ROMANZO AZZURRO , IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMANZO AZZURRO - 2006, IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO"

Transcript

1

2 2

3 Romanzo Azzurro IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO Della stessa collana IL GRANDE BISCOTTO IL RIGORE MALEDETTO LA COREA AFRICANA 2012 LA STORIA SIAMO NOI Ideazione e coordinamento editoriale: Stefano Tamburini Copertina e progetto grafico: Federico Deidda Realizzazione tecnica: Fabio Di Donna Con il contributo di: Stefano Angeli, Valentino Beccari, Alessandro Bernini, Stefano Caselli, Rocco Coletti, Stefano Edel, Mino Fuccillo, Gigi Furini, Alberto Giannoni, Antonio Ledà, Pietro Oleotto, Renato Venditti Foto: Archivio Corbis e La Presse Finegil Editoriale Spa Direttore Editoriale: Luigi Vicinanza Gruppo Editoriale L Espresso, via Cristoforo Colombo, Roma Tutti i diritti di Copyright sono riservati. Ogni violazione sarà perseguita a termini di legge Finito di realizzare il 10 maggio

4 4

5 Romanzo azzurro la nazionale di calcio e gli ultimi dieci anni di sfide europee e mondiali 2006 Il cielo è azzurro sopra Berlino a cura di Stefano Tamburini 5

6 6

7 INTRODUZIONE I fantasmi di Calciopoli e il miracolo di Duisburg Il cielo era molto grigio su Coverciano, nei giorni a ridosso della partenza della spedizione azzurra verso il Mondiale tedesco del In quei momenti era impensabile ipotizzare che il giorno della finale di Berlino quel cielo diventasse di un azzurro splendido e che a cantare e ballare fossero proprio capitan Fabio Cannavaro e gli altri azzurri sul prato di uno stadio che attendeva in gloria i beniamini di casa e che invece tutto intorno vide far festa donne e uomini con le maglie azzurre e le facce dipinte di verde, bianco e rosso. Quando tutto questo era ancora nei sogni e forse in tutta sincerità quasi nessuno osava neanche ipotizzarlo in Italia uno scandalo immenso stava devastando i vertici del calcio: la Juventus, fresca vincitrice di due scudetti che poi saranno revocati, era messa così male che quasi quasi i suoi avvocati avrebbero firmato per la sentenza durissima che più tardi avrebbe significato retrocessione d ufficio in serie B. Gran parte dei suoi giocatori intanto erano al Mondiale. Una beffa ulteriore perché quella squadra non avrebbe neanche avuto bisogno di tutti gli imbrogli architettati dal direttore generale Luciano Moggi, poi radiato e purtroppo ancora rimpianto da un mondo che non sa fare a meno di chi offre la faccia peggiore. Quella migliore la offrirono, nonostante qualche inciampo iniziale (dichiarazioni di solidarietà di capitan Cannavaro a Moggi & C.), gli stessi giocatori e il tecnico Marcello Lippi. Forse proprio grazie allo scandalo riuscirono 7

8 a isolarsi, a creare una sorta di fortino psicologico e a far scattare quella molla che in occasioni come queste spesso fa la differenza. In Italia proprio durante i giorni più felici della spedizione azzurra un altro episodio andò a turbare i giocatori: il tentativo di suicidio del loro ex compagno Gianluca Pessotto, nel frattempo diventato dirigente della Juventus, che si gettò da un abbaino della sede sociale e si salvò per miracolo. Ne uscì malconcio e alcuni suoi compagni guidati da Alex Del Piero lasciarono il ritiro tedesco per andarlo a trovare in ospedale a Torino. Gli dedicarono striscioni e messaggi di affetto e dopo, una volta tornati, andarono a portargli anche la coppa del mondo. Ecco, tutto in qualche modo contribuì a cementare il gruppo, nel bene e soprattutto nelle circostanze avverse, in quel ritiro di Duisburg e in quelle partite negli stadi tedeschi dove gli italiani di Germania e anche di quelli che erano partiti dall Italia non fecero mancare quel calore che non fece altro che fondere ulteriormente i sentimenti e la volontà di un gruppo che finirà poi per stupire tutto il mondo. Anche gli episodi più sfortunati in qualche modo virarono a favore degli azzurri. Prendete l infortunio grave di Alessandro Nesta, colonna di una difesa che sembrava non poter prescindere dal milanista e da capitan Cannavaro. Al suo posto giocò l interista Marco Materazzi, reduce peraltro neanche da una fra le sue migliori stagioni. Eppure quel Materazzi fu assoluto protagonista, addirittura capocannoniere azzurro al fianco del non troppo prolifico Luca Toni. Altro nome a sorpresa fu quello di Fabio Grosso, terzino diventato gran giocatore solo in età avanzata: fu dal suo piede che partì il rigore decisivo nella finalissima contro la Francia, chiusa sull 1-1, con i gol di Zinedine Zidane e, 8

9 appunto, di Marco Materazzi. Proprio Zidane fu protagonista della pagina peggiore, con una testata rifilata al petto di Materazzi ancora lui verso la fine del secondo supplementare. L immagine del francese che esce a capo chino dal campo passando accanto alla coppa che non avrebbe mai accarezzato è la foto-simbolo di questo Mondiale. Poi, certo... ci furono il po-po-po-popopooo dei tifosi e la gioia immensa di un Italia sportiva (e non) che grazie agli azzurri passò un estate indimenticabile. Ancora di più, certamente lo fu quella degli italiani di Germania. Era proprio azzurro il cielo sopra Berlino, quella notte in cui sembrava che non dovesse mai esserci davvero il buio. In pochi andarono a letto presto, la gioia faceva battere forte forte i cuori e brillare gli occhi. C era tanta voglia di far festa, di stare insieme con gli altri, di dire massì, anche se non avevamo giocato siamo campioni del mondo. Quel cielo azzurro non era solo sopra Berlino, illuminava i nostri cuori e ci faceva venir tanta voglia di alzarla anche noi quella coppa. Rileggere quelle emozioni, vuol dire anche riviverle: provateci, il batticuore originale è ineguagliabile, ma anche tentare di andarci vicini facendosi guidare dalle parole scritte allora da chi era lì e aveva appena visto qualcosa da poter raccontare ai nipoti be, non è male. Non è affatto male. (s.t.) 9

10 10

11 PRIMA PARTE Sembrava tutto già perso 11

12 12

13 LUNEDÌ 22 MAGGIO Avvio di ritiro con il Tapiro La squadra azzurra si raduna a Coverciano in piena bufera Calciopoli e con tanto nervosismo specie in quelli che dovrebbero mantenere la calma. Il ct Marcello Lippi, in alcuni momenti, sembra quello più vicino a sbottare e in qualche circostanza lo fa. Insomma, i segnali non sono proprio incoraggianti. 13

14 LUCIANO MOGGI E ANTONIO GIRAUDO, ANIME DI CALCIOPOLI 14

15 Lippi ai giornalisti: «Fatevi i c... vostri» di Pietro Oleotto Fischi e il muso allungato di un Tapiro d oro, davanti ai cancelli di Coverciano, dove si annusa la bufera che spazza il nostro calcio. Cori di scherno e urla isolate hanno accompagnato l'arrivo degli juventini vestiti d azzurro, da Buffon a Cannavaro, passando per Camoranesi, abili nel dribbling su quel centinaio di tifosi che ha atteso i convocati da Lippi, a sua volta braccato dall inviato di Striscia per un siparietto che fotografa la tensione che si respira in casa Italia. «Scandalo? Quale scandalo? Non ho la procura con la Gea, mio figlio non è il mio procuratore. Fatevi i c... vostri», conclude il ct perdendo subito la calma e l aplomb. Saranno lunghe le prossime due settimane, quelle che portano all'esordio dell Italia al Mondiale. I veleni hanno varcato anche i sacri confini del Centro tecnico federale, anche se non è il caso di parlare di contestazione. Calciopoli non è un unico calderone. Per esempio: applausi scroscianti per Luca Toni, ma anche per uno che non è un idolo di casa, Pippo Inzaghi, tanto che a differenza di tanti altri tira giù il finestrino e parla: «La delusione della gente è forte. Ai Mondiali abbiamo una grande occasione di far felici gli italiani». Il piano l ha svelato SuperPippo. Far dimenticare le amarezze di un pallone che sembra davvero marcio con le vittorie della Nazionale. Non è una novità. Ci riuscì già Bearzot, nell 82, quando il calcioscommesse venne cancellato con un colpo di spugna dalla vittoria mundial firmata da Paolo Rossi, uno dei pizzicati. Ma stavolta, almeno nelle dichiarazioni, il clima all interno del club Italia non è elettrico. Nessun silenzio 15

16 stampa in vista. Anzi, tante parole, anche da Lippi che si riprende presto dall... attapiramento: «I ragazzi sono sereni, molto tranquilli e determinati». «La nostra forza è il gruppo: il merito è del ct», aggiunge Toni tanto per gettare una secchiata d acqua sul fuoco delle polemiche, aiutato nelle vesti di pompiere da De Rossi: «Cambiare sarebbe stato dannoso. E mi fa piacere sapere che il commissario della Figc è dalla sua parte». Guido Rossi, l uomo che il Coni ha mandato a rimettere la barra dritta a una Federcalcio squassata dagli scandali e che in casa Juventus viene visto come il capo dell inquisizione, chiamato in causa parla anche lui. Ma guarda agli attacchi che arrivano da fuori, dalle potenze straniere, dalla Germania, per esempio, rappresentata mediaticamente da quel gran trombone di Franz Beckenbauer, secondo il quale gli azzurri pagheranno il conto per Calciopoli. «La concorrenza spietata può fare brutti scherzi. C è sempre qualcuno che cerca di metterti a disagio, come ha fatto Beckenbauer, dicendo cose che mai mi sarei aspettato da una persona seria come lui. Ha sbagliato, soprattutto tenendo conto della posizione che ricopre. A parti invertite, nessuno in Italia avrebbe detto le stesse cose». Una punturina mica da poco, quella del signor Rossi: un anno fa, di questi tempi, in Germania si parlava più di arbitri corrotti che di gol. 16

17 VENERDÌ 2 GIUGNO Le amichevoli non incoraggiano Non sono certo incoraggianti le ultime amichevoli premondiali degli azzurri. Due pareggi contro Svizzera e Ucraina, niente di entusiasmante e anzi qualche preoccupazione supplementare che affiora. Ci sarebbe veramente da preoccuparsi, se non fosse che anche altre volte, prima di appuntamenti che poi si sono risolti per il meglio o quasi, l Italia sia stata nelle stesse condizioni. 17

18 L ESPRESSIONE CORRUCCIATA DI MARCELLO LIPPI A COVERCIANO 18

19 Pile scariche e molti dubbi di Pietro Oleotto Neppure la bufera di Calciopoli riesce a dare la scossa agli azzurri. A chi si aspettava delle amichevoli ad alto voltaggio, l Italia ha regalato le solite pile scariche delle settimane che precedono i Mondiali e gli Europei: due pareggi, uno più deludente dell altro. Il primo con la Svizzera, l ultimo contro l Ucraina, decisamente più quotata, ma priva del faro Shevchenko. Eppure Marcello Lippi ci ha provato (sulla carta) a rifilarci delle pillole consolatorie di calcio spettacolo. Per esempio, allo stadio Praille di Ginevra, contro i padroni di casa, ha disegnato sul campo un tridente, seppur anomalo, con Gilardino (che ha portato in vantaggio gli azzurri) unica punta, ma assistito alle spalle da Luca Totti (non ancora al top, ovviamente) e, più largo a sinistra, da Alex Del Piero. Una mossa che non ha pagato per colpa delle distrazioni difensive, in particolare di Marco Materazzi (scelto per rimpiazzare l acciaccato Alessandro Nesta) che ha servito agli svizzeri una comoda ripartenza per il gol del pareggio, sbagliando un passaggio. E nella ripresa poco gioco e tanto nervosismo (con Gattuso nelle vesti di giustiziere della notte), nervosismo che si trascina fino in sala stampa, quando il ct sbotta dopo una domanda su Calciopoli: «Io rispetto il tuo lavoro di giornalista, ma per tutta la settimana abbiamo risposto alle vostre domande. Dopo la partita perché insistere su questo argomento?». Il tasto dolente. Anche le amarezze di contorno rischiano di diventare un cocktail imbevibile (per i tifosi) se agitato assieme ai problemi fisici che tormentano la Nazionale in vista dell esordio mondiale con il Ghana. Nel secondo e ultimo test, 19

20 contro gli ucraini, zero gol nonostante la formazione a testuggine: tridente Del Piero-Toni-Gilardino e centrocampo composto da Pirlo e De Rossi e Camoranesi in copertura. Zero a zero: ci si potrebbe consolare con la tenuta della difesa se il rientrante Nesta non si fosse infortunato nella ripresa, gettando altro sale nelle ferite azzurre: rischia di saltare tutta la prima fase? Lasciamo fuori dalla porta i processi che cambieranno la faccia del nostro calcio. L Italia infatti scricchiola più che altro sotto il peso degli infortuni che rischiano di mettere la squadra in ginocchio, visto che le incognite, oltre a Nesta, si chiamano Zambrotta e Totti, pedine sulle quali Lippi ha sempre puntato nell avvicinamento al Mondiale. Oggi infatti la Nazionale ha lasciato Losanna con la consapevolezza di doversi presentare con molti cerotti al match inaugurale col Ghana del 12 giugno, tanto che lo stesso ct ha deciso di lasciare in gruppo Daniele Bonera in aggiunta ai 23 già inseriti nella lista ufficiale presentata alla Fifa. Gianluca Zambrotta infatti preoccupa non poco lo staff azzurro. Il difensore della Juventus non ha ancora assorbito lo stiramento al retto femorale della gamba sinistra riportata nel galoppo con il San Gimignano. Soltanto un ecografia, fissata per martedì a Coverciano, chiarirà i tempi di recupero. La sensazione è che non sarà in campo ad Hannover, ma Lippi lo aspetterà. Ci sarà invece Francesco Totti, dopo una lunga rincorsa fatta di speranza e fisioterapia. «Sono al 60% ma col Ghana mi schiererei», ha svelato il diretto interessato dopo l ultimo test. Comincerà dalla panchina. Siamo a meno due. E non è finita. La smorfia di fastidio espressa da Nesta all'uscita dal campo, complice il riacutizzarsi di una contrattura agli adduttori della gamba destra, rischia di fare fuori un altro dei titolari del piano mondiale di Lippi. 20

21 DOMENICA 4 GIUGNO Non c è pace a Coverciano A Coverciano si ha la sensazione che prima si lasci il suolo italico e meglio sia per tutti, specie per gli azzurri che sembrano non riuscire a scollarsi l aria pesante che sta investendo il calcio italiano. Non solo gli juventini, i principali coinvolti (sia pure indirettamente, nessun addebito viene contestato ai giocatori), ma anche il resto del gruppo. Così il lavoro di preparazione prosegue fra tanto nervosismo e molto isolamento. Solo dopo si scoprirà che non è stato affatto un male, anzi. Ma l aria che si respirava in quei giorni in ritiro era molto pesante. Fin troppo. 21

22 MARCELLO LIPPI (A DESTRA) CON IL SUO EX CAPO LUCIANO MOGGI 22

23 Cercasi calcio pulito di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Un appello accorato, riassunto in tre parole. «Cercasi calcio pulito», urlava uno striscione allo stadio di Ginevra, la sera di Svizzera-Italia. Calcio pulito, vero, giocato sul campo e non con l orecchio al telefonino. È questo che si aspettano dal Mondiale i tifosi italiani (ma non solo): uno spettacolo fatto di tattica, tecnica, gol, duelli e contrasti, emozioni, partite combattute ma leali. La nazionale parte per la Germania con un compito preciso: riscattare con i risultati un movimento messo a dura prova dallo scandalo delle intercettazioni. Tutto il mondo parla di Calciopoli, e molti si aspettano che gli azzurri scendano in campo condizionati da quello che sta succedendo. L Italia è chiamata a smentirli, a tenere alto il nome di una scuola che vanta tre titoli mondiali e da sempre rappresenta un punto di riferimento sul piano internazionale. Il pronostico è scontato. Favorito numero uno è il Brasile. Giusto che sia così. Per la cifra tecnica della Seleçao e per quello che i suoi campioni rappresentano. Pura essenza del calcio. Divertimento, grande gioia per un dribbling ben riuscito o una magia andata a segno. Passione, tanta passione, quel sentimento che ha portato la torcida verdeoro a trasferirsi in blocco per giorni e giorni sulle montagne della Svizzera a seguire i pentacampeones durante le fasi finali della preparazione. Per l Italia, il Brasile non è poi tanto lontano. Anzi, alla vigilia del Mondiale, si staglia all'orizzonte come un ostacolo da evitare a tutti i costi. Se vincerà il girone (com è probabile) la squadra di Parreira incontrerà proprio la seconda classificata del gruppo degli azzurri. È un rischio da tener ben presente, e 23

24 che obbliga la nazionale di Lippi a tenere altissimo il livello di attenzione fin dal match inaugurale con il Ghana. Ma andiamo per gradi. Intanto, l Italia dovrà fare i conti con le rivali della prima fase. Appiah, Essien e Muntari sono i simboli di un Ghana temibile, fortissimo a centrocampo. Gli Stati Uniti, avversari nel secondo confronto, sono animati da grande entusiasmo e dalla voglia di esibirsi su un palcoscenico di eccezione. E la Repubblica Ceca, con Pavel Nedved all'ultima grande occasione e Jan Koller ariete d attacco, va sempre affrontata con grande rispetto. L Italia sa che non può permettersi incertezze. È d'obbligo partire bene. Senza tentennamenti. Anche se le due amichevoli pareggiate in Svizzera hanno lasciato più di un dubbio. Totti sarà pronto? Del Piero saprà essere protagonista? L Italia riuscirà a giocare con la mente libera? Le prime risposte arriveranno da Hannover, tra una settimana. La speranza, in casa azzurra, è che le diciotto partite consecutive senza sconfitte non restino solo un dato statistico. E che il 4-1 sui tedeschi, l impresa di Firenze, sia ricordato negli annali come il primo passo di un 2006 trionfale. Coronato, proprio in Germania, da un trionfo atteso per 24 anni. 24

25 LUNEDÌ 5 GIUGNO Partenza con scetticismo A Coverciano continua a non tirare una bella aria, non tanto per quel che accade negli allenamenti ma è innegabile che la bufera che ha investito ai massimi livelli il calcio italiano non possa essere tenuta fuori da un semplice cancello. Per quanto si tenti di far finta di niente, è molto dura concentrarsi sulle cose di campo. Il merito del ct Marcello Lippi comincia probabilmente da qui: dal far diventare positive le energie negative. In questi giorni nessuno, e fors anche lo stesso Lippi, se n era accorto. Ma è proprio in queste ore che sta cominciando a nascere l Italia campione del mondo. 25

26 LA FOTO DI GRUPPO PER LA SQUADRA AZZURRA A COVERCIANO 26

27 C è anche un re che fa il tifo per noi di Stefano Angeli (inviato a Firenze) L immenso Pelè, un mito del calcio, si aspetta molto da Totti («Se è in buone condizioni può fare la differenza»). Giancarlo Antognoni uno degli eroi del Mundial 1982 ha grande fiducia nell'italia, e si sbilancia: «Arriviamo tra le prime quattro». Francesco Totti e gli altri del gruppo azzurro imbattuti da diciotto partite ringraziano per gli attestati di stima e si tuffano nell'ultima settimana di preparazione. La fase delicata che precede il momento delle scelte. Il programma. Dopo due giorni di riposo, la nazionale è tornata a Coverciano nel pomeriggio, accolta dagli applausi di cinquanta tifosi. I 24 azzurri (c è anche la riserva Bonera, allertato per prudenza)hanno sostenuto subito un breve allenamento. In giornata ci sarà una doppia seduta(alle 10 e alle 17). Domattina di nuovo tutti al lavoro, prima della partenza dall aeroporto di Pisa perla Germania. In queste ore il ct azzurro, Marcello Lippi, Lippi farà il punto sulla situazione degli infortunati. Il difensore Alessandro Nesta è alle prese con il riacutizzarsi di un fastidio agli adduttori, il compagno di reparto Gianluca Zambrotta è ai box da nove giorni per una distrazione muscolare alla coscia sinistra. Per tutti e due è prevista per domani un ecografia di controllo che darà certezze sui tempi di recupero. Gli infortuni. Comunque vada, Zambrotta salterà la partita di esordio, lunedì ad Hannover contro il Ghana. A sostituirlo, sulla destra della linea difensiva, sarà quasi certamente Massimo Oddo, convincente nei test contro Svizzera e Ucraina. Nelle due sfide, gli azzurri sono apparsi in ritardo sul piano atletico. Oddo è sereno e invita a pazientare: «La forma 27

28 fisica è ancora al per cento ha detto a Repubblica radio perché abbiamo svolto una preparazione molto pesante. Questa settimana faremo test di scarico e lavoreremo per acquisire brillantezza. Quello che ci interessa è arrivare in condizione al Ghana». I dubbi. L Italia sarà a Duisburg nel tardo pomeriggio di domani, e da giovedì si allenerà nell'attrezzatissimo centro sportivo di Meiderich. Venerdì (ore 20) alla Msv Arena è in programma una partitella di collaudo con l'under 19 del Duisburg. Poco più di un galoppo, che servirà a Lippi come ultimo test. A una settimana dal via, in casa azzurra restano molti dubbi. Francesco Totti è in costante progresso, ma contro il Ghana che ha ben impressionato con la Corea del Sud potrebbe rimanere in panchina. Almeno all inizio. L alternativa più gettonata, in assenza del giallorosso, è il con Alex Del Piero esterno sinistro d'attacco. Ma lo juventino non ha convinto: nei test di Ginevra e Losanna è rimasto in ombra. Le alternative. Per la sfida con i ghanesi fortissimi a centrocampo si fa strada l ipotesi di un ritorno al utilizzato da Lippi all'inizio della sua esperienza in azzurro. Ma il ct ha annunciato che il tridente non si tocca. Quindi: Toni, Gilardino più un fantasista, schierato dietro le punte o a sinistra sulla linea degli attaccanti. A centrocampo, invece, ci sono più soluzioni. Lo schema di partenza prevede Pirlo (in ripresa) regista affiancato da Camoranesi e Gattuso. Ma anche il tandem Pirlo-De Rossi ha ben impressionato. Il jolly Perrotta garantisce valide alternative. C è una settimana per valutarle tutte. Poi, per l Italia sarà già Mondiale. 28

29 MARTEDÌ 6 GIUGNO Gli infortuni che tormentano il ct Scorre lento il ritmo delle giornate di avvicinamento alla partenza per la Germania. Sembra che ci sia impazienza di scendere in campo, ancor prima di lasciar fuori dal portellone dell aereo l aria italiana e tutto quel che c è fuori da questo ritiro. Se non fosse per una piccola sequenza di infortuni che costringe il ct a rimescolare in continuazione le carte, sarebbe tutto tremendamente noioso, fin troppo lineare. 29

30 AZZURRI DURANTE IL RISCALDAMENTO A COVERCIANO 30

31 Zambrotta out Nesta in dubbio Lippi deve ridisegnare mezza difesa di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Gianluca Zambrotta non ci sarà, com era nell aria da un po. E anche Alessandro Nesta la conferma è arrivata questa mattina potrebbe saltare la partita d esordio con il Ghana. Gli azzurri debutteranno lunedì sera ad Hannover, ma fino a sabato nessuno potrà dire con certezza chi giocherà al centro della difesa insieme con il Cannavaro. Per colpa degli infortuni, l Italia rischia di presentarsi al Mondiale con metà linea difensiva da ridisegnare. Oddo è favorito su Zaccardo per il ruolo di laterale destro, Materazzi è il candidato al ruolo di centrale. I dubbi. Alessandro Nesta combatte con un'infiammazione all adduttore destro. Si tratta di un problema che l ha costretto a dare forfait anche in Champions. Ha accusato due ricadute, dieci giorni fa a Coverciano e venerdì a Losanna nel secondo tempo di Italia-Ucraina. L ecografia e la risonanza magnetica eseguiti a Firenze hanno rilevato l esistenza di una soffusione ematica, un versamento muscolare. Il segnale di un lieve stato infiammatorio. Il difensore del Milan seguirà una preparazione differenziata. «Contro il Ghana spero di esserci», ha commentato. Sabato, a Duisburg, sarà sottoposto a nuovi controlli. «Solo a quel punto sapremo se potrà giocare», ha spiegato il professor Enrico Castellacci, responsabile dello staff medico azzurro. «Cercheremo di recuperare quanto prima, ovviamente senza correre rischi». A preoccupare, in un Mondiale dove si gioca ogni cinque giorni, il rischio di ricadute. 31

32 Zambrotta migliora. L ecografia e la risonanza magnetica hanno portato notizie più confortanti per Zambrotta, alle prese con una distrazione muscolare alla coscia sinistra. «Gli esami ha detto Castellacci hanno evidenziato una netta riduzione della falda sieroematica», quindi della lesione. «È in rapido recupero, e può tornare a corricchiare. Potremo valutare sul campo i miglioramenti». Insomma, c è ottimismo per il laterale della Juve, che è a riposo da una decina di giorni. Confermata la sua assenza contro il Ghana, l obiettivo è recuperarlo per il 17 contro gli Usa. «Mi auguro proprio di esserci», ha commentato Zambrotta. Anche lui, come Nesta, è fiducioso. La scadenza. Domani parte per la Germania anche Daniele Bonera, il 24esimo azzurro. L Italia a questo punto ha tempo fino alle 21 di domenica (24 ore prima dell esordio) per comunicare eventuali variazioni alla lista consegnata alla Fifa. 32

33 Materazzi: «Possiamo Puntare in alto» di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Si parte davvero, destinazione Duisburg. La nazionale sosterrà domani mattina l ultimo allenamento a Coverciano, e nel pomeriggio, a Pisa, salirà sull aereo per Dusseldorf, da dove si trasferirà nel ritiro. Dopodomani alle 10 è in programma il primo allenamento al centro sportivo Meiderich. E venerdì sera ci sarà il galoppo con l Under 19 del Duisburg. «Ci siamo: d ora in poi parliamo solo tedesco», annuncia Marco Materazzi. Come dire: mettiamo da parte il resto e pensiamo ai Mondiali. «Vogliamo tornare a parlare italiano solo il 10luglio». Ovvero, il giorno dopo la finale. L attesa. Il clima è sereno, al centro tecnico della Federcalcio. I tifosi in attesa lungo la recinzione inneggiano a Lippi, Toni e Totti. C è entusiasmo, e l Italia si dedica di buona lena al lavoro di scarico dopo le partite di Ginevra e Losanna. La seduta del mattino è riservata agli esercizi atletici sul campo da tennis in sintetico. Oltre a Nesta e Zambrotta, infortunati, restano a riposo Gattuso e Del Piero, alle prese con un affaticamento muscolare dopo le due amichevoli. Francesco Totti invece si allena con gli altri: la sua condizione conferma lo staff azzurro migliora giorno dopo giorno. Di tattica e lavoro sugli schemi si parlerà nel pomeriggio, durante l allenamento a porte chiuse. La difesa. Contro il Ghana, Zambrotta dovrà dare forfait. Anche Nesta è in dubbio, e Materazzi, il suo naturale sostituto, lo incoraggia: «Spero che Alessandro riesca a recuperare. Per me è un idolo». Ma è pronto a sostituirlo: «Mi sento titolare anche quando non gioco. Lo spirito di gruppo lo interpreto così». E se Andrea Barzagli non si illude 33

34 («Sono consapevole che ci sono giocatori con molta più esperienza»), Massimo Oddo parte in pole position per il ruolo di laterale destro. Con la Svizzera, nel primo tempo Lippi ha provato Zaccardo ma il difensore della Lazio, negli altri 135 minuti della mini tournée elvetica, è apparso più convincente. «Non mi piace che sia un infortunio ad aprirmi un varco sottolinea però non sono qui per fare la bella statuina. Io ci provo, poi sarà il mister a decidere». Verso il Ghana. Le partite di Ginevra e Losanna hanno dato ancora una volta indicazioni confortanti per il reparto difensivo. Non a caso, la nazionale non perde da diciotto partite. «In 180 minuti aggiunge Massimo Oddo siamo stati superati solo da una prodezza di Gygax, concedendo pochissimo, quasi niente, agli avversari. È la conferma della compattezza della squadra. Perché quando non prendi gol il merito è di tutti, non solo dei difensori». L Italia ha affrontato rivali vere, due nazionali qualificate per Germania 2006: «Sono stati test importanti, contro avversarie impegnative. Il clima e il livello di gioco non erano molto diversi da quelli che ritroveremo al Mondiale». Gli obiettivi. Oddo non vuol saperne di pronostici. «Ho una mia opinione al riguardo spiega Credo che in una manifestazione del genere tutte le squadre partano con le stesse chances. Certo, c è chi può contare su un tasso tecnico più alto, ma la storia insegna che anche con giocatori formidabili si può uscire al primo turno». L Italia sottolinea Materazzi ha tutte le carte in regola per puntare in alto. Per arrivarci è indispensabile partire bene contro il Ghana: «È una squadra che ha un robusto centrocampo e ottime individualità. Per superarla dovremo essere concentrati al massimo. Ma sono sicuro che alla fine riusciremo a spuntarla». 34

35 MERCOLEDÌ 7 GIUGNO Tormento infortuni, tocca a Ringhio Scatta l operazione Germania. La truppa azzurra lascia Coverciano e si sposta a Pisa dove vola verso Duisburg. In Germania la truppa di Lippi è attesa da un entusiasmo strabordante. Un buon segno, anche se per il ct il primo pensiero è arginare la piccola scia di infortuni, praticamente uno al giorno. L ultimo, quello di Rino Gattuso, è particolarmente preoccupante. 35

36 IL CT MARCELLO LIPPI CON RINO GATTUSO 36

37 Si ferma Gattuso, Italia con i cerotti di Stefano Angeli (inviato a Duisburg) Zambrotta, Nesta e ora Gattuso. Non c è pace per l Italia: anche Ringhio si ferma per quindici giorni, rientrerà (forse) per il terzo match, giovedì 22 contro la Repubblica Ceca. Gli infortuni arrivano a catena. Uno al giorno, quasi a scandire il conto alla rovescia in vista del match d esordio degli azzurri ai Mondiali di calcio contro il Ghana. Strana la sorte. Fino a dieci giorni fa si parlava solo delle condizioni di Totti, adesso sono gli altri a balzare (si fa per dire...) alla ribalta della cronaca con i loro problemi fisici. Gattuso, questa mattina a Coverciano, si è svegliato con un dolore alla coscia sinistra, effetto di una ginocchiata subìta otto giorni fa nell amichevole contro la Svizzera. Già martedì aveva saltato l allenamento del mattino, oggi ha dovuto issare bandiera bianca. Gli esami clinici hanno rilevato una lesione (con versamento) al vasto intermedio del quadricipite. Che delusione per Ringhio. È dura restare ai box mentre inizia la competizione iridata. «Salterò due partite, sono tante. Mi sa che qualcuno ci ha messo gli spillini...». Ma non basta un guaio muscolare a domarlo: «In Germania ci vado anche a costo di legarmi al pullman con una corda. Se il ct mi caccia prova a scherzare Gattuso ci vengo lo stesso...». Lippi lo tranquillizza subito: «Rino rimane, non sarà sostituito». Quindi, l Italia è in Germania con 24 giocatori, il gruppo della lista Fifa più la riserva Bonera. Per sostituire un infortunato, c è tempo fino a ventiquattr ore prima dell esordio. Ma il momento della verità arriverà già sabato, quando per Nesta (in dubbio per il Ghana), Zambrotta (atteso al rientro il 17 con gli Usa) e Gattuso ci saranno gli esami di controllo. 37

38 Il ct non perde la tranquillità: «Gli infortuni sono un dazio che va pagato, prima o poi. A volte è meglio pagarlo prima...». Lunedì alle 21 ad Hannover c è l esordio contro gli africani, guidati dall'ex juventino ed ex udinese Appiah, e l Italia, sempre più incerottata, studia nuove soluzioni. In difesa le sostituzioni sono delineate Oddo laterale destro, Materazzi centrale e a centrocampo l assenza di Gattuso sembra spalancare le porte a Perrotta, che è in splendida forma e può coprire più ruoli. Rimane il dubbio di partenza: giocherà Totti (in progresso, non certo al top) nel , Del Piero (in ombra) in un o non giocherà nessuno dei due e cambierà anche il modulo? Salgono di prepotenza le quotazioni del (che era tramontato nel nome del tridente) in versione a rombo: Pirlo davanti alla difesa, De Rossi centrale, Camoranesi e Perrotta laterali. Lo sprint è lanciato. La partitella di dopodomani (ore 20) con l Under 19 del Duisburg potrebbe dare risposte importanti. 38

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto :

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A1...... A2...... A3... paolo Cont... Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A4...... A5...... A6... paolo

Dettagli

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 Pulcini 2 anno girone 28 UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 02-04-2012 09:01 - Pulcini 2 anno Per dovere di cronaca dirò che la partita è finita con un tristissimo pareggio che, sinceramente,

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00 Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 TROPPI ASSENTI IN AVANTI OKAKA LONDRA ROMA LONDRA E una Roma in chiara emergenza

Dettagli

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima Introduzione Il Milan ha appena concluso una partita di campionato, a Genova, contro la Sampdoria. È una partita di fine novembre, con la nuova squadra di Zlatan Ibrahimovic reduce da un positivo impegno

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

La Coppa di Algeria è tricolore

La Coppa di Algeria è tricolore l'allenatore primo piano La Coppa di Algeria è tricolore di Enrico Fabbro A dicembre stavo per imbarcarmi in una situazione difficile in C1 con una squadra che aveva perso quattro gare di seguito. Avevo

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Abbiamo il piacere di rivolgere alcune Il progetto, chiamato Calciastorie, ci atteggiamento nell ambiente

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo:

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: 1) Toro-Inter 2) Sampdoria Toro 3) Toro Verona 4) Cagliari Toro

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

ESORDIENTI. Programma Tecnico

ESORDIENTI. Programma Tecnico ESORDIENTI Programma Tecnico IO, LA PALLA, I MIEI COMPAGNI E GLI AVVERSARI SEDUTA DI ALLENAMENTO ESORDIENTI dal semplice al complesso GIOCHI A TEMA 20% GIOCHI COLLETTIVI 20% LA PARTITA (Gli obiettivi specifici)

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO ROMA, 8 GIUGNO 2015 STADIO OLIMPICO 88 anni di Storia, di Campioni, di vere e proprie Leggende che si sono succedute indossando la Maglia dell AS

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Cara Gazzetta dello Sport, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori. Hai qualche minuto per ascoltare le nostre voci? La nostra classe, una seconda media di Verona,

Dettagli

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 4 Giugno 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Un bovolonese di serie A Matteo Gianello nazionalità: Italia nato a: Bovolone (VR) il: 7 Maggio 1976 ruolo: Portiere altezza: 189 cm peso: 85 kg Società

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Giovanissimi fascia B

Giovanissimi fascia B Giovanissimi fascia B Stagione calcistica 2012-13 Preparazione precampionato Allenatore: Erbetta Maurizio La preparazione proposta è relativa agli allenamenti precampionato della squadra giovanissimi 99

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO GENERALITA' Il Torneodelvenerdì nasce nel 2009 per iniziativa di alcuni ragazzi desiderosi di creare un appuntamento calcistico settimanale per la propria squadra

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Geografia del fuorigioco

Geografia del fuorigioco Geografia del fuorigioco Sono a ottomila chilometri da casa, qui. Mezzo pianeta di differenza, eppure il fuso orario non è cambiato, perché la città dove vivo e quella dove ora mi trovo sono sullo stesso

Dettagli

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina

Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina Gellindo Ghiandedoro e il triste compleanno di Bellondina I RACCONTI DEL BOSCO DELLE VENTI QUERCE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER Quando al mattino Gellindo si sveglia al suono della prima

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare.

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare. articolo N.37 GENNAIO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

Allenare nel settore giovanile

Allenare nel settore giovanile ALLENARE NEL SETTORE GIOVANILE: la sovrapposizione, sviluppo tattico offensivo ANDREA PAGAN Allenatore di BASE diploma B UEFA PREMESSA Credo che la programmazione e l allenamento della fase offensiva sia

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Laura Virgini IL VIAGGIO

Laura Virgini IL VIAGGIO Il Viaggio Laura Virgini IL VIAGGIO romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A mia madre, senza la quale non sarei qui, ora, e non sarei quella che sono.

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

La formazione dell alzatore

La formazione dell alzatore La formazione dell alzatore Si avvicina la stagione in palestra. In agosto e in settembre l allenatore ha ancora il tempo di far progredire i suoi alzatori individualmente, prima che il sistema di gioco

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Premessa Il nostro Fantacalcio segue quasi interamente le regole di un Fantacalcio classico, con qualche piccola modifica che verrà illustrata nei paragrafi

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio obiettivo del corso Informazioni Un altro modo di vedere il calcio Un modo per ri-ordinare le informazioni Un metodo, base per costruire il vostro Motivazioni (vostra e nostra) Il QUADRATO Quanti quadrati

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

La foto della mia squadra

La foto della mia squadra La foto della mia squadra Questo libro appartiene a: La mia squadra del cuore: Il mio calciatore preferito: Il mio allenatore preferito: Pubblicato da: Associazione Svizzera di Calcio Casella postale 3000

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei.

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei. Mathilde tirò fuori l agenda e scrisse: «Il tizio seduto alla mia sinistra mi prende per i fondelli». Bevve un sorso di birra e lanciò un altra occhiata al vicino, un tizio immenso che da dieci minuti

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo)

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) Siamo così giunti all ultima partita di campionato e, i nostri ragazzi

Dettagli

Grande gioco. Cerimonia iniziale

Grande gioco. Cerimonia iniziale Grande gioco Regolamento Il numero degli stand è pari a quello degli educatori e le squadre sono una in meno rispetto agli stand (ciò per essere sicuri che ci sia sempre un gioco libero). I ragazzi scelgono

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli