LA NOSTRA STORIA. Giovanni Agnelli insieme ad altri imprenditori fonda la Fabbrica Italiana Automobili Torino (FIAT).

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NOSTRA STORIA. Giovanni Agnelli insieme ad altri imprenditori fonda la Fabbrica Italiana Automobili Torino (FIAT)."

Transcript

1 LA NOSTRA STORIA EXOR è la sintesi di una storia imprenditoriale fatta di oltre un secolo di investimenti, realizzati attraverso diverse società controllate dalla Famiglia Agnelli Giovanni Agnelli insieme ad altri imprenditori fonda la Fabbrica Italiana Automobili Torino (FIAT) Viene fondata l IFI-Istituto Finanziario Italiano dal Senatore Giovanni Agnelli per raccogliere, controllare e gestire la partecipazione in Fiat e in diverse altre società: RIV, SAVA, Cinzano, Sestriere, Vetrocoke, Società Anonima Manifattura Pellami e Calzature, Società Aviolinee Italiane, Società Idroelettrica Piemontese (SIP), oltre a numerose proprietà agricole e immobiliari L IFI acquista la Ferrania e aumenta l investimento in Cinzano, acquistando la Cinzano Ltd (che raggruppa numerose Società Cinzano in Italia e all estero). Viene inoltre creata la Compagnia Generale Italiana della Grande Pesca (Genepesca) e sviluppata l attività di SAVA, che colloca buoni fruttiferi emessi come contropartita dei crediti accordati per l acquisto di automobili L IFI investe nel settore agricolo acquistando una tenuta a Vercelli e una partecipazione nella Società Anonima Le Gallare, che svolge attività di bonifica dell area intorno a Ferrara L IFI aumenta gli investimenti nel cemento e fonde le società Adriaportland e Dalmatia di Spalato, dando vita alle Cementerie Riunite di Spalato.

2 1946 L IFI indirizza gli investimenti nella ricostruzione post-bellica: vengono riparate le fabbriche per la produzione autoveicolistica e meccaniche e rifatti gli impianti della Manifattura Pellami. La Società Esercizi Sestriere ricostruisce tutti gli alberghi e gli impianti di risalita, la SAPAV ricostituisce il parco mezzi e la Vetrocoke riprende la produzione di vetro, coke e concimi Negli anni della ricostruzione, l IFI costituisce la società Cementerie di Augusta, dotata di una capacità annua di due milioni di quintali di cemento, e potenzia due altri impianti già in attività situati a Guidonia e Macomero L IFI acquisisce il controllo dell Istituto Commerciale Laniero Italiano, che svolge attività in campo finanziario con particolare riferimento al settore tessile e laniero e aumenta la partecipazione nella Technicolor Italiana (costituita insieme all americana Technicolor Corporation) L IFI investe sul turismo invernale, potenziando la rete idrica e le infrastrutture del Sestriere: viene inoltre rinnovato e ampliato l Albergo Principi e vengono costruite nuove seggiovie L Istituto Commerciale Laniero Italiano estende l attività nel campo bancario e assume il nome di Istituto Bancario Italiano Laniero. Tre anni dopo, scorporata l attività bancaria (conferita alla Banca Subalpina) la società assume il nome di Istituto Finanziario Italiano Laniero (IFIL), svolgendo in parallelo con l IFI analoghe attività di gestione di partecipazioni Per riunire le partecipazioni estere del Gruppo viene costituita l IFI International (IFINT). Nello stesso anno l IFI scambia le proprie azioni Ferrania con una quota della società americana Minnesota Mining & Manufacturing (3M): nasce la Ferrania-3M.

3 1967 L IFI colloca le azioni della controllata SAI alle Borse Valori di Torino e Milano e studia nuove iniziative di sviluppo al Sestriere, tra cui un albergo per il Club Méditerranée 1968 Attraverso l offerta al pubblico di azioni privilegiate, l IFI diventa una società quotata alla Borsa Italiana. Il capitale ordinario resta interamente di proprietà della Famiglia Agnelli IFI acquisisce il controllo del Gruppo Editoriale Fabbri L IFINT è quotata alla Borsa del Lussemburgo e apre filiali negli USA, in Francia e in Svizzera. Negli anni successivi acquisisce partecipazioni in USA, tra cui Bantam Books, Southland Financial e Blackwell Land (1974) e Moog Automotive, società di componenti e ricambi per auto (1977) L IFINT acquisisce la totalità del capitale di CR Industries (componenti per il settore auto motive e macchine utensili) e, insieme a Unicem, di una società operante nel settore del cemento: River Cement (Saint Louis). Nei tre anni successivi effettua altri investimenti nel cemento (Hercules cement, Signal cement) L IFIL costituisce Primegest, società finanziaria che avvia tra le prime in Italia l attività di gestione di fondi. Inoltre acquisisce la quota di controllo della società Toro Assicurazioni e acquista La Rinascente.

4 1985 L IFINT rafforza la sua presenza nel mercato dei componenti e ricambi per auto in USA, acquisendo Import Parts America e (1986) Everco Industries, dando vita a Moog Automotive Group L IFIL, acquista una parte rilevante della partecipazione Fiat detenuta dalla Lybian Arab Foreign Investment Company, portando a poco meno del 40% la partecipazione totale al capitale ordinario Fiat Viene costituita Società in Accomandita per Azioni Giovanni Agnelli e C. (GAeC), che raccoglie le partecipazioni nell IFI detenute dai membri della Famiglia Agnelli. Inoltre l IFIL stringe un alleanza con il Gruppo francese BSN (poi Danone) acquisendone il 5,4%. Seguono alcuni investimenti nel settore alimentare, tra cui Gruppo Sangemini, Birra Peroni, Star e Saint Louis L IFINT acquista partecipazioni in USA nel settore assicurativo (Fireman s Fund Co.) e dei componenti per auto (Lear Seating Co.) L IFIL insieme alla BSN assume il controllo del gruppo alimentare Egidio Galbani L IFIL acquista una partecipazione del 7% nella finanziaria francese Pechelbronn (poi Worms & C.ie).

5 1991 L IFINT acquista una partecipazione e in seguito lancia un OPA sulla società francese Exor S.A., che si conclude portando in capo all IFINT la società Chateaux Margaux e alcune proprietà immobiliari nel centro di Parigi L IFI partecipa direttamente e indirettamente all aumento di capitale della Fiat. L IFINT cede la Lear Seating Co. e cambia nome in Exor Group. L IFIL lancia un OPA su La Rinascente, acquisendone il controllo. Negli anni successivi, in seguito ad un accordo con il gruppo francese Auchan, la partecipazione viene progressivamente incrementata rafforzandone il controllo Exor Group acquisisce partecipazioni nel settore meccanico statunitense (Western Industries) e alimentare (Danone Asia). Negli anni successivi Exor investe ancora in USA (Constitution Reinsurance Co., Riverwood, Rockefeller Center), a Hong Kong (Distacom, Li&Fung) e in Francia (Club Méditeranée) L IFINT è quotata alla Borsa del Lussemburgo e apre filiali negli USA, in Francia e in Svizzera. Negli anni successivi acquisisce partecipazioni in USA, tra cui Bantam Books, Southland Financial e Blackwell Land (1974) e Moog Automotive, società di componenti e ricambi per auto (1977) Attraverso un OPA la GAeC. acquisisce il controllo totale di Exor Group e inizia una progressiva dismissione delle principali partecipazioni della stessa L IFI e L IFIL acquisiscono il 30% circa del capitale privilegiato Fiat. In Francia Worms & C.ie lancia un OPA sulle azioni della società cartaria Arjo Wiggins Appleton e rileva una quota della Société Générale de Surveillance (SGS). L IFIL inoltre acquisisce il controllo del gruppo turistico Alpitour.

6 2001 L IFI colloca alla Borsa italiana una quota di minoranza del capitale della Juventus FC L IFIL e l IFI aumentano il proprio capitale per far fronte ad un analoga operazione di Fiat. In questa occasione, viene varata una riorganizzazione, che riunisce in IFIL anche le partecipazioni detenute dall IFI (Fiat, San Paolo IMI e Juventus FC) L IFIL e Exor cedono le rispettive partecipazioni in Club Méditerranée. Tra il 2004 e il 2005 IFIL cede inoltre la sua partecipazione in La Rinascente L IFIL acquisisce da Exor Group azioni Fiat rivenienti da un operazione finanziaria (equity swap). L operazione consente a IFIL di mantenere il 30% della Fiat, restandone l azionista di riferimento nel momento della conversione in azioni del prestito convertendo. Inoltre Worms & C.ie cede Permal Group (fondi di fondi) a Legg Mason e assume il nome di Sequana Capital L IFIL acquisisce il 10% di Banca Leonardo, banca d affari indipendente fondata da Gerardo Braggiotti. Inoltre Sequana Capital con un offerta pubblica di scambio distribuisce ai suoi azionisti la partecipazione SGS in cambio di azioni Sequana, e concentra la propria attività nel settore dell industria cartaria con le società Arjo Wiggins e Antalis 2007 L IFIL acquisisce il controllo della Cushman & Wakefield, la più grande società americana non quotata di servizi nel campo immobiliare.

7 2008 L IFIL sottoscrive un prestito obbligazionario che consentirà di acquisire il 40% di Vision Investment Management (gestione del risparmio sui mercati asiatici) e acquista il 17% di Banijay Holding (produzioni televisive europee) Il 1 marzo l IFIL si fonde nell IFI, che assume il nome di EXOR S.p.A Il 30 settembre 2013, in seguito alla Fusione di Fiat Industrial e CNH Global, nasce CNH Industrial, leader globale nel campo dei capital goods. EXOR detiene il 27,10% del nuovo Gruppo Il 12 Ottobre 2014 nasce Fiat Chrysler Automobiles (FCA), società di diritto olandese con sede a Londra. Quotata a Wall Street e a Piazza Affari, è il settimo gruppo automobilistico mondiale. Exor detiene il 30,81% del nuovo Gruppo.

Diversificazione: strategie per l integrazione di più aree di business. Capitolo 9

Diversificazione: strategie per l integrazione di più aree di business. Capitolo 9 Diversificazione: strategie per l integrazione di più aree di business Capitolo 9 Teamwork Ciaramella Francesco Contino Salvatore Corrente Gerarda Gaeta Sergio Veltre Stolfi Fabrizio 3 Introduzione Parte

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione dell IFIL approva i risultati dell esercizio 2005

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione dell IFIL approva i risultati dell esercizio 2005 Torino, 30 marzo 2006 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione dell IFIL approva i risultati dell esercizio 2005 Sintesi dei risultati Dati in milioni di - Criteri di redazione nei prospetti allegati

Dettagli

EXOR: nuova organizzazione

EXOR: nuova organizzazione Torino, 11 febbraio 2011 COMUNICATO STAMPA EXOR: nuova organizzazione John Elkann nominato Presidente e Amministratore Delegato Tobias Brown nominato Chief Investment Officer con responsabilità su tutte

Dettagli

Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016

Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016 COMUNICATO STAMPA Torino, 13 maggio 2016 Il CDA di EXOR approva i risultati del 1 trimestre 2016 Dati in milioni di US $(*) al 31/3/2016 al 31/12/2015 Variazioni NAV Net Asset Value di EXOR 12.389 13.355-966

Dettagli

Istituto Finanziario Industriale

Istituto Finanziario Industriale Istituto Finanziario Industriale RELAZIONE SEMESTRALE 2003 Istituto Finanziario Industriale Capitale Sociale 163.251.460, interamente versato Sede Sociale in Torino, Corso Matteotti, 26 - Registro Imprese

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. L Assemblea degli Azionisti IFI approva il Bilancio 2005

COMUNICATO STAMPA. L Assemblea degli Azionisti IFI approva il Bilancio 2005 Torino, 25 maggio 2006 COMUNICATO STAMPA L Assemblea degli Azionisti IFI approva il Bilancio 2005 Destinato a riserva l utile dell esercizio 2005 ( 38,5 milioni) Rinnovato il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Il CDA di EXOR approva i risultati dell esercizio 2015

Il CDA di EXOR approva i risultati dell esercizio 2015 Torino, 14 aprile 2016 COMUNICATO STAMPA Il CDA di EXOR approva i risultati dell esercizio 2015 Dati in milioni di 31/12/2015 31/12/2014 Variazioni NAV Net Asset Value di EXOR 12.318 10.164 +2.154 GRUPPO

Dettagli

4. IL GRUPPO SORGENTE

4. IL GRUPPO SORGENTE 4. IL GRUPPO SORGENTE Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. Parma, 24-25 Marzo 2014 MP-MS 1 1 Indice Il Gruppo Sorgente Le Origini Un operatore globale La struttura I numeri

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

Sede Sociale in Torino, Corso Matteotti, 26 Registro Imprese di Torino 00470400011

Sede Sociale in Torino, Corso Matteotti, 26 Registro Imprese di Torino 00470400011 Capitale Sociale ¼LQWHUDPHQWHYHUVDWR Sede Sociale in Torino, Corso Matteotti, 26 Registro Imprese di Torino 00470400011 5(/$=,21(75,0(675$/( $/0$5=2 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 INDICE 25*$1,62&,$/,,/*58332,),

Dettagli

Azioni Sviluppo. Milano, 22 luglio 2014. Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani. www.beplex.com

Azioni Sviluppo. Milano, 22 luglio 2014. Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani. www.beplex.com Azioni Sviluppo Milano, 22 luglio 2014 Avv. Silvia Romanelli Prof. Avv. Stefano Cacchi Pessani www.beplex.com L origine Nascono nel 2007 dalla collaborazione tra Assolombarda, Borsa Italiana, BEP e Mediobanca

Dettagli

- Dottore Commercialista iscritto nell Albo dei Dottori Commercialisti di Torino dal 1992.

- Dottore Commercialista iscritto nell Albo dei Dottori Commercialisti di Torino dal 1992. Maurizio Ferrero CURRICULUM VITAE Dati personali Nome e cognome: Maurizio FERRERO Data di nascita: 27 febbraio 1964 Domicilio professionale: Via Ettore de Sonnaz n. 19, Torino Telefono: 0115613282 fax

Dettagli

Istituto Finanziario Industriale

Istituto Finanziario Industriale IFI - RELAZIONI E BILANCI 2003 COP BIL IFI IT 2003 9-06-2004 9:52 Pagina 1 Istituto Finanziario Industriale RELAZIONI E BILANCI 2003 COP BIL IFI IT 2003 9-06-2004 9:52 Pagina 2 Indice RELAZIONE SULLA GESTIONE

Dettagli

Company Profile GIUGNO 2015

Company Profile GIUGNO 2015 Company Profile GIUGNO 2015 Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.a. Capitale sociale: Euro 156.209.463,00 Numero di iscrizione al Registro Imprese di Torino: 02751170016 C.C.I.A.A. di Torino

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese

Cassa depositi e prestiti. Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti A sostegno del Paese Cassa depositi e prestiti è l operatore di riferimento per gli Enti pubblici, per lo sviluppo delle opere infrastrutturali, per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SORGENTE SGR, 240 MLN INVESTITI NEL SUD ITALIA E NUOVE INIZIATIVE IN CANTIERE IN SICILIA E PUGLIA

COMUNICATO STAMPA SORGENTE SGR, 240 MLN INVESTITI NEL SUD ITALIA E NUOVE INIZIATIVE IN CANTIERE IN SICILIA E PUGLIA COMUNICATO STAMPA SGR, 240 MLN INVESTITI NEL SUD ITALIA E NUOVE INIZIATIVE IN CANTIERE IN SICILIA E PUGLIA Il Direttore Generale, Giovanni Cerrone, ha esposto le strategie al Forum del Sud, organizzato

Dettagli

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Finanziamenti con provvista Cassa Depositi e Prestiti Finanza Agevolata - Novembre 2015 Cassa Depositi e Prestiti Identità e missione (1/2) La Cassa Depositi e Prestiti (CDP) è una società per azioni a

Dettagli

Fideuram Multibrand. Linea Value

Fideuram Multibrand. Linea Value Fideuram Multibrand Linea Value Banca Fideuram mette a disposizione dei propri clienti Fideuram Multibrand, una gamma completa che unisce all offerta della Casa oltre 700 tra fondi comuni e SICAV di rinomate

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES CODICE CIVILE SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES CODICE CIVILE SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES CODICE CIVILE SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BANCA POPOLARE DELL ADRIATICO S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A. INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

NOTA DI SINTESI. CREDEM INTERNATIONAL (LUX) SA CREDITO EMILIANO S.p.A. or ABAXBANK S.p.A. Descrizione dell'emittente

NOTA DI SINTESI. CREDEM INTERNATIONAL (LUX) SA CREDITO EMILIANO S.p.A. or ABAXBANK S.p.A. Descrizione dell'emittente NOTA DI SINTESI La presente Nota di Sintesi va letta come un'introduzione al Prospetto Base. Qualunque decisione di investimento nei Covered Warrant e/o nei Certificates (congiuntamente, gli "Strumenti

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981

Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981 Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981 Versione marzo 2015 LA STORIA 1981 Nasce a Torino la Commissionaria di Borsa Intermobiliare 1991 Intermobiliare S.p.A. si

Dettagli

Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU

Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU Basilea 2, misurazione del rischio e crescita dimensionale attraverso strategie di M&A: il caso del gruppo BPU Marco Giaccone Responsabile Funzione Capital Management, Area Bergamo, Il Gruppo BPU ed il

Dettagli

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e.

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e. Aggiornamento Gennaio 2011 u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e Azioni Sviluppo Azioni Sviluppo Ringraziamenti Si ringraziano lo Studio Legale Bonelli

Dettagli

Il Gruppo Fiat verso la riconfigurazione degli accordi commerciali e finanziari

Il Gruppo Fiat verso la riconfigurazione degli accordi commerciali e finanziari Il Gruppo Fiat verso la riconfigurazione degli accordi commerciali e finanziari Fiat General Motors alla ricerca di nuovi accordi commerciali Fiat Istituti di credito verso un nuovo assetto di governance

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

28. Rapporti infragruppo e con parti correlate

28. Rapporti infragruppo e con parti correlate 28. Rapporti infragruppo e con parti correlate Per la Fiat S.p.A. i rapporti con parti correlate sono in massima parte rappresentati da operazioni poste in essere con imprese direttamente e indirettamente

Dettagli

Star Conference 2006. Milano, 1 Marzo 2006

Star Conference 2006. Milano, 1 Marzo 2006 Star Conference 2006 Milano, 1 Marzo 2006 1 AGENDA IL GRUPPO BANCA FINNAT E LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO Arturo Nattino LE PRINCIPALI GRANDEZZE ECONOMICHE Gian Franco Traverso Guicciardi 2 Il Gruppo Banca

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol I premi consolidati raggiungono 6.782 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012 PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA Giuseppe Roma DG Censis Roma 29 novembre 2012 La forza della cooperazione nell economia italiana 80 mila cooperative Circa 1 milione 350 mila occupati (7,2%

Dettagli

Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2015

Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2015 Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2015 Utile consolidato ante imposte di 20,3 milioni di euro Patrimonio netto consolidato a 476,6 milioni di euro Il Consiglio di Amministrazione di Tamburi

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE 2006

RELAZIONE SEMESTRALE 2006 RELAZIONE SEMESTRALE 2006 Società per Azioni Capitale Sociale Euro 1.075.995.737, interamente versato Sede Sociale in Torino - Corso Matteotti, 26 - Registro Imprese di Torino 00914230016 INDICE 1 Organi

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo Cassa depositi e prestiti Sostegno al sistema produttivo CDP per l economia reale: sostegno alle imprese e sviluppo infrastrutturale Cassa depositi e prestiti è un operatore chiave a sostegno del sistema

Dettagli

prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Tariffa RUUA

prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Tariffa RUUA BNL VITA S.p.A. appartenente ad Unipol Gruppo Finanziario S.p.A. Mod. 3T884 - Ed. 06/09 Offerta pubblica di sottoscrizione di Polizza BNL Revolution Crescita prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo

Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo Parigi, 29 gennaio 2010 Dall esame dei dati preliminari consolidati relativi all esercizio 2009 da parte del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Banca Leonardo,

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 2009

RELAZIONE FINANZIARIA 2009 Relazione Finanziaria 2009 Società per Azioni Capitale sociale Euro 246.229.850, interamente versato Sede sociale in Torino - Corso Matteotti, 26 - Registro Imprese di Torino 00470400011 RELAZIONE FINANZIARIA

Dettagli

Sommario. Capitolo 1 - L immediato primo dopoguerra e la ricerca di un equilibrio economico e finanziario europeo 47

Sommario. Capitolo 1 - L immediato primo dopoguerra e la ricerca di un equilibrio economico e finanziario europeo 47 Sommario Premessa 13 Introduzione. I rapporti con l estero del sistema bancario italiano dall unità alla fine della grande guerra 23 1. Capitali esteri, banche e sviluppo italiano nel periodo prebellico

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente Aeroporto Guglielmo

Dettagli

Relazione consolidata terzo trimestre 2005

Relazione consolidata terzo trimestre 2005 Relazione consolidata terzo trimestre 2005 2 Riunione di consiglio del 14 novembre 2005 3 4 Indice Stato patrimoniale Consolidato 7 Conto economico Consolidato 11 Prospetto delle variazioni del Patrimonio

Dettagli

RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire)

RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire) RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire) RISERVE TECNICHE Totale riserve tecniche di cui all art. 32 L. 22/10/1986 n. 742 Quote

Dettagli

I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE

I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE L indagine considera le società di capitale controllate da sei comuni italiani: Milano, Roma, Torino, Napoli, Brescia e Bologna, selezionati sulla base del volume di valore aggiunto

Dettagli

Comunicazione ex art. 23 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010

Comunicazione ex art. 23 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010 Allegato B1 Comunicazione ex art. 23 del Provvedimento Banca d Italia/Consob del 22 febbraio 2008 modificato il 24 dicembre 2010 1. Intermediario che effettua la comunicazione ABI 8 1 1 8 1 CAB denominazione

Dettagli

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund piano di accumulo gennaio 100 febbraio 50 marzo 150 agosto 50 aprile 15o maggio 100 LUgLio 100 giugno 50 La SoLUzionE per

Dettagli

Il sole 24ORE Cinque offerte per la As Roma, dal re delle cliniche al fondo di Abu Dhabi ecco i maggiori pretendenti Due società arabe, una americana, una francese (subito definita ininfluente) e il gruppo

Dettagli

INVESTOR MEETING. 29 gennaio 2014 1. 29 gennaio 2014

INVESTOR MEETING. 29 gennaio 2014 1. 29 gennaio 2014 INVESTOR MEETING 1 Azioni T.I.P. 2,7 Performance di T.I.P.* dal 1.1.2010 al 31.12.2013 2,4 T.I.P. +85,1% 2,1 MSCI SM +57,3% 1,8 1,5 1,2 0,9 0,6 IT STAR +51,4% STOXX EURO SM +49,3% MSCI EUR +26,6% FTSE

Dettagli

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva È POSSIBILE TROVARE UN ORIZZONTE ALTERNATIVO Nonostante alcuni segnali di ripresa registrati negli ultimi mesi, la situazione macroeconomica del Paese stenta a migliorare e le imprese italiane hanno difficoltà

Dettagli

CAMFIN. Comunicato stampa

CAMFIN. Comunicato stampa IL PRESENTE COMUNICATO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE, DIRETTA O INDIRETTA, NEGLI STATI UNITI D AMERICA, IN AUSTRALIA, CANADA, GIAPPONE, O A SOGGETTI RESIDENTI IN TALI

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo

Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo Comunicato stampa Gruppo Banca Leonardo Milano, 26 gennaio 2011 Dall esame dei dati preliminari consolidati relativi all esercizio 2010 da parte del Consiglio di Amministrazione di Gruppo Banca Leonardo,

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 3 Organi di Amministrazione e Controllo 4 Profilo del Gruppo IFIL 6 Fatti di rilievo 6 Criteri di redazione 8 Analisi dei risultati consolidati redatti in forma sintetica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

SPECIAL REPORT. 15 idee d investimento da 100 a 100.000 euro. Rischio: *****

SPECIAL REPORT. 15 idee d investimento da 100 a 100.000 euro. Rischio: ***** FIAT Azioni Italia Prezzo al 02/09/2013 5,81 euro Potenzialità di rivalutazione: **** Rischio: ***** Liquidità: **** PRO CONTRO Partecipazioni detenute non valorizzate adeguatamente dal mercato Mercato

Dettagli

Il Foreign Account Tax compliance Act (FATCA) Cosa e cambiato dal 1 luglio 2014?

Il Foreign Account Tax compliance Act (FATCA) Cosa e cambiato dal 1 luglio 2014? Il Foreign Account Tax compliance Act (FATCA) Cosa e cambiato dal 1 luglio 2014? Indice Cos è FATCA? Quando e entrato in vigore? Quali tipologie di rapporti sono in perimetro FATCA? Cosa richiederà la

Dettagli

PATRIMONIO, FUTURO PRESENTE. TUTELIAMO IL PATRIMONIO E LA FIDUCIA DEI NOstri CLIENTI

PATRIMONIO, FUTURO PRESENTE. TUTELIAMO IL PATRIMONIO E LA FIDUCIA DEI NOstri CLIENTI PATRIMONIO, FUTURO PRESENTE. TUTELIAMO IL PATRIMONIO E LA FIDUCIA DEI NOstri CLIENTI Valori senza tempo e un orientamento comune La VOSTRA unicità e le nostre competenze si incontrano nel più ampio orizzonte

Dettagli

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè 21 Ottobre 2014 Gli attori della finanza Andrea Nascè Argomenti Classificazione degli attori e mappa ideale degli attori Focus su: 1. L investimento ad opera dei 2. Il finanziamento ad opera delle IMPRESE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999

COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999 COMUNICATO STAMPA AI SENSI DELL ART.36 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999 UniCredito Immobiliare Uno: approvato il rendiconto annuale 2014 Valore complessivo netto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Milano, 12 maggio 2011

COMUNICATO STAMPA Milano, 12 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA Milano, 12 maggio 2011 Il Consiglio di Amministrazione di Cape Listed Investment Vehicle In Equity S.p.A. approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2011 Bilancio Capogruppo:

Dettagli

Audizione CDP su strategie nuovi vertici società controllate dallo Stato

Audizione CDP su strategie nuovi vertici società controllate dallo Stato Audizione CDP su strategie nuovi vertici società controllate dallo Stato Pres. Prof. Franco Bassanini - A.D. Dott. Giovanni Gorno Tempini SENATO - COMMISSIONE INDUSTRIA 22 ottobre 2014 Missione CDP in

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2009 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE INDICE 3 Organi di Amministrazione e Controllo 4 Profilo del Gruppo EXOR 7 Fatti di rilievo 10 Criteri di redazione 11

Dettagli

SELEZIONARE IMMAGINI RENDERING DEL PROGETTO NOVELLO. Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015

SELEZIONARE IMMAGINI RENDERING DEL PROGETTO NOVELLO. Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015 SELEZIONARE IMMAGINI RENDERING DEL PROGETTO NOVELLO Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015 29 ottobre 2015 Indice 1 PREMESSA... 2 2 DATI IDENTIFICATIVI DEL FONDO... 2 3 IL PATRIMONIO DEL

Dettagli

GIOVANNI AGNELLI e C.

GIOVANNI AGNELLI e C. GIOVANNI AGNELLI e C. Società in accomandita per azioni Torino, 4 maggio 2015 Spett.le EXOR S.p.A. Via Nizza n. 250 10126 - TORINO Presentazione di lista per la nomina del Collegio Sindacale della EXOR

Dettagli

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2006 1 INDICE Prospetti contabili pag. 03 Note di commento ed osservazioni degli Amministratori pag. 04 Nota informativa pag. 04 La struttura

Dettagli

Nonostante l'attuale mancanza di sostenuta Deposit Insurance-government, MAS prevede di istituire un tale sistema nel prossimo futuro.

Nonostante l'attuale mancanza di sostenuta Deposit Insurance-government, MAS prevede di istituire un tale sistema nel prossimo futuro. Singapore è uno dei centri finanziari a livello mondiale ed hub distributivo importante di finanziamento nel sudest asiatico. Non sorprendentemente, il paese ha uno dei sistemi bancari più avanzati al

Dettagli

Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ASIA Istat. Tabella 2: Imprese per attività economica Lombardia

Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ASIA Istat. Tabella 2: Imprese per attività economica Lombardia IL SISTEMA PRODUTTIVO LOMBARDO NEL 2006 SECONDO IL REGISTRO STATISTICO ASIA (giugno 2009) Secondo il registro statistico delle imprese attive e delle loro unità locali (ASIA Imprese e Unità locali) sono

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 Resoconto Intermedio di Gestione al 30 Settembre 2014 1 Organi di Amministrazione e Controllo 2 Profilo del Gruppo EXOR 4 Net Asset Value 6 Fatti di rilievo del terzo trimestre e successivi 7 Criteri

Dettagli

Company Profile Milano, settembre 2009 Direzione Marketing e Sviluppo Prodotti

Company Profile Milano, settembre 2009 Direzione Marketing e Sviluppo Prodotti Company Profile Milano, settembre 2009 Direzione Marketing e Sviluppo Prodotti Il Gruppo ERGO Fondato nel 1997 Munich Re Group Riassicurazione Assicurazione Diretta Germania Vita Malattia Danni Tutela

Dettagli

Economia Aziendale. Azienda soggetto economico. Lezione 3 I modelli di governance delle aziende. Il comportamento delle imprese

Economia Aziendale. Azienda soggetto economico. Lezione 3 I modelli di governance delle aziende. Il comportamento delle imprese Economia Aziendale Azienda soggetto economico Lezione 3 I modelli di governance delle aziende Prof. Paolo Di Marco Il comportamento delle imprese Come si comporta l azienda? - quali sono i suoi obiettivi

Dettagli

La Scissione : il caso FIAT Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie d impresa

La Scissione : il caso FIAT Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie d impresa DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E IMPRESA Corso di laurea in Consulenza e controllo aziendale Professioni economiche e contabili La Scissione : il caso Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0206-53-2015

Informazione Regolamentata n. 0206-53-2015 Informazione Regolamentata n. 0206-53-2015 Data/Ora Ricezione 20 Agosto 2015 18:09:34 MTA Societa' : PIRELLI & C. Identificativo Informazione Regolamentata : 62336 Nome utilizzatore : PIRN01 - Svelto Tipologia

Dettagli

LA STORIA DEL GRUPPO Campari nasce nel 1860 successore Davide Campari Campari Soda seconda metà degli anni 90 fusioni e acquisizioni

LA STORIA DEL GRUPPO Campari nasce nel 1860 successore Davide Campari Campari Soda seconda metà degli anni 90 fusioni e acquisizioni GRUPPO CAMPARI PRESENTAZIONE 2014 1 LA STORIA DEL GRUPPO Campari nasce nel 1860 a Milano, quando Gaspare Campari dà vita al famoso aperitivo rosso a media gradazione alcolica. Dal 1888 il genio e l audacia

Dettagli

Roadshow - Nuovo Mercato

Roadshow - Nuovo Mercato Roadshow - Nuovo Mercato SCHRODER ASSOCIATI S.P.A. Ing. Paolo Colonna - Presidente Milano, 30 Novembre 2000 Schroder Ventures - un attore globale di private equity Partnerships indipendenti New York $

Dettagli

Private Equity Partners. www.privateequitypartners.com

Private Equity Partners. www.privateequitypartners.com www.privateequitypartners.com ATTIVITA Società finanziaria di investimento nel capitale di rischio (Merchant Bank) che ha come attività l effettuazione ed il coordinamento di investimenti nel capitale

Dettagli

82 Attestazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato ai sensi dell'art. 154-bis, comma 5, del D.Lgs. 58/1998

82 Attestazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato ai sensi dell'art. 154-bis, comma 5, del D.Lgs. 58/1998 Relazione Finanziaria Semestrale 2013 Società per Azioni Capitale sociale Euro 246.229.850, interamente versato Sede sociale in Torino Via Nizza, 250 - Registro Imprese di Torino 00470400011 La Relazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

IL GRUPPO IFIL NEL 2006 RELAZIONE SULLA GESTIONE

IL GRUPPO IFIL NEL 2006 RELAZIONE SULLA GESTIONE IL GRUPPO IFIL NEL 2006 Società per Azioni Capitale sociale Euro 1.075.995.737, interamente versato Sede sociale in Torino - Corso Matteotti, 26 - Registro Imprese di Torino 00914230016 IL GRUPPO IFIL

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo

Cassa depositi e prestiti. Sostegno al sistema produttivo Cassa depositi e prestiti Sostegno al sistema produttivo CDP a sostegno del sistema produttivo e dello sviluppo delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti è un operatore chiave a sostegno del sistema

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

Incontro con le OO.SS.

Incontro con le OO.SS. Cessione parziale di portafogli riconducibili al Merchant Banking del Gruppo ISP. Collaborazione con un operatore internazionale. Riposizionamento nel settore del Private Equity. Incontro con le OO.SS.

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0149-16-2015

Informazione Regolamentata n. 0149-16-2015 Informazione Regolamentata n. 0149-16-2015 Data/Ora Ricezione 14 Aprile 2015 17:30:15 MTA Societa' : EXOR Identificativo Informazione Regolamentata : 56381 Nome utilizzatore : EXORN01 - Mariani Tipologia

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business I risultati della survey Workshop Milano,12 giugno 2012 Il campione 30 SGR aderenti, rappresentative di circa il 75% del patrimonio

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari Novara, 29 Ottobre 2015 Corso L export prodotti alimentari di origine animale e vegetale 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004. Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004. Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004 Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca I primi tre mesi confermano la crescita registrata nel passato

Dettagli

Prospetto. Fidelity Funds. Société d investissement à capital variable Costituita in Lussemburgo

Prospetto. Fidelity Funds. Société d investissement à capital variable Costituita in Lussemburgo Fidelity Funds Société d investissement à capital variable Costituita in Lussemburgo Prospetto Il presente prospetto è valido soltanto ove accompagnato dai supplementi datati agosto 2014 e novembre 2014.

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti CARTELLA STAMPA Ottobre 2013 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Domenico Gentile, Antonio Buozzi Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 d.gentile@irtop.com ufficiostampa@irtop.com

Dettagli

Redditi di capitale. Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE

Redditi di capitale. Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE Redditi di capitale Capitolo 7 7.1 NOZIONE DI SOCIETÀ 7.2 LA TASSAZIONE DEI RISPARMI DELLE FAMIGLIE 7.3 ALTRI REDDITI DI CAPITALE 7.4 IL POSSESSO DI PARTECIPAZIONI DI SOCIETÀ 7.5 LA TASSAZIONE DEI DIVIDENDI

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Industria dell Auto in Canada

Industria dell Auto in Canada Industria dell Auto in Canada A cura di Massimo Di Nola Aggiornamento: dicembre 2014 1 Industria dell auto Il Paese, le Opportunità Un industria forte, con una traduzione ormai secolare (la prima fabbrica

Dettagli

Milano, 26 febbraio 2014. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2013 del fondo immobiliare Investietico:

Milano, 26 febbraio 2014. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2013 del fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM REAL ESTATE SGR Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano e codice

Dettagli

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 1 per il primo semestre 2009

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 1 per il primo semestre 2009 COMUNICATO STAMPA First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 1 per il primo semestre 2009 Milano, 30 luglio 2009 - Il Consiglio di Amministrazione di First Atlantic

Dettagli

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia Banca Europea per gli Investimenti: nuove linee di approvvigionamento Centro Servzi Marmo Volargno di Dolcè,

Dettagli

Incontro con Anima Sgr. Evento KYI Know-Your-Investors

Incontro con Anima Sgr. Evento KYI Know-Your-Investors Incontro con Anima Sgr Evento KYI Know-Your-Investors Milano, 25 novembre 2010 Indice Anima Sgr: come funziona e dove investe Armando Carcaterra, Vice direttore generale, Direttore investimenti Il punto

Dettagli

MILANO MOSCA LONDRA NEW YORK PECHINO DUBAI

MILANO MOSCA LONDRA NEW YORK PECHINO DUBAI P R O F I L O I S T I T U Z I O N A L E MILANO MOSCA LONDRA NEW YORK PECHINO DUBAI WWW.HERAIMMOBILI.COM C H I S I A M O Héra International Real Estate è un player italiano specializzato nella valorizzazione

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente Gruppo di Appartenenza

Dettagli

Resoconto del Fondo Tecla al 30 settembre 2015

Resoconto del Fondo Tecla al 30 settembre 2015 O M - L og o Resoconto del Fondo Tecla al 30 settembre 2015 PRELIOS Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Viale Piero e Alberto Pirelli, 27-20126 Milano Telefono +39.02.6281.1 Fax +39.02.6281.6061 Capitale

Dettagli