Bolzano Domani. Se vi capita di passare nel. Facciamo rinascere Bolzano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bolzano Domani. Se vi capita di passare nel. Facciamo rinascere Bolzano"

Transcript

1 IP Febbraio 2014 Bolza Domani NUOVE PROSPETTIVE PER LA GENTE, LA CITTÀ E L ECONOMIA io credo in bolza René Benko parla del suo progetto per il capoluogo. Pag. 3 una città più bella il commercio degli altri L esempio di Innsbruck: un bene per tutti. Pag. 7 all avanguardia I punti di forza di un progetto che guarda al futuro. Pag. 8 Bolza com è e come sarà: ecco tutti i vantaggi. Pagg. 4-5 il commento Una grande occasione Bolza può e deve farcela. Diciamolo francamente: il capoluogo e in particolare il centro storico han bisog di nuovi stimoli. L amministrazione comunale però ha pochi margini di mavra, per cui un investimento privato è oro colato. Il progetto Kaufhaus Bolza del gruppo SIGNA di Innsbruck porterebbe a Bolza diversi vantaggi: 1. Denaro derivante dalla vendita dei terreni 2. Migliore viabilità e nuove infrastrutture 3. Riqualificazione di una zona centrale degradata. 4. Sviluppo duraturo dell ecomia altoatesina. SIGNA possiede il kwhow, i mezzi finanziari e tutti i requisiti necessari per fare tutto questo. Vi invitiamo a leggere questo giornale, farvi un idea più precisa del progetto e dirci cosa vi piace o cosa cambiereste. Seguiteci anche su Facebook alla pagina Bolza domani Zukunft Bozen. Heinz Peter Hager Facciamo rinascere Bolza Progetto Kaufhaus Bolza : ma cos è esattamente? Alla base c è la voglia di riqualificare la zona attor alla stazione delle corriere, dare nuovi impulsi al commercio del capoluogo e creare un migliaio di nuovi posti di lavoro. Il Kaufhaus Bolza rappresenta una grande opportunità per l ecomia di Bolza Se vi capita di passare nel triangolo compreso tra via Garibaldi, via Stazione e via Alto Adige, guardatevi in giro: attor alla stazione delle corriere vedrete saracinesche abte, chioschi di kebab e palazzi dalle facciate cadenti; un parco che di parco ha solo il me; edifici che un gior e l altro pure vengo controllati dalle forze dell ordine. Questa zona degradata, situata nel cuore di Bolza, a due passi da piazza Walther, deve assolutamente rinascere. Da diversi anni ormai la SI- GNA di Innsbruck, prestigiosa impresa immobiliare, ha in mente di creare a Bolza u shopping center di alto livello. Il motivo lo cosciamo: ogni fine settimana migliaia di famiglie altoatesine van a fare acquisti a Innsbruck, Affi o Verona. continua a pagina 2

2 Prima pagina Facciamo rinascere Bolza L intervista René Benko Il progetto prevede la creazione di tantissime aree verdi, anche sui tetti degli edifici Quando invece, secondo gli studi commissionati da SI- GNA, Bolza avrebbe ermi potenzialità in questo settore. Circa un an fa gli imprenditori della SIGNA di Innsbruck, capeggiati dal fondatore René Benko, han illustrato per la prima volta il progetto che n si limita alla costruzione di un centro commerciale, ma ha come obiettivo primario la rinascita dell intero centro cittadi. Il progetto Il progetto SIGNA prevede u shopping center, un albergo, abitazioni e uffici, ampi spazi showroom Per saperne di più sul progetto Kaufhaus Bolza e farsi un idea più precisa delle strutture previste, consigliamo di visitare lo showroom allestito a Bolza all inter di Palazzo Menz in via della Mostra. Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 16 alle 20 e sabato dalle 10 alle 14 con ingresso libero. Non solo shopping Un centro commerciale a regola d arte, si diceva. Questo perché se il consumatore ha a disposizione un luogo moder e accogliente, tanti bei negozi anche con marchi internazionali e un offerta per tutte le tasche, allora n avrà più bisog di mettersi in macchina e andare a Innsbruck, Affi o Verona. Bolza diventerebbe co la capitale dello shopping altoatesi, apportando vantaggi reali all ecomia nel suo complesso ed alla popoverdi e un concetto di viabilità limitata attor alla stazione degli autobus. La bozza realizzata dal rimato architetto David Chipperfield è compatibile sia con il Pia urbanistico di Bolza che con la prevista ristrutturazione dell areale ferroviario (progetto Podrecca), per la cui realizzazione peraltro si parla di un attesa di oltre 10 anni. Ecomia e lavoro Il Kaufhaus Bolza invece potrebbe vedere la luce nel giro di appena tre anni. Solo la fase di costruzione garantirebbe la creazione di centinaia di posti di lavoro, una vera manna per un settore quello edile in forte crisi. Al proposito René Benko assicura che collaboreremo sempre con imprese altoatesine, in tutte le situazioni in cui questo sarà possibile. Quando sarà aperto poi, il centro commerciale offrirà lavoro sicuro a un migliaio di persone tra negozi, albergo, ristoranti, bar e altre attività dell indotto. Rivalutazione Sappiamo che alcuni commercianti storici del centro di Bolza n vedo di buon occhio il progetto: per loro evidentemente la prospettiva di avere più movimento e nuovi clienti in centro, attirati dal Kaufhaus, è me importante della paura già esternata che i negozi sotto i Portici possa risentire della concorrenza. Un risultato di questa opposizione è il progetto chiamato Emozioni Alto Adige, presentato poco tempo fa da alcuni commercianti bolzanini, che prevede tra le altre cose un centro congressi e un cosiddetto mondo delle emozioni con i prodotti altoatesini. I responsabili di SIGNA so abituati a convivere con lo scetticismo: Questa situazione l abbiamo vissuta all inizio di parecchi progetti. Ciò che conta alla fine è realizzare un centro commerciale di grandezza adeguata, con bei negozi e costruito a regola d arte, dico gli imprenditori di Innsbruck (vedere articolo a pagina 7). Altro effetto positivo: u shopping center ben fatto in centro scoraggia la nascita di mega-centri commerciali in periferia. lazione coinvolta nel mondo lavorativo. Me traffico Il progetto si pone come obiettivo anche l alleggerimento del traffico in centro. La soluzione consiste nell interramento del tratto di strada tra il parcheggio sotterraneo di via Mayr Nusser e il garage del Kaufhaus, con diramazioni sempre sotterranee verso piazza Walther e la stazione delle corriere. Tutto questo porterà ad un drastico calo del traffico nelle vie Alto Adige, Garibaldi e Stazione, che diventeran zona pedonale creando un piacevole corridoio dove passeggiare e fare shopping tra la stazione ferroviaria e il centro storico. e più verde Il progetto prevede la sparizione del parco citato all inizio di questo articolo, al cui posto però nasceran tantissime aree verdi molto più curate che riqualificheran la zona pedonale circostante la stazione dei treni. E tanto verde ci sarà anche sulle terrazze dei nuovi edifici ed in altri punti della zona. Ciliegina sulla torta: da piazza Verdi è prevista una funivia che in pochi minuti porterà residenti e turisti sull area naturalistica del Virgolo. E ora che si fa? Adesso il testimone è in ma al Comune di Bolza, che dovrà bandire una gara per la riqualificazione della zona che gravita attor alla stazione delle corriere alla quale potran partecipare tutti i soggetti interessati. Da sinistra René Benko, il consulente Heinz Peter Hager e il presidente della Camera di commercio Michl Ebner in occasione dell apertura dello showroom S igr Benko, perché c è bisog di un Kaufhaus Bolza? René Benko: Da una parte per rivitalizzare il commercio a Bolza, e dall altra per risolvere le varie problematiche connesse a tutta la zona che gravita attor alle due stazioni, ferroviaria e delle corriere. Ma Bolza è in grado di accogliere altre zone commerciali? Assolutamente, su questo aspetto abbiamo il conforto degli esperti. Ma affinché Bolza sia in grado di catalizzare interesse commerciale, so necessarie strutture attraenti di una certa dimensione che sia sopportabile per la città e garantisca il successo del progetto. Per convincere la gente a fare shopping a Bolza bisogna offrire tanti buoni motivi. Noi abbiamo alle spalle diversi progetti realizzati in tutta Europa da Innsbruck a Vienna, da Monaco a Berli o Amburgo che ci rassicura in tal senso. Cosa apporta il suo progetto alla città di Bolza? Innanzitutto tanto denaro che sarà investito nell ecomia locale, partendo dalla fase di costruzione per arrivare alla configurazione ed alla gestione del centro commerciale. Stiamo parlando di investimenti attor ai 200 milioni di euro e della creazione di nuovi posti di lavoro. Ma una cosa deve essere chiara: i andremo avanti solo se il progetto sarà all'avanguardia per Bolza e per l intero Alto Adige, perché è da questo che dipende il stro successo. Noi vogliamo che la gente residenti e turisti accorra a Bolza per fare shopping, e so convinto che il capoluogo e tutto l Alto Adige abbia bisog di un centro commerciale come questo. Da tempo ormai i consumatori, ma n solo loro, si auspica una rivitalizzazione del commercio a Bolza, che porterà con sé Io credo in Bolza Con i suoi progetti già realizzati, l imprenditore tirolese René Benko ha dimostrato di poter creare valore aggiunto nelle città in cui opera. anche un rilancio dell intera città. Una delle critiche che vi vengo mosse riguarda la cementificazione del verde esistente. A parte il fatto che il stro progetto prevede più verde di quanto n ce ne sia oggi, ricordo che il parco di via Stazione perché è di questo che si parla verrà integrato e riqualificato. A livello del terre so previste tante zone verdi mentre sui tetti degli edifici sorgeran delle oasi di verde calpestabile. Consiglio a tutti di farsi un giro nella zona della stazione e vedere in che condizioni versa il parco e gli edifici circostanti. E c è un altra cosa di cui siamo certi: il stro progetto aumenterà la qualità di vita dei bolzanini e renderà più piacevole il soggior anche agli ospiti che verran a Bolza per fare shopping, passeggiare o lavorare. so più che convinto che il centro di bolza e l intero alto adige abbia bisog di u Shopping center co Lei definisce i progetti concorrenti come guastafeste : perché? Innanzitutto n c è bisog di un mondo delle emozioni, perché basta uscire dalla città per vivere dal vivo le emozioni della natura. E io n cosco nessun progetto in cui una copia funzioni meglio dell originale. Come seconda cosa ritengo che questa Erlebnishaus n abbia un progetto chiaro e quindi n sia in grado di attirare i consumatori, che continueran a mettersi in viaggio verso Innsbruck, Affi o Verona. Infine, gira voce che dietro questi progetti alternativi n ci sia la volontà concreta di costruire, ma solo il tentativo di mettere i bastoni tra le ruote sperando che alla fine n se ne faccia nulla. Perché ha scelto Bolza per questo progetto? Le città su cui lavorare n manca di certo... Semplice: io so di Innsbruck, quindi tirolese e storicamente legato all Alto Adige, una terra che amo e dove vengo spesso in vacanza. Ragionando da imprenditore invece dico che tra Innsbruck e il lago di Garda n esiste un vero centro commerciale. Bolza e l Alto Adige han un elevato potere d acquisto, grazie anche ai sei milioni di turisti all an. Ci so insomma tutte le condizioni per un progetto di successo e siamo convinti che finirà come il stro Kaufhaus Tyrol di Innsbruck. Anche lì all inizio abbiamo avuto delle resistenze, oggi invece il centro storico di Innsbruck con la Maria-Theresien-Straße è al secondo posto in Austria per numero di visitatori, dietro solo al centro di Vienna, quando qualche an fa era ancora in quinta posizione. Foto scattata in occasione della presentazione del progetto: da sinistra l architetto David Chipperfield, l assessore comunale Judith Kofler Peintner, il sindaco Gigi Spaglli, René Benko, l assessore comunale Maria Chiara Pasquali e il vicesindaco Klaus Ladinser 2 3

3 Il confronto oggi Il confronto domani Bolza sarà più bella Il Kaufhaus Bolza permetterà al capoluogo di fare un grande salto di qualità. Bolza diventerà più interessante, più attraente e più moderna. domani oggi - degrado diffuso - parco abbandonato - palazzi decadenti - saracinesche abte - zona morta, evitata dai bolzanini - criminalità, frequenti interventi delle forze dell ordine - punto di ritrovo della malavita - pessimo biglietto da visita per il centro storico - traffico caotico - tanto verde di pregio e curato - un luogo piacevole per passeggiate e shopping - ritrovo per gente di ogni età - bel biglietto da visita per chi esce dalla stazione - immagine di modernità, edifici di pregio - negozi, gastromia, intrattenimento nuovi posti di lavoro - rivitalizzazione del centro - traffico limitato e zone pedonali 4 5

4 Faccia a faccia Per migliorare Bolza Due città commerciali a confronto Innsbruck e Bolza Progetti a confronto Due progetti, un obiettivo: migliorare la qualità della vita di Bolza e dei suoi abitanti. Laddove il primo progetto quello proposto da SIGNA ha fatto da fonte ispiratrice del secondo, con tante idee copiate da un gruppo di commercianti bolzanini capeggiati da Georg Oberrauch. le due proposte per migliorare bolza Ecco le differenze tra i progetti SIGNA e Oberrauch nuovi posti di lavoro del progetto nel suo complesso rilancio convinto della città di Bolza soluzioni per il traffico vantaggio per la ma pubblica (ricavi derivanti dalla vendita di terreni pubblici) probabilità di peggioramento della viabilità grande attrattività grazie a dimensioni, allestimento e mix internazionale di marche capacità di scongiurare un centro commerciale in periferia valorizzazione del parco / delle aree verdi albergo centro per manifestazioni grande architettura internazionale riqualificazione edilizia globale comprendente gli immobili da ristrutturare come l Hotel Alpi, la vecchia Camera di commercio e il palazzo residenziale di via Garibaldi rientro di potere d acquisto da Innsbruck / Verona / Affi negozi di fama internazionale con offerta ampia e presenza delle marche più richieste competenza ed esperienza del promotore del progetto finanziamenti assicurati trasparenza progetto chiaro e ben definito somma investita in grado di rilanciare l ecomia del settore edile in Alto Adige green building architettura che sfrutta la geotermia e le acque fluviali per riscaldamento e raffreddamento (con riduzione delle emissioni di CO2) Altri progetti realizzabili per il Comune di Bolza con i ricavi dalla vendita dei terreni funivia del Virgolo soluzioni per il traffico / concetto globale di viabilità ulteriori mezzi finanziari per altre strutture di interesse comunale Il progetto prevede aree verdi in misura superiore a quella attuale Progetto SIGNA min alto sicuro grande Progetto SIGNA Progetto Oberrauch molti di me igte basso igta parziale incerta improbabile incerti parziale igto igta Progetto Oberrauch incerta igto ridotti Ma quanto grande può essere? Abbiamo cercato di capire quante aree dedicate al commercio è in grado di sostenere una città come Bolza. Invece di scciolare numeri a casaccio, ci sembra molto più utile e sensato andare a vedere cosa succede nelle città strutturate in maniera simile a Bolza. Il rimato istituto di consulenza standort+markt di Baden (Vienna) si è specializzato in questioni che riguarda il commercio. Il risultato: i centri storici e i quartieri dello shopping più frequentati, come ad esempio la Mariahilfer Straße di Vienna, han 1 m² di superficie commerciale per abitante. Ed è dimostrato che tutti i centri urbani che posso offrire ai visitatori un simile rapporto, funziona in maniera eccellente. Prendiamo il vici esempio di Innsbruck: il centro del capoluogo tirolese dispone oggi di m² di superficie l esempio di Innsbruck di vendita, pari a 0,89 m² per ognu dei abitanti. L afflusso sempre maggiore di clienti degli ultimi anni ha attirato a Innsbruck nuove grandi marche, un trend ancora in essere che ben presto farà raggiungere la magica soglia di 1 m² per abitante. Ma questo va ancora bene, in quanto stante la concorrenza dei centri commerciali periferici DEZ, Sillpark e Cyta il centro di Innsbruck può contare su turisti l an che dormo alme una tte in città e fan girare l ecomia del centro storico. Ed a questi bisogna aggiungere i 3 milioni annui di turisti per un gior. Un potenziale da sfruttare È iltre dimostrato che la mancanza di u shopping dal 5 al 2 posto grazie al Kaufhaus Tyrol Nel 2010 nel centro di Innsbruck si contava visitatori a settimana, diventati nel Vienna Innsbruck Linz Salisburgo Graz dal 5 al 2 Posto! Fonte: Infrapool center in posizione centrale rappresenta una debolezza della struttura commerciale, generando una perdita di competitività in relazione al potere d acquisto. Il centro di Bolza dispone attualmente di m² di superficie commerciale, pari a 0,333 m² per abitante. Se dovessimo ragionare sui numeri austriaci, il commercio Regina Stanger Camera ecomica del Tirolo, presidente Città di Innsbruck La trasformazione della Maria-Theresien-Straße in zona pedonale e l apertura del Kaufhaus Tyrol e delle gallerie del Municipio han dato erme impulso alla città. U studio infatti attesta che il centro di Innsbruck è oggi u dei quartieri dello shopping più apprezzati dell intera Austria. Lo sviluppo urba di Innsbruck può essere da esempio per Bolza nel centro storico di Bolza sembrerebbe destinato a sparire nel lungo periodo, soprattutto se in periferia dovessero sorgere mega-centri commerciali. Di fronte ad un simile scenario, domande come Ce la farà Bolza a sostenere i m² del Kaufhaus Bolza? appaio decisamente fuori luogo. Sebastian Schneemann Manager del Kaufhaus Tyrol Anche a Innsbruck i commercianti aveva delle perplessità. I numeri invece dico che nella Maria-Theresien-Straße prima dell apertura del Kaufhaus Tyrol passava persone al gior, che oggi so diventate A tutto vantaggio delle attività commerciali preesistenti e della ristorazione. 6 7

5 Kaufhaus Bolza I 10 punti di forza Un progetto che guarda al futuro 10 buoni motivi per profetizzare lunga vita al progetto Kaufhaus Bolza di SIGNA. Capitale privato, nuove opportunità di lavoro, commercio ed ecomia, traffico limitato, più verde e più qualità di vita, i migliori cervelli al servizio di Bolza. capitale Privato per bolza Gli investimenti interamente privati genera vantaggi duraturi per Bolza e per i suoi abitanti. architettura di grido La firma di un grande architetto internazionale rende ancora più prestigioso questo progetto, destinato a fare da trai alla rivitalizzazione e allo sviluppo del centro cittadi, con conseguente aumento del gettito fiscale a favore della città. un investimento da 200 milioni Gli investimenti per 200 milioni di euro garantisco per tanti anni appalti e posti di lavoro al comparto edile dell Alto Adige. Un progetto equilibrato Oltre ad un centro commerciale all avanguardia, il progetto comprende le necessarie infrastrutture viabili tra cui la stazione delle corriere, abitazioni e uffici moderni, un albergo, tante zone verdi e una funivia verso l area naturalistica del Virgolo. me traffico in centro Il progetto porterà con sé un miglioramento complessivo della viabilità del centro di Bolza, grazie all interramento delle strade limitrofe e la realizzazione di zone pedonali. edilizia ad efficienza energetica La progettazione rispetterà i criteri del green building e sfrutterà la geotermia e le acque fluviali per il riscaldamento e raffreddamento (riduzione dell emissione di CO2). Dare nuova linfa al commercio di Bolza Il progetto intende valorizzare il ruolo di Bolza come città di commercio e turismo, con conseguente rientro in Alto Adige del denaro speso ad Affi o Innsbruck e nuovi gettiti dalle regioni confinanti, a patto però che il progetto abbia dimensioni adeguate e possa proporre un offerta vasta e interessante grazie alle marche più richieste. valorizzazione La riqualificazione della zona attor alla stazione originerà una sensibile valorizzazione di tutto il centro storico e un aumento di valore degli immobili. la soluzione migliore I tempi so ormai maturi: l azienda SIGNA possiede il kw-how teclogico, l esperienza specifica, i mezzi finanziari e le competenze per tramutare in realtà questo progetto in tempi brevi nuovi posti di lavoro In tempi di crisi ecomica, la creazione di complessivi posti di lavoro sicuri nel centro di Bolza dovrebbe costituire un argomento decisivo. Hannes Profanter Imprenditore della moda, Maximilian Se Bolza ritorna agli antichi fasti di città commerciale sarà sicuramente un bene per tutta la città. Il fasci particolare del capoluogo, la convivenza tra la leggerezza mediterranea e l ordine della gente di montagna, tra antico e moder, attira gente da ogni parte. So certo che con l arrivo di un centro commerciale ben fatto Bolza diventerà una città ancora più interessante. Robert Bobo Widmann Titolare del ristorante-birreria Ca de Bezzi In base a quello che ho visto del progetto Benko, posso dire di trovarlo interessante. Mi piace l idea che Bolza venga valorizzata da un iniziativa moderna e studiata con cura. Certo, ogni cambiamento appare stra, ma dove saremmo oggi se n ci fossero stati cambiamenti... C è bisog di persone che abbia il coraggio di rinvare e guardi al futuro in maniera positiva. Thomas Ausserhofer Unionbau, presidente del Collegio edile Per ridare slancio all ecomia locale ci voglio investimenti rivolti al futuro, in grado di creare e assicurare posti di lavoro. Ecco perché sosteniamo investimenti come la riqualificazione dell area attor alla stazione dei bus. E ciò che conta n è chi fa questi investimenti, ma che questi progetti venga realizzati senza essere politicizzati e trascinati all infinito. Bolza Domani Editore, redazione: KHB srl, via Museo 1, Bolza Stampa: Athesia Bolza, 19/02/2014 Foto: SIGNA, Innsbruck 8

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Efficienza Capitale 1

Efficienza Capitale 1 Efficienza Capitale 1 Efficienza energetica, abbattimento Co2, risparmio e investimenti, controllo social PREMESSA Gli edifici pubblici devono essere i luoghi dove curare il nostro presente. Le scuole

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Beni pubblici e analisi costi benefici

Beni pubblici e analisi costi benefici Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Lo stato dell arte del Responsabile del trattamento dei dati personali e del Responsabile della Conservazione nella PA

Lo stato dell arte del Responsabile del trattamento dei dati personali e del Responsabile della Conservazione nella PA Lo stato dell arte del Responsabile del trattamento dei dati personali e del Responsabile della Conservazione nella PA Il Responsabile del Trattamento dei Dati personali e il Responsabile della Conservazione

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

falzone.eu dal 30 aprile al 2 maggio 2015 piazza walther bolzano

falzone.eu dal 30 aprile al 2 maggio 2015 piazza walther bolzano falzone.eu dal 30 aprile al 2 maggio 2015 piazza walther bolzano Festa dei fiori Bolzano dal 30 aprile al 2 maggio 2015 Programma Primavera a Bolzano Bolzano, dove la primavera ha un fascino tutto particolare,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Programma delle lezioni CORSO DI URBANISTICA

Programma delle lezioni CORSO DI URBANISTICA a CORSO DI URBANISTICA STRUMENTI INNOVATIVI PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO Obiettivi formativi Il corso di è un insegnamento importante per il curriculum formativo dell ingegnere edile che vorrà operare

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli