RIABILITAZIONE PER I CIECHI IN THAILANDIA (REHABILITATION FOR BLIND PEOPLE IN THAILAND)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIABILITAZIONE PER I CIECHI IN THAILANDIA (REHABILITATION FOR BLIND PEOPLE IN THAILAND)"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA MASTER DI I LIVELLO EDUCATORE ESPERTO PER LA DISABILITÀ SENSORIALI TESI DI MASTER RIABILITAZIONE PER I CIECHI IN THAILANDIA (REHABILITATION FOR BLIND PEOPLE IN THAILAND) Relatore Dott.ssa Marcella NALLI Specializzando Maethika CHANARPAS Anno Accademico

2 INDICE CAPITOLI PAGINE Ringraziamenti pag. 5 Abstract pag. 6 I Introduzione pag. 9 Lo sfondo e l'importanza del problema. Pag. 9 Lo scopo della ricerca. pag. 10 L'ambito di ricerca. pag. 10 Definizione dei termini pag. 10 Vantaggi pag. 11 II Le informazioni generali della Thailandia pag 12 Thailandia pag 12 Geografia pag 12 Suddivisione amministrativa della Thailandia pag. 13 Clima pag. 14 Popolazione pag. 15 Economia pag. 16 Bangkok capitale della Thailandia pag. 17 Storia pag. 17 Amministrazione pag. 18 Geografia pag. 19 Economia pag. 20 Turismo pag. 21 Cultura pag. 22 2

3 CAPITOLI PAGINE Nome cerimoniale pag. 23 Trasporti pag. 24 Thailandia sistema educativo pag. 27 Thailandia Istruzione pag. 27 III.Riabilitazione per i ciechi in Thailandia pag. 30 Informazioni generali sulla disabilità pag. 30 Tipi di disabilità pag. 32 Epidemiologia della disabilità in Thailandia pag. 35 La popolazione disabile pag. 35 Età delle popolazione con disabilità pag. 35 Livello di istruzione della popolazione con disabilità pag. 36 Lavoro e carriera della persone con disabilità pag. 36 Benefici e prestazioni mediche da parte dello stato pag. 36 Diritti dei disabili pag. 37 I ciechi in Thailandia pag. 40 Dati statistici generali sulla disabilità visiva pag. 40 La salute pubblica pag. 41 Educazione per i non vedenti pag. 42 La professione pag. 45 Gli impianti pag. 47 Impegnarsi in attività politica e attività sociali pag. 48 La ricreazione e tempo libero pag. 48 La tecnologia per i non vedenti pag. 49 3

4 CAPITOLI PAGINE IV. Riflessioni finali pag. 53 Il problema principale che incide sulla qualità della vita per i non vedenti pag. 53 Possibile soluzione al problema pag. 54 Bibliografia pag. 57 Appendice pag. 59 4

5 RINGRAZIAMENTI La ricerca è stata effettuata con l'aiuto dalla relatrice Dott.ssa Marcella Nalli che ringrazio per il suo aiuto e i consigli che mi ha sempre dato. Ringrazio Prof. Alberto Fenzi, Direttore del Master che mi ha dato l'opportunità di fare questo Master cosi interessante che sono orgogliosa di aver partecipato. Ringrazio Prof. Mario Gecchele, Responsabile dell'unità didattica per essersi preoccupato della buona riuscita del esami. Ringrazio tutti i professori del Master di Educatore Esperto per la Disabilità Sensoriale, Università degli Studi di Verona che mi hanno dato le conoscenze e per l'opportunità di studiare. Ringrazio Tutor Antonella Felitti che ci ha affiancato e aiutato in tutte le nostre problematiche. Grazie a tutti miei compagni di master che mi hanno aiutato e mi hanno offerto la loro amicizia. Ringrazio mio marito e la sua famiglia che mi hanno dato il loro supporto in tutto ciò che ho voluto fare e per l'opportunità di studiare: mi hanno sempre aiutato e incoraggiato quando mi sentivo triste o stanca. Infine ringrazio i miei genitori che sempre mi incoraggiano e mi hanno sempre detto I soldi finiscono ma la conoscenza rimarrà sempre con noi ; per queste parole ho deciso di andare avanti a studiare per tutta la mia vita. Maethika Chanarpas Specializzando Dicembre

6 Titolo di Tesi Riabilitazione per i ciechi in Thailandia Relatore Dott.ssa Macella Nalli Autore Maethika Chanarpas Facoltà Facoltà di Scienze della Formazione Istituzione Università degli Studi di Verona Anno accademico 2010/2011 ABSTRACT Questa ricerca è la parte conclusiva del Master di I livello in Educatore Esperto per la Disabilità Sensoriale, anno accademico 2010/2011. Questa ricerca si propone di studiare le informazioni generali per capire meglio com'è la Thailandia e studiare il metodo di riabilitazione per i ciechi in Thailandia. E' una ricerca qualitativa, in cui le informazioni sono state prese con internet, a distanza. La Thailandia è uno Stato del sud-est asiatico, confinante con Laos e Cambogia ad est, golfo di Thailandia e Malesia a sud, con il mare delle Andamane ed il Myanmar ad ovest. La popolazione è di 63,878,267 milioni di persone in Thailandia femmine sono 32,426,466 milioni, i maschi sono 31,451,801 milioni. La Thailandia è divisa in 76 provincie thailandese: จงหวด, Changwat, che sono geograficamente raggruppate in 6 regioni: Nord, Nord-Est, Centro, Ovest, Est e Sud. La capitale Bangkok non è una provincia vera e propria, ma un'area ad amministrazione speciale, viene considerata normalmente come la settantasettesima provincia, poiché è amministrata come le altre. In Thailandia la maggior parte delle persone è buddista. Credono che il karma nel buddismo, abbia creato molto male in passato; le famiglie con persone disabili venivano considerate come colpite dal karma cattivo si è sempre creduto che tali persone non siano in grado di fare nulla, che siano chip integrati che vivono di accattonaggio, alla giornata. Non è stato programmato nessun aiuto. Né leggi per i 6

7 diritti delle persone disabili con adeguate occupazioni. Alcune persone sono fortunate ad avere istruzione e formazione per poter sviluppare le loro capacità. Nel 1939, una donna americana cieca, Genevieve Caulfield fondò la scuola di Bangkok per i non vedenti. La prima scuola che fornì istruzione alle persone con disabilità. Grazie a lei ha avuto inizio il Sostegno della Fondazione per i Ciechi che permette di finanziare il costo della scuola. Secondo il Ministro della Sanità Thailandese la disabilità viene suddivisa in 5 tipi ma secondo il Ministro dell'istruzione vengono classificate in 9 categorie. Oggi in Thailandia ci sono 1,9 milioni di disabili. In Thailandia ci sono circa non vedenti ma le informazioni non sono precise perché qualcuno non si registra. Riguardo alla scuola per i ciechi ha ora un totale di 11 sedi in tutto il paese, 2 pubbliche e 9 private. Il lavoro per i ciechi sono: la Lotteria Massaggi, Musicista, Profeta, Artigianato, lavori di ufficio, lavori autonomi. Riguardo alla tecnologia per i ciechi, la situazione in Thailandia è come negli altri paesi. I problemi per i ciechi in Thailandia sono: mancanza di una politica chiara e coerente, la mancanza di conoscenza delle risorse disponibili, la permanenza di atteggiamenti negativi nei confronti dei disabili, la mancanza di strutture per aiutare i non vedenti nell'uso di vari servizi pubblici, la mancanza di opportunità per i non vedenti e la mancanza di soluzioni alternative. I non vedenti hanno spesso un costo della vita che è superiore agli altri, come dimostrato in questo paese manca la qualità della vita per i non vedenti, trend di cambiamenti nella struttura della popolazione nella società thailandese, la necessità per i ciechi e le differenze di status e l'asimmetria del funzionamento dei ciechi e tra il governo e le organizzazioni del settore privato. Possibili soluzioni ai problemi del cieco: fornire riabilitazione e formazione di competenze in aree che soddisfano le esigenze del singolo, organizzare metodi di studio per favorire la disponibilità di apprendimento permanente, fornire una formazione efficace e completa per i non vedenti, sviluppale le prestazioni 7

8 possibili,attivare meccanismi per promuovere la professione per i non vedenti, recuperare servizi sanitari e accesso alle opportunità e fornire personale specializzato. Infine, si dovrebbe dare sostegno nella qualità della vita per i ciechi per essere in grado di sviluppare appieno le competenze e le conoscenze. Il cieco non è privo di talento. Il cieco autosufficiente ha opportunità sul posto di lavoro. La sua famiglia deve prendersene cura. Deve cambiare l'atteggiamento verso le persone con disabilità e deve capire che esiste la riabilitazione e che questa funziona. Infine entrambi i settori pubblico e privato devono lavorare insieme e spingere la politica per i non vedenti. Se tutte le parti lavorassero insieme, il cieco in Thailandia potrebbe avere un posto dignitoso nella comunità. Parole chiave: riabilitazione per disabilità in Thailandia, i ciechi in Thailandia 8

9 CAPITOLO I INTRODUZIONE 1.1 Lo sfondo e l'importanza del problema. Questa ricerca nasce dalle raccomandazioni della relatrice Dott.ssa Marcella Nalli ed anche perché la specializzanda è thailandese e vorrebbe presentare le informazioni acquisite sul metodo di riabilitazione per i ciechi in Thailandia. La maggior parte delle persone in Thailandia pensa che le persone disabili abbiano bisogno di aiuto. Ci sono molte persone che non hanno la possibilità di ottenere cure, in particolare le persone con disabilità che vivono nelle zone lontane dalle città'. United Nation (UN) dà la priorità alle persone con disabilità, soprattutto in termini di opportunità e di uguaglianza dei diritti e ha stipulato la Dichiarazione dei diritti delle persone con disabilità. Oggi anche la Thailandia ha riconosciuto l'importanza di appoggiare sempre più le persone con disabilità ed i diritti e le pari opportunità educative. Secondo la Costituzione della Thailandia BE 2540 (anno 1977)1, la legge sull'istruzione nazionale BE 2542 (anno 1999), sezione 10, ha chiaramente affermato che tutti hanno diritto e l'opportunità di studiare almeno per 12 anni (comprese le scuole superiori) gratuitamente grazie al supporto dello Stato.2 La legge sull'istruzione nazionale BE 2542 (anno 1999), sezione 10, paragrafo 2 e 3 viene detto quanto segue: "L'educazione per le persone con compromissione della comunicazione fisica, mentale, intellettuale, emotiva 1 La Costituzione della Thailandia BE 2540 (anno 1977) 2 La legge sull'istruzione nazionale BE 2542 (anno 1999), sezione 10 9

10 sociale e di apprendimento o con handicap fisici o persone disabili che non possono essere autosufficienti o svantaggiati devono avere il diritto e la possibilità di studiare. E hanno il diritto alle strutture educative, materiali e altre forme di assistenza educativa. Secondo le regole e le procedure prescritte in "persone che hanno disabilità fisiche o mentali che richiedono educazione speciale. I media e le tecnologie educative migliorano la modalità di apprendimento e contribuiscono a compensare le carenze di ogni tipo di disabilità in modo appropriato così da soddisfare le condizioni e le esigenze del pubblico riguardo alla formazione delle persone con disabilità. Grazie e questa legge ora la Thailandia è impegnata ed aiutare notevolmente le persone con disabilità. Non solo lo Stato ma anche gli Enti privati aiutano le persone con disabilità. 1.2 Lo scopo della ricerca. Questa ricerca si propone di raccogliere le informazioni generali per capire meglio com'è la Thailandia e studiare il metodo di riabilitazione per i ciechi in Thailandia. 1.3 L'ambito di ricerca. Questa è una ricerca qualitativa. Le informazioni sono state prese da internet a distanza. 1.4 Definizione dei termini Costituzione significa Costituzione della Thailandia BE 2540 (anno 1977). La legge sull'istruzione nazionale nasce dalla Costituzione della Thailandia BE 2540 (anno 1997) n. 16 dell'articolo 81 della presente legge, ci sono capitoli 78 e 9 Sezione. Riabilitazione si intende l'insieme dei mezzi per migliorare le prestazioni o rafforzare la capacità delle persone disabili. 10

11 1.5 Vantaggi Per informazione a chi è interessato o ha bisogno di lavorare con le organizzazioni di persone disabili in Thailandia Per chi è interessato a capire meglio le persone con disabilità in Thailandia Questa ricerca potrebbe essere un punto di partenza per la cooperazione con disabilità tra Thailandia e Italia in futuro. 11

12 CAPITOLO II LE INFORMAZIONI GENERALI DELLA THAIALNDIA 2.1 Le Informazioni generali della Thailandia La Thailandia La Thailandia (anche italianizzata Tailandia, in thai ประเทศไทย Prathet Thai), ufficialmente Regno di Thailandia (in thai ราชอาณาจกรไทย Ratcha Anachak Thai) è uno Stato del sud-est asiatico, confinante con Laos e Cambogia ad est, golfo di Thailandia e Malesia a sud, con il mare delle Andamane ed il Myanmar (exbirmania) ad ovest. La Thailandia è nota anche come Siam, che è stato il nome ufficiale della nazione fino al 24 giugno Il nome Siam è stato in seguito utilizzato dal 1945 fino al 11 maggio 1949, data della definitiva assunzione dell'attuale denominazione. La parola Thailandia deriva da Thai (ไทย), aggettivo che significa "libero" nella lingua thailandese perché la Thailandia è uno stato che non è stato oggetto di colonizzazione Geografia Con i suoi km² di superficie, la Thailandia è il 49º stato del mondo per estensione. È paragonabile per dimensioni alla Spagna. La Thailandia è sede di molte regioni geografiche distinte, in parte corrispondenti ai gruppi provinciali. Il nord del Paese è montagnoso, con il punto più alto corrispondente al monte Doi Inthanon a metri. Il nordest è costituito dall'altopiano del Khorat, e confina ad est con il fiume Mekong. Il centro della nazione è invece dominato dalla valle in gran parte pianeggiante del fiume Chao Phraya, che si getta nel golfo del Siam. Il sud è costituito dallo stretto ponte di terra dell'istmo di Kra che si allarga nella penisola malese. Sul golfo del Siam e sul mare delle Andamane sono presenti molte isole, le quali, con spiagge bianchissime 12

13 e attrezzature turistiche spettacolari e all'avanguardia, sono una delle principali fonti di ricchezza del paese degli uomini liberi. Alcuni nomi sono Phuket, Phi Phi Island, Koh Samui, Koh Lanta etc Suddivisione amministrativa della Thailandia La Thailandia è divisa in 76 provincie ( Verdi la Appendice) thailandese: จงหวด, changwat sia al singolare che al plurale, che sono geograficamente raggruppate in 6 regioni, Nord, Nord-Est, Centro, Ovest, Est e Sud. La capitale Bangkok non è una provincia vera e propria, ma un'area ad amministrazione speciale, viene considerata normalmente come la 77 provincia, poiché è amministrata come le altre. Il nome delle province è lo stesso di quello delle loro rispettive capitali. Le sole 6 province le cui capitali non sono le città più grandi, sono Tak (Mae Sot è la città più grande della provincia), Pathum Thani (Rangsit è la città più grande), Songkhla (Hat Yai è la città più grande), Chonburi (Pattaya è la città più grande), Narathiwat (Su-Ngai Kolok è la città più grande) e Prachuap Khiri Khan (Hua Hin è la città più grande). Bangkok è sia la città più popolosa in assoluto che quella più densamente popolata. La provincia più estesa è Nakhon Ratchasima, mentre quella meno estesa è Samut Songkhram. La provincia di Ranong è la meno popolata, mentre quella di Mae Hong Son è quella con la minore densità di popolazione. Ogni provincia è amministrata da un governatore, che è nominato dal Ministero degli Affari Interni. L'unica eccezione è Bangkok, il cui governatore è eletto dai suoi abitanti. La Thailandia è suddivisa in 998 distretti (Amphoe, อาเภอ). I 50 distretti di Bangkok sono chiamati khet (เขต), ma anche nei documenti ufficiali, a volte sono erroneamente identificato come Amphoe. Il numero di distretti in ogni province varia, da tre nelle province più piccole a cinquanta a Bangkok. I livelli di un'ulteriore 13

14 suddivisione amministrativa sono i Tambon ed i Muban. A Bangkok i Tambon sono chiamati Khwaeng Clima Le temperature variano in ragione delle zone, ad esempio nella Thailandia centrale, settentrionale e nort-est la stagione fredda va da metà ottobre a gennaio durante la quale le temperature scendono fino ai 15 C, la stagione calda intercorre tra febbraio e aprile con temperature che arrivano anche a 40 C infine la stagione delle piogge ha inizio a giugno e termina a ottobre. Nelle aree sud la stagione fredda è più breve dal momento che il monsone che soffia sulle regioni che si affacciano sul Mar delle Andamane fa si che le piogge terminino un paio di mesi dopo rispetto al resto del Paese. Il clima della Thailandia è tropicale quindi risente della circolazione monsonica. Vi si possono distinguere 3 stagioni: un periodo fresco e asciutto, da novembre a febbraio, quando soffia il monsone nord-occidentale; un periodo molto caldo, da marzo a metà maggio; la stagione delle piogge, da maggio a ottobre, determinata dal monsone sud-occidentale. Il clima locale è di tipo tropicale e caratterizzato dalla presenza dei monsoni. Tra metà maggio e settembre si assiste ad un monsone sudoccidentale caratterizzato da grande piovosità, caldo e nuvolosità. Tra novembre e metà marzo si assiste invece al manifestarsi di un monsone asciutto e freddo di nordest. L'istmo meridionale è invece caldo e umido. Accanto alla capitale Bangkok le città principali sono Nakhon Ratchasima, Khon Kaen, Udon Thani, Nakhon Sawan, Chiang Mai, Chiang Rai, Surat Thani, Phuket town e Hat Yai (Provincia di Songkhla) Popolazione Ci sono 63,878,267 milioni di persone in Thailandia di cui 32,426,466 milioni sono femmine e 31,451,801 milioni sono uomini3. 3 Popolazione della Thailandia dal 31 Dicembre BE 2553 (anno 2010) Dipartimento di provinciali Amministrativo, Ministero di Interiori, Thailandia 14

15 L'etnia Thai fa parte della grande famiglia dei Tai-Kadai i cui stanziamenti si estendevano dall'assam all'isola di Hainan, e dal Sichuan al sud dell'odierna Thailandia. Ne fanno parte anche gli Ahom nell'assam, gli Shan nella Birmania settentrionale, i Lao in Laos e in Thailandia, i Tày in Laos e Vietnam, i Nung in Vietnam, ed i Dai e gli Zhuang in Cina. Questi popoli hanno in comune l'origine della lingua, alcune tradizioni e feste, e professano quasi tutti il Buddhismo Theravada. Il popolo dei Thai si suddivide in quattro grandi sottogruppi: Thai centrali, nord-orientali (anche detti "Isan"), settentrionali e meridionali. I Thai centrali hanno a lungo dominato il paese dal punto di vista politico, economico e culturale, pur rappresentando solo 1/3 circa dell'intera popolazione ed essendo così di poco superati in numero dai Thai nord-orientale. A seguito dei processi di scolarizzazione e di formazione di un'identità nazionale, oggi gran parte dei thailandesi parla, accanto ai propri dialetti locali, anche la lingua thailandese ufficiale che è quella dei Thai centrali. Regione invasa dalle minoranze La principale minoranza non-thai è rappresentata dai cinesi, che hanno storicamente giocato un ruolo molto importante nell'economia, specie se rapportato alla loro consistenza numerica. Molti di essi sono ormai perfettamente adattati alla cultura thailandese e hanno perciò abbandonato il loro centro principale, la Chinatown di Bangkok. Altri gruppi etnici minoritari sono i malesi (lungo il confine meridionale), i mon, i khmer e alcune tribù delle colline. Con la fine della guerra in Vietnam, molti vietnamiti trovarono rifugio in Thailandia, specie nelle regioni nordorientale. Lingua nazionale è il thai, scritto con un proprio alfabeto. Numerosi e molto diffusi sono i dialetti thai, nel nord-orientale del paese è diffuso il dialetto dell'isan, molto simile alla lingua lao, sia l'uno che l'altra sono molto simili al thailandese. Le minoranze etniche utilizzano i propri idiomi (soprattutto mon e khmer). Sebbene sia ampiamente insegnato nelle scuole, l'inglese non è molto diffuso, specie nelle regioni più remote. 15

16 Stando all'ultimo censimento (2000), il 95% circa dei Thai professa il buddhismo Theravāda. Seguono i musulmani (4,6%), concentrati nel sud del Paese e rappresentati in particolare dalla minoranza malese. I cristiani, soprattutto cattolici, costituiscono invece lo 0,75% della popolazione. Nelle città vi sono infine esigue minoranze di sikh e hindu, nonché una piccolissima comunità ebraica risalente al XVII secolo Economia Scorcio suggestivo a Amphoe Palian, nella provincia di Trang; la Thailandia è anche una delle più importanti mete turistiche internazionali quasi il 70 % dell'intera popolazione thailandese è costituito da agricoltori, che coltivano una terra alluvionale così ricca che la Thailandia è al primo posto nel mondo per l esportazione di tapioca, al secondo per quella di riso e di caucciù, al terzo per quella di ananas in scatola. Inoltre questo paese è tra i principali esportatori di zucchero, granoturco e stagno. In via di sviluppo sono l industria dell abbigliamento e l elettronica. In via di incremento il turismo internazionale che si concentra, in particolar modo, nella zona costiera. La moneta locale è il Baht thailandese, che nel 1997 venne pesantemente svalutato in seguito ad una grave crisi economica, dando il via ad un effetto domino che fu una delle cause della famosa crisi delle "tigri asiatiche". La pesca viene fatta sulla tipica imbarcazione, la Kolae Settore primario Nel settore agricolo, il riso è l alimento base, ed è coltivato nelle pianure del Chao Phraya e del Mekong. Mais e manioca, sono gli altri due prodotti coltivati nel paese. Banane, caffè, tabacco, ananas, canna da zucchero e iuta, sono le colture da piantagione principali. La ricca vegetazione della Thailandia, fornisce vari tipi di legname pregiato, come il teak, il sandalo, il sapan e l ebano Settore secondario Nel settore minerario, la risorsa principale è lo stagno. Piombo, zinco, antimonio, sale, manganese, lignite, petrolio e gas naturale, rappresentano altre 16

17 produzioni di rilievo. Le industrie principali sono rappresentate dal tessile, agroalimentare, produzione di cemento e metallurgia dello stagno Settore terziario La Thailandia esporta prodotti elettronici, caucciù e autoveicoli. Vestiario e calzature, diamanti e preziosi, derivati del petrolio, in aggiunta a riso, crostacei e molluschi, sono gli altri prodotti più esportati dalla Thailandia La Bangkok capitale della Thailandia Bangkok (in thailandese กรงเทพ ฯ, กรงเทพมหานคร, o Krung Thep, Krung Thep Maha Nakhon) è la capitale e più grande città della Thailandia ed è situata lungo il fiume Chao Phraya, nei pressi del Golfo della Thailandia. Bangkok ha conosciuto negli ultimi anni un rapidissimo sviluppo industriale e rappresenta una delle città economicamente più dinamiche del Sud-est asiatico. La popolazione locale ama pensare che stia emergendo quale centro regionale competitivo nei confronti di Singapore e Hong Kong, ma è sfavorita da infrastrutture precarie e imponenti questioni sociali dovute alla sua rapida crescita. È anche una delle destinazioni preferite del turismo mondiale Storia Bangkok all'inizio era un piccolo centro commerciale e portuale, chiamato Bang Makok, posto vicino alla città di Ayutthaya, che era la capitale del Siam. Quando questa cadde nelle mani della Birmania, nel 1767, il nuovo re Taksin stabili' la capitale a Thonburi (ora parte di Bangkok) sul lato occidentale del fiume. Nel 1782 il re Rama I scelse Bangkok, situata sulla sponda orientale del fiume di fronte a Thonburi, come nuova capitale, sviluppandola, facendo costruire il sontuoso palazzo reale e dandole il nome Rattanakosin, che significa città del gioiello. Per gioiello si intende il Buddha di Smeraldo, una statua che rappresenta il palladio della casa regnante ed è conservata in città nel Wat Phra Kaew. Il Regno di Thonburi, nato sulle ceneri del Regno di Ayutthaya, a sua volta diventava il regno di Rattanakosin, o Regno del Siam che sarebbe durato fino al 1932, quando il re Rama VII concesse la costituzione e divenne semplicemente il 17

18 Regno del Siam. Nel 1939 avrebbe nuovamente mutato il nome in Regno di Thailandia. Re Rama I diede a Bangkok anche un lunghissimo nome cerimoniale (vedi sezione specifica) che fu in seguito leggermente modificato da Re Rama IV Mongkut, e la cui abbreviazione, Krung Thep Maha Nakhon, è l' attuale nome ufficiale che significa "città degli angeli, grande città". I thailandesi e i laosiani la chiamano semplicemente Khrung Thep, ma nel resto del mondo si è sempre continuato a chiamarla Bangkok. Nel 2011 è sede del film "Una notte da leoni 2" Amministrazione Dal punto di vista amministrativo, Bangkok è una delle due zone a statuto speciale della Thailandia, non è ufficialmente una provincia, ma è inclusa nella lista delle province in quanto i suoi abitanti eleggono il governo provinciale, come avviene nelle altre 76 province statali (changwat). Il governo della città si divide in 2 parti: - quella del potere esecutivo, che è demandato al Governo provinciale; nelle ultime elezioni del 2009 è stato eletto governatore di Bangkok Sukhumbhand Paribatra - quella del potere legislativo, che è affidato al Consiglio metropolitano; di cui è presidente Thawatchai Piyanonthaya dopo le elezioni del Bangkok è suddivisa in 50 distretti chiamati khet (nelle altre province i locali distretti sono chiamati amphoe), che sono a loro volta suddivisi in 154 khwaeng (แขวง). La provincia, come è attualmente, fu creata nel 1972, quando la precedente provincia di Bangkok (changwat Phra Nakhon) venne fusa con quella di Thon Buri. Lo stemma della città mostra il Dio del temporale Indra che cavalca tra le nuvole Erawan, una creatura mitologica simile ad un elefante (rappresentata a volte con tre teste). Nella sua mano Indra impugna la folgore, che è la sua arma. Lo 18

19 stemma si ispira a un dipinto del principe Naris, un artista figlio del re Rama IV. Il simbolo della città di Bangkok è una pianta, il ficus benjamin Geografia La provincia di Bangkok è quasi interamente coperta dalla città, e si estende per 1568,7 km², facendo di Bangkok una delle più grandi città del mondo. L'area metropolitana si estende oltre i confini della provincia nelle vicine province che sono: Samut Sakhon e Samut Prakan a sud, Nakhon Pathom a ovest, Pathum Thani, Nonthaburi e Nakhon Nayok a nord, e Chachoengsao ad est. Inoltre l'area di Bangkok ha uno sbocco sul mare con un tratto di costa lungo 4,4 km. Si trova sulle rive del fiume Chao Phraya che, malgrado la relativa lunghezza (372 km), è ampissimo e navigabile. Una complessa rete di canali (khlong) ha dato alla città l'appellativo di Venezia dell'est. Negli ultimi decenni molti di questi canali sono stati coperti per far posto a nuove arterie stradali di un sempre più congestionato traffico cittadino, su quelli rimasti vi sono ancora trasporti di merci e passeggeri, nonché alcune abitazioni galleggianti. Il centro di Bangkok è situato a 2 metri sul livello del mare e durante la stagione delle piogge subisce frequentemente allagamenti ed esondazioni del fiume e dei canali. La municipalità di Bangkok negli ultimi anni ha provveduto a creare degli argini più alti sui canali più a rischio, ma un altro fattore che aggrava il problema è il progressivo affossamento della città che giace quasi esclusivamente su un terreno paludoso. La media delle temperature massime mensili supera sempre i 31 C mentre la media delle minime non scende mai sotto i 21 C. Le stagioni sono 3: - la stagione delle piogge che comincia verso la metà di maggio e dura fino alla seconda metà di ottobre, con un picco di precipitazioni a settembre in cui la media mensile è di 344 mm. - la stagione fresca che inizia a ottobre e finisce verso la metà di febbraio; anche se in questo periodo di giorno continua a fare caldo, di notte la 19

20 temperatura scende a livelli accettabili, in gennaio e in dicembre la temperatura minima media è di 21 C. - la stagione calda che va da febbraio a maggio; in cui il mese più caldo è aprile, quando la temperatura media minima è di 26 C e la massima di 35 C. Il governo cittadino sta cercando di arginare l' eccessiva urbanizzazione ed industrializzazione con la creazione di grandi parchi in alcuni quartieri periferici ma il centro città offre pochi spazi verdi, tra questi vanno citati il parco Lumphini e Sanàm Lùang in centro, e il parco Chatuchàk a nord Economia Bangkok è il centro economico della Thailandia e vi hanno sede le maggiori banche e le maggiori istituzioni finanziarie del paese. Sono presenti molte filiali di banche straniere e diverse multinazionali vi hanno stabilito il loro quartier generale per il sud-est asiatico. La Borsa thailandese ha la sua sede in centro. Le zone industriali sorgono nelle periferie a sud e ad ovest. Il porto è situato lungo il fiume Chao Phraya vicino al centro nel distretto di Khlong Toei, enormi chiatte solcano le acque del fiume trasportando ingenti quantitativi di materiale. Per decentrare le attività produttive e diminuire l'inquinamento nonché il traffico di automezzi pesanti, il governo thailandese sta sviluppando il settore industriale nella fascia costiera a sud-est di Bangkok nella vasta zona compresa tra la provincia di Samut Prakan e la provincia di Rayong. In tale zona nel 1981 è stato costruito il porto di Laem Chabang non lontano da Pattaya, che spedisce e riceve la maggior parte dei container internazionali, è diventato il più trafficato porto della Thailandia e il 20º del mondo. Con l'espandersi delle attività commerciali e finanziarie che hanno fattodella Thailandia una delle tigri economiche dell'asia, c'è stato un boom nella costruzione di grattacieli, se ne contano oltre 1000, che la piazzano al 17º posto fra le città con più grattacieli al mondo 20

21 Accanto alle classi privilegiate e a un ceto medio le cui entrate sono buone se proporzionate al costo della vita, vi sono larghi strati di popolazione che vivono sotto la soglia di povertà, e con il miraggio di sfuggire alla miseria delle aree più depresse della Thailandia e dei paesi confinanti, c' è sempre più gente ed immigrati clandestini che arrivano e ingrandiscono le numerose baraccopoli disseminate in città. Il turismo è una delle fonti principali di ricchezza. La città è anche un famoso centro di gioielleria, ricco di botteghe artigianali che lavorano l'argento e il bronzo. Molti commercianti stranieri ed esportatori vengono per comprare tali prodotti, oltre a capi di vestiario, oggettistica, ecc. per il buon rapporto tra qualità e prezzo. Tra le zone cittadine commercialmente più vive ci sono Yaowarat, che è la Chinatown di Bangkok, e Pahurat, l'adiacente zona indiana Turismo Secondo una stima del ,5 milioni di turisti hanno visitato la Thailandia in quell'anno, facendone il 14º paese più visitato al mondo. Nello stesso anno il turismo ha rappresentato il 6.7% del prodotto interno lordo thailandese. Bangkok rappresenta il polo di attrazione principale del settore. L'instabilità politica e i duri scontri di piazza che si sono verificati tra il 2008 ed il 2010 hanno determinato una flessione degli arrivi. L'enorme varietà di strutture ricettive richiama a Bangkok ogni tipo di turista, da quello che viaggia in economia e che pernotta nella zona di Khaosan road, non lontana dal Palazzo reale, a quello che cerca alberghi lussuosi, molti dei quali si trovano lungo il Chao Phraya. Bangkok offre innumerevoli attrattive turistiche. Ci sono moltissimi templi e palazzi di grande valore storico-artistico (vedi paragrafo cultura). 21

Progetto n. K 117. La scuola della Speranza. Assistenza ai bambini profughi provenienti dal Myanmar attraverso sostegni scolastici e socio-sanitari

Progetto n. K 117. La scuola della Speranza. Assistenza ai bambini profughi provenienti dal Myanmar attraverso sostegni scolastici e socio-sanitari PONTIFICIO ISTITUTO MISSIONI ESTERE CENTRO DI CULTURA E ANIMAZIONE MISSIONARIA UFFICIO AIUTO MISSIONI - SETTORE PROGETTI Via Mosè Bianchi, 94 20149 MILANO Tel. 02-43.82.01-e.mail: progetti@pimemilano.com

Dettagli

VIAGGIO DI NOZZE. Luca & Elena. Seguono dettagli prenotazione e intero programma di viaggio

VIAGGIO DI NOZZE. Luca & Elena. Seguono dettagli prenotazione e intero programma di viaggio VIAGGIO DI NOZZE Luca & Elena Seguono dettagli prenotazione e intero programma di viaggio VOLI PRENOTATI : MALPENSA-DOHA DOHA-BANGKOK BANGKOK-CHIANG RAI BANGKOK-PHUKET PHUKET-BANGKOK BANGKOK-DOHA DOHA-MALPENSA

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

La Finlandia confina a nord con la Norvegia, a est con la Russia, a ovest con la Svezia; a sud e a ovest è bagnata dal Mar Baltico.

La Finlandia confina a nord con la Norvegia, a est con la Russia, a ovest con la Svezia; a sud e a ovest è bagnata dal Mar Baltico. Finlandia La Finlandia confina a nord con la Norvegia, a est con la Russia, a ovest con la Svezia; a sud e a ovest è bagnata dal Mar Baltico. Il suo territorio fu ricoperto da antichi ghiacciai che hanno

Dettagli

+ 4.30 (rispetto all Italia) con ora solare; + 3.30 (rispetto all Italia) con ora legale.

+ 4.30 (rispetto all Italia) con ora solare; + 3.30 (rispetto all Italia) con ora legale. India Data la vastità e la conformazione orografica, l India ha vari tipi di clima, anche molto differenti, che si possono riassumere in tre stagioni: estiva, invernale e monsonica. L estate (aprile-giugno)

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

www.wadidestination.com pag.1

www.wadidestination.com pag.1 Mae. Viaggio di 12 giorni con mini tour di gruppo a partenze garantite del nord della Thailandia + soggiorno mare a Phuket o Koh Samet o Phi Phi Island o Koh Lipe. Il programma di viaggio prevede un itinerario

Dettagli

Diritto allo studio. da quando, come è concepito, vengono rispettate norme e leggi in questo senso?

Diritto allo studio. da quando, come è concepito, vengono rispettate norme e leggi in questo senso? Diritto allo studio da quando, come è concepito, vengono rispettate norme e leggi in questo senso? La Costituzione Il 1 luglio del 1866 fu approvata la prima Costituzione della Romania, che ha subito delle

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

Le attività umane. Mondadori Education

Le attività umane. Mondadori Education Le attività umane L economia di uno Stato comprende le risorse naturali e le attività lavorative praticate dai suoi cittadini. L economia è divisa in tre settori: primario, secondario, terziario. Il settore

Dettagli

Informazioni generali: - Sardegna -

Informazioni generali: - Sardegna - Informazioni generali: - Sardegna - LE ORIGINI DEL NOME: Il nome deriva dall antico popolo che la abitava: i Sardi. Colonizzata dai Fenici, poi dai Greci, fu da questi ultimi chiamata Ienusa, perché nella

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans

Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans Paesi partecipanti: ESTONIA ITALIA POLONIA SPAGNA SITO INTERNET: www.youthchange.eu Scuole partecipanti: ESTONIA:

Dettagli

COSA SONO I D.S.A.? circoscritte

COSA SONO I D.S.A.? circoscritte D.S.A. COSA SONO I D.S.A.? Si parla di D.S.A.quando un bambino mostra delle difficoltàcircoscrittenella lettura, nella scrittura o nel calcolo, in una situazione in cui lo sviluppo intellettivo ènella

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana FOTO Panorama di Torino Capoluogo dell'omonima provincia, con 2,3 milioni di abitanti. È una delle province più estese d'italia oltre ad essere la provincia con il più alto numero di comuni (315). Torino

Dettagli

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Il territorio del Vietnam Il Vietnam è uno stato del Sud-est Asiatico. Confina a nord con la Cina, a Ovest con il Laos e la Cambogia, a est e a sud si affaccia

Dettagli

Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia

Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia Dr. Atanasio Kiriazopulos 20/06/2010 1 Argomenti della discussione Generalità Finanziamento Ospedali Medicina di Base Personale Medico Personale Infermieristico

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo Assessorato ai Trasporti Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo La mobilità delle persone in ambito urbano

Dettagli

Thailandia. Dal 26dicembre 2015 al 06gennaio 2016. 26 Dicembre 2015 MOBILTRAVEL BOLOGNA ISTANBUL BANGKOK

Thailandia. Dal 26dicembre 2015 al 06gennaio 2016. 26 Dicembre 2015 MOBILTRAVEL BOLOGNA ISTANBUL BANGKOK Thailandia Trovarsi a piedi nudi sulla spiaggia a guardare il cielo che si riempie di candele che portano in alto desideri e speranze in mezzo a centinaia di estranei e sentirsi in sintonia con tutto questa

Dettagli

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Classe 1 A Liceo Nazione: Romania La Romania è un paese dell est europeo, confinante con Bulgaria, Ucraina, Ungheria e Moldavia, ma anche con il Mar Nero. La sua capitale

Dettagli

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali

Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali ECONOMIA DELL'ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE a.a. 2012/2013 - Prof. G. Favretto Investimenti in formazione ed istruzione: uno sguardo su dati Internazionali, Nazionali e Regionali Serena Cubico Ricercatore

Dettagli

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE della Provincia di Varese SCHEDA Stato Illinois Profilo Economico Commerciale Introduzione (aggiornato con i dati disponibili a marzo 2012) Fonte ICE L Illinois è

Dettagli

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI.

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI. LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 UN PO DI STORIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AREA SOVRADISCIPLINARE LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA LINGUA ITALIANA Obiettivi

Dettagli

Densità della popolazione

Densità della popolazione http://digilander.libero.it/ilmiobrasile/mappe.htm MAPPE VARIE http://www.framor.info/viaggi/america/brasile.php BREVE DESCRIZIONE http://www.icponte.it/ipertesti/america_meridionale/index.htm IPERTESTO

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

LA REGIONE BRITANNICA

LA REGIONE BRITANNICA LA REGIONE BRITANNICA La Regione Britannica è formata solo da isole. Le più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda (che è divisa in due parti: l Irlanda del Nord e L Eire). QUANTE ISOLE FORMANO LA REGIONE

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce Il Mercato Thailandese Attori principali del settore agro-industriale Il settore agro-industriale thailandese conta oltre 10,000 aziende attive tra locali ed internazionali, e possibile raggruppare in

Dettagli

CLASSIC THAILAND OUR CODE: TTSBC 2012 TOUR DI 16 GIORNI 15 NOTTI DA BANGKOK A PHUKET DA $ 1.750

CLASSIC THAILAND OUR CODE: TTSBC 2012 TOUR DI 16 GIORNI 15 NOTTI DA BANGKOK A PHUKET DA $ 1.750 CLASSIC THAILAND OUR CODE: TTSBC 2012 TOUR DI 16 GIORNI 15 NOTTI DA BANGKOK A PHUKET DA $ 1.750 Questo tour fa per me? STILE: ORIGINAL TIPO DI VIAGGIO: BASIC PARTENZE GARANTITE: Gruppo: Max 10/12 persone.

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA

ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA Disturbi Specifici dell apprendimento - Coinvolgono oltre 1,5 mln di persone in Italia. PARI A: - Oltre il 4,5% degli studenti. I DSA NON POSSONO DUNQUE ESSERE IGNORATI

Dettagli

Handicap visivo e cecità: 10 domande e risposte

Handicap visivo e cecità: 10 domande e risposte Handicap visivo e cecità: 10 domande e risposte 1. Quando si è considerati portatori di un handicap visivo?... 2 2. Quante persone cieche, ipovedenti e con doppio handicap uditivo e visivo vivono in Svizzera?...

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE L insegnamento delle scienze dovrebbe essere caratterizzato dall utilizzo e dall acquisizione delle metodologie euristiche, che alimentano

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA DISABILITA

EDUCAZIONE ALLA DISABILITA EDUCAZIONE ALLA DISABILITA PROGETTI DI SENSIBILIZZAZIONE ALL HANDICAP PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE La Fondazione Placido Puliatti onlus promuove, sostiene e svolge attività per la prevenzione, la cura,

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Sistema scolastico della Repubblica Ceca

Sistema scolastico della Repubblica Ceca Sistema scolastico della Repubblica Ceca Organizzazione del sistema scolastico La frequenza scolastica nella Repubblica Ceca è obbligatoria dai 6 ai 15 anni. La maggior parte dei bambini frequenta scuole

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 SCHEDA PAESE Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 PRINCIPALI CONCLUSIONI ITALIA I tassi d iscrizione all università sono aumentati dopo che l Italia ha introdotto una nuova struttura

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Il disegno di legge per una mobilità nuova

Il disegno di legge per una mobilità nuova Il disegno di legge per una mobilità nuova Dopo l incredibile giornata di sabato 4 Maggio, che ha visto le strade di Milano invase da decine di migliaia di persone a piedi e in bici, oggi vi presentiamo

Dettagli

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE 1 I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE Nella fascia tropicale ci sono tre paesaggi: la foresta pluviale, la savana, il deserto. ZONA VICINO ALL EQUATORE FORESTA PLUVIALE Clima: le temperature sono

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

L'Asia Il continente più vasto del mondo

L'Asia Il continente più vasto del mondo L'Asia Il continente più vasto del mondo Morfologia L Asia è il continente più vasto del mondo. Si estende dal Polo Nord all Equatore e dal Mediterraneo all oceano Pacifico. È separata dall Europa dai

Dettagli

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco.

La Regione francese. Il territorio. La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. La Regione francese BELGIO LUSSEMBURGO FRANCIA La Regione francese si trova nell Europa occidentale. È formata da 4 Stati: Francia, Belgio, Lussemburgo e Monaco. MONACO Il territorio Mare del Nord TERRITORIO

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI STUDIARE L ITALIANO IN UNA UNIVERSITÀ MEDITERRANEA 1 Perché scegliere Cagliari? Situata al centro del golfo degli angeli, che si apre

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

quanto il problema principale la comprensione delle lezione tenuta dal docente in aula può venire risolto collocando lo studente in una posizione

quanto il problema principale la comprensione delle lezione tenuta dal docente in aula può venire risolto collocando lo studente in una posizione L'esperienza del Politecnico di Torino nella gestione dell'integrazione nell'università e dell'accessibilità alle risorse didattiche da parte di studenti audiolesi I sordi in università Negli ultimi anni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Associazione per lo sviluppo dell alta cultura in Milano, Ricordo della posa della prima pietra per le nuove sedi

Dettagli

Attività/ settori economici

Attività/ settori economici 1 PRIMARIO SECONDARIO Attività/ settori economici TERZIARIO 2 ATTIVITA ECONOMICHE: Servono ad organizzare le risorse disponibili per soddisfare i BISOGNI dell uomo. BISOGNO: tutto ciò di cui l uomo ha

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13)

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) Prima di tutto vorrei ringraziarvi della Vostra calorosa accoglienza e, nello stesso tempo,

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Ufficio Statistica 8 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Fonte:

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Curriculum vitae di Manuela Rijillo

Curriculum vitae di Manuela Rijillo Curriculum vitae di Manuela Rijillo Informazioni personali Istruzione Nazionalità: Italiana Data di nascita: 23 Settembre 1977 Luogo di nascita: Catanzaro Residenza: Modena 1996 Liceo Scientifico Wiligelmo

Dettagli

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Ottobre 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 12 Tutti in autobus,

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013)

COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013) 16 Gennaio 2014 COMUNICATO STAMPA Bollettino di statistica IV trimestre 2013 (ottobre-dicembre 2013) L Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica comunica la sintesi dei principali aggiornamenti

Dettagli

La Francia fisica PONTE DI TRANSITO. In Europa la Francia occupa un importante ruolo non solo

La Francia fisica PONTE DI TRANSITO. In Europa la Francia occupa un importante ruolo non solo La Francia fisica PONTE DI TRANSITO In Europa la Francia occupa un importante ruolo non solo Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it Pagina 1 di 5 geografico ma anche economico e politico. Per

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16 Gentile insegnante, preparare una visita al Museo e Villaggio Africano significa affrontare in una prospettiva interdisciplinare qualsiasi aspetto della realtà, dai gesti del corpo ai rapporti familiari,

Dettagli

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 DSA - disturbi specifici dell apprendimento L apprendimento Ciascun allievo impara in maniera diversa, ognuno con un proprio stile di apprendimento. L insegnamento deve tener

Dettagli

AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010

AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010 AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010 AVSI- Sostegno A Distanza Rapporto attività anno 2010 Pagina 1 AVSI- Sostegno A Distanza Rapporto attività anno 2010 Pagina 2 Rapporto

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA

LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA LE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IN ITALIA di Liana Verzicco L UNIVERSITÀ Il contesto internazionale: lo spazio europeo dell istruzione superiore Nel XXI secolo sarà la conoscenza

Dettagli

I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni

I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni Dr. Michele Corcio Vicepresidente Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità Cecità legale: definizioni e classificazione cecità legale fino

Dettagli

Disturbi Specifici dell apprendimento. Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta

Disturbi Specifici dell apprendimento. Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta Disturbi Specifici dell apprendimento Dott.ssa Valentina Genitori D Arrigo Psicologa e Psicoterapeuta Con il termine Disturbi Specifici dell Apprendimento (DSA) vengono indicate una serie di difficoltà

Dettagli

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE Progetto TI MUOVI Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE LA BUONA STRADA A cura della I A (anno scolastico 2009-2010) Scuola secondaria di primo grado CARLO LEVI - I.C. King GRUGLIASCO IL NOSTRO PERCORSO

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

N.ARTIC. TITOLO ARGOMENTO ORDINE DI NOTE SCUOLA 001 * Ascolto è crescere Per alunni stranieri,

N.ARTIC. TITOLO ARGOMENTO ORDINE DI NOTE SCUOLA 001 * Ascolto è crescere Per alunni stranieri, N.ARTIC. TITOLO ARGOMENTO ORDINE DI NOTE SCUOLA 001 * Ascolto è crescere Per alunni stranieri, con sostegno e casi di bullismo 002 Insieme per crescere Troppo teorico 003 Costruire una comunità accogliente

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF

Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF Enrica Costantini * Il Bangladesh è uno dei Paesi più poveri al mondo il 43,3% della popolazione sopravvive con meno di 1 dollaro al giorno ed è anche uno dei

Dettagli

Da Il tutto è falso di G. Gaber

Da Il tutto è falso di G. Gaber ma noi siamo talmente toccati da chi sta soffrendo, ci fanno orrore la fame, la guerra e le ingiustizie nel mondo. Com è bello occuparsi dei dolori di tanta, tanta gente, dal momento che in fondo non ce

Dettagli

I tribali delle Palani Hills. Tamil Nadu India del Sud

I tribali delle Palani Hills. Tamil Nadu India del Sud I tribali delle Palani Hills Tamil Nadu India del Sud Tamil Nadu Il Tamil Nadu è uno stato federato situato sulla costa orientale della penisola indiana, è l undicesimo stato più grande dell India; presenta

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

4.1 Novità e caratteristiche

4.1 Novità e caratteristiche 34 4.1 Novità e caratteristiche Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici e si distinguono nettamente da questi ultimi, perché

Dettagli

6 - Interventi e indicatori di risposta

6 - Interventi e indicatori di risposta 6 - Interventi e indicatori di risposta 6.1 Gli adempimenti previsti dalla legislazione Tra le azioni attuate dal Comune di Padova in risposta a precise disposizioni di legge in materia di inquinamento

Dettagli

Bolzano/Bozen. I numeri del comune. Abitanti* 105.713 515.714 Superficie (km 2 ) 52,29 7.398,38 Densità (ab. per km 2 ) 2.

Bolzano/Bozen. I numeri del comune. Abitanti* 105.713 515.714 Superficie (km 2 ) 52,29 7.398,38 Densità (ab. per km 2 ) 2. Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Bolzano/Bozen I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.7.7 Superficie (km ),9 7.98,8 Densità (ab. per km )., 9,7 * al.. Numero Addetti unità locali

Dettagli

PROGETTO COMES Servizio di assistenza specialistica per gli alunni disabili

PROGETTO COMES Servizio di assistenza specialistica per gli alunni disabili PROGETTO COMES Servizio di assistenza specialistica per gli alunni disabili ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Piano d intervento Il piano di lavoro elaborato per l anno scolastico 2011/2012 dallo specialista dell

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "ALBERT EINSTEIN" ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI e SCIENTIFICO TECNOLOGICO PERFEZIONAMENTO ENERGETICO-AMBIENTALE CORSO SERALE e EDUCAZIONE PER ADULTI 00168 ROMA -

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

IISTRUZIONE PER L USO

IISTRUZIONE PER L USO IISTRUZIONE PER L USO L Istituto di Istruzione Superiore Via Lentini 78 Roma nasce il Settembre 0 dall aggregazione dell ITC S.Pertini con sede in Via Lentini 78 Roma e dell IIS G.Falcone con sedi in

Dettagli

LE FATTORIE DIDATTICHE

LE FATTORIE DIDATTICHE LE FATTORIE DIDATTICHE La Comunità europea ha incoraggiato lo sviluppo di attività di servizio e didattiche all interno delle aziende agricole attraverso l applicazione dell articolo 33 del regolamento

Dettagli