Cipro, l isola della discordia, ultimo muro d Europa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cipro, l isola della discordia, ultimo muro d Europa"

Transcript

1 Ars amandi Cipro, l isola della discordia, ultimo muro d Europa I viaggi sono come gli artisti, nascono e non si possono creare. Le circostanze che contribuiscono a metterli in essere sono migliaia, e ben poche sono quelle cercate consapevolmente o prodotte dalla volontà, per quanto si possa immaginare il contrario. I viaggi sbocciano spontaneamente dalle esigenze della nostra natura e i più belli non ci conducono solamente più lontano nello spazio, ma anche dentro noi stessi. Il viaggio può trasformarsi nella forma più appagante di introspezione Sono pensieri che appartengono a una Venezia all alba, vista dal ponte della nave che mi deve portare a Cipro attraverso le isole; una Venezia che freme in mille riflessi d acqua, fresca come una gelatina. Come se un grande maestro, impazzito, avesse scagliato l intera scatola dei colori contro il cielo per assordare l occhio interiore del mondo. Lawrence Durrell, poeta britannico, Gli amari limoni di Cipro

2 Il mare Un immenso gigante Che dorme Tutti i sonni dei pesci Avvolto in coperte di spuma Su letti di baldacchini e coralli Tra balaustre di scogli e conchiglie silenti; Questo mare Così luminoso e caldo Così accogliente e terso - Sereno - Da mozzare il fiato Anche al più distratto Visitatore cieco. Cristina Vascon, Il mare di Cipro a cura di Cristina Vascon & Marialuce Baretella Foto Vascon/Baretella L unica cattedrale gotica sfoggiando le sue corna sgraziate di minareti brillava fragile nella luce che svaniva, ambra di alveare contro l occhio di pavone del mare. Era il posto ideale in cui riflettere sulla vanità delle cose umane. Mi piaceva camminare per i passaggi erbosi con gli amici o i compagni di lavoro, assaporando il silenzio che si dilata nell intervallo lasciato tra due frasi pronunciate in mezzo alle rovine del tempo; con la consapevolezza che un giorno la nostra storia avrebbe raggiunto e conosciuto la propria, per entrare nella grande confluenza di correnti che si incontrano per l eternità, nel punto in cui il presente si unisce al passato in un abbraccio di morte. Lawrence Durrell, poeta britannico, Gli amari limoni di Cipro 1957 "Avrei potuto intitolare questo capitolo "L isola della discordia", "L ultimo muro d Europa", espressione tanto cara alla retorica giornalistica scrive Marta Ottaviani in "Mille e una Turchia". Invece ho scelto, appositamente, la parola "dolore", perché fra tutti i luoghi che ho visitato in questo lungo viaggio attraverso il Paese, Cipro è la storia che ha più bisogno di essere raccontata, e non solo perché al momento è uno degli ostacoli più grossi all ingresso del Paese nell Unione Europea, ma anche perché è una di quelle che si conoscono meno, o peggio ancora male, e che invece ci riguarda da vicino. Come molti sanno, dal 1974, data dell intervento turco, Cipro è divisa in due: la Repubblica di Cipro vera e propria, a maggioranza greca, membro dell Unione Europea e riconosciuta da tutta la comunità internazionale, tranne che dalla Turchia, e la Repubblica turca di Cipro nord, con circa 265mila abitanti, la cui esistenza è riconosciuta solo da Ankara. ( ) Indipendentemente dal giudizio storico che si può dare dell accaduto, adesso una parte dell isola è membro dell Unione Europea, con tutto quello che ne consegue. L altra non è riconosciuta da tutto il resto del mondo. Così se un giovane greco-cipriota vuole andare all estero può farlo con un passaporto europeo. Un turco-cipriota deve passare da uno scalo turco e mostrare un passaporto alternativo. Che poi è quello che si legge sui cartelli al controllo passaporti degli aeroporti della Mezzaluna: i cittadini provenienti dalla Repubblica turca di Cipro Nord che si recano all estero sono pregati di tirare fuori un secondo passaporto, che poi, il più delle volte, è ovviamente quello turco. Chi va a Cipro Nord e poi in Grecia, invece, si fa mettere il timbro dello Stato che non esiste su un foglio a parte, come si fa in Israele, per non avere problemi in caso di eventuale ingresso nello Stato ellenico. Storie di una terra dilaniata, che va a due velocità diverse, ricchi, progrediti e con i finanziamenti europei a Nicosia, poveri, tristi e tagliati fuori a Lefko a. E in entrambi i casi pieni di rancore, soprattutto le nuove generazioni, che pagano colpe non loro e che si vedono, nel caso dei turchi, trattati come figli di un Dio minore rispetto a quelli dell altra parte della barricata. All ombra di quell ultimo muro, che rischia di diventare la più grande sconfitta dell Europa." 50 51

3 Particolare della Moschea di Lala Mustafa Pa a Marialuce con papà Marco a Famagosta Cipro, un frammento staccatosi dalla regione taurica dell Asia Minore. Cipro, l isola della bella Afrodite e del filosofo Zenone di Cizio; l isola in cui il Botticelli non poteva non ambientarvi la sua stupenda Primavera. Cipro, l ospitale; Cipro, l eterna contesa. Eccoci di nuovo in volo con la nostra bimba - Marialuce - che a soli due anni è sempre pronta a partire, dal momento che suo padre, tra le mille cose, si occupa anche di organizzare viaggi. In volo verso Cipro, l isola dalle mille divergenze, dalle mille incongruenze e sfumature; un isola tutta da riscoprire, lentamente, piano, piano, tra presente e passato, tra presente e chissà mai quale enigmatico, suo futuro. Cipro delle contraddizioni tra architettura post moderna, villaggi tribali e rovine storiche testimoni silenziose di un epoca di brillante cultura. Il problema dell ospitale Cipro è sempre stato quello d essere situata in una posizione tale, che nessun grande paese del Mediterraneo orientale ha mai tollerato fosse sottoposta all egemonia o controllo di una potenza rivale. La geografia è, infatti, spesso la prima condizione della storia; e con la sua posizione, le sue miniere, foreste e porti, Cipro ha sempre fornito motivi più che sufficienti ad attirare le brame dei conquistatori. Mentre in Italia le giornate vanno declinando verso toni più smorzati e dolci (il viaggio risale a settembre 2011), e le serate si fanno più fresche, qui a Cipro siamo ancora in piena estate; fiori di oleandri, di gerani, e di mille altre varietà colorate e intense, fanno da cornice a questa calda notte che si distende a forma di infinita e vasta culla. Mille bambini attirano la nostra attenzione in questa zona naturalistica e per eccellenza tranquilla, dove il mare riesce a essere particolarmente caldo e intriso di un azzurra e intensa luce che tutto rigenera; il mare, che degrada lentamente verso il largo, senza il benché minimo, incongruente moto, accarezzando una sabbia rosata che al tramonto s accende di guizzi rosso fuoco e sfumature d argentata cenere; qui dove minuscoli, veloci pesci e bianchi, sinuosi flutti, ornano battigie incoronate di devote preghiere e struggenti canzoni d amore. E se non fosse, che si conosce la storia sofferta di quest isola, tuttavia qui serena, potremmo dire di essere giunti, grazie all atmosfera di ospitalità squisita che ci circonda, in un oasi di pace; il luogo ideale dove viaggiare con i propri figli, dove trascorrere giorni spensierati, lontano dal vicino e rumoroso, inquinato mondo. Su di un isola, zattera solitaria e libera, tutto sembrerebbe accadere in modo più protettivo e silenzioso rispetto alla terraferma, dove i confini si delineano più o meno in forma quasi matematica, e quindi, più facilmente risolvibili, almeno in teoria, una volta ritrovata la formula. Nell isola, al contrario, i confini sono più morbidi, decisamente mobili e frastagliati, guizzano tra poetiche spume e silenziose conchiglie, talvolta incredibilmente procellosi, ma mai autodistruttivi; baluardi in balia delle maree: alte a purificarne i contorni; basse a ridarne forma, respiro e vita. Cipro, che come la bella Afrodite rinasce dalle proprie onde. Cipro dove verrebbe da pensare che ancor oggi, a distanza di secoli, la filosofia di Zenone di Cizio (300 a.c.), trovi qui accoglienti fronde e frutti, oltre che a profonde radici e grossi tronchi. Zenone, padre per eccellenza dello Stoicismo - il cui nome deriva dallo Stoà Pecile o "portico dipinto" dove lo stesso filosofo impartiva le proprie lezioni - non essendo ateniese, ma fenicio di Cipro, non gli era data la possibilità di possedere una propria abitazione dove tra l altro insegnare. Gli stoici sostennero le virtù dell autocontrollo e del distacco dalle cose terrene, portate all estremo nell ideale dell atarassia, come mezzo per raggiungere l integrità morale e intellettuale. Nell ideale stoico è il dominio sulle passioni, ovvero l apatia, che permette allo spirito il raggiungimento della saggezza. Riuscire è un compito individuale e scaturisce dalla capacità del saggio di disfarsi delle idee e dei condizionamenti che la società in cui vive gli ha inculcato. Penso ai numerosi tentativi di riunificazione dell isola tuttora lacerata dalla separazione, e mi sovviene che forse dietro a tanta ospitalità e sorrisi, che da sempre caratterizzano questi popoli miti, si celino ferite che ancora sanguinano profonde, nonostante la tanto agognata atarassia. Famagosta, un gioiello dei Lusignano. Arrivati a Famagosta, dopo aver superato i classici, fatiscenti quartieri di periferia, lasciamo la macchina in un parcheggio, quasi a ridosso della trecentesca Cattedrale di San Nicola l attuale Moschea di Lala Mustafa Pa a - che ci appare in una cornice di stupendi fiori fucsia ed eterei merletti verde-argentati, da cui sbuca, come in un dipinto impressionista, il minareto che le è stato aggiunto per evitarne la distruzione, dopo l invasione ottomana. Camminiamo tranquillamente per le vie di questa città quasi addormentata: una vecchia signora bellissima, alla quale il tempo non ha risparmiato il proprio passaggio, reso ancora più evidente e marcato, in un reticolo di rughe profonde e malinconiche occhiaie, dall incuria dell uomo e dalle vicende bellicose che l hanno negli anni sfigurata, trasformandola in una nobile e decaduta, pensierosa città, riservata e fiacca. Eppure una visita a Famagosta, non poteva non rientrare tra le nostre mete; il fascino languido e malinconico della sua bellezza e sontuosità ormai perduta, non si lascia dimenticare tanto facilmente. Tutta la zona est di Cipro gravita intorno a Famagosta. L immagine attuale della città fortificata, perla del Levante durante il regno dei Lusignano, ed estremo avamposto della cristianità dopo la fine delle crociate, è strettamente legata al suo passato. L ampia Baia di Famagosta e la vasta pianura della Mesarya (Masaoira) furono colonizzate da diverse città, delle quali restano tre rilevanti testimonianze: la città di Enkomi (Alasia), le cui origini vengono fatte risalire al XVII sec. a.c., ma che fu particolarmente fiorente nell età del bronzo, le tombe micenee del IX sec. a.c., che attestano l esistenza della fiorente cultura descritta nell Iliade e il famoso regno di Salamina, che prosperò nel corso del VI sec. a.c. La città di Famagusta come continuano a chiamarla i turchi-ciprioti - fu fondata dall egiziano Tolomeo Filadelfo, nel III secolo a.c., e ricevette il nome greco di Ammohostos, che significa "sepolto nella sabbia". Per molto tempo essa svolse un ruolo di secondo piano rispetto alla città-stato di Salamina, situata poco più a Nord. Fu alla fine del XIII sec. che Famagosta divenne il principale centro dei trasporti della regione e di lì a poco si trasformò in una delle città più ricche e prospere del Mediterraneo orientale. Il commercio dell Europa con l Oriente passava di qui e i profitti ricavati con le spezie, la seta, i metalli e le pietre preziose riempirono i forzieri della città al punto che i commercianti locali si ritrovarono con un tenore di vita a dir poco elevatissimo. "Non oso parlare delle loro pietre preziose e dei meravigliosi tessuti e altre ricchezze" scriveva un visitatore "perché si tratta di qualcosa mai visto prima e incredibile." Famosa per il suo stile di vita lussuoso e i gioielli più sfarzosi di tutte le corti d Europa, la città suscitò l invidia dei visitatori stranieri e la riprovazione dei puritani che criticavano i costumi spesso dissoluti dei suoi abitanti. Si dice che per ovviare a questi severi giudizi in città furono costruite numerose chiese: una per ogni giorno dell anno. Il poeta James Elroy Flecker ( ) preferì coglierne l immagine più romantica: "Ho visto vecchie navi veleggiare come cigni addormentati/oltre quel paese che gli uomi

4 ni chiamano ancora Tiro,/Per Famagosta e il sole celato/che circonda l oscura Cipro con un mare di fuoco". Scorci di Famagosta Sotto il dominio ottomano, la città cadde in totale rovina. Da allora gli antichi edifici non furono mai più restaurati, e chi oggi passeggia per le sue strade, o la osserva dall alto della torre di Otello, potrebbe avere la sensazione di trovarsi in una città di epoca gotica devastata dalla guerra o più semplicemente terremotata. Il profilo delle chiese gotiche in rovina si staglia contro il cielo, mentre le case basse e le viuzze tortuose destano un impressione talvolta di fatiscenza, in quella che fu, un tempo, la città più potente e ricca dell isola. L imponenza e l estensione della cinta muraria di Famagosta, ne mettono in evidenza le considerevoli dimensioni della città vecchia. Colin Thubron, autore del documentario Journey into Cyprus, contemplava meditabondo queste mura paragonandole a quelle di Gerusalemme e di Instanbul. Le proporzioni della cinta 15 metri di altezza e fino a 8 di spessore sono davvero maestose. Costruite all inizio del XVI sec. dai veneziani, le mura proteggono la città abbracciandone l intero perimetro, ma nonostante l aspetto così imponente e massiccio esse non poterono impedirne la conquista da parte degli ottomani; per lo meno ne risparmiarono la distruzione toccata ad altre città. I turchi posero l assedio a Famagosta nel 1570 con un esercito che, a quanto pare, contava soldati, contro gli appena veneziani a difesa delle mura. Dopo dieci mesi di assedio durante i quali si stima siano stati sparati oltre proiettili di cannone contro le mura della città - i turchi non erano ancora riusciti a superare i chilometri di mura difensive, nonostante avessero già perso uomini nei vari tentativi di scoprire un punto vulnerabile in quella possente fortificazione. La mancanza di viveri e il logoramento della modesta guarnigione riuscirono, però, a fare ciò che gli attacchi diretti non erano stati in grado di ottenere e costrinsero i veneziani, guidati dal valoroso Marco Antonio Bragadin, ad arrendersi, il 1 agosto del 1571, alle forze ottomane guidate da Lala Mustafa Pa a. Data la presenza di numerose postazioni militari, non è concesso compiere l intero percorso lungo le mura, ma è comunque possibile farsi un idea abbastanza precisa della loro configurazione dal Bastione 54 55

5 Particolare delle mura veneziane di Famagosta CONTRADDIZIONI ARCHITETTONICHE di Ravelin (Rivettina), situato all estremità meridionale, nei pressi della Porta di Terra. Alcuni dei combattimenti più aspri dell assedio ottomano di Famagosta del ebbero luogo proprio intorno a questo bastione, dove i turchi riuscirono ad aprire la prima breccia nelle fortificazioni veneziane. All estremità sud-orientale sorge, invece, il Bastione di Canbulat, dove, durante l assedio, trovò la morte un eroe turco, il generale Canbulat Bey, dopo essersi lanciato con il proprio cavallo contro una micidiale struttura difensiva, costituita da una ruota dotata di punte acuminate. L eroe sacrificò la propria vita, ma distrusse la ruota e così facendo accelerò la caduta della città; è in questo angolo delle mura che ha attualmente sede il Museo Canbulat. Alla fine i turchi ebbero la meglio, ma i conquistatori e il bastione furono fatti saltare in aria dai veneziani. Passeggiando intorno alle fortificazioni si possono notare strutture sulle quali neanche quei dieci mesi di assedio riuscirono a lasciare segni profondi. La Cittadella e il porto La Cittadella di Famagosta nacque come estensione della cinta muraria sul lato nordorientale, rivolto verso il mare. È anche conosciuta come la torre di Otello, anzi, è di fatto chiamata la torre di Otello, in quanto questo nome ha un richiamo turistico maggiore di "Cittadella". Il nesso che la lega all Otello di Shakespeare è puramente una congettura, anche se nell opera si parla di un "porto di Cipro" e di "Cipro, la cittadella". È stata anche suggerita l ipotesi che il "valoroso Moro" a servizio della Serenissima Repubblica di Venezia potesse essere Cristoforo Moro - luogotenente-governatore di Cipro nel sec. XVI - oppure Francesco de Sessa, un mercenario italiano, vissuto a Cipro in epoca successiva, e soprannominato "il Moro". Scriveva Shakespeare nei suoi versi: " Quando consideriamo/l importanza di Cipro per i Turchi /Non dobbiamo pensare che i Turchi siano così inesperti/da lasciare per ultima la cosa che interessa loro per prima". La torre fu edificata all epoca dei Lusignano, allo scopo di proteggere il porto e la Porta del Mare, quando le minacce principali provenivano dalle frecce e dai massi scagliati con le catapulte. Ai tempi dei veneziani, però, l artiglieria richiedeva mura più solide e imponenti opere di rinforzo; nel 1492 ne furono rafforzate le difese, trasformandole in una vera e propria roccaforte, come era già stato fatto con il castello di Kyrenia. Sopra il grandioso ingresso della cittadella campeggia il Leone di Venezia, che reca un iscrizione dell architetto Nicolò Foscarini. Lo stesso Leonardo da Vinci, in occasione della sua visita a Cipro nel 1481, sembrereb

6 be aver dato alcuni preziosi suggerimenti in merito alla ristrutturazione della torre. La migliore veduta del porto di Famagosta si ha proprio dall alto della torre di Otello, da dove si può fare un raffronto fra la vita raffigurata nelle vecchie stampe e le attività attuali. Famagosta è collegata via mare con la Turchia, e le sue banchine sono meta di mercantili provenienti da tutto il mondo. La città è tuttavia considerata un porto illegale dai greco-ciprioti, e i capitani delle navi che da Famagosta arrivano a Limassol o Larnaca, nelle Repubblica di Cipro, sono passibili di arresto o detenzione. Moschea di Lala Mustafa Pa a Dopo una lunga passeggiata per le vie di Famagosta, ci sediamo all ombra di un enorme, secolare albero che svetta, come guardia travestita grazie a un abito di verde innocenza, davanti alla sua protetta: la moschea di Lala Mustafa Pa a - il più pregevole esempio di architettura gotica dei Lusignano dell intera Cipro. Costruita tra il 1298 e il 1326 sul modello della cattedrale francese di Reims, supera in bellezza la Chiesa di Agia Sofia di Nicosia Nord - oggi Moschea di Selimiye. L edificio, trasformato dopo l invasione ottomana del 1571 in moschea, è uno dei principali punti di interesse della città vecchia. La cattedrale di Agios Nikolaos - San Nicola - come fu chiamata all epoca della sua costruzione, era la gloria della città nel periodo di maggior fortuna dei Lusignano; l ultimo re della dinastia, Giacomo II, fu sepolto al suo interno insieme al figlio, Giacomo III, morto in tenera età. Durante l assedio della città, la chiesa fu seriamente danneggiata e le due torri gemelle furono distrutte. In seguito gli ottomani, rapiti dalla sua bellezza, decisero di non abbatterla; vi rimossero qualsiasi traccia del culto cristiano, vi aggiunsero un minareto, e la trasformarono nella Moschea di Lala Mustafa Pa a. Particolarmente degna di nota è la facciata occidentale, che si può ammirare in tutto il suo splendore da quando lo spazio di fronte alla moschea è stato chiuso al traffico automobilistico. Tre graziosi portali guardano verso una finestra a sei vetrate, decorata con un rosone. L interno, imbiancato a calce, secondo la consuetudine islamica, conserva le linee agili e svettanti tipiche dell architettura gotica. Dopo esserci riposati e riempiti gli occhi di tanta bellezza, ci avviamo verso la sua "...poi finalmente la merenda!!!" "Prima il bagnetto!!!" 58 59

7 Entrata della Moschea "Che tappetino morbido!!!" entrata, dove sostano in frotta scarpe di tutte le nazionalità e fatture, alle quali si andranno presto ad affiancare anche le nostre, in religioso e rispettoso silenzio. Marialuce, in braccio al papà, si affretta a imitarci slacciandosi i sandaletti e volando via, scalza e leggera, come una farfallina eterea, tra tappetti e gradini, e ampi spazi di quest immensa e slanciata opera. A un certo punto si ferma, ha intercettato uno sgabello abbandonato che fa subito suo. Nel frattempo, uno dei due bambini del custode, si avvicina piano, piano, le sorride e si accoccola silenziosamente ai piedi di una delle colonne presso la quale lei si sta divertendo a giocare. Di rimando lei alza lo sguardo, trasferendolo da lui a me e di nuovo a lui, tutta trepidante e felice; non conosce la sua lingua, ma non si darà per vinta, e troverà presto il modo per avvicinarlo, piano, piano, senza fretta e movimenti bruschi, come se stesse addomesticando la volpe del "Piccolo principe" (l opera più conosciuta di Antoine de Saint-Exupéry). Dopo diversi riti d iniziazione, ecco i due bambini seduti l uno accanto all altro, le mani vicinissime quasi a sfiorarsi: due piccole manine che si trasformeranno in una tenera carezza elargita da Marialuce all altro bambino in attesa; e a tanta vista, che illumina il nostro cuore, rendendolo ancora più luminoso e grande, viene presto da pensare che non vi possa essere modo migliore di unire le proprie mani in grazia e preghiera, come questi due bambini se

8 "Non sembra... ma sto socializzando" Grande albero so che ci sei che mi accompagni Particolari dell'interno della Moschea renamente insieme, nonostante di lingua e religione assai diversa. Selin e Melih Ogni viaggio, se sai coglierlo appieno, ti regala almeno un dono prezioso; io mi reputo una persona fortunata perché di norma riesco a portarne a casa almeno un paio. Sono regali che hanno un valore prezioso, sapendo trasformarsi in parti integranti di noi stessi, modellandoci in forme diverse e più profonde, trasformandoci in persone nuove e si spera migliori. Si tratta di emozioni, colori, profumi, paesaggi, opere d arte, pezzi di storia, poesie, tradizioni, culture e, se sei doppiamente fortunato, anche di un amicizia che ti può aiutare a capire e a credere nell uomo di qualsivoglia nazionalità e provenienza. Oggi Selin e Melih, una bellissima coppia di ragazzi turchi, dall inglese fluente e dal cuore grande, ci accompagnano quasi quotidianamente con i loro racconti, foto, tradizioni e viaggi, sogni e valori, che per nulla si discostano dai nostri. La loro conoscenza la dobbiamo alla nostra piccola bambina, prezioso magnete incontrollabile e raro, che non possiamo che ringraziare per quello che ci sta insegnando, giorno dopo giorno, dall altezza dei suoi due anni; grazie Marialuce per aiutarci nell esercizio del vedere e veramente sentire, del sapere andare oltre, giù, nel profondo pozzo dell animo, dove ogni passo è un viaggio interiore verso l Eterno. ma non riesco a sentire la frescura dei tuoi rami né il dolce bisbigliare delle tue foglie scosse appena dal vento di Ottobre E quindi ti cerco poco Consapevole dei miei fallimenti eppure ti vorrei più di ogni altra cosa ci sono momenti in cui mi sembra inutile parlare con chiunque non sia tu vorrei riuscire a mettere di nuovo la mia testa, la mia spalla nell incavo tra il tuo petto ed il tuo braccio e infilarmi lì e stare lì lì dove sono nato e soprattutto cresciuto lì dove tornerò, questo è certo Prima di allora Dammi il coraggio delle grandi scelte E il sorriso buono che avevi tu Prima di allora Fa che i miei giorni siano pieni di vento e le mie notti piene di vita e che un gabbiano uno solo si affacci ogni tanto a dirmi che sei proprio tu così che possiamo sorriderci. Marco Corbi, "Albero, vento, gabbiano" dalla raccolta Disarmonie

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Traduzione di Marco Zappella Nota dell Editore: Il 22 agosto 1998 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato una Notificazione, qui pubblicata

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare Nell antica Grecia, Socrate era stimato avere una somma conoscenza. Un giorno, un conoscente incontrò il grande filosofo e disse: "Socrate, sapete

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli