Regole per la connessione alla rete degli impianti eolici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regole per la connessione alla rete degli impianti eolici"

Transcript

1 Regole per la connessione alla rete degli impianti eolici Gli impianti eolici sono connessi alla rete elettrica a diversi livelli di tensione al variare della loro potenza, secondo le regole previste dal gestore della rete locale (generazione distribuita). Deliberazione ARG/elt99/08 e successive integrazione Testo Integrato delle Connessioni Attive Potenza Tensione CA Pratica connessione P 6 kw U 1000 V (BT monofase) Gestore locale 6 kw P 100 kw U 1000 V (BT trifase) Gestore locale 100 kw P 6 MW 1 kv U 35 kv (MT) Gestore locale 6 MW P 10 MW 35 kv U 150 kv (AT) Gestore locale P 10 MW U 150 kv (AT) TERNA

2 Autorità per l Energia Elettrica il gas ed il sistema idrico Organismo indipendente, istituito con la legge 14 novembre 1995, n. 481, costituito da un Presidente e quattro Membri, nominati con decreto del Presidente della Repubblica al termine di una procedura che prevede l approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei nomi proposti dal Ministero per lo Sviluppo Economico, con il parere vincolante delle Commissioni parlamentari competenti. Ha il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l'efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l'attività di regolazione e di controllo. L'Autorità svolge inoltre una funzione consultiva nei confronti di Parlamento e Governo ai quali può formulare segnalazioni e proposte; presenta annualmente una Relazione Annuale sullo stato dei servizi e sull'attività svolta.

3 Connessione alla rete elettrica L allacciamento alla rete è regolamentato dalle norme: CEI Impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria, per l allacciamento alla rete di MT e BT. CEI Impianti di produzione di energia elettrica connessi a sistemi di III categoria (11-32-V3 Impianti di produzione eolica ), per l allacciamento alla rete in AT. CEI 0-16 Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti AT e MT delle imprese distributrici di energia elettrica CEI 0-21 Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Codice di rete (TERNA) Prescrizioni dei distributori elettrici locali (ENEL: DK5940, DK5740)

4 Connessione alla rete elettrica BT/MT-1 Gli impianti eolici potrebbero contribuire alla stabilità delle rete durante le condizioni di guasto, ma a tale scopo la rete necessita di modifiche alla sua struttura SMART GRID

5 Connessione alla rete elettrica in BT/MT - 2 Dispositivo generale: separa (interruttore magnetotermico) l intero impianto di generazione del cliente produttore dalla rete del distributore elettrico locale. Dispositivo di interfaccia: interruttore automatico comandato da un relè di frequenza e tensione; deve interrompere il flusso di energia verso la rete in assenza di tensione di rete. Dispositivo di generatore: uno per ogni generatore interviene in caso di guasto (interruttore magnetotermico) Rete distributore Cliente produttore Dispositivo di generatore Carico privilegiato Dispositivo di interfaccia Carico nonprivilegiato Dispositivo generale Punto di consegna

6 Connessione alla rete elettrica in AT

7 Impianti offshore Più del 90 % della potenza installata off-shore (dati 2012) si riferisce ad impianti situati nel nord Europa (2948 MW in UK, 921 MW in Danimarca, 380 MW in Belgio, 280 MW in Germania, 247 MW in Olanda, 164 MW in Svezia, 26 MW in Finlandia e 25 MW in Irlanda per un totale di 4991 MW pari a circa il 5.1 % della potenza totale istallata in Europa MW). Il tasso di crescita annuo ponderato dal 2007 al 2011 è stato del 41 % Impianti off-shore per una potenza di16 GW sono in fase di realizzazione in Europa (2.3 GW in costruzione), principalmente da parte della Germania Due impianti sperimentali con piattaforme galleggianti sono in funzione in Portogallo e Norvegia Fonte GWEC (Global Wind Energy Council)

8 Impianti in esercizio nel mare del Nord (giugno 2013) Name Anno D (km) P (MW) 1. Blyth (UK) Hornsrev1(DK) Scrobysands(UK) Kentish flats (UK) OWEZ (NL) PrinsesAmaliawindpark (NL) ThorntonbankphaseI (B) Innerdowsing (UK) Lynn (UK) BelwindphaseI (B) Alphaventus (G) Hornsrev2 (DK) Gunfleet sands (UK) Thanet (UK) Greatergabbard (UK) Sheringhamshoal (UK) ThorntonbankphaseII (B) Londonarrayphase1 (UK)

9 Impianti in costruzione nel mare del Nord (giugno 2013) Name Anno D (km) P (MW) 19. ThorntonbankphaseIII (B) Nordseeost ( G) Dantysk (G ) Globaltech (G) BARDoffshore1 (G) Meerwindost (G) Meerwindsüd (G) Borkumphase1 (G) Riffgat (G) Teesside (UK) Lincs (UK H.M. Toonen,H.J.Lindeboom/RenewableandSustainableEnergyReviews42(2015)

10 Impatto ambientale degli impianti eolici Occupazione del suolo Impatto visivo Rumore Interferenza elettro-magnetica (disturbi nei segnali radio-televisivi) Impatto sull ecosistema Modificazioni climatiche

11 Caratteristiche degli impianti offshore Vantaggi (rispetto agli impianti sulla terra ferma): Maggiore producibilità dovuta a venti più intensi e regolari ( MWh/MW invece che MWh/MW) Riduzione dell impatto visivo (distanza dalla costa maggiore di 5 km) Svantaggi: Maggiore costo di installazione principalmente dovuto alla necessità di ancorare le turbine al fondale marino Necessità di un collegamento delle turbine alla rete con un cavo sottomarino Maggiore costo di manutenzione

12

13 Tipologia delle fondazioni -1 Sistema monopalo in acciaio (come quello on-shore) adatto ai bassi fondali sabbiosi, utilizzato fino ad una profondità massima di 25 m. Sistemi a gravità in calcestruzzo, strutture costrutite, trasportate al sito e depositate sul fondale marino, quindi appesantite attraverso il pompaggio di sabbia rocce e ferro, utilizzato fino ad una profondità massima di 30 m. Sistemi a traliccio in acciaio, a tripode in calcestruzzo utilizzate per i fondali più profondi.

14 Tipologia delle fondazioni - 2 Sistema con piattaforma galleggiante: due impianti sperimentali in Portogallo e Norvegia.

15 RIPARTIZIONE DEL COSTO DI REALIZZAZIONE DI UN'IMPIANTO ONSHORE 64% TURBINA PROGETTAZIONE E OPERE DI ACCESSO 9% CONNESSIONE ALLA RETE 11% 16% FONDAZIONI Costo unitario onshore /kw offshore /kw Fonte: Opti - OWECS, Final Report vol. 3 RIPARTIZIONE DEI COSTI DI REALIZZAZIONE DI UN'IMPIANTOOFFSHORE (FONDALI FINOA30 m) INSTALLAZIONE PROGETTAZIONE CAVO 2% 7% 8% SOTTOMARINO 45% TURBINA 13% CONNESSIONE ALLA RETE 25% FONDAZIONI. Fonte: Opti - OWECS, Final Report vol. 3

16 Connessione alla rete elettrica di centrali offshore (HVAC)

17 Connessione alla rete elettrica di centrali offshore (HVAC) Md. RabiulIslam n, YouguangGuo,JianguoZhu, «A review of offshore wind turbine nacelle: Technical challenges, and research and developmental trends, RenewableandSustainableEnergyReviews33(2014)

18 Connessione alla rete elettrica di centrali offshore (HVDC) Md. RabiulIslam n, YouguangGuo,JianguoZhu, «A review of offshore wind turbine nacelle: Technical challenges, and research and developmental trends, RenewableandSustainableEnergyReviews33(2014)

19 Connessione alla rete elettrica di centrali offshore (HVDC)

20 HVDC vs. HVAC - 1 Vantaggi: Perdite nel cavo molto piccole (assenza di perdite nel dielettrico ed assenza di corrente di carica e conseguenti dispositivi di compensazione della potenza reattiva). Piccolo contributo dei generatori eolici alla corrente di corto circuito. Facilità nel controllo della potenza attiva e reattiva Svantaggi: Maggiore costo di installazione dovuto alla presenza dei convertitori Perdite nei convertitori (PWM)

21 HVDC vs. HVAC - 2 Case study: impianto da 100 MW Fonte: HVDC Connection of Offshore Wind Farm to the Transmission System, IEEE Transactions on Energy Conversion, vol. 22 No. 1 March 2007.

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria 2 Ottobre 2008, Catania, Marco Ravaioli Norma CEI 11-20 La norma CEI ha per oggetto

Dettagli

MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CON LA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA E MEDIA TENSIONE

MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CON LA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA E MEDIA TENSIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Dettagli

AA 2002 2003 Corso di impianti elettrici. Lezione 1 - Introduzione

AA 2002 2003 Corso di impianti elettrici. Lezione 1 - Introduzione AA 2002 2003 Corso di impianti elettrici Lezione 1 - Introduzione Sistema elettrico di produzione, trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Struttura del sistema Un sistema elettrico di produzione,

Dettagli

PROCEDURE PER ALLACCIAMENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SCAMBIO SUL POSTO CON POTENZA 20 kw

PROCEDURE PER ALLACCIAMENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SCAMBIO SUL POSTO CON POTENZA 20 kw Comune di Isera AZIENDA SERVIZI COMUNALI ISERA Via A. Ravagni n. 8-38060 ISERA Cod. Fisc. e P. IVA 00203870225 Tel. 0464 487096 / Fax 0464 401430 e-mail aziendaservizi@comune.isera.tn.it PROCEDURE PER

Dettagli

MODALITÀ E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLE

MODALITÀ E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLE MCC MODALITÀ E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLE RETI CON OBBLIGO DI CONNESSIONE DI TERZI DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO SOMMARIO 1 OGGETTO pag. 3 2 AMBITO

Dettagli

GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti MODALITA DI CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA

Dettagli

SEZIONE A GENERALITA 7 A.1 OGGETTO 7 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 8 A.3 RIFERIMENTI 8 A.4 DEFINIZIONI 10

SEZIONE A GENERALITA 7 A.1 OGGETTO 7 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 8 A.3 RIFERIMENTI 8 A.4 DEFINIZIONI 10 Ed. I - 1/213 SEZIONE A GENERALITA 7 A.1 OGGETTO 7 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 8 A.3 RIFERIMENTI 8 A.4 DEFINIZIONI 10 SEZIONE B MODALITÀ E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER L EROGAZIONE DA PARTE DI ENEL DISTRIBUZIONE

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Le reti intelliggenti. ABB 2009-03-27 SG_Presentation_V4.ppt 1

Le reti intelliggenti. ABB 2009-03-27 SG_Presentation_V4.ppt 1 Le reti intelliggenti 2009-03-27 SG_Presentation_V4.ppt 1 Sviluppo nella progettazione delle reti Dalle reti tradizionali a quelle del futuro Reti tradizionali Generazione centralizzata Flusso unidirezionale

Dettagli

SEZIONE A GENERALITA 8 A.1 OGGETTO 8 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 9 A.3 RIFERIMENTI 9 A.4 DEFINIZIONI 11

SEZIONE A GENERALITA 8 A.1 OGGETTO 8 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 9 A.3 RIFERIMENTI 9 A.4 DEFINIZIONI 11 Ed. 2.1-1/268 SEZIONE A GENERALITA 8 A.1 OGGETTO 8 A.2 AMBITO DI APPLICAZIONE 9 A.3 RIFERIMENTI 9 A.4 DEFINIZIONI 11 SEZIONE B MODALITÀ E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER L EROGAZIONE DA PARTE DI ENEL DISTRIBUZIONE

Dettagli

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato Audizione sui Prezzi dell Elettrica e del Gas 1 a Commissione Permanente del Senato Dott. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato GSE Roma, 18 giugno 213-1 - Il Gruppo GSE Autorità per l Elettrica

Dettagli

SISTEMA ELETTRICO, NORMATIVA E LEGISLAZIONE

SISTEMA ELETTRICO, NORMATIVA E LEGISLAZIONE SISTEMA ELETTRICO, NORMATIVA E LEGISLAZIONE INDICE Generalità sulla produzione, il trasporto e la distribuzione dell energia elettrica. Normativa, unificazione, certificazione e controllo sugli impianti

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. Agosto 2007 1/14 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI Le presenti prescrizioni hanno lo scopo di definire i criteri e le modalità

Dettagli

Dipartimento di Energia Politecnico di Milano

Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Prof. Maurizio Delfanti maurizio.delfanti@polimi.it Mezzocorona (TN), 28 ottobre 2011 La nuova regola tecnica 2 La Norma tecnica è stata elaborata da un gruppo

Dettagli

L ESPERIENZA DI MILANO E BRESCIA

L ESPERIENZA DI MILANO E BRESCIA SVILUPPO DELLA GENERAZIONE DIFFUSA IN ITALIA L ESPERIENZA DI MILANO E BRESCIA Luca Gaia Salvatore Pugliese Milano, 30 aprile 2009 Milano - Struttura della rete di distribuzione 220 kv Cabine di trasformazione

Dettagli

Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici. by BORRI

Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici. by BORRI Soluzioni per energie rinnovabili convertitori statici by BORRI Perché sceglierci Una gamma completa da 20 kva a 2 MVA Customer engineering altamente qualificato R&D multidisciplinare e produzione made

Dettagli

MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CON LA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA E MEDIA TENSIONE

MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CON LA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA E MEDIA TENSIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti MODALITA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004 CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600 Relatore GUIZZO P.I. GASTONE Università di Padova 26 giugno 2004 L Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) con delibera

Dettagli

IMMETTERE ENERGIA IN RETE

IMMETTERE ENERGIA IN RETE IMMETTERE ENERGIA IN RETE Quello di produrre energia elettrica o di autoprodursela è un argomento molto discusso del quale se ne sente parlare ormai quotidianamente. Per certi versi produrre energia elettrica

Dettagli

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI 1 QUADRO NORMATIVO PER LE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE GESTITE DA ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A. 1.1 INTRODUZIONE Nel presente capitolo verrà illustrato per grandi linee il quadro normativo Italiano che

Dettagli

Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili

Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili Audizione presso la X Commissione del Senato Roma, 18 Gennaio 2011 Sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia TWh Obiettivo rinnovabili

Dettagli

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV)

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) AREA POLITICHE DELLE INFRASTRUTTURE IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN ZONA INDUSTRIALE A SAN GIACOMO DI VEGLIA IN COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) 2. RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

Quadro sintetico della tecnologia, degli impianti e delle macchine eoliche

Quadro sintetico della tecnologia, degli impianti e delle macchine eoliche Quadro sintetico della tecnologia, degli impianti e delle macchine eoliche L'energia eolica è il prodotto della conversione dell'energia cinetica del vento in altre forme di energia. Attualmente viene

Dettagli

Fotovoltaico. 13 Ottobre 2009

Fotovoltaico. 13 Ottobre 2009 Fotovoltaico 13 Ottobre 2009 Profilo del Gruppo IMQ Istituto Italiano del Marchio di Qualità - Membri AEI Associazione Elettrotecnica ed Elettronica Italiana Federazione ANIE Federazione Nazionale Imprese

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT ESEMPI DI DIMENSIONAMENTO Fonte: ABB PREMESSA Di seguito vengono proposti due esempi di dimensionamento di un impianto fotovoltaico grid connected in parallelo ad un impianto utilizzatore preesistente.

Dettagli

Prospettive per i progettisti e per gli operatori professionali

Prospettive per i progettisti e per gli operatori professionali SISTEMI FOTOVOLTAICI Novità e prospettive Prospettive per i progettisti e per gli operatori professionali Francesco Groppi Responsabile GDL2 del CT82 CEI Convenor WG2 del TC82 CENELEC 1 Principali prospettive:

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV SECAB Società Cooperativa (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas n. 89/07)

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L. REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L., DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA NELLE ISOLE TREMITI

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Energia elettrica dall'africa

Energia elettrica dall'africa Tavola Rotonda: Energia elettrica dall'africa Politecnico di Milano, Direzione Operations Italia 1 Sviluppo delle Rinnovabili L Italia in ambito Europeo Obiettivi direttiva 2009/28/CE: (1) Produzione da

Dettagli

SIEL Spa e SIAC Srl. Impianti fotovoltaici. connessi alla rete. grid connected

SIEL Spa e SIAC Srl. Impianti fotovoltaici. connessi alla rete. grid connected SIEL Spa e SIAC Srl Impianti fotovoltaici connessi alla rete grid connected 1 Cella fotovoltaica La cella fotovoltaica è l elemento base del generatore fotovoltaico, è costituita da materiale semiconduttore

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI TEORICI E TECNICI

LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI TEORICI E TECNICI Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI

Dettagli

WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM

WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM PARTI PRINCIPALI DI UNA WIND FARM Nello sviluppo dello sfruttamento dell energia eolica, risulta più conveniente dal punto di vista economico ed impiantistico, riunire più macchine in un unico gruppo al

Dettagli

FONTI RINNOVABILI E GENERAZIONE DISTRIBUITA - Guida per la connessione alla rete di bassa tensione -

FONTI RINNOVABILI E GENERAZIONE DISTRIBUITA - Guida per la connessione alla rete di bassa tensione - FONTI RINNOVABILI E GENERAZIONE DISTRIBUITA - Guida per la connessione alla rete di bassa tensione - Edizione 2008 INDICE 1. PREMESSA...3 2. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO()...4 3. PROGETTO...5 4. RICHIESTA...6

Dettagli

Modello generico di un impianto fotovoltaico

Modello generico di un impianto fotovoltaico Dr. Fabio Belluomo Modello generico di un impianto fotovoltaico IL FOTOVOLTAICO Produzione di energia elettrica pulita attraverso fonte rinnovabile (Sole) disponibile in abbondanza nella nostra Sicilia.

Dettagli

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 LA GESTIONE DELL INTEGRAZIONE DEL FOTOVOLTAICO NELLE RETI Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 Francesco Groppi Responsabile GDL2 del

Dettagli

GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2

GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2 Ed. 5.0 - F1/8 SEZIONE F GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2 F.1 GENERALITA 2 F.2 REQUISITI GENERALI DELL IMPIANTO 2 F.3

Dettagli

Progetto pilota Smart Grid S. Severino Marche

Progetto pilota Smart Grid S. Severino Marche Progetto pilota Smart Grid S. Severino Marche M. Fiori Milano, 28 novembre 2013 A.S.SE.M. SpA (Azienda San Severino Marche SpA) Scambi in Cabina Primaria Settembre 2013 Attività: distribuzione dell'energia

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT

CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT 3 CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT 3.1 INTRODUZIONE Il collegamento dei clienti utilizzatori e di quelli autoproduttori alla rete di distribuzione necessita

Dettagli

L ALLACCIAMENTO ALLA RETE ELETTRICA

L ALLACCIAMENTO ALLA RETE ELETTRICA SISTEMI AGRO-ENERGETICI E ADATTAMENTI LOCALI Udine, 29-30 novembre 2007 L ALLACCIAMENTO ALLA RETE ELETTRICA Massimo Vignuda Energy Division Green Energy Solution 1 Premessa La rete di distribuzione nasce

Dettagli

Coperture fotovoltaiche. Materiali e loro impiego. Regole tecniche di connessione. Manutenzione degli impianti. Monitoraggio degli impianti

Coperture fotovoltaiche. Materiali e loro impiego. Regole tecniche di connessione. Manutenzione degli impianti. Monitoraggio degli impianti Materiali e loro impiego Regole tecniche di connessione Manutenzione degli impianti Monitoraggio degli impianti Materiali e loro impiego Pannelli: con e senza cornice, su supporto rigido o flessibile Inverter:

Dettagli

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO INDICE PREMESSA... 3 1 - DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 3 2 - IMPIANTI PREVISTI... 3 3 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE... 4 4 MODALITA DI ESECUZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 4 4.1) Tensione di

Dettagli

Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari. e Cristina Timò- Direttore Tecnico CEI (Comitato elettrotecnico italiano)

Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari. e Cristina Timò- Direttore Tecnico CEI (Comitato elettrotecnico italiano) Norma CEI 0-21 : Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Prof. Ing. Giuseppe CAFARO - Politecnico di Bari

Dettagli

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A.

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. Pag. 1 di 35 ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. CON TENSIONE (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l

Dettagli

CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA

CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA CAMBIANO LE NORMATIVE PER IL COLLAUDO E VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI AUTOPRODUZIONE Deliberazione 84/2012/R/EEL Allegato A.70 CEI 0-21; Variante V1 CEI 0-16; III

Dettagli

Incontro tecnico COME NASCE. Relatore. Gastone Guizzo. Padova, 11 maggio 2012

Incontro tecnico COME NASCE. Relatore. Gastone Guizzo. Padova, 11 maggio 2012 Incontro tecnico NORMA CEI 0-21 Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Relatore Gastone Guizzo Padova,

Dettagli

GUIDA TECNICA. A.8 CORRENTI DI CORTO CIRCUITO E TEMPO DI ELIMINAZIONE DEI GUASTI NEGLI IMPIANTI DELLE RETI A TENSIONE UGUALE O SUPERIORE A 120 kv

GUIDA TECNICA. A.8 CORRENTI DI CORTO CIRCUITO E TEMPO DI ELIMINAZIONE DEI GUASTI NEGLI IMPIANTI DELLE RETI A TENSIONE UGUALE O SUPERIORE A 120 kv GUIDA TECNICA Allegato A.8 1 di 23 A.8 DI ELIMINAZIONE DEI GUASTI NEGLI Storia delle revisioni Rev.00 25/05/2001 Prima emissione Rev.01 26/04/2005 Rev.02 01/09/2010 Modifiche al paragrafo 5.2.2 (Correnti

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 Ed. 1.1-1/15 INDICE 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4. DEFINIZIONI 2 5. CRITERI GENERALI 3 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 2 AGOSTO 2012 344/2012/R/EEL APPROVAZIONE DELLA MODIFICA ALL ALLEGATO A70 E DELL ALLEGATO A72 AL CODICE DI RETE. MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Dettagli

SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE]

SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE] 1 di 17 SISTEMI DI CONTROLLO E PROTEZIONE DELLE CENTRALI EOLICHE [PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE] Redatto Collaborazioni Verificato Approvato R. Gnudi - L. Caciolli C. Cassaro N. Garau A. Costanzo

Dettagli

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE 1 IRRAGGIAMENTO SOLARE E POTENZA ELETTRICA 11 1.1 Irraggiamento solare 11 1.2 Principio di funzionamento di una cella fotovoltaica 15 1.3 Caratteristiche elettriche delle

Dettagli

Il ruolo del Gestore di rete

Il ruolo del Gestore di rete Il ruolo del Gestore di rete Gianluigi Fioriti Firenze, 29 Luglio 2009 Strategia di Enel Quattro priorità Mantenere la leadership nel mercato italiano dell energia Aumentare l attenzione al cliente attraverso

Dettagli

Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3)

Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3) Incontro tecnico Messa a terra degli impianti a tensione superiore a 1 kv in c.a. Norma CEI EN 50522, 2011-07 (CEI 99-3) Relatore Per. Ind. Gastone Guizzo 1 Padova, 04 febbraio 2012 La Norma CEI EN 50522

Dettagli

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE gli Attori istituzionali AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Istituita con la legge n. 481 del 1995, l'autorità per l'energia elettrica e il gas

Dettagli

Sistemi di accumulo energia

Sistemi di accumulo energia Sistemi di accumulo energia Progetti ed iniziative in corso Dott. Enrico Senatore Responsabile Battery Storage Terna Plus Rimini, 09.11.2012 1 Il Gruppo Terna Quotata nella Borsa Italiana dal 2004, ha

Dettagli

A. Isolati B. In Cluster (in genere collegati alla rete di potenza o ad una rete locale con sistemi diesel); C. Combinati o Integrati

A. Isolati B. In Cluster (in genere collegati alla rete di potenza o ad una rete locale con sistemi diesel); C. Combinati o Integrati Eolico 1. Quadro sintetico della tecnologia, degli impianti e delle macchine eoliche La bassa densità energetica, dell'energia eolica per unità di area della superficie di territorio, comporta la necessità

Dettagli

La documentazione di progetto rispetta le indicazioni della Guida CEI 0-2, Seconda Edizione.

La documentazione di progetto rispetta le indicazioni della Guida CEI 0-2, Seconda Edizione. INDICE 1. Informazioni Generali... 3 1.1 Oggetto... 3 1.2 Dati identificativi dell opera... 3 1.3 Consistenza della documentazione di progetto... 3 1.4 Competenze per l esecuzione del progetto... 3 2.

Dettagli

Impianto fotovoltaico

Impianto fotovoltaico a cura di Antonello Greco Oggetto dellʼintervento Installazione di un impianto fotovoltaico da 6 kw su edificio. Norme, Leggi e Delibere applicabili Guida CEI 82-25: 2010-09: Guida alla realizzazione di

Dettagli

GENERALITA SUI SISTEMI ELETTRICI

GENERALITA SUI SISTEMI ELETTRICI GENERALITA SUI SISTEMI ELETTRICI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE PREMESSA

RELAZIONE TECNICA GENERALE PREMESSA RELAZIONE TECNICA GENERALE PREMESSA NORMATIVE DI RIFERIMENTO 1) Normativa fotovoltaica - CEI 82-25: Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di Media

Dettagli

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Finalità del corso Il corretto allestimento delle cabine di trasformazione MT/BT di utente, anche per

Dettagli

GUIDA PER LE CONNESSIONI ALLA RETE ELETTRICA DI DEVAL

GUIDA PER LE CONNESSIONI ALLA RETE ELETTRICA DI DEVAL 1/243 SEZIONE A GENERALITA (aggiornato dicembre 2012) 7 A.1 OGGETTO 7 A.2 A M B I T O D I A P P L I C A Z I O N E 7 A.3 R I F E R I M E N T I 7 A.4 D E F I N I Z I O N I 10 SEZIONE C ELABORAZIONE DELLA

Dettagli

Le FRNP sulle reti elettriche: un problema, o una risorsa futura? Maurizio Delfanti Politecnico di Milano Dipartimento di Energia

Le FRNP sulle reti elettriche: un problema, o una risorsa futura? Maurizio Delfanti Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Le FRNP sulle reti elettriche: un problema, o una risorsa futura? Maurizio Delfanti Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Mercoledì 19 Giugno 2013 Indice 2 Lo sviluppo delle FRNP e i problemi sul

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004 1 CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE ing. Massimo Ambroggi Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. 2 PRINCIPIO

Dettagli

IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO. Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione

IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO. Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione IL CAMPO EOLICO SPERIMENTALE DI TRENTO Le diverse fasi del progetto e la sua realizzazione Presentazione del progetto Campagna anemometrica Realizzazione opere civili Allacciamento alla rete Logistica

Dettagli

CNA UNAE Bologna 15 Aprile 2014 - Claudio Francescon ABB s.p.a. Power Product Division CEI 0-16, Versione 3 Regole Tecniche di connessione in Media

CNA UNAE Bologna 15 Aprile 2014 - Claudio Francescon ABB s.p.a. Power Product Division CEI 0-16, Versione 3 Regole Tecniche di connessione in Media CNA UNAE Bologna 15 Aprile 2014 - Claudio Francescon ABB s.p.a. Power Product Division CEI 0-16, Versione 3 Regole Tecniche di connessione in Media Tensione L evoluzione da Guida a Norma CEI DK 5600 ed.

Dettagli

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. Via Nazionale, Loc. Santaviela - 33024 FORNI DI SOPRA (UD) Tel +39 0433 88077 - Fax +39 0433 887905 - Email info@sci-forni.it Cod. Fisc. e P.

Dettagli

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Questo modulo è dedicato all illustrazione del progetto definitivo di un impianto da 9,9 kw situato nel comune di Roma. Progetto definitivo di un impianto

Dettagli

Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e cogenerazione

Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e cogenerazione Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e cogenerazione Ing. Andrea Galliani Responsabile Unità fonti rinnovabili, produzione di energia e impatto ambientale Direzione Mercati Autorità per

Dettagli

IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT

IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT N 01 1 di 23 IMPIANTI DI PRODUZIONE FOTOVOLTAICA REQUISITI MINIMI PER LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO IN PARALLELO CON LA RETE AT Storia delle revisioni 01 13/03/2012 Prima emissione N 01 2 di 23 INDICE 1.

Dettagli

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2

SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 Ed. 5.0 - H1/21 SEZIONE H MISURA DELL ENERGIA 2 H.1 MISURA DELL ENERGIA DEI CLIENTI PRODUTTORI E DEI SISTEMI PER L ACCUMULO 2 H.2 MISURA DELL ENERGIA SCAMBIATA CON LA RETE 4 H.2.1 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA

Dettagli

"Novità e aspetti tecnici legati ai nuovi contatori elettronici"

Novità e aspetti tecnici legati ai nuovi contatori elettronici 1 "Novità e aspetti tecnici legati ai nuovi contatori elettronici" Roma, 1 marzo 2011 ore 17,30 c/o Sala Riunioni CNA, Via Ostiense 131/L - V piano scala C 2 Agenda Contatore Elettronico Contratto di fornitura

Dettagli

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato I sistemi elettrici: lezione introduttiva Prof.ssa Maria Dicorato La produzione di energia elettrica L insieme dei mezzi di produzione, denominato centrali elettriche, nei quali avviene la trasformazione

Dettagli

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007.

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. 1. GENERALITA Tariffe incentivanti e periodo di diritto (DM 19/02/207 art.6) La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. L impianto

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione GENERALITA Gli impianti previsti nel presente progetto dovranno complessivamente essere in grado di produrre non meno 200.000 kwh/anno. I siti individuati, in cui si prevede di installare i moduli, risultano

Dettagli

Energie rinnovabili dal mare, una strategia percorribile?

Energie rinnovabili dal mare, una strategia percorribile? Energie rinnovabili dal mare, una strategia percorribile? Renata Archetti, DICAM, Università di Bologna Abstract Viene presentata la fattibilità di estrazione di energia dai nostri mari. In particolare

Dettagli

Impianti fotovoltaici seminario di formazione. Introduzione

Impianti fotovoltaici seminario di formazione. Introduzione Impianti fotovoltaici seminario di formazione Introduzione 1 Impianti fotovoltaici Introduzione Il fotovoltaico in Italia e nel mondo A partire dal 13 aprile 2007 (data di entrata in vigore della delibera

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

Analisi dei parametri elettrici in condizioni variabili: normale ed emergenza Emergenza in media tensione e taratura delle protezioni

Analisi dei parametri elettrici in condizioni variabili: normale ed emergenza Emergenza in media tensione e taratura delle protezioni Analisi dei parametri elettrici in condizioni variabili: normale ed emergenza. di Giuseppe Agostini, Electro Graphics Cause dei guasti, probabilità e percentuali La rete di distribuzione dellenergia elettrica

Dettagli

Photo. Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati dalle discontinuità del servizio. Ing. Antonio Ardito - CESI S.p.A.

Photo. Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati dalle discontinuità del servizio. Ing. Antonio Ardito - CESI S.p.A. Workshop PRESENTAZIONE DELL'INDAGINE SULLA QUALITÀ DELLA DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA 17 Dicembre 2004 - Auditorium Assolombarda Milano Photo Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DELL ASM TERNI S.p.A.

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DELL ASM TERNI S.p.A. 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO... 2 4. DEFINIZIONI... 2 5. CRITERI GENERALI... 3 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO... 3

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA NORMATIVE E TARIFFE INCENTIVANTI - IL CONTO ENERGIA

IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA NORMATIVE E TARIFFE INCENTIVANTI - IL CONTO ENERGIA IL FOTOVOLTAICO IN ITALIA NORMATIVE E TARIFFE INCENTIVANTI - IL CONTO ENERGIA Norma CEI 11-20 e il documento ENEL DK 5940 In Italia la norma CEI 11-20 definisce i criteri per l installazione di impianti

Dettagli

ALL ENERGIA PENSIAMO NOI MONITORAGGIO EFFICIENTAMENTO TARATURE

ALL ENERGIA PENSIAMO NOI MONITORAGGIO EFFICIENTAMENTO TARATURE ALL ENERGIA PENSIAMO NOI MONITORAGGIO EFFICIENTAMENTO TARATURE MONITORAGGIO ED EFFICIENZA ENERGETICA Il monitoraggio energetico consiste nella misurazione continua di tutti i flussi energetici (energia

Dettagli

MODALITA' E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE DI ACEGASAPS PER IMPIANTI DI PRODUZIONE

MODALITA' E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE DI ACEGASAPS PER IMPIANTI DI PRODUZIONE MODALITA' E CONDIZIONI CONTRATTUALI PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE DI ACEGASAPS PER IMPIANTI DI PRODUZIONE 1. LIVELLO DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI CONNESSIONE Il livello

Dettagli

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione di interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Il nuovo relè di protezione di interfaccia (SPI), deputato al controllo della

Dettagli

Perché le smart grids

Perché le smart grids Massimo Gallanti Perché le smart grids Nuovi drivers del sistema elettrico Incrementare lo sfruttamento delle fonti rinnovabili (in particolare sfruttando la Generazione Distribuita (GD)) Nuovi impieghi

Dettagli

Potenza eolica in EU15 a fine 2009

Potenza eolica in EU15 a fine 2009 La previsione delle immissioni di energia elettrica da fonti rinnovabili quale meccanismo di integrazione nelle reti di distribuzione, l esperienza del GSE www.gse.it Catania 9 Novembre 2010 AEIT Giornata

Dettagli

SEMINARIO DI FORMAZIONE TECNICA PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI E CONTO ENERGIA

SEMINARIO DI FORMAZIONE TECNICA PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI E CONTO ENERGIA Lunedì 3 Giugno 2008 Ordine degli Architetti della Provincia di Catania Largo Paisiello n. 5 - Catania SEMINARIO DI FORMAZIONE TECNICA PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI E CONTO ENERGIA

Dettagli

Criteri di allacciamento di clienti alla rete MT della Distribuzione DK 5600 Ed.IV - Marzo 2004

Criteri di allacciamento di clienti alla rete MT della Distribuzione DK 5600 Ed.IV - Marzo 2004 Questo documento contiene informazioni di proprietà di Enel SpA e deve essere utilizzato esclusivamente dal destinatario in relazione alle finalità per le quali è stato ricevuto. E' vietata qualsiasi forma

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DI ENEL DISTRIBUZIONE SERIE IG PLUS, IG PLUS V, IG, TL e CL.

CRITERI DI ALLACCIO DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE BT DI ENEL DISTRIBUZIONE SERIE IG PLUS, IG PLUS V, IG, TL e CL. Modello IG Plus 35-1 IG Plus 50-1 IG Plus 70-1 IG Plus 70-2 IG Plus 100-1 IG Plus 100-2 IG Plus 120-3 IG Plus 150-3 Potenza nominale 3,5kW 4kW 6,5kW 8kW 10kW 12kW Versione firmware 4.28.07 Tensione AC

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 Art. Descrizione U.M. Q,tà Prezzo unitario Totale A.1.01 B.1.01 B.1.02 B.1.03 SISTEMI DI MONTAGGIO

Dettagli

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267 c Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX M. Nobili,

Dettagli

Dalle DK alla Norma CEI 0-16

Dalle DK alla Norma CEI 0-16 Dalle DK alla Norma CEI 0-16 A. Cerretti - ENEL Distribuzione Protezione generale (PG) Deve essere costituita da: Protezione di massima corrente di fase almeno bipolare a tre soglie, una a tempo dipendente,

Dettagli

PROGETTO IMPIANTI TECNOLOGICI SECONDO D.M. 37/08 DEL 22.01.2008

PROGETTO IMPIANTI TECNOLOGICI SECONDO D.M. 37/08 DEL 22.01.2008 Comune di. Provincia di PROGETTO IMPIANTI TECNOLOGICI SECONDO D.M. 37/08 DEL 22.01.2008 PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI NON RIENTRANTI IN QUANTO PREVISTO DALL'ART. 5 COMMA 1 D.M. 37/08

Dettagli

Minieolico verticale

Minieolico verticale Micro-Eolico GENIUS Minieolico verticale Piccola generazione di energia eolica per utilizzi domestici e produttivi La tecnologia che permette l indipendenza energetica alla piccola utenza domestica e produttiva

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 20 NOVEMBRE 2014 574/2014/R/EEL DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS

Dettagli

CONNESSIONE DI UN IMPIANTO EOLICO OFF- SHORE ALLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE: VALUTAZIONE DELLE PROBLEMATICHE E SIMULAZIONI DINAMICHE

CONNESSIONE DI UN IMPIANTO EOLICO OFF- SHORE ALLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE: VALUTAZIONE DELLE PROBLEMATICHE E SIMULAZIONI DINAMICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA TESI DI LAUREA MAGISTRALE CONNESSIONE DI UN IMPIANTO EOLICO OFF- SHORE ALLA RETE DI TRASMISSIONE

Dettagli

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Principali contenuti della Delibera AEEG 84/2012/R/EEL In data 08 Marzo 2012, l Autorità

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLA DELIBERAZIONE 8 NOVEMBRE 2006, N. 246/06

RELAZIONE TECNICA ALLA DELIBERAZIONE 8 NOVEMBRE 2006, N. 246/06 RELAZIONE TECNICA ALLA DELIBERAZIONE 8 NOVEMBRE 2006, N. 246/06 MODIFICHE AL TESTO INTEGRATO DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ELETTRICI DI CUI ALL ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE 30 GENNAIO 2004, N. 4/04, E SUCCESSIVE

Dettagli