Sater CARTA DEI SERVIZI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sater CARTA DEI SERVIZI"

Transcript

1 Sater CARTA DEI SERVIZI

2 Indice Cogoleto e Sater: lettera del presidente 3 La carta dei servizi: cos è? 4 Servizi: modalità e standard 6 Valutazione della soddisfazione dei cittadini 17 Diritti e doveri 19 Tariffa di igiene ambientale 22 2

3 Cogoleto e Sater: lettera del presidente Cogoleto è una cittadina bellissima, la cui realtà urbanistica, sociale ed ambientale ha avuto in questi ultimi anni uno sviluppo significativo che richiede servizi moderni ma, nello stesso tempo, ancorati al buon senso ed al pragmatismo che contraddistinguono i nostri concittadini. In questo contesto, Sater risulta un azienda moderna, voluta dall amministrazione in partnership con Amiu, capace di offrire servizi la cui complessità e qualità richiedono un notevole impegno strategico e programmatico al fine di coniugare qualità, sostenibilità tecnica ed anche economica, pur focalizzandosi sempre sull attenzione continua alle esigenze del territorio e degli utenticittadini. Con questa nuova proposta della Carta dei Servizi, Sater non vuole solamente far conoscere ai propri cittadini i servizi che offre e le modalità per utilizzare gli stessi, ma intende anche e soprattutto, costruire un rapporto con i cittadini sempre più ampio, trasparente e vicino alle esigenze delle persone e delle imprese. La Carta dei Servizi è quindi anche il mezzo per creare un dialogo trasparente tra Cogoleto e Sater, attraverso uno strumento semplice e chiaro che permetta un confronto sempre più aperto al contributo delle diverse realtà del territorio e dei singoli cittadini. Dialogare e confrontarsi è la premessa per costruire qualcosa insieme, e la Carta intende mettere a disposizione di tutti i cittadini la conoscenza su procedure, diritti ed obiettivi, sia dell azienda che della collettività, ponendo le premesse per giungere, insieme, a rendere la nostra cittadina ancora più bella ed attraente. Vincenzo Landi Presidente Sater S.p.A. 3

4 La carta dei servizi: cos è? La Carta dei Servizi è un documento dove vengono descritti i servizi forniti da Sater sul territorio cogoletese, così da permettere ai cittadini di conoscere meglio e verificare il servizio erogato. L obiettivo è quello di migliorare la qualità dei servizi effettuati attraverso la partecipazione diretta e non passiva dei cittadini. Principi fondamentali Nell erogazione dei propri servizi Sater rispetta i principi conformi alla direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, che dispone i principi cui deve essere uniformata l erogazione dei servizi pubblici: Eguaglianza e Imparzialità Garantire la parità di trattamento di tutti gli utenti senza discriminazione di sorta. Continuità Erogare i servizi con continuità e regolarità, senza interruzione, riducendo i disservizi. Partecipazione Garantire la partecipazione dei cittadini alle modalità di erogazione dei servizi. Efficienza ed Efficacia Garantire l efficienza e l efficacia dei processi produttivi e delle tecnologie. Codice di autoregolamentazione Sater si impegna a garantire la continuità e la regolarità del servizio di igiene urbana. In caso di sciopero vengono attuati gli interventi previsti dalla Lg N /06/1990 con successive modifiche e integrazioni. Viene applicato il Codice di autoregolamentazione del settore Igiene Ambientale che individua le prestazioni ritenute indispensabili che fanno riferimento alla raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani pertinenti per esempio a: utenze scolastiche ospedali, case di cura, comunità terapeutiche, orfanotrofi e case di riposo stazioni ferroviarie 4

5 Sater Spa Sater è l azienda costituita dal Comune di Cogoleto e da Amiu Genova Spa che opera nel territorio di Cogoleto. L azienda è nata nel 2004, acquisendo i compiti del servizio comunale di Nettezza Urbana ed i servizi cimiteriali del Comune di Cogoleto. Il Comune ha una quota di partecipazione del 51% mentre Amiu possiede il restante 49%. I numeri in sintesi Dipendenti 20 (di cui 18 per servizio igiene urbana) Abitanti serviti Oltre Rifiuti raccolti (rifiuti+ RD) 5000 t/anno Contenitori per rifiuti Circa 300 Contenitori/Campane Oltre 200 per la raccolta differenziata Automezzi/ 19 Attrezzature di servizio Unità operative territoriali 1 Sedi tecnico-amministrative 1 Isola Ecologica 1 La collaborazione con le certificazioni ambientali territoriali Sater è un azienda che opera secondo procedure e regole standard predefinite e con costanti controlli sui processi interni al fine di assicurare la miglior gestione ambientale possibile. Questo significa che Sater assicura: continuità e regolarità del servizio rapporti tra cittadino e azienda comportamento dei collaboratori L attenzione costante verso un modello gestionale orientato alla tutela dell ambiente ed alla qualità del servizio, porta Sater ad operare in piena sinergia con il Comune di Cogoleto come soggetto certificato ISO Tale contributo si concretizza con diverse azioni che nel loro insieme costituiscono il Sistema di Gestione Ambientale a supporto del sistema principale del Comune ed a realizzare un metodo per migliorare, ridurre e mitigare le ricadute sull ambiente delle proprie attività. A tal proposito si rammenta la valutazione ambientale dell isola ecologica e lo studio fatto da Sater sulle emissioni del proprio parco mezzi nonchè la valutazione della riduzione di anidride carbonica mediante azioni di miglioramento dell efficienza energetica e della raccolta differenziata. Questo approccio garantisce alcuni punti fondamentali come: il rispetto della normativa vigente la condivisione della politica ambientale del Comune rivolta al miglioramento continuo delle proprie prestazioni l utilizzo delle migliori tecnologie applicabili l adozione di strumenti di gestione dei processi aziendali trasparenti e credibili 5

6 servizi: modalità e standard Modalità e standard del servizio Si descrivono le principali attività svolte da Sater e comprese nella Tariffa di Igiene Ambientale. Igiene del suolo Sater opera nelle diverse zone del Comune con quattro percorsi di spazzamento manuale, ai quali se ne affianca uno meccanizzato. A questi si aggiungono, nel periodo estivo, i servizi di lavaggio stradale, mentre più volte l anno, si opera il diserbo delle aree interessate dallo spazzamento. In parallelo si svuotano i cestini gettacarte lungo i percorsi serviti. Nelle zone ad alta densità di passaggio, come il Centro cittadino ed altre aree di pregio, il servizio viene svolto 7 giorni su 7. Servizi svolti: Igiene ambientale Igiene del suolo Spazzamento manuale e meccanizzato Lavaggio strade e sottopassi Svuotamento cestini gettacarte Diserbo dei marciapiedi e delle strade pedonali servite da spazzamento Asporto foglie Raccolta rifiuti Raccolta e trasporto rifiuti urbani Raccolta porta a porta presso le utenze commerciali Lavaggio cassonetti stradali Ritiro rifiuti ingombranti abbandonati sul territorio Raccolta differenziata Raccolta con contenitori e campane stradali Gestione isola ecologica Raccolta rifiuti biodegradabili da sfalci e potature Raccolta rifiuti ingombranti e pericolosi tramite mezzi specifici Raccolta porta a porta presso le utenze commerciali Raccolta differenziata presso i mercati Servizi complementari/a richiesta Bonifiche ambientali Derattizzazioni e disinfestazioni Pulizia spiagge libere Servizio neve Pulizia caditoie stradali Ritiro ingombranti Campionamenti ed analisi di laboratorio 6

7 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater La pulizia meccanizzata delle strade comprende il loro lavaggio e spazzamento con mezzi specifici; ciò è possibile solo se i bordi delle strade sono liberi da autoveicoli. Nel periodo estivo i servizi di igiene del suolo vengono integrati, in particolare nelle zone centrali, lungo la passeggiata a mare e comunque nelle aree a maggior afflusso turistico. Sater, inoltre, si occupa anche della pulizia del mercato rionale e delle aree soggette a fiere o mostre. Pulizia Strade Mezzi utilizzati Numero Autospazzatrici 2 Mezzi per lavaggio strade 1 Autocarri/Motocarri per spazzamento 8 Totale 11 Raccolta rifiuti Sater gestisce la raccolta ed il trasporto dei rifiuti urbani indifferenziati (R.U.I.). Ogni giorno gli operatori svuotano circa 300 cassonetti stradali per rifiuti solidi urbani dislocati sul territorio. Totale quantità raccolta indifferenziata nel Comune di Cogoleto Kg/anno Totale Le dotazioni di cassonetti utilizzabili dagli utenti sono riportati in tabella: Raccolta rifiuti Contenitori Numero 240 litri litri 236 Totale 294 Il ritiro dei rifiuti avviene tutti i giorni. Infatti, in alcune zone a specifica vocazione turistica o commerciale, il servizio viene effettuato anche la domenica e nei giorni festivi. Mediamente viene svuotato quotidianamente il 99% dei cassonetti. Quest ultimi vengono lavati e/o sanificati con particolare attenzione nel periodo estivo. Il mancato svuotamento di alcuni cassonetti è spesso dovuto a cause estranee all azienda (ad esempio: veicoli in sosta non autorizzata, lavori stradali, condizioni atmosferiche, etc.). Il servizio viene, comunque, ripristinato regolarmente nell arco delle 24 ore successive (salvo un intervallo maggiore in caso di coincidenza con giornate festive). Raccolta rifiuti Mezzi utilizzati Numero Autocompattatore grande 2 Autocompattatore mini 1 Autocompattatore piccolo 1 Veicolo leggero raccolta 4 Totale 8 7

8 modalità e standard dei servizi Raccolta rifiuti Indicatori di prestazione 2007 (*) 2006 % Cassonetti svuotati 98,2% 99,6% (*) dato dal maggio 2007 Raccolta differenziata La raccolta differenziata dei rifiuti è la separazione, a monte del conferimento, dei materiali che possono essere riciclati o riutilizzati. Sater raccoglie carta, cartone, legno, detriti, vetro, plastica e alluminio in modo da avviarli alle filiere del riciclo per produrre nuovi oggetti e materiali. L azienda provvede, inoltre, a garantire un trattamento adeguato dei rifiuti pericolosi per l ambiente (pile, farmaci, elettrodomestici, contenitori di toner usati, cartucce per stampanti oli esausti, vernici etc). Naturalmente perché questi servizi siano fatti in modo efficiente è necessario che al lavoro di Sater, si aggiunga anche il contributo dei singoli cittadini, che devono differenziare i rifiuti e gettarli negli appositi cassonetti e, nel caso dei pericolosi, conferirli nell isola ecologica. La raccolta differenziata sul territorio viene effettuata con la collaborazione di aziende terze che svuotano le campane presenti sul territorio: analogamente per i cassonetti degli indumenti che sono svuotati da soggetti terzi convenzionati. Le altre raccolte differenziate vengono svolte direttamente da Sater con mezzi propri. Le frazioni così recuperate vengono avviate ai consorzi di filiera o presso imprese (es. cartiere) al fine di ottenere il massimo risultato sul recupero/riciclo del materiale. A Cogoleto, il servizio di raccolta differenziata sul territorio ad oggi viene effettuato prevalentemente attraverso le seguenti modalità: campane o contenitori stradali per la raccolta di carta, vetro, plastica e lattine, indumenti usati, pile esauste e farmaci scaduti servizi personalizzati per la raccolta di: carta presso scuole, enti pubblici e uffici contenitori per toner e cartucce di stampanti presso enti pubblici ed uffici frazione organica plastica, vetro e legno presso esercizi commerciali plastica, cartone e legno presso il mercato rionale ambulante servizi di raccolta presso l isola ecologica di: carta, vetro, plastica rifiuti ingombranti (divani, materassi ecc.) detriti da demolizione pneumatici rifiuti di origine elettrica ed elettronica (TV, frigo, elettrodomestici, tubi fluorescenti) rottami metallici legno ed ingombranti in legno batterie ed accumulatori 8

9 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater altri rifiuti pericolosi (es. vernici e solventi, oli esausti) oli vegetali di frittura In tema di Raccolta Differenziata, è importante ricordare l impegno di Sater sul fronte del recupero e riciclo, che nel corso del 2008 ha visto lo sviluppo di una serie di iniziative mirate all aumento quantitativo della RD che è risultata superiore del 17% rispetto al In particolare rammentiamo il posizionamento di ulteriori 11 campane e contenitori dedicati alla raccolta differenziata a cui se ne affiancheranno altre nel corso del 2009; la realizzazione della nuova isola ecologica in via della Pace; la raccolta porta a porta di imballaggi presso le utenze commerciali; i progetti di educazione ambientale presso le scuole; l avvio della raccolta delle lattine, dei toner e del biodegradabile oltre che di tutte le nuove frazioni conferibili all isola ecologica. Raccolta differenziata - Numero contenitori sul territorio Tipologia Carta Vetro Plastica Lattine Pile Farmaci toner Tessili Bidoncini Cassonetti Campane Tot Raccolta differenziata Kg/anno raccolti a Cogoleto Materiale Δ % Vetro % Carta ,4% Plastica ,8% Verde Organico Nuovo servizio Metalli e alluminio Nuovo servizio RAEE - Rifiuti elettrici ,7% ed elettronici Legno ,2% Tessili % Altri % Inerti Nuovo servizio Totale % Raccolta differenziata Frequenza di raccolta Materiale Alluminio Frequenza A necessità Carta e cartone Da 2 a 4 passaggi/mese * Vetro Da 1 a 2 passaggi/mese * Plastica Da 2 a 4 passaggi/mese * Farmaci e pile Tessili * la frequenza cambia nei mesi estivi A necessità A necessità 9

10 modalità e standard dei servizi Raccolta differenziata - I contenitori Le Campane Verdi: Vetro Si possono introdurre: bottiglie e bicchieri, vasetti, barattoli e contenitori di vetro di qualsiasi colore, senza tappo*. Non si devono introdurre: specchi, vetri per finestre, vetro retinato, lampadine neon, schermi di TV e monitor, ceramica e porcellana (stoviglie intere o rotte), resti di colori o vernici. Le Campane Gialle: Plastica Si possono introdurre: bottiglie e flaconi di plastica, vasetti per prodotti alimentari, confezioni e vaschette in plastica per alimenti ed altri imballaggi in plastica sagomata, buste e sacchetti per prodotti alimentari, reti per frutta e verdura, flaconi per detersivi e detergenti per la casa, l igiene personale e la cosmetica, buste, sacchetti e scatole di plastica, borse di nylon e di cellophane, cellophane in pellicola, tappi di plastica, cassette per frutta e verdura in plastica, vasi per piante*. Non si devono introdurre: piatti, bicchieri e posate in plastica; giocattoli; custodie per cd, dvd, e altri materiali audiovisivi; imballaggi in polistirolo; elettrodomestici, casalinghi, complementi d arredo, ecc.; rifiuti in plastica sporchi di materiali organici o sostanze pericolose; rifiuti ospedalieri. Le Campane Azzurre: Alluminio Si possono introdurre: lattine per bevande e per olio, fogli di alluminio da cucina, involucri per cioccolato, coperchi degli yogurt, scatolette in banda stagnata per alimenti, vaschette e contenitori in alluminio per cibi, bombolette spray per deodoranti, lacche per capelli o panna, barattoli e scatole in acciaio per dolci, tubetti per conserve, creme e cosmetici, capsule, chiusure e tappi in metallo per bottiglie*. Non si devono introdurre: contenitori per vernici, smalti, smacchiatori, solventi, acidi, colle e insetticidi Le Campane Bianche: Carta Si possono introdurre: carta e cartoncino, giornali, riviste e opuscoli pubblicitari non plastificati, libri e quaderni, cartone per bevande e alimenti in Tetra Pak, sacchetti, scatole e imballaggi in carta e cartoncino, carta da pacchi, imballaggi in cartone ondulato. Non si devono introdurre: carta sporca (es. tovaglioli usati), piatti di carta, carta oleata, carta assorbente per cucina e da forno, carta plastificata, carta sporca di materiali organici (es. pannolini), carta chimica per fax e autocopiante, polistirolo. I cartoni da imballo devono essere piegati e depositati a fianco dei cassonetti. Lo Staccapanni Si possono introdurre gli indumenti usati opportunamente chiusi in sacchetto. Gli indumenti vengono consegnati alla Caritas che provvede a smistarli ai propri centri. *Prima di conferire il rifiuto nelle campane è necessario sciacquarlo per togliere residui organici 10

11 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater Isola ecologica L Isola ecologica di Cogoleto sono aree attrezzate dotate di contenitori di diverse tipologie, destinati alla raccolta differenziata di rifiuti ingombranti e pericolosi come: Elettrodomestici (lavatrici, cucine, frigoriferi, lavastoviglie, congelatori, computer, televisori) Sanitari (lavabi, WC, vasche da bagno) e detriti risultanti da piccole ristrutturazioni domestiche Ingombranti di legno (mobili, scrivanie, tavoli, credenze, librerie, tavolini, letti, comò, comodini, armadi) Ingombranti misti (poltrone, divani, soprammobili) Ingombranti metallici (letti, reti da letto, scaffali, schedari, ecc.) Batterie al piombo (batterie esauste di auto e moto) Neon e lampade (tubi al neon, lampade alogene, lampade fluorescenti) Vernici e solventi (pitture, vernici, sigillanti, sverniciatori, collanti, lucidanti, ecc.) Oli minerali e vegetali (olio da cucina, olio motore, oli idraulici) Pneumatici Nell Isola ecologica il personale Sater è a disposizione del cittadino per il corretto scarico e smistamento dei rifiuti nei diversi contenitori. Attualmente l Isola ecologica si trova in Via della Pace ed è aperta al pubblico tutti i giorni (escluso festivi) con i seguenti orari : Lun/mar/gio/ven/sab Mer

12 modalità e standard dei servizi Il BONUS per la riduzione della tariffa di igiene ambientale Mediante l utilizzo della Eco-Card Sater mediante semplici e veloci operazioni i cittadini potranno, ogni qual volta conferiranno determinate frazioni all isola ecologica, fruire di agevolazioni sulla tariffa di igiene urbana. Ad ogni conferimento di queste frazioni infatti, con l uso dell eco-card nominativa verranno caricati dei bonus, relativi al conferimento di carta, cartone, vetro e plastica. L importo accumulato proporzionale alla quantità di rifiuti riciclabili portati all Isola andrà a diminuire la parte variabile della Tariffa d Igiene Urbana. Nello specifico la Eco Card Sater si ottiene la prima volta in cui si accede all Isola Ecologica. Il personale Sater rilascerà una tessera nominativa, che andrà ad individuare l utenza dove vengono prodotti i rifiuti. Sulla tessera saranno accumulati gli sconto-incentivi ed Quanto vale il bonus? TIPO DI RIFIUTO VALORE al Kg Vetro 0.03 Carta 0.05 Cartone 0.05 Plastica 0.08 i dati saranno automaticamente trasferiti per via informatica alla banca dati TIA. Al momento dell emissione della nuova fattura relativa alla Tariffa di Igiene urbana il cittadino, in automatico e senza dover fare nulla, si troverà nel calcolo della tariffa la detrazione dell importo maturato mediante bonus nell anno solare precedente. Il regolamento dell utilizzo dell Isola Ecologica è consultabile e scaricabile anche su internet sul sito e 12

13 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater Servizi complementari/a richiesta Oltre ai tradizionali servizi di raccolta rifiuti e pulizia della città, Sater svolge una serie di servizi complementari. Durante l anno e, in special modo, durante la stagione balneare (da giugno a settembre) Sater si occupa della pulizia di tutte le spiagge libere cittadine. In caso di nevicate, Sater collabora allo sgombero neve ed interviene in modo preventivo con operazioni di salatura e lamatura. Altri servizi, forniti da Sater, sono: le bonifiche ambientali e la lotta alle discariche abusive, le derattizzazioni e disinfestazioni. Sater può effettuare, campionamenti ed analisi sulle diverse matrici ambientali (es.: acqua, aria, rifiuti e terreni), grazie ad accordi stabiliti con un moderno e attrezzato laboratorio chimico. Ritiro a pagamento di rifiuti ingombranti a domicilio In alternativa al servizio gratuito svolto presso l Isola Ecologicae nei prossimi mesi si attiverà il servizio di ritiro a domicilio a pagamento. richiesta, Sater fornisce (in aree private) specifici servizi e attrezzature per l attività di ritiro e smaltimento rifiuti. Le imprese, con i limiti previsti nel regolamento di accesso, possono utilizzare anche l isola ecologica per determinate produzioni di rifiuto. Derattizzazione e Disinfestazioni Sia il singolo cittadino, sia le imprese possono richiedere un intervento specifico per debellare topi e ratti oppure insetti di qualsiasi tipo dalle proprie abitazioni e dalle proprie attività. Rimozione Amianto Il problema della rimozione dell amianto (dalla semplice vasca condominiale alle tubazioni) può essere facilmente risolto contattando Sater. Sarà sufficiente fissare un appuntamento e ogni aspetto burocratico e pratico verrà risolto. Noleggio contenitori/servizi per le imprese Per tutte le attività produttive che ne facciano 13

14 modalità e standard dei servizi Servizi cimiteriali Caratteristiche generali La gestione dei cimiteri del territorio comunale è affidata a Sater. Complessivamente l Azienda opera su 3 strutture 1 nel cimitero del capoluogo e 1 per ciascuna delle frazioni di Sciarborasca e di Lerca in cui vengono garantiti i servizi di: sorveglianza e servizio di custodia inumazione e tumulazione delle salme esumazione, estumulazione e a particolari condizioni traslazione delle salme manutenzione e gestione dei locali della camera mortuaria gestione, accensione e mantenimento delle luci votive interventi di ordinaria manutenzione nei limiti previsti dal contratto di servizio cura del verde pulizia nelle aree cimiteriali I cimiteri comunali effettuano i seguenti orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle ore 8 alle ore 17 con orario continuato Il lunedì i cimiteri sono chiusi Alcuni dati Numero utenze luci votive oltre Cimitero urbano Via della Pace Cimiteri frazionali Lerca, Sciarborasca Uffici Cimiteriali Nel cimitero urbano di Via della Pace Apertura uffici Dal martedì alla domenica dalle 11,00 alle 12,00 (fatta eccezione per concomitanti impegni di servizio indispensabili ed improrogabili). 14

15 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater Esumazioni: la legge stabilisce che trascorsi 10 anni si possa provvedere d ufficio ad esumare le salme sepolte nella terra (inumate) così da creare spazio per sepolture future. I familiari, preavvertiti quando la concessione è in scadenza, possono disporre per la collocazione dei resti esumati. Le esumazioni straordinarie, richieste dai familiari prima della scadenza della concessione, possono essere effettuate solo dopo aver ottenuto l autorizzazione dall Azienda Unità Sanitaria Locale (servizio di igiene pubblica) e sono comunque sospese da maggio a settembre compresi. Estumulazioni: le salme tumulate vengono estumulate in occasione della scadenza della concessione ove non rinnovate. Su richiesta dei familiari, è possibile procedere all estumulazione previa autorizzazione dell Azienda Unità Sanitaria Locale (servizio di igiene pubblica). Traslazioni: i familiari possono richiedere il trasferimento della salma dal loculo originario ad un altro all interno dello stesso cimitero o in un altro cimitero, anche extracomunale. Sater garantisce l esecuzione delle operazioni di esumazione/estumulazione entro 20 giorni dalla ricezione dell autorizzazione scritta a procedere da parte del Comune, salvo sia necessario ottenere autorizzazioni da parte di terzi (Comune, Azienda Unità Sanitaria Locale, Autorità Giudiziaria ecc.) e le condizioni climatiche non lo consentano. Nel periodo che va dal 15 ottobre al 6 novembre verrà prestata massima cura affinché i servizi cimiteriali siano puliti, sicuri ed ordinati. Informazioni utili Per effettuare ogni operazione cimiteriale occorre contattare l Ufficio dei Servizi Cimiteriali del Comune di Cogoleto il lunmar-gio-ven dalle alle ed il mercoledì dalle alle

16 modalità e standard dei servizi Si rammenta che chiunque esegua presso i cimiteri lavori che devono essere autorizzati dal Comune è tenuto a provvedere alla rimozione dei materiali di risulta ed al ripristino allo stato originario dei luoghi interessati dai lavori. Eventuali difformità rispetto a quanto sopra potrà essere segnalato da Sater agli uffici comunali preposti. Eventuali opere edili di adeguamento a seguito di spostamenti o tumulazione sono a carico degli utenti. In caso di esumazione ed estumulazioni, le cassettine in zinco per la conservazione dei resti potranno essere richieste a Sater previo pagamento delle stesse. Servizio Lampade votive È possibile stipulare presso gli Uffici TIA il contratto di abbonamento al servizio luci votive. Per stipulare il contratto è necessario fornire agli Uffici i dati relativi a: posto salma su cui vogliono essere accese le luci; titolare della concessione. L Azienda provvede all allacciamento alla rete elettrica e all attivazione della lampada votiva entro 10 giorni dal posizionamento degli accessori e della lastra di marmo sul posto salma o dalla data di sottoscrizione dell abbonamento se la lastra in marmo è già stata posizionata completa degli accessori. Il costo del primo allaccio una tantum è di 13 Euro iva compresa. L importo annuale di abbonamento è di 20 Euro iva compresa. Nell importo sono comprese anche le spese di manutenzione, di riparazione dovuta ad usura, di ricambio gratuito delle lampadine bruciate e di sorveglianza dell intera rete di distribuzione dell energia elettrica. L Azienda non risponde in caso di danni, furti o manomissioni causati da terzi. Le luci votive rimangono accese tutti i giorni 24 ore su 24. L intestatario riceve la fattura per il servizio luci votive una volta all anno. Il pagamento della fattura deve essere effettuato entro la data di scadenza indicata sulla fattura stessa. È possibile effettuare il pagamento presso le Poste con un bollettino postale sul c/c n , allegato alla fattura. Superato il termine di scadenza indicato in fattura, l Azienda può esercitare tutte le attività di riscossione, accertamento e di liquidazione nonché di riscossione coattiva. L abbonamento si intende rinnovato per tacito consenso. Il contratto può essere disdetto direttamente presso gli Uffici di Via Recagno 18 o tramite posta prioritaria/raccomandata con allegata copia documento di identità, inviata agli Uffici TIA - Lampade Votive di via Recagno Cogoleto (GE) o presso Sater Spa - CP n 37 Piazza Martiri della Libertà 13/ Cogoleto (GE). 16

17 modalità e standard dei servizi la carta dei servizi sater Valutazione della soddisfazione dei cittadini Sater punta a migliorare, sempre di più, la qualità dei propri servizi e quindi effettua periodicamente analisi sul gradimento da parte dei cittadini. L esito delle indagini, il cui scopo è ridurre il divario esistente tra qualità attesa e qualità del servizio effettivamente erogato, è attentamente analizzato per la futura programmazione dei servizi e per la realizzazione dei progetti di miglioramento. Percezione della qualità del servizio Indice di soddisfazione del servizio * 2008 Pulizia strade 78% Raccolta rifiuti urbani 90% Raccolta differenziata 95% * Somma di ottimo+buono+sufficiente Rapporti con l utenza Per un contatto diretto con l azienda il cittadino può contare su diversi strumenti come: Siti internet (sia del Comune che di Amiu Genova) Posta: Sater Spa Via Recagno, Cogoleto (GE) oppure Sater Spa - CP no 37 Piazza Martiri della Libertà n. 13/ Cogoleto (GE) I siti internet e www. comune.cogoleto.genova.it (sezione Enti e Istituzioni) possono fornire le informazioni su servizi offerti e loro modalità. Nei rispettivi siti possono anche essere scaricati alcuni moduli per le pratiche legate alla tariffa di igiene urbana. Qui inoltre è possibile conoscere le ultime novità aziendali, i collegamenti per visitare siti di enti o istituzioni attive nel settore ambientale, di servizi pubblici o delle aziende del Gruppo Amiu. Per suggerimenti o reclami si può scrivere: Sater SpA CP n 37 Piazza Martiri della Libertà 13/ Cogoleto (GE) Per i reclami scritti Sater si impegna a dare una risposta al cittadino entro 30 giorni dalla data di ricezione del reclamo, informando sui termini entro i quali avrà provveduto a rimuovere le irregolarità o ad accogliere le richieste. Nel caso in cui non sia possibile realizzare l intervento verrà fornita una specifica motivazione. 17

18 modalità e standard dei servizi Nel corso del 2008 si sono avuti numerosi contatti con il pubblico; la tabella allegata ne riassume gli esiti: Contatti data TIPOLOGIA UTENZA CONTATTI AMMINISTRATIVI RECLAMI ut. domestiche ut. non domestiche tot variazioni tariffa igiene informazioni ristampe lampade variazioni aumenti disservizi assenza riduz. gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic TOTALE ,7% 5,3% 74,7% 14,5% 4,0% 1,6% 3,6% 0,4% 1,2% Sportello TIA Lampade Votive Via Recagno Cogoleto (GE) Tel: Fax: Orari di ricevimento pubblico: Lunedi dalle ore alle ore Giovedi dalle ore 9.00 alle ore

19 diritti e doveri Doveri dei cittadini Regole da rispettare Una paese ordinato e pulito è l auspicio di ogni cittadino. La pulizia di strade, piazze, giardini è, infatti, l immagine attraverso la quale un territorio si presenta ai turisti, ma anche una componente importante per una qualità di vita soddisfacente. È impensabile, però, che i rinnovati impegni dell Azienda possano essere efficaci senza la collaborazione dei residenti e di tutti coloro che lavorano, studiano e visitano Cogoleto. A questo scopo si rammentano alcuni comportamenti nonché norme stabilite dal Regolamento comunale e da leggi nazionali che corrispondono a civili e buone abitudini che tutti devono adottare per garantire una città più bella e una qualità della vita migliore. Differenziare i rifiuti e favorire il decoro urbano : mettendo vetro, carta, plastica e lattine nei rispettivi contenitori si minimizza il conferimento in discarica di rifiuti e si protegge l ambiente Rispettare gli orari e le modalità di deposizione dei rifiuti Effettuare la raccolta differenziata e favorire il decoro urbano Non abbandonare i rifiuti ingombranti o gli elettrodomestici: possono essere portati gratuitamente all Isola Ecologica Non conferire sfalci e potature o detriti da piccoli lavori di demolizione nei cassonetti, ma portarli all isola ecologica Raccogliere i rifiuti domestici pericolosi (le vernici, le batterie ed i pneumatici delle auto, gli oli vegetali e minerali, le pile, i farmaci scaduti) e porrtarli all Isola Ecologica o conferirli negli appositi contenitori Raccogliere le deiezioni dei cani Non impedire con le autovetture lo svuotamento dei cassonetti, lo spazzamento meccanizzato ed i servizi di igiene in generale Gli ispettori ambientali Esiste anche un accordo tra il Comune di Cogoleto e il servizio degli ispettori ambientali di Amiu Genova che coadiuvano e affiancano, nelle loro attività, la polizia municipale per quanto concerne il rispetto delle regole ambientali. Si tratta di una squadra selezionata di operatori che ha il compito di svolgere l attività di polizia amministrativa. Gli ispettori ed i vigili urbani possono accertare una serie di violazioni e applicare le relative sanzioni. 19

20 diritti e doveri Le principali violazioni Principali Violazioni Normativa di riferimento Sanzioni Abbandono incontrollato sul suolo di rifiuti non ingombranti (es.: Dlgs n. 152 /06 art 192.1/ ,00 gettare a terra qualsiasi tipo di rifiuto) Abbandono incontrollato sul suolo di rifiuti ingombranti (es.: lasciare Dlgs n. 152 /06 art 192.1/ ,67 un mobile o un elettrodomestico a terra, lontano dai cassonetti) conferimento di rifiuti ingombranti difformemente a quanto definito Regolamento gestione rifiuti 100,00 all art.17 (es.:lasciare un mobile o un elettrodomestico a terra, vicino ai cassonetti) Art Deposito incontrollato sul suolo di rifiuti (es.: lasciare il sacco dell immondizia dove sono già presenti altri sacchi abbandonati) Dlgs n. 152 /06 art 192.1/ ,67 conferimento dei rifiuti urbani e speciali assimilati nei dispositivi di raccolta fuori dagli orari stabiliti (es.: gettare nel cassonetto la spazzatura in orari diversi da quelli previsti) Conferimento di rifiuti urbani o speciali assimilati oltre i limiti disposti agli art e 12.9 (es.: 40 litri/gg per i rifiuti urbani e 100 l/gg per gli speciali assimilati) Conferimento di rifiuti al di fuori di appositi contenitori destinati alla raccolta differenziata o in contenitori destinati ad altra tipologia (es.: mettere carta, plastica, vetro e legno nel cassonetto dell indifferenziata, mettere vetro nel contenitore della plastica) Conferimento di imballaggi secondari o terziari nel circuito di raccolta dei rifiuti urbani (es.: mettere nel cassonetto per rifiuti urbani imballaggi in cartone o bancali in legno) Mancata pulizia delle lordure degli animali (es.: non raccogliere i bisogni del proprio cane) Obbligo dei concessionari ed occupanti di aree di vendita, pubbliche o di uso pubblico, nei mercati all ingrosso o al dettaglio coperti o scoperti, compresi i mercati rionali temporanei, di mantenere pulite le aree occupate durante e dopo l uso delle stesse Obbligo dei gestori di esercizi pubblici di tenere pulite le aree di rispettiva pertinenza e circostanti (es: un barista non pulisce, alla chiusura dell esercizio, il proprio dehor) Regolamento gestione rifiuti Art Regolamento gestione rifiuti Art e 12.9 Regolamento gestione rifiuti Art ,00 50,00 50,00 Dlgs n. 152/06 art 226.2/ ,67 Regolamento gestione rifiuti Art. 42 Regolamento gestione rifiuti Art. 35 Regolamento gestione rifiuti Art ,00 100,00 100,00 nota bene: Si rammenta che l abbandono di rifiuti e il deposito incontrollato di rifiuti da parte di titolari d impresa o rappresentanti di enti non è soggetto a sanzione amministrativa, ma a denuncia penale. Si rammenta l obbligo di conferimento di sfalci e potature presso l isola ecologica secondo quanto all art. 20 del Regolamento di gestione rifiuti 20

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie Dividere i rifiuti A TIPOLOGIA RIFIUTO abiti accendino accumulatori acidi alcool denaturato alcool etilico alluminio contenitori alluminio oggetti di grandi dimensioni amianto ampolle anticrittogamici

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO Consorzio Intercomunale di Servizi per l Ambiente LOGO COMUNE COMUNE di REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO data: OTTOBRE 2012 SOMMARIO

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI via Belenzani, 18 I 38122 Trento tel. 0461 884935 I fax 0461 884940 servizio_ambiente@comune.trento.it Orario di apertura al pubblico: da lun. a ven. 8. 30-12 LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO:

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 gennaio 2011, n. 20: Regolamento recante l'individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione,

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 OGGETTO Abbigliamento Abiti Accendini Accumulatori Acetone Acquaragia Adesivi chimici Agende di carta e/o cartoncino Albero di Natale vivo Alimentatori

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA Provincia di Roma Tel. 06-9015601 Fax 06-9041991 P.zza C.Leonelli,15 c.a.p. 00063 www.comunecampagnano.it Settore 4 - Servizio 1 - Demografico, Statistico, Elettorale, Leva,

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE -

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - 1 2 Art. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI 1. Il presente regolamento disciplina la collocazione su suolo pubblico e privato delle strutture temporanee a servizio di locali ad

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA Art. 1 Demolizione muratura loculo, smontaggio lapide con recupero delle eventuali

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO CITTA' DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO Partita IVA 00220080162 Codice Fiscale 220080162 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 27 DEL

Dettagli

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO La gestione ambientale di una struttura turistica prevede di porre sotto controllo, gestire e ridurre gli impatti ambientali legati al ciclo di vita

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE CITTÀ DI PALERMO AREA SERVIZI ALLE IMPRESE SETTORE ATTIVITÀ PRODUTTIVE - SPORTELLO UNICO REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE 1 SOMMARIO Parte I. le forme del commercio su aree pubbliche e relative

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli