Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1)"

Transcript

1 Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 2 Esercitazione: 12 ottobre 2005 Primi esercizi in C Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1) Si legga una sequenza di numeri interi e se ne stampi il valore massimo. Ci si basi sulle ipotesi seguenti: - il valore di ciascun elemento appartenente alla sequenza è > 0 e < non si conosce a priori il numero degli elementi appartenenti alla sequenza - la fase di acquisizione termina quando viene letto il "terminatore" (valore 999). - la sequenza potrebbe essere vuota. #include<stdio.h> void main() int X, max; max = 0; per guidare l'utente printf("introduci un numero. 999 e` il terminatore: "); acquisisci il numero scanf("%d",&x); while (X!= 999) i valori non compresi tra 0 e 100 vengono saltati if (X>max && X>0 && X<100) max = X; printf("introduci un altro numero. 999 e` il teminatore: "); scanf("%d",&x); controllo del caso di sequenza vuota if(max == 0) printf("la sequenza di numeri e` vuota!"); else printf("\nil massimo vale %d\n",max); Esercizio 2: calcolo del massimo di una sequenza (versione 2) #include<stdio.h> void main() int X, max, cont; max = 0; cont = 0; per guidare l'utente printf("introduci 10 numeri\n"); while (cont<10) scanf("%d",&x); i valori non compresi tra 0 e 100 vengono saltati, il contatore viene incrementato solo in caso contrario if (X>0 && X<100) - 1 -

2 cont = cont + 1; if (X > max) max = X; printf("\nil massimo vale %d\n",max); Esercizio 3: conversione da euro in lire e viceversa ********************************************************************* Scrivere un programma che: 1. esegua la conversione da euro a lire 2. esegua la conversione da lire a euro L'utente prima di introdurre il valore da convertire, indica se il valore introdotto è espresso in euro oppure in lire. Prima di convertire il valore, è necessario controllare che sia maggiore di 0. Il risultato della conversione (da euro a lire o viceversa) viene stampato a video. ******************************************************************** direttive per il preprocessore #include <stdio.h> void main() parte dichiarativa const float FATTORE = ; float valoreineuro = 0; int valoreinlire = 0; int opzione = 0; menu che mostra tre opzioni: 1 -> conversione da lire a euro, 2 -> conversione da euro a lire, printf("*************conversione euro->lire/ lire->euro*************\n\n\n"); printf("1. converti da lire a euro\n"); printf("2. converti da euro a lire\n"); scanf("%d", &opzione); if (opzione == 1) conversione da lire a euro else if (opzione == 2) printf("introduci un valore in lire. L."); scanf("%d", &valoreinlire); if (valoreinlire <= 0 ) printf("il valore in lire deve essere maggiore di 0\n\n\n"); else valoreineuro = valoreinlire / FATTORE; printf("lire %d corrispondono a euro %10.2f\n\n\n", valoreinlire, valoreineuro); - 2 -

3 printf("introduci un valore in euro. Euro "); scanf("%f", &valoreineuro); if (valoreineuro <= 0 ) printf("il valore in euro deve essere maggiore di 0\n\n\n"); else valoreinlire = valoreineuro * FATTORE; printf("euro %10.2f corrispondono a L. %d\n\n\n", valoreineuro, valoreinlire); else printf("nessuna conversione eseguita."); Esercizio 4: Numero primo Si scriva un programma che, ricevuto un numero intero in ingresso, verifichi se è primo oppure no. Si esegua il controllo per verificare che il numero in ingresso sia maggiore o uguale a 1. Nel caso in cui il numero sia pari a 1 si stampi la stringa "Il numero 1 è sicuramente primo". Nel caso in cui il numero sia <=0 si stampi la stringa "Inserire un numero maggiore o uguale a 1" e si ritorni alla fase di acquisizione del numero. direttive per il preprocessore #include <stdio.h> void main() parte dichiarativa int numeroletto; int divisore; parte esecutiva printf("inserisci un numero (>=1): "); scanf("%d", &numeroletto); while (numeroletto<=0) printf("inserire un numero >=1: "); - 3 -

4 scanf("%d", &numeroletto); // il numero è >=0 e uguale a 1 if (numeroletto==1) printf("il numero 1 è sicuramente primo"); else divisore = 2; valuto se il numero in ingresso è primo oppure no. N.B. per vedere se il numero è primo, valuto se esistono dei divisori del numero in esame compresi fra 2 e numeroletto/2. while ((divisore<=numeroletto/2) && (numeroletto%divisore!=0)) divisore = divisore + 1; N.B. viene eseguita la divisione intera. Esempio: il risultato della divisione 5/2 è due se divisore è > di numeroletto/2, il numero è sicuramente primo if (divisore>numeroletto/2) printf("numero %d primo\n", numeroletto); else printf("numero %d divisibile per %d\n", numeroletto, divisore); Esercizio 5: MCD (secondo la definizione) Si scriva un programma che, dati in ingresso due numeri m ed n, ne calcoli il MCD. Si esegua il seguente controllo: 1. controllare che i numeri introdotti siano >=1 (cioè siano numeri naturali, 0 escluso). In caso contrario, si ripeta la fase di acquisizione. direttive per il preprocessore #include <stdio.h> - 4 -

5 void main() parte dichiarativa int m,n; int MCD = 1; int divisore = 1; int minore; parte esecutiva acquisizione di m ed n printf("inserisci m: "); scanf("%d", &m); printf("inserisci n: "); scanf("%d", &n); while (m<1 n<1) printf("\ni due numeri devono essere >=1!!\n"); printf("inserisci m: "); scanf("%d", &m); printf("inserisci n: "); scanf("%d", &n); sicuramente, i due numeri sono maggiori o uguali a 1. Se i due numeri sono uguali, il massimo comun divisore è il numero stesso, altrimenti è sicuramente compreso fra 1 e il minore dei due. if (m==n) printf("i due numeri sono uguali. MCD = %d", m); else if (m>n) minore = n; else minore = m; while ((divisore<=minore)) if ((m%divisore == 0) && (n%divisore == 0)) MCD = divisore; divisore = divisore + 1; - 5 -

6 printf("mcd = %d", MCD); - 6 -

acquisizione numero elementi del primo insieme e del secondo insieme, finché elprimoinsieme oppure elsecondoinsieme > EL_INS

acquisizione numero elementi del primo insieme e del secondo insieme, finché elprimoinsieme oppure elsecondoinsieme > EL_INS Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 3 Esercitazione: 20 ottobre 2004 Esercizi su array e applicazione delle regole di conversione di tipo Esercizi presenti:

Dettagli

Esercitazione 3. Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf

Esercitazione 3. Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf Riassunto Esercitazione 3 Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf Sono state introdotte anche le seguenti relazioni: uguaglianza:

Dettagli

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 3 Esercitazione: 19 ottobre 2005 Esercizi su array e matrici Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Problema: *******************************************************************

Dettagli

3 Costrutti while, for e switch

3 Costrutti while, for e switch Questa dispensa propone esercizi sulla scrittura di algoritmi, in linguaggio C, utili alla comprensione dei costrutti while, for e switch. I costrutti per costruire cicli in C sono il while, la variante

Dettagli

Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C

Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C Ing. Antonio Marullo Istruzioni compilatore 1) Si lancia da Compilatori - > TurboC++ - > TurboC++ a) Project - > new Project b) Browse su E: nomescelto.ide

Dettagli

Esercitazione 2. Corso di Fondamenti di Informatica

Esercitazione 2. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 2 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length);

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length); Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 004/005) - Ingegneria Informatica Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista I Prova Intermedia del 11/11/004 - durata h - COMPITO B Esercizio 1 (punti 1) Una associazione di

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE. - condizionali e cicli -

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE. - condizionali e cicli - ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE - condizionali e cicli - Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Esercizio 1: dal tema d esame ING-INF del 28 gennaio 2009 Si sviluppi un programma in

Dettagli

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media.

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. Esercizio 1 Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. #include Esercizio 1 - Soluzione int main() int num1, num2, num3, somma; float

Dettagli

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture iterative. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture iterative. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin Linguaggio C strutture di controllo: strutture iterative Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Strutture iterative

Dettagli

Esercizi di programmazione in C

Esercizi di programmazione in C Esercizi di programmazione in C Esercizio 1 Scrivere un programma in linguaggio C che legga da tastiera una sequenza di lunghezza ignota a priori di numeri interi positivi. Il programma, a partire dal

Dettagli

LIA. LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L

LIA. LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L Corso di laurea in Ingegneria Chimica - Anno Accademico 2007-2008 Funzioni Esercizio 3.3 Si scriva un programma in linguaggio

Dettagli

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA 17/1/1997 PROVA SCRITTA

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA 17/1/1997 PROVA SCRITTA ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA 17/1/1997 PROVA SCRITTA 1. Mostrare come viene svolto il calcolo: 9.8-2.6 + (10 * 2 2 ) qualora l' elaboratore adotti per i numeri

Dettagli

sum = 0; positivenumbers = 0; /* Passo 1 */ printf("introduci i numeri (0 per finire): "); scanf("%d", &number);

sum = 0; positivenumbers = 0; /* Passo 1 */ printf(introduci i numeri (0 per finire): ); scanf(%d, &number); / Questo programma legge numeri interi, positivi e negativi, finche' l'utente non digita il valore 0 (valore di terminazione). Quando l'utente ha finito di immettere gli interi, il programma stampa la

Dettagli

Struttura dei programmi C

Struttura dei programmi C Programmi C Struttura dei Programmi C Dichiarazione delle variabili Operazioni di Ingresso/Uscita Fondamenti di Informatica 1 Struttura dei programmi C Un programma C deve contenere, nell'ordine: una parte

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Array 2 Esercizio 1 Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi (al più 10) terminati da 0.

Dettagli

Istruzioni Condizionali in C

Istruzioni Condizionali in C Concetti chiave Istruzioni Condizionali in C Tipi di Istruzioni Condizionali Espressioni Blocchi d istruzioni Istruzioni Condizionali: if-else Istruzioni Condizionali: switch-case Istruzione break Istruzioni

Dettagli

ESEMPIO: le variabili LETTURA/SCRITTURA DI VARIABILI. Specifica Leggere da tastiera un intero, un carattere, un float e un double. Stamparli a video.

ESEMPIO: le variabili LETTURA/SCRITTURA DI VARIABILI. Specifica Leggere da tastiera un intero, un carattere, un float e un double. Stamparli a video. ESEMPIO: le variabili LETTURA/SCRITTURA DI VARIABILI Specifica Leggere da tastiera un intero, un carattere, un float e un double. Stamparli a video. LETTURA/SCRITTURA DI VARIABILI Codice #include

Dettagli

il precedente programma dichiara un vettore di interi di dimensione 10 e successivamente inserisce il valore 4 nel secondo elemento del vettore.

il precedente programma dichiara un vettore di interi di dimensione 10 e successivamente inserisce il valore 4 nel secondo elemento del vettore. Questa dispensa propone esercizi sulla scrittura di algoritmi, in linguaggio C, utili alla comprensione dei vettori (ingl., array). La dichiarazione di un vettore di elementi omogenei in C avviene grazie

Dettagli

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 7 Esercitazione: 14 dicembre 2005 Esercizi su ricorsione, manipolazione stringhe, strutture dinamiche Problema: Esercizio

Dettagli

Esercitazione 5. Corso di Fondamenti di Informatica. Laurea in Ingegneria Informatica

Esercitazione 5. Corso di Fondamenti di Informatica. Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 5 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Marco Liverani Esercizio n. 1 Letti in input due numeri interi n > 0 e k > 1 costruire un array A di n numeri interi casuali minori di 100 che non siano multipli

Dettagli

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA. 28 Gennaio 1999 PROVA SCRITTA

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA. 28 Gennaio 1999 PROVA SCRITTA 28 Gennaio 1999 PROVA SCRITTA Esercizio 1 Un elaboratore rappresenta numeri interi in complemento a due su 8 bit e numeri reali in utilizzando un byte per la mantissa normalizzata e un byte per l esponente

Dettagli

# include<stdio.h> int main() { // Dichiarazioni int n; int i;

# include<stdio.h> int main() { // Dichiarazioni int n; int i; /* CALCOLIAMO I DIVISORI DI UN NUMERO. INSERIAMO UN CONTROLLO CHE IL NUMERO SIA EFFETTIVAMENTE POSITIVO UTILIZZIAMO IL DO...WHILE PER SEMPLIFICARE IL CODICE # include int main() // Dichiarazioni

Dettagli

Strutture di Controllo

Strutture di Controllo Strutture di Controllo Informatica B Istruzioni condizionali #include int main() char c; printf("inserire il carattere maiuscolo: "); scanf("%c", &c); printf("la traduzione e' %c\n",c+32); return

Dettagli

SOLUZIONE ESERCIZIO 1

SOLUZIONE ESERCIZIO 1 SOLUZIONE ESERCIZIO 1 Progettare un algoritmo che dati tre numeri (voti) a, b, c che possono assumere i valori interi da 18 a 30, calcoli la loro media. #include void main() { int a, b, c; float

Dettagli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Alcuni esercizi 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Stampa di voti Esempio 1 (switch) Realizzare un programma che legge da input un voto (carattere tra A ed E ) e ne

Dettagli

Esercitazione 3. Corso di Fondamenti di Informatica

Esercitazione 3. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 3 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Istruzioni iterative. Istruzioni iterative

Istruzioni iterative. Istruzioni iterative Istruzioni iterative Esempio: Leggere 5 interi, calcolarne la somma e stamparli. Variante non accettabile: 5 variabili, 5 istruzioni di lettura, 5... int i1, i2, i3, i4, i5; scanf("%d", &i1):... scanf("%d",

Dettagli

Tipi di dato semplici

Tipi di dato semplici Tipi di dato semplici Perché dichiarare una variabile? 2 Una variabile rappresenta uno spazio di memoria centrale Prima dell esecuzione del programma deve essere chiaro quanto spazio serve al programma

Dettagli

Schemi ricorrenti nei cicli. Cicli ed iterazioni. Contatori. Schemi ricorrenti nei cicli. Contatori. Esempio

Schemi ricorrenti nei cicli. Cicli ed iterazioni. Contatori. Schemi ricorrenti nei cicli. Contatori. Esempio Schemi ricorrenti nei cicli Contatori Accumulatori lag Esistenza e universalità Cicli ed iterazioni 2 Contatori Schemi ricorrenti nei cicli Spesso in un ciclo è utile sapere Quante iterazioni sono state

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-A

Fondamenti di Informatica L-A Fondamenti di Informatica L-A Esercitazione del 30/10/07 Ing. Giorgio Villani Ripasso Teoria Ciclo do while do {istruzioni while(espressione); int i; do { printf( Scegli un numero tra 1 e 3 ); scanf( %d,

Dettagli

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009. formalizzazione degli algoritmi in linguaggio C

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009. formalizzazione degli algoritmi in linguaggio C Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile - Strutture FONDAMENTI DI INFORMATICA 2

Dettagli

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA. 21 Gennaio 1998

ESAME DI FONDAMENTI DI INFORMATICA I ESAME DI ELEMENTI DI INFORMATICA. 21 Gennaio 1998 21 Gennaio 1998 PROVA PRATICA Si scriva un programma C (BASIC per gli studenti di Elementi di Informatica) che: a) Legga da terminale una sequenza di caratteri terminati dal carattere '*' (un carattere

Dettagli

Esercizio n.1 FONDAMENTI DI INFORMATICA 1. Esercizio n.2. Soluzione. LINGUAGGIO C Funzioni e gestione file: esercitazione

Esercizio n.1 FONDAMENTI DI INFORMATICA 1. Esercizio n.2. Soluzione. LINGUAGGIO C Funzioni e gestione file: esercitazione Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica (Industriale), Chimica, Meccanica, Elettrica FONDAMENTI DI INFORMATICA 1 http://www.diee.unica.it/~marcialis/fi1 A.A. 2010/2011

Dettagli

Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager

Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 10 Esercitazione: 25 gennaio 2006 Esercizi di riepilogo Problema: Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager Si

Dettagli

while Istruzione while Cicli ed iterazioni Istruzioni di ripetizione in C Comportamento del while

while Istruzione while Cicli ed iterazioni Istruzioni di ripetizione in C Comportamento del while icli ed iterazioni Sintassi dell istruzione Esercizio Media aritmetica Esecuzione del programma icli while annidati Esercizio Quadrato 2 Istruzioni di ripetizione in Nel linguaggio esistono tre distinte

Dettagli

Primo programma in C Esercizi risolti

Primo programma in C Esercizi risolti Esercizi risolti 1 Esercizio Somma di due numeri Si scriva un programma in linguaggio C che legga due valori interi e visualizzi la loro somma. 3 /* File: somma.c */ 4 /* proposta esercizio "Somma di due

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Progettare e Codificare in C un programma che permetta di Chiedere all utente quanti numeri vuole inserire Leggere i numeri inseriti dall utente e calcolare la somma dei fattoriali Esempio:

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

Unità 3 Istruzioni condizionali

Unità 3 Istruzioni condizionali Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Introduzione al C Unità 3 Istruzioni condizionali D. Bloisi, S. Peluso, A. Pennisi, S. Salza Sommario

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-A

Fondamenti di Informatica L-A Fondamenti di Informatica L-A Esercitazione del 30/11/07 Ing. Giorgio Villani Ripasso Teoria File dati ES: nome.dat Leggere fopen( nome_file, rb ); fread(void *vet, int size, int n, FILE *fp); Scrivere

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione prof. Roberto uligni 1. [potenze1] Scrivere un programma che visualizzi il valore di tutte le prime n potenze di 2 con n richiesto all'utente

Dettagli

main() { int i; int a[10]={1,2,3,4,5,6,7,8,9,10}; /* inizializzazione in fase di definizione */ int b[10];

main() { int i; int a[10]={1,2,3,4,5,6,7,8,9,10}; /* inizializzazione in fase di definizione */ int b[10]; ESERCIZI ARRAY 1. Scrivere un programma che inizializza un vettore monodimensionale di interi e poi copia il vettore in un altro vettore della stessa dimensione. 2. In una gara il punteggio di ciascun

Dettagli

Istruzioni di Ciclo. Unità 4. Domenico Daniele Bloisi

Istruzioni di Ciclo. Unità 4. Domenico Daniele Bloisi Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

- Dispensa III - PROGRAMMAZIONE C (Parte I)

- Dispensa III - PROGRAMMAZIONE C (Parte I) Elementi di Informatica e Programmazione - Dispensa III - PROGRAMMAZIONE C (Parte I) Alessandro Saetti (email: alessandro.saetti@unibs.it) Università degli Studi di Brescia 1 Linguaggi di Programmazione

Dettagli

Introduzione al C. Esercitazione 6. Raffaele Nicolussi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica

Introduzione al C. Esercitazione 6. Raffaele Nicolussi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria Clinica Esercitazione 6 Raffaele Nicolussi Esercizio 1 Si scriva una funzione in linguaggio C che riceve in ingresso un numero intero A letto da tastiera,

Dettagli

ISTRUZIONI DI ITERAZIONE

ISTRUZIONI DI ITERAZIONE CHAPTER 6 CICLI 1 ISTRUZIONI DI ITERAZIONE Le istruzioni di iterazione sono usate per realizzare I cicli. Un ciclo è una istruzione il cui compito è di eseguire ripetutamente qualche altra istruzione (il

Dettagli

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Dott.Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 07/02/07 Nota Questi lucidi sono tratti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE: ESERCITAZIONE N. 6

PROGRAMMAZIONE: ESERCITAZIONE N. 6 PROGRAMMAZIONE: ESERCITAZIONE N. 6 Esercizi su stru+ure condizionali e itera1ve Conoscenze richieste: LC1+LC2+LC3+LC4+LC5+LC6 Esercizio 1 Acquisire un numero positivo N e calcolarne la radice quadrata

Dettagli

Esercizio 1 - cicli. Esercizio 1 cicli - Soluzione

Esercizio 1 - cicli. Esercizio 1 cicli - Soluzione Sequenze di cifre Esercizio 1 - cicli Realizzare un programma che prende in input una sequenza di cifre (tra 1 e 9) e calcola la somma massima fra le sotto- sequenze di cifre non decrescente Il programma

Dettagli

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001 Informatica 1 Prova di recupero 21 Settembre 2001 Si risolvano i seguenti esercizi. Ai fini della determinazione del voto finale il loro punteggio andrà sommato al punteggio del laboratorio. Il tempo complessivo

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Istruzioni decisionali

Istruzioni decisionali Istruzioni decionali 1. if 2. if-else 3. switch 115 switch Struttura di scelta plurima che controlla se una espresone assume un valore all interno di un certo ineme di costanti e comporta di conseguenza

Dettagli

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi]

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi] Linguaggio C - Array Array: Gli array o vettori sono delle strutture dati in grado di contenere un insieme di valori tutti dello stesso tipo. Un array lo possiamo immaginare come un contenitore suddiviso

Dettagli

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008 Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 7 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

$QDOLVLGHOSURJUDPPDTXDGUDWR

$QDOLVLGHOSURJUDPPDTXDGUDWR $QDOLVLGHOSURJUDPPDTXDGUDWR /* */ calcolare l area del quadrato #include main(){ int lato, area; printf("lato "); scanf("%d", &lato); if(lato < 0) printf("errore nei dati \n"); else { area =

Dettagli

Tipo carattere. Campo di variabilità. Intervallo finito. Tipo. Dimensione (byte) char

Tipo carattere. Campo di variabilità. Intervallo finito. Tipo. Dimensione (byte) char Tipo carattere Finora abbiamo lavorato con valori numerici. I numeri costituiscono molta parte del lavoro dei computer, ma non tutta. I computer sono macchine per il trattamento dell informazione e l informazione

Dettagli

Programmi su più moduli - Esempio

Programmi su più moduli - Esempio Programmi su più moduli - Esempio Calcolo del logaritmo in base qualunque Incapsulare la logica di calcolo in una funzione PASSO 1: definisco la dichiarazione della funzione (nome, parametri di input e

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Corso di Informatica 1 (IN1) Tutorato n. 11

Corso di Informatica 1 (IN1) Tutorato n. 11 Corso di Informatica 1 (IN1) Tutorato n. 11 Marco Liverani Esercizio n. 1 Leggere in input una lista di numeri interi ordinati in ordine crescente. Dopo aver letto la sequenza, inserire nella posizione

Dettagli

Alcuni elementi di programmazione in linguaggio C

Alcuni elementi di programmazione in linguaggio C Alcuni elementi di programmazione in linguaggio C - Dichiarazione di una variabile intera: - Inizializzazione di una variabile intera: n=10; - Le due precedenti istruzioni si possono condensare in: int

Dettagli

Istruzioni iterative (o cicliche)

Istruzioni iterative (o cicliche) Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Istruzioni iterative (o cicliche) Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria

Dettagli

Fondamenti di Programmazione

Fondamenti di Programmazione Fondamenti di Programmazione Ingegneria dell Automazione Industriale Ingegneria Elettronica e delle Comunicazioni Alessandro Saetti Marco Sechi e Andrea Bonisoli (email: {alessandro.saetti,marco.sechi,andrea.bonisoli@unibs.it)

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Nota: memorizzare i programmi in cartelle separate. Ogni cartella deve contenere, oltre al codice sorgente e al file eseguibile, gli eventuali file di

Dettagli

Tutorato Programmazione 1 Modulo 2

Tutorato Programmazione 1 Modulo 2 Tutorato Programmazione 1 Modulo 2 Lezione 1 Do#. Michele Ciampi Esercizio 1 pagina 122 Esercizio 1 pagina 122 (Loops) Scrivere un programma che trova il più grande valore inserito dall utente. L utente

Dettagli

Politecnico di Torino Sede di Alessandria Corso di informatica Programmazione in c: introduzione. e mail: sito: users.iol.

Politecnico di Torino Sede di Alessandria Corso di informatica Programmazione in c: introduzione. e mail: sito: users.iol. Politecnico di Torino Sede di Alessandria Corso di informatica Programmazione in c: introduzione prof. Lorenzo Porcelli e mail: genna18@iol.it sito: users.iol.it/genna18 Risoluzione di un problema Dato

Dettagli

Linguaggio C - Funzioni

Linguaggio C - Funzioni Linguaggio C - Funzioni Funzioni: Il linguaggio C è di tipo procedurale; ogni programma viene suddiviso in sottoprogrammi, ognuno dei quali svolge un determinato compito. I sottoprogrammi si usano anche

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Obiettivi di questa lezione 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Valutazione in cortocircuito In C, le espressioni booleane sono

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009. Lab 04 Input/Output

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009. Lab 04 Input/Output Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009 Lab 04 Input/Output Input e output in C Input con formato: scanf( stringa formato, lista variabili); Output con formato:

Dettagli

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2009/2010

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2009/2010 Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile - Strutture FONDAMENTI DI INFORMATICA 2

Dettagli

Complementi. - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system -

Complementi. - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system - Complementi - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system - Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin

Dettagli

Tipi elementari, costanti. Tipi di dati. VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori. Tipi. intero reale carattere

Tipi elementari, costanti. Tipi di dati. VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori. Tipi. intero reale carattere Tipi elementari, costanti 1 Tipi di dati VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori Tipi Semplici intero reale carattere Strutturati 2 1 Tipo intero Gli interi servono

Dettagli

Input / Output, Espressioni Condizionali e Cicli

Input / Output, Espressioni Condizionali e Cicli LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Laboratorio di informatica LA Corso di laurea in Ingegneria Informatica - Anno Accademico 2007-2008 Input / Output, Espressioni Condizionali e

Dettagli

Esercitazione 5. Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch

Esercitazione 5. Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch Esercitazione 5 Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch Comando: switch-case switch (espressione) { /* espressione deve essere case costante1: istruzione1 di tipo int o char */ [break]; case

Dettagli

6SC Informatica 9/12/2015

6SC Informatica 9/12/2015 6SC-C-007-2015-12-09 (S) Studente: THE TEACHER CLASSE MATERIA DATA OGGETTO VALUTAZIONE 6SC Informatica 9/12/2015 Preparazione alla verifica di venerdì 18/12 (soluzioni) N.A. Scrivere, in linguaggio C++,

Dettagli

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti

Dettagli

Corso di Informatica B - Sezione D. Esercitazioni Linguaggio C

Corso di Informatica B - Sezione D. Esercitazioni Linguaggio C Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Corso di Informatica B - Sezione D Esercitazioni Linguaggio C Esercitazione del 2012-10-11 Davide Chicco davide.chicco@elet.polimi.it

Dettagli

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

Capitolo 1 Fondamenti di Informatica - Esercizi

Capitolo 1 Fondamenti di Informatica - Esercizi Capitolo 1 Fondamenti di Informatica - Esercizi Vengono proposti alcuni esercizi relativi alla parte introduttiva della programmazione in C (Struttura ed elementi base di un programma, Ingresso e uscita

Dettagli

Informatica B

Informatica B Informatica B 2016-2017 Esercitazione 8 Array e Stringhe Alessandro A. Nacci alessandro.nacci@polimi.it - www.alessandronacci.it 1 Esercizio 1: stringhe - vocali consecutive Scrivere un programma che data

Dettagli

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO III Indice

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO III Indice LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 2014 2015 18.III.2015 VINCENZO MARRA Indice Parte 1. L algoritmo euclideo 3 Esercizio 1 3 L algoritmo euclideo

Dettagli

Scelte ed alternative. Esercizi risolti

Scelte ed alternative. Esercizi risolti 1 Esercizio Indovina cosa... Esercizi risolti Determinare che cosa fa il seguente frammento di programma in linguaggio C: int a, b, c; scanf("%d", &a); scanf("%d", &b); if(a>b) { c = a ; a = b ; b = c

Dettagli

Espressioni semplici e condizionali

Espressioni semplici e condizionali LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L Corso di laurea in Ingegneria Chimica - Anno Accademico 2007-2008 Espressioni semplici e condizionali Esercizio 1 Progettare

Dettagli

Soluzione/* PROGRAMMAZIONE IN C */ #include <stdio.h> #include <stdlib.h>

Soluzione/* PROGRAMMAZIONE IN C */ #include <stdio.h> #include <stdlib.h> Ricerca di un elemento in vettore Scrivere un programma in linguaggio C che riceve in ingresso una sequenza di N numeri interi. I numeri sono memorizzati in un vettore. Il valore N è inserito dall utente,

Dettagli

Esercitazione 9. Array come puntatori. Aritmetica dei puntatori. Array multidimensionali. Ricapitolazione su Ricorsione e Array.

Esercitazione 9. Array come puntatori. Aritmetica dei puntatori. Array multidimensionali. Ricapitolazione su Ricorsione e Array. Esercitazione 9 Array come puntatori Aritmetica dei puntatori Array multidimensionali Ricapitolazione su Ricorsione e Array Stringhe Array come puntatori Gli array e i puntatori in C sono strettamente

Dettagli

Esercizi proposti. Esercizio Confronto tra date Esercizio Quadrato Esercizio Indovina numero

Esercizi proposti. Esercizio Confronto tra date Esercizio Quadrato Esercizio Indovina numero Funzioni Esercizi proposti Esercizio Confronto tra date Esercizio Quadrato Esercizio Indovina numero 2 Esercizi proposti Esercizio Confronto tra date Si scriva un programma che chieda all utente di inserire

Dettagli

Laboratorio di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 5/10/2011. Prof. Raffaele Nicolussi

Laboratorio di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 5/10/2011. Prof. Raffaele Nicolussi Laboratorio di Informatica Ingegneria Clinica Lezione 5/10/2011 Prof. Raffaele Nicolussi FUB - Fondazione Ugo Bordoni Via del Policlinico, 147-00161 Roma Docente Raffaele Nicolussi rnicolussi@fub.it Lezioni

Dettagli

1 (4) 2 (4) 3 (7) 4 (5) 5 (5) 6 (7)

1 (4) 2 (4) 3 (7) 4 (5) 5 (5) 6 (7) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA, CHIMICA e MATERIALI Informatica B, C Anno Accademico 2014-2015 Proff. Danilo ARDAGNA, Antonio MIELE Prima Prova in Itinere 4.5.2016 Cognome Nome Matricola Firma

Dettagli

IL PRIMO PROGRAMMA IN C

IL PRIMO PROGRAMMA IN C IL PRIMO PROGRAMMA IN C LO SCOPO Si vuole scrivere un programma in linguaggio C che chieda all utente di introdurre da tastiera due numeri interi e visualizzi il valore della loro somma sul video SOLUZIONE

Dettagli

Introduzione a. Funzioni di Ingresso e Uscita. Compilazione

Introduzione a. Funzioni di Ingresso e Uscita. Compilazione Introduzione a Funzioni di Ingresso e Uscita Compilazione 2 Come si termina...... un programma in esecuzione (processo)? Ctrl + C In UNIX ci si basa sul concetto di terminale Anche da GUI, quello che si

Dettagli

1 (4) 2 (4) 3 (12) 4 (6) 5 (6)

1 (4) 2 (4) 3 (12) 4 (6) 5 (6) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA, CHIMICA e MATERIALI Informatica B, C Anno Accademico 2016-2017 Proff. Danilo ARDAGNA Prima Prova in Itinere 4.5.2017 Cognome Nome Matricola Firma Durata: 2h Valutazioni

Dettagli

Array Tipi di dato semplici e strutturati strutturati array elementi omogenei numero d ordine indice lunghezza dimensione

Array Tipi di dato semplici e strutturati strutturati array elementi omogenei numero d ordine indice lunghezza dimensione Array Tipi di dato semplici e strutturati i tipi di dato visti finora erano tutti semplici: int, char, float,... i dati manipolati sono spesso complessi (o strutturati) con componenti elementari o strutturate

Dettagli

Input/Output di numeri

Input/Output di numeri Input/Output di numeri I/O di numeri Per utilizzare le funzioni di I/O occorre include il file di intestazione (o file header) stdio.h utilizzando all inizio del sorgente la direttiva #include

Dettagli

Cicli ed iterazioni. La ripetizione Istruzione while Schemi ricorrenti nei cicli Istruzione for Approfondimenti Esercizi proposti Sommario

Cicli ed iterazioni. La ripetizione Istruzione while Schemi ricorrenti nei cicli Istruzione for Approfondimenti Esercizi proposti Sommario Programmazione in C Cicli ed iterazioni La ripetizione Istruzione while Schemi ricorrenti nei cicli Istruzione for Approfondimenti Esercizi proposti Sommario 2 Riferimenti al materiale Testi Kernighan

Dettagli

Le strutture di controllo

Le strutture di controllo INFORMATICA B Ingegneria Elettrica Le strutture di controllo Selezione un esempio introduttivo Si disegni il diagramma di flusso di un algoritmo che chiede all utente un valore intero e visualizza il suo

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Ricorsione DD Cap. 5, pp. 160-184 KP Cap. 5, pp. 199-208 Un esempio Problema: prendere in input un intero e calcolarne il fattoriale

Dettagli

Tipi elementari, costanti. Tipi di dati. VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori. Tipi. intero reale carattere

Tipi elementari, costanti. Tipi di dati. VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori. Tipi. intero reale carattere Tipi elementari, costanti 1 Tipi di dati VALORI: un insieme dei valori del tipo OPERAZIONI: per operare su tali valori Tipi Semplici intero reale carattere Strutturati 2 1 Tipo intero Gli interi servono

Dettagli

PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008

PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008 PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008 MOTIVARE IN MANIERA CHIARA LE SOLUZIONI PROPOSTE A CIASCUNO DEGLI ESERCIZI SVOLTI ESERCIZIO 1 (5 punti) Descrivere

Dettagli

Le Funzioni e la Ricorsione

Le Funzioni e la Ricorsione Aula V Dip. di Matematica G. Castelnuovo Univ. di Roma La Sapienza Le Funzioni e la Ricorsione Igor Melatti Slides disponibili (assieme ad altro materiale) in: http://www.dsi.uniroma1.it/ melatti/programmazione1.2007.2008.html

Dettagli