CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO I - NORME GENERALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO I - NORME GENERALI"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO I - NORME GENERALI 1

2 Sommario 1. OGGETTO, DESCRIZIONE E AMMONTARE DELL APPALTO QUADRO NORMATIVO CONTRATTO PROGETTAZIONE ESECUTIVA CONSEGNA DEI LAVORI DIREZIONE LAVORI ORGANIZZAZIONE DI CANTIERE PERSONALE DELL APPALTATORE ESECUZIONE DEI LAVORI GESTIONE DEI LAVORI IN CORSO D OPERA DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA ONERI ED OBBLIGHI DELL APPALTATORE SOPRAVVENIENZE NEL CORSO DEI LAVORI ANTICIPAZIONI E PAGAMENTI PENALI CERTIFICATO DI ULTIMAZIONE LAVORI E CONTO FINALE CONSEGNA DELLE OPERE COLLAUDI E GARANZIE CONTROVERSIE

3 1. OGGETTO, DESCRIZIONE E AMMONTARE DELL APPALTO 1.1. OGGETTO E FINALITA DELL'APPALTO Il contratto di appalto ha per oggetto la progettazione esecutiva di cui all art. 95, comma 5 del d. lgs. 12 aprile 2006, n.163 e s.m.i. (nel prosieguo, Codice) e l esecuzione dei lavori ed è stipulato a corpo ai sensi dell art. 53, comma 4 del Codice. L appalto riguarda la progettazione esecutiva e l esecuzione di tutte le opere e provviste occorrenti per eseguire e dare completamente ultimati i lavori per la realizzazione delle opere atte a consentire: il rifacimento del powercenter (QGBT) la realizzazione della nuova alimentazione primaria mediante: il completamento dei cavidotti orizzontali e dei cavedi verticali necessari a consentire il passaggio dei cavi di una nuova rete primaria per alimentazione degli impianti di illuminazione, FM e speciali a servizio del ministero, il passaggio dei cavi di tipo FG07OM1 per il collegamento tra il quadro elettrico recentemente realizzato a servizio del CED ed il QGBT mediante utilizzo dei cavidotti predisposti di cui al precedente punto l adeguamento normativo degli impianti elettrici e degli impianti speciali, a servizio delle zone uffici di seguito riportate: Blocco B Zona 1 Locali corpo B ed ambienti a servizio del CED posti al piano rialzato Zona 1 bis Ambienti del terzo piano Corpo D Blocco C Zona 2 Uffici ed altri ambienti posti al piano 4 Corpo A Blocco D Zona 3 Locali piano 4 corpo C Zona 10 Ambienti del piano secondo corpo C Blocco E Zona 4 Locali del piano quinto corpo D Zona 5 Ambienti del piano terzo corpo C Blocco F Zona 6 Locali del piano terzo corpo A Blocco G Zona 7 Ambienti del piano secondo corpo B Zona 7A Salone 201 posto al piano secondo corpo B Zona 7B Stanza 201C posto al piano secondo corpo C Blocco H Zona 7C Stanze 201, 201 A e relativi servizi igienici posto al piano secondo corpo B1 Zona 9 Locali del piano secondo corpo B1 Blocco I Zona 8 Ambienti del piano secondo corpo A Blocco J Zona 11 Ambienti del piano primo corpo B Blocco K Zona 11A Locali del piano primo corpo B1 Zona 12 Ambienti del piano primo corpo C Oltre ai suddetti blocchi si provvederà al rifacimento degli impianti elettrico e di rilevazione incendi anche per i locali del centralino posti al piano primo corpo A, la zona dell ingresso CRAL, l ufficio passi e la zona dell ingresso principale AMMONTARE DELL'APPALTO L ammontare complessivo a base d asta dell appalto è di ,80 IVA esclusa, così ripartito: 3

4 oneri per l esecuzione dei lavori, esclusi gli oneri per la sicurezza, pari a ,50 (euro duemilionisettecentosessantaduemiladuecentosettantadue /50), di cui ,00 (unmilioneducentomilacinquecentottanta/00) per incidenza della manodopera; oneri per la progettazione esecutiva pari a ,00 (euro settantacinquemilaseicentocinquanta/00); oneri per l attuazione dei piani della sicurezza, non soggetti a ribasso, pari ad euro ,30 (euro centoundicimilasettanquattro/30); I corrispettivi contrattualmente riconosciuti all Aggiudicatario, derivanti dal ribasso offerto, sono comprensivi di ogni e qualsiasi onere - sia diretto che accessorio, comprese le opere provvisionali, tutte le assistenze murarie e/o impiantistiche ed ogni altro ulteriore onere, compreso quello relativo al mantenimento dell esercizio ed allo svolgimento delle attività lavorative durante la presenza di esercizio - necessario, per dare i lavori perfettamente finiti e funzionanti, secondo progetto, nel rispetto di leggi, norme e regolamenti in vigore anche se non esplicitamente richiamate nei documenti contrattuali e nei prezzi unitari. In dipendenza della deroga al primo comma dell art del Cod. Civ. prevista dall art. 133, comma 2 del Codice, rimane stabilito che i prezzi saranno invariabili e non soggetti a modificazioni di sorta, qualsiasi eventualità possa verificarsi in qualunque momento, per tutta la durata del Contratto, ivi comprese eventuali protrazioni del termine utile per dare ultimate le opere in conseguenza di differimento della sua scadenza e/o di sospensioni a qualunque titolo disposte dalla Direzione Lavori o dal Responsabile del Procedimento. Per le prestazioni del presente contratto non è ammesso il ricorso alla revisione dei prezzi, e si applica il meccanismo del prezzo chiuso ai sensi dell art. 133, comma 3 del Codice. I compensi per le prestazioni di Progettazione Esecutiva e per ogni spesa ed attività accessoria saranno invariabili e non soggetti a modificazioni di sorta, qualunque eventualità possa verificarsi in qualsiasi momento, per tutta la durata del contratto, ivi comprese eventuali protrazioni del termine utile per effetto di proroghe concesse o sospensioni delle prestazioni ordinate, nonché eventuale maggior importo delle opere progettate rispetto all importo di cui sopra. L'importo stabilito per i lavori a corpo, i costi Progettazione Esecutiva/Piano di Sicurezza e Coordinamento e i costi della sicurezza, resta fisso e invariabile, senza che possa essere invocata da nessuna delle parti contraenti alcuna successiva verifica sulla misura o sul valore attribuito alla quantità e alla qualità di detti lavori, fatte salve le previsioni di legge TERMINE DI ULTIMAZIONE DELLE PRESTAZIONI Il tempo utile totale per dare ultimate tutte le prestazioni oggetto del presente appalto integrato ad ogni effetto di legge è quello previsto nel Cronoprogramma posto a base di gara, pari a 910 (novecentodieci) giorni naturali e consecutivi di cui: 105 (centocinque) giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data di ricevimento dell ordine di servizio di inizio delle attività di progettazione, per l effettuazione da parte dell Appaltatore di tutte le necessarie verifiche ed indagini propedeutiche alla progettazione, la redazione completa del Progetto Esecutivo, lo svolgimento di tutte le necessarie attività di verifica del Progetto Esecutivo stesso e lo svolgimento, da parte dell Appaltatore, delle conseguenti attività di revisione e/o integrazione degli elaborati progettuali; 805 (ottocentocinque) giorni naturali e consecutivi per la esecuzione di tutte le opere ed attività oggetto dell appalto e delle relative prove funzionali in contraddittorio, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori.

5 Il progetto esecutivo sarà consegnato al Committente, per il tramite del Responsabile del Procedimento, per essere sottoposto alla verifica di cui all art. 112 del Codice entro 45 (quarantacinque) giorni naturali e consecutivi dall Ordine di servizio di inizio della progettazione. La verifica del progetto e la conseguente attività di revisione e/o integrazione degli elaborati progettuali da parte dell Appaltatore, fino ad approvazione da parte del Committente, andranno effettuate entro il termine ordinatorio di 60 (sessanta) giorni naturali e consecutivi dalla consegna del progetto da parte dell Appaltatore. Qualora il Progetto Esecutivo non fosse ritenuto meritevole di approvazione da parte del Responsabile del Procedimento, questi inviterà l Appaltatore, assegnandogli un tempo non superiore a 30 (trenta) giorni naturali e consecutivi, per adeguare gli elaborati di progetto secondo le proprie prescrizioni. Detto tempo non darà diritto all Appaltatore ad avanzare alcuna pretesa di carattere economico e temporale nei confronti del Committente. Qualora invece il Committente ritenesse il Progetto Esecutivo meritevole di approvazione per gravi carenze progettuali, potrà decidere - a proprio giudizio - di richiedere la rielaborazione del progetto stesso, fissandone i tempi necessari, applicando in tal caso le penali previste nel presente Capitolato Speciale, salvo i maggiori danni, ovvero risolvere il contratto per inadempimento dell Appaltatore. La approvazione da parte del Committente del Progetto Esecutivo non esonera l Appaltatore dalla sua responsabilità per qualsiasi errore od omissione degli elaborati e per difformità dalle indicazioni fornite nei documenti contrattuali. La formale approvazione da parte del Committente del Progetto Esecutivo è condizione essenziale per l inizio dei lavori. Per quanto riguarda i lavori, nella definizione del termine per la esecuzione di tutte le opere ed attività oggetto dell appalto e delle relative prove funzionali in contraddittorio, la Stazione Appaltante ha considerato anche le lavorazioni sono svolte in costanza di esercizio e pertanto le aree di cantiere saranno consegnate in fasi successive. Qualora per responsabilità dell Appaltatore, le prestazioni di cui sopra non rispettassero i termini, ovvero, ancor prima dei tempi di ultimazione sopra indicati, fossero in ritardo tale da compromettere il rispetto dei termini stabiliti, si ricorrerà all applicazione dell art. 136 del Codice. Le categorie di qualificazione dei soggetti esecutori e le classi/categorie dei lavori oggetto di progettazione esecutiva, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali sono riportate nelle tabelle seguenti. Esecuzione lavorazioni categorie classifica qual. obblig. si/no importo % Indicazioni speciali ai fini della gara prevalente o subapp. si/no scorporabil e Impianti elettrici OS30 IV si ,83 79% Prevalente si Opere architettoniche assistenze murarie OG2 III si ,97 21% Scorporabil e si

6 Progettazione esecutiva classe e categoria lavorazione importo % importo lavorazione III-c Impianti elettrici ,83 79% I - d Opere architettoniche ed assistenze murarie ,97 21% Gli importi ivi riportati costituiscono riferimento anche ai fini dell individuazione della determinazione dei limiti di affidabilità delle opere in subappalto. Per tali categorie l Appaltatore dovrà essere in possesso della qualificazione obbligatoria per la progettazione e l esecuzione dei lavori. Qualora l Appaltatore aggiudicatario non sia in possesso della qualificazione per le prestazioni di progettazione, dovrà avvalersi di un progettista qualificato alla realizzazione del progetto esecutivo, indicato in sede di gara o eventualmente associato. Per l individuazione dei lavori e delle prestazioni che formano oggetto del presente appalto si rimanda agli elaborati grafici e descrittivi del progetto definitivo posto a base di gara. 2.QUADRONORMATIVO Nell'esecuzione dei lavori che formano oggetto del presente appalto, l'appaltatore è tenuto ad osservare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi, nazionali e territoriali, in vigore per il settore e per la zona nella quale si svolgono i lavori. L'Appaltatore si obbliga, altresì, ad applicare il contratto o gli accordi medesimi, anche dopo la scadenza e fino alla loro sostituzione e, nel caso di cooperative, anche nei rapporti con soci lavoratori a prescindere da qualsiasi regolamento interno. I suddetti obblighi vincolano l'appaltatore, anche se non sia aderente alle associazioni stipulanti o se receda da esse, e ciò indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura, dalla dimensione dell'impresa stessa e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica o sindacale. L'Appaltatore è responsabile in solido, nei confronti della Stazione Appaltante, dell'osservanza delle norme anzidette anche da parte degli eventuali subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti, anche nei casi in cui il contratto collettivo non disciplini l'ipotesi del subappalto. Il fatto che il subappalto sia stato autorizzato, non esime l'appaltatore dalla responsabilità di cui al comma precedente e ciò senza pregiudizio degli altri diritti della Stazione Appaltante. L'Appaltatore è obbligato al versamento all INAIL, nonché, ove tenuto, alle Casse Edili, agli Enti Scuola, agli altri Enti Previdenziali ed Assistenziali cui risulti iscritto, dei contributi stabiliti per fini mutualistici. L'Appaltatore è, inoltre, obbligato al pagamento delle competenze spettanti ai lavoratori per ferie, gratifiche, ecc. in conformità alle clausole contenute nei patti nazionali e provinciali sulle Casse Edili.

7 L Appaltatore deve certificare la regolarità contributiva propria e delle Imprese subappaltatrici con la presentazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC); di cui all art. 6 co. 3, lett. e) del Regolamento. Pertanto, sulla base di quanto sopra detto e ai sensi delle disposizioni normative vigenti in merito alle modalità di certificazione e verifica dell osservanza degli obblighi di legge in argomento, si dispone che alla Stazione Appaltante sia presentato il DURC: 1. dall Appaltatore, all'atto dell'aggiudicazione della gara d'appalto, per la certificazione delle dichiarazioni rese in sede di offerta; 2. dall Appaltatore e, per suo tramite, dalle Imprese subappaltatrici: 1. in sede di richiesta di autorizzazione al subappalto; 2. prima dell emissione di ogni singolo certificato di pagamento, con riferimento al periodo di tempo relativo al SAL precedente; 3. al conto finale e in occasione degli svincoli di garanzia; 4. in ogni altra circostanza laddove richiesto dalla Stazione Appaltante, dal Responsabile del Procedimento o dal Direttore dei Lavori. Rimane inoltre facoltà della Stazione Appaltante, nel caso di inottemperanza agli obblighi di cui sopra, di valersi sulla garanzia fideiussoria costituita dall Appaltatore ai sensi dell art. 113 del Codice. Durante il corso dei lavori, la Stazione appaltante ha piena facoltà di effettuare controlli periodici al fine di verificare il rispetto delle norme dei contratti collettivi di lavoro, contratti integrativi aziendali, e degli obblighi di legge previdenziali, assicurativi e di sicurezza OSSERVANZA DI LEGGI E REGOLAMENTI L Appalto è soggetto alla esatta osservanza di tutte le condizioni stabilite nel Contratto di Appalto e nei documenti che ne fanno parte integrante. Per quanto in tali documenti non previsto, si applicano le leggi e le norme vigenti in materia di appalti di Opere Pubbliche, ed in particolare si richiamano: 1. il Codice (d.lgs. 163/2006 e s.m.i.); 2. il Regolamento (DPR n. 207/10); 3. il Capitolato generale d appalto (DM LL.PP. n. 145/2000); 4. tutte le leggi, i decreti e le circolari ministeriali in materia di lavori pubblici; 5. tutte le disposizioni vigenti in materia di antimafia; 6. tutta la normativa tecnica vigente riguardante le costruzioni, compresa la O.P.C.M. n del 20/03/2003 e successive modificazioni ed integrazioni, in particolare per quanto attiene la classificazione del territorio del Comune di Roma come zona sismica 3, introdotta con il corrispondente Allegato 1; 7. la normativa sulla prevenzione incendi 8. la Legge 615/1966 Provvedimenti contro l inquinamento atmosferico e DPR 1391/70 Regolamento di attuazione L. 615/66 ; 9. la L. 104/92 e il D.P.R. 503/96 in materia di superamento delle barriere architettoniche; 10. la Legge 211/92; 11. le Norme UNI (Ente Nazionale Italiano per l Unificazione) di settore, come specificate nel Capo II-Specifiche tecniche; 12. le Norme ISO (International Standardization Organization), come specificate nel Capo II- Specifiche tecniche; 7

8 13. le Norme CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), come specificate nel Capo II-Specifiche tecniche; 14. le Norme C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche); 15. tutta la Normativa riguardante la sicurezza dei cantieri e la prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 e successive modifiche ed integrazioni ); 16. la Legge 248/06 in materia di contrasto del lavoro nero. 17. tutta la normativa comunitaria e nazionale vigente. L'osservanza va estesa, inoltre, alle leggi, ai regolamenti ed alle prescrizioni emanate dalle altre competenti autorità in materia di lavori pubblici, di materiali da costruzione, di sicurezza ed igiene del lavoro e simili, a tutte le Norme e Normalizzazioni ufficiali anche se non esplicitamente richiamate nel presente Capitolato Speciale d Appalto. L Appaltatore, con la firma del contratto, dichiara di conoscere integralmente le norme suddette impegnandosi all'osservanza delle stesse. L Appaltatore è tenuto all osservanza di tutte le altre leggi, decreti, regolamenti, circolari ed ogni altra disposizione di carattere normativo vigente nella Regione Lazio, nella Provincia e nel Comune di Roma, con particolare riguardo: ai regolamenti edilizi, d igiene, alle norme sulla circolazione stradale; a quelle sulla sicurezza ed igiene del lavoro vigenti al momento della esecuzione delle opere (sia per quanto riguarda il personale dell Appaltatore o di eventuali subappaltatori e/o subfornitori, sia per quanto riguarda quello dell Amministrazione. Relativamente alle norme applicabili in materia di sicurezza e prevenzione dai rischi si rimanda a quanto espressamente indicato nel presente capitolato OBBLIGHI DI RISERVATEZZA A CARICO DELL APPALTATORE Salvo preventiva autorizzazione scritta della Direzione Lavori, è fatto assoluto divieto all Appaltatore - e per esso ai suoi sub-appaltatori, sub-fornitori, collaboratori, dipendenti, progettisti prestatori d opera, etc. - di esporre o diffondere copie e/o riproduzioni fotografiche e/o disegni dei lavori in corso e/o delle opere appaltate, nonché di divulgare, con qualsiasi mezzo, notizie e dati riguardanti l appalto e di cui egli sia venuto a conoscenza per effetto dei rapporti con l Amministrazione. Inoltre, salvo preventiva autorizzazione scritta della Direzione Lavori, è fatto altresì assoluto divieto all Appaltatore di tenere qualsivoglia rapporto (sia a mezzo stampa, radio, televisione o altro strumento telematico di comunicazione) volto alla diffusione di notizie inerenti il progetto e le opere realizzande USO DELLA LINGUA ITALIANA Tutti i rapporti scritti e verbali tra l Amministrazione, la D.L. e l Appaltatore inerenti il presente appalto dovranno avvenire in lingua Italiana. 3. CONTRATTO 3.1. STIPULA DEL CONTRATTO D APPALTO Il contratto d appalto sarà stipulato, sulla base dello schema allegato agli atti di gara, entro il termine di 60 (sessanta) giorni a decorrere dalla data in cui l aggiudicazione definitiva è divenuta efficace, così come previsto ai sensi dell art. 11, comma 9 del Codice. 8

9 La registrazione del contratto sarà effettuata a cura dell Amministrazione. Le relative spese sono a carico dell Appaltatore, unitamente a tutte le altre spese e gli oneri di cui al presente CSA DOCUMENTI CONTRATTUALI Ai sensi dell art. 110 del Regolamento fanno parte integrante del contratto, oltre al bando di gara, al disciplinare di gara, alla lettera di invito ed all offerta dell Appaltatore, con l insieme di tutte le dichiarazioni e documentazioni facenti parte della stessa, e si intendono allegati allo stesso, ancorché alcuni non materialmente e fisicamente uniti al medesimo, ma depositati agli atti della Stazione Appaltante, i seguenti documenti: a) il capitolato generale d appalto; b) il capitolato speciale d appalto Norme Generali e Specifiche tecniche; c) gli elaborati grafici progettuali e le relazioni facenti parte il progetto definitivo; d) l'elenco dei prezzi unitari; e) i piani di sicurezza previsti dall'articolo 131 del codice; f) il cronoprogramma; g) le polizze di garanzia. In ogni caso di discordanza o contrasto fra disposizioni di uno stesso o più documenti di cui al presente articolo, sono da applicarsi le disposizioni dal Responsabile del Procedimento ritenute meno onerose per l Amministrazione DOMICILIO E RAPPRESENTANZA LEGALE DELL'APPALTATORE Tutte le intimazioni, le assegnazioni di termini ed ogni altra notificazione o comunicazione dipendente dall esecuzione del contratto di appalto sono fatte dal Direttore dei lavori o dal Responsabile del Procedimento o dal Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione, ciascuno relativamente agli atti di propria competenza, a mani proprie dell'appaltatore o di colui che lo rappresenta nella condotta dei lavori, oppure devono essere effettuate utilizzando la casella pec dichiarata dall appaltatore in sede di presentazione dell offerta INDICAZIONE DEL LUOGO DEI PAGAMENTI E DELLE PERSONE CHE POSSONO RISCUOTERE Ai sensi dell'art. 3.1 a) del Capitolato Generale approvato con D.M n. 145, la Stazione Appaltante effettuerà i pagamenti con le modalità e secondo le norme che regolano la contabilità dello Stato. Ai sensi dell'art. 3.1 b) del Capitolato Generale approvato con D.M n. 145, l Appaltatore dovrà designare la persona autorizzata a riscuotere, ricevere e quietanzare le somme ricevute in conto o saldo anche per effetto di eventuali cessioni di credito preventivamente riconosciute dalla Stazione Appaltante, nonché quanto prescritto dai successivi commi dell'art. 3 del citato Capitolato Generale. L'Appaltatore produrrà gli atti di designazione delle persone autorizzate contestualmente alla firma del contratto. La cessazione o la decadenza dall incarico delle persone designate a ricevere, riscuotere e quietanzare, che avvenga per qualsiasi causa, deve essere tempestivamente notificata all Amministrazione anche se della cessazione o della decadenza ne sia fatta pubblicazione nei modi di legge. 9

10 In difetto, nessuna responsabilità può attribuirsi all Amministrazione per il pagamento a persone non più autorizzata a riscuotere e quietanzare ADEMPIMENTI ANTIMAFIA Al presente contratto si applicano le regole e le disposizione di cui al Codice delle Leggi Antimafia introdotto con il D.Lgs. 159/11. Per la stipula del contratto di appalto e per le autorizzazioni al subappalto e ai cottimi e, in genere, agli altri sub-contratti, qualora di importo rilevante ai fini della vigente normativa in materia, sono necessari i preventivi adempimenti della legislazione "antimafia" di cui al D.Lgs. 159/11e all art. 118 del Codice. L'Amministrazione si riserva la facoltà di verificare, anche in corso d'opera la permanenza dei requisiti per l'affidamento dei lavori. L'Appaltatore, con lettera raccomandata, è tenuto a comunicare tempestivamente all'amministrazione, in ogni caso non oltre 15 giorni dall evento per sé e per i propri subappaltatori e subfornitori - ogni modificazione intervenuta negli assetti societari, nelle strutture dell Impresa e negli organismi tecnici e amministrativi, fornendo, ove necessario, la documentazione per la verifica, presso la Prefettura competente, del sussistere dei requisiti previsti nella sopra citata normativa. Quando, nel corso dell'esecuzione del contratto (o dei sub-contratti), sia accertata la perdita dei requisiti previsti dalla legislazione antimafia, l'amministrazione potrà recedere dal contratto (o revocare l'autorizzazione ai sub-contratti) senza che l Appaltatore possa avere diritto ad alcun rimborso, fatto salvo il pagamento delle opere già eseguite fino a quel momento e il rimborso delle spese sostenute per l esecuzione del rimanente, nei limiti delle utilità conseguite, fermo restando il diritto dell Amministrazione a richiedere il risarcimento dei danni subiti CAUZIONE DEFINITIVA A garanzia degli obblighi tutti derivanti dal presente affidamento, l'appaltatore presterà alla Stazione Appaltante la cauzione definitiva con le modalità e nelle forme di cui all art. 113 del Codice e degli artt. 123 e ss. del Regolamento GARANZIE DI CONCORRENTI RIUNITI In caso di riunione di concorrenti, le garanzie fideiussorie sono costituite ai sensi di quanto disposto dall art. 128 del Regolamento COPERTURE ASSICURATIVE L Appaltatore, in fase di verifica dei requisiti, propedeutica al nulla osta alla stipula del Contratto, consegna all Amministrazione la dichiarazione predisposta da una compagnia di assicurazione autorizzata all esercizio del ramo Responsabilità civile e generale, contenente l impegno a rilasciare nel termine appresso previsto la polizza di responsabilità civile del progettista di cui agli artt. 111 del Codice e 269 del Regolamento - con specifico riferimento ai lavori da progettare. L'Appaltatore dovrà stipulare a favore della Stazione Appaltante - con primarie compagnie di assicurazioni e con oneri tutti a proprio carico - le polizze assicurative indicate nel seguito i cui testi dovranno essere preventivamente sottoposti al RUP per la preventiva approvazione. In particolare, l'appaltatore, ferma restando il termine di avvio di copertura delle singole polizze, dovrà presentare: 1) entro il termine di consegna della progettazione esecutiva: la polizza di assicurazione del progettista, di cui all art. 111 del Codice e all art. 269 del Regolamento con il massimale non 10

11 inferiore, secondo quanto previsto dalla normativa vigente, ad ,00 (Euro tremilioni/00); tale polizza assicurativa dovrà essere conforme agli schemi tipo di cui al D.M. 12 marzo 2004, n. 123 del Ministero delle Attività Produttive; 2) entro 90 (novanta) giorni dalla sottoscrizione del contratto: il testo della polizza di assicurazione per danni di esecuzione e responsabilità civile verso terzi e garanzia di manutenzione, stipulata ai sensi dell art. 129, comma 1, del Codice e dell art. 125 del Regolamento; tale polizza assicurativa dovrà essere conforme agli schemi tipo di cui al D.M. 12 marzo 2004, n. 123 del Ministero delle Attività Produttive. Con riferimento a tale polizza sono espressamente considerati terzi anche: - i dipendenti della Stazione Appaltante; - la Direzione Lavori ed i suoi incaricati; - i subappaltatori, i subfornitori dell'appaltatore ed i loro dipendenti; - gli incaricati della vigilanza ed i collaudatori; - ogni altro soggetto che abbia titolo alla presenza nelle aree dei lavori. Il massimale della polizza per i danni di esecuzione è stabilito ,00 (Euro tremilioni/00) i danni alle opere ed in ,00 (Euro tremilioni/00) per i danni alle opere preesistenti, mentre il massimale della polizza per la responsabilità civile verso terzi dovrà essere pari, secondo quanto previsto dalla normativa vigente, al 5 % della somma assicurata per le opere con un minimo di ,00 (euro cinquecentomila/00) ed un massimo di ,00 (euro cinquemilioni/00). Ai sensi del 3 comma dell art. 128 del Regolamento, l Appaltatore dovrà sostituire la polizza di cui sopra con altra polizza assicurativa che tenga indenne la Stazione Appaltante da tutti i rischi connessi all utilizzo delle lavorazioni in garanzia. Le somme assicurate restano inalterate. Resta comunque a carico del Contraente il tempestivo ristoro dei maggiori danni rispetto al massimale assicurato. L Amministrazione ha la facoltà, in relazione alle polizze proposte dall Appaltatore ai sensi del presente articolo, di formulare osservazioni e/o prescrizioni ai quali l Appaltatore stesso è tenuto ad adempiere nel termine massimo di 30 (trenta) giorni dalla richiesta, pena la risoluzione del contratto ai sensi dell art del presente atto. Le modalità di svincolo delle coperture assicurative sono regolate dagli artt. 123 e ss. del Regolamento OBBLIGO DI REINTEGRO DELLE COPERTURE ASSICURATIVE L Appaltatore è tenuto, entro 30 giorni dalla richiesta dell Amministrazione, qualora si verifichino sinistri i cui danni - a giudizio dell Amministrazione ed in relazione alla richiesta avanzata dai terzi danneggiati superino, ovvero possano nel tempo superare, il 50% (cinquanta per cento) del valore della copertura assicurativa, a reintegrare detta polizza ovvero a stipularne una ulteriore sino all importo massimo previsto. La mancata reintegrazione della copertura assicurativa nel termine sopra indicato può essere valutato come grave inadempimento agli obblighi contrattuali ai sensi dell art cod. civ SUBAPPALTO E DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO L Appaltatore non può cedere, né totalmente né parzialmente, a pena di nullità, il Contratto di appalto. Il subappalto dei lavori è disciplinato dalla vigente normativa in materia ed è possibile ove l Appaltatore abbia indicato all'atto dell'offerta i lavori o le parti di opere che intende subappaltare o 11

12 concedere in cottimo e sempre che il soggetto sia in possesso dei requisiti generali e speciali previsti dalla vigente normativa. Alle attività di progettazione esecutiva affidata all Appaltatore si applicano le disposizioni dell art. 91, comma 3, del Codice. L'Appaltatore in ogni caso, di fronte alla Stazione Appaltante resterà responsabile dei lavori subappaltati, in solido con il subappaltatore. L Appaltatore è tenuto a presentare alla Stazione Appaltante, almeno 30 (trenta) giorni prima dell avvio delle lavorazioni, apposita istanza scritta con allegata tutta la documentazione prevista dalla vigente normativa ai fini della verifica del possesso dei requisiti da parte del subappaltatore, tra cui è indispensabile il DURC del subappaltatore relativo all attività oggetto del subappalto. Il termine di 30 (trenta) giorni entro il quale la Stazione Appaltante provvede al rilascio dell autorizzazione al subappalto decorre dall avvenuta attestazione, tramite DURC, della regolarità contributiva, previdenziale, assistenziale del subappaltatore nonché, per i subappalti superiori alla soglia di euro ,07, dall avvenuta ricezione dell informativa antimafia o dal perfezionamento del relativo silenzio assenso ai sensi del d.p.r. 252/98. E fatto obbligo all Appaltatore di trasmettere, almeno 20 (venti) giorni prima della data di inizio dell esecuzione delle lavorazioni da parte del subappaltatore, copia autentica del contratto di subappalto, stipulato in forma pubblica o registrato. L Appaltatore dovrà trasmettere alla Direzione dei Lavori, con la cadenza che sarà stabilita dalla D.L. stessa, appositi quadri ricapitolativi contenenti tutti i dati necessari a permettere l esame del complesso dei subappalti affidati, con particolare riferimento agli importi dei lavori. Prima dell'effettivo inizio dei lavori oggetto di subappalto o di cottimo, l'appaltatore dovrà far pervenire alla Stazione Appaltante la documentazione della avvenuta denunzia da parte del subappaltatore agli Enti previdenziali, assistenziali, assicurativi ed infortunistici, inclusa la Cassa Edile. L Appaltatore è responsabile in solido dell osservanza delle norme riguardanti i CCNL ed i contratti collettivi territoriali ed integrativi, in vigore per il settore e la zona nella quale si svolgono i lavori da parte dei subappaltatori, nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell ambito del subappalto. Ai sensi di quanto stabilito all art. 118 del Codice, l Appaltatore curerà i pagamenti dei corrispettivi ai subappaltatori, trasmettendo alla Stazione Appaltante, entro 20 giorni da ogni pagamento, le fatture quietanzate. È fatto obbligo all Appaltatore di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei confronti dei subappaltatori e/ dei cottimisti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti ad essi corrisposti, con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Qualora l Appaltatore non trasmetta le fatture quietanzate dei subappaltatori o dei cottimisti entro il predetto termine, la Stazione Appaltante sospenderà il successivo pagamento a favore dell Appaltatore medesimo. Le Imprese subappaltatrici, per il tramite dell Appaltatore, dovranno presentare alla Direzione dei Lavori, prima dell emissione di ogni singolo stato avanzamento lavori copia del DURC relativo all attività di subappalto svolta. L Appaltatore è tenuto a curare il coordinamento di tutte le imprese operanti nel cantiere al fine di rendere gli specifici piani per la sicurezza fisica dei lavoratori redatti dalle imprese subappaltatrici compatibili tra loro e coerenti con il piano presentato dall Appaltatore. Nei cartelli esposti all esterno del cantiere devono essere indicati anche i nominativi di tutte le imprese subappaltatrici. 12

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

Dott., Ufficiale Rogante. per La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze con sede in Piazza

Dott., Ufficiale Rogante. per La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze con sede in Piazza 1 CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemila il del mese di, in Firenze nella sede della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, dinanzi a me Dott., Ufficiale Rogante delegato alla stipulazione

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO QUATTRO POSTAZIONI DI CONTROLLO CON IMPIANTI FISSI OMOLOGATI PER IL RILEVAMENTO

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LAVORI DI MUSEALIZZAZIONE DELLA STALLA VIOLIN

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LAVORI DI MUSEALIZZAZIONE DELLA STALLA VIOLIN CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LAVORI DI MUSEALIZZAZIONE DELLA STALLA VIOLIN CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO I - NORME GENERALI Sommario 1. OGGETTO, DESCRIZIONE E AMMONTARE DELL APPALTO... 4 1.1. OGGETTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Repertorio n. Fasc. n. /2008 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per l esecuzione dei lavori di CIG: REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici (2013) addí () del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

Schema di Contratto d appalto per Lavori pubblici ai sensi del D. Lgs. 163/06 e s.s.m.

Schema di Contratto d appalto per Lavori pubblici ai sensi del D. Lgs. 163/06 e s.s.m. Schema di Contratto d appalto per Lavori pubblici ai sensi del D. Lgs. 163/06 e s.s.m. INDICE ARTICOLO 1...3 (Premesse)...3 ARTICOLO 2...3 (Oggetto dell appalto)...3 ARTICOLO 3...3 (Corrispettivo dell

Dettagli

Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO

Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L appalto ha per oggetto l esecuzione di opere e provviste occorrenti per la realizzazione di N 1 Impianto Fotovoltaico Collegato Alla

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO DEI LAVORI DI RIFACIMENTO RECINZIONE METALLICA INTERNA CAMPO DI REPUBBLICA ITALIANA

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO DEI LAVORI DI RIFACIMENTO RECINZIONE METALLICA INTERNA CAMPO DI REPUBBLICA ITALIANA SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO DEI LAVORI DI RIFACIMENTO RECINZIONE METALLICA INTERNA CAMPO DI CALCIO COMUNALE. REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaotto (2010) il giorno ( ) del mese di In Gonzaga, presso la

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE

LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE Casa Accoglienza Anziani Donatelli-Santoro Casa Accoglienza Anziani Lipartiti-Ricci

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL GIARDINO DEL XXI SEC VILLA CASTELLO SMILEA MONTALE CAPOLUOGO. REP. 2/2015

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE EDILIZIE RELATIVE AD IMMOBILI CIVILI DI PROPRIETA CONDOMINIALE CONTRATTO DI APPALTO

Dettagli

La realizzazione dei lavori

La realizzazione dei lavori 131 Nel caso di lavori da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso, di importo pari o inferiore alla soglia comunitaria, se il bando prevede l esclusione automatica delle offerte anomale e il numero

Dettagli

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 FC/MB BV DMP Emissione

Rev. Data Sez. Pag. Redatto Verificato Validato Descrizione 1 17/12/12 FC/MB BV DMP Emissione C 129 - VALORIZZAZIONE AREA CAMPI - IKEA DEMOLIZIONE DEL MAGAZZINO E PORZIONE DI MENSA DISMESSI UBICATI IN CORSO FERDINANDO MARIA PERRONE N. 15 NELL AREA EX ILVA LAMINATI PIANI OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec.

ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec. ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec.it BANDO DI GARA PER APPALTO INTEGRATO PER LA RISTRUTTURAZIONE COMPRENSIVA

Dettagli

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 L anno duemila., il giorno ( ) del mese di., in. presso la sede dell., via.,

Dettagli

SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.

SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. COMUNE DI MONTECASTRILLI Viale della Resistenza,8 05026 Montecastrilli ( TR ) - Tel. 0744/94791 - Fax.

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

L IMPRESA IL DIRIGENTE RESPONSABILE

L IMPRESA IL DIRIGENTE RESPONSABILE N 63 Reg. CUP H88G11001960002 CIG 3731229393 REGIONE VENETO U.P. GENIO CIVILE DI VICENZA CONTRATTO DI APPALTO (APP. 43/11-PROG. 1127) LAVORI: di manutenzione del fiume Guà nei Comuni di Zimella, Cologna

Dettagli

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DEGLI ARTT. 19 E 27 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLE ATTIVITÀ DI CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ELABORAZIONE DEL MODELLO DI FLUSSO DEGLI ACQUIFERI E DI DISPERSIONE DEGLI

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE DI CUI ALL'ART. 18 - COMMA 1 - LEGGE 11.02.1994, N. 109

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE DI CUI ALL'ART. 18 - COMMA 1 - LEGGE 11.02.1994, N. 109 REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE DI CUI ALL'ART. 18 - COMMA 1 - LEGGE 11.02.1994, N. 109 INDICE PREMESSA 2 Capo I - Disposizioni generali 2 Art. 1.1- Oggetto del

Dettagli

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE Provincia di Udine AREA TECNICA AMMINISTRATIVA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA" CUP I51B07000100002 - CIG 01633608ED ---------------------------------------------- OGGETTO:

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA. la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193,

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA. la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193, SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO TRA la società AFC Torino SpA con sede legale in Torino, Corso Peschiera n. 193, codice fiscale e Partita IVA 07019070015, in persona del suo legale rappresentante, nato

Dettagli

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (89046 Provincia di R.C.)

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (89046 Provincia di R.C.) COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (89046 Provincia di R.C.) Via F.lli Rosselli 17 Tel 0964.415178 fax 0964.416743 UFFICIO LAVORI PUBBLICI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI PROGETTAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D CAPITOLATO D ONERI affidamento del servizio di direzione lavori, misurazione e contabilità, assistenza al collaudo, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di realizzazione del LAVORI

Dettagli

DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE COMUNALI - C.I.G. Z550DE0DFA.

DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE COMUNALI - C.I.G. Z550DE0DFA. Registro Protocollo n. OGGETTO: Scrittura Privata per la CONDUZIONE, ESERCIZIO E MANUTENZIONE IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE COMUNALI - C.I.G. Z550DE0DFA. L'anno duemilaquattordici, addì del mese di

Dettagli

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI Giardini della Reggia di Venaria Reale Fornitura e installazione di pergolati e strutture in legno per esterni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI 1 INDICE

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono: 075

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI COMO. Capitolato d'appalto

PROVINCIA DI COMO. Capitolato d'appalto 1 PROVINCIA DI COMO Capitolato d'appalto Affidamento della realizzazione ed implementazione di un Sistema di Gestione - Certificabile secondo UNI EN ISO 9001 :2008 nella PROVINCIA DI COMO 2 INDICE 1. PREMESSE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO DIREZIONE SERVIZI TECNICI PER L EDILIZIA PUBBLICA SERVIZIO EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA E PER IL SOCIALE MANUTENZIONE ORDINARIA IMMOBILI DEL PATRIMONIO COMUNALE RESIDENZIALE ANNO 2016 PROGETTO D APPALTO

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN TRA

PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN TRA PROVINCIA DI FORLI -CESENA *** CONTRATTO D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI FORNITURA E POSA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE IN LOCALITA' VALBONELLA TRA - Leopoldo Raffoni, nato a Gambettola

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO - * - OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino.

PROVINCIA DI TORINO - * - OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino. PROVINCIA DI TORINO - * - N. di Rep. OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino. Interventi di manutenzione straordinaria ed adeguamento prevenzione incendi. C.U.P. Importo netto: Impresa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI SU CLINICA MOBILE DA EFFETTUARSI PRESSO LA U.O. OCULISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A.

FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. Reg/to il al n. Sede di Trieste Individuazione Aree Critiche (IAC), Piano Interventi di Contenimento ed Abbattimento del Rumore (PICAR), Mappatura Acustica (MA) e Piani

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRATI APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA MEDIA GIOVANNI XXIII - C.I.G... C.U.P.

COMUNE DI VILLAFRATI APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA MEDIA GIOVANNI XXIII - C.I.G... C.U.P. Schema di contratto - Pagina 1 di 7 COMUNE DI VILLAFRATI APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA MEDIA GIOVANNI XXIII - C.I.G... C.U.P. SCHEMA DI CONTRATTO Schema

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società, sede in ( ), per l affidamento del servizio di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi e

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA OGGETTO: Manutenzione, conduzione e gestione degli impianti di climatizzazione degli edifici dell Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DI PALAZZO

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A.

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento

Dettagli

COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara

COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara COMUNE DI VOGHIERA Provincia di Ferrara PROCEDURA APERTA I STRALCIO FUNZIONALE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DI PISTA CICLABILE LUNGO VIA PROVINCIALE A VOGHIERA (LOTTI 1 E 2) - CUP J41B13000250006 Voghiera

Dettagli

S.C. NUOVI PROGETTI & RISTRUTTURAZIONI

S.C. NUOVI PROGETTI & RISTRUTTURAZIONI S.C. NUOVI PROGETTI & RISTRUTTURAZIONI Spett.le Ditta : Trasmessa via FAX Al n OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELL ESECUZIONE DEI LAVORI DI COMPLETAMENTO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEL GRUPPO

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA LAVORI DI SOSTITUZIONE INFISSI ESTERNI DELL EDIFICIO

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA LAVORI DI SOSTITUZIONE INFISSI ESTERNI DELL EDIFICIO COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA LAVORI DI SOSTITUZIONE INFISSI ESTERNI DELL EDIFICIO SCOLASTICO SCUOLA MEDIA G.C. MELANI, VIA M. L. KING MONTALE CAPOLUOGO REPERTORIO

Dettagli

OGGETTO DEI LAVORI INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA RESIDENZA UNIVERSITARIA DI VIA VERDI, 15 - TORINO C.U.P. [ I16J11000500003 ]

OGGETTO DEI LAVORI INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA RESIDENZA UNIVERSITARIA DI VIA VERDI, 15 - TORINO C.U.P. [ I16J11000500003 ] OGGETTO DEI LAVORI INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA RESIDENZA UNIVERSITARIA DI VIA VERDI, 15 - TORINO C.U.P. [ I16J11000500003 ] C.I.G. [ 38183287F0 ] SCHEMA DI CONTRATTO 1 Rep. Num. REPUBBLICA

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527 Bando di gara 1. Stazione appaltante: Azienda Ospedaliera Universitaria Senese (AOUS), telefono 0577/585010

Dettagli

!" #$% & % "'( %& &% "'!" #$% ) "# %* "(+!(#'*,('

! #$% & % '( %& &% '! #$% ) # %* (+!(#'*,(' !" #$% & % "'( %& &% "'!" #$% ) "# %* "(+!(#'*,(' ) "#$!(#')$(')' -'./ #'&$0 -&1'2'"'0 -'./345,%$0 Rep. Num. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TORINO CONTRATTO D APPALTO PER I LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CIG: 5611321094. Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e

CIG: 5611321094. Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e CIG: 5611321094 Effettuazione per l anno 2014 del servizio di diserbo chimico delle linee ferroviarie e relative pertinenze, oltre ad eventuali prestazioni accessorie SCHEMA DI CONTRATTO Art. 1 Art. 2

Dettagli

COMUNE DI CORTEMAGGIORE (Provincia di PIACENZA)

COMUNE DI CORTEMAGGIORE (Provincia di PIACENZA) COMUNE DI CORTEMAGGIORE (Provincia di PIACENZA) Affidamento dei servizi cimiteriali del comune di Cortemaggiore, da eseguirsi nel cimitero del Capoluogo e nei cimiteri ubicati nelle località di Chiavenna

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia)

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia) COMUNE DI ACCADIA (Provincia di Foggia) PROGETTO PER LA DOTAZIONE DI IMPIANTO DI VODEOSORVEGLIANZA E FORNITURE ARREDI PER GLI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DENOMINATI "CASONE PADULI" E "CASONE DIFESA".

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

CONTRATTO APPALTO LAVORI EDILI PRIVATI

CONTRATTO APPALTO LAVORI EDILI PRIVATI Ai Termini di legge Ristruttura Semplice si riserva tutti i diritti sul presente modello con divieto di riproduzione senza autorizzazione Via Mons. Razzoli 84-54028 - Villafranca in Lunigiana (MS) Tel.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA per l'affidamento dell'appalto dei lavori relativi a INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Ing. Francesco Pecorella Evoluzione tecnologica e normativa in materia di lavori pubblici dal D.M. 29.05.1895 alla Legge Merloni (11.02.94 n. 109) 05.07.2005

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 372 del 23/03/2012 Codice identificativo 792410

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 372 del 23/03/2012 Codice identificativo 792410 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 372 del 23/03/2012 Codice identificativo 792410 PROPONENTE Coordinatore lavori pubblici - Edilizia pubblica OGGETTO PPI/2011/162 -

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

UNIVERSITA della CALABRIA CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE REPUBBLICA ITALIANA. L anno il giorno ( ) del mese di in

UNIVERSITA della CALABRIA CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE REPUBBLICA ITALIANA. L anno il giorno ( ) del mese di in UNIVERSITA della CALABRIA Rep. N. / CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE IMPIANTO ELETTRICO MT/BT MEGA CENTRALE. App. n. /014 C.I.G. 6090776B59 - CUP H22G14000110006 IMPORTO DI CONTRATTO:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO INCARICO DI ESPLETAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL PERSONALE E DEI COLLABORATORI PER IL PERIODO 1/1/2012-31/12/2013 CIG Z990278489 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 -

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

COMUNE DI ACI BONACCORSI Provincia di Catania

COMUNE DI ACI BONACCORSI Provincia di Catania Unione Europea Repubblica Italiana Regione Siciliana Assessorato Infrastrutture e Mobilità Dipartimento Infrastrutture, Mobilità e Trasporti Servizio 19 COMUNE DI ACI BONACCORSI Provincia di Catania BANDO

Dettagli

COMUNE DI CADEO. Provincia di Piacenza Via Emilia n. 149 29010 Roveleto di Cadeo

COMUNE DI CADEO. Provincia di Piacenza Via Emilia n. 149 29010 Roveleto di Cadeo 1 COMUNE DI CADEO Provincia di Piacenza Via Emilia n. 149 29010 Roveleto di Cadeo (schema tipo)(*) DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE ATTINENTE LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA per la realizzazione

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

Procedura Negoziata. Allegato 5: Schema Contrattuale

Procedura Negoziata. Allegato 5: Schema Contrattuale Progetto AGRO-ENVIRONMED Techno-Environmental Platform for the Agro-food Sector in the Mediterranean Progetto cofinanziato dalla UE Fondo FESR attraverso il Programma MED Procedura Negoziata Allegato 5:

Dettagli

COMUNE DI VILLA COLLEMANDINA. Provincia di Lucca Rep. N. 84 CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO

COMUNE DI VILLA COLLEMANDINA. Provincia di Lucca Rep. N. 84 CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO COMUNE DI VILLA COLLEMANDINA Provincia di Lucca Rep. N. 84 CONTRATTO DI APPALTO PER LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO FABBRICATO SEDE PALAZZO COMUNALE-POSTE ITALIANE E AMBULATORIO REPUBBLICA ITALIANA L anno

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011

Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011 Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011 Procedura aperta per la Fornitura di un sistema storage per il consolidamento delle risorse infrastrutturali del CRS4 CODICE IDENTIFICATIVO DI GARA

Dettagli

Materiale documentale messo a disposizione dal Committente 5) Durata dell appalto Ammontare dell appalto e finanziamento: è comprensivo

Materiale documentale messo a disposizione dal Committente 5) Durata dell appalto Ammontare dell appalto e finanziamento: è comprensivo SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 CIG ZB415FBACD Disciplinare di gara Il presente disciplinare di

Dettagli

COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico

COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico CAPITOLATO D ONERI Per Affidamento del servizio di Adempimenti della Sicurezza e Salute sui luoghi di lavoro del comune di Conflenti Art. 1 Contratto

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER UN PERIODO DI 48 MESI CUP B44I11000010004

Dettagli

C O M U N E D I P R A T O REPERTORIO N. APPALTO DEI LAVORI DI: RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA DEL MERCATO NUOVO A PRATO. REPUBBLICA ITALIANA L anno. (.

C O M U N E D I P R A T O REPERTORIO N. APPALTO DEI LAVORI DI: RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA DEL MERCATO NUOVO A PRATO. REPUBBLICA ITALIANA L anno. (. C O M U N E D I P R A T O REPERTORIO N. APPALTO DEI LAVORI DI: RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA DEL MERCATO NUOVO A PRATO. REPUBBLICA ITALIANA L anno. (.) e questo giorno del mese di.. in Prato, in una sala

Dettagli