Da Donna a Femme Fatale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da Donna a Femme Fatale"

Transcript

1 la figura femminile nella storia Da Donna a Femme Fatale l evoluzione femminile nella storia recente Sara Oliva V C, Liceo Artistico Cardarelli - La Spezia Esame di Stato a.s

2

3 Da Donna a Femme Fatale l evoluzione della figura femminile nella storia recente Sara Oliva V C, Liceo Artistico Cardarelli - La Spezia Esame di Stato a.s

4 Da Donna a Femme Fatale

5 la figura femminile nella storia Durante il corso della storia, molti artisti hanno trattato in diversi e soggettivi aspetti la figura della donna: al centro di questo lavoro, vi è il mio interesse per il suo mutamento attraverso il periodo che sta tra l Ottocento e il Novecento, seguendo l emancipazione e il diverso ruolo del genere femminile, le sue caratteristiche, il rapporto particolare che lega questa figura all artista, I profondi mutamenti sociali che hanno accompagnato questa evoluzione..

6 Da Donna a Femme Fatale

7 la figura femminile nella storia Prefazione L espressione femme fatale nasce in Francia: è molto diffusa nella letteratura europea e spesso rappresentata in molti spettacoli teatrali o cinematografici. La sua figura nei secoli si è trasformata ed evoluta passando da ninfe ed eroine mitologiche a donne dal fascino oscuro, passando dalla storia, alla letteratura, alla storia dell arte alla filosofia. Nel clima europeo compreso fra gli ultimi decenni dell Ottocento e il primo decennio del Novecento si afferma la corrente artistica del Decadentismo. L intellettuale decadente è colui che dall alto della sua superiorità culturale, guarda con disprezzo la società contemporanea, criticandone apertamente la decadenza, mascherata per di più da un falso moralismo dei costumi, assumendo atteggiamenti controcorrente e spesso volutamente eccentrici. Il caratteristico atteggiamento di questa corrente è l Estetismo: l artista trova il fine della sua opera in se stessa e nella sua bellezza, al di là dei valori simbolici che essa possiede; anche questo è un atteggiamento di forte critica al pensiero convenzionale, che tende a dare dignità all arte per il suo valore pedagogico o filosofico mettendo in secondo piano l aspetto puramente esteriore. Non bisogna però considerare la corrente estetista come una poetica superficiale, i decadenti non rinunciano a esprimere nelle loro opere il loro dissenso verso i contemporanei (pensiamo ad esempio ai racconti di Wilde - Il principe felice e altre storie, La casa dei Melograni, ecc ) ma semplicemente non rinunciano al piacere esteriore che un opera d arte ha il diritto di suscitare e che diventa un elemento fon-

8 Da Donna a Femme Fatale damentale per ogni artista. In questo clima di disprezzo del pensiero contemporaneo, è rovesciata anche la concezione classica della figura femminile: dalla donna angelicata, incarnazione dell amore platonico e allegoria delle virtù, dalla Venere, rappresentazione dell amore vero e della passione onesta, si passa alla Donna Fatale, simbolo della passione perversa e sfrenata che porta alla rovina intellettuale e fisica di chi è ghermito dalla sua voluttà. E come la donna angelicata, che affascinò poeti del calibro di Dante Alighieri e Petrarca, la donna fatale cattura l attenzione dei poeti di questo scorcio di secolo come Verga e D Annunzio. Da mogli a seduttrici Il ruolo della donna, fino alla metà dell Ottocento, era sempre stato delimitato dalla Chiesa e dalla famiglia; la donna trascorreva dunque un esistenza difficile, costretta in una vita monotona, senza alcun stimolo o aspirazione. Per i lunghi e bui secoli del medioevo è rimasta sempre accomunata all idea di peccato, e nemmeno l epoca dei lumi ha saputo liberarla dal suo destino. Solo il grande mutamento sociale che la rivoluzione industriale ha creato nella rigida società patriarcale, sconvolgendo quel rigido sistema di valori che la società rurale aveva preservato nei secoli, ha dato alla donna la possibilità di ritagliarsi un ruolo da protagonista. Il decadimento e il sovvertimento dei ruoli tradizionali aprono quindi alla donna piccoli spiragli di libertà, subito utilizzati da alcune pioniere per affermare culturalmente e socialmente la propria posizione. L allargata base di questa femminilità emancipata identifica quasi da subito il divieto di partecipazione al suffragio come l apice dell oppressione maschilista ancora forte nella società. Nasce allora, almeno nelle embrionali democrazie liberali dell occidente, il movimento delle suffragette, che in seguito unirà le sue rivendicazioni femministe alle grandi lotte sociali che caratterizzeranno il nostro tempo. Il personaggio della Femme fatale si colloca in questa mutevole epoca come parte di questa spinta femminista. Ha appunto caratteristiche alquanto insolite per l epoca; la donna non attira più l uomo soltanto con la sua bellezza, ma con il suo fascino, il suo carattere e le sue movenze. Questa donna

9 la figura femminile nella storia ha in sè tutte le caratteristiche più comuni nel suo genere: bellezza e femminilità, ma dalla sua parte ha anche aspetti più rari come la malizia, la lussuria, l intelligenza e la furbizia. Doti che le consentono di affascinare l uomo, in modo da ottenere ciò che vuole, anche con l inganno, non concedendosi mai. E una figura misteriosa e affascinante, che nasce in antiche credenze e ritroviamo in miti e leggende popolari. Il termine Femme Fatale nasce in Francia, ma è un concetto che si diffonde in poco tempo in tutta la letteratura europea ed è spesso ripreso in molti spettacoli teatrali o cinematografici. Il personaggio della femme fatale è affine per certi versi a quello della dark lady, sebbene le due figure non coincidano, completamente: entrambe celano una personalità maliziosa e disinvolta, ma che nel secondo caso nasconde però malvagità e desiderio di annientamento. Nel corso della storia si è evoluto quindi il mito della donna fatale che, con il tempo, è mutato, come già detto, passando dal luogo comune di una donna, vista come sottomessa e meschina fonte del peccato, ad una figura forte e risoluta, come quelle di Giuditta, Salomè o Lilith, tre donne dotate di forte personalità, consapevoli della propria bellezza e del proprio fascino, e della maniera più fruttuosa in cui utilizzarli per raggiungere i loro scopi, capaci così di avere la meglio su condottieri valorosi.

10 Da Donna a Femme Fatale Le eroine del passato affascinavano condottieri valorosi, le donne decadenti catturano invece i cuori dei poeti. E qui che si crea il rapporto unico che lega l artista alla sua musa, spesso una prostituta, ed è in questo contesto che entra in gioco la figura di Baudelaire, che attraverso il tentativo di distruggere l idealizzazione romantica della donna, inaugura una serie di figure letterarie che avranno vasta espressione nella cultura ottocentesca: la prostituta, la ballerina, la donna vampiro e la donna cadavere. Il disagio fondamentale che prova l artista di fronte al corpo femminile definisce l origine, tanto dell utilizzo di queste tematiche macabre, riprese in Italia dagli Scapigliati, quanto della tematica della perdizione e dell artificio, e della riduzione della figura H.Toulouse-Lautrec,Ballo al Moulin Rouge,Filadelfia-Collezione-McIlhenny femminile da donna ad oggetto, e quindi a gioiello prezioso. Insito nella donna vi è un enigma fatale, che la rende così affascinante e irresistibile. Questa duplicità femminile è accomunata da Baudelaire alla figura della passante, cioè la scissione particolare della donna in due caratteri opposti: dolcezza che affascina cioè il ruolo della madre buona, e la parte appartenente all amante perversa, il piacere che uccide. Questo corrisponde simbolicamente al senso più acuto di lacerazione tra ideale e reale, che caratterizza quest epoca. La tensione che prova il poeta verso il sublime non è più romanticamente sostenuta dalla figura della donna, ma continuamente contraddetta da una realtà difficile in cui la donna è corpo, è sesso, è male. Questo nuovo universo parallelo, completamente al femminile, diverso da quello della propria immaginazione e quindi percepito in modo negativo, apre un nuovo, tormentato capitolo nell immaginario artistico di fine 800. Si diffonde in questo periodo nell immaginario collettivo degli artisti il tema 10

11 la figura femminile nella storia dell adulterio, che ispira la storia di tre eroine emblematiche nella letteratura del secondo Ottocento: Madame Bovary di G. Flaubert, Effi Bries di T. Fontane e Anna Karenina di Tolstoj. Questi personaggi cercano un alternativa allo squallore della loro monotona vita coniugale, cercano all interno della passione amorosa l autorealizzazione, purtroppo però sono destinate alla sconfitta. Le tre eroine non riescono a modificare i rapporti di forza che si fondano su secoli di rapporti inter-coniugali a loro sfavorevoli. Questo però non toglie valore alla denuncia di disagio, che sgretola l istituzione familiare e la volontà di cambiamento implicita nella loro testimonianza. Da Femme Fatales a Suffragette Con la fine del Decadentismo, che culmina con la pubblicazione de Il Santo di Fogazzaro nel 1905, abbiamo un ulteriore evoluzione della figura femminile che prende nuovamente consapevolezza di sè, non solo per quanto riguarda le sue caratteristiche fisiche, ma come donna, e quindi come altra dall uomo. Questo passaggio appare chiaro soprattutto nel opera di Ibsen, Casa di bambola del 1897, che provocò grande scandalo in Europa e anticipò il femminismo e il movimento delle suffragette. Come già all epoca osservò Gramsci nelle Cronache teatrali dall Avanti!, : Il costume della borghesia latina grossa e piccola si rivolta, non comprenhenri de Toulouse-Lautrec, La Goulue at the Moulin Rouge de un mondo così fatto. L unica forma di (La Goulue al Moulin Rouge) Museum of Modern Art, New liberazione femminile che è consentito York comprendere al nostro costume, è quella della donna che diventa cocotte. La pochade è davvero l unica azione drammatica femminileche il nostro costume comprenda; il raggiungimento della liberta fisiologica e sessuale. Non si esce fuori dal circolo morto dei nervi, dei muscoli e dell epidermide sensibile. Nora infatti in quest opera è una donna che se ne va, abbandona i figli e il marito per un valore nuovo, la libertà di crescere e autodeterminarsi come persona, si ribella, non vuole più essere una sposa bambina, una bambola, nè cerca più la salvezza nell amore romantico, ma in un percorso autonomo di emancipazione e tutela dalla dipendenza maschile. Infatti

12 Da Donna a Femme Fatale l industrializzazione, digregando le istituzioni della società patriarcale, libera le donne dalla schiavitù e dall isolamento per inserisrle nel mondo del lavoro, dove tuttavia continua a protrarsi l inferiorità economica, giuridica e sociale rispetto all uomo. Per questo cominciano a sorgere movimenti femministi, in tutti i paesi, che lottano per l ugualianza dei sessi. Cominciano le lotte per: l accesso all istruzione superiore, la parità salariale, il diritto al voto, contro l asservimento sessuale della donna e per la sua indipendenza matrimoniale. Così il femminismo ottocentensco, che ebbe un effetto dirompente, nonostante la limitazione in ambito giuridico imposta, invenste tutte le strutture psicologiche e culturali su cui si basava da secoli l identita maschile, fino al punto da mettere in crisi la tradizionale identita femminile, modellata durante i secoli dall immaginario maschile. Minava di conseguenza il sistema di certezze su cui si basava il sesso forte, accentuando il senso di emarginazione e di angoscia sperimentato dall individuo di fronte alle trasformazioni della società. Insomma in questo clima di forte cambiamento, la ribellione della donna è percepita dal popolo maschile come un attacco all integrità del proprio io e di conseguenza la cultura maschile rispose con una vera e propria crociata misogina. A rafforzare questa ideologia la scienza positivista, dominante in questo periodo, afferma l inferiorità naturale della donna, per ribadirne il ruolo di madre e tutore della famiglia. Medici, psichiatri e fisolofi da Nietzsche a Freud, confermano una visione negativa del femminile, che emerge all inizio del Novecento nel saggio di Otto Weininger Sesso e Carattere, che tentò di fondare una filosofia dei sessi, considerando il sesso maschile come momento costruttivo del buono, del bello e del vero, e quello femminile come momento opposto, quindi negativo. Vero e proprio manifesto dell antifemminismo dell epoca, questa teorizzazione del diverso come inferiore associa pericolosamente la donna, alle persone di colore e agli ebrei. 12

13 la figura femminile nella storia La figura femminile nella letteratura Spesso temi e personaggi sono lo specchio di avvenimenti, storici e sociali, che cambiano il percorso culturale di poeti e artisti direttamente coinvolti in essi. La rivoluzione culturale femminile porta l artista uomo a cambiare la sua visione del mondo, trasformando nelle sue opere la concezione di donna, che muta, evolvendosi da donna-oggetto a seduttrice. Questa trasformazione appare chiara nei romanzi giovanili di Verga, scritti tra il 1865 e il 1875, che risentono fortemente degli autori francesi di grande popolarità in quegli anni: Dumas, Feuillet e dell ambiente della scapigliatura con il quale viene in contatto a Firenze e Milano. Da un lato, dunque, ritroviamo il gusto per storie sentimentali, dall altro la rappresentazione del mondo borghese. E proprio il Verismo contribuisce in modo essenziale al mutamento della raffigurazione della donna e dell erotismo accentuando la scissione tra spiritualità romantica e fisicità del desiderio: l amore diventa una spinta dei sensi, istinto cieco ed elementare, violento e delittuoso, la parte dionisiaca insita in ogni essere umano. Qui nascono le nuove tematiche, come quella dello strupro presente anche in una novella scritta da Verga: Tentazione, che indagano la fisiologia amorosa nei suoi versanti patologici, dall isteria all epilessia alla follia, che il simbolismo decadente eredita ed affina. Eva: una donna dai mille volti Tema ricorrente nelle opere di Verga è appunto il mistero dell innamoramento, legato al fascino della lontananza, all illusione che si nasconde dietro la figura femminile, al mito dell appartenenza: una volta caduti gli apparati scenici, la donna si rivela in tutta la sua povertà. Verga vuole analizzare le passioni per raggiungere il fine dell arte, cioè il vero. Questo è spiegato nella prefazione di Eva, romanzo che racconta la passione di Enrico Lantieri, un giovane pittore privo di mezzi, per la ballerina Eva; una passione che conduce il giovane, abbandonato dall amante, alla morte. Eva è la donna fatale, ora inerme e fragile come una capinera, ora crudele e aggressiva come una Tigre Reale ; è una peccatrice, ed Eros che consuma e distrugge l uomo perché non sa lottare, nè reagire ai colpi della sorte. Nel romanzo Eva vi è un notevole realismo nello studio della psicologia della protagonista: ciò che prevale in lei è la motivazione economica che interferirà fortemente nella vicenda amorosa. La seduzione femminile è associata molto spesso a un particolare stato sociale: si tratta di una donna di lusso, per la quale l artificio è alla base della sua bellezza e del-

14 Da Donna a Femme Fatale l ambiente in cui vive. Il corpo femminile non è più sublimato, simbolo dell armonia della natura, ma il suo fascino dipende solo dagli artifici (trucco, abbigliamento), che la trasformano in una fata, ma una volta caduta la maschera si rivela in tutta la sua miseria. Il carattere eccezionale della donna diventa per l uomo uno strumento per raggiungere il successo e integrarsi nella società mondana. Quando ella perde questa funzione o cessa di essere puro oggetto del desiderio maschile, perde fascino e quindi fugge dall uomo come Eva dopo essersi accorta che i sentimenti del suo amante si erano affievoliti. E nelle novelle di Vita dei campi che Verga riscopre l energia e l autenticità dei sentimenti scomparsi nella società borghese. La lupa: una donna bestiale Motivi romantici e caratteri naturalistici si fondono nella nuova figura della donna contadina, rappresentata dalla Lupa, che viene descritta da Verga come un insieme di passioni, di bestialità e violenza. E una donna con occhi neri e labbra rosse il cui vagare solitario nelle ore più calde della giornata è un elemento che prelude la sua relegazione nell ambito demoniaco. Isolata dalla comunità, la lupa s integra perfettamente nella natura selvaggia del luogo, manifestazione estrema di sensualità panica e demoniaca. Lei appare dunque, non solo proiezione degli aspetti femminili più inquietanti e oscuri, ma come donna-bestia-demone perché la sua passione, la sua ossessione e la sua sensualità aggressiva è associata alla distruzione, l attributo animale fa della lupa l archetipo dell Eros insaziabile. La Lupa è l incarnazione di una sessualità istintiva e animalesca, immagine di una femminilità primitiva al di sopra di ogni legge sociale, inquietante e incontrollabile. Anna Magnani è La lupa di Zeffirelli

15 la figura femminile nella storia La donna per D Annunzio Nel 1889, quando il Naturalismo e il Positivismo sembrano ormai conquistare pienamente la cultura italiana; e Verga pubblica il volume Il Mastro Don Gesualdo, D Annunzio da alle stampe il romanzo attraverso cui entra nella nostra letteratura il personaggio dell eroe decadente. Così come quasi un secolo prima l eroe dalle passioni sconvolgenti e assolute aveva diffuso la cultura e la sensibilità romantica in Italia, ora il protagonista de Il Piacere, Andrea Sperelli, si fa propulsore e mediatore della tendenza più recente e raffinata dalla cultura decadente europea tramite il movimento dell Estetismo. L arte per se stessa : qui è racchiuso il concetto di culto dell arte, la risoluzione della vita stessa nell arte, la ricerca del bello e di tutto ciò che è prezioso nel più assoluto distacco da ogni convenzione morale, il disprezzo per la volgarità del mondo borghese, accomuna l Andrea Sperelli di D Annunzio al Dorian Gray di Oscar Wilde e ne fa la versione Italiana dell esteta decadente. Non solo, ma l anima camaleontica, mutabile, fluida, virtuale di Andrea Sperelli rivela quella mancanza di autenticità, di forza morale e di volontà che si ritroverà in tanti personaggio decadenti, crepuscolari inetti e indifferenti che affollano la letteratura di questo secolo. Duplice e ambigua appare dunque questa figura in cui convivono il grandioso e il meschino; e in modo altrettanto duplice, D Annunzio si immedesima e si distacca da essa. L Estetismo dannunziano, inoltre, abbagliando e incantando il lettore, trionfa nell elencazione e nella descrizione delle opere d arte, degli oggetti raffinati preziosi di cui ama circondarsi la frivola e mondana Roma degli anni Ottanta, nuova capitale, centro del nuovo giornalismo e della nuova editoria. La crisi trova la sua cartina di tornasole nel rapporto con la donna. L eroe è diviso tra due immagini femminili: Elena Muti, la donna fatale, che incarna l erotismo lussurioso, e Maria Ferres, la donna pura, che rappresenta l occasione di un riscatto e di un elevazione spirituale. Ma in realtà l esteta libertino mente a se stesso: la figura della donna angelo è solo oggetto di un gioco erotico più sottile e perverso, fungendo da sostituta di Elena, che Andrea continua a desiderare e che lo rifiuta. Andrea finisce per tradire la sua menzogna con Maria, ed è abbandonato da lei restando solo con il suo vuoto e la sua sconfitta.

16 Da Donna a Femme Fatale Seduzione: caratteristica femminile o umana La donna è spesso accomunata al peccato, perché adultera, lussuriosa e maliziosa, come arma preferita la seduzione. Ma cos è la seduzione? La seduzione non è altro che un attitudine umana, insita in alcuni soggetti piuttosto che in altri. Infatti nella teorizzazione della vita estetica del filosofo e teologo danese Soren Aabye Kierkegaard (Copenaghen, 5 maggio 1813 Copenaghen, 11 novembre 1885), considerato da alcuni studiosi il padre dell esistenzialismo, parla del seduttore, omonimo della Femme fatale, riferendosi all esteta e allo stato estetico. Lo stadio estetico è quello in cui l uomo manifesta indifferenza nei confronti dei princìpi e dei valori morali. L esteta non crede nelle leggi etiche tradizionali. Ritiene invece fondamentali e primari i valori della bellezza e del piacere e a essi subordina tutti gli altri valori anche quelli morali. L esteta è teso solo al soddisfacimento di sempre nuovi desideri e considera il mondo come uno spettacolo da godere. Si lascia Olympia di Édouard Manet, Musée d Orsay di Parigi vivere momento per momento. Si abbandona al presente fuggendo legami con il passato rinunciando al ricordo, e con i futuri, non avendo speranza. Vive nell istante, cioè vive per cogliere tutto ciò che vi è d interesse nella vita trascurando tutto ciò che è banale, ripetitivo e meschino. Il tipo dell esteta è per Kierkegaard il seduttore rappresen- 16

17 la figura femminile nella storia Edouard Manet, Colazione sull erba (Le déjeuner sur l herbe), Musée d Orsay di Parigi. tato dal personaggio di Don Giovanni, il leggendario cavaliere spagnolo prototipo del libertino, immortalato nell omonima opera di Mozart. Don Giovanni non si lega a nessuna donna particolare perché vuole poter non scegliere: il seduttore è sciolto da ogni impegno o legame e vive nell attimo, cercando unicamente la novità del piacere. Don Giovanni seduce migliaia di donne senza riuscire ad amarne nessuna. Don Giovanni è la figura maschile che incarna la sensualità, l erotico. Non a caso, questo personaggio è immortalato dalla musica, la più sensuale delle arti, perché si rivolge direttamente ai sensi, senza passare attraverso il concetto, la parola. Kierkegaard esprime un giudizio negativo sull esteta. Infatti, chi non sceglie e si dedica solo al piacere, cade ben presto nella noia, cioè nell indifferenza nei confronti di tutto, perché, non impegnandosi mai, non vuole profondamente e sentitamente nulla. Infatti, la noia è uno stato esistenziale che sorge quando una persona è effettivamente o progettualmente demotivata. Inoltre l esteta, se si ferma, cioè se smette di ricercare il piacere e riflette lucidamente su se stesso, è assalito dalla disperazione. Poiché ha scelto di non scegliere, poiché non ha accettato di fare delle scelte, non si è impegnato in un programma di vita, egli non è nessuno. E nulla. Ha rinunciato a costruirsi un identità, una personalità definita. Avverte così, con disperazione, il vuoto della propria esistenza, senza senso e senza centro. La disperazione è il terrore del vuoto, del non essere altro che niente. L evoluzione della donna attraverso gli occhi dell artista Nei capitoli precedenti è stato spiegato come, attraverso gli avvenimenti storici, il mutamento del pensiero e degli ideali culturali, si sia ripercosso sulla figura femminile, al punto da cambiare in modo consistente il suo ruolo all interno di una

18 Da Donna a Femme Fatale società prevalentemente maschile. In tal modo il mutamento della donna si ripercuote sull arte. Il motivo è facile da inturire; la donna ha sempre influenzato gli artisti e l arte stessa, da dee a muse, da modelle ad amanti. Il rapporto fra donna e artista si è sempre basato sull ossessione del pittore o dello scultura per il corpo. Ritornando all evoluzione della figura femminile all interno delle opere d arte, ci appare chiaro soprattutto nelle opere di Manet; La colazione sull erba e L Olympia entrambe del Questi dipinti suscitarono scandalo e disdegno nella Parigi benpensate dell epoca. Nel primo dipinto, in primo piano sono rappresentati una donna nuda e due uomini abbigliati, in basso a destra possiamo notare un cestino con della frutta e altri cibi e delle lenzuola. A suscitare scandalo non fu di certo il nudo di cui erano pieni anche i dipinti accademici, ma il fatto che quel nudo rappresentasse una donna del tempo e non una dea o una figura mitologica come pretendeva l arte accademica, a rafforzare questa teoria i due uomini sulla destra che non indossavano vesti classiche, ma gli abiti e i costumi moderni francesi. Si rimproverava Manet di aver abbandonato la pittura classica e di non aver alcun riferimento; anche se questo non era del tutto vero. Infatti il pittore in questo quadro aveva ben presenti alcuni famosi artisti rinascimentali, fra cui il Concerto Campestre attribuito a Tiziano, ( o Giorgione), del 1510, e alcune incisioni di Raimondi fatte dieci anni dopo, come Dei fluviali tratte dal Giudizio di Paride di Raffaello. L ispirazione dunque era classica. Con la presentazione al Salon del 1865 di Olympia, Manet torna prepotentemente alla ribalta, riconfermandosi il portavoce indiscusso dell antiaccademismo. Il dipinto, anche se ispirato alla Venere di Urbino di Tiziano, Henri de Toulouse-Lautrec,La toilette, olio su cartone di 67x54 cm, 1896, Museo d Orsay rappresentata con crudo realismo una donna nuda semisdraiata su un letto disfatto, ai suoi piedi vi è un gatto nero, mentre una domestica di colore giunge dal retro reggendo un mazzo di fiori, dono di qualche ammiratore. Lo scandalo in questo con18

19 la figura femminile nella storia testo fu duplice, inannzi tutto si criticò il soggetto, ritenuto volgare e sconveniente: una prostituta rappresentata, per alcuni, sul posto di lavoro. In seguito si tornò a criticare la tecnica pittorica dell artista, accusandolo di non saper modellare i corpi con il chiaro scuro e di usare i colori in modo primitivo e pasticciato. Il corpo acerbo e sgraziato della ragazza, appare privo delle morbide sinuosità con le quali i pittori accademici caratterizzavano tutti i nudi femminili di eroine storiche o di dee e figure mitologiche. La cruda nudità della ragazza viene ulteriormente sottolineata dal particolare nastrino di raso intorno al collo, mentre lo sguardo e beffardo quai di sfida. La forza rivoluzionaria di questo dipinto, però, non sta tanto nel soggetto quanto nella tecnica di realizzazione. I colori sono frutto di un modo di intendere la pittura che alla seduzione della prospettiva e del chiaro scuro opponeva i forti contrasti, la piattezza delle forme e il nitido risalto dei contorni tipico dell arte giapponese. Dopo Manet, un altro artista che dipinge la donna in vesti diverse da quelle accademiche è ToulousLautrec. All interno dei suoi quadri rappresenta delle ballerine, non come quelle rappresentate da Degas, ma ballerine del Moulin Rouge, quindi anche prostitute. Avendo avuto una vita particolarmente difficile, ed essendo un assiduo visitatore dei locali notturni, le sue modelle gli aprivano le porte di case e camerini mostrandosi in tutta la loro intimità, come si può vedere nei dipinti Donna che si tira su le calze e La toilette dove le ballerine sono prese in circostanze private. un altro esempio potrebbe essere quello del dipinto La clownessa Cha-U-Kao dove possiamo ammirare le morbide figure di una delle ballerine intenta ad aggiustarsi il vestito probabilmente dopo aver prestato i suoi servizi, infatti sul muro vi è dipinto uno specchio in cui vi è il riflesso di un uomo. In piena coesione con i temi del decadentismo e con le sue fobie per la donna Munch dipinge Vampiro e in seguito uno dei primi esempi di donna fatale si ha con il suo celebre dipinto Madonna , dove rappresenta la figura della Gustav Klimt. Giuditta I Olio su tela cm. Madre di Cristo, come una donna seminuda, che 84X42 Vienna, Österreichische Galerie Belvedere si offre sensuale allo sguardo dello spettatore, questa non è più la casta Maria, madre terrena del Messia, ma il primo vero esempio di donna fatale, e semplice capire il motivo, il metodo di rappresentazione scelto dall artista è strettamente legato alla sua con-

20 Da Donna a Femme Fatale vizione, infatti Munch vedeva le donne come esseri primitivi che celavano dentro di essi aspetti demoniaci. L apice della rappresentazione femminile si ha con Klimt e i suoi quadri. Anche Klimt infatti sarà attratto dal tema della Femme fatale e dipingerà due grandi tele Giuditta I e Giuditta II. In Giuditta I, la donna fatale assume quasi un carattere positivo: Giuditta, infatti, è un eroe biblico, che usa la sua bellezza per sedurre e uccidere il crudele Oleferne, generale assiro, il quale la trattenne con sé al banchetto; vistolo ubriaco, l eroina giudea gli tagliò la testa con la sua stessa spada e poi ritornò nella città. Gli Assiri trovato morto il loro condottiero, presi dal panico, furono messi in fuga dai Giudei. Come Lilith anche Giuditta durante il corso dei secoli è stata ripresa da diversi pittori, da Caravaggio con il celebre dipinto Giuditta che decapita Oleferne, Artemisia Gentileschi; allieva della scuola di Caravaggio, a Gustave Klimt che ne dipinge due versioni Giuditta I e Giuditta II (Salomè). Nel dipinto del 1901, il soggetto biblico è decisamente posto in subalternità, mentre il corpo seminudo dell eroina, appena coperto da un sottile velo azzurro con ornamentazioni dorate, è un inno alla bellezza femminile e al potere incantatore del suo sguardo. Giuditta, splendidamente agghindata, se ne sta immobile, con gli occhi socchiusi e le labbra appena dischiuse, in atteg- Salomè con la testa del Battista (Caravaggio Londra) giamento quasi di sfida, mostrando in basso a destra appena accennata, come un trofeo, la testa mozzata di Oleferne. Il volto della giovane donna enigmatico e bellissimo, è incorniciato dall alto collier di gusto art nouveau e dalla gran massa scura di capelli. Non c è linea di contorno: il corpo di Giuditta, come anche il suo abito sfuma dolcemente e quasi si confonde con lo sfondo. A rendere più prezioso di quanto non sia già per l uso sapiente del colore e del disegno, interviene il fondo oro: una ripresa delle tavole gotiche, la cui tecnica era stata studiata dall artista fin dai tempi della Scuola di arti decorative. Sull oro, infatti, insiste un disegno geometrico a elementi naturalistici estremamen- 20

21 la figura femminile nella storia te semplificati e stilizzati e la cornice, a sua volta dorata e decorata diventa parte integrante del dipinto stesso. L altro celebre dipinto in cui è rappresenta una femme fatale è Giuditta II (Salomé), anche in questo dipinto la donna presenta il seno scoperto le labbra socchiuse e gli occhi tenebrosi e le mani che tengono avide la testa, in questo caso di giovanni battista, gli stessi che rappresentano il quadro di cui abbiamo parlato in precedenza. Salomè figlia di Erodiade, amante di Erode, spinta da sua madre a danzare di fronte al re biblico così da affascinarlo per soddisfare il suo desiderio di vendetta verso Giovanni Battista. Erode infatti, rimasto colpito dalla sensualità di Salomè, chiede alla ragazza cosa desideri come ricompensa della danza, ed essa, dopo aver chiesto alla madre cosa rispondere, esprime il desiderio di avere la testa di Battista. La Salomè biblica è dunque una figura totalmente marginale, uno strumento nelle mani della madre dedicato alla perversa danzatrice. Testimonianze scritte riprese anche in quadi celebri come Salomè con la testa del Battista di Caravaggio, in Salomè danza davanti a Erode di Gustave Moreau e anche nell ambigua identità del dipinto di Gustave Klimt in Giuditta II (Salomè). Ripresa anche da Beardsley. La femme fatales per Klimt e Picasso Sono figure d innegabile ricchezza stilistica e straordinaria capacità artistica, Picasso e Klimt, anche se in periodi e luoghi differenti, sono tra gli innovatori più geniali e fecondi dell arte contemporanea. Entrambi affascinati dalla figura della donna che in Picasso trova maggior espressione nel famoso dipinto Les demoiselles d Avignon, dove attraverso l abolizione di qualsiasi prospettiva o profondità abolisce lo stesso spazio, individuando una terza dimensione, non visiva ma mentale. La donna e il mistero della carne sono temi che lo affascinano a lo coinvolgono e, a cui dedica, nel corso degli anni, una serie di quadri: nel 1950, Le signorine in riva alla Senna, che rappresenta forse l ultima opera ricca d inventiva di Picasso e segna l inizio di un periodo di riflessione, durante il quale l artista dipingerà una serie di varianti delle Donne d Algheri (1854) di Delacroix, di Las Meninas (1857) di Velàzquez, del Déjenuer sur l herbe (1860), di Manet e delle Sabine (1862) di David. In maniera quasi analoga, la donna è per Klimt colei che traduce le paure, schiava dei tabù, ma pur sempre femme fatale e consolatrice di se stessa; Klimt dipinge una donna sicura della propria identità che vuole essere e sentirsi alla pari degli uomini, affrancata da secoli di oscurità

INCONTRO DI MONDI (1876-1917)

INCONTRO DI MONDI (1876-1917) INCONTRO DI MONDI MATA HARI (1876-1917) E LA DANZA DEL VENTRE Incontro tra Oriente e Occidente. Culture che si fondono, mondi che si avvicinano. Abbiamo già parlato in questo sito dell antichissima, affascinante

Dettagli

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903)

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903) Scuola Secondaria di I grado Pio X Artigianelli Firenze Arte e Immagine Prof. Fortunato Rao La pittura deve suggerire più che descrivere, come invero fa la musica. (Paul Gauguin) SIMBOLISMO Paul Gauguin

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Ottocento - Arte impressionista

Ottocento - Arte impressionista Giorgione (o Tiziano), Concerto campestre, 1511 circa. Olio su tela, 110x138 cm. Parigi, Museo del Louvre. L opera fa riferimento ad un quadro di Giorgione (o forse di Tiziano), un Concerto campestre,

Dettagli

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti La Tour Eiffel La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti 1889, Edmond de Goncourt, scrittore e critico letterario orrendo mostro

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped.

L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped. L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped. Docente: prof.ssa Rita Paolicelli Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò il cielo si tinse

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

FRIEDRICH WILHELM JOSEPH VON SCHELLING. prof. Giorgio Morgione

FRIEDRICH WILHELM JOSEPH VON SCHELLING. prof. Giorgio Morgione FRIEDRICH WILHELM JOSEPH VON SCHELLING prof. Giorgio Morgione CENNI BIOGRAFICI 1775 nasce il 27 gennaio a Leonberg 1791 inizia il seminario di teologia a Tubinga, dove conosce Hördeling e Hegel 1799 dopo

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI

AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI AZIONE CATTOLICA DEI RAGAZZI MESE DELLA PACE 2013 SUSSIDIO PER GLI EDUCATORI dai luce alla pace sommario Introduzione...4 Dai luce alla pace -...6 L iniziativa di pace...8 Per approfondire...11 3 4 Introduzione

Dettagli

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11 OPPOSITORI HEGELISMO Arthur Schopenhauer (1788-1861) 1 Arthur Schopenhauer Danzica, il padre era un banchiere, la madre una scrittrice 1818 pubblica Il mondo come volontà e rappresentazione 1851 pubblica

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Chissà se, a Port Lligat, Dalì guarda ancora il mare, ora che il tempo ha nascosto il suo enigma, ora che né Gala né Ana Maria potranno mai più vedere il mare

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Boris Princici La vita svelata

Boris Princici La vita svelata Boris Princici La vita svelata Boris Princic La vita svelata La vita svelata di Caterina Pellitta Tutto ha inizio con una Zenith russa, la macchina fotografica del padre. E così che Boris Prinčič bambino

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

S C H E D A D I D A T T I C A

S C H E D A D I D A T T I C A Giulietta e Romeo a r 2 TA TE AT RO n a m i t t e In s o l o Andiamo a Giocare in Teatro! D FA N SCHEDA DIDATTICA Questa è una breve biografia del compositore russo Sergej Prokofiev. Nato nel 1891 e morto

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Depressione e speranza cristiana. Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011

Depressione e speranza cristiana. Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011 Depressione e speranza cristiana Convegno Dal buio alla luce Marconia 26 Maggio 2011 Premessa Il mio punto di vista non sarà certo quello del medico, dello psicanalista, o del sociologo. (gli interventi)

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

GRAFOLOGIA & PERSONALITA

GRAFOLOGIA & PERSONALITA GRAFOLOGIA & PERSONALITA a cura della Dott.ssa Marialuisa IARUSSI La scrittura è un filo nero che emerge dal bianco del foglio rivelando qualcosa di noi. La mano è lo strumento del pensiero che dirige

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente

Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente Notte di Capodanno Eventuali riferimenti a nomi, cose, fatti o persone, sono puramente casuali Nicola Gargano NOTTE DI CAPODANNO racconto A mia moglie Amore, una piccola parola che racchiude un universo

Dettagli

Il Decadentismo. Il simbolismo AGATA GUELI 1

Il Decadentismo. Il simbolismo AGATA GUELI 1 Il Decadentismo Il simbolismo AGATA GUELI 1 1857: un nodo cruciale Flaubert: Madame Bovary il naturalismo (fine del 1890) Baudelaire: Simbolismo = messa in scacco del positivismo verso il Decadentismo

Dettagli

LA CHIAVE D INGRESSO

LA CHIAVE D INGRESSO LA CHIAVE D INGRESSO Una personalità così ricca e così umanamente complessa quale quella che emerge dai manoscritti di Sandra Sabattini non poteva non essere analizzata da un punto di vista psico-grafologico.

Dettagli

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce Venerdì 18 luglio 2014 dalle ore 19 alle ore 20 nella sala meeting di Palazzo Gattini a Matera l artista Smerakda Giannini presenta Entità. Una personale di opere che ritraggono il lavoro di una fotografa

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Teatro Stabile, Leo Gullotta in "Prima del Silenzio"

Teatro Stabile, Leo Gullotta in Prima del Silenzio Teatro Stabile, Leo Gullotta in "Prima del Silenzio" di Elisa Guccione - 16, mar, 2015 http://www.siciliajournal.it/teatro-stabile-leo-gullotta-in-prima-del-silenzio/ CATANIA Beniamino del pubblico nazionale,

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

GIANNI BERENGO GARDIN Un fotografo che denuncia la discriminazione e l emarginazione sociale

GIANNI BERENGO GARDIN Un fotografo che denuncia la discriminazione e l emarginazione sociale Visita alla mostra fotografica GIANNI BERENGO GARDIN Un fotografo che denuncia la discriminazione e l emarginazione sociale Un opportunità di riflessione in occasione della Giornata della Memoria : Martedì

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo!

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo! Lo scorso aprile la nostra scuola ha ospitato Maria Luisa Mesiano, un egittologa che ha partecipato agli scavi. Ci ha parlato di questa sua esperienza in Egitto e dei ritrovamenti effettuati. L egittologa

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

Un poco defilato come conveniva, non tanto per un senso di

Un poco defilato come conveniva, non tanto per un senso di Giuseppe Alfredo Berritto Pompei, Sesso in città 2010 www.vesuvioweb.com Nella meravigliosa città dell amore dedicata a Venere, che l amava più di Sparta, il sesso a pagamento era un libero esercizio nel

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

LA MONACAZIONE FORZATA

LA MONACAZIONE FORZATA LA MONACAZIONE FORZATA Per monacazione si intende una forma di vita totalmente consacrata a Dio rinunciando a ricchezze e affetti per distaccarsi dal mondo e seguire l ideale evangelico. Lo stile di vita

Dettagli

Autore:Pablo Picasso Titolo: MASSACRO IN COREA Data di esecuzione: 1951 Dimensioni:109,5x209,5 Tecnica e supporto: olio su compensato Collocazione:

Autore:Pablo Picasso Titolo: MASSACRO IN COREA Data di esecuzione: 1951 Dimensioni:109,5x209,5 Tecnica e supporto: olio su compensato Collocazione: A cura di SIMONETTA PERLATO IL METODO ICONOLOGICO ICONO-LOGIA = discorso, interpretazione dell immagine L Opera è sintomo del complesso di idee e di credenze (filosofiche, religiose...) che agiscono a

Dettagli

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE

ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE CAPITOLO II DON ABBONDIO NON RIUSCÌ AD ADDORMENTARSI PERCHÉ NON SAPEVA CHE COSA FARE IL GIORNO DOPO. ALLA FINE SI RICORDÒ CHE MANCAVANO POCHI GIORNI AL PERIODO DURANTE IL QUALE NON SI POTEVANO CELEBRARE

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

DECENNALE DEL MEVD (Verona, 29/30 settembre 2007) Relazione sul tema: La difesa della famiglia garantisce la difesa della democrazia in Europa

DECENNALE DEL MEVD (Verona, 29/30 settembre 2007) Relazione sul tema: La difesa della famiglia garantisce la difesa della democrazia in Europa DECENNALE DEL MEVD (Verona, 29/30 settembre 2007) Relazione sul tema: La difesa della famiglia garantisce la difesa della democrazia in Europa Ho accettato di svolgere il tema pensando più ad un argomento

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Viaggio d Istruzione Bruxelles Strasburgo Lussemburgo Amsterdam Parigi PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO

Viaggio d Istruzione Bruxelles Strasburgo Lussemburgo Amsterdam Parigi PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO N. GIORNI: 7 VIAGGIO IN BUS Tappe: San Marino Lucerna (Svizzera) Strasburgo (Francia) Lussemburgo Bruxelles (Belgio) Amsterdam (Olanda) Parigi

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Musica di Johann Strauss (figlio)

Musica di Johann Strauss (figlio) IL PIPISTRELLO Il Pipistrello Musica di Johann Strauss (figlio) A cura di Giovanna Gritti I PERSONAGGI nel balletto di R. Petit Bella, (Rosalinde nell opera di Strauss) una giovane donna della buona società.

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

Profezia della Guerra Civile

Profezia della Guerra Civile Maria Garbini Fustinoni UNI TER - Arese Seconda parte Profezia della Guerra Civile Costruzione morbida con fagioli bolliti. 1936. Philadelphia 1 Il dipinto è dominato da una figura mostruosa: la parte

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Verona: rifugio del Sommo Poeta

Verona: rifugio del Sommo Poeta Verona: rifugio del Sommo Poeta La nostra fantastica avventura in Veneto incomincia a Verona, importante centro d arte e letteratura italiana. Appena arrivati, dopo un introduzione da parte della guida

Dettagli

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA ALAIN MATTHEEUWS Amarsi per donarsi Il sacramento del matrimonio Prefazione di JEAN-LOUIS BRUGUÈS Traduzione a cura di Paolo Caena, Revisione

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Intervista a Maria Mattioni Oblique Studio 2010 Stelio Mattioni. Lo scrittore perduto. Intervista a Maria Mattioni di Annalisa Bizzarri Oblique Studio 2010 La signora

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

Paolo Beneventi David Conati

Paolo Beneventi David Conati Paolo Beneventi David Conati L animazione teatrale costituisce un momento molto importante della formazione di tutti, non solo dei bambini ma anche degli adulti. IMPARIAMO LE REGOLE Il teatro è soprattutto

Dettagli

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce!

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce! I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce *** Una delle controversie più forti di questi tempi sul sesso, forse anche di tutti i tempi, riguarda la ricerca di relazioni sessuali al di fuori del matrimonio.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda

Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda Telefono 030 910 92 10 - Fax 030 910 91 11 - E Mail: info@ilnodo.com - Sito Web: www.ilnodo.com Notre Dame de Paris

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

Contraccezione: tre donne si raccontano. Dati qualitativi

Contraccezione: tre donne si raccontano. Dati qualitativi Contraccezione: tre donne si raccontano. Dati qualitativi A cura di Paola Parenti Psicologa, Direttore del Dipartimento delle Ricerche Motivazionali TNS HEALTHCARE UNO SGUARDO IN PROFONDITÀ SU DONNE E

Dettagli