Porre fine ai cicli continui di obsolescenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Porre fine ai cicli continui di obsolescenza"

Transcript

1 Introduzione Questo libro si rivolge a progettisti web, sviluppatori software, imprenditori e manager che vogliono disporre di siti web a costi ridotti, che funzionino al meglio e che siano in grado di raggiungere il maggior numero di persone, e tutto questo non solo tenendo conto di browser, dispositivi mobili e altri sistemi di visualizzazione presenti al momento, ma anche di apparecchiature che l evoluzione tecnologica saprà proporre in futuro. La maggior parte di noi ha già avuto modo di scontrarsi con l obsolescenza che caratterizza lo sviluppo frenetico della tecnologia. Ogni volta che compare sulla scena la nuova versione di un browser o un nuovo dispositivo web si ha la netta sensazione che il sito appena pubblicato sia già destinato a essere sostituito con una soluzione rinnovata e completamente modificata. Si realizzano siti solo per ricostruirli continuamente. Accade troppo spesso che la ricostruzione di un sito debba essere effettuata non tanto per aumentare o perfezionare le funzionalità di accesso e navigazione, ma semplicemente per tenere il passo di browser e dispositivi che sembrano sempre più avanzati dei cicli di design e sviluppo del sito web. Sono rare le occasioni in cui sembra che l introduzione di un nuovo browser o dispositivo mobile non intacchi la funzionalità del sito, ma perfino in questi casi la cosiddetta compatibilità retroattiva costringe a rivedere il sito in modo che il suo utilizzo risulti conforme alle caratteristiche di tutti i sistemi di navigazione, il che comporta costi significativi in termini di risorse umane e finanziarie. Questa situazione è così consolidata da apparire più che normale, al punto da costituire il prezzo da pagare per il corretto mantenimento di un sito web professionale. È altrettanto vero però che si tratta di un prezzo sempre più difficile da affrontare.

2 XVIII Introduzione Porre fine ai cicli continui di obsolescenza Le tecnologie sviluppate dal W3C (World Wide Web Consortium) o da altri organismi internazionali e supportate dalla maggior parte dei browser e dei dispositivi Internet consentono di realizzare siti in grado di funzionare correttamente anche a seguito di ulteriori evoluzioni degli standard adottati. Questo libro si propone di insegnare come sia possibile superare il ciclo vizioso definito dal motto realizza, blocca, ricostruisci evitando nel contempo che nuovi utenti possano rinunciare a visitare il sito oppure che si sprechi tempo e denaro nel tentativo di risolvere i problemi con soluzioni a breve termine che in quanto tali hanno già in sé le ragioni del loro insuccesso. Questo libro spiega come aggirare gli eventuali malfunzionamenti di Internet Explorer e di altri browser recenti rispetto alla standardizzazione, oltre a presentare soluzioni che permettono agli utenti del sito di continuare a utilizzare browser meno recenti. Le informazioni contenute in questo libro consentono a progettisti e sviluppatori di adattare il proprio metodo di lavoro in modo da realizzare siti web che risultino conformi rispetto alla gran parte dei browser presenti sul mercato, escludendo l insorgere di problemi di obsolescenza del sito a causa di istruzioni di markup e di tecniche di codifica proprietarie. I gestori dei siti che leggono questo libro dovrebbero essere in grado di evitare l adozione di specifiche che ripropongano il ciclo di obsolescenza; inoltre si insegna come progettare un sito conforme agli standard anche rispetto all evoluzione futura della tecnologia. Cos è il W3C? Il W3C (World Wide Web Consortium, è nato nel 1994 e si dedica alla creazione di specifiche e linee guida che intendono promuovere l evoluzione del Web e garantire il corretto funzionamento di tutte le tecnologie web. I membri del consorzio sono circa 500 e il suo direttore, Tim Berners-Lee (http:// è riconosciuto come l inventore del Web (1989). Le specifiche stabilite dal W3C includono gli standard HTML 4, CSS 2, CSS 3, XML, XHTML 1.0, XHTML 1.1, HTML 5 (creato in collaborazione con i maggiori produttori di browser grazie alle attività del WHATWG, o Web Hypertext Application Technology Working Group) e DOM (Document Object Model), solo per citare le iniziative fondamentali. Tra gli altri organismi internazionali di rilievo nel settore occorre ricordare l associazione ECMA (European Computer Manufacturers Association), responsabile dello sviluppo del linguaggio di programmazione ECMAScript, altrimenti noto come standard JavaScript. Non esistono dogmi Questo libro non contiene dogmi o regole ferree. Non esiste un metodo ideale per realizzare un sito web, così come non esiste una soluzione ideale che permetta di in-

3 Introduzione XIX corporare le specifiche standard nel lavoro di sviluppo web. Non si sostiene il rispetto rigido di regole standard a svantaggio delle tecniche tradizionali che un progettista è solito adottare per realizzare un determinato sito o per svolgere un attività particolare. Va inoltre ricordato che questo libro non si occupa di teoria e di modelli ideali, ma si rivolge a persone che devono ottenere risultati soddisfacenti dal proprio lavoro di sviluppo software. Nulla da obiettare nei confronti dei puristi la cui passione si manifesta nella creazione precisa di standard web; queste persone vanno ammirate e a loro va il ringraziamento più sentito anche per gli insegnamenti che trasmettono. Questo libro si rivolge però a progettisti e sviluppatori web, così come ai clienti e a tutte le persone che devono affidarsi alle competenze di chi si occupa dello sviluppo web; per questo motivo, lo studio degli standard web è inquadrato in un contesto che tiene conto dei problemi di progettazione, di sviluppo dei contenuti e del marketing. Nel caso in cui gli standard W3C risultino ancora poco chiari e ci siano tuttora discussioni in merito a determinate tecniche di implementazione degli standard, verranno evidenziati i punti fermi che la comunità web ha accettato come standard allo scopo di facilitare l adozione di soluzioni conformi e consapevoli. In effetti qui si pretende di affermare un solo e indiscutibile dogma, cui corrisponde un punto di vista inflessibile e assoluto: in genere i costi dello sviluppo web sono troppo alti. Nessuno è in grado di affrontare al momento la progettazione di siti web adottando soluzioni definite un poco alla volta, come si faceva qualche anno fa. La codifica di un sito basata su una decina di soluzioni differenti poteva risultare efficace con il boom di Internet e le risorse economiche ingenti dedicate al lavoro di sviluppo web, ma ora quell epoca si può dire conclusa per sempre. Le specifiche HTML, XHT- ML, XML, CSS, JavaScript e DOM sono realtà destinate a durare: non costituiscono soluzioni definite una volta per sempre, ma sono i componenti che permettono di risolvere i problemi di progettazione che hanno accompagnato il lavoro di sviluppo web fin da quando comparve il primo tag blink. Un insieme di regole flessibile e in continua evoluzione Questo libro intende sottolineare in tutte le sue pagine il fatto che gli standard web rappresentano un insieme di regole che si evolve continuamente; non si tratta di regole fisse e definite una volta per tutte. Una prima adozione degli standard web non implica necessariamente la perfetta separazione tra struttura e presentazione del sito su cui state lavorando. L impegno di rinnovamento delle tecniche di sviluppo deve in primo luogo garantire l accessibilità del sito rispetto ai requisiti minimi indicati dalle linee guida WCAG (Web Content Accessibility Guidelines) 1.0 Priority 1, e perfino questi requisiti potrebbero non risultare soddisfatti completamente. Tutto ciò non deve scoraggiare, dato che le difficoltà di esaudire i requisiti richiesti dagli standard WCAG 1.0 ha portato il W3C a rilasciare nel dicembre 2008 la nuova serie di standard WCAG 2.0.

4 XX Introduzione La questione fondamentale riguarda il fatto di voler iniziare a lavorare in modo nuovo. Il timore di commettere errori può frenare lo sviluppatore più entusiasta, così come l imbarazzo di mostrare la pancetta può allontanare chiunque da palestre e piscine; va però ricordato che è impossibile perdere peso senza intraprendere una minima attività fisica e, analogamente, il sito non sarà mai in grado di raggiungere una piena compatibilità in avanti se non si inizia da qualche parte ad adottare gli standard web. Una prima operazione può riguardare la cancellazione di tutti i tag font. In alternativa si possono sostituire le istruzioni di markup ormai prive di significato con una serie di tag h1 e p. Questi sono ottimi esempi iniziali di applicazione degli standard web e per questo motivo nei prossimi capitoli verrà dato ampio spazio all impostazione di istruzioni di markup efficienti e conformi alle regole standard. Alcune definizioni fondamentali In questo libro si farà più volte riferimento alla compatibilità in avanti dei siti web ( forward compatibility): l espressione significa che una pagina realizzata in modo conforme agli standard web è in grado di funzionare correttamente utilizzando più browser, piattaforme e dispositivi Internet, e che il suo funzionamento continuerà a risultare efficiente anche quando verranno introdotte nuove versioni di browser e dispositivi. Questa condizione è resa possibile dall adozione degli standard web. A sua volta, l espressione standard web assume il significato definito dal progetto WaSP, ovvero comprende l adozione congiunta di linguaggi strutturati, per esempio HTML, XHTML e XML, di linguaggi di presentazione CSS, di modelli a oggetti W3C DOM e di linguaggi di scripting, per esempio JavaScript. Tutti questi elementi verranno spiegati nei prossimi capitoli. I dettagli tecnici dei diversi elementi non devono spaventare i responsabili dei siti che non sono esperti di informatica; è fondamentale che le nozioni più tecniche vengano apprese da sviluppatori e progettisti web. Lo sviluppo di queste tecnologie web si propone lo scopo di ottenere il massimo vantaggio di utilizzo dei siti dal numero più consistente possibile di utenti. L adozione congiunta degli standard web rappresenta peraltro un modello di sviluppo web che permette di ottenere risultati razionali, sofisticati ed efficienti anche dal punto di vista economico: offre il vantaggio di consentire l accessibilità dei siti anche da parte di chi manifesta abilità diverse, il che si traduce sostanzialmente nella possibilità di avere più utenti che visitano il sito, abbassare i costi di esercizio, migliorare le pubbliche relazioni e diminuire i conflitti legati all accessibilità delle pagine web. Cosa si intende per browser conformi agli standard? Abbiamo in primo luogo i programmi Safari 3 e 4, basati sulla piattaforma WebKit di Apple, che caratterizzano anche le funzionalità del browser web dei dispositivi iphone. A questi si aggiungono il browser open source Mozilla Firefox 3 e versioni successive, Opera 9+ (che comprende anche il browser Opera Mini presente in molti telefoni cellulari), Google Chrome (anch esso basato su WebKit), Microsoft Internet Explorer 8, ma in una certa misura anche IE7 e perfino IE6. L elemento comune a questi prodotti è che con poche limitazioni sono tutti in grado di comprendere e supportare le specifiche standard dettate da XHTML 1.0, CSS 2, JavaScript e DOM. A eccezione di Internet

5 Introduzione XXI Explorer, questi browser sono anche in grado di supportare gli standard CSS 3 e alcune funzionalità avanzate di HTML 5. Ad ogni modo va ricordato che i browser citati non risultano perfetti rispetto all adozione degli standard. In effetti non esiste software che si possa considerare esente da difetti, in particolare tenendo presente che gli standard web sono decisamente sofisticati e l interazione tra i diversi elementi di sviluppo è sempre abbastanza complessa. È lecito chiedersi se esiste un browser migliore di altri per quanto riguarda la conformità agli standard. A questa domanda ogni sviluppatore web può rispondere in modo diverso da altri, ma gran parte della comunità informatica riconosce che perfino la versione più recente di Internet Explorer, sebbene molto valida ed efficiente, non è così raffinata come le ultime versioni di Safari, Firefox e Opera. Va inoltre ricordato che molte persone visitano i siti web utilizzando versioni precedenti di IE, che risultano ancora meno conformi. Nonostante alcuni utenti possano ancora utilizzare browser quali IE6 e Vanilla Ice, al momento vale senza dubbio la pena superare metodi di lavoro antiquati e procedere nello sviluppo utilizzando gli standard web allo scopo di soddisfare il maggior numero di utenti potenziali. Gli standard web sono inclusivi per natura, pertanto la loro adozione è efficace anche per coloro che si ostinano a utilizzare browser e dispositivi obsoleti, grazie al rispetto di specifiche compatibili in avanti. Cos è il progetto WaSP? Da anni il W3C promulga le proprie specifiche con il termine Raccomandazioni (Recommendations), il che può avere inconsapevolmente incoraggiato alcune aziende del calibro di Netscape e Microsoft a implementare standard poco rigorosi. Il progetto WaSP (Web Standards Project) ha preferito adottare, con l approvazione di gran parte degli sviluppatori e progettisti web che ne fanno parte, il termine standard web per indicare le specifiche emanate fin dal 1998, anno di avvio del progetto. In questo modo i sostenitori del WaSP hanno potuto presentare le diverse specifiche web come ingredienti essenziali che browser e dispositivi Internet devono supportare completamente. Il progetto WaSP (http://www.webstandards.org) promuove standard che riducono i costi e le complessità di realizzazione di un sito web, oltre a garantire l accesso totale e sicuro a tutti gli utenti. Grazie al lavoro dei sostenitori di questo progetto si può affermare che oggi i browser supportano gli standard web. Il gruppo di lavoro WaSP lavora a stretto contatto con i principali produttori di soluzioni per lo sviluppo software dei siti, per esempio Dreamweaver, e con i più importanti proprietari e progettisti di siti web. Il progetto è oggi in grado di fornire anche strumenti di formazione sull adozione di standard web e si sta rivolgendo con successo alla comunità internazionale, superando i confini del mondo occidentale di lingua prevalentemente anglosassone.

6 XXII Introduzione Non esiste una soluzione unica e valida per tutti Questo libro è composto da molti capitoli ed è stato perfezionato in tre diverse edizioni, ma nonostante questo riesce solo ad accennare al significato pieno e completo degli standard web. Ci sarebbe ancora molto da studiare in merito ai layout CSS oppure alle istruzioni di markup accessibili e strutturate, per non dire del modello DOM e del linguaggio JavaScript; un solo libro non può soddisfare tutti gli argomenti che coinvolgono queste tecnologie web, tenendo anche presente che ciascuno di questi argomenti può essere trattato da un punto di vista completamente differente rispetto a quello sostenuto dagli autori di questo libro. Se la prima edizione del libro ha avuto il merito di presentare il concetto di standard web a livello globale, a partire dalla sua pubblicazione si assiste con cadenza quasi settimanale all uscita di nuovi testi che riportano nel titolo l espressione standard web. Molti di questi libri sostengono le stesse idee presentate in questo volume, altri contraddicono le indicazioni che leggerete nei prossimi capitoli e propongono tecniche di programmazione molto diverse una dall altra. È sufficiente mettere attorno a un tavolo due progettisti web per ascoltare tre opinioni differenti su un argomento qualsiasi. Non esistono due progettisti che concordano completamente su tecniche di tipografia, stile, layout e impiego del colore; una considerazione analoga vale anche per la definizione degli standard web. Si esclude inoltre che chiunque legga questo libro debba immediatamente adottare tutte le soluzioni proposte nei prossimi capitoli. È invece importante sottolineare che i concetti generali illustrati in questo libro vengano sostenuti e promossi da tutti i progettisti, sviluppatori e responsabili di siti che avranno modo di studiare l adozione degli standard web: solo in questo modo sarà possibile garantire un risparmio di tempo e denaro, una riduzione significativa del carico di lavoro successivo alla fase iniziale di sviluppo web, il prolungamento del ciclo di vita di un sito web e la massima accessibilità dei suoi contenuti. Questo libro avrà conseguito gli obiettivi per i quali è stato pensato e scritto nella misura in cui aiuterà a comprendere come le tecnologie standard sono in grado di combinarsi tra loro per realizzare siti compatibili in avanti e sarà in grado di offrire indicazioni utili per perseguire questo stesso obiettivo. È più che accettabile avere idee diverse rispetto ad alcune delle indicazioni qui fornite, ma differenze di vedute marginali non devono allontanare chi si occupa di sviluppo web dall idea complessiva che accompagna l adozione degli standard web. Il concetto fondamentale e indiscutibile riguarda la necessità di una modifica delle tecniche di sviluppo, che si proponga di realizzare progetti web in grado di raggiungere la maggior parte delle persone su un periodo di tempo sempre più lungo, il tutto accompagnato perfino da una riduzione dei costi di progetto.

7 Introduzione XXIII Benvenuti nella squadra vincente Dopo anni nei quali nulla sembrava presagire novità sostanziali nel lavoro del W3C, le versioni più recenti dei browser stanno evidenziando finalmente il supporto (ancora incompleto ma significativo) di specifiche quali HTML 5 e CSS 3; nel contempo, aziende di rilievo come Google sembrano scommettere sulla realizzazione di applicazioni web che sfruttino le tecnologie standard (http://radar.oreilly.com/2009/05/ google-bets-big-on-html-5.html). Il perfezionamento delle tecniche di sviluppo web reso possibile dall adozione di standard CSS 3 sta mostrando tutta la sua efficacia nella realizzazione di soluzioni innovative e sempre più creative. Gli standard tipografici stanno diventando una realtà sempre più diffusa (http://www. zeldman.com/x/16) ed è in costante aumento il numero di aziende e organizzazioni, molto diverse tra loro e del calibro di Apple, MSN, Wikipedia e WordPress, che adottano esplicitamente gli standard web, anche se non hanno ancora raggiunto livelli di adesione che consentano di certificare al 100% il rispetto di tutte le specifiche (Figure I.1-I.4). Figura I.1 Riconosciuta da tutti per la qualità dei suoi prodotti in termini di design, Apple nasconde un segreto: il suo sito sfrutta il meglio degli standard web (http://www.apple.com/it/).

8 XXIV Introduzione Figura I.2 MSN, alla posizione 7 nella classifica Alexa dei 100 siti migliori, è conforme alla valutazione XHTML Strict (http://it.msn.com/). Figura I.3 Chi cerca risposte si rivolge a Wikipedia. Quando Wikipedia vuole stabilità, non fa altro che adottare le specifiche XHTML 1.0 Strict e il layout CSS (http://it.wikipedia.org/).

9 Introduzione XXV Figura I.4 La piattaforma open source di blog WordPress, alla posizione 22 nella classifica Alexa, è conforme alla valutazione XHTML 1.0 Transitional (http://it.wordpress.com/). Gli standard web rappresentano gli strumenti che consentono a chiunque di realizzare siti stupendi e sofisticati, in grado di funzionare domani con la stessa efficienza che manifestano oggi. In questo libro verrà spiegato il ruolo svolto da ciascuno standard web e le tecniche che permettono di sfruttare la combinazione tra diversi standard per creare siti compatibili in avanti. Il resto del lavoro è tutto nelle vostre mani.

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server 7 Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server Lo standard nell archiviazione delle email MailStore Server consente alle aziende di trarre tutti i vantaggi

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Un approccio moderno alle pagine web*

Un approccio moderno alle pagine web* Un approccio moderno alle pagine web* MASSIMILIANO FILACCHIONI Quest'articolo propone un approccio alla realizzazione delle pagine Web basato sull'esplicita separazione degli aspetti che le caratterizzano.

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com La presente Informativa è resa, anche ai sensi del ai sensi del Data Protection Act 1998, ai visitatori (i Visitatori ) del sito Internet

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Tutela dei dati personali Vi ringraziamo per aver visitato il nostro sito web e per l'interesse nella nostra società. La tutela dei vostri dati privati riveste per noi grande importanza e vogliamo quindi

Dettagli

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs)

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) Spesso la tecnologia dell informazione assume la forma di un sistema, ovvero un insieme di componenti che hanno valore quando funzionano insieme. Per esempio, hardware

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book

Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book Il favoloso mondo del self publishing Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book A cura di Sergio Covelli www.pecorenerecords.com Aprile 2011 1) Basta un click, no? Ricordatelo

Dettagli

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Press Release TeamViewer introduce l applicazione per Outlook Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Goeppingen, Germania, 28 aprile 2015 TeamViewer, uno

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Gentili colleghi, il presente questionario ha lo scopo di raccogliere le vostre percezioni relativamente

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014)

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento attraverso il quale

Dettagli

Che cos è e come funziona l e-book

Che cos è e come funziona l e-book Che cos è e come funziona l e-book 1/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Negli ultimi mesi si è parlato molto dell e-book e del fatto che presto rivoluzionerà il mondo dell editoria: sono stati organizzati

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva Sommario 1. Come faccio ad accedere alla formazione?... 2 2. Come è organizzata e quando viene considerata conclusa la formazione?... 3 3. C'è un punteggio finale?... 5 4. Sono a metà della formazione

Dettagli

Scuole di ogni ordine e grado

Scuole di ogni ordine e grado Scuole di ogni ordine e grado PERCHÉ LA SCUOLA MERITA IL MEGLIO Le sue prestazioni di calcolo e la ricchezza delle sue funzionalità, lo eleggono il miglior software per la gestione dell orario nelle scuole

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli