CREDITI DOCUMENTARI E GARANZIE BANCARIE INTERNAZIONALI: MANUALE OPERATIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CREDITI DOCUMENTARI E GARANZIE BANCARIE INTERNAZIONALI: MANUALE OPERATIVO"

Transcript

1 Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 17/04/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario aprire il singolo allegato e stamparlo. File PDF creato in data 17/04/2015 Per maggiori informazioni rivolgersi: Servizio Internazionalizzazione Piazza Castello, Vicenza tel fax CREDITI DOCUMENTARI E GARANZIE BANCARIE INTERNAZIONALI: MANUALE OPERATIVO Introduzione Capitolo n. 0. Introduzione Capitolo n. 2. I documenti di trasporto e le responsabilità del trasportatore Capitolo n. 3. I crediti documentari Capitolo n. 4. Crediti documentari: analisi operativa degli articoli delle Norme *1 Capitolo n. 5. Crediti documentari: analisi dei principali documenti in utilizzo*1 Capitolo n. 6. Le garanzie bancarie internazionali e le Stand By Letter of Credit nelle operazioni di export Capitolo n. 7. Esercitazioni sui crediti documentari Introduzione Crediti documentari e garanzie bancarie internazionali: manuale operativo I crediti documentari esistono da quando probabilmente esiste il commercio internazionale. Uno strumento datato, ma sempre di grande attualità ed interesse per le imprese che esportano. Per chi lavora con alcuni mercati, ad esempio quelli del lontano e vicino oriente, il credito documentario spesso rappresenta l unico o principale strumento operativo per la gestione dei pagamenti. Uno strumento che garantisce l esportatore, fornendo una ragionevole certezza dell incasso. In questo stretto legame tra l incasso e l esibizione dei documenti richiesti dal credito, si annidano però anche delle insidie. Chi ha esperienza di crediti documentari ha certamente vissuto anche il problema delle riserve bancarie. Una riserva bancaria significa bloccare l incasso, reintroducendo quegli elementi di incertezza del credito che lo strumento avrebbe invece dovuto eliminare. Da qui l importanza di una conoscenza approfondita dell argomento e delle regole internazionali a cui i crediti documentari sono assoggettati, Le norme ed usi uniformi, periodicamente rivisitate dalla Camera di Commercio Internazionale. La casistica dei pagamenti documentari raggruppa le tradizionali lettere di credito ma anche tutti i più recenti strumenti affermatisi nella prassi bancaria, in particolare le stand by e le garanzie bancarie internazionali; le prime rappresentano un evoluzione del credito documentario mentre le seconde si vanno affermando come strumento alternativo. Vista l importanza ed attualità degli argomenti, ci siamo quindi imposti di elaborare un manuale operativo che possa offrire a tutte le nostre imprese la conoscenza di questi strumenti e delle normative che li governano; attraverso una serie di esercitazioni pratiche l obiettivo principale

2 dell opera è però quello di proporre una traccia su come redigere e preparare i documenti richiesti dal credito, nonché, per quanto riguarda specificatamente le garanzie bancarie internazionali, alcuni modelli adattabili alle principali esigenze operative delle nostre aziende. La guida porta la firma di uno dei nostri consulenti, il dott. Paolo Fusari, la cui attività professionale è specialisticamente dedicata al credito documentario e alla sua gestione. Nel suo background professionale sottolineo la sua partecipazione al Comitato Direttivo Nazionale di Credimpex-Italia, l'associazione che svolge un apprezzata attività di studio del credito documentario, della sua prassi, offrendo indirizzi interpretativi e suggerimenti su come adattare le norme ed usi uniformi che disciplinano l argomento.

3 Capitolo n. 0 Introduzione In questi ultimi decenni il processo di internazionalizzazione che ha coinvolto in modo massiccio le aziende italiane, portandole ad operare in ogni parte del mondo e più propriamente in quelle aree geografiche che, fino a pochi anni prima, erano di quasi esclusiva prerogativa delle aziende più dotate di mezzi finanziari e di una struttura sufficienti ad affrontare mercati così lontani e così diversi, ha parallelamente comportato lo sviluppo, nell ambito dei Pagamenti Internazionali, di quelle forme nelle quali le banche assumono un ruolo essenziale, e, in particolare delle Lettere di Credito*1, delle Stand by Letter of Credit e delle Garanzie Bancarie Internazionali. Il presente volume ha come obiettivo quello di affrontare, con un linguaggio semplice ed immediato, le citate forme di pagamento analizzandone i contenuti normativi*2 e la loro applicazione nei documenti richiesti in utilizzo*3, proseguendo poi attraverso lo studio di casi pratici e lo sviluppo di percorsi operativi rivolti principalmente all operatore aziendale quotidianamente coinvolto in problematiche del tutto diverse fra di loro e quindi non necessariamente uno specialista degli argomenti trattati in questo volume. Saranno, pertanto, volutamente tralasciate le espressioni tipicamente bancarie, per lasciare spazio alle ragioni della pratica a discapito, talora, di una trattazione scrupolosamente tecnica. L ottica esclusiva di riferimento sarà quella del venditore / esportatore*4. Breve spazio, nella prima parte dell opera, sarà dedicato agli Incoterms 2000, l insieme delle regole ufficiali emanate dalla Camera di Commercio Internazionale di Parigi relativamente ai termini di resa della merce, nonché ai documenti di trasporto internazionali*5 e alle responsabilità dello spedizioniere e del vettore, in quanto convinti che tali argomenti siano strettamente collegati alle forme di pagamento trattate in questo lavoro. 1 In questo volume useremo i termini Lettere di Credito, Tradizionali Lettere di Credito, Letter of Credit, L/C, Credito Documentario, Credito come sinonimi. 2 Particolarmente rilevanti per le Lettere di Credito e per le Stand by Letter of Credit. 3 L espressione qui usata documenti richiesti in utilizzo, che verrà analizzata ed approfondita più avanti, sta a significare i documenti che sono richiesti dalla banca emittente una L/C a fronte del proprio impegno di pagamento. 4 In questo contesto, per semplicità, non differenzieremo le cessione Intra da quelle Extra Cee utilizzando impropriamente per entrambe le operazioni il termine esportatore. 5 Il C.M.R., documento di trasporto via terra, l Air Way Bill, documento di trasporto via aerea e la Bill of Lading. documento di trasporto via mare. Sarà invece tralasciato il trasporto ferroviario e la relativa documentazione in quanto di scarsa rilevanza nelle operazioni internazionali.

4 Capitolo n. 2 I documenti di trasporto e le responsabilità del trasportatore Prima di iniziare a parlare dei diversi documenti di trasporto vorremmo soffermarci a definire bene la figura del vettore e dello spedizioniere*1. Il vettore è colui il quale si occupa direttamente del trasporto delle cose dal luogo di presa in carico al luogo di destinazione previsti attraverso l utilizzo di mezzi propri *2 e si assume le relative responsabilità sia per quanto riguarda il trasporto vero e proprio che per quanto riguarda la custodia della merce durante tutto il tragitto. Lo spedizioniere è colui il quale si occupa di organizzare il trasporto della merce senza avere i mezzi, ma incaricando uno o più vettori per l effettuazione del servizio. Normalmente è anche colui il quale si occupa affinché la documentazione inerente al trasporto sia redatta correttamente al fine di non impedire o ritardare l esecuzione dello stesso. La responsabilità dello spedizioniere è quindi limitata al fatto di eseguire correttamente le istruzioni impartitegli dal mittente (normalmente il far arrivare ad una certa destinazione la merce) essendo libero di scegliere, con la diligenza del buon padre di famiglia, il vettore o i vettori che si occuperanno fisicamente del trasporto della merce. Il documento di trasporto C.M.R.*3 Introduzione È il più importante e conosciuto documento di trasporto via camion e non è un documento rappresentativo della merce*4. Normalmente viene emesso dal vettore (carrier) molto più raramente dall agente del vettore (agent of carrier) che si deve qualificare come tale e svolge, principalmente, le seguenti funzioni: 1) Funge da contratto di trasporto e/o comprova che, fra le parti, è stato stipulato il contratto di trasporto, riportando le condizioni definite; 2) Funge da ricevuta di presa in carico della merce da parte dello stesso vettore; 3) Determina la Convenzione Internazionale a cui è sottoposto il trasporto *5. Modalità di compilazione Per quanto riguarda la compilazione, il C.M.R. è formato da 24 campi, di cui i primi 15 e il 19, 21, 22 sono sotto la responsabilità del mittente, i restanti del vettore. Solitamente il C.M.R. viene compilato dallo stesso mittente o a mano o con macchina dattiloscritta e viene timbrato e firmato negli appositi campi, il 22 (il mittente) e il 23 (il vettore). Particolare menzione merita la compilazione dei campi relativi alla descrizione della merce, descrizione che dovrebbe essere sintetica ma precisa, indicando altresì il numero e il tipo di collo, e il campo riservato alla resa, il 14, il quale dovrebbe riportare una condizione fra quelle previste dagli Incoterms *6; infine il campo 18 Riserve ed osservazioni del vettore dovrebbe essere compilato solo nel caso in cui esistano delle riserve pertinenti e comprovate da condizioni oggettive sullo stato difettoso della merce e/o dell imballo: nel qual caso il vettore potrebbe essere esonerato dai danni sulla merce riscontrati a destino dal ricevitore, scaricando la responsabilità sul mittente. Infine va ricordato che soltanto la prima copia la copy for sender, quella di colore rosso, deve essere trattenuta dal mittente (eventualmente con la copia contrassegnata - ad uso amministrativo interno -), salvo condizioni particolari non richiedano diversamente. Le principali responsabilit à delle parti nella Convenzione di Ginevra del 1956 *7 Andando ad analizzare i principali elementi della Convenzione menzionata evidenziamo quanto segue: - se, su parte o su più parti del percorso, il camion, su cui si trovano le merci, viene trasportato per via mare, ferrovia, vie navigabili interne o, ipotesi remota visti i costi, per via aerea, ma la merce rimane sul mezzo senza essere scaricata, tutto il trasporto è considerato terrestre e per tutta la sua lunghezza e durata si applica la Convenzione; - il vettore ha l obbligo di verificare: a - l esattezza delle indicazioni riportate nel CMR relative al numero dei colli, dei contrassegni e dei numeri; b - lo stato apparente della merce e del suo imballo *8. Nel caso in cui il vettore riscontri delle anomalie ha l obbligo di evidenziare nel documento CMR le sue

5 riserve motivate; nel caso in cui la lettera di vettura non contenga riserve si presume che quanto riportato nella stessa sia conforme, almeno per quanto riguarda l aspetto esterno, a quanto è stato caricato. Responsabilità del mittente e del vettore Particolare attenzione il mittente deve prestare alla conformità dell imballaggio, in quanto esso è responsabile, nei confronti del vettore, dei danni alle persone, al materiale o alle altre merci, come pure delle spese causate dall'imperfezione, dell imballaggio, a meno che, essendo tale imperfezione apparente o nota al vettore al momento del ricevimento della merce, lo stesso vettore non abbia fatto riserve a riguardo. Il vettore è responsabile della perdita totale o parziale dal momento in cui riceve la merce fino al momento in cui la consegna al destinatario salvo che non provi la sua estraneità alla perdita *9. Il vettore è responsabile della ritardata consegna della merce al destinatario se il ritardo supera i trenta giorni dalla data prevista per la consegna della merce o se questa data non è stata concordata entro sessanta giorni dal ricevimento della merce da parte del vettore *10. Nel caso di perdita attribuibile al vettore, esso è tenuto al pagamento di un valore che, in caso di applicazione della legge 450 del 1985, quando il sinistro si sia verificato nel territorio nazionale, non supera i 6,20 Euro al chilogrammo, salvo la più limitativa applicazione delle tariffe a forcella. Possono essere reclamate indennità maggiori qualora sia stato dichiarato il valore della merce nel CMR, nel qual caso il vettore provvederà ad un assicurazione particolare sulla merce facendo pagare un supplemento al mittente. Responsabilità del destinatario Per quanto riguarda i reclami sulla merce, il destinatario deve comunicare le riserve al vettore al momento della consegna, quando le riserve o le perdite siano apparenti; ove si tratti di riserve o perdite non apparenti il destinatario ha tempo sette giorni, domenica e giorni festivi non compresi, dalla data di ricevimento della merce. Nel caso di ritardata consegna (vedasi anche nota no. 10) il destinatario ha tempo 21 giorni dal momento in cui la merce è a sua disposizione per chiedere l indennità. Le azioni referenti alla Convenzione si prescrivono in un anno ad eccezione del caso di dolo, per il quale la prescrizione è di tre anni. Il reclamo scritto sospende la prescrizione fino a quando il vettore non lo respinge per iscritto. Va infine ricordato che sono nulli i patti contrari alla Convenzione, ma la nullità di tali patti non comporta la nullità delle altre disposizioni del contratto. Il documento di trasporto Air Way Bill *11 Introduzione È il documento di trasporto via aerea e non è un documento rappresentativo della merce (vedi precedente nota). Normalmente viene emesso da un agente (per lo più appartenente all International Air Transport Association - IATA -) della Compagnia Aerea, la quale funge da vettore, e svolge, principalmente, le seguenti funzioni: 1) Funge da contratto di trasporto e/o comprova che, fra le parti, è stato stipulato il contratto di trasporto, riportando le condizioni definite e le istruzioni dello speditore al vettore; 2) Funge da ricevuta di presa in carico della merce da parte dello stesso emittente; 3) Funge da fattura per il pagamento del corrispettivo del trasporto nel caso in cui venga inserito l ammontare del nolo; 4) Funge da documento doganale poiché la copia della AWB deve essere presentata alle autorità doganali al momento delle relative formalità. Modalità di compilazione Premesso che la AWB è composta da 3 originali*12 e 6 copie, esso è suddiviso in diversi campi che vengono compilati dallo stesso emittente*13. Gli elementi essenziali da riportare sono: Il mittente (denominazione ed indirizzo completo) Il Consignee - all ordine di chi è emesso il documento La notify party (la parte a cui deve essere avvisato l arrivo della merce all aeroporto di destinazione) L agente del vettore L aeroporto di partenza Aeroporto di destinazione I colli e i pesi (quello effettivo e quello tassabile) La descrizione merce, la resa e se il nolo è prepagato o pagato a destinazione Il timbro e la firma dello shipper o del suo agente

6 Il timbro e la firma dell agente del carrier con la denominazione del carrier stesso. Le principali responsabilit à delle parti nella Convenzione di Varsavia I principali elementi della Convenzione che regola il trasporto aereo sono: Le responsabilità del mittente Valgono, nella sostanza, le responsabilità già evidenziate per il trasporto terrestre. Le responsabilità del vettore il vettore è responsabile del trasporto dal punto di presa in carico fino all aeroporto di destino; la responsabilità del vettore è limitata da un massimo di risarcimento pari a Usd 20 per chilogrammo di peso salvo che non sia dichiarato nel fronte del documento un valore diverso, nel qual caso il vettore dovendo rispondere per il valore riportato, che ovviamente è normalmente maggiore di Usd. 20 per chilogrammo, richiederà il pagamento di un sovrapprezzo al mittente, per coprire questo rischio supplementare; il vettore deve poi informare con tempestività il destinatario dell arrivo della merce. Le responsabilità del destinatario Nel caso in cui il destinatario debba lamentare qualcosa sulla merce consegnata deve notificare quanto prima al vettore le sue rimostranze. In particolare: qualora si tratti di danni sulla merce ha un limite massimo di 14 giorni dalla data di ricevimento della merce; qualora si tratti di ritardi nella consegna il limite si estende ai 21 giorni; qualora si tratti di mancata consegna il limite è fissato a 120 giorni dalla data di emissione del Air Way Bill. È infine importante precisare che le responsabilità fanno capo al vettore (cioè normalmente la compagnia aerea) e non allo spedizioniere, il quale è responsabile entro i limiti previsti dall art e succ. (v. nota). Il documento di trasporto Bill of Lading *14 Introduzione È il documento di trasporto via mare ed è documento rappresentativo della merce (vedi precedente nota 4). È un titolo di credito che può essere emesso: all ordine o nominativo ed è astratto (Come ad esempio la cambiale) nel senso che non si possono opporre eccezioni relative al rapporto sottostante (ad esempio il carrier non può rifiutarsi di consegnare la merce rappresentata dalla polizza se creditori o aventi diritto dovessero in qualche modo addurre motivazioni relative al contratto di compravendita, volte ad impedirgli la consegna); ed è causale poiché sottintende l obbligazione da parte del carrier di riconsegnare la merce a destino al legittimo portatore dell originale. Le polizze di carico possono essere shipped on board o received for shipment. Nel primo caso costituiscono la ricevuta delle merci che il vettore marittimo rilascia al caricatore (lo Shipper ) dopo che le merci sono state, non solo ritirate dallo stesso caricatore, ma anche caricate a bordo e partite effettivamente dal porto di partenza e sulla nave menzionata nel documento; nel secondo caso, invece, costituiscono solo la semplice ricevuta della consegna della merce, rilasciata allo shipper, da parte del vettore marittimo. Modalità di compilazione Premesso che la Bill of Lading è, normalmente ma non esclusivamente, emessa in 3 originali e le relative copie non negoziabili, essa è suddivisa in diversi campi che devono essere compilati dallo stesso emittente. Gli elementi essenziali da riportare sono: Il mittente (denominazione ed indirizzo completo) Il Consignee - all ordine di chi è emesso il documento La notify party (la parte a cui deve essere avvisato l arrivo della merce al porto di destinazione) Il vettore e/o il suo agente Il porto di partenza Il porto di destinazione I colli e i pesi

7 La descrizione merce, la resa e se il nolo è prepagato o pagato a destinazione Il timbro e la firma del carrier con la denominazione del carrier stesso e/o del suo agente (anche in questo caso con la denominazione dell agente stesso). Le principali responsabilit à delle parti nella Convenzione di Bruxelles Responsabilità del mittente Valgono, nella sostanza, le responsabilità già evidenziate per il trasporto terrestre ed aereo. Responsabilità del vettore il vettore è responsabile del trasporto dal punto di presa in carico fino al porto di destino; la responsabilità del vettore è limitata da un massimo di risarcimento pari a Usd 500 per collo o per unità di carico * 15, salvo, anche in questo caso, che non sia dichiarato nel fronte del documento un valore diverso, nel qual caso il vettore dovendo rispondere per il valore riportato, che ovviamente è normalmente maggiore della somma a cui sarebbe tenuto a risarcire, richiederà il pagamento di un sovrapprezzo al mittente, per coprire questo rischio supplementare; il vettore deve poi informare con tempestività il destinatario dell arrivo della merce. Responsabilità del destinatario Anche in questo caso il destinatario ha l obbligo di notificare quanto prima16 eventuali danni sulla merce pervenutagli. Per quanto riguarda infine eventuali ritardi nella consegna della merce al destinatario, di fatto, il vettore difficilmente sarà tenuto a rispondere di tali ritardi: superati comunque i 90 (novanta) giorni dalla data prevista di arrivo della merce, la stessa si intenderà persa e di conseguenza il vettore sarà tenuto al risarcimento entro sempre i limiti previsti dalla Convenzione*17. 1 Regolati rispettivamente il vettore dall art e succ. lo spedizioniere dall art e succ. del Cod. Civ. 2 Esiste anche la figura del vettore contrattuale molto diffusa nel trasporto marittimo la quale prevede che lo spedizioniere si accolli, nei confronti del mittente e del destinatario, le obbligazioni tipiche del vettore senza possedere i mezzi (le navi) per il trasporto delle merci. Vedremo più avanti da quali esigenze pratico operative nasce questa figura. 3 Abbreviazione di Convention Marchandises Routiére. Il questo ambito lo chiameremo anche lettera di vettura. 4 Art del Cod. Civ. I titoli rappresentativi di merci attribuiscono al possessore il diritto alla consegna delle merci che sono in essi specificate, il possesso delle medesime e il potere di disporne mediante trasferimento del titolo (1684, 1691, 1791, 1793). 5 Nel caso specifico la Convenzione di Ginevra del Meglio se l ultima edizione Incoterms Le principali parti sono il mittente, il vettore e il destinatario. 8 Attenzione: il vettore può controllare solo se la merce è all apparenza conforme e se l imballo è integro. Egli non deve e non può far aprire colli, ispezionare la merce o quant altro, ma ha solo l obbligo di accertarsi che quanto caricato sia idoneo al trasporto da effettuarsi. Normalmente il vettore si limita a fare osservazioni solo nel caso di imballo rovinato o non adeguato al trasporto. Nell ipotesi remota in cui il mittente esiga che il vettore verifichi il contenuto dei colli, quando questa operazione sia possibile, il vettore stesso deve provvedere in tal senso avendo il diritto di farsi compensare per la prestazione accessoria richiestagli. Il ogni caso il risultato delle verifiche deve essere riportato nel CMR. 9 Pensiamo ai casi in cui è il mittente o il destinatario che si occupano del caricamento/scaricamento della merce o nel caso in cui i contrassegni o i numeri non siano corretti o siano mancanti e questo comporti lo smarrimento della merce o la consegna ad un destinatario diverso. 10 Si noti come i termini previsti dalla Convenzione permettano al vettore, di fatto, di non essere mai chiamato a rispondere per la ritardata consegna: infatti i trenta o, molto più spesso i sessanta giorni (infatti molto raramente il vettore si impegna a consegnare la merce entro una certa data) sono assolutamente sufficienti per il trasportatore a far avere la merce al destinatario. 11 Il trasporto aereo è, normalmente, regolato dalla Convenzione di Varsavia del 12 Ottobre 1929, emendata il 28 Settembre L originale no. 3 va consegnato al mittente, l originale no. 2 accompagna la merce fino a destino, l originale no. 1 è la copia contabile per l emittente. 13 Ad eccezione del campo contrassegnato da Signature of shipper or his agent che può essere compilato dal mittente (lo shipper appunto) o dallo stesso agente del vettore, nel qual caso si denominerà agente del mittente. 14 Il trasporto marittimo è normalmente regolato dalla Convenzione di Bruxelles del 25 Agosto 1924 e successivi protocolli. 15 Sulla base di una delle tante eccezioni concesse al vettore che limitano la sua responsabilità. 16 Se si tratta di danni apparenti immediatamente; per gli altri danni entro 7 (sette) giorni dalla data in cui il destinatario ha provveduto a ritirare la merce. 17 Pensiamo ai risvolti commerciali, per il venditore nei confronti del compratore, di tale prolungato ritardo! Tale fenomeno, amplificato negli ultimi anni anche come conseguenza dell utilizzo di servizi sempre più a buon mercato, ma sempre più scadenti, rischia di compromettere rapporti commerciali consolidati. Consigliamo di richiedere sempre allo spedizioniere, quando quota un trasporto marittimo, di specificare la Compagnia Marittima che effettuerà il trasporto e il transit time previsto al fine di confrontare l offerta non solo dal punto di vista del costo, ma anche dal punto di vista della qualità del servizio offerto.

8 Capitolo n. 3 I crediti documentari Introduzione A- I CONCETTI BASILARI SOTTOSTANTI ALLE LETTERE DI CREDITO Come nasce una lettera di credito export : Alla fine di una trattativa commerciale, una volta definite tutte le condizioni di vendita nel contratto di fornitura, e quindi anche la modalità di pagamento, normalmente l esportatore prepara la fattura proforma*1 che non è altro, da un lato che la sintesi di quanto definito in sede di trattativa commerciale, dall altro una simulazione, soprattutto per quanto riguarda alcuni elementi, di come sarà la fattura commerciale definitiva. Sulla base della funzione e del significato giuridico-commerciale, essa dovrà riportare la descrizione dei beni ceduti - cercando, possibilmente, che questa descrizione sia, nello stesso tempo, rappresentativa ed identificativa della merce, ma goda del fatto di essere sintetica -, i prezzi, le rese, i tempi di consegna, i tipi di imballo etc. la banca dell esportatore (i dati necessari e sufficienti sono: la denominazione e la sede della banca, il codice Swift e il telex*2 se esiste; il numero di conto corrente è ininfluente così come non si devono comunicare i codici Abi e Cab, né l IBAN coordinate bancarie tipiche del sistema bancario italiano e/o comunque riferibili ad altre forme di pagamento, come, per esempio, per il bonifico bancario). Normalmente è sufficiente che la fattura proforma sia inviata semplicemente per fax o per , senza la necessità che uno o più esemplari siano inviati in originale - ci sono però delle eccezioni in alcuni paesi, in cui il cliente può richiedere l'invio dell originale/i *3. Una volta ricevuta la fattura proforma il cliente si reca presso la propria banca e la incarica di aprire la lettera di credito a favore dell esportatore sulla banca indicata dall esportatore/fornitore stesso sulla base di quanto sintetizzato nella proforma invoice *4 (stiamo, naturalmente semplificando la realtà procedurale, in quanto non sempre la L/C viene aperta in perfetta sintonia con quanto definito commercialmente e sulla banca indicata dall esportatore - molte volte infatti non ci sono rapporti diretti fra la banca dell importatore, la banca emittente - o issuing bank - e la banca dell esportatore e conseguentemente il Credito Documentario viene indirizzato su una banca diversa, con la quale la issuing bank intrattiene rapporti. A questo proposito sarebbe opportuno accertarsi, già in sede di definizione del contratto e comunque prima di preparare la fattura proforma, dei rapporti esistenti fra le due banche, banca dell esportatore e banca dell importatore, prima di preparare la profoma invoice, al fine di evitare il verificarsi di questa situazione). Pur tuttavia, malgrado esportatore e importatore si muovano in perfetta sintonia, capita che la lettera di credito arrivi su una banca diversa da quella concordata *5. Inoltre la proforma invoice difficilmente si presta a riportare tutte le condizioni poi espresse nel credito: sarebbe opportuno allegare alla fattura proforma uno schema completo di L/C che riporti, per quanto possibile, tutte le condizioni a cui la L/C definitiva dovrà soggiacere *6. Fac-simile di proforma invoice Su carta intestata dell'azienda (Denominazione ed indirizzo completi del cliente importatore) Messrs Rossi Ltd 38 Milton Street Tel-Aviv Israel Vicenza, Italy + data... Object: Proforma invoice no.... dated...*7 Description of goods: (Descrizione della merce - la quale deve essere sintetica) Number of pairs Unit price Footwear in real leather in brown colour EUR.30= EUR = Footwear in real leather in black colour EUR.35= EUR = Total Proforma Invoice value EUR = Conditions (Terms) of sale(condizioni di vendita): Delivery (Resa): Ripartizione dei costi e dei rischi sul trasporto della merce: attenzione utilizzare i termini di resa previsti dagli Incoterms 2000

9 Payment: By irrevocable (and confirmed) L/C at sight /// at... days from B/L date Shipment Time: At...weeks from our written acceptance of L/C clauses Packaging: Tipo di imballo (casse, cartoni, palette, groupage, container etc) Custom s Tariff: Voce doganale *8 Expiry date: Data di validità della fattura proforma: tempo entro cui l importatore dovrà recarsi presso la sua banca per l'apertura della lettera di credito Others: Altre condizioni che dipendono dal tipo di merce Timbro e firma dell azienda Le principali figure che entrano in gioco nelle operazioni di credito documentario Nell operazione di apertura di una lettera di credito entrano in gioco due gruppi distinti di interesse, da una parte il cliente-importatore con la banca emittente, dall altra, il fornitore-esportatore con la banca ricevente *9 ed, eventualmente, confermante. Importatore (Ordinante, Esportatore (Beneficiary) applicant) Messaggio trasmesso dalla alla banca ricevente, negoziante, confermante Banca emittente > (receiving, negotiating, confirming bank) (issuing bank) I diversi sistemi di invio di una Lettera di Credito : La banca emittente può utilizzare diversi sistemi per emettere ed inviare il testo della lettera di credito alla banca ricevente, i principali sono: lo Swift *10: strumento operativo estremamente snello perché non ha bisogno di essere autenticato, cioè non necessita di verifiche particolari da parte delle banche circa il fatto che il messaggio sia veramente stato immesso nel sistema da un altra banca; il Telex: strumento più complesso del precedente, in quanto, pur essendo altrettanto veloce nella trasmissione, necessita di essere autenticato attraverso la decodificazione; Cartaceo (invio di documenti per corriere espresso, per posta aerea ecc ): strumento poco pratico e che necessità del controllo da parte del ricevente, tramite la propria banca, circa l autenticità *11 (Questo sistema sta fortunatamente sparendo anche se le banche indiane, del Bangladesh e del Pakistan lo usano ancora come strumento operativo nella notifica delle lettere di credito). Come si presenta la lettera di credito Attraverso i canali menzionati al punto precedente, arriva un testo (normalmente in lingua inglese o francese - teoricamente il messaggio potrebbe arrivare in qualsiasi lingua, ma l utilizzo di lingue poco conosciute e di difficile interpretazione sconsigliano l accettazione di un testo che si discosti dalla lingua inglese e/o francese) nel quale vengono definite le condizioni da rispettare e i documenti da preparare per la presentazione (nel caso di utilizzo del canale Swift, il testo della lettera di credito è suddiviso in campi numerati - fields - che facilitano la lettura e l interpretazione della stessa), in quanto, normalmente, ad un certo numero di campo corrisponde un certo gruppo di informazioni. Questo testo arriva, solitamente (salvo quanto previsto al punto Come nasce una lettera di credito export - ultimo capoverso - ) presso la banca indicata dall esportatore, la quale normalmente, per dare un servizio veloce ed efficiente al proprio cliente, invia il fax del testo ricevuto, informando che si tratta solo di un preavviso non operativo: questa prima fase non implica alcuna responsabilità da parte della banca italiana, la quale dovrà poi, ufficialmente, notificare il credito al beneficiary e solo da quel momento in poi il credito diventerà uno strumento operativo. Nel caso di messaggio via swift il lasso di tempo intercorrente fra il preavviso e la notifica serve alla banca per controllare se la lettera di credito presenta delle istruzioni che siano incomplete e/o non chiare; in tal caso essa dovrà intervenire sulla banca emittente per chiedere alla stessa di fornire le necessarie chiarificazioni. Di questa sua iniziativa dovrà informare il beneficiario, considerando, nel frattempo, il Credito Documentario come uno strumento non operativo e quindi non utilizzabile dall esportatore, il quale dovrà aspettare il chiarimento prima di spedire la merce *12. Nel caso, invece, di ricevimento della lettera di credito per canale telex o per postale/corriere, la banca ricevente dovrà, in aggiunta, controllare l autenticità del messaggio e delle firme apposte. Perché si chiamano Lettere di Credito o Crediti Documentari? La denominazione prende origine dal fatto che l impegno della banca emittente a pagare è subornato alla presentazione, da parte del beneficiario attraverso la sua banca, di documenti che sono dettagliati e definiti nella stessa lettera di credito; tali documenti, poi, devono essere perfettamente conformi a

10 quanto richiesto dal credito. Quindi il pagamento è subordinato alla presentazione di una serie di documenti che risultino conformi alle richieste del credito.*13 Il significato commerciale e bancario della parola irrevocabile Uno degli elementi che contraddistingue la Lettera di Credito, da molte altre forme di pagamento, è il fatto di essere irrevocabile (dal punto di vista teorico esiste anche la lettera di credito revocabile - art. 6 della CCI 500, ma, in questo caso, non ha alcuna valenza pratica in quanto la banca emittente potrebbe in qualsiasi momento, e a sua discrezione, annullarla). Ciò comporta degli indiscussi vantaggi dal punto di vista commerciale, in quanto la banca emittente una volta che ha emesso e inviato una lettera di credito irrevocabile non può più tornare indietro nel suo impegno senza il consenso del beneficiario (il nostro esportatore). Commercialmente questo significa che una volta ricevuta la lettera di credito, nel caso in cui l esportatore sia in grado di rispettare compiutamente le condizioni imposte, - ci riferiamo alle condizioni documentali e alle condizioni relative ai termini di spedizione (Latest Date of Shipment) e quelle relative alla presentazione dei documenti (Expiry date), nonché tutte le altre condizioni indicate nel credito che dovrebbero essere più in generale le condizioni commerciali, definite in sede di trattativa, - l esportatore potrà tranquillamente iniziare la produzione della merce senza il pericolo di vedersi annullare l ordine o cambiare qualunque altra condizione stabilita in sede di contrattazione è indicata dalla lettera di credito. L emendamento o modifica Può verificarsi il caso in cui la lettera di credito, che perviene all esportatore, non sia conforme a quanto pattuito commercialmente e/o presenti delle condizioni di difficile o rischiosa esecuzione per l esportatore stesso, oppure può verificarsi che in sede di preparazione dell ordine ci siano dei contrattempi che impediscono all esportatore di rispettare i tempi di spedizione o altre condizioni: in questi casi l esportatore dovrà sollecitare il suo importatore affinchè incarichi la banca emittente ad effettuare il cambiamento: è importante precisare che si tratta comunque di un intervento dipendente dalla volontà dell importatore, il quale potrebbe anche rifiutarsi di effettuarlo con conseguenze commerciali per l'esportatore (si pensi al caso in cui il bene oggetto della fornitura sia quasi pronto e che ci si renda conto di non essere in grado di rispettare la latest date of shipment: il mancato intervento dell importatore sulla sua banca metterebbe l'esportatore in serie difficoltà soprattutto nel caso in cui il bene oggetto della fornitura sia prodotto su commessa specifica e non sia un prodotto di serie). Dal punto di vista operativo l accettazione parziale di una modifica, da parte dell esportatore, non è consentita: quindi l'emendamento o viene accettato nella sua interezza (cioè si devono accettare integralmente tutte le modifiche riportate in un singolo emendamento), oppure, alternativamente, si deve rifiutare completamente la modifica ricevuta. Nel caso in cui ci siano più emendamenti, il beneficiario ha la facoltà di accettarli tutti, oppure solo alcuni, oppure nessuno di essi. Salvo che il credito non preveda diversamente, l emendamento si intende accettato se il beneficiario (l esportatore) presenterà i documenti conformemente all emendamento (si tratta, quindi di un comportamento concludente). Vorremmo, inoltre, aggiungere che la data dell emendamento, salvo che il credito non preveda diversamente, ha effetto retroattivo sulle condizioni del credito stesso. Vorremmo, a tal proposito, riportare un esempio che riteniamo interessante: Bill of lading datata (Latest date of shipment). Il beneficiary chiede il cambiamento del porto di arrivo a nave già partita in quanto la Compagnia Navale informa in ritardo il beneficiary del fatto che il porto indicato nel credito non è da lei servito; l emendamento arriva il e il documento Bill of Lading viene compilato conformemente all emendamento arrivato: il documento deve essere accettato e la banca non può addurre che l emendamento è arrivato quando la nave era già partita e quindi la Bill of Lading doveva essere già stata emessa (sempre che il credito non preveda diversamente ): qui il principio da tutelare è comunque quello della volontà delle parti. E chiaro, comunque, che nell esempio riportato siamo di fronte ad una situazione ad alto rischio : cosa sarebbe successo se l importatore non fosse intervenuto presso la issuing bank per apportare le modifiche al porto? Ci saremmo trovati con una B/L che dichiarava porto di arrivo X con un porto di arrivo previsto dal credito diverso con la conseguenza che le banche avrebbero sollevato una grave discrepanza. La conferma E un concetto estremamente importante: condizione necessaria affinchè la banca dell esportatore (o una terza banca - nel caso di triangolazioni fra banche) possa aggiungere il proprio impegno inderogabile al pagamento è che la banca emittente abbia autorizzato la conferma (nel caso di lettere di credito aperte per canale Swift il campo 78 - Confirmation - riporterà la dicitura Confirm invece di Without). Solo nel caso in cui si verifichi la condizione menzionata, la banca italiana potrà (a sua

11 discrezione) aggiungere la propria conferma*14 - attenzione la conferma da parte della banca dell'esportatore non è un impegno dovuto, ma bensì discrezionale: non si può imporre alla propria banca di confermare un credito! Nel momento in cui la banca aggiunge la propria conferma, e solo da quel momento in poi, il suo impegno si aggiungerà a quello della banca emittente in modo irrevocabile e, qualora i documenti presentati dall esportatore siano perfettamente conformi al lettera di credito, sulla base dell esame effettuato dalla banca confermante, egli sarà al sicuro da ogni sorpresa: quando maturerà il pagamento si ritroverà i soldi in conto! E bene sottolineare, per allontanare qualsiasi dubbio, che nel momento in cui la banca dell esportatore aggiunge la propria conferma al credito, in quel preciso momento essa si accolla i rischi connessi all operazione (intendiamo i rischi paese e/o banca emittente): ma la conferma diventerà certezza per l esportatore solo nel momento in cui presenterà documenti che risultino perfettamente conformi all analisi della banca confermante (nel caso in cui la banca confermante dichiari i documenti perfettamente conformi e poi la banca emittente evidenzi una discrepanza invalidante - sfuggita all analisi della banca confermante -, in questo caso la banca confermante dovrà, comunque, rispondere interamente dell impegno assunto mettendo i soldi in conto dell esportatore alla scadenza stabilita). Nel caso in cui, invece, la banca confermante evidenzi discrepanze nei documenti presentati e tali discrepanze non siano sanabili dall esportatore, essa sarà sollevata da qualsiasi responsabilità e invierà i documenti per accettazione alla issuing bank, evidenziando alla stessa le discrepanze rilevate. Le discrepanze interne e le discrepanze esterne *15 Volendoci soffermare maggiormente sul termine discrepanza, analizzandone il significato, potremmo definirla come il termine tecnico-bancario con il quale si è soliti chiamare gli errori più o meno gravi presenti nei documenti. Nella pratica bancaria si è soliti parlare di discrepanze interne e discrepanze esterne *16, le prime ad evidenziare gli errori meno gravi riscontrati dalla banca dell esportatore e non comunicate alla banca emittente, le seconde ad evidenziare gli errori più gravi ed evidenti che verranno, obbligatoriamente, comunicati alla controparte estera. Trattandosi di una valutazione di prassi bancaria non prevista dalle Norme è molto pericolo sottovalutare talune discrepanze interne perché potrebbero essere considerate dalla banca emittente come discrepanze rilevanti. E poi difficile sapere esattamente con quale livello di gravità verrà valutata una certa imperfezione *17. Non è poi assolutamente accettabile il comportamento di alcune banche italiane che hanno un atteggiamento diverso a seconda che il credit doc sia da loro confermato o meno, cercando, nel caso ovviamente in cui sia richiesta l aggiunta del proprio impegno, di rilevare discrepanze interne di poco conto per poi accreditare il beneficiario con riserva cioè salvo buon fine (S.B.F.) sollevandosi di fatto dalla propria responsabilità *18. E quindi assolutamente opportuno che le discrepanze, soprattutto quando siano rilevate dalla banca italiana, siano sanate dal beneficiario, sostituendo e correggendo i documenti ripresentandoli entro i termini stabiliti dalla L/C *19. Nel caso in cui le discrepanze siano evidenziate dalla banca emittente difficilmente l esportatore sarà ancora in tempo per sostituire i documenti in quanto, normalmente, saranno già scaduti i termini previsti. In ogni caso è molto importante riuscire a preparare i documenti molto velocemente al fine di avere comunque l'opportunità, quanto meno con la controparte bancaria italiana, di provvedere alla eliminazione degli errori riscontrati. E peraltro prassi consolidata che la banca italiana avvisi in tempo utile, senza aspettare i sette giorni lavorativi successivi alla presentazione *20, il beneficiario sulla presenza delle discrepanze, lasciandogli così il tempo necessario per poterli correggere. Purtroppo però molte volte è lo stesso beneficiario che non si avvale del servizio e della disponibilità della sua banca, vuoi per motivi di poca preparazione, vuoi per la troppa fiducia riposta nei confronti del cliente compratore; spesso le banche si sentono dire dall esportatore, in presenza naturalmente di documenti discrepanti, Inviate senza problemi i documenti alla banca estera, tanto quel cliente ha sempre pagato! ; oppure E sono questi gli errori: siete troppo pignoli! Inviate pure i documenti tanto non mi faranno mai riserva! Ricordiamo che se esiste uno strumento che ci permette di essere tutelati sarebbe opportuno utilizzarlo in modo appropriato evitando inutili costi (costi per le discrepanza, ritardi nei pagamenti eccetera) ed inutili rischi *21. I principi di formalismo, astrattezza e autonomia Il principio del formalismo: questo principio comporta il fatto che l interpretazione del testo del credito e la relativa preparazione dei documenti deve essere fatta esclusivamente su base letterale, cioè in caso di errore di ortografia - battitura nel testo del credito -, nella preparazione dei documenti, si

12 dovranno riportare gli errori così come stanno scritti nel testo. A questo riguardo, si consiglia di preparare i documenti, di competenza del beneficiary (issued by beneficiary), con un normale sistema Word di Office o un qualsiasi altro sistema di video scrittura disponibile, invece che usare la normale carta intestata dell azienda, la quale, naturalmente riporta la denominazione, l indirizzo e gli altri dati dell azienda corretti e quindi, in caso di errore nel testo del credito, in contrasto con questo. Ci permettiamo di fare un esempio: Supponiamo che la nostra azienda si chiami: Rossi srl Via Dante, Vicenza e che, nella lettera di credito, il beneficiary sia riportato come: Rossi srl Via Danto, Vicenza In questo caso due sono le possibili strade che il beneficiary può intraprendere: 1 - o chiedere la modifica del credito attraverso lo strumento dell emendamento; 2 - o produrre tutti i documenti che richiedono la denominazione ed indirizzo del beneficiary con l errore riproducendo la parola Danto anziché Dante. In questo semplice esempio, nella soluzione riportata al punto 2, risulta chiaro il fatto che è necessario produrre i documenti con un sistema di videoscrittura anziché utilizzare la carta intestata dell azienda. Questa soluzione è consigliata in quanto snellisce le procedure e, soprattutto, non richiede un intervento del beneficiary sull importatore applicant. Si noti, però, che nel caso in cui, fra i documenti richiesti dalla lettera di credito ci sia un Certificato di Origine e/o un qualsiasi altro documento doganale - Eur 1, Atr, Ex 1 etc. le Camere di Commercio e le Dogane si rifiuteranno di vistare i documenti riportanti un errore grossolano nella denominazione e/o nell indirizzo del beneficiary, sarà quindi necessario optare per la soluzione proposta al punto 1, cioè chiedere la modifica del credito. Il principio dell astrattezza e dell autonomia: la lettera di credito è uno strumento indipendente dalla causa che l ha originata, cioè il rapporto e la trattativa commerciale fra esportatore e importatore, e non è vincolato in nessun modo a questo rapporto sottostante: questi 2 principi che sono stati riuniti per la sostanziale coincidenza di significato comportano l assoluta indipendenza dello strumento lettera di credito dal rapporto commerciale fra le banche e il fornitore/cliente: il cliente può, ad esempio, annullare l ordine o modificarlo in sede di produzione, ma, una volta che la lettera di credito è stata aperta essa sarà autonoma e l esportatore potrà continuare la produzione della fornitura senza problemi (vedere anche il punto - Il significato commerciale e bancario della parola irrevocabile ). Così come le banche non potranno addurre qualsivoglia motivo fra fornitore - cliente e/o altro per non far fronte al proprio impegno, ma dovranno esclusivamente basare il loro comportamento sull esito dell analisi dei documenti *22. Le principali tipologie di commissioni nei crediti documentari Ci soffermiamo ora, brevemente, ad elencare le principali tipologie di costi che, normalmente, l azienda deve sostenere in presenza di un credit doc. Notifica (valore una tantum ) Modifica (valore una tantum ) Utilizzo a vista (valore una tantum ) O alternativamente: Utilizzo differito o pagamento differito *23 (Su base mensile o trimestrale) Conferma, ove prevista, (Su base mensile o trimestrale) Spese per corriere espresso, nel caso in cui venga utilizzato il corriere della banca. Il beneficiario potrebbe istruire la banca italiana ad utilizzare un corriere da lui indicato Costo fax per il preavviso della L/C Costo swift relativo alla messaggeria swift fra banca e banca Prima analisi dei principali fields nel modello Swift di apertura di un credito documentario *24 Abbiamo già trattato della snellezza operativa del modello di emissione e trasmissione dei crediti per canale Swift ; vorremmo ora analizzare, dettagliatamente, i campi nei quali è suddivisa una lettera di credito aperta per Swift

13 Codice numerico del Testo letterale del campo Delucidazioni campo Field 27 Sequence of total Numero progressivo delle pagine componenti il testo della L/C Field 40 A Form of doc. credit Tipo di lettera di credito: irrevocabile / non irrevocabile Note e commenti: specifica l irrevocabilità o meno della L/C Field 20 Doc. credit number Numero della L/C: codice alfa-numerico della banca emittente Note e commenti: è il numero che la banca emittente da alla lettera di credito; solitamente*25 deve essere riportato quale riferimento nella presentazione dei documenti Field 31 D Expiry date & place Luogo e data di validità del credito Note e commenti: è un campo molto importante perché definisce la validità temperale della L/C; la specificazione del luogo di scadenza diventa strategico nella valutazione della tempistica relativamente alla presentazione dei documenti Field 50 Applicant Denominazione ed indirizzo completo dell ordinante Note e commenti: l ordinante di un credito può essere un terzo rispetto al destinatario della merce. Esempio: Ordinante: Cinese Destinatario: Spagnolo Beneficiario: Italiano La merce viaggia Italia > Spagna Field 59 Beneficiary Denominazione ed indirizzo completo del beneficiario Field 32 B Amount Ammontare e valuta del credito Field 39 A/B Maximum credit amount % of tollerance Eventuali percentuali di tolleranza Note e commenti: argomento molto importante che verrà trattato ed approfondito nell'analisi degli articoli (Art. 39 Norme ed Usi Uniformi) Field 41 A Available with / by Piazza di pagamento e/o negoziazione altro Field 43 P Partial shipment allowed / not Spedizioni parziali ammesse / non allowed ammesse Field 43 T Transshipment allowed / not allowed Trasbordi ammessi / non ammessi Field 44 A Loading in charge Port / airport Luogo di presa in carico della merce of loading Porto / aeroporto di partenza Field 44 B For transport to Port / airport of Per trasporto a... destination Porto / aeroporto di destinazione Field 44 C Latest date of shipment Ultima data di spedizione ammessa Note e commenti: è un campo che può anche essere omesso Field 45 A Descript. of goods Descrizione della merce Note e commenti: è importante che sia riportata la resa della merce (Incoterms 2000). Comunque la resa può essere riportata anche in un altro field : la cosa importante è che essa sia sempre presente in una lettera di credito Field 46 A Documents required Documenti richiesti Note e commenti: è in questo campo che vengono elencati i documenti richiesti dalla L/C Field 47 A Additional conditions Condizioni aggiuntive Note e commenti: è il campo delle condizioni aggiuntive: da analizzare con estrema cura Field 71 B Details of charges Dettaglio delle spese bancarie Field 48 Presentation period Periodo di presentazione dei documenti Note e commenti: può anche essere omesso: in tale caso il periodo di presentazione sarà di 21 gg solari dalla data del documento di trasporto*26 Field 49 Confirmation: confirm / without Conferma: confermato o non confermato Note e commenti: in questo campo viene autorizzata o meno, da parte della banca emittente, la facoltà, per la banca dell esportatore, di aggiungere la propria conferma Field 78 Instruction Istruzioni per l invio documenti, rimborso etc. Note e commenti: riguarda le istruzioni a cui le banche si devono attenere per l invio dei documenti, per l effettuazione del rimborso etc. Tali istruzioni devono essere compatibili con la piazza di pagamento*27. 1 Non si tratta di un obbligazione assoluta, ma di una prassi consolidata. 2 Oramai il telex è scarsamente utilizzato anche fra le banche. 3 E questo perché richiesto da particolari disposizioni normative delle banche di quei paesi. 4 Il largo ricorso alla fattura proforma anziché al contratto sottoscritto è dovuto anche al fatto che alla banca emittente risulta più semplice far riferimento ad un documento di sintesi. 5 Esiste infatti da parte di banche di alcune aree geografiche una certa pigrizia nel far arrivare le L/C presso banche con le quali intrattengono rapporti molto scarsi. Talvolta invece si tratta di una vera e propria volontà di canalizzare una certa massa di operazioni verso loro corrispondenti o verso loro filiali nel paese di esportazione. 6 Negli usi commerciali questo si chiama application form o L/C draft. 7 Ricordiamoci che la fattura proforma non è un documento fiscale; molte aziende utilizzano un registro interno in cui allegano le copie delle fatture proforma in ordine progressivo. 8 Quasi sempre ininfluente per la L/C ad eccezione di alcuni paesi i quali la richiedono esplicitamente: esempio gli Emirati Arabi Uniti con l espressione H.S. CODE che sta per Harmonised System Code o l Iran con l espressione Custom s Tariff. 9 Chiamata normalmente dalle banche banca designata. 10 Acronimo di Society Worldwide Interbank Financial Telecommunications. 11 Pensiamo al caso che la L/C necessiti di un emendamento: anche questo normalmente ci perverrà via corriere e anche per questo dovremo verificarne l autenticità tramite la nostra banca. 12 Vedere più avanti l art. 12 delle Norme ed Usi Uniformi Pubblicazione no. 500.

14 13 Anche il nostro Codice Civile art parla di Pagamento contro documenti a mezzo di banca. 14 Operativamente l aggiunta della conferma si realizza quando la banca addebita o viene autorizzata ad addebitare le commissioni di conferma nel conto del beneficiary. 15 Come vedremo più avanti nell analisi degli articoli relativi alla Pubblicazione no. 500 andremo ad analizzare le Norme relative alla Prassi Bancaria Internazionale Uniforme della Camera di Commercio Internazionale di Parigi Pubblicazione no. 645 che rappresenta una prima piattaforma per gli operatori per tentare di uniformare i criteri di analisi dei documenti. 16 Le Norme ed Usi Uniformi Circolare no. 500 non distinguono le due tipologie, ma si limitano al termine discrepanza. 17 Si pensi che alcune banche estere hanno decentrato a studi professionali esterni l esame dei documenti e la rilevazione delle discrepanze offrendo una certa somma per ogni irregolarità rilevata! 18 Almeno per quanto attiene al rapporto con il proprio cliente derivante dalle Norme. Infatti, secondo una oramai assodata giurisprudenza, non è poi così scontata la mancata responsabilità della banca in presenza di riserve del tutto irrilevanti se non pretestuose. 19 La sostituzione di uno o più documenti può essere fatta più volte purchè entro i termini stabiliti dalla L /C per la presentazione dei documenti. 20 Riprenderemo ed approfondiremo l argomento dei termini di presentazione dei documenti nell analisi dettagliata degli articoli delle Norme. 21 Riprenderemo nell analisi dettagliata degli articoli delle Norme i rischi a cui va incontro il beneficiario nel caso che siano rilevate discrepanze rispettivamente dalla banca emittente e dalla banca designata. 22 Unico limite per le banche è il così detto Provvedimento d urgenza ex art.700 c.p.c. di inibitoria del pagamento della somma di cui alla lettera di credito riportiamo testualmente il menzionato articolo: Art.700 Condizioni per la concessione: fuori dei casi regolati nelle precedenti sezioni di questo capo, chi ha fondato motivo di temere che durante il tempo occorrente per far valere il suo diritto in via ordinaria, questo sia minacciato da un pregiudizio imminente e irreparabile, può chiedere con ricorso al giudice i provvedimenti d urgenza, che appaiono, secondo le circostanze, più idonei ad assicurare provvisoriamente gli effetti della decisione sul merito. Orbene, in base all articolo menzionato, l importatore può ottenere un provvedimento d urgenza dal Giudice, il quale intimi alla banca di sospendere il pagamento fino all accertamento successivo. Si tratta comunque di un provvedimento di carattere eccezionale anche se alcuni paesi lo hanno utilizzato, talvolta, in modo crescente e senza i presupposti di eccezionalità menzionati nell articolo stesso. 23 Attenzione che talvolta le banche chiamano le commissioni per pagamento differito con il termine commissioni di accettazione : trattasi, ovviamente, della stessa tipologia di commissioni e quindi non devono essere applicate due volte. 24 Altro vantaggio dell utilizzo dello swift nei crediti documentari è che il testo è suddiviso in campi a ciascuno dei quali, normalmente (Vedremo più avanti come esistano notevoli eccezioni alla regola), corrisponde un certo tipo di informazione. 25 Il credito documentario può chiedere specificamente che il numero della L/C non sia riportato come ad esempio nel caso di esportazioni in Siria, in tal caso l indicazione dovrà essere tassativamente rispettata. 26 Non confondiamo la data del documento di trasporto con la data della fattura commerciale. 27 L argomento verrà approfondito nel capitolo successivo relativo all analisi degli articoli delle Norme ed Usi Uniformi Pubblicazione no. 500.

15 Capitolo n. 4 Crediti documentari: analisi operativa degli articoli delle Norme *1 Introduzione In questa seconda parte verranno analizzati, con particolare attenzione, solo quegli articoli che, a nostro parere, hanno un'incidenza pratica nell operatività documentale, limitandoci a brevi considerazioni su quelli che sono di specifico interesse per le banche nei loro rapporti o che coinvolgono aspetti di diritto interno o internazionale. Si farà continuo riferimento alla Pubblicazione no. 645 *2 che rappresenta una prima importante piattaforma normativa per gli operatori, per smussare le possibili e consuete difformità di comportamento e di interpretazione alle Norme ed Usi Uniformi che tanto attrito e tensione creano fra operatori aziende e operatori banche. Valgono le seguenti fondamentali premesse 1) Tutto quello che viene detto vale purchè il credito non dica diversamente. Si tratta di un importantissima espressione che sta a significare che le disposizioni sono applicabili salvo che la L/C non specifichi qualcosa di diverso; nel qual caso ci si dovrà attenere strettamente alla specifica richiesta; 2) Riportare un qualcosa in più nei documenti non è motivo di riserva, purchè questo qualcosa in più non sia in contraddizione con le disposizioni del credit doc o con un qualsiasi altro documento *3; 3) Riportare un qualcosa in meno è sempre motivo di riserva, in quanto non risulta soddisfatta una o più disposizioni previste dal credito; 4) Nell interpretare e produrre i documenti il buon senso, molte volte, prevale sull applicazione assoluta della norma *4. Passiamo ora all analisi del dettaglio degli articoli. Art. 1: Applicazione delle NUU Testualmente Le Norme ed Usi Uniformi relativi ai crediti documentari.(omissis) : L articolo evidenzia *5 l ambito di applicazione delle Norme, che sono, di solito, utilizzabili, anche per le Stand by Letter of Credit 6 e i limiti di esse nel senso che vincolano le parti purchè non interferiscano e/o siano contrarie a norme imperative (ad esempio: contingentamenti di merci, embarghi, autorizzazioni import/ export eccetera). Art. 2: Significato di credito Testualmente Ai fini dei presenti articoli le espressioni (Omissis) : L articolo evidenzia il fatto che, allo stato attuale, solo le banche propriamente dette, così come previsto e regolato nei vari paesi, possono emettere crediti documentari senza peraltro impedire che entità diverse comunque operino in tal senso, ma in questo caso le Norme ed Usi Uniformi non potranno essere applicate con la conseguenza che il beneficiario non dovrà accettare tali Crediti *7. Art. 3: Crediti e contratti Testualmente I crediti sono per la loro natura operazioni distinte (Omissis) : L articolo evidenzia il principio dell astrattezza e dell autonomia già trattato nell introduzione ai Crediti Documentari. In questo contesto si desidera fare alcune considerazioni pratico-operative. Qualsiasi evento di tipo contrattuale e/o commerciale che si verifichi, dopo l apertura della Lettera di Credito da parte della issuing bank, non inciderà sull operazione e sugli impegni presi dalla stessa banca emittente nei confronti delle controparti banca ricevente (designata) / banca confermante e quindi, di riflesso, nei confronti del beneficiary. A titolo meramente esemplificativo si riportano due esempi : Primo caso: un azienda italiana aveva finalizzato la fornitura di un impianto con un compratore del Nord-Europa. Trattandosi di una commessa, che per caratteristiche tecniche era stata prodotta appositamente per quel cliente, l azienda venditrice aveva definito il delivery time *8, cioè il tempo necessario per la spedizione della merce, in alcuni mesi: durante questo lasso di tempo l acquirente era fallito! L azienda italiana temeva che questo potesse intaccare lo strumento del credito documentario che

16 era nato a copertura del pagamento: niente di tutto questo! Le banche (sia quella emittente, che quella, eventualmente, confermante) erano tenute a rispettare il proprio impegno di pagamento se i documenti presentati fossero stati riscontrati perfettamente conformi al credito: infatti la valutazione delle banche coinvolte doveva esclusivamente basarsi sull analisi dei documenti senza poter addurre qualsivoglia motivazione esterna *9. Secondo caso: un credito documentario richiedeva un certificato ispettivo emesso e firmato dall ordinante presso il suo stabilimento, nel quale egli dichiarasse che l impianto fosse perfettamente funzionante *10. Al momento del collaudo, l ordinante non apponeva la sua firma, malgrado la perfetta funzionalità del bene, adducendo la scusa che la persona delegata non sarebbe stata presente in azienda per qualche giorno. I solleciti del venditore, fatti nei giorni successivi, non erano serviti a niente: il responsabile non si faceva trovare e intanto i termini di presentazione del documento stavano scadendo. L azienda comunque riusciva alla fine ad organizzare un incontro presso il proprio cliente e, fortunatamente, otteneva la sottoscrizione del certificato ispettivo da un collaboratore qualsiasi del compratore e non dal delegato. Provvedeva quindi a presentare il documento alla propria banca, ottenendo da essa la piena conformità dello stesso alla L/C. La risposta, invece, della banca emittente era, nella sostanza, la seguente,..abbiamo ricevuto il certificato ispettivo e malgrado la conformità al credito ci risulta, da quanto ci dichiara l applicant, che il Signor (il delegato) non abbia mai firmato detto documento Fortunatamente il credito non nominava n é una particolare persona delegata alla firma, né tanto meno prevedeva uno specimen *11 di firma e quindi la banca italiana rispondeva : Non accettiamo assolutamente la vostra osservazione sulla base di quanto previsto dall Art. 3 delle Norme ed Usi Uniformi Pubblicazione no. 500: vi invitiamo pertanto a sciogliere immediatamente la vostra riserva Le banche, infatti, non possono addurre qualsivoglia considerazione di tipo commerciale, contrattuale o che comunque esuli dalla L/C per non far fronte al proprio impegno con il limite, nel caso in cui, il credito richieda una firma certificata e/o altro della stessa fattispecie, e che ci sia il fondato sospetto che il documento presentato sia falso *12. L autonomia del credito documentario all operazione commerciale sottostante trova un unico limite sostanziale nel caso in cui, secondo i limiti e le modalità previsti in Italia *13 dall articolo ex Art. 700 del Codice di Procedura Civile *14, la banca designata a pagare venga inibita ad eseguire la sua prestazione scontrandosi così con quanto stabilito dal nostro Codice Civile all art il quale cita testualmente la banca che ha confermato il credito al venditore può opporgli sole le eccezioni derivanti dall incompletezza o irregolarità dei documenti e quelle relative al rapporto di conferma del credito (Esempio il mancato pagamento delle commissioni di conferma da parte del beneficiario del credito). Trattasi naturalmente di situazioni limite nelle quali si vada a configurare un comportamento doloso da parte del beneficiario (merce palesemente e/o fraudolentemente difforme). Non sono invece motivazioni assolutamente sufficienti le normali contestazioni sulla merce fornita che non devono preoccupare minimamente il lettore. Un esempio chiarificatore in un caso di import in presenta di un pagamento con Lettera di Credito : Un azienda italiana importatrice di semilavorato nel settore della pelle ricorse ad un provvedimento inibitorio nei confronti di un fornitore estero perché anziché ricevere la pelle ordinata e concordata si ritrovò con scarti di pelle completamente decomposti! Il provvedimento ebbe il suo corso positivo per il fatto che il pagamento concordato nella L/C era differito a 90 giorni dalla data del documento di trasporto (nella fattispecie il C.M.R.). Sarebbe stato quasi impossibile tutelare il compratore qualora il pagamento fosse stato a vista: infatti la banca emittente italiana avrebbe provveduto alla sua prestazione, il pagamento della fornitura, entro i sette giorni lavorativi successivi dal ricevimento dei documenti riscontrati, naturalmente *15, conformi, mentre, il compratore truffato avrebbe, ovviamente, potuto rilevare la difformità solo a merce arrivata e verificata (anche se ovviamente la difformità sarebbe stata riscontrata immediatamente con estrema facilità). Art. 4: Documenti e merci/servizi/prestazioni Testualmente: Nelle operazioni di credito tutte le parti.. (Omissis) In questo articolo viene ribadita l assoluta autonomia e astrattezza dei documenti rispetto all operazione sottostante rafforzando quanto già precisato all Art. 3 delle Norme ed Usi Uniformi con riferimento, per quanto riguarda il nostro Codice Civile, al già citato art Inoltre si evidenzia come l operazione di credito documentario serva a regolare sia la fornitura di merce che la prestazione di servizi. Facciamo un esempio: Una società italiana, che si occupa di ricerche di mercato, era stata incaricata, da una società estera,

17 ad effettuare un'approfondita analisi nel mercato locale per un certo prodotto. L azienda incaricata ha richiesto ed ottenuto, a pagamento delle proprie prestazioni, una lettera di credito nella quale l'unico documento richiesto era la fattura *16 (nel caso specifico, sulla base del fatto che contrattualmente fra le parti erano stati stabiliti anticipi correlati ai vari stati di avanzamento del lavoro, erano state previste più fatture che specificassero la prestazione eseguita correlandola ad un certo importo percentuale). Art. 5: Istruzioni per emettere /modificare i crediti Testualmente: Le istruzioni per l emissione di un credito...(omissis) L articolo comincia con l evidenziare il comportamento che le banche devono tenere nell emettere e/o nel modificare un credito, scoraggiando istruzioni che possano creare confusioni e malintesi. Talvolta sono proprio le banche che, vuoi per pigrizia, nel senso che ricorrono a formulari per l emissione vecchi ed obsoleti, riportano condizioni documentali del tutto superate, vuoi per pressioni da parte degli importatori che vogliono lasciarsi degli appigli, utilizzano espressioni poco chiare e che quindi possono essere fraintese o, quantomeno, oggetto di interpretazione. Esempio: una banca tedesca richiedeva un Manufacturer s certificate in cui il Manufacturer era Rossi srl. Nella descrizione della merce si riportava, oltre naturalmente alla descrizione merceologica vera e propria, anche la seguente aggiunta Hersteller ( Manufacturer in lingua tedesca) Bianchi srl. Pur essendo la descrizione della merce un campo completamente distinto e non legato direttamente al Manufacturer s certificate, si preferiva chiedere un emendamento al credito e cambiare, nella descrizione della merce, il Manufacturer da Bianchi srl a Rossi srl. Art. 6: Crediti revocabili e irrevocabili Testualmente: Un credito può essere revocabile, oppure irrevocabile.(omissis) L articolo evidenzia l esistenza anche del credito revocabile. In tale fattispecie, la banca emittente può, in qualsiasi momento ed a sua esclusiva discrezione, revocare il proprio impegno nei confronti delle controparti (Banca designata italiana e, soprattutto, beneficiario). Le Norme specificano che nel testo della L/C si deve evincere chiaramente se l impegno è revocabile o irrevocabile, anche se il ricorso alla trasmissione via swift permette di semplificare il problema di identificare l irrevocabilità o meno di un credito documentario, in quanto, affinchè si possa parlare di irrevocabilità, è sufficiente che la parola revocabile non sia presente *17. E chiaro che una lettera di credito revocabile non ha alcun valore e tutela per il beneficiario che deve assolutamente pretendere quanto meno, l irrevocabilità della banca emittente. Art. 7: Responsabilità della banca avvisante Testualmente: Un credito può essere avvisato al beneficiario. (Omissis) L articolo definisce la responsabilità e i limiti della banca avvisante, che se, a sua discrezione *18, decide di avvisare un credito, deve.. adottare una ragionevole cura nel controllare l apparente autenticità del credito che avvisa. *19 Art. 8: Revoca di un credito Testualmente: Un credito revocabile pu ò essere..(omissis) Non riteniamo di doverci soffermare ulteriormente a trattare di questo aspetto, in quanto il credito revocabile, di cui abbiamo già accennato nell articolo 6, non ha alcun valore per il beneficiario e quindi non deve essere accettato. Art. 9: Responsabilità delle banche emittenti e confermanti Testualmente: Un credito irrevocabile costituisce un impegno (Omissis) Abbiamo già parlato dei rispettivi impegni della banca emittente e della banca confermante, nonché del comportamento che deve tenere il beneficiario nel caso della necessità di richiedere emendamenti al credito documentario. Qui vogliamo solo aggiungere che esistono diverse espressioni quali impegno di pagamento, impegno di negoziazione, impegno di accettazione le quali, riteniamo, siano poco interessanti al nostro lettore, in quanto rilevanti solo se analizzate dal punto di vista strettamente bancario *20. Art. 10: Tipologia di crediti Testualmente: Tutti i crediti devono indicare chiaramente se.(omissis) L articolo, similmente a quello precedente, tratta principalmente degli impegni che le banche vanno ad assumere nelle diverse tipologie di prestazioni.

18 Viene ad esempio specificato cosa si intende per banca designata *21: cioè quella banca appunto incaricata dalla banca emittente ad eseguire una certa prestazione, per contrapporre invece una lettera di credito liberamente negoziabile come nel caso in cui il campo 41 D dello swift preveda invece any bank, nel qual caso significa che il beneficiario sarà libero di presentare i documenti in una qualsiasi banca di sua fiducia, senza necessariamente far transitare il tutto presso l istituto che gli ha preavvisato e poi notificato il credito * 22. Ma al di là di queste brevi considerazioni, preferiamo, invece, soffermarci in alcune diverse tipologie di credito che, a seconda delle prestazioni richieste dalla banca emittente alla banca del beneficiario, comportano diversi livelli di rischio per il nostro esportatore, in relazione alle diverse obbligazioni che la banca emittente, e di riflesso come mandataria, la banca dello stesso beneficiario, vanno ad assumere nei suoi confronti. Primo caso: lettera di credito pagabile presso le casse della banca emittente *23 non confermato In questo primo esempio, la banca emittente precisa, normalmente nel campo 78, (Istruzioni da banca a banca): Provided that all docs are comply with credit terms we will reimburse you according to your instructions che tradotto significa: Semprechè noi (banca emittente) riscontriamo i documenti conformi ti (la banca italiana che ha inviato i documenti) rimborseremo secondo le istruzioni che ci invierai che nella sostanza significa che il pagamento del credito è subordinato alla sola approvazione dei documenti da parte della banca emittente, con il rischio che il beneficiario si veda sollevare riserve di poco conto e del tutto irrilevanti, dovendo poi iniziare un processo in contraddittorio piuttosto lungo e che comporta comunque sempre il trattenimento di commissioni di discrepanza da parte della banca estera. In aggiunta i documenti viaggiano a rischio e pericolo dello stesso beneficiario: se essi vanno smarriti e quindi non raggiungono la banca emittente è chiaro che essa sarà sollevata dalla prestazione e quindi l esportatore non verrà pagato (Rischio viaggio documenti a carico del beneficiario) e questo a prescindere dal luogo di scadenza della presentazione dei documenti (vedere campo 31 D Expiry date & place -) *24 Secondo caso: lettera di credito nella quale la banca designata, non confermante, è autorizzata a rimborsarsi In questo secondo esempio, la banca emittente precisa: Provided that you find docs comply with credit terms, you are authorised to reimburse yourselves at. working days (in case of payment at sight) / at maturity date (in case of deferred payment) at reimbursing bank che tradotto significa: Semprechè tu (banca italiana da me designata) riscontri i documenti conformi, sei autorizzata a rimborsarti a vista / differito sulla banca rimborsante (da me nominata) che, nella sostanza, significa che qui la banca italiana viene autorizzata, dopo che la stessa banca italiana ha riscontrato i documenti conformi, ad andarsi a prendere i soldi presso una terza banca, la banca rimborsante * 25 godendo, in un certo senso, della fiducia della banca estera in quanto la banca emittente accetta che, sulla base dell esame dei documenti fatti dalla banca italiana, questa possa andarsi a prendere i soldi (naturalmente nel caso di documenti riscontrati conformi). Vediamo in questo secondo caso i rischi per il beneficiario: Sia nel caso di rimborso a vista che differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, dalla banca emittente il rimborso sarà liberatorio (in altre parole l operazione si concluderà con l'incasso definitivo a favore del beneficiario: da accredito salvo buon fine o pro solvendo ad accredito definitivo o pro soluto); Per rimborso a vista: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà ritornare quanto accreditato, in un primo momento, con la formula salvo buon fine al beneficiario: è chiaro però che le riserve mosse dalla banca estera dovranno essere sostanziali e non del tutto marginali o, peggio, pretestuose; Per rimborso differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la stessa banca estera bloccherà la manovra di rimborso alla banca italiana: nella sostanza impedirà alla banca italiana di andare a prendersi i soldi presso la banca rimborsante e inizierà quel procedimento in contraddittorio già citato prima. Sostanzialmente nel caso in specie, in mancanza di conferma da parte della banca italiana, il rischio di vedersi rifiutare i documenti esiste anche se la forza della banca emittente sarà diversa a seconda che il pagamento sia a vista (i soldi saranno infatti già trattenuti dalla banca italiana la quale, però, li restituirà solo in presenza di difformità sostanziali) o differito: in questo caso sarà la banca emittente ad avere prevalenza bloccando la manovra di rimborso. Diverso è il caso del rischio di viaggio dei documenti: se essi verranno smarriti durante il tragitto Italia

19 > Estero, nel caso di documenti riscontrati conformi dalla banca designata italiana, nonostante venga ovviamente meno la possibilità di riscontro da parte della stessa emittente, resta immutata la responsabilità di quest ultima in ordine all assolvimento dell'obbligo di rimborso: in sostanza il rischio viaggio documenti sarà a carico dell ordinante. Terzo caso: lettera di credito nella quale la banca designata, non confermante, è autorizzata ad addebitare il conto della banca emittente estera In questo terzo esempio, la banca emittente precisa: Provided that you find docs comply with credit terms, you are authorised to debit our account at. working days (in case of payment at sight) / at maturity date (in case of deferred payment) che tradotto significa: Semprechè tu (banca italiana da me designata) riscontri i documenti conformi, sei autorizzata ad addebitare (direttamente) il nostro conto a vista / differito che, nella sostanza, significa che qui la banca italiana viene addirittura autorizzata ad addebitare direttamente il conto della controparte estera *26: in tale situazione è evidente che la fiducia riposta dalla banca estera nei confronti della controparte italiana è molto elevata: il conseguente mandato infatti l autorizza, previo il riscontro di documenti conformi, ad addebitare in via diretta il conto, senza la presenza, se pur passiva, della banca rimborsante. Vediamo in questo terzo caso i rischi per il beneficiario: Sia nel caso di pagamento a vista che differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, dalla banca emittente il pagamento sarà liberatorio (in altre parole l operazione si concluderà con l'incasso definitivo a favore del beneficiario: da accredito salvo buon fine o pro solvendo ad accredito definitivo o pro soluto); Per pagamento a vista: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà ritornare quanto accreditato, in un primo momento, con la formula salvo buon fine al beneficiario: è chiaro però che le riserve mosse dalla banca estera dovranno essere sostanziali e non del tutto marginali o, peggio, pretestuose; Per pagamento differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la stessa banca estera non autorizzerà l addebito del suo conto, iniziando così il contraddittorio già menzionato. Anche in questo caso se i documenti vengono smarriti durante il tragitto Italia > Estero, sempre naturalmente in presenza di documenti riscontrati conformi dalla banca designata italiana, nonostante venga ovviamente meno la possibilità di riscontro da parte della stessa emittente, resta immutata la responsabilità di quest ultima in ordine all'assolvimento dell obbligo di pagamento: in sostanza il rischio viaggio documenti sarà a carico dell ordinante. Quarto caso: lettera di credito nella quale la banca designata, confermante, è autorizzata a rimborsarsi In questo quarto esempio possiamo, per quanto riguarda le prime osservazioni rifarci a quanto già detto nel secondo esempio e cioè che la banca emittente precisa: Provided that you find docs comply with credit terms, you are authorised to reimburse yourselves at. working days (in case of payment at sight) / at maturity date (in case of deferred payment) at reimbursing bank che tradotto significa: Semprechè tu (banca italiana da me designata) riscontri i documenti conformi, sei autorizzata a rimborsarti a vista / differito sulla banca rimborsante (da me nominata) che, nella sostanza come nel secondo caso, significa che qui la banca italiana viene autorizzata dopo che la stessa banca italiana ha riscontrato i documenti conformi ad andarsi a prendere i soldi presso una terza banca, la banca rimborsante godendo, in un certo senso, della fiducia della banca estera in quanto la banca emittente accetta che, sulla base dell esame dei documenti fatti dalla banca italiana, questa possa andarsi a prendere i soldi (naturalmente nel caso di documenti riscontrati conformi). Vediamo però come si modifica il rischio per il beneficiario per il fatto dell aggiunta dell impegno di conferma da parte della banca italiana: Sia nel caso di rimborso a vista che differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, dalla banca emittente il rimborso sarà liberatorio; Per rimborso a vista: a - nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà comunque accreditare il conto del beneficiario senza ritardo, restando in capo alla stessa banca confermante l onere e il rischio del contraddittorio con la banca estera; b - nel caso in cui i documenti siano riscontrati difformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente il beneficiario sarà accreditato, attraverso la manovra di rimborso, nel frattempo, rimasta in sospeso, se e nella misura in cui la controparte estera scioglierà le difformità accettando i documenti;

20 Per rimborso differito: a - nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà comunque accreditare il conto del beneficiario senza ritardo alla scadenza pattuita, restando in capo alla stessa banca confermante l onere e il rischio del contraddittorio con la banca estera; b - nel caso in cui i documenti siano riscontrati difformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente il beneficiario sarà accreditato, attraverso la manovra di rimborso, che verrà effettuata in prossimità della scadenza pattuita, se e nella misura in cui la controparte estera scioglierà le difformità accettando i documenti. Sostanzialmente, nel caso in specie, l aggiunta della conferma da parte della banca italiana, conferisce piena responsabilità a quest ultima nel caso di documenti da lei riscontrati conformi; nel caso invece di documenti riscontrati difformi il rischio sarà a carico del beneficiario fino all eventuale scioglimento delle riserve da parte della controparte estera. Anche in questo caso se i documenti vengono smarriti durante il tragitto Italia > Estero, sempre naturalmente in presenza di documenti riscontrati conformi dalla banca confermante italiana, nonostante venga ovviamente meno la possibilità di riscontro da parte della stessa emittente, resta immutata la responsabilità di quest ultima in ordine all'assolvimento dell obbligo di rimborso: in sostanza il rischio viaggio documenti sarà a carico dell ordinante. Quinto caso: lettera di credito nella quale la banca designata, confermante, è autorizzata ad addebitare il conto della banca emittente estera In questo quinto ed ultimo esempio, la banca emittente precisa: Provided that you find docs comply with credit terms, you are authorised to debit our account at. working days (in case of payment at sight) / at maturity date (in case of deferred payment) che tradotto significa: Semprechè tu (banca italiana da me designata) riscontri i documenti conformi, sei autorizzata ad addebitare (direttamente) il nostro conto a vista / differito che, nella sostanza come nel terzo caso, significa che qui la banca italiana viene addirittura autorizzata ad addebitare direttamente il conto della controparte estera: in tale situazione è evidente che la fiducia riposta dalla banca estera nei confronti della controparte italiana è molto elevata: il conseguente mandato infatti l autorizza, previo il riscontro di documenti conformi, ad addebitare in via diretta il conto, senza la presenza, se pur passiva, della banca rimborsante. Vediamo però come si modifica il rischio per il beneficiario per il fatto dell aggiunta dell impegno della banca confermante: Sia nel caso di pagamento a vista che differito: nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, dalla banca emittente il pagamento sarà liberatorio; Per pagamento a vista: c - nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà comunque accreditare il conto del beneficiario senza ritardo, restando in capo alla stessa banca confermante l onere e il rischio del contraddittorio con la banca estera; d - nel caso in cui i documenti siano riscontrati difformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente il beneficiario sarà accreditato, se e nella misura in cui la controparte estera scioglierà le difformità accettando i documenti; Per pagamento differito: c - nel caso in cui i documenti siano riscontrati conformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente, la banca italiana dovrà comunque accreditare il conto del beneficiario senza ritardo alla scadenza pattuita, restando in capo alla stessa banca confermante l onere e il rischio del contraddittorio con la banca estera; d - nel caso in cui i documenti siano riscontrati difformi dalla banca italiana e, successivamente, difformi dalla banca emittente il beneficiario sarà accreditato, se e nella misura in cui la controparte estera scioglierà le difformità accettando i documenti. Sostanzialmente, nel caso in specie, l aggiunta della conferma da parte della banca italiana, conferisce piena responsabilità a quest ultima nel caso di documenti da lei riscontrati conformi; nel caso invece di documenti riscontrati difformi il rischio sarà a carico del beneficiario fino all eventuale scioglimento delle riserve da parte della controparte estera. Anche in questo caso se i documenti vengono smarriti durante il tragitto Italia > Estero, sempre naturalmente in presenza di documenti riscontrati conformi dalla banca confermante italiana, nonostante venga ovviamente meno la possibilità di riscontro da parte della stessa emittente, resta immutata la responsabilità di quest ultima in ordine all'assolvimento dell obbligo di autorizzare l addebito del suo conto: in sostanza il rischio viaggio documenti sarà a carico dell ordinante. L importanza e, nello stesso tempo, la complessità di tale articolo risulta evidente: il messaggio che ci sentiamo di dare è quello di valutare attentamente le diverse situazioni scegliendo poi la soluzione, qualora le condizioni commerciali lo consentano e, soprattutto, nel caso in cui l esportatore goda di un

Norme ed usi uniformi relativi ai crediti documentari

Norme ed usi uniformi relativi ai crediti documentari Appendice 6 Norme usi uniformi relativi ai criti documentari Sommario A Disposizioni generali e definizioni Applicazioni delle NNU Art. 1 Significato di crito «2 Criti e contratti «3 Documenti e merci/servizi/prestazioni

Dettagli

di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale

di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale PAGARE L IMPORTAZIONE CON LETTERA DI CREDITO DOCUMENTARIO QUALI I RISCHI E COME CAUTELARSI di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale La gran parte delle forniture di merci e/o di servizi che

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale

di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale TERMINI TECNICI PER DEFINIRE LA CONDIZIONE DI PAGAMENTO di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale Una delle più grosse problematiche che gli operatori devono affrontare nelle vendite all estero

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE 16 E 17 GENNAIO 2013 Metodologia Didattica STUDIO DEL SORBO SRL L'attività didattica si avvale di metodologie finalizzate a rendere il partecipante protagonista del processo

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE Una delle maggiori difficoltà che devono affrontare gli imprenditori che operano con l estero è l individuazione delle condizioni di pagamento

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL D.V.1 Di cosa si tratta Il modello D.V.1 è un particolare stampato da allegare alla dichiarazione doganale, nel quale vanno dichiarati gli elementi relativi al valore in dogana

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI TITOLO VI 167 Capitolo primo PRESTAZIONI D OPERA VARIE E DI SERVIZIO (nessun uso accertato) Capitolo secondo USI MARITTIMI (nessun uso accertato) 169 Capitolo terzo USI NEI TRASPORTI TERRESTRI TRASPORTI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR)

Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR) Traduzione 1 Convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR) 0.741.611 Conchiusa a Ginevra il 19 maggio 1956 Firmata dalla Svizzera il 19 maggio 1956 Approvata

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Condizioni generali di vendita e di consegna

Condizioni generali di vendita e di consegna 1. Ambito di applicazione e basi 1.1 Ambito di applicazione delle Condizioni generali di vendita e di consegna Le presenti ( CGC ) vigono per tutti i rapporti giuridici (offerte, trattative contrattuali,

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE Validità a partire dal: 05 agosto 2013 CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO QUICK PACK EUROPE Le presenti Condizioni Generali, che si compongono di 13 articoli, disciplinano il Servizio Quick Pack Europe (di

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

I CONTRATTI. DI merci. avv. prof. Maurizio Riguzzi

I CONTRATTI. DI merci. avv. prof. Maurizio Riguzzi I CONTRATTI NELL autotrasporto DI merci avv. prof. Maurizio Riguzzi 532 CONTRATTO DI TRASPORTO DELLE MERCI E OBBLIGAZIONI DELLA FILIERA Sommario: 532.0 QUADRO GENERALE 532.1 CONTRATTO DI TRASPORTO DI

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A.

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. 1. La responsabilità patrimoniale della P.A. ed i suoi limiti Anche lo Stato e gli Enti Pubblici sono soggetti al principio della responsabilità patrimoniale

Dettagli

Sistema di certificazione del processo di Kimberley

Sistema di certificazione del processo di Kimberley Traduzione 1 Sistema di certificazione del processo di Kimberley Preambolo I partecipanti, riconoscendo che il commercio dei diamanti insanguinati è un grave problema internazionale, che può contribuire

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

Price list per il servizio di Non-Executing Broker. Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento

Price list per il servizio di Non-Executing Broker. Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento Price list per il servizio di Non-Executing Broker Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.4 del Regolamento In vigore dal 1 marzo 2015 Indice 1.0 2.0 3.0 Corrispettivo annuale di accesso al servizio

Dettagli