relitti p Quante volte,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "relitti p Quante volte,"

Transcript

1 Sui IN MAR ROSSO relitti p DISTEFANORUIAFOTOPAONE Il primo esperimento della ricerca Dweller ha avuto esito estremamente positivo: un team di subacquei tecnici Pss ha completamente esplorato e documentato il relitto dello Zealot, a oltre cento metri di profondità nello sperduto reef di Daedalus. 59 Quante volte, navigando nelle acque del Mar Rosso, avete pensato che i suoi infidi reef devono avere rappresentato l incontro fatale per molte navi? Le pareti verticali, le barriere semiaffioranti, le forti correnti sono un mix veramente pericoloso. Soprattutto dopo l inaugurazione del Canale di Suez, quando un intenso traffico navale ha investito un area, fino ad allora di interesse limitato per la navigazione, con una cartografia approssimata. Eppure i relitti conosciuti del Mar Rosso non sono molti se confrontati alla pericolosità del sito. Il motivo per cui questi relitti sono sconosciuti ai subacquei è che essi giacciono oltre le profondità consuete dell attività subacquea ricreativa. Tutto ciò diventa una vera e propria golosità per i subacquei tecnici! Ma come poter scendere in Mar Rosso, magari a oltre cento metri di profondità? Certo non è difficile, basta usare il metodo made in Usa : una nave appositamente attrezzata, una spedizione in piena regola, con a disposizione budget milionari (di dollari), un team di professionisti pagati profumatamente... Non mi sembra però una via percorribile facilmente da tutti i subacquei che si immergono solo per proprio piacere, magari utilizzando le preziose ferie. Ecco quindi che per decine e decine di anni questi relitti sono rimasti celati alla nostra vista. Già da qualche anno, però, in Mar Rosso comincia a circolare il nitrox, si possono affittare bombolini e da poco si trova anche l elio. Forse questi elementi possono rendere non necessario il metodo made in Usa e fare diventare praticabile quello tipicamente italiano : «Utilizza quello che è disponibile e ingegnati per il resto». Per verificare praticamente questa possibilità, la divisione Technical Training della Pss Worldwide ha concepito il programma di ricerca Dweller, acronimo di Deep Wrecks Esploration with Light and Limited Equipment Research (Ricerca sull esplorazione dei relitti profondi con attrezzatura leggera e limitata). La prima occasione Una ghiotta occasione per il primo esperimento pratico di questo programma è stata proposta da Enzo Giannini della Planet Divers, una rinomata compagnia di charter che opera da molti anni in Egitto su rotte inconsuete (www.planetdivers.it). Sulla punta nord-ovest del piccolo reef di Daedalus, a circa sei ore di navigazione dal più vicino centro abitato, due guide Planet avevano scoperto molti rottami, che ipotizzavano appartenere a un relitto. Il luogo è remoto e la bella barca da crociera Planet One si presta a essere adattata all immersione tecnica. Le pareti di Daedalus, inoltre, sprofondano verticali fino a oltre 60 metri, per poi cadere con forte pendenza a profondità abissali; vi era quindi una buona probabilità che un eventuale relitto fosse a profondità intorno ai cento metri, limite minimo imposto dai protocolli del programma di ricerca. L occasione offriva, quindi, il mix ottimale di ingredienti per un primo esperimento pratico del programma. Mancava solo di trovare i componenti del team, reperiti attraverso le strutture didattiche Pss Technical Training. Per la parte documentaristica, di estrema importanza nell ambito della ricerca, si è potuto contare sull indiscussa bravura del regista Pippo Cappellano e dei foto-

2 rofondi Per potere raggiungere il punto di immersione, le diverse squadre dovevano utilizzare dei gommoni (foto grande), in quanto il punto di entrata è esposto a vento, onde e correnti. Ma oltre i cento metri (foto piccola), la tranquillità regna sovrana. 60

3 LA FILOSOFIA DIDATTICA PSS TECHNICAL TRAINING Un esperienza di adattamento resa possibile solo da una peculiarità dell addestramento tecnico di Pss Worldwide. Una delle ragioni dell ottima riuscita di questo esperimento discende direttamente da una caratteristica della didattica Pss Technical Training: l addestramento adattativo. Questo tipo di formazione, nel contesto odierno, costituisce una peculiarità Pss. All interno del percorso didattico che porta al raggiungimento dell ambito brevetto Trimix 100 metri, infatti, gli allievi dei corsi tecnici devono provare diverse configurazioni di attrezzature, varie miscele e più algoritmi decompressivi. Non bisogna poi dimenticare che in Pss Technical Training confluiscono le conoscenze di molti esperti, quale il guru della subacquea tecnica Jim Bowden, e ognuno porta il meglio della propria decennale esperienza, in un ampio rapporto dialettico con gli altri, ma con posizioni non sempre coincidenti. In definitiva, invece di insegnare un metodo basato su rigide codifiche comportamentali e di configurazione di attrezzature, in Pss Technical Training si insegna il metodo della predominanza della conoscenza e della razionalità sulle attrezzature e sulle disponibilità. Il percorso formativo è sicuramente più lungo e complesso, in quanto bisogna sviluppare una profonda conoscenza e una grande pratica di molti sistemi, ma alla fine si raggiunge un livello di qualità tale da permettere di adattarsi a qualunque situazione senza avere l insensata pretesa che sia la situazione... ad adattarsi alle proprie esigenze. Per ulteriori informazioni: grafi Antonello Paone e Maria Pia Pezzali. Per potere godere di tempi di fondo maggiori e garantirsi risultati migliori, i due esperti fotografi hanno deciso di utilizzare i rebreather Buddy Inspiration, mentre Pippo Cappellano ha voluto adottare le stesse attrezzature a circuito aperto utilizzate dagli altri componenti del team. Lo scopo della ricerca Dweller è proprio quello di verificare se sia possibile esplorare relitti profondi con le attrezzature disponibili localmente, a parte qualche specifico componente non reperibile sul posto. Appena ottenuti i necessari permessi eravamo pronti a partire! Le attrezzature Le scelte delle attrezzature, quindi, non derivano da criteri di configurazione ottimale, ma dalla ottimizzazione di quanto esistente in loco. Per esempio, il disporre di un collettore che unisce due bombole da 15 o più litri probabilmente permetterebbe di gestire meglio la notevole scorta di gas necessaria per immergersi a profondità di cento metri e oltre. Purtroppo normalmente in 61 Fra le attrezzature portate dall Italia è stato essenziale il prototipo di un mixer trimix da viaggio in plastica realizzato dalla Mps Technology (in alto). Anche i programmi decompressivi sono stati calcolati autonomamente dal team (in basso), con ottimi risultati. Egitto si trovano bombole da 12 litri in alluminio, rispondenti a criteri di omologazione diversi da quelli europei (la capacità include il volume del metallo). Questo significa che la loro capacità reale è inferiore a quella nominale, avvicinandosi agli 11 litri. Se un subacqueo qualsiasi si reca in Egitto, trova queste bombole. La scelta per la miscela di fondo è stata, quindi, quella di abbinare due bombole di questo tipo, mantenendole indipendenti e dotando ogni bombola di un proprio erogatore e manometro. Anche per una miscela decompressiva (nitrox al 40% di ossigeno) si è utilizzato lo stesso tipo di bombola, mentre per la miscela di servizio (aria) qualcuno ha optato per una bombola da 12 litri, mentre qualcun altro ha

4 Sui relitti profondi IL TEAM E I NUMERI Un lavoro eccellente non può prescindere dalla necessità di lavorare in un gruppo ben affiatato. Il team di questo primo esperimento, svolto nell ambito del progetto di ricerca Dweller (Deep Wreck Esploration with Light and Limited Equipment Research), era costituito da subacquei tecnici formati all interno di Pss Worldwide e coordinati da Stefano Ruia. A loro, per l occasione, si sono affiancati la troupe di ripresa del famoso regista Pippo Cappellano e i due bravissimi fotografi Antonello Paone e Maria Pia Pezzali. Non minore l importanza dell aiuto fornito dal formidabile equipaggio della Planet One. Profondisti: Andrea Ginesi, Enzo Giannini, Francesco Giovannozzi, Luigi Golfieri, Marco Arnaud, Salah Rayan, Stefano Ruia. Troupe di ripresa video: Pippo Cappellano (profondista), Marina Cappabianca, Claudia Candido (assistenza a bordo). Fotografi: Antonello Paone, Maria Pia Pezzali. Assistenza profonda: Federica Leuter, Marco Pivetta, Mohamed Rayan. Supervisione assistenza generale: Serenella Angelici. Responsabile logistica: Enzo Giannini. Capitani barca: Mohamed Rayan, Salah Rayan. Medico di bordo: Marco Pivetta. Buone le cifre del lavoro svolto: sono state eseguite 73 immersioni-uomo sul relitto, con un totale di tempo di fondo di circa 20 ore (1191 minuti), il che significa quasi 130 ore (7743 minuti) di tempo totale di immersione, che diventano oltre 168 sommandovi la durata delle 40 immersioni-uomo di assistenza. Sebbene sia a cento metri di profondità, il relitto si presenta molto incrostato e ricco di colore, anche grazie alla temperatura e alla trasparenza dell acqua. preferito utilizzare bombole da 6 o 7 litri, sempre in alluminio, che si possono noleggiare facilmente a Hurghada (oltre a essere disponibili sulla Planet One). Anche la scelta del nitrox al 40% di ossigeno non risponde a criteri di ottimizzazione delle miscele, ma alla precisa intenzione di non dovere utilizzare attrezzature pulite per ossigeno, di difficile reperimento in loco. L ossigeno puro era quindi disponibile solo tramite narghilé, sulla stazione di decompressione e come miscela opzionale (la riserva di Ean 40 individuale era sufficiente a coprire le esigenze decompressive di due subacquei). Ogni subacqueo si immergeva con le proprie attrezzature preferite, in modo di avere una ampia disponibilità di variabili (muta stagna o semistagna, erogatori di diverso tipo e marca ecc.) più confacente all oggetto di studio del programma. Per la miscelazione del trimix è stato fondamentale l apporto della Mps di Lignano Sabbiadoro, che ha dotato il team Dweller di uno speciale mixer T-mix di plastica molto robusta, con elettronica separabile. Questo mixer può quindi viaggiare senza problemi nel bagaglio spedito in aeroplano. Oggi, che sono reperibili facilmente i bomboloni di ossigeno e - con poche difficoltà in più - quelli di elio, un pannello da viaggio leggero e antinoie ai controlli aeroportuali si è rivelato una scelta vincente. Per evitare inutili perdite di elio dal basamento dei compressori, la Mps ci ha dotato anche di due speciali sistemi di recupero elio dal tappo dell olio, per minimizzare le perdite del prezioso gas. Il nuovo analizzatore per elio He Check Lite della Underwater Technology, grande quanto un analizzatore di ossigeno e altrettanto rapido, ha permesso una facile verifica della percentuale di elio nella miscela introdotta nelle bombole. Tutte queste attrezzature sono state trasportate sul posto in aeroplano come bagaglio al seguito. I profili decompressivi La scelta di disporre di varie miscele decompressive rispondeva all esigenza di poter sopperire, senza allungare eccessivamente i tempi di decompres- 62

5 sione, alla eventuale mancanza di una di esse per malfunzionamento tecnico. In un profilo decompressivo tipo, quale 100 metri/14 minuti, si aveva, in questo modo, un run-time variabile fra 96 minuti (senza inconvenienti) e 107 minuti (bail-out massimo). Le tabelle sono state appositamente elaborate per l occasione utilizzando un software con algoritmo a gas libero, quindi con tappe decompressive che iniziano in profondità (prima tappa a 69 metri per il profilo 100 m/14 ). I profili generati dal software sono poi stati inseriti in un ruler in grado di calcolare e plottare i gradienti di sovrasaturazione massima per 18 compartimenti di un algoritmo haldaniano classico - con periodi di emisaturazione fra 1 e 640 minuti - in modo da determinare delle correzioni standard da apportare alle soste meno profonde (dai 12 metri alla superficie), per ridurre le asperità della curva della tensione tissutale nei diversi compartimenti. Non ci sono stati incidenti di nessun tipo, né sensazioni anomale attribuibili a embolie invisibili (affaticamento, nausea, piccoli dolori articolari, ecc.). Ogni subacqueo era dotato di un completo set di tabelle: per quattro livelli di profondità, quattro scaglioni di tempi e con tre bail-out (profili di emergenza) per ogni abbinamento tempo-profondità. Il fattore limitante per la durata massima delle immersioni è stato, ovviamente, il consumo di gas, che ha imposto permanenze brevi, dovendo le due piccole bombole di miscela di fondo essere in grado di sopperire anche alla mancanza della prima decompressiva. Il controllo del consumo da parte dei subacquei ha permesso comunque di ottenere un tempo di fondo medio di oltre 16 minuti, non male per una configurazione litri e immersioni svolte fra i 90 e i 120 metri. L attività sul campo Le prime ricerche storiche avevano evidenziato che a Daedalus ci furono due naufragi eccellenti fra il 1885 e il 1890: una nave passeggeri più grande e una da carico più piccola. Sebbene scopo primario del programma Dweller sia lo studio della possibilità di effettuare questo tipo di attività nelle condizioni descritte, per questo primo esperimento potevano quindi essere assegnati divertenti compiti operativi : bisognava capire se i rottami, visibili già a 50 metri di profondità, appartenessero a un relitto, dove fosse posizionato lo scafo, a che epoca appartenesse e quale fosse il suo Sul troncone di prua, a circa -90 metri, sono visibili due grandi ancore ammiragliato sovrapposte. Sotto, il team al completo (sotto), anche se, ovviamente, manca il fotografo, Antonello Paone. nome; inoltre bisognava fotografarlo e riprenderlo nella sua interezza. Il tutto considerando che la parete nord del reef di Daedalus è quella più esposta alle onde, al vento dominante e alle correnti, mentre l unico ridosso valido per la barca è posto a sud, vicino al pontile del faro, la sola terraferma che emerge dalle acque. Le nostre immersioni iniziano sulla punta nord-ovest, caratterizzata da un grande masso corallino bianco posto sopra il reef. Quattro scouts scendono proprio a nord-ovest del masso e già a 90 metri intravedono la struttura di un relitto, evidentemente spezzato in più tronconi e in parte collassato. Capiamo subito che la nave non è integra. In questa immersione Antonello inizia uno dei balletti con gli squali che caratterizzeranno tutte le nostre discese: un bel grigio, a cento metri di profondità, sembra molto interessato a questo pescione mai visto prima (il rebreather di Antonello, a diffe- 63

6 Sui relitti profondi Per il comfort dei sub è stata realizzata una stazione deco per le tappe superficiali che includeva il narghilé a ossigeno puro, anche se il gas non era essenziale ai fini della decompressione. LA STORIA DELLO ZEALOT Uno steamer di fine Ottocento. Lo Zealot è una delle numerose prove che nella scaramanzia dei marinai ci può essere un minimo di verità. La tradizione marinaresca vuole infatti che cambiare il nome a una nave le porti sfortuna. In effetti lo Zealot, lungo 74 metri e con una capacità di carico pari a 1328 tonnellate lorde, iniziò la sua carriera nel 1873 con il nome Helme Park. Era uno splendido spar-decked steamer, cioè una nave a vapore attrezzata con alberi per le vele, simile al più famoso Carnatic, relitto molto frequentato dai subacquei e situato molto più a nord. Era quello, infatti, il periodo di transizione fra la fine dei grandi clipper (i veloci velieri da trasporto) e l affermazione del motore a vapore, che avrebbe completamente soppiantato la navigazione a vela. Un altro evento ha un influenza cruciale sui relitti oggi dispersi in Mar Rosso: l inaugurazione del Canale di Suez, il 17 settembre Grazie al collegamento fra Mediterraneo e Mar Rosso, diventavano molto più brevi le rotte per le Indie e l Oceania. Ma poiché fino ad allora il Mar Rosso non aveva visto un grande traffico di navi, la cartografia era abbastanza approssimata e la conoscenza delle renza dei nostri circuiti aperti, non fa bolle). Il secondo giorno ci dividiamo in due squadre: una scenderà poco più a fondo, sul pedagno posizionato ieri, mentre la nostra forti correnti che scorrono fra i suoi reef semiaffioranti molto limitata. Inoltre, molte di queste barriere coralline si elevano da profondità vicine ai 100 metri, con pareti verticali pericolosissime per le navi che vi urtano contro. Per questi motivi gli anni Settanta e Ottanta del 1800 hanno visto molte splendide navi naufragare nelle profonde acque del Mar Rosso. La Helme Park passò spesso in questo mare, essendo destinata alla rotta per l India. Il 14 ottobre del 1887, con il nome cambiato in Zealot, la nave urtò il reef di Daedalus alle 5.49 di mattina, lanciata a 12 nodi grazie ai 120 hp del suo motore a due cilindri di espansione. Sembra che l incidente sia accaduto perché il neopromosso primo ufficiale, accortosi di un errore commesso, abbia cercato di modificare la rotta con piccole correzioni di timone, onde non rendere necessario svegliare il comandante, che aveva ordinato di chiamarlo se fossero state effettuate variazioni significative di rotta. In questo modo il prezioso carico di balle, casse e oltre 100 tonnellate di ferro (per un valore totale di circa sterline al tempo) andò perduto. Per fortuna non ci furono perdite di vite umane, né fra i due passeggeri né fra i cinquantatré membri dell equipaggio. esplora un area posta 50 metri più a ovest, nascosta da alcuni grandi massi corallini. I risultati sono ottimi. La nostra squadra trova una parte di relitto che va dagli 80 ai 100 metri di profondità. Vediamo anche un troncone di albero, dei carrelli, due ancore ammiragliato sul ponte, sulle cui lamiere si erge una grande bitta di ormeggio. Sembrerebbe proprio un troncone di prua. L altra squadra trova numerose bottiglie, protette da una parte di fiancata di scafo. Inoltre ci sono molti elementi metallici: cavi, barre, tubi. Troppi per essere parte dell attrezzatura della nave. Durante la decompressione in parete vediamo due grandi squali volpe, un grigio e un martello, che, molto incuriosito, ci viene ad annusare. Le condizioni del mare, già proibitive, peggiorano ulteriormente e i gommoni non possono più portarci sul punto di immersione, per cui ci concediamo un giorno di riposo, impegnati a descrivere minuziosamente e disegnare i pezzi di relitto sparsi in profondità. Grazie a questa prima mappatura, possiamo mettere a punto procedure di ricerca più efficaci. Il giorno dopo, sebbene le condizioni meteomarine siano migliorate di poco, decidiamo di andare in acqua lo stesso e affrontiamo onde molto alte. Il pedagno non è più al suo posto ma il masso bianco (ricordatelo se ci andate!) è un ottimo riferimento. Scendiamo in parete e ogni squadra si sposta rapidamente nella zona di sua competenza. Troviamo così l elica e alcuni resti appartenenti alla sala macchine. Uno dei due grandi squali volpe passa superbamente sopra le nostre teste mentre ci avviciniamo alla parete per effettuare la decompressione. Il giorno dopo è dedicato alle riprese di parte di quanto fino a ora individuato. Portare a quelle profondità una camera Sony Beta professionale, nella sua immensa scafandratura in allumino, non è certo un gioco da ragazzi, ma non immaginavamo che la parte più difficile fosse raggiungere il punto d immersione con i gommoni! Anche questa volta, per le con- 64

7 Sui relitti profondi dizioni del mare, si scende al volo e nel blu. Sul fondo le riprese sono perfette e Antonello fa ottimi scatti fotografici. Sui 110 metri di profondità, sotto i resti degli espansori, troviamo due grosse caldaie a vapore. Ci siamo! Ci sono gli alberi e le caldaie: è uno steamer, quindi l epoca è proprio quella giusta. Sebbene la notizia ci galvanizzi il ritorno è mesto: oggi nessuno ha visto uno squalo... che Daedalus ci abbia traditi? Certamente no: appena giunti alla barca veniamo allietati dalla vista di uno splendido Longimanus albimarginatus, lungo poco più di due metri, che da ore (ci dirà Serenella) nuota a pelo d acqua dietro la poppa. Una mezz ora di snorkeling con il nostro amico ci fa amare Daedalus in modo passionale! Il giorno dopo continuiamo le riprese, filmando il troncone più a ovest, mentre un altra squadra identifica sul fondo i resti di numerose casse, dal contenuto incerto. Incontriamo l ormai solito squalo volpe, una tartaruga viene a curiosare fra le decompressive e al ritorno il Longimanus è alla barca. Che volete di più? Un altra giornata di mare mosso ci induce a sospendere le riprese e a scendere per individuare cosa ci sia nelle casse. Purtroppo è difficile capirlo. Gran parte del legno è scomparso e restano solo l armatura esterna in ferro e le concrezioni. Il solito volpe ci accompagna in decompressione. Sicuramente le dimensioni del relitto e il tipo di ritrovamento fanno pensare a una nave da carico. Il mare, che continua a essere nervoso, ci consiglia di fare un altro giorno di sosta. Abbiamo così modo di scambiare due chiacchiere con la guida di una barca giunta a Daedalus per immersioni ricreative. Per nostra fortuna la guida, neozelandese, è un appassionato subacqueo tecnico, che lavora spesso con i migliori team inglesi di ricerca ed esplorazione di relitti. Uno scambio di opinioni con lui ci offre la possibilità di confermare che il relitto esplorato è lo Zealot, sul quale pochi mesi prima sono già scesi anche loro, ma con i rebreather. D.W.E.L.L.E.R. ALL EUDISHOW Un esauriente resoconto di questo primo esperimento del programma Dweller, con la presentazione in anteprima delle immagini video di Pippo Cappellano e di una serie di diapositive di Antonello Paone e Maria Pia Pezzali, sarà presentato all Eudishow, sala rossa, alle ore 15 di sabato 12 marzo. Nei giorni seguenti il vento si placa e si sposta verso sud-est. La visibilità in acqua migliora e ne approfittiamo per documentare l insieme dei vari tronconi, partendo dai rottami sparsi, che sono in pratica costituiti quasi completamente da tubi. Ormai possiamo disegnare una mappa completa dell insieme del relitto. La cosa che più stupisce è la quantità di oggetti rinvenibile sul fondo, prova evidente del fatto che fino a oggi si sono immersi solo due team di subacquei. L ultimo giorno, oltre alla documentazione, ci occupiamo del recupero dei nostri pedagni. Purtroppo dobbiamo ripartire. Daedalus ci saluta ancora una volta con uno squalo grigio e il solito volpe! Conclusioni Questo primo esperimento del programma Dweller di Pss Technical Training ha dimostrato come condurre una seria ed esauriente ricerca e documentazione di relitti molto profondi in Mar Rosso non sia né un azzardo né impossibile. Al contrario è una reale e concreta possibilità cui tutti i subacquei tecnici, purché dotati di una buona preparazione di base e della dovuta esperienza, possono partecipare, grazie alla crescita delle risorse disponibili localmente. In poche parole anche per i subacquei tecnici ricreativi, che si immergono per proprio piacere, è iniziata l era dell esplorazione dei relitti profondi delle calde acque del Mar Rosso. Il programma Dweller è stato concepito proprio per dare un cordiale benvenuti a tutti coloro che decideranno di esplorare le calde acque dell ancora vergine fascia profonda di questo sorprendente mare

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite della curva di sicurezza. Nel numero scorso abbiamo

Dettagli

Flavio Turchet Cell. +39 335 70 61 395 Email: flavio.turchet@libero.it Web: www.flavioturchet.com

Flavio Turchet Cell. +39 335 70 61 395 Email: flavio.turchet@libero.it Web: www.flavioturchet.com 1 Questo corso è pensato per assimilare i principi di base per immergersi con lo Scooter o DPV (Diver Propulsion Vehicle). Vengono prese in esame le abilità critiche necessarie nel momento i cui si utilizza

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE.

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. Storia della Navigazione sui Laghi Maggiore, Garda e Como IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. La produzione di energia attraverso l'uso del vapore, fu

Dettagli

Acustica con una Bic e uno smartphone

Acustica con una Bic e uno smartphone 1 Acustica con una Bic e uno smartphone L. Galante #, 1, A. M. Lombardi*, 2 # LSS G. Bruno, Torino, Italy. * ITCS Primo Levi, Bollate (MI), Italy. Abstract. A smartphone, with its integrated sensors and

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw Serie BRIO Approfittate dei vantaggi BALMA Fin dal 1950, BALMA offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e hobbistico

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo A prima vista: Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie Minimo utilizzo di metallo Generatore ad induzione da 3,5 kw per un riscaldamento estremamente veloce e per raggiungere alte temperature

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB

Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB La nostra tecnologia. Il vostro successo. Pompe n Valvole n Service Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB 02 Introduzione Rapidi, affidabili e competenti da oltre 140

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE PER EROGATORI DOC/0258/ITA ISSUE 1

MANUALE D USO E MANUTENZIONE PER EROGATORI DOC/0258/ITA ISSUE 1 DOC/0258/ITA ISSUE 1 Copyright Questo manuale è coperto da copyright, tutti i diritti sono riservati. Ne è vietata la riproduzione, la copiatura, la traduzione o la riduzione a formato elettronico, sia

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

Brochure La verità sull inchiostro

Brochure La verità sull inchiostro Brochure La verità sull inchiostro Sommario Fai clic sui collegamenti per vederne i paragrafi 1 mito: Le cartucce non originali HP sono affidabili tanto quanto le cartucce originali HP. 2 mito: La resa

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

SICUREZZA D IMPIEGO. Linee guida per l uso di Galileo. Italiano

SICUREZZA D IMPIEGO. Linee guida per l uso di Galileo. Italiano Italiano SICUREZZA D IMPIEGO Prima di utilizzare Galileo leggere con attenzione il contenuto dell intero manuale. L immersione subacquea presenta alcuni rischi. Anche seguendo attentamente le istruzioni

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Servizio stampa di Air France - Ottobre 2009 - http://corporate.airfrance.com A BORDO : IL COMFORT INNANZITUTTO IN AEROPORTO : TRATTAMENTO

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario Esercizi lezioni 00_05 Pag.1 Esercizi relativi alle lezioni dalla 0 alla 5. 1. Qual è il fattore di conversione da miglia a chilometri? 2. Un tempo si correva in Italia una famosa gara automobilistica:

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Working Process ai vertici della tecnologia

Working Process ai vertici della tecnologia ING.qxd 29-04-2013 15:54 Pagina 24 Working Process ai vertici della tecnologia Un produttore italiano porta ai massimi livelli la tecnologia della lavorazione del serramento. Working Process ci ha abituati

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA CENNI DI RICERCA OPERATIVA ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 La ricerca operativa 2 1.1 Introduzione......................................... 2 1.2 Le fasi della ricerca operativa...............................

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli