Capitolo 16 La seconda guerra mondiale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 16 La seconda guerra mondiale"

Transcript

1 Capitolo 16 La seconda guerra mondiale 1. La Germania nazista all assalto dell Europa Causa principale della seconda guerra mondiale sono le mire egemoniche della Germania di Hitler, decisa a riconquistare il predominio su Francia e Gran Bretagna che, d altronde, non sono disposte a rinunciare ai privilegi ottenuti con la pace di Parigi. Anche il dissidio tra Giappone e Stati Uniti per la supremazia nel Pacifico e gli attriti dell Italia con le democrazie europee giocano un ruolo importante. Lo scoppio del conflitto è innescato dalle pretese che Hitler avanza sulla Polonia: la cessione di Danzica e di una striscia di territorio per congiungere la Prussia occidentale con quella orientale. In risposta alle mire tedesche, Francia e Gran Bretagna stringono un accordo con la Polonia, che rifiuta l ultimatum di Hitler. Le democrazie occidentali cercano un accordo con l URSS, ma i negoziati falliscono e il 23 agosto 1939 i ministri degli esteri russo e tedesco, Molotov e Ribbentrop, firmano a Mosca un patto di non aggressione. Questo quadro di alleanze spinge il führer a invadere la Polonia il 1 settembre Il 3 settembre Francia e Gran Bretagna dichiarano guerra alla Germania, mentre lo stesso giorno Mussolini annuncia la non belligeranza dell Italia. 2. Vicende e protagonisti del Conflitto I fronti di guerra La conquista della Polonia è rapidissima, in quanto la Germania mette in atto operazioni congiunte di aviazione e forze corazzate, la cosiddetta «guerra lampo» (blitzkrieg): ad ottobre la Polonia è stata occupata. Nel frattempo i russi, in base al Patto Molotov-Ribbentrop, occupano la zona est del paese, mentre Francia e Gran Bretagna non intervengono. Le armi tacciono ancora sul fronte occidentale allorquando, il 30 novembre, l URSS attacca la Finlandia e la Germania dichiara guerra alla Danimarca e alla Norvegia: nella primavera del 1940 Hitler controlla già buona parte dell Europa centro-settentrionale, mentre l Unione Sovietica procede anche all occupazione delle Repubbliche baltiche (Estonia, Lettonia e Lituania). Il 10 maggio 1940 Hitler decide di attaccare la Francia e nel giro di poche settimane l operazione ottiene il successo sperato. La sconfitta è dovuta a una serie di errori dei generali francesi che hanno posto il grosso delle truppe lungo la linea Maginot, lasciando quasi del tutto scoperta la frontiera con i paesi del Benelux. Come già accaduto nel corso della prima guerra mondiale, l esercito tedesco viola ancora la neutralità del Belgio invadendo questa volta anche Olanda e Lussemburgo e, attraversata la foresta delle Ardenne (ritenuta invalicabile dai carri armati), sconfigge i francesi a Sedan. Le truppe tedesche occupano il territorio francese e costringono il contingente inglese, da poco sbarcato sul continente, in una sacca. Solo un arresto momentaneo dell offensiva avversaria permette agli inglesi di reimbarcarsi a Dunkerque.

2 168 Libro I - Storia d Italia e della regione Campania Il 14 giugno 1940 i tedeschi entrano a Parigi. L allora Presidente del Consiglio, Philippe Pétain, firma l armistizio che stabilisce la nuova sede del governo a Vichy (cittadina termale nel sud della Francia) e lascia la parte settentrionale del paese sotto l occupazione tedesca, anche se in realtà la Repubblica di Vichy diventa uno Stato-satellite della Germania, in quanto il regime hitleriano può avvantaggiarsi del collaborazionismo di Pétain. Invano il generale Charles De Gaulle lancia, da Londra, un appello per incitare i francesi a continuare a combattere al fianco degli alleati. La Gran Bretagna, intanto, è rimasta l unico paese che ancora combatte contro la Germania e Hitler sarebbe anche disposto a trattare, ma il primo ministro conservatore britannico, Winston Churchill, vuole la vittoria a tutti i costi. Nel luglio del 1940 Hitler dà inizio al suo piano per l invasione della Gran Bretagna (operazione «Leone marino») che consiste in una battaglia aerea per contrastare la superiorità navale inglese. La battaglia dura tre mesi e alla fine è vinta dall aviazione britannica, la Royal Air Force (RAF), che si serve del radar, da poco inventato: si tratta della prima battuta d arresto per la Germania. L intervento italiano e il Patto tripartito Il 10 giugno 1940, credendo che la guerra stia per finire, Mussolini annuncia l intervento italiano al fianco della Germania nazista, ma l Italia non è sufficientemente preparata per affrontare il conflitto, sicché l offensiva delle Alpi, sferrata contro i francesi ormai sconfitti, si rivela un fallimento (5.000 tra morti e feriti) e l armistizio chiesto dalla Francia apporta solo lievi rettifiche ai confini. Esito analogo ha l attacco sferrato dalle truppe italiane in Libia contro l Egitto. Nel dicembre del 1940 gli inglesi conquistano parte del territorio libico, al che Mussolini è costretto a chiedere aiuto a Hitler, il quale invia reparti ben equipaggiati, capeggiati dal generale Erwin Rommel, che riescono a scacciare gli inglesi. Il 28 ottobre 1940 l esercito italiano, partendo dall Albania conquistata nel 1939, attacca la Grecia (paese semifascista), ma deve ben presto ripiegare sulle posizioni di partenza. Nel 1941 l Italia perde poi i suoi possedimenti in Africa orientale: anche in questo caso il fallimento italiano apre la strada all intervento nazista, resosi necessario per supplire alle carenze del più debole alleato. Il 27 settembre 1940 Germania, Italia e Giappone sottoscrivono a Berlino il Patto tripartito, con cui fissano le rispettive sfere d influenza in Europa e in Asia, riconoscendosi vicendevolmente il diritto di creare un «nuovo ordine» nei propri continenti. Inoltre, si garantiscono reciproca assistenza economica e militare nel caso in cui dovessero subire l attacco di qualche potenza rimasta fino ad allora neutrale, con un preciso quanto sottinteso riferimento agli Stati Uniti. La campagna russa Intanto, non avendo più rivali in Europa, Hitler concentra il grosso delle sue forze sull obiettivo di conquistare lo «spazio vitale» a est ai danni dell URSS, dando inizio all «Operazione Barbarossa». Il 22 giugno 1940, infatti, la Germania aveva invaso la Russia, conquistando una considerevole porzione di territorio; anche un corpo di spedizione italiano, l ARMIR (Armata italiana in Russia), aveva partecipato alla campagna. Nonostante i successi iniziali, i tedeschi non riescono a raggiungere Mosca prima dell inverno e lo scontro si trasforma in guerra di usura, che paralizza sul fronte orientale buona parte dell esercito germanico. L episodio definitivo si verifica nel

3 Capitolo 16 - La seconda guerra mondiale 169 novembre 1942, quando i tedeschi pongono l assedio a Stalingrado sul Volga: dopo durissimi combattimenti casa per casa, i sovietici riescono a chiudere i nemici in una morsa, ma Hitler ordina la resistenza a oltranza, sacrificando un intera armata che è costretta ad arrendersi. L intervento americano All inizio della guerra gli USA si erano dichiarati neutrali, ma con l elezione del presidente Franklin Delano Roosevelt si impegnano poi a favore della Gran Bretagna e dell URSS nella lotta contro il nazismo, fornendo agli alleati un forte supporto sia economico che militare. Questa politica di sostegno alle democrazie è suggellata dall incontro tra Roosevelt e Churchill avvenuto il 14 agosto 1941 su una nave da guerra al largo dell isola di Terranova nell oceano Atlantico, incontro durante il quale viene stilata la cosiddetta Carta atlantica, un documento in otto punti che fissa le linee su cui costruire le democrazie nel mondo nel rispetto dei principi di sovranità popolare e di autodeterminazione dei popoli, basandosi sulla libertà del commercio e sulla cooperazione internazionale fondata sulla rinuncia all uso della forza. Il vero e proprio intervento diretto degli USA nella guerra è determinato dall aggressione subìta il 7 dicembre dalla flotta americana ancorata a Pearl Harbor, nelle Hawaii, da parte del Giappone. Subito dopo l entrata in guerra degli Stati Uniti contro il Giappone, anche Germania e Italia dichiarano guerra agli USA. Nei primi mesi del 1942 l esercito nipponico conquista la Malesia, la Birmania e l Indonesia, ma nella primavera successiva gli americani contrattaccano e ottengono due vittorie molto importanti nelle battaglie del mar dei Coralli e delle isole Midway. Nel 1943 i giapponesi si sono ormai ridotti a difendere le posizioni raggiunte all inizio della guerra. La svolta del Le vittorie americane galvanizzano gli alleati: l esercito britannico impegnato in Nordafrica sconfigge a El Alamein, in Egitto, il contingente italo-tedesco, che è costretto alla resa in quanto chiuso tra due fuochi dopo lo sbarco di truppe alleate in Marocco e in Algeria. I Capi di Stato dei paesi alleati (Gran Bretagna, Stati Uniti, Unione Sovietica), il Commonwealth e i rappresentanti delle nazioni occupate si incontrano nel gennaio 1942 a Washington, dove sottoscrivono il Patto delle Nazioni Unite, con cui si impegnano a rispettare la Carta atlantica e a combattere il nazifascismo. Nonostante alcuni contrasti tra Stalin e gli anglo-americani, viene deciso di aprire un secondo fronte in Europa meridionale: lo sbarco sarebbe avvenuto in Italia. Si decide così di sferrare un attacco congiunto che vede gli angloamericani agire in Italia e l Armata Rossa in Germania. La campagna d Italia comincia il 12 giugno 1943 con la conquista di Pantelleria, dopodiché, il mese successivo, gli alleati conquistano la Sicilia. Le popolazioni locali non si oppongono, anzi a volte salutano gli Alleati come liberatori, lasciando presagire, così, anche la caduta del fascismo. 3. La caduta del fascismo e la Resistenza in Italia La destituzione di Mussolini è determinata da una congiura tra moderati, conservatori e corona. Il 24 luglio 1943 il duce è costretto a convocare il Gran consiglio del fascismo, da cui viene messo in minoranza sull ordine del giorno redatto da Dino Grandi, autore

4 170 Libro I - Storia d Italia e della regione Campania di una vera e propria mozione di sfiducia nei confronti di Mussolini, che appena il giorno dopo è arrestato su ordine del re. Vittorio Emanuele III, a sua volta, torna a ricoprire il comando supremo delle forze armate e nomina capo del governo il maresciallo Badoglio. Il Partito fascista, con tutte le sue organizzazioni collaterali, scompare nel nulla prima ancora che Badoglio lo sciolga d autorità: un crollo inglorioso, spiegabile con le debolezze interne del sistema e con il discredito arrecato dalle sconfitte. L 8 settembre 1943 viene annunciato l armistizio tra Italia e alleati. Il re e Badoglio fuggono a Brindisi sotto la protezione degli angloamericani, abbandonando la parte centro-settentrionale dell Italia sotto l occupazione germanica. L esercito hitleriano si assesta lungo una linea che, compresa tra Gaeta e la foce del Sangro (linea Gustav), ha come roccaforte centrale l abbazia di Montecassino e da tale posizione riesce a bloccare l avanzata alleata. Il 12 settembre 1943 un commando tedesco libera Mussolini che dà vita, nell Italia occupata dalle truppe germaniche, a un nuovo Stato fascista, la Repubblica Sociale Italiana (con capitale Salò), la quale, però, non ha alcuna credibilità in quanto dipendente dai tedeschi, sicché la sua unica funzione è quella di combattere il movimento partigiano. Quest ultimo, a sua volta, è articolato in formazioni armate che compiono azioni di disturbo e di sabotaggio ai danni dei tedeschi, i quali rispondono ad ogni attacco con dure rappresaglie. Le prime bande partigiane sono associazioni spontanee, ma dopo la ricostituzione dei partiti antifascisti, che si riuniscono nel Comitato di liberazione nazionale (CLN), i partigiani si organizzano in brigate in base all orientamento politico. Il CLN si trova presto in contrasto con il governo Badoglio che nell ottobre del 1943 dichiara guerra alla Germania; tale contrasto è risolto dall intervento del comunista Palmiro Togliatti rientrato in Italia dopo un esilio in URSS durato vent anni che propone la formazione di un governo di unità nazionale. Vittorio Emanuele III trasmette i suoi poteri al figlio Umberto, che dopo la liberazione di Roma, nel giugno 1944, assume la luogotenenza generale del Regno; Badoglio allora si dimette e il nuovo governo, presieduto da Ivanoe Bonomi, è più direttamente legato al movimento partigiano. A quel punto la Resistenza, anche grazie all offensiva alleata, riuscirà a liberare l Italia definitivamente dall occupazione tedesca. Il 25 aprile 1945 il CLN dà l ordine dell insurrezione generale, mentre Mussolini, che cerca di fuggire in Svizzera dopo avere inutilmente tentato di trattare la resa con il CLN, viene bloccato a Dongo da un gruppo di partigiani ed è quindi giustiziato assieme alla sua amante, Claretta Petacci (28 aprile), dopodiché il suo cadavere, impiccato per i piedi, viene esposto in Piazzale Loreto a Milano. La Resistenza dimostra al mondo che il popolo italiano, per quanto avvilito dalla lunga dittatura fascista, ha saputo ritrovare la volontà di riscattarsi e di combattere per la propria libertà e per la propria reale indipendenza. Il prezzo pagato dalla Resistenza è comunque altissimo: deportati nei lager nazisti, partigiani caduti, stragi terribili di civili come quelle della cascina Benedicta, delle Fosse Ardeatine, di Cuminiana. 4. La disfatta hitleriana e gli attacchi atomici contro il Giappone Mentre gli angloamericani sono impegnati in Italia, l Armata Rossa, tra il 1943 e il 1944, comincia la sua inarrestabile avanzata che si conclude nel 1945 con la conquista di Berlino. L offensiva costa alla Russia un grosso sacrificio di vite umane, ma serve ad accrescere il suo prestigio, cosicché quando nel dicembre del 1943 Stalin incontra

5 Capitolo 16 - La seconda guerra mondiale 171 Roosevelt e Churchill nella Conferenza di Teheran riesce ad ottenere l impegno di uno sbarco alleato sulle coste francesi. Il 6 giugno 1944, il D-Day (o «ora H»), gli Alleati, sotto il comando del generale statunitense Dwight Eisenhower, sbarcano in Normandia dando avvio all operazione «Overlord». Alla fine di luglio gli Alleati, pur con gravissime perdite, sfondano le difese tedesche e il 25 agosto i reparti del generale De Gaulle entrano a Parigi, già liberata dai partigiani. Il 20 luglio 1944 Hitler riesce a scampare miracolosamente a un attentato organizzato da un gruppo di ufficiali guidati dal colonnello von Stauffenberg. Tuttavia, alla fine del 1944 la Germania è virtualmente sconfitta, mentre ll alleanza tra Stati capitalisti e paesi socialisti è consolidata dalle Conferenze di Mosca prima e di Jalta poi. Nell ottobre del 1944, infatti, Stalin e Churchill si incontrano a Mosca e decidono che dopo la guerra l Europa orientale sarebbe stata divisa in diverse sfere d influenza in modo da attribuire la Romania e la Bulgaria all URSS e la Grecia alla Gran Bretagna, conservando una situazione di equilibrio in Ungheria e in Iugoslavia; tutto ciò, senza tenere in alcun conto la volontà dei paesi direttamente interessati. Successivamente, nel febbraio del 1945, Churchill, Stalin e Roosevelt si incontrano a Jalta, in Crimea, per accordarsi sulla sistemazione politico-territoriale del mondo dopo la vittoria, prevedendo quanto segue: smilitarizzazione e denazificazione della Germania, con successiva divisione del territorio tedesco in quattro zone di influenza (una sarebbe toccata anche alla Francia); accordo sulle frontiere polacche tra Germania e URSS; diritto dei popoli alle elezioni libere; costituzione dell ONU; impegno dell URSS a dichiarare guerra al Giappone entro tre mesi. Attaccati su più fronti, i soldati tedeschi non riescono ad opporre alcuna resistenza, tanto che il 28 aprile 1945 i russi conquistano Berlino. Hitler si suicida (30 aprile 1945), dopodiché la Germania chiede e ottiene la resa, firmando l atto di capitolazione il 7 maggio. A quel punto la guerra continua solo nel Pacifico, dove i giapponesi, malgrado siano stati duramente sconfitti dagli americani nella battaglia dell isola di Okinawa (aprile 1945), rifiutano la resa, ricorrendo anche all uso dei kamikaze (il termine, che letteralmente significa «vento divino», indica i piloti nipponici suicidi che si lanciano con i propri aerei, carichi di esplosivo, contro obiettivi navali nemici). Il presidente statunitense Harry Truman dà allora l ordine di usare la nuova arma totale: la bomba atomica. Il 6 agosto 1945 un bombardiere americano sgancia il primo ordigno nuclea re su Hiroshima e l operazione viene ripetuta il 9 agosto su Nagasaki: le due città sono completamente distrutte e la contaminazione tocca tutti i sopravvissuti, provocando terribili effetti anche sui loro discendenti. Il 15 agosto, quando l URSS dichiara guerra al Giappone, l imperatore Hirohito offre la resa senza condizioni, firmando, il 2 settembre 1945, l armistizio che segna la fine della seconda guerra mondiale. 5. Lo sterminio degli ebrei Con l estendersi del dominio tedesco in Europa la campagna antisemita si fa sempre più pressante, per cui sia in Germania che nei territori occupati dai tedeschi peggiorano le condizioni di vita degli ebrei, i quali sono costretti a portare una stella gialla per distinguersi dal resto della popolazione ed è loro vietato qualsiasi tipo di comfort, come possedere indumenti di lana, biciclette, o far uso dei mezzi pubblici. L avvio dell occupazione tedesca della Russia segna l inizio del massacro ebraico. Hitler ordina ai suoi uomini di fiducia, in particolare Göring e Himmler, di procedere

6 172 Libro I - Storia d Italia e della regione Campania allo sterminio e cominciano le deportazioni in massa degli ebrei nei campi di concentramento dove si compie l olocausto (1). Soprattutto quello di Auschwitz-Birkenau diventa, grazie alle sue infrastrutture, un efficacissima macchina di morte: centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini muoiono all interno delle camere a gas o a causa dei maltrattamenti subiti, mentre i più robusti sono costretti ai lavori forzati. Gli ebrei sono inoltre sottoposti a esperimenti definiti dalle SS «scientifici», come l esposizione a esplosioni, il congelamento, le fratture ossee in successione e l assunzione di vaccini contro le malattie infettive. L ossessione per la purezza della razza ariana porta alla morte nei campi di concentramento non solo gli ebrei, ma anche gli zingari, i detenuti politici, gli omosessuali e i malati di mente. Si sfruttano anche i cadaveri: i capelli, i vestiti, i giocattoli dei bambini, i denti d oro. In Italia la «soluzione finale» inizia ad essere applicata quando viene proclamata la Repubblica Sociale Italiana: la deportazione più massiccia avviene a Roma il 16 ottobre 1943, quando vengono rastrellate persone, deportate ad Auschwitz. (1) Con il termine olocausto si indica il genocidio degli ebrei attuato dal regime nazista in Germania e in Europa nel corso della seconda guerra mondiale. Siccome la parola fa riferimento propriamente a quello che, nelle antiche religioni greca ed ebraica, era il rito consistente nel sacrificio di una vittima mediante combustione completa, negli ultimi anni si è diffusa la tendenza a sostituirla con il vocabolo ebraico shoah («catastrofe»).

7 Test di verifica 1) Le imprese turistiche: A) sono solo le imprese ricettive B) non comprendono le agenzie di viaggio C) sono tutte quelle imprese la cui attività concorre alla formazione dell offerta turistica D) hanno necessariamente scopo di lucro 2) Quale articolo del D.Lgs. 79/2011 è dedicato alle imprese turistiche? A) art. 7 o C) art. 4 B) art. 12 o D) art. 2 3) L iscrizione nel registro delle imprese: A) è condizione per l esercizio dell attività turistica B) è indispensabile per usufruire di agevolazioni e contributi riservati alle imprese turistiche C) ha efficacia costitutiva per l esercizio dell attività turistica D) non era richiesta dalla L. 135/2001 per esercitare attività turistica 4) Le imprese turistiche senza scopo di lucro: A) possono esercitare attività turistica solo per i propri associati B) non sono previste nel Codice del turismo C) visti i fini ricreativi e culturali possono esercitare attività turistica senza osservare tutte le norme a garanzia dei consumatori D) erano previste solo nella Legge quadro 217/1983 5) Cosa prevede l art. 5, comma 2, D.Lgs. 79/2011 a proposito delle imprese turistiche senza scopo di lucro? A) che siano iscritte nel registro delle imprese B) che esercitino le loro attività solo nei confronti degli aderenti C) che possono esercitare attività turistica se non appartenenti ad associazioni straniere D) che assicurino il rispetto dei diritti del turista sanciti dall ordinamento internazionale e dell Unione europea 6) Quali tra le seguenti non sono strutture ricettive alberghiere o paralberghiere? A) villaggi albergo B) motels o C) residence o D) residenze d epoca alberghiere

8 Test di verifica 373 7) Quali tra le seguenti non rientrano tra le strutture ricettive extralberghiere? A) alberghi diffusi B) case per ferie C) ostelli per la gioventù D) rifugi alpini 8) Sono esercizi ricettivi aperti al pubblico, a gestione unitaria, ubicati in uno o più stabili o parti di stabili, che offrono alloggio e servizi accessori in unità abitative arredate, costituite da uno o più locali, dotate di servizio autonomo di cucina: A) villaggi albergo B) esercizi di affittacamere C) foresterie per turisti D) residenze turistico alberghiere 9) Sono strutture ricettive aperte al pubblico, a gestione unitaria, allestite ed attrezzate su aree recintate destinate alla sosta ed al soggiorno di turisti in allestimenti minimi, in prevalenza sprovvisti di propri mezzi mobili di pernottamento: A) villaggi turistici B) parchi di vacanza C) campeggi D) rifugi escursionistici 10) Quali tra i seguenti non rientrano tra le strutture ricettive all aperto? A) rifugi alpini B) campeggi C) parchi di vacanza D) villaggi turistici 11) Sono così definite quelle strutture ricettive allestite dagli enti locali per coadiuvare il campeggio itinerante, escursionistico e locale: A) campeggi B) di mero supporto o C) aree di sosta o D) motels 12) I bed and breakfast gestiti in forma imprenditoriale sono strutture ricettive: A) di mero supporto B) paralberghiere o C) extralberghiere o D) all aperto 13) Le attività ricettive in residenze rurali sono strutture ricettive: A) di mero supporto B) alberghiere o C) extralberghiere o D) paralberghiere

9 374 Libro III - L impresa turistica 14) Quali strutture ricettive sono composte da camere ubicate in più appartamenti ammobiliati nello stesso stabile, nei quali sono forniti alloggio ed eventualmente servizi complementari? A) case per ferie B) residence C) foresterie per turisti D) esercizi di affittacamere 15) Quale adempimento è necessario per l avvio di attività turistico-ricettiva? A) l iscrizione nel registro delle imprese B) la dichiarazione di inizio attività C) la segnalazione certificata di inizio attività D) la notifica degli alloggiati 16) Quanti anni dura la classificazione di una struttura ricettiva? A) 3 o C) 5 B) va rinnovata ogni anno o D) 2 17) A chi va presentata la SCIA per iniziare un attività ricettiva? A) alle autorità di pubblica sicurezza B) al ministero per lo sviluppo economico C) al ministero per i beni culturali D) allo sportello unico delle attività produttive 18) Quando può essere iniziata l attività ricettiva, una volta presentata la SCIA? A) dopo 60 giorni B) subito C) entro 30 giorni D) dopo il controllo dell amministrazione competente 19) Nella SCIA non viene indicato: A) il periodo di apertura dell esercizio B) il numero di stelle assegnato alla struttura ricettiva C) il prezzo applicato nella struttura ricettiva D) il luogo che è sede della struttura ricettiva 20) Quante categorie sono previste per la classificazione degli alberghi? A) quattro B) cinque C) ogni Regione ne prevede di proprie D) cinque, con opzione di denominazione lusso

10 Soluzioni 1) C 22) A 43) B 64) B 2) C 23) B 44) A 65) B 3) B 24) B 45) D 66) C 4) A 25) D 46) B 67) D 5) D 26) A 47) A 68) A 6) C 27) B 48) A 69) B 7) A 28) B 49) D 70) B 8) D 29) D 50) C 71) B 9) A 30) B 51) C 72) A 10) A 31) D 52) B 73) B 11) B 32) B 53) A 74) D 12) B 33) A 54) C 75) C 13) C 34) D 55) B 76) D 14) D 35) A 56) D 77) A 15) C 36) D 57) C 78) C 16) C 37) A 58) A 79) C 17) D 38) B 59) C 80) B 18) B 39) A 60) B 81) D 19) C 40) C 61) A 82) C 20) D 41) B 62) B 83) A 21) C 42) C 63) C

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

Preliminari di guerra

Preliminari di guerra Preliminari di guerra Le vittorie diplomatiche di Hitler Marzo 1938. L Austria viene annessa al Reich (ANSCHLUSS) Questione dei Sudeti. Accordi di Monaco (29-30 settembre 1938) Entro il marzo 1939 tutta

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare 1931-1939 Gli eventi anticipatori 18 Settembre 1931 Il Giappone invade la Manciuria. Luglio 1936 La guerra civile spagnola (luglio 1936 - aprile 1939) 2 Ottobre 1935

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA LA GUERRA DI SPAGNA LA SITUAZIONE DELL EUROPA PRIMA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE IL PATTO D ACCIAIO L EUROPA SOTTO IL DOMINIO NAZISTA L INVASIONE DELLA FRANCIA L

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

Il corso degli avvenimenti

Il corso degli avvenimenti Il corso degli avvenimenti Il 23 agosto 1939 Germania e Unione Sovietica, per mano dei rispettivi ministri degli Esteri Joachim von Ribbentrop e Molotov, firmarono a Mosca un patto di non aggressione cui

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LA NORVEGIA FRA GUERRA E DOPOGUERRA

CAPITOLO PRIMO LA NORVEGIA FRA GUERRA E DOPOGUERRA CAPITOLO PRIMO LA NORVEGIA FRA GUERRA E DOPOGUERRA Dal Mar Baltico al Circolo Artico vi era una zona che rivestiva grande importanza strategica tra le isole norvegesi e la terra ferma, in cui scorreva

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

Prima Guerra Mondiale

Prima Guerra Mondiale Una produzione dduck Prima Guerra Mondiale Cosa sarebbe successo se l Italia di Giolitti fosse scesa in campo con la triplice alleanza? La Grande Guerra 1914 giugno 28 Assassinio dell arciduca Francesco

Dettagli

Cosa sarebbe successo se Federico II il grande di Prussia avesse perso la guerra per la Slesia?

Cosa sarebbe successo se Federico II il grande di Prussia avesse perso la guerra per la Slesia? Cosa sarebbe successo se Federico II il grande di Prussia avesse perso la guerra per la Slesia? 1740 sale al trono il giovane Federico di Prussia alla morte del padre fervido militarista. 1740-1742 guerra

Dettagli

La II guerra mondiale dagli esordi fino all operazione Barbarossa

La II guerra mondiale dagli esordi fino all operazione Barbarossa La II guerra mondiale dagli esordi fino all operazione Barbarossa POLONIA 27/9/39 cade la Polonia sotto i colpi del Reich e dell Urss Tedeschi e russi contro la Polonia Se l 1 settembre 1939 Hitler invade

Dettagli

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it SECOLO/ XV sec = 1400 (dal 1400 al 1500) RINASCIMENTO XVI sec = 1500 (dal 1500 al 1600) XVII sec = 1600 XVIII sec = 1700 (dal 1700 al 1800) SCOPERTA DELL AMERICA (1492) RIFORMA PROTESTANTE (1517) GUERRE

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE III_Modulo3_xp7.qxp:3_03 24-09-2009 11:21 Pagina 285 CAPITOLO 13 LA SECONDA GUERRA MONDIALE N el novembre del 1940 la città di Coventry, importante centro industriale dell Inghilterra centrale, fu di fatto

Dettagli

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese Dal 500 fino alla pace di Westfalia che mette fine alla guerra dei Trent anni (1618-48), Francia e Impero si sono scontrati, in Italia e nell area tedesca, per la supremazia in Europa. Impedendo agli Asburgo

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Il processo di unificazione (1849-1861)

Il processo di unificazione (1849-1861) Il processo di unificazione (1849-1861) Il Piemonte dopo il 48 Il Regno di Sardegna è l unico stato italiano che mantiene lo Statuto. Crisi tra il re Vittorio Emanuele II e il suo ministro D Azeglio e

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

SECONDA GUERRA MONDIALE

SECONDA GUERRA MONDIALE SECONDA GUERRA MONDIALE Causa principale: il programma razzistico-espansionistico di Hitler (teoria dello spazio vitale ; risentimento contro la Francia per l Alsazia e la Lorena; ripresa dell armamento

Dettagli

Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue

Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue deve essere quello di rendere accessibile il testo a tutti

Dettagli

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora !1 Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E Storia L Italia dopo l unificazione Prof.ssa Fulvia Spatafora I problemi del Regno d Italia I grandi

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

All inizio del Novecento: la guerra anglo-boera; la rivolta dei Boxer in Cina (cenni).

All inizio del Novecento: la guerra anglo-boera; la rivolta dei Boxer in Cina (cenni). PROGRAMMA DI STORIA SVOLTO NELLA CLASSE V D DEL LICEO SCIENTIFICO VOLTA DI COLLE DI VAL D ELSA. INSEGNANTE: PROF. ALFREDO CAMOZZI. ANNO SCOLASTICO 2014-2015. L Italia post-unitaria e la crisi di fine secolo

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar Il breve periodo della Repubblica di Weimar è rimasto impresso nella memoria collettiva del popolo tedesco e dell Europa come quello della cosiddetta iperinflazione,

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Lo scontro fra la Grecia e la Persia

Lo scontro fra la Grecia e la Persia Lo scontro fra la Grecia e la Persia Un conflitto di civiltà Ø nel corso del VI secolo a. C. le città greche della costa occidentale dell Asia Minore (odierna Turchia) crescono in ricchezza e potenza,

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

LA GRANDE GUERRA DUE IMPERI IN DIFFICOLTA : L IMPERO ASBURGICO E L IMPERO OTTOMANO

LA GRANDE GUERRA DUE IMPERI IN DIFFICOLTA : L IMPERO ASBURGICO E L IMPERO OTTOMANO LA GRANDE GUERRA DUE IMPERI IN DIFFICOLTA : L IMPERO ASBURGICO E L IMPERO OTTOMANO All inizio del Novecento, l IMPERO ASBURGICO è costituito come una doppia monarchia (austriaca ed ungherese) con in comune

Dettagli

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo IL FASCISMO La via italiana al totalitarismo LA MARCIA SU ROMA La Marcia su Roma (inizia il 27 ottobre) colpisce lo Stato nel pieno disfacimento dei suoi poteri. Facta si dimette il 28 ottobre. Il Re,

Dettagli

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi,

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, le bombe su londra Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, distruzioni, convogli affondati in mare, grandi e piccole nazioni già occupate. Insomma, il massacro

Dettagli

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Siamo nel 1938 e la mia famiglia, composta da 5 persone (i miei genitori e noi tre figli), viveva come

Dettagli

Lezione del 12 maggio 2010. La lezione odierna è dedicata alla discussione della fotografia di: Tino Petrelli, Partigiane a Brera, Milano, aprile 1945

Lezione del 12 maggio 2010. La lezione odierna è dedicata alla discussione della fotografia di: Tino Petrelli, Partigiane a Brera, Milano, aprile 1945 Lezione del 12 maggio 2010 La lezione odierna è dedicata alla discussione della fotografia di: Tino Petrelli, Partigiane a Brera, Milano, aprile 1945 Prof. Elio Matarazzo La fotografia è stata scattata

Dettagli

Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti

Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti Le responsabilità delle potenze egemoni nel mondo nucleare e gli Stati Uniti di Achille Albonetti Una premessa. Gli Stati, come le persone, hanno responsabilità proporzionali alle loro qualità e al loro

Dettagli

Le trasformazioni degli anni '50 e '60

Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Episodio 6 Le trasformazioni degli anni '50 e '60 Momenti di riflessione e Test di verifica Il secondo dopoguerra si apre nel segno di un profondo desiderio di pace e giustizia, evidenziati dalla nascita

Dettagli

IL NAZISMO LE PREMESSE:

IL NAZISMO LE PREMESSE: IL NAZISMO LE PREMESSE: Dopo la Guerra la Germania si trovò in una condizione peggiore dell'italia. Le condizioni di Pace avevano cercato di umiliare la Nazione che era ritenuta responsabile della guerra,

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia.

La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia. La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia. Indice delle normative Per le strutture ricettive: Regione siciliana - Legge regionale 6 aprile 1996, n. 27; Regione

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni e elaborazioni Istat.

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

4. Quali sono le tipologie di attività ricettive?

4. Quali sono le tipologie di attività ricettive? ROMA CAPITALE - INFORMAZIONI VARIE STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE FAQ 1. Cosa bisogna fare per avviare un'attività ricettiva? Per avviare un attività ricettiva si deve trasmettere, esclusivamente

Dettagli

ARRENDERSI O COMBATTERE

ARRENDERSI O COMBATTERE CARLO PALUMBO ARRENDERSI O COMBATTERE VOLUME 1 La scelta della Divisione Acqui a Cefalonia e Corfù 1943 IN OCCASIONE DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO Copyright 2013 Carlo Palumbo Tutti i diritti riservati

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO

LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO Materia: Storia, Educazione Civica Libro di testo: Marco Fossati,

Dettagli

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità Percorso A ndimento 3 Un it à di re p p A Le imprese ricettive L industria dell ospitalità Il numero di imprese che attualmente operano nel settore turistico è elevato e possiamo individuare le seguenti

Dettagli

CAPO I STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE, CAMPEGGI E VILLAGGI TURISTICI

CAPO I STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE, CAMPEGGI E VILLAGGI TURISTICI LEGGE REGIONALE 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. 3.4.2000 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 15 omissis TITOLO II IMPRESE TURISTICHE CAPO I STRUTTURE

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale

La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale Indice Indice 1 La repubblica di Weimar 2 1.1 L immediato dopoguerra....................... 2 1.2 La Costituzione di Weimar.....................

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

STORIe mondi VERSIONE MISTA. Il Novecento e l Età attuale. Vittoria Calvani. Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

STORIe mondi VERSIONE MISTA. Il Novecento e l Età attuale. Vittoria Calvani. Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Vittoria Calvani 3 STORIe mondi Il Novecento e l Età attuale STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Mappe illustrate schede facilitate laboratori di lettura con audio dei testi e attività autocorrettive

Dettagli

STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm)

STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm) STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA (http://europa.eu/about-eu/member-countries/index_it.htm) Austria Anno di adesione all UE: 1995 federale Capitale: Vienna Superficie: 83 870 km² Popolazione: 8,3 milioni

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

Napoleone Bonaparte. Prof. Stefano Facchini anno scolastico 2008-2009 Scuola media Marconi

Napoleone Bonaparte. Prof. Stefano Facchini anno scolastico 2008-2009 Scuola media Marconi Napoleone Bonaparte Grazie alla gloria conquistata sui campi di battaglia riesce a raggiungere il potere, fino a costituire il più vasto impero d Europa Prof. Stefano Facchini anno scolastico 2008-2009

Dettagli

GUIDA DEGLI. obiettivi SEGRETI

GUIDA DEGLI. obiettivi SEGRETI 1 - Campagna dell Asse 1.1 - Sidi Barrani GUIDA DEGLI obiettivi SEGRETI Assicurare accampamento di appoggio nascosto Al centro della mappa, protetto dalle montagne, troverai un accampamento di supporto

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

Segue Biografia Hadolf Hitler

Segue Biografia Hadolf Hitler Segue Biografia Hadolf Hitler Successivamente, sempre a Monaco (siamo nel 1919), inizia la sua attività politica vera a propria costituendo l'anno seguente il Partito Nazionalsocialista dei lavoratori

Dettagli

2h Turismo l.r. 42/2000 1

2h Turismo l.r. 42/2000 1 2h Turismo l.r. 42/2000 1 Legge Regionale 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. (Bollettino Ufficiale n. 15, parte prima, del 03.04.2000 ) Titolo I - IL SISTEMA

Dettagli

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI Sede legale e amministrativa: Palazzo Besso - Largo di Torre Argentina, 11-00186 Roma Sede secondaria: Largo Luigi Antonelli, 4-00145 Roma Web: www.ifiadvisory.com; Mail: info@ifiadvisory.com Umberto Profazio

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

Storia del campo di concentramento di Mauthausen

Storia del campo di concentramento di Mauthausen Hans Maršálek Storia del campo di concentramento di Mauthausen Documentazione 9. Sono sano sto bene 65 9. Sono sano sto bene A certi prigionieri era permesso, una volta al mese, di scrivere una lettera

Dettagli

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia 6 7 8 12 novembre 2012 Istituto Moreschi via San Michele del Carso, 25 Milano 0 1 INDICE 1. Riferimenti normativi 2. Funzioni

Dettagli

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO Era il Konzentrationslager (campo di concentramento in tedesco). Il campo di concentramento di Auschwitz fu uno dei tre campi principali che formavano il complesso concentrazionario

Dettagli

Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA

Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA Alba Julia, 4/15 Maggio 2014 Prof. VIVIANA SACCANI Michella Corniola Jessica Vergnani La Romania nella 1^ Guerra mondiale Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale,

Dettagli

LA RADIOLOGIA AL FRONTE a cura di Massimo Zambianchi

LA RADIOLOGIA AL FRONTE a cura di Massimo Zambianchi Storia, Cultura, Curiosità LA RADIOLOGIA AL FRONTE a cura di Massimo Zambianchi Servizio di Radiologia Fondazione Salvatore Maugeri, Lumezzane (BS) Con la scoperta dei raggi X e con il loro utilizzo in

Dettagli

La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI

La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI alto clero basso clero nobiltà di spada nobiltà di toga alta borghesia borghesia masse popolari CLERO NOBILTÀ TERZO STATO * esenzione fiscale

Dettagli

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA CASA BIANCA Ufficio stampa PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA NOSTRA MISSIONE Il discorso del Presidente riafferma l obiettivo

Dettagli

Le guerre del V secolo

Le guerre del V secolo Le guerre del V secolo I Guerra Persiana (490) II Guerra Persiana (480-479) Guerra del Peloponneso (431-404) La prima guerra persiana Fonti importanti: Erodoto Studialo nelle note Eschilo (tragediografo),

Dettagli

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O L Impero Ottomano Massima espansione (1683) L Impero nel 1914 La

Dettagli

La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.)

La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.) Lezione n. 2 La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.) Fabrizio Alias L invasione araba della penisola iberica (al-andalus) 711. Invasione degli arabi nella penisola iberica 713. Conquista

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D'INGHILTERRA, noto anche con il nome di Riccardo Cuor di Leone nacque in Inghilterra l 8 settembre 1157, quarto figlio del re d Inghilterra ENRICO

Dettagli

Il turismo in Trentino nell estate 2014

Il turismo in Trentino nell estate 2014 Il turismo in Trentino nell estate 2014 dicembre 2014 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche nella stagione estiva 2014,

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 592 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore COSSIGA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 GIUGNO 2006 Riconoscimento del diritto di autodeterminazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI SAINT-VINCENT REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REPUBBLICA ITALIANA COMMUNE DE SAINT-VINCENT REGION AUTONOME VALLEE D AOSTE REPUBLIQUE ITALIENNE REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

Dettagli

La Rivoluzione inglese

La Rivoluzione inglese La Rivoluzione inglese I conflitti tra monarchia inglese e parlamento PREMESSA 1215 il re inglese Giovanni senza terra è costretto a concedere la Magna Charta Libertatum Il re non poteva chiedere nuove

Dettagli

BOLLO COME DA NORMATIVA VIGENTE

BOLLO COME DA NORMATIVA VIGENTE QUADRO A L.R. n. 33/2002. Richiesta di classificazione di esercizio di casa per ferie. l sottoscritt in qualità di dell ente / associazione / soc. coop. / società proprietario / locatario della struttura

Dettagli

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 Gli europei e le vacanze estive: abitudini e tendenze Sintesi della ricerca Anche quest anno l Istituto di Ricerca IPSOS ha realizzato per conto di Europ Assistance

Dettagli

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione XIII Premessa alla terza edizione XV Premessa alla seconda edizione XVII Premessa alla prima edizione XIX Abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 11 IL RISORGIMENTO A cura di Maurizio Cesca Il congresso di Vienna... 1 Le idee liberali... 2 Le società

Dettagli

AXIS AND ALLIES. A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI :

AXIS AND ALLIES. A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI : AXIS AND ALLIES Il Gioco A&A è un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale. Ciascun giocatore controllerà una (o più d una) potenza dell ASSE o degli ALLEATI : ITALIA,GERMANIA e GIAPPONE ( Nazioni dell Asse)

Dettagli

* INTERVISTA CON UN CORRISPONDENTE DEL QUOTIDIANO DELLA NUOVA CINA SULLA NUOVA SITUAZIONE INTERNAZIONALE

* INTERVISTA CON UN CORRISPONDENTE DEL QUOTIDIANO DELLA NUOVA CINA SULLA NUOVA SITUAZIONE INTERNAZIONALE * INTERVISTA CON UN CORRISPONDENTE DEL QUOTIDIANO DELLA NUOVA CINA SULLA NUOVA SITUAZIONE INTERNAZIONALE (1 settembre 1939) Corrispondente: Qual è il significato del patto di non aggressione concluso tra

Dettagli

Oggetto: Dichiarazione di illegittimità costituzionale di alcune disposizioni di cui al Codice del turismo Conseguenze.

Oggetto: Dichiarazione di illegittimità costituzionale di alcune disposizioni di cui al Codice del turismo Conseguenze. Ufficio Legislativo e Affari Giuridici Roma, 12 aprile 2012 Alle Organizzazioni Regionali e Provinciali CONFESERCENTI Ai Responsabili territoriali ASSOTURISMO Loro sedi ed indirizzi Prot.n. 4357.11/2012

Dettagli

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI MODULO 1 DALL ANTICO REGIME ALL ILLUMINISMO Unità 1 La Francia di Luigi XIV 1.1 Dal governo di Mazzarino al regno di Luigi XIV Mazzarino

Dettagli