Unità Operativa Complessa Provveditorato ed Economato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Unità Operativa Complessa Provveditorato ed Economato"

Transcript

1 Unità Operativa Complessa Provveditorato ed Economato. CAPITOLATO SPECIALE GARA A PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA SALA MORTUARIA E DEL SERVIZIO OBITORIO ART.1 OGGETTO DELL APPALTO E DURATA Il presente capitolato regolamenta l affidamento - ad impresa specializzata nel settore -, del servizio di gestione della Sala Mortuaria e dell obitorio Giudiziario dell'azienda Ospedaliera. Il contratto avrà durata biennale, L Azienda Ospedaliera concederà alla Ditta Aggiudicataria, in comodato d'uso, i locali allo stato destinati al servizio in parola. ART. 2 ONERI DELL'IMPRESA L'Impresa aggiudicataria dovrà assicurare quanto di seguito elencato: 1. Il trasporto H 24 delle salme dai reparti alla Camera mortuaria. 2. La preparazione, ricomposizione e vestizione delle salme su richiesta dei familiari, nonché l'allestimento della Camera ardente. 3. Apertura della Sala Mortuaria dalle 08:00 alle 20,00 dei giorni feriali e dalle 08:00 alle 14,00 dei giorni festivi. 4. Reperibilità (con presenza in loco entro il termine di 20 minuti dalla chiamata) dalle 20:00 alle 08:00 dei giorni feriali e dalle 14:00 alle 08:00 dei giorni festivi. 5. Consentire l'accesso dei visitatori alla camera ardente dal lunedì al sabato dalle ore 08:00 alle ore 20:00, la domenica e festivi dalle ore 08:00 alle ore 14: Il trasporto, eseguito a norma di legge, presso il cimitero di arti e feti non rivendicati dai familiari per il seppellimento, 7. La fornitura di contenitori reperti anatomici (prodotti a norma di legge), riferiti al punto la manutenzione ordinaria dei locali concessi in comodato d uso, ivi compresi gli impianti elettrici ed idrici a partire dal punto di prelievo della fornitura all interno dei locali. Restano a carico dell'azienda Ospedaliera la manutenzione degli impianti termici e la manutenzione degli impianti elettrici ed idrici sino al punto di prelievo della fornitura all interno dei locali (i.e. quadro elettrico generale di reparto ovvero chiave d arresto PER ACCETTAZIONE Pagina 1 di 9

2 generale per gli impianti idrici). 9. la manutenzione ordinaria e straordinaria, eseguita in conformità alla normativa vigente, delle attrezzature utilizzate per il servizio, ivi comprese le verifiche periodiche previste dalla vigente normativa (ad esempio: verifiche di sicurezza elettrica per apparecchiature elettromedicali); 10. la pulizia e l'igiene dei locali, concessi in comodato d'uso eccezion fatta per i locali riservati all attesa dei parenti e all esposizione delle salme, che sono già oggetto dell appalto di pulizia indetto da questa Azienda (identificata come SALA MORTUARIA). 11. I riscontri anagrafici presso gli Uffici Comunali. 12. La fornitura e l'arredo dei catafalchi. 13. Manutenzione ordinaria dei locali. 14. In caso di sostituzione di celle frigorifere ed apparecchiature destinate al servizio, gli oneri risultano ricompresi nel presente appalto e, alla scadenza del contratto, diventeranno automaticamente di proprietà dell'azienda Ospedaliera, senza che la Ditta Aggiudicataria possa rivendicarne la proprietà. I compiti relativi all'espletamento del servizio oggetto di gara sono in gran parte desunti dal D.P.R. n 285 del 10/09/1990 " Approvazione del Regolamento di Polizia Mortuaria. In particolare, la ditta aggiudicataria, a seguito di segnalazione telefonica degli operatori della U.O. in cui è avvenuto il decesso ed entro un tempo massimo di trenta minuti dalla segnalazione, dovrà provvedere mediante proprio personale al ritiro della salma e al trasporto della stessa (con automezzo attrezzato qualora necessario) presso la sala mortuaria. Il ritiro della salma è subordinato all acquisizione della scheda interna di morte, redatta dal sanitario che ne ha constatato il decesso. Il personale destinato dalla Ditta all espletamento dell appalto in oggetto, specializzato dovrà essere formato e specializzato per l esecuzione di tutte le attività previste. La presenza dell'impresa nell'ambito dell'azienda Ospedaliera non dovrà in alcun modo vincolare i familiari del defunto nella scelta del servizio cui affidare le onoranze funebri. A tal fine la Ditta Aggiudicataria dovrà realizzare, con oneri ricompresi nell appalto, appositi cartelli numero dei cartelli, testo, dimensione carattere e stile saranno definiti in accordo con la Direzione Sanitaria Aziendale prima dell avvio dell appalto - da affiggere all'interno dei locali camera ardente. Indicativamente il cartello dovrà recare la seguente indicazione: "per il servizio funebre, i familiari del defunto sono liberi di avvalersi di qualsiasi Ditta presente sul mercato". L'eventuale ricorso alla Ditta Aggiudicataria da parte dei familiari del defunto non coinvolge in alcun modo l'azienda Ospedaliera "Sant'Anna e San Sebastiano" ed esula dalle attività previste nel presente appalto. PER ACCETTAZIONE Pagina 2 di 9

3 Le Imprese partecipanti alla gara dovranno obbligatoriamente prendere visione dei locali e delle attrezzature disponibili per il servizio pena esclusione dalla gara. Eventuali migliorie che la Ditta Aggiudicataria ritenga opportuno apportare agli ambienti di cui sopra, saranno proprio totale carico e dovranno essere indicate nell'offerta di gara ed autorizzate dalla Direzione Strategica. II sopralluogo per la presa visione dei locali ove si svolgeranno le attività, dovrà essere effettuato in una delle date indicate nell allegato agli atti di gara. ATTIVITÀ DA SVOLGERE IN OBITORIO 1. Ricomposizione della salma, su richiesta dei familiari, verifica delle condizioni igieniche con ripristino delle stesse; 2. Conservazione della salma nel rispetto delle norme igieniche, con trasferimento della stessa in cella frigorifera, ove necessario, e, per i casi previsti, esecuzione del trattamento conservativo da parte dei sanitari di istituto ai sensi delle normative vigenti in materia; 3. Osservanza di quanto disposto nel protocollo aziendale, per le salme destinate al prelievo di organi e tessuti (cute, cornee, ossa); 4. Predisposizione della salma al riscontro diagnostico/autoptico mediante approntamento del materiale occorrente e posizionamento della stessa sul tavolo anatomico della sala autoptica; 5. Al termine di tale riscontro, ripristino delle condizioni igieniche della salma, trattamento dello strumentario, riordino di tutto il materiale utilizzato compresa la pulizia del locale secondo le modalità operative previste; 6. Ricomposizione della salma che dovrà consentire una decorosa esposizione, in caso di riscontro autoptico, prelievo di organi e/o tessuti; 7. Vestizione della salma; 8. Programmazione dell'esposizione della salma con congruo anticipo rispetto all'orario del funerale; 9. Compilazione del registro di entrata e di uscita delle salme, con indicazione delle generalità delle stesse (mediante compilazione di specifica modulistica); 10. Rispetto dei protocolli e delle procedure Aziendali. ART. 3 AUTOMEZZO TRASPORTO SALME La ditta aggiudicataria, qualora necessario, dovrà provvedere al trasporto interno all'area ospedaliera delle salme, con mezzi propri idonei alla specifica destinazione d'uso. PER ACCETTAZIONE Pagina 3 di 9

4 ART. 4-PERSONALE II personale destinato dalla Ditta Aggudicataria all espletamento del presente appalto, deve essere alle dipendenze della stessa. Con la stipula del contratto, la Ditta Aggiudicataria assume il ruolo di terzo responsabile per tutte le attività oggetto dell appalto stesso. La Ditta Aggudicataria si impegna a corrispondere al proprio personale destinato al servizio in appalto, la corresponsione retributiva prevista dal c.n.l. e dagli accordi sindacali vigenti. Dovrà inoltre regolarmente soddisfare gli obblighi retributivi relativi alle assicurazioni sociali, assicurazioni infortuni e obblighi in materia di igiene e sicurezza del lavoro nel rispetto della normativa vigente. Il soggetto fornitore deve impiegare personale di sicura moralità, addestrato per l'esatto adempimento di tutti gli obblighi contrattuali. Il soggetto fornitore dovrà trasmettere, all'azienda Ospedaliera, elenco nominativo e qualifiche del personale dipendente adibito allo svolgimento del servizio, comprensivo delle eventuali unità sostitutive. Dovrà inoltre trasmettere i libretti sanitari del personale, nonché la prova documentale relativa all'adempimento degli obblighi assicurativi di legge e contrattuali. La Ditta dovrà inoltre provvedere all'aggiornamento, con frequenza almeno trimestrale, della suddetta documentazione. L'Azienda Ospedaliera, in caso di violazione di quanto prescritto precedentemente, previa comunicazione al soggetto fornitore dell'inadempienza emersa o denunciata dall'ispettorato del Lavoro, potrà sospendere l'emissione dei mandati di pagamento per un ammontare corrispondente al dovuto ai dipendenti, fino a che non sarà ufficialmente accertato che il debito verso i lavoratori sia stato saldato, ovvero che la eventuale vertenza sia stata conclusa. Per tale sospensione il soggetto fornitore non potrà opporre eccezioni, né avanzare pretese di risarcimento danni. Il soggetto fornitore deve fornire al proprio personale idoneo abbigliamento da lavoro e di tesserino identificativo riportante: Fotografia del dipendente; Cognome e nome (in caratteri chiaramente visibili) Qualifica; Ragione sociale della Ditta appaltatrice. La foggia dell'abbigliamento da lavoro, dovrà essere concordata con la Direzione Medica di Presidio. Il soggetto PER ACCETTAZIONE Pagina 4 di 9

5 fornitore deve sottoporre tutto il personale destinato all'espletamento del servizio oggetto del presente capitolato, a sorveglianza sanitaria ai sensi della vigente normativa. II personale, che dovesse risultare non idoneo all'espletamento del servizio appaltato, anche a fronte di esplicita richiesta da parte dell'azienda Ospedaliera, dovrà essere tempestivamente sostituito con altro soggetto idoneo. Della sostituzione dovrà essere data comunicazione alla U.O. Aziendale preposta alla gestione dell appalto. Il soggetto fornitore resta unico responsabile della condotta dei propri dipendenti,rispondendone nei confronti della legge. Il soggetto fornitore e, per esso, il suo personale dipendente devono uniformarsi a tutte le norme di carattere generale emanate dall'azienda Ospedaliera per il proprio personale ed attenersi a tutte le norme inerenti l'igiene e la sicurezza del lavoro. Il personale in servizio è tenuto a rispettare le consuete norme di educazione che definiscono i criteri di un comportamento civile e di correttezza del lavoro nell'ambito ospedaliero. Per l espletamento del servizio, la Ditta Aggiudicataria dovrà: assicurare la presenza costante di n. 2 operatori, al fine di consentire il ritiro delle salme e, nel contempo, il presidio dell'obitorio negli orari indicati all art. 2 del presente capitolato per l'accoglienza dei parenti e/o impresa funebre; assicurare la continua rintracciabilità degli operatori durante l'orario di svolgimento del servizio, mediante telefono cellulare (oneri di fornitura e gestione ricompresi nell appalto). garantire che il proprio personale si rapporti in maniera corretta con i congiunti dei defunti e con tutto il personale dell Azienda Ospedaliera. garantire il pieno supporto alle imprese funebri incaricate dai congiunti; non consentire a nessuno l'accesso ai locali di servizio, eccezion fatta per i soggetti autorizzati dalla Azienda Ospedaliera; utilizzare i locali assegnati per l'espletamento del servizio conformemente alla destinazione d'uso prevista; garantire la copertura del servizio nelle fasce orarie previste. Eventuali variazioni dovranno essere, preventivamente, autorizzate e concordate con la competente Unità Operativa Aziendale; applicare correttamente i protocolli e le procedure definiti dall'azienda Ospedaliera; PER ACCETTAZIONE Pagina 5 di 9

6 provvedere al mantenimento di un'adeguata pulizia e ordine ambientale della sala osservazione (tavoli), della sala settoria (piano e strumentario) e delle barelle in esse contenute, ripristinando il materiale d'uso necessario nei vari locali; custodire in buono stato le attrezzature, arredi e locali messi a disposizione dall'azienda Ospedaliera; non prendere visione di documenti dell'azienda Ospedaliera, mantenere il segreto d'ufficio su fatti e circostanze concernenti tutte le attività oggetto dell'appalto; adottare tutte le misure atte a garantire il rispetto degli obblighi previsti in materia di riservatezza e privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e s.m.i.; In caso di scioperi del personale del soggetto fornitore o di altre cause di forza maggiore (non saranno da considerarsi tali ferie, malattie, ecc.) deve essere assicurato un servizio di emergenza, trattandosi di servizio pubblico essenziale. Il programma dovrà essere concordato con la competente Unità Operativa Aziendale. Il personale del soggetto fornitore deve presentarsi in servizio in divisa da lavoro ed in modo decoroso ed igienico. Al di fuori dell'orario di lavoro, il suddetto personale non dovrà per nessun motivo sostare nei locali destinati dall'azienda al servizio oggetto del presente appalto. Il soggetto fornitore deve designare una persona con funzioni di "Coordinatore Responsabile" del servizio, comunicando nominativo e tutti i recapiti alla competente Unità Operativa Aziendale. Il compito del Coordinatore Responsabile è quello di coordinare il personale impiegato per il servizio. Il Coordinatore Responsabile dovrà essere reperibile H 24/24. Tutte le comunicazioni e le contestazioni di inadempienza effettuate in contraddittorio con il Coordinatore Responsabile, si intenderanno rese direttamente alla Ditta Appaltatrice. Ogni operatore deve dimostrare di essere a conoscenza dei criteri di svolgimento del servizio e delle corrette procedure di intervento di tutte le operazioni che gli competono. Il personale del soggetto fornitore deve attestare la presenza in servizio con mezzo idoneo. I report mensili dovranno essere sottoscritti dal Legale Rappresentante della Ditta Aggiudicataria, e trasmessi alla Competente Unità Operativa Aziendale entro il 5 giorno del mese successivo. II soggetto fornitore dovrà presentare, in allegato all'offerta tecnica, D.V.R. redatto ai sensi del D.Lgs. 81/08. ART. 6 PRODOTTI E MATERIALI Tutti i prodotti chimici impiegati devono essere rispondenti alle normative vigenti in Italia (biodegradabilità - PER ACCETTAZIONE Pagina 6 di 9

7 dosaggi - avvertenze - pericolosità). Ciascun prodotto deve essere accompagnato dalla relativa "Scheda di sicurezza" prevista in ambito CEE e dalla relativa "Scheda tecnica". Per tutti i prodotti le schede tecniche devono comprendere: nome del produttore, caratteristiche del prodotto, contenuto in percentuale dei principi attivi, dosaggio di utilizzo, PH della soluzione in uso, simboli di pericolo, indicazioni di rischio e prudenza, indicazioni per il primo intervento. E fatto divieto di utilizzo e deposito di materiali e prodotti infiammabili, esplosivi, corrosivi,tossici o nocivi per contatto o inalazione. Il soggetto fornitore deve mettere a disposizione della Direzione Medica di Presidio e del Servizio Prevenzione e Protezione, prima dell'inizio dei lavori le SCHEDE TECNICHE e le SCHEDE DI SICUREZZA di tutti i prodotti che intende impiegare. Si precisa sin d'ora che: PER L'INTERA DURATA CONTRATTUALE, TUTTO IL MATERIALE NECESSARIO A GARANTIRE LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DOVRA ESSERE FORNITO DALLA DITTA AGGIUDICATARIA (con oneri ricompresi nell appalto). Il materiale fornito deve essere sottoposto dalla Ditta Aggiudicataria all esame della Competente Unità Operativa Aziendale, al fine di ottenere esplicita autorizzazione all'utilizzo. I campioni visionati ed approvati dalla competente Unità Operativa Aziendale rimarranno in custodia presso la stessa, al fine di verificane la rispondenza con quelli effettivamente utilizzati durante il servizio. ART. 7 LOCALI DESTINATI AL SOGGETTO FORNITORE L'Azienda Ospedaliera mette a disposizione del soggetto fornitore i locali adibiti ad obitorio attualmente in uso ed almeno una linea telefonica interna. Le spese relative all'illuminazione, al riscaldamento e all'utilizzo acqua, sono a carico dell'azienda Ospedaliera. Restano a carico del soggetto fornitore la pulizia di tutti i locali concessi in uso, della sala osservazione (tavoli), della sala settoria (piano e strumentario), delle barelle e di quant altro in esse contenuto. La Ditta Aggiudicataria potrà installare, a proprie spese, linea telefonica esterna, previo assenso da parte della Competente Unità Operativa Aziendale. In questi locali potranno avere accesso gli operatori del soggetto fornitore, gli addetti alla vigilanza e custodia dell'azienda Ospedaliera e tutto il personale autorizzato dall Azienda Ospedaliera. ART. 8-ASSICURAZIONI E RESPONSABILITÀ DEL SOGGETTO FORNITORE II soggetto fornitore si impegna esplicitamente a rispondere dei danni eventualmente arrecati dai propri dipendenti a persone o cose durante lo svolgimento del servizio e conseguentemente si impegna alla pronta riparazione dei danni stessi ed in difetto, al loro risarcimento, riconoscendo all'uopo il diritto di rivalsa da PER ACCETTAZIONE Pagina 7 di 9

8 parte dell'azienda Sanitaria Ospedaliera sotto qualsiasi forma consentita dalla legge. A tale scopo il soggetto fornitore deve presentare all'atto della firma del contratto, idonea polizza assicurativa per R.C. conto terzi. I massimali della polizza debbono avere almeno i seguenti importi, senza sottolimiti: ,00 per ogni evento dannoso o sinistro, per ogni persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, per danni a persone o cose. Con la sottoscrizione del contratto di appalto e mediante la suddetta polizza, la Ditta Aggiudicataria assume la responsabilità, esonerando in toto dalla stessa l Azienda Ospedaliera, per qualsiasi danno che il soggetto fornitore possa arrecare nel corso dell'espletamento delle attività oggetto d'appalto. Nel caso in cui il danno causato ecceda la somma del capitale assicurato è preclusa ogni azione nei confronti dell'azienda Ospedaliera. In particolare, la polizza deve prevedere la rinunzia dell'assicuratore, nei confronti dell'azienda Ospedaliera, a qualsiasi eccezione, con particolare riferimento alla copertura del rischio anche in caso di mancato o parziale pagamento dei premi assicurativi, in deroga a quanto previsto dall'art cod. civ., e di eventuali dichiarazioni inesatte e/o reticenti, in deroga a quanto previsto dagli artt e 1893 cod. civ.. Copia della predetta polizza deve essere consegnata all'azienda Ospedaliera prima dell'inizio dell'appalto. Nessun rapporto di lavoro viene ad instaurarsi tra l'azienda Ospedaliera ed il personale addetto all'espletamento delle prestazioni assunte dal soggetto fornitore. ART. 9 IMPORTO DELL APPALTO II canone annuo posto a base d asta relativamente al presente appalto è fissato in ,00 al netto dell i.v.a. comprensivi di 3.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, per un totale di ,00 al netto dell'i.v.a. oltre ad 6.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, relativamente al periodo di durata massima contrattuale (biennio). ART. 10 DURATA DEL SERVIZIO La durata del servizio è di mesi 24 a decorrere dall'avvenuta stipula del contratto. L'Azienda Ospedaliera si riserva, in ogni caso, la facoltà di recedere dal contratto, a suo insindacabile giudizio, in qualsiasi momento con preavviso di almeno 30 giorni naturali e consecutivi, da inoltrare a mezzo raccomandata A.R., senza che il soggetto fornitore possa rivendicare danno o compensi di sorta. Il recesso non ha effetto per le prestazioni già eseguite. PER ACCETTAZIONE Pagina 8 di 9

9 ART. 11 AGGIUDICAZIONE La gara verrà aggiudicata a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 83 del D.Lgs.vo 163/2006. I criteri di valutazione previsti sono: Prezzo: punti 50 attribuiti come appresso indicato: Pr ezzo _ min Ppi = 50 * Pr ezzo _ iesimo Dove: Ppi è il punteggio da attribuire all'offerta economica della Ditta in esame; Prezzo_min è il prezzo minimo offerto fra le offerte ritenute valide; Prezzo_iesimo è il prezzo offerto dalla Ditta in esame Qualità: punti 50 attribuiti come appresso indicato Punti 30 alla qualità del progetto presentato per l espletamento del servizio in appalto; Punti 10 alle caratteristiche dei prodotti da fornire, cfr. art. 2 sub 6 e art. 6; Punti 10 relativamente ad eventuali migliorie proposte. Per l'attribuzione del punteggio di qualità, le imprese partecipanti alla gara dovranno redigere apposita relazione descrittiva delle servizio ed eventuali migliorie. L'Azienda Ospedaliera, a suo insindacabile giudizio, si riserva la facoltà di procedere o meno all'aggiudicazione del servizio di cui trattasi. ========================================== PER ACCETTAZIONE Pagina 9 di 9

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE ART. 1 (Definizione di trasporto funebre) Per trasporto funebre si intende il

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655 DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali della sede dell Istituto di Santa Margherita. Art. 2 - LUOGO DI ESECUZIONE DELL'APPALTO I servizi

Dettagli

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti:

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti: FOGLIO CONDIZIONI PER I SERVIZI DI RECUPERO E TRASPORTO SALME ED I SERVIZI FUNEBRI PER PERSONE INDIGENTI E BISOGNOSE PERIODO 01.11.2010 30.09.2013 CON POSSIBILITA DI RINNOVO PER ANALOGO PERIODO. ART. 1

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO FORLANINI

AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO FORLANINI AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO FORLANINI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SIA DI GESTIONE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL DECESSO DEI PAZIENTI IN AMBITO OSPEDALIERO CHE DI GESTIONE DELLA

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO

COMUNE DI MONTIGNOSO COMUNE DI MONTIGNOSO SERVIZIO BIENNALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO DI GARA CIG Art. 1 FINALITA DEL SERVIZIO Il presente servizio ha per oggetto l affidamento, mediante gara a procedura aperta

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO U.O.C. Acquisti Attrezzature e Beni Sanitari CAPITOLATO TECNICO Servizio di produzione, gestione, distribuzione dei documenti e degli stampati in uso presso l Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI Articolo 1 Oggetto dell appalto - L appalto ha per oggetto il Servizio di trasporto funebre e gli obblighi per la ditta

Dettagli

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R.

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R. Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le Mail Raccomandata A.R. OGGETTO: Invito per l'affidamento dei servizi di noleggio di n. 8 Stampanti Multifunzione SCANNER/COPIA/STAMPA - Procedimento in economia a mezzo

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza ALLEGATO A COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE INDICE CRONOLOGICO SCRITTURE PRIVATE N. CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978 TRA: COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Servizi cimiteriali REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 18 del 28 maggio 2005 modificato ed integrato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici...

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici... Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2 Articolo. 2 Requisiti.... 3 Articolo. 3 Videoterminali 3 Articolo. 4 Esami clinici e biologici... 3 Articolo. 5 Rapporto con i lavoratori.... 3 Articolo. 6 Cause di

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA Via Laura Bassi Veratti, 20 40137 BOLOGNA - C.F. 91360430374 boic88000g@istruzione.it Prot. n 2437/B15 Bologna, 14 Aprile 2014 BANDO PUBBLICO finalizzato alla fornitura

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara BANDO DI GARA (scadenza presentazione offerte: 12 novembre 2012- ore 12,00) L Automobile Club Varese,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI Servizio Sanitario Nazionale Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord SEDE LEGALE: p.le Cinelli, 4 61121 PESARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ai sensi dell

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (Provincia di Trapani) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE (Approvato con deliberazione C.C. n 99 del 29/12/2008) CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : biennale dal 01 FEBBRAIO 2007 al 31 GENNAIO 2009 Rinnovabile per ulteriori due anni. PRESCRIZIONI

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO

IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO ai sensi dell art. 20 del D.Lgs.163/2006 per l'affidamento del servizio di sorveglianza sanitaria e di medico competente ai sensi del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. CIG: Z9B03E8BA7

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per la fornitura di gasolio per autotrazione presso la sede operativa di C.L.I.R. S.p.A. in Via della STAZIONE,snc 27020- Parona Lomellina (PV). 1) OGGETTO DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI.

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. Durata dall aggiudicazione dell appalto fino al 31/12/2014 INDICE Pagina. TITOLO

Dettagli

OSTELLO DELLA GIOVENTU L aggiudicataria dovrà garantire l apertura al pubblico dell Ostello della Gioventù per il periodo 1 aprile 31 ottobre.

OSTELLO DELLA GIOVENTU L aggiudicataria dovrà garantire l apertura al pubblico dell Ostello della Gioventù per il periodo 1 aprile 31 ottobre. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE, VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL MUSEO DELLA CITTA, DELLO SCRIPTORIUM E DELL OSTELLO DEL COMUNE DI BOBBIO. ARTICOLO 1 Oggetto dell appalto. Il presente capitolato

Dettagli

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO Provincia di Pavia SERVIZIO TERRITORIO E AMBIENTE BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA APPALTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI ATTINENTI ALLE SALME NEL CIMITERO COMUNALE ANNI

Dettagli

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate:

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate: Spett.le... Raccomandata a.r. Oggetto: Invito a presentare offerta per il servizio di pulizia e sanificazione dei locali della sede dell Automobile Club Pordenone e della sede di Sacile. Procedura in economia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 13 ottobre 2003 ART. 1 ESERCIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012

c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012 c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012 SETTORE ISTRUZIONE INFORMATIVO Servizio Istruzione Cultura - 06.01 Tel. 0121 361273/361274 - Fax. 0121 361354 istruzione.cultura@comune.pinerolo.to.it

Dettagli

L oggetto principale dell appalto è costituito dalle seguenti prestazioni:

L oggetto principale dell appalto è costituito dalle seguenti prestazioni: COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SERVIZI SOCIALI P.O. SERVIZI CIMITERIALI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO FUNERALI A CARICO DEL COMUNE DI FIRENZE * * * CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ART. 1.

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI

ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA, PROGRAMMATA E PERIODICA DEI SISTEMI ANTINTRUSIONE, SISTEMI RILEVAZIONE FUMI E SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

CONDIZIONI SPECIFICHE

CONDIZIONI SPECIFICHE CONDIZIONI SPECIFICHE 1. OGGETTO DEL CONTRATTO e MODALITA DI AGGIUDICAZIONE Costituisce oggetto del CONTRATTO la fornitura dei SERVIZI per lo svolgimento del recupero dei crediti nei confronti dei clienti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ARTICOLO N.1 - Oggetto Il servizio consiste nella sorveglianza delle sedi della S.I.S.S.A. di Via Beirut n.2-4 e relativo ampliamento (di seguito denominato Via Beirut n.0),

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.)

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.) Pagina 1 di 11 REGIONE LAZIO PROCEDURA PER LA NECROSCOPICA RELATIVA AI (C.O.B.) Data Rev. Redatto Verificato e approvato 10/10/2003 01/12/2011 0 1 Dott. Luca Guerini Dirigente Medico D.S. COB Dott. Franco

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO FUNEBRE E SERVIZI FUNEBRI

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO FUNEBRE E SERVIZI FUNEBRI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO FUNEBRE E SERVIZI FUNEBRI Art. 1 - Riferimenti legislativi e regolamentari. II presente appalto di servizi è regolato dal presente

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI Art.1 OGGETTO DEL CAPITOLATO Costituisce oggetto del presente capitolato l appalto del Servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE Art.1 OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente Capitolato Speciale ha come oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Pag.1 di 7

CAPITOLATO TECNICO. Pag.1 di 7 SERVIZIO DI CARICO, TRASPORTO E RECUPERO/VALORIZZAZIONE DI RIFIUTI DI LEGNO DA RACCOLTA DIFFERENZIATA (CODICE CER 20 01 38) E IMBALLAGGI IN LEGNO (CODICE CER 15 01 03) CAPITOLATO TECNICO Pag.1 di 7 Art.

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura dei seguenti servizi per gli anni 2007/2009: - manovalanza operai - prestazione

Dettagli

L affidamento avrà una durata di ventiquattro mesi naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione dell incarico.

L affidamento avrà una durata di ventiquattro mesi naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione dell incarico. Oggetto: Affidamento ai sensi dell art. 125, comma 11 ultimo periodo, D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. del Servizio di Sorveglianza Sanitaria e della nomina del Medico Competente (artt. 18 comma 1 e 25 del D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 820 DEL 31/12/2012 PROPOSTA N. 45 Centro di Responsabilità: Serv. Gare-Appalti, Uff. Legale, Demogr., Urp, Protoc. e Archivio, P.o., Tributi

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L.

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L. DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L. Premessa Il presente Disciplinare di gara, allegato al capitolato di gara di cui costituisce parte integrale e sostanziale,

Dettagli

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Al Sito Web della scuola All Albo dell Istituto A tutti gli interessati Pubblicato sul sito il 04/11/2015 OGGETTO: Avviso pubblico per il reclutamento del Medico

Dettagli

UNIONE COLLI MARITTIMI PISANI fra i comuni di Casale Marittimo, Castellina Marittima, Guardistallo, Montescudaio e Riparbella Provincia di Pisa

UNIONE COLLI MARITTIMI PISANI fra i comuni di Casale Marittimo, Castellina Marittima, Guardistallo, Montescudaio e Riparbella Provincia di Pisa UNIONE COLLI MARITTIMI PISANI fra i comuni di Casale Marittimo, Castellina Marittima, Guardistallo, Montescudaio e Riparbella Provincia di Pisa Convenzione per la gestione dell ufficio di informazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA CAMERA MORTUARIA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA CAMERA MORTUARIA REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA CAMERA MORTUARIA ART. 1 L Asp Centro Servizi alla Persona di Ferrara gestisce, in nome e per conto del Comune di Ferrara, la Camera Mortuaria ubicata a Ferrara in Via Fossato

Dettagli

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Settore Servizi alla Persona Servizio Attività Educative CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO Art. 1 - OGGETTO 1 - L appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ.

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. L anno ( ) il giorno ( ) del mese di ( ) Premesso che l Azienda Pubblica per i Servizi

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

c) decesso in Struttura Ospedaliera o RSA In tale caso, il decesso è constatato ovviamente dal personale medico della struttura.

c) decesso in Struttura Ospedaliera o RSA In tale caso, il decesso è constatato ovviamente dal personale medico della struttura. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO COMPARTO IGIENE PUBBLICA VIA A. CANTORE N. 20 25128 BRESCIA Tel. 030/3838613 Fax 030/3838710 E-mail:igiene pubblica.comparto@aslbrescia.it Brescia, 06.10.2008 1. LA DIAGNOSI

Dettagli

INTERROGAZIONE N.430

INTERROGAZIONE N.430 S._"-----------------""""!:"'I" IX LEGISLATURA INTERROGAZIONE N.430 Oggetto: GESTIONE CAMERA MORTUARIA AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO FORLANINI. Presentata dal Consigliere: P ARIS. lo. SERVIZIO AULA, COMMISSIONI

Dettagli

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI Articolo 4 - CESSAZIONE DI APPALTO Rilevato che il settore è caratterizzato, nella generalità

Dettagli

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria CAPITOLATO D APPALTO PER AFFIDAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE MAGICA BULA E DELLA MENSA SCOLASTICA ALL. C Il Comune di Cagli intende provvedere all affidamento della gestione di alcuni servizi Nido

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A Articolo 1 - Oggetto del servizio Il presente appalto ha per oggetto l affidamento del

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI Pagina 1 di 10 REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 130 DEL 20 DICEMBRE 2011 ART. 1 DEFINIZIONI Ai fini della Legge Regionale 3 agosto 2011 n. 15 costituisce trasporto

Dettagli

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO A l l e g a t o C C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Capitolato d oneri per l aggiudicazione del servizio di brokeraggio

Dettagli

ART. 1 OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO

ART. 1 OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO D APPALTO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE NAZIONALE DEI DOTTORI AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI SEDE IN VIA PO, 22

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

Prot. 4785/B15 Napoli, 29/09/2014

Prot. 4785/B15 Napoli, 29/09/2014 M.I.U.R. NA I.C. 41 CONSOLE NAPOLI - Scuola dell infanzia - Scuola primaria Scuola Secondaria 1 Grado Via Diomede Carafa, 28 80124 Napoli - Uff. di segreteria 081 5702531 P.E. NAIC8CY00B@istruzione.it

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell ULSS

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante;

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante; LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che il comune di Mese è proprietario di un area sportiva sita in via Vanoni, all interno della quale c è una pizzeria; - che il citato centro sportivo e la pizzeria sono

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865 PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ECOLOGIA E POLIZIA PROVINCIALE Via Cadello, 9/b - 09121 Cagliari Tel. 4092851-4092795 Fax 4092865 AVVISO PROCEDURA APERTA Vendita mezzi pesanti operativi

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Oggetto: Affidamento del servizio di ritiro e recapito diretto della corrispondenza comunale nell ambito del Comune. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Art. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto: -il

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SAN GIOVANNI LIPIONI (Provincia di CHIETI) Via Roma, 35-66050 SAN GIOVANNI LIPIONI (CH) * Codice Fiscale e Partita IVA: 00249220690 Telefono e Fax: 0873/952231-0873/952244 * Indirizzo E Mail:

Dettagli

Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo

Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo Catania 08/02/2014 prot. 445/c38 Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo 1. Soggetto appaltante: I.S.I.S. Duca degli Abruzzi Viale Artale Alagona n. 99 95126 Catania.

Dettagli

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO Provincia di LUCCA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA ALUNNI SCUOLA MATERNA ED EVENTUALI DISABILI SCUOLA DELL OBBLIGO DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

4602699B5C CUP: F23H11000130001

4602699B5C CUP: F23H11000130001 ALLEGATO 3 SCHEMA DI CONTRATTO Oggetto: Affidamento per l esecuzione delle indagini geognostiche, geotecniche e di caratterizzazione ambientale per l attuazione del Piano di Caratterizzazione dell area

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 DI PISTOIA. Via Sandro Pertini, 708 51100 Pistoia C.F./P. Iva 01241740479

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 DI PISTOIA. Via Sandro Pertini, 708 51100 Pistoia C.F./P. Iva 01241740479 Avviso pubblico per assunzione a tempo determinato di n. 2 OPERATORI TECNICI NECROFORI CATEGORIA B PERIODO DI PUBBLICAZIONE DAL 31 Gennaio 2011 AL 7 Febbraio 2011 PUBBLICA AMM/NE UNITA RICHIESTE PROFILO

Dettagli

COMUNE DI SAN MAURO FORTE (Provincia di Matera) REGOLAMENTO PER IL RILASCIO AUTORIZZAZIONI COMUNALI PER L'ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE

COMUNE DI SAN MAURO FORTE (Provincia di Matera) REGOLAMENTO PER IL RILASCIO AUTORIZZAZIONI COMUNALI PER L'ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE COMUNE DI SAN MAURO FORTE (Provincia di Matera) REGOLAMENTO PER IL RILASCIO AUTORIZZAZIONI COMUNALI PER L'ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi Carta dei Servizi L Azienda Principi fondamentali Standard qualitativi PERCHÉ UNA CARTA DEI SERVIZI AMSEF s.r.l. onoranze funebri è Azienda multiservizi leader a livello nazionale nel settore con una

Dettagli

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI ED ALTRI SERVIZI AD ESSO CONNESSI PER UN PERIODO DI MESI DODICI (12) CAPO I CAPITOLATO DESCRITTIVO - PRESTAZIONALE ART.

Dettagli

CAPITOLATO - PARTE AMMINISTRATIVA

CAPITOLATO - PARTE AMMINISTRATIVA DIPARTIMENTO D MATEMATICA PURA E APPLICATA OGGETTO: Fornitura di n.253 (duecentocinquantatre) Personal Computer per i laboratori informatici di via Belzoni, n.7 piano terzo e in Torre Archimede, via Trieste,

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

Prot. N 24105 Legnago, 10 agosto 2011 Raccomandata a.r.

Prot. N 24105 Legnago, 10 agosto 2011 Raccomandata a.r. CITTÀ DI LEGNAGO Ufficio Provveditorato Tel. 0442-634950-694961 Email: ufficiopatrimonio@comune.legnago.vr.it Prot. N 24105 Legnago, 10 agosto 2011 Raccomandata a.r. OGGETTO: Invito alla procedura negoziata,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI SU CLINICA MOBILE DA EFFETTUARSI PRESSO LA U.O. OCULISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI ORGANISMI CERTIFICATI AD ATTIVITA DI FORMAZIONE

AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI ORGANISMI CERTIFICATI AD ATTIVITA DI FORMAZIONE AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI ORGANISMI CERTIFICATI AD ATTIVITA DI FORMAZIONE ID STAZIONE APPALTANTE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA MONTE ZEBIO CRITERIO DI SCELTA - OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA

Dettagli