RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE P. ANTONIBON NOVE Provincia di Vicenza RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL 1

2 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL PROGRAMMA ANNUALE E.F PREMESSA Il Programma annuale dell Istituto Comprensivo Statale P. Antonibon (articolo 2 del Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001 "Regolamento concernente le "Istruzioni generali sulla gestione amministrativocontabile delle istituzioni scolastiche") assume valenza di documento contabile annuale, per i fini di cui alla legge 15 marzo 1997, n. 59. Conseguentemente esso individua gli obiettivi dell azione amministrativa e le priorità per il perseguimento dei risultati, delinea i contenuti degli interventi e delle azioni da realizzare e indica, in relazione ai procedimenti e ad ogni altra competenza, le umane, finanziarie e strumentali da assegnare, per la realizzazione degli obiettivi, alla dirigenza e, per le materie di competenza riservate dalla legge, al Consiglio di Istituto. Nell'elaborazione del documento contabile si è tenuto conto delle indicazioni dell USP di Vicenza n del 17/11/2008 e della nota Miur del 25/11/2008 prot. n. 3338, nonché di quanto previsto dalle istruzioni impartite dalle Circolare emesse negli anni precedenti dal Miur nonché dalle nota Ministeriale n. 151 del 15/03/07 recante nuove indicazioni operative sui finanziamenti e dalla nota Ministeriale n del 03/12/07 recante modifiche al piano dei conti. QUADRO PROGRAMMATICO La redazione del programma annuale per il 2009 è frutto di un lavoro d équipe a livello di staff organizzativo (D.S., D.S.G.A., collaboratori del D.S. e responsabili di progetto) e Giunta Esecutiva. Il documento viene dotato di una ripartizione degli interventi secondo la natura degli stessi: il funzionamento amministrativo generale il funzionamento didattico generale le spese di personale le spese di investimento i progetti. Sulla scorta delle disponibilità finanziarie conosciute e del precedente andamento delle spese durante l anno scolastico 2007/2008, si è proceduto alla individuazione degli obiettivi prioritari per la realizzazione e l ampliamento dell offerta formativa definita nel POF. Tali priorità sono state così delineate: 1) definizione delle reali finalità delle scuole del nostro territorio, individuate nella realizzazione di un percorso didatticoeducativo di base, secondo le indicazioni nazionali ministeriali, attraverso una puntuale applicazione della continuità educativa e didattica e l ampliamento dell offerta formativa attraverso specifici progetti; 2) definizione e rafforzamento della identità dell Istituto, attraverso la programmazione di una valida ed efficace risposta didattica, sulla base di un azione di lettura delle caratteristiche ambientali e territoriali della scuola, implementandola con i valori che da anni identificano l istituto; 3) definizione di un sistema compiuto di rapporti istituzionali ed amministrativi tra: (a) la scuola e i comuni di Nove, Cartigliano e Pozzoleone, partners privilegiati nella elaborazione di rapporti legati alla crescita della condivisione delle scelte operanti sul territorio; (b) la scuola e gli enti territoriali (ULSS, Conferenza dei Sindaci, ecc.), come possibili partner e promotori di iniziative culturali educative e didattiche; 4) definizione del ruolo della scuola nel contesto della cultura locale (rapporti istituzionali con la biblioteca comunale, Comitato genitori, Pro Loco, le associazioni sportive, i gruppi locali, ) ed attivazione di forme sempre più aperte ed integrate di promozione culturale. 5) definizione di efficaci modelli organizzativi (staff, referenti, gruppi di lavoro, gestione degli organi collegiali ), di forme consone di comunicazione interna (verso il personale docente e non docente e gli stessi alunni) ed esterna (verso i genitori degli alunni) anche attraverso la realizzazione del sito Web e strumenti di divulgazione delle attività e delle iniziative. La Giunta Esecutiva ha quindi predisposto un programma annuale per il 2009 delineando azioni ed interventi in rispondenza alle finalità dichiarate in continuità con esperienze consolidate, ma nello stesso tempo in un ottica di programmazione pluriennale. 2

3 DATI ORGANICI A.S. 2008/2009 Dati classi/alunni alla data di riferimento del 15 ottobre 2008 numero classi funzionanti con orario obbligatorio (a) numero classi funzionanti con attività/insegn amenti opzionali facoltativi (b) numero classi funzionanti con mensa e dopo mensa (c ) classi (d=a+b+c) alunni iscritti al primo di settembre (e) alunni frequentanti classi funzionanti con orario obbligatorio (f) alunni frequentanti classi funzionanti con attività/insegn amenti opzionali facoltativi (g) alunni frequentanti classi funzionanti con mensa e dopo mensa (h) alunni frequentanti (i=f+g+h) di cui diversamente abili differenza tra alunni iscritti al 1 settembre e alunni frequentanti (l=ei) media alunni per classe (i/d) Prime ,71 Seconde ,57 Terze ,67 Quarte ,13 Quinte ,00 Totale ,30 Prime ,86 Seconde ,86 Terze ,33 Totale ,65 Totale generale ,43 La situazione del personale dirigente, docente e non docente (organico di fatto) in servizio alla data del 15 ottobre 2008 può così sintetizzarsi: DIRIGENTE SCOLASTICO 1 Insegnanti titolari a tempo indeterminato fulltime 75 Insegnanti titolari a tempo indeterminato parttime 10 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato fulltime 6 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato parttime 0 Insegnanti su posto normale a tempo determinato con contratto annuale 2 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale 1 Insegnanti a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 5 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 4 Insegnanti di religione a tempo indeterminato fulltime 0 Insegnanti di religione a tempo indeterminato parttime 0 Insegnanti di religione incaricati annuali 4 Insegnanti su posto normale a tempo determinato su spezzone orario (1^ scuola che stipula contratto) 4 Insegnanti di sostegno a tempo determinato su spezzone orario (1^ scuola che stipula contratto) 3 TOTALE PERSONALE DOCENTE 115 Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi 1 Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi a tempo determinato 0 Coordinatore Amministrativo e Tecnico e/o Responsabile amministrativo 4 Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato 2 Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto annuale 0 Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 0 Assistenti Tecnici a tempo indeterminato 0 Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto annuale 0 Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 0 Collaboratori scolastici dei servizi a tempo indeterminato 13 Collaboratori scolastici a tempo indeterminato 2 Collaboratori scolastici a tempo determinato con contratto annuale 2 Collaboratori scolastici a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 0 Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, infermiere) a tempo indeterminato 0 Personale altri profili (guardarobiere, cuoco) a tempo determinato con contratto annuale 0 Personale altri profili (guardarobiere, cuoco) a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 0 Personale ATA a tempo indeterminato parttime 3 TOTALE PERSONALE ATA 27 3

4 DATI DEL PROGRAMMA ANNUALE E.F Le previsioni di competenza del programma annuale si sintetizzano nei seguenti dati: ENTRATE 01Avanzo di amministrazione presunto ,50 02Finanziamenti dallo Stato ,64 03Finanziamenti dalla Regione 0,00 04Finanziamenti da Enti locali o altre ist. Pubbliche ,18 05Contributi da privati ,00 06Gestioni economiche 0,00 07Altre entrate 4.000,00 08Mutui 0,00 TOTALE ENTRATE ,32 SPESE Attività ,78 A01Funzionamento amministrativo generale ,26 A02Funzionamento didattico generale ,46 A03Spese di personale ,21 A04Spese di investimento 1.727,85 A05Manutenzione edifici 0,00 Progetti ,54 Gestioni economiche 0,00 Fondo di riserva 200,00 TOTALE SPESE ,32 Disponibilità finanziarie da programmare 0,00 TOTALE A PAREGGIO ,32 Il prospetto seguente è utile per riassumere in dettaglio le previste per l e.f. 2009, vengono anche riportate come punto di riferimento di partenza la programmazione iniziale e definitiva nonché la spesa effettiva dell esercizio precedente. Passiamo all analisi nel dettaglio: ENTRATE QUADRO DELLE RISORSE FINANZIARIE Il principale strumento di programmazione finanziaria è il budget, che da un lato riepiloga l equilibrio tra gli investimenti e le fonti di finanziamento e dall altro prospetta l andamento del rapporto tra entrate e uscite. Il budget si presenta raggruppato in otto diverse aggregazioni secondo la loro provenienza. Uno dei contenuti più significativi del budget è rappresentato dalla dotazione finanziaria statale per le spese di personale. Accanto all assegnazione finanziaria statale costituente dotazione ordinaria, concorrono a formare il budget della scuola le assegnazioni provenienti dalle amministrazioni locali per le spese di manutenzione dei locali e di uffici nonché per il sostegno al POF di istituto, e i contributi da privati (contributi alunni per laboratori, viaggi d istruzione, contributo da privati, ditte..) L ultima risorsa finanziaria che compone il budget è l avanzo di amministrazione. Determinato secondo le procedure del nuovo modello ministeriale. In dettaglio le previste per l e.f sono le seguenti. 4

5 AGGREGATO 01 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ,50 L avanzo di amministrazione, diviso in parte vincolata da ridistribuire con le stesse finalità, e in parte non vincolata con libertà di destinazione, è così determinato dalle economie nei capitoli e.f. 2008: voce 01 non vincolato ,17 voce 02 vincolato ,33 di cui non vincolati vincolati A1 FUNZ. AMM.VO 496,26 496,26 0,00 A2 FUNZ. DIDATTICO , , ,00 A3 SPESE PERSONALE ,21 0, ,21 A4 SPESE INVESTIMENTO 1.727, ,85 0,00 P13 POF COMUNE DI NOVE 2.637, ,41 0,00 P14 SUSSIDI E STRUM COMUNE DI NOVE 4.136, ,18 0,00 P15 POF COMUME DI CARTIGLIANO 1.637, ,97 0,00 P16 SUSSIDI E STRUM COM. DI CARTIGLIANO 9.249, ,82 0,00 P17 POF COMUNE DI POZZOLEONE 542,83 542,83 0,00 P18 SUSSIDI E STRUM COM. DI POZZOLEONE 6.058, ,70 0,00 P19 SPESE PERSONALE A CARICO COMUNI 1.801,90 0, ,90 P20 RIMBORSO AI COMUNI DA MPI ,61 0, ,61 P21 FONDO PRESTAZ. AGGIUNTIVE ,54 0, ,54 P23 SERVIZI DI CONSULENZA PSICOPED , ,27 0,00 P24 INTEGR. ALUNNI IN DIFFICOLTA' , , ,77 P25 ATTIVITA' POF CONTR. GENITORI 1.203, ,31 0,00 P26 AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE 3.597,68 0, ,68 P27 NUOVE TECNOLOGIE 128,08 128,08 0,00 P28 ATTIVITA' MOTORIA E SPORTIVA 4.037, , ,74 P29 EDUCAZIONE STRADALE 5.250,88 0, ,88 Fondo di riserva 200,00 200,00 0,00 AGGREGATO 02 FINANZIAMENTO DELLO STATO ,64 voce 01 dotazione ordinaria ,64 In questa voce devono essere indicati i finanziamenti che verranno erogati dal Ministero dell Istruzione per effetto della nuova distribuzione detta a capitoloni impartite con D.M. 21 del 01/03/07 e riconfermate nella Nota Miur n del 25/11/2008. Le poche indicazioni pervenute dettano prudenza, e per l esercizio finanziario 2009 si confermano in via provvisoria i dati previsti nell esercizio precedente, tranne un correttivo della previsione per quanto riguarda i contributi per il funzionamento infatti come recita la circolare tenuto conto delle riduzioni degli stanziamenti di bilancio le assegnazioni saranno confermate dopo la definitiva approvazione del Bilancio dello Stato sono stati ridotti all 80%. La tabella seguente riepiloga i dati: tabella 1 quadro A spese per supplenze. n. pers. per docente sc. PRIMARIA org. Fatto 450,00 57, ,00 per docente sc. SECONDARIA org. Fatto 140,00 39, ,00 per pers. Ata org. Fatto 45,00 26, ,00 0,00 totali parziali ,00 quadro B budget f.i.s. fondo istituto 12/ ,72 oneri riflessi 32,70% ,28 0,00 totali parziali ,00 tabella 2 quadro A funzionamento. n. tipologia scuola 1.100,00 1, ,00 per ogni plesso 100,00 4,00 400,00 per alunno 8,00 919, ,00 per alunno div. Abile 12,00 30,00 360,00 altro (differenza) 0,00 totali parziali (80%) 9.212, ,00 funzioni strumentali a.s. 2008/2009 lordo stato ,75 incarichi spec. Ata a.s. 2008/2009 lordo stato 4.638,89 budget assegnato ,64 5

6 voce 04 altri finanziamenti vincolati ,00 Contributo Miur autonomia Pof a.s. 08/09 (80% anno prec.) ,00 Contributo Miur per aggiornamento e formazione a.s. 08/ ,00 Contributo Miur per avv. Pratica sportiva a.s. 08/ ,00 In questa voce sono stati previsti i contributi che il Ministero eroga per: il sostegno alle attività del Piano dell offerta formativa previsto prudenzialmente all 80% rispetto al finanziamento dell anno precedente in quanto non abbiamo ancora ricevuto indicazioni in merito; il sostegno delle attività di formazione e aggiornamento a seguito della nota C.S.A. di Vicenza n. 117 del 09/01/2009 che peraltro vincola le scuole dettando ambiti formativi di priorità. il contributo per l avv. alla pratica sportiva previsto in base al 50% de i fondi assegnati per il periodo 01/0131/08 dell anno 2008, come indicato nella nota Miur USP di Vicenza n del 17/11/2008 per il periodo sett/dic. 2008, è stato poi integrato con nota del 26/01/2009 dove veniva indicato l ammontare anche per il periodo 01/01 31/08/2009 pari all impegno di spesa comunicato nel AGGREGATO 04 FINANZ. DA ENTI LOCALI O ALTRE ISTITUZ ,18. Voce 04 Comune non vincolati ,00 Nella voce sono previsti i contributi per garantire il funzionamento scolastico erogati dalle Amministrazioni Comunali del comprensorio di Nove precisamente: Amministrazione Comunale di Nove ,00 Amministrazione Comunale di Cartigliano ,00 Amministrazione Comunale di Pozzoleone ,00 Voce 05 Comune vincolati 8.333,18 Nella voce sono previsti i contributi vincolati erogati dalle Amministrazioni Comunali del comprensorio di Nove per garantire servizi e prestazioni specifiche precisamente: Amm.ne Com. di Nove per funzioni miste a.s. 2008/ ,00 Amm.ne Com. di Nove per apertura edifici/scuolabus e.f ,00 Amm.ne Com. di Pozzoleone per saldo f. miste a.s. 2008/ ,18 AGGREGATO 05 CONTRIBUTI DA PRIVATI ,00 voce 02 famiglie vincolati ,00 Nella voce in questione abbiamo previsto i contributi che serviranno per pagare i viaggi di istruzione e le assicurazioni varie. Le entrate fungeranno prettamente da partite di giro in quanto il contributo sarà quello necessario per coprire le spese vive (noleggio pullman, pernottamenti, assicurazione alunni e personale, etc) Parte contr.alunni per Assicurazione. Inf. e rct 6.500,00 Contr. Viaggi d'istruzione ,00 voce 03 altri non vincolati 1.620,00 In questa voce e stato previsto il contributo erogato dalla Banca Popolare di Marostica per sponsorizzazioni come da convenzione. Si è anche previsto il contributo a rimborso spese utilizzo energia e acqua erogato dalla ditta Amico Distributori Automatici come da convenzione anno 2009 per la gestione dei distributori automatici di bevande. Contr. B.P. Marostica per sponsorizzazioni 500,00 Contr. Ditta Amico per gest. Distributori automatici bevande ,00 AGGREGATO 07 ALTRE ENTRATE 4.000,00 Voce 01 interessi attivi 4.000,00 In via prudenziale si è previsto un importo ridotto al 70% circa degli interessi erogati nell a.f. 2008, pertanto: interessi attivi su c.c.b. e.f ,00 TOTALE ENTRATE ,32 6

7 SPESE Si procede quindi, dopo aver programmato le che si prevede finanzieranno tutte le attività, alla stesura delle schede illustrative delle iniziative previste. Le schede divise in aggregati si differenziano in Attività che trattano le specifiche spese di gestione meramente contabile dell istituzione ( funzionamento amministrativo, spese personale, spese d investimento) mentre i Progetti scaturiscono dallo stretta relazione tra P.O.F. e Programma Annuale. QUADRO DELLE ATTIVITÀ AGGREGATO 01: FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE ,26 In questo aggregato di spesa trovano riferimento tutte quelle spese necessarie al funzionamento dell'ufficio di direzione e alla gestione ordinaria (amministrativoburocratica) sia dell ufficio di segreteria sia della scuola (spese di pulizia, materiali, utenze e canoni etc.) L aggregato trova copertura con le seguenti voci in entrata: avanzo amm.ne non vincolato (01/01) 496,26 parte dotazione ordinaria stato funz. (02/01) 7.500,00 parte contr. Amm.ne Comunale Nove per funz.to () 5.400,00 parte contr. Amm.ne Comunale Cartigliano per funz.to () 4.300,00 parte contr. Amm.ne Comunale Pozzoleone per funz.to () 3.250,00 Contr B.P. Marostica per sponsorizzazioni (05/03) 500,00 Contr. Ditta Amico per gest. distrib. automatici (05/03) 1.120,00 Interessi attivi e.f (07/01) 4.000,00 Di seguito vengono elencate, a titolo di esemplificazione, le voci che normalmente trovano copertura in uscita: da avanzo competenza 1 8 indennità di missione italiane 1.000, Cancelleria in genere e amministrativa 3.000,00 2 Giornali abbonamenti pubblicazioni 1.000,00 3 Materiali ed accessori vari 5.496,26 3 Spese pulizia e mat. pronto soccorso 9.070, ,26 3 Acquisto materiale informatico 2.000, Manutenzione macchinari segreteria 2.000,00 7 Noleggi e locazioni 500,00 12 Assicurazioni 300, Spese postali 2.000, Spese tenuta conto 200,00 AGGREGATO 02: FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE ,46 In questo aggregato di spesa trovano riferimento tutte quelle spese necessarie al funzionamento didattico della scuola, ossia materiale di facile consumo per alunni, materiale tecnico per insegnanti, spese specifiche per attività didattiche etc.. L aggregato trova copertura con le seguenti voci in entrata: avanzo amm.ne non vincolato (01/01) contr. Genitori a.s. 08/ ,46 avanzo amm.ne vincolato () acq. Libri di testo 1.149,00 contr. Amm.ne Comunale Nove () 4.600,00 parte del contributo Amm.ne Cartigliano () ,00 parte del contributo Amm.ne Pozzoleone () ,00 Di seguito vengono elencate, a titolo di esemplificazione, le voci che normalmente trovano copertura in uscita: da avanzo competenza 2 1 Cancelleria didattica ,00 1 Stampati e registri 3.000,00 2 Acquisto libri e riviste abbonamenti 2.000,00 3 Acq. Materiale e accessori 2.270,46 7

8 3 6 Manutenzione macchinari 2.000,00 7 Noleggi e locazioni 6.000,00 AGGREGATO 03: SPESE DI PERSONALE ,21 In questo aggregato vengono inseriti gli stipendi al personale supplente che l Istituto liquiderà al personale e le relative ritenute. E da sottolineare che sono accantonati nell aggregato anche i contributi pervenuti quale assegnazione generica per spese di personale dal C.S.A. di Venezia in attesa di poter definire il loro utilizzo. L aggregato trova copertura con le seguenti voci in entrata: avanzo amm.ne vincolato () o contributo CSA VE ,14 o contr. esami economia. 50,07 altri finanziamenti dello stato dot. Ordinaria (02/01) o Fin. Stipendi netti e oneri riflessi ,00 Di seguito vengono elencate, a titolo di esemplificazione, le voci che normalmente trovano copertura in uscita: da avanzo competenza 1 1 Stipendi lordo dip.te doc , Stipendi lordo dip.te ata 2.252, ind. esami avanzo 50, irap stipendi 1.891,00 2 inpdap stipendi 5.384,00 3 o.p./tfr stipendi 2.136,00 4 inps stipendi 358,00 Contributo CSA Ve da avanzo ,14 Nel conto 1/1 relativo al pagamento degli stipendi al personale docente supplente si è previsto l uscita in base al budget di assegnazione definito dalla C.M. 21/07 come già indicato nella parte delle entrate. Per effetto della nuova normativa che ha portato modifiche al piano dei conti, si è reso necessario suddividere gli stipendi per tipologia di personale tra docente e ATA: pertanto al personale docente si è assegnato il 90% delle previste mentre al personale ATA il restante 10%. Al conto 1/11 è previsto il pagamento delle varie ritenute a carico dell amministrazione sul pagamento degli stipendi al personale docente e ATA Al conto 10/1 sono state accantonate le somme derivanti dall avanzo di amm.ne quale assegnazione generica per spese di personale dal C.S.A. di Venezia in attesa di definirne l utilizzo. AGGREGATO 04: SPESE DI INVESTIMENTO 1.727,85 L aggregato trova copertura con le seguenti voci in entrata: Avanzo ammm.ne non vinc. (01/01) 1.727,85 Nel presente aggregato sono state inserite le previsioni di spesa per poter garantire eventuali acquisti e rinnovi di strumentazione e mobilio per gli uffici di presidenza e segreteria. E da sottolineare che tutti gli altri acquisti e rinnovi di strumentazione e materiale trovano copertura nei specifici progetti attivati. 6 3 acquisto impianti e attrezzature 1.000,00 4 manutenzione straord. impianti e attrezzature 727,85 8

9 QUADRO DEI PROGETTI Una particolare attenzione è stata dedicata alla ricerca di una impostazione progettuale che fosse trasparente, rispetto alle impiegate; ogni progetto/attività è presentato attraverso una scheda progetto POF dove vengono chiaramente espressi obiettivi, durata, umane impiegate, beni e servizi utilizzati, responsabili del progetto. Sulla base di questa scheda è stata impostata una scheda di sintesi relativa alla parte progettuale del POF di ogni Sede/Plesso con relativi finanziamenti. Il programma annuale è stato organizzato ed analizzato, seguendo l impostazione ed i principi del nuovo regolamento Decreto n.44 del /01, per attività e progetti. Il criterio di base è stato quello di attribuire, ove possibile, ad ogni progetto tutti i costi ad esso relativi; questa scelta mira ad avere riscontri e monitoraggi reali, allo scopo di approfondire e di ottimizzare gli aspetti economici del servizio scolastico. Inoltre si è scelto di raggruppare per Comune le sezioni del POF a finanziamento comunale per consentire una gestione più organica, coerente e trasparente del rapporto di collaborazione tra scuola ed Ente Locale, vista anche la crescente rilevanza anche economica di questo rapporto. In tale opera di analisi della struttura dei finanziamenti e dei costi, è stata completa e fondamentale la collaborazione tra Dirigente Scolastico, DSGA, Docenti Collaboratori. La fattibilità di tutti i progetti inseriti nel POF è assicurata dalle economiche e finanziarie che trovano ampia nella relazione tecnicoamministrativa predisposta dal Direttore S.G.A. La verifica delle attività previste nei progetti sarà effettuata sia mediante rigoroso controllo della gestione finanziaria delle impiegate, sia attraverso le modalità previste per la verifica dei risultati conseguiti: valutazione dei docenti su apposite schede progetto attività; valutazione delle assemblee dei genitori opportunamente convocate; valutazione mediante questionari di rilevazione finale per le classi terminali della scuola secondaria di I grado (alunni genitori docenti); valutazione degli Organi Collegiali di Istituto. Inoltre è previsto un costante monitoraggio della gestione sia delle Attività Aggregati che dei Progetti in collaborazione tra Dirigente Scolastico, Docente Vicario, Collaboratori, Responsabili di Progetto e Direttore S.G.A., al fine di perseguire efficacemente gli obiettivi suindicati e consentire agli Organi Collegiali di esercitare le proprie competenze in materia. N.B.: la numerazione dei progetti è vincolata dal programma ministeriale che prosegue quella degli anni precedenti; si sottolinea che tale vincolo tuttavia non pregiudica in nessun caso la normale gestione contabile finanziaria. P13: POF COMUNE DI NOVE 2.937,41 Al fine di corrispondere alle esigenze avanzate dai Docenti e dai Consigli di Classe e Interclasse, delle diverse Sedi Comunali, elaborate con specifiche schedeprogetto e organizzate nel piano delle attività formative ed integrative, è stato elaborato il progetto mediante il quale si finanziano e si realizzano le sezioni del Piano della Offerta Formativa riguardanti le attività di arricchimento POF progettate dalle Sedi Scolastiche di Nove grazie ai contributi dell Ente Locale. Il progetto raccoglie tutta una serie di iniziative e attività che si prefiggono il raggiungimento del Successo Formativo (Integrazione disciplinare: progetti, laboratori, interventi di esperti Individualizzazione dell'insegnamento/apprendimento, sostegno, recupero, potenziamento Ampliamento Saperi Disciplinari, Progetto di orientamento scolastico). Inoltre altre attività sono riferite alle Educazioni Generali (Ed. alla salute, Ed. all ambiente Ed. alla cittadinanza Ed. alla lettura Ed. alla Cultura Locale Ed. alla Musica Ed. alla Pace Ed. alla creatività Ed. all Espressività) in entrata ed in uscita: a g g./c o n to 0 1 / /0 4 riso rse a v a n z o a m m.n e v in c. c o n tr. C o m u n i n o n v in c. F O N T E D E L F I N A N Z I A M E N T O d e sc r iz io n e im p o r t o a v a n z o d a l p ro g e tto ,4 1 p a r te c o n tr ib u to o rd. A m m.n e C o m u n a le N o v e 3 0 0,0 0 to ta le ,4 1 tip o lo g ia a ttiv ità v o c i b ila n c io C O S T O e.f P r o g. L e ttu ra E d. a lla m u s ic a E s p e r to p e r c la ss i e le m e n ta r e A s so c. M u s ic a è n. 4 0 o r e e sp e rto p e r c la s si 4 5 e le m e n ta re , ,0 0 P r e v. d ist. a lim e n ta r i P r o g. G e n ito ri A s so c. M a rc a d e lla n. 9 o r e p e r c la s si 3 ^ m e d ia E s p e r ti e s te rn i p e r c la s s i s c u o la m e d ia 3 0 0, ,0 0 A c q u is ti v a ri su ss id i 0 2 / ,0 0 d is p o n ib ilità d a d e fin ire 2 3 7,4 1 U S C IT A E F F E T T IV A D E L P R O G E T T O ,4 1 9

10 P14: SUSSIDI E STRUMENTI COMUNE DI NOVE 4.136,18 Sempre con riferimento alle diverse Sedi comunali, che aggregano Sedi di scuola secondaria e Plessi di scuola primaria insistenti nello stesso Comune, è stato previsto il progetto relativo al supporto di dotazioni didattiche e di sussidi e attrezzature finalizzate a sostenere l attività curricolare ed il P.O.F., il cui acquisto è finanziato con i fondi provenienti dal contributo dell Amministrazioni Comunale di Nove. E evidente il ruolo strategico che ha per il programma annuale il positivo rapporto di collaborazione che l Istituto ha stabilito in questi anni con l amministrazione comunale. Anche nel nuovo anno si cercherà di continuare il rinnovamento già avviato nel 2008 per il potenziamento della strumentazione didattica e dei laboratori. in entrata ed in uscita: 01/01 FO N TE D EL FIN A N ZIA M EN TO avanzo am m.ne non vinc. da avanzo progetto 4.136, ,18 tipologia attività voci bilancio C O STO e.f rinnovo laboratorio inform atica acquisto m ateriale hardw are 06 / ,00 rinnovo altri laboratori acquisto m ateriale specifico 06 / ,18 disponibilità da definire U SCITA EFFETTIV A D EL PR O G ETTO 4.136,18 P15: POF COMUNE DI CARTIGLIANO 4.637,97 Al fine di corrispondere alle esigenze avanzate dai Docenti e dai Consigli di Classe e Interclasse, delle diverse Sedi Comunali, elaborate con specifiche schedeprogetto e organizzate nel piano delle attività formative ed integrative, è stato elaborato il progetto mediante il quale si finanziano e si realizzano le sezioni del Piano della Offerta Formativa riguardanti le attività di arricchimento POF progettate dalle Sedi Scolastiche di Cartigliano e grazie ai contributi dell Ente Locale. Il progetto raccoglie tutta una serie di iniziative e attività che si prefiggono il raggiungimento del Successo Formativo (Integrazione disciplinare: progetti, laboratori, interventi di esperti Individualizzazione dell'insegnamento/apprendimento, sostegno, recupero, potenziamento Ampliamento Saperi Disciplinari, Progetto di orientamento scolastico). Inoltre altre attività sono riferite alle Educazioni Generali (Ed. alla salute, Ed. all ambiente Ed. alla cittadinanza Ed. alla lettura Ed. alla Cultura Locale Ed. alla Musica Ed. alla Pace Ed. alla creatività Ed. all Espressività) 01/01 avanzo am m.ne vinc. co ntr. C om u ni n on vinc. FO N TE D EL FIN A N ZIA M EN TO avanzo dal progetto parte contrib uto ord. A m m.ne C om un ale C artigliano 1.637, , ,97 tipologia a ttività voci bilancio CO STO e.f Prog. Lettura Ed. m usica Esperti esterni per classi 345 elem entare Esperti esterni per classi 345 elem entare 03 / / , ,00 Prev. dist. A lim entari A ssoc. M arcadella n. 6 ore per classi 3^ m edia 03 / ,00 Progetto genitori Esperti esterni per classi scuola m edia 03 / ,00 A cq. M ateriale cancelleria 02 / ,97 A cq. M ateriale specifico 02 / ,00 disponibilità da definire 03 / ,00 U SCITA EFFETTIV A D EL PR O G ETTO 4.637,97 10

11 P16: SUSSIDI E STRUMENTI COMUNE DI CARTIGLIANO 9.249,82 Sempre con riferimento alle diverse Sedi comunali, che aggregano Sedi di scuola secondaria e Plessi di scuola primaria insistenti nello stesso Comune, è stato previsto il progetto relativo al supporto di dotazioni didattiche e di sussidi e attrezzature finalizzate a sostenere l attività curricolare ed il P.O.F., il cui acquisto è finanziato con i fondi provenienti dal contributo dell Amministrazioni Comunale di Cartigliano. E evidente il ruolo strategico che ha per il programma annuale il positivo rapporto di collaborazione che l Istituto ha stabilito in questi anni con l amministrazione comunale. Anche nel nuovo anno si cercherà di continuare il rinnovamento già avviato nel 2008 per il potenziamento della strumentazione didattica e dei laboratori. FO N TE D EL FIN A N Z IA M EN TO 01/01 avanzo am m.ne non vinc. da avanzo progetto 9.249, ,82 tip o lo gia attività voci bilancio C O STO e.f rinnovo lab. Infom atica acquisto m ateriale hardw are 06 / ,00 rinnovo lab. D iversi acq. M ateriale specifico 06 / ,82 disponibilità da definire U S C ITA EFFE TTIV A D EL PR O G ETTO 9.249,82 P17: POF COMUNE DI POZZOLEONE 2.092,83 Al fine di corrispondere alle esigenze avanzate dai Docenti e dai Consigli di Classe e Interclasse, delle diverse Sedi Comunali, elaborate con specifiche schedeprogetto e organizzate nel piano delle attività formative ed integrative, è stato elaborato il progetto mediante il quale si finanziano e si realizzano le sezioni del Piano della Offerta Formativa riguardanti le attività di arricchimento POF progettate dalle Sedi Scolastiche di Pozzoleone grazie ai contributi dell Ente Locale. Il progetto raccoglie tutta una serie di iniziative e attività che si prefiggono il raggiungimento del Successo Formativo (Integrazione disciplinare: progetti, laboratori, interventi di esperti Individualizzazione dell'insegnamento/apprendimento, sostegno, recupero, potenziamento Ampliamento Saperi Disciplinari, Progetto di orientamento scolastico). Inoltre altre attività sono riferite alle Educazioni Generali (Ed. alla salute, Ed. all ambiente Ed. alla Sicurezza Ed. alla cittadinanza Ed. alla lettura Ed. alla Cultura Locale Ed. alla Musica Ed. alla Pace Ed. alla creatività Ed. all Espressività) 01/01 avanzo am m.ne vinc. contr. Com uni non vinc. FO N TE D EL FIN AN ZIA M EN TO avanzo dal progetto 542,83 parte contributo ord. Am m.ne Com unale Pozzoleone 1.550, ,83 tipologia attività voci bilancio C O STO e.f Prog. Lettura Esperti Sigg. M arcolin e Farina per classi 345 elem entare 03/02 700,00 Prev. dist. Alim entari Assoc. M arcadella per lcassi 3 m edia 03/02 100,00 prog. G enitori Esperti esterni per classi scuola m edia 03/02 300,00 Ed. teatrocinem am usica Esperto sig. Pigato n. 4 ore per classi 2 m edia 03/02 200,00 spese 02/01 200,00 disponibilità da definire 03/02 592,83 USCITA EFFETTIVA DEL PRO G ETTO 2.092,83 11

12 P18: SUSSIDI E STRUMENTI COMUNE DI POZZOLEONE 8.258,70 Sempre con riferimento alle diverse Sedi comunali, che aggregano Sedi di scuola secondaria e Plessi di scuola primaria insistenti nello stesso Comune, è stato previsto il progetto relativo al supporto di dotazioni didattiche e di sussidi e attrezzature finalizzate a sostenere l attività curricolare ed il P.O.F., il cui acquisto è finanziato con i fondi provenienti dal contributo dell Amministrazioni Comunale di Pozzoleone. E evidente il ruolo strategico che ha per il programma annuale il positivo rapporto di collaborazione che l Istituto ha stabilito in questi anni con l amministrazione comunale. Anche nel nuovo anno si cercherà di continuare il rinnovamento già avviato nel 2008 per il potenziamento della strumentazione didattica e dei laboratori grazie anche al contributo della Fondazione Cariverona. 01/01 avanzo amm.ne non vinc. contr. Comuni non vinc. FONTE DEL FINANZIAMENTO importo da avanzo progetto 6.058,70 parte contr. Ordinario Amm.ne Comunale di Pozzoleone 2.200, ,70 tipologia attività voci bilancio COSTO e.f rinnovo lab. Informatica acq. Materiale hardware e software 06/ ,00 rinnovo lab. DI Scienze acq. Materiali e strumenti 06/ ,70 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PROGETTO 8.258,70 P19: SPESE DI PERSONALE A CARICO COMUNI 7.835,08 Nel Progetto si realizza la convenzione accordo tra Comuni di Nove, di Pozzoleone e Istituto relativamente alle funzioni miste per il personale collaboratore scolastico impegnato nel servizio di mensa, di prescuola e postscuola, di collaborazione al CREC Comunale; alle prestazioni dei collaboratori scolastici di Nove impegnati nella apertura della scuola per esigenze della Comunità rappresentate dalla Amministrazione Comunale. Si evidenzia in tale progetto il rapporto costruttivo della scuola anche quale centro culturale e civile per la comunità. 04/05 04/05 04/05 FO N TE D EL FIN A N ZIA M EN TO avanzo am m.ne vinc. avanzo funz. M iste Pozzoleone 1.433,99 avanzo am m.ne vinc. avanzo funz. M iste N ove 341,89 avanzo am m.ne vinc. avanzo apertura edifici N ove 26,02 contr. Com uni vinc. funz. M iste Pozzoleone 1.433,18 contr. C o m uni vinc. funz. M iste N ove 4.300,00 contr. Com uni vinc. parte contr. A pertura edifici N ove 300, ,08 tipologia Funzioni m iste Pozzoleone attività C om pensi al personale e relativi oneri previdenziali voci bilancio 01 /0 6 C O STO e.f ,17 Funzioni m iste N ove C om pensi al personale e relativi oneri previdenziali 01 / ,89 A pertura edifici N ove C om pensi al personale e relativi oneri previdenziali 01 / ,02 disponibilità da definire U SCITA EFFETTIV A D EL PR O G ETTO 7.835,08 12

13 P20: RIMBORSO AI COMUNI DA PARTE MPI ,61 Con il Progetto sono gestite le relative al finanziamento statale delle spese del personale docente e ata impegnato nelle mense scolastiche, in modo da consentire un funzionamento ottimale del servizio educativo in questa delicata fase della vita scolastica. nonché il pagamento delle cartelle esattoriali della tassa smaltimento rifiuti (Tarsu) Come si evince il progetto presenta un saldo levato per quanto riguarda il pagamento delle competenze tarsu in quanto a fronte di contributi pervenuti ogni anno dal M.P.I. l emissione delle cartelle esattoriali è in ritardo di circa 23 anni. E da sottolineare che finalmente con la finanziaria 2008 lo Stato ha trovato un accordo con l Anci per trasferire i contributi direttamente ai Comuni senza passare per le scuole. avanzo amm.ne vinc. avanzo amm.ne vinc. FONTE DEL FINANZIAMENTO importo avanzo tarsu ,25 avanzo rimborso spese pasti 7.647, ,61 tipologia attività voci bilancio COSTO e.f spese tarsu pagamento cartelle esattoriali 04/ ,25 rimborso spese pasti rimborsi alle Amm.ni Comunali 01/ ,36 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PROGETTO ,61 P21: FONDO PRESTAZIONI AGGIUNTIVE ,18 Nel Progetto il Fondo per le prestazioni aggiuntive riguarda le prestazioni inerenti il Fondo di Istituto, finalizzate al miglioramento della Offerta Formativa e della qualità del servizio, del personale docente e A.T.A., come pure per i docenti incaricati di Funzioni Strumentali al POF ed il personale A.T.A. incaricato di Funzioni Aggiuntiva. Naturalmente tutte le attività corrispondono a degli incarichi in base alle intese contrattuali con la RSU e alle proposte del Collegio Docenti e potenziano la qualità del servizio scolastico reso dal nostro Istituto. agg./c o n to 0 2 / / /0 1 riso rse FO N T E D EL FIN A N Z IA M EN T O d escrizione avan zo am m.n e vin c. econom ia fondo istituto lordo dip.te ,79 avan zo am m.n e vin c. eco n o m ia in d. A m m.n e 0 7 / ,2 7 avanzo am m.ne vinc. econom ia funz. Strum entali 0 7 /08 714,97 avanzo am m.ne vinc. econom ia inc. specifici ata 07/ ,5 1 contr. stato dotaz. O rdinaria funz. Strum. 08/09 lordo stato ,7 5 co n tr. stato d o taz. O rd in aria in c. sp ec. A ta 0 8 /0 9 lo rd o stato ,8 9 contr. stato dotaz. O rdinaria fondo istituto lord o stato ,00 to tale ,18 tip o lo gia attività v o ci bilan c io C O ST O e.f In d. A m m.n e 0 8 /0 9 C o m p ensi al p erso n ale 0 1 / ,2 7 Fu nz. A gg.ve ata 08/09 C om pensi al personale 0 1 / ,40 Fu n z. Stru m entali 0 8 /0 9 C o m p ensi al p erso n ale 0 1 / ,7 2 Fo ndo istituto 2009 com pensi al p ersonale 0 1 / ,79 d isp o n ib ilità d a d efin ire U S C IT A EFFE T T IV A D EL P R O G ETTO ,1 8 13

14 P23: SERVIZI E CONSULENZA PSICOPEDAGOGICA ,27 Il Progetto, di particolare rilievo anche sulla base degli indirizzi del C. I., è relativo alla attivazione di servizi e consulenza psicopedagogica ed educativa sia per gli alunni che per i docenti ed i genitori, di scuola primaria e di scuola secondaria. Obiettivo fondamentale di questo servizio è la promozione del benessere personale dell alunno, a scuola e a casa, la prevenzione del disagio e la rimozione delle difficoltà eventualmente incontrate sul piano della maturazione scolastica, personale e sociale. Finora i risultati conseguiti con questo servizio risultano molto positivi. Il servizio psicopedagogico nella scuola primaria prevede l individuazione precoce delle situazioni di difficoltà sul piano cognitivo e/o emotivoaffettivo e il sostegno psicopedagogico all alunno anche mediante il consuling per docenti e genitori. Analogamente per la scuola secondaria, con l aggiunta dello Sportello Ascolto Ragazzi. Inoltre si realizzano interventi educativi per l educazione alla affettività e alla salute. I finanziamenti provengono dalle Amministrazioni Comunali di Nove, Cartigliano, Pozzoleone. A completamento di questo progetto c è un rapporto interistituzionale di collaborazione con il Comune di Pozzoleone (legge 285) e Conferenza Sindaci Comunità San Gaetano per Nove e Cartigliano (legge 309). agg./c o n to 0 4 / / /0 4 riso rse F O N T E D E L F IN A N Z IA M E N T O d escrizione av a n z o a m m.n e v in c. avanzo al capitolo 3.154,27 C o n tr. sta to a ltri v in. c o n tr. L. a u to n o m ia a.s / ,0 0 co n tr. C o m u n i n o n v in c. p a rte c o n tr. F u n z. A m m.n e C o m. N o v e ,0 0 co n tr. C o m u n i n o n v in c. p a rte c o n tr. F u n z. A m m.n e C o m. C a rtig lia n o ,0 0 co n tr. C o m u n i n o n v in c. p a rte c o n tr. F u n z. A m m.n e C o m. P o z z o le o n e 5 0 0,0 0 to ta le ,2 7 tip o lo gia a ttività v o ci b ilan c io C O S T O e.f C o n su le n z a p sico p e d. C o n su le n z a p sico p e d. Ed. affe ttività P.A.C. E d. a ffe ttiv ità e a lla se ssu a lità C onsulenza psico ped. C onsulenza psico ped. E d. a ffe ttiv ità P.A.C. Ed. affe ttività e alla sessualità C onsulenza psico ped. E d. a ffe ttiv ità D o tt.ssa B u rb e llo e le m. N o v e 3 7 h D o tt. B e n e lla e le m. N o v e 3 0 h D o tt.ssa B e n e lla e le m. N o v e 1 8 h D o tt.ssa F o rte M e d ie N o v e D o tt. B o sc h e tti M e d ie N o v e D ott.ssa B urbello elem. C artigliano 37 h D ott. B enella elem. C artigliano 20h D o tt. B e n e lla e le m. C a rtig lia n o 1 8 h D o tt. B o sc h e tti M e d ie C a rtig lia n o D ott. B oschetti M edie C artigliano D ott.ssa B urbello elem. Po zzoleone 37h D o tt.b o sc h e tti e le m. P o z z o le o n e 1 2 h , , , , , , , , , , , ,0 0 d isp o n ib ilità d a d e fin ire ,2 7 U S C IT A E F F E T T IV A D E L P R O G E T T O ,2 7 P24: INTEGRAZIONE ALUNNI IN DIFFICOLTA ,10 Più specifico rispetto al Progetto precedente, il Progetto in questione sostiene il processo di integrazione degli alunni portatori di handicap con particolari attività per le quali si prevede l opera di consulenza e collaborazione di esperti esterni, in particolare per la individuazione delle situazioni di dislessia e dello sviluppo delle capacità espressive, relazionali e cognitive di altri alunni certificati o in particolari situazioni di difficoltà grazie soprattutto al sostegno di un rilevante contributo Regionale. Inoltre si attuerà un importante Progetto di integrazione degli alunni stranieri e di recupero e potenziamento delle abilità linguistiche finanziato in modo specifico e vincolato dal MIUR. E previsto anche l acquisto di materiale per sostenere il processo riabilitativo e di sviluppo dei potenziali di apprendimento con percorsi differenziati. 14

15 agg./c o n to riso rse F O N T E D E L F IN A N Z IA M E N T O d escrizione av a n z o a m m.n e v in c. prog. Scu ole aperte a.s. 2008/ ,95 av a n z o a m m.n e v in c. c o n tr. P ro g. C re sce re in sie m e a.s / ,5 9 av a n z o a m m.n e v in c. p ro g. R e g io n a le so st. A lu n n i d isab ili a.s / ,4 7 av a n z o a m m.n e v in c. c o n tr. c o rsi d i re c u p e ro / ,7 6 avanzo am m.ne vinc. avanzo del capitolo ,3 3 to ta le ,1 0 tip o lo gia a ttività v o ci b ilan c io C O S T O e.f S c u o le a p e rte / C o m p e n si in se g n a n ti in c a ric a ti 0 1 / ,9 5 C re sc e re in sie m e a sc u o la 0 8 /0 9 V a ri in se g n a n ti p e r sc. E le m e n ta re (C a rtig lia n o /P o z z o le o n e ) 0 1 / ,5 9 progetto re gio nale sost. D isab ili P a ro le in g io c o n u m e ri in g io co Parole in gioco n u m e ri in g io co P a ro le in g io c o n u m e ri in g io co C om pensi esperti esterni D o tt.ssa B u rb e llo E l. N o v e 1 5 h D o tt.ssa B u rb e llo E l. N o v e 1 0 h D ott.ssa B urbello El. C artigliano 15 h D o tt.ssa B u rb e llo E l. P o z z o le o n e 1 0 h D o tt.ssa B u rb e llo E l. P o z z o le o n e 1 0 h D o tt.ssa B u rb e llo E l. P o z z o le o n e 1 0 h , , , , , , ,0 0 c o rsi d i re cu p e ro / o re d i re c u p e ro 0 1 / ,7 6 A cquisti acquisto strum enti e sussid i pe r alu nni disabili 0 2 / ,00 dispon ib ilità d a definire 03 / ,33 U S C IT A E F F E T T IV A D E L P R O G E T T O ,1 0 P25: ATTIVITA INTEGRATIVE POF ,31 Nel Progetto si realizza una dimensione importante del POF indirizzata alla apertura delle attività scolastiche sul territorio. Inserite nella programmazione didattica ed educativa delle classi e dei Plessi, secondo i criteri del Consiglio di Istituto e le deliberazioni del Collegio Docenti, le uscite guidate, le visite didattiche ed i viaggi di istruzione della scuola primaria e secondaria, sono organizzate in modo da consentire obiettivi sia di tipo cognitivo che educativo con il coinvolgimento di docenti responsabili di ciascuna attività e l uso di anche esterne alla scuola (famiglie Enti Locali). La maggior parte di queste attività è finanziata dai genitori degli alunni. La collaborazione con i Comuni prevede per questo Progetto l utilizzo diretto della scuolabus comunale per la maggior parte delle attività di Cartigliano e Pozzoleone ed un contributo erogato dall Amm.ne Comunale per garantire la gratuità dei trasporti anche agli alunni delle scuole del Comune di Nove. Quest anno tutte le uscite guidate e le visite didattiche di mezza giornata saranno gratuite per gli alunni. Nel progetto è gestita anche la quota raccolta di contributo per l assicurazione infortuni e r.c.t. alunni e personale. 04/05 05/02 05/02 avanzo am m.ne vinc. contr. Com uni non vinc. contr. Com uni non vinc. contr. Com uni vinc. contr. Fam iglie vinc. contr. Fam iglie vinc. FO N TE D EL FIN AN ZIA M EN TO avanzo Am m.ne Com. N ove per trasporti 1.203,31 da Contr. Am m.ne Com. di C artigliano 800,00 da Am m.ne C om. di Pozzoleone 500,00 da Contr. Am m.ne Com. di N ove per trasporti 2.300,00 contr. per viaggi di istruzione ,00 contr. Per assicurazioni infortuni e r.c.t , ,31 tipologia attività voci bilancio C O STO e.f V iaggi di istruzione spese per viaggi di istruzione 03 / ,00 U scite didattiche spese per uscite didattiche a carico istituto 03 / ,31 A ssicurazioni alunni e personale spese per assicurazione infortuni e r.c.t. alunni e personale 03 / ,00 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PRO G ETTO ,31 15

16 P26: AGGIORNAMENTO, FORMAZIONE E SICUREZZA 7.357,68 La formazione del personale, sia docente che ATA, è inserita nel Progetto e si riferisce ad una molteplicità di attività svolte sia a livello di Istituto che in rete, con il Centro Territoriale di Formazione e con altre scuole del territorio. Con tale Progetto si sostiene l adeguamento delle conoscenze professionali del personale e l acquisizione di adeguate competenze, soprattutto relative alle nuove metodologie educative, alla relazione docente alunno, ai linguaggi degli ambiti disciplinari, alla sicurezza. Particolari iniziative riguardano la formazione e la regolarizzazione della normativa sulla sicurezza L /04 FO N TE D EL FIN AN ZIA M EN TO econom ia contr. Igiene e sicurezza 3.552,34 econom ia contr. Form azione personale 45,34 Contr. M iur per agg. E form az. A.s.2008/ ,00 da Contr. Am m.ne Com. di N ove 1.200,00 da Contr. Am m.ne Com. di C artigliano 1.000,00 da Contr. Am m.ne Com. di Pozzoleone 800, ,68 tipologia attività voci bilancio C O STO e.f Form azione e agg.to avanzo am m.ne vinc. avanzo am m.ne vinc. fin. Stato altri fin. Vinc. fin. Enti loc. com une non vinc. fin. Enti loc. com une non vinc. fin. Enti loc. com une non vinc. Com pensi esperti esterni 05/ ,34 Sicurezza Com pensi Esperti esterni 03/ ,34 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PRO G ETTO 7.357,68 P27: NUOVE TECNOLOGIE 128,08 Sia l evoluzione della gestione amministrativa interna ed esterna all Istituto sia lo sviluppo delle nuove modalità di insegnamento con l uso dell informatica, obbligano il nostro Istituto ad uno sforzo importante e urgente sul piano dell adeguamento strutturale e funzionale alle Nuove Tecnologie. A questo scopo è stato previsto quest anno forti investimenti nei progetti P14P16P18 in alternativa alle esigue disponibilità presenti in questo progetto non più sostenuto con fondi ministeriali come nel passato. avanzo amm.ne vinc. FONTE DEL FINANZIAMENTO importo economia al capitolo 128,08 128,08 tipologia attività voci bilancio COSTO e.f Nuove tecnologie acquisto di strumentazione 02/03 128,08 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PROGETTO 128,08 16

17 P28: ATTIVITA MOTORIA E SPORTIVA ,44 Con il Progetto relativo alla attività motoria e sportiva si programma la realizzazione del Gruppo Sportivo Scolastico, con il relativo finanziamento a carico degli appositi stanziamenti ministeriali. Inoltre si realizza l attività motoria con esperti esterni per le scuole primarie di Nove, di Cartigliano e di Pozzoleone e si potenziano le dotazioni per queste attività. E previsto anche la prosecuzione del Progetto Più Scuola finalizzato al rafforzamento della attività sportiva in collaborazione con il territorio. Esso si avvale di uno specifico finanziamento della Regione Veneto. Da sottolineare anche l impegno che l amministrazione porterà avanti per il rinnovo della strumentazione sportiva. 02/04 02/04 FONTE DEL FINANZIAMENTO importo avanzo amm. Vinc. economia progetto più scuola a.s. 2008/ ,74 avanzo amm. Vinc. economia progetto 1.642,70 contr. stato altri fin. Vinc. Contr. Miur per avv. Pratica sportiva 08/ , ,44 tipologia attività voci bilancio COSTO e.f più 08/09 Prof.ssa Golin per scuole elementari 01/ ,00 più 08/09 Prof.ssa Costacurta per scuole medie 01/ ,74 Avv. Pratica sportiva 08/09 Compensi docenti 01/ ,00 Rinnovo strumentazione acq. Materiale specifico Nove 02/03 842,70 acq. Materiale specifico Cartigliano 02/03 500,00 acq. Materiale specifico Pozzoleone 02/03 300,00 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PROGETTO ,44 P29: EDUCAZIONE STRADALE 5.250,88 Il Progetto coinvolge le classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. L obbiettivo è di fare prendere coscienza della necessità e dell importanza delle norme che regolano la vita associativa con particolare riferimento a quelle che regolano lo stare in strada, lo stimolare la capacità di comprendere, condividere e rispettare le norme che regolano i comportamenti in strada. Educare al senso di responsabilità, alla solidarietà, alla disponibilità e al rispetto per la vita. Prevede lezioni teoriche propedeutiche tenute dai docenti, lezioni teoriche affidate alla Polizia Municipale e ai Carabinieri e lezioni pratiche di simulazione di situazioni che si possono incontrare sulla strada. Gli alunni delle terze classi di scuola Secondaria, a conclusione del percorso di educazione stradale, che li ha visti coinvolti e partecipi per otto anni, possono partecipare al corso preparatorio all esame per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida del ciclomotore. avanzo amm. Vinc. avanzo amm. Vinc. FONTE DEL FINANZIAMENTO importo economia patentino 850,88 economia prog. Ed. stradale 4.400, ,88 patentino tipologia atuoscuola vivian attività voci bilancio 03/02 COSTO e.f ,88 Educazione stradale Compensi personale 01/ ,00 disponibilità da definire USCITA EFFETTIVA DEL PROGETTO 5.250,88 17

18 R: FONDO DI RISERVA 200,00 Nel fondo si iscrive l importo massimo del 5% del fondo dotazione ordinaria TOTALE USCITE ,32 PROSPETTO RIPARTIZIONE RISORSE PROGRAMMA ANNUALE E.F E.F E.F AGGREGATO PROGETTO Programmazio programmazio ne iniziale ne definitiva spese definitive Programmazio ne iniziale avanzo amm.ne non vincolato avanzo di amm.ne vincolato 02/01 FIN. STATO ORD. 02/04 ALTRI FIN. VINC CONTR. ENTI NOVE CONTR. ENTI CART. CONTR. ENTI POZZO 04/05 CONTR. ENTI VINC. 05/02 CONTR. PRIV. FAM. VINC. 05/03 CONTR. PRIV. ALTRI NON VINC. A01 Funz. Amm , , , ,26 496,26 0, , , , , , ,00 A02 Funz. Did , , , , , , , , ,00 A03 Sp. Pers , , , ,21 0, , ,00 A04 Sp. Inv , , , , ,85 0,00 P13 Pof Nove 4.075, , , , ,41 0,00 300,00 P14 Suss. Nove 8.804, , , , ,18 0,00 P15 Pof Cart , , , , ,97 0, ,00 P16 Suss. Cart , , , , ,82 0,00 P17 Pof Pozzo 2.772, , , ,83 542,83 0, ,00 P18 Suss. Pozzo 9.932, , , , ,70 0, ,00 P19 Sp. Car. Com , , , ,08 0, , ,18 P20 Rimb. Com , , , ,61 0, ,61 P21 Prest. Agg , , , ,18 0, , ,64 P23 Cons. Psic , , , , ,27 0, , , ,00 500,00 P24 Intergr. Alunni , , , , , ,77 P25 Att. int. Pof , , , , ,31 0,00 800,00 500, , ,00 P26 Agg. E form , , , ,68 0, ,68 760, , ,00 800,00 P27 Nuove Tecn. 128,00 128,08 0,00 128,08 128,08 0,00 P28 Att. motoria 6.310, , , , , , ,00 P29 Ed. stradale 5.304, , , ,88 0, ,88 F. ris. Fondo di riserva 200,00 200,00 200,00 200,00 0,00 07 ALTRE ENTRATE , , , , , , , , , , , , , , ,00 A conclusione della presente relazione si invita il Consiglio di Istituto, come previsto dall'art. 17 del Decreto 1 febbraio 2001, n. 44 a stabilire il limite del fondo per le minute spese da anticipare al direttore dei servizi generali e amministrativi nella misura di 300 euro. Nove, dicembre 2008 IL SEGRETARIO DELLA G.E. Alan Bettanin IL PRESIDENTE DELLA G.E. Prof. Felice Contiero 18

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

CIRCOLARE 283 MARTEDI 12/06/2012

CIRCOLARE 283 MARTEDI 12/06/2012 MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITÀ E RICERCA Istituto Statale Istruzione Secondaria Superiore Betty Ambiveri Sede: Via C. Berizzi, 1 24030 Presezzo (BG) 035/610251 Fax 035/613369 Cod. Fisc. 82006950164 http://www.bettyambiveri.it

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Guida pratica del rappresentante dei genitori a cura dell Associazione Per maggiori informazioni consultare il sito www.genitoriescuola.it

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO 1 INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli