ritrovata a Sant Ippolito. Reca sul corpo una decorazione geometrica impressa. VIII secolo a.c.. Museo Vernarecci, Fossombrone.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "59. 57. ritrovata a Sant Ippolito. Reca sul corpo una decorazione geometrica impressa. VIII secolo a.c.. Museo Vernarecci, Fossombrone."

Transcript

1 Ciotola carenata con ansa a nastro e appendice a cilindretto. Proviene da località Chiaruccia di Fano in cui è stato individuato il sito di un villaggio dell età del bronzo. Fano, Museo Civico. 57. Ciotola ad impasto restaurata con ansa a nastro e sopraelevazione ad ascia proveniente dall insediamento subappenninico di Cà Balzano. Museo Vernarecci, Fossombrone. ritrovata a Sant Ippolito. Reca sul corpo una decorazione geometrica impressa. VIII secolo a.c.. Museo Vernarecci, Fossombrone. 59. Vaso monoansato con decorazione geometrica incisa proveniente dagli scavi effettuati alla fine dell Ottocento a Novilara (sepolcreti Molaroni e Servici). Il sepolcreto venne utilizzato a partire dall VIII secolo a.c., Pesaro, Museo Oliveriano Vaso monoansato di forma askoide proveniente da una tomba picena

2 nere lucide, inornata o decorata con bande di punti, motivi a gancio. Le forme sono riferibili a brocche ad orlo traverso con versatoio sul capo e vasi askoidi. Con l inizio dell età del bronzo la terracotta mostra ricchezza di decorazione ad intaglio e varietà impresse. Compare la ceramica micenea. Le anse dei vasi presentano una notevole varietà di forme, un esempio caratteristico sono le anse a corna di lumaca. Vi sono diverse ciotole con ansa sopraelevata, maniglie con papera stilizzata e vari sono i ritrovamenti di pesi da telaio. Tipici i motivi decorativi della civiltà appenninica: fasce a graticcio, spirali, meandri, anse verticali, a nastro. La fase del protovillanoviano introduce la forma caratteristica del vaso biconico, utilizzato nelle sepolture ad incinerazione, ciotole carenate, scodelle ad orlo rientrante, olle e tazze. La necropoli di Novilara ha restituito skyphoi di terracotta pesante e malcotta che a volte presentano, sotto l orlo, come motivo ornamentale, dei semicerchi con protuberanze coniche, bottoni a rilievo, piccoli semicerchi, finte orecchiette; kántharoi e áskoi di terra più fine decorati in alcuni casi con impressioni lineari; ciotole; olle biconiche a doppio manico ed anche un olla panciuta con ansa di importazione apula /53

3 64. Nell età del ferro il processo di fabbricazione cambia completamente con l introduzione del tornio veloce. Massiccia è la presenza di artigianato di importazione dalla Magna Grecia, dalla Daunia, dalla Grecia, dall Etruria, dall Italia settentrionale e di conseguenza anche la produzione di un artigianato locale di imitazione. L orizzonte culturale è quello tardo orientalizzante. Comincia a circolare la ceramica attica a figure rosse, ma arrivano anche le anfore greche e grecoitaliche. 60. Vaso canopo, urna cineraria biconica di tipo villanoviano con ciotolacoperchio. Dal sepolcreto Servici di Novilara. Età del ferro. Pesaro, Museo Oliveriano. 61. Vasetti monoansati dell età del ferro conservati al Museo Oliveriano di Pesaro. Da notare la forma askoide e la decorazione geometrica impressa. Questo tipo di reperto è abbastanza comune nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino. 62. Ansa a bastoncello con foro centrale. Prima età del ferro. Museo Civico di Macerata Feltria Coppa su alto piede in ceramica a pasta grigia della fine del V secolo a.c.. Museo Civico di Macerata Feltria. 64. Grande olla, nel cui interno furono ritrovati numerosi resti di ossa umane, munita di due piccole anse a semicerchio impostate nella parte superiore. Presenta fasce di colore rosso scuro. Proviene dal sepolcreto Servici di Novilara, tomba S 29. Si trova al Museo Oliveriano di Pesaro. 65. Vaso globulare dipinto. Presenta corpo sferico, una sola ansa frammentaria breve collo e bocca con orlo estroflesso. La superficie lucida è ornata di pitture a motivo geometrico e fasci lineari. Faceva parte del corredo femminile della tomba n. 81 del sepolcreto Servici di Novilara. Pesaro, Museo Oliveriano.

4

5 La ceramica greca 2/2

6 La ceramica greca Pochi sono nel territorio i reperti in condizioni di conservazione accettabile, testimonianti la presenza di ceramica greca o di imitazione greca nella provincia di Pesaro e Urbino. Molti invece sono i piccoli frammenti ad essa riconducibili. La produzione di ceramica greca è vastissima e in questa sede ci limiteremo a quella attica che, com è noto, è divisa in due classi principali: a figure nere su fondo rosso, tipica del VI secolo a.c. e a vernice nera e figure rosse, ricavate a risparmio, dal V secolo a.c. in poi. Consideriamo ora la tecnica delle figure nere : prima era tracciata la linea di contorno e poi, all interno di questa, era messo il colore; erano quindi applicati i cosiddetti colori aggiunti, quali il bianco e il rosso, e venivano tracciati i dettagli con un utensile appuntito. Quella delle figure rosse è una derivazione dalla tecnica delle figure nere. Il contorno delle figure era tracciato e i dettagli dipinti con un pennello o altro utensile. Poi era dipinta la parte fuori dei contorni: questa nuova tecnica permetteva di tracciare linee di differenti spessori. Si arrivava addirittura /57

7 Frammento di kylix attica a figure rosse con rappresentazione di Europa sul toro. Proviene da uno scavo del 1977 effettuato in via delle Galligarie a Pesaro. La presenza di ceramica attica, tra quelle di importazione, è rilevante nel territorio pesarese. Si contano circa duecento frammenti, di piccole dimensioni, per lo più a vernice nera, ma anche a figure nere e pochi a figure rosse. Questo reperto viene attribuito dagli studiosi alla bottega del pittore di Pentesilea ed è datato al a.c. (da La ceramica attica figurata nelle Marche, p. 69). Nel 1877 presso la località Monte Giove di Fano fu rinvenuta una tomba di tipo piceno, databile al a.c. del cui corredo facevano parte anche vasi attici (foto nn. 67, 68, 69, 70, 71 e 74), oltre che oggetti in bronzo. Al gruppo ceramico appartiene vasellame a figure rosse e oggetti in vernice nera. Abbiamo i resti restaurati di un cratere a colonnette; il fondo di una kylix (coppa con piede a calice) su cui sono dipinte figure panneggiate a colloquio; una lékythos (brocchetta con collo sottile, monoansata e bocca stretta) a fondo bianco con decorazioni a palmette in nero; un oinochóe a forma di testa femminile; uno skyphos (tazza con due anse ai lati del corpo) a figure nere. Completamente in vernice nera sono un oinochóe, una lékythos ariballica (con corpo globulare) e due kylikes. Tutti i pezzi sono conservati al Museo Civico di Fano. 67. Kylix. Dell antica coppa rimane un frammento, ricomposto da quattro parti più piccole che all interno di un motivo circolare a meandro nero su fondo rosso rappresenta due figure giovanili ammantate, affrontate di cui una seduta. 68. Lékythos a fondo bianco con decorazione a palmette nere sul corpo e sulla spalla. E avvicinabile alla bottega di Diosphos ed è datata al a.c.. La base e il fondo del corpo sono verniciati di nero, mentre sulla parte subito sotto la spalla notiamo un motivo a meandro, la classica greca. E alta quasi diciassette centimetri, è stata ricomposta poiché trovata in frammenti.

8 ad usare pennelli con una sola setola di maiale per le linee più sottili. Nel processo di lavorazione di questo tipo di ceramica un problema è stato rappresentato dal capire come si faceva ad ottenere la vernice. L aspetto più complicato era comprendere come venivano prodotti i colori finali rossi e neri. La ricerca chimica ha rivelato che l elemento costitutivo, del colore nero e del rosso, è sempre una parte dell argilla. Le particelle d argilla del rosso sono più minute di quelle del nero, e probabilmente erano la parte superiore, più pura, sciolta in acqua. Gli studiosi hanno scoperto che per produrre i due colori, era necessario un procedimento di cottura in tre passaggi. Alcuni pensano che qualche sostanza organica fosse aggiunta per aiutare le reazioni. Non è ancora chiaro quali fossero queste sostanze, anche se la cenere potrebbe essere una di loro. Nell area picena la presenza di ceramica attica e della Magna Grecia si diffonde maggiormente tra VI e IV secolo a.c. sia in contesti di necropoli, sia di abitati. Le merci arrivavano dal porto di Ancona, avamposto degli interessi economici siracusani dell età di Dionigi il Grande. Si tratta in genere di vasellame da banchetto. Questo tipo di commercio penetra fino all interno delle vallate dove gli scambi tra /59

9 Oinochóe plastica a testa femminile. 70. Skyphos miniaturistico, ricomposto da frammenti e privo delle anse. da una fascia mediana a risparmio, rossa, filettata da una doppia linea nera. 71. Lékythos ariballica frammentaria, priva della parte superiore del collo e dell ansa. Il corpo tondeggiante si presenta in vernice nera, caratterizzato

10 le popolazioni umbre ed etrusche sono ormai consolidati. Sicuramente poi il favore riscontrato verso questo tipo di prodotti fa sì che in area picena si sia sviluppata anche una produzione locale a figure rosse e a figure nere imitante gli oggetti di importazione. La produzione locale integra apporti grecoattici, magnogreci e marginalmente elementi tirrenici. Le ceramiche attiche trovate a Pesaro indicano anche che i commerci si avvalevano dell approdo di Santa Marina di Focara. La qualità dei vasi recuperati, per lo più relativi a crateri, hydriai, qualche oinochóe e coppe sono di qualità modesta e la decorazione pittorica è più approssimativa rispetto agli esemplari a cui siamo abituati per questo tipo di ceramica. Da Santa Marina di Focara provengono i frammenti di un cratere a volute con scena di combattimento le /61

11 Frammento in ceramica attica. Fondo con piede, decorazione a losanghe di linee intersecanti in diagonale. E conservato al Museo Vernarecci di Fossombrone. Il materiale attico presente proviene dagli abitati di Monte Aguzzo e Monte Raggio. 73. Piccolo frammento di ceramica attica con decorazione a meandro. Località Pieve di San Cassiano. V secolo a.c.. Museo Civico di Macerata Feltria. 74. Parte di kylix in vernice nera, da tomba di Montegiove, Museo Civico di Fano. 74.

12

13 cui parti sono sparse tra il Museo archeologico delle Marche e quello di Rimini. Ceramica attica è stata ritrovata anche a Pesaro, per lo più in frammenti ridotti riferibili a kylikes e skyphoi. La collezione presente al Museo Oliveriano è frutto di recuperi che non hanno a che fare con il nostro territorio, anche se la raccolta in mostra è piuttosto interessante. Da Sant Angelo in Lizzola e da Fano giungono concrete testimonianze per questo tipo di esemplari fittili. Da Monteporzio ci resta un disegno che farebbe riferimento ad un ritrovamento di tomba nella proprietà dei duchi Montevecchio, da cui proverrebbe un cratere a colonnette a figure rosse con la rappresentazione di giovani con elmo, scudo e lancia e giovani ammantati. Del vaso, posseduto dai Montevecchio, non si conosce l attuale luogo di conservazione /76. Le immagini fanno riferimento a due attestazioni di ceramica greca nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino. La foto a colori riporta i frammenti di un cratere (grande vaso per contenere liquidi) con la rappresentazione di scene di palestra, atleta e Nike. Sono datati al V secolo a.c. e si conservano presso il Museo Archeologico di Ancona. La seconda immagine mostra un disegno in bianco e nero che testimonierebbe il ritrovamento nel corredo di una tomba picena a Monteporzio di un cratere attico a colonnette con rappresentazione di giovani di cui, però, sono state perse le tracce. Il disegno è conservato presso l archivio della Soprintendenza archeologica delle Marche. (da La Ceramica attica figurata nelle Marche, p. 72 e p. 77). 75.

14

15 La ceramica romana 2/3

16 Ceramica a vernice nera campana Si tratta di produzioni ceramiche diverse, riferibili ad un periodo compreso tra IV e I secolo a.c., tipico dell età repubblicana. E caratterizzata da rivestimento superficiale vetroso di colore nero o nerastro, corpo ceramico nocciola con sfumature diverse, oppure grigio. Rappresenta la ceramica fine da mensa più diffusa insieme con quella più tarda della ceramica sigillata. Le forme potevano essere lisce o decorate con motivi a stampiglia o impressi. La sua presenza è un elemento datante negli scavi stratigrafici. In ambito medio adriatico il periodo di maggiore La ceramica a vernice nera rappresenta una produzione fine nel vasellame da mensa. Le forme erano eleganti e curate, l argilla che le componeva particolarmente depurata, ma l elemento che le conferiva bellezza era la vernice nera lucente. La produzione è tipica romana del periodo repubblicano. Dagli scavi della villa rustica di Colombara a Pole di Acqualagna provengono numerosi oggetti (foto nn. 78, 80, 83), molti dei quali integri, che testimoniano l utilizzo domestico di questa classe ceramica. Al Museo Antiquario di Acqualagna si possono osservare boccali, pissidi (scatole fittili), ollette (contenitori panciuti), patere (piatti dai bordi rialzati e in alcuni esemplari umbone centrale) e coppe che sono datate al II-I secolo a.c Ceramica a vernice nera d età repubblicana da Forum Sempronii. Museo Vernarecci di Fossombrone. Da notare la caratteristica decorazione, di solito a palmette, realizzata al centro del piatto, sul fondo interno entro cerchi concentrici incisi /67

17

18 diffusione si fa partire dal III secolo a.c.. La produzione è maggiormente locale che d importazione, ateliers sono testimoniati a Rimini e Jesi. Questa classe ceramica continua ad essere uniformemente diffusa tra II e I secolo a.c. fino alla metà del I secolo d.c.. Molteplici i reperti nei nostri musei, in particolare molto interessante il ritrovamento di molti oggetti integri nello scavo archeologico della villa romana di Colombara, presso Pole di Acqualagna /69

19 Frammento di ceramica a vernice nera con decorazione a palmette. Museo di Cantiano. 80. Frammento di coppa a vernice nera anch essa col motivo delle palmette. 82. Coppa su piede in vernice nera, è conservata al Museo dei Bronzi dorati di Pergola. 83. Pisside a vernice nera Anche le lucerne erano realizzate a vernice nera. Questo è un esempio frammentario conservato a Macerata Feltria. Età repubblicana.

20 Ceramica detta terra sigillata È la classe ceramica più diffusa in tutto l impero, comprende il vasellame fine da mensa rivestito di vernice rossa, prodotta dal II secolo a.c. al V secolo d.c.. Le sigillate di maggiore fortuna furono quelle orientali, italiche o aretine, galliche e africane. Per il nostro territorio prenderemo in considerazione la sigillata aretina, medioadriatica e africana. Sigillum, significa in latino piccola statua, da signum; il termine sigillata farebbe riferimento agli oggetti decorati con figure a rilievo, ma oggi comprende sia gli esemplari decorati sia quelli lisci. La vernice che si otteneva per questi prodotti era di un rosso brillante, lucida e coprente; il corpo ceramico è beige o beige-rosato, molto depurato. Si tratta per lo più di forme aperte, dalle coppe ai piatti che erano prodotti in ogni parte dell impero, anche se gli atéliers più importanti erano individuabili attraverso bolli, cartigli o iscrizioni in planta pedis che ne segnalavano l attribuzione. La produzione più ricercata era quella aretina che produceva esemplari /71

21 Con il termine terra sigillata si definisce tutta la produzione di vasellame fine da mensa di epoca romana caratterizzata da un engobbiatura a vernice rossa esterna e interna. Il termine sigillum fa riferimento alla decorazione con figure a rilievo. I vasi più raffinati erano quelli in sigillata aretina, in Arezzo, caratteristici della prima età imperiale. Meno pregiate ma molto diffuse furono in seguito durante l età imperiale, le ceramiche definite africane, che presentavano una vernice più aranciata, e quelle locali medioadriatiche che si riconoscono per una qualità più scadente della vernice e per la presenza sulle superfici di motivi bruni a cerchi concentrici. A stampiglia si potevano far aderire alla superficie fresca del vaso motivi di tipo mitologico, motivi antropomorfi, animali, ornati vegetali, bottoncini, ovoli, bacellature e costolatura. Al Museo Civico di Fano si possono osservare piccoli frammenti con delfini, ed uno con Erote (Amorino) svolazzante. 84. Coppa in terra sigillata decorata a matrice con motivi vegetali (cerchietti e palmette). I secolo d.c., Fano, Museo Civico. 85. Coppa in terra sigillata italica liscia. I secolo d.c., Museo Vernarecci di Fossombrone. 86. Tra i frammenti di sigillata aretina conservati al Museo Vernarecci di Fossombrone che mostrano figure antropomorfe anche una divinità su un carro trainato da cavalli. 87/88. A Macerata Feltria si trovano numerosissimi piccoli frammenti con vari motivi. Per queste immagini sono stati scelti due frammenti: nel primo vi è un mascherone con protome di Medusa entro un cerchio perlato; il secondo rappresenta un cane.

22

23 Nel frammento è riconoscibile il viso maschile e barbuto di un Sileno, divinità bacchica dalle orecchie equine, circondato da una corona di pampini e grappoli d uva. Macerata Feltria, Museo Frammenti di grandi piatti in sigillata africana, caratterizzati da decorazioni impresse nella ceramica. Dal II secolo d.c.. Fano, Museo Civico. 91. Terra sigillata chiara detta africana. Bordo di piatto con decorazione ad ornati vegetali. Fano, Museo Civico. 92. Due frammenti con decorazione ad appliques da Sant Angelo in Vado. 89.

24 a vernice rossa corallina, molto lucente, con decorazioni che potevano essere realizzate con la tecnica della barbotine, ad appliques o a rilievo (matrice). La prima consiste nell utilizzo di argilla più depurata e liquida che era utilizzata per decorazioni come foglioline, linee, racemi. La tecnica ad appliques invece prevedeva l incollaggio sull orlo del vaso di elementi decorativi come piccole spirali, festoni, testine, fiori. La decorazione a rilievo prevedeva l uso di matrici, in pratica l argilla prima veniva fatta aderire ad uno stampo che imprimeva a rilievo il motivo decorativo che esso presentava in negativo. I motivi erano innumerevoli, da geometrici a vegetali, da animali a personaggi del mito, da maschere a rappresentazioni di vita quotidiana. Dal II secolo d.c. comincia a diffondersi la cosiddetta sigillata chiara africana, una classe meno pregiata dell italica che, inizialmente, venne prodotta su larga scala nelle officine delle coste africane del Mediterraneo e quindi esportata diffusamente. Poi cominciò ad essere prodotta localmente. La sigillata africana presenta forme abbastanza grandi, aperte, soprattutto piatti e vassoi che dovevano forse servire per portare in tavola preparazioni comprendenti più pietanze e talvolta utilizzate anche come ceramiche da cottura. Il colore della vernice va dall arancio-nocciola al nocciola rossiccio. In alcuni casi comparivano anche delle sovradipinture con vernice bruno seppia di cerchi concentrici e tremoli a raggera. Le decorazioni potevano essere a rilievo, con motivi vegetali o mitologici sulla tesa dei piatti o in un medaglione centrale o semplicemente sovradipinta. Una menzione a parte merita la sigillata definita medioadriatica o sigillata tarda dell Italia centro settentrionale perché caratteristica delle nostre zone. Le produzioni, infatti, sono tipiche di Toscana, Emilia e Marche a partire dal II al V secolo. Essa presenta frequentemente tipi derivati dalla africana. Di questa produzione è la presenza di sovradipinture di colore variabile tra il bruno e il seppia chiaro. Anche qui il repertorio formale presenta prevalentemente forme aperte, cioè piatti, scodelle senza coperchi, grandi vassoi circolari. 74/75

25 Frammento di ceramica medioadriatica presso il Museo Archeologico di Cantiano. Si possono notare le caratteristiche linee brune concentriche. 94. Piatto ricostruito in terra sigillata chiara medioadriatica conservato presso il Museo Vernarecci di Fossombrone. 95. Bordo di piatto con scena bucolica: sono riconoscibili i buoi, un albero, un animale ed una figura umana. Fossombrone, Museo Vernarecci. 95.

26 Ceramica a pareti sottili Si tratta di una classe ceramica relativamente giovane nella storia degli studi. Raggruppa vasi potori, per bere, che rientrano nel vasellame fine da mensa. Il nome deriva dalla caratteristica tecnica di questi manufatti che dovevano avere pareti sottili, buona maneggevolezza e imitare i modelli metallici. La produzione, all inizio esclusivamente italica, si allarga a diverse province /77

27

28 98. dell impero, definendo un arco temporale che va dal II a.c. al III secolo d. C.. Sono testimonianza di questa classe bicchieri, coppe, tazze e piccoli boccali che presentano un impasto rosato o grigio secondo il tipo di argilla utilizzato nelle fabbriche. Possono essere rivestiti da un ingobbio dello stesso colore che gli dona lucentezza metallica, o presentare la superficie opaca, liscia o spruzzata da un leggero strato di sabbia. Le decorazioni sono ottenute prevalentemente in due modi: a rotella, sulla parete ancora fresca si disegnavano motivi a tacche ripetute; à la barbotine, i motivi venivano creati a mano libera dal ceramista con argilla semiliquida. Caratteristici sono le foglioline, i boccoli, i puntini, le linee, le squame spatolate, i globetti. La forma più comune è la tazza emisferica carenata, abbastanza profonda, con larga imboccatura, che poteva presentarsi con o senza anse. 78/79

29 La ceramica a pareti sottili fu prodotta soprattutto per i vasi potori, i bicchieri e le tazze dell antichità. La loro caratteristica era di avere una parete ceramica molto sottile e di conseguenza si aveva un oggetto leggero, maneggevole ma che, quando si rompeva, andava in mille pezzi. Troviamo vasellame in pareti sottili di colore grigio, leggermente lucido. Questo accadeva perché si volevano imitare i bicchieri di bronzo in uso in epoca romana. Come nella ceramica sigillata anche le pareti sottili presentavano delle decorazioni impresse. 96/97. (Alle pagine precedenti): Nell immagine grande si possono osservare alcuni frammenti decorati di una certa consistenza, conservati al Museo Civico di Fano e, nell altra, un pezzo del Museo Archeologico di Sant Angelo in Vado. 98/99. Altri frammenti del Museo Archeologico di Sant Angelo in Vado. Si può notare in tutti la varietà dei motivi che venivano realizzati sulle superfici di questi vasi che, assieme a vernice nera e sigillata, rappresentavano i servizi buoni di casa. La produzione di questo vasellame si estende dal II secolo a.c. fino ai primi secoli dell impero. 99.

30 Ceramica e terracotta comune Si tratta di una vera e propria categoria di ceramica, la più diffusa in assoluto, anche perché presente nelle case di ognuno. Il termine è utilizzato per indicare la ceramica utilitaria caratterizzata da una fattura maggiormente curata, mentre per la ceramica d aspetto più grossolano si ricorre al termine di ceramica grezza o a quello di rozza terracotta. I vasi di questa classe si trovano impiegati per la mensa, per la cucina, la dispensa. Si tratta di materiale di basso prezzo, che poteva essere prodotto anche in realtà domestiche, fabbricato con argille d impasto. Doveva rispondere soltanto a criteri di funzionalità e non seguiva mode particolari. Le superfici non sono né decorate né verniciate eccezion fatta per la vernice rossa interna. Questa classe comprende vasi da fuoco, realizzati al tornio e rivestiti all interno e sul lato esterno del bordo, da uno spesso strato di vernice rossa. Le uniche forme sono un tegame basso e il relativo coperchio, che è piuttosto raro. I recipienti sono grandi e il colore dell ingobbio può andare dal rosso aranciato al marrone rossastro. I fondi interni presentano una serie di cerchi concentrici. La produzione dall età repubblicana arriva al III secolo d.c. quando poi è sostituita dalla sigillata africana. Le forme della terracotta comune sono semplici e presentano una straordinaria uniformità nel tempo e nello spazio. Le ceramiche da fuoco si riconoscono perché presentano impasti grossolani e, in sede di ritrovamento, i fondi visibilmente anneriti dalla fiamma /81

31 101. La ceramica comune d età romana, quella appunto che si usava comunemente, di più ampia diffusione, meno costosa e di produzione locale, presenta numerosissime testimonianze nella provincia, con un vario repertorio di forme. Molto vasellame ci è arrivato in cocci. È probabilmente la classe più difficile da datare, ove manchi il contesto archeologico di ritrovamento, in quanto la produzione si è mantenuta identica per diversi secoli. Questi oggetti erano finalizzati all utilizzo più che all estetica Brocca monoansata a fondo piatto. Proviene dalla villa rustica di Colombara ed è conservata al Museo Antiquario di Acqualagna Bicchiere in ceramica comune. Acqualagna, Museo Antiquario Piatto su piede in ceramica comune. Fano, Museo Civico. 102.

32

33 Olla e boccali monoansati. Fossombrone. Museo Vernarecci. Da notare, nelle varie immagini presentate la varietà dei colori dei vasi dovuti alla diversa composizione e depurazione delle argille utilizzate per produrli Olla in rozza terracotta. Questa produzione, piuttosto grezza con argilla piena di inclusi termoresistenti serviva spesso come vasellame da fuoco, infatti non di rado è possibile osservare ancora oggi sulla superficie l annerimento dei vasi dovuto al contatto col fuoco. Museo Civico di Macerata Feltria Ciotola proveniente dal corredo funebre delle tombe romane di Ramaglie. Pergola, Museo dei Bronzi dorati Elementi a pigna conservati al Museo Civico di Fano. 103.

34 Anfore Le anfore in generale presentano una forma con corpo più o meno ingrossato, spalla netta, base diversificata, collo distinto, espanso, con due anse solitamente verticali. Venivano utilizzate come contenitori da trasporto, per l immagazzinamento dei prodotti alimentari nelle case, nelle tabernae, nei magazzini in generale e, dopo l uso, venivano di solito reimpiegate in edilizia per vespai e drenaggi ma anche in contesti funerari come segnacolo, elemento di corredo, vaso cinerario o luogo di deposizione della salma. I cocci di anfore sono il materiale più diffuso in ogni scavo archeologico e, per le nostre zone, notevoli sono stati anche i ritrovamenti subacquei, visto che questo tipo di vasellame era impilato, stivato sulle navi e trasportato comunemente come merce di largo smercio. Nel caso poi che le navi non raggiungessero il porto, eventualità non infrequente, i carichi ci sono stati conservati nelle profondità marine. Caratteristica di questa tipologia di vasellame è la presenza di bolli sulla superficie e di coperchi di varia foggia. Il bollo permetteva subito all acquirente di riconoscere non solo il produttore e l officina ma anche il tipo di derrata, il peso e la provenienza degli alimenti. V è /85

35

36

37 la presenza di graffiti che indicano il momento di produzione o di invasamento delle derrate. La nostra provincia è ricchissima di questa tipologia di oggetti o dei suoi frammenti dato il loro impiego e l ampia diffusione. Le anfore, tipici contenitori da trasporto dell antichità, avevano collo stretto e ampia pancia, erano fornite di due anse, saldi manici che servivano per essere impugnati con entrambe le mani e presentavano, solitamente, anche un puntale utile per impilare i vasi uno dentro l altro ma anche per conficcarli in terra senza che si rovesciassero. 107/108. Nelle immagini riportate, alle pagine precedenti, alcune delle anfore conservate al Museo Civico di Fano e, accanto, si possono distinguere due recipienti che provengono da un recupero in mare. Sono infatti pieni di incrostazioni marine. Davanti a questi due anfore di dimensioni più modeste a fondo piatto Gruppo di anfore al Museo Vernarecci di Fossombrone. Si può notare che tutti questi esemplari pur nell omogeneità della loro forma si differenziano tra loro. Questa varietà si rapporta ai diversi usi e alle varie esigenze di trasporto e contenimento. Le anfore erano destinate alla conservazione del vino, contenevano garum, salsa che si ricavava dalla putrefazione dei resti del pesce e serviva a dare sapidità ai cibi. Un altro tipo di salsa era il murium, una salamoia di viscere e interiora di tonno; altre servivano a contenere frutta conservata. La maggior parte di esse contenevano vino od olio Coperchi per anfore conservati al Museo Civico di Fano.

38 Lucerne Assieme alle anfore rappresentano il tipo di reperto che maggiormente è trovato nello scavo archeologico. Si tratta di un manufatto, realizzato in terracotta o metallo, che presenta generalmente un corpo chiuso che funge da serbatoio, un disco con il foro per l immissione dell olio combustibile e un forellino d aerazione, un ansa per reggerla, il fondo, il piede e il becco da cui usciva lo stoppino che veniva acceso per illuminare. L uso è logicamente legato alla primaria esigenza di rischiarare gli ambienti durante le ore notturne. Le lampade erano montate spesso /89

39 114. Le lucerne fittili inizialmente furono modellate a mano, poi al tornio e dal III secolo a.c. con la tecnica della fabbricazione a matrice. L argilla era pressata all interno degli stampi, uno per la parte superiore ed una per l inferiore, ed erano unite quando l impasto, seccando, raggiungeva una certa consistenza. Si praticavano i fori, aggiungendo le applicazioni, si verniciavano ed erano cotte. Molte lucerne recano, o impressi o incisi, dei bolli di fabbrica che probabilmente erano realizzati subito prima della cottura nella parte inferiore, esternamente sotto il serbatoio. La possibilità di una produzione su larga scala fece rapidamente diffondere in tutto il mondo romano quest oggetto che permetteva l illuminazione artificiale delle domus. Caratteristiche delle lucerne di periodo imperiale sono le indicazioni che esse riportavano sul fondo con i nomi dei fabbricanti: LITOGENE, FORTIS ed altri. Esempi di questo tipo li troviamo un po dovunque nei musei della provincia Lucerna fittile d età repubblicana da Colombara. Museo Antiquarium di Acqualagna. L oggetto fa parte di una serie di lampade, riunite nel Museo dette di tipo biconico dell Esquilino, la cui datazione oscilla tra il 150 e l 80 a.c.. Da notare la forma triangolare del becco alla cui base si trova la firma C.CASSI Lucerne a volute con decorazioni sul disco. Si distinguono un amorino alato, un cavallo in corsa, una testa barbuta e un anfora. I secolo d.c.. Fossombrone, Museo Vernarecci Due esempi di firmalampen, le lucerne a canale di età imperiale che sul fondo esterno del serbatoio riportavano la firma del produttore. La prima immagine riporta l iscrizione FORTIS, una delle più conosciute, l altra la firma LITOGENE. Fano, Museo Civico Disco di lucerna con la raffigurazione di due cornucopie e forellino centrale. Museo Civico di Macerata Feltria.

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Testo originale Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Concluso il 20 ottobre 2006 Entrato in vigore mediante

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE

L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE Le fonti letterarie conservateci che trattino

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO LISTINO PREZZI E.P. VIT s.r.l. opera da oltre un decennio nel mercato della commercializzazione di VITERIA, BULLONERIA E SISTEMI DI FISSAGGIO MECCANICI. L azienda si pone quale obiettivo l offerta di prodotti

Dettagli

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t BOCCALE 4 STAGIONI Senza capsula 41,5 cl Quattro stagioni bottiglia 20 CL bottiglia 40 CL SAGITTA VINO BIANCO Calice 44 cl SWING Bottiglia 25 cl Bottiglia 50 cl OFFICINA 1825 Bicchiere 30 cl ROCKBAR Bicchiere

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1.

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1. O2 - I PRISMI OTTICI S intende con prisma ottico un blocco di vetro ottico 8 limitato normalmente da superfici piane, di forma spesso prismatica. Un fascio di luce 9 può incidere su una o due delle sue

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne DESCRIZIONE DI-CLASS è un sistema composito a base resina caratterizzato da elevata flessibilità di intervento ed

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO rt MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI, TAVOLI, SCALE, PROGETTI. FORNITURA MARMI E PIETRE PER ABITAZIONI, HOTEL, EDILIZIA. Art Carrara by Amso International Carrara Italy

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano www.mpmsrl.com pavimentazioni re sine materiali protettivi milano Tradizione, esperienza, innovazione tecnologica. Da oltre 50 anni MPM materiali protettivi milano s.r.l opera nel settore dell edilizia

Dettagli

Scotchcal serie IJ 20

Scotchcal serie IJ 20 3M Italia, Dicembre 2010 Scotchcal serie IJ 20 Bollettino Tecnico 3M Italia Spa COMMERCIAL GRAPHICS 3M, Controltac, Scotchcal, Comply and MCS sono marchi 3M Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax:

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo.

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Con questa attività, il bambino, non solo si avvicina alla musica e

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Prodotti tecnicamente evoluti

Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli&sedie Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli & Sedie La collezione Point tavoli & sedie realizzata per Mondo Convenienza raggruppa una famiglia di prodotti adatti per la casa, spazi per l ufficio

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

L OLIVO E LA SUA STORIA

L OLIVO E LA SUA STORIA L OLIVO E LA SUA STORIA L olivo è una pianta che ancora oggi è presente nelle tradizioni e nella cultura dei popoli. Fin dalla antichità ha rappresentato un simbolo di pace e di prosperità ed è stata oggetto

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

L invenzione della scrittura

L invenzione della scrittura 42 2 L invenzione della scrittura Preistoria Dal passato ci giungono solo documenti materiali. 3300 a.c. Storia Dal passato ci giungono sia documenti materiali, sia documenti scritti. 2 La scrittura nasce

Dettagli

c o l l e z i o n e continuat i va

c o l l e z i o n e continuat i va c o l l e z i o n e continuat i va www.aleimport.it A.L.e. Import è un azienda solida e in grande espansione. Il suo servizio e professionalità è in grado di fornire consegne in tutt Italia, in tempi estremamente

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME. M. Piccirillo

UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME. M. Piccirillo UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME M. Piccirillo Nella primavera del 1992 un antiquario della Città Santa presentò al Museo dello Studium Biblicum uno stampo per eulogia in pietra, a suo dire,

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio

Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio La S.V. è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa mercoledì 21 settembre, alle ore 11 presso il Teatro Anatomico del

Dettagli

Mini accessori. una gamma completa per: il modellismo il fai da te l elettronica l artigianato

Mini accessori. una gamma completa per: il modellismo il fai da te l elettronica l artigianato CATALOGO204 Mini accessori Piccoli, universali, ma soprattutto assolutamente precisi: PG Mini, la nuova linea di accessori che risolve ogni esigenza di lavoro. Tagliare, smerigliare, levigare, forare,

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

Cos'è l'argilla? Lavorazione dell'argilla Essiccazione

Cos'è l'argilla? Lavorazione dell'argilla Essiccazione TERRA E CREATIVITÀ' Cos'è l'argilla? L'argilla o creta è la materia prima usata per la fabbricazione della ceramica. Essa si reperisce in negozi specializzati, di articoli di belle arti, da ceramisti o

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli