P.O.R. Calabria XIII COMITATO DI SORVEGLIANZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "P.O.R. Calabria 2000-2006 XIII COMITATO DI SORVEGLIANZA"

Transcript

1 REGIONE CALABRIA Dipartiment 3 Prgrammazine nazinale e cmunitaria. Affari Internazinali. Settre 8 Plitiche di cesine e Prgrammi Cmunitari Reginali P.O.R. Calabria XIII COMITATO DI SORVEGLIANZA Verbale della riunine del Cmitat di Srveglianza del P.O.R. Calabria del 20 settembre Il girn 20 settembre 2006, alle re 9,30, ha inizi a Catanzar, press la sede dell Autrità di Gestine del POR Calabria, Viale Eurpa, Lc. Germanet, il XIII Cmitat di Srveglianza del P.O.R. Calabria , cn il seguente rdine del girn: Ore 9,30 Apertura dei Lavri e Salut del Dirigente Generale del Dipartiment Prgrammazine Nazinale e Cmunitaria. Affari Internazinali a nme del Presidente del Cmitat. Ore 9,45 Prsecuzine lavri: 1. Prpsta di riprgrammazine del POR Calabria e adeguament relativ Cmplement di Prgrammazine. Sn presenti: Per la Regine Calabria: dr. Francesc De Gran, Dirigente Generale del Dipartiment Prgrammazine Nazinale e Cmunitaria. Affari Internazinali; dr.ssa Marinella Marin, Autrità di gestine del POR Calabria; dr. Mari Tteda, Dip. Agricltura, Freste e Frestazine; avv. Antni Izz, Dip. Trasprti, Infrastrutture e Patrimni immbiliare della Regine; dr. Carmel Barbar, Dip. Urbanistica e Gvern del Territri; dr. Francesc Mirante Dip. Lavri pubblici, Edilizia residenziale, Plitiche della casa; dr.ssa Cncettina Di Gesu Dip. Lavr, Plitiche della famiglia, Pari Opprtunità, Frmazine prfessinale, cperazine e vlntariat; dr. Francesc Lazzar Dip. Istruzine, Cultura, Alta frmazine, Università ed Innvazine tecnlgica; arch. Dmenic Schiava, Dip. Turism, Beni culturali, Sprt e spettacl e Plitiche givanili; dr. Giuseppe Grazian, Dip. Plitiche dell Ambiente; avv. Maria Stella Ciarletta, Uffici del Cnsigliere di parità; dr. Giuseppe Grazian, ARA Calabria; dr.ssa. Angela Niclace, Autrità di Pagament; dr. Antnin Santr, Organism di Cntrll di II Livell; Prf. Avv. Quirin Lrelli, Crte dei Cnti Sez. reginale di cntrll per la Calabria; arch. Csim Cum, Cmmissine reginale per l emersine del lavr nn reglare. Per le Amministrazini Nazinali: dr. Girgi Pugliese, MEF - Plitiche di Svilupp e Cesine; dr. Sergi Scicchitan, MEF - Plitiche di Svilupp e Cesine; dr.ssa Cristina Imbriani, MEF - Plitiche di Svilupp e Cesine; dr. Danil Mainardi, Minister del Lavr e della Previdenza Sciale; dr. Antni Minciull, MISE Dip. Plitiche di svilupp e cesine; dr. Fabrizi Vitale, Minister delle Infrastrutture DG Prgrammazine e Prgrammi eurpei; dr.ssa Stefania Gareri e avv. Manuela De Franc, Presidenza del Cnsigli dei Ministri - Dip. Pari Opprtunità. Per la Cmmissine Eurpea: dr. Nicla Premli, DG Plitica Reginale; dr. Pier Mra, DG Agricltura; dr.ssa Silvia Severi, DG Pesca. 1

2 Per le Parti Ecnmiche e Sciali, per le Organizzazini Reginali Ambientali e delle Pari Opprtunità: dr. Walter Fnte, Cnfartigianat-Cnfederazine Nazinale Artigianat; dr. Nunzi Laquaniti, Cnfagricltura-Cldiretti-C.I.A.-Cpagri della Calabria; dr. Luigi Lene, Cnfindustria; dr. Giuseppe Zit, U.I.L. Calabria; dr.ssa Rsy Perrne, C.I.S.L. Calabria. Per le Istituzini degli Enti Lcali, le Università e l Unincamere calabresi: dr. Francesc Iacucci, A.N.C.I.; dr.ssa Stefania Rutella, U.P.I.. Hann partecipat inltre: per il Cnsigli reginale: On. Liliana Frascà, Cnsigli reginale Cmmissine Affari dell Unine eurpea e relazini cn l ester ; On. Mari Mail, Cnsigli reginale Cmmissine per il Pian di Svilupp reginale; dr.ssa Francesca Carus, MEF Dip. Prvinciale dei servizi vari; Prefett Carl Alfier, Uffici del Cmmissari per l emrgenza ambientale; dr.ssa Francesca Carus, MEF Direzine prvinciale dei servizi vari; Sig. Salvatre Cristfar delegat NVVIP; per l ATI IRS-RESCO-CULT: dr. Andrea Frti. I lavri del tredicesim Cmitat di Srveglianza del P.O.R. Calabria sn presieduti dal dr. Francesc De Gran, Dirigente Generale del Dipartiment Prgrammazine Nazinale e Cmunitaria. Affari Internazinali. Il dr. De Gran dà il benvenut ai rappresentanti delle Istituzini presenti e intrduce l unic punt all OdG: prpsta di riprgrammazine finanziaria delle risrse POR. PUNTO 1 all O.d.G. : Prpsta di riprgrammazine del POR Calabria e adeguament relativ Cmplement di Prgrammazine. La dtt.ssa Marin infrma il Cmitat che dp la seduta di lugli sn state avviate tutta una serie di riunini, cntinuate per tutt il mese di agst, cn tutti i dipartimenti, per frmulare una strategia che renda percrribile la prpsta indicata all OdG. Esprime l stat di attuazine al 30 giugn 2006: - impegni pari al 70,54% del prgramma; - pagamenti pari al 52,50% che nel panrama delle regini dell biettiv 1 ci cllca al 2 pst. La spesa da certificare ammnta a ltre 553 milini di eur csì suddivisa: - ltre 366 milini di eur per il FESR; - 85 milini di eur per il FSE; - 94,9 milini di eur per il FEOGA; - 6,5 milini di eur per l SFOP. Infrma che nei primi sei mesi del 2006 è stata certificata una spesa pari a ltre 63 milini di eur e quindi il target da raggiungere risulta pari a 490, csì suddivis per dipartimenti: milini di eur di spesa da certificare per il Dipartiment Ambiente; - ltre 83 milini di eur per il Dipartiment Pubblica Istruzine; - 85 milini di eur per il Dipartiment Agricltura - 75 milini di eur per il Dipartiment Ecnmia; - 43 milini di eur per il Dipartiment Gestine del territri. Cmunica che è stat avviat un attent mnitraggi misura per misura e un sfrz aggiuntiv per effettuare il cnt della spesa già realizzata sul territri ma nn ancra rendicntata. Ciascun dipartiment, sulla base degli atti, ha effettuat una ricgnizine della spesa che effettivamente avrebbe ptut essere rendicntata a settembre 2006 e imputata sulla dmanda di pagament di ttbre. Il vlume di tale spesa è stat csì determinat in eur 226 milini per ttbre 2006 e in ulteriri eur 409 milini per dicembre 2006, per un valre cmplessiv pari a 635 milini di eur. Cntinua assicurand che un target di spesa csì elevat può essere raggiunt se accmpagnat in realtà dall accelerazine dei pagamenti riferiti agli impegni degli anni precedenti e dall avanzament degli impegni riferiti a nuva spesa. Cnclude spiegand schematicamente quali sn state le strategie attuate nella riprgrammazine finanziaria che hann mvimentat ltre 223 milini di eur, pari al 5,5% del prgramma. I fndi interessati sn stati: 2

3 - FESR cn ltre 190 milini di eur; - FEOGA cn 30 milini di eur; - SFOP cn 3,3 milini di eur. Il FSE nn è ggett di questa rimdulazine in quant la dmanda di pagament relativa al 2005 è attualmente ggett di una verifica da parte della Cmmissine Eurpea. RIPROGRAMMAZIONE PER ASSI E PER MISURE MISURE IN RIDUZIONE MISURE IN INCREMENTO 1.7 Sistema di gestine integrata dei rifiuti Siti inquinati e aree a elevat rischi ambientale Mnitraggi e cntrll ambientale Reti e sistemi reginali Servizi pubblici per la valrizzazine del patrimni culturale Svilupp e valrizzazine delle aree urbane Reti e Sistemi lcali di fferta turistica Servizi alla persna Sistemi insediativi MISURE IN RIDUZIONE MISURE IN INCREMENTO 2.3 Svilupp delle iniziative imprenditriali nel settre dei beni culturali Interventi di cnservazine e valrizzazine del patrimni culturale Prmzine dei sistemi prduttivi lcali Crescita e cmpetitività delle imprese industriali, artigiane, del cmmerci e dei servizi Reti e sistemi di cllegament estern Reti e sistemi reginali TOTALE MANOVRA FONDO FESR MISURE IN RIDUZIONE 4.5 Investimenti nelle aziende agricle MISURE IN INCREMENTO 4.8 Avviament di sistemi di cnsulenza aziendale Diversificazine delle attività agricle di ambit agricl al fine di creare pluriattività fnti di reddit alternative Sistemi irrigui delle aree agricle Insediament di givani imprenditri Insediament di givani imprenditri Svilupp e miglirament di infrastrutture che incidn sull svilupp dell agricltura Silvicltura Miglirament delle cndizini ecnmiche-sciali e della qualità della vita delle aree rurali Miglirament delle cndizini ecnmiche-sciali e della qualità della vita delle aree rurali Sistemi naturali TOTALE MANOVRA FONDO FEOGA MISURE IN RIDUZIONE 4.21* Altre Misure MISURE IN INCREMENTO Prtezine e svilupp delle risrse acquatiche, acquacltura, attrezzature dei prti di pesca, trasfrmazine e cmmercializzazine TOTALE MANOVRA FONDO SFOP TOTALE MANOVRA VARIAZIONE PER ASSE VARIAZIONE PER ASSE ASSE 1 RISORSE NATURALI ASSE 1 RISORSE NATURALI ASSE 2 RISORSE CULTURALI ASSE 2 RISORSE CULTURALI ASSE 4 SISTEMI LOCALI DI SVILUPPO ASSE 4 SISTEMI LOCALI DI SVILUPPO ASSE 5 CITTA' ASSE 5 CITTA' ASSE 6 RETI E NODI DI SERVIZIO ASSE 6 RETI E NODI DI SERVIZIO

4 Il dr. Premli presenta al Cmitat il dr. Pier Mra che prende il pst del dr. Clleluri cme nuv respnsabile del FEOGA per la Calabria. Ringrazia, pi, tutta la struttura del POR Calabria per la rapidità e l efficienza dimstrate nell attuazine della strategia di rimdulazine del prgramma a sli due mesi dal precedente Cmitat. Ricnsce merit al lavr fatt che ha permess di superare le criticità presenti a lugli 2006 facend ripartire gli impegni riferiti a prgetti precedenti e sprattutt a nuvi prgetti e quindi a nuva spesa. Il dr. Premli chiede garanzie sul cntest in cui deve avvenire la riprgrammazine al fine del raggiungiment degli biettivi del prgramma. Dà cmunque att che già dei risultati sn stati raggiunti, cme ad esempi il rinnv della cultura amministrativa più dinamica e attiva. Più prblematic è il giudizi dell impatt sul territri, perché, cm è nt, il prgramma e quindi la spesa sn partiti cn due anni di ritard. Ritrnand alla prpsta di rimdulazine, si dimstra favrevle anche se si chiede se nn sia auspicabile un miglir equilibri tra Assi. Ad esempi, nta che la misura 5.2 ha avut un livell di impegni pari al 140% ed un altrettant elevat livell di pagamenti e quindi cnsiglia di inserire nella strategia di rimdulazine anche questa misura. Il dr. Mra si asscia a quant dett precedentemente dal su cllega dr. Premli e dà merit dei migliramenti fatti nell assett amministrativ della Regine Calabria che ha permess di fare dei grandi passi in avanti nell attuazine del Prgramma. Va pi nell specific del fnd FEOGA e puntualizza che nn può esprimere un giudizi dettagliat in quant nn ha a dispsizine un dcument ad hc sulla riprgrammazine delle misure dell Agricltura. Ritiene che ai fini di un miglir utilizz delle risrse e del rispett degli biettivi del prgramma bisgna definire in md più cerente la lr destinazine. Cnclude sservand che le misure FEOGA cedenti sn quelle tipicamente di svilupp rurale, misure che riguardan svilupp di zne marginali, zne che hann bisgn di sstegn e quindi chiede di verificare megli se sia il cas di tgliere risrse a queste misure piuttst di rivalutare la prpsta. Il dr. De Gran dichiara di essere sddisfatt del fatt che i rappresentanti della Cmmissine Eurpea abbian apprezzat il lavr fatt dalla Regine e di essere cmunque cnsapevle di dver attivare una spesa mlt più intensa a fine prgrammazine per pter recuperare il ritard accumulat. Cntinua ribadend che i ritardi passati nn dvrann riflettersi sulla prgrammazine 2007/2013 e su questa strada si sn intensificate le attività di cntrll e verifica sulla trasparenza della spesa, quelle di frmazine del persnale e quelle di pubblicazine di nuvi bandi e quindi di spesa nuva e di qualità. Il dr. Pugliese ricnsce alla Regine il merit di aver rispettat l impegn pres di frmulazine di una strategia di rimdulazine del prgramma. Ricrda che il Minister delle Finanze aveva appggiat tale prpsta già al precedente Cmitat ma fa cmunque delle sservazini, e ciè: - sulla misura 1.8 (siti inquinati ed aree ad elevat rischi ambientale) chiede se la riprgrammazine riguardì sltant i siti reginali anche quelli nazinali e se l impegn di perseguire gli biettivi ambientali mediante fndi nn POR pssa essere mess agli atti; - sulla misura 6.2 (reti e sistemi reginali) chiede se l spstament di risrse tra la 6.1 e la 6.2 sia cnfrme a quant reglamentat per gli Accrdi di Prgramma Quadr e più specificatamente all APQ trasprti, vist che la Calabria nn dispne di un pian reginale dei trasprti, - sulla misura 4.4 (reti e sistemi lcali di fferta turistica) chiede maggiri infrmazini. Il dr. Minciull cndivide pienamente le sservazini fatte precedentemente dal dr. Mra riguard il ridimensinament delle misure di svilupp rurale che incidn sulle aree più disagiate. Ricrda che quelle misure sn state addirittura raffrzate in ccasine della revisine di metà perid e quindi ritiene che nn si pssa rinunciare a parte delle lr risrse. Di cnseguenza, dal mment che il raggiungiment degli biettivi di queste misure era stat fissat per il 2008, prpne di cntinuare a perseguirli nella nuva prgrammazine 2007/2013 rispettand la data del Si sfferma, pi, sulla misura 4.8 (avviament di sistemi di cnsulenza aziendale) che secnd il rappresentante del Minister ha un grss impatt nn sl sul Pian di Svilupp Rurale ma anche sulla 4

5 Plitica Agricla Cmune. Si chiede, in particlare, perché nn è stata attivata e perché è stata ridimensinata vist che si deve assicurare la cnsulenza aziendale a tutti gli agricltri. Termina il su intervent ricrdand che nel reglament di transizine tra vecchia e nuva prgrammazine è prevista una clausla in base alla quale nn sarà pssibile assumere impegni sulla prgrammazine se prima nn verrann cnclusi quelli riferiti alla prgrammazine La dtt.ssa Severi ritiene che il trasferiment di circa 3 milini di eur dalla misura 4.21 alla misura 4.20 da un lat aumenterebbe gli investimenti e gli interventi prduttivi cn un effett psitiv sulla prduzine cmplessiva, ma dall altr trascurerebbe quell che è il sstegn sci-ecnmic al settre pesca garantit dall attivazine della misura 4.21 e sstenut dalla Plitica Cmune della Pesca. Sllecita, infine, l Autrità di Pagament ad inviare la dmanda di pagament aggirnata all ultim semestre che nn è stata ancra frmalmente trasferita al Minister dell Ecnmia e delle Finanze. La dtt.ssa Imbriani riscntra che il dcument di riprgrammazine finanziaria trasmess è eccessivamente sintetic e chiede integrazini cn elementi aggiuntivi cn le precisazini che venga cmunque garantit che la quta a caric del fnd di rtazine nn subisca variazini. La dtt.ssa Marin, a seguit dei precedenti interventi, ritiene dvers esplicitare megli le mtivazini alla base della prpsta di riprgrammazine finanziaria. Ribadisce che cn tale manvra nn si è vlut asslutamente sttvalutare il valre e la qualità delle misure cedenti risrse, ma a seguit dei prblemi di spesa emersi si è ritenut necessari puntare su quelle misure cn una capacità di assrbiment maggire. Assicura, inltre, che gli biettivi cmplessivi del Prgramma Operativ verrann cmunque mantenuti a tutti i livelli, sia per Asse che per misura. La dtt.ssa Niclace ricrda ai presenti che a settembre del 2005 nn era stata in grad di frmulare alcuna dmanda di pagament in quant i recuperi eran risultati maggiri rispett all avanzament stess. A dicembre 2006 invece risultan essere state presentate ben 11 dmande di pagament, a riprva che, la macchina amministrativa è ripresa. Ricnsce che nel prim semestre del 2006 l avanzament della spesa nn è stat mlt elevat: sl 63 milini di eur rispett ai 553 prgrammati, ma afferma che i Dipartimenti si sn impegnati a certificare entr la fine del 2006 una spesa cmplessiva di 226 milini di eur (al nett dei 63 mln già certificati a giugn). Il dr. Tteda cmprende l esigenza espressa dal dr. Mra e dal dr. Minciull di una più chiara illustrazine della prpsta di riprgrammazine finanziaria al fine di una maggire cndivisine della stessa, ma assicura che l entità dei trasferimenti nn è rilevante. Cntinua spiegand che, nel cas specific delle misure della pesca, il partenariat in sede di cncertazine, ha rilevat un fabbisgn maggire per la misura 4.21 che ha prtat ad un su increment delle risrse trasferite dalla misura 4.20 e utilizzate attravers il nuv band dell SFOP di imminente pubblicazine. Il dr. Grazian ricnsce che il dipartiment ambiente è un di quelli che deve impegnarsi maggirmente per evitare a dicembre la perdita dei finanziamenti, ma all stess temp mstra cme l intensa cllabrazine cn l Autrità di Gestine ha prtat alla prduzine di diversi bandi che hann determinat l impegn di circa 120 milini di eur. In particlare: - sulla misura 1.7 (Prtezine sistema integrat di gestine dei rifiuti) è stat fatt un impegn di 45 milini di eur e un altr di 5 milini per i quali si stann cncludend le prcedure di gara cn la cnseguente aggiudicazine dei lavri e avanzament della spesa; - dalla la misura 1.8 (Siti inquinati ed aree ad elevat rischi ambientale), essend rimasta ferma, si è previst di spstare 50 milini di eur a favre di altre misure più perfrmanti; - sulla misura 1.9 azine a), gestita prevalentemente dall Arpacal, si sn prdtti bandi per un valre cmplessiv di 30 milini di eur e sulla misura 1.9 azine b), a cui fa riferiment sprattutt l Uffici del Cmmissari, si sn avuti impegni per 5 milini di eur; 5

6 - per la misura 1.10 (Rete eclgica) si è destinata la gran parte delle risrse dell ambiente, vist la sua capacità di assrbiment delle stesse. Sulla prgettazine integrata ci sn dei bandi in crs per circa 18 milini di eur, mentre sulle azini a) e b) sn stati impegnati circa 10 milini di eur. La dtt.ssa Marin a seguit del suggeriment del dr. Premli di effettuare una implementazine della misura 5.2 (Servizi alla persna e alla cmunità), ritiene necessari fare una precisazine. In merit a tale misura, già a dicembre del 2005 si era parlat di un su increment attravers un trasferiment di risrse dal FSE al FESR, trasferiment che pi nn è stat pssibile a seguit della mancata apprvazine da parte della Cmmissine. Sempre la misura 5.2, si è candidata a gestire direttamente un plafnd di risrse significative per la gestine dei piccli sussidi finanziati cn il FSE. La d.ssa Marin prcede cn la discussine delle prblematiche del FSE, evidenziand una criticità sia dal punt di vista degli impegni che dei pagamenti. Nn mancan, tuttavia, pssibilità di raggiungere il target di spesa prgrammat. La d.ssa Di Gesu cnferma che i bandi in fase di pubblicazine ammntan a circa 200 milini di eur. Da parte sua assicura tutt l impegn del Dipartiment frmazine che cercherà di supplire ai ritardi delle amministrazini prvinciali e di quelli del Dipartiment Istruzine. Il dr. Fnte, alla luce della prpsta di riprgrammazine, cnsiglia l AdG di ricnsiderare l imprtanza della misura 4.2 (Prmzine dei sistemi prduttivi lcali) per la quale si è prpst di sttrarre 20 milini di eur a favre della misura 4.1 (Crescita e cmpetitività delle imprese industriali). Le mtivazini del dr. Fnte stann nelle pesanti spese che gravan su questa misura, tra cui anche quelle di artigiancassa. Prpne, pertant, di trasferire risrse dalla misura 4.4 (Reti e sistemi lcali di fferta turistica) nn sl vers la misura 1.4 e 1.6 ma anche vers la 4.2. Il dr. Lacquaniti si cmplimenta cn il dr. Falcne per il lavr svlt nel POR nnstante i ntevli prblemi ereditati dal passat. Nn trva, tuttavia, cndivisibile la prpsta di trasferire risrse dalle misure del cmpart agricl ad altre misure, in quant per la misura 4.5, ad esempi, risultan 30 PIF (Piani Integrati di Filiera) nn ancra istruiti e per i quali necessiterann ingenti quantità di risrse per la lr attivazine. Fa la stessa cnsiderazine per la misura 4.14 e 4.17, in quant la prima favrisce l insediament di givani nell agricltura e la secnda incentiva l insediament rurale e quindi nn dvrebber essere ggett di decurtazine di risrse. Cnclude il su intervent suggerend di snellire l rganizzazine burcratica della Regine in vista anche della prgrammazine 2007/2013. La d.ssa Perrne cndivide in pien la prpsta di riprgrammazine finanziaria, cnsapevle anche del fatt che vi è un urgenza di velcizzare la prcedura di spesa. Cnfida nel fatt che per la prgrammazine 2007/2013 si agisca in cndizini di nrmalità in cui le scelte strategiche sian dettate dai principi di efficienza e di efficacia e nn da stati di emergenza. In merit al FSE, vista la sua imprtanza nel tessut sciale ed ecnmic calabrese, ritiene che il partenariat dvrebbe essere cntinuamente cinvlt nella frmazine degli interventi finanziati cn tale fnd. Il dr. Pugliese ricrdand ai presenti che nell ultim cmitat di lugli era stata prevista nella strategia di rimdulazine del POR la pssibilità di inserire tra i beneficiari finali delle misure le amministrazini centrali dell Stat (in primis il Minister della Pubblica Istruzine), ribadisce in questa sede di cntinuare a prtare avanti questa plitica di spesa in quant ciò può cntribuire ad attuare megli il prgramma stess. La d.ssa Marin infrma il dr. Pugliese che tale strategia è stata già implementata cn l Autrità di Gestine del PON scula, la d.ssa. Leuzzi, la quale ha trasmess alla Regine i files cn i prgetti che riguardan il territri della Calabria. Di cnseguenza, il Dipartiment pubblica istruzine della Regine ha prvvedut a predisprre tutti gli atti necessari al finanziament di questi prgetti nell ambit della misura

7 Il dr. Lacquaniti per quant riguarda la situazine ambientale delle campagne ritiene necessari cncentrare gli sfrzi su quelle aree calabresi ad alta intensità agr-industriale, cme la piana di Sibari. La dtt.ssa Marin, sul tema legalità e sicurezza, infrma i presenti che l Azienda Sanitaria di Lcri, ggett di infiltrazini mafise e pertant presidiata da una struttura cmmissariale, ha ttenut un finanziament dalla misura 6.3 grazie al quale si prcederà all infrmatizzazine dei servizi di gestine del persnale. Un ulterire pass in avanti si registra cn la previsine di un finanziament per la videsrveglianza delle aree industriali. La d.ssa Mngiard in merit alla prpsta di rimdulazine finanziaria chiede un apprfndiment della strategia di riprgrammazine anche se ritiene che un spstament all intern dell stess Asse sia fattibile. Ritiene, cmunque, che si debba fare attenzine alla data di scadenza della derga all art. 87 del Trattat per la cncessine degli aiuti, fissata al 31 dicembre 2006, in quant si ptrebbe incrrere nel rischi di impegnare risrse su regimi di aiut nn più utilizzabili. Il dr. Zit si augura che ci sia cntinuità cn il lavr e gli sfrzi cmpiuti da lugli 2006 per accelerare la spesa, sprattutt per quant riguarda il Fnd Sciale. Si dimstra d accrd cn la prpsta di utilizzare prgetti dei ministeri riguardanti il territri calabrese e imputarli sulle misure del POR Calabria. Il dr. Izz si dichiara sddisfatt dell andament della misura 6.2 (Reti e sistemi reginali) destinataria di risrse aggiuntive, avend prdtt un significativ increment di spesa. Precisa che tale increment di spesa è stat frutt della nuva cultura amministrativa avviata dall Autrità di Gestine che ha permess di far interagire i dipartimenti nella ricerca delle sluzini alle criticità del POR. Cntinua chiarend che per quant riguarda l Accrd di Prgramma Quadr che vede cinvlte le misure 6.1 e 6.2, si tratta di un strument attuativ della prgrammazine generale, e in quant tale capace di utilizzare le risrse messe a sua dispsizine in maniera cerente cn gli biettivi cmunitari. Il dr. Premli ritiene che la riprgrammazine debba essere cnsiderata un mezz per il raggiungiment di un fine, rappresentat dal psitiv impatt sul territri calabrese degli investimenti attuati a seguit della strategia di riprgrammazine. Riscntra che cnsistenti migliramenti della macchina amministrativa, sprattutt dal punt di vista dell implementazine dei cntrlli, si sn avuti cntestualmente cn l insediament della nuva Autrità di Gestine e Autrità di Pagament. Cnclude, auspicand che l impegn dimstrat in questa circstanza di emergenza della spesa da parte della Regine cntinui e si raffrzi nel futur, in vista, sprattutt della nuva prgrammazine. Il Presidente Lier saluta i rappresentanti della Cmmissine e dei Ministeri ringraziandli di essere presenti al Cmitat. Cnfessa la sua vlntà ad essere lì in quella sede, prpri per dimstrare una presenza cstante dell apparat plitic. Giudica cnfrtante l intervent del dr. Premli sugli sfrzi della Regine per aumentare la spesa in cnsiderazine anche del fatt che la Calabria è cntinuamente stt sservazine da parte dei Ministeri e della Cmmissine. Ritiene che la regine debba investire di più nella valrizzazine del bagagli culturale dei calabresi e nell utilizzazine dei talenti anche nelle amministrazini, in md tale da recuperare i ritardi ecnmici e sciali che affliggn il territri. La dtt.ssa Marin cnclude la girnata infrmand i presenti che il nuv pian finanziari sarà ntificat a Bruxelles per il tramite del Minister dell Svilupp Ecnmic e sarà ggett di decisine cmunitaria. Invita, pertant, i dipartimenti, ad effettuare le ultime verifiche sulla necessità men di mdificare, aggiungere rettificare parte del test del POR e del Cmplement di Prgrammazine. A tale prpsit, precisa che a causa di un errre materiale, il POR nn cntiene i riferimenti relativi al settre vitivinicl e quindi sarà ggett, in quest cas, di una integrazine da parte del Dipartiment agricltura. 7

8 Il dr. Pugliese a prpsit del settre vitivinicl suggerisce di rimdulare il test del POR precisand che nn si tratta di una integrazine ex-nv ma di una miglire frmulazine lessicale del test già esistente, riducend la mdifica ad mer intervent frmale. La d.ssa Marin è d accrd cn le mtivazini date dal dr. Pugliese anche se nn ritiene tale mdifica cmunque necessaria, in cnsiderazine del fatt che in sede di cntrll ptrebber emergere prblemi sull ammissibilità di interventi, peraltr già finanziati. SINTESI DELLE PRINCIPALI DECISIONI ASSUNTE NEL COMITATO DI SORVEGLIANZA STRAORDINARIO DEL 20 SETTEMBRE 2006 La riunine strardinaria del XIII Cmitat di Srveglianza del POR Calabria 2000/2006, è stata incentrata sul seguente e unic punt all rdine del girn: Prpsta di riprgrammazine del POR Calabria e adeguament del relativ Cmplement di Prgrammazine. Il Cmitat di Srveglianza prende att del lavr svlt dall Autrità di gestine e dall Autrità di pagament per il raffrzament dei sistemi di gestine e cntrll nnché dell impegn prfus dal Dr. Vincenz Falcne, che, nella qualità di Respnsabile dell U.O.A. n. 3 ha cntribuit in md dirett alla definizine dei cntenuti psti all OdG.; Il Cmitat di Srveglianza assume le dichiarazini di spesa presentate dai Dipartimenti cmpetenti quale frmale impegn da rispettare rigrsamente entr i tempi previsti. Al riguard l Autrità di pagament si impegna a cmunicare al Presidente, alla Giunta e al CdS stess l stat delle certificazini e la lr eventuale nn rispndenza alle dichiarazini di spesa dei dipartimenti anche ai fini di un effettiv accertament delle respnsabilità; Il Cmitat di Srveglianza cncrda cn i principi seguiti dall Adg per la frmulazine della prpsta di riprgrammazine del POR Calabria, prende att dell impegn del Dipartiment Ambiente al raggiungiment degli biettivi in materia ambientale previsti dalle Misure del POR ggett di rimdulazine e a presentare, entr giugn del 2007 un reprting sul raggiungiment degli biettivi stessi; Il Cmitat di Srveglianza apprva la riprgrammazine cn il suggeriment di valutare la pssibilità di un increment della dtazine finanziaria della Misura 5.2 Servizi alla persna e alla cmunità dell Asse V Città ; Il Cmitat di Srveglianza cncrda sull pprtunità che il POR espliciti la tiplgia di perazini ammissibili relative al cmpart vitivinicl; Il Cmitat di Srveglianza prende att della richiesta del partenariat di essere cstantemente infrmat sull andament prcedurale e finanziari delle misure cfinanziate dal FSE; Il Cmitat di Srveglianza raccmanda il manteniment della strategia di raffrzament, anche attravers la cstituzine di appsite task-frce, delle strutture prepste all attuazine del prgramma. 8

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18)

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) STAFF RISRSE UMANE Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENT DEL PERSNALE E CNFERIMENT DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) NTA METDLGICA SCREENING Servizio Gestione Risorse 1 PREMESSA

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

Lo Sportello Informativo on line La tua Regione a portata di mouse

Lo Sportello Informativo on line La tua Regione a portata di mouse UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Per favorire il dialogo con i cittadini la Regione Calabria lancia lo sportello informativo, il servizio on line che consente di avere, in tempi certi,

Dettagli

MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI

MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI MANUALE PER I CONTROLLI SULLE OPERAZIONI COSTITUITE DA EROGAZIONI DI FINANZIAMENTI DIRETTI FSE 2007-2013 A cura della Direzione Istruzione Formazione Professionale Lavoro Allegato a alla dd. n. 608 del

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DI OPERAZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO Direzione centrale lavoro, formazione, commercio e pari opportunità Servizio programmazione e gestione interventi formativi

Dettagli

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI Dott. Nicola ZERBONI Dottore Commercialista in Milano Finanziamenti europei 2007/2013 e contrasto alle irregolarità e alle frodi nei fondi Diretta

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Direzione Generale dell Industria

Direzione Generale dell Industria PO R FESR 2007-2013 A sse VI C om petitività- Linee di attività 6.2.2.i) e 6.2.3.a) D eliberazione della G iunta Regionale n. 51/25 del 24.09.2008 Interventi per favorire l'innovazione del sistem a delle

Dettagli

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI 1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI Responsabile: Dott.ssa Anna Greco Tel.: 0917076283 E-mail: agri1.areagestionefondi@regione.sicilia.it - Assegnazione

Dettagli

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 23 aprile 2014, n. G06045 POR FESR LAZIO 2007-2013 ASSE I - Attività I.1 "Potenziamento e messa

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO

FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO B. DE FINETTI (Rma - ItaKa) FUNZIONE CARATTERISTICA DI UN FENOMENO ALEATORIO 1. - Scp di questa cmunicazine è di mstrare cme il metd deka funzine caratteristica ( l ), già csì vantaggisamente intrdtt neka

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli