UNIVERSITA` DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA` DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE GUIDA DELLO STUDENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA` DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA` DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE GUIDA DELLO STUDENTE"

Transcript

1 UNIVERSITA` DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA` DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE GUIDA DELLO STUDENTE Anno accademico

2 PRESIDENZA DELLA FACOLTA` Preside PROF. ANTONELLA D AMELIA Ufficio di Presidenza MARIO EGIZIANO GIOVANNA MASCOLO DARIO DE GIACOMO tel fax ORAZIO PIROZZI ARCANGELO FERRARO Tel Segreteria studenti FILOMENA FERRARA Tel CARMINE LEO MARIA CECILIA CIRILLO tel e

3 DOCENTI DELLA FACOLTA` Professori ordinari e straordinari Maria Teresa CHIALANT Antonella d AMELIA Carla DE NIGRIS Bruna DI SABATO Rosa Maria GRILLO Maria GRIMALDI Annamaria LASERRA Gisella MAIELLO Sebastiano MARTELLI Francisco MATTE BON Mariano MORRETTA Ileana PAGANI Lucia PERRONE CAPANO Carla PERUGINI Mariagiovanna RIITANO Verio SANTORO Silvana SINISI Miriam VOGHERA Dipartimenti cui afferiscono i docenti Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Scienze della comunicazione Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Letteratura, arte, spettacolo Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Latinità e Medioevo Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi sull ambiente e territorio Latinità e Medioevo Letteratura, arte, spettacolo Studi linguistici e letterari Professori associati Grazia BASILE Michele BOTTALICO Maurizio CALBI Angelo CARDILLO Andrei CHICHKINE Flora DE GIOVANNI Giorgio DE MARCHIS Cristiano DIDDI Giuseppe GENTILE Paola GHERI Claudio IACOBINI Isabella INNAMORATI Antonia LEZZA Mirella Vera MAFRICI Laura PAOLINO Maria Rosaria PELIZZARI Antonella PIAZZA Massimo PRAMPOLINI Eleonora RAO Donato SALVATORE Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Letteratura, arte, spettacolo Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Latinità e Medioevo Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Letteratura, arte, spettacolo Letteratura, arte, spettacolo Teoria e storia delle istituzioni Letteratura, arte, spettacolo Scienze storiche e sociali Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari Letteratura, arte, spettacolo

4 Renata SAVY Rita STAJANO Studi linguistici e letterari Studi linguistici e letterari ricercatori Teresa AMODIO Studi sull ambiente e territorio Linda BARONE Studi linguistici e letterari Arcangela CASCAVILLA Letteratura, arte, spettacolo Giuseppe CIRILLO Teoria e storia delle istituzioni Francesco COLACE Ingegneria dell Informazione Mikaela CORDISCO Studi linguistici e letterari Maria D AGOSTINO Studi linguistici e letterari Nicoletta GAGLIARDI Studi linguistici e letterari Viktoria LAZAREVA Studi linguistici e letterari Massimiliano LOCANTO Letteratura, arte, spettacolo Marina LOPS Studi linguistici e letterari Sergio LUBELLO Latinità e Medioevo Silvia PALERMO Studi linguistici e letterari Elena PARUOLO Studi linguistici e letterari Bruno PELLEGRINO Scienze dell'antichità Laura PERSICHINI Studi linguistici e letterari Marco PISTOIA Letteratura, arte, spettacolo Rosa M. ROMANIELLO Studi sull ambiente e territorio M. Teresa MARTIN SANCHEZ Studi linguistici e letterari Mauro SERRA Studi linguistici e letterari Inmaculada SOLIS GARCIA Studi linguistici e letterari Beatrice WILKE Studi linguistici e letterari Commissioni di Facoltà Commissione didattica e per la verifica della produttività e dell efficacia della didattica é composta dai proff. d Amelia, Chialant, Laserra, Martelli, Matte Bon, Pagani, Perrone Capano, Riitano, Voghera. Commissione didattica paritetica docenti-studenti é composta dai proff. L. Perrone Capano, I. Innamorati, A. Lezza, R. Savy e da 4 rappresentanti degli studenti nel Consiglio di Facoltà. Commissione di consulenza per gli studenti é composta dai proff. V. Santoro, A. Laserra, C. de Nigris. E attiva presso ia Presidenza in giorni e orari, mpiamente pubblicizzati. Commissione Socrates/Erasmus é composta dai proff. M. T. Chialant (coordinatore), M. Bottalico, M. Calbi, A. Cardillo, A. d Amelia, N. Gagliardi, R. M. Grillo, S. Lubello, S. Martelli, E. Paruolo, L. Perrone Capano, V. Santoro, R. Stajano.

5 Commissione per il Coordinamento della didattica linguistica é composta dai proff. F. Matte Bon (coordinatore), G. De Marchis, B. Di Sabato, G. Maiello, L. Perrone Capano, A. d Amelia. Commissione programmazione, sviluppo e infrastrutture é composta dai proff. A. d'amelia, S. Sinisi, M. Morretta, C. Diddi, F. Colace. Commissione per il test d accesso al Corso di Laurea in Lingue é composta dai proff. M. Voghera, B. Di Sabato, F. Matte Bon, G. Basile, S. Lubello Commissione per il riesame é composta dai proff. A. d'amelia, I. Pagani, M. Riitano Delegati del Preside prof. Ileana Pagani Commissione Didattica di Ateneo prof. Mariagiovanna Rintano Commissione di Autovalutazione prof.. Sebastiano Martelli Comitato scientifico della Biblioteca Centrale prof. I. Innamorati Centro di Ateneo per l Orientamento e il Tutorato prof. Michele Bottalico Relazioni internazionali prof. R. M. Romaniello Disabilità ed handicap prof. M. R. Pelizzari Valutazione della didattica prof. A. Lezza Centro Linguistico di Ateneo prof. F. Colace Web d Ateneo. LA FACOLTA La Facoltà di Lingue e Letterature Straniere ha attivato nell anno accademico : 1. il Corso di Laurea in Lingue e culture straniere (classe 11: Lingue e culture moderne). 2. il Corso di Laurea in Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo (classe 23: Scienze e tecnologie delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda). 3. il Corso di Laurea specialistica in Letterature moderne comparate (classe 42/S: Lingue e letterature straniere euro-americane). 4. il Master in Lingue e cultura del turismo, la cui articolazione didattica sarà pubblicata tra breve sul sito web della Facoltà.

6 LAUREA IN LINGUE E CULTURE STRANIERE

7

8 1. LAUREA IN LINGUE E CULTURE STRANERE Il Corso di Laurea in Lingue e culture straniere ha lo scopo di : a) fornire una solida conoscenza di linguistica teorica e di lingua e letteratura italiana; b) dare una formazione qualificata in almeno due lingue, letterature e culture dei paesi europei e americani; c) offrire strumenti di analisi e comprensione delle diverse realtà culturali. Gli studenti saranno guidati allo studio e all apprendimento delle lingue straniere moderne e alle loro variazioni con materiali didattici e documenti di ampia provenienza. In questo modo potranno conoscere e capire le società e le loro istituzioni, apprendere le terminologie tecniche e specialistiche, imparare ad analizzare vari tipi di testi, scritti e parlati. Particolare rilievo é dato agli esercizi di traduzione (con nozioni di storia e teoria della traduzione), all uso degli strumenti bibliografici tradizionali e delle risorse informatiche, necessarie per l inserimento nel mondo del lavoro. Gli studenti potranno inoltre utilizzare i crediti a loro scelta per studiare una terza lingua straniera o frequentare laboratori didattici sperimentali, per il riconoscimento delle certificazioni nazionali e internazionali delle abilità linguistiche o informatiche, per esperienze di tirocinio e stage presso strutture pubbliche e private, anche straniere. Sono previsti soggiorni di studio presso Università estere nel quadro degli accordi internazionali. La prova finale per il conseguimento del titolo consiste: a) nella stesura e nella discussione di un elaborato su un tema specifico concordato con un docente relatore, seguito da una sintesi scritta (uno dei due testi dovrà essere redatto in lingua straniera). 2. AMBITI LAVORATIVI Per l accesso al mondo del lavoro la laurea in Lingue e culture straniere fornisce gli strumenti per svolgere Attività che richiedono non solo approfondite conoscenze linguistiche, ma anche un adeguata preparazione per capire e valorizzare le diversità culturali. In particolare prepara: a) figure professionali che operano nel campo della formazione e della educazione linguistica; b) traduttori e operatori linguistici nell editoria, nella comunicazione multimediale, nel giornalismo e nel settore dello spettacolo ecc.; c) esperti linguistici in biblioteche, fondazioni culturali, sovrintendenze e musei; d) funzionari con competenze linguistiche in amministrazioni private e pubbliche, in istituti di cultura, in enti e istituzioni internazionali, nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, ecc. e) consulenti linguistici per la creazione di materiale informatico per lo studio e l insegnamento delle lingue; f) mediatori linguistici per l imprenditoria, le aziende pubbliche e private, le reti telematiche, le manifestazioni culturali e artistiche, ecc. g) consulenti con competenze linguistiche nei progetti nazionali e internazionali, connessi alla diffusione delle lingue straniere Questa laurea consente inoltre l eventuale prosecuzione degli studi, in Italia o all estero, e l accesso ai livelli successivi di specializzazione professionale e scientifica; in particolare il laureato potrà accedere con il riconoscimento dei 180 crediti alla classe 42/S delle Lauree Specialistiche (Lingue e letterature moderne euro-americane) e alla Laurea Specialistica in Letterature moderne comparate attivata dalla Facoltà. 3. CURRICULUM LINGUE E LETTERATURE STRANIERE I ANNO 1 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 8

9 1 a Letteratura straniera CFU 8 2 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 8 2 a Letteratura straniera CFU 8 Linguistica generale CFU 8 Letteratura italiana con prova scritta CFU 4 Letteratura italiana I CFU 4 Geografia CFU 8 Informatica CFU 4 CFU 60 II ANNO 1 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 8 1 a Letteratura straniera CFU 8 2 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 8 2 a Letteratura straniera CFU 8 Letteratura italiana II CFU 4 1 o 2 esami dell area linguistica CFU 8* Filologia della 1 a o della 2 a lingua straniera CFU 8 Un esame a scelta tra Storia medievale, Storia moderna, Storia contemporanea CFU 8 CFU 60 III ANNO 1 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 6 1 a Letteratura straniera CFU 6 2 a Lingua straniera (con prova scritta propedeutica) CFU 6 2 a Letteratura straniera CFU 6 1 o 2 esami dell area teatrale o artistica CFU 8** Semiotica CFU 4 Ulteriori conoscenze linguistiche, informatiche o Attività di inserimento nel mondo del lavoro CFU 8*** A scelta dello studente CFU 12**** Prova finale CFU 4 CFU 60 *Tra le discipline dell area linguistica si pu scegliere: Linguistica generale II (4 o 8 CFU), Didattica delle lingue straniere (4 o 8 CFU), Linguistica italiana (4 o 8 CFU), Storia della critica e della storiografia letteraria (4 CFU) o i Laboratori linguistici (4 CFU). ** Tra le discipline dell area teatrale o artistica si pu scegliere: Storia del teatro e dello spettacolo (4 o 8 CFU), Drammaturgia (4 o 8 CFU), Letteratura teatrale italiana (4 CFU), Storia e critica del cinema (4 o 8 CFU), Storia dell arte moderna (4 o 8 CFU), Storia dell arte contemporanea (4 o 8 CFU), Storia della musica moderna e contemporanea (4 o 8 CFU).

10 ***Per ulteriori conoscenze linguistiche, informatiche o Attività di inserimento nel mondo del lavoro si intende: una terza lingua, o Lingue e letterature anglo-americane, o Lingua e letterature ispano-americane oppure i tirocini (vedi paragrafo 12). **** Per Attività a scelta dello studente si consiglia di scegliere discipline formative che approfondiscano il percorso scelto: le linguistiche speciali o le storie delle lingue per chi ha scelto una formazione più linguistica; le storie delle culture o le letterature contemporanee per chi ha scelto un indirizzo più letterario; le storie o le geografie per chi ha scelto un percorso storico-geografico; le discipline delle arti teatrali o visive per un percorso teatrale o artistico (vedi paragrafo 12). ATTENZIONE Per accedere alla SICSI (Scuola Interuniversitaria Campana di Specializzazione all Insegnamento) si devono acquisire almeno 12 crediti nelle discipline linguistiche (settore L-LIN/01) e/o in Didattica delle lingue straniere (L-LIN/02); almeno 36 crediti (tra Laurea e Laurea Specialistica) nella Lingua Straniera (francese, inglese, spagnolo, tedesco); almeno 24 crediti (tra Laurea e Laurea Specialistica) nella Letteratura Straniera. 4. CURRICULUM LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. SLAVISTICA Questo curriculum ha la stessa struttura del precedente ed é riservato agli studenti che scelgono il russo come una delle due lingue triennali. CHE COS E UN CREDITO? Il nuovo ordinamento didattico dell Università prevede che si misuri la quantità di lavoro che gli studenti devono svolgere complessivamente nel corso dei loro studi La Facoltà non decide solo quali sono le Attività didattiche da svolgere in ciascun percorso formativo, ma stabilisce anche quanto tempo lo studente deve dedicare a ogni Attività. L unità di misura per valutare il tempo che gli studenti devono dedicare alle Attività formative é il credito (Credito Formativo Universitario). Ciascun CFU equivale a 25 ore di lavoro complessivo dello studente, suddivise tra lezioni, esercitazioni, Attività di laboratorio e studio individuale. Per ciascun credito sono previste 8 ore di lezione in aula e 17 ore di studio individuale o assistito. Se, per esempio, una materia o un tirocinio valgono 8 crediti, lo studente dovrà impegnarsi per non meno di 200 ore. Naturalmente é difficile calcolare le ore di studio che ciascuno studente dedica individualmente allo studio, il calcolo é riferito a studenti con un adeguata preparazione iniziale che affrontano l Università con serietà ed impegno. 5. QUALI LINGUE SI POSSONO STUDIARE? Gli studenti devono scegliere almeno due lingue straniere che studieranno per tre anni. Le lingue tra cui scegliere sono: francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco. Inoltre possono decidere di studiare una terza lingua straniera per un anno, diversa dalle due triennali e possono scegliere tra catalano, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco.

11 6. GLI STUDENTI PART-TIME L Università prevede che gli studenti per loro specifiche esigenze possano impiegare più tempo per conseguire la Laurea. In questo caso si possono iscrivere come studenti part-time e il loro curriculum durerà 5 anni anziché PROVA D AMMISSIONE E CORSI DI RECUPERO Per l iscrizione al Corso di laurea in Lingue e culture straniere é richiesto il diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio, conseguito anche all estero e riconosciuto idoneo. Per immatricolarsi al Corso di laurea é obbligatoria una verifica del possesso, da parte dello studente, di un adeguata preparazione iniziale (art. 6 D.M. 509/99). Tutte le Facoltà dell Università di Salerno prevedono che gli studenti facciano un test d accesso valutativo prima di iscriversi. Il test serve per verificare la preparazione di base degli studenti che deve essere adeguata al corso di studio scelto. Un voto basso al test d accesso é un campanello d allarme che richiede allo studente una valutazione più attenta della propria scelta. Il Corso di Laurea in Lingue e culture straniere prevede una prova d ammissione a numero programmato che comprende due test: a) un test generale d accesso obbligatorio per tutti b) un test di competenza di livello elementare superiore della lingua inglese, obbligatorio solo per chi vuole sceglierla come lingua triennale; a) Test generale di accesso Il numero massimo di iscritti che la Facoltà ha deliberato di accettare in relazione alla disponibilità e alla capienze delle strutture ai sensi dell art. 2, lettera a), comma 1 della legge 264/99, é di n. 330 studenti. La domanda di ammissione alla prova dovrà essere compilata dal 15 luglio 2006 ed entro il termine perentorio delle ore 13 del 5 settembre 2006 esclusivamente on-line, collegandosi al sito web dell'università e seguendo la procedure indicate. Al momento della preiscrizione lo studente dovrà indicare se intende studiare come lingua triennale l inglese: in questo caso dovrà obbligatoriamente svolgere anche il test d inglese. Il test avrà luogo il giorno 12 settembre 2006 alle ore 11 nelle aule della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. I candidati dovranno presentarsi alle ore 9 per le operazioni di identificazione, muniti di valido documento di riconoscimento. Per lo svolgimento della prova é assegnato un tempo di due ore. Il test generale di accesso consiste nella soluzione di n 60 quesiti a risposta multipla, di cui una sola esatta tra le 4 indicate, relativi a: conoscenza delle nozioni grammaticali di base di lingua italiana, necessarie per gli apprendimenti linguistici; comprensione e uso di testi complessi, quali indici, saggi o articoli di giornale, costituiti oltre che da materiale verbale anche da materiale iconografico, quali disegni, tabelle, grafici, ecc.; strategie adottate nel rapporto con le lingue straniere, volte a valutare l attitudine a studiare le lingua straniere. Il tempo a disposizione per rispondere ai 60 quesiti é di due ore. Nella valutazione del test si tiene conto dei seguenti criteri: 1 (uno) punto per ogni risposta esatta; 0 (zero) punti per ogni risposta errata o non data. Il risultato é pubblicato all albo di Ateneo, a partire dal 14 settembre ed é consultabile anche al sito web della Facoltà e dell'ateneo all indirizzo La pubblicazione della graduatoria ha valore di comunicazione ufficiale agli interessati. Solo in base al risultato conseguito (ammesso o non ammesso) lo studente potrà

12 immatricolarsi. All atto dell immatricolazione dovrà indicare le due lingue straniere che vuole studiare per tre anni e gli insegnamenti a scelta libera che intende sostenere. Se rientrano nella graduatoria degli ammessi gli studenti potranno: 1. iscriversi senza debiti formativi (fascia A della graduatoria); 2. iscriversi con 4 debiti formativi (fascia B della graduatoria). In questo caso dovranno frequentare nel primo semestre un corso di recupero di educazione linguistica e superare una verifica finale. Chi non riuscirà a superare la verifica non potrà sostenere alcun esame. b) Test di competenza della lingua inglese L utilizzazione della lingua inglese nel mondo del lavoro richiede il possesso di competenze avanzate che possono essere raggiunte dagli studenti alla fine dei tre anni del Corso di Laurea solo se all inizio dei loro studi universitari possiedono già un livello di conoscenza elementare superiore. Gli studenti che intendono scegliere inglese come lingua triennale dovranno sostenere un test supplementare di competenza della lingua inglese, che non é a numero programmato, ma serve come verifica della conoscenza della lingua inglese a livello elementare superiore. Per questo test il tempo a disposizione sarà trenta minuti per un totale di 30 domande. Potrà scegliere inglese come lingua triennale solo chi avrà superato il test. Chi non supera il test e vuole approfondire la propria competenza in inglese per raggiungere il livello elementare superiore e scegliere inglese come lingua triennale, pu frequentare durante il primo anno il corso di Lingua inglese annuale che dovrebbe metterlo in grado di riprovare l'anno successivo a superare il test e quindi successivamente a cambiare lingua triennale. 8. COM E ORGANIZZATA LA DIDATTICA? Lo studente deve dedicare ogni anno allo studio non meno di 1500 ore, divise tra vari tipi di Attività didattiche: a. Lezioni cattedratiche, cui lo studente assiste, elaborando autonomamente i contenuti ascoltati. b. Esercitazioni, in cui lo studente affronta ed approfondisce attivamente con il docente i contenuti delle lezioni cattedratiche. c. Esercitazioni di laboratorio, che prevedono un applicazione pratica dei contenuti di studio sotto la guida del docente. d. Attività di studio assistita in aula o laboratorio, che prevede un applicazione pratica dello studio delle lingue e un attiva interazione dello studente con i collaboratori linguistici. e. Attività di studio in autoapprendimento, in cui lo studente sceglie un proprio percorso individuale di studio e i materiali didattici necessari con l ausilio dei tecnici del Centro Linguistico di Ateneo. f. Seminari, che prevedono incontri regolari su tematiche specifiche da discutere con i docenti. g. Corsi di inserimento nel mondo del lavoro e tirocini, in cui lo studente sviluppa Attività professionalizzanti all interno dell Università o in un contesto lavorativo e produttivo esterno. Le Attività didattiche si svolgono in due semestri di 12 settimane ciascuno. Per ogni disciplina i docenti svolgono tante ore di lezioni e di esercitazioni quante sono previste dai crediti assegnati alla loro materia nel percorso formativo. Per conseguire la Laurea sono necessari 180 CFU (60 crediti all anno per 3 anni); per la Laurea Specialistica 120 CFU (60 crediti all anno per 2 anni); per un Master Universitario 60 CFU (in un anno); per il Dottorato di ricerca 180 CFU (60 crediti all anno per 3 anni).

13 La frequenza alle lezioni é imprescindibile, soprattutto per insegnamenti con una forte componente pratica, come i corsi di lingue straniere e di italiano scritto. Gli studenti che per seri motivi hanno difficoltà a frequentare le lezioni possono concordare con i docenti Attività alternative. Per presentare i corsi e l articolazione della didattica, all inizio dell anno la Facoltà organizza delle giornate di orientamento, durante le quali i docenti delle diverse aree disciplinari incontrano gli studenti secondo un calendario reso pubblico sul web e nelle bacheche della Facoltà,. 9. QUANDO E COME SI SVOLGONO GLI ESAMI Gli esami e le prove di verifica accertano il grado di preparazione degli studenti e si svolgono tre volte l anno in date precedentemente comunicate: 1 a sessione (gennaio-febbraio); 2 a sessione (maggio-giugno-luglio); 3 a sessione (settembre). Il tipo di esame o verifica cambia in rapporto agli obiettivi dell Attività didattica. Alcune Attività prevedono una prova scritta e un esame orale, altre solo un esame orale, altre, per esempio le Attività di laboratorio, prove scritte e/o pratiche, altre ancora la stesura di elaborati scritti. Le modalità d esame sono comunque specificate da ciascun docente all inizio del corso e sono pubblicate sulle pagine web della Facoltà. Per fare l esame lo studente deve presentare al docente un documento di riconoscimento valido. Si possono sostenere solo gli esami presenti nel piano di studio, secondo gli anni di corso in esso indicati, eventualmente esami di anni precedenti, ma non esami previsti in anni di corso più avanzati. 10. LE PROVE SCRITTE OBBLIGATORIE Lingue straniere. Con l obiettivo di stimolare gli studenti ad affrontare lo studio delle lingue straniere con regolarità le varie cattedre di lingua straniera organizzano verifiche continue delle competenze linguistiche. Le modalità di queste verifiche sono pubblicizzate all inizio dell anno e stabilite da ogni cattedra autonomamente, tenendo conto del numero di studenti frequentanti, dei contenuti affrontati e dell organizzazione interna di ciascun insegnamento. I risultati delle verifiche sono pubblicati alla fine del corso contestualmente a quelli della prova scritta finale e verbalizzati nell esame orale. Le prove scritte superate delle lingue straniere hanno valore per quattro sessioni, compresa quella in cui vengono superate (cioé un anno solare circa). Dopo tale periodo, lo studente che non avrà ancora superato l esame orale corrispondente sarà tenuto a sostenere nuovamente la prova scritta. L insegnamento di lingua straniera come terza lingua non prevede esami scritti. Letteratura italiana. Per l insegnamento di Letteratura italiana con prova scritta é prevista una prova scritta all inizio di gennaio, alla fine delle esercitazioni del I semestre, cui seguirà per coloro che non hanno superato lo scritto un corso di recupero nel II semestre e un ulteriore prova scritta a maggio e a settembre. Linguistica generale. L insegnamento di Linguistica generale prevede solo un esame scritto. Altri insegnamenti. Sono previste anche per altri insegnamenti impartiti nella Facoltà prove scritte e/o tesine a discrezione del docente, sostitutive in parte dell esame orale. 11. INSEGNAMENTI PROPEDEUTICI Alcuni esami devono essere sostenuti prima di altri, sono cioé propedeutici ad altri. Non si pu sostenere l esame orale di lingua straniera se non si é superata la prova scritta. Per sostenere gli esami di lingua o di letteratura straniera del 2 e del 3 anno lo studente deve prima aver superato gli esami della stessa lingua e della stessa letteratura dell anno precedente.

14 Non si pu sostenere l esame di Letteratura italiana I, se non si é superato l esame di Letteratura italiana con prova scritta; non si pu sostenere l esame di Letteratura italiana II, se non si sono superati i due esami precedenti. Non si possono sostenere gli esami di Linguistica generale II, Sociolinguistica, Linguistica inglese, Linguistica spagnola e i Laboratori linguistici, se non dopo aver superato Linguistica generale. 12. ESISTONO ATTIVITA` A SCELTA? Nel corso di laurea lo studente pu fare delle scelte sulla base delle proprie attitudini e dei propri interessi. Oltre alle scelte già indicate nel curriculum, lo studente ha a disposizione 12 CFU che pu utilizzare per Attività formative autonomamente scelte e 8 crediti per Ulteriori conoscenze linguistiche, informatiche o Attività di inserimento nel mondo del lavoro. Attività formative autonomamente scelte dallo studente Lo studente pu utilizzare questi crediti, per approfondire le discipline che caratterizzano il percorso scelto, pu cioé scegliere: a) insegnamenti di 4 o 8 crediti in aree disciplinari che lo interessano; b) laboratori didattici sperimentali di 4 crediti; c) esami in Università straniere nell ambito del programma Socrates-Erasmus, anche di discipline non attivate presso l Università di Salerno, purché coerenti con il curriculum scelto. Agli esami superati all estero verranno riconosciuti i crediti previsti nel piano di studi e il voto ottenuto; d) un esame in una terza lingua oppure Lingua e letterature angloamericane o Lingue e letterature ispanoamericane (8 crediti). che si consigliano a chi ha scelto come lingue triennali inglese o spagnolo. Ulteriori conoscenze linguistiche, informatiche o Attività di inserimento nel mondo del lavoro Lo studente ha varie possibilità di scelta: a) un esame orale in una terza lingua (8 crediti) b) per gli studenti di inglese l esame di Lingua e letteratura angloamericana (8 crediti); per gli studenti di spagnolo l esame di Lingue e letterature ispanoamericane (8 CFU); c) certificazioni nazionali e internazionali delle abilità linguistiche e informatiche (massimo 4 CFU); d) corsi professionalizzanti, organizzati dall Università, volti ad agevolare le scelte e l inserimento nel mondo del lavoro (massimo 4 CFU); e) tirocini di avviamento al mondo del lavoro (massimo 8 CFU). NB. Per farsi riconoscere i crediti dopo aver conseguito le certificazioni linguistiche o le certificazioni informatiche é importante ricordarsi di presentare una domanda alla Presidenza della Facoltà con una fotocopia del Certificato conseguito. Il Consiglio di Facoltà ratifica l assegnazione dei crediti e li comunica alla Segreteria studenti, perché siano calcolati nel percorso formativo dello studente. COSA SONO LE CERTIFICAZIONI INTERNAZIONALI? Le certificazioni internazionali sono diplomi riconosciuti che attestano il livello di conoscenza raggiunto in una lingua rispetto a scale oggettive di

15 merito, quale il Quadro Europeo di Riferimento che descrive nei dettagli cosa si é capaci di fare a ciascun livello. Vengono rilasciate da organismi ufficiali dei diversi paesi (istituti di cultura, ministeri, Università). Una certificazione internazionale di per sé non é un titolo che abiliti allo svolgimento di un Attività lavorativa. Tuttavia, trattandosi di diploma che attesta la conoscenza di una lingua, risulta molto utile per dimostrare in modo oggettivo la propria competenza. Per ciascuna lingua esistono più livelli di certificazione. COSA SONO LE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE? Cosa significa realmente saper usare il computer? Molti hanno una certa conoscenza di questo strumento, ma é per loro difficile definire a quale livello. Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, ovunque. Occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente di guida per l'automobile. Questa analogia é resa possibile dall'avvento della European Computer Driving Licence (ECDL), ossia la Patente europea del computer, che é un attestato riconosciuto a livello internazionale. Referente italiano delle certificazioni ECDL é AICA (Associazione Italiana per l'informatica e il Calcolo Automatico). é possibile ottenere la certificazione ECDL anche presso l Università degli Studi di Salerno: Il Centro ICT di Ateneo, uno fra i centri di ateneo accreditato come Test Center AICA, offre la possibilità di seguire a condizioni vantaggiose un corso on-line per la preparazione agli esami della patente europea (www.centroict.unisa.it). 13. LA PROVA FINALE Per conseguire la Laurea, lo studente deve presentare un elaborato in parte in lingua straniera e in parte in italiano e discuterlo sia in italiano che in lingua straniera davanti ad una commissione nominata dal Preside. Il voto che viene attribuito alla prova finale tiene conto: 1. della qualità dell elaborato scritto dello studente; 2. dell andamento complessivo della sua carriera universitaria (numero di anni di corso, soggiorni all estero, tirocini, ecc.); 3. del livello di conoscenza delle lingue straniere studiate. Per ottenere un voto alto non basta scrivere un buon elaborato, ma é necessario anche essersi laureati nei tre anni previsti e avere una buona conoscenza delle lingue. 14. SOGGIORNI ALL ESTERO Gli studenti della Facoltà sono fortemente incoraggiati a passare periodi di studio all estero, non solo per migliorare le proprie competenze linguistiche, ma anche per allargare il contatto culturale con altri paesi e tradizioni. Data l importanza di tale esperienza, la Facoltà offre ai suoi iscritti borse di studio Erasmus - Socrates

16 della durata di tre, sei, nove mesi per la Francia, la Gran Bretagna, la Germania, l Austria, la Spagna, il Portogallo, la Repubblica ceca, la Polonia. Tutti gli studenti, a partire dal secondo anno di corso, possono partecipare alla selezione, per la quale é necessario presentare domanda entro la data pubblicizzata ogni anno dall Ufficio Socrates di Ateneo. Durante i periodi di soggiorno all estero gli studenti possono frequentare corsi presso le Università estere e sostenere esami che saranno riconosciuti nel loro curriculum. Informazioni sulle domande da presentare, le scadenze e gli altri adempimenti si possono ottenere: dai docenti di contatto proff. M. Bottalico, M. Calbi, A. Cardillo, M. T. Chialant, A. d'amelia, N. Gagliardi, R. M. Grillo, S. Lubello, S. Martelli, E. Paruolo, L. Perrone Capano, V. Santoro, R. Stajano. dagli avvisi posti nelle bacheche Erasmus/Socrates collocate lungo i corridoi dell Ateneo; dall Ufficio Europa - Relazioni internazionali (Rettorato: Ripartizione I Didattica e Ricerca, terzo piano); dall Ufficio Socrates-Erasmus (Piazza del Sapere, ex sede Banco di Napoli); dall associazione di ex studenti Erasmus; in Internet (http:/www.erasmus.unisa.it). IL PROGRAMMA SOCRATES Avendo individuato nello sviluppo di una dimensione europea dell istruzione e della formazione dei suoi studenti uno dei propri obiettivi prioritari, l Università di Salerno, ha assunto un ruolo attivo nel programma Socrates che é il programma d azione dell Unione Europea nel settore dell istruzione ed é finalizzato a: sviluppare la dimensione europea dell istruzione a tutti i livelli per un rafforzamento dello spirito di cittadinanza europea; promuovere la conoscenza delle lingue dell Unione europea, fornendo agli studenti l opportunità di compiere parte degli studi in Università di altri Stati membri; incoraggiare il riconoscimento accademico di diplomi, periodi di studio e altre qualifiche. 15. DOVE SI SVOLGONO LE ATTIVITA` DIDATTICHE? Le Attività didattiche della Facoltà si svolgono nelle aule situate al piano terra della Facoltà. Tutte le aule sono dotate di videoproiettore e computer. Molte Attività si svolgono anche nei laboratori del Centro Linguistico di Ateneo (C.L.A.), che é un centro di servizi linguistici, audiovisivi e multimediali destinato a tutti gli studenti dell Università di Salerno. 16. A CHI CI SI PUO` RIVOLGERE PER CHIEDERE CONSIGLI? La Facoltà ha previsto diverse forme di aiuto e consulenza per i suoi studenti. Docenti tutor. Ad ogni studente viene assegnato all immatricolazione un docente tutor al quale si pu rivolgere, negli orari di ricevimento, per chiedere consigli e informazioni su come pianificare il proprio percorso di studi, come usare i crediti a scelta, ecc.. L elenco dei docenti tutor é pubblicato insieme alle graduatorie della prova di ammissione e depositato al Punto informazione presso la Presidenza. Dopo il primo anno lo studente pu scegliere personalmente il proprio tutor e rivolgersi a lui per ogni dubbio o problema didattico.

17 Punto di informazione studenti. é attivo tutti i giorni dalle 9 alle 18 presso la Presidenza della Facoltà e dà informazioni sul funzionamento della Facoltà, sui percorsi formativi, sui programmi e sulle più comuni pratiche burocratiche. Commissione didattica paritetica docenti-studenti. é composta dai proff. L. Perrone Capano (coordinatrice), I. Innamorati, A. Lezza, R. Savy e da 4 rappresentanti degli studenti nel Consiglio di Facoltà. Questa commissione ha lo scopo di discutere l organizzazione della didattica e di risolvere eventuali problemi connessi alla vita della Facoltà. 17. CENTRO DI ATENEO PER L ORIENTAMENTO E IL TUTORATO Il Centro, che si trova al pianoterra dell edificio del Rettorato, fornisce tutte le informazioni relative alle opportunità formative dell'ateneo e assicura molteplici forme di sostegno, svolgendo Attività di: Orientamento in entrata: azioni informative sull'offerta didattica delle Facoltà, sui percorsi di studio relativi ai diversi curricula e sui saperi minimi necessari per accedere ai vari Corsi di Laurea. Orientamento in itinere e tutorato: azioni di assistenza per favorire il superamento di specifiche difficoltà individuali, al fine di ridurre la durata effettiva degli studi e di evitare gli abbandoni. Orientamento in uscita: azioni finalizzate a promuovere l'acquisizione da parte dei laureandi e dei laureati di competenze utili per l'accesso qualificato al mondo del lavoro (corsi di sostegno alla creazione d'impresa, tirocini, stage, etc.). Per informazioni: CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO Il Centro Linguistico di Ateneo (C.L.A.) é un centro di servizi linguistici, audiovisivi e multimediali rivolto agli studenti dell Università di Salerno. Finalità primaria della struttura é favorire lo studio e l apprendimento delle lingue straniere, che pu avvenire sia sotto la guida del docente all interno della tradizionale struttura del corso, sia in modo autonomo, sfruttando le strutture per l autoapprendimento. Il Centro Linguistico di Ateneo, situato al 1 piano della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, mette a disposizione degli studenti materiali audio, video e multimediali oltre a testi e dizionari, necessari allo studio delle lingue straniere. Il CLA é aperto dal luned al venerd dalle 9 alle 18. L ufficio accettazione dà informazioni sugli orari dei corsi e sulle procedure per iscriversi e frequentare l autoapprendimento; là é possibile consultare i cataloghi del patrimonio didattico audio, video e librario del CLA e ritirare il materiale scelto per l autoapprendimento. L ufficio accettazione rilascia la tessera del CLA su presentazione dei seguenti documenti: libretto universitario, ricevuta dell iscrizione, n. 1 foto. 18. COME SI PASSA DAL VECCHIO AL NUOVO ORDINAMENTO DIDATTICO? Lo studente, iscritto all Università, che vuole passare al Nuovo Ordinamento Didattico, vedrà riconosciuti in crediti gli esami superati del suo precedente piano di studio e dovrà sostenere solo gli esami di quegli insegnamenti, non previsti nel Vecchio Ordinamento. Qualora un esame superato non sia presente nel Nuovo Ordinamento, lo studente potrà richiedere che gli venga riconosciuto tra le Attività Formative a sua scelta (12

18 crediti). In linea generale si consiglia il passaggio al Nuovo Ordinamento a quegli studenti, che iscritti al II, III, IV anno e fuori corso, non siano in pari con le prove scritte e orali di Lingua e letteratura straniera. La Commissione Didattica ha convenuto di riconoscere crediti 16 a ciascun esame scritto e orale di Lingue e letterature straniere, crediti 4 alla sola prova scritta di Lingua straniera o di Italiano, crediti 8 all esame orale di Letteratura italiana, crediti 6 a tutti gli altri esami e crediti 4 agli insegnamenti non compresi tra le discipline attualmente attivate nella Facoltà. Lo studente potrà inoltre utilizzare eventuali crediti eccedenti, cioé non riconoscibili nella Laurea triennale, per l eventuale conseguimento della Laurea specialistica. 19. PASSAGGI E TRASFERIMENTI Per l anno accademico sono consentiti, senza partecipazione alla prova di ammissione, solo trasferimenti da altro Ateneo o passaggi da altro Corso di studio dell Università di Salerno, che comportino l ammissione al II o III anno di corso, secondo le condizioni qui specificate: sono iscrivibili al II anno di corso gli studenti che hanno superato i seguenti esami: I annualità della I a lingua straniera (pari ad almeno 8 CFU) I annualità della I a letteratura straniera (pari ad almeno 8 CFU) I annualità della II a lingua straniera (pari ad almeno 8 CFU) I annualità della II a letteratura straniera (pari ad almeno 8 CFU). Sono iscrivibili al III anno di corso gli studenti che hanno superato i seguenti esami: I e II annualità della I a lingua straniera (pari ad almeno 16 CFU) I e II annualità della I a letteratura straniera (pari ad almeno 16 CFU) I e II annualità della II a lingua straniera (pari ad almeno 16 CFU) I e II annualità della II a letteratura straniera (pari ad almeno 16 CFU). A tal fine sono riconoscibili solo gli esami sostenuti nelle Lingue e Letterature triennali previste nel Corso di laurea in Lingue e culture straniere (francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo tedesco). Per il trasferimento o il passaggio lo studente dovrà presentare alla Segreteria studenti, entro il 20 luglio, la domanda di pre-iscrizione e di ridefinizione del piano di studi, corredata dalla certificazione relativa agli esami sostenuti, versando contestualmente il contributo previsto nella Guida al pagamento tasse e contributi universitari. Qualora lo studente non si trovi nelle condizioni indicate dovrà sostenere la prova di ammissione, secondo le modalità stabilite nel bando di ammissione al test; nel caso in cui superi la prova di ammissione e si iscriva al primo anno di corso, potrà richiedere il riconoscimento di eventuali crediti precedentemente maturati. I laureati nei Corsi di Laurea in Lingue (classe 11 o classe 3) di altre Università hanno la possibilità di iscriversi al I e II anno del Corso di Laurea Specialistica in Letterature moderne comparate con il voto di laurea non inferiore a 105/110 e con il riconoscimento in crediti degli insegnamenti sostenuti; eventuali carenze in discipline caratterizzanti la classe (quindi debiti formativi da sanare) non possono superare i 30 debiti. Le richieste saranno esaminate caso per caso dalla Commissione Didattica, che procederà al riconoscimento degli esami superati secondo criteri di coerenza culturale e formativa. 20. CALENDARIO DELLE ATTIVITA DIDATTICHE Le lezioni si svolgono in cicli semestrali (12 settimane ciascuno) e in tre giorni distinti secondo il seguente calendario: I semestre: 2 ottobre 22 dicembre 2006

19 II semestre: 19 febbraio 18 maggio Le verifiche scritte delle lingue straniere si svolgono nell arco di tutto l anno accademico secondo modalità stabilite autonomamente per ciascuna lingua dalle rispettive cattedre e rese pubbliche all inizio dell anno accademico; gli esami scritti delle lingue straniere, di italiano e di linguistica generale si svolgono in date precedentemente pubblicizzate in ogni sessione. Gli esami si svolgono in tre sessioni, secondo il seguente calendario: 1 a sessione 8 gennaio 16 febbraio sessione 21 maggio 31 luglio a sessione 3 28 settembre Nella 1 a sessione sono previsti 1 appello di esami scritti e 2 appelli di esami orali. Nella 2 a sessione sono previsti 1 appello di esami scritti e 2-3 appelli di esami orali in relazione al numero degli studenti. Nella 3 a sessione sono previsti 1 appello di esami scritti e 2 appelli di esami orali. 21. ELENCO DEGLI INSEGNAMENTI ATTIVATI Lingue e Letterature straniere anglistica: Lingua inglese Letteratura inglese Letteratura inglese moderna e contemporanea Letterature dei paesi di lingua inglese Lingue e letterature anglo-americane Linguistica inglese Storia del teatro inglese Storia della cultura inglese Storia della lingua inglese francesistica: Lingua francese Letteratura francese Letterature francofone Storia della cultura francese germanistica: Lingua tedesca Letteratura tedesca Letteratura tedesca moderna e contemporanea Storia della lingua tedesca ispanistica e iberistica: Lingua catalana Lingua portoghese Letteratura portoghese

20 Lingua spagnola Letteratura spagnola Letteratura spagnola moderna e contemporanea Linguistica spagnola Lingua e letterature ispano-americane slavistica: Lingua russa Letteratura russa Storia della cultura russa Storia della lingua russa Scienze filologiche Filologia germanica Filologia romanza Filologia slava Scienze dell arte della musica e dello spettacolo Drammaturgia Letteratura teatrale italiana Storia del teatro e dello spettacolo Storia dell arte contemporanea Storia dell arte moderna Storia della musica moderna e contemporanea Storia e critica del cinema Scienze geografiche Geografia Geografia economico-politica Lingue e culture classiche Letteratura latina medievale Italianistica Letteratura italiana Linguistica italiana Storia della critica e della storiografia letteraria Scienze storiche Storia contemporanea Storia dell Europa Storia della cultura medievale Storia delle città Storia medievale Storia moderna

Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L-11 [Lingue e culture moderne] (D.M. 270/04)

Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L-11 [Lingue e culture moderne] (D.M. 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L- [Lingue e culture moderne] (D.M. 70/04) DESCRIZIONE DEL PERCORSO

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI 1 Approvato dal Consiglio di Facoltà del 24 Marzo 2004 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI ART. 1 - DENOMINAZIONE 1 - È attivato presso la Facoltà

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere classe delle lauree n. 11 Lingue e culture moderne approvato dal Consiglio di Facoltà del 17 Dicembre 2003 ART. 1 DENOMINAZIONE

Dettagli

III ANNO Attività Formative Settori Scientifico-disciplinari CFU I lingua straniera III 5 II lingua straniera III 5 Di base

III ANNO Attività Formative Settori Scientifico-disciplinari CFU I lingua straniera III 5 II lingua straniera III 5 Di base Laurea in Lingue per la Mediazione Linguistica] Classe n. 3 - Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Accesso: 0 posti Titolo per l ammissione: diploma di istruzione di secondo grado

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori )

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) CORSO DI LAUREA IN MEDIAZIONE LINGUISTICA (Curriculum Traduzione e Interpretazione)

Dettagli

TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Art. 1. Art. 2 DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TRADUTTORI E INTERPRETI

TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Art. 1. Art. 2 DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TRADUTTORI E INTERPRETI TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Art. 1 La Facoltà di Lingue e letterature straniere conferisce: il diploma universitario di Traduttori e interpreti, la laurea in Lingue e letterature

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Corso di Laurea Interfacoltà in Storia della società della cultura

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE AZIENDE E DEI SERVIZI TURISTICI REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe 11 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE La laurea triennale in LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori )

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) CORSO DI LAUREA IN MEDIAZIONE LINGUISTICA (Curriculum Traduzione e Interpretazione)

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione del corso

Dettagli

Mediazione Linguistica per l impresa

Mediazione Linguistica per l impresa Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Perugia Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT FACOLTÀ DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE e la Scuola Superiore per mediatori Linguistici di Perugia

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Facoltà di Interpretariato, traduzione e studi linguistici e studi culturali

Facoltà di Interpretariato, traduzione e studi linguistici e studi culturali Facoltà di Interpretariato, traduzione e studi linguistici e studi culturali Laurea triennale in Interpretariato e comunicazione Regolamento dei Laboratori di lingua professionalizzanti e caratterizzanti

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Manifesto annuale degli studi ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Offerta formativa Il Corso di Laurea in Ottica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

Università del Salento

Università del Salento Università del Salento REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERE MODERNE Classe LM 14 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 ARTICOLO 1 Il presente regolamento disciplina gli aspetti organizzativi

Dettagli

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Laurea triennale in

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Laurea triennale in Servizi per il Corso di Laurea FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE TEST DI VALUTAZIONE Nel sito Web dell Università sono liberamente fruibili test on line di lingua straniera (francese, inglese,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 270/04)

Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 70/04)

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere Servizio orientamento FOTO Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02

Dettagli

Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica

Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica Corso di laurea

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea

Dettagli

LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla riforma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 509) l impegno dello studente (frequenza

Dettagli

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Servizio Editoriale Universitario 2005 1 2 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.lettere.uniba.it PRESIDENZA Palazzo Ateneo, Piazza

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES)

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES) Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale (ITES) Classe: LM-94 Traduzione specialistica e interpretariato Codice del corso: LM7 Il presente

Dettagli

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S)

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) 1 Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI CARATTERISTICHE

Dettagli

RELAZIONI INTERNAZIONALI

RELAZIONI INTERNAZIONALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE RELAZIONI INTERNAZIONALI Classe di Laurea LM 52 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.ssa Valentina Sabato

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN FILOLOGIA, LETTERATURA E TRADIZIONE CLASSICA CLASSE LM-15 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

LM-37 - Classe delle lauree magistrali in Lingue e letterature moderne europee e americane

LM-37 - Classe delle lauree magistrali in Lingue e letterature moderne europee e americane LM-37 - Classe delle lauree magistrali in Lingue e letterature moderne europee e americane LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE A.A. 2015/16 Presidente: Prof. Marco Meli Delegato per l'orientamento:

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Siena Facoltà di Scienze Politiche Regolamento didattico di Facoltà (Emanato con Decreto Rettorale n. 1412/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione D. R. 87 2 Maggio 200 Classe delle lauree n. 1 TITOLO I STRUTTURA DIDATTICA DEL CORSO DI LAUREA Art. 1 - DENOMINAZIONE 1 - È istituito

Dettagli

LINGUE E CULTURE MODERNE

LINGUE E CULTURE MODERNE CORSO DI LAUREA TRIENNALE LINGUE E CULTURE MODERNE Classe di Laurea L 11 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.ssa Benedetta Papasogli

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 8) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO Data del DM di approvazione del ordinamento 27/05/2004 didattico Data

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne)

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) 1. INFORMAZIONI GENERALI Presidente Prof.ssa Maria Grazia Scelfo Il piano di studi è disponibile in rete

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270

8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270 Pagina 1 di 6 Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA 8841 - FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E Corso: MANAGEMENT DELLA MODA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: FASHION CULTURE AND MANAGEMENT / CULTURA E MANAGEMENT

Dettagli

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Servizio Editoriale Universitario 2006 Questa Guida è stata realizzata dal Servizio Editoriale Universitario e dal Centro Universitario

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale)

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) 1 Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-5 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Regolamento didattico Il presente regolamento è consultabile sul sito web della Facoltà.

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Lingua straniera 1. La lingua straniera richiesta e impartita nell ambito dei

Dettagli

Filosofia. Lettere. Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA

Filosofia. Lettere. Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA Filosofia Lettere Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA AREA UMANISTICA CORSI DI LAUREA Lettere Lingue e culture moderne CORSI DI LAUREA MAGISTRALE Antichità classiche e orientali Filologia moderna.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Allegato b) ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E' istituito presso l'università degli studi di Bergamo,

Dettagli

Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016

Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016 Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016 Immatricolazioni per tutti i corsi che non prevedono pre-iscrizione Dal 13 Luglio al 8 Settembre 2015 In

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n.

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n. 1 REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI (classe n. 56/S) Art. 1 - Denominazione del Corso di Studio (CdS) e classe di appartenenza

Dettagli

Dipartimento di Lettere e Filosofia LAUREE TRIENNALI. Beni culturali Filosofia Studi storici e filologico-letterari

Dipartimento di Lettere e Filosofia LAUREE TRIENNALI. Beni culturali Filosofia Studi storici e filologico-letterari Dipartimento di Lettere e Filosofia LAUREE TRIENNALI Beni culturali Filosofia Studi storici e filologico-letterari Programmazione linguistica: linee guida Centro Linguistico di Ateneo via Verdi, 8 - I

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN SCIENZE DELLA CULTURA (CLASSE L-5 Filosofia e L-42 Storia) Art.

Dettagli

Lingue e Letterature Straniere

Lingue e Letterature Straniere Lingue e Letterature Straniere FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE www.lingue.uniba.it Presidenza Via Michele Garruba, 6/B - 70122 Bari Preside: prof. Pasquale Guaragnella Tel. 080.5717540-7515;

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Relazioni internazionali

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media Dipartimento di Studi Umanistici Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015

Dettagli

Facoltà di Musicologia

Facoltà di Musicologia Facoltà di Musicologia La nuova riforma universitaria Con l'anno accademico 2009-2010 l Università di Pavia attua il regolamento in materia di autonomia didattica degli atenei stabilito dal decreto n.

Dettagli

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Lingua straniera 1. La lingua straniera richiesta e impartita nell ambito dei

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL)

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL) Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL) Classe: LM-39 Linguistica Codice del corso: LM5 Il presente regolamento disciplina gli aspetti organizzativi del corso

Dettagli

1. Obiettivi Formativi

1. Obiettivi Formativi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro Manifesto degli studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA E COMUNICAZIONE

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Domande frequenti a.a. 2015-2016 Corso di Studio triennale: Scienze della Comunicazione (SCO) 1. Sono previsti test obbligatori? Sì. Benché il Corso di Studio non sia a numero chiuso, e dunque l immatricolazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Domande frequenti a.a. 2014-2015 Corso di Studio triennale: Lingue e Letterature Straniere Moderne (LLSM) 1. Sono previsti test obbligatori? Sì. Benché il Corso di Studio non sia a numero chiuso, e dunque

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA Art.1 Premessa e ambito di competenza 1. Il presente Regolamento, in conformità allo Statuto e al Regolamento Didattico di Ateneo, disciplina gli aspetti organizzativi

Dettagli

Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione

Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI - (Classe: LM-39) Art. 1 - Requisiti per l'accesso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Ingegneria meccanica afferisce

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO I^ Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Legale Cattedra di medicina sociale Anno Accademico 2007-2008 BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO IN MEDICINA E SANITA PENITENZIARIA Codice del Corso

Dettagli

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lingue e letterature straniere Manifesto degli Studi P. I: Requisiti di accesso e norme relative Per accedere al corso di laurea in Lingue e letterature

Dettagli

CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica)

CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica) MASTER DI PRIMO LIVELLO IN CRITICA GIORNALISTICA (Teatro Cinema Televisione Musica) a.a. 2014/2015 B A N D O U F F I C I A L E Art. 1 Per l anno accademico 2014/2015, è istituito, presso l Accademia Nazionale

Dettagli

Art. 5 Prove di verifica delle attività formative Art. 6 Attività formative autonomamente scelte dallo studente

Art. 5 Prove di verifica delle attività formative Art. 6 Attività formative autonomamente scelte dallo studente Regolamento didattico - parte normativa del Corso di Laurea triennale in FILOSOFIA (Classe L-5 - Filosofia) PHILOSOPHY Emanato con DR Rep. n. 649/2015, prot. n. 76876/I/3 del 20.11.2015 Art. 1 Requisiti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI Allegato L-14/5 al Regolamento del Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici per l'impresa, le organizzazioni pubbliche ed il lavoro (art. 11, comma 4 e 12, comma 4) ( i ) LINGUA INGLESE, ALTRE

Dettagli

ORDINAMENTO AI SENSI DEL D.M. 509/99

ORDINAMENTO AI SENSI DEL D.M. 509/99 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN CULTURE DIGITALI E DELLA COMUNICAZIONE CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN CULTURE DIGITALI E DELLA COMUNICAZIONE ORDINAMENTO AI SENSI DEL D.M. 509/99 Il corso di laurea (CdL) in

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INFORMATICA Classe LM-18 Informatica 1. ASPETTI GENERALI La durata normale del Corso di Laurea Magistrale in Informatica è di due anni. Lo

Dettagli

73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale

73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di BERGAMO 73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione Data del DM di approvazione

Dettagli

Facoltà di Interpretariato e Traduzione UNINT.EU

Facoltà di Interpretariato e Traduzione UNINT.EU Facoltà di Interpretariato e Traduzione Facoltà di Interpretariato e Traduzione La Facoltà di Interpretariato e Traduzione L'unica Facoltà del centro-sud Italia specializzata nella formazione di interpreti

Dettagli

Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270

Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270 Page 1 of 5 Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE Testo: LAUREA MAGISTRALE

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE .UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LM77 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE (Sede di

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROAMERICANE A.A. 2007/2008

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROAMERICANE A.A. 2007/2008 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROAMERICANE A.A. 2007/2008 RESPONSABILE: PROF. PIETRO TARAVACCI LE INFORMAZIONI RELATIVE AI DOCENTI, AI RISPETTIVI INSEGNAMENTI E AI SEMESTRI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E Università per Stranieri di Siena Decreto n.454.12 Prot. 11753 I L R E T T O R E - Viste Leggi sull Istruzione Superiore; - Vista la Legge n. 204 del 17/02/1992; - Visto il D.M. n. 509 del 03/11/1999;

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATCA E COMUNICAZIONE DIGITALE Art. 1 Finalità (art.2 c.6 art.15

Dettagli