Sistemi di welfare. IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi di welfare. IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi."

Transcript

1 A.A Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare IL MERCATO DEL LAVORO. Strumenti di base per l analisi Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro

2 Le fonti dei dati: una prima distinzione Fonti statistiche ISTAT EUROSTAT ILO OECD Fonti amministrative SIL INPS INAIL Maria Letizia Pruna 2

3 Le fonti statistiche Rilevano (attraverso censimenti o indagini ad hoc) una serie di dati destinati specificamente a misurare i più importanti fenomeni socio-economici. Consentono una comparazione nel tempo (attraverso serie storiche o rilevazioni congiunturali) e nello spazio (tra le regioni italiane ed europee e molti altri paesi del mondo) Maria Letizia Pruna 3

4 Le fonti amministrative Raccolgono (attraverso modulistica e procedure amministrative specifiche quali iscrizioni o cancellazioni, assunzioni o cessazioni, ecc.) le informazioni relative a coloro che accedono a determinati servizi o beneficiano di trasferimenti monetari. I dati raccolti sono funzionali allo svolgimento delle attività istituzionali (erogazione di servizi o trasferimenti, rilascio di autorizzazioni, accertamenti, rendicontazione, ecc.) Le informazioni riguardano porzioni predefinite di fenomeni più ampi e consentono comparazioni molto limitate Maria Letizia Pruna 4

5 La principale fonte statistica: l Istat L Istituto nazionale di statistica è un ente di ricerca pubblico. Presente nel Paese dal 1926, è il principale produttore di statistica ufficiale a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. Opera in piena autonomia e in continua interazione con il mondo accademico e scientifico. Maria Letizia Pruna 5

6 Istat - La Rilevazione delle Forze di Lavoro La Rilevazione sulle forze di lavoro ha come obiettivo primario la stima dei principali aggregati dell offerta di lavoro: occupati e persone in cerca di lavoro con le loro caratteristiche principali. Da questa Rilevazione derivano le stime ufficiali dell occupazione e della disoccupazione utilizzate dal Governo per le politiche economiche e per le comparazioni internazionali. Maria Letizia Pruna 6

7 E una rilevazione campionaria Ogni anno viene intervistato un campione di oltre 250 mila famiglie residenti in Italia (per un totale di circa 600 mila individui), distribuite in circa comuni italiani. Negli anni l indagine è stata più volte rinnovata per tenere conto delle continue trasformazioni del mercato del lavoro e delle crescenti esigenze conoscitive dei ricercatori. L ultima modifica risale all inizio del 2004, quando è stata introdotta una nuova metodologia di rilevazione continua, cioè con la raccolta di informazioni durante tutte le settimane dell anno e non più in una singola settimana per trimestre. Maria Letizia Pruna 7

8 Le classificazioni ISTAT/EUROSTAT La struttura del mercato del lavoro si basa su una prima distinzione tra: - la popolazione attiva (forze di lavoro) - la popolazione non attiva (non forze di lavoro) Maria Letizia Pruna 8

9 Popolazione attiva : la definizione Si definisce popolazione attiva, o forze di lavoro, la popolazione presente nel mercato del lavoro. E composta da tutti coloro che hanno un occupazione o che la stanno cercando attivamente: comprende quindi sia gli occupati che i disoccupati. Ha un limite anagrafico inferiore che corrisponde all obbligo scolastico (15 anni). Maria Letizia Pruna 9

10 Occupati : la classificazione Sono coloro che hanno svolto almeno un ora di lavoro retribuito in qualsiasi attività (il periodo di riferimento è la settimana che precede quella in cui si svolge la rilevazione dell ISTAT). Nel caso l attività sia stata svolta nella ditta di un familiare, nella quale si collabora abitualmente, il lavoro può anche non essere retribuito. Maria Letizia Pruna 10

11 Maria Letizia Pruna 11 Questionario Istat Rilevazione Continua sulle Forze di Lavoro II trimestre 2015

12 COME SI RILEVA L OCCUPAZIONE Questionario Istat Rilevazione Continua Maria Letizia sulle PrunaForze di Lavoro II trimestre

13 Persone in cerca di lavoro : la classificazione Sono prive di occupazione Sono disponibili a lavorare (o ad avviare un attività autonoma) entro 2 settimane dal momento della rilevazione svolta dall ISTAT Hanno fatto almeno una azione di ricerca attiva del lavoro nell ultimo mese Maria Letizia Pruna 13

14 CHE COSA SI INTENDE PER AZIONI DI RICERCA ATTIVA Maria Letizia Pruna 14

15 Popolazione non attiva : la definizione Vi rientrano tutti coloro che hanno un età inferiore ai 15 anni (minori) e superiore ai 75 (anziani); ma anche le persone in età lavorativa (tra i 15 e i 64 anni), che risultano non occupate né sono in cerca di occupazione. Comprende anche persone che, pur non essendo occupate né alla ricerca attiva di una occupazione, dichiarano di essere disponibili a lavorare. Maria Letizia Pruna 15

16 L area grigia persone che cercano lavoro non attivamente : si differenziano dai disoccupati propriamente detti solo perché sono trascorse più di 4 settimane da quando hanno condotto l ultima azione di ricerca del lavoro persone che non si dichiarano in cerca di lavoro ma sarebbero disponibili a lavorare se fosse loro offerta una occasione di lavoro persone in cerca di lavoro che per motivi diversi si dichiarano impossibilitate ad iniziare il lavoro nell arco di due settimane Maria Letizia Pruna 16

17 L area grigia, le sue componenti e la struttura del mercato del lavoro Fonte: Istat, Rilevazione sulle forze di lavoro, Italia

18 I principali indicatori per l analisi del mercato del lavoro Tasso di attività Tasso di occupazione Tasso di disoccupazione Maria Letizia Pruna 18

19 Tasso di attività: a che cosa serve Indica la partecipazione della popolazione al mercato del lavoro, serve quindi per individuare la diffusione della disponibilità effettiva al lavoro, espressa dalla percentuale di persone che lavorano o cercano attivamente un lavoro rispetto alla popolazione in età lavorativa, cioè tra i 15 e i 64 anni. Maria Letizia Pruna 19

20 Tasso di attività: come si calcola FL (FORZE DI LAVORO) x 100 POPOLAZIONE anni Maria Letizia Pruna 20

21 Tassi di attività specifici Si possono calcolare tassi di attività specifici per sesso, classe di età, titolo di studio, ecc. Occorre dividere le forze di lavoro specifiche (es.: donne o uomini, giovani o adulti, diplomati o laureati) per la corrispondente popolazione in età lavorativa, e moltiplicare il risultato per 100. Il tasso specifico di attività femminile si calcola, ad esempio, dividendo le forze di lavoro femminili per la popolazione femminile tra i 15 e i 64 anni, e moltiplicando il risultato per 100. Maria Letizia Pruna 21

22 Tasso di occupazione: a che cosa serve Misura la diffusione dell occupazione tra la popolazione in età lavorativa. Rappresenta quindi un indicatore indiretto di benessere economico, poiché dà la misura di quanto sono distribuiti i redditi da lavoro tra la popolazione, ma anche di quanta parte della popolazione partecipa alla produzione della ricchezza di un territorio. Maria Letizia Pruna 22

23 Tasso di occupazione: come si calcola OCCUPATI x 100 POPOLAZIONE anni (Oppure POP anni)(*) (*) Eurostat calcola ormai abitualmente il tasso di occupazione sulla popolazione tra i 20 e i 64 anni

24 Tassi di occupazione specifici Si possono calcolare tassi di occupazione specifici per sesso, classe di età, titolo di studio, ecc. Occorre dividere gli occupati specifici (es.: donne o uomini, giovani o adulti, diplomati o laureati) per la corrispondente popolazione in età lavorativa, e moltiplicare il risultato per 100. Il tasso specifico di occupazione femminile si calcola, ad esempio, dividendo le occupate per la popolazione femminile tra i 15 e i 64 anni, e moltiplicando il risultato per 100. Maria Letizia Pruna 24

25 Tasso di disoccupazione: a che cosa serve Misura la mancanza di lavoro tra coloro che sono disponibili a lavorare (cioè le forze di lavoro). Rappresenta quindi un indicatore indiretto di benessere sociale, poiché dà la misura dell intensità della mancanza di lavoro tra la popolazione disponibile a lavorare in un determinato territorio. Maria Letizia Pruna 25

26 Tasso di disoccupazione: come si calcola PERSONE IN CERCA DI LAVORO FORZE DI LAVORO X 100 Maria Letizia Pruna 26

27 Tassi di disoccupazione specifici Si possono calcolare tassi di disoccupazione specifici per sesso, classe di età, titolo di studio, ecc. Occorre dividere i disoccupati specifici (es.: donne o uomini, giovani o adulti, diplomati o laureati) per le corrispondenti forze di lavoro, e moltiplicare il risultato per 100. Il tasso specifico di disoccupazione femminile si calcola, ad esempio, dividendo le disoccupate per le forze di lavoro femminili, e moltiplicando il risultato per 100. Maria Letizia Pruna 27

28 Italia: come si legge il tasso di disoccupazione Italia, tasso di disoccupazione giovanile (2012): giovani (15-24 anni), di cui attivi (28,9%), di cui disoccupati (35,3%) I giovani disoccupati sono il 10,2% della popolazione giovanile italiana

29 Sardegna: come si legge il tasso di disoccupazione Sardegna, tasso di disoccupazione giovanile: giovani (15-24 anni), di cui attivi (29,6%), di cui disoccupati (42,4%) I giovani disoccupati sono il 12,4% della popolazione giovanile

30 Altre misure della disoccupazione La gravità sociale della disoccupazione non può essere valutata solo in base alla sua estensione, che è data dalla numerosità delle persone colpite: occorre prendere in considerazione un insieme di misure che integrino le informazioni comunemente utilizzate per descrivere il fenomeno. Maria Letizia Pruna 30

31 Le dimensioni della disoccupazione Diffusione (quanti disoccupati) Intensità (quanto disoccupati) Durata (per quanto disoccupati) Non è ancora disponibile un indicatore sintetico della gravità sociale della disoccupazione che tenga conto di tutte e tre le dimensioni del fenomeno Maria Letizia Pruna 31

32 Diffusione della disoccupazione La diffusione della disoccupazione si può calcolare come rapporto percentuale tra le persone in cerca di lavoro e la popolazione al di sopra dei 15 anni, e individua in tal modo l estensione del fenomeno in generale o in relazione a specifiche componenti della popolazione (donne, giovani, diplomati, ecc.). Maria Letizia Pruna 32

33 Intensità della disoccupazione L intensità della disoccupazione si calcola come rapporto percentuale tra le persone in cerca di lavoro e la popolazione attiva, quindi coincide con il tasso di disoccupazione. L intensità ci dice qual è il grado di difficoltà di un gruppo specifico nel trovare lavoro; sapere quanto è esteso questo gruppo consente di valutare se il problema è acuto ma circoscritto o se invece è più lieve ma riguarda un numero elevato di persone. Maria Letizia Pruna 33

34 Durata della disoccupazione La durata della disoccupazione costituisce già da tempo, non solo in Italia, una dimensione cruciale del fenomeno. Indica l'ampiezza temporale del periodo medio di permanenza nella condizione di disoccupazione. La durata della disoccupazione si può calcolare come rapporto percentuale tra i disoccupati di lunga durata (persone che cercano un lavoro da 12 mesi e oltre) e i disoccupati totali, oppure si può individuare attraverso il numero medio di mesi della ricerca del lavoro per persona. Maria Letizia Pruna 34

Definire e misurare il lavoro

Definire e misurare il lavoro Anno Accademico 2013-2014 Sociologia del Lavoro Modulo Sociologia del Lavoro 19/03/2014 Definire e misurare il lavoro Figure del lavoro a partire dalla RCFL / Istat RICCARDO GUIDI / riccardo.guidi@sp.unipi.it

Dettagli

Occupati e disoccupati Febbraio 2010: stime provvisorie

Occupati e disoccupati Febbraio 2010: stime provvisorie Occupati e disoccupati Febbraio 2010: stime provvisorie 31 marzo 2010 Allo scopo di migliorare la tempestività dell informazione statistica sull evoluzione del mercato del lavoro, e nell ambito degli accordi

Dettagli

Sistemi di welfare 5. STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DEL LAVORO. mlpruna@unica.it

Sistemi di welfare 5. STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DEL LAVORO. mlpruna@unica.it A.A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare 5. STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DEL LAVORO Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici

Dettagli

Occupati e disoccupati Aprile 2010: stime provvisorie

Occupati e disoccupati Aprile 2010: stime provvisorie Occupati e disoccupati Aprile 2010: stime provvisorie 1 giugno 2010 Allo scopo di migliorare la tempestività dell informazione statistica sull evoluzione del mercato del lavoro, e nell ambito degli accordi

Dettagli

Nota di commento ai dati sul mercato del lavoro I trimestre 2017

Nota di commento ai dati sul mercato del lavoro I trimestre 2017 Nota di commento ai dati sul mercato del lavoro I trimestre 2017 Fonte: Istat Aggiornamento giugno 2017 Dall indagine sulle forze di lavoro dell Istat derivano le stime ufficiali degli occupati e delle

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 8 gennaio 2014 Novembre 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A novembre 2013 gli occupati sono 22 milioni 292 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-55 mila) e del 2,0% su

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Mercato del lavoro Dati regionali III Trimestre 2017 2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2017 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Servizio della Statistica regionale Viale Trento,

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Mercato del lavoro Dati regionali I Trimestre 2017 2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2017 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Servizio della Statistica regionale Viale Trento,

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 31 ottobre 2014 Settembre 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A settembre 2014 gli occupati sono 22 milioni 457 mila, in aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente (+82 mila) e dello 0,6% su

Dettagli

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2014

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2014 2015 5 I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2014 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale

Dettagli

Occupati e disoccupati Dicembre 2009: stime provvisorie

Occupati e disoccupati Dicembre 2009: stime provvisorie Occupati e disoccupati Dicembre 2009: stime provvisorie 29 gennaio 2010 Allo scopo di migliorare la tempestività dell informazione statistica sull evoluzione del mercato del lavoro, e nell ambito degli

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 30 settembre 2014 Agosto 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Ad agosto 2014 gli occupati sono 22 milioni 380 mila, in aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente (+32 mila) e sostanzialmente

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 30 aprile 2014 Marzo 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A marzo 2014 gli occupati sono 22 milioni 356 mila, in aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente (+73 mila) ma in diminuzione dello

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 30 aprile 2013 Marzo 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A marzo 2013 gli occupati sono 22 milioni 674 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto a febbraio (-51 mila). Il calo riguarda la sola componente

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 30 gennaio 2015 Dicembre 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A dicembre 2014 gli occupati sono 22 milioni 422 mila: dopo il calo osservato nei due mesi precedenti, l occupazione a dicembre aumenta

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 1 ottobre 2013 Agosto 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Ad agosto 2013 gli occupati sono 22 milioni 498 mila, sostanzialmente invariati rispetto al mese precedente e in diminuzione dell 1,5%

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 1 luglio 2013 Maggio 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A maggio 2013 gli occupati sono 22 milioni 576 mila, in diminuzione dello 0,1% rispetto ad aprile (-27 mila) e dell 1,7% (-387 mila) su

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 2 aprile 2013 Febbraio 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A febbraio 2013 gli occupati sono 22 milioni 739 mila, in aumento dello 0,2% rispetto a gennaio (+48 mila). La crescita riguarda la sola

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 1 aprile 2011 OCCUPATI E DISOCCUPATI Nella media del 2010 l occupazione si è ridotta dello 0,7% (-153.000 unità) rispetto all anno precedente. La flessione è dovuta eslusivamente alla componente maschile

Dettagli

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2016

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2016 2017 4 I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2016 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale

Dettagli

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2015

I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2015 2016 4 I dati dell occupazione e della disoccupazione per la Provincia di Monza e della Brianza 2015 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 31 luglio 2013 Giugno 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A giugno 2013 gli occupati sono 22 milioni 510 mila, in diminuzione dello 0,1% rispetto al mese precedente (-21 mila) e dell 1,8% su base

Dettagli

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE DEFINIZIONI: OCCUPATI, DISOCCUPATI, INATTIVI Ogni adulto in età lavorativa viene collocato in una delle seguenti categorie: OCCUPATI: chi ha più di 15 anni e nella settimana

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Mercato del lavoro Dati regionali III Trimestre 2016 2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2016 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Servizio della Statistica regionale Viale Trento,

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Mercato del lavoro Dati regionali II Trimestre 2017 2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2017 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Servizio della Statistica regionale Viale Trento,

Dettagli

Il mercato del lavoro regionale

Il mercato del lavoro regionale Il mercato del lavoro regionale - 2015 - Indice pag. 1 Indicatori sintetici del mercato del lavoro regionale pag. 2 Inattivi e forze di lavoro potenziali pag. 3 La disoccupazione per età, genere e condizione

Dettagli

Forze di lavoro in provincia di Brescia

Forze di lavoro in provincia di Brescia Forze di lavoro in provincia di 2006-2016 Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di su dati Istat., aprile 2017 INDICE 1. Forze lavoro pag. 2 2. Tasso di attività

Dettagli

Febbraio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Febbraio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 31 marzo 2015 Febbraio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo la crescita del mese di dicembre e la sostanziale stabilità di gennaio, a febbraio 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,2% (-44

Dettagli

Maggio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Maggio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 30 giugno 2015 Maggio 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo l aumento del mese di aprile (+0,6%), a maggio 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,3% (-63 mila) rispetto al mese precedente. Il

Dettagli

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE DEFINIZIONI: OCCUPATI, DISOCCUPATI, INATTIVI Ogni adulto in età lavorativa viene collocato in una delle seguenti categorie: OCCUPATI: chi ha più di 15 anni e nella settimana

Dettagli

Occupati, Disoccupati e Forza lavoro /1

Occupati, Disoccupati e Forza lavoro /1 Occupati, Disoccupati e Forza lavoro /1 Occupati: comprendono le persone di 15 anni e più che nella settimana di riferimento hanno svolto almeno un ora di lavoro in una qualsiasi attività che preveda un

Dettagli

Marzo 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Marzo 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 30 aprile 2015 Marzo 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo il calo del mese di febbraio, a marzo 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,3% (-59 mila) rispetto al mese precedente, tornando sul

Dettagli

Giugno 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Giugno 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 31 luglio 2015 Giugno 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo la forte crescita registrata nel mese di aprile (+0,6%) e il calo nel mese di maggio (-0,3%), a giugno 2015 gli occupati diminuiscono

Dettagli

Agosto 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Agosto 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 30 settembre 2015 Agosto 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Per una maggiore integrazione delle informazioni statistiche sul mercato del lavoro, in questo comunicato stampa l'istat fornisce per

Dettagli

Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012

Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012 Occupazione/disoccupazione giovanile anni 2011/2012 Il rapporto Censis del 2011, ha fatto emergere come l Italia negli ultimi 4 anni abbia avuto un grosso calo dell occupazione giovanile. I dati Censis

Dettagli

Lavoro. Istituto Nazionale di Statistica

Lavoro. Istituto Nazionale di Statistica Lavoro 26 Istituto Nazionale di Statistica Forze Di lavoro per ConDizione, sesso e ripartizione geografica Anno 2015, migliaia di persone* Maschi Femmine totale OCCuPatI Nord 6.589 5.075 11.664 Centro

Dettagli

Indagine Forze Lavoro a livello di SEL area livornese

Indagine Forze Lavoro a livello di SEL area livornese Comune di LIVORNO Comune di Collesalvetti Indagine Forze Lavoro a livello di SEL area livornese (Comuni Livorno e Collesalvetti) Impianto metodologico e principali stime Federico Giuntoli Resp. UCS Comune

Dettagli

SOCIOLOGIA II Lavoro e mercato

SOCIOLOGIA II Lavoro e mercato SOCIOLOGIA II Lavoro e mercato Docente Giovanna Fullin Lavoro e mercato - 2013/2014 Email giovanna.fullin@unimib.it Ufficio U7 III piano stanza 343 Ricevimento Martedì dalle 15 alle 16 (ma consultare avvisi

Dettagli

La situazione socioeconomica in Abruzzo

La situazione socioeconomica in Abruzzo La situazione socioeconomica in Abruzzo 1 Posizionamento nella classifica ISTAT delle migliori e peggiori performance fra le regioni italiane. Legenda delle statistiche: Si considerano 22 Regioni, comprese

Dettagli

TENDENZE SULL OCCUPAZIONE GIOVANILE IN ITALIA

TENDENZE SULL OCCUPAZIONE GIOVANILE IN ITALIA TENDENZE SULL OCCUPAZIONE GIOVANILE IN ITALIA +0.1 +2.03 +0.04 +0.1 +2.03 +0.1 +2.03 +0.04-25.301 023-00.22 006.65 0.887983 +1.922523006.62-0.657987 +1.987523006.82-006.65 +0.1 0.887987 +1.987523006.60

Dettagli

Pag. Cenni introduttivi e di sintesi.. 11

Pag. Cenni introduttivi e di sintesi.. 11 Indice Cenni introduttivi e di sintesi.. 11 Capitolo 1. - Il quadro internazionale e quello italiano 1.1 - La disoccupazione nell Unione europea e negli Stati Uniti... 15 1.2 - La disoccupazione in Italia

Dettagli

Occupato = chi svolge un lavoro quale attività umana è un lavoro? Occupato (Sen):

Occupato = chi svolge un lavoro quale attività umana è un lavoro? Occupato (Sen): I concetti chiave Nell analisi del MdL i concetti chiave sono: occupato, in cerca di lavoro/disoccupato, inattivo Per dare contenuto a queste etichette è necessario definire: 1. i concetti 2. le caratteristiche

Dettagli

FOCUS novembre Recenti dinamiche del mercato del lavoro femminile in Puglia PREMESSA FORZA LAVORO E OCCUPAZIONE FEMMINILE

FOCUS novembre Recenti dinamiche del mercato del lavoro femminile in Puglia PREMESSA FORZA LAVORO E OCCUPAZIONE FEMMINILE accordo con quanto avvenuto in Italia e nelle altre ripartizioni territoriali. L incremento del +2,6% di occupazione femminile in Puglia, rispetto al 2011, pari a 11.000 unità, contribuisce a portare a

Dettagli

Allegato statistico. Audizione dell Istituto nazionale di statistica

Allegato statistico. Audizione dell Istituto nazionale di statistica Allegato statistico Audizione dell Istituto nazionale di statistica Dott. Emanuele Baldacci Direttore del Dipartimento per l integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e ricerca Dott.ssa

Dettagli

Anno 2009 L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA. QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio Fonte dati ISTAT

Anno 2009 L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA. QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio Fonte dati ISTAT L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA Anno 2009 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 5/2010 maggio 2010 Fonte dati ISTAT Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica Il 28 aprile 2010 l Istituto Nazionale

Dettagli

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA -0,5 -1,5 -2,3. Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ISTAT 69,9 69,7 69,7 67,4 66,8 66,6 66,5

LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA -0,5 -1,5 -2,3. Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ISTAT 69,9 69,7 69,7 67,4 66,8 66,6 66,5 Variazioni % Valori assoluti LE FORZE DI LAVORO IN LOMBARDIA 2 trimestre 2010 Nel secondo trimestre 2010 si riduce sensibilmente il numero di persone in cerca di (-34.603 unità, pari a una variazione del

Dettagli

Economia del Lavoro 2010

Economia del Lavoro 2010 Economia del Lavoro 2010 Capitolo 1-1 Offerta di lavoro - Introduzione - Misurare la forza lavoro 1 Offerta di lavoro - Introduzione Lavorare o non lavorare? E per quante ore? L offerta di lavoro dell

Dettagli

Forze di lavoro in provincia di Brescia

Forze di lavoro in provincia di Brescia Forze di lavoro in provincia di Brescia 2004-2014 (abstract) Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia su dati Istat. 1 INDICE 1. Forze lavoro - Tasso

Dettagli

Forze di lavoro in provincia di Brescia

Forze di lavoro in provincia di Brescia Forze di lavoro in provincia di Brescia 2005-2015 Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia su dati Istat. Brescia, aprile 2016 INDICE 1. Forze lavoro

Dettagli

OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO

OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO Occupazione e forze lavoro a nel 2014 Servizio Studi della CCIAA di OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL 2014 A BERGAMO Secondo i dati medi annui provinciali dell indagine campionaria sulle Forze di lavoro di

Dettagli

L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA

L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA L'OCCUPAZIONE IN PROVINCIA DI BRESCIA Anno 2008 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 6/2009 Aprile 2009 Fonte dati ISTAT Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica In data 28 aprile 2009 l Istituto

Dettagli

Occupazione e forze lavoro in provincia di Bergamo. Dati medi annuali 2015

Occupazione e forze lavoro in provincia di Bergamo. Dati medi annuali 2015 Occupazione e forze lavoro in provincia di. Dati medi annuali Servizio Studi della Camera di Commercio di 01/04/2016 OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO NEL A BERGAMO Secondo i dati medi annui provinciali dell

Dettagli

Occupazione - Disoccupazione

Occupazione - Disoccupazione Occupazione - Disoccupazione I dati sugli ultimi 10 anni (fonte ISTAT) Elaborazione grafica a cura Paolo Peluso Segretario Organizzativo CGIL Taranto con delega al Mercato del Lavoro TARANTO Tasso di disoccupazione

Dettagli

Occupazione e lavoro atipico in provincia di Brescia

Occupazione e lavoro atipico in provincia di Brescia SEMINARIO - 10 LaRIS day Statistica e vita quotidiana: leggere la precarietà Occupazione e lavoro atipico in provincia di Brescia Maria Elena Comune Istat Sede per la Lombardia Università Cattolica del

Dettagli

Mercato del lavoro. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015

Mercato del lavoro. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 3 febbraio 2016 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2016 e Anno 2016

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2016 e Anno 2016 Trento, 0 marzo 07 Rilevazione sulle forze di lavoro trimestre 06 e Anno 06 L Istat ha diffuso oggi i dati sull occupazione e sulla disoccupazione relativi al trimestre 06 (da ottobre a dicembre 06) e

Dettagli

Le prospettive di lavoro

Le prospettive di lavoro Le prospettive di lavoro per chi prosegue gli studi Quanti sono i giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro Cresce la partecipazione dei giovani al mercato del lavoro, cioè la quota di quanti lavorano

Dettagli

MERCATO DEL LAVORO. Analisi dati istat Ultimo aggiornamento: 30/10/13

MERCATO DEL LAVORO. Analisi dati istat Ultimo aggiornamento: 30/10/13 MERCATO DEL LAVORO Analisi dati istat 2004-2012 SETTORE SUPPORTO ISTITUZIONALE E COMUNICAZIONE Sportello Qualità e Controllo Ultimo aggiornamento: 30/10/13 INTRODUZIONE Annualmente l Istat diffonde le

Dettagli

Occupati (popolazione di 15 anni e più)

Occupati (popolazione di 15 anni e più) Camera del Lavoro di Via G. Garibaldi 3 - Tel 035.3594.111 - Fax 035.3594.459-24122 E-Mail @cgil.lombardia.it - Web www.cgil.bergamo.it Dati Istat sull occupazione: tassi di attività, inattività, occupazione,

Dettagli

Informazioni Statistiche N 6/2014

Informazioni Statistiche N 6/2014 Città di Palermo Ufficio Statistica 15 Censimento generale della popolazione Condizione professionale e non professionale della popolazione residente Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 6/2014

Dettagli

Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017

Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017 REPORT FLASH Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017 9 giugno 2017 In breve In Emilia-Romagna si ha un ulteriore, rilevante incremento dell occupazione complessiva I dati

Dettagli

27 Febbraio 2015 n 4

27 Febbraio 2015 n 4 27 Febbraio 2015 n 4 STATISTICA - COMUNE DI FERRARA Occupazione e disoccupazione a Ferrara nel 2014 Premessa I dati sul mercato del lavoro nel comune di Ferrara vengono ricavati da specifiche indagini

Dettagli

I DISOCCUPATI SECONDO LA RILEVAZIONE SULLE FORZE DI LAVORO Federica Pintaldi, Maria Elena Pontecorvo

I DISOCCUPATI SECONDO LA RILEVAZIONE SULLE FORZE DI LAVORO Federica Pintaldi, Maria Elena Pontecorvo I DISOCCUPATI SECONDO LA RILEVAZIONE SULLE FORZE DI LAVORO Federica Pintaldi, Maria Elena Pontecorvo Indice Definizione di disoccupato Legame con l inattività Andamenti negli ultimi anni Transizioni a

Dettagli

Novembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Novembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 7 naio 2016 Novembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo la crescita registrata tra giugno e agosto (+0,5%) e il calo di settembre (-0,2%) e obre (-0,2%), a novembre 2015 la stima degli occupati

Dettagli

Maggio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Maggio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 1 luglio 2016 Maggio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo l aumento registrato nei due mesi precedenti (+0,3% a marzo e ad aprile) la stima degli occupati a gio sale ancora, seppure in modo

Dettagli

LAVORO. Giovani e lavoro. A febbraio 2015 sono oltre 868mila i giovani dai 15 ai 24 anni occupati, mentre sono 644mila i disoccupati.

LAVORO. Giovani e lavoro. A febbraio 2015 sono oltre 868mila i giovani dai 15 ai 24 anni occupati, mentre sono 644mila i disoccupati. LAVORO Occupazione. A febbraio 2015, gli occupati in Italia sono 22.2 milioni, mentre i disoccupati sono 3.2 milioni. Lo rivela l'istat nel suo rapporto "Occupati e disoccupati". Il tasso di disoccupazione*

Dettagli

Febbraio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Febbraio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 1 aprile 2016 Febbraio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo la crescita di naio 2016 (+0,3%, pari a +73 mila), a febbraio la stima degli occupati diminuisce dello 0,4% (-97 mila persone occupate).

Dettagli

Tavola Popolazione per sesso, condizione e attività economica degli occupati (a) - Puglia - Media Anni (dati in migliaia)

Tavola Popolazione per sesso, condizione e attività economica degli occupati (a) - Puglia - Media Anni (dati in migliaia) Tavola 9.1 - Popolazione per sesso, condizione e attività economica degli occupati (a) - Puglia - Media Anni 1999-2003 (dati in migliaia) 1999 2000 2001 2002 2003 In età non lavorativa < 15 anni 720 370

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 2 aprile 2012 OCCUPATI E DISOCCUPATI Nella media del 2011 l occupazione registra una variazione tendenziale positiva dello 0,4% (+95.000 unità). Il risultato sconta la differente dinamica della componente

Dettagli

L'OCCUPAZIONE E LE FORZE DI LAVORO IN PROVINCIA DI BRESCIA

L'OCCUPAZIONE E LE FORZE DI LAVORO IN PROVINCIA DI BRESCIA L'OCCUPAZIONE E LE FORZE DI LAVORO IN PROVINCIA DI BRESCIA Anno 2011 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 6/2012 giugno 2012 Fonte dati Istat Elaborazioni Ufficio Studi e Statistica OCCUPAZIONE E FORZE LAVORO

Dettagli

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo ottobre-dicembre 2015

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo ottobre-dicembre 2015 Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo ottobre-dicembre 2015 10 Marzo 2016 Gli ultimi dati

Dettagli

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007 I primati di nel mercato del lavoro nel 2007 Maggio 2008 Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento tecnico: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Mappe tematiche: Fabrizio Dell Atti Le elaborazioni

Dettagli

Tavola 1 - Occupati anni per sesso, ripartizione geografica, titolo di studio, settore di attività economica e professione - Anni

Tavola 1 - Occupati anni per sesso, ripartizione geografica, titolo di studio, settore di attività economica e professione - Anni ALLEGATO STATISTICO Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Enrico Giovannini presso l XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati Roma, 7 giugno 2011 Tavola

Dettagli

Giovani, laureati e disoccupati: Italia, quale futuro?

Giovani, laureati e disoccupati: Italia, quale futuro? Giovani, laureati e disoccupati: Italia, quale futuro? Chiara Binelli (University of Southampton & Rimini Centre for Economic Analysis) Festival Economia, Trento 31 maggio 2015 Tasso di disoccupazione

Dettagli

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania 1 CATANIA Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania In Sicilia, come in tutto il resto del mondo, il lavoro retribuito delle donne ( diverso dai lavori domestici e di cura che in famiglia toccano prevalentemente

Dettagli

Programma di formazione per i docenti dei Licei delle Scienze Umane Le principali statistiche sul mercato del lavo

Programma di formazione per i docenti dei Licei delle Scienze Umane Le principali statistiche sul mercato del lavo Programma di formazione per i docenti dei Licei delle Scienze Umane Le principali statistiche sul mercato del lavo Maurizio Sorcioni Staff di statistica studi e ricerche - Italia Lavoro Argomenti trattati

Dettagli

Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi

Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi 12 settembre In breve Nel II trimestre prosegue in Emilia-Romagna l aumento dell occupazione complessiva Nel II

Dettagli

Le forze di Lavoro nelle MARCHE Medie 2012

Le forze di Lavoro nelle MARCHE Medie 2012 Le forze di Lavoro nelle MARCHE Medie 2012 Dati ISTAT elaborati a cura della CGIL Marche e dell 4 marzo 2013 1 INDICE 1_Le Forze di Lavoro nelle Marche 2_Le Forze di Lavoro in provincia di Ancona 3_Le

Dettagli

Statistiche sul Lavoro nelle Aree Metropolitane

Statistiche sul Lavoro nelle Aree Metropolitane 8 Conferenza Nazionale di Statistica 28-29/11/06 Statistiche sul Lavoro nelle Aree Metropolitane Presentazione a cura di: Clementina Villani PERCHE IL PROGETTO SLAM? Per realizzare un analisi comparata

Dettagli

Novembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Novembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 9 naio 2017 Novembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Nel mese di embre la stima degli occupati è in lieve crescita rispetto a ottobre (+0,1%, pari a +19 mila unità). L aumento riguarda le donne

Dettagli

MdL e CiG Provincia di Pisa

MdL e CiG Provincia di Pisa Centro Direzionale Impiego Pisa MdL e CiG Provincia di Pisa Fonte dati: DWH Universo Idol Centro Direzione Impiego Pisa Stock Disoccupati Anno 2011 Stock Disoccupati Valori % Mese riferimento Uomini Donne

Dettagli

Sistema Statistico Nazionale Dipartimento Bilancio e Tesoro Ufficio di Statistica della Regione

Sistema Statistico Nazionale Dipartimento Bilancio e Tesoro Ufficio di Statistica della Regione REGIONE SICILIANA Assessorato Bilancio e Finanze Sistema Statistico Nazionale Dipartimento Bilancio e Tesoro Ufficio di Statistica della Regione Assessore Regionale Bilancio e Finanze On.le Prof. Alessandro

Dettagli

Dicembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Dicembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 2 febbraio 2016 Dicembre 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo il calo di settembre (-0,2%) e obre (-0,2%) e la crescita di novembre (+0,2%), a dicembre 2015 la stima degli occupati diminuisce

Dettagli

Mercato del lavoro e lavoro non standard

Mercato del lavoro e lavoro non standard Mercato del lavoro e lavoro non standard Roberto Pedersini Corso di Analisi delle società complesse Cosa ci interessa? Chi lavora: uomini, donne (genere); giovani, adulti, anziani (età); (grado di istruzione/qualificazione)

Dettagli

Settembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Settembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 3 novembre 2016 Settembre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A tembre la stima degli occupati cresce rispetto ad agosto (+0,2%, pari a +45 mila unità), recuperando il calo registrato nel mese

Dettagli

Marzo 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Marzo 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 29 aprile 2016 Marzo 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo il calo di febbraio 2016 (-0,4%, pari a -87 mila), a marzo la stima degli occupati sale dello 0,4% (+90 mila persone occupate), tornando

Dettagli

Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi

Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi Dott.Riccardo Guidi riccardo.guidi@sp.unipi.it Mercoledì 29 Febbraio Rilevazione sulle forze di lavoro ISTAT E la

Dettagli

Luglio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Luglio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 31 agosto 2016 Luglio 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A lio la stima degli occupati cala dello 0,3% rispetto al mese di giugno (-63 mila), interrompendo la tendenza positiva registrata nei

Dettagli

Giugno 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Giugno 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 29 luglio 2016 Giugno 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori A gno la stima degli occupati aumenta dello 0,3% (+71 mila persone occupate), proseguendo la tendenza positiva già registrata nei tre mesi

Dettagli

UD 7.3. La disoccupazione

UD 7.3. La disoccupazione UD 7.3. La disoccupazione Inquadramento generale Questa unità didattica ha l obiettivo di analizzare il mercato del lavoro e in particolare il grave fenomeno della disoccupazione. Vedremo come vengono

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO NEL FAENTINO E NELLA PROVINCIA DI RAVENNA

IL MERCATO DEL LAVORO NEL FAENTINO E NELLA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali IL MERCATO DEL LAVORO NEL FAENTINO E NELLA PROVINCIA DI RAVENNA Edizione 1/ST/st/28.04.2005 Supera: nessuno Sintesi

Dettagli

Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 31 gio 2016 Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo l aumento registrato a marzo (+0,3%) la stima degli occupati ad ile sale dello 0,2% (+51 mila persone occupate). L aumento riguarda sia

Dettagli

Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 31 gio 2016 Aprile 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Dopo l aumento registrato a marzo (+0,3%) la stima degli occupati ad ile sale dello 0,2% (+51 mila persone occupate). L aumento riguarda sia

Dettagli

GENOVA IN NUMERI. EDIZIONE N. 3 Dicembre SEZIONE CASA, ASSEGNAZIONE ALLOGGI E POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Ufficio Occupazione Giovanile

GENOVA IN NUMERI. EDIZIONE N. 3 Dicembre SEZIONE CASA, ASSEGNAZIONE ALLOGGI E POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Ufficio Occupazione Giovanile GENOVA IN NUMERI EDIZIONE N. 3 Dicembre 2009 SEZIONE CASA, ASSEGNAZIONE ALLOGGI E POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Ufficio Occupazione Giovanile al 1 gennaio 2009 Età maschi femmine totale Da 15 a 24 24.748

Dettagli

LA CONOSCENZA DEI DATI ECONOMICI DA PARTE DEI CONSUMATORI ITALIANI

LA CONOSCENZA DEI DATI ECONOMICI DA PARTE DEI CONSUMATORI ITALIANI 9 agosto 2016 Anno 2016 LA CONOSCENZA DEI DATI ECONOMICI DA PARTE DEI CONSUMATORI ITALIANI L Istat presenta i risultati sulla conoscenza dei principali indicatori economici (Pil, inflazione e disoccupazione)

Dettagli

Ottobre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori

Ottobre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori 1 dicembre 2016 Ottobre 2016 OCCUPATI E DISOCCUPATI Dati provvisori Nel mese di obre la stima degli occupati cala lievemente rispetto a tembre (-0,1%, pari a -30 mila unità). La flessione è attribuibile

Dettagli

Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia settembre 2012 (Osservatorio sul mercato del lavoro Ires CGIL a cura di Giuliano Ferrucci)

Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia settembre 2012 (Osservatorio sul mercato del lavoro Ires CGIL a cura di Giuliano Ferrucci) Gli effetti della crisi sul lavoro in Italia settembre 2012 (Osservatorio sul mercato del lavoro Ires CGIL a cura di Giuliano Ferrucci) Sommario 1. La congiuntura: luglio 2012...2 1.1 La disoccupazione

Dettagli

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 7 Dicembre 2016 Gli ultimi

Dettagli

Newsletter ARIFL - IO LAVORO

Newsletter ARIFL - IO LAVORO Newsletter ARIFL - IO LAVORO Numero 8 Settimana 8 Gennaio - 14 Gennaio 2010 Stime provvisorie sui tassi di occupazione, disoccupazione e inattività in Italia e sui tassi di disoccupazione nei Paesi dell

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 2 marzo 2015 Gennaio 2015 (dati provvisori) e 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Gennaio 2015 (dati destagionalizzati) In occasione del comunicato stampa odierno, l Istat diffonde i dati ricostruiti mensili,

Dettagli