1. INTRODUZIONE. Descrizione del corso.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. INTRODUZIONE. Descrizione del corso."

Transcript

1 1. INTRODUZIONE. Descrizione del corso. Il corso di laurea triennale in italianistica è diretto verso l'acquisizione di una padronanza di alto livello della lingua italiana, scritta e orale, tramite corsi articolati in sei semestri di esercitazioni di lingua e di linguistica descrittiva. Vengono, inoltre, sviluppate conoscenze sul piano dei contenuti e dei metodi nel campo della linguistica, letteratura e cultura italiana. Il corso di laurea specialistica offre ai suoi iscritti una padronanza ampia e articolata della lingua italiana, orale e scritta, e delle lingue settoriali, inoltre, l'acquisizione di competenze traduttive e glottodidattiche e una preparazione specialistica nell'ambito della materia linguistica, letteraria e culturale italiana. Accanto agli argomenti e discipline strettamente di materia italianistica, viene prestata particolare attenzione alle interferenze letterarie, linguistiche e culturali italo-croate, nonché agli autori originari dell'attuale territorio croato, ma che hanno operato anche nel seno della cultura italiana. Obiettivi formativi e sbocchi professionali. Un'ampia e profonda conoscenza di almeno una lingua straniera, e in particolar modo di quella italiana quale una delle «maggiori» lingue dell'unione europea, offre numerose possibilità per una proficua e vantaggiosa integrazione professionale nel mercato del lavoro, sia in Croazia che in Europa. La profonda compenetrazione delle culture e storie croata e italiana, e oggi anche la progressiva integrazione dei sistemi economici dei due Paesi vicini, sono di per sé stessi validi testimoni della richiesta nella società croata di professionisti di formazione di indirizzo italianistico, esperti traduttori e interpreti, docenti e insegnanti di lingua italiana, come anche di esperti in linguistica, cultura e letteratura italiana. I laureati in questo campo potranno trovare sbocchi professionali in praticamente tutti i settori dell'economia (turismo, commercio, industria, comunicazioni), nonché nell'attività di traduzione, nell'insegnamento presso istituti scolastici, nell'amministrazione pubblica statale ed enti locali, nell'editoria, nei media e nel giornalismo, come anche nelle istituzioni culturali e della ricerca scientifica. Un interesse particolare per esperti specializzati in materia italianistica viene ripetutamente dichiarato da istituti scolastici di livello primario e secondario e da numerose istituzioni universitarie in Croazia, nonché da enti privati e pubblici che periodicamente o costantemente necessitano di servizi di traduzione. 1

2 Equiparabilità del programma formativo, esperienze e mobilità degli studenti. Il programma di studio viene costantemente aggiornato e conformato alle correnti conoscenze e ricerche scientifiche dei settori specialistici compresi nei corsi, ed è articolato su un costante dialogo con le tendenze e linee formative presenti oggi nel mondo, come anche sull'esperienza e la tradizione del Dipartimento di italianistica che dal 1927 opera indipendentemente nell'ambito della Facoltà di Lettere e Filosofia di Zagabria. Lo studio di italianistica è equiparabile agli studi di italianistica che vengono attivati alle Facoltà di Lettere e Filosofia e a Facoltà consimili in Croazia (es. Zara, Pola), in Italia (es. Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Padova; Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università di Bologna) e in altri Paesi europei. Rispettando in pieno i principi e lo spirito della Dichiarazione di Bologna, in particolar modo l'offerta e libera scelta di corsi articolati semestralmente, il programma formativo garantisce agli studenti una piena mobilità all'interno di corsi di studio di italianistica simili o identici, ma anche di altre scienze umanistiche e sociali (in primo luogo di indirizzo letterario e linguistico) presso tutte quelle Università in Croazia e in Europa che attuano tali principi e i cui percorsi formativi sono rispettivamente comparabili. 2

3 2. QUADRO GENERALE Titolo del corso di studio : italianistica Facoltà di riferimento del corso: Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Zagabria. Corso di studio eseguito da: Dipartimento di Italianistica Durata del corso di studio: laurea triennale: 6 semestri laurea specialistica: 4 semestri Nota: tutti i corsi e gli esami a partire dal terzo semestre vengono tenuti in lingua italiana Prerequisiti di accesso ai corsi di studio: - laurea triennale: superamento dell'esame di ammissione alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Zagabria e di un ulteriore esame di ammissione al corso di italianistica presso il Dipartimento di Italianistica. - laurea specialistica: possesso di titolo universitario di primo livello (laurea triennale) di indirizzo italianistico conseguito presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Zagabria o altro Ateneo. 3

4 2.5. Corso di laurea triennale Obiettivi formativi e possibili ambiti occupazionali. Il conseguimento di un alto livello di competenza linguistica, orale e scritta, dell'italiano e le conoscenze specialistiche nel campo della linguistica, letteratura e cultura italiana, aprono possibilità occupazionali in aziende private ed enti pubblici che cooperano con società ed enti italiani, in primo luogo con funzione di collaboratori amministrativi o interpreti. Gli obiettivi formativi del corso sono diretti anche verso l'acquisizione di competenze e conoscenze che potranno risultare utili per intraprendere una carriera professionale nel mondo dei media, nell'editoria, nel turismo, nel settore delle comunicazioni e in tutti quegli ambienti dove viene richiesta la conoscenza della lingua, letteratura e cultura italiana Sbocchi formativi di livello superiore o specialistico Una volta completato il corso di laurea triennale in italianistica è possibile continuare gli studi al corso di laurea specialistica in italianistica al Dipartimento di Italianistica o a un altro consimile corso di laurea, in Croazia o all'estero, ma anche ai corsi di laurea presso i Dipartimenti e Atenei che valuteranno rilevanti le conoscenze e le competenze acquisite al corso di laurea (esempi orientativi: diversi corsi di indirizzo letterario, teorico, comparatistico, storicoletterario o teatrologico, corsi di master o di specializzazione in management culturale, turismo e cultura, scienze della comunicazione, rapporti internazionali, diplomazia, giornalismo, cultura mediatica, gender studies, studi culturali...) 4

5 2.6. Corso di laurea specialistica. Il corso di laurea specialistica mira a fornire un'ampia padronanza della lingua italiana e conoscenze specialistiche di livello avanzato, sia metodologiche che professionali, nel campo della linguistica, letteratura e cultura italiana che abilitano i detentori della laurea al lavoro presso istituti scolastici di primo e secondo grado e presso licei e istituti superiori di indirizzo professionale, come anche nelle Università degli studi dove l'italiano viene insegnato come lingua settoriale, presso le Facoltà di lingue e letterature dove l'italiano è oggetto di studio, nelle Scuole per interpreti, scuole di lingue straniere e corsi serali di lingua, inoltre nell'attività traduttiva e in enti pubblici o privati dove sono richieste un'alta padronanza dell'italiano e/o conoscenza della letteratura e cultura italiana. Gli obiettivi formativi sono diretti anche verso l'acquisizione di competenze e conoscenze utili per intraprendere una carriera professionale nel mondo dei media, nell'editoria, nel turismo, nel settore delle comunicazioni e in tutte quegli ambienti dove viene richiesta la conoscenza della lingua, letteratura e cultura italiana. Per seguire il corso di laurea specialistica in italianistica è necessario completare lo studio triennale di italianistica espletando tutte le prove richieste presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Zagabria o un corso consimile presso un'altra Università. 5

6 2.7. La proposta del corso di studio non prevede corsi di laurea a ciclo unico Titolo di studio conseguito al completamento del corso di studio. Al completamento del corso di laurea triennale viene conseguito il titolo di studio «baccalaureus/baccalaurea (dottore) in scienze umanistiche, indirizzo italianistico». Al completamento del corso di laurea specialistico viene conseguito il titolo di studio «dottore magister in italianistica» 6

7 3. DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA Elenco dei corsi obbligatori e opzionali Nota: tutti i corsi sono della durata di un semestre, il numero di ore indicato equivale al numero di ore a settimana; il carattere opzionale o obbligatorio di ciascun corso è indicato nel percorso di studio. Corso di laurea triennale: TITOLO DEL CORSO tipo di numero crediti semestre corso ore settimanali ECTS Corsi nell'ambito della materia LINGUA ITALIANA Lingua italiana I 1 obbligatorio o Lingua italiana I 2 obbligatorio o Lingua italiana II 1 obbligatorio o Lingua italiana II 2 obbligatorio o Lingua italiana III 1 obbligatorio o Lingua italiana III 2 obbligatorio o Corso di fonetica obbligatorio o o 2 o Corsi nell'ambito della materia LINGUISTICA E CULTURA ITALIANA Introduzione allo studio della lingua italiana obbligatorio o o 2 o Fonetica e fonologia della lingua italiana obbligatorio o o 2 o Morfosintassi dell italiano contemporaneo I obbligatorio o Morfosintassi dell italiano contemporaneo II obbligatorio o Storia della lingua italiana obbligatorio o Lessicologia della lingua italiana opzionale o Latino per studenti di lingue romanze obbligatorio o o 2 o (presso il Dipartimento di Filologia classica) Corsi nell'ambito della materia LETTERATURA E CULTURA ITALIANA Percorso cronologico della letteratura italiana obbligatorio o o 2 o corso di teoria della letteratura (presso il Dipartimento di Letterature comparate) obbligatorio o o 2 o 7

8 Le origini della letteratura italiana opzionale o Interpretazioni di Umberto Saba opzionale o La Divina Commedia opzionale o Generi della narrativa italiana: novella, fiaba, opzionale o letteratura di viaggio La vita quotidiana nelle città italiane opzionale o (dal XII al XV secolo) Complementarità transneorealista: opzionale o Pavese e Vittorini Ariosto e il poema cavalleresco opzionale o Generi della narrativa italiana:romanzo opzionale o Il romanzo italiano dell'ottocento e opzionale o del Primo Novecento Futurismo e dintorni opzionale o Il teatro italiano del rinascimento e del barocco opzionale o Novella italiana attraverso i secoli opzionale o Petrarca e il petrarchismo opzionale o Le poetiche del Novecento: dall ermetismo alla opzionale o neoavanguardia La letteratura italiana del manierismo e del barocco opzionale o Italo Calvino nel contesto teorico e letterario opzionale o del secondo Novecento TESI FINALE obbligatoria 5 6 o 8

9 Corso di laurea specialistica: TITOLO DEL CORSO tipo di numero crediti semestre corso ore ECTS settimanali Corsi nell'ambito della materia LINGUA ITALIANA Competenza orale e scritta obbligatorio o (7 o ) (lingua standard e lingua di specializzazione) I 1 Competenza orale e scritta obbligatorio o (8 o ) (lingua standard e lingua di specializzazione) I 2 Competenza orale e scritta obbligatorio o (9 o ) (lingua standard e lingua di specializzazione) II 1 Competenza orale e scritta obbligatorio o (10 o ) (lingua standard e lingua di specializzazione) II 2 Corsi nell'ambito della materia LINGUISTICA E CULTURA ITALIANA Formazione delle parole opzionale o (7 o ) Pragmalinguistica e linguistica testuale opzionale o (8 o ) Teoria della traduzione opzionale o (8 o ) Varietà dell italiano opzionale o (7 o ) Semantica della lingua italiana opzionale o (9 o ) Dialettologia italiana opzionale o (10 o ) Dal latino all italiano opzionale o (10 o ) Lingue e culture in contatto opzionale o (9 o ) Corsi nell'ambito della materia LETTERATURA E CULTURA ITALIANA Interpretazioni di Eugenio Montale opzionale o (7 o ) L autobiografia nel Settecento opzionale o (7 o ) Colloqui coi personaggi nella letteratura italiana opzionale o (7 o ) del 900 La tradizione comica dal medioevo al Seicento opzionale o (7 o ) Il Principe di Machiavelli e il suo contrario opzionale o (8 o ) La filosofia italiana del Novecento opzionale o (8 o ) La letteratura italiana nell età postmoderna opzionale o (8 o ) 9

10 Le Maschere nude di Pirandello e la poetica opzionale o (8 o ) dell umorismo Michelangelo Buonarroti manierista: opzionale o (9 o ) poesie e lettere Il neorealismo nel cinema italiano opzionale o (9 o ) Narrativa italiana di fine millennio: cannibali, pulp opzionale o (9 o ) e realismo telematico Il trattato come genere letterario dal opzionale o (9 o ) Quattro al Seicento Dino Campana: mito e testo opzionale o (10 o ) Leopardi scrittore e filosofo opzionale o (10 o ) La neoavanguardia italiana opzionale o (10 o ) La narrativa di Pirandello e la poetica opzionale o (10 o ) dell umorismo Corsi nell'ambito della materia METODOLOGIA DELL'INSEGNAMENTO DELL'ITALIANO (indirizzo glottodidattico) Glottodidattica opzionale o (7 o ) Metodologia dell'insegnamento dell'italiano obbligatorio o (9 o ) Processi di acquisizione di una lingua straniera opzionale o (8 o ) Prassi didattica 1 obbligatorio 5 2 o (8 o ) Prassi didattica 2 obbligatorio 5 3 o (9 o ) Materiali autentici nell insegnamento dell italiano opzionale o (9 o ) Linguaggi specialistici nell insegnamento opzionale o (9 o ) dell italiano Apprendimento precoce dell italiano opzionale o (10 o ) Apprendimento cooperativo e interazione opzionale modulo: 5 4 o (10 o ) nell insegnamento dell italiano 15 ore TESI DI LAUREA obbligatoria 15 4 o (10 o ) 10

11 3.2. DESCRIZIONI DEI CORSI. 11

12 3.2.1 Laurea triennale. 12

13 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA I 1 (obbligatorio) Docenti: lettori Lingua d insegnamento: italiano Durata: un semestre Descrizione: Il sistema ortografico e fonetico. Il sistema morfologico. Le parti variabili del discorso: il nome, l articolo. Esercitazioni sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa (approccio contrastivo). Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Acquisire la correttezza dell ortografia e della morfologia, le strutture grammaticali fondamentali, il lessico elementare (circa 1000 parole) e la fraseologia dell italiano contemporaneo. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Jernej, J., Konverzaciona gramatika talijanskog jezika, Zagreb, Školska knjiga, Dardano, M. Trifone, P., La lingua italiana, Bologna, Zanichelli, Jernej, J. Vučetić, Z. Damiani, I., Talijanski jezik, Zagreb, Manualia Universitatis Studiorum Zagrebiensis, Carnevali, D. - Casinotti, C. Spadaro, M. Segni e parole. Educazione alla lingua italiana: manuale, Fabbri Editore, Milano Bibliografia opzionale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher, Patota, G., Grammatica di riferimento della lingua italiana per stranieri, Firenze, F. Le Monnier,

14 Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J., Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli). Crediti ECTS: 3 Prerequisti: superamento dell esame d ammisone 14

15 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA I 2 (obbligatorio) Docenti: lettori Lingua d insegnamento: italiano Durata: un semestre Descrizione: Il sistema morfologico. Le parti variabili del discorso: il pronome, l aggettivo, i numerali. Esercitazioni sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa (approccio contrastivo). Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Acquisizione delle strutture grammaticali fondamentali, del lessico elementare (circa 2000 parole) e della fraseologia dell italiano contemporaneo. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Jernej, J., Konverzaciona gramatika talijanskog jezika, Zagreb, Školska knjiga, Dardano, M. Trifone, P., La lingua italiana, Bologna, Zanichelli, Jernej, J. Vučetić, Z. Damiani, I., Talijanski jezik, Zagreb, Manualia Universitatis Studiorum Zagrebiensis, Carnevali, D. - Casinotti, C. Spadaro, M., Segni e parole. Educazione alla lingua italiana: manuale, Fabbri Editore, Milano, Bibliografia opzionale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher, Patota, G., Grammatica di riferimento della lingua italiana per stranieri, Firenze, F. Le Monnier, Regula, M. - Jernej, J., Grammatica italiana descrittiva su basi storiche e psicologiche, Bern München, Francke Verlag,

16 Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J.,Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli). Crediti ECTS: 3 Prerequisti: superamento dell esame Lingua italiana i 1 16

17 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA II 1 (obbligatorio) Docenti: lettori Lingua d insegnamento: italiano Durata: un semestre Descrizione: Il sistema morfologico. Le parti invariabili del discorso: l avverbio, la preposizione, la congiunzione, l interiezione. Il verbo: tempi e modi. Esercitazioni sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa (approccio contrastivo). Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Acquisire la padronanza dell uso corretto delle strutture verbali, del lessico arricchito e della fraseologia dell italiano contemporaneo. Usare le strutture sintattiche dell italiano senza interferenza con il croato. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Carnevali, D. - Casinotti, C. Spadaro, M. Segni e parole. Educazione alla lingua italiana: manuale, Fabbri Editore, Milano Jernej, J., Konverzaciona gramatika talijanskog jezika, Zagreb, Školska knjiga, Jernej, J., Talijanski jezik, Priručnik za viši stupanj, Zagreb, Školska knjiga, Dardano, M. Trifone, P., La lingua italiana, Bologna, Zanichelli, Pittàno, G., Sinonimi e contrari. Dizionario fraseologico delle parole equivalenti, analoghe e contrarie. Bologna, Zanichelli,

18 Bibliografia opzionale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher; Patota, G., 2003, Grammatica di riferimento della lingua italiana per stranieri, Firenze, F. Le Monnier, Regula, M. - Jernej, J., Grammatica italiana descrittiva su basi storiche e psicologiche, Bern München, Francke Verlag, Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J., Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli). Crediti ECTS: 5 Prerequisti: superamento dell esame Lingua italiana I 1 e I 2 18

19 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA II 2 (obbligatorio) Docenti: lettori Lingua d insegnamento: italiano Durata: un semestre Descrizione: I tempi e i modi verbali. La concordanza dei tempi. La sintassi del verbo: diatesi attiva e passiva, tipi di verbi pronominali, forme impersonali del verbo, reggenza verbale, verbi modali, verbi fraseologici. Elementi di sintassi della frase. Esercitazioni sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa (approccio contrastivo). Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Acquisire la padronanza dell uso corretto delle strutture verbali, del lessico arricchito e della fraseologia dell italiano contemporaneo. Usare le strutture sintattiche dell italiano senza interferenza con il croato. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Carnevali, D. - Casinotti, C. Spadaro, M. Segni e parole. Educazione alla lingua italiana: manuale, Fabbri Editore, Milano Jernej, J., Konverzaciona gramatika talijanskog jezika, Zagreb, Školska knjiga, Jernej, J., Talijanski jezik, Priručnik za viši stupanj, Zagreb, Školska knjiga, Dardano, M. Trifone, P., La lingua italiana, Bologna, Zanichelli, Pittàno, G., Sinonimi e contrari. Dizionario fraseologico delle parole equivalenti, analoghe e contrarie, Bologna, Zanichelli,

20 Bibliografia opzionale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher, De Mauro, T., Guida all'uso delle parole. Parlare e scrivere semplice e preciso per farsi capire, Roma, Editori Riuniti, Patota, G., Grammatica di riferimento della lingua italiana per stranieri, Firenze, F. Le Monnier, Regula, M. - Jernej, J., Grammatica italiana descrittiva su basi storiche e psicologiche, Bern München, Francke Verlag, Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J., Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli) Crediti ECTS: 5 Prerequisti: superamento dell esame Lingua italiana II 1 20

21 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA III 1 (obbligatorio) Lingua d insegnamento: italiano Docenti: lettori Durata: un semestre Descrizione: La sintassi della frase complessa la coordinazione. Esercitazione sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa. Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Acquisire la correttezza e la fluenza delle strutture sintattiche allo scrito e all orale. Analisi contrastiva tra croato e italiano nella sintassi della frase complessa. Usare le strutture sintattiche dell italiano senza interferenze con il croato. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher, Regula, M. - Jernej, J., Grammatica italiana descrittiva su basi storiche e psicologiche, Bern München, Francke Verlag, Chiuchiù, A. - Fasi, M.C. - Bagianti, R., Le preposizioni, Perugia, Guerra, Pittàno, G., Sinonimi e contrari. Dizionario fraseologico delle parole equivalenti, analoghe e contrarie, Bologna. Zanichelli, Bibliografia opzionale: Ceppellini, V., Dizionario grammaticale, Novara, Istituto geografico de Agostini, De Cesari, L., Dizionario degli errori e dubbi grammaticali, Roma, Newton Compton, Dardano, M. Trifone, P., Grammatica italiana con nozioni di linguistica, Bologna, Zanichelli, Marchi, C. Impariamo l'italiano, Milano, Rizzoli, Serianni, L., Grammatica italiana. Italiano comune e lingua letteraria, Torino, UTET,

22 Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J., Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli). Piangiani, O., Vocabolario etimologico della lingua italiana, Napoli, Fratelli Melita, (o qualche altro vocabolario etimologico). Crediti ECTS: 5 Prerequisti: superamento dell esame Lingua italiana II 1 e II 2 22

23 Materia: Lingua italiana Corso: LINGUA ITALIANA III 2 (obbligatorio) Docenti: lettori Lingua d insegnamento: l italiano Durata: un semestre Descrizione: La sintassi della frase complessa la subordinazione. I modi verbali nelle proposizioni subordinate. Il discorso diretto e indiretto. Esercitazioni sulla traduzione dal croato in italiano e viceversa. Lavoro su materiale autentico. Obiettivo: Saper utilizzare correttamente le strutture sintattiche. Analizzare le corrispondenze e le differenze tra croato e italiano nella sintassi della proposizione subordinata e usare le strutture sintattiche dell italiano senza interferenze con il croato. Modalità d insegnamento: 4 ore di lezioni settimanali Modalità di verifica:verifiche scritte e orali durante il semeste + esame finale Bibliografia fondamentale: Regula, M. - Jernej, J., Grammatica italiana descrittiva su basi storiche e psicologiche, Bern München, Francke Verlag, Serianni, L., 1999, Grammatica italiana. Italiano comune e lingua letteraria, Torino, UTET; Mini, G., Parole senza frontiere, Bologna, Zanichelli/La Galiverna, Pittano, G., Frase fatta e a capo. Dizionario dei modi di dire, proverbi e locuzioni, Bologna, Zanichelli,

24 Bibliografia opzionale: Battaglia, S. Pernicone, V., Grammatica italiana, Torino, Loescher, Dardano, M. Trifone, P., La lingua italiana, Bologna, Zanichelli, Patota, G., Grammatica ri riferimento della lingua italiana per stranieri, Firenze, F. Le Monnier, Pittàno, G., 2002, Sinonimi e contrari. Dizionario fraseologico delle parole equivalenti, analoghe e contrarie, Bologna. Zanichelli. Vocabolari: Deanović, M Jernej, J., Hrvatsko-talijanski rječnik, Zagreb, Školska knjiga, Deanović, M. Jernej, J., Vocabolario italiano-croato, Zagreb, Školska knjiga, De Mauro, T., Il dizionario della lingua italiana per il terzo millennio, Torino, Paravia, 2000, o qualche altro vocabolario della lingua italiana (Zingarelli, DISC, De Mauro, Devoto-Oli). Piangiani, O., Vocabolario etimologico della lingua italiana, Napoli, Fratelli Melita, (o qualche altro vocabolario etimologico). Crediti ECTS: 5 Prerequisti: superamento dell esame di Lingua italiana III 1 24

25 Materia: Linguistica e cultura italiana Corso: FONETICA Docente: lettore italiano Crediti ECTS: 2 Lingua: italiano Durata: un semestre (primo o secondo), 2 ore settimanali di esercizi Tipo di corso: obbligatorio Prerequisiti: superato l'esame di ammissione Contenuto: Il corso si configura come un laboratorio di fonetica in cui vengono privilegiati attività ed esercizi incentrati sulla : - corretta impostazione fonetica - sensibilizzazione alle differenze fonetiche dell italiano (competenza passiva) - esercizi di dettato - letture e recitazioni ad alta voce Obiettivo: Acquisizione di una buona pronuncia dell italiano standard contemporaneo, soprattutto nei segmenti divergenti dal croato. Bibliografia: CANEPARI, Dizionario di fonetica, Zanichelli, 1999 RODARI, Filastrocche in cielo e in terra, Einaudi, 1976 Modalità d'esame: verifiche orali e scritte nel corso del semestre, esame orale a fine corso Crediti ECTS: Frequenza: Esame: 1 credito ECTS 1 credito ECTS Totale: 2 crediti ECTS 25

26 Materia: Linguistica e cultura italiana Corso: INTRODUZIONE ALLO STUDIO DELLA LINGUA ITALIANA Docente: Maslina Ljubičić Crediti ECTS: 5 Lingua: croato Durata: un semestre (45 ore) Tipo di corso: obbligatorio Prerequisiti: superato l'esame d'ammissione Contenuto: Lingua e comunicazione linguistica. Nozioni di filologia - linguistica - grammatica. Strutturalismo di F. De Saussure. Concetti di base della fonologia e della morfologia strutturale. Breve rassegna dello sviluppo del pensiero linguistico nel corso della storia col particolare riguardo alla linguistica italiana. Dal latino all'italiano; italiano tra le lingue romanze; primi documenti scritti in italiano. Accenno alla questione della lingua italiana. Posizione dell'italiano/veneziano nella stratificazione linguistica sulla costa orientale dell'adriatico. Obiettivo: Acquisizione delle nozioni linguistiche basilari necessarie per la comprensione delle materie specialistiche nei semestri successivi. Bibliografia obbligatoria: 1. Tekavčić, P., Uvod u lingvistiku za studente talijanskog jezika, Zagreb, Sveučilište u Zagrebu, Dardano, M. / Trifone, P., Grammatica italiana con nozioni di metrica, Bologna, Zanichelli, 1989 e ristampe. 3. Glovacki-Bernardi, Z. et alii, Uvod u lingvistiku, Zagreb, Školska knjiga, Bibliografia opzionale: 1. Dardano, M., Manualetto di linguistica italiana, Bologna, Zanichelli, Graffi, G. / Scalise, S. Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, Il Mulino, Škiljan, D., Pogled u lingvistiku, Rijeka, Naklada Benja,

27 Modalità d'esame: scritto e orale Crediti ECTS: Frequenza: Lavoro seminariale: Esame: 1 credito ECTS 2 crediti ECTS 2 crediti ECTS Totale: 5 crediti ECTS 27

28 Materia: Linguistica e cultura italiana Corso: FONETICA E FONOLOGIA DELLA LINGUA ITALIANA Docente: Maslina Ljubičić Crediti ECTS: 5 Lingua: croato Durata: un semestre (45 ore) Tipo di corso: obbligatorio Prerequisiti: superato l'esame d'ammissione Contenuto: Fonetica e fonologia. Definizione e suddivisione della fonologia. Approccio contrastivo alla fonologia del suono, della parola e dell'enunciato. Selezione dei fonemi (fonemi italiani e coppie minime, geminate), combinazione dei fonemi (allofoni, sequenze fonematiche). Sequenze finali dei neologismi. Troncamento ed elisione. Enclitiche e proclitiche. Raddoppiamento sintattico. Obiettivo: Conoscenza del sistema fonologico dell'italiano standard, soprattutto dei segmenti divergenti dal croato. Bibliografia obbligatoria: 1. Muljačić, Ž., Opća fonologija i fonologija suvremenoga talijanskog jezika, seconda ediz. allargata e rielaborata, Zagreb, Školska knjiga, Jernej, J., Fonetica italiana e nozioni di metrica, Sveučilište u Zagrebu - Filozofski fakultet, Zagreb, Dardano, M. / Trifone, P., Grammatica italiana con nozioni di metrica, Bologna, Zanichelli, 1989 e ristampe (capitolo ''Fonologia''). 28

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza

L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza Quaderns d Italià 3, 1998 91-96 L uso del «di» e del «che» nei comparativi di diseguaglianza Ursula Bedogni Abstract The great variety in the usage of the comparatives in Italian often causes problems

Dettagli

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p.

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. LICEO SCIENTIFICO Indice Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2 Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. 10 Piano degli studi p. 14 Indicazioni nazionali riguardanti

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

L ANALISI DEL TESTO IN RELAZIONE AI DESTINATARI. DALLA SELEZIONE ALLA DIDATTIZZAZIONE DEI TESTI. ESEMPI DI DOMANDE DALLA PROVA B.

L ANALISI DEL TESTO IN RELAZIONE AI DESTINATARI. DALLA SELEZIONE ALLA DIDATTIZZAZIONE DEI TESTI. ESEMPI DI DOMANDE DALLA PROVA B. Servizio Linguistico di Ateneo SeLdA L ANALISI DEL TESTO IN RELAZIONE AI DESTINATARI. DALLA SELEZIONE ALLA DIDATTIZZAZIONE DEI TESTI. ESEMPI DI DOMANDE DALLA PROVA B. Silvia Gilardoni Università Cattolica

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE

STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE Arianna Danelon 1 1 Università degli Studi di Torino, Scuola di Dottorato in Scienze del Linguaggio

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano Guida al Campus Aule, mappe e servizi Sede di Milano INDICE Elenco aule per attività didattiche 2 Elenco Istituti e Dipartimenti 7 Mappe delle Sedi universitarie del campus di Milano 8 Vista d insieme

Dettagli

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO ANALISI GRAMMATICALE E ANALISI LOGICA Analisi grammaticale: procedimento che ha la funzione di associare ad ogni parola presente all'interno di una frase la propria

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO Competenze chiave del Parlamento europeo e del Consiglio d Europa per l apprendimento permanente (Racc. UE 18/12/2006). Competenze

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Tra scienza e letteratura. Un possibile incontro

Tra scienza e letteratura. Un possibile incontro Tra scienza e letteratura Un possibile incontro La Terra vista dalla Luna: un tema squisitamente scientifico? Tematica specifica presente in molti autori Aristofane, Luciano di Samosata, Cicerone, Dante,

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Studio Oblique Studio

Studio Oblique Studio Concordanze nel numero e nel genere La grammatica è certo un complesso di regole, ma non è neppure la matematica dove due più due fanno sempre quattro. La lingua nasce anche da un sentimento, da un gusto

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA ILTESTO NARRATIVO Testi narrativi sono definiti tutti quelli che hanno per oggetto la narrazione di una storia: racconti, romanzi, fiabe ecc. Gli elementi fondamentali del testo narrativo sono: storia,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Si può salvare l analisi logica? di M. G. Lo Duca

Si può salvare l analisi logica? di M. G. Lo Duca Si può salvare l analisi logica? di M. G. Lo Duca [contributo già pubblicato in La crusca per voi, n. 33, Ottobre 2006, pp. 4-8] Si è tenuto nei mesi di marzo/aprile del 2006 un corso di aggiornamento

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Bibliografia ragionata

Bibliografia ragionata Bibliografia ragionata (a cura di Viviana Rossanese) sez 1. NARRAZIONE INVENZIONE STORIE S. Giusti, F. Batini, G Del Sarto, Narrazione e invenzione. Manuale di lettura e scrittura creativa, edizioni Erickson,

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Esami di Stato II ciclo. Valutazione dei livelli di apprendimento. Prove scritte IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA

Esami di Stato II ciclo. Valutazione dei livelli di apprendimento. Prove scritte IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA Esami di Stato II ciclo. Valutazione dei livelli di apprendimento. Prove scritte IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA DELL ESAME di STATO di II CICLO A cura dell Accademia della

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Commissione tecnica per l elaborazione dei materiali d esame di Sociologia:

Dettagli

Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura

Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura Laboratorio DiLCo Dipartimento di Linguistica Università degli studi di Firenze Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura Ricerca in collaborazione

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale)

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale) NORME ESSENZIALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA 1 (per i corsi di laurea in Lingue e culture moderne e Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale) STRUTTURA DELL ELABORATO

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE PLIDA

LA CERTIFICAZIONE PLIDA PLIDA PROGETTO LINGUA ITALIANA DANTE ALIGHIERI a cura di Giuseppe Patota e Lucilla Pizzoli II SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI, ROMA Tuttti i diritti di copyright sono riservati. Ogni violazione sarà perseguita

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Analisi del testo letterario 1

Analisi del testo letterario 1 Analisi del testo letterario 1 discipline Analisi del testo letterario 1 - Isabella Chiari 2 esempio 1 Promessi sposi (A. Manzoni) Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non

Dettagli

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico IRCCS Burlo Garofolo U.O. Neuropsichiatria Infantile Trieste Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico Dott.ssa Isabella Lonciari Bolzano, 28 Febbraio 2008 Disortografia Aspetti linguistici

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE.

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE. Dipartimento di studi umanistici Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria Modulo di Elementi di Psicometria applicata alla didattica IV infanzia A.A. 2013/2014 LA COMUNICAZIONE NON VERBALE

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788805070800 CAMPOLEONI ALBERTO / CRIPPA LUCA ORIZZONTI / CON NULLA OSTA CEI

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT A cura di Linda Rossi Holden Council of Europe 2001 1 IL PLURILINGUISMO Il plurilinguismo non va confuso

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli