1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria"

Transcript

1 CITTÀ DI TORINO 1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria Come già esposto nelle precedenti Relazioni l approvazione dei Piani relativi alle varie triennalità ha tenuto conto degli indirizzi e delle Azioni approvati dal Consiglio Comunale del 2 novembre 1998 con apposito atto deliberativo (mecc. n /07 Prima Triennalità 1997/1999) e di quanto emerso dalle consultazioni effettuate con il Terzo Settore, le AASSLL, il Centro di Giustizia Minorile e il Ministero dell istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Regionale Generale del Piemonte (ex Provveditorato agli Studi). La terza triennalità continua il percorso già sperimentato e altamente positivo articolandosi nell ambito della progettazione annuale dei servizi rivolgendo l attenzione ai processi di educazione informale e formale attinenti la vita di bambini, adolescenti adulti, gli ambienti e le opportunità di crescita culturale e personale, il sostegno alla genitorialità, ma anche l offerta di percorsi didattici sempre più qualificati e occasioni sempre più varie di esperienze educative. Si rafforza la rete di solidarietà sociale, rispondendo ai bisogni più acuti e operando sempre maggiormente dove le disuguaglianze e le marginalità sono più forti. Il Progetto Torino, Città Educativa continua la sua attività di riferimento organizzativo per l applicazione della Legge 285/97 nella Città di Torino, confermando la logica di Piano e di Sistema. Sempre operativo nell ambito della Divisione Servizi Educativi, conferma il suo incarico di Segreteria Nazionale AICE, di raccordo con le 30 Città educative Italiane, di riferimento per il Laboratorio Città Sostenibile. Inoltre l ufficio, in collaborazione con l Università agli Studi di Torino Dipartimento di Psicologia ha avviato una Ricerca sui Micronidi nidi familiari presenti sul territorio cittadino dal 2000 al 2003 (vedi punto 2.2.1). 1.1 Atti integrativi delle procedure di avvio della L.285/97 eventualmente adottati dalla Città Riservataria (Consiglio Comunale, Giunta Comunale, Assessorati competenti) Seguono gli elenchi delle attività amministrative come segnalate dai differenti Servizi. Divisione Servizi Educativi n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Giunta Comunale /07 2 Delibera Giunta Comunale /07 1 Determina Dirigenziale /007 2 Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97. Approvazione Terzo Piano Territoriale di Intervento ( ). Ripartizione fondi anno 2003 Legge 285/97. Attuazione Piano Territoriale di Intervento della Divisione Servizi Educativi Legge 285/97 Centri estivi comunali estate ragazzi Attività presso le scuole Gozzi-Olivetti; Anna Frank; Gabelli; Salgari. Contributo ,00 Legge 285/97. Noleggio ed installazione di pagode affidamento. Spesa 9.570,00 data 28/10/ /12/ /7/ /7/ Determina Dirigenziale Legge 285/97. Acquisto arredi ludico-didattici. 17/7/2003

2 /007 Affidamento. Spesa 3.327,60 4 Determina Dirigenziale /007 5 Determina Dirigenziale /007 6 Determina Dirigenziale /007 7 Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Manifestazione dei servizi educativi. Affidamento alla Croce Rossa Italiana. Spesa 600,00 Legge 285/97. Manifestazione dei servizi educativi. Servizio di sorveglianza notturna. Affidamento. Spesa 6.834,24 Legge 285/97. Noleggio aste telescopiche e acquisizione di bandiere stampate per manifestazione dei servizi educativi. Affidamento. Spesa 5.100,00 Legge 285/97. Fornitura tessuti d'arredo. Affidamento. Spesa 2.183,40 21/7/ /7/ /7/ /7/2003 n. tipologia atti amministrativi 8 Determina Dirigenziale /007 9 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Ulteriore affidamento alla ditta Covertech. Spesa 1.080,00 Legge 285/97. "Cresco con Torino". Trasporto, montaggio e smontaggio stand "La Città in gioco". Affidamento. Spesa 5.280,00 Legge 285/97. "Cresco con Torino". Fornitura energia elettrica. Affidamento. Spesa 1.389,00 Legge 285/97. Noleggio asta telescopica e acquisto di bandiera stampata per manifestazione dei servizi educativi. Ulteriore affidamento. Spesa 438,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa ,36 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Montaggio e smontaggio telo stand "La Città in gioco". Spesa 1.254,00 Legge 285/97. Stampa di materiale per la manifestazione "Cresco con Torino". Affidamento. Spesa 1.134,00 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Ulteriori affidamenti. Spesa 4.551,57 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Provvedimenti assicurativi. Ulteriore affidamento. Spesa 210,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 1.032,91 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Tavola rotonda "L'infanzia e la sua scuola". Spesa 271,25 Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00. Spesa ,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Ulteriore affidamento. Spesa 3.450,00 Legge 285/97. Affidamento incarico per attività di ricerca nei servizi innovativi per la prima infanzia. Spesa 3.797,50 Legge 285/97. Devoluzione di contributo per la realizzazione di ricerca al dipartimento di scienze sociali dell'università di Torino in esecuzione della deliberazione mecc. n /007 della G.C. del Spesa 7.000,00 Legge 285/97. Trattativa privata n. 232/2003. Aggiudicazione e affidamento alla Cooperativa C.e.m.e.a. del Piemonte. Spesa ,40 Legge 285/97. Stampa di materiale vario per i progetti "famiglia" e "Un anno per crescere insieme". Spesa 9.960,00 Legge 285/97. Protocollo specifico d'intesa fra la Città di Torino e l'ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino sul tema "L'architetto dei bambini". Approvazione. Spesa ,00 data 23/7/ /7/ /7/2003 1/8/2003 4/8/2003 8/8/2003 1/9/ /9/ /9/ /9/ /9/ /9/2003 6/10/ /10/2003 6/11/2003 5/11/ /11/ /11/ Determina Dirigenziale Legge 285/97. Acquisto software. Affidamento. 14/11/2003

3 /007 Spesa 1.800,00 27 Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Progetto "Teatro in ospedale". Spesa 3.470,00 28 Determina Dirigenziale Legge 285/97. Progetto "Cer pale chavore'" /007 Affidamento ,62. Spesa ,62 29 Determina Dirigenziale Legge 285/97. Laboratorio Città sostenibile delle /007 bambine e dei bambini. Affidamento incarico consulenza scientifica. Spesa ,20. Impegno di spesa a carico della Città 8.198,63 30 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Progetto "Le famiglie del 2000". Incontri e seminari tematici sull'educazione. Affidamento incarichi professionali ,32 Legge 285/97. Centri gioco o punti d'incontro. Affidamento. Spesa ,00 Legge 285/97. Progetto "Osservatorio cittadino sui minori". Affidamento incarico ,00. Impegno di spesa a carico della Città ,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa 6.700,00 Fondazione Compagnia San Paolo. Finanziamento. Accertamento entrata. Impegno spesa ,00 14/11/ /11/2003 2/12/2003 4/12/2003 9/12/2003 9/12/ /12/ /1/2004 n. tipologia atti amministrativi 35 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97: indizione gara a trattativa privata ai sensi del d. L.gs. 17 marzo 1995 n. 157 e approvazione del capitolato speciale. Spesa presunta ,00 oltre I.V.A. Legge 285/97. Progetto "Osservatorio cittadino sui minori". Affidamento incarico ,60. Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00. Legge 285/97. Centri gioco e/o punti d'incontro. Affidamenti ,06 Legge 285/97. Laboratorio Città sostenibile delle bambine e dei bambini. Attività di progettazione partecipata. Affidamento incarichi. Spesa 6.120,00 Legge 285/97. Realizzazione festival "Under 15". Affidamento ,00 Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00 Legge 285/97. Provvedimenti assicurativi. Affidamento. Anticipazione Città per finanziamento Presidenza Consiglio Ministri. Autorizzazione. Impegno di spesa 3.360,00 Legge 285/97. Festival "Under 15". Stampa pieghevoli, locandine ed inviti. Affidamento ,00 Legge 285/97. Indizione gara a trattativa privata per l ampliamento del servizio delle ludoteche comunali. Approvazione del capitolato speciale. Spesa presunta ,00 oltre I.V.A Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa ,11 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 3.098,73 Legge 285/97. Micronidi familiari. Stampa voucher educativi. Affidamento ,93 Legge 285/97. Micronidi familiari. Commissione di valutazione. Nomina e indennità di presenza ai componenti. Spesa 1.176,80 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 2065,82. Legge 285/97. Progetto famiglia. Acquisto di un videoproiettore. Affidamento ,00 Legge 285/97. Seminario "Servizi alle famiglie del comune di Torino a confronto con altri comuni". Organizzazione. Spesa 2.120,00 data 23/1/ /1/ /1/2004 2/2/ /2/ /2/2004 3/3/2004 4/3/ /3/ /3/ /3/ /3/2004 5/4/2004 6/4/2004 7/4/ /4/ /4/2004 3

4 52 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97."Cogli l'estate 2004" - Centri di attività per ragazzi dagli 11 ai 14 anni - affidamenti ,60 Legge 285/97. Progetto "Genitori insieme". Incontri e seminari tematici sull'educazione. Affidamento incarichi professionali ,67 Legge 285/97. Convegno "A misura di famiglia". Affidamento. Spesa 551,20 Legge 285/97. Seminario "Torino a confronto con altri comuni". Affidamento incarichi ai relatori. Spesa 1.909,60 Determinazione: Legge 285/97. Stampa di pieghevole per il Progetto Famiglia. Spesa 1.260,00 Legge 285/97. Ampliamento del servizio Gruppo Gioco in Ospedale. Aggiudicazione. Affidamento. Spesa ,00 Legge 285/97. Centri gioco e/o punti d'incontro. Affidamento all'associazione Bimbidea. Spesa ,00 Legge 285/97. Micronidi familiari. Commissione di valutazione. Indennità di presenza ai componenti per ulteriore seduta. Spesa 294,20 Legge 285/97. Acquisto macchine fotografiche per il progetto "Città in gioco". Spesa 1.103,95 Legge 285/97. Affidamento incarico per attività di ricerca nei servizi innovativi per la prima infanzia. Spesa 6.835,50 13/5/2004 5/5/2004 6/5/2004 7/5/ /5/ /5/ /5/ /5/2004 4/6/2004 9/6/2004 4

5 Divisione Servizi Sociali. tipologia atti amministrativi oggetto data Deliberazione G.C. Approvazione progetti e articolazione budget. Finanziamenti Anno Deliberazione G.C. Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Deliberazione G.C. Progetto Sostegno e accompagnamento solidale. Approvazione dei progetti Affidamento incarico ad organismi senza fini di lucro e senza preminente attività commerciale Convenzione con l Associazione Il Cammino Progetti piano territoriale afferenti alla divisione. Ripartizione fondi Deliberazione G.C. Approvazione progetti. Finanziamento fondi Determinazione Dirigenziale Centri diurni aggregativi. Accreditamento Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Educativa territoriale per Minori 0 10 Modifiche di contratto Lotto 10. Annullamento atti. Indizione nuova gara Lotto 10. Annullamento atti. Indizione nuova gara Rettifica errore materiale Lotto 10. Proroga affidamento del servizio Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Assistenza domiciliare di aiuto familiare per nuclei in difficoltà con minori. Modifiche di contratto e revisione prezzi Deliberazione G.C. e Determinazione Dirigenziale Convenzioni con le Asl. Luoghi neutri. Sostegno a donne gravide e prima infanzia popolazione extracomunitaria. Prevenzione disagi della famiglia. Presa incarico minori maltrattati e abusati. Convenzione con l Asl Determinazione Dirigenziale Progetto pronto intervento per neonati e adolescenti. Seminario di formazione. Preparazione delle famiglie per l affidamento neonati Determinazione Dirigenziale Settore Stranieri e Nomadi Accoglienza a bassa soglia di minori stranieri non accompagnati

6 e Adulti in Difficoltà 3 Determinazione Dirigenziale Luoghi neutri. Attività di formazione, supervisione e ricerca Sfep. Progetto ricerca/formazione tipologia atti amministrativi oggetto data Deliberazione G.C Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Progetto Sostegno e Accompagnamento Solidale 19/11/2002 prosecuzio ne 9/6/2003 Sostegno alle famiglie e alla Genitorialità Educativa Territoriale /11/ /01/03 7 Determinazione Dirigenziale Assistenza Domiciliare di aiuto familiare 12/06/03 8 Determinazione Dirigenziale Centri Diurni aggregativi 27/11/ Determinazione Dirigenziale Creazione Micronidi 02/01/03 0 Determinazione Dirigenziale Progetti ASL 1, 2, 3, 4 Mediazione familiare e formazione 3/12/2002 6/12/ Determinazione Dirigenziale Centro Mediazione Penale 9/6/ Deliberazione G.C. Approvazione progetti. Finanziamento fondi /11/ Deliberazione G.C. Prosecuzione progetti. Rideterminazione budgets. 15/6/04 4 Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Progetto sostegno e accompagnamento solidale Affidamento incarico ad organismi senza fini di lucro e senza preminente attività commerciale Convenzione con l Associazione Il Cammino 2/12/2003 2/12/03 5 Determinazioni Dirigenziale Sostegno alle famiglie e alla genitorialità: Educativa territoriale per minori 0/10 Appalto concorso per progetto Educativa Territoriale 21/4/04 22/6/ Determinazioni Dirigenziali Determinazioni Dirigenziali per Assistenza domiciliare di aiuto famigliare nuclei in difficoltà con minori Appalto concorso per progetto assistenza domiciliare Estensione prestazioni Azioni di sostegno al nucleo famigliare in ambiente esterno Strutture accreditate:centri diurni 15/3/04 16/6/04 9/3/04 17/6/04 6

7 aggregativi 8 Determinazione Dirigenziale Progetto luoghi neutri Convenzione con il Centro famiglia 22/6/04 9 Determinazioni Dirigenziali Azioni volte alla creazione di nuovi servizi per l'infanzia Progetto creazione di micronidi Azioni volte alla creazione di nuovi servizi per l'infanzia 27/11/03. tipologia atti amministrativi Micronidi o nidi familiari Progetto Cer Pale Chavore Ospitalità di minori presso il Centro di Noli Ospitalità di minori presso il Centro di Noli. 9/6/04 oggetto 9/6/04 data 1 Determinazione Dirigenziale Progetti autonomia e accoglienza madri con bambino 17/6/04 2 Determinazione Dirigenziale Affidamento a brevissimo termine neonati 0/18 mesi. Convenzione con le Asl 1, 2, 3, 4 2/12/03 25/6/04 3 Determinazione Dirigenziale Affidamento interventi per minori soggetti a procedure penali Centro Mediazione Penale 5/12/03 22/06/2004 7

8 Settore Gioventù n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Delibera Sostegno manifestazione Muoviti Positivo 1/7/2003 Associazione Uisp 2 Delibera Individuazione beneficiari contributo per la realizzazione 1/7/2003 di iniziative estive rivolte agli adolescenti - vari 3 Delibera Contributo per iniziative in città rivolte agli adolescenti- 15/7/2003 Associazione ASAI, Oratorio Salesiano Michele Rua, Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore 4 Delibera Sostegno fornitura materiali Est-Adò Point 5/8/2003 Cooperativa Radio Torino Popolare 5 Delibera Integrazione attività parco Di Vittorio Contributo Associazione 5/8/2003 Softball 6 Delibera Contributi alle scuole per Progetto Scuola Super Oltre 12/8/2003 Confine 7 Delibera Estensione periodo di apertura Est-Adò Point 2/9/2003 Cooperativa Radio Torino Popolare 8 Delibera Progetto SCU.TER. Contributo per attività educative 18/11/2003 nelle scuole superiori Associazione Acmos 9 Delibera Centro Interculturale - Organizzazione corso formazione 25/11/2003 animatori interculturali 10 Delibera Realizzazione ricerca azione partecipata sui bisogni 10/12/2003 informativi dei giovani. Affidamento incarico 11 Delibera Contributi per attività espressive per adolescenti 19/6/ Delibera Spazi d incontro per adolescenti Casa della Tigre 22/6/ Determina Affidamento incarico per gestione e sviluppo del portale 1/7/2003 e dei siti collegati al progetto Ragazzi 2006 Ditta Saranet 2 Determina Affidamento per Attività formative Ragazzi /8/ Determina Realizzazione sesta Settimana Letteraria 8/8/ Determina Centro El Barrio Affidamento per organizzazione 17/10/2003 attività - Cooperativa CISV 5 Determina Affidamento progetto Sentieri dei mediatori di strada 28/10/2003 Associazione Alouanur 6 Determina Affidamenti Progetto Start Cooperativa Doc e Keluar 1/3/2004 srl 7 Determina Centro Interculturale Attività laboratorio informatica 2/03/ Determina Affidamento progetto Sentieri dei mediatori di strada - 30/3/2004 Associazione Alouanur 9 Determina Affidamento incarichi per attività di redazione giornale 31/5/2004 on line Ragazzi Determina Inserimento disabili soggiorni Progetto Altre Vacanze 9/6/2004 Circoscrizione 1 data n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 2 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 3 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 Circoscrizione 2 oggetto Legge 285/97: Contributo all Istituto Internazionale Don Bosco Oratorio Salesiano Crocetta Progetto: Un cortile per te un cortile per noi Legge 285/97: Contributo alla Scuola Media Statale Ugo Foscolo Progetto Musicateatro Intercultura tra scuole e territorio Legge 285/97: Contributo al Centro Polifunzionale Artigianelli Progetto: Orientauno : Narrarsi per costruire e vivere i propri progetti: un portfolio per l orientamento data 30/6/ /6/ /6/2003 n. tipologia atti amministrativi 8 1 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione oggetto Progetto Famiglia 2003/2004. Contributi ad Associazioni ,00. Finanziamento ai sensi della Legge 285/97. data 17/11/ Deliberazione Consiglio di Progetto Scuola 2003/2004 spesa presunta per 10/07/2003

9 Circoscrizione affidamento di servizio ,00. Contributi ,00 1 Determina Dirigenziale Progetto Famiglia 2003/2004. Finanziamento ai sensi della legge 285/97. In esecuzione alla delibera n. mecc /85 del 17/11/2003. Devoluzione contributi ,00 2 Determina Dirigenziale Progetto Scuola 2003/2004. Sportelli di Ascolto finanziati ai sensi della legge 285/97. In esecuzione alla delibera n. mecc /85 del 10/07/2003. Devoluzione contributi ,00 17/12/ /09/2003 Circoscrizione 3 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione di Consiglio Circoscrizionale n /86 1 Determinazione Dirigenziale n /86 2 Determinazione Dirigenziale n /86 3 Determinazione Dirigenziale n /86 oggetto Indirizzi e azioni per l attuazione del Piano Territoriale d Intervento della Circoscrizione 3 Triennio L. 285/97 Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l infanzia e l adolescenza Individuazione progetti triennali. Impegno spesa presunta anno ,88. C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circoscrizione 3 Lotto 1 Una società multiculturale in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,51 C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circ. III Lotto 2 Una società multiculturale in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,34 C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circoscrizione 3 Lotto 3 Genitorialità come opportunità di crescita in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,19 data 28/05/ /12/ /12/ /12/2003 Circoscrizione 4 Nessun Atto amministrativo Circoscrizione 5 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Giunta Circoscrizionale 08523/007 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale 11892/88 1 Determina Dirigenziale 01711/088 oggetto Legge 285/97. Approvazione Terzo Piano Territoriale di intervento (2003/2005) Ripartizione fondi anno 2003 Art.42 Comma 2 Legge 285/97 Piano Territoriale di Circoscrizione. Individuazione beneficiari di contributi per ,70 Devoluzione di contributi per ,70. In esecuzione alla delibera n.mecc /88 data 28/10/ /10/2003 5/03/2004 Circoscrizione 6 n. tipologia atti oggetto data amministrativi 1 Deliberazione Consiglio art. 42. Comma 3. Legge 285/97. Fondi anno /07/2003 9

10 Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 1 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 14/10/03 2 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 30/09/03 Piano Territoriale di Circoscrizione. Definizione linee di indirizzo per l anno 2003 Servizi Socio Assistenziali Legge 285/97. Estensione appalto concorso n. 136/98 Educativa territoriale. Affidamento per ,21 In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 22/07/2003 Servizi Socio Assistenziali Legge 285/97 Esercizio Finanziario Affidamento per ,00 In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 22/07/ /10/ /09/2003 Circoscrizione 7 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 8 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 9 n. tipologia atti amministrativi 1 Determinazione Dirigenziale 2003/09110/092 2 Determinazione Dirigenziale 2004/00789/092 oggetto C. 9 - L. 285/97 - Ulteriore affidamento di percorso educativo per giovani volontari - Progetto "Si accettano volontari ancora!" per complessivi 1.435,04 C. 9 - L. 285/97 - Affidamento di progetti per anno 2004 per complessivi ,64 data approvata 4/11/03 esecutiva 24/11/03 approvata 4/2/04 esecutiva 23/2/04 Circoscrizione 10 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale oggetto C10-Art.42 comma 3 legge 285/97-Approvazione dei progetti - Contributo di 14657,00 all'associazione sportiva UISP ed alla Cooperativa Mirafiori 1 Determinazione dirigenziale Devoluzione del contributo per un importo di 14657,00 all'associazione sportiva UISP e alla Cooperativa Mirafiori data

11 1.2 Altri atti pubblici adottati, oltre che per la gestione della L. 285/97, relativi alle politiche sociali ed educative per l infanzia e l adolescenza collegabili o coerenti con lo spirito e le indicazioni della legge Divisione Servizi Educativi Il Decreto del 17 maggio 2002 del Ministero dell Economia e delle Finanze relativo alla deducibilità delle spese di partecipazione alla gestione dei microasili e dei nidi nei luoghi di lavoro, Legge 27 dicembre 2002 n. 289 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (art. 91) e la Legge 28 dicembre 2001 n. 448, art. 70 che istituisce il Fondo per gli asili nido, finalizzato alla costruzione e alla gestione degli asili nido e dei micronidi nei luoghi di lavoro, hanno cercato di dare una soluzione a un problema che da diverso tempo le Amministrazioni locali pongono all attenzione dello Stato, ovvero la necessità di potenziare i servizi per l infanzia sia in un ottica educativa sia di custodia, per favorire l occupazione femminile e per sostenere la famiglia. Il Comune di Torino, e in particolare i Servizi Educativi, si sono posti il problema di come informare e stimolare la nascita di servizi per l infanzia, anche aziendali, senza lasciare che l aspetto educativo di tali strutture passasse in secondo piano ed ha quindi messo a punto una documentazione Linee guida per l apertura di un asilo nido o micronido aziendale - che tratta gli aspetti pedagogici, gestionali e normativi permettendo alle aziende di scegliere la forma di supporto più idonea per i propri dipendenti e per i bambini. Il Consiglio Comunale ha approvato una Mozione nella quale prendeva atto degli incontri avvenuti tra l Assessore e le Aziende pubbliche e private e si impegnava a sostenere la realizzazione di nidi e/o micronidi aziendali rispondenti a criteri di qualità che li rendano effettive strutture educative per la prima infanzia oltre che supporto ai genitori lavoratori, fornire a tale scopo i supporti (consulenza normativa, educativa e pedagogica, ecc ) che possano agevolare tale realizzazione, instaurare eventuali rapporti convenzionali con le aziende affinché tali nidi e/o micronidi entrino a far parte del sistema educativo torinese e siano fruibili anche dal territorio, destinando adeguate risorse nei limiti delle disponibilità. Si è impegnato a demandare al Sindaco e alla Giunta Comunale la definizione, in sede di bilancio, di adeguati stanziamenti di risorse al fine di garantire la realizzazione di tale programma. Il Progetto Torino, Città Educativa ha incontrato, nel periodo di riferimento di questa relazione, 40 soggetti per informare e accompagnato diverse aziende nella scelta di asili nido aziendali di qualità. n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Delibera /007 Progetto Provaci ancora Sam Attività di prevenzione e recupero della dispersione scolastica. Anno scolastico 2003/2004. Contributo ad associazioni. 1 Determina /007 Soggiorni al Centro di Pracatinat - Settore Risorse Educative 2 Determina /007 Scambi scolastici nazionali e internazionali Ospitalità alle classi Settore Risorse Educative 3 Determina /007 Organizzazione e gestione soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative 4 Determina /007 Attività di animazione nei Centri Estivi comunali Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 5 Determina /007 Attività estive presso le scuole Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 6 Determina /007 Servizio estivo di sostegno ai disabili Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 7 Determina /007 Affidamento servizio di accompagnamento durante il trasporto scolastico degli alunni nomadi, anno scolastico data

12 2003/2004. Impegno di spesa n. tipologia atti amministrativi oggetto 8 Determina /007 Progetto di educazione alla non violenza di genere. Affidamento del momento formativo Ora che so scelgo la non violenza Settore Politiche di genere Pari Opportunità 9 Determina /007 Progetto quante donne puoi diventare? Nuovi modelli per bambine e bambini Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo - Promozione partecipazione femminile al mercato del lavoro Settore Pari Opportunità 10 Determina /007 Progetto Provaci ancora Sam Concessione contributo in esecuzione deliberazione G.C. del 18/11/2003 mecc Impegno di spesa. 11 Determina /007 Progetto per contrastare la violenza contro le donne coinvolgendo le scuole e le altre risorse del territorio Settore Pari Opportunità 12 Determina /007 Progetto Un anno per crescere insieme. Contributo integrativo al reddito dal 4 al 12 mese di vita Settore Nidi e Scuole per l infanzia. 13 Determina /007 Realizzazione di attività di genere. Iniziativa Solidarietà e sicurezza 14 Determina /007 Scambi scolastici nazionali e internazionali Ospitalità alle classi Settore Risorse Educative data Determina /007 Affidamento del servizio di baby parking alla Cooperativa Sociale Terzo Tempo in occasione della festa della Donna Settore Pari Opportunità 16 Determina /007 Progetto finanziato dalla Regione Piemonte Estate Ragazzi Soggiorni estivi Settore Integrazione Educativa 17 Determina /007 Soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative Determina /007 Soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative Divisione Servizi Sociali n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione della Giunta Comunale 2 Deliberazione del Consiglio Comunale oggetto Affidamento familiare diurno. Progetto sperimentale: Dare una famiglia ad un altra famiglia Piano dei Servizi Sociali Deliberazione G.C. Accreditamento di strutture residenziali e semiresidenziali. Requisiti albo fornitori. Composizione commissione valutatrice. Strutture residenziali e semiresidenziali per minori in accreditamento; tale forma di rapporto con il privato sociale permette di definire tipologie e standard di qualità e di promuovere un monitoraggio puntuale dei servizi 1 Determinazione Dirigenziale Progetto Provaci ancora Sam. Attività di prevenzione e recupero della dispersione scolastica. Anno 2003/2004. Contributo ad Associazioni. data Deliberazione G.C. del 04/11/03 Deliberazione del C.C. del 17/11/2003 Deliberazione G.C. del 25/11/ /11/03 Settore Gioventù Nessun Atto amministrativo segnalato. 12

13 Circoscrizione 1 n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 2 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 oggetto Contributo alla Cooperativa Giuliano Accomazzi Progetto: Inventa e Party con noi Contributo all Associazione Culturale Ulisse Progetto: Dalla parte dei ragazzi e degli adulti a scuola data 30/6/ /6/1997 Circoscrizione 2 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 2 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 3 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 4 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 5 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 6 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 7 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 8 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione oggetto Centri aggregativi della circoscrizione 2. Triennio 2004/2006. Approvazione indizione gara ad evidenza pubblica ai sensi del D. l.vo 157/95 e s.n.i. Spesa presunta ,00 Progetti rivolti a minori adulti e disabili. Contributi ad Enti e Associazioni di ,00 Progetto Giovani 2003/2004. Contributi ,00 Progetto Scuola 2003/2004. Integrazione contributi ,00 Progetto Ragazzi 2003/2004. Sostegno all associazionismo. Contributi ,00 Progetto Suola. Protocollo di intesa tra Scuole elementari, medie e la Circoscrizione 2 Centri aggregativi della Circoscrizione 2. Gestione del Centro Famiglia di via Balla 13 per il periodo 1 aprile dicembre Spesa presunta di ,00 Progetto Mission e progetto Estate Ragazzi Contributi 5.000,00 data 30/06/ /11/ /11/ /11/ /11/ /02/ /02/ /04/2004 Circoscrizione 3 Come accade ormai da diversi anni la Circoscrizione 3 investe parecchie risorse in progetti e attività a favore dei minori, in particolar modo in collaborazione con gli Istituti Scolastici di ogni grado, volti a favorire la promozione di diritti e opportunità per l infanzia e l adolescenza. Si riportano nell elenco sottostante anche quelle relative al mese di giugno 2003, che non erano state inserite nella rendicontazione dell anno passato in quanto ancora in itinere al momento della stesura. n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 3 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 4 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 oggetto Attività educative scolastiche ed estive Progetto Creatività attività di laboratorio rivolte a Scuole della Circoscrizione anno scolastico 2003/2004. Spesa presunta di ,00 Attività educative scolastiche ed estive Progetto educazione ambientale attività di laboratorio rivolte a Scuole della Circoscrizione anno scolastico 2003/2004. Spesa presunta di 2.900,00 Anno scolastico 2003/2004 Attività integrative scolastiche Individuazione beneficiari contributi 4.500,00 Associazione P.P.L.A.F. per progetto Ambiente nella mente e contributo ,00 Associazione KOINE per progetto Giardini rocciosi Individuazione beneficiario contributo 5.000,00 Associazione culturale P.P.L.A.F. per realizzazione progetto Giardini animati con Ludo il ludobus data 17/06/ /06/ /06/ /06/

14 5 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 6 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 8 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 9 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 10 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 n. tipologia atti amministrativi 11 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 12 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 Attività educative scolastiche ed estive Progetto educazione motoria rivolto alle Scuole della Circoscrizione per l anno scolastico 2003/204. Spesa complessiva ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Attività educative scolastiche ed estive Progetto Agio. Spesa complessiva di ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Ciclo di convegni sugli Sportelli d ascolto psicologico e sugli interventi rivolti ai minori stranieri Attività educative scolastiche ed estive integrazione progetti Agio, Creatività, Educazione motoria. Spesa complessiva ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Istituzione di un Centro del Protagonismo Giovanile presso lo stabile di corso Ferrucci 65A di competenza della Circoscrizione 3 Individuazione beneficiario di contributo di ,00 all Associazione EDERA per attività presso il Centro del Protagonismo Giovanile della Circoscrizione oggetto Individuazione del beneficiario contributo di 8.742,00 alla Cooperativa EDUCAZIONE PROGETTO per il Centro Adolescenti Progetto per interventi di riabilitazione equestre rivolti ai bambini disabili frequentanti la Scuola d infanzia comunale di via Braccini 75. Anno Scolastico 2003/2004. Contributo di 760,00 alla S.C.S.A.R.L. L ALTRA IDEA 08/07/ /07/ /07/ /11/ /11/ /11/2003 data 02/12/ /01/2004 Circoscrizione 4 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 5 n. tipologia atti amministrativi 1 Determina Dirigenziale 09074/88 2 Determina Dirigenziale /88 3 Determina Dirigenziale 10916/88 4 Determina Dirigenziale 00906/88 5 Determina Dirigenziale 00985/88 6 Determina Dirigenziale 02381/88 oggetto Devoluzione di contributo alla Cooperativa Stranaidea per iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte a adolescenti a rischio di disagio. Impegno di spesa ,00 Devoluzione di contributo all Associazione Leonardo ONLUS per iniziative di aggregazione rivolte ad adolescenti in situazioni di disagio sociale. Impegno di spesa di ,00 Devoluzione di contributo alla Cooperativa Sociale Progetto Tenda per iniziative rivolte ai minori stranieri. Impegno di spesa ,00 Affitto sala teatro. Affidamento. Impegno di spesa di 400,00 Devoluzione di contributo all associazione Coopi Cooperazione Internazionale per Adozione a distanza di iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte ad adolescenti di Bucarest ( Romania) a grave rischio di disagio. Impegno di spesa di 2.500,00 Affitto Sala Teatro Affidamento Impegno di spesa di. 420,00 data 04/11/ /12/ /12/2003 9/02/ /02/ /03/ Determina Dirigenziale Devoluzione di contributo alla Cooperativa Stranaidea 04/05/

15 03538/88 per iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte a adolescenti a rischio di disagio. Impegno di spesa di 3.000,00 Circoscrizione 6 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 3 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 4 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 5 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 6 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 09/10/03 n. tipologia atti amministrativi 7 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 24/12/03. 8 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 24/12/03. 9 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 23/12/03 oggetto art. 42. Comma 2. Interventi per la prevenzione al disagio giovanile. Indicazioni programmatiche criteri di programmazione. Spesa presunta di ,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione al disagio giovanile. Individuazione di beneficiario di contributo per 7.000,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi per ,00. (alle parrocchie) art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi alle scuole per ,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi alle Associazioni per ,00 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributo e impegno della spesa per 7.000,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 16/09/2003 oggetto Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi alle scuole e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi a beneficiari e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi alle Associazioni e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 data 22/07/ /09/ /11/ /11/ /11/ /10/2003 data 04/12/ /12/ /12/2003 Circoscrizione 7 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 8. tipologia atti amministrativi oggetto Delibera mecc. n. 03/9143/91 Contributo di ,00 all Associazione Briciole di 13//11/20 Pollicino per il progetto Prevenzione nella scuola: una innovativa 03 Determina Dirigenziale proposta di intervento svoltosi nel periodo novembre 2003/giugno 27/11/20 mecc. n. 03/10486/ esecutiva 15/12/2003 data 15

16 Circoscrizione 9 n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Deliberazione n. 2003/09569/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - Progetto "Psicomotricità per la promozione della salute nella scuola" e progetto "Sportello di ascolto attivo". Contributi per 7.300,00 2 Deliberazione n. 2003/09861/92 C. 9 - art. 42 comma 2 Attività sportive presso le scuole del territorio. Contributo di ,00 all'associazione 2D Lingotto Volley 3 Deliberazione n. 2003/10038/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - Progetto "Il Filadelfia e il Grande Torino (alla ricerca delle nostre radici)". Contributi all'associazione "Memoria Storica Granata" per 3.150,00 4 Deliberazione n. 2003/10098/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - progetto "Clown in corsia"- contributo all' Ass. Yuma di 2.800,00 5 Deliberazione n. 2003/10097/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - progetto "Immagina la notte!". Contributo alla cooperativa Art.ò di 5.400,00 6 Deliberazione n. 2004/02660/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - Laboratori di educazione ambientale rivolti alle scuole elementari e medie del territorio. Contributi complessivi per ,20 1 Determinazione n. 2003/06376/092 C.9 - "Laboratori creativi in biblioteca". Affidamento ed impegno di spesa di 3.344,00 2 Deliberazione n 2003/07443/92 3 Determinazione n. 2003/07943/092 C. 9 - art. 42 comma 2 - Iniziative a favore delle persone disabili per l'anno 2003/04 - contributo alla parrocchia Immacolata Concezione e San Giovanni Battista di 5.000,00 C. 9 - Iniziative di promozione sportiva per soggetti portatori di handicap - corsi di ippoterapia per alunni delle scuole elementari e medie del territorio circoscrizionale. Affidamento e impegno di spesa di ,60 45 Determinazione n. 2003/08558/092 C. 9 - Iniziative a favore delle persone disabili per l'anno 2003/04- contributo alla parrocchia Immacolata Concezione e San Giovanni Battista di 5.000,00 5 Determinazione n. 2003/08846/092 C. 9 - Progetti di educazione ambientale. Contributi per 8.000,00 6 Determinazione n. 2003/08935/092 7 Determinazione n. 2003/10389/092 n. tipologia atti amministrativi C. 9 - Corsi di nuoto rivolti agli alunni delle scuole medie del territorio Affidamento del servizio istruttori e impegno di spesa di 7.338,24 C.9 - Progetto "Psicomotricità per la promozione della salute a scuola". Contributo di 5.800,00 oggetto data 25/11/ /11/ /11/2003 4/12/2003 4/12/ /4/2004 5/8/ /9/2003 7/10/ /10/ /10/ /10/ /11/ Determinazione n. 2003/10390/092 C. 9 - Progetto "Sportello di ascolto attivo". 26/11/2003 Contributo di 1.500,00 9 Determinazione n. 2003/10886/092 C. 9 - Progetto "Il Filadelfia e il Grande Torino (alla 2/12/2003 ricerca delle nostre radici)". Contributo di 3.150,00 10 Determinazione n. 2003/11129/092 C. 9 - Attività sportive presso le scuole del territorio. 4/12/2003 Contributo di ,00 all' Ass. 2D Lingotto Volley 11 Deliberazione n. 2003/10098/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - progetto gestanti e neonati in 4/12/2003 acqua. Contributo all'a.s. Freedom.com per 8.000,00 12 Determinazione n. 2003/11388/092 C. 9 - Progetto gestanti e neonati in acqua. 5/12/2003 Contributo all'a.s. Freedom.com per 8.000,00 13 Determinazione n. 2003/11491/092 C.9 - Concorsi di partecipazione e interventi di 5/12/2003 solidarietà. Contributo all'u.g.i. Unione Genitori Italiani. Impegno di spesa di 2.000,00 14 Determinazione n. 2003/11440/092 C. 9 - Progetto "Immagina la notte!". 5/12/2003 Contributo alla cooperativa Art.ò di 5.400,00' 15 Determinazione n. 2003/11436/092 C. 9 - Progetto "Clown in corsia". 5/12/2003 Contributo all'associazione Yuma di 2.800,00 16 Determinazione n. 2004/00077/092 C. 9 - Progetto di "Scrittura creativa" per le scuole 9/1/2004 elementari. Affidamento e impegno di spesa di 3.756,00 17 Determinazione n. 2004/03100/092 C. 9 - Progetto "Fatti di sport pulito!". 22/4/2004 Affidamento e impegno di spesa di 8.959,50 all'associazione Kappadue 18 Determinazione n. 2004/04061/092 C. 9 - Progetti di educazione ambientale rivolti alle 19/5/ data

17 scuole. Contributi per 9.357,20 19 Determinazione n. 2004/04349/092 C. 9 - Iniziativa rivolta alle famiglie del quartiere denominata "La famiglia in vacanza con la nove". Affidamento e impegno di spesa per ,00. Accertamento d'entrata ,50. Rimborso soggiorni climatici e per famiglie 1.500,00 27/5/2004 Circoscrizione 10 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale 2 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale oggetto C10 - Art.42 comma 3 - Piano Giovani anno 2003/2004. Approvazione dei progetti - Contributi ad Associazioni e Parrocchie per un importo di ,00 C10 - Art. 42 comma 3 - Promozione e sostegno della creatività giovanile. Approvazione partenariato con l'associazione "Il Laboratorio" e la Cooperativa Mirafiori per l'attivazione del Centro di Aggregazione Giovanile di Strada delle Cacce 36 data

18 1.3 Azioni intraprese per favorire lo svolgimento della L. 285/97 iniziative di coordinamento iniziative di raccordo con il livello regionale iniziative informative e promozionali Divisione Servizi Educativi Come per la precedente Relazione i Progetti che hanno visto un maggior numero di interventi di raccordi e confronti territoriali sono stati i Micronidi e i Progetti del Laboratorio Città Sostenibile. L aumentato interesse da parte delle famiglie ha portato a pensare alla creazione di un Albo di Agenzie educative idonee alla creazione di Micronidi familiari (vedi punto 2.3). Il Laboratorio Città Sostenibile ha ampliato la sua attività all interno delle Scuole raccordandosi con diversi Settori della Pubblica Amministrazione, coadiuvato dalla sempre maggior presenze dell Architetto Tutor. Gli incontri con la Regione Piemonte, Dipartimento delle Politiche Sociali, si sono intensificati nel confronto e nella collaborazione per una politica dei Servizi all Infanzia, in particolare per i bambini da 0 a 3 anni, che favorisse la nascita di servizi di qualità sia pubblici che privati per rispondere alla crescente domanda da parte del nostro territorio. In particolare la Regione ha recepito le esigenze provenienti dai comuni in materia di Micronidi e Micronidi familiari, finanziando gli adeguamenti strutturali dei primi e contribuendo al chiarimento del problema della somministrazione dei pasti per i secondi. Continua l attività di coordinamento della Segreteria del Progetto Torino, Città Educativa, sia nell ambito della divulgazione e dell ampliamento della Rete delle Città Educative italiane, sia nel sostenere a livello nazionale la diffusione e la pubblicizzazione della progettualità torinese nell ambito della Legge 285/97. Si segnala inoltre che nel corso della manifestazione Io Cresco con Torino, nel corso della quale la Divisione Servizi Educativi ha presentato alla cittadinanza le proprie offerte educative, le Associazioni coinvolte nella gestione dei servizi attivati con la legge 285/97 sono state invitate a presentare le proprie iniziative e a informare la cittadinanza sulle modalità di gestione dei servizi. Sono continuati i corsi di informazione, formazione e sensibilizzazione rivolti alle famiglie a cura del Progetto Famiglia e degli Sportelli Informativi per le famiglie. Continuano l attività lo Sportello Tata Doing e la Campagna cittadina dell iniziativa Un anno per crescere insieme. Divisione Servizi Sociali Il Comune rientra fra le Città Riservatarie; pertanto il rapporto con la Regione in questi anni non si è sviluppato in maniera sistematica ed organica; tuttavia si stanno predisponendo azioni di collegamento e di raccordo anche in ambito formativo e promozionale per favorire lo svolgimento della L. 285/97. Invece tutti i progetti, gestiti a livello di Divisione, hanno una ricaduta nelle Circoscrizioni a livello dei Servizi Sociali territoriali. Pertanto il raccordo, sia in fase progettuale che di esecuzione, è una prassi attuata, consolidata e necessaria; rientra dunque nelle normali procedure di raccordo che la Divisione attua nell esercizio delle sue funzioni e compiti. I servizi che vengono così erogati non sono centralizzati, ma costituiscono e diventano attive risorse per le Circoscrizioni Cittadine. 18

19 Settore Gioventù I progetti messi in atto dal Settore Politiche giovanili, in favore degli adolescenti (14/18 anni) hanno creato momenti di coordinamento in fase di avvio, implementazione, rivisitazione degli obiettivi e delle finalità per renderli sempre più aderenti alla realtà giovanile in trasformazione. I coordinamenti sono stati a livello di Circoscrizioni, attraverso tavoli di progettazione, monitoraggio e valutazione (vedi progetto Est-adò), a livello di agenzie del Settore (tavolo di progettazione iniziative di viaggio e soggiorni, Altre Vacanze e Start), a livello di scuole superiori (Scuola Super Oltre confine), a livello di privato sociale con associazioni giovanili e socio culturali del territorio. Per tutti i progetti è stato predisposto un piano di promozione finalizzato al tipo di intervento ed iniziativa messo in atto e al tipo di pubblico che doveva raggiungere. Depliant, locandine, spot radiofonici, incontri con gli studenti nelle scuole e con i ragazzi nei centri di aggregazione, mailing list e giornale on line (Vedi sito dei ragazzi del 2006) articoli sulla rivista Informagiovani. Circoscrizione 1 Raccordo con le risorse del territorio istituzionali e non, con i progetti attivati dalle Divisioni Centrali dell Amministrazione Comunale quali Servizi Sociali, Servizi Educativi, Gioventù. Raccordo con le Circoscrizioni e con l Asl 1 (con la quale è stata stipulata apposita convenzione da parte della Divisione Servizi Sociali Comune di Torino, utilizzando i finanziamenti della Legge 285 per potenziare il lavoro di sostegno psicologico ai destinatari dell intervento) per la gestione dei Luoghi Neutri afferenti ai Servizi Sociali del territorio corrispondente all ASL. Circoscrizione 2 Sono stati attivati rapporti con Assessorato al Sistema Educativo Assessorato Progetto Periferie, coordinando progettualità e interventi che avevano finalità comuni. Rapporti con gli Ambiti territoriali: si sono creati tavoli di lavoro con il progetto URBAN 2, e realizzate collaborazioni con i servizi di base dell'asl 2 (Consultorio pediatrico), con Associazioni del Volontariato (Associazioni Mano Amica, S.O.S. Mamme ed Educare). Si è provveduto alla pubblicizzazione delle iniziative mediante volantini e pieghevoli. Non sono state effettuate specifiche attività formative del personale circoscrizionale che si è occupato dell'attuazione della legge 285/97. Circoscrizione 3 Sempre attiva è la partecipazione della Circoscrizione ai vari tavoli di coordinamento (di A.S.L., fra Circoscrizioni, a livello cittadino) sia sulle tematiche collegate all attuazione dei progetti dei Piani Territoriali di Intervento redatti ai vari livelli, sia sul monitoraggio specifico delle singole attività. Ognuno dei tre progetti attivati prevede raccordi con tutte le Istituzioni Scolastiche del territorio e iniziative specifiche di informazione e promozione. Circoscrizione 5 Esiste un attività consolidata di coordinamento rappresentata dalle due Commissioni Scuola Territorio che è stata ulteriormente rafforzata con un Protocollo d Intesa e con la creazione di un Tavolo di Regia Circoscrizionale con la funzione di raccordo, programmazione, omogenizzazione e distribuzione delle diverse risorse sul territorio circoscrizionale. Iniziative informative sono state realizzate singolarmente dalle diverse realtà territoriali pur non essendo contemplate nei relativi progetti. 19

20 Circoscrizione 6 Iniziative di coordinamento Partecipazione dei Servizi Sociali alle riunioni trimestrali del Dipartimento materno infantile dell'asl 4 e del coordinamento di Distretto, finalizzato all'integrazione tra Servizi sanitari e sociali, alla progettazione di interventi comuni sull'area materno infantile e alla verifica degli stessi; coordinamento mensile tra Servizi sociali e sanitari per gli interventi rivolti agli adolescenti; coordinamento locale e cittadino per i progetti legati a "Provaci ancora Sam". Iniziative di raccordo con il livello regionale Non esistono connessioni tra la Circoscrizione e la Regione. Iniziative informative e promozionali L'informazione e la promozione delle iniziative realizzate con gli affidamenti della Circoscrizione sui fondi assegnati dalla L.285/97 è stata gestita dalle singole agenzie. Circoscrizione 8 Non sono attivi rapporti con la Regione. Permangono operanti, a livello di territorio della Circoscrizione, i progetti relativi all'estensione del servizio di educativa territoriale rivolto ai minori e ai luoghi neutri, incontri protetti tra genitori e figli disposti dall'autorità Giudiziaria. Entrambi i progetti sono attivi grazie ai finanziamenti della L. 285/97 messi a disposizione centralmente dalla Divisione Servizi Sociali; per il primo si tratta di poter usufruire di due educatori in più rispetto alla convenzione già in corso, per il secondo di garantire la presenza di una psicologa consulente dell'a.s.l. 1 all'interno dell'equipe luoghi neutri. Esistono pertanto rapporti con gli uffici centrali della Divisione e con i referenti locali, sia di Circoscrizione sia di A.S.L., per la progettualità e il monitoraggio dei luoghi neutri. A tale proposito si è costituito un gruppo di lavoro stabile con il fine di raccogliere i dati in modo sistematico, di analizzarli e di formalizzare il lavoro di rete con i servizi dell'a.s.l. Per quanto riguarda il progetto specifico della Circoscrizione "Io trovo lavoro", avviatosi nel gennaio 02, oltre a quanto già citato nella relazione dello scorso anno (coordinamento tra sportellilavoro, raccordo con i vari enti di formazione ed i progetti contro la dispersione scolastica ), è stato rafforzato il rapporto con il Settore Lavoro del Comune, in particolare rispetto al progetto POR e con l'ufficio Pio della Compagnia di San Paolo per alcune borse di formazione lavoro. Circoscrizione 9 Le azioni sono riconducibili ai campi d'azione dei singoli progetti. Si sono svolti incontri preliminari per redigere una bozza di Protocollo d'intesa tra Scuole Medie Inferiori del territorio e Circoscrizione nell'ambito del Progetto "Si accettano volontari ancora!" Incontri di scambio di informazioni tra Enti, sia istituzionali che non, che a livello locale attivano iniziative a favore dei neonati. Circoscrizione 10 Nel progetto è previsto un coordinamento degli interventi che vede coinvolte le scuole, le biblioteche, le associazioni e cooperative del territorio ed in ogni caso esiste un ulteriore livello di coordinamento più generale che è il tavolo di lavoro sui minori relativo al Piano dei Servizi Sociali della Circoscrizione 10. Descrizione di attività formative a diversi livelli, precisando per ciascuno di esse se, ed in quale misura, tali attività siano state effettuate con l utilizzo del fondo regionale (art. 2, 2 comma della Legge 285/97 - cd riserva del 5%), oppure con il proprio fondo o interregionale o regionale 20

CIRC. 6 - BARRIERA DI MILANO - FALCHERA - REGIO PARCO 2015 05064/089 Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

CIRC. 6 - BARRIERA DI MILANO - FALCHERA - REGIO PARCO 2015 05064/089 Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE CIRC. 6 - BARRIERA DI MILANO - FALCHERA - REGIO PARCO 2015 05064/089 Servizi Sociali CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 94 approvata il 22 ottobre 2015 DETERMINAZIONE: SERVIZI SOCIALI

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia; Oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l utilizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROGETTO PRISMA PER LO SVILUPPO DELLA CULTURA DELLE RELAZIONI D AIUTO, PROMOZIONE

Dettagli

OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE

OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Sport; lo Statuto della Regione Lazio; la L.R. 6 agosto

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006

D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006 D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006 Approvazione criteri per l assegnazione contributi ai Soggetti gestori delle funzioni socioassistenziali per le attività delle Equipe Adozioni e per la promozione dell affidamento

Dettagli

Le attività della Fondazione si suddividono in due macro aree di intervento:

Le attività della Fondazione si suddividono in due macro aree di intervento: La Fondazione Paideia, dal 1993, opera a livello regionale per migliorare le condizioni di vita dei bambini disagiati, promuovendo iniziative e fornendo un aiuto concreto a chi è quotidianamente impegnato

Dettagli

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI 1 SEZ.A. DESCRIZIONE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE A1. Suddivisione della popolazione per sesso e classi di età e stranieri

Dettagli

Reti di sostegno per bambini e famiglie in difficoltà

Reti di sostegno per bambini e famiglie in difficoltà SCHEDA DI PROGETTO relativa al Programma finalizzato alla promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza Titolo del progetto n. 7 Reti di sostegno per bambini e famiglie in difficoltà

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T.

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. SEZIONE 1. DATI ANAGRAFICI DELL ORGANIZZAZIONE Denominazione dell Organizzazione Acronimo (Sigla) Indirizzo della sede Presso¹ CAP Telefono Comune Fax E-mail PEC Sito web

Dettagli

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO INTESA BIENNALE PER GLI ANNI SCOLASTICI 2015/2016 E 2016/2017 TRA L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE COMPLESSIVA DELLE SEZIONI

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA PROGETTO FAMIGLIE SOLIDALI 2012 S ommario Premessa 1. Il contesto 2. Finalità 3. Obiettivi specifici 4. Attività 5. Destinatari 6. Durata del progetto 7. Cronogramma 8.

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE

PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE Definizione obiettivi: descrizione degli obiettivi di piano riferiti agli obiettivi generali

Dettagli

DGR. n. 11496 del 17.3.2010

DGR. n. 11496 del 17.3.2010 DGR. n. 11496 del 17.3.2010 DEFINIZIONE DEI REQUISITI MINIMI DI ESERCIZIO DELL' UNITA' DI OFFERTA SOCIALE "CENTRO RICREATIVO DIURNO PER MINORI". ((PROSECUZIONE DEL PROCEDIMENTO PER DECORRENZA TERMINI PER

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM!

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! Premessa Provaci ancora Sam! è un Progetto integrato e interistituzionale

Dettagli

AREA RESPONSABILITA FAMILIARI

AREA RESPONSABILITA FAMILIARI RESPONSABILITA FAMILIARI Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area Nome e cognome Enrichetta La Ragione - Annamaria Neri - Giovanna Canfora - Raffaella Scotto Di Ciccariello Franco Napolitano

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE (Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.35 del 28/09/2011 Art. 1 Oggetto L affido familiare

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE

PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE PROGRAMMA N. 5: PER LA SALUTE 61 62 PROGETTO 5.1: PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Promozione di azioni per gruppi di popolazione svantaggiati.

Dettagli

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 2 di 7 Denominazione del presidio: CAD Laboratori via Pio Ubicazione/Indirizzo: via PIO VII, 61 (zona lingotto) Come si raggiunge: linee

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA

REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA Allegato B II annualità Progetto Sostegno alla genitorialità - Distretto di Carbonia REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA - Con D.G.R. n. 40/09 del

Dettagli

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007, PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2007 DEL DISTRETTO DI CESENA VALLE SAVIO E DEI PROGRAMMI PROVINCIALI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE

Dettagli

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Nuove forme per l accoglienza familiare Firenze, 6 marzo 2013 Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Dott.ssa Sandra Di Rocco Responsabile P.O. Interventi per Minori e Famiglia del Comune

Dettagli

ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 DOTAZIONE ORGANICA

ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 DOTAZIONE ORGANICA ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 Comuni di TORRE ANNUNZIATA BOSCOREALE BOSCOTRECASE TRECASE COMUNE CAPOFILA TORRE ANNUNZIATA DOTAZIONE ORGANICA UFFICIO DI PIANO COORDINAMENTO ISTITUZIONALE PRESIDENTE COORDINAMENTO

Dettagli

Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini. Simona Benedetti

Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini. Simona Benedetti Assessore alle politiche per il il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti Persone Persone assistite assistite In aumento anziani, famiglie e minori seguiti Anno 2007 2008 2009 2010 Anziani 1475 1718

Dettagli

REGIONE PIEMONTE. Legge regionale 13 aprile 2015, n. 7. Norme per la realizzazione del servizio civile nella Regione Piemonte.

REGIONE PIEMONTE. Legge regionale 13 aprile 2015, n. 7. Norme per la realizzazione del servizio civile nella Regione Piemonte. REGIONE PIEMONTE Legge regionale 13 aprile 2015, n. 7. Norme per la realizzazione del servizio civile nella Regione Piemonte. (B.U. 16 aprile 2015, n. 15) Il Consiglio regionale ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 12 Presentata dai Consiglieri Ritossa, Di Natale Presentata

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia comunità Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia 01 Il Servizio prevede incontri di formazione rivolti ad insegnanti e genitori delle Scuole dell Infanzia di Caselle, Sommacampagna e Custoza.

Dettagli

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI ASSOCIAZIONE INTERCULTURALE NARRAMONDI onlus Sede Legale: Via L. Settembrini, n 14 90145 Palermo Via Mario Rapisardi n 68/A 90144 Palermo Codice Fiscale: 97148690825 Partita IVA: 05187110829 telefono e

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA Comune Capofila San Benedetto del Tronto Acquaviva Picena Campofilone Carassai Cossignano Cupra Marittima Grottammare Massignano Monsampolo del Tronto Montalto delle Marche Montefiore dell Aso Monteprandone

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014 Oggetto: DGR 1107/2014 Criteri e modalità per l assegnazione di contributi a favore degli Ambiti Territoriali Sociali

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 30 DEL 09-09-1998 REGIONE LIGURIA

LEGGE REGIONALE N. 30 DEL 09-09-1998 REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE N. 30 DEL 09-09-1998 REGIONE LIGURIA RIORDINO E PROGRAMMAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI DELLA REGIONE E MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 8 AGOSTO 1994 N. 42 IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 2 FINALITA DEL CENTRO

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 2 FINALITA DEL CENTRO REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER DISABILI ART. 1 IDENTITA DEL CENTRO DISABILI E istituito presso i locali di proprietà dell Ipab Manlio Canepa in V.le Vittoria loc. San Terenzo, un Centro diurno per disabili

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Sub 1

AVVISO PUBBLICO Sub 1 AVVISO PUBBLICO Sub 1 Per l'assegnazione di un contributo agli Istituti di Istruzione Secondaria di 2 grado della provincia di Pordenone per la realizzazione di progetti al supporto di giovani studenti

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE SERVIZIO SANITARIO REGIONALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 1 TRIESTINA TRIESTE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 257 del 18/07/2013 OGGETTO Avviso alle Associazioni senza fini di lucro. Convenzione

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

Bilancio dei Bambini

Bilancio dei Bambini Asili nido comunali: n iscritti 2009 2010 2011 Var. % anno 2011-2010 Numero di strutture Asili nido Capienza dei posti disponibili Numero posti attivati Numero iscritti 27 28 28-1.214 1.254 1.258 0,32%

Dettagli

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010 Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010 Oggetto: Approvazione Protocollo di Intesa tra Centro Affidi Comune di Firenze e Forum Toscano delle Associazioni per i diritti della Famiglia -

Dettagli

Piano di Interventi per il sostegno delle famiglie affidatarie di minori residenti nel Distretto Socio-Sanitario VT4

Piano di Interventi per il sostegno delle famiglie affidatarie di minori residenti nel Distretto Socio-Sanitario VT4 Piano di Interventi per il sostegno delle famiglie affidatarie di minori residenti nel Distretto Socio-Sanitario VT4 Comuni di : Barbarano Romano Bassano Romano Blera Capranica Caprarola Carbognano Monterosi

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA AI MINORI E ALLE LORO FAMIGLIE 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Minori e Famiglia 5. Macrotipologia

Dettagli

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA 235 236 PROGETTO 16.1: CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Sostenere la legge contro

Dettagli

* Responsabilità familiari, capacità genitoriali e diritti dei bambini e degli adolescenti;

* Responsabilità familiari, capacità genitoriali e diritti dei bambini e degli adolescenti; Delib.Ass.Legisl. 23-11-2006 n. 91 Programma annuale 2006: interventi, obiettivi, criteri generali di ripartizione delle risorse ai sensi dell'art. 47, comma 3, della L.R. n. 2/2003. Stralcio del Piano

Dettagli

Il Dirigente Dr.ssa Anna Bini

Il Dirigente Dr.ssa Anna Bini Deliberazione Esecutivo n. 20 del 30 marzo 2009 Oggetto: Approvazione Convenzione con l Associazione di Volontariato Artemisia per la realizzazione del PROGETTO contro la Violenza, gli abusi ed i maltrattamenti

Dettagli

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014 MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014 INTESA BIENNALE aa.ss. 2013/2014 2014/2015 TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE COMPLESSIVA

Dettagli

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE Prof. Federico VILARDO La Funzione Strumentale Area 6 si pone come OBIETTIVO GENERALE quello di migliorare

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome COLELLA ANNA MARIA Telefono Ufficio 011 Fax Ufficio 011 E-mail istituzionale 011 4322366 011-4325935 Agenziaadozioni-internazionali@regionepiemonteitinternazionali@regionepiemonteit

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola COMUNE DI ROMA MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola Protocollo D Intesa 2002-2005 1 Visto l art.21 della Legge 15 Marzo 1997

Dettagli

Piano Sociale di Zona

Piano Sociale di Zona Piano Sociale di Zona 2010-12 Molfetta-Giovinazzo Protocollo Operativo Istituzione dell équipe integrata, multidisciplinare e multiprofessionale, per l affido familiare e l adozione Organizzazione, Funzioni,

Dettagli

TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE.

TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE. Comune di Sperone Provincia di Avellino TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE. APPROVATA CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 70 DEL 26.9.2013. ******************************************

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA COMUNE DIOCESI di PADOVA

PROTOCOLLO D'INTESA COMUNE DIOCESI di PADOVA PROTOCOLLO D'INTESA COMUNE DIOCESI di PADOVA 1 PROTOCOLLO D'INTESA TRA: Il Comune di Padova, in seguito denominato Comune, con sede a Padova, in via del Municipio n. 1, C.F. 00644060287, e in particolare:

Dettagli

Assessorato alle Politiche Sociali. partner. dei cittadini. Vademecum 2007/2008

Assessorato alle Politiche Sociali. partner. dei cittadini. Vademecum 2007/2008 Assessorato alle Politiche Sociali partner dei cittadini Vademecum 2007/2008 Cari concittadini, questa guida ai servizi sociali del Comune di Cagliari è una prima risposta concreta, all esigenza e al diritto

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente Formulario Allegato 2 1. Dati sul soggetto richiedente - Denominazione Associazione Rimettere le ali Onlus - Data costituzione 14 Aprile 2011 - Codice Fiscale 97650020585 - P.IVA _12112461004 (se in possesso)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

Area Infanzia, Adolescenti, Giovani, Famiglia. Assistenza domiciliare socio-educativa per minori LIVEAS

Area Infanzia, Adolescenti, Giovani, Famiglia. Assistenza domiciliare socio-educativa per minori LIVEAS Area Infanzia, Adolescenti, Giovani, Famiglia Num. Scheda 1 TITOLO AZIONE o o Assistenza domiciliare socio-educativa per minori LIVEAS OBIETTIVI Scopo dell intervento è promuovere un processo di cambiamento

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE BORGO RAGAZZI DON BOSCO MOVIMENTO FAMIGLIE AFFIDATARIE e SOLIDALI PROGETTO AFFIDAMENTO FAMILIARE PROPOSTA DI PROSECUZIONE PROGETTO AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA

Dettagli

COMUNE DI PACIANO PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI PACIANO PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI PACIANO PROVINCIA DI PERUGIA Cap 06060 P.zza della Repubblica n. 4 P.IVA 00436320543 Tel. 075.830186 e-mail: info@comune.paciano.pg.it fax. 075.830447 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI AFFIDAMENTO

Dettagli

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999;

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999; Protocollo d intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato Ministero) e Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (di seguito

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI All.9 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente all

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA

REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA REGIONANDO 2000 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO SOSTEGNO ALLA RELAZIONE MADRE - BAMBINO NEL 1 ANNO DI VITA La nascita di un figlio rappresenta per il sistema familiare l ingresso in una nuova fase

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI Affari Generali e Controlli interni 1) affari generali: a. gestione amministrativa di tutto il personale della Direzione Centrale, sulla base delle attestazioni

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012 Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012 Oggetto: Approvazione Protocollo di Intesa tra Centro Affidi Comune di Firenze e il Coordinamento UBI MINOR Coordinamento Associativo per la tutela e

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Allegato A SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Il giorno., dell anno. alle ore., presso la sede

Dettagli

UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica

UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica Roma, 17/01/2013 Fondazione PAIDEIA onlus www.fondazionepaideia.it; info@fondazionepaideia.it Verso una nuova forma di affido

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

MECC. N. 2011 06581/091 Doc. n. 69/II/11 CITTÀ DI TORINO CIRCOSCRIZIONE N.8 - SAN SALVARIO - CAVORETTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE

MECC. N. 2011 06581/091 Doc. n. 69/II/11 CITTÀ DI TORINO CIRCOSCRIZIONE N.8 - SAN SALVARIO - CAVORETTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE MECC. N. 2011 06581/091 Doc. n. 69/II/11 CITTÀ DI TORINO CIRCOSCRIZIONE N.8 - SAN SALVARIO - CAVORETTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE C.8. (ART. 42 COMMA 3). PROGETTO "ORIENTA-MENTE". APPROVAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO

I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO SERVIZI RESIDENZIALI I SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA: IL CENTRO PER L INFANZIA IL CENTRO DI PRONTA ACCOGLIENZA Il Centro per l Infanzia accoglie bambini

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 PROTOCOLLO D INTESA TRA Regione del Veneto Ministero dell'istruzione,dell'università e della Ricerca - Ufficio Scolastico

Dettagli

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di:

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: 1. Interventi socio educativi finalizzati al sostegno di minori in affido e/o famiglie affidatarie; 2. Interventi socio educativi

Dettagli

********** IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. - VISTA la L. n. 184 del 04/05/83 Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori ;

********** IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. - VISTA la L. n. 184 del 04/05/83 Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori ; Consiglio di Amministrazione Deliberazione n. del OGGETTO: RECEPIMENTO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 79 11035 DEL 17/11/03 Approvazione linee d indirizzo per lo sviluppo di una rete di servizi

Dettagli

Disegno di Legge Regionale. Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere. Art.1 Principi

Disegno di Legge Regionale. Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere. Art.1 Principi Disegno di Legge Regionale Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere Art.1 Principi La Regione Sicilia, in attuazione dei principi della Costituzione e delle leggi vigenti, delle risoluzioni

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 Ministero Lavoro e le Politiche sociali Conferenza le Regioni e le Province Autonome Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI

Dettagli

Comuni di SOMMA VESUVIANA (CAPOFILA) SANT ANASTASIA VOLLA CERCOLA POLLENA TROCCHIA MASSA DI SOMMA

Comuni di SOMMA VESUVIANA (CAPOFILA) SANT ANASTASIA VOLLA CERCOLA POLLENA TROCCHIA MASSA DI SOMMA DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI VOUCHER A FINALITA MULTIPLA D.D. REG. CAMPANIA N.805 DEL 7\11\2012 La Regione Campania ha avviato una sperimentazione relativa alla diffusione del Voucher quale strumento

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Programma Ore Preziose

Programma Ore Preziose Programma Ore Preziose Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale Servizio della Programmazione Sociale e dei Supporti alla Direzione Generale Cagliari, 9 marzo 2009 LA CONCILIAZIONE Conciliare

Dettagli

REGOLAMENTO DISTRETTUALE SULL AFFIDO FAMILIARE DI MINORI

REGOLAMENTO DISTRETTUALE SULL AFFIDO FAMILIARE DI MINORI REGOLAMENTO DISTRETTUALE SULL AFFIDO FAMILIARE DI MINORI REGOLAMENTO DISTRETTUALE SULL AFFIDO FAMILIARE DI MINORI TITOLO I Finalità e soggetti Art.1 Normativa L affidamento familiare per minori è regolato

Dettagli

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE VISTA la legge regionale 27 marzo 1996, n. 18 e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare l articolo 6, comma 1 della stessa; VISTA la legge 8

Dettagli

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO Allegato A Linee generali per la presentazione del progetto di gestione dei servizi di promozione e tutela della donna : CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

Dettagli

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Allegato A alla Delib.G.R. n. 45/18 del 21.12.2010 CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Per la predisposizione e valutazione dei Piani Personalizzati di sostegno relativi

Dettagli

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO FINALIZZATO ALL' INDIVIDUAZIONE DI UN LUOGO IN CUI PROMUOVERE SCAMBI CULTURALI E PROCESSI DI INCLUSIONE E RELAZIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

CARTA GIOVANI PROGETTO BANDO ALLE CIANCE

CARTA GIOVANI PROGETTO BANDO ALLE CIANCE CARTA GIOVANI Su iniziativa dei comuni di Sommacampagna (capofila), Pescantina, Bussolengo, Sona, Pastrengo, Villafranca, Povegliano, Peschiera, Castelnuovo, Lazise, Bardolino ALLEGATO A) PROGETTO BANDO

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

IL FUTURO COME VIAGGIO

IL FUTURO COME VIAGGIO IL FUTURO COME VIAGGIO Anno di realizzazione 2011 Finanziamento Cariverona Rete di progetto Coop. Kantara; Coop. Progetto Integrazione; Fondazione ISMU, Settore Formazione; Studio Res Corso di formazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015)

SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015) SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015) Settore di intervento 1. Sistema dei servizi 2. Occupazione e formazione x 3. Scuola e Istruzione x 4. Casa/Alloggio 5. Salute

Dettagli