F2F: File to Factory Dal progetto dell involucro alla realizzazione dei componenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F2F: File to Factory Dal progetto dell involucro alla realizzazione dei componenti"

Transcript

1 T E c N L G I A ingegneria dell involucro F2F: File to Factory Dal progetto dell involucro alla realizzazione dei componenti 42 di Giuliano Venturelli n foto/photos: Archivio Frener & Reifer, Giuliano Venturelli F2F: File to Factory From the design of the envelope to the production of the components

2 La digitalizzazione, dal progetto alla realizzazione dei componenti edili, sta trasformando l architettura e l ingegneria. In particolare l uso di programmi integrati permette la partecipazione contemporanea di tutti gli attori del progetto attorno ad un unico modello digitale comune in grado di fornire dati che possono essere utilizzati sia per verifiche strutturali che per simulazioni energetiche, ma anche per gestire macchine per la produzione a controllo numerico. Questo nuovo modo di lavorare sta notevolmente cambiando la progettazione in architettura. Mentre infatti il tradizionale approccio progettuale era caratterizzato da uno sviluppo di tipo lineare (nella maggior parte dei casi) che partiva dall idea iniziale con i primi schizzi per arrivare allo sviluppo degli elaborati esecutivi finali, prevedendo analisi strutturali ed ingegnerizzazione solo nella fase avanzata di progetto, attualmente l uso di modelli digitali permette lo studio del comportamento della struttura, e dunque dei materiali impiegati, sin dalle prime fasi della progettazione. L adozione di un modello digitale consente dunque di verificare e ottimizzare le scelte in funzione di parametri e comportamenti prestabiliti, permettendo di interagire e modificare il modello parametrico in automatico. Il vantaggio fornito da questo approccio digitale, è quello di ridurre i tempi di progettazione anche nel caso di progetti articolati e complessi lavorando direttamente sul modello 3D. Grosse ripercussioni si sono avute anche sulla concezione e progettazione dell involucro portando alla nascita di una vera e propria disciplina che si dedica allo studio ed all ingegnerizzazione dell involucro stesso, dallo sviluppo della geometria, alla scelta dei materiali, alla scomposizione in moduli, per arrivare al loro fissaggio e montaggio, tenendo sotto controllo gli aspetti strutturali ed energetici, ma anche quelli normativi, economici e manutentivi. Di fronte alla progettazione dell involucro due sono le possibili strade da seguire: ricorrere all utilizzo di sistemi e componenti a catalogo, oppure realizzare gli elementi a disegno. Digitalisation, from design to production of the building components, is transforming architecture and engineering. In particular, the use of integrated programmes means that all those in involved in the project can participate at the same time in a single common digital model that can provide data to be used both for structural verifications as well as for energy simulations, and also for controlling numeric control production machinery. This new way of working is substantially changing designing in architecture. While, in fact, the traditional design approach was characterised by a linear type of development (in most cases) that started from the initial concept with the first sketches to arrive at the development of the final operational processes, providing structural and engineering analyses only in the advances stage of the project, currently the use of digital models allows the behaviour not only of the structure to be studied, but also of the materials used right from the early stages of the planning. The adoption of a digital model, therefore, allows decisions to be checked and optimised according to pre-set parameters and behaviours, interacting with and modifying the parametric model in an automated fashion. The advantage of this digital approach is that it reduces design times even in the case of complex projects, by working directly on the 3D model. There have also been important repercussions for how the envelope is conceived and designed, giving rise to a true discipline that is dedicated to the study and engineering of the envelope itself, from the development of the geometry to the selection of materials, to the breakdown into modules, including their fixing and assembly, keeping under control the structural and energy aspects, as well as those concerning standards, costs and maintenance. When having to design the envelope, there are two possible avenues to take: making use of catalogue components and systems, or else Nella prima soluzione la scelta può avvenire tra i prodotti disponibili sul mercato, mentre nel secondo caso il progettista può disegnare struttura e componenti secondo le proprie esigenze. La grossa differenza consiste nel fatto che nella prima soluzione il progetto deve adeguarsi alle condizioni imposte dai prodotti e dai componenti esistenti, dimensioni, forma, materiali, lavorazioni, colorazioni, design, sistemi di fissaggio e montaggio, caratteristiche meccaniche, raggi di curvatura massimi e minimi, finiture, nel caso invece si ricorra all utilizzo di componenti a disegno è data ampia libertà al progettista pur nel limite imposto dai sistemi di produzione o dai costi di realizzazione. Nel caso si intenda percorrere questa strada diversi sono gli ostacoli da superare e diverse le fasi che portano alla scelta ed alla realizzazione della soluzione finale. Innanzitutto è fondamentale porre delle condizioni generali, potremmo dire dettare using made to design elements. In the first case, the selection of materials is made from those available on the market, while in the second case the designer can design the structure and components as he wishes. The main difference is that in the first case the design has to adapt to the conditions imposed by existing products and components, dimensions, form, materials, working, colorations, designs, fixing and assembly systems, mechanical properties, maximum and minimum curvature radiuses, finishes, and in the case using made to design components, on the other hand, more freedom is given to the designer, though still within the limits imposed by the production systems and by production costs. If you intend to take this route, there are various obstacles to overcome and various stages leading to the decision of a final solution and its realisation. First of all, it is crucial to set out some general conditions, to dictate the surrounding conditions or rules of the game, namely to establish some parameters and requisites that the envelope will have to meet: n Geometry (shape, surface, volume) n Materials (establishing the materials that make up the envelope) n Structure (identification and outlining of the structure, modelling, fixing to the primary load-bearing structure, load analyses, agent actions) n Division of the envelope into elements and modules (slabs, panels, staves, etc.) that can be of various shapes, in addition to flat and curved (simple or dual curvature) n Energy behaviour (thermal insulation and solar protection characteristics) n Assessment of economic aspects n Possibility of transporting, assembling and maintenance Each of these parameters, to be set right from the early stages of the project to avoid useless and expensive successive developments in the Frames marzo - aprile

3 T E c N L G I A ingegneria dell involucro le condizioni al contorno o le regole del gioco, vale a dire definire alcuni parametri e requisiti che l involucro dovrà soddisfare: n Geometria (forma, superficie, volume) n Materiali (definizione dei materiali che costituiscono l involucro) n Struttura (individuazione e schematizzazione della struttura, modellazione, fissaggio alla struttura portante primaria, analisi dei carichi, azioni agenti) n Suddivisione dell involucro in elementi o moduli (lastre, pannelli, doghe, ecc.) che possono essere di diverse forme, oltre che piani o curvi (a curvatura semplice o doppia) n Comportamento energetico (caratteristiche di isolamento termico e protezione solare) n Valutazione aspetti economici n Possibilità di trasporto, montaggio e manutenzione Ciascuno di questi parametri, da definire sin dalle prime fasi del progetto per evitare inutili e dispendiosi sviluppi di progettazioni successive, è a sua volta articolato in momenti che prevedono accurate analisi e valutazioni. Questi richiedono a loro volta la presenza contemporanea dell architetto, degli strutturisti, degli ingegneri impiantisti, dei consulenti energetici, degli esperti di facciata e dell involucro (facade engineering) e dei produttori. In particolare la scelta dei materiali da adottare, l analisi strutturale, la modellazione e discretizzazione dell involucro in elementi sono fortemente condizionate da aspetti costruttivi e produttivi e proprio per questo motivo si rende necessaria la stretta collaborazione con partner del mondo della produzione, in grado di gestire il progetto dalle battute iniziali, con lo sviluppo di idee, schizzi e concept, fino all esecuzione finale. La scelta dei materiali è strettamente connessa con le finalità espressive di progetto e dunque ad essa viene demandato il compito di trasformare le immagini di progetto (disegni e rendering) in realtà. Compito questo particolarmente delicato se si pensa alle pelli architettoniche di nuova generazione, spesso caratterizzate da particolari effetti di trasparenza, traslucidità, smaterializzazione,riflessione della luce, colorazione o texture. Molte volte dunque la scelta del materiale da adottare avviene in un secondo tempo analizzando la disponibilità di prodotti sul mercato e scegliendo quello che più si avvicina all idea progettuale, metallo, vetro o altro materiale che sia, sino ad arrivare alla creazione di involucri composti,articolati per strati, realizzati con la sovrapposizione di più materiali o layer. Si pensi ad esempio alla varietà di vetrazioni che è possibile adottare: stratificate, colorate, serigrafate, con interposizione di strati realizzati in tessuto o in metallo, o con coating di superficie. Accanto a questa stratificazione di layer che vengono a costituire un elemento multistrato a sandwich in cui i vari strati sono tra loro collegati o incollati mediante processi industriali che portano alla produzione di un elemento finito, prodotto da un unica azienda o assemblatore, esiste la possibilità di realizzare involucri multistrato con stratificazione di diversi materiali o prodotti tra di loro indipendenti, il cui assemblaggio nella conformazione finale avviene in fase di montaggio in cantiere (per esempio pannelli isolanti e facciate ventilate, oppure vetrata e sistema di oscuramento o controllo solare). Nel primo caso la sovrapposizione o l incollaggio avvengono su scala micro (o addirittura nano) rendendo i vari strati tra di loro solidali, mentre nel secondo caso su scala macro, consentendo ai vari strati di restare tra di loro svincolati anche se collegati meccanicamente. Una volta individuato il materiale da utilizzare (monostrato o multistrato) bisogna definire le dimensioni dei moduli da adottare e la loro geometria. E infatti possibile suddividere la superficie dell involucro in elementi modulari tra di loro identici, o comunque cercando di adottare un numero ridotto di moduli tipo (ottimizzazione), oppure ricorrere ad elementi tra di loro diversi discretizzando la superficie complessiva di progetto, concepita come un ideale continuum, in moduli, attraverso una mesh di elementi 44

4 triangolari, quadrilateri o poliedrici. Questo vale naturalmente sia per superfici piane e regolari come le tradizionali facciate continue che per edifici a superficie complessa (blobject). Definita la discretizzazione della superficie complessiva in elementi modulari va analizzata la dimensione che dovranno avere i singoli elementi, la loro lavorazione ed il fissaggio alla sottostruttura (struttura secondaria) e alla struttura portante (struttura primaria) oltre che il collegamento tra di loro (collegamento modulo-modulo) ed il collegamento con il bordo esterno (collegamento modulo-contorno), ossia degli elementi terminali che delimitano l involucro e ne diventano il contorno. L analisi di questi aspetti è legata al tipo di fissaggio adottato e da esso condizionata, in particolare valutando se il contatto avviene su appoggi continui o puntiformi, attraverso diverse tecnologie o sistemi tipici dei materiali adottati. Vediamone alcuni in dettaglio. Nel caso l involucro sia concepito in vetro si potrà ricorrere a profili continui metallici disposti sul perimetro di ogni lastra vetrata, ricorrendo a fissaggio meccanico oppure ricorrendo all incollaggio dei vetri ad una sottostruttura (VEC) o ancora adottando sistemi di fissaggio delle lastre di tipo puntiforme mediante fori nel vetro (spider e rotule) con sistemi a lastre dipendenti o indipendenti, o per finire, adottando fissaggi puntuali senza foratura del vetro, con ritegno meccanico posto al bordo delle lastre stesse. Nel caso invece di rivestimenti metallici si potranno adottare diversi tipi di soluzione. Tra i metalli i più impiegati ci sono l acciaio (preverniciato, zincato, inox), il rame, lo zinco, il piombo, l alluminio e le varie leghe zincotitanio, rame-zinco,alluminio-zinco. Ciascuno di questi offre ampie possibilità di lavorazione ed è al contempo caratterizzato da proprie peculiarità che ne condizionano la scelta. Diverse sono anche le tecniche di lavorazione, fissaggio e giunzione a cui è possibile ricorrere tra cui il rivestimento a nastri con l aggraffatura doppia o l aggraffatura angolare, a scaglie, a scandole, in fogli con fissaggio per punti, con design, is in its turn an expression of careful analyses and evaluations. These require, in their turn, the contemporary presence of the architect, the constructor of the structure, the plant engineers, the energy consultants, the facade engineers and the manufacturers. In particular, the decision on the materials to be adopted, the structural analysis, the modelling and the division of the envelope into elements are heavily conditioned by construction and production factors, and precisely for this reason it is necessary to have close collaboration with partners in the world of production, who can manage the project from the outset, with the development of ideas, drafts, and concepts, all the way up to the final production. The choice of materials is closely tied to the expressional objectives of the design and therefore they are given the task of transforming the look of the design (designs and renderings) into reality. This is a particularly delicate task given that the new generation architectonic skins are often characterised by special transparency effects, translucency, dematerialisation, light reflection, coloration and textures. Quite often, then, the decision about the material to be used is taken later after checking what the available products on the market are and choosing the product that comes closest to the design concept, metal, glass or another material whatever that is, to attain the creation of composite envelopes with various layers, made with the superimposition of one material on another in layers. If we look, for example, at the variety of glass that is available: stratified, coloured, with silk-screen designs, with the intermediate layers of fabric or metal, or with the coating of surfaces. Alongside this stratification of layers that constitute a multilayer sandwich element in which various layers are connected or glued to each other using industrial processes that lead to the production of a finished element, produced by a single company or assembler, there is also the possibility of creating multilayer envelopes with stratification of different materials or products that are independent from one another, rivettatura, con avvitatura, brasatura, saldatura, incollaggio etc. Tra i materiali metallici grande versatilità è fornita dall alluminio che può essere impiegato ricorrendo a diverse tipologie e formati. Pannelli, pannelli sandwich con nucleo centrale in materiale termoplastico o minerale ad alta densità accoppiati con procedimento di fabbricazione in continuo, pannelli con anima a nido d ape, fogli whose assembly in a final form takes place on the building site (for example insulating panels and ventilated facades, or else darkening or sun control systems or glazing. In the first case the overlapping or gluing is done on a micro scale (or even nano scale) making the various layers more solid, while in the second case it is on a macro scale, allowing the various layers to remain free from one another even if connected mechanically. nce the material to be used has been selected (single layer or multilayer) the dimensions of the modules and their shape need to be established. It is in fact possible to divide the surface of the envelope into identical modular elements, or in any event try to adopt as few as possible different types (optimisation), or else use elements that are different from each other by dividing the overall surface into individually distinct parts, but conceived as an ideal continuum, in modules, through a mesh of triangular, quadrilateral or polyhedral elements. This naturally is valid for both flat and regular surfaces, like the traditional curtain walls, as well as for buildings with complex surfaces (blobjects). nce the division of the complex surface into discrete parts has been established, there should be an analysis of the dimension that the single elements should have, their working and their fixing to the substructure (secondary structure) and the load-bearing structure (primary structure) as well as the connection between them (modulemodule connection) and the connection with the outer edge (moduleedge connection), i.e. the terminal elements that delimit the envelope and become its boundary. The analysis of these aspects is tied to the type of fixing adopted and conditioned by it, especially assessing whether the contact occurs through continual or punctiform supports, through diverse technologies or systems that are typical for the materials adopted. Let us have a look at some in detail. Where the envelope has been designed in glass you could use Frames marzo - aprile

5 T E c N L G I A ingegneria dell involucro in Hylite costituiti da un sandwich a tre strati (alluminio 0,2 mm core in polipropene 0,8 mm, alluminio 0,2 mm), doghe, laminati, lamiere, lastre,cassette, profilati trapezoidali o ondulati, sono alcuni dei prodotti e dei formati che possono essere reperiti in commercio. La stessa analisi può essere fatta per rivestimenti in legno, in laterizio, in ceramica, in reti metalliche, in tessuti, ecc. Tratto caratteristico della progettazione dell involucro a secco è la netta distinzione tra struttura di supporto e materiale di rivestimento. Compito del materiale di rivestimento è quello di conferire carattere e caratterizzare l edificio, ma anche quello di resistere alle azioni esterne (carichi di progetto,dilatazioni termiche) ed agli agenti atmosferici, mentre la struttura di supporto ha il compito di sorreggere i pannelli di rivestimento e trasferire i carichi alla struttura primaria. Così concepito l involucro risulta composto da struttura e rivestimento, talvolta però queste funzioni non sono nettamente scisse e si arriva a forme ibridizzate che definiscono un involucro a scocca o a membrana di cui abbiamo già parlato. Definiti i materiali e la struttura, diventa fondamentale studiare il sistema di fissaggio dell involucro, vale a dire come i moduli si fissano alla sottostruttura e come questa è collegata a sua volta alla struttura primaria. Questa scelta è fortemente condizionata dalla forma e dalla tecnologia costruttiva dei moduli. In particolare i moduli possono essere ottenuti per taglio, piegatura, stampaggio, fusione, curvatura, estrusione, pultrusione, oltre a richiedere altre lavorazioni per la finitura ed il montaggio (verniciatura, sabbiatura, serigrafatura, fresatura, foratura, ecc.). Tutte queste lavorazioni possono essere gestite mediante macchine a controllo numerico che partendo dal modello digitale possono estrapolare le informazioni necessarie per gestire ed eseguire il processo produttivo, da qui la definizione file to factory, ovverossia l informazione progettuale digitale (file) che giunge direttamente alla produzione (factoring) attraverso una serie di modifiche e revisioni effettuate direttamente sul modello 3D. Sempre partendo da modelli digitali è inoltre possibile realizzare prototipi e modelli fisici su cui effettuare valutazioni di natura estetica, tecnica, funzionale o prove simulate (per esempio in galleria del vento). Lo studio per esempio di componenti a disegno può richiedere infatti la produzione di prototipi o campioni di studio necessari per valutarne le problematiche tecnologiche e produttive. In questo caso, mediante l uso di modelli digitali e la loro elaborazione, è possibile ricorrere a diverse tecniche per la produzione di prototipi e modelli: macchine a controllo numerico, frese CNC, taglio laser, ma anche mediante nuove tecnologie di rapid manufacturing o rapid prototyping (prototipazione rapida). Queste prevedono la costruzione del pezzo da realizzare mediante un processo generativo per strati (layer by layer) producendo la geometria tridimensionale, a prescindere dalla complessità, senza l ausilio di alcun attrezzo, ricorrendo esclusivamente a tecniche di tipo additivo e partendo da pure definizioni matematiche (modello 3D). Dapprima infatti si deve disegnare il prototipo mediante programmi CAD e impiegando un modellatore tridimensionale solido o di superficie, controllando in quest ultimo caso che tutte le superfici in cui è scomposto il modello siano ben interconnesse tra loro. La fase successiva prevede che il modello 3D venga elaborato in un formato compatibile con il software impiegato della macchina di prototipazione rapida. Lo standard grafico attualmente accettato da tutti i costruttori è l STL (solid to layer), che prevede la discretizzazione in elementi modulari triangolari; tanto più questi elementi saranno fitti tanto maggiore sarà l approssimazione al modello ideale (soprattutto nel caso di superfici curve). Diverse sono le tecniche, che peraltro meriterebbero un ulteriore approfondimento, con le quali è possibile effettuare la prototipazione rapida: n Stereolitografia (SLA) n Polyjet (stampa a getto di un foto polimero) 46 continuous metallic profiles on the edge of each glass pane, using either mechanical fixings or gluing the glass to a substructure (VEC), or else adopting punctiform systems for fixing the glass by drilling holes in the glass (spiders and rotules) with dependent or independent pane systems, or finally by adopting point fixings without drilling the glass, with a mechanical restraint on the edge of the glass pane itself. Where, on the other hand, there are metallic coverings you could adopt various types of solutions. The most widely used metals are steel (pre-coated, galvanised, stainless), copper, zinc, lead, aluminium and the various alloys of zinctitanium, copper-zinc, aluminium-zinc. Each of these provides broad possibilities for working, and at the same time each has its own specific properties that contribute to the decision whether it is used. There are also different processing, fixing and joint technologies that can be used, including the strip covering with double or corner seaming, scale covering, shingle covering, in sheets with point fixing, with rivets, with screws, brazing, welding, gluing, etc. f the metals, aluminium is extremely versatile, which can be used in various formats and types. Panels, sandwich panels with a central core made of a high density thermoplastic material joined with a continuous manufacturing procedure, panels with a honeycomb core, Hylite sheets composed of a three-layer sandwich (aluminium 0.2 mm, propylene core 0.8 mm, aluminium 0.2 mm), staves, laminates, sheet metal, sheets, boxes, trapezoidal or undulating profiles are just some of the products and formats that can be found on sale. The same analysis can be made for coverings made of wood, brick, ceramic, metallic mesh, fabric, etc. A characteristic trait of the design of the dry envelope is the clear distinction between support structure and covering material. The job of the cladding material is to give a certain feeling to the building, but it also has to be resistant to exterior actions (design loads, thermal expansion) and the weather, while the support structure has the job of supporting the covering panels and transferring loads to the primary structure. When conceived in this way, the envelope is composed of a structure and covering, sometimes however these functions are not clearly separated and hybridised forms are created that create a monocoque or membrane envelope, about which we have already spoken. nce the materials and the structure have been decided, it is important to examine the fixing system for the envelope, namely how the modules are fixed to the substructure and how this in turn is fixed to the primary structure. This decision is heavily influenced by the shape of the modules and how they are made. In particular, the modules can be obtained by cutting, folding, moulding, smelting, curving, extrusion, pultrusion, in addition to requiring other working for finishing and assembling (coating, sanding, silk-screen printing, milling, drilling, etc.). All these processes can be managed using numeric control machines

6 n Multi Jet Modelling (MJM) n Drop on Demand n Selective Laser Sintering (SLS) n Fusion Deposition Modelling (FDM) n Laminated bject Modelling (LM) n 3D Printing n Selective Laser Melting n Electronic Beam Melting Molte volte, soprattutto quando la forma è difficilmente descrivibile con parametri geometrici standard, il punto di partenza per la generazione del prototipo può essere un modello fisico. In questo caso l acquisizione della forma con relativa trasposizione in formato digitale può avvenire con le tecniche del reverse engineering. Questa metodologia permette di risalire ad una descrizione matematica partendo da un modello fisico, mediante diversi possibili sistemi di rilevazione dei punti, generando un file STL idoneo alla successiva fase di prototipazione. L utilizzo di queste tecnologie permette di riprodurre fedelmente ed in maniera economica elementi a disegno, così come concepiti da architetti, ingegneri e designers, permettendo di bypassare costose lavorazioni o produzione di stampi di prova. Il vantaggio è quello di consentire la produzione di prodotti customizzati o comunque serie speciali, senza necessariamente ricorrere alla produzione in serie di grandi quantitativi necessari per ammortizzare costi di realizzazione. Particolare attenzione dovrà essere tuttavia posta alla qualità ed alle caratteristiche estetiche, ma soprattutto meccaniche di queste produzioni, ricorrendo sia ad analisi numeriche (fem) nelle prime fasi di sviluppo, che a prove su campioni reali e test che ne verifichino l effettiva rispondenza ai dati di progetto e ne certifichino l affidabilità e la durata prima della messa in produzione e dell utilizzo in cantiere. that starting with the digital model can extrapolate the information needed for controlling and carrying out the production process, defined as file to factory, namely the digital design information (file) that directly reaches the production (factory) through a series of modifications and revisions carried out directly on the 3D model. Still starting with digital models, it is also possible to create prototypes and physical models on which to effectuate evaluations of an aesthetic, technical and functional nature, or simulated tests (for example in a wind tunnel). The study, for example, of design components can in fact require the production of prototypes or samples needed to assess their technological and production problems. In this case, through the use of digital models and their processing, it is possible to use different techniques for producing prototypes and models: numeric control machines, CNC burrs, laser cutters, and also through the use of new technologies for rapid manufacturing or rapid prototyping. These provide for the construction of the piece to be made through a process generating layers (layer by layer), producing the three-dimensional geometry, leaving aside the complexity, without the aid of any equipment, using exclusively additive types of technology and starting from pure mathematical definitions (3D models). First of all, in fact, you have to design the prototype using CAD programmes and using a solid or surface three-dimensional modeller, making sure that in the case of the latter all the surfaces into which the model has been broken down into are well connected to each other. The successive stage provides for the 3D model being converted into a format that is compatible with the software used by the rapid prototyping machine. The graphic standard currently accepted by all constructors is the STL (solid to layer), which provides for the discretization into modular triangular elements; the more dense these elements are the greater is the approximation to the ideal model (especially in the case of curved surfaces). There are different techniques, which would merit further examination, with which it is possible to carry out rapid prototyping: n Stereolithography (SLA) n Polyjet (jet moulding of a polymer photo) n Multi Jet Modelling (MJM) n Drop on Demand n Selective Laser Sintering (SLS) n Fusion Deposition Modelling (FDM) n Laminated bject Modelling (LM) n 3D Printing n Selective Laser Melting n Electronic Beam Melting Many times, especially when the form is difficult to describe with standard geometric parameters, the starting point for the generation of the prototype can be a physical model. In this case the acquisition of the form with relative conversion into a digital format can be done with reverse engineering technologies. This method allows you to get back to a mathematical description, starting from a physical model, through various possible systems for point tracing, generating a STL file suitable for the successive stage of the prototyping. The use of these technologies allows you to faithfully and cheaply reproduce design elements, as they are conceived by architects, engineers and designers, allowing costly working processes or the production of test moulds to be bypassed. The advantage is that customised production is possible, or in any event special series, without the need for large production batches, which are normally required for keeping production costs down. Special attention will have to be paid, however, to the quality and the aesthetic properties, but above all mechanical properties for this production, making use of both numeric analyses (fem) in the initial stages of development, as well as tests on real samples and tests that assess the effective correspondence with design data and certify the reliability and duration before production starts and before it is used on the construction site. Frames marzo - aprile

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT ONE

ITALTRONIC SUPPORT ONE SUPPORT ONE 273 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 6071 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili su guide DIN (EN 6071) Materiale: Poliammide

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

MOVE. Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025

MOVE. Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025 129129 MOVE Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025 La meraviglia è saper guardare il mondo con altri occhi. Wonder means looking at the world with different eyes. 132133 OASIS wonder & surprise

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects Il colore Mapei nel progetto The Mapei colour in the project Effetti Estetici Decorative Effects Marmorino Marmorino Effetto Classico Marmorino Classical Effect Effetti Estetici Decorative Effects 3 Applicazione

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI MANUALE PER VETRATE ISOLANTI INFORMAZIONI Le informazioni contenute nel presente documento sono presentate in buona fede in base alle ricerche e alle osservazioni della Dow Corning, che le considera accurate.

Dettagli

Stud-EVO Designer Pino Montalti

Stud-EVO Designer Pino Montalti Designer Pino Montalti È l evoluzione di un prodotto che era già presente a catalogo. Un diffusore per arredo urbano realizzato in materiali pregiati e caratterizzato dal grado di protezione elevato e

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione FOCUS Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione Versione in acciaio Extra-fort Roue à Colonnes Grande Date 125ème Anniversaire, cronografo automatico con scala tachimetrica. Steel version Extra-fort

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

CATALOGO GENERALE GENERAL CATALOGUE SIMPLEX UNIVERSAL PORTAPALLET PALLET RACKING MINIPALLET ARMADI CABINETS BANCHI COUNTERS

CATALOGO GENERALE GENERAL CATALOGUE SIMPLEX UNIVERSAL PORTAPALLET PALLET RACKING MINIPALLET ARMADI CABINETS BANCHI COUNTERS CATALOGO GENERALE GENERAL CATALOGUE SIMPLEX UNIVERSAL PORTAPALLET PALLET RACKING MINIPALLET ARMADI CABINETS BANCHI COUNTERS SOPPALCHI e sopraelevazioni MEZZANINES IT MOBILFER - L'EVOLUZIONE DELLO SPAZIO

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE BOLLARD DISSUASORE dissuasori bollards materiali materials acciaio steel dimensioni dimensions SHORT BASE - 220 x 120 x h 840 mm LONG BASE - 400 x 120 x h 840 mm niture nishes struttura structure 74 75

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Eterna I DolceVita. puntale placcato oro con terminale in cristallo Swarovski DolceVita Samo --------- 23

Eterna I DolceVita. puntale placcato oro con terminale in cristallo Swarovski DolceVita Samo --------- 23 Eterna Eterna I BS9692AULR8, plated gold finishing profile AUL, satin glass with transparent serigraphy R8 profili placcato oro AUL, cristallo satinato con serigrafia trasparenter8 KDM01AUL, gold plated

Dettagli

SUPPORT. CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente

SUPPORT. CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente GENERALI Norme EN 07 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente GENERAL Standard EN 07 Material self-extinguishing PA Self-extinguishing PVC Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

wood 8.1 Una collezione racconta il mondo. Passioni, impulsi e sogni di chi la disegna, di chi la possiede. Alcune durano una stagione, altre una vita intera. Ma una collezione di arredi inventa uno stile,

Dettagli

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica Advanced solutions for: UTILITY DISTRIBUTION TERTIARY RENEWABLE ENERGY INDUSTRY Soluzioni avanzate per: DISTRIBUZIONE ELETTRICA TERZIARIO ENERGIE RINNOVABILI INDUSTRIA The company T.M. born in year 2001,

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra Built-in 12 cms. spout on plate 56991/18

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini A C Q U A V I V A ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 10 11 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra. 12

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Service & Process Corel X5

Service & Process Corel X5 L A B Rollwasch mette a disposizione dei potenziali clienti, un test preliminare di finitura gratuito. Rollwasch offers to potential customers, a preliminary test of finish, free of charge. Calcolare la

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom ORIENT ORIENT Italian design made in Emirates your style, your bathroom ORIENT Orient, collezione tradizionale, dal design morbido e semplice si adatta perfettamente a qualsiasi bagno. Facile ed immediata

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Le Malche IL CENTRO SPORTIVO. projects. realizzazioni. Salerno

Le Malche IL CENTRO SPORTIVO. projects. realizzazioni. Salerno realizzazioni projects Salerno IL CENTRO SPORTIVO Le Malche di/by Emanuele Fidanza Il complesso del Centro Sportivo Le Malche nasce nel 1983 per volontà del proprietario Francesco Milione e del figlio

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA

Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA 2.0 Che cos è una Spiaggia Sergio G. Longhitano Dipartimento di Scienze

Dettagli