ROMANZO AZZURRO , IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMANZO AZZURRO - 2006, IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO"

Transcript

1

2 2

3 Romanzo Azzurro IL CIELO È AZZURRO SOPRA BERLINO Della stessa collana IL GRANDE BISCOTTO IL RIGORE MALEDETTO LA COREA AFRICANA 2012 LA STORIA SIAMO NOI Ideazione e coordinamento editoriale: Stefano Tamburini Copertina e progetto grafico: Federico Deidda Realizzazione tecnica: Fabio Di Donna Con il contributo di: Stefano Angeli, Valentino Beccari, Alessandro Bernini, Stefano Caselli, Rocco Coletti, Stefano Edel, Mino Fuccillo, Gigi Furini, Alberto Giannoni, Antonio Ledà, Pietro Oleotto, Renato Venditti Foto: Archivio Corbis e La Presse Finegil Editoriale Spa Direttore Editoriale: Luigi Vicinanza Gruppo Editoriale L Espresso, via Cristoforo Colombo, Roma Tutti i diritti di Copyright sono riservati. Ogni violazione sarà perseguita a termini di legge Finito di realizzare il 10 maggio

4 4

5 Romanzo azzurro la nazionale di calcio e gli ultimi dieci anni di sfide europee e mondiali 2006 Il cielo è azzurro sopra Berlino a cura di Stefano Tamburini 5

6 6

7 INTRODUZIONE I fantasmi di Calciopoli e il miracolo di Duisburg Il cielo era molto grigio su Coverciano, nei giorni a ridosso della partenza della spedizione azzurra verso il Mondiale tedesco del In quei momenti era impensabile ipotizzare che il giorno della finale di Berlino quel cielo diventasse di un azzurro splendido e che a cantare e ballare fossero proprio capitan Fabio Cannavaro e gli altri azzurri sul prato di uno stadio che attendeva in gloria i beniamini di casa e che invece tutto intorno vide far festa donne e uomini con le maglie azzurre e le facce dipinte di verde, bianco e rosso. Quando tutto questo era ancora nei sogni e forse in tutta sincerità quasi nessuno osava neanche ipotizzarlo in Italia uno scandalo immenso stava devastando i vertici del calcio: la Juventus, fresca vincitrice di due scudetti che poi saranno revocati, era messa così male che quasi quasi i suoi avvocati avrebbero firmato per la sentenza durissima che più tardi avrebbe significato retrocessione d ufficio in serie B. Gran parte dei suoi giocatori intanto erano al Mondiale. Una beffa ulteriore perché quella squadra non avrebbe neanche avuto bisogno di tutti gli imbrogli architettati dal direttore generale Luciano Moggi, poi radiato e purtroppo ancora rimpianto da un mondo che non sa fare a meno di chi offre la faccia peggiore. Quella migliore la offrirono, nonostante qualche inciampo iniziale (dichiarazioni di solidarietà di capitan Cannavaro a Moggi & C.), gli stessi giocatori e il tecnico Marcello Lippi. Forse proprio grazie allo scandalo riuscirono 7

8 a isolarsi, a creare una sorta di fortino psicologico e a far scattare quella molla che in occasioni come queste spesso fa la differenza. In Italia proprio durante i giorni più felici della spedizione azzurra un altro episodio andò a turbare i giocatori: il tentativo di suicidio del loro ex compagno Gianluca Pessotto, nel frattempo diventato dirigente della Juventus, che si gettò da un abbaino della sede sociale e si salvò per miracolo. Ne uscì malconcio e alcuni suoi compagni guidati da Alex Del Piero lasciarono il ritiro tedesco per andarlo a trovare in ospedale a Torino. Gli dedicarono striscioni e messaggi di affetto e dopo, una volta tornati, andarono a portargli anche la coppa del mondo. Ecco, tutto in qualche modo contribuì a cementare il gruppo, nel bene e soprattutto nelle circostanze avverse, in quel ritiro di Duisburg e in quelle partite negli stadi tedeschi dove gli italiani di Germania e anche di quelli che erano partiti dall Italia non fecero mancare quel calore che non fece altro che fondere ulteriormente i sentimenti e la volontà di un gruppo che finirà poi per stupire tutto il mondo. Anche gli episodi più sfortunati in qualche modo virarono a favore degli azzurri. Prendete l infortunio grave di Alessandro Nesta, colonna di una difesa che sembrava non poter prescindere dal milanista e da capitan Cannavaro. Al suo posto giocò l interista Marco Materazzi, reduce peraltro neanche da una fra le sue migliori stagioni. Eppure quel Materazzi fu assoluto protagonista, addirittura capocannoniere azzurro al fianco del non troppo prolifico Luca Toni. Altro nome a sorpresa fu quello di Fabio Grosso, terzino diventato gran giocatore solo in età avanzata: fu dal suo piede che partì il rigore decisivo nella finalissima contro la Francia, chiusa sull 1-1, con i gol di Zinedine Zidane e, 8

9 appunto, di Marco Materazzi. Proprio Zidane fu protagonista della pagina peggiore, con una testata rifilata al petto di Materazzi ancora lui verso la fine del secondo supplementare. L immagine del francese che esce a capo chino dal campo passando accanto alla coppa che non avrebbe mai accarezzato è la foto-simbolo di questo Mondiale. Poi, certo... ci furono il po-po-po-popopooo dei tifosi e la gioia immensa di un Italia sportiva (e non) che grazie agli azzurri passò un estate indimenticabile. Ancora di più, certamente lo fu quella degli italiani di Germania. Era proprio azzurro il cielo sopra Berlino, quella notte in cui sembrava che non dovesse mai esserci davvero il buio. In pochi andarono a letto presto, la gioia faceva battere forte forte i cuori e brillare gli occhi. C era tanta voglia di far festa, di stare insieme con gli altri, di dire massì, anche se non avevamo giocato siamo campioni del mondo. Quel cielo azzurro non era solo sopra Berlino, illuminava i nostri cuori e ci faceva venir tanta voglia di alzarla anche noi quella coppa. Rileggere quelle emozioni, vuol dire anche riviverle: provateci, il batticuore originale è ineguagliabile, ma anche tentare di andarci vicini facendosi guidare dalle parole scritte allora da chi era lì e aveva appena visto qualcosa da poter raccontare ai nipoti be, non è male. Non è affatto male. (s.t.) 9

10 10

11 PRIMA PARTE Sembrava tutto già perso 11

12 12

13 LUNEDÌ 22 MAGGIO Avvio di ritiro con il Tapiro La squadra azzurra si raduna a Coverciano in piena bufera Calciopoli e con tanto nervosismo specie in quelli che dovrebbero mantenere la calma. Il ct Marcello Lippi, in alcuni momenti, sembra quello più vicino a sbottare e in qualche circostanza lo fa. Insomma, i segnali non sono proprio incoraggianti. 13

14 LUCIANO MOGGI E ANTONIO GIRAUDO, ANIME DI CALCIOPOLI 14

15 Lippi ai giornalisti: «Fatevi i c... vostri» di Pietro Oleotto Fischi e il muso allungato di un Tapiro d oro, davanti ai cancelli di Coverciano, dove si annusa la bufera che spazza il nostro calcio. Cori di scherno e urla isolate hanno accompagnato l'arrivo degli juventini vestiti d azzurro, da Buffon a Cannavaro, passando per Camoranesi, abili nel dribbling su quel centinaio di tifosi che ha atteso i convocati da Lippi, a sua volta braccato dall inviato di Striscia per un siparietto che fotografa la tensione che si respira in casa Italia. «Scandalo? Quale scandalo? Non ho la procura con la Gea, mio figlio non è il mio procuratore. Fatevi i c... vostri», conclude il ct perdendo subito la calma e l aplomb. Saranno lunghe le prossime due settimane, quelle che portano all'esordio dell Italia al Mondiale. I veleni hanno varcato anche i sacri confini del Centro tecnico federale, anche se non è il caso di parlare di contestazione. Calciopoli non è un unico calderone. Per esempio: applausi scroscianti per Luca Toni, ma anche per uno che non è un idolo di casa, Pippo Inzaghi, tanto che a differenza di tanti altri tira giù il finestrino e parla: «La delusione della gente è forte. Ai Mondiali abbiamo una grande occasione di far felici gli italiani». Il piano l ha svelato SuperPippo. Far dimenticare le amarezze di un pallone che sembra davvero marcio con le vittorie della Nazionale. Non è una novità. Ci riuscì già Bearzot, nell 82, quando il calcioscommesse venne cancellato con un colpo di spugna dalla vittoria mundial firmata da Paolo Rossi, uno dei pizzicati. Ma stavolta, almeno nelle dichiarazioni, il clima all interno del club Italia non è elettrico. Nessun silenzio 15

16 stampa in vista. Anzi, tante parole, anche da Lippi che si riprende presto dall... attapiramento: «I ragazzi sono sereni, molto tranquilli e determinati». «La nostra forza è il gruppo: il merito è del ct», aggiunge Toni tanto per gettare una secchiata d acqua sul fuoco delle polemiche, aiutato nelle vesti di pompiere da De Rossi: «Cambiare sarebbe stato dannoso. E mi fa piacere sapere che il commissario della Figc è dalla sua parte». Guido Rossi, l uomo che il Coni ha mandato a rimettere la barra dritta a una Federcalcio squassata dagli scandali e che in casa Juventus viene visto come il capo dell inquisizione, chiamato in causa parla anche lui. Ma guarda agli attacchi che arrivano da fuori, dalle potenze straniere, dalla Germania, per esempio, rappresentata mediaticamente da quel gran trombone di Franz Beckenbauer, secondo il quale gli azzurri pagheranno il conto per Calciopoli. «La concorrenza spietata può fare brutti scherzi. C è sempre qualcuno che cerca di metterti a disagio, come ha fatto Beckenbauer, dicendo cose che mai mi sarei aspettato da una persona seria come lui. Ha sbagliato, soprattutto tenendo conto della posizione che ricopre. A parti invertite, nessuno in Italia avrebbe detto le stesse cose». Una punturina mica da poco, quella del signor Rossi: un anno fa, di questi tempi, in Germania si parlava più di arbitri corrotti che di gol. 16

17 VENERDÌ 2 GIUGNO Le amichevoli non incoraggiano Non sono certo incoraggianti le ultime amichevoli premondiali degli azzurri. Due pareggi contro Svizzera e Ucraina, niente di entusiasmante e anzi qualche preoccupazione supplementare che affiora. Ci sarebbe veramente da preoccuparsi, se non fosse che anche altre volte, prima di appuntamenti che poi si sono risolti per il meglio o quasi, l Italia sia stata nelle stesse condizioni. 17

18 L ESPRESSIONE CORRUCCIATA DI MARCELLO LIPPI A COVERCIANO 18

19 Pile scariche e molti dubbi di Pietro Oleotto Neppure la bufera di Calciopoli riesce a dare la scossa agli azzurri. A chi si aspettava delle amichevoli ad alto voltaggio, l Italia ha regalato le solite pile scariche delle settimane che precedono i Mondiali e gli Europei: due pareggi, uno più deludente dell altro. Il primo con la Svizzera, l ultimo contro l Ucraina, decisamente più quotata, ma priva del faro Shevchenko. Eppure Marcello Lippi ci ha provato (sulla carta) a rifilarci delle pillole consolatorie di calcio spettacolo. Per esempio, allo stadio Praille di Ginevra, contro i padroni di casa, ha disegnato sul campo un tridente, seppur anomalo, con Gilardino (che ha portato in vantaggio gli azzurri) unica punta, ma assistito alle spalle da Luca Totti (non ancora al top, ovviamente) e, più largo a sinistra, da Alex Del Piero. Una mossa che non ha pagato per colpa delle distrazioni difensive, in particolare di Marco Materazzi (scelto per rimpiazzare l acciaccato Alessandro Nesta) che ha servito agli svizzeri una comoda ripartenza per il gol del pareggio, sbagliando un passaggio. E nella ripresa poco gioco e tanto nervosismo (con Gattuso nelle vesti di giustiziere della notte), nervosismo che si trascina fino in sala stampa, quando il ct sbotta dopo una domanda su Calciopoli: «Io rispetto il tuo lavoro di giornalista, ma per tutta la settimana abbiamo risposto alle vostre domande. Dopo la partita perché insistere su questo argomento?». Il tasto dolente. Anche le amarezze di contorno rischiano di diventare un cocktail imbevibile (per i tifosi) se agitato assieme ai problemi fisici che tormentano la Nazionale in vista dell esordio mondiale con il Ghana. Nel secondo e ultimo test, 19

20 contro gli ucraini, zero gol nonostante la formazione a testuggine: tridente Del Piero-Toni-Gilardino e centrocampo composto da Pirlo e De Rossi e Camoranesi in copertura. Zero a zero: ci si potrebbe consolare con la tenuta della difesa se il rientrante Nesta non si fosse infortunato nella ripresa, gettando altro sale nelle ferite azzurre: rischia di saltare tutta la prima fase? Lasciamo fuori dalla porta i processi che cambieranno la faccia del nostro calcio. L Italia infatti scricchiola più che altro sotto il peso degli infortuni che rischiano di mettere la squadra in ginocchio, visto che le incognite, oltre a Nesta, si chiamano Zambrotta e Totti, pedine sulle quali Lippi ha sempre puntato nell avvicinamento al Mondiale. Oggi infatti la Nazionale ha lasciato Losanna con la consapevolezza di doversi presentare con molti cerotti al match inaugurale col Ghana del 12 giugno, tanto che lo stesso ct ha deciso di lasciare in gruppo Daniele Bonera in aggiunta ai 23 già inseriti nella lista ufficiale presentata alla Fifa. Gianluca Zambrotta infatti preoccupa non poco lo staff azzurro. Il difensore della Juventus non ha ancora assorbito lo stiramento al retto femorale della gamba sinistra riportata nel galoppo con il San Gimignano. Soltanto un ecografia, fissata per martedì a Coverciano, chiarirà i tempi di recupero. La sensazione è che non sarà in campo ad Hannover, ma Lippi lo aspetterà. Ci sarà invece Francesco Totti, dopo una lunga rincorsa fatta di speranza e fisioterapia. «Sono al 60% ma col Ghana mi schiererei», ha svelato il diretto interessato dopo l ultimo test. Comincerà dalla panchina. Siamo a meno due. E non è finita. La smorfia di fastidio espressa da Nesta all'uscita dal campo, complice il riacutizzarsi di una contrattura agli adduttori della gamba destra, rischia di fare fuori un altro dei titolari del piano mondiale di Lippi. 20

21 DOMENICA 4 GIUGNO Non c è pace a Coverciano A Coverciano si ha la sensazione che prima si lasci il suolo italico e meglio sia per tutti, specie per gli azzurri che sembrano non riuscire a scollarsi l aria pesante che sta investendo il calcio italiano. Non solo gli juventini, i principali coinvolti (sia pure indirettamente, nessun addebito viene contestato ai giocatori), ma anche il resto del gruppo. Così il lavoro di preparazione prosegue fra tanto nervosismo e molto isolamento. Solo dopo si scoprirà che non è stato affatto un male, anzi. Ma l aria che si respirava in quei giorni in ritiro era molto pesante. Fin troppo. 21

22 MARCELLO LIPPI (A DESTRA) CON IL SUO EX CAPO LUCIANO MOGGI 22

23 Cercasi calcio pulito di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Un appello accorato, riassunto in tre parole. «Cercasi calcio pulito», urlava uno striscione allo stadio di Ginevra, la sera di Svizzera-Italia. Calcio pulito, vero, giocato sul campo e non con l orecchio al telefonino. È questo che si aspettano dal Mondiale i tifosi italiani (ma non solo): uno spettacolo fatto di tattica, tecnica, gol, duelli e contrasti, emozioni, partite combattute ma leali. La nazionale parte per la Germania con un compito preciso: riscattare con i risultati un movimento messo a dura prova dallo scandalo delle intercettazioni. Tutto il mondo parla di Calciopoli, e molti si aspettano che gli azzurri scendano in campo condizionati da quello che sta succedendo. L Italia è chiamata a smentirli, a tenere alto il nome di una scuola che vanta tre titoli mondiali e da sempre rappresenta un punto di riferimento sul piano internazionale. Il pronostico è scontato. Favorito numero uno è il Brasile. Giusto che sia così. Per la cifra tecnica della Seleçao e per quello che i suoi campioni rappresentano. Pura essenza del calcio. Divertimento, grande gioia per un dribbling ben riuscito o una magia andata a segno. Passione, tanta passione, quel sentimento che ha portato la torcida verdeoro a trasferirsi in blocco per giorni e giorni sulle montagne della Svizzera a seguire i pentacampeones durante le fasi finali della preparazione. Per l Italia, il Brasile non è poi tanto lontano. Anzi, alla vigilia del Mondiale, si staglia all'orizzonte come un ostacolo da evitare a tutti i costi. Se vincerà il girone (com è probabile) la squadra di Parreira incontrerà proprio la seconda classificata del gruppo degli azzurri. È un rischio da tener ben presente, e 23

24 che obbliga la nazionale di Lippi a tenere altissimo il livello di attenzione fin dal match inaugurale con il Ghana. Ma andiamo per gradi. Intanto, l Italia dovrà fare i conti con le rivali della prima fase. Appiah, Essien e Muntari sono i simboli di un Ghana temibile, fortissimo a centrocampo. Gli Stati Uniti, avversari nel secondo confronto, sono animati da grande entusiasmo e dalla voglia di esibirsi su un palcoscenico di eccezione. E la Repubblica Ceca, con Pavel Nedved all'ultima grande occasione e Jan Koller ariete d attacco, va sempre affrontata con grande rispetto. L Italia sa che non può permettersi incertezze. È d'obbligo partire bene. Senza tentennamenti. Anche se le due amichevoli pareggiate in Svizzera hanno lasciato più di un dubbio. Totti sarà pronto? Del Piero saprà essere protagonista? L Italia riuscirà a giocare con la mente libera? Le prime risposte arriveranno da Hannover, tra una settimana. La speranza, in casa azzurra, è che le diciotto partite consecutive senza sconfitte non restino solo un dato statistico. E che il 4-1 sui tedeschi, l impresa di Firenze, sia ricordato negli annali come il primo passo di un 2006 trionfale. Coronato, proprio in Germania, da un trionfo atteso per 24 anni. 24

25 LUNEDÌ 5 GIUGNO Partenza con scetticismo A Coverciano continua a non tirare una bella aria, non tanto per quel che accade negli allenamenti ma è innegabile che la bufera che ha investito ai massimi livelli il calcio italiano non possa essere tenuta fuori da un semplice cancello. Per quanto si tenti di far finta di niente, è molto dura concentrarsi sulle cose di campo. Il merito del ct Marcello Lippi comincia probabilmente da qui: dal far diventare positive le energie negative. In questi giorni nessuno, e fors anche lo stesso Lippi, se n era accorto. Ma è proprio in queste ore che sta cominciando a nascere l Italia campione del mondo. 25

26 LA FOTO DI GRUPPO PER LA SQUADRA AZZURRA A COVERCIANO 26

27 C è anche un re che fa il tifo per noi di Stefano Angeli (inviato a Firenze) L immenso Pelè, un mito del calcio, si aspetta molto da Totti («Se è in buone condizioni può fare la differenza»). Giancarlo Antognoni uno degli eroi del Mundial 1982 ha grande fiducia nell'italia, e si sbilancia: «Arriviamo tra le prime quattro». Francesco Totti e gli altri del gruppo azzurro imbattuti da diciotto partite ringraziano per gli attestati di stima e si tuffano nell'ultima settimana di preparazione. La fase delicata che precede il momento delle scelte. Il programma. Dopo due giorni di riposo, la nazionale è tornata a Coverciano nel pomeriggio, accolta dagli applausi di cinquanta tifosi. I 24 azzurri (c è anche la riserva Bonera, allertato per prudenza)hanno sostenuto subito un breve allenamento. In giornata ci sarà una doppia seduta(alle 10 e alle 17). Domattina di nuovo tutti al lavoro, prima della partenza dall aeroporto di Pisa perla Germania. In queste ore il ct azzurro, Marcello Lippi, Lippi farà il punto sulla situazione degli infortunati. Il difensore Alessandro Nesta è alle prese con il riacutizzarsi di un fastidio agli adduttori, il compagno di reparto Gianluca Zambrotta è ai box da nove giorni per una distrazione muscolare alla coscia sinistra. Per tutti e due è prevista per domani un ecografia di controllo che darà certezze sui tempi di recupero. Gli infortuni. Comunque vada, Zambrotta salterà la partita di esordio, lunedì ad Hannover contro il Ghana. A sostituirlo, sulla destra della linea difensiva, sarà quasi certamente Massimo Oddo, convincente nei test contro Svizzera e Ucraina. Nelle due sfide, gli azzurri sono apparsi in ritardo sul piano atletico. Oddo è sereno e invita a pazientare: «La forma 27

28 fisica è ancora al per cento ha detto a Repubblica radio perché abbiamo svolto una preparazione molto pesante. Questa settimana faremo test di scarico e lavoreremo per acquisire brillantezza. Quello che ci interessa è arrivare in condizione al Ghana». I dubbi. L Italia sarà a Duisburg nel tardo pomeriggio di domani, e da giovedì si allenerà nell'attrezzatissimo centro sportivo di Meiderich. Venerdì (ore 20) alla Msv Arena è in programma una partitella di collaudo con l'under 19 del Duisburg. Poco più di un galoppo, che servirà a Lippi come ultimo test. A una settimana dal via, in casa azzurra restano molti dubbi. Francesco Totti è in costante progresso, ma contro il Ghana che ha ben impressionato con la Corea del Sud potrebbe rimanere in panchina. Almeno all inizio. L alternativa più gettonata, in assenza del giallorosso, è il con Alex Del Piero esterno sinistro d'attacco. Ma lo juventino non ha convinto: nei test di Ginevra e Losanna è rimasto in ombra. Le alternative. Per la sfida con i ghanesi fortissimi a centrocampo si fa strada l ipotesi di un ritorno al utilizzato da Lippi all'inizio della sua esperienza in azzurro. Ma il ct ha annunciato che il tridente non si tocca. Quindi: Toni, Gilardino più un fantasista, schierato dietro le punte o a sinistra sulla linea degli attaccanti. A centrocampo, invece, ci sono più soluzioni. Lo schema di partenza prevede Pirlo (in ripresa) regista affiancato da Camoranesi e Gattuso. Ma anche il tandem Pirlo-De Rossi ha ben impressionato. Il jolly Perrotta garantisce valide alternative. C è una settimana per valutarle tutte. Poi, per l Italia sarà già Mondiale. 28

29 MARTEDÌ 6 GIUGNO Gli infortuni che tormentano il ct Scorre lento il ritmo delle giornate di avvicinamento alla partenza per la Germania. Sembra che ci sia impazienza di scendere in campo, ancor prima di lasciar fuori dal portellone dell aereo l aria italiana e tutto quel che c è fuori da questo ritiro. Se non fosse per una piccola sequenza di infortuni che costringe il ct a rimescolare in continuazione le carte, sarebbe tutto tremendamente noioso, fin troppo lineare. 29

30 AZZURRI DURANTE IL RISCALDAMENTO A COVERCIANO 30

31 Zambrotta out Nesta in dubbio Lippi deve ridisegnare mezza difesa di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Gianluca Zambrotta non ci sarà, com era nell aria da un po. E anche Alessandro Nesta la conferma è arrivata questa mattina potrebbe saltare la partita d esordio con il Ghana. Gli azzurri debutteranno lunedì sera ad Hannover, ma fino a sabato nessuno potrà dire con certezza chi giocherà al centro della difesa insieme con il Cannavaro. Per colpa degli infortuni, l Italia rischia di presentarsi al Mondiale con metà linea difensiva da ridisegnare. Oddo è favorito su Zaccardo per il ruolo di laterale destro, Materazzi è il candidato al ruolo di centrale. I dubbi. Alessandro Nesta combatte con un'infiammazione all adduttore destro. Si tratta di un problema che l ha costretto a dare forfait anche in Champions. Ha accusato due ricadute, dieci giorni fa a Coverciano e venerdì a Losanna nel secondo tempo di Italia-Ucraina. L ecografia e la risonanza magnetica eseguiti a Firenze hanno rilevato l esistenza di una soffusione ematica, un versamento muscolare. Il segnale di un lieve stato infiammatorio. Il difensore del Milan seguirà una preparazione differenziata. «Contro il Ghana spero di esserci», ha commentato. Sabato, a Duisburg, sarà sottoposto a nuovi controlli. «Solo a quel punto sapremo se potrà giocare», ha spiegato il professor Enrico Castellacci, responsabile dello staff medico azzurro. «Cercheremo di recuperare quanto prima, ovviamente senza correre rischi». A preoccupare, in un Mondiale dove si gioca ogni cinque giorni, il rischio di ricadute. 31

32 Zambrotta migliora. L ecografia e la risonanza magnetica hanno portato notizie più confortanti per Zambrotta, alle prese con una distrazione muscolare alla coscia sinistra. «Gli esami ha detto Castellacci hanno evidenziato una netta riduzione della falda sieroematica», quindi della lesione. «È in rapido recupero, e può tornare a corricchiare. Potremo valutare sul campo i miglioramenti». Insomma, c è ottimismo per il laterale della Juve, che è a riposo da una decina di giorni. Confermata la sua assenza contro il Ghana, l obiettivo è recuperarlo per il 17 contro gli Usa. «Mi auguro proprio di esserci», ha commentato Zambrotta. Anche lui, come Nesta, è fiducioso. La scadenza. Domani parte per la Germania anche Daniele Bonera, il 24esimo azzurro. L Italia a questo punto ha tempo fino alle 21 di domenica (24 ore prima dell esordio) per comunicare eventuali variazioni alla lista consegnata alla Fifa. 32

33 Materazzi: «Possiamo Puntare in alto» di Stefano Angeli (inviato a Firenze) Si parte davvero, destinazione Duisburg. La nazionale sosterrà domani mattina l ultimo allenamento a Coverciano, e nel pomeriggio, a Pisa, salirà sull aereo per Dusseldorf, da dove si trasferirà nel ritiro. Dopodomani alle 10 è in programma il primo allenamento al centro sportivo Meiderich. E venerdì sera ci sarà il galoppo con l Under 19 del Duisburg. «Ci siamo: d ora in poi parliamo solo tedesco», annuncia Marco Materazzi. Come dire: mettiamo da parte il resto e pensiamo ai Mondiali. «Vogliamo tornare a parlare italiano solo il 10luglio». Ovvero, il giorno dopo la finale. L attesa. Il clima è sereno, al centro tecnico della Federcalcio. I tifosi in attesa lungo la recinzione inneggiano a Lippi, Toni e Totti. C è entusiasmo, e l Italia si dedica di buona lena al lavoro di scarico dopo le partite di Ginevra e Losanna. La seduta del mattino è riservata agli esercizi atletici sul campo da tennis in sintetico. Oltre a Nesta e Zambrotta, infortunati, restano a riposo Gattuso e Del Piero, alle prese con un affaticamento muscolare dopo le due amichevoli. Francesco Totti invece si allena con gli altri: la sua condizione conferma lo staff azzurro migliora giorno dopo giorno. Di tattica e lavoro sugli schemi si parlerà nel pomeriggio, durante l allenamento a porte chiuse. La difesa. Contro il Ghana, Zambrotta dovrà dare forfait. Anche Nesta è in dubbio, e Materazzi, il suo naturale sostituto, lo incoraggia: «Spero che Alessandro riesca a recuperare. Per me è un idolo». Ma è pronto a sostituirlo: «Mi sento titolare anche quando non gioco. Lo spirito di gruppo lo interpreto così». E se Andrea Barzagli non si illude 33

34 («Sono consapevole che ci sono giocatori con molta più esperienza»), Massimo Oddo parte in pole position per il ruolo di laterale destro. Con la Svizzera, nel primo tempo Lippi ha provato Zaccardo ma il difensore della Lazio, negli altri 135 minuti della mini tournée elvetica, è apparso più convincente. «Non mi piace che sia un infortunio ad aprirmi un varco sottolinea però non sono qui per fare la bella statuina. Io ci provo, poi sarà il mister a decidere». Verso il Ghana. Le partite di Ginevra e Losanna hanno dato ancora una volta indicazioni confortanti per il reparto difensivo. Non a caso, la nazionale non perde da diciotto partite. «In 180 minuti aggiunge Massimo Oddo siamo stati superati solo da una prodezza di Gygax, concedendo pochissimo, quasi niente, agli avversari. È la conferma della compattezza della squadra. Perché quando non prendi gol il merito è di tutti, non solo dei difensori». L Italia ha affrontato rivali vere, due nazionali qualificate per Germania 2006: «Sono stati test importanti, contro avversarie impegnative. Il clima e il livello di gioco non erano molto diversi da quelli che ritroveremo al Mondiale». Gli obiettivi. Oddo non vuol saperne di pronostici. «Ho una mia opinione al riguardo spiega Credo che in una manifestazione del genere tutte le squadre partano con le stesse chances. Certo, c è chi può contare su un tasso tecnico più alto, ma la storia insegna che anche con giocatori formidabili si può uscire al primo turno». L Italia sottolinea Materazzi ha tutte le carte in regola per puntare in alto. Per arrivarci è indispensabile partire bene contro il Ghana: «È una squadra che ha un robusto centrocampo e ottime individualità. Per superarla dovremo essere concentrati al massimo. Ma sono sicuro che alla fine riusciremo a spuntarla». 34

35 MERCOLEDÌ 7 GIUGNO Tormento infortuni, tocca a Ringhio Scatta l operazione Germania. La truppa azzurra lascia Coverciano e si sposta a Pisa dove vola verso Duisburg. In Germania la truppa di Lippi è attesa da un entusiasmo strabordante. Un buon segno, anche se per il ct il primo pensiero è arginare la piccola scia di infortuni, praticamente uno al giorno. L ultimo, quello di Rino Gattuso, è particolarmente preoccupante. 35

36 IL CT MARCELLO LIPPI CON RINO GATTUSO 36

37 Si ferma Gattuso, Italia con i cerotti di Stefano Angeli (inviato a Duisburg) Zambrotta, Nesta e ora Gattuso. Non c è pace per l Italia: anche Ringhio si ferma per quindici giorni, rientrerà (forse) per il terzo match, giovedì 22 contro la Repubblica Ceca. Gli infortuni arrivano a catena. Uno al giorno, quasi a scandire il conto alla rovescia in vista del match d esordio degli azzurri ai Mondiali di calcio contro il Ghana. Strana la sorte. Fino a dieci giorni fa si parlava solo delle condizioni di Totti, adesso sono gli altri a balzare (si fa per dire...) alla ribalta della cronaca con i loro problemi fisici. Gattuso, questa mattina a Coverciano, si è svegliato con un dolore alla coscia sinistra, effetto di una ginocchiata subìta otto giorni fa nell amichevole contro la Svizzera. Già martedì aveva saltato l allenamento del mattino, oggi ha dovuto issare bandiera bianca. Gli esami clinici hanno rilevato una lesione (con versamento) al vasto intermedio del quadricipite. Che delusione per Ringhio. È dura restare ai box mentre inizia la competizione iridata. «Salterò due partite, sono tante. Mi sa che qualcuno ci ha messo gli spillini...». Ma non basta un guaio muscolare a domarlo: «In Germania ci vado anche a costo di legarmi al pullman con una corda. Se il ct mi caccia prova a scherzare Gattuso ci vengo lo stesso...». Lippi lo tranquillizza subito: «Rino rimane, non sarà sostituito». Quindi, l Italia è in Germania con 24 giocatori, il gruppo della lista Fifa più la riserva Bonera. Per sostituire un infortunato, c è tempo fino a ventiquattr ore prima dell esordio. Ma il momento della verità arriverà già sabato, quando per Nesta (in dubbio per il Ghana), Zambrotta (atteso al rientro il 17 con gli Usa) e Gattuso ci saranno gli esami di controllo. 37

38 Il ct non perde la tranquillità: «Gli infortuni sono un dazio che va pagato, prima o poi. A volte è meglio pagarlo prima...». Lunedì alle 21 ad Hannover c è l esordio contro gli africani, guidati dall'ex juventino ed ex udinese Appiah, e l Italia, sempre più incerottata, studia nuove soluzioni. In difesa le sostituzioni sono delineate Oddo laterale destro, Materazzi centrale e a centrocampo l assenza di Gattuso sembra spalancare le porte a Perrotta, che è in splendida forma e può coprire più ruoli. Rimane il dubbio di partenza: giocherà Totti (in progresso, non certo al top) nel , Del Piero (in ombra) in un o non giocherà nessuno dei due e cambierà anche il modulo? Salgono di prepotenza le quotazioni del (che era tramontato nel nome del tridente) in versione a rombo: Pirlo davanti alla difesa, De Rossi centrale, Camoranesi e Perrotta laterali. Lo sprint è lanciato. La partitella di dopodomani (ore 20) con l Under 19 del Duisburg potrebbe dare risposte importanti. 38

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli