La pianificazione delle consegne per alcune filiere logistiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La pianificazione delle consegne per alcune filiere logistiche"

Transcript

1 MERCI IN CITTA La pianificazione delle consegne per alcune filiere logistiche Prof. Fabrizio Dallari Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica Università Carlo Cattaneo LIUC 1

2 Distribuzione urbana delle merci: un problema complesso Attività manifatturiere Attività commerciali (all ingrosso, al dettaglio) Attività di pubblico esercizio (bar, ristoranti, alberghi) Settore dei servizi/terziario Attività artigianali Edilizia, lavori pubblici Traslochi Attività di manutenzione reti urbane Servizi pubblici (postali, rifiuti) Servizi di logistica conto terzi e-commerce B2C PROBLEMA: CONCILIARE LA VIVIBILITÀ CON LA VITALITÀ ECONOMICA DELLA CITTÀ 2

3 Analisi dei flussi per le diverse filiere merceologiche CLASSE DI MERCE Bevande, Tabacchi Cancelleria, Giocattoli Farmaci e medicali Tessuti, articoli sportivi Orologi, oreficeria, profumi Libri, dischi, media Fiori e piante Elettrodomestici, high-tech, telefonia, ottica Mobili e arredamento Ferramenta Carburanti, lubrificanti PARAMETRI LOGISTICI frequenza settimanale consegne quantitativi medi per consegna punto di partenza della merce modalità di consegna dimensioni del veicolo impiegato luogo abituale di sosta dei veicoli durata operazioni di scarico orari di consegna flessibilità orario di consegna etc. MACRO CATEGORIA Esercizi pubblici Piccole superfici: Freschi Grocery Abbigliamento Medie superfici specializzate Medie superfici non specializzate Super e Ipermercati Grandi Magazzini Mercati e Superspacci Concessionarie auto CARATTERIZZAZIONE DEL TRAFFICO 3

4 La filiera farmaceutica: i flussi fisici Industria Farmaceutica Concessionario Depositario Trasportatore e operatore logistico Distributore intermedio (grossista) Farmacie, ospedali, case di cura, ASL 230 aziende 130 aziende 120 aziende 8% 76% 100% 78% 78% A B C D 2% 14% F H

5 La filiera farmaceutica: i nodi di origine di destinazione FILIERA PHARMA 860 farmacie (di cui 50% a Milano) 58 ospedali e 4 ASL 30 Grossisti / Depositari Veicoli: furgoni isotermici dedicati al pharma Tempo medio sosta: 5 N. consegne / giro: 12 N. viste per farmacia al giorno: da 2 a 4 Farmacie Grossisti Depositari Consegna media: 2 colli Tempo medio giro: da 1h 30 per giri brevi a 3 h per giri lunghi 5

6 La distribuzione urbana dei farmaci: indagine sul campo Per comprendere le difficoltà operative che quotidianamente vengono affrontate da chi effettua le consegne in città, il Centro di Ricerca sulla Logistica dell Università Cattaneo LIUC ha effettuato un indagine sul campo presso alcune primarie aziende distributive. L indagine si è concentrata sulla distribuzione dei farmaci, importante sia per gli aspetti legati alla salute dei cittadini, sia per le sue peculiarità logistiche servizio pubblico essenziale OBIETTIVO: Comprendere l attuale organizzazione dei giri di consegna tra città caratterizzate da forti differenze di regolazione; Raccogliere informazioni relative alle principali criticità nello svolgimento dell attività. L indagine ha interessato oltre 100 autisti (intervistati telefonicamente o per mail) impegnati nelle consegne presso i principali comuni lombardi (60 comuni > abitanti). 6

7 La filiera del farmaco: l organizzazione dei giri di consegna I due giri di consegna di Gallarate e Busto Arsizio Giro Gallarate (180 km) Gallarate viene servita nella parte centrale della giornata, rispettando il vincolo di accesso alla ZTL. Ciò comporta l impossibilità di servire con lo stesso mezzo anche il Comune di Busto Arsizio, che prevede anch esso una ZTL. Giro Busto Arsizio (200 km) Un ampiezza maggiore degli orari delle 2 ZTL permetterebbe giri di consegna più razionali, che potrebbero comportare la riduzione del numero di mezzi Deposito Farmaci 7

8 La filiera del farmaco: l organizzazione dei giri di consegna Dettaglio dei due giri di consegna di Gallarate e Busto Arsizio SOMMA LOMBARDO CASORATE S. CASSANO MAGNAGO Giro Gallarate (180 km) GALLARATE SOLBIATE OLONA CARDANO AL CAMPO MALPENSA SAMARATE OLGIATE OLONA FERNO BUSTO ARSIZIO Giro Busto Arsizio (200 km) LONATE POZZOLO CASTELLANZA 8

9 La filiera del farmaco: l organizzazione dei giri di consegna I H G GALLARATE F E D C CASSANO MAGNAGO SOLBIATE OLONA B Giro Gallarate (180 km) 16 consegne CARDANO AL CAMPO J K SAMARATE A OLGIATE OLONA CASTELLANZA M N O P L 08:02 08:43 09:05 11:09 09:18 09:27 09:42 09:56 10:09 10:31 10:44 11:41 12:09 13:48 12:20 14:23 A B C D E F G H I J K L M N O Deposito P 07:00 Gallarate : finestra ZTL 6:30 10:30 PAUSA PRANZO 15:40 9

10 La filiera del farmaco: l organizzazione dei giri di consegna Giro Busto Arsizio (200 km) 14 consegne Deposito Busto Arsizio: finestra ZTL 7:30 12:30 PAUSA PRANZO 10

11 La filiera del farmaco: le criticità più ricorrenti «Dal campo» sono emerse le principali criticità affrontate ogni giorno dagli autisti:. 1. La più ricorrente riguarda la carenza di piazzole di sosta per il carico/scarico. La mancanza delle piazzole implica spesso che gli autisti vengano multati, con una conseguente riduzione del loro guadagno poiché le sanzioni sono a loro carico (e non dell azienda). «in quasi tutti i Comuni su cui lavoro sono sempre occupate e spesso da automobili private» 2. L altra criticità evidenziata riguarda l ampiezza e la disomogeneità delle finestre orarie per l accesso nelle ZTL che in alcuni comuni sembrano essere troppo ristrette. «dovendo consegnare in centro a Varese nel pomeriggio solo tra le 15 e le 16 non posso permettermi alcun ritardo durante il giro della mattina. E spesso devo saltare il pranzo» 3. Infine numerosi intervistati riferiscono di una eccessiva burocrazia nel processo di rilascio delle autorizzazioni e nella difficoltà a recuperare le informazioni dai siti di Comuni / Polizia Locale. «per il rinnovo di un permesso o per fare ricorso per una contravvenzione, devo spendere mezza giornata in Piazza Beccaria a Milano» 11

12 La filiera della Grande Distribuzione: maggiori difficoltà FORNITORE BENI LARGO CONSUMO GRANDE DISTRIBUZIONE Stabilimento Produttivo Magazzino Centrale Centro Distributivo GDO Punto Vendita Milano, 13/11/2013 Via Settembrini (da 13:41 a 14:03) 12

13 MERCI IN CITTA Alcune esperienze di city logistics adottate a livello nazionale ed europeo Dr. Sergio Curi Centro di Ricerca sulla Logistica Università Carlo Cattaneo LIUC 13

14 Le principali misure per regolare i flussi di merci in città MISURE RESTRITTIVE DEGLI ACCESSI MISURE INFRASTRUTTURALI Istituzione Ztl (Zona a traffico limitato) Centro distributivo urbano (CDU) Ampiezza e collocazione oraria delle finestre di accesso alla Ztl Fasce orarie di utilizzo delle piazzole di carico/scarico Limitazione di accesso per dimensione dei veicoli Utilizzo delle corsie preferenziali da parte dei veic. commerciali Limitazione di accesso per tipologia di alimentazione dei veicoli Sistemi di stoccaggio temporaneo per il ritiro delle merci MISURE DI REGOLAZIONE MISURE TECNOLOGICHE Tariffa d ingresso (congestion charge) Strade multifunzione Consegne fuori orario e notturne Controllo e tariffazione elettronico degli accessi alla Ztl Richiesta permesso di accesso e pagamento on-line Sistemi di teleprenotazione e/o controllo delle piazzole di c/s Utilizzo dei veicoli a basso impatto ambientale 14

15 Alcune recenti esperienze nazionali ed europee Utrecht Berlino Parigi Vicenza Padova Parma Barcellona 15

16 Padova: la via italiana ai CDU L esperienza di Padova è dal 2004 un modello per l Italia di sviluppo e gestione di un Centro distributivo urbano (CDU). La piattaforma di 1000 mq è localizzata presso l Interporto di Padova (3,5 km dal centro città), che la gestisce direttamente attraverso il servizio Cityporto, garantendo spazi, tecnologia (tracking & tracing), neutralità; modello operativo basato su: 1) concertazione, 2) adesione volontaria degli operatori logistici e del trasporto (più di 50 aderenti), 3) sostegno dell Amministrazione Pubblica; Consegne/anno veicoli a basse emissioni (metano) di proprietà dell Interporto di Padova; finanziamento per start up di Euro spalmato su 4 anni ( ) assicurato da: Comune, Provincia e CCIAA di Padova, Regione Veneto. Attualmente il servizio ha raggiunto un punto di equilibrio che lo rende in grado di auto sostenersi

17 Vicenza: un CDU non volontario Vicenza ha tratto ispirazione dal modello padovano, ma con una significativa differenza: il carattere non volontario dell adesione al servizio. A Vicenza infatti non è possibile agli operatori accedere alla ZTL al di fuori delle ristrette fasce di accesso consentito ( ), indipendentemente dal tipo di alimentazione del veicolo utilizzato. Il modello vicentino si basa su: piattaforma logistica localizzata presso i Magazzini Generali di Vicenza ad 1,5 km dal centro cittadino; modello operativo basato sull utilizzo obbligatorio (al di fuori delle finestre orarie) del servizio distributivo (denominato Veloce) fornito dalla società Vicenza Logistic Center S.r.l., controllata dal Comune, con la partecipazione dell Associazione degli industriali, di Confartigianto, di Confcommercio, di APIndustria e di CNA; ampia finestra per effettuare le consegne nel Centro Storico: divieto di circolazione per gli altri veicoli tranne quelli per la consegna dei prodotti freschi, medicinali; Consegne effettuate con veicoli elettrici e ibridi. 17

18 Parma: una variante del modello Padova Il progetto Ecologistics della città di Parma prevede un CDU con servizio di distribuzione (denominato Ecocity) gestito dalla piattaforma del Centro Agroalimentare e Logistica Consortile (CAL) localizzato in prossimità del centro cittadino (circa 3 km). Il modello si basa su una Ztl organizzata per fasce orarie e con un sistema di permessi a pagamento. Gli operatori non sono obbligati ad utilizzare il CDU per la consegna merci nella Ztl, ma possono farlo direttamente accreditandosi se soddisfano un insieme di requisiti predefiniti. Il CDU ha una superficie coperta di mq, di cui 100 mq refrigerati e si occupa della distribuzione delle merci relative a 5 filiere merceologiche: alimentare fresco e secco, merci varie, abbigliamento, Ho.Re.Ca. I fornitori hanno due possibilità: portare le merci al CAL che le consegnerà a destino tramite il servizio Ecologistics; accedere a CAL con i propri mezzi e farsi accreditare ottenendo i permessi necessari per entrare nella Ztl; le consegne effettuate dal CAL si avvalgono di veicoli leggeri alimentati a gas metano di ptt pari a 35 q ; il servizio si sostiene con il contributo dei partner che hanno aderito all iniziativa (operatori che includono non solo PMI, ma anche grandi aziende produttrici e distributori del Largo Consumo). 18

19 Utrecht: una soluzione ecosostenibile per il centro città Un applicazione del concetto di CDU è stata sviluppata in Olanda e applicata ad Utrecht. Il sistema, denominato Cargohopper, si compone di : un CDU posto all esterno della città (10 km dal centro), verso cui convergono le merci destinate agli esercizi della Ztl; una piccola motrice elettrica in grado di trainare fino a 3 carrelli a pianale sui quali vengono caricati i box con la merce (1 box per pianale), componendo un trenino lungo 16 m, con una velocità massima di 20 km/h; attraverso un semirimorchio stradale vengono trasferiti 8 box alla volta dal CDU al luogo di stazionamento dei trenini. Da qui iniziano i giri di consegne nel centro storico; questa applicazione si presta in particolare alla distribuzione nelle città con struttura urbana medioevale, di difficile accesso ai veicoli tradizionali. La larghezza del trenino è di soli 1,25 m, con grande facilità di manovra; sul tetto dei box sono collocati dei pannelli fotovoltaici utilizzati per caricare il motore elettrico della motrice. 19

20 Berlino: tecnologie per la logistica dell e-commerce A Berlino tra le soluzioni in fase di avanzata sperimentazione vi è quella dell installazione di box denominati BentoBox, una sorta di hub urbano di raccolta/consegna di pacchi, lettere e plichi Il sistema consiste in un telaio fisso con una serie di moduli removibili (trolley), suddivisi a loro volta in vani indipendenti di varie misure; L operatore riempie i vani che compongono i moduli removibili e li porta a destino, riposizionandoli nel telaio fisso e ritirando al contempo i moduli vuoti; I destinatari finali vengono avvertiti via sms o mail dell avvenuta consegna e forniti di un apposito codice con il quale possono aprire il vano e ritirare la merce. E una soluzione interessante per ridurre l impatto sul traffico cittadino da parte del canale e-commerce. 20

21 Parigi: regole semplici e facili controlli Le regole che governano la gestione delle merci a Parigi sono basate su alcuni principi: semplicità di applicazione, facilità di comprensione e controllo: 2 periodi di circolazione: per i veicoli con occupazione <29 m 2 (autocarro) per i veicoli con occupazione <43 m 2 (articolato) I veicoli eco-compatibili non hanno restrizioni orarie, purché abbiano un occupazione inferiore ai 29 m 2. 2 tipologie di piazzole di sosta ( nella cerchia urbana): riservate in permanenza al carico/scarico delle merci riservate di giorno ( ) al carico/scarico merci di notte e nei giorni festivi alla sosta dei veicoli privati. Il tempo di sosta per il c/s è di 30, estendibili fino a 60. Controllo mediante disco orario obbligatorio chiamato disque livraison marchandises distribuito ai trasportatori. 21

22 Barcellona: consegne notturne notturne per la Grande Distribuzione Barcellona è un esempio di città che ha sperimentato le consegne notturne, dando la possibilità agli operatori di effettuare la distribuzione presso i negozi della Grande Distribuzione nelle fasce: e I punti di vendita situati all interno della città sono riforniti da autoarticolati che effettuano consegne multiple. Il processo distributivo è organizzato direttamente dalla stessa catena distributiva, evitando di conseguenza qualsiasi problema di coordinamento con soggetti diversi. La misura è stata accompagnata da investimenti (da parte dei distributori) in materiali e mezzi a basso impatto sonoro (low noise equipment), quali ad esempio pneumatici particolari che riducono la rumorosità dovuta al rotolamento (low-noise rubber wheels), tappeti isolanti da posizionare sulla strada e all interno del semirimorchio, unità di refrigerazione insonorizzate (stessa cosa per le sponde idrauliche dell automezzo e i motori dei carrelli), unità di carico quali roll container plastificati. 22

23 MERCI IN CITTA Grazie per l attenzione Prof. Fabrizio Dallari - Dr. Sergio Curi Centro di Ricerca sulla Logistica Università Carlo Cattaneo LIUC 23

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità MCE 2012 La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità Prof. Fabrizio Dallari Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica Università Carlo Cattaneo - LIUC 1 Distribuzione

Dettagli

Castellanza, 28 novembre 2014

Castellanza, 28 novembre 2014 prof. Fabrizio Dallari Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC Università Cattaneo 1 La filiera farmaceutica: gli attori Industria Farmaceutica Concessionario Depositario Trasportatore e operatore

Dettagli

INTERVENTO Fabrizio Dallari Direttore C-Log Università Carlo Cattaneo LIUC

INTERVENTO Fabrizio Dallari Direttore C-Log Università Carlo Cattaneo LIUC INTERVENTO Fabrizio Dallari Direttore C-Log Università Carlo Cattaneo LIUC Sala Falck Assolombarda 6 Febbraio 2012 CONVEGNO La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità

Dettagli

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma Reorganisation of the distribution of goods within the urban territory of Parma Presentation By Valeria Battaglia

Dettagli

Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC Università Cattaneo

Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC Università Cattaneo La distribuzione territoriale nell assistenza farmaceutica prof. Fabrizio Dallari Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC Università Cattaneo 1 La filiera farmaceutica: gli attori Industria

Dettagli

Logistica urbana: evoluzione e innovazione

Logistica urbana: evoluzione e innovazione TRT TRASPORTI E TERRITORIO SRL Logistica urbana: evoluzione e innovazione Enrico Pastori, Milano Casa Abruzzo, 16 Luglio 2015 *Limitatamente alla sede di Milano TRT TRASPORTI E TERRITORIO srl MILANO: VIA

Dettagli

Sintesi. 1. Introduzione. 2. Problemi principali delle consegne delle merci. 3. Politiche e strutture. i. Metodi di consegna

Sintesi. 1. Introduzione. 2. Problemi principali delle consegne delle merci. 3. Politiche e strutture. i. Metodi di consegna Overview on facilities, policies and strategies for better freight delivery in urban areas Elvezia M. Cepolina Alessandro Farina Marino Lupi Università di Pisa Cenni sulla logistica urbana 1. Introduzione

Dettagli

Liuc Papers Pubblicazione periodica dell Università Carlo Cattaneo - LIUC

Liuc Papers Pubblicazione periodica dell Università Carlo Cattaneo - LIUC Liuc Papers Pubblicazione periodica dell Università Carlo Cattaneo - LIUC Numero 271, febbraio 2014 Serie Tecnologia 76 Alessandro Creazza, Sergio Curi, Fabrizio Dallari City logistics: panoramica delle

Dettagli

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile.

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Business Logistics Salerno Moving Your Business Smyb SMYB Srl Salerno Moving Your Business è un courier specializzato nel trasporto delle merci a groupage

Dettagli

Pre Mitel. Metodi di programmazione logistica 01/12/2010 1

Pre Mitel. Metodi di programmazione logistica 01/12/2010 1 Pre Mitel Metodi di programmazione logistica Giulio Gencarelli 01/12/2010 1 Programmazione Definizione delle azioni da realizzare sulla base delle risorse effettivamente disponibili; Quadro di sviluppo

Dettagli

Corso di TECNICA E TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE + TRASPORTI E TERRITORIO www.uniroma2.it/didattica/ttc_tt. DOCENTE prof. ing.

Corso di TECNICA E TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE + TRASPORTI E TERRITORIO www.uniroma2.it/didattica/ttc_tt. DOCENTE prof. ing. Corso di TECNICA E TECNICA DELLA CIRCOLAZIONE + TRASPORTI E TERRITORIO www.uniroma2.it/didattica/ttc_tt DOCENTE Trasporto Logistica urbano Urbana delle merci Trasporto merci Definizioni Trasporto passeggeri

Dettagli

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes»

Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Workshop «Un nuovo modello di governance per la city logistics: i primi risultati dell Osservatorio Mobilità e Trasporti di Eurispes» Dalla distribuzione urbana alla smart logistics Fulvio Lino Di Blasio

Dettagli

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Bozza di indice 1. Il ruolo e i potenziali della mobilità sostenibile Definizione di Green Transport (dal Rapporto Towards a Green economy dell UNEP)

Dettagli

TNT e la sostenibilità ambientale. Paola Chiadò

TNT e la sostenibilità ambientale. Paola Chiadò TNT e la sostenibilità ambientale Paola Chiadò L infrastruttura & il Network Road Sistema Hub & Spoke 80 Filiali e 8 Hub Proximity Points 1,200 TNT Points 300 Lockerboxes 3 Customer Services Piacenza,

Dettagli

Dall ampia base logistica LuccaPort, a mille metri dal centro, si muove ogni giorno la flotta di veicoli elettrici LuccaPort.

Dall ampia base logistica LuccaPort, a mille metri dal centro, si muove ogni giorno la flotta di veicoli elettrici LuccaPort. TRASPORTI E SERVIZI DI CONSEGNA FLESSIBILI E PERSONALIZZATI NEL CENTRO STORICO DELLA TUA CITTÀ SERVIZI PROGETTATI E OTTIMIZZATI PER CONSENTIRE A PRIVATI, NEGOZI, AZIENDE E OPERATORI DEL SETTORE DEI TRASPORTI

Dettagli

Meno traffico meno inquinamento: le scommesse dell ultimo miglio Letizia Rigato Polo Inoltra Interporto D Abruzzo 28 novembre 2014

Meno traffico meno inquinamento: le scommesse dell ultimo miglio Letizia Rigato Polo Inoltra Interporto D Abruzzo 28 novembre 2014 Esperienze di citylogistics in Italia Il modello Cityporto Meno traffico meno inquinamento: le scommesse dell ultimo miglio Letizia Rigato Polo Inoltra Interporto D Abruzzo 28 novembre 2014 Obiettivo generale

Dettagli

Logistica Urbana il caso di Roma

Logistica Urbana il caso di Roma Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_20112011 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Logistica Urbana il caso di Roma Dimensione del fenomeno (1/2) Flussi veicolari 256.965 veic/giorno

Dettagli

Logistica e Distribuzione. L attività di famiglia

Logistica e Distribuzione. L attività di famiglia Logistica e Distribuzione Logistica, distribuzione e supporto gestionale per prodotti food e non food. In questi settori sono impegnati, con il loro know how, due generazioni della famiglia Colozza che

Dettagli

UNIRETE Sala Conferenze Ara Pacis. Roma. 20 Novembre 2014. soluzione ecologica alla distribuzione urbana delle merci nel centro storico di.

UNIRETE Sala Conferenze Ara Pacis. Roma. 20 Novembre 2014. soluzione ecologica alla distribuzione urbana delle merci nel centro storico di. UNIRETE Sala Conferenze Ara Pacis Roma 20 Novembre 2014 soluzione ecologica alla distribuzione urbana delle merci nel centro storico di Roma Citylogin: chi siamo CITYLOGIN è una start-up che offre servizi

Dettagli

Città di Messina. Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità

Città di Messina. Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità Città di Messina Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità Conferenza stampa di presentazione del sistema Si.D.U.M.Me Indice «Europa 2020» Infomobilità cittadina

Dettagli

Misure di Logistica Urbana

Misure di Logistica Urbana Corso di LOGISTICA TERRITORIALE http://didattica.uniroma2.it marzo 2013 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Misure di Logistica Urbana Misure di logistica urbana Strategie Riduzione del numero di veicoli

Dettagli

80.000 mq di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti.

80.000 mq di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti. di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti. Indice Generale 80.000 mq - UBICAZIONE GENERALE - DETTAGLIO INFRASTRUTTURE

Dettagli

Come cambia la distribuzione in rete

Come cambia la distribuzione in rete E-COMMERCE Come cambia la distribuzione in rete Ruolo degli intermediari commerciali: trasferire prodotti e servizi secondo le modalità preferite dal cliente e al prezzo per lui accessibili CRITICITA DELLA

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA

STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA STUDIO DI SETTORE UM07U ATTIVITÀ 52.41.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FILATI PER MAGLIERIA E DI MERCERIA Maggio 2007 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TM07U Commercio al dettaglio di filati per

Dettagli

Città di Torino. Logistica urbana e distribuzione delle merci: il Progetto PUMAS

Città di Torino. Logistica urbana e distribuzione delle merci: il Progetto PUMAS Città di Torino Logistica urbana e distribuzione delle merci: il Progetto PUMAS Intermodalità e logistica: il Nord Ovest piattaforma fra Italia e Europa Il trasporto delle merci è il trasferimento di beni

Dettagli

Un sistema di transit point urbani per la distribuzione urbana delle merci

Un sistema di transit point urbani per la distribuzione urbana delle merci Prof. ing. Marino de Luca Ordinario di Trasporti nell Università di Napoli Federico II Un sistema di transit point urbani per la distribuzione urbana delle merci NETWORK ITALIANO CIVINET Workshop sulla

Dettagli

Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124

Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124 Genova Car Sharing SpA Società del Gruppo Automotive Sede legale: Via Leonardo Montaldo, 2-16137 Genova Sede operativa: Ponte Morosini, 22/24-16124 Genova - Tel 010 2543300 - Fax 010 2517095 info@genovacarsharing.it

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Sviluppo del settore dei servizi logistici per Expo 2015

Sviluppo del settore dei servizi logistici per Expo 2015 Varese for EXPO 2015 - Giornata dell Economia nazionale Sviluppo del settore dei servizi logistici per Expo 2015 Valutazione delle opportunità di sviluppo per le imprese varesine che offrono e che acquistano

Dettagli

_ AZIENDA. La CDF fonda le sue origini all inizio degli anni 70.

_ AZIENDA. La CDF fonda le sue origini all inizio degli anni 70. _ AZIENDA La CDF è un azienda di spicco nel settore logistico, che esercita la sua attività attraverso l offerta di un ampia gamma di servizi integrati nel mondo del food e del non food, rispondendo alle

Dettagli

Un modello di logistica sostenibile per rendere più vivibile la città

Un modello di logistica sostenibile per rendere più vivibile la città Consolato dell Oman a Milano SMART CITIES: Italia e Oman, esperienze e tendenze Eccellenze tecnologiche Made in Italy per il futuro delle nostre città 26 Novembre 2015 URBAN CENTER - Galleria Vittorio

Dettagli

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Bologna 27/10/2010 IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Ventitremila mq la struttura, venticinque milioni di euro l investimento, trecento i fornitori accreditati, quattromila referenze di cui

Dettagli

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta TIDE National Event Roma, 21 Settembre 2015 TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta Maria Berrini, CEO Agenzia Mobilità

Dettagli

Ing. Claudio Maltoni Forlì Mobilità Integrata società in house del Comune di Forlì

Ing. Claudio Maltoni Forlì Mobilità Integrata società in house del Comune di Forlì Verso una distribuzione più sostenibile delle merci nel tessuto urbano della città: presentazione del Progetto europeo SMARTSET 18 Maggio 2013 Camera di Commercio di Forlì-Cesena Sala Zambelli Ing. Claudio

Dettagli

umove Milano, le strategie dell amministrazione e le buone pratiche delle imprese in tema di logistica smart, green ed elettrica Valentino Sevino

umove Milano, le strategie dell amministrazione e le buone pratiche delle imprese in tema di logistica smart, green ed elettrica Valentino Sevino umove Milano, le strategie dell amministrazione e le buone pratiche delle imprese in tema di logistica smart, green ed elettrica Valentino Sevino Direttore Pianificazione Mobilità Agenzia Mobilità Ambiente

Dettagli

La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato

La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato La mobilità sostenibile nel contesto urbano LE OPPORTUNITA DA COGLIERE Letizia Rigato Convegno Direzione Futuro Mobilità Elettrica e Autoriparazione 18 maggio 2013 ore 15.00 CROWNE PLAZA, via Po 197 -

Dettagli

ZEC ZERO EMISSION CITY

ZEC ZERO EMISSION CITY ZEC ZERO EMISSION CITY PIANO DI MOBILITÀ ELETTRICA PER LA CITTÀ DI PARMA Carlo Iacovini, Responsabile Progetto Comune di Parma Caratteristiche del progetto ZEC 2 Il progetto ZEC intende implementare un

Dettagli

Iscrizione C.C.I.A.A. 1471721 Iscrizione Albo MI T 0867404 A Capitale Sociale interamente versato 50.000,00 Partita IVA e Codice Fiscale 02500100967

Iscrizione C.C.I.A.A. 1471721 Iscrizione Albo MI T 0867404 A Capitale Sociale interamente versato 50.000,00 Partita IVA e Codice Fiscale 02500100967 In movimento, dal 1986 Via delle Industrie, 24 20060 Basiano (MI) Tel. 02 95760195 r.a. Fax 02 95764090 www.scagliatrasporti.it info@scagliatrasporti.it Trasporto rifiuti speciali Aut. n. MI 00501/OS Iscrizione

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010

MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010 Mobilità e competitività ità le azioni della Camera di Commercio di Varese MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010 I FLUSSI DI LAVORATORI

Dettagli

20 Marzo, 2014 / Gianluca Donato, Marketing Specialist. Interventi della PA e sinergie con gli investimenti privati per la mobilità elettrica

20 Marzo, 2014 / Gianluca Donato, Marketing Specialist. Interventi della PA e sinergie con gli investimenti privati per la mobilità elettrica 20 Marzo, 2014 / Gianluca Donato, Marketing Specialist Interventi della PA e sinergie con gli investimenti privati per la mobilità elettrica Incidenza sull efficienza energetica Secondo una recente analisi

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007 LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola Roma, Gennaio 2007 1 Indice Definizioni La logistica La logistica integrata Il trasporto intermodale L interporto La

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.42.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA SERVIZI DI TRASLOCO

STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.42.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA SERVIZI DI TRASLOCO STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.41.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA ATTIVITÀ 49.42.00 SERVIZI DI TRASLOCO Marzo 2008 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TG68U trasporto merci su strada - è stata

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE

STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE STUDIO DI SETTORE UM40A ATTIVITÀ 52.48.A COMMERCIO AL DETTAGLIO DI FIORI E PIANTE Ottobre 2007 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TM40A - Commercio al dettaglio di fiori e piante - è stata condotta

Dettagli

Italia - Europa. LOGISTICA del Mobile. Sede Logistica Friuli-Veneto

Italia - Europa. LOGISTICA del Mobile. Sede Logistica Friuli-Veneto LOGISTICA del Mobile Italia - Europa Sede Logistica Friuli-Veneto Zona Artigianale Candelu di Maserada (TV) Via San Marco, 13 tel. +39 0422 686194 fax +39 0422 988074 dove siamo La struttura logistica

Dettagli

LOGISTICA SANITARIA. Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN

LOGISTICA SANITARIA. Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN LOGISTICA SANITARIA Magazzino Farmaceutico Centralizzato Area Vasta Emilia Nord AVEN coopservice logistica sanitaria http://www.coopservice.it/web/guest/logistica-sanitaria Struttura e investimento Il

Dettagli

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Programma per la realizzazione di reti d Impresa denominato ERGON Azione

Dettagli

I Nostri Servizi. LOGISTICA DISTRIBUZIONE. Servizio Espresso. Warehousing Management System. Distribuzione Gdo. Sistemi di Radiofrequenza

I Nostri Servizi. LOGISTICA DISTRIBUZIONE. Servizio Espresso. Warehousing Management System. Distribuzione Gdo. Sistemi di Radiofrequenza Il Progetto. Sioli & Fontana nasce più di 25 anni fa e cresce sull onda del mercato hi-tech, ancora oggi, in continua espansione. Specializzata prima nel trasporto espresso e successivamente nella logistica,

Dettagli

Logistica e ecommerce B2c

Logistica e ecommerce B2c Logistica e ecommerce B2c In collaborazione Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 26 Febbraio 2014 Il processo logistico nell ecommerce B2c In collaborazione 1

Dettagli

IL CENTRO STORICO DI ROMA. Stefano Giovenali

IL CENTRO STORICO DI ROMA. Stefano Giovenali IL CENTRO STORICO DI ROMA Stefano Giovenali LE ISOLE AMBIENTALI La nostra idea di organizzazione del Centro Storico è quella di costruire 14 isole ambientali finalizzate al recupero della vivibilità urbana

Dettagli

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE "I venti dell'innovazione La sfida per l'energia del futuro" Lunedì 21 maggio Centro Congressi Ville Ponti di Varese PERCHE UNA RETE SULLA EFFICIENZA SOSTENIBILE Nasce dalla

Dettagli

2 L ANALISI DEI COMMERCIANTI E DEI PRODUTTORI OPERANTI NEI MERCATI AGROALIMENTARI (Luca Lanini, Simona Barbieri, Simona Bertozzi, Renzo Rossetto)

2 L ANALISI DEI COMMERCIANTI E DEI PRODUTTORI OPERANTI NEI MERCATI AGROALIMENTARI (Luca Lanini, Simona Barbieri, Simona Bertozzi, Renzo Rossetto) 2 L ANALISI DEI COMMERCIANTI E DEI PRODUTTORI OPERANTI NEI MERCATI AGROALIMENTARI (Luca Lanini, Simona Barbieri, Simona Bertozzi, Renzo Rossetto) 2.1 GLI OPERATORI COINVOLTI NELL INDAGINE Sono stati intervistati

Dettagli

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA PROGETTI BOLOGNA L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA L'interporto di Bologna, oltre ad essere uno dei maggiori in Italia per traffico merci, si presenta come caso emblematico di infrastruttura interportuale,

Dettagli

Via Filippo Turati, 4/6 20023 Cerro Maggiore ( MI ) Tel. / Fax : 0331-42 00 89 Sito : www.sclem.it E-Mail : info@sclem.it. Rev.1

Via Filippo Turati, 4/6 20023 Cerro Maggiore ( MI ) Tel. / Fax : 0331-42 00 89 Sito : www.sclem.it E-Mail : info@sclem.it. Rev.1 Via Filippo Turati, 4/6 20023 Cerro Maggiore ( MI ) Tel. / Fax : 0331-42 00 89 Sito : www.sclem.it E-Mail : info@sclem.it 1 CHI SIAMO E COSA POSSIAMO FARE PER VOI Società Costituita nel 1980 con lo scopo

Dettagli

Trasporto e logistica farmaceutica e ospedaliera

Trasporto e logistica farmaceutica e ospedaliera Trasporto e logistica farmaceutica e ospedaliera Trasporto e logistica farmaceutica e ospedaliera H24 GPS 365 giorni all anno 18 MEZZI 30 anni di esperienza ADR ATP DIA UNI EN ISO:9001 autorizzazioni e

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_2008 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo. Duccio R.L. Caccioni

Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo. Duccio R.L. Caccioni Big & Small oltre l ipermercato, le opportunità di nuovo sviluppo Duccio R.L. Caccioni Andamento dei consumi ortofrutticoli Frutta : acquisto medio per famiglia 2000-216 kg (prezzo medio 1,20 euro) 2007-209

Dettagli

Youlog Genova pro e-bike aprile 2015

Youlog Genova pro e-bike aprile 2015 La distribuzione delle merci in città. Il mondo della distribuzione Qualità del servizio Contenimento costi Rispetto ambientale Efficienza energetica Le municipali La distribuzione delle merci in città.

Dettagli

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15)

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15) LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE (cap. 15) IL RUOLO ECONOMICO DEI CANALI DI DISTRIBUZIONE Un canale di distribuzione può essere definito come una struttura formata da partner interdipendenti che mettono beni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER

REGOLAMENTO COMUNALE PER COMUNE DI SAN MARTINO DI VENEZZE PROVINCIA DI ROVIGO REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSEDIAMENTO DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI D.Lgs. 114/98 e L.R. n. 37/99 Aggiornato al 5 dicembre 2001 Allegato alla deliberazione

Dettagli

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO LOMBARDIA Situato a est di Bergamo, l'interporto di Montello si pone come il punto di riferimento per potenzialità, posizione e rete infrastrutturale del bacino produttivo a nord est di Milano e della

Dettagli

Ultimo miglio o ultima chance? La distribuzione delle merci in città.

Ultimo miglio o ultima chance? La distribuzione delle merci in città. La distribuzione delle merci in città. Il mondo della distribuzione Qualità del servizio Contenimento costi Rispetto ambientale Efficienza energetica Le municipali La distribuzione delle merci in città.

Dettagli

Logistica e Distribuzione. Packaging e Trasporti

Logistica e Distribuzione. Packaging e Trasporti Logistica e Distribuzione Logistica, distribuzione e supporto gestionale per prodotti food e non food. In questi settori sono impegnati, con il loro know how, due generazioni della famiglia Colozza che

Dettagli

02/04/2014 Progetto Smartfusion Logistica urbana a Como

02/04/2014 Progetto Smartfusion Logistica urbana a Como 02/04/2014 Progetto Smartfusion Logistica urbana a Como Carlo Vaghi Gruppo CLAS SpA c.vaghi@gruppoclas.com Smartfusion Lo scopo del progetto: SMARTFUSION è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea,

Dettagli

City Logistic. Definizione di un modello sperimentale per la riorganizzazione della distribuzione delle merci nel Centro Storico di Perugia

City Logistic. Definizione di un modello sperimentale per la riorganizzazione della distribuzione delle merci nel Centro Storico di Perugia Comune Perugia CCIAA Perugia Confartigianato Imprese City Logistic Definizione di un modello sperimentale per la riorganizzazione della distribuzione delle merci nel Centro Storico di Perugia Cofinanziato

Dettagli

Strategie urbane. Le automazioni che semplificano l urbanistica

Strategie urbane. Le automazioni che semplificano l urbanistica Strategie urbane Le automazioni che semplificano l urbanistica Gestire e migliorare gli spazi urbani Oggi le città devono confrontarsi con una serie di problematiche e di sollecitazioni che possono essere

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - AUTISTA TRASPORTO MERCI - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI ELETTRODOMESTICI, DI ELETTRONICA DI CONSUMO AUDIO E VIDEO

COMMERCIO ALL INGROSSO DI ELETTRODOMESTICI, DI ELETTRONICA DI CONSUMO AUDIO E VIDEO STUDIO DI SETTORE UM22A ATTIVITÀ 46.43.10 COMMERCIO ALL INGROSSO DI ELETTRODOMESTICI, DI ELETTRONICA DI CONSUMO AUDIO E VIDEO ATTIVITÀ 46.43.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI SUPPORTI REGISTRATI, AUDIO, VIDEO

Dettagli

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel Consorzio Zai Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel 1948 da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Verona ed

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Distribuzione delle Merci : dalle Regole ai Sistemi

Distribuzione delle Merci : dalle Regole ai Sistemi Piano Urbano del Traffico Urbano di Roma Capitale Distribuzione delle Merci : dalle Regole ai Sistemi Alessandro Fuschiotto Citytech, Roma 11 giugno 2014 La ZTL merci di Roma ha un estensione di 6 Km 2

Dettagli

XMART per gestire il retail non food

XMART per gestire il retail non food XMART per gestire il retail non food Le aziende retail che oggi competono nei mercati specializzati, sono obbligati a gestire una complessità sempre maggiore; per questo, hanno bisogno di un valido strumento

Dettagli

Niente come fare un film costringe a guardare le cose. Lo sguardo di un letterato su un paesaggio, campestre o urbano, può escludere un'infinità di cose, ritagliando dal loro insieme solo quelle che emozionano

Dettagli

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Ing. Andrea Normanno Direzione Generale Reti

Dettagli

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA Il complesso del porto ligure, uno dei maggiori e più significativi in Europa, rappresenta il cuore dell attività svolta dai cosiddetti provveditori,

Dettagli

CARCANO Trasporti e Logistica

CARCANO Trasporti e Logistica CARCANO Trasporti e Logistica Carcano Trasporti spa Via Buccari, 9-21100 Varese Tel +39 0332 491050 - Fax +39 0332 491086 PROFILO AZIENDALE Azienda certificata ISO 9001 a norma con tutti gli standards

Dettagli

I NUMERI DELLA DMO. Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili)

I NUMERI DELLA DMO. Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili) 1 I NUMERI DELLA DMO Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili) Occupa oltre 450.000 dipendenti su 1.845.000 del commercio Investe ogni anno

Dettagli

Trasporti nazionali ed internazionali. Logistica e distribuzione.

Trasporti nazionali ed internazionali. Logistica e distribuzione. Trasporti nazionali ed internazionali. Logistica e distribuzione. 1985 nasce Angelucci Trasporti 50.000 metri quadri sede 10.000 metri quadri magazzini 28.500 spedizioni annue 118.000 118.000 tonnellate

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Logistica esterna - intermodalità PREMESSA SISTEMA DEI TRASPORTI Costituisce un organizzazione tecnico

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA un modello di mobilità sostenibile arch. Alessandro Meggiato Dirigente del Servizio Politiche per la Mobilità Comune di Reggio Emilia IL CONTESTO abitanti

Dettagli

Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli.

Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli. Ana Casado Pianificazione e costi del trasporto. Strumenti per ottimizzarli. Trento, 14 Dicembre 2010 12/03/2014 AGENDA Importanza del costo trasporto Chiavi per ridurre i costi trasporto Particolarità

Dettagli

Collegare in rete i soggetti pubblici e privati della Regione Sicilia attraverso la quale offrire servizi pianificati e integrati di raccolta e

Collegare in rete i soggetti pubblici e privati della Regione Sicilia attraverso la quale offrire servizi pianificati e integrati di raccolta e Una Piattaforma Tecnologica di gestione della Reverse Logistics per i RAEE della Sicilia Il punto di partenza Collegare in rete i soggetti pubblici e privati della Regione Sicilia attraverso la quale offrire

Dettagli

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia 104 Convegno Nazionale AEIT Mobilità e Trasporto Elettrico per l'italia di domani - Roma, 13-14 giugno 2012 Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto

Dettagli

CASO DI STUDIO - Gerbione Spa

CASO DI STUDIO - Gerbione Spa CASO DI STUDIO - Gerbione Spa Monica lavora per la divisione di approvvigionamento e fornitura di parti e ricambi di Gerbione Spa, una multinazionale produttrice di motori, trasmissioni e frizioni per

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO

MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO MOBILITA ELETTRICA L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO SOMMARIO 1. Il progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi 2. La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 3. Il contenuto del progetto

Dettagli

SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com

SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com SOCIETÀ DEL NETWORK Madruzza & Associati www.madruzzaeassociatispa.com Città più vivibili e accessibili Mobilità sostenibile Infomobilità Soluzioni chiavi in mano per servizi ecosostenibili e nuovi business

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna dicembre 2013 1 SOMMARIO 1 LA DESCRIZIONE DEL PANEL... 3 2 L INDAGINE SULLE VENDITE NEL PERIODO NATALIZIO... 6

Dettagli

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino PIAGGIO PER LA MOBILITÀ ELETTRICA Casi di successo PROVINCIA DI BELLUNO CO2 NeuTrAlp OBIETTIVO Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino SOGGETTI COINVOLTI

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

La distribuzione urbana ed il servizio Taxi Merci in Siena

La distribuzione urbana ed il servizio Taxi Merci in Siena CEDM Project LIFE05 ENV/IT/000870 Conferenza Finale Lucca, 17 Aprile 2008 La distribuzione urbana ed il servizio Taxi Merci in Siena COTAS Logistica Srl Siena Sergio Ciccioni, Presidente La Città di Siena:

Dettagli

TTS 2005 Parma 19 Febbraio 2005. Opportunità e vincoli all e-logistics. Andrea Payaro. Università di Padova andrea.payaro@unipd.it.

TTS 2005 Parma 19 Febbraio 2005. Opportunità e vincoli all e-logistics. Andrea Payaro. Università di Padova andrea.payaro@unipd.it. TTS 2005 Parma 19 Febbraio 2005 Opportunità e vincoli all e-logistics Andrea Payaro Università di Padova andrea.payaro@unipd.it Logistica ovvero: Le sette condizioni giuste: disponibilità del prodotto

Dettagli

Interventi per la riduzione del traffico in città - Zona Anti Congestione del Traffico

Interventi per la riduzione del traffico in città - Zona Anti Congestione del Traffico Interventi per la riduzione del traffico in città - Zona Anti Congestione del Traffico 16 settembre 2011 1 STRUTTURA DEL TRAFFICO IN ACCESSO ALL AREA ECOPASS Ingressi nella ZTL Cerchia dei Bastioni Dati

Dettagli

Progetto per la sostenibilità energetica ed ambientale della Smart City

Progetto per la sostenibilità energetica ed ambientale della Smart City Progetto per la sostenibilità energetica ed ambientale della Smart City 1 CONCEPT Utilizzo dell eccedenza energetica prodotta da fotovoltaico per la ricarica di mezzi elettrici Sviluppo di infrastrutture

Dettagli

Sorrento, 21 novembre 2015

Sorrento, 21 novembre 2015 Sorrento, 21 novembre 2015 «Mezzogiorni d Europa d e Mediterraneo» e mobilità delle merci Linee guida per lo sviluppo dei trasporti e della logistica nel Mezzogiorno Sergio Curi, Fabrizio Dallari, Marco

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

Trazione idrogeno. Dal motore a scoppio alle Fuel Cell IL FUTURO NEL PRESENTE

Trazione idrogeno. Dal motore a scoppio alle Fuel Cell IL FUTURO NEL PRESENTE Trazione idrogeno Dal motore a scoppio alle Fuel Cell IL FUTURO NEL PRESENTE Dal 1980 tutto il mondo della ricerca sta studiando un sistema per far marciare il motore a scoppio con l idrogeno. Inizialmente

Dettagli

Trasporti Distribuzione Logistica. Unica mente al servizio delle aziende.

Trasporti Distribuzione Logistica. Unica mente al servizio delle aziende. Trasporti Distribuzione Logistica Unica mente al servizio delle aziende. Di Martino è trasporti, distribuzione e logistica. Dare alle aziende un servizio completo e sempre affidabile. Mirare all eccellenza

Dettagli

OFFICINA DELLE IDEE: Workshop INNOVAZIONE ED INCLUSIONE COME ARMA COMPETITIVA DEL TERRITORIO. 1.Nuova Carta Regionale dei Servizi

OFFICINA DELLE IDEE: Workshop INNOVAZIONE ED INCLUSIONE COME ARMA COMPETITIVA DEL TERRITORIO. 1.Nuova Carta Regionale dei Servizi OFFICINA DELLE IDEE: Workshop INNOVAZIONE ED INCLUSIONE COME ARMA COMPETITIVA DEL TERRITORIO 1.Nuova Carta Regionale dei Servizi Stato dell'arte: Il Comune di Busto Arsizio ha già messo in atto e ha tuttora

Dettagli