cantierizzazione ed alla gestione del cantiere (max 43 punti) Il concorrente dovrà predisporre una relazione tecnica di massimo 15 pagine in formato A4 (carattere minimo e non inferiore Times New Roman 11 ) e di massimo 6 tavole formato A3 contenente in dettaglio la descrizione delle proposte in ordine alla minimizzazione delle interferenze con la viabilità ed alla gestione del cantiere per minimizzare gli impatti sul territorio. Per questa attività verranno assegnati fino a 43 punti sulla base degli approfondimenti e delle proposte formulate con specifico riferimento ai seguenti aspetti: a) Cantierizzazione: localizzazione e gestione delle aree di baraccamento (cantiere fisso), delle aree di deposito e stoccaggio materiali; (fino a 5 punti); b) Pianificazione e controllo di tutte le attività esecutive con approfondimenti legati ad interferenze ed interconnessioni infrastrutturali pubbliche e private (fino a 15 punti); c) Certificazione del possesso e/o della disponibilità di attrezzature e del personale complessivamente necessari per l esecuzione delle singolelavorazioni secondo le modalità offerte in fase di gara (fino a 10 punti). d) Organizzazione e strutture interne di gestione e controllo della commessa, con personale qualificato dell impresa (fino a 5 punti). e) Proprietà e/o disponibilità di cave, di impianti di preconfezionamento di calcestruzzo, bitumato, discarica di riciclaggi e discarica di terre e rocce da scavi a distanza compatibile con l ubicazione del lavoro. Certificazione di processo CFP per gli impianti e per i materiali da impiegare per la commessa. Sistema di Gestione Ambientale certificato. (Fino a 8 punti)

3 In caso di aggiudicazione dell appalto le migliorie relative alla cantierizzazione proposte diventeranno oggetto del contratto di appalto 2) Pregio Tecnico e qualità delle migliorie proposte (max 15 punti) Il concorrente dovrà predisporre una relazione tecnica di massimo 6 pagine in formato A4 (carattere minimo e non inferiore Times New Roman 11 ) e di massimo 7 tavole formato A3 contenente in dettaglio la descrizione delle proposte. Per questa attività verranno assegnati fino a 15 punti sulla base degli approfondimenti e delle proposte formulate. Il concorrente può proporre soluzioni finalizzate a migliorare, dal punto di vista tecnico, manutentivo e qualitativo le scelte progettuali. Tali migliorie devono limitarsi ad innovazioni complementari o strumentali nel rispetto delle linee essenziali e dell impostazione del progetto. Il concorrente deve illustrare le migliorie proposte mediamte documentazione tecnica composta da relazione illustrativa, computo metrico ed ogni altro documento ritenuto idoneo precisando per ogni proposta: le ragioni tecniche alla base delle scelte; come le soluzioni proposte siano tali da garantire l efficienza del progetto salvaguardare l esigenza dell amministrazione Le suddette migliori verranno a livello economico trattate nei segeunti modi: a) qualora risultino migliorie riferite a sostituzioni di materiali, impianti e e/o strumenti già previsti e computati nel progetto, l impresa offerente dovrà produrre le nuove voci di capitolato. Tali voci saranno compensate con il prezzo previsto nel progetto esecutivo senza variazione del rispettivo costo complessivo della voce indicata nel computo di progetto esecutivo; b) qualora risultino migliorie di nuovi materiali, impianti e/o servizi non previsti nel progetto esecutivo e che comunque non costituiscano varianti allo stesso, gli eventuali maggiori oneri derivanti dalle migliorie stesse, saranno offerti a titolo gratuito dall impresa offerente. In caso di aggiudicazione dell appalto le migliorie proposte diventeranno oggetto del contratto di appalto. 3) Piano degli approntamenti per la sicurezza (max 20 punti) Il concorrente dovrà predisporre una relazione tecnica di massimo 10 pagine in formato A4, (carattere minimo Times New Roman 11 ), e di massimo 5 tavole grafiche formato A3 contenente

4 un piano degli approntamenti per la sicurezza. Il piano, redatto a partire dai rischi evidenziati dal Piano della sicurezza e coordinamento allegato al progetto esecutivo, si propone come obiettivo di ridurre al minimo i rischi del cantiere. Per questa attività verranno assegnati fino a 20 punti sulla base degli approfondimenti e delle proposte formulate con specifico riferimento ai seguenti aspetti: a) approfondimento, specificazione del programma di formazione dell organizzazione aziendale, in relazione alla sicurezza al fine dell ottenimento della conseguente riduzione del rischio, comprensivo degli aggiornamenti periodici previsti. Inoltre è richiesta la dimostrazione delle attività legate alla gestione, controllo e verifica della sicurezza in fase di esecuzione ai fini della minimizzazione dei rischi (fino a 12 punti); b) attività aggiuntive finalizzate alla riduzione del disagio recato ai cittadini residenti nelle immediate vicinanze del cantiere, nonché dimostrazione delle attività legate al controllo, verifica e gestione della sicurezza in fase di esecuzione per la minimizzazione dei rischi (fino a 8 punti). Il concorrente dovrà fornire la descrizione dettagliata delle proposte, supportata da elaborati grafici, modalità costruttive e tutto quanto necessario a dimostrare l efficacia e la credibilità delle soluzioni in ordine all operatività in sicurezza del cantiere. In caso di aggiudicazione il piano degli approntamenti per la sicurezza diverrà documento contrattuale. 4 ) Valutazione tecnica cronoprogramma (max 7 punti) Viene richiesto il cronoprogramma esecutivo del concorrente, sviluppato sulla base di quello posto a base di gara, che rappresenti graficamente la pianificazione e programmazione delle lavorazioni nei suoi principali aspetti di sequenza logica temporale soprattutto in riferimento alle soluzioni cantieristiche proposte. L elaborato dovrà essere costituito da una relazione di massimo 5 pagine formato A4, accompagnata dal cronoprogramma esecutivo e da eventuali tavole illustrative, riportanti le proposte del Candidato. In caso di aggiudicazione dell appalto il Cronoprogramma esecutivo proposto diverrà documento contrattuale.

5 5) Offerta tempo Esecuzione Lavori (max 2 punti) Non sono ammesse proposte con tempi superiori a quelli individuati nel progetto esecutivo e inferiori per più di 90 giorni naturali consecutivi, rispetto al termine contrattuale di 365 giorni naturali consecutivi in ragione delle potenziali criticità in tema di sicurezza sul lavoro previste nel P.S.C. Pertanto, al massimo, potrà essere offerto un tempo di esecuzione di 318 giorni naturali consecutivi. Il Tempo di Esecuzione dei Lavori dovrà essere espresso sia in giorni naturali consecutivi, sia nel conseguente ribasso percentuale sul tempo contrattualmente previsto di giorni 365. In caso di aggiudicazione dell appalto il Il Tempo di esecuzione lavori proposto diverrà documento contrattuale. Il punteggio del fattore tempo di esecuzione verrà attribuito mediante calcolo con la seguente formula: Tn = nn x (perc Tn / per Tmax) dove: Tn = punteggio attribuito all offerta n-esima; nn = punteggio massimo (2 punti); x = è il simbolo matematico di moltiplicazione perc Tn = percentuale di ribasso sul tempo di esecuzione offerta dal concorrente n-esimo / = è il simbolo matematico di divisione perc Tmax = percentuale di ribasso offerta dal concorrente che ha presentato il maggior ribasso sui tempi di esecuzione in sede di gara 6) Offerta Economica - Prezzo Offerto e conseguente ribasso (max 13 Punti) Il punteggio del fattore prezzo verrà attribuito mediante calcolo con la seguente formula: Pn= nn x (perc o/perc max) dove: Pn = punteggio attribuito all offerta n-esima; nn = punteggio massimo (13 punti); x = è il simbolo matematico di moltiplicazione perc o = percentuale di ribasso offerta dal concorrente n-esimo / = è il simbolo matematico di divisione

6 perc max = percentuale di ribasso offerta dal concorrente che ha presentato il maggior ribasso in gara Gli altri punteggi inerenti i l offerta tecnica saranno oggetto di attribuzione di punteggio sulla scorta della valutazione discrezionale dei componenti la commissione giudicatrice per ciascuno degli elementi e con l attribuzione dei relativi punteggi in ragione dei pesi e dei sub-pesi indicati nel presente disciplinare di gara. Savona, lì 16 maggio 2011 Il Responsabile del procedimento Geom. Renato Falco

CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTE

CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTE ALLEGATO E CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTE Il sistema di aggiudicazione della gara è quello dell'appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori, previa acquisizione del progetto definitivo

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Tecnico e Unico delle Progettazioni e delle Manutenzioni

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Tecnico e Unico delle Progettazioni e delle Manutenzioni PROVINCIA DI MANTOVA Settore Tecnico e Unico delle Progettazioni e delle Manutenzioni SERVIZIO PROGETTAZIONI STRADALI, PONTI, STRUTTURE COMPLESSE, PORTO OGGETTO: 2 LOTTO DELLA TANGENZIALE DI ROVERBELLA

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE DI GARA

PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE DI GARA PROVINCIA DI MANTOVA Settore Progettazione della Viabilità e delle Infrastrutture OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE DELLA EX S.S. 236 GOITESE TANGENZIALE NORD AL CENTRO ABITATO DI GUIDIZZOLO ALLEGATO 5) AL DISCIPLINARE

Dettagli

BANDO DI GARA. Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007

BANDO DI GARA. Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007 1. Amministrazione aggiudicatrice: BANDO DI GARA Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007 - denominazione: CONSORZIO CASAL LUMBROSO - indirizzo: Via del Poggio Laurentino n. 66,

Dettagli

CRITERI PER LA REDAZIONE DELLE ANALISI PREZZI, RELATIVE ALLE VOCI D OFFERTA

CRITERI PER LA REDAZIONE DELLE ANALISI PREZZI, RELATIVE ALLE VOCI D OFFERTA Comune di Mattarello Provincia Trento CRITERI PER LA REDAZIONE DELLE ANALISI PREZZI, RELATIVE ALLE VOCI D OFFERTA Committente: PROVINCIA AUTONOMA DI TERNTO Via Romagnosi, 9 38100 Trento Ente Appaltante:

Dettagli

ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE

ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE Guida operativa ITACA per l utilizzo del criterio d aggiudicazione dell offerta economicamente più vantaggiosa negli appalti di lavori pubblici di sola esecuzione ROMA, giovedì 20 GIUGNO 2013 1 Le condizioni

Dettagli

Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche. Co.Svi.G. S.r.l. Tel/fax 0577 752950. Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n.

Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche. Co.Svi.G. S.r.l. Tel/fax 0577 752950. Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n. Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche Co.Svi.G. S.r.l. Sede legale: Via Tiberio Gazzei n. 89-53030 RADICONDOLI (Siena) Tel/fax 0577 752950 Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n. 58-50144 FIRENZE

Dettagli

RACCORDO FERROVIARIO FRA LA LINEA PARMA- BRESCIA E LE AREE INDUSTRIALI DI CASALMAGGIORE E VIADANA. Sistema di Valutazione delle Offerte

RACCORDO FERROVIARIO FRA LA LINEA PARMA- BRESCIA E LE AREE INDUSTRIALI DI CASALMAGGIORE E VIADANA. Sistema di Valutazione delle Offerte Provincia di Mantova Settore Pianificazione Territoriale, Programmazione, Assetto del Territorio RACCORDO FERROVIARIO FRA LA LINEA PARMA- BRESCIA E LE AREE INDUSTRIALI DI CASALMAGGIORE E VIADANA Sistema

Dettagli

A) PIANO DI GESTIONE COMMESSA (P.G.C.) MAX. PUNTI 15/100

A) PIANO DI GESTIONE COMMESSA (P.G.C.) MAX. PUNTI 15/100 Allegato 1) Temi dell offerta e griglia di valutazione La gara sarà aggiudicata col criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa utilizzando il Metodo aggregativo compensatore di cui all allegato

Dettagli

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DI PALAZZO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA. 1. Ente appaltante: ASL TO1, Via San Secondo 29, 10128 Torino (Tel.

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA. 1. Ente appaltante: ASL TO1, Via San Secondo 29, 10128 Torino (Tel. AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA 1. Ente appaltante: ASL TO1, Via San Secondo 29, 10128 Torino (Tel. 0115662551, fax 0115662553, sito internet www.aslto1.it, indirizzo e- mail:

Dettagli

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza TITOLO IV "Ruoli, responsabilità e sanzioni nel settore pubblico e privato Argomenti: - Principi contenuti nel «Codice degli appalti D.lgs 12 aprile

Dettagli

S E T T O R E C O N S E R V A Z I O N E B E N I A R C H I T E T T O N I C I E I M P I A N T I S T I C I

S E T T O R E C O N S E R V A Z I O N E B E N I A R C H I T E T T O N I C I E I M P I A N T I S T I C I Prot. (protocollata in originale in data 09/07/09) Spett.le LETTERA D INVITO: Procedura di affidamento per la fornitura ed installazione di impianto ascensore posto al centro Scalone di accesso ai Piani

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA (Allegato 1) ALLEGATO AL BANDO DI GARA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA Pagina 1/6 Sommario DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA 1. Calcolo

Dettagli

PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA P.zza Morgagni n. 9-47121 Forlì www.provincia.fc.it PEC: provfc@cert.provincia.fc.it

PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA P.zza Morgagni n. 9-47121 Forlì www.provincia.fc.it PEC: provfc@cert.provincia.fc.it PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA P.zza Morgagni n. 9-47121 Forlì www.provincia.fc.it PEC: provfc@cert.provincia.fc.it Servizio Affari Generali e Istituzionali, Risorse Umane e Organizzazione Ufficio Contratti

Dettagli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli

LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI. 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli LA QUALITA NELL OPERA PUBBLICA WORKSHOP VARIANTE DI CANALI 5 GIUGNO 2015 PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Dott.ssa Silvia Signorelli DIRITTO COMUNITARIO Principi trattato - Direttive PRINCIPI GENERALI IL QUADRO

Dettagli

Lavori Riservato all Ufficio delle pubblicazioni

Lavori Riservato all Ufficio delle pubblicazioni UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail: mp-ojs@opoce.cec.eu.int

Dettagli

1 P.T.I. C.S.A. * CUP C44H14000060006 * CIG 606965990D 5881313 CPV: 45210000-2 2 * CUP C46J14000380001 * CIG 6069731479 5881420 CPV:

1 P.T.I. C.S.A. * CUP C44H14000060006 * CIG 606965990D 5881313 CPV: 45210000-2 2 * CUP C46J14000380001 * CIG 6069731479 5881420 CPV: COMUNE DI CARMAGNOLA Provincia di Torino Piazza Manzoni n. 10 - Tel 011/9724111 fax 011/9724214 P. IVA 01562840015 www.comune.carmagnola.to.it e-mail: protocollo.carmagnola@cert.legalmail.it BANDO DI GARA

Dettagli

ATTRIBUZIONE PUNTEGGIO ELEMENTO A CRITERI TECNICI ( FATTORE PONDERALE TOTALE 30)

ATTRIBUZIONE PUNTEGGIO ELEMENTO A CRITERI TECNICI ( FATTORE PONDERALE TOTALE 30) SPECIFICHE TECNICHE PER LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI TECNICI ED ECONOMICI DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 01.01.2015-31.12.2019. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE La

Dettagli

Criteri di aggiudicazione. Fattori ponderali

Criteri di aggiudicazione. Fattori ponderali Criteri di aggiudicazione Il sistema di aggiudicazione della gara è quello dell offerta economicamente più vantaggiosa, di cui agli articoli 83 e 84 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, codice

Dettagli

DISCIPLINARE PREST AZIONALE

DISCIPLINARE PREST AZIONALE POLO SCOLASTICO INTEGRATO "BUON PASTORE" II LOTTO FUNZIONALE PER LA REALIZZAZION E DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DISCIPLINARE PREST AZIONALE f ~ ~ A) ELEMENTI QUALITA.TIVI PUNTI.. 80 l-miglioramento

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE E TERRITORIO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE E TRASPORTI IL DIRIGENTE GENERALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE E TERRITORIO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE E TRASPORTI IL DIRIGENTE GENERALE DISCIPLINA DEI REQUISITI E DELLE PROCEDURE DI ACCESSO AI FINANZIAMENTI E MODALITA DI RIMBORSO DELLE SOMME ANTICIPATE Fondo rotativo per la progettazione a favore degli Enti Pubblici della Regione Basilicata

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO C.I.G.: 6283927C98 IL RESPONSABILE DELLA STAZIONE UNICA APPALTANTE

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO C.I.G.: 6283927C98 IL RESPONSABILE DELLA STAZIONE UNICA APPALTANTE STAZIONE UNICA APPALTANTE UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA Piazza Vittorio Amedeo n 1 C.A.P. 10054 Cesana Torinese Tel. 0122/89114 fax 0122897113 PROVINCIA DI TORINO e-mail: info@comune.cesana.to.it

Dettagli

Bando di gara a procedura aperta

Bando di gara a procedura aperta Bando di gara a procedura aperta Denominazione, indirizzo, punti di contatto Autorità Portuale di Catania - Via Cardinale Dusmet 2/Piazzale Circumetnea 95131 Catania Tel.: 095.535888 - Fax: 095.7463594

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DI CUI SI COMPONE L OFFERTA TECNICA (BUSTA B )

DOCUMENTAZIONE DI CUI SI COMPONE L OFFERTA TECNICA (BUSTA B ) Allegato 9 al Bando Integrale di Gara DOCUMENTAZIONE DI CUI SI COMPONE L OFFERTA TECNICA (BUSTA B ) 1. Relazione tecnica generale Relazione illustrativa recante l indicazione degli Elementi di valutazione

Dettagli

EDILIZIA SOVVENZIONATA MANUTENZIONE STRAORDINARIA M S M 7 9 32 8 5 INFORMAZIONI INERENTI LA COMPILAZIONE DEL QTE NELLE VARIE FASI

EDILIZIA SOVVENZIONATA MANUTENZIONE STRAORDINARIA M S M 7 9 32 8 5 INFORMAZIONI INERENTI LA COMPILAZIONE DEL QTE NELLE VARIE FASI Foglio 1 QTE S REGIONE CALABRIA Quadro Tecnico Economico per interventi di edilizia residenziale pubblica EDILIZIA SOVVENZIONATA MANUTENZIONE STRAORDINARIA M (ai sensi del D.M. 5 agosto 1994 pubblicato

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

Bando di gara Prot. 2373 del 02/09/2015 Albo Pretorio n. 494 del 02/09/2015 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Bando di gara Prot. 2373 del 02/09/2015 Albo Pretorio n. 494 del 02/09/2015 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA La tua Campania Cresce in Europa COMUNE DI SAN LORENZO MAGGIORE (Provincia di Benevento) (82034)Via Santa Maria n. 43/A. Tel. 0824 813711 - fax. 0824 813597 - E-mail: uff.tecnicoslm@libero.it Bando di

Dettagli

BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11. Consorzio Industriale Provinciale Medio Campidano - Villacidro,

BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11. Consorzio Industriale Provinciale Medio Campidano - Villacidro, BANDO DI GARA-PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE CUP N D16F13000030007 - CIG N 5887761E11 Sezione I : Amministrazione aggiudicatrice I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Consorzio Industriale Provinciale

Dettagli

I CONTENUTI DEL PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO ED I COSTI DELLA SICUREZZA PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI BERGAMO 31.01.

I CONTENUTI DEL PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO ED I COSTI DELLA SICUREZZA PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI BERGAMO 31.01. I CONTENUTI DEL PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO ED I COSTI DELLA SICUREZZA PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI BERGAMO 31.01.2007 www.gruppomercurio gruppomercurio.orgorg NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.Lgs

Dettagli

Comune di Barano D Ischia (Provincia di Napoli)

Comune di Barano D Ischia (Provincia di Napoli) Comune di Barano D Ischia (Provincia di Napoli) BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO Affidamento mediante procedura aperta ai sendi dgli articolo 15 e 35 della Legge Regione Campania 3/2007 della Elaborazione

Dettagli

Modalità di formulazione dell offerta

Modalità di formulazione dell offerta ALLEGATO - PARAMETRI E CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Comune di Oristano SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Prot. n del Cat. cl. fasc. Risposta a nota n del All Impresa APPALTO PUBBLICO DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE ALLA

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Bollo infrastrutture centro storico P.I.R.P. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Il sottoscritto Nato a Prov.. il In qualità di (carica sociale ) dell Impresa (nome Società)

Dettagli

DISCIPLINA DELLA GARA MODALITA DI PRESENTAZIONE E VALUTAZIONE DELLE OFFERTE

DISCIPLINA DELLA GARA MODALITA DI PRESENTAZIONE E VALUTAZIONE DELLE OFFERTE ALLEGATO F) 7 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO FORNITURA DI APPARATI RADIO TERMINALI OPERANTI IN TECNICA MULTIACESSO NUMERICA CON STANDARD ETSI TETRA E DEI SERVIZI CONNESSI DISCIPLINA DELLA GARA MODALITA DI

Dettagli

PARAMETRI E CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELL OFFERTA

PARAMETRI E CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELL OFFERTA Allegato D Gara mediante procedura aperta sopra soglia comunitaria con il criterio di aggiudicazione dell offerta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio integrato di raccolta, trasporto

Dettagli

BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE

BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE AGGIUDICAZIONE TRAMITE PROCEDURA APERTA E CRITERIO DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA. IPOTESI DI

Dettagli

Unione di Comuni Città - Territorio Val Vibrata 64015 Nereto (TE)0861-851825

Unione di Comuni Città - Territorio Val Vibrata 64015 Nereto (TE)0861-851825 Unione di Comuni Città - Territorio Val Vibrata 64015 Nereto (TE)0861-851825 DISCIPLINARE DI GARA Allegato al bando di gara per l affidamento del Servizio di Assistenza per l autonomia e la comunicazione

Dettagli

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163)

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163) L entrata in vigore del Codice dei Contratti Pubblici Codice de Lise D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 Il nuovo testo unitario sugli appalti pubblici (anche denominato "Codice de Lise", dal nome del presidente

Dettagli

COMUNE DI RIVELLO PROVINCIA DI POTENZA

COMUNE DI RIVELLO PROVINCIA DI POTENZA BANDO DI GARA Interventi di messa a norma, ammodernamento tecnologico e funzionale, luminoso, esercizio, manutenzione e gestione degli impianti di pubblica illuminazione nel Comune di RIVELLO (PZ). SEZIONE

Dettagli

I piani di sicurezza e la stima dei costi

I piani di sicurezza e la stima dei costi I piani di sicurezza e la stima dei costi Corso sulla sicurezza nei cantieri temporanei o mobili di cui al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. PIANI Di SICUREZZA/1 Riferimenti normativi Art. 131 del D.Lgs. n. 163/2006

Dettagli

FASI DELLA PROGETTAZIONE Preliminare Definitiva - Esecutiva

FASI DELLA PROGETTAZIONE Preliminare Definitiva - Esecutiva Università di Padova a.a. 2009-2010 FASI DELLA PROGETTAZIONE Preliminare Definitiva - Esecutiva Lezione 4/11/2009 Corso di Progetto Ambiente Viviana Salieri NORMATIVA LAVORI PUBBLICI LEGGE QUADRO in materia

Dettagli

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE 1. Modalità di presentazione delle offerte Le offerte dovranno

Dettagli

2. P R O G R A M M A Z I O N E D E I L A V O R I

2. P R O G R A M M A Z I O N E D E I L A V O R I 1. A N A G R A F I C A D E L L O P E R A S O G G E T T I C O I N V O L T I G E S T I O N E D E L P S C 1.1 CARATTERISTICHE DELL OPERA 1. Le caratteristiche dell opera da eseguire sono state trattate nel

Dettagli

COMUNE DI FONNI. Provincia di Nuoro AREA TECNICA

COMUNE DI FONNI. Provincia di Nuoro AREA TECNICA COMUNE DI FONNI Provincia di Nuoro AREA TECNICA Via San Pietro, 4 08023 Fonni (NU) - Codice Fiscale n.: 00169690914 - Tel. n. 0784/591346 Fax n. 0784/591319 INTERNET : www.comune-fonni.it - E-Mail : utcfonni@hotmail.it

Dettagli

COMUNE DI CENGIO. PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici

COMUNE DI CENGIO. PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici COMUNE DI CENGIO PROVINCIA DI SAVONA C.A.P. 17056 - Piazza Martiri Partigiani, 8 Lavori Pubblici Prot. n 6294 N Reg. Pubbl. 83 1. BANDO PROCEDURA APERTA: Il giorno 21/09/2010 alle ore 9,00 si terrà presso

Dettagli

AREA TECNICA SETTORE GRANDI INFRASTRUTTURE

AREA TECNICA SETTORE GRANDI INFRASTRUTTURE AREA TECNICA SETTORE GRANDI INFRASTRUTTURE SERVIZIO DI ARCHITETTURA E INGEGNERIA: PROGETTAZIONE PRELIMINARE DELLE OPERE DI REALIZZAZIONE DELLE GALLERIE E DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE STRADALE

Dettagli

BANDO DI GARA. Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA

BANDO DI GARA. Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA BANDO DI GARA Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA GUASTALLA - Progetto esecutivo - Procedura Aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 83 del D.Lgs. 163/2006 e s.m. con

Dettagli

Allegato 15 Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili

Allegato 15 Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili Allegato 15 Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

7.1 Introduzione. 7.2 Coordinamento tra PSC e POS

7.1 Introduzione. 7.2 Coordinamento tra PSC e POS 7 7.1 Introduzione Il Piano Operativo di Sicurezza è stato l ultimo piano introdotto dalla normativa sulla salute e sicurezza nei cantieri e sugli appalti di lavori pubblici, con lo scopo di separare le

Dettagli

AVVERTENZE PER I CONCORRENTI

AVVERTENZE PER I CONCORRENTI AVVERTENZE PER I CONCORRENTI Il concorrente è tenuto a predisporre tutta la documentazione prevista dalla Stazione Appaltante e finalizzata alla verifica delle offerte anormalmente basse ai sensi degli

Dettagli

COMUNE DI GELA PROVINCIA DI CALTANISSETTA Settore Urbanistica Edilizia Patrimonio -------------------------------- BANDO ESPLORATIVO

COMUNE DI GELA PROVINCIA DI CALTANISSETTA Settore Urbanistica Edilizia Patrimonio -------------------------------- BANDO ESPLORATIVO COMUNE DI GELA PROVINCIA DI CALTANISSETTA Settore Urbanistica Edilizia Patrimonio -------------------------------- BANDO ESPLORATIVO OGGETTO: Bando di gara esplorativo per concessione in comodato d uso

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Emilia Romagna e Marche- Bologna - C.F. 80075190373 BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425. Spett.le Ditta

Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425. Spett.le Ditta Prot. n. P/1532 del 11 marzo 2011 RACCOMANDATA A.R. Codice identificativo di gara (CIG): 1421676425 Spett.le Ditta Codesta Ditta è invitata a partecipare alla gara che il Dipartimento di Architettura e

Dettagli

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Municipio Roma VI delle

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Municipio Roma VI delle ALLEGATO A BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Municipio Roma VI delle Torri UOSE Viale Duilio Cambellotti,

Dettagli

POLITICHE PER LA QUALITÀ URBANA, LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E LA PARTECIPAZIONE CIVICA

POLITICHE PER LA QUALITÀ URBANA, LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E LA PARTECIPAZIONE CIVICA Piazza Aldo Moro, 1-55012 Capannori (LU) Italia (www.comune.capannori.lu.it) ORIGINALE POLITICHE PER LA QUALITÀ URBANA, LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E LA PARTECIPAZIONE CIVICA REGISTRO GENERALE DELLE

Dettagli

Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243. Bando di gara. Lavori

Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243. Bando di gara. Lavori 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:438243-2013:text:it:html Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243 Bando di gara Lavori Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE Provincia di Udine AREA TECNICA AMMINISTRATIVA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA" CUP I51B07000100002 - CIG 01633608ED ---------------------------------------------- OGGETTO:

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Bollo NUMERO PROT: APPALTO 13720 IMPORTO IN. 356.156,47 incluso oneri DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Il sottoscritto Nato a Prov.. il In qualità di (carica sociale ) dell

Dettagli

ALLEGATO C ALLEGATO TECNICO PER LA DETERMINAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA

ALLEGATO C ALLEGATO TECNICO PER LA DETERMINAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA Università Suor Orsola Benincasa Laboratorio Scienza Nuova ALLEGATO C ALLEGATO TECNICO PER LA DETERMINAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA Procedura aperta per la fornitura in opera di attrezzature

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MIGLIORAMENTO DEI BOSCHI CON FINALITA PREVENTIVA DEL RISCHIO DI INCENDI NELLA ZONA FUSINO PIATTA IN COMUNE DI GROSIO PARTICELLE FORESTALI N 10-11B-12B-13B-15-15A-16-78

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)?

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? BANDO DI GARA D APPALTO Lavori Forniture Servizi ٱ ٱ X L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO AREA VIABILITÀ Servizio Esercizio Viabilità www.provincia.torino.it INTERVENTI DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA E, STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI, ELETTROMECCANICI, TECNOLOGICI E DI ILLUMINAZIONE DI

Dettagli

PK - Piani di sicurezza e coordinamento

PK - Piani di sicurezza e coordinamento Elaborato Livello Tipo / S tipo ETQ-043091 E PK - Piani di sicurezza e coordinamento Sistema / Edificio / Argomento DEC - Attività Generale di Decommissioning Rev. Data 07/05/2015 Centrale / Impianto:

Dettagli

OFFERTA TECNICA max punti 70 su 100. QUALITA TECNICO ORGANIZZATIVA DEL SERVIZIO - Max 70 punti

OFFERTA TECNICA max punti 70 su 100. QUALITA TECNICO ORGANIZZATIVA DEL SERVIZIO - Max 70 punti DISCIPLINARE DI GARA DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA REALIZZAZIONE DEL PIANO DI ZONA E DI SUPPORTO ALLA GESTIONE DELL UFFICIO DI PIANO DEI COMUNI DEL DISTRETTO

Dettagli

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle. allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.it

Dettagli

L OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA Valutazione con il Confronto a coppie delle offerte e l uso della tabella triangolare

L OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA Valutazione con il Confronto a coppie delle offerte e l uso della tabella triangolare L PIU VANTAGGIOSA Valutazione con il Confronto a coppie delle offerte e l uso della tabella triangolare L Aquila, 10/08/2009 (Dott.Ing. Ernesto PERINETTI) (Geom. Giuseppe CANTELMI) A molti sarà capitato

Dettagli

PAT/RFS105-28/03/2014-0173649 - Allegato Utente 1 (A01)

PAT/RFS105-28/03/2014-0173649 - Allegato Utente 1 (A01) PAT/RFS105-28/03/2014-0173649 - Allegato Utente 1 (A01) PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI E MOBILITÀ AGENZIA PROVINCIALE PER LE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO OPERE STRADALI E FERROVIARIE

Dettagli

CUP J45D12000200003 CIG 541738250C

CUP J45D12000200003 CIG 541738250C QUESITI AI CHIARIMENTI RICHIESTI IN MERITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI ALL INTERVENTO FG021_A/10 ANZANO DI PUGLIA Lavori di sistemazione dissesto idrogeologico loc. Gessara

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA S.p.A. Via Berlino, 10 38121 Trento Tel. 0461.212611 Fax 0461.234976 DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI PULIZIA DEI BUMPERS IN NEW JERSEY E DELLE CABINE DI ESAZIONE DELLE STAZIONI AUTOSTRADALI

Dettagli

Offerta economica vantaggiosa: importante occasione mancata per la sicurezza in cantiere

Offerta economica vantaggiosa: importante occasione mancata per la sicurezza in cantiere Appalti Offerta economica vantaggiosa: importante occasione mancata per la sicurezza in cantiere Modalità di controllo della sicurezza sul lavoro nella fase esecutiva, di individuazione dei rischi per

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO DI SICUREZZA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO DI SICUREZZA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO DI SICUREZZA In riferimento alla normativa vigente in materia di sicurezza cantieri il sottoscritto ing. Pillinini Valentino, incaricato dall'amministrazione Comunale di

Dettagli

Le politiche delle Regioni per la promozione della. salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03

Le politiche delle Regioni per la promozione della. salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03 Le politiche delle Regioni per la promozione della salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03 Ing. Marco Masi Regione Toscana Settore Prevenzione e Sicurezza DPR 222/2003 :

Dettagli

Le politiche delle Regioni per la promozione della salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03

Le politiche delle Regioni per la promozione della salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03 Le politiche delle Regioni per la promozione della salute e della sicurezza nei cantieri edili: Le linee guida DPR 222/03 Ing. Marco Masi Regione Toscana Settore Prevenzione e Sicurezza PREVENZIONE E SICUREZZA

Dettagli

Prot. n. 2098 /C14 Cologno al Serio, 28/05/2015

Prot. n. 2098 /C14 Cologno al Serio, 28/05/2015 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI COLOGNO AL SERIO Via Rosmini, 12-24055 COLOGNO AL SERIO (BG) Tel. e Fax 035896031-0354872415 e-mail ministeriale bgic89900p@istruzione.it e-mail

Dettagli

1. Premessa 3. 2. Riferimenti normativi 3. 3. Contenuti del Piano di Sicurezza e Coordinamento 4. 4. Allegati del PSC 7

1. Premessa 3. 2. Riferimenti normativi 3. 3. Contenuti del Piano di Sicurezza e Coordinamento 4. 4. Allegati del PSC 7 INDICE 1. Premessa 3 2. Riferimenti normativi 3 3. Contenuti del Piano di Sicurezza e Coordinamento 4 4. Allegati del PSC 7 pagina 2 di 7 1. Premessa Il Piano di Sicurezza e Coordinamento è redatto per

Dettagli

CONSORZIO ACQUEDOTTISTICO MARSICANO SpA (Avezzano)

CONSORZIO ACQUEDOTTISTICO MARSICANO SpA (Avezzano) CONSORZIO ACQUEDOTTISTICO MARSICANO SpA (Avezzano) In esecuzione della Delibera del Consiglio di Amministrazione n.59 del 31/05/2011 è pubblicato il seguente: BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA DI PROJECT

Dettagli

Applicazione legge 10 dicembre 1981, n. 741. Artt. 1, 9, 10, 16. Programma dei lavori e gare d appalto.

Applicazione legge 10 dicembre 1981, n. 741. Artt. 1, 9, 10, 16. Programma dei lavori e gare d appalto. Applicazione legge 10 dicembre 1981, n. 741. Artt. 1, 9, 10, 16. Programma dei lavori e gare d appalto. Con circolare n. C. 171 del 12 gennaio 1982 veniva data notizia della pubblicazione sulla G.U. n.

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA DI LAVORI - CONTRATTO APERTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA NON PROGRAMMATA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA ANNO 2009 CODICE CIG: 0274255262

Dettagli

CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA

CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA...3 Premessa...3 Definizione del metodo...3 Determinazione del costo dei lavori inerenti il parcheggio a raso...3 Determinazione del costo dei

Dettagli

COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli)

COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli) COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli) Via Iasolino n. 1 Tel. 0813333111-245 telefax 0813333201 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA procedura: articolo 55 del decreto legislativo n. 163 del 2006

Dettagli

MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI POMPEI BANDO DI GARA. Codice CIG (0135838110)

MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI POMPEI BANDO DI GARA. Codice CIG (0135838110) MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI POMPEI BANDO DI GARA Codice CIG (0135838110) SEZIONE I: I.1) Soggetto aggiudicatore: Soprintendenza Archeologica di Pompei, Direzione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA STRADA PROVINCIALE N 115 TRONCO: Cimitero di Igliano in località Cornati CONSOLIDAMENTO FRANA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 1) PREMESSA 2) INTERVENTI PROPOSTI 3) CENNI DI GEOLOGIA 4)

Dettagli

Comune di Bologna, Settore Lavori Pubblici. UI Qualità e Coordinamento Tecnico Piazza Liber Paradisus, n 10 40129 Bologna. Revisione 3.

Comune di Bologna, Settore Lavori Pubblici. UI Qualità e Coordinamento Tecnico Piazza Liber Paradisus, n 10 40129 Bologna. Revisione 3. Comune di Bologna, Settore Lavori Pubblici. UI Qualità e Coordinamento Tecnico Piazza Liber Paradisus, n 10 40129 Bologna Revisione 3.0 gennaio 2011 www.comune.bologna.it/lavoripubblici/elencoprezzi Elenco

Dettagli

COMUNE DI MANIAGO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE DELLE VALLI DELLE DOLOMITI FRIULANE

COMUNE DI MANIAGO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE DELLE VALLI DELLE DOLOMITI FRIULANE Prot. 17959 Maniago, 01.07.2015 AVVISO PUBBLICO INDAGINE DI MERCATO per l individuazione dei soggetti da invitare alla procedura negoziata per l affidamento dei lavori di RIQUALIFICAZIONE E COMPLETAMENTO

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006) Citta di Lomazzo P.zza IV Novembre, 4 22074 Lomazzo (Como) Tel. 029694121 fax 0296779146 info@comune.lomazzo.co.it www.comune.lomazzo.co.it C.F. e P. Iva 00566590139 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART.

Dettagli

AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005

AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005 ALLEGATO 2 AZIONE B 4 PRSE 2001-2005 Infrastrutture pubbliche per il turismo Annualità 2005 Beneficiari Enti locali, soggetti pubblici, società o fondazioni immobiliari a prevalente capitale pubblico che

Dettagli

MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELL OFFERTA

MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELL OFFERTA MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELL OFFERTA L offerta dovrà essere redatta in conformità alle prescrizioni del presente documento. Essa dovrà essere composta da un offerta tecnica e da un offerta economica in

Dettagli

COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara

COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara PROCEDURA APERTA I STRALCIO FUNZIONALE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DI PISTA CICLABILE LUNGO VIA PROVINCIALE A VOGHIERA (LOTTI 1 E 2) - CUP J41B13000250006 Voghiera

Dettagli

BANDO DI PROCEDURA APERTA PER LAVORI. Codice Identificativo Gara (C.I.G. 5698298045) Codice Unico di Progetto (CUP H69H09000130004)

BANDO DI PROCEDURA APERTA PER LAVORI. Codice Identificativo Gara (C.I.G. 5698298045) Codice Unico di Progetto (CUP H69H09000130004) COMUNE DI BERTINORO Provincia di Forli -Cesena Piazza della Libertà, 1-47032 Bertinoro (FC)- tel.0543.469111 fax 0543.444486 www.comune.bertinoro.fc.it PEC: protocollo@pec.comune.bertinoro.fc.it BANDO

Dettagli

Settore 4 (CENTRO ELABORAZIONE DATI-RICOSTRUZIONE E PROTEZIONE CIVILE-DIREZIONE N.U.E DISCARICA-ECOLOGIA E AMBIENTE)

Settore 4 (CENTRO ELABORAZIONE DATI-RICOSTRUZIONE E PROTEZIONE CIVILE-DIREZIONE N.U.E DISCARICA-ECOLOGIA E AMBIENTE) UNO DEI 100 COMUNI DELLA PICCOLA GRANDE ITALIA Settore 4 (CENTRO ELABORAZIONE DATI-RICOSTRUZIONE E PROTEZIONE CIVILE-DIREZIONE N.U.E DISCARICA-ECOLOGIA E AMBIENTE) 0835 587327 Fax 0835 581208 Capitolato

Dettagli

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA - ACCORDO QUADRO MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: aperta art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente più vantaggiosa ex art.

Dettagli

costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo stradale dalla progr. Km. 1+700

costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo stradale dalla progr. Km. 1+700 Spett.le PROVINCIA di TORINO Via Maria Vittoria, 12 10123 TORINO Oggetto dell'appalto: S.P. n. 118 di Sciolze - Diramazione per Vernone. Lavori di costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo

Dettagli

I GRADI DI PROGETTAZIONE

I GRADI DI PROGETTAZIONE Università degli Studi di Cagliari A.A. 20012-2013 I GRADI DI PROGETTAZIONE SECONDO IL CODICE DEGLI APPALTI (Progetto esecutivo) approvato con il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006 ed aggiornato

Dettagli

Controllo dei cantieri in corso d opera. Francesco Perotti

Controllo dei cantieri in corso d opera. Francesco Perotti Controllo dei cantieri in corso d opera Francesco Perotti Controllo Ambientale Cantieri Riferimenti progettuali ed obblighi contrattuali per la gestione ambientale dei cantieri Riferimenti per la gestione

Dettagli

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_Gestione_Fasi_Costruttive_E_R02.doc 1

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_Gestione_Fasi_Costruttive_E_R02.doc 1 1. PREMESSE I lavori oggetto dell appalto dovranno essere realizzati secondo le FASI di costruzione di seguito riportate, definite allo scopo di minimizzare le interferenze tra il cantiere e le attività

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzo amministrazione aggiudicatrice, punti di contatto: Regione Piemonte Via Viotti n. 8 10121

Dettagli

POR Campania FESR 2007-2013 - ASSE 3 - ENERGIA -OBIETTIVO OPERATIVO 3.1 OFFERTA ENERGETICA DA FONTE RINNOVABILE

POR Campania FESR 2007-2013 - ASSE 3 - ENERGIA -OBIETTIVO OPERATIVO 3.1 OFFERTA ENERGETICA DA FONTE RINNOVABILE BANDO DI GARA C.I.G: 5713951587 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI, CON IL CRITERIO DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA,

Dettagli

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DEMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Roma Convention Group Indirizzo postale: Viale della pittura, 50 Punti di

Dettagli