1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria"

Transcript

1 CITTÀ DI TORINO 1. Linee di intervento e procedure relative alla attivazione della L. 285/97 nella Città riservataria Come già esposto nelle precedenti Relazioni l approvazione dei Piani relativi alle varie triennalità ha tenuto conto degli indirizzi e delle Azioni approvati dal Consiglio Comunale del 2 novembre 1998 con apposito atto deliberativo (mecc. n /07 Prima Triennalità 1997/1999) e di quanto emerso dalle consultazioni effettuate con il Terzo Settore, le AASSLL, il Centro di Giustizia Minorile e il Ministero dell istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Regionale Generale del Piemonte (ex Provveditorato agli Studi). La terza triennalità continua il percorso già sperimentato e altamente positivo articolandosi nell ambito della progettazione annuale dei servizi rivolgendo l attenzione ai processi di educazione informale e formale attinenti la vita di bambini, adolescenti adulti, gli ambienti e le opportunità di crescita culturale e personale, il sostegno alla genitorialità, ma anche l offerta di percorsi didattici sempre più qualificati e occasioni sempre più varie di esperienze educative. Si rafforza la rete di solidarietà sociale, rispondendo ai bisogni più acuti e operando sempre maggiormente dove le disuguaglianze e le marginalità sono più forti. Il Progetto Torino, Città Educativa continua la sua attività di riferimento organizzativo per l applicazione della Legge 285/97 nella Città di Torino, confermando la logica di Piano e di Sistema. Sempre operativo nell ambito della Divisione Servizi Educativi, conferma il suo incarico di Segreteria Nazionale AICE, di raccordo con le 30 Città educative Italiane, di riferimento per il Laboratorio Città Sostenibile. Inoltre l ufficio, in collaborazione con l Università agli Studi di Torino Dipartimento di Psicologia ha avviato una Ricerca sui Micronidi nidi familiari presenti sul territorio cittadino dal 2000 al 2003 (vedi punto 2.2.1). 1.1 Atti integrativi delle procedure di avvio della L.285/97 eventualmente adottati dalla Città Riservataria (Consiglio Comunale, Giunta Comunale, Assessorati competenti) Seguono gli elenchi delle attività amministrative come segnalate dai differenti Servizi. Divisione Servizi Educativi n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Giunta Comunale /07 2 Delibera Giunta Comunale /07 1 Determina Dirigenziale /007 2 Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97. Approvazione Terzo Piano Territoriale di Intervento ( ). Ripartizione fondi anno 2003 Legge 285/97. Attuazione Piano Territoriale di Intervento della Divisione Servizi Educativi Legge 285/97 Centri estivi comunali estate ragazzi Attività presso le scuole Gozzi-Olivetti; Anna Frank; Gabelli; Salgari. Contributo ,00 Legge 285/97. Noleggio ed installazione di pagode affidamento. Spesa 9.570,00 data 28/10/ /12/ /7/ /7/ Determina Dirigenziale Legge 285/97. Acquisto arredi ludico-didattici. 17/7/2003

2 /007 Affidamento. Spesa 3.327,60 4 Determina Dirigenziale /007 5 Determina Dirigenziale /007 6 Determina Dirigenziale /007 7 Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Manifestazione dei servizi educativi. Affidamento alla Croce Rossa Italiana. Spesa 600,00 Legge 285/97. Manifestazione dei servizi educativi. Servizio di sorveglianza notturna. Affidamento. Spesa 6.834,24 Legge 285/97. Noleggio aste telescopiche e acquisizione di bandiere stampate per manifestazione dei servizi educativi. Affidamento. Spesa 5.100,00 Legge 285/97. Fornitura tessuti d'arredo. Affidamento. Spesa 2.183,40 21/7/ /7/ /7/ /7/2003 n. tipologia atti amministrativi 8 Determina Dirigenziale /007 9 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Ulteriore affidamento alla ditta Covertech. Spesa 1.080,00 Legge 285/97. "Cresco con Torino". Trasporto, montaggio e smontaggio stand "La Città in gioco". Affidamento. Spesa 5.280,00 Legge 285/97. "Cresco con Torino". Fornitura energia elettrica. Affidamento. Spesa 1.389,00 Legge 285/97. Noleggio asta telescopica e acquisto di bandiera stampata per manifestazione dei servizi educativi. Ulteriore affidamento. Spesa 438,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa ,36 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Montaggio e smontaggio telo stand "La Città in gioco". Spesa 1.254,00 Legge 285/97. Stampa di materiale per la manifestazione "Cresco con Torino". Affidamento. Spesa 1.134,00 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Ulteriori affidamenti. Spesa 4.551,57 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Provvedimenti assicurativi. Ulteriore affidamento. Spesa 210,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 1.032,91 Legge 285/97. Manifestazione "Cresco con Torino". Tavola rotonda "L'infanzia e la sua scuola". Spesa 271,25 Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00. Spesa ,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Ulteriore affidamento. Spesa 3.450,00 Legge 285/97. Affidamento incarico per attività di ricerca nei servizi innovativi per la prima infanzia. Spesa 3.797,50 Legge 285/97. Devoluzione di contributo per la realizzazione di ricerca al dipartimento di scienze sociali dell'università di Torino in esecuzione della deliberazione mecc. n /007 della G.C. del Spesa 7.000,00 Legge 285/97. Trattativa privata n. 232/2003. Aggiudicazione e affidamento alla Cooperativa C.e.m.e.a. del Piemonte. Spesa ,40 Legge 285/97. Stampa di materiale vario per i progetti "famiglia" e "Un anno per crescere insieme". Spesa 9.960,00 Legge 285/97. Protocollo specifico d'intesa fra la Città di Torino e l'ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino sul tema "L'architetto dei bambini". Approvazione. Spesa ,00 data 23/7/ /7/ /7/2003 1/8/2003 4/8/2003 8/8/2003 1/9/ /9/ /9/ /9/ /9/ /9/2003 6/10/ /10/2003 6/11/2003 5/11/ /11/ /11/ Determina Dirigenziale Legge 285/97. Acquisto software. Affidamento. 14/11/2003

3 /007 Spesa 1.800,00 27 Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Progetto "Teatro in ospedale". Spesa 3.470,00 28 Determina Dirigenziale Legge 285/97. Progetto "Cer pale chavore'" /007 Affidamento ,62. Spesa ,62 29 Determina Dirigenziale Legge 285/97. Laboratorio Città sostenibile delle /007 bambine e dei bambini. Affidamento incarico consulenza scientifica. Spesa ,20. Impegno di spesa a carico della Città 8.198,63 30 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97. Progetto "Le famiglie del 2000". Incontri e seminari tematici sull'educazione. Affidamento incarichi professionali ,32 Legge 285/97. Centri gioco o punti d'incontro. Affidamento. Spesa ,00 Legge 285/97. Progetto "Osservatorio cittadino sui minori". Affidamento incarico ,00. Impegno di spesa a carico della Città ,00 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa 6.700,00 Fondazione Compagnia San Paolo. Finanziamento. Accertamento entrata. Impegno spesa ,00 14/11/ /11/2003 2/12/2003 4/12/2003 9/12/2003 9/12/ /12/ /1/2004 n. tipologia atti amministrativi 35 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 oggetto Legge 285/97: indizione gara a trattativa privata ai sensi del d. L.gs. 17 marzo 1995 n. 157 e approvazione del capitolato speciale. Spesa presunta ,00 oltre I.V.A. Legge 285/97. Progetto "Osservatorio cittadino sui minori". Affidamento incarico ,60. Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00. Legge 285/97. Centri gioco e/o punti d'incontro. Affidamenti ,06 Legge 285/97. Laboratorio Città sostenibile delle bambine e dei bambini. Attività di progettazione partecipata. Affidamento incarichi. Spesa 6.120,00 Legge 285/97. Realizzazione festival "Under 15". Affidamento ,00 Legge 285/97. Laboratorio teatrale "La casa del silenzio". Affidamento ,00 Legge 285/97. Provvedimenti assicurativi. Affidamento. Anticipazione Città per finanziamento Presidenza Consiglio Ministri. Autorizzazione. Impegno di spesa 3.360,00 Legge 285/97. Festival "Under 15". Stampa pieghevoli, locandine ed inviti. Affidamento ,00 Legge 285/97. Indizione gara a trattativa privata per l ampliamento del servizio delle ludoteche comunali. Approvazione del capitolato speciale. Spesa presunta ,00 oltre I.V.A Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Affidamento. Spesa ,11 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 3.098,73 Legge 285/97. Micronidi familiari. Stampa voucher educativi. Affidamento ,93 Legge 285/97. Micronidi familiari. Commissione di valutazione. Nomina e indennità di presenza ai componenti. Spesa 1.176,80 Legge 285/97. Micronidi o nidi familiari. Provvedimenti. Spesa 2065,82. Legge 285/97. Progetto famiglia. Acquisto di un videoproiettore. Affidamento ,00 Legge 285/97. Seminario "Servizi alle famiglie del comune di Torino a confronto con altri comuni". Organizzazione. Spesa 2.120,00 data 23/1/ /1/ /1/2004 2/2/ /2/ /2/2004 3/3/2004 4/3/ /3/ /3/ /3/ /3/2004 5/4/2004 6/4/2004 7/4/ /4/ /4/2004 3

4 52 Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale / Determina Dirigenziale /007 Legge 285/97."Cogli l'estate 2004" - Centri di attività per ragazzi dagli 11 ai 14 anni - affidamenti ,60 Legge 285/97. Progetto "Genitori insieme". Incontri e seminari tematici sull'educazione. Affidamento incarichi professionali ,67 Legge 285/97. Convegno "A misura di famiglia". Affidamento. Spesa 551,20 Legge 285/97. Seminario "Torino a confronto con altri comuni". Affidamento incarichi ai relatori. Spesa 1.909,60 Determinazione: Legge 285/97. Stampa di pieghevole per il Progetto Famiglia. Spesa 1.260,00 Legge 285/97. Ampliamento del servizio Gruppo Gioco in Ospedale. Aggiudicazione. Affidamento. Spesa ,00 Legge 285/97. Centri gioco e/o punti d'incontro. Affidamento all'associazione Bimbidea. Spesa ,00 Legge 285/97. Micronidi familiari. Commissione di valutazione. Indennità di presenza ai componenti per ulteriore seduta. Spesa 294,20 Legge 285/97. Acquisto macchine fotografiche per il progetto "Città in gioco". Spesa 1.103,95 Legge 285/97. Affidamento incarico per attività di ricerca nei servizi innovativi per la prima infanzia. Spesa 6.835,50 13/5/2004 5/5/2004 6/5/2004 7/5/ /5/ /5/ /5/ /5/2004 4/6/2004 9/6/2004 4

5 Divisione Servizi Sociali. tipologia atti amministrativi oggetto data Deliberazione G.C. Approvazione progetti e articolazione budget. Finanziamenti Anno Deliberazione G.C. Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Deliberazione G.C. Progetto Sostegno e accompagnamento solidale. Approvazione dei progetti Affidamento incarico ad organismi senza fini di lucro e senza preminente attività commerciale Convenzione con l Associazione Il Cammino Progetti piano territoriale afferenti alla divisione. Ripartizione fondi Deliberazione G.C. Approvazione progetti. Finanziamento fondi Determinazione Dirigenziale Centri diurni aggregativi. Accreditamento Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Educativa territoriale per Minori 0 10 Modifiche di contratto Lotto 10. Annullamento atti. Indizione nuova gara Lotto 10. Annullamento atti. Indizione nuova gara Rettifica errore materiale Lotto 10. Proroga affidamento del servizio Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Assistenza domiciliare di aiuto familiare per nuclei in difficoltà con minori. Modifiche di contratto e revisione prezzi Deliberazione G.C. e Determinazione Dirigenziale Convenzioni con le Asl. Luoghi neutri. Sostegno a donne gravide e prima infanzia popolazione extracomunitaria. Prevenzione disagi della famiglia. Presa incarico minori maltrattati e abusati. Convenzione con l Asl Determinazione Dirigenziale Progetto pronto intervento per neonati e adolescenti. Seminario di formazione. Preparazione delle famiglie per l affidamento neonati Determinazione Dirigenziale Settore Stranieri e Nomadi Accoglienza a bassa soglia di minori stranieri non accompagnati

6 e Adulti in Difficoltà 3 Determinazione Dirigenziale Luoghi neutri. Attività di formazione, supervisione e ricerca Sfep. Progetto ricerca/formazione tipologia atti amministrativi oggetto data Deliberazione G.C Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Progetto Sostegno e Accompagnamento Solidale 19/11/2002 prosecuzio ne 9/6/2003 Sostegno alle famiglie e alla Genitorialità Educativa Territoriale /11/ /01/03 7 Determinazione Dirigenziale Assistenza Domiciliare di aiuto familiare 12/06/03 8 Determinazione Dirigenziale Centri Diurni aggregativi 27/11/ Determinazione Dirigenziale Creazione Micronidi 02/01/03 0 Determinazione Dirigenziale Progetti ASL 1, 2, 3, 4 Mediazione familiare e formazione 3/12/2002 6/12/ Determinazione Dirigenziale Centro Mediazione Penale 9/6/ Deliberazione G.C. Approvazione progetti. Finanziamento fondi /11/ Deliberazione G.C. Prosecuzione progetti. Rideterminazione budgets. 15/6/04 4 Determinazione Dirigenziale Determinazione Dirigenziale Progetto sostegno e accompagnamento solidale Affidamento incarico ad organismi senza fini di lucro e senza preminente attività commerciale Convenzione con l Associazione Il Cammino 2/12/2003 2/12/03 5 Determinazioni Dirigenziale Sostegno alle famiglie e alla genitorialità: Educativa territoriale per minori 0/10 Appalto concorso per progetto Educativa Territoriale 21/4/04 22/6/ Determinazioni Dirigenziali Determinazioni Dirigenziali per Assistenza domiciliare di aiuto famigliare nuclei in difficoltà con minori Appalto concorso per progetto assistenza domiciliare Estensione prestazioni Azioni di sostegno al nucleo famigliare in ambiente esterno Strutture accreditate:centri diurni 15/3/04 16/6/04 9/3/04 17/6/04 6

7 aggregativi 8 Determinazione Dirigenziale Progetto luoghi neutri Convenzione con il Centro famiglia 22/6/04 9 Determinazioni Dirigenziali Azioni volte alla creazione di nuovi servizi per l'infanzia Progetto creazione di micronidi Azioni volte alla creazione di nuovi servizi per l'infanzia 27/11/03. tipologia atti amministrativi Micronidi o nidi familiari Progetto Cer Pale Chavore Ospitalità di minori presso il Centro di Noli Ospitalità di minori presso il Centro di Noli. 9/6/04 oggetto 9/6/04 data 1 Determinazione Dirigenziale Progetti autonomia e accoglienza madri con bambino 17/6/04 2 Determinazione Dirigenziale Affidamento a brevissimo termine neonati 0/18 mesi. Convenzione con le Asl 1, 2, 3, 4 2/12/03 25/6/04 3 Determinazione Dirigenziale Affidamento interventi per minori soggetti a procedure penali Centro Mediazione Penale 5/12/03 22/06/2004 7

8 Settore Gioventù n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Delibera Sostegno manifestazione Muoviti Positivo 1/7/2003 Associazione Uisp 2 Delibera Individuazione beneficiari contributo per la realizzazione 1/7/2003 di iniziative estive rivolte agli adolescenti - vari 3 Delibera Contributo per iniziative in città rivolte agli adolescenti- 15/7/2003 Associazione ASAI, Oratorio Salesiano Michele Rua, Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore 4 Delibera Sostegno fornitura materiali Est-Adò Point 5/8/2003 Cooperativa Radio Torino Popolare 5 Delibera Integrazione attività parco Di Vittorio Contributo Associazione 5/8/2003 Softball 6 Delibera Contributi alle scuole per Progetto Scuola Super Oltre 12/8/2003 Confine 7 Delibera Estensione periodo di apertura Est-Adò Point 2/9/2003 Cooperativa Radio Torino Popolare 8 Delibera Progetto SCU.TER. Contributo per attività educative 18/11/2003 nelle scuole superiori Associazione Acmos 9 Delibera Centro Interculturale - Organizzazione corso formazione 25/11/2003 animatori interculturali 10 Delibera Realizzazione ricerca azione partecipata sui bisogni 10/12/2003 informativi dei giovani. Affidamento incarico 11 Delibera Contributi per attività espressive per adolescenti 19/6/ Delibera Spazi d incontro per adolescenti Casa della Tigre 22/6/ Determina Affidamento incarico per gestione e sviluppo del portale 1/7/2003 e dei siti collegati al progetto Ragazzi 2006 Ditta Saranet 2 Determina Affidamento per Attività formative Ragazzi /8/ Determina Realizzazione sesta Settimana Letteraria 8/8/ Determina Centro El Barrio Affidamento per organizzazione 17/10/2003 attività - Cooperativa CISV 5 Determina Affidamento progetto Sentieri dei mediatori di strada 28/10/2003 Associazione Alouanur 6 Determina Affidamenti Progetto Start Cooperativa Doc e Keluar 1/3/2004 srl 7 Determina Centro Interculturale Attività laboratorio informatica 2/03/ Determina Affidamento progetto Sentieri dei mediatori di strada - 30/3/2004 Associazione Alouanur 9 Determina Affidamento incarichi per attività di redazione giornale 31/5/2004 on line Ragazzi Determina Inserimento disabili soggiorni Progetto Altre Vacanze 9/6/2004 Circoscrizione 1 data n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 2 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 3 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 Circoscrizione 2 oggetto Legge 285/97: Contributo all Istituto Internazionale Don Bosco Oratorio Salesiano Crocetta Progetto: Un cortile per te un cortile per noi Legge 285/97: Contributo alla Scuola Media Statale Ugo Foscolo Progetto Musicateatro Intercultura tra scuole e territorio Legge 285/97: Contributo al Centro Polifunzionale Artigianelli Progetto: Orientauno : Narrarsi per costruire e vivere i propri progetti: un portfolio per l orientamento data 30/6/ /6/ /6/2003 n. tipologia atti amministrativi 8 1 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione oggetto Progetto Famiglia 2003/2004. Contributi ad Associazioni ,00. Finanziamento ai sensi della Legge 285/97. data 17/11/ Deliberazione Consiglio di Progetto Scuola 2003/2004 spesa presunta per 10/07/2003

9 Circoscrizione affidamento di servizio ,00. Contributi ,00 1 Determina Dirigenziale Progetto Famiglia 2003/2004. Finanziamento ai sensi della legge 285/97. In esecuzione alla delibera n. mecc /85 del 17/11/2003. Devoluzione contributi ,00 2 Determina Dirigenziale Progetto Scuola 2003/2004. Sportelli di Ascolto finanziati ai sensi della legge 285/97. In esecuzione alla delibera n. mecc /85 del 10/07/2003. Devoluzione contributi ,00 17/12/ /09/2003 Circoscrizione 3 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione di Consiglio Circoscrizionale n /86 1 Determinazione Dirigenziale n /86 2 Determinazione Dirigenziale n /86 3 Determinazione Dirigenziale n /86 oggetto Indirizzi e azioni per l attuazione del Piano Territoriale d Intervento della Circoscrizione 3 Triennio L. 285/97 Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l infanzia e l adolescenza Individuazione progetti triennali. Impegno spesa presunta anno ,88. C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circoscrizione 3 Lotto 1 Una società multiculturale in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,51 C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circ. III Lotto 2 Una società multiculturale in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,34 C.3 L. 285/97 Piano Territoriale di Intervento Circoscrizione 3 Lotto 3 Genitorialità come opportunità di crescita in esecuzione Delibera Consiglio Circoscrizionale del 12/10/2001 n. mecc. 01/08161/86. Finanziamento e affidamento per ,19 data 28/05/ /12/ /12/ /12/2003 Circoscrizione 4 Nessun Atto amministrativo Circoscrizione 5 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Giunta Circoscrizionale 08523/007 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale 11892/88 1 Determina Dirigenziale 01711/088 oggetto Legge 285/97. Approvazione Terzo Piano Territoriale di intervento (2003/2005) Ripartizione fondi anno 2003 Art.42 Comma 2 Legge 285/97 Piano Territoriale di Circoscrizione. Individuazione beneficiari di contributi per ,70 Devoluzione di contributi per ,70. In esecuzione alla delibera n.mecc /88 data 28/10/ /10/2003 5/03/2004 Circoscrizione 6 n. tipologia atti oggetto data amministrativi 1 Deliberazione Consiglio art. 42. Comma 3. Legge 285/97. Fondi anno /07/2003 9

10 Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 1 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 14/10/03 2 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 30/09/03 Piano Territoriale di Circoscrizione. Definizione linee di indirizzo per l anno 2003 Servizi Socio Assistenziali Legge 285/97. Estensione appalto concorso n. 136/98 Educativa territoriale. Affidamento per ,21 In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 22/07/2003 Servizi Socio Assistenziali Legge 285/97 Esercizio Finanziario Affidamento per ,00 In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 22/07/ /10/ /09/2003 Circoscrizione 7 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 8 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 9 n. tipologia atti amministrativi 1 Determinazione Dirigenziale 2003/09110/092 2 Determinazione Dirigenziale 2004/00789/092 oggetto C. 9 - L. 285/97 - Ulteriore affidamento di percorso educativo per giovani volontari - Progetto "Si accettano volontari ancora!" per complessivi 1.435,04 C. 9 - L. 285/97 - Affidamento di progetti per anno 2004 per complessivi ,64 data approvata 4/11/03 esecutiva 24/11/03 approvata 4/2/04 esecutiva 23/2/04 Circoscrizione 10 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale oggetto C10-Art.42 comma 3 legge 285/97-Approvazione dei progetti - Contributo di 14657,00 all'associazione sportiva UISP ed alla Cooperativa Mirafiori 1 Determinazione dirigenziale Devoluzione del contributo per un importo di 14657,00 all'associazione sportiva UISP e alla Cooperativa Mirafiori data

11 1.2 Altri atti pubblici adottati, oltre che per la gestione della L. 285/97, relativi alle politiche sociali ed educative per l infanzia e l adolescenza collegabili o coerenti con lo spirito e le indicazioni della legge Divisione Servizi Educativi Il Decreto del 17 maggio 2002 del Ministero dell Economia e delle Finanze relativo alla deducibilità delle spese di partecipazione alla gestione dei microasili e dei nidi nei luoghi di lavoro, Legge 27 dicembre 2002 n. 289 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (art. 91) e la Legge 28 dicembre 2001 n. 448, art. 70 che istituisce il Fondo per gli asili nido, finalizzato alla costruzione e alla gestione degli asili nido e dei micronidi nei luoghi di lavoro, hanno cercato di dare una soluzione a un problema che da diverso tempo le Amministrazioni locali pongono all attenzione dello Stato, ovvero la necessità di potenziare i servizi per l infanzia sia in un ottica educativa sia di custodia, per favorire l occupazione femminile e per sostenere la famiglia. Il Comune di Torino, e in particolare i Servizi Educativi, si sono posti il problema di come informare e stimolare la nascita di servizi per l infanzia, anche aziendali, senza lasciare che l aspetto educativo di tali strutture passasse in secondo piano ed ha quindi messo a punto una documentazione Linee guida per l apertura di un asilo nido o micronido aziendale - che tratta gli aspetti pedagogici, gestionali e normativi permettendo alle aziende di scegliere la forma di supporto più idonea per i propri dipendenti e per i bambini. Il Consiglio Comunale ha approvato una Mozione nella quale prendeva atto degli incontri avvenuti tra l Assessore e le Aziende pubbliche e private e si impegnava a sostenere la realizzazione di nidi e/o micronidi aziendali rispondenti a criteri di qualità che li rendano effettive strutture educative per la prima infanzia oltre che supporto ai genitori lavoratori, fornire a tale scopo i supporti (consulenza normativa, educativa e pedagogica, ecc ) che possano agevolare tale realizzazione, instaurare eventuali rapporti convenzionali con le aziende affinché tali nidi e/o micronidi entrino a far parte del sistema educativo torinese e siano fruibili anche dal territorio, destinando adeguate risorse nei limiti delle disponibilità. Si è impegnato a demandare al Sindaco e alla Giunta Comunale la definizione, in sede di bilancio, di adeguati stanziamenti di risorse al fine di garantire la realizzazione di tale programma. Il Progetto Torino, Città Educativa ha incontrato, nel periodo di riferimento di questa relazione, 40 soggetti per informare e accompagnato diverse aziende nella scelta di asili nido aziendali di qualità. n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Delibera /007 Progetto Provaci ancora Sam Attività di prevenzione e recupero della dispersione scolastica. Anno scolastico 2003/2004. Contributo ad associazioni. 1 Determina /007 Soggiorni al Centro di Pracatinat - Settore Risorse Educative 2 Determina /007 Scambi scolastici nazionali e internazionali Ospitalità alle classi Settore Risorse Educative 3 Determina /007 Organizzazione e gestione soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative 4 Determina /007 Attività di animazione nei Centri Estivi comunali Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 5 Determina /007 Attività estive presso le scuole Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 6 Determina /007 Servizio estivo di sostegno ai disabili Progetto Cogli l Estate - Settore Risorse Educative 7 Determina /007 Affidamento servizio di accompagnamento durante il trasporto scolastico degli alunni nomadi, anno scolastico data

12 2003/2004. Impegno di spesa n. tipologia atti amministrativi oggetto 8 Determina /007 Progetto di educazione alla non violenza di genere. Affidamento del momento formativo Ora che so scelgo la non violenza Settore Politiche di genere Pari Opportunità 9 Determina /007 Progetto quante donne puoi diventare? Nuovi modelli per bambine e bambini Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo - Promozione partecipazione femminile al mercato del lavoro Settore Pari Opportunità 10 Determina /007 Progetto Provaci ancora Sam Concessione contributo in esecuzione deliberazione G.C. del 18/11/2003 mecc Impegno di spesa. 11 Determina /007 Progetto per contrastare la violenza contro le donne coinvolgendo le scuole e le altre risorse del territorio Settore Pari Opportunità 12 Determina /007 Progetto Un anno per crescere insieme. Contributo integrativo al reddito dal 4 al 12 mese di vita Settore Nidi e Scuole per l infanzia. 13 Determina /007 Realizzazione di attività di genere. Iniziativa Solidarietà e sicurezza 14 Determina /007 Scambi scolastici nazionali e internazionali Ospitalità alle classi Settore Risorse Educative data Determina /007 Affidamento del servizio di baby parking alla Cooperativa Sociale Terzo Tempo in occasione della festa della Donna Settore Pari Opportunità 16 Determina /007 Progetto finanziato dalla Regione Piemonte Estate Ragazzi Soggiorni estivi Settore Integrazione Educativa 17 Determina /007 Soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative Determina /007 Soggiorni estivi per ragazzi - Settore Risorse Educative Divisione Servizi Sociali n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione della Giunta Comunale 2 Deliberazione del Consiglio Comunale oggetto Affidamento familiare diurno. Progetto sperimentale: Dare una famiglia ad un altra famiglia Piano dei Servizi Sociali Deliberazione G.C. Accreditamento di strutture residenziali e semiresidenziali. Requisiti albo fornitori. Composizione commissione valutatrice. Strutture residenziali e semiresidenziali per minori in accreditamento; tale forma di rapporto con il privato sociale permette di definire tipologie e standard di qualità e di promuovere un monitoraggio puntuale dei servizi 1 Determinazione Dirigenziale Progetto Provaci ancora Sam. Attività di prevenzione e recupero della dispersione scolastica. Anno 2003/2004. Contributo ad Associazioni. data Deliberazione G.C. del 04/11/03 Deliberazione del C.C. del 17/11/2003 Deliberazione G.C. del 25/11/ /11/03 Settore Gioventù Nessun Atto amministrativo segnalato. 12

13 Circoscrizione 1 n. tipologia atti amministrativi 1 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 2 Delibera Consiglio Circoscrizionale n /84 oggetto Contributo alla Cooperativa Giuliano Accomazzi Progetto: Inventa e Party con noi Contributo all Associazione Culturale Ulisse Progetto: Dalla parte dei ragazzi e degli adulti a scuola data 30/6/ /6/1997 Circoscrizione 2 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 2 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 3 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 4 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 5 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 6 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 7 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione 8 Deliberazione Consiglio di Circoscrizione oggetto Centri aggregativi della circoscrizione 2. Triennio 2004/2006. Approvazione indizione gara ad evidenza pubblica ai sensi del D. l.vo 157/95 e s.n.i. Spesa presunta ,00 Progetti rivolti a minori adulti e disabili. Contributi ad Enti e Associazioni di ,00 Progetto Giovani 2003/2004. Contributi ,00 Progetto Scuola 2003/2004. Integrazione contributi ,00 Progetto Ragazzi 2003/2004. Sostegno all associazionismo. Contributi ,00 Progetto Suola. Protocollo di intesa tra Scuole elementari, medie e la Circoscrizione 2 Centri aggregativi della Circoscrizione 2. Gestione del Centro Famiglia di via Balla 13 per il periodo 1 aprile dicembre Spesa presunta di ,00 Progetto Mission e progetto Estate Ragazzi Contributi 5.000,00 data 30/06/ /11/ /11/ /11/ /11/ /02/ /02/ /04/2004 Circoscrizione 3 Come accade ormai da diversi anni la Circoscrizione 3 investe parecchie risorse in progetti e attività a favore dei minori, in particolar modo in collaborazione con gli Istituti Scolastici di ogni grado, volti a favorire la promozione di diritti e opportunità per l infanzia e l adolescenza. Si riportano nell elenco sottostante anche quelle relative al mese di giugno 2003, che non erano state inserite nella rendicontazione dell anno passato in quanto ancora in itinere al momento della stesura. n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 3 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 4 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 oggetto Attività educative scolastiche ed estive Progetto Creatività attività di laboratorio rivolte a Scuole della Circoscrizione anno scolastico 2003/2004. Spesa presunta di ,00 Attività educative scolastiche ed estive Progetto educazione ambientale attività di laboratorio rivolte a Scuole della Circoscrizione anno scolastico 2003/2004. Spesa presunta di 2.900,00 Anno scolastico 2003/2004 Attività integrative scolastiche Individuazione beneficiari contributi 4.500,00 Associazione P.P.L.A.F. per progetto Ambiente nella mente e contributo ,00 Associazione KOINE per progetto Giardini rocciosi Individuazione beneficiario contributo 5.000,00 Associazione culturale P.P.L.A.F. per realizzazione progetto Giardini animati con Ludo il ludobus data 17/06/ /06/ /06/ /06/

14 5 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 6 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 8 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 9 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 10 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 n. tipologia atti amministrativi 11 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 12 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /86 Attività educative scolastiche ed estive Progetto educazione motoria rivolto alle Scuole della Circoscrizione per l anno scolastico 2003/204. Spesa complessiva ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Attività educative scolastiche ed estive Progetto Agio. Spesa complessiva di ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Ciclo di convegni sugli Sportelli d ascolto psicologico e sugli interventi rivolti ai minori stranieri Attività educative scolastiche ed estive integrazione progetti Agio, Creatività, Educazione motoria. Spesa complessiva ,00. Individuazione beneficiari dei contributi Istituzione di un Centro del Protagonismo Giovanile presso lo stabile di corso Ferrucci 65A di competenza della Circoscrizione 3 Individuazione beneficiario di contributo di ,00 all Associazione EDERA per attività presso il Centro del Protagonismo Giovanile della Circoscrizione oggetto Individuazione del beneficiario contributo di 8.742,00 alla Cooperativa EDUCAZIONE PROGETTO per il Centro Adolescenti Progetto per interventi di riabilitazione equestre rivolti ai bambini disabili frequentanti la Scuola d infanzia comunale di via Braccini 75. Anno Scolastico 2003/2004. Contributo di 760,00 alla S.C.S.A.R.L. L ALTRA IDEA 08/07/ /07/ /07/ /11/ /11/ /11/2003 data 02/12/ /01/2004 Circoscrizione 4 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 5 n. tipologia atti amministrativi 1 Determina Dirigenziale 09074/88 2 Determina Dirigenziale /88 3 Determina Dirigenziale 10916/88 4 Determina Dirigenziale 00906/88 5 Determina Dirigenziale 00985/88 6 Determina Dirigenziale 02381/88 oggetto Devoluzione di contributo alla Cooperativa Stranaidea per iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte a adolescenti a rischio di disagio. Impegno di spesa ,00 Devoluzione di contributo all Associazione Leonardo ONLUS per iniziative di aggregazione rivolte ad adolescenti in situazioni di disagio sociale. Impegno di spesa di ,00 Devoluzione di contributo alla Cooperativa Sociale Progetto Tenda per iniziative rivolte ai minori stranieri. Impegno di spesa ,00 Affitto sala teatro. Affidamento. Impegno di spesa di 400,00 Devoluzione di contributo all associazione Coopi Cooperazione Internazionale per Adozione a distanza di iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte ad adolescenti di Bucarest ( Romania) a grave rischio di disagio. Impegno di spesa di 2.500,00 Affitto Sala Teatro Affidamento Impegno di spesa di. 420,00 data 04/11/ /12/ /12/2003 9/02/ /02/ /03/ Determina Dirigenziale Devoluzione di contributo alla Cooperativa Stranaidea 04/05/

15 03538/88 per iniziative di aggregazione e socializzazione rivolte a adolescenti a rischio di disagio. Impegno di spesa di 3.000,00 Circoscrizione 6 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 2 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 3 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 4 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 5 Deliberazione Consiglio Circoscrizionale n. mecc /89 I.E. 6 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 09/10/03 n. tipologia atti amministrativi 7 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 24/12/03. 8 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 24/12/03. 9 Determinazione Dirigenziale n. mecc /89 esecutiva dal 23/12/03 oggetto art. 42. Comma 2. Interventi per la prevenzione al disagio giovanile. Indicazioni programmatiche criteri di programmazione. Spesa presunta di ,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione al disagio giovanile. Individuazione di beneficiario di contributo per 7.000,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi per ,00. (alle parrocchie) art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi alle scuole per ,00 art. 42. Comma 3. Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Individuazione di beneficiari di contributi alle Associazioni per ,00 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributo e impegno della spesa per 7.000,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 16/09/2003 oggetto Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi alle scuole e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi a beneficiari e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 Interventi di prevenzione del disagio giovanile. Devoluzione di contributi alle Associazioni e impegno della spesa per ,00. In esecuzione Deliberazione n. mecc /89 del 17/11/2003 data 22/07/ /09/ /11/ /11/ /11/ /10/2003 data 04/12/ /12/ /12/2003 Circoscrizione 7 Nessun Atto amministrativo. Circoscrizione 8. tipologia atti amministrativi oggetto Delibera mecc. n. 03/9143/91 Contributo di ,00 all Associazione Briciole di 13//11/20 Pollicino per il progetto Prevenzione nella scuola: una innovativa 03 Determina Dirigenziale proposta di intervento svoltosi nel periodo novembre 2003/giugno 27/11/20 mecc. n. 03/10486/ esecutiva 15/12/2003 data 15

16 Circoscrizione 9 n. tipologia atti amministrativi oggetto 1 Deliberazione n. 2003/09569/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - Progetto "Psicomotricità per la promozione della salute nella scuola" e progetto "Sportello di ascolto attivo". Contributi per 7.300,00 2 Deliberazione n. 2003/09861/92 C. 9 - art. 42 comma 2 Attività sportive presso le scuole del territorio. Contributo di ,00 all'associazione 2D Lingotto Volley 3 Deliberazione n. 2003/10038/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - Progetto "Il Filadelfia e il Grande Torino (alla ricerca delle nostre radici)". Contributi all'associazione "Memoria Storica Granata" per 3.150,00 4 Deliberazione n. 2003/10098/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - progetto "Clown in corsia"- contributo all' Ass. Yuma di 2.800,00 5 Deliberazione n. 2003/10097/92 C. 9 - Competenze proprie (art. 42 comma 2) - progetto "Immagina la notte!". Contributo alla cooperativa Art.ò di 5.400,00 6 Deliberazione n. 2004/02660/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - Laboratori di educazione ambientale rivolti alle scuole elementari e medie del territorio. Contributi complessivi per ,20 1 Determinazione n. 2003/06376/092 C.9 - "Laboratori creativi in biblioteca". Affidamento ed impegno di spesa di 3.344,00 2 Deliberazione n 2003/07443/92 3 Determinazione n. 2003/07943/092 C. 9 - art. 42 comma 2 - Iniziative a favore delle persone disabili per l'anno 2003/04 - contributo alla parrocchia Immacolata Concezione e San Giovanni Battista di 5.000,00 C. 9 - Iniziative di promozione sportiva per soggetti portatori di handicap - corsi di ippoterapia per alunni delle scuole elementari e medie del territorio circoscrizionale. Affidamento e impegno di spesa di ,60 45 Determinazione n. 2003/08558/092 C. 9 - Iniziative a favore delle persone disabili per l'anno 2003/04- contributo alla parrocchia Immacolata Concezione e San Giovanni Battista di 5.000,00 5 Determinazione n. 2003/08846/092 C. 9 - Progetti di educazione ambientale. Contributi per 8.000,00 6 Determinazione n. 2003/08935/092 7 Determinazione n. 2003/10389/092 n. tipologia atti amministrativi C. 9 - Corsi di nuoto rivolti agli alunni delle scuole medie del territorio Affidamento del servizio istruttori e impegno di spesa di 7.338,24 C.9 - Progetto "Psicomotricità per la promozione della salute a scuola". Contributo di 5.800,00 oggetto data 25/11/ /11/ /11/2003 4/12/2003 4/12/ /4/2004 5/8/ /9/2003 7/10/ /10/ /10/ /10/ /11/ Determinazione n. 2003/10390/092 C. 9 - Progetto "Sportello di ascolto attivo". 26/11/2003 Contributo di 1.500,00 9 Determinazione n. 2003/10886/092 C. 9 - Progetto "Il Filadelfia e il Grande Torino (alla 2/12/2003 ricerca delle nostre radici)". Contributo di 3.150,00 10 Determinazione n. 2003/11129/092 C. 9 - Attività sportive presso le scuole del territorio. 4/12/2003 Contributo di ,00 all' Ass. 2D Lingotto Volley 11 Deliberazione n. 2003/10098/92 C. 9 - art. 42 comma 2 - progetto gestanti e neonati in 4/12/2003 acqua. Contributo all'a.s. Freedom.com per 8.000,00 12 Determinazione n. 2003/11388/092 C. 9 - Progetto gestanti e neonati in acqua. 5/12/2003 Contributo all'a.s. Freedom.com per 8.000,00 13 Determinazione n. 2003/11491/092 C.9 - Concorsi di partecipazione e interventi di 5/12/2003 solidarietà. Contributo all'u.g.i. Unione Genitori Italiani. Impegno di spesa di 2.000,00 14 Determinazione n. 2003/11440/092 C. 9 - Progetto "Immagina la notte!". 5/12/2003 Contributo alla cooperativa Art.ò di 5.400,00' 15 Determinazione n. 2003/11436/092 C. 9 - Progetto "Clown in corsia". 5/12/2003 Contributo all'associazione Yuma di 2.800,00 16 Determinazione n. 2004/00077/092 C. 9 - Progetto di "Scrittura creativa" per le scuole 9/1/2004 elementari. Affidamento e impegno di spesa di 3.756,00 17 Determinazione n. 2004/03100/092 C. 9 - Progetto "Fatti di sport pulito!". 22/4/2004 Affidamento e impegno di spesa di 8.959,50 all'associazione Kappadue 18 Determinazione n. 2004/04061/092 C. 9 - Progetti di educazione ambientale rivolti alle 19/5/ data

17 scuole. Contributi per 9.357,20 19 Determinazione n. 2004/04349/092 C. 9 - Iniziativa rivolta alle famiglie del quartiere denominata "La famiglia in vacanza con la nove". Affidamento e impegno di spesa per ,00. Accertamento d'entrata ,50. Rimborso soggiorni climatici e per famiglie 1.500,00 27/5/2004 Circoscrizione 10 n. tipologia atti amministrativi 1 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale 2 Deliberazione del Consiglio Circoscrizionale oggetto C10 - Art.42 comma 3 - Piano Giovani anno 2003/2004. Approvazione dei progetti - Contributi ad Associazioni e Parrocchie per un importo di ,00 C10 - Art. 42 comma 3 - Promozione e sostegno della creatività giovanile. Approvazione partenariato con l'associazione "Il Laboratorio" e la Cooperativa Mirafiori per l'attivazione del Centro di Aggregazione Giovanile di Strada delle Cacce 36 data

18 1.3 Azioni intraprese per favorire lo svolgimento della L. 285/97 iniziative di coordinamento iniziative di raccordo con il livello regionale iniziative informative e promozionali Divisione Servizi Educativi Come per la precedente Relazione i Progetti che hanno visto un maggior numero di interventi di raccordi e confronti territoriali sono stati i Micronidi e i Progetti del Laboratorio Città Sostenibile. L aumentato interesse da parte delle famiglie ha portato a pensare alla creazione di un Albo di Agenzie educative idonee alla creazione di Micronidi familiari (vedi punto 2.3). Il Laboratorio Città Sostenibile ha ampliato la sua attività all interno delle Scuole raccordandosi con diversi Settori della Pubblica Amministrazione, coadiuvato dalla sempre maggior presenze dell Architetto Tutor. Gli incontri con la Regione Piemonte, Dipartimento delle Politiche Sociali, si sono intensificati nel confronto e nella collaborazione per una politica dei Servizi all Infanzia, in particolare per i bambini da 0 a 3 anni, che favorisse la nascita di servizi di qualità sia pubblici che privati per rispondere alla crescente domanda da parte del nostro territorio. In particolare la Regione ha recepito le esigenze provenienti dai comuni in materia di Micronidi e Micronidi familiari, finanziando gli adeguamenti strutturali dei primi e contribuendo al chiarimento del problema della somministrazione dei pasti per i secondi. Continua l attività di coordinamento della Segreteria del Progetto Torino, Città Educativa, sia nell ambito della divulgazione e dell ampliamento della Rete delle Città Educative italiane, sia nel sostenere a livello nazionale la diffusione e la pubblicizzazione della progettualità torinese nell ambito della Legge 285/97. Si segnala inoltre che nel corso della manifestazione Io Cresco con Torino, nel corso della quale la Divisione Servizi Educativi ha presentato alla cittadinanza le proprie offerte educative, le Associazioni coinvolte nella gestione dei servizi attivati con la legge 285/97 sono state invitate a presentare le proprie iniziative e a informare la cittadinanza sulle modalità di gestione dei servizi. Sono continuati i corsi di informazione, formazione e sensibilizzazione rivolti alle famiglie a cura del Progetto Famiglia e degli Sportelli Informativi per le famiglie. Continuano l attività lo Sportello Tata Doing e la Campagna cittadina dell iniziativa Un anno per crescere insieme. Divisione Servizi Sociali Il Comune rientra fra le Città Riservatarie; pertanto il rapporto con la Regione in questi anni non si è sviluppato in maniera sistematica ed organica; tuttavia si stanno predisponendo azioni di collegamento e di raccordo anche in ambito formativo e promozionale per favorire lo svolgimento della L. 285/97. Invece tutti i progetti, gestiti a livello di Divisione, hanno una ricaduta nelle Circoscrizioni a livello dei Servizi Sociali territoriali. Pertanto il raccordo, sia in fase progettuale che di esecuzione, è una prassi attuata, consolidata e necessaria; rientra dunque nelle normali procedure di raccordo che la Divisione attua nell esercizio delle sue funzioni e compiti. I servizi che vengono così erogati non sono centralizzati, ma costituiscono e diventano attive risorse per le Circoscrizioni Cittadine. 18

19 Settore Gioventù I progetti messi in atto dal Settore Politiche giovanili, in favore degli adolescenti (14/18 anni) hanno creato momenti di coordinamento in fase di avvio, implementazione, rivisitazione degli obiettivi e delle finalità per renderli sempre più aderenti alla realtà giovanile in trasformazione. I coordinamenti sono stati a livello di Circoscrizioni, attraverso tavoli di progettazione, monitoraggio e valutazione (vedi progetto Est-adò), a livello di agenzie del Settore (tavolo di progettazione iniziative di viaggio e soggiorni, Altre Vacanze e Start), a livello di scuole superiori (Scuola Super Oltre confine), a livello di privato sociale con associazioni giovanili e socio culturali del territorio. Per tutti i progetti è stato predisposto un piano di promozione finalizzato al tipo di intervento ed iniziativa messo in atto e al tipo di pubblico che doveva raggiungere. Depliant, locandine, spot radiofonici, incontri con gli studenti nelle scuole e con i ragazzi nei centri di aggregazione, mailing list e giornale on line (Vedi sito dei ragazzi del 2006) articoli sulla rivista Informagiovani. Circoscrizione 1 Raccordo con le risorse del territorio istituzionali e non, con i progetti attivati dalle Divisioni Centrali dell Amministrazione Comunale quali Servizi Sociali, Servizi Educativi, Gioventù. Raccordo con le Circoscrizioni e con l Asl 1 (con la quale è stata stipulata apposita convenzione da parte della Divisione Servizi Sociali Comune di Torino, utilizzando i finanziamenti della Legge 285 per potenziare il lavoro di sostegno psicologico ai destinatari dell intervento) per la gestione dei Luoghi Neutri afferenti ai Servizi Sociali del territorio corrispondente all ASL. Circoscrizione 2 Sono stati attivati rapporti con Assessorato al Sistema Educativo Assessorato Progetto Periferie, coordinando progettualità e interventi che avevano finalità comuni. Rapporti con gli Ambiti territoriali: si sono creati tavoli di lavoro con il progetto URBAN 2, e realizzate collaborazioni con i servizi di base dell'asl 2 (Consultorio pediatrico), con Associazioni del Volontariato (Associazioni Mano Amica, S.O.S. Mamme ed Educare). Si è provveduto alla pubblicizzazione delle iniziative mediante volantini e pieghevoli. Non sono state effettuate specifiche attività formative del personale circoscrizionale che si è occupato dell'attuazione della legge 285/97. Circoscrizione 3 Sempre attiva è la partecipazione della Circoscrizione ai vari tavoli di coordinamento (di A.S.L., fra Circoscrizioni, a livello cittadino) sia sulle tematiche collegate all attuazione dei progetti dei Piani Territoriali di Intervento redatti ai vari livelli, sia sul monitoraggio specifico delle singole attività. Ognuno dei tre progetti attivati prevede raccordi con tutte le Istituzioni Scolastiche del territorio e iniziative specifiche di informazione e promozione. Circoscrizione 5 Esiste un attività consolidata di coordinamento rappresentata dalle due Commissioni Scuola Territorio che è stata ulteriormente rafforzata con un Protocollo d Intesa e con la creazione di un Tavolo di Regia Circoscrizionale con la funzione di raccordo, programmazione, omogenizzazione e distribuzione delle diverse risorse sul territorio circoscrizionale. Iniziative informative sono state realizzate singolarmente dalle diverse realtà territoriali pur non essendo contemplate nei relativi progetti. 19

20 Circoscrizione 6 Iniziative di coordinamento Partecipazione dei Servizi Sociali alle riunioni trimestrali del Dipartimento materno infantile dell'asl 4 e del coordinamento di Distretto, finalizzato all'integrazione tra Servizi sanitari e sociali, alla progettazione di interventi comuni sull'area materno infantile e alla verifica degli stessi; coordinamento mensile tra Servizi sociali e sanitari per gli interventi rivolti agli adolescenti; coordinamento locale e cittadino per i progetti legati a "Provaci ancora Sam". Iniziative di raccordo con il livello regionale Non esistono connessioni tra la Circoscrizione e la Regione. Iniziative informative e promozionali L'informazione e la promozione delle iniziative realizzate con gli affidamenti della Circoscrizione sui fondi assegnati dalla L.285/97 è stata gestita dalle singole agenzie. Circoscrizione 8 Non sono attivi rapporti con la Regione. Permangono operanti, a livello di territorio della Circoscrizione, i progetti relativi all'estensione del servizio di educativa territoriale rivolto ai minori e ai luoghi neutri, incontri protetti tra genitori e figli disposti dall'autorità Giudiziaria. Entrambi i progetti sono attivi grazie ai finanziamenti della L. 285/97 messi a disposizione centralmente dalla Divisione Servizi Sociali; per il primo si tratta di poter usufruire di due educatori in più rispetto alla convenzione già in corso, per il secondo di garantire la presenza di una psicologa consulente dell'a.s.l. 1 all'interno dell'equipe luoghi neutri. Esistono pertanto rapporti con gli uffici centrali della Divisione e con i referenti locali, sia di Circoscrizione sia di A.S.L., per la progettualità e il monitoraggio dei luoghi neutri. A tale proposito si è costituito un gruppo di lavoro stabile con il fine di raccogliere i dati in modo sistematico, di analizzarli e di formalizzare il lavoro di rete con i servizi dell'a.s.l. Per quanto riguarda il progetto specifico della Circoscrizione "Io trovo lavoro", avviatosi nel gennaio 02, oltre a quanto già citato nella relazione dello scorso anno (coordinamento tra sportellilavoro, raccordo con i vari enti di formazione ed i progetti contro la dispersione scolastica ), è stato rafforzato il rapporto con il Settore Lavoro del Comune, in particolare rispetto al progetto POR e con l'ufficio Pio della Compagnia di San Paolo per alcune borse di formazione lavoro. Circoscrizione 9 Le azioni sono riconducibili ai campi d'azione dei singoli progetti. Si sono svolti incontri preliminari per redigere una bozza di Protocollo d'intesa tra Scuole Medie Inferiori del territorio e Circoscrizione nell'ambito del Progetto "Si accettano volontari ancora!" Incontri di scambio di informazioni tra Enti, sia istituzionali che non, che a livello locale attivano iniziative a favore dei neonati. Circoscrizione 10 Nel progetto è previsto un coordinamento degli interventi che vede coinvolte le scuole, le biblioteche, le associazioni e cooperative del territorio ed in ogni caso esiste un ulteriore livello di coordinamento più generale che è il tavolo di lavoro sui minori relativo al Piano dei Servizi Sociali della Circoscrizione 10. Descrizione di attività formative a diversi livelli, precisando per ciascuno di esse se, ed in quale misura, tali attività siano state effettuate con l utilizzo del fondo regionale (art. 2, 2 comma della Legge 285/97 - cd riserva del 5%), oppure con il proprio fondo o interregionale o regionale 20

- Schema-tipo regolamento per il funzionamento della Conferenza dei Sindaci

- Schema-tipo regolamento per il funzionamento della Conferenza dei Sindaci CRONOPROGRAMMA GENERALE ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI, TERZO SETTORE, COOP. SVILUPPO, POLITICHE GIOVANILI, PARI OPPORTUNITA PARTE 1: AZIONI DI SISTEMA 1. Assetti organizzativi e istituzionali a. Ruolo

Dettagli

Guide per i cittadini

Guide per i cittadini PIANO DI ZONA AREA FAMIGLIA, INFANZIA ADOLESCENZA E MINORI Guida per i cittadini - Anno 2011 Guide per i cittadini S c h e d e P r o g e t t i Interventi Pablo Picasso Maternità INDICE Interventi di accesso,

Dettagli

EDUCATIVA TERRITORIALE

EDUCATIVA TERRITORIALE EDUCATIVA TERRITORIALE L attivazione di questo servizio è subordinata al finanziamento della L. 285/97 (Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l infanzia e l adolescenza). DEFINIZIONE

Dettagli

SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo

SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo SINTESI PROGETTO S.M.S. Scuola Sostegno, Motivazione e Successo POR SARDEGNA 2000/2006 Misura 3.6 Azione 3.6.a Bando 2005/2006 Il progetto denominato SMS Scuola Sportello di ascolto, orientamento e informazione

Dettagli

Educando tra Milano e Monza

Educando tra Milano e Monza Scheda progetto Educando tra Milano e Monza Il progetto si sviluppa in quattordici comuni delle provincie di Milano e Monza e in un Associazione di Milano. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Via Milano, 5/c 26100 Cremona Tel. 0372 20751/34402 Fax 0372-1960388 Codice fiscale 80011480193 Partita Iva 01273220192 mail: segreteria@ucipemcremona.it

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE di CASARANO. Regolamento sull Affido Familiare

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE di CASARANO. Regolamento sull Affido Familiare CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO VISTI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE di CASARANO Regolamento sull Affido Familiare la L.184/1983 Disciplina dell'adozione e dell'affidamento

Dettagli

10.4. LE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ

10.4. LE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ 10.4. LE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ La Città da sempre ha posto al centro delle proprie politiche di Welfare locale linee di azione a favore dei giovani miranti ad accompagnare i percorsi di crescita, stimolare

Dettagli

ANZIANI. A cura dell Ufficio Domiciliarità della Divisione Servizi Sociali

ANZIANI. A cura dell Ufficio Domiciliarità della Divisione Servizi Sociali SERVIZI SOCIALI PER I CITTADINI IN SITUAZIONI DI BISOGNO 1 2 ANZIANI A cura dell Ufficio Domiciliarità della Divisione Servizi Sociali La necessità di offrire una rete di protezione a quella fascia di

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO Allegato A C.F. e P. IVA 05517830484 Via Palmiro Togliatti, 29-50032 BORGO SAN LORENZO (FI) Tel. 0558451430 Fax 0558451414 - e-mail: sds.mugello@asf.toscana.it Indirizzi per la ripartizione dei finanziamenti,

Dettagli

IL PROGETTO NEONATI DELLA CITTA DI TORINO

IL PROGETTO NEONATI DELLA CITTA DI TORINO Corso finanziato dalla Provincia di Torino SEMINARIO IL PROGETTO NEONATI DELLA CITTA DI TORINO Storia e prospettive dell affidamento di bambini piccolissimi Considerazioni e questioni aperte, a partire

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME)

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) Anno scolastico 2013/2014 Proponente: Associazione INMEDIA ONLUS Sede legale: Via Consortile, 32 - Villafranca Tirrena (ME) Tel. 3480457173 e-mail: inmediaonlus@libero.it

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

Presentazione. Il Presidente Rosario Zozzaro

Presentazione. Il Presidente Rosario Zozzaro Curriculum generale delle attività e dei servizi erogati dalla Cooperativa Sociale Arca di Noè Onlus dall agosto 1980 al 2014 Presentazione La Cooperativa Sociale Arca di Noè Onlus rappresenta una delle

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N. 8 VALLE SERIANA L OFFERTA DI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER MINORI

AMBITO TERRITORIALE N. 8 VALLE SERIANA L OFFERTA DI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER MINORI 1 AMBITO TERRITORIALE N. 8 VALLE SERIANA L OFFERTA DI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER MINORI Servizi e progetti per l infanzia TIPOLOGIE DI SERVIZI N. 6 Asili nido / Micro Nidi N. 0 Baby Parking N. 0 Nidi

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

L.R. 07 Dicembre 2001, n. 32 Interventi a sostegno della famiglia (1) Art. 1 (Finalità)

L.R. 07 Dicembre 2001, n. 32 Interventi a sostegno della famiglia (1) Art. 1 (Finalità) L.R. 07 Dicembre 2001, n. 32 Interventi a sostegno della famiglia (1) Art. 1 (Finalità) 1. La Regione, in conformità alle disposizioni sancite dagli articoli 2, 3, 29, 30, 31, 36, 37, 38, 47 e 53 della

Dettagli

--------------------------------------------------- Pez Infanzia ---------------------------------------------------

--------------------------------------------------- Pez Infanzia --------------------------------------------------- ANAGRAFICA Struttura: SETTORE SOCIO-CULTURALE E SCOLASTICO Indirizzo: PIAZZA DEL MUNICIPIO, 5 CAP: 50064 Comune ufficio: Responsabile progetto: Incisa in Val d'arno ELISABETTA BARGILLI Codice Fiscale:

Dettagli

COMUNE DI MILANO PIANO DI ZONA: IL PIANO REGOLATORE DEI SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI MILANO PIANO DI ZONA: IL PIANO REGOLATORE DEI SERVIZI SOCIALI COMUNE DI MILANO PIANO DI ZONA: IL PIANO REGOLATORE DEI SERVIZI SOCIALI Il Piano di Zona è lo strumento fondamentale attraverso cui i Comuni, in collaborazione con tutti i soggetti attivi sul territorio,

Dettagli

Atto di Programmazione sullo sviluppo dei servizi di protezione e cura e delle risorse accoglienti. D.G.R.V. 8 AGOSTO 2008 n. 2416

Atto di Programmazione sullo sviluppo dei servizi di protezione e cura e delle risorse accoglienti. D.G.R.V. 8 AGOSTO 2008 n. 2416 Atto di Programmazione sullo sviluppo dei servizi di protezione e cura e delle risorse accoglienti D.G.R.V. 8 AGOSTO 2008 n. 2416 Biennio 2009-2010 Atto di programmazione sullo sviluppo dei servizi di

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

Avviso n. 7 del 1 luglio 2011

Avviso n. 7 del 1 luglio 2011 Avviso n. 7 del 1 luglio 2011 Relazione sulle attività socio-culturali proposte e partecipate dal gruppo consiliare di maggioranza L attenzione e gli interventi messi in atto dall amministrazione nell

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 23-10-2007 REGIONE CAMPANIA LEGGE PER LA DIGNITA' E LA CITTADINANZA SOCIALE. ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328.

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 23-10-2007 REGIONE CAMPANIA LEGGE PER LA DIGNITA' E LA CITTADINANZA SOCIALE. ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328. LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 23-10-2007 REGIONE CAMPANIA LEGGE PER LA DIGNITA' E LA CITTADINANZA SOCIALE. ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA

Dettagli

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali LEGGE REGIONALE 14 APRILE 1999, n.22 "Interventi educativi per l infanzia e gli adolescenti" INDICE TITOLO I Disposizioni generali art. 1. Finalità TITOLO II Soggetti, programmazione e organizzazione Capo

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Via dell Olio 18-00060 Formello (RM) Da settembre 2005 a tutt oggi

CURRICULUM VITAE. Via dell Olio 18-00060 Formello (RM) Da settembre 2005 a tutt oggi CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo NOEMI MONTANI Via dell Olio 18-00060 Formello (RM) E-mail noemi.montani@virgilio.it Nazionalità Italiana di nascita 10 novembre 1960 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE BORGO RAGAZZI DON BOSCO MOVIMENTO FAMIGLIE AFFIDATARIE e SOLIDALI PROGETTO AFFIDAMENTO FAMILIARE PROPOSTA DI PROSECUZIONE PROGETTO AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia; Oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l utilizzazione

Dettagli

Anna Maria Colella 1

Anna Maria Colella 1 Anna Maria Colella 1 L Agenzia regionale per le adozioni internazionali Regione Piemonte: Il primo servizio pubblico iscritto nell albo degli enti autorizzati (Legge N. 476/98, Art. 39 bis) Sommario: 1.

Dettagli

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Dicembre 2011 Informativa Breve In Breve 8/2011 I servizi per gli anziani I servizi per la disabilità I servizi

Dettagli

Uno spazio per tutti

Uno spazio per tutti Comune di Calangianus Assessorato ai servizi sociali Uno spazio per tutti -INTRODUZIONE -IL PROGETTO -ATTUAZIONE -RISORSE UMANE E PARTNER COINVOLTI INTRODUZIONE Il Centro di Aggregazione Sociale (in seguito

Dettagli

Comune di Novedrate Provincia di Como

Comune di Novedrate Provincia di Como Pagina 1 di 16 Legge Regionale n. 31 del 20/03/1980 - Attribuisce al Comune il compito di individuare gli interventi più opportuni a favore di tutte le scuole presenti sul territorio, nel quadro degli

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

Centro Direzionale Via G.Porzio - Isola E3 80143 - Napoli Tel: 081.19811450 Fax: 081.19811451 Sito: www.amesci.org Email: info@amesci.

Centro Direzionale Via G.Porzio - Isola E3 80143 - Napoli Tel: 081.19811450 Fax: 081.19811451 Sito: www.amesci.org Email: info@amesci. BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO IL MIO SPAZIO SETTORE D INTERVENTO AREA D INTERVENTO OBIETTIVO GENERALE OBIETTIVI SPECIFICI ASSISTENZA MINORI Il progetto qui presentato ha l obiettivo generale di alleviare

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore VII Serviizii alllla Persona Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Servizio Biblioteca - Organizzazione e funzionamento del servizio

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI Carta dei Servizi LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è il principale strumento di un organizzazione per far conoscere i progetti che realizza, per informare sulle risorse e le attività a disposizione,

Dettagli

Allegato B Strutture soggette a Dich. Inizio Attività (regol. di cui alla L.R. 11/2007 del C.S.S. Alta Irpinia)

Allegato B Strutture soggette a Dich. Inizio Attività (regol. di cui alla L.R. 11/2007 del C.S.S. Alta Irpinia) DENOMINAZIONE SERVIZIO 01 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CON SERVIZI SANITARI Il servizio di assistenza domiciliare integrata consiste in interventi da fornire ai cittadini al fine di favorire la permanenza

Dettagli

SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA

SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA UFFICIO DI DIREZIONE - la funzione di gestione del servizio sociale di comuni direzione del Servizio

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROGETTO PRISMA PER LO SVILUPPO DELLA CULTURA DELLE RELAZIONI D AIUTO, PROMOZIONE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COORDINAMENTO ISTITUZIONALE AMBITO TERRITORIALE Comune di Palo del Colle Comune di Bitonto RELAZIONE ILLUSTRATIVA In occasione della programmazione delle attività e dei servizi del Piano Sociale di Zona

Dettagli

Articolo 4 Oggetto Sociale

Articolo 4 Oggetto Sociale Articolo 4 Oggetto Sociale La Cooperativa, con riferimento ai requisiti e agli interessi dei soci, ha per oggetto: 1. Istituire o gestire comunità alloggio, a carattere residenziale o semiresidenziale,

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM!

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! Premessa Provaci ancora Sam! è un Progetto integrato e interistituzionale

Dettagli

LE CULTURE SI INCONTRANO

LE CULTURE SI INCONTRANO LE CULTURE SI INCONTRANO per far conoscere ed interagire il microcosmo familiare e le istituzioni educative Centro Educativa Gianfranco Zavalloni Comune di Cesena su proposta dei dirigenti scolastici Insegnanti

Dettagli

Insieme per crescere Interventi educativi e ricreativi bambini e pre-adolescenti.

Insieme per crescere Interventi educativi e ricreativi bambini e pre-adolescenti. SCHEDA DI PROGETTO relativa al Programma finalizzato alla promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza Titolo del progetto n. 6 Insieme per crescere Interventi educativi e ricreativi

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO COMUNE DI AGRIGENTO - PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO - PROCURA DELLA REPUBBLICA C/O TRIBUNALE ORDINARIO DI AGRIGENTO - QUESTURA

Dettagli

Piano esecutivo di gestion

Piano esecutivo di gestion Firma: Comune di San Martino Buon BILANCIO DI PREVISIONE 2003 Piano esecutivo di gestion P.E.G. Servizio: UFFICIO SERVIZI SOCIALI RESPONSABILE: DR. CARLO BA 1 ANALISI DEL SERVIZIO - ATTIVITA E OBIETTIVI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: PROGRAMMAZIONE E PIANIFICAZ. SOCIO-ASSISTENZIALE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: PROGRAMMAZIONE E PIANIFICAZ. SOCIO-ASSISTENZIALE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 314 27/05/2014 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 8512 DEL 14/05/2014 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI GIOVANI E POLITICHE SOCIALI Le Politiche per i Giovani L Amministrazione Comunale si è posta l obiettivo di potenziare gli interventi a favore dei giovani attraverso lo sviluppo della loro creatività ed

Dettagli

3.2.5 Il sistema di offerta

3.2.5 Il sistema di offerta 3.2.5 Il sistema di offerta Ambito di Sesto San Giov Cologno onzese Piano di Zona 2006 2008 Servizio per mano avorire l incontro domanda offerta di persone che collaborano con le famiglie per la cura e

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE DISTRETTO SOCIO SANITARIO APRILIA/CISTERNA REGOLAMENTO CASA FAMIGLIA PER DISABILI LA CASA DEI LILLA Allegato alla delibera di CC n.33 dell

Dettagli

La progettazione di rete territoriale 2007/2009. 21 Gennaio 2010 - VOLABO

La progettazione di rete territoriale 2007/2009. 21 Gennaio 2010 - VOLABO La progettazione di rete territoriale 2007/2009 Incontro di riflessione e confronto tra i protagonisti 2 Gennaio 200 - VOLABO 3 PROGETTI REALIZZATI: QUARTIERE / DISTRETTO Q.re NAVILE Q.re PORTO Q.re SAN

Dettagli

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali Il settore dei servizi sociali comprende varie aree: anziani, handicap, minori, disagio. AREA ANZIANI L'assistenza alle persone

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Rubino Maria Rosaria Data di nascita 14/12/1954. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0831229800

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Rubino Maria Rosaria Data di nascita 14/12/1954. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0831229800 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Rubino Maria Rosaria Data di nascita 14/12/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia COMUNE DI BRINDISI Dirigente - Servizi sociali

Dettagli

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO 4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE Il contesto di riferimento (1999-2004): Nel quinquennio precedente la spesa sociale è stata raddoppiata mettendo in campo risorse per la parte più debole e

Dettagli

PIANO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA E DEL WELFARE COMUNITARIO SOMMARIO

PIANO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA E DEL WELFARE COMUNITARIO SOMMARIO ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI C.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 30.5.2012 N. 101/91267 P.G. COMUNE DI BRESCIA PIANO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA E DEL WELFARE COMUNITARIO SOMMARIO PARTE PRIMA 1. PRINCIPI

Dettagli

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione Istituto Comprensivo «Dozza» DATI STRUTTURALI ANNO DI ISTITUZIONE 1998/1999 PERSONALE IN SERVIZIO NEL CTP 1998 1998 Docenti di ruolo scuola elementare 2 3 5 Docenti di ruolo scuola media 9 3 13 Docenti

Dettagli

ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010

ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010 ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010 L Istituzione è la struttura di principale e dedicato riferimento

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e UrBino Settore Politiche Sociali Assessore Solindo Pantucci Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 A cura di: Dott.ssa Carmen Pacini Responsabile

Dettagli

C.I.S.A.P. Consorzio Intercomunale Servizi alla Persona Comuni di Collegno e Grugliasco

C.I.S.A.P. Consorzio Intercomunale Servizi alla Persona Comuni di Collegno e Grugliasco C.I.S.A.P. Consorzio Intercomunale Servizi alla Persona Comuni di Collegno e Grugliasco PROGETTO MINORI E LORO FAMIGLIE E PROGETTO ADULTI IN DIFFICOLTA LINEE GUIDA SULLA SPERIMENTAZIONE DI INTERVENTI DI

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA AI MINORI E ALLE LORO FAMIGLIE 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Minori e Famiglia 5. Macrotipologia

Dettagli

BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO

BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO Premessa Le Linee Programmatiche della Compagnia hanno stabilito che, nell ambito del tema Istruzione, fosse emanato, nel corso del 2015, un bando

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE CAPRAIA ISOLA COLLESALVETTI LIVORNO ZONA LIVORNESE INFANZIA Comuni Servizi pubblici Servizi privati N.servizi totale Popolazione 3-36

Dettagli

Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 -

Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 - Attività ludico-educative per ragazzi - Estate 2013 - PROPOSTA RISERVATA AGLI ADERENTI AL CRAEM Un tuffo nella terra sarda (S. Teresa di Gallura OT) dall 1 al 19 luglio o dal 18 al 31 luglio dai 12 ai

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Nuove forme per l accoglienza familiare Firenze, 6 marzo 2013 Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Dott.ssa Sandra Di Rocco Responsabile P.O. Interventi per Minori e Famiglia del Comune

Dettagli

PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007

PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007 Staff della - Servizio ALL. A PROTOCOLLO di INTESA per la realizzazione di strutture regionali antiviolenza di cui alla l.r. 12/2007 tra REGIONE LIGURIA rappresentata dall Assessore alle Pari Opportunità

Dettagli

RUOLO, FUNZIONI, SERVIZI

RUOLO, FUNZIONI, SERVIZI RUOLO, FUNZIONI, SERVIZI Il tema della disabilità mette a prova tutti i passaggi dei cicli di vita delle persone. Attraverso le vicende biografiche di chi attraversa questa particolare condizione è possibile

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito Nel confermare il loro impegno di sviluppo e promozione sociale, la Fondazione aiutare i bambini Onlus ( Aiutare i Bambini ) e la

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZI SOCIALI Presentazione I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un adeguata qualità della vita.

Dettagli

Documento n. 5 Studio di fattibilità servizi per l infanzia

Documento n. 5 Studio di fattibilità servizi per l infanzia Progetto T&O (Tempi&Orari) I tempi nelle nostre mani Codice identificativo VA/Varese n 31/2005 - Approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 405 del 22/06/05 e Delibera di Giunta Comunale n. 45 del 31/10/07

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

OPPORTUNITA PER FAMIGLIE -BONUS ENERGIA/ GAS:

OPPORTUNITA PER FAMIGLIE -BONUS ENERGIA/ GAS: OPPORTUNITA PER FAMIGLIE -BONUS ENERGIA/ GAS: Requisiti: per i nuclei familiari residenti a Trezzo, con dichiarazione isee che non superi i 7500 euro oppure per utilizzo di apparecchiature elettromedicali.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIGNATI IVANA RITA VIA MADRE TERESA DI CALCUTTA 18, SAN VITTORE OLONA Telefono 0331.512890 cell.

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Pagina 1 di 14 Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Il presente questionario intende promuovere un indagine finalizzata a rilevare le informazioni necessarie per la redazione del bilancio sociale

Dettagli

ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Ufficio di Piano di Zona VT4 rif. L.328/00 SERVIZI ISTITUZIONALI DISTRETTO VT4

ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Ufficio di Piano di Zona VT4 rif. L.328/00 SERVIZI ISTITUZIONALI DISTRETTO VT4 SERVIZI ISTITUZIONALI DISTRETTO VT4 REPORT SERVIZIO DI PSICOLOGIA SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE DISTRETTUALE UFFICIO DI PIANO VT4 Il Distretto dei Comuni VT4 ha progettato e realizzato un Servizio Sociale

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3850 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3850 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3850 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

I MINORI E LE FAMIGLIE. Educativa. Educativa

I MINORI E LE FAMIGLIE. Educativa. Educativa BISOGNI BISOGNI I MINORI E LE FAMIGLIE I MINORI E LE FAMIGLIE Educativa Educativa Avere un supporto educativo quando si hanno difficoltà nella famiglia, nella vita di relazione, nell'apprendimento e nei

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI Il sostegno ai minori in difficoltà Edizione maggio 2002 1 LA MISSION ED I VALORI LA MISSION Ciascuna persona è titolare di diritti, ad ognuno deve essere

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IL LUDOBUS ARCI ACLI

IL LUDOBUS ARCI ACLI Il Ludobus 1 IL LUDOBUS Il Progetto Ludobus, elaborato dalle Associazioni ARCI Pavia ed ACLI Pavia, è una proposta culturale di intrattenimento ludico itinerante, per offrire occasioni di gioco e di incontro

Dettagli

IMMAGINABILI RISORSE ABITARE 28 NOVEMBRE 2014 A. Una brevissima contestualizzazione

IMMAGINABILI RISORSE ABITARE 28 NOVEMBRE 2014 A. Una brevissima contestualizzazione IMMAGINABILI RISORSE ABITARE 28 NOVEMBRE 2014 A. Una brevissima contestualizzazione Chi siamo: Solaris quest anno festeggia trent anni di presenza all interno di un territorio che l ha vista muovere i

Dettagli

COMUNE DI GONNOSNO PROVINCIA DI ORISTANO SERVIZIO SOCIALE COMUNALE REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DELLA LUDOTECA PETER PAN

COMUNE DI GONNOSNO PROVINCIA DI ORISTANO SERVIZIO SOCIALE COMUNALE REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DELLA LUDOTECA PETER PAN APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 8 DEL 25/02/2005, MODIFICATO CON ATTO C.C. N. 30 DEL 28/11/2012 COMUNE DI GONNOSNO PROVINCIA DI ORISTANO SERVIZIO SOCIALE COMUNALE REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DELLA

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli