ARREDI TECNICI DEI LABORATORI AL 3, 4 e 5 PIANO NEL NUOVO EDIFICIO POLIFUNZIONALE PER DIDATTICA E RICERCA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ARREDI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARREDI TECNICI DEI LABORATORI AL 3, 4 e 5 PIANO NEL NUOVO EDIFICIO POLIFUNZIONALE PER DIDATTICA E RICERCA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ARREDI"

Transcript

1 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA - FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA EDIFICIO POLIFUNZIONALE PER DIDATTICA E RICERCA ARREDI TECNICI DEI LABORATORI AL 3, 4 e 5 PIANO NEL NUOVO EDIFICIO POLIFUNZIONALE PER DIDATTICA E RICERCA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ARREDI DESCRIZIONI CON SPECIFICHE TECNICHE AGOSTO 2010 CARATTERISTICHE GENERALI INDISPENSABILI PER L INTERA FORNITURA La fornitura è prevista per l arredo dei locali del nuovo edificio della Facoltà di Medicina : - Laboratori al e 5 L accesso è previsto da Via Branze. L'offerta dovrà essere comprensiva di fornitura, posa in opera, carico scarico, sollevamento e distribuzione ai piani, collegamenti e predisposizione su specifica indicazione, collaudo, pulizia ai piani dei materiali e imballi e quant'altro per dare la fornitura funzionante in ogni sua componente. Le forniture dovranno rispettare tutte le vigenti normative relative ad ambienti pubblici e laboratori quindi sia le strutture portanti che i ripiani esterni ed interni, mensole, accessori in genere, comprese adduzioni e prese, allacciamenti alle reti gas, H 2 O, devono essere resistenti ad urti ed abrasioni e rispondere a tutte le norme di riferimento vigenti. I singoli elementi dovranno avere le certificazioni e attestazioni di conformità alle norme rilasciate da Enti autorizzati e dovranno avere le caratteristiche indispensabili per essere in Classe 1 reazione al fuoco 1. Le vernici trasparenti dovranno essere certificate atossiche e quelle a polveri epossidiche, previo trattamento di sgrassaggio e fosfatazione in galleria termica, dovranno avere la certificazione ISO 9227/93; in ogni caso tutte le verniciature dovranno avere la certificazione di tossicità EN 717-2/94 per la emanazione di formaldeide sui materiali impiegati Classe E1 certificazione di resistenza al fuoco, ignifugo e idrorepellente reazione al fuoco classe 1 oltre a rispondere ai requisiti di qualità e resistenza compresa la resistenza in nebbia salina 200 ore e dovrà

2 essere esente da metalli pesanti quali cromo, piombo e tutti gli altri metalli menzionanti nella specifica Europeaen 71, parte 3,1998 e successivi aggiornamenti di legge. Tutti i materiali devono essere omologati ai fini della prevenzione incendi, dovranno quindi essere fornite tutte le certificazioni di conformità alle normative occorrenti. I prodotti forniti dovranno essere marcati in modo leggibile ed indelebile e dovranno riportare le seguenti informazioni, come previsto dalla norma UNI EC :, par 4 (marcatura). Riferimento ben visibile e permanente per la grandezza e codice colore, nome e/o marchio commerciale e/o marchio e indirizzo del fabbricante o di un suo rappresentante autorizzato, scritto in forma completa o abbreviata, purché tale abbreviazione permetta l identificazione del fabbricante e/o del suo rappresentante, data di produzione che dichiari almeno l anno e il mese di produzione. Le saldature dovranno essere a filo continuo, lisce senza escrescenze o abrasioni di qualsiasi tipo con successiva spazzolatura. Alla base di tutte le strutture metalliche l appoggio sarà completo di puntali in plastica alettata o similare, inestraibili, antirumore e antisdrucciolo per l attenuazione della rumorosità e la protezione dalla corrosione come previsto dalla norma EN 1729 requisiti generali di sicurezza. Dovranno inoltre essere rispettate le indicazioni che la Direzione Lavori fornirà in riferimento agli allacciamenti, linee elettriche interruttori prese, erogatori gas tecnici e acqua ecc., dotazioni per banchi di laboratorio, cappe chimiche, cappe flusso laminare. Sarà cura della ditta fornitrice ed installatrice verificare la correttezza della dotazione prevista in riferimento alle lavorazioni che verranno svolte all interno dei singoli laboratori e in funzione della localizzazione di ogni singolo elemento

3 ALLACCIAMENTI : H 2 O, scarichi, energia elettrica, trasmissione dati, gas Premessa Ogni laboratorio è dotato di: - quadro elettrico - presa acqua - scarico acqua posizionati all interno dei laboratori stessi Nel corridoio di accesso a soffitto sopra le singole porte dei laboratori sono posizionate in vista le tubazioni dell aria compressa, vuoto, CO 2, azoto. Ogni banco di laboratorio, cappe chimiche e cappe a flusso laminare devono essere collegati con gli impianti descritti in premessa nella ragione di: banco da cm 75 ( BA75): n. 1 quadro elettrico completo di n. 1 interruttore magnetotermico e n. 4 prese. banco da cm 120 ( BA120): n. 1 quadro elettrico completo di n. 1 interruttore magnetotermico e n. 4 prese; n. 1 pannello per gas tecnici completo di n. 4 erogatori. banco da cm 180 ( BA180): n. 1 quadro elettrico completo di n. 1 interruttore magnetotermico e n. 4 prese; n. 2 pannello per gas tecnici completo di n. 4 erogatori. La dotazione dei banchi sarà da ottimizzare in funzione della disposizione planimetrica e di unione dei moduli da cm 180 al fine di garantire ogni cm 120 un quadro elettrico e un pannello per gas tecnici. banco lavello da cm 60 ( BL60): n. 1 quadro acqua con rubinetto e relativo scarico.

4 Cappe chimiche (CC120 CC150) n. 2 quadri elettrici con ognuno n. 3 prese e con interruttore magnetotermico; n. 1 pannello per n. 4 gas completo di erogatori. n. 1 quadro acqua con n. 1 rubinetto Cappe flusso laminare (CF120 CF120 orizzontale) n. 1 quadri elettrici con n. 2 prese e con interruttore magnetotermico; n. 1 pannello per n. 4 gas completo di erogatori.

5 CAPPA CHIMICA CC120 Dimensioni esterne massime cm 120 x prof. 97 x h 235 CC150 Dimensioni esterne massime cm 120 x prof. 97 x h 235 Cappa chimica a espulsione totale con piano di lavoro posto a 90 cm di altezza da pavimento rispondente alle esigenze di sicurezza, di ergonomia e di funzionalità per garantire la massima sicurezza ed affidabilità e rispondenti alle normative sopraindicate provvista di relative certificazioni conforme alle norme e agli standards: - Fattore di contenimento dei fumi e protezione dell operatore - DIN T1 (D) - BS 7258 (UK) NF XP X (F) EN ANSI/ASHRAE (USA) Sicurezza elettrica a norme CEI EN Rubinetti a comando diretto o remoto: DIN 3537 DIN DIN Sistema costruttivo in generale: marchio GS TuV - conformità al D. Lgs. 626/94 e succ. modifiche per quanto riguarda l eliminazione alla fonte del rischio chimico nell ambiente di lavoro. Specifiche tecniche e caratteristiche minime richieste: Struttura autoportante realizzata in lamiera di acciaio spess.1,5 mm, trattata con vernici epossidiche contro la corrosione. Raccordo di espulsione diametro 250 mm con prese (opzionali) per il campionamento dell aria espulsa. N.B. N.B.: il diametro delle tubazioni esistenti posate nel controsoffitto è mm 200 I pannelli elettrici inseriti frontalmente nelle spalle laterali devono essere conformi alle norme CEI; attrezzati con prese per ogni applicazione completi di relativi interruttori di protezione in esecuzione ADFT. Pannello portacomandi con pulsante di accensione luce con le funzioni opzionali (comando elettroaspiratore remoto, dispositivi di monitoraggio del flusso d aria, ecc.). Prevedere i corpi illuminanti stagni IP 65 installati sopra il celino con pannelli mobili antiscoppio della cappa. Prevedere i passacavi nei pannelli elettrici per permettere una gestione ordinata e sicura dei cavi destinati alle apparecchiature poste all interno della cappa. Prevedere la posizione incassata dei comandi remoti di fluidi e gas, per ridurre la turbolenza dell aria e migliorare la sicurezza dell operatore Prevedere l applicare di almeno 5 comandi su ogni lato oltre alla possibilità di inserirne altri in tempi successivi Prevedere la vaschetta di scarico inserita sul lato destro, in posizione di massima comodità e sicurezza per l operatore con scarico e sifone ispezionabili in polietilene.

6 Il piano di lavoro deve risultare in tal modo completamente fruibile. il piano di lavoro deve essere in grés monolitico di alta qualità opportunamente sagomato per contenere eventuali liquidi rovesciati e per facilitare le operazioni di pulizia e di decontaminazione. Il profilo anteriore dovrà essere ottimizzato al fine per ridurre la turbolenza dell aria aspirata. Ogni particolare dovrà concorrere all ottimizzazione del flusso d aria allo scopo di aumentare la sicurezza dell operatore e il risparmio energetico, garantendo il valore di contenimento, di cui alle norme DIN, con una velocità frontale compresa tra 0,3 e 0,7 m./sec, in funzione della destinazione d uso. Il vetro frontale a saliscendi verticale dotato di contrappeso si dovrà sollevare con estrema facilità e senza sforzo. La sicurezza deve essere garantita da robuste funi di acciaio, dal sistema antiscarrucolamento e dal blocco automatico in caso di rottura delle funi; Il vetro frontale deve essere composto da elementi in cristallo stratificato e dotato di vetri a scorrimento orizzontale per la parzializzazione dell apertura. Allarmi ottici ed acustici. Alimentazione gas e fluidi in rame trafilato. L elettroaspiratore, dotato di un interruttore di sezionamento manuale per gli interventi manutentivi, dovrà essere collocato in posizione remota nell apposito locale previsto nel piano sottotetto con scarico diretto all esterno e dotato di tutti i supporti antivibrante sia a parete che a pavimento e raccordi alle tubazioni esistenti. La scelta del tipo di aspiratore deve essere effettuato solo dopo un accurato calcolo delle perdite di carico dell impianto di aspirazione, prendendo in considerazione: la portata richiesta, il tipo di cappa, la lunghezza ed il diametro delle tubazioni, il tipo ed il numero delle curve o delle eventuali braghe, le caratteristiche degli eventuali sistemi di filtrazione. N.B.: le lunghezze delle canalizzazioni riportate nel progetto sono unicamente indicative Il tutto completo di filtri idonei alle lavorazioni previste all interno dei singoli laboratori. Trasporto, scarico, avvicinamento, innalzamento ai piani, collocazione all interno dei laboratori, allacciamenti alle reti gas, H 2 O, scarico ed elettriche.

7 CAPPA FLUSSO LAMINARE VERTICALE BIOHAZARD CF120 Dimensioni interne massime cm 120 x prof. 60 x h 68 Dimensioni esterne massime cm 135 x prof. 77 x h 150 cappe di sicurezza biologica- classe II Tipo A, convertibile B3 conforme alle norme e agli standards: -BRITISH STANDARD (BSI ). - CE - EN /392/CEE - EN /336 EEC - CEI 66.5 E CEI U.S. FEDERAL STANDARD 209/E - DIN e NFS 209/E e alle raccomandazioni per la sicurezza degli operatori sanitari espresse dalla OMS e adatta alla minipolazione di materiali a basso e moderato rischio patogeno. cappa ventilata con apertura frontale che garantisca la tenuta dinamica mediante una barriera di aspirazione frontale che impedisce all aria di passare dall interno della cappa, all esterno verso l operatore che risulta così protetto. Un flusso laminare VERTICALE di aria sterile deve proteggere i prodotti all interno. Sia l aria in ingresso che espulsa deve essere filtrate su filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air Sistema di filtrazione ad alta efficienza delle particelle in aria); l ambiente circostante ed esterno deve essere protetto da ogni contaminazione. Tavolo di supporto da pavimento con dimensioni non superiori alla cappa flusso laminare Kit lampada UV PRESCRIZIONI: La velocità di aspirazione frontale dell'aria deve essere costante con funzioni autocontrollate da microprocessore. Il flusso d'aria generato deve essere uniforme e unidirezionale formato da filetti di aria sterili paralleli che si muovono alla medesima velocità in tutti i punti,così da creare una corrente d'aria omogenea senza turbolenze. In un ambiente sterile così ottenuto ogni contaminante libero nella zona di lavoro viene trascinato lontano da una fonte d'aria sterile. Le particelle contaminate devono essere filtrate da un altro filtro HEPA prima di venire convogliate ed espulse nell'ambiente mediante un secondo elettroventilatore centrifugo. Il flusso d'aria sarà filtrato da un filtro HEPA (high efficency particolar air) composto da microfibre di fibra di vetro saldate con resina epossidica in una cornice rigida. L'efficacia di questo filtro dovrà essere superiore al % con particelle di 0.3 µm (penetrazione %) al test DOP e dovrà assicurare prestazioni pari o superiori a quelle richieste dalla U.S. Federal Standard 209/E (classe 100).

8 Dovrà essere garantito l impiego nella costruzione di materiali e componenti di prima scelta e le modalità di funzionamento, la sicurezza sia per l'ambiente che per l'operatore permettono di classificare secondo le norme indicate precedentemente in classe II tipo A, con una velocità del flusso laminare di 0,45 m/sec. convertibile in classe II tipo B3, con la semplice variazione del flusso frontale: La compensazione avviene grazie all'aspirazione dell'aria ambiente attraverso la griglia frontale creandosi così barriera d'aria che impedisce la fuoriuscita di aerosol contaminati. Caratteristiche tecniche e dotazione minime standard: _ Struttura portante in lamiera e profilati d'acciaio, con verniciatura a polvere. _ Camera interna aria in pressione negativa per evitare passaggio aria inquinata nella camera di lavoro. _ Camera di lavoro in acciaio inox Aisi 304 con spigoli arrotondati per evitare contaminazioni. _ Vasca di raccolta in acciaio inox sottostante al piano di lavoro per la raccolta liquidi. _ Piano di lavoro forato in acciaio inox suddiviso in settori per una migliore pulizia e sterilizzazione. _ Pannello frontale con tastiera a membrana. _ Schermo frontale in vetro temperato con pistoncini a gas di chiusura e microinterruttore di allarme in caso di vetro aperto _ Chiave elettronica per accensione, funzionamento, ed inserimento lampada uv. _ Interruttore generale con cavo di rete e fusibili di protezione. _ Presa di servizio interna alla cabina. Protezione IP 55. _ Presa per lampada UV temporizzata fino a 99 ore. _ Rubinetto aria/vuoto. _ Rubinetto gas completo di elettrovalvola di sicurezza. _ Lampade di illuminazione fluorescente posizionate all'esterno della zona di lavoro, di facile accesso per la sostituzione > di 1000 lux. _ La filtrazione aria, di flusso e di espulsione tramite filtri assoluti conformi a tutte le normative (HEPA effic % su particelle da 0,3 µm) D.O.P. test -. _ Filtri assoluti HEPA di facile rimozione dalla parte frontale con sistema meccanico di sollevamento. N. 2 elettroventilatori centrifughi antiscintilla. _ Autoregolazione dei ventilatori per garantire la barriera frontale ed il flusso laminare. _ Tastiera di comando a membrana in policarbonato antistatico con spie per le diverse funzioni, protezione IP 65. _ Display m3/sec per visualizzare la barriera frontale _ Display m3/h per aria in espulsione _ Display visualizzazione velocità aria m/sec

9 _ Allarme velocità minima e massima flusso laminare e flusso di espulsione _ Visualizzazione digitale ore funzionamento filtri _ Visualizzazione digitale ore funzionamento lampada germicida con temporizzatore _ Predisposizione per la eventuale canalizzazione dell'espulsione all'esterno _ Programma automatico di ciclo durante la fase di decontaminazione _ Velocità media flusso laminare m/s 0,45 _ Rumorosità Db (A) < 60 _ Alimentazione elettrica 230 V - 50 Hz Pannello allarmi _ Vetro frontale aperto _ Insufficienza aria in ingresso _ Insufficienza barriera frontale _ Insufficienza aria in espulsione _ Blocco ventilatore principale (mandata) _ Blocco ventilatore secondario (espulsione) _ Pressostato buona tenuta plenum _ Modulo EXACARB - Sistema di filtrazione a carboni attivi. Il modulo filtrante, completo di motoventilatore, a carbone attivo, consente la filtrazione di sostanze tossiche (quali vapori e gas chimici) presenti all'interno della cabina prima della loro espulsione nell'ambiente. Il carbone attivo in granuli trattiene nelle sue molecole i vapori tossici permettendo così il controllo della contaminazione chimica dell'aria. Si ottiene pertanto una totale sicurezza ambientale. Il modulo viene applicato sul camino della cappa. _ Raccordo convogliatore scarico esterno aria con griglia antivento _ Pannello di chiusura completo di lampada germicida 30W

10 CAPPA FLUSSO LAMINARE ORIZZONTALE CF120 orizzontale Dimensioni interne massime cm 120 x prof. 50 x h 60 Dimensioni esterne massime cm 135 x prof. 80 x h 110 conforme alle norme e agli standards: -- U.S. FEDERAL STANDARD 209/E - DIN Cappa a flusso laminare orizzontale, completa di tavolo di supporto, per consentire manipolazioni di prodotti a contaminazione controllata che consenta di creare, in ambienti non sterili, zone circoscritte entro i limiti della classe 100. Il flusso laminare deve essere un flusso d'aria unidirezionale formato da filetti d'aria sterili paralleli che si muovono alla medesima velocità in tutti i punti, così da creare una corrente d'aria omogenea senza turbolenze. In un ambiente sterile così ottenuto ogni contaminante libero nella zona di lavoro deve venire trascinato lontano da un fronte d'aria sterile. Il flusso d'aria deve essere filtrato da un filtro HEPA con un'efficienza di %. Il filtro HEPA (High Efficency Particulate Air) deve essere composto da microfibre di fibra di vetro saldate con resina epossidica in una cornice rigida. L'efficacia di questo filtro è calcolata superiore al % con particelle di 0,3 µm (penetrazione 0,001 %) al test DOP e assicura prestazioni superiori a quelle richieste dalla U.S. Federal Standard 209/E. Specifiche tecniche: _ Struttura portante in lamiera e profilati d'acciaio, con verniciatura in polvere. _ Piano di lavoro in acciaio inox Aisi 304 2B. _ Pannelli laterali in vetro temperato 5 mm o stratificato 6/8 mm _ Pannello comandi a membrana in policarbonato. _ Rubinetto aria/vuoto. _ Contaore di funzionamento digitale di filtri e lampada UV (se installata) _ Possibilità di funzionamento temporizzato fino a 99 ore della lampada UV (se installata) _ N. 2 Prese di servizio all'interno della camera di lavoro _ Illuminazione con lampada fluorescente > di 1000 lux. _ Motoventilatore a basso rumore di fondo, con possibilità di regolare la velocità del flusso d'aria. _ Alimentazione elettrica 230V-50Hz. _ Prefiltro in materiale sintetico (efficienza > 82%). _ Lampada germicida da 30 W completa di schermo frontale in PVC avvolgibile _ Rubinetto gas + elettrovalvola di sicurezza. _ Rubinetti max 10bar per azoto, aria, vuoto CO 2

11 BANCO LABORATORIO e BANCO LAVELLO BA75 BA120 BA180 BL60 Dimensioni esterne massime cm 75 x prof x h alzata tecnica Dimensioni esterne massime cm 120 x prof x h alzata tecnica Dimensioni esterne massime cm 180 x prof x h alzata tecnica BANCO LAVELLO - Dimensioni esterne massime cm 60 x prof x h alzata tecnica CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione di banchi per laboratori con struttura delle spalle dei banchi a C (modello di riferimento: tipo ADDENDUM C-frame Ditta ATVilla) predisposto per consentire la massima flessibilità e diversificabilità per l arredo e l organizzazione dei laboratori Deve essere garantita la totale indipendenza tra la struttura dei moduli tecnici verticali ed i piani di lavoro. Tutta l'impiantistica sarà integrata nei moduli tecnici verticali e di conseguenza tutte le superfici di lavoro dovranno essere libere e totalmente sfruttabili, senza alcun vincolo impiantistico. Gli arredi, i banchi e i lavelli devono essere realizzati con strutture modulari indipendenti, e devono consentire l intercambiabilità di tutti i componenti. Le prese di alimentazione elettrica, gas tecnici e fluidi devono essere sono collocate nei quadri servizi, pannelli di dimensioni standardizzate, realizzati in materiale plastico termoformato autoestinguente, resistente agli U.V., agli acidi, ai solventi e ai coloranti. I quadri servizi devono essere incassati nello spessore della struttura portante che diviene struttura portamoduli e permettere una rapida e mirata realizzazione impiantistica, dovranno essere evitate opere murarie; inoltre dovrà essere garantita l opportunità di una manutenzione semplificata. Specifiche tecniche e caratteristiche minime: STRUTTURA - La struttura costituita da montanti e traverse che permettano di costruire strutture portanti modulari da cm di larghezza con altezza di almeno cm 235 e adatta a banchi con altezza piano finito di circa cm 90 da terra. - La struttura deve permettere l inserimento al suo interno di tutti gli impianti (acqua, gas, energia elettrica, scarichi ecc) oltre a prese ed erogatori da collocare su appositi quadri incassati nello spessore della struttura.

12 - Deve essere prevista una alzata tecnica che dal piano finito del banco abbia un altezza di circa cm Gli impianti non devono creare impedimenti ai piani di lavoro. - La struttura deve essere completa di piantana terminale, cartella copripiantana, cornice copritelai, telai porta impianti, copripiedino, pannellatura inferiore sia per soluzioni monofrontali che bi frontali per mascheramento degli impianti, zoccolatura e quant altro necessario a rendere il tutto funzionale e completo anche dal punto di vista della sicurezza (non dovranno essere lasciati impianti a vista). - La struttura deve essere idonea per ospitare: - banchi tecnici dim (a C ) con un altezza del piano finito di cm. 90-; - banco lavello dimensioni cm 60 con piano di lavoro con vasca in polipropilene dimensioni 50 x 40 x h 32 con bordi di contenimento comprensivo di piletta scarico e troppo pieno e quant altro occorre per il corretto utilizzo e collegamento. - mensole in laminato con profondità di cm 34 - dim. cm mobili pensili con profondità di cm 34 dim. cm BANCO : - Altezza del piano finito = cm 90 - struttura dei banchi in tubolari di acciaio idonee per l allestimento con mobiletti su ruote dim. cm altezza cm 77 profondità cm 52 - la struttura sarà formata da spalle laterali, da traverso superiore e traverso posteriore di collegamento - ogni struttura deve essere completa di appositi ganci e fascia per l aggancio al modulo tecnico - il piano di lavoro deve essere in LABSTEEL acciaio porcellanato spessore mm 44 senza saldature con irrigidimento interno mediante iniezione di resina poliuretanica espansa con bordo perimetrale di sicurezza

13 BANCO LABORATORIO ANGOLARE ANTIVIBRANTE BAAV120 Dimensioni esterne massime cm x prof x h alzata tecnica Banco laboratorio angolare con inserito antivibrante con struttura metallica autoportante e isolata idonea a supportare una piastra di marmo poggiante su supporti antivibranti: CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione Fornitura, installazione, specifiche tecniche caratteristiche minime di struttura e banco come descritto per i banchi laboratori BA75- BA120-BA180 MOBILE PENSILE CON ANTE SCORREVOLI A VETRO MPV120 Dimensioni esterne massime cm 120 x prof. 34 x h 48 MPV180 Dimensioni esterne massime cm 180 x prof. 34 x h 48 CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione - I pensili dovranno essere realizzati con pannelli in nobilitato con materiali ignifughi (classe 1) - Contenitori pensili avranno bordature e cornice anteriore, per il contenimento dei vetri, in PVC senza spigoli vivi - I vetri devono essere scorrevoli di tipo temperato spess. mm 6 - colore fumè - Internamente deve essere previsto un ripiano - I pensili devono essere completi di serratura e di tutto il necessario per la corretta installazione..

14 MENSOLE MN60 Dimensioni massime cm 60 x prof. 34 x spess. mm 25 MN75 Dimensioni massime cm 75 x prof. 34 x spess. mm 25 MN120 Dimensioni massime cm 120 x prof. 34 x spess. mm 25 MN180 Dimensioni massime cm 180 x prof. 34 x spess. mm 25 MENSOLE da installare sui moduli tecnici dei BANCHI LABORATORIO CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione - Mensole realizzate in conglomerato, spessore mm 25 con rivestimento in laminato post-formato complete di mensoline inferiori e di tutto il necessario per la corretta installazione - Le mensole devono permettere minimo un carico uniformemente distribuito sui ripiani di kg. 25 per le dimensioni cm e di kg. 30 per le dimensioni MOBILI SOTTOPIANO AD ANTA e A CASSETTI SU RUOTE MSA45* Dimensioni massime cm 45 x prof. 52 x h. cm 63 ad anta per cappe chimiche MSA60 Dimensioni massime cm 60 x prof. 52 x h. cm 77 ad anta per banco laboratorio MSA60* Dimensioni massime cm 60 x prof. 52 x h. cm 63 ad anta per cappe chimiche MSC60 Dimensioni massime cm 60 x prof. 52 x h. cm 77 a cassetti per banco laboratorio MSL60 Dimensioni massime cm 60 x prof. 52 x h. cm 77 ad anta per banco lavello MOBILI SOTTOPIANO AD ANTA e A 4 CASSETTI SU RUOTE: - dim. 60 profondità cm 52 H. cm 77 inseribili nella struttura BANCHI LABORATORIO con il piano di lavoro h cm 90 - dim. 60 profondità cm 52 H. cm 77 inseribili nella struttura BANCO LAVELLO con il piano di lavoro h cm 90 - dim. 45 e 60 profondità cm 52 H. cm 63 per cappe chimiche con il piano di lavoro h cm 90 CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN 13150

15 - Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione - I mobili sottopiano dovranno essere realizzati con pannelli in nobilitato con materiali ignifughi (classe 1) - Le antine dei mobili sottopiano dovranno essere provviste di cerniere a ginocchio con apertura a 170 per il massimo sfruttamento deg li spazi e di serratura e maniglia in alluminio. - I mobili sottopiano devono essere completi di bordi in PVC senza alcun spigolo vivo. - Le cassettiere ( n 4 cassetti) devono essere dot ate di dispositivo antiribaltamento e maniglie realizzate in alluminio anodizzato, cassetti con fianchi e guide inl amiera smaltata e cuscinetti a sfera e di serratura centralizzata - Tutti i mobili sottopiano devono essere sono completi di ruote piroettanti fissate su un apposito telaio metallico, le due ruote anteriori saranno dotate di freno, assicurando così alla struttura una elevata stabilità. - Per i mobili sottopiano ad anta deve essere previsto un ripiano interno. TAVOLI PER LABORATORIO TA75 Dimensioni massime cm 75 x prof. 75 x h. 75/90 TA120 Dimensioni massime cm 120 x prof. 75 x h. 75/90 TA180 Dimensioni massime cm 180 x prof. 75 x h. 75/90 (Le altezze vanno verificate i base alle disposizioni dei laboratori) CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione - Tavoli semplici n 4 gambe, struttura realizzata con tubolari in acciaio - il piano di lavoro deve essere in LABSTEEL acciaio porcellanato spessore mm 44 senza saldature con irrigidimento interno mediante iniezione di resina poliuretanica espansa con bordo perimetrale di sicurezza

16 TAVOLI ANTIVIBRANTI PER LABORATORIO TAV75 Dimensioni massime cm 75 x prof. 75 x h. 75 TAV120 Dimensioni massime cm 120 x prof. 75 x h. 75 CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione Tavolo in laminato contenente una struttura metallica autoportante e isolata idonea a supportare una piastra in marmo poggiante su supporti antivibranti. SGABELLI PER LABORATORIO SG Altezza seduta minima cm 60 massima cm 70 SGABELLI da LABORATORIO seduta h cm 60/70 CONFORMI ALLE NORME E AGLI STANDARDS - Norme Europee EN Marchio di garanzia GS TÜV, che assicuri assicura, mediante ispezioni periodiche, che i prodotti realizzati sono conformi a quelli sottoposti a certificazione FORNITURA POSA E DI: - Sgabello per laboratorio con seduta e schienale in faggio lucidato colore naturale - Basamento a 5 razze con piedi fissi - Poggiapiedi circolare - Regolazione-sollevamento a vite

17 ELENCO LABORATORI PIANO Descrizione reparto 3 Laboratorio n 1 CC120 ml 25,00 ISTOLOGIA Laboratorio n 2 Laboratorio n 3 Laboratorio n 4 CC120 ml 40,00 Laboratorio n 5 Laboratorio n 1AA CC150 AGROALIMENTARE 4 Laboratorio n 1 CC120 ml 20,00 IMMUNOLOGIA Laboratorio n 2 Laboratorio n 3 CF120 n 2 5 Laboratorio n 1 PATOLOGIA Laboratorio n 2 CF120 orizzontale Laboratorio n 3 CC120- ml 17,00 Laboratorio n 4 CF120 n 2 Laboratorio n 5 CF n 2 Laboratorio n 6 Laboratorio n 8 Laboratorio n 9 Laboratorio n 10 CC120 n 2 ml 30,00 Laboratorio n 11 CF120 n 2 Laboratorio n 12 Laboratorio n 13 N.B.: le lunghezze delle canalizzazioni riportate nel progetto sono unicamente indicative

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata IT www.ditecentrematic.com Automazioni progettate per ambienti specialistici. Ditec Valor H, nella sua ampia gamma, offre

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com TIP-ON per ante Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata www.blum.com Apertura agevole al tocco Con TIP-ON, il supporto per l'apertura meccanico di Blum, i frontali senza maniglia

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC POMPE GASOLIO - 2 - POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC serie EASY con pompante in alluminio DP3517-30 - 12 Volt DP3518-30 - 24 Volt Elettropompa rotativa a palette autoadescante con by-pass, pompante in alluminio

Dettagli

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp Erkopress 300 Tp-ci Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Apparecchio di termostampaggio con compressore integrato e riserva di

Dettagli

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h unità trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h CHI SIAMO Con più di 80 anni di esperienza al suo attivo, Daikin è leader affermato di fama mondiale nella produzione di sistemi di condizionamento

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Da trent anni lavoriamo in un clima ideale. Un clima che ci ha portato ad essere leader in Italia nel riscaldamento e raffrescamento radianti e ad ottenere,

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Optima CG / Optivent CG. Soluzioni innovative a flusso laminare per sale operatorie

Optima CG / Optivent CG. Soluzioni innovative a flusso laminare per sale operatorie Optima CG / Optivent CG Solzioni innovative a flsso laminare per sale operatorie Optima CG / Optivent CG Solzioni innovative a flsso laminare per sale operatorie Applicazioni Clean Air Power Generation

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS MODULARI

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS MODULARI ISTRUZIONI PER L USO DELLE CENTRALI ASPIRANTI MOD. MODULARI MOD. A01 MOD. B02 MOD. C03 MOD. D02 MOD. F03 MOD. B01 MOD. BC100i MOD. CD5i MOD. EF5i MOD. H02 Copyright by DISAN S.r.l. Disegni tecnici e layout:

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

una boccata d ossigeno

una boccata d ossigeno Offrite al vostro motore una boccata d ossigeno Il vostro Concessionario di zona è un professionista su cui potete fare affidamento! Per la vostra massima tranquillità affidatevi alla manutenzione del

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE E d i z i o n e 1 d a t a t a A P R I L E 1 9 9 5 POOL AZIENDE SERVIZIO SICUREZZA GAS 53 52 51 50 49 48 47 46 351

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

ASPIRAPOLVERE CENTRALIZZATI. un mondo di benessere

ASPIRAPOLVERE CENTRALIZZATI. un mondo di benessere ASPIRAPOLVERE CENTRALIZZATI un mondo di benessere igiene e comfort all insegna della semplicità Centrale aspirante Le fotografie sopra riportate sono puramente indicative 2 Tubazione in pvc sottopavimento

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento GRUNDFOS WASTEWATER Pompe per drenaggio e prosciugamento Pompe per drenaggio e prosciugamento altamente efficienti tecnologicamente all avanguardia Grundfos offre una gamma completa di pompe per per drenaggio

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Thermo Electron LED GmbH Robert-Bosch-Straße 1 D - 63505 Langenselbold Germania

Thermo Electron LED GmbH Robert-Bosch-Straße 1 D - 63505 Langenselbold Germania 2012 Thermo Fisher Scientific Inc. Tutti i diritti riservati. Le presenti istruzioni per l uso sono protette da copyright. Tutti i diritti risultanti, in particolare i diritti legati alla ristampa, all

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari,

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari, LV LIVELLI VISIVI SERIE MULTICONTR TICONTROL OL I Livelli Visivi danno la possibilità di controllare in ogni istante il livello del liquido in modo chiaro e preciso. Il principio utilizzato è quello dei

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO

APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO APPARECCHI DA TAVOLO E DA PAVIMENTO SERIE: CILINDRO QI 220 Volt Tri APPARECCHIO da TAVOLO o da PAVIMENTO VERSIONI, ACCESSORI e DIMENSIONI CILINDRO.QI 220 Volt Tri Piccolo apparecchio in ottone da porre

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Aria pulita. per una. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano.

Aria pulita. per una. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano. Aria pulita per una cas sana. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano. FERRAMENTA PER FINESTRE SERRATURE DI SICUREZZA

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli