Un amico in più nella lotta alle zanzare!!!!!!!!!!!!!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un amico in più nella lotta alle zanzare!!!!!!!!!!!!!"

Transcript

1 COMUNE DI PISA Ufficio Ambiente Tel Fax sito internet: ~ orario di apertura: martedì: giovedì: Palazzo Pretorio Vicolo del Moro, 2 Un amico in più nella lotta alle zanzare!!!!!!!!!!!!! CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DELLA ZANZARA ATTRAVERSO SISTEMI ECOSOSTENIBILI: UTILIZZO DEL CHIROTTERO COME ELEMENTO DI CONTENIMENTO Il comune di Pisa ha deciso di avviare la sperimentazione di una nuova tipologia di intervento per contrastare la proliferazione della zanzara nel territorio cittadino favorendo la protezione e la salvaguardia dei pipistrelli (i predatori naturali delle zanzare e di altri insetti dannosi), attraverso un progetto di diffusione delle bat-box, piccole casette di legno che a titolo sperimentale verranno utilizzate per offrire nuovi rifugi a questi efficienti predatori di zanzare. Infatti questa sperimentazione, con l aiuto dei cittadini permetterà di: Combattere in modo naturale il fastidioso problema delle zanzare. Eliminare l uso di veleni contro gli insetti i cui effetti sull uomo e sull ambiente sono assai più che fastidiosi.

2 UN PO DI BIOLOGIA DEL CHIROTTERO.. UN ANNO DA PIPISTRELLO: CICLO BIOLOGICO Nel comune di Pisa sono presenti una discreta quantità di specie diverse di pipistrelli, basti pensare alla biodiversità presente nel Parco di Migliarino San Rossore (13 specie solo nel territorio del Parco), tuttavia soltanto alcune di esse sono in grado di colonizzare le bat box e quelle che più probabilmente si ritrovano in un ambiente come il nostro sono 4: pipistrello albolimbato (Pipistrellus kuhlii), pipistrello di Savi (Hypsugo savii), pipistrello nano (Pipistrellus pipistrellus) e orecchione grigio (Plecotus austriacus). L attività dei pipistrelli è legata alle stagioni e occorre tenere presente che: - d'inverno tutti i pipistrelli vanno in letargo in luoghi freddi e termicamente stabili (grotte o cantine); - in primavera-estate frequentano grotte, alberi o edifici (e bat-box) a seconda della specie; - durante la buona stagione, i maschi si rifugiano da soli o formano gruppi molti piccoli, mentre le femmine si riuniscono a formare colonie riproduttive formate da molti individui (da decine a centinaia secondo la specie).

3 L ALIMENTAZIONE: quante zanzare i pipistrelli riescono a predare in una singola notte? I chirotteri costituiscono uno degli ordini dei mammiferi con il maggior numero di specie, circa 1100, divise nei due sottordini dei microchirotteri, diffusi in tutti i continenti, e megachirotteri, quasi esclusivamente tropicali. La dieta dei pipistrelli varia in modo straordinario: a seconda della specie si nutrono infatti di insetti e altri artropodi, pesci, anfibi, rettili, uccelli, altri mammiferi, sangue, oppure di frutti, polline, fiori o fogliame. Ma il 70% dei pipistrelli, tra i quali tutte le specie europee, appartenenti al sottordine dei microchirotteri, si nutrono prevalentemente di insetti e di altri artropodi. A seconda della specie considerata, esistono però diversi adattamenti che le rendono più specializzate per la cattura di alcuni insetti piuttosto che altri. Le preferenze alimentari riguardano esclusivamente gli Insetti di quattro ordini: Coleotteri, Lepidotteri, Ditteri (tra i quali è presente la famiglia dei Culicidi, le cosiddette zanzare), e Tricotteri. L Associazione Nazionale Tecnici Entomologia Applicata, afferma che generalmente non prediligono le zanzare in quanto queste, salvo rari casi, non formano grossi sciami e non sono in grado di fornir loro grandi quantità di proteine. Studi effettuati in Germania (Arnold et al., 2000) confermano come le zanzare non siano elementi fondamentali della dieta dei pipistrelli (meno del 5%). Altri studi parlano di un contenuto stomacale di zanzare pari a meno del 1% (American Mosquito Control Association, 2009). Gli esperti della Sezione di Zoologia "La Specola" del Museo di Storia Naturale dell'università di Firenze, affermano che un pipistrello italiano di medie dimensioni può, durante una sola notte di caccia, aumentare il proprio peso fino al 50%. Questo significa che un individuo di 20 g può predare in una sola notte fino a 10 g d insetti. Infatti il peso degli insetti è variabile e se calcoliamo a quante zanzare (circa 5 mg ciascuna) corrispondono 10 g d insetti, ricaviamo un totale di circa zanzare ogni notte. Ovviamente, questo non significa che un pipistrello esca la sera con la assoluta determinazione di predare solo e soltanto zanzare! Il pipistrello in questione mangerà ogni insetto che incontrerà durante la sua uscita serale, senza fare troppa attenzione al fatto che questo possa essere una zanzara o una falena. Ciò significa che il numero di zanzare catturate dai pipistrelli, così come il numero di altri gruppi di insetti predati, dipende grosso modo dalla loro disponibilità: più zanzare ci sono e più facilmente saranno predate. Occorre sapere poi che non tutti i pipistrelli cacciano nello stesso modo e negli stessi ambienti, quindi le probabilità di cattura di un particolare gruppo di insetti varia anche in funzione della specie di pipistrello. Per le specie di chirotteri italiani gli esperti della Sezione di Zoologia "La Specola" del Museo di Storia Naturale dell'università di Firenze, dispongono di molti dati sperimentali (anche se perlopiù studiati in altri Paesi europei) e da questi risulta che la cattura di Culicidi è una componente importante della dieta di molti pipistrelli (www.scienzaonline.com).

4 COSA PUOI FARE NELLA TUA PROPRIETA Basterà installare le Bat Box e posizionarle in modo adeguato sugli alberi del proprio giardino o sulla parete esterna della casa. Quando tali rifugi saranno colonizzati avremo per alleato un formidabile cacciatore di insetti. Basti pensare che in una notte un solo pipistrello riesce a mangiarne anche 2000!!!!!! Tuttavia è bene ricordare, che al momento non sono disponibili pubblicazioni scientifiche che attestino l effettivo ruolo di questi splendidi mammiferi volanti nella lotta alla Zanzara Tigre (Aedes albopictus), ma esistono soltanto sperimentazioni in atto. Ovviamente, sono i pipistrelli che scelgono il proprio rifugio e non è proprio possibile trasferirli forzatamente nelle bat-box! Come scoprire la presenza dei pipistrelli In alcuni casi è possibile osservare direttamente i pipistrelli che frequentano gli edifici: penzolanti dalle volte, col corpo a contatto con travature in legno o elementi della muratura, o, ancora, alloggiati in nicchie delle pareti o dei soffitti. Altre volte i pipistrelli occupano strutture interne (come i cassonetti delle persiane avvolgibili) o interstizi non ispezionabili dall'esterno, ma possono essere sorpresi presso gli accessi, in uscita e al rientro dalle fasi di volo. Costituiscono inoltre indizi certi di presenza, le feci, che gli esemplari eliminano presso gli accessi ai siti frequentati e nelle posizioni immediatamente sottostanti ai punti di appiglio. Esse hanno aspetto analogo a quelle dei topi, ma si riconoscono in maniera inequivocabile provando a sbriciolarle fra le dita. Le feci dei topi appena deposte si presentano untuose e in breve tempo diventano estremamente compatte; al contrario, gli escrementi dei Chirotteri si sbriciolano facilmente, rivelando piccole particelle luccicanti: i resti chitinosi degli insetti predati. Feci di alcune specie di Chirotteri e di Roditori. 1 Pipistrello albolimbato; 2 Orecchione; 3 Serotino comune; 4 Ratto nero; 5 Topolino delle case.

5 DOVE ACQUISTARE LE BAT BOX: In commercio si trovano modelli di bat box in vendita sia su internet che nei negozi di animali, nelle agrarie, ed in alcuni ipermercati. Tuttavia vi consigliamo l'acquisto di bat box che siano state supervisionate direttamente da esperti in chirotteri. Talvolta si riescono a trovare rifugi apparentemente simili a prezzi spesso inferiori; il problema è che queste bat box improvvisate, non essendo realizzate da esperti nel settore, sono quasi sempre piene di difetti che compromettono considerevolmente le probabilità di venire colonizzate dai pipistrelli. Diffidate delle bat box assemblate da chi non ha le conoscenze scientifiche!!! Una bat box realizzata nel modo sbagliato, sarà solo una perdita di tempo e di soldi.e si riempirà di calabroni, vespe o formiche!!! Vi raccomandiamo di affidarvi ad aziende con una certa esperienza chirotterologica.

6 DOVE E COME INSTALLARE LE BAT-BOX: CARATTERISTICHE GENERALI Sono stati progettati due diversi modelli di bat-box: uno è più adatto ad essere installato sulle pareti esterne degli edifici, l altro ha una struttura più idonea per essere appeso agli alberi. In entrambi i casi, lo sportello anteriore deve essere apribile per permettere l ispezione. L interno della cassetta nido NON deve essere assolutamente trattato con vernici, l esterno soltanto con vernici atossiche.

7 POSIZIONAMENTO Almeno a 4 m dal piano di calpestio, non da terra.(ad esempio tenere in considerazione che il piano del terrazzo è un piano di calpestio) Sul muro al riparo del tetto Su pali o alberi ma in vista A nord ed all ombra per i maschi A sud ovest ed al sole (almeno per 6 ore al dì) per le colonie di femmine TEMPISTICA Da marzo ad ottobre: le BB possono essere istallate in qualsiasi periodo dell anno, ma sarà più probabile che vengano occupate durante la prima estate. MANUTENZIONE E MONITORAGGIO E possibile lasciarle installate per tutto l anno se posizionate in un luogo riparato, ma pulire le BB a marzo, a fine inverno o comunque all inizio della primavera, prima dell arrivo dei pipistrelli. E possibile che la bat-box venga occupata dalle vespe prima che dai pipistrelli. In tal caso i nidi di vespe vanno rimossi. Controllo ogni 15 giorni senza disturbare i pipistrelli che dormono di giorno! COLONIZZAZIONE DELLE BAT BOX : Quanto bisogna attendere prima che arrivino i pipistrelli? Purtroppo non è possibile prevedere in quanto tempo i pipistrelli potranno colonizzare le bat box ed i tempi di colonizzazione risultano assai vari: da pochi giorni ad un massimo di tre anni, ma nel complesso le bat box che hanno più successo sono quelle posizionate da più tempo. Proprio per questo è opportuno posizionare i rifugi artificiali il prima possibile oltre a lasciarli in posizione anche in inverno, quando potrebbero essere utilizzati dai pipistrelli come rifugi invernali di fortuna, avendo la pazienza di aspettare anche qualche anno prima che qualche pipistrello si decida a farsi vivo (www.msn.unifi.it). Dall analisi dei risultati della sperimentazione effettuata dal Museo di storia naturale dell università di Firenze in alcuni comuni della toscana, sulla cronologia delle presenze all'interno delle bat box, si evince che nel 2009 i pipistrelli hanno iniziato a colonizzare generalmente prima le bat box rispetto al 2008 registrando un picco di colonizzazioni nei mesi estivi rispetto a quello autunnale dell'anno precedente. Ciò può significare che gli esemplari stanno iniziando a fidarsi delle bat box, scegliendo di occuparle prima e più stabilmente rispetto all'anno precedente. In conclusione, nel 2009 s inizia ad avere un tipo di colonizzazione più stabile da parte dei pipistrelli, che iniziano a colonizzarle prima durante la buona stagione e che talvolta rimangono anche in inverno. Insomma, un ottimo rifugio per ogni evenienza! (www.msn.unifi.it).

8 link utili: - Museo di Storia Naturale, Università di Firenze - Bat Conservation Trust - Bat Conservation International - Bat Conservation and Management - GIRC (Gruppo Italiano Ricerca Chirotteri) - Linee Guida per il monitoraggio dei Chirotteri - - Iconografia dei Mammiferi d Italia - - CNR e

Sono considerati brutti e antipatici, a molti di noi fanno paura, ma..

Sono considerati brutti e antipatici, a molti di noi fanno paura, ma.. Sono considerati brutti e antipatici, a molti di noi fanno paura, ma.. Sono mammiferi antichissimi: allattano i loro piccoli e hanno il corpo ricoperto di pelo; anziché camminare e correre, volano, grazie

Dettagli

I PIPISTRELLI STANNO SCOMPARENDO

I PIPISTRELLI STANNO SCOMPARENDO I PIPISTRELLI STANNO SCOMPARENDO Libro sui pipistrelli e loro abitudini Matteo Annessi POVERI PIPISTRELLI I pipistrelli sono in via d estinzione a causa dell uomo che ha eliminato tutti i loro rifugi naturali

Dettagli

Un pipistrello per amico

Un pipistrello per amico Un progetto del Museo di Storia Naturale dell Università di Firenze in collaborazione con Unicoop Firenze Un pipistrello per amico Breve guida ai pipistrelli e alle bat box I pipistrelli sono efficienti

Dettagli

SCHEDE DEI PRINCIPALI CHIROTTERI ITALIANI PRESENTI IN PARTE ANCHE NELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA

SCHEDE DEI PRINCIPALI CHIROTTERI ITALIANI PRESENTI IN PARTE ANCHE NELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA SCHEDE DEI PRINCIPALI CHIROTTERI ITALIANI PRESENTI IN PARTE ANCHE NELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA Famiglia: Rhinolophidae Ferro di Cavallo minore (Rhinolophus hipposideros) Misure corporee: lunghezza testa-corpo:

Dettagli

Il Pranzo dei Chirotteri Progetto per le scuole primarie

Il Pranzo dei Chirotteri Progetto per le scuole primarie Il Pranzo dei Chirotteri Progetto per le scuole primarie Responsabile del progetto Mariella TURINI Specialisti Paolo AGNELLI Marco RICCUCCI Claudia CHINI Il Progetto Con il progetto didattico Il Pranzo

Dettagli

La zanzara tigre (Aedes albopictus)

La zanzara tigre (Aedes albopictus) La zanzara tigre (Aedes albopictus) Introduzione In questo capitolo saranno descritte alcune caratteristiche della zanzara tigre al fine di capire meglio: perché la si cerca e combatte come riconoscerla

Dettagli

Un pipistrello per amico Istituto di Istruzione Superiore "A. Cecchi. (Villa Caprile) Pesaro 15 Ottobre 2010 storia e risultati di un progetto nazionale di divulgazione e di ricerca Paolo AGNELLI Giacomo

Dettagli

PAPERINO e il pipistrello KIRO

PAPERINO e il pipistrello KIRO PAPERINO e il pipistrello KIRO Ritornano le bat box Nell Anno Internazionale della Biodiversità, Coop e Museo di Storia Naturale di Firenze rilanciano ancora con più forza il progetto già iniziato nel

Dettagli

ZANZARE CITTADINE. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA:

ZANZARE CITTADINE. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA: Titolo: ZANZARE CITTADINE Autore: Laura Cassata Percorsi didattici associati: Moscerini sotto inchiesta AVVERTENZA: Le domande che seguono si ispirano al percorso o ai percorsi indicati e hanno come obiettivo

Dettagli

La lotta biologica alle zanzare

La lotta biologica alle zanzare Ente Parco Naturale Laghi di Avigliana 1 Workshop di progettazione partecipata verso il Contratto di Lago del bacino dei laghi di Avigliana La lotta biologica alle zanzare Premessa La lotta biologica integrata

Dettagli

Aria. La nostra. capitolo A. >> CONOSCERE e apprezzare le specie della vostra zona che vivono nell aria.

Aria. La nostra. capitolo A. >> CONOSCERE e apprezzare le specie della vostra zona che vivono nell aria. La nostra capitolo A Aria COMPLETATE L A.01 OPPURE A.02 E UN ALTRA A PIACERE SCELTA DALLA LISTA CHE SEGUE. DOPO AVERLE REALIZZATE, SARETE IN GRADO DI: >> CONOSCERE e apprezzare le specie della vostra zona

Dettagli

VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE

VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE SERVIZIO DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE Sede Reggio Emilia 0522/297664 fax 0522/297675 e-mail: ddd.re@gruppoiren.it VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE 1. COME SI RICONOSCE LA ZANZARA TIGRE?

Dettagli

Un pipistrello per amico Guida ai pipistrelli e alle bat box

Un pipistrello per amico Guida ai pipistrelli e alle bat box 1 Un pipistrello per amico Guida ai pipistrelli e alle bat box Indice n Noi e i pipistrelli pag. 4 n LOTTA AGLI INSETTI pag. 5 n Conoscerli meglio pag. 10 n Un anno da pipistrello pag. 14 n La casa di

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE Scopriamo come difendere l ambiente dalle specie introdotte. E capiamo perché farlo è un ottima idea Lo scoiattolo

Dettagli

IL CONTROLLO DELLE ZANZARE UN PROGETTO IN COMUNE

IL CONTROLLO DELLE ZANZARE UN PROGETTO IN COMUNE IL CONTROLLO DELLE ZANZARE UN PROGETTO IN COMUNE Generalità Le zanzare sono Ditteri appartenenti alla famiglia CULICIDAE le cui femmine sono EMATOFAGHE, ovvero hanno bisogno di assumere un pasto di sangue

Dettagli

La zanzara tigre (Aedes albopictus)

La zanzara tigre (Aedes albopictus) La zanzara tigre (Aedes albopictus) La zanzara tigre (Aedes albopictus) è una zanzara originaria del sud-est asiatico. Inizialmente, infatti, viveva in un area che andava dal Giappone al Madagascar dove

Dettagli

CHIROTTERI, AIUTIAMOLI AD AIUTARCI! Biodiversità. 04 dossier

CHIROTTERI, AIUTIAMOLI AD AIUTARCI! Biodiversità. 04 dossier 04 dossier Biodiversità Un esemplare di Myotis nattereri CHIROTTERI, AIUTIAMOLI AD AIUTARCI! Francesco Grazioli Il mantenimento della biodiversità faunistica passa necessariamente per la protezione dei

Dettagli

Dipartimento Sanità Pubblica - Cesena CALENDARIO 2015

Dipartimento Sanità Pubblica - Cesena CALENDARIO 2015 CALENDARIO 2015 gennaio 2015 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Mus musculus domesticus È un piccolo roditore conosciuto come topo domestico. Presente in

Dettagli

Appendice. Schede tipologici per interventi in siti Natura 2000

Appendice. Schede tipologici per interventi in siti Natura 2000 Appendice Schede tipologici per interventi in siti Natura 2000 Le schede riportate nelle pagine seguenti, intendono essere strumento operativo di supporto all Ufficio Tecnico Comunale in sede di valutazione

Dettagli

MISURE DI PREVENZIONE E CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DELLA ZANZARA TIGRE

MISURE DI PREVENZIONE E CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DELLA ZANZARA TIGRE DIREZIONE GENERALE SERVIZIO COMUNICAZIONE Viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.3838448 Fax 030.3838280 E-mail servizio.comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA STAMPA DEL 04/06/2010 MISURE

Dettagli

Clima e orsi polari Svolgimento della lezione

Clima e orsi polari Svolgimento della lezione Scheda per gli insegnanti Clima e neve WWF SVIZZERA www.wwf.ch/scuola L inverno per gli animali Clima e orsi polari Svolgimento della lezione - Ogni bambino riceve un biglietto con una caratteristica riguardante

Dettagli

Ciao ragazzi! Lo sapevate che nella lotta alle zanzare. abbiamo dei simpatici alleati alati? In primavera e in estate vivono proprio vicino a noi,

Ciao ragazzi! Lo sapevate che nella lotta alle zanzare. abbiamo dei simpatici alleati alati? In primavera e in estate vivono proprio vicino a noi, Comune di Brescia Settore Ambiente ed Ecologia A cura di dott.ssa Alessandra Morgillo Ciao ragazzi! Lo sapevate che nella lotta alle zanzare abbiamo dei simpatici alleati alati? In primavera e in estate

Dettagli

Chirotteri: gli unici mammiferi a volo attivo

Chirotteri: gli unici mammiferi a volo attivo Chirotteri: gli unici mammiferi a volo attivo Le omologie nei vertebrati volatori Le particolarità del piede: appendersi a testa in giù Evoluzione: le forme ancestrali Evoluzione: la ecolocalizzazione

Dettagli

I.C. A. Manzoni di Ornago ARTROPODI A.S. 2010/2011 Eleonora Parenti & Giorgia Terranova

I.C. A. Manzoni di Ornago ARTROPODI A.S. 2010/2011 Eleonora Parenti & Giorgia Terranova LE LORO CARATTERISTICHE Gli artropodi sono forniti di un esoscheletro (cioe' uno scheletro esterno) composto da una proteina dura, la chitina. Anche se gli artropodi hanno un esoscheletro le altri parti

Dettagli

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale L ECOSISTEMA Sai che cos è un ambiente? Il tuo ambiente, ad esempio, è il posto dove vivi ed è fatto dalla casa dove vivi, ma anche dalle persone, delle piante, degli animali che vi abitano. Un ambiente

Dettagli

La zanzara tigre, conoscerla per difendersi meglio Origine

La zanzara tigre, conoscerla per difendersi meglio Origine La zanzara tigre, conoscerla per difendersi meglio dott.fulvio Zorzut Profilassi Malattie Infettive e Vaccinazioni Dipartimento di Prevenzione di Trieste Origine La zanzara tigre è stata importata nel

Dettagli

VADEMECUM SULLA. Culex pipiens o zanzara comune

VADEMECUM SULLA. Culex pipiens o zanzara comune VADEMECUM SULLA ZANZARA TIGRE Reggio Emilia srl COME SI RICONOSCE LA ZANZARA TIGRE? 1. Aspetto (Fig.1): stesse dimensioni della zanzara comune (pochi millimetri), si distingue per la colorazione nera del

Dettagli

Una classe amica dei pipistrelli

Una classe amica dei pipistrelli Una classe amica dei pipistrelli Progetto I I Chirotteri... animali strani e meravigliosi Classe 2 2 B Scuola primaria Livia Gereschi P I S A Anno scolastico 2008/2009 Aiuto! Attenti ai pipistrelli!!!

Dettagli

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà;

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà; LE SIEPI Le siepi sono esseri viventi che appartengono al mondo vegetale; le loro foglie infatti contengono la clorofilla e altre sostanze. Le siepi possono essere fogliose, lisce, verdi, spinose, diramate,

Dettagli

Lunedì 15 gennaio 2007. ~~~D, Ateneo. Scade il 3 febbraio il termine per la presentazione della domanda çiipartecipazione

Lunedì 15 gennaio 2007. ~~~D, Ateneo. Scade il 3 febbraio il termine per la presentazione della domanda çiipartecipazione :il!,)t ssagg rnabruzzo Lunedì 15 gennaio 2007. ~~~D, Ateneo. Scade il 3 febbraio il termine per la presentazione della domanda çiipartecipazione alla 4o edizione del master in Gestione dello. sviluppo

Dettagli

CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale

CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale CONSORZIO PARCO DEL MOLGORA Parco Locale di Interesse Sovracomunale IL RUGGITO DELLA ZANZARA Progetto per una strategia integrata di lotta alla zanzara tigre Associazione Ambiente Acqua Onlus INDICAZIONE

Dettagli

Il rospo smeraldino, Bufo viridis. CITTÀ di GRUGLIASCO. Assessorato all Ambiente

Il rospo smeraldino, Bufo viridis. CITTÀ di GRUGLIASCO. Assessorato all Ambiente CITTÀ di GRUGLIASCO Assessorato all Ambiente Redazione: Settore Sviluppo Compatibile. Area Tutela e Valorizzazione dell Ambiente. In collaborazione con il Dipartimento di Biologia Animale e dell Uomo della

Dettagli

Made in Italy. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti. Pollai da giardino.

Made in Italy. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti. Pollai da giardino. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti. Pollai da giardino. Costruite artigianalmente in legno dalle forme originali, possono diventare un simpatico

Dettagli

ZANZARA TIGRE ASSEMBLEA PUBBLICA

ZANZARA TIGRE ASSEMBLEA PUBBLICA ZANZARA TIGRE ASSEMBLEA PUBBLICA SALA CONSIGLIARE MARTEDI 4 MAGGIO 2010 ORE 20.30 - dott.ssa Alessia Galletti - Responsabile del Servizio Ambiente e Protezione Civile Cosa deve fare il Comune attività

Dettagli

S.O.S. CHIROTTERI. Testi e redazione a cura di Lucia Agostinelli e Sergio Luoni.

S.O.S. CHIROTTERI. Testi e redazione a cura di Lucia Agostinelli e Sergio Luoni. S.O.S. CHIROTTERI COSA FARE SE SI TROVA UN PIPISTRELLO IN DIFFICOLTÀ? Innanzitutto è bene sapere come contattare degli esperti (ricordate che i pipistrelli hanno esigenze particolari e sono specie protette

Dettagli

L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI DI ACCOGLIENZA

L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI DI ACCOGLIENZA La gestione degli organismi infestanti in situazioni di emergenza: le aree terremotate dell Emilia Bologna 15 novembre 2012 L IMPATTO DEI PRINCIPALI INFESTANTI (MOSCHE, ZANZARE, BLATTE, RATTI) NEI CENTRI

Dettagli

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo Il bosco e il sottobosco Il bosco è un ambiente naturale caratterizzato da alti alberi con grandi chiome. Gli alberi proteggono la parte più bassa del bosco, detta sottobosco, dal sole e dal vento. Abete

Dettagli

ZANZARA TIGRE MODENA 20 FEBBRAIO 2012 11 CORSO GEV. GGEV Sergio Ferretti AREA CERAMICHE

ZANZARA TIGRE MODENA 20 FEBBRAIO 2012 11 CORSO GEV. GGEV Sergio Ferretti AREA CERAMICHE ZANZARA TIGRE AREA CERAMICHE MODENA 20 FEBBRAIO 2012 11 CORSO GEV 2 3 CHI E' LA ZANZARA TIGRE APPARTENENTE ALL ORDINE DEI DITTERI, GENERE AEDES E SPECIE ALBOPICTUS LA ZANZARA TIGRE È ORMAI BEN ADATTATA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO Il mondo della natura Non viventi Viventi animali piante funghi invertebrati vertebrati

Dettagli

Rifugi nella capriata / sotto il tetto

Rifugi nella capriata / sotto il tetto / sotto il tetto Rifugio [nome denominazione dati nel foglio base] Specie di chirottero [si prega di compilare per ogni specie] Tipo di rifugio rifugio di riproduzione rifugio invernale rifugio intermedio

Dettagli

Made in Italy. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti.

Made in Italy. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti. Casette nido per uccelli. Mangiatoie per uccelli. Cassette posta e pane. Cucce per cani e gatti. Costruite artigianalmente in legno dalle forme originali, possono diventare un simpatico arredo per il vostro

Dettagli

Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014:

Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014: Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014: -Quanto oggi è necessario partecipare alla comunicazione scambiata nel web? -Che

Dettagli

SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI

SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI HOME SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI SCUOLA PRIMARIA «SANTORRE DI SANTAROSA» SAVIGLIANO CLASSE 2^C TEMPO PIENO a.s. 2014-2015 Insegnanti: Giordano Alessandra e Testa Tiziana LEGGIAMO INSIEME

Dettagli

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato,

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, oggi più che mai migliorati anche dall'ausilio delle tecnologie

Dettagli

6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO

6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO 6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO Le specie più a rischio non sono oggetto di monitoraggi organici, in mancanza di fondi destinati a questo scopo; gli studi attivati sono

Dettagli

Scopri gli insetti più spettacolari dei cinque continenti

Scopri gli insetti più spettacolari dei cinque continenti Scopri gli insetti più spettacolari dei cinque continenti Un Opera editoriale per tutta la famiglia Colleziona gli invertebrati provenienti da tutto il pianeta ed esaminali da ogni angolazione grazie a

Dettagli

(Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC)

(Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC) (Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC) PASSERIFORMI Le rondini sono simili ai rondoni per convergenza evolutiva, fanno cioè la stessa vita

Dettagli

Il monitoraggio delle zanzare nel Comune di Mantova. Anno 2007

Il monitoraggio delle zanzare nel Comune di Mantova. Anno 2007 Il monitoraggio delle zanzare nel Comune di Mantova. Anno 2007 Gianluca Soncin*, Andrea Drago*, Simone Martini*, Giorgio Grossi**, Alessandro Orlandi**. * Entostudio snc, **Servizio Gestione Verde di Mantova

Dettagli

Chi è questo insetto? Piccola guida realizzata dai bambini per conoscere la zanzara tigre ed imparare come difenderci

Chi è questo insetto? Piccola guida realizzata dai bambini per conoscere la zanzara tigre ed imparare come difenderci Chi è questo insetto? Piccola guida realizzata dai bambini per conoscere la zanzara tigre ed imparare come difenderci Questo libretto di facile e rapida lettura è stato realizzato con l aiuto dei bambini

Dettagli

Oggetto: percorsi didattici di educazione ambientale nel Parco Naturale del Monte San Bartolo.

Oggetto: percorsi didattici di educazione ambientale nel Parco Naturale del Monte San Bartolo. Preg.mi Dirigenti Scolastici Istituti comprensivi e dir. Didattiche dei Comuni di Pesaro e Gabicce Loro sedi e p. c. Docenti plessi dipendenti Loro sedi Comune di Pesaro Comune di Gabicce Provincia di

Dettagli

Le zanzare. Classe: INSETTI Ordine: DITTERI Famiglia: CULICIDAE Genere: 30 tipologie Specie conosciute: oltre 3000

Le zanzare. Classe: INSETTI Ordine: DITTERI Famiglia: CULICIDAE Genere: 30 tipologie Specie conosciute: oltre 3000 Le zanzare Classe: INSETTI Ordine: DITTERI Famiglia: CULICIDAE Genere: 30 tipologie Specie conosciute: oltre 3000 Areale geografico di distribuzione: i 3/4 delle specie vivono in aree tropicali e subtropicali,

Dettagli

Comune di Marciano della Chiana (Provincia di Arezzo) LOTTA ALLA

Comune di Marciano della Chiana (Provincia di Arezzo) LOTTA ALLA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE CAMPAGNA INFORMATIVA APRILE 2009 FENOMENOLOGIA ZANZARA TIGRE (Aedes albopictus) Chii èè? È un Dittero nematocero Aedes Albopictus, comunemente definita Zanzara tigre, originario

Dettagli

MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI?

MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI? MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI? LE API VOLANDO DA UN FIORE ALL ALTRO RACCOLGONO IL NETTARE PRODOTTO DAI FIORI E LO UTILIZZANO PER FARE IL MIELE CHE SARA UNA PREZIOSA SCORTA DI CIBO PER

Dettagli

Codice sito: IT1205034 NATURA 2000 Data Form NATURA 2000 FORMULARIO STANDARD PER ZONE DI PROTEZIONE SPECIALE (ZPS)

Codice sito: IT1205034 NATURA 2000 Data Form NATURA 2000 FORMULARIO STANDARD PER ZONE DI PROTEZIONE SPECIALE (ZPS) Codice sito: IT1205034 NATURA 2000 Data Form NATURA 2000 FORMULARIO STANDARD PER ZONE DI PROTEZIONE SPECIALE (ZPS) PER ZONE PROPONIBILI PER UNA IDENTIFICAZIONE COME SITI D'IMPORTANZA COMUNITARIA (SIC)

Dettagli

PRIMA INDAGINE CONOSCITIVA DELLA CHIROTTEROFAUNA DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI BERGAMO

PRIMA INDAGINE CONOSCITIVA DELLA CHIROTTEROFAUNA DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI BERGAMO PRIMA INDAGINE CONOSCITIVA DELLA CHIROTTEROFAUNA DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI BERGAMO a Cura di dott.ssa Anna Maria Gibellini Rhinolophum ferrumequinum. Foto: A.Gibellini INTRODUZIONE La Comunità scientifica

Dettagli

ESPERIENZE DI MONITORAGGIO DEI CHIROTTERI NELLE MARCHE

ESPERIENZE DI MONITORAGGIO DEI CHIROTTERI NELLE MARCHE ESPERIENZE DI MONITORAGGIO DEI CHIROTTERI NELLE MARCHE Paolo Forconi Studio Faunistico Chiros Lucrezia Maria Pascucci Eleonora Palatroni Maurizio Fusari Giovanni Carotti Giulia Fusco Nazzareno Polini Giorgio

Dettagli

PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA

PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA SEZIONE DI ASTI SETTORE EDUCAZIONE AMBIENTALE PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA Provincia di Alessandria Provincia di Asti Comune di Asti UNA PENNA PER AMICO Ormai da diversi anni la

Dettagli

Oggetto: percorsi didattici di educazione ambientale nel Parco Naturale del Monte San Bartolo.

Oggetto: percorsi didattici di educazione ambientale nel Parco Naturale del Monte San Bartolo. Preg.mi Dirigenti Scolastici Istituti comprensivi e dir. Didattiche dei Comuni di Pesaro e Gabicce Loro sedi e p. c. Docenti plessi dipendenti Loro sedi Comune di Pesaro Comune di Gabicce Provincia di

Dettagli

inanellati; nel sito s 2 vengono ricatturati 260 fagiani di cui 34 sono inanellati;

inanellati; nel sito s 2 vengono ricatturati 260 fagiani di cui 34 sono inanellati; 1 Esercizi su alcuni modelli che utilizzano matrici: cattura ricattura, catena trofica, modello di Leslie Esercitatori: Dott Alessandro Ottazzi e Dottssa Maria Vallarino Esercizio 1 Nel Parco Naturale

Dettagli

CONOSCERE & PARTECIPARE LA CITTA

CONOSCERE & PARTECIPARE LA CITTA CONOSCERE & PARTECIPARE LA CITTA INSTALLARE CASE PER PIPISTRELLI NELLE AREE VERDI E NELLE SCUOLE di MONZA lotta biologica alle zanzare e contributo al ripopolamento dei chirotteri CLASSE 5B LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Analisi dell impatto sull entomofauna delle trappole selettive impiegate contro Vespa velutina. Premessa del traduttore:

Analisi dell impatto sull entomofauna delle trappole selettive impiegate contro Vespa velutina. Premessa del traduttore: Analisi dell impatto sull entomofauna delle trappole selettive impiegate contro Vespa velutina Premessa del traduttore: Con la presente traduzione abbiamo voluto portare all attenzione del lettore italiano

Dettagli

Il Picchio nero Dryocopus martius

Il Picchio nero Dryocopus martius Gli animali della Riserva forestale dell Onsernone Il Picchio nero Dryocopus martius Il Picchio nero è il guardiano della foresta naturale matura. La sua presenza tiene sotto controllo le invasioni degli

Dettagli

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago COMUNE DI SENAGO BANDO PUBBLICO DEL 07/11/2007 ASSEGNAZIONE DI AREE IN DIRITTO DI SUPERFICIE PER UN INTERVENTO DI EDILIZIA CONVENZIONATA NELL AMBITO PEEP

Dettagli

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di lupo nel mondo: il lupo grigio (Canis Lupus) e il lupo

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA GIUNTA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE, DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DI ALCUNI LOCALI DELLA REGIONE BASILICATA SPECIFICHE

Dettagli

PERCHE GLI ANIMALI MIGRANO? OBIETTIVO SOPRAVVIVERE!!

PERCHE GLI ANIMALI MIGRANO? OBIETTIVO SOPRAVVIVERE!! Le migrazioni sono spostamenti che gli animali compiono in modo regolare, periodico (stagionale), lungo rotte ben precise (ed in genere ripetute), e che coprono distanze anche molto grandi, ma che, poi,

Dettagli

La migrazione autunnale.

La migrazione autunnale. a cura di Paolo Vasca - Facendo riferimento a quello che accade in altre nazioni europee (soprattutto del nord Europa), dove questa è divenuta una consuetudine, durante il periodo invernale possiamo aiutare

Dettagli

Alessia BERZOLLA - Cristina REGUZZI. CPBC Università Cattolica del Sacro Cuore

Alessia BERZOLLA - Cristina REGUZZI. CPBC Università Cattolica del Sacro Cuore Alessia BERZOLLA - Cristina REGUZZI CPBC Università Cattolica del Sacro Cuore Il rischio di un attacco biologico da parte di insetti e microrganismi è comune a biblioteche, archivi e istituti museali

Dettagli

Zanzare: un esempio di lotta guidata

Zanzare: un esempio di lotta guidata Zanzare: un esempio di lotta guidata A. Drago Nell estate 1998 il Comune di Legnaro è stato oggetto di un interessante esperienza nell ambito della quale è stato applicato alla disinfestazione pubblica

Dettagli

SIRANI VINCENZO. Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre).

SIRANI VINCENZO. Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre). Oggetto: Campagna di lotta contro insetti volanti molesti (zanzare, simulidi, chironidi, zanzara tigre). Con la presente si intende portare a conoscenza della Spettabile, che la nostra Ditta, operante

Dettagli

La fauna del SIC «Poggi di Prata» e dintorni

La fauna del SIC «Poggi di Prata» e dintorni La fauna del SIC «Poggi di Prata» e dintorni Emiliano Mori Università di Siena APRILE 2013 Il Sito d Importanza Comunitaria Zona IWC «Il Gabellino» QUANTE SPECIE ANIMALI? Check-list delle specie di vertebrati:

Dettagli

Perché un bollettino?

Perché un bollettino? Numero 00 M a r z o 2012 Anno 1 Perché un bollettino? Sommario: Il Pesce Rosso Carassius auratus 2 Arrivo a casa... 2 Pulizia 3 Terrari e Paludari 3 Attrezzatura indispensabile ed utile 3 Avete voglia

Dettagli

a cura del Servizio Politiche Ambientali dell UCMAN a cura dell Assessore all Ambiente dell UCMAN Rudi Accorsi

a cura del Servizio Politiche Ambientali dell UCMAN a cura dell Assessore all Ambiente dell UCMAN Rudi Accorsi ALLEGATO 1 - AL PIANO DI PREVENZIONE E CONTROLLO DELLA DIFFUSIONE DI ANIMALI INFESTANTI QUALI TOPI, RATTI, INSETTI EMATOFAGI E COLOMBI DELL UCMAN ANNI 2016-2017 VADEMECUM PER LE SCUOLE E PER I CITTADINI

Dettagli

IP.DS.19 Piano di prevenzione annuale con interventi di disinfestazione e di derattizzazione nelle strutture ospedaliere di Pistoia e San Marcello

IP.DS.19 Piano di prevenzione annuale con interventi di disinfestazione e di derattizzazione nelle strutture ospedaliere di Pistoia e San Marcello Pag. 1/4 Piano di prevenzione annuale con interventi di disinfestazione e di derattizzazione nelle strutture ospedaliere Referenti del documento responsabili dell aggiornamento: D.ssa Elisabetta Sensoli

Dettagli

Rifugi in crepe. INTERREG III B Linee guida per il risanamento QUESTIONARIO living space network di rifugi nelle Alpi

Rifugi in crepe. INTERREG III B Linee guida per il risanamento QUESTIONARIO living space network di rifugi nelle Alpi Rifugio [nome denominazione dati nel foglio base] Specie di chirottero [si prega di compilare per ogni specie] Tipo di rifugio Rifugi di riproduzione rifugio invernale rifugio intermedio rifugio di accoppiamento

Dettagli

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI (vers. 1 del 03/05/2005) API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI Dio fece le api, il diavolo le vespe (Proverbio nordico) 1. GENERALITÀ Occorre premettere che è da ritenere del tutto naturale l occasionale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA

RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE NEL TERRITORIO DELL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ATTIVITÀ SVOLTA INFORMAZIONE E FORMAZIONE Nel corso dell anno è stato organizzato

Dettagli

Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario?

Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario? Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario? NO Aracnidi e insetti = ARTROPODI ARACNIDI INSETTI DITTERI ZANZARE

Dettagli

Un anno con Iccio Riccio

Un anno con Iccio Riccio CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE IL PICCHIO Un anno con Iccio Riccio Testi a cura di Marialuisa Campani Immagini realizzate da Laura Serri Quaderno didattico realizzato con il contributo della Regione Emilia

Dettagli

GUIDA PASSO PASSO PER ELIMINARE LE ZANZARE DALLA CASA E DAL GIARDINO STEP 3 DISINFESTARE IL GIARDINO. Gli e-book di

GUIDA PASSO PASSO PER ELIMINARE LE ZANZARE DALLA CASA E DAL GIARDINO STEP 3 DISINFESTARE IL GIARDINO. Gli e-book di GUIDA PASSO PASSO PER ELIMINARE LE ZANZARE DALLA CASA E DAL GIARDINO STEP 3 DISINFESTARE IL GIARDINO Gli e-book di SOMMARIO ACQUA, OMBRA, CESPUGLI: COSA PUÓ CHIEDERE DI MEGLIO UNA ZANZARA? DI CHE TAGLIA

Dettagli

contro le zanzare senza veleni

contro le zanzare senza veleni contro le zanzare senza veleni 1. Dove questi insetti sono più abbondanti provocano notevole disturbo alla popolazione. Inoltre possono trasmettere alcune malattie, di cui la più nota è la malaria, che

Dettagli

SGG BIOCLEAN SGG BIOCLEAN BICOUCHE. Marzo 2008

SGG BIOCLEAN SGG BIOCLEAN BICOUCHE. Marzo 2008 BICOUCHE Marzo 2008 Facilità di pulizia Problematica La pulizia dei vetri è un compito noioso, pesante e ingrato La pulizia dei vetri implica l utilizzo di prodotti che possono alla lunga rivelarsi inquinanti

Dettagli

Aracnofauna della Sardegna

Aracnofauna della Sardegna Consorzio 21 Edificio 2- Polaris Programma Master and Back Loc. Piscina Manna 09010 Pula Programma di Tirocinio: Aracnofauna della Sardegna 1. Soggetto Proponente (Operante in Sardegna) Ragione Sociale:

Dettagli

PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE

PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE PROGETTO DI LOTTA ALLE ZANZARE AREA METROPOLITANA TORINESE - ANNO 2012 - COMUNE DI NONE STATO AVANZAMENTO LAVORI FINE 2012 Il Tecnico di Campo Lencia Renzo Il Referente Tecnico Scientifico Andrea Mosca

Dettagli

Romano d Ezzelino Conferenza del 10 AGOSTO 2012. Zanzare: uso e manutenzione

Romano d Ezzelino Conferenza del 10 AGOSTO 2012. Zanzare: uso e manutenzione Romano d Ezzelino Conferenza del 10 AGOSTO 2012 Zanzare: uso e manutenzione LE ZANZARE Sono insetti presenti in tutto il mondo con circa 3.500 specie. Appartengono alla famiglia dei Culicidi, ordine dei

Dettagli

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS

Aqua kill. Insetticida Acaricida NO GAS Aqua kill Insetticida Acaricida NO GAS Insetticida acaricida per insetti striscianti e volanti. Presidio Medico Chirurgico Reg. n 19695 del Ministero della Salute Sicuro ed efficace Presidio Chirurgico

Dettagli

In sintesi, le attività di ricerca che si dovrebbero sviluppare possono essere così elencate:

In sintesi, le attività di ricerca che si dovrebbero sviluppare possono essere così elencate: RELAZIONE Premessa Zanzare e flebotomi rappresentano due importanti gruppi di insetti ematofagi appartenenti all'ordine dei Ditteri. Entrambi sono di estremo rilievo per la salute dell uomo, degli animali

Dettagli

www.lifemontenero.it www.lifemontenero.it

www.lifemontenero.it www.lifemontenero.it www.lifemontenero.it www.lifemontenero.it 1 Ferro di cavallo mediterraneo Testuggine comune Tritone crestato italiano 2 Tritone italico femmina Raganella italiana rispettare e difendere. www.lifemontenero.it

Dettagli

A cura di Wildlife Research Unit, Laboratorio di Ecologia Applicata del Dipartimento di Agraria

A cura di Wildlife Research Unit, Laboratorio di Ecologia Applicata del Dipartimento di Agraria SIC Gole di Pennadomo e Torricella Peligna - Piano Gestione della chirotterofauna e dell ittiofauna 1 STUDI CHIROTTEROLOGICI E ITTIOLOGICI VOLTI ALLA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO DI GESTIONE E PROTEZIONE

Dettagli

Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto

Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto Derattizzazioni Disinfestazioni disinfezioni assunzione responsabilita sulla gestione del problema amianto rimozione e smaltimento amianto ECO AMBIENTE è una Ditta individuale che opera nel campo dell

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITÀ 2010. AZIONE A2: Studio preliminare delle specie di Chirotteri

RELAZIONE ATTIVITÀ 2010. AZIONE A2: Studio preliminare delle specie di Chirotteri RSN Ricerche e Studi Naturalistici Biosphaera s.c. via Costa 28/A 36030 - San Vito di Leguzzano (VI) C.F/P.IVA. 01995910229 PROGETTO LIFE-NATURA IT/000362 AZIONI DI CONSERVAZIONE, MIGLIORAMENTO DEGLI HABITAT

Dettagli

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele.

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea La macchia mediterranea si chiama così perché é formata da vegetazione che ama i terreni asciutti, il sole, molta luce, un

Dettagli

La prima certificazione per la tutela della biodiversità in agricoltura. www.biodiversityfriend.org

La prima certificazione per la tutela della biodiversità in agricoltura. www.biodiversityfriend.org La prima certificazione per la tutela della biodiversità in agricoltura www.biodiversityfriend.org Nel corso del 2010, dichiarato dalle Nazioni Unite Anno Internazionale della Biodiversità, WBA onlus

Dettagli

I Parchi del Piemonte > il Ritorno del Lupo > Schede. Distribuzione e razze

I Parchi del Piemonte > il Ritorno del Lupo > Schede. Distribuzione e razze Il lupo vive in tutti gli ambienti e il suo unico limite è la presenza di un sufficiente livello di sicurezza. >> La distribuzione originale del lupo comprendeva tutto il continente nord-americano e l'eurasia...

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DEI CHIROTTERI INTRODUZIONE

LA CONSERVAZIONE DEI CHIROTTERI INTRODUZIONE WWF Faenza 48018 Faenza (Ra) Via Laderchi 3 Tel. 0546 26490 Fax 0546 26490 E-mail : faenza@wwf.it C. Fiscale 90027290395 C. C. Postale 000096320650 LA CONSERVAZIONE DEI CHIROTTERI INTRODUZIONE I pipistrelli

Dettagli

07 Chirotteri 1-12-2006 11:40 Pagina 415. Chirotteri

07 Chirotteri 1-12-2006 11:40 Pagina 415. Chirotteri 07 Chirotteri 1-12-2006 11:40 Pagina 415 Chirotteri 07 Chirotteri 1-12-2006 11:40 Pagina 416 07 Chirotteri 1-12-2006 11:40 Pagina 417 Nome scientifico Rhinolophus euryale Nome comune Rinolofo Euriale Sistematica

Dettagli

Birdgarden Un giardino biologico

Birdgarden Un giardino biologico Birdgarden Un giardino biologico - Progettazione del giardino - Scelta delle piante ed essenze vegetali - Creazione di laghetti e/o piccoli stagni - Installazione di nidi e mangiatoie - Come attirare le

Dettagli