Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facoltà di Lingue e Letterature Straniere"

Transcript

1 Università del Salento Facoltà di Lingue e Letterature Straniere nome matricola Guida

2 Finito di stampare nel mese di dicembre 2007 presso lo stabilimento tipolitografico della TorGraf di GALATINA (Le) S.P. 362 km Tel Fax

3 Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Presentazione PRESENTAZIONE La Facoltà di Lingue e Letterature Straniere nasce nel 1996, con l intento di fornire le competenze scientifico-professionali necessarie per operare oltre che nella scuola di ogni ordine e grado, nell editoria, nel turismo, nei rapporti internazionali, nella promozione della cultura italiana all estero e nell informazione. In questo quadro, sono stati distinti due poli linguistici, uno di lingue veicolari (Francese, Inglese, Russo, Spagnolo, Tedesco), che offrono allo studente non solo la possibilità di inserimento nel settore dell insegnamento, ma anche in attività culturali o commerciali indirizzate verso i Paesi tradizionalmente interlocutori dell Italia, e l altro di lingue mediterranee (Albanese, Arabo, Ebraico, Neo-greco, Turco), legate alla collocazione geografica della penisola salentina, che sempre di più sta riacquistando il suo ruolo storico di porta verso il Mediterraneo-orientale. Così strutturata, la Facoltà di Lingue appare attenta agli interessi del mercato del lavoro, come lo si può intendere al momento e nei prossimi anni. Nelle attuali lauree triennali, due corsi offrono lo studio di albanese, arabo, ebraico, francese, inglese, neo-greco, polacco, portoghese, russo, spagnolo, tedesco e turco, rafforzate da un considerevole numero di insegnamenti di supporto culturale, storico e filologico. Inoltre, la scelta strategica euro-mediterranea è stata ampliata, in un terzo corso di laurea, allargando lo sguardo verso l Estremo Oriente e introducendo l insegnamento delle lingue di due grandi Paesi, la Cina e il Giappone. L offerta formativa attuale include tre curricula triennali (Lingue e Letterature Euromediterranee, Comunicazione Linguistica Interculturale e Scienza e Tecnica della Mediazione Linguistica ex Traduzione e Interpretariato), a cui vanno ad aggiungersi i relativi bienni specialistici in Lingue e Letterature Euroamericane, Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale e Traduzione Letteraria e Traduzione Tecnico- Scientifica. In particolare la specialistica in Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale offre al suo interno ben 4 diversi curricula: linguistico comunicativo, storicopolitico-istituzionale a indirizzo storico, storico-politico-istituzionale a indirizzo economico e storico-politico-istituzionale a indirizzo giuridico. Presso la nostra Facoltà sono inoltre attivi una cattedra Azione Jean Monnet dal titolo Diritto dell Unione Europea, accordi di cooperazione con la C.U.M. (Comunità delle Università Mediterranee) con sede a Bari e con il C.I.R.E.T. (Centre International de Recherches et Etudes Touristiques) con sede a Aix-en-Provence, convenzioni con importanti università straniere per lo stage degli studenti. 3

4 RUBRICA TELEFONICA DI FACOLTÀ PRESIDENZA Preside Vice Preside Rubrica telefonica di Facoltà Segreteria di presidenza Prof. Antonio Fino Telefono: Fax: Ricevimento: lunedì Prof.ssa Silvana Caporaletti Telefono: Fax: Dr.ssa Mariacristina Solombrino Telefono: Fax: Ricevimento: tutti i giorni Dr.ssa Francesca Stomeo Telefono: Fax: Ricevimento: tutti i giorni Maria Concetta Mangia Telefono: Fax: Ricevimento: tutti i giorni CORSI DI LAUREA Comunicazione Linguistica Interculturale Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale Segreteria del Corso di Laurea Sig.ra Chiara Marcucci Telefono: Fax: Ricevimento: martedì mercoledì giovedì: Scienza e Tecnica della Mediazione Linguistica Traduzione Letteraria e Traduzione Tecnico-Scientifica Segreteria del Corso di Laurea Manager Didattico Sig.ra Chiara Marcucci Telefono: Fax: Ricevimento: martedì mercoledì giovedì: Dr.ssa Elena Riccardo Telefono: Fax: Lingue e Letterature Euromediterranee Lingue e Letterature Euro-Americane Segreteria del Corso di Laurea Sig.ra Lucia Avantaggiato Telefono: Fax: Ricevimento: martedì mercoledì giovedi:

5 SEDI Sedi Sede della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere è l edificio Ex Sperimentale Tabacchi in via Calasso 3/A di Lecce. In esso sono ubicate dieci aule (contrassegnate dalla sigla SP), due laboratori linguistici multimediali, gli uffici della presidenza, della segreteria di presidenza e dei corsi di laurea. Presso l edificio Buon Pastore, Via Taranto 35 è invece ubicato il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, con la sua biblioteca e gli studi dei docenti ad esso afferenti. In questo plesso si trovano anche alcune aule (contrassegnate dalla sigla BP), un aula multimediale per la didattica e tre laboratori linguistici. Il Dipartimento inoltre ospita la biblioteca del Fondo Common-Wealth/Hickey. Infine, presso l edificio Ateneo/Codacci Pisanelli si trova il Dipartimento di Filologia, Linguistica e Letteratura, gli studi dei docenti afferenti a tale dipartimento e la sua biblioteca. Talvolta, alcune lezioni della Facoltà di Lingue si svolgono presso aule di questo plesso, che sono contrassegnate dalla sigla A o C. 5

6 CONSIGLIO DI FACOLTÀ Consiglio di Facoltà ELENCO COMPONENTI CONSGLIO DI FACOLTA PROFESSORI ORDINARI CAPORALETTI Silvana DI TROCCHIO Federico DONNO Carmelo G. FINO Antonio GUIDO Maria Grazia JAKOV Malko KATAN David M. LIMONE Oronzo LUCKING David POSO Cosimo D. ROMANOVIC Alizia SANTI Francesco SOBRERO Alberto TATEO Giovanni TEMPESTA Immacolata WOJCIECHOWSKA Barbara ASSOCIATI BASSO Rosanna CALI Andrea CAPUTO Cosimo COLUCCIA Giuseppe DE LUCA Daniele DE RINALDIS M.Luisa DIURISI Maria DOLCE M.Renata FORCINA Marisa GRIMALDI Mirko GRECO Rosa Anna KERMAS Susan LELLI Fabrizio LOMBARDI Olga MARUCCI Valerio MARZO Antonio MIGLIETTA Anna Rita MOSCATO Antonio NASSISI Cosima NICOLETTI Liberata SACCO Domenico SIMINI Diego 6

7 RICERCATORI BIAGINI Furio BIANCHI Francesca BURI BARSI M.Rosaria CAPPELLO M.Luisa CHRISTIANSEN Thomas DE LAURENTIIS Antonella DE MARIA Laura DE OLIVEIRA Vera Lucia ELICIO Domenica FUMAROLA Pietro GABALLO Viviana GALLUCCI Eleonora Gina GENESIN Monica GIANGRADE Rossella GILI FIVELA Barbara GUIDA Patrizia HEMPEL Karl G. IURLANO Donno M. Giuliana KENDALL Anthony LEONE Paola LLORENS Bahena Fernando MAGI Loredana MANCA Elena MASIERI Mirella MICOLANI Antonella MICHELET Reneè C. MIGLIORE M. Chiara MINETTI Francesco MOREA Roberto NEGRI Carolina PAOLILLO Maurizio PAGANI Samuela G. PEDROCCHI Francesca PELLEGRINO Manuela POLITI Gloria PONZIO Luciano QUARANTA Adele ROLLO Alessandra RUOCCO Monica SALAMAC Pietro TAMBURELLO Giuseppa TURANO M. Rosaria TUZZO Sabina CONSIGLIO DI FACOLTÀ 7

8 CONSIGLIO DI FACOLTÀ RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI BEVILACQUA Cinzia CELOTTO Davide DE GUZ Eva DI MATTEO Carmela ESPOSITO Sara FORTUNATO Valentina GRECO Concetta MANCARELLA Gabriele MANCO Francesca MASTROGIOVANNI Lara MELLACCA M.Pina MONTI Andrea STEFANELLI Cristina VIETRO Antonella ZECCA Francesca 8

9 Docenti, insegnamenti DOCENTI, INSEGNAMENTI 9

10 DOCENTI, INSEGNAMENTI 10

11 11 DOCENTI, INSEGNAMENTI

12 DOCENTI, INSEGNAMENTI 12

13 13 DOCENTI, INSEGNAMENTI

14 DOCENTI, INSEGNAMENTI 14

15 15 DOCENTI, INSEGNAMENTI

16 DOCENTI, INSEGNAMENTI 16

17 Dipartimenti FILOLOGIA, LINGUISTICA E LETTERATURA Direttore Prof. Paolo Viti Telefono: DIPARTIMENTI FILOSOFIA E SCIENZA SOCIALI Direttore Prof. Mario Signore Telefono: LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Direttore Prof.ssa Alizia Romanovic Telefono: SCIENZE DEI SISTEMI SOCIALI E DELLA COMUNICAZIONE Direttore Prof. Giuseppe Schiavone Telefono: STUDI STORICI DAL MEDIOEVO ALL ETA CONTEMPORANEA Direttore Prof.ssa Lucia Denitto Telefono:

18 TIROCINI, CONVENZIONI Tirocini, Convenzioni Elenco Convenzioni attive per i Corsi di Laurea in LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE e LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROAMERICANE 18

19 19 TIROCINI, CONVENZIONI

20 TIROCINI, CONVENZIONI 20

21 Elenco Convenzioni attive per i Corsi di Laurea in COMUNICAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE AGENZIE VIAGGI TIROCINI, CONVENZIONI HOTELS 21

22 TIROCINI, CONVENZIONI ENTI PUBBLICI TESTATE GIORNALISTICHE ISTITUTI SCOLASTICI AZIENDE 22

23 LIBRERIE Elenco Convenzioni attive per i Corsi di Laurea in TRADUZIONE ED INTERPRETARIATO SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA TRADUZIONE LETTERARIA E TECNICO- SCIENTIFICA TIROCINI, CONVENZIONI 23

24 TIROCINI, CONVENZIONI 24

25 Elenco discipline ELENCO DISCIPLINE 25

26 ELENCO DISCIPLINE 26

27 27 ELENCO DISCIPLINE

28 ELENCO DISCIPLINE 28

29 29 ELENCO DISCIPLINE

30 ELENCO DISCIPLINE 30

31 31 ELENCO DISCIPLINE

32 ELENCO DISCIPLINE 32

33 Corsi di Laurea triennale Corso di Laurea triennale in LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE Classe 11 La laurea triennale in LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE è inquadrata nella Classe 11 delle Lauree in Lingue e Culture Moderne. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Requisiti d ingresso Per l ammissione al Corso di studi è richiesto un titolo di studio di scuola secondaria o titolo equipollente o altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo, secondo i requisiti previsti dalle norme vigenti. Obiettivi formativi Al termine degli studi i laureati di primo livello avranno acquisito: un ottima competenza scritta e orale di almeno due lingue straniere (di cui una dell Unione Europea), della storia e del patrimonio culturale delle civiltà di cui sono espressione e una discreta competenza scritta e orale in una terza lingua; una solida formazione di base in linguistica, in lingua e in letteratura italiana; una buona capacità di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I laureati di I livello svolgeranno attività professionali nei settori dei servizi culturali, del giornalismo, dell editoria e nelle istituzioni culturali, nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, nel turismo culturale e nell intermediazione tra le culture dell Europa e fra queste e quelle dell America e del Mediterraneo, nonché nella formazione degli operatori allo sviluppo in contesti multietnici e multiculturali. Possibilità di specializzazione Il laureato potrà accedere, con il riconoscimento dei 180 crediti formativi acquisiti nel corso triennale, alle lauree specialistiche della classe 42/S, Lingue e culture moderne euroamericane, istituite presso l Università del Salento. In base alla normativa vigente, gli iscritti alla suddetta laurea specialistica non potranno eccedere il numero di 100. Per l iscrizione ad altri corsi di laurea specialistica o ad altra Università, lo studente farà riferimento alle norme fissate da ciascuna istituzione. Organizzazione della didattica I corsi di insegnamento sono ripartiti in due semestri. Per l a.a il calendario didattico è stabilito come segue: I semestre: dal 1 ottobre 2007 al 19 gennaio 2008; II semestre: dal 18 febbraio 2008 al 24 maggio esami: dal 21 gennaio al 16 febbraio 2008; dal 26 maggio al 28 giugno 2008; 33

34 CORSI DI LAUREA TRIENNALE dal 1 settembre 2008 fino all inizio del 1 semestre dell a.a. 2008/2009. Dal primo anno di corso sono previste attività di tutorato che verranno tenute dai docenti designati. Caratteristiche della prova finale L elaborato finale scritto deve essere composto di cartelle, 2000 battute a cartella e che sarà in lingua italiana, o in lingua straniera, o parzialmente in lingua straniera. Nel voto finale va tenuto conto del curriculum complessivo del laureando, anche se non si stabiliscono differenze a priori tra elaborato in Lingua Italiana o Lingua Straniera. Il tetto massimo di assegnazione è da 0 (zero) a 5 (cinque) punti, con l aggiunta eventuale della Lode, attribuita all unanimità. La Commissione di laurea è nominata dal Preside ed è composta da 7 membri. L Abstract sarà svolto in italiano, se l elaborato è in lingua straniera, mentre sarà in Lingua straniera se l elaborato è in italiano. 34

35 PIANO DEGLI INSEGNAMENTI Ciclo I ANNO N.B.: al fine di evitare sovrapposizioni nell orario delle lezioni, gli insegnamenti di Lingua e Traduzione sono distinti in due gruppi. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Un gruppo comprende: Inglese, Francese, Spagnolo, Russo L altro gruppo comprende: Inglese, Tedesco, Portoghese. Si consiglia, pertanto, di scegliere una lingua per ciascun raggruppamento. 35

36 CORSI DI LAUREA TRIENNALE Ciclo II ANNO A.A

37 Ciclo III ANNO A.A CORSI DI LAUREA TRIENNALE 37

38 CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corso di Laurea triennale in SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA Classe 3 La laurea triennale in SCIENZA E TECNICA DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA (nuova denominazione del Corso di Laurea triennale in Traduzione e Interpretariato) è inquadrata nella Classe 3 delle Scienze della Mediazione Linguistica. Le immatricolazioni, a partire dall a.a. 2002/2003, sono a numero programmato, l accesso si realizza tramite una prova di ammissione. Requisiti di ingresso Possono partecipare alla prova di ammissione tutti coloro che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore quinquennale o altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo, secondo i requisiti previsti dalle norme vigenti. Prova di ammissione La prova selettiva si svolgerà nel mese di settembre, in data stabilità dal Consiglio di Facoltà, presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università del Salento. I candidati dovranno indicare nella domanda, pena l esclusione, l indirizzo per il quale concorrono. Le prove sono basate su test a risposta multipla. I candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di riconoscimento. La prova è organizzata tenendo conto anche delle esigenze degli studenti in situazioni di handicap, a norma della Legge 104/92, così come modificata dalla Legge n. 17/1999. Le modalità particolari di accesso alla prova per studenti disabili sono concordate con il Centro per l Integrazione. La prova di ammissione al Corso di studi consiste in una prova scritta di conoscenza della lingua inglese, per superare la quale è richiesto un livello di preparazione pari al livello B2 (upper intermediate) del quadro comune europeo di riferimento per le lingue, e una prova di cultura generale, comprendente anche la lingua italiana. La graduatoria degli ammessi al primo anno di corso verrà pubblicata all Albo ufficiale dell università del Salento, nonché sul sito internet di ateneo (www.unile.it), entro i 10 giorni successivi allo svolgimento della prova selettiva. Saranno ammessi i candidati che, in relazione ai posti disponibili per ciascun indirizzo, si collocheranno in posizione utile nella graduatoria, formulata sulla base dei punteggi conseguiti. In caso di rinunce si procede allo scorrimento della graduatoria fino alla copertura dei posti disponibili. Posti disponibili Il corso di laurea è a numero programmato, con due indirizzi distinti in relazione alle lingue da studiare, che varieranno anno per anno. Nell a.a sono previsti 36 posti (più uno per studenti extracomunitari) per l indirizzo inglese giapponese e 36 posti (più uno per studenti extracomunitari) per l indirizzo inglese tedesco. Obiettivi formativi specifici Il corso di studi fornirà ai laureati: un ottima conoscenza di due lingue straniere; una adeguata preparazione generale in campo economico-giuridico, storico-politico, socioantropologico; 38

39 adeguate capacità di traduzione e di interpretazione consecutiva nelle lingue studiate; capacità di utilizzare gli strumenti per la comunicazione e la gestione dell informazione; capacità di operare con autonomia organizzativa e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I laureati di I livello svolgeranno attività professionali come traduttori e/o interpreti nel campo dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e di impresa; della ricerca documentale; della redazione, in lingua, di testi; di ogni altra attività di assistenza linguistica alle imprese e negli ambiti istituzionali. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Possibilità di specializzazione I laureati di I livello potranno accedere, con il riconoscimento di tutti i 180 crediti formativi acquisiti nel corso triennale, alla Laurea Specialistica 104/S in Traduzione letteraria e traduzione tecnico-scientifica istituita presso l Università degli Studi di Lecce. Per l accesso ad altri corsi di laurea specialistica dell Università di Lecce o di altre Università il laureato farà riferimento alla normativa fissata dai corsi di laurea di destinazione. Modalità di frequenza La frequenza è obbligatoria. Organizzazione della didattica I corsi di insegnamento sono ripartiti in due semestri. Per l a.a il calendario didattico è stabilito come segue: I semestre: dal 1 ottobre 2007 al 19 gennaio 2008; II semestre: dal 18 febbraio 2008 al 24 maggio esami: dal 21 gennaio al 16 febbraio 2008; dal 26 maggio al 28 giugno 2008; dal 1 settembre 2008 fino all inizio del 1 semestre dell a.a. 2008/2009. Dal primo anno di corso sono previste attività di tutorato che verranno tenute dai docenti designati. Caratteristiche della prova finale La prova finale consiste nella discussione, presso una Commissione formata a norma del Regolamento didattico di Facoltà, di un elaborato in italiano o in lingua straniera che serva a comprovare il possesso delle competenze previste dagli obiettivi formativi assegnati al Corso di laurea. A seconda dei casi si può trattare della discussione di un progetto di intervento, di uno sviluppo anche critico delle esperienze di tirocinio, di una essenziale ricerca riguardante aspetti specifici del lavoro professionale, di un analisi di caso, o anche di uno studio riguardante situazioni e contesti particolari. L elaborato proposto per la prova finale si riferisce sempre ad un esperienza pratico-operativa o ad una ricerca specifica inerente il curriculum durante la quale lo studente riceve assistenza da un professore che relazionerà in sede d esame e che è chiamato ad esprimere un giudizio d idoneità alla prova mediante sottoscrizione del frontespizio dell elaborato. L elaborato finale scritto deve essere composto di cartelle, 2000 battute a cartella e che sarà in lingua italiana, o in lingua straniera, o parzialmente in lingua straniera, e accom- 39

40 CORSI DI LAUREA TRIENNALE pagnato ad un Abstract, svolto in italiano se l elaborato è in lingua straniera, o in Lingua straniera se l elaborato è in italiano. Nel voto finale va tenuto conto del curriculum complessivo del laureando, anche se non si stabiliscono differenze a priori tra elaborato in Lingua Italiana o Lingua Straniera. La scala di assegnazione del punteggio di laurea si estende da 0 (zero) fino a un tetto massimo di 5 (cinque) punti, con l aggiunta eventuale della Lode, attribuita all unanimità. La Commissione di laurea è nominata dal Preside ed è composta da 7 membri. PIANO DEGLI INSEGNAMENTI Ciclo I ANNO A.A

41 Ciclo II ANNO A.A CORSI DI LAUREA TRIENNALE 41

42 CORSI DI LAUREA TRIENNALE Ciclo III ANNO A.A

43 Corso di Laurea triennale in COMUNICAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE Classe 3 La laurea triennale in COMUNICAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE è inquadrata nella Classe 3 di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica e Interculturale. Requisiti d ingresso Per l ammissione al Corso di Studio è richiesto un titolo di studio di scuola secondaria o titolo equipollente. Allo studente che si iscrive al Corso di laurea viene richiesta sicurezza nella metodologia dello studio. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Obiettivi formativi specifici Il corso di studi ha l obiettivo di formare figure professionali che possiedano: una solida base culturale e linguistica in due lingue, oltre l italiano, e nelle relative culture; conoscenze linguistico-tecniche, sia orali che scritte; adeguate conoscenze delle problematiche di specifici ambiti di lavoro in relazione alla vocazione del territorio e alle sue possibili evoluzioni, con riferimento anche alle dinamiche interetniche e interculturali; capacità di operare con autonomia organizzativa e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro; capacità di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I laureati di I livello svolgeranno attività professionali: nel campo dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e di impresa; nel campo della ricerca documentale; in ogni altra attività di assistenza linguistica alle imprese Possibilità di specializzazione I laureati di I livello potranno accedere, con il riconoscimento di tutti i 180 crediti formativi acquisiti nel corso triennale, al Corso di Laurea specialistica in Lingue moderne per la comunicazione internazionale (43/S) istituito presso l Università del Salento. Per l accesso ad altri corsi di laurea specialistica dell Università del Salento o di altre Università il laureato farà riferimento alla normativa fissata dai corsi di laurea di destinazione. Organizzazione della didattica I corsi di insegnamento sono ripartiti in due semestri. Per l a.a il calendario didattico è stabilito come segue: I semestre: dal 1 ottobre 2007 al 19 gennaio 2008; II semestre: dal 18 febbraio 2008 al 24 maggio Esami dal 21 gennaio al 16 febbraio 2008; dal 26 maggio al 28 giugno 2008; dal 1 settembre 2008 fino all inizio del 1 semestre dell a.a. 2008/

44 CORSI DI LAUREA TRIENNALE Dal primo anno di corso sono previste attività di tutorato che verranno tenute dai docenti designati. Caratteristiche della prova finale L elaborato finale deve essere composto di cartelle, 2000 battute a cartella e sarà in lingua italiana, o in lingua straniera, o parzialmente in lingua straniera. Nel voto finale si terrà conto del curriculum complessivo del laureando e dell andamento della discussione. Il tetto massimo di incremento della media degli esami espressa in centodecimi è di 5 (cinque) punti; l eventuale aggiunta della lode dovrà essere decisa all unanimità. La stesura della prova finale in lingua italiana o in lingua straniera non costituisce di per sé elemento di merito ai fini della valutazione finale. La Commissione di laurea è nominata dal Preside ed è composta da 7 membri. L elaborato finale sarà accompagnato da un breve riassunto in lingua italiana, se il testo sarà scritto in lingua straniera, o in lingua straniera se il testo sarà in italiano. 44

45 PIANO DEGLI INSEGNAMENTI Ciclo I ANNO CORSI DI LAUREA TRIENNALE N.B. Al fine di evitare sovrapposizioni nell orario delle lezioni, gli insegnamenti di Lingua e Traduzione sono distinti in due gruppi. Un gruppo comprende: Inglese, Francese, Spagnolo, Russo. L altro gruppo comprende: Inglese, Tedesco, Portoghese, Arabo. Si consiglia, pertanto, di scegliere una lingua per ciascun raggruppamento. 45

46 CORSI DI LAUREA TRIENNALE Ciclo II ANNO

47 Ciclo III ANNO CORSI DI LAUREA TRIENNALE 47

48 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA Corsi di Laurea Specialistica Corso di Laurea specialistica in LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROAMERICANE Classe 42/S Requisiti d ingresso Per l ammissione alla laurea specialistica 42s Lingue e Letterature Moderne Euroamericane lo studente deve essere in possesso di una laurea in un corso di studio attivato in una delle seguenti classi 3- Scienze della mediazione linguistica 5- Lettere 11- Lingue e culture moderne 14- Scienze della comunicazione 15- Scienze politiche e delle relazioni internazionali 29- Filosofia Per i laureati provenienti dai corsi della classe 11 della nostra Università non è prevista una valutazione della preparazione iniziale. I laureati provenienti dai Corsi della classe 11 di altre Università potrebbero dover colmare dei debiti formativi per completare il numero di CFU previsti dalla tabelle del nostro Ordinamento. Per i laureati provenienti dalle altre classi sopra elencate è prerequisito indispensabile aver conseguito almeno 40 CFU nelle lingue che saranno studiate a livello specialistico, 12 CFU nelle relative letterature e 8 CFU in una delle discipline previste come attività di base nel corso triennale della classe 11. Il numero complessivo dei loro debiti formativi non deve comunque superare i 48 CFU. Il recupero dei debiti formativi è propedeutico agli esami del corso di laurea specialistica. Eventuali casi di studenti Madre lingua straniera potranno essere esaminati singolarmente dal Consiglio didattico del Corso di Laurea. Obiettivi formativi Al termine degli studi i laureati del corso di Laurea in Lingue e Letterature Moderne Euroamericane devono: possedere conoscenze avanzate nella letteratura e cultura delle civiltà euroamericane nelle sue differenti dimensioni, compresa quella di genere; accompagnare al possesso delle principali lingue di comunicazione euroamericane una sicura competenza in almeno una di esse; possedere un approfondita conoscenza di almeno una delle grandi civiltà di quei continenti; essere in grado di utilizzare in modo autonomo ed efficace i principali strumenti informatici e telematici. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I laureati nel corso specialistico di Lingue e Letterature Euroamericane potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità negli istituti di cooperazione internazionale, culturale ed economica e nelle istituzioni culturali italiane all estero, come esperti nei settori economici a vocazione internazionale, come traduttori di testi letterari. I laureati della classe, in partico- 48

49 lare, svolgeranno attività professionali nei settori dei servizi culturali, del giornalismo, dell editoria e nelle istituzioni culturali, in imprese e attività commerciali, nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, nel turismo culturale e nell intermediazione tra le culture dell Europa e fra queste e quelle dell America e del Mediterraneo, nonché nella formazione degli operatori allo sviluppo in contesti multietnici e multiculturali. Organizzazione della didattica I corsi di insegnamento sono ripartiti in due semestri. Per l a.a il calendario didattico è stabilito come segue: I semestre: dal 1 ottobre 2007 al 19 gennaio 2008; II semestre: dal 18 febbraio 2008 al 24 maggio CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA esami: dal 21 gennaio al 16 febbraio 2008; dal 26 maggio al 28 giugno 2008; dal 1 settembre 2008 fino all inizio del 1 semestre dell a.a. 2008/2009. Dal primo anno di corso sono previste attività di tutorato che verranno tenute dai docenti designati. Caratteristiche della prova finale La prova finale consiste nella discussione, presso una Commissione formata a norma del Regolamento didattico di Facoltà, di cui fanno parte il Relatore e il Correlatore, di una tesi di cui lo studente avrà concordato l argomento con il docente di una delle discipline attivate nel Corso, per la quale egli abbia sostenuto e superato almeno un esame. Il docente relaziona in sede di esame ed è chiamato ad esprimere un giudizio di idoneità alla prova mediante sottoscrizione del frontespizio dell elaborato. E fatto salvo il diritto dello studente di presentare la Tesi di Laurea senza l approvazione di un relatore. In questo caso la Tesi va consegnata almeno un mese prima alla Segreteria e al Preside di Facoltà, il quale nominerà d ufficio il Relatore e il Correlatore, che avranno il compito di valutare l elaborato e di interrogare lo studente in sede di discussione circa gli strumenti utilizzati, i metodi seguiti, i risultati raggiunti. L elaborato, di almeno 80 cartelle,pari circa a battute, servirà a comprovare il possesso delle competenze previste dagli obiettivi formativi assegnati al Corso di studio. Per le caratteristiche specifiche della prova finale si rinvia alla delibera del Consiglio di Facoltà del 26/04/2006. Per la valutazione del lavoro di Tesi la Commissione disporrà di un punteggio massimo di otto (8) punti, a cui sarà possibile aggiungere la distinzione della lode soltanto se il candidato avrà raggiunto i centodieci. 49

50 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA PIANO DEGLI INSEGNAMENTI Ciclo I ANNO

51 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA N.B.: Gli studenti che hanno studiato arabo,turco,ebraico come lingua triennale nel Corso di laurea di I livello devono intraprendere il biennio specialistico del corso di LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (43/S). 51

52 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA Ciclo II ANNO

53 Corso di Laurea specialistica in TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA 104/S (Indirizzo tecnico-scientifico) Requisiti di Accesso Per l ammissione alla laurea specialistica 104/S TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TEC- NICO SCIENTIFICA, lo studente deve essere in possesso di una laurea in un corso di studio attivato in una delle seguenti classi: classe3 Scienze della mediazione linguistica classe 5 Lettere classe 11 Lingue e culture moderne classe 14 Scienze della comunicazione classe 15 Scienze politiche e delle relazioni internazionali classe 29 Filosofia e avere acquisito: a) 24 cfu in ognuna delle due lingue attivate nel corso di Laurea Specialistica 104/S. N.B.: Si intende pertanto che lo studente abbia acquisito 24 CFU in ognuna delle due lingue che intende specializzare nella Laurea Specialistica. b) 6 cfu in uno dei SSD presenti nelle attività di base. I CFU necessari per completare gli ambiti richiesti nel TRIENNIO BASE nel quadro del 3+ 2 sono da considerarsi propedeutici a quelli previsti dal Piano di Studio della Laurea Specialistica, indicati come DEBITI FORMATIVI. In ogni caso, i CFU in debito non devono risultare superiori a 60. Eventuali casi di studenti madrelingua stranieri potranno essere esaminati singolarmente dal Consiglio Didattico del Corso di Laurea. CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA Per l a.a. 2007/2008 sarà attivato l indirizzo di Traduzione tecnico-scientifica con le seguenti lingue: - inglese; - arabo; - cinese; - francese; - giapponese; - russo. - tedesco N.B. Relativamente alle lingue Spagnolo e Portoghese, eventuali interessati alla Laurea Specialistica provenienti dal D.U.T.I. Università di Lecce sono pregati di mettersi in contatto con la Presidenza della Facoltà di Lingue e/o del Corso di Laurea. Obiettivi formativi specifici Al termine degli studi i laureati possiederanno: elevate competenze traduttive con particolare riferimento ai linguaggi specialistici (economico-turistico, giuridico, editoriale, informatico e della multimedialità), nonché competenze in ambito terminologico e terminografico, da utilizzare nell ambito di istituzioni ed enti pubblici e privati, nazionali ed internazionali, così come nell ambito della didattica e della ricerca; capacità di elaborazione di materiale terminologico, riguardante gli ambiti di attività specifica, e conoscenze dei linguaggi tecnico-settoriali; 53

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it NEL BLU I NOSTRI SERVIZI: - Corsi aziendali - Traduzioni - Traduzioni con

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 1. Presentazione della domanda La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli