Eisenman su Rossi e Berlino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eisenman su Rossi e Berlino"

Transcript

1 omnibus Eisenman su Rossi e Berlino Venerdì 27 gennaio, Giornata della Memoria. Nella giornata del ricordo l Accademia di Brera di Milano e il Dottorato di Progettazione architettonica del Consorzio delle Facoltà di Architettura Napoli, Palermo, Parma, Reggio Calabria, ha conferito, honoris causa, il diploma di formazione alla ricerca artistica in arti visive, all architetto americano Peter Eisenman per il suo contributo al dialogo arte-architettura e in particolare all originale opera di costruzione della memoria rappresentata dal Monumento all Olocausto di Berlino, inaugurato nel 2004 e tema della lectio magistralis dal titolo Architecture and Art. The Holocaust Memorial in Berlin. Può un monumento l etimologia, va ricordato, fa riferimento al verbo greco ricordare e al latino moneo, ammonire ma anche, per esteso, ricordare essere architettura, si è domandato Eisenman. E nello specifico dell Olocausto è possibile rappresentare un punto di vista politico e sociale e allo stesso tempo non tradire la ragion d essere dell architettura? La descrizione del progetto ha permesso di chiarire come ad entrambe le domande si possa dare una risposta affermativa. Il memoriale evoca la solitudine e il senso di perdita dell uomo di fronte a quello spazio costruito, così diverso dal quotidiano cui si è abituati. Eisenman ha ricordato che, all epoca dell inaugurazione, il filosofo Giorgio Agamben aveva pubblicato sul settimanale tedesco Die Zeit un articolo in cui esaminava due tipi di memoriali possibili: quelli non memorilizzabili e quelli, invece, definiti dalla memoria propria dell archiviazione. Agamben sosteneva allora che il Memoriale di Berlino aveva la forza di conseguire entrambi gli obiettivi: la distesa dei parallelepipedi simbolo della tomba evoca, infatti, l immemorabile mentre, al piano interrato, il museo rappresenta la memoria dell archiviazione. Terminata la lectio magistralis, Gregorio Carboni Maestri insieme ad Emanuela Nolfo, hanno illustrato il progetto di conservazione e valorizzazione del Memoriale Italiano di Auschwitz, progettato dallo studio BBPR nel 1979 con il contributo di Pupino Samonà, Luigi Nono, Primo Levi e Nelo Risi, attualmente sigillato e quindi non visitabile, e oggetto di una mostra aperta presso la chiesa sconsacrata di San Carpoforo. La venuta di Peter Eisenman a Milano è stata anche l occasione per presentare la nuova edizione de L architettura della città di Aldo Rossi, edita da Quodlibet e da Abitare. Moderato e introdotto da Manuel Orazi della casa editrice Quodlibet, Eisenman, il 26 gennaio, ha amabilmente dialogato con il pubblico. Le sue parole, che hanno ripercorso da un lato l esperienza americana di Aldo Rossi e dall altra la sua, quella di architetto americano venuto in Italia per partecipare ad alcune mostre Triennale e Biennale curate da Rossi stesso, hanno reso evidente il grande rapporto di amicizia e di stima che ha legato i due maestri. Il risultato di queste frequentazioni è stata la pubblicazione negli USA di alcuni scritti di Rossi sulla rivista Oppositions, di cui Eisenman, negli anni Settanta, era direttore e, successivamente, la traduzione e pubblicazione dei due più importanti libri del Maestro italiano, L autobiografia scientifica che uscirà prima in inglese negli USA, e che sarà tradotta in Italia qualche anno dopo e, successivamente, L architettura della città, giudicata da Eisenman uno dei libri più importanti della cultura architettonica contemporanea. Martina Landsberger

2 Idee di un architetto danese Utzon è architetto danese conosciuto dai più forse, si potrebbe dire, riconosciuto per il progetto dell Opera House di Sidney, la grande struttura costruita, nella seconda metà degli anni Cinquanta, direttamente sul mare, orientata verso la baia, e costituita da una serie di coperture, legate l una all altra, che ricordano le vele di una nave, appoggiate su un grande basamento in cui trovano posto tutti i servizi: così scrive Rafael Moneo nel saggio, inedito, che conclude il volume. Meno conosciuto di certo Utzon lo è per i suoi scritti, come pure meno noti sono i pochi edifici che, nell arco di una lunga vita dedicata all architettura ( ), è riuscito a realizzare. Il piccolo libro, uscito qualche mese fa per merito della casa editrice Marinotti, propone, o meglio chiarisce, l idea di architettura che sta alla base di ognuno dei progetti dell architetto danese, il suo punto di vista sull architettura, sul modo di rapportarsi alle esigenze della contemporaneità da un lato e sulla necessità di trovare sempre, e continuamente, una relazione con quanto nell architettura della storia si è dato. Su questo tema il libro raccoglie sette scritti due di essi sono conversazioni - elaborati nell arco di circa cinquant anni. Un linguaggio semplice, a volte fatto di pensieri che all apparenza paiono ingenui, ripercorre le questioni affrontate ogni volta nel progetto. E la chiarezza e la semplicità sono tali da non rendere necessaria la pubblicazione parallela di immagini disegni e fotografie, materiali rispetto cui verificare ogni singola affermazione. In questo modo una serie di temi questioni classiche, ricorrenti nella cultura architettonica si rincorrono con l obiettivo di rendere evidente quanto l architettura sia un fatto razionale in cui ogni scelta deriva dalla necessità di costruire un ragionamento coerente con l enunciazione dell idea su cui il progetto si fonda. In questo senso, ciò che appare con evidenza, è quanto la formulazione dell idea risulti determinante per la definizione del progetto. Questa, l idea alla base del progetto, deriva sempre dalla capacità di conoscere, e riconoscere, nella realtà i temi con cui confrontarsi: è necessario essere in sintonia con il proprio tempo e con il proprio contesto, e trovare ispirazione nelle sfide che ci si presentano, affinché i dati e i diversi fattori in questione trovino un unità e si traducano in linguaggio architettonico. Allo stesso tempo l architetto deve possedere la capacità di immaginare e di creare, una capacità che a volte prende il nome di fantasia, altre volte di sogno, scrive Utzon. Sognare, e realizzare, una casa che sappia difendersi dal clima della Danimarca e allo stesso tempo che ne sappia sfruttare ed esaltare gli elementi positivi. Sognare e realizzare un insediamento residenziale ad alta densità collocato in un area di ridotte dimensioni, in cui sia garantita a ogni famiglia la possibilità di vivere liberamente lo spazio della propria casa: L esterno della casa è semplice ed esprime un idea di comunità scrive Utzon -. All interno invece le case sono molto diverse l una dall altra ( ). O ancora, sognare una grande strada centrale coperta, luogo della rappresentazione della funzione più importante svolta nel Parlamento: l incontro dell emiro siamo nel Kuwait con il suo popolo. In Utzon ognuno di questi sogni prende forma dalla consapevolezza che, prima di affrontare un progetto, è necessario sempre essere capaci di immaginare la vita della gente. M.L. Jørn Utzon Idee di architettura. Scritti e conversazioni Marinotti, Milano, 2011 pp. 106, 13,

3 Ali nuove al museo di Isabella Stewart Gardner Il 19 gennaio scorso è stato inaugurato a Boston l ampliamento dell Isabella Stewart Gardner Museum, progettato da Renzo Piano. La casa-museo originaria inaugurata il 1 gennaio del 1903, fu fatta costruire dalla collezionista e filantropa americana Isabella Stewart Gardner ( ) sul modello dei palazzi rinascimentali veneziani. Questo scrigno d arte, edificato attorno a un giardino fiorito, ospita una raccolta di opere considerata a lungo la più importante collezione privata in America: oltre 2500 esemplari, tra manufatti e disegni architettonici europei e americani (spiccano i quadri di Tiziano, Giorgione, Piero della Francesca e il primo dipinto di Matisse acquisito da un museo statunitense). Le opere furono collezionate dalla mecenate nel corso di una vita costellata di viaggi e animata dall amicizia con gli intellettuali più celebri del suo tempo. Tra questi gli scrittori Edith Wharton ed Hernry James (di cui Isabella fu verosimilmente musa per Ritratto di signora), lo psicologo e filosofo William James (fratello di Henry) e il maggior conoscitore del Rinascimento italiano Bernard Berenson (che Isabella supportò a lungo negli studi e divenne poi suo consigliere per l acquisto delle opere). Isabella ebbe anche un ruolo nella scoperta del pittore John Singer Sargent a cui offrì uno studio nel museo che questi usufruì per venti anni. Isabella arrivò a Boston nel 1860 da New York - dove le donne erano maggiormente stimate - per sposare Lowell Gardner, uno dei più influenti cittadini. Esuberante, energica, anticonformista, fu oggetto di scandali e vista con diffidenza dall alta società bostoniana. Tra i primi patroni femminili delle arti, Isabella sostenne i servizi sociali della comunità. Convinta che il suo Paese avesse bisogno d arte, con l eredità del padre acquistò i tesori artistici della famiglia Medici in Europa e per custodirli edificò il palazzo veneziano dei suoi sogni, che riempì con una comunità di artisti, scrittori e musicisti. In ricordo di questo passato, oggi il Gardner Museum ospita concerti di livello internazionale e gestisce una residenza per artisti, ricercatori e scrittori. L ampliamento del Museo che sorge nel quartiere del noto Museum of Fine Arts - è stato realizzato con un budget di 118 milioni di dollari per far fronte ad un aumento di visitatori che cresce di ogni anno (contro i 2000 l anno di un secolo fa). Realizzata in vetro e rame ossidato, la nuova ala del museo sfrutta la luce naturale e raddoppia quasi la superficie originaria; un atrio di vetro con accesso e biglietteria introduce una serie di serre e viste sui giardini e sul palazzo storico; la performance hall a pianta quadrata, senza palco, si erge in verticale, col pubblico disposto a terra sui 4 lati e su 3 balconate; vi sono inoltre spazi dedicati ad attività educative, due appartamenti per gli artisti residenti, un museum shop, un caffè con cucina, una special exibition gallery e una living room con divani e tavoli da lettura, in cui viene servito il tè pomeridiano, perpetrando la tradizione di ospitalità della fondatrice. Qui il visitatore è posto a suo agio, ricordando l essenza del palazzo di Isabella dove spazi pubblici e privati si intersecano continuamente. Paradossalmente, l ampliamento del museo trasgredisce le volontà della Gardner che aveva chiesto che nulla fosse tolto, aggiunto o spostato (compresa l ubicazione delle opere, scelta per giustapposizione di forma e colore piuttosto che per provenienza e cronologia: l allestimento delle stanze

4 è un opera in se stessa). Ma ancor prima il museo era stato alterato e gravemente danneggiato: un furto da parte di ladri vestiti da poliziotti, nel 1990, ha sottratto tele di Rembrandt, Manet, Degas, per un valore di quasi 300 milioni di dollari. Altri furti si sono susseguiti negli anni, ma i quadri non sono stati assicurati perché Isabella credeva che grazie alle raffigurazioni di San Pietro e San Lorenzo il museo sarebbe stato protetto da furti e incendi. La decisione di non assicurare i tesori contenuti nel palazzo è tuttora rispettata. Irina Casali Errata corrige Pubblichiamo qui di seguito l articolo Testamenti traditi che, per un disguido tecnico, non è stato pubblicato per intero sul numero scorso di AL 486, novembre - dicembre Il volume si apre con un introduzione di Maria Antonietta Crippa, seguono i due saggi degli autori, rispettivamente filosofa e architetto, che collocano la riflessione di Valéry sull architettura nel contesto culturale del suo tempo, attribuendo a questa disciplina un ruolo primario nel pensiero del poeta. In calce sono pubblicati appunti e tavole inediti tratti dai Cahiers (quasi pagine di disegni, schizzi, frammenti), diario compilato - dal 1894 al 1945 ogni giorno - nelle prime ore del mattino: quando tutto ha da venire e ogni gesto ancora possibile. La sera, viceversa, è tempo di raccolti, bilanci, esposizioni. Questo materiale, è noto, non era destinato alla pubblicazione. I diari sono un viaggio che l autore intraprende con se stesso nel bisogno di afferrarsi, sono vita che si guarda svolgere; spunti, dubbi, domande, correzioni, fragili segni di un passaggio, pura testimonianza di un esserci, senza alcuna pretesa di compiutezza. Voler tradurre tutto ciò in un pensiero organico suona come un tradimento, ed è questo forse il destino di ogni testamento, essere tradito, come direbbe Kundera, che condanna, Max Brod per aver pubblicato i diari e i manoscritti di Kafka violando le volontà dell amico che desiderava dar tutto alle fiamme. Gesto ambiguo, carico di pericoli, come ogni scelta, che da un lato consegna il pensiero alla storia e dall altra lo scardina dalla sua caducità, inscritta nella cifra stessa della vita che si dipana mutando ogni forma rigida. Nel testo compiuto, che sia saggio, poesia, letteratura, leggiamo la solidità dell edificio costruito, qualcosa che ha la volontà e la forza di perdurare. Ma cos è la parola prima del discorso? Prima del pensiero? trampolino, salto, possibilità, ma anche fosso, caduta, oscurità. Ciononostante c è qualcosa che emerge con forza dai frammenti: l architettura è primo amore, essa è metro, struttura, archetipo, origine e fine del fare dell uomo che ha nel costruire la propria vocazione....l architettura carica il nostro animo del sentimento totale delle facoltà umane. Sintesi suprema tra volere e potere, materia e forma, l architettura organizza la molteplicità dei possibili in un gesto che disciplina e supera i confini dell esistenza umana. L idea stessa di costruzione che è il passaggio dal disordine all ordine e l uso dell arbitrio per rispondere alla necessità si era fissata in me come il tipo di azione più bello e completo che l uomo possa proporsi. In mezzo al caos informe che è l esistenza, l architettura diviene sintesi dell arte, metafora del gesto poietico. Essa esprime l energia primordiale del fare. Quel fare che definisce l essenza dell uomo nella lotta per l affermazione della propria identità; una conquista dello spirito attraverso la materia della vita. Che la materia, si sa, offre resistenza ad essere plasmata secondo regole auree, perchè la perfezione non è di questo mondo: numeri, idee, modelli restano lontani, a rimarcare la distanza tra dei e mortali. In questa nostalgia irrisolta risiedono il limite e la grandezza umane. L architettura, attraverso il monumento, sembra alzare lo sguardo dell uomo, misura di tutte le cose, oltre se stesso, ponendolo, come fosse eterno, al centro dell universo. Tuttavia anche l architettura passa, e ricorda Goethe, ciò che passa non nè che un simbolo. Nulla può strappare l essere umano dalla propria condizione mortale. Ma in ciò risiede il sublime dell uomo, teso tra umiltà ed orgoglio, prigioniero del proprio limite e padrone della propria libertà, costretto dalla carne a radicarsi e spinto dallo spirito a trascendere se stesso. Il volume si muove tra due opposti, la necessità di dare coerenza al pensiero di Valéry architetto, col rischio di qualche forzatura, e l impossibilità che l opera si compia, ma è proprio questo scarto, il restare un passo indietro, e denunciare l alternarsi tra fatica e grazia, tra eroici furori e melanconici errori, che dona dignità all opera. Chi, conoscendo Valéry, sperasse di trovare qui raccolti pensieri nuovi in merito all architettura sarà probabilmente deluso, in primo luogo perchè l autore non esprime un idea originale di architettura (il suo pensiero rispecchia quello del proprio tempo), ma soprattutto perchè Valéry argomenta più estesamente le proprie tesi di architettura in altri scritti. Piuttosto, trarrà piacere chi, dietro lo scritto, vorrà scorgere l uomo, e dietro le idee le prime impressioni, il farsi e disfarsi del divenire prima di essere cosa, immagine, segno o parola. I.C. Giorgio Pigafetta, Patricia Signorile Paul Valéry architetto Jaca Book, Milano, 2011 pp. 214, 26,

5 13 BIENNALE di venezia Common Ground David Chipperfield, direttore della 13 Mostra Internazionale di Architettura, intitola la manifestazione: Common Ground ad esprimere la necessità di una cultura architettonica vitale e interconnessa che si interroghi sui territori condivisi, intellettuali e fisici. L architettura non dipende solo dal talento individuale, né si riduce alla celebrazione dell autore o dell edificio in sé, ma deve ripensare in maniera radicale la sua maniera di essere e di servire nella società. Chipperfield allude sia alla dimensione fisica dell architettura, alla sua capacità di creare spazi di condivisione, che alla necessità di indagare il significato degli spazi creati dagli edifici: gli ambiti politici, sociali, e pubblici di cui l architettura fa parte. Con ciò non s intende smarrire il tema dell architettura in speculazioni sociologiche, psicologiche o artistiche, ma piuttosto cercare di ampliare la comprensione del contributo specifico che l architettura può dare nella definizione del terreno comune della città. L argomento di quest anno marca una svolta rispetto alle precedenti edizioni e fa eco alla crescente richiesta di responsabilità cui obbliga la crisi globale - evidenziata dalle proteste e dall indignazione diffuse nel pianeta, che esprimono insoddisfazione per una concezione astratta e finanziaria dell idea di comunità. Il concetto di Common Ground appare correlata all idea di Bene Comune (un bene materiale o immateriale che può essere utilizzato da chiunque a titolo gratuito e che - come lo definì Tommaso d Aquino - non è solo un diritto, ma anche un fine condiviso). Ci lasciamo alle spalle un periodo caratterizzato più dall ansia di produrre che dal desiderio di discutere, e il desiderio di esprimere forti identità correlate ad un idea di architettura come brand ha finito con l eludere l altrettanto forte necessità di stabilire temi comuni in cui una società possa riconoscersi ( ) Dobbiamo mettere a fuoco i processi attraverso cui un idea individuale di architettura incontra le aspettative dei cittadini e che relazione stringe i desideri espressivi del singolo architetto con le ricadute della sua opera sulla città. Raccogliendo quest urgenza, che è insieme filosofica, economica, sociale, politica e morale, la prossima Biennale riscatta la funzione originaria dell architettura, rilanciando la sua credibilità di fronte alla collettività. La Biennale si svolgerà dal 19 agosto al 25 novembre 2012 con 41 paesi partecipanti. I.C. MOSTRE / 1 Disegni di Quaroni al MAXXI Dopo Matera e Arezzo, città simbolo dell impegno pratico e teorico di Ludovico Quaroni, a cent anni dalla nascita, il MAXXI di Roma ha ospitato una mostra che, per la prima volta, ha presentato circa trentacinque disegni e il modello originale del progetto per il quartiere di San Giuliano alle Barene a Mestre. Il progetto è stato realizzato nel 1958 in occasione di un concorso indetto dal Comitato di Coordinamento dell Edilizia Popolare (CEP). Il tema era la costruzione di un insediamento residenziale prospiciente la laguna veneta. La mostra è stata composta attraverso una selezione di disegni e schizzi articolati lungo un percorso che ha inteso, inizialmente, introdurre il visitatore a una prima conoscenza dell opera dell architetto romano. Seguivano, oltre alla parte dedicata a Mestre, tre sezioni intitolate: Visioni urbane in cui si racconta l idea della nuova città satellite; La forma della struttura che indaga le infrastrutture della città; La struttura in cui viene approfondito il tema del tipo edilizio. Durante il periodo di apertura della mostra, il MAXXI ha anche ospitato una serie di incontri incentrati sui temi dell opera di Quaroni e sul suo ruolo svolto all interno del dibattito di architettura. In particolare una giornata è stata dedicata alla presentazione dell archivio Quaroni oggi depositato presso la Fondazione Adriano Olivetti. MOSTRE / 2 Progettare il container È nel container che è possibile identificare l andamento dell economia: container vuoti indicano un momento sfavorevole; quelli pieni, invece, sono il simbolo di un tempo migliore. Dal 1956 il container elemento di dimensioni standardizzate: 6,06 o 12,192 m di lunghezza per 2,44 m di larghezza e 2,59 m di altezza è stato il modulo di trasporto attraverso cui svolgere il commercio in tutto il mondo. Oggi il container è diventato anche tema di progetto. Il NWR-Forum di Düsseldorf ha ospitato, lo scorso autunno, una mostra di progetti di architetti e designer noti, provenienti da tutto il mondo, che si sono cimentati, appunto, con il tema

6 dell architettura del container. Più di cento progetti sono pervenuti a seguito dell invito lanciato dall organizzatore Werner Lippert. Due dozzine di essi hanno trovato realizzazione in modelli in scala 1:5 collocati al centro del museo, un infilata di moduli tipo lego a dimostrare la natura ripetitiva e modulare dei box oggetto della mostra. Per il resto, la documentazione dei progetti si è avvalsa di fotografie e disegni. MOSTRE / 3 São Paulo Calling Promosso dalla Segreteria di Habitaçao e curato da Stefano Boeri, São Paulo Calling è un progetto che, fra gennaio e giugno di quest anno, intende mettere a confronto le politiche adottate dalla Municipalità di Sãn Paulo con quelle di altre metropoli che, in Paesi molto distanti l uno dall altro, stanno affrontando il grande tema dell abitazione informale. Per sei mesi una mostra itinerante rappresenterà le caratteristiche, le differenze e le ragioni degli insediamenti informali sorti in alcune metropoli: Roma, Nairobi, Medellín, Mumbai, Mosca e Baghdad. Allo stesso tempo, nei distretti di São Francisco, Cantinho do Céu, Bamburral, Heliopolis, Paraisópolis e nel centro della città di São Paulo, saranno organizzati sei workshop in cui saranno messe in luce le politiche e le esperienze di vita degli abitanti di queste parti di città. MOSTRE / 4 Il paesaggio del mondo dei trasporti milanesi Transport è una mostra fotografica allestita presso la Galleria RBContemporary di Milano. Risultato di una ricerca sul mondo dei trasporti iniziata in collaborazione con la Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti PPC nel 2010 per la rivista AL, la personale raccoglie le fotografie del giovane Marco Dapino. Il lavoro esposto, che si articola in tre sezioni Airport Signs ritrae la zona aeroportuale di Malpensa, Suburban Streets i raccordi periferici stradali e Light on Rails gli scali ferroviari milanesi intende esplorare il paesaggio urbano, utilizzando il colore e la luce quali elementi capaci di disegnare spazio e movimento. Nella sezione Airport Signs Dapino si sofferma sulla rappresentazione dei tracciati e delle segnaletiche proprie delle piste aeroportuali, costruendo immagini definite da una sorta di paesaggio grafico. In Suburban Streets l indagine si concentra sui raccordi stradali delle circonvallazioni esterne al perimetro della città di Milano, colte nelle ore di punta, alla sera. Light on Rails, infine, propone le immagini di alcune stazioni, luoghi deserti, abitati unicamente dalle scie luminose dei treni in movimento. Transport RBcontemporary, Foro Bonaparte 46, Milano 1 marzo 6 aprile

7 Peripheral Visions: Italian Photography in Context, 1950s Present MOSTRE / 5 La fotografia italiana vola a New York Peripheral Visions: Italian Photography in Context, 1950s Present Una selezione di opere dei più importanti fotografi italiani impegnati nella ricerca di un immagine diversa del loro Paese, sulla rappresentazione di un paesaggio segnato da netti limiti urbani, sugli elementi e caratteri marginali, sulle nuove identità del territorio che si è modificato di pari passo con la trasformazione industriale delle città italiane è visitabile a New York. Peripheral Visions: Italian Photography in Context, 1950s - Present è, infatti, la mostra aperta nella città americana presso l Hunter College Art Galleries dal 3 febbraio scorso fino al prossimo 28 aprile. Essa presenta il lavoro dei maggiori fotografi di architettura italiani: da Paolo Monti e Mario Carrieri a Franco Vaccari, Ugo Mulas e Luigi Ghirri, fra gli altri. Le fotografie selezionate rappresentano, attraverso un approccio socio-documentaristico, gli anni dal 1950 fino Gli anni 80 si contraddistinguono invece per un esplorazione più personale che conduce al modo più contemporaneo di guardare la città, spesso percepita come distante, fotografata dall alto. Questa caleidoscopica interpretazione ha l obiettivo di mettere in luce la diversità di espressione e interpretazione che caratterizza la ricerca fotografica italiana degli ultimi cinquant anni. L intera opera esposta è consultabile, anche, nel bel catalogo edito dalla casa editrice Charta di Milano a cura di Antonella Pellizzari. PREMIO PRITZKER 2012 Pritzker a Wang Shu L architetto cinese Wang Shu, 48 anni, si è aggiudicato il Pritzker 2012 (il premio conferito dalla Hyatt Foundation di Chicago, intitolato dal 1979 alla memoria di Jay Pritzker, proprietario della nota catena di alberghi, è considerato il Nobel dell Architettura). Il fatto che un architetto cinese sia stato selezionato dalla giuria rappresenta la consapevolezza del ruolo che la Cina assumerà nello sviluppo dell architettura del futuro. Inoltre, nei prossimi decenni il successo della Cina nel campo dell urbanizzazione sarà importante per la Cina stessa e per il mondo intero. Questa urbanizzazione, come l urbanizzazione mondiale, deve essere in armonia con i bisogni e la cultura locale. La Cina offre opportunità senza precedenti per la pianificazione urbana, che dovrà necessariamente essere in armonia con le sue tradizioni e con i suoi bisogni futuri per poter garantire uno sviluppo sostenibile. Così ha commentato la decisione della giuria Thomas J. Pritzker. Oggi la Cina è il mercato più esteso, contraddistinto da una costruzione selvaggia incapace di rispettare l ambiente e la tradizione. Dal canto suo Wang Shu nato e formatosi in Cina esprime il suo dissenso per la distruzione della città storiche, recuperando pietre dagli edifici distrutti per riutilizzarle nelle proprie opere. Nel mio Paese dice abbiamo distrutto più del 90% dei vecchi edifici. Questo è un vero disastro, perché se ci dimentichiamo della tradizione non avremo futuro. Wang Shu ha fondato con la moglie Lu Wenyu lo studio Amateur Architecture nel 1997; uno dei principali obiettivi dello studio è creare edifici in armonia con la natura, costruiti con tecniche tradizionali e materiali organici adattati a progetti contemporanei. Insieme hanno costruito il Museo di Storia di Ningbo, realizzato con pietre, vecchi archi e tetti. Per me sostiene Wang Shu l architettura è spontanea, per la semplice ragione che è una questione di vita quotidiana. Quando dico che costruirò una casa invece che un edificio sto pensando a qualcosa che è molto più vicino alla vita. Quando ho chiamato lo studio Amateur Architecture è stato per enfatizzare lo spontaneo e lo sperimentale del mio lavoro, come un opposizione ad essere ufficiale e monumentale. I progetti vanno da abitazioni private ad edifici culturali e scolastici, dove al calcestruzzo si associa la pietra, il legno, il vetro e il laterizio. Grazie alla ricerca in campo architettonico e sostenibile, unitamente all attenzione per le tradizioni locali e la tematica del riuso, Wang Shu ha già ottenuto il Global Award for Sustainable Architecture nel 2007 e la menzione d onore alla Biennale di Architettura di Venezia nel

8 NIL28 Creative District Quando le amministrazioni non rispondono ai bisogni dei cittadini questi scendono, in cortile, in piazza, per la strada e si riappropriano dello spazio urbano assieme ai propri diritti. Il cambiamento parte dal basso, nasce silenzioso, ma si estende a macchia di leopardo. I NIL sono Nuclei di Identità Locale, Milano ne conosce 88. Questa suddivisione risponde ad aree culturalmente e storicamente vicine e tiene anche conto delle aspirazioni dei territori, sostituendo l arbitraria e burocratica divisione in zone. Il NIL 28 si estende da viale Umbria a viale Molise, conta circa 30 membri che, oltre al cap di casa e/o lavoro, condividono la creatività come professione facendone un motore di cambiamento e partecipazione urbana. Andrea Boschetti - architetto e urbanista, associato dello studio Metrogramma - presiede l Associazione Culturale Distretto Creativo NIL 28; insieme agli altri membri, tra cui i 5+1 AA, dotdotdot, blob creative group, aspira a da vita ad un quartiere modello dove, anche in prospettiva dell Expo, si arrivi al 2015 non avendo costruito ma riutilizzato in modo intelligente quanto già esiste. Dove gli spazi di mezzo, da non-luoghi, si siano trasformati in una versione laica e contemporanea di quello che, per secoli, è stato il sagrato della chiesa. I.C. Cambiamento spirituale ed ecologico Guido Viale La Conversione Ecologica. There is no alternative NdA Press, Rimini, 2011 pp. 184, 10,00 La crisi economica, energetica e ambientale che ha investito la società contemporanea non è di tipo congiunturale ma di sistema. Le soluzioni richiedono un cambiamento di atteggiamento che impegni non solo i governi ma ciascuno di noi in prima persona. Guido Viale indica la via della conversione ecologica, su ispirazione del dettato morale ed intellettuale di Alex Langer, tra i fondatori del Movimento dei Verdi, e invita ad un cambiamento spirituale del nostro stile di vita, dei nostri consumi, del modo in cui lavoriamo e del fine per cui lavoriamo o vorremmo lavorare, del nostro rapporto con gli altri e con l ambiente. Si tratta di riflettere sulle modalità di uno sviluppo che deve diventare sostenibile, studiato cioè in funzione di garantire alle generazioni future la disponibilità delle risorse naturali e la conservazione dell ambiente in cui vivere e lavorare. Questa attenzione deve essere massima e condivisa dalla società e portare a comportamenti più sobri. Viale individua cinque settori cruciali che dovrebbero essere oggetto di una riconversione: energetico, agricolo, gestione dei rifiuti, consumo del territorio e mobilità. È possibile intraprendere grandi trasformazioni in questi campi se le scelte da individuali e consapevoli diventano collettive e, per esempio, si attuano strategie alternative di consumo condiviso, come insegnano le esperienze diffuse dei Gruppi di acquisto solidale (Gas) oppure della rete dei Nuovi Municipi, associazioni di enti locali la cui politica è improntata alla democrazia partecipativa. Le ipotesi prospettate includono l uso delle fonti di energia rinnovabili, la crescita dei saperi ambientali, il contenimento dell uso dei suoli, la promozione di modalità di trasporto pubblico e flessibile (car pooling e car sharing). M.O

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si Università degli studi di Roma La Sapienza, Dipartimento di Economia e Diritto, 17 dicembre 2013. Seminario organizzato nell ambito del Dottorato di Diritto pubblico dell economia dell Università degli

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

IL GIOCO DEL 15. OVVERO: 1000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI

IL GIOCO DEL 15. OVVERO: 1000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI IL GIOCO DEL. OVVERO: 000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI EMANUELE DELUCCHI, GIOVANNI GAIFFI, LUDOVICO PERNAZZA Molti fra i lettori si saranno divertiti a giocare al gioco del, uno dei più celebri fra i giochi

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli