Ex d. Istruzioni di esercizio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ex d. Istruzioni di esercizio"

Transcript

1 Ex d Istruzioni di esercizio per la Zona 1 e la Zona 2 Documento nr.: D0002 Versione: 01 agosto 2011/Rev. 0

2 Istruzioni di esercizio per la Zona 1 e la Zona 2 Tipo: /0 Documento nr.: D0002 Versione: 01 agosto 2011 / Rev. 0 Indice Pagine Italiano 1-36 Dichiarazione di conformità CE Appendice Certificazione CE di collaudo per tipi BARTEC GmbH Tel.: Max-Eyth-Straße 16 Fax: Bad Mergentheim Germania Riserva: ci riserviamo di effettuare modifiche tecniche. Variazioni, omissioni ed errori di stampa non motivano alcuna rivendicazione risarcitoria.

3 Indice 1 Sicurezza Il presente manuale Lingue Manipolazione del prodotto Impiego conforme allo scopo prefissato Esclusività dell'impiego previsto Impiego difforme dallo scopo prefissato Obblighi del responsabile di gestione Note di sicurezza Note generali di sicurezza Note di sicurezza per l'esercizio Norme rispettate Identificazione e certificazione di collaudo Garanzia 5 2 Descrizione del prodotto Classe di protezione anti innesco blindatura resistente alla pressione 6 3 Montaggio Posizioni di montaggio Montaggio del contattore pilota Ex d da 4 kw e da 7,5 kw Montaggio contattore pilota Ex d da 11 kw e da 18 kw 7 4 Allacciamenti Note di sicurezza concernenti la parte elettrica Norma di cablaggio attinente al contattore pilota Ex d Allacciamento elettrico del contattore pilota Ex d 9 5 Conduzione 10 6 Messa in esercizio Procedimento per la messa in esercizio 11 7 Esercizio Sicurezza durante la fase di esercizio Esercizio del contattore pilota Ex d 12 8 Manutenzione e preservazione Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione 13 9 Disfunzione e ricerca guasti Dati tecnici Numeri d'ordine Appendice Dimensioni e schemi di foratura kw e 7,5 kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 11 kw kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 18 kw Dichiarazioni di conformità e omologaizoni Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw 26 Con riserva di modifiche tecniche.

4 Sicurezza 1 Sicurezza 1.1 Il presente manuale I s t r u z i o n i d i e s e r c i z i o Consultare ed osservare tassativamente la presente documentazione, ed in particolare questo capitolo, prima di effettuare il montaggio e la messa in esercizio del contattore pilota Ex d. Il presente manuale contiene le informazioni necessarie per l'utilizzo del contattore pilota Ex d in conformità con lo scopo prefissato. Esso si rivolge a personale tecnicamente qualificato. La conoscenza e la conversione in pratica tecnologicamente perfetta delle annotazioni di sicurezza e delle osservazioni di allerta descritte nel presente manuale costituiscono presupposto per l'installazione e la messa in marcia scevre da pericoli. Solo personale qualificato dispone delle necessarie cognizioni specialistiche nell'interpretare correttamente e nel convertire in pratica le osservazioni di sicurezza ed allerta fornite da questa documentazione in senso generale. Il presente manuale costituisce parte integrante dell'ambito di fornitura, e ciò anche qualora - per motivi logistici - sia stata prevista la possibilità di un ordinativo e di una fornitura separati. Qualora si necessiti di ulteriori informazioni, raccomandiamo di richiederle alla vostra filiale BARTEC in loco ovv. di competenza. Nella documentazione, le posizioni particolarmente importanti sono identificate tramite una simbologia di allerta: P E R I C O L O PERICOLO identifica un rischio che può comportare morte o gravi lesioni qualora esso non sia evitato. A V V E R T E N Z A AVVERTENZA identifica un rischio che può comportare morte o gravi lesioni qualora non sia evitato. A T T E N Z I O N E ATTENZIONE identifica un rischio che può comportare lesioni qualora non sia evitato. A V V I S O AVVISO identifica contromisure atte ad evitare danni alle cose. N o t a Note ed informazioni importanti per la manipolazione efficace, economica e rispettosa dell'ambiente. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 1 di 34

5 Sicurezza Lingue 1.2 Manipolazione del prodotto N o t a Le istruzioni di esercizio in originale sono redatte in lingua tedesca. Tutte le altre lingue disponibili sono costituite da traduzioni derivanti dalle istruzioni di esercizio in originale. Le istruzioni di esercizio sono disponibili in diverse lingue. Al prodotto è allegato un set di istruzioni di esercizio in lingua tedesca, inglese, francese, italiana, spagnola e russa. Qualora siano necessarie altre lingue, esse andranno richieste alla BARTEC o indicate in fase di conferimento dell'ordinativo. Il prodotto descritto nelle presenti istruzioni di esercizio ha lasciato la fabbrica in una condizione perfetta e collaudata sotto l'aspetto della tecnologia di sicurezza. Per conservare tali condizioni e conseguire un esercizio corretto e sicuro del presente prodotto, ne è possibile solo un utilizzo nel modo descritto dal Costruttore. Inoltre, l'ineccepibile e sicuro esercizio di questo prodotto presuppone un trasporto e uno stoccaggio a regola d'arte nonché una conduzione accurata. Il montaggio in sicurezza e scevro da difetti del contattore pilota Ex d nell'alloggiamento dotato di blindatura contro la sovrappressione costituisce presupposto per una modalità di lavoro scevra da difetti e corretta. 1.3 Impiego conforme allo scopo prefissato Esclusività dell'impiego previsto Impiego difforme dallo scopo prefissato Il contattore pilota Ex d serve esclusivamente come contattore a certificazione separata per la tensione di erogazione relativa ad alloggiamenti dotati di blindatura contro la sovrappressione ed è previsto per l'utilizzo nell'ambito del Gruppo antideflagrante II, Categoria 2G, 3G e Classe termica T4 ovv. T6. Occorre prestare attenzione ai dati di esercizio ammissibili per l'unità impiegata. Qualsiasi altro utilizzo si considera quale difforme dallo scopo prefissato e può comportare danneggiamenti ed infortuni. Il Costruttore non risponde delle conseguenze di un utilizzo esulante dallo scopo prefissato in via esclusiva. 1.4 Obblighi del responsabile di gestione Il responsabile di gestione si fa obbligo di far operare con il contattore pilota Ex d solo personale che: si sia familiarizzato con le prescrizioni fondamentali concernenti Sicurezza e Prevenzione degli infortuni e sia edotto circa l'utilizzo del contattore pilota Ex d; abbia consultato e compreso quanto alla documentazione, al capitolo Sicurezza ed alle Note di allerta; Il responsabile di gestione verifica il rispetto delle prescrizioni di sicurezza e di prevenzione degli infortuni vigenti per il caso applicativo correlato. Pagina 2 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

6 Sicurezza 1.5 Note di sicurezza Note generali di sicurezza Note di sicurezza per l'esercizio Soffregare solo ad umido apparecchiature poste in area classificata a rischio di esplosione! Non aprire apparecchiature in area classificata a rischio di esplosione. Prestare attenzione alle Normative o Direttive di Legge di carattere generale ed inerenti a sicurezza sul lavoro, prevenzione degli infortuni e salvaguardia ambientale, ad es. Ordinanza sulla sicurezza di esercizio (BetrSichV) ovv. le ordinanze vigenti a livello nazionale. In considerazione del rischio di scariche elettrostatiche pericolose, indossare abbigliamento e calzature idonee. Evitare gli effetti del calore posti al di fuori del campo termico specificato (v. Capitolo Dati tecnici ). Evitare gli effetti esercitati dalla presenza di umidità. Manutenzione periodica Per impianti elettrici occorre tenere presenti le disposizioni specifiche di installazione ed esercizio (ad es. Direttiva 99/92/CE, Direttiva 94/9/CE, BetrSichV ovv. le prescrizioni aventi validità a livello nazionale IEC nonché la serie DIN VDE 0100)! Per lo smaltimento, osservare le prescrizioni nazionali inerenti ai rifiuti. Manutenzione Con un esercizio appropriato, tenendo presenti le istruzioni di montaggio e le condizioni ambientali non è necessaria alcuna manutenzione continuativa. Vedere in proposito quanto al Capitolo Manutenzione e preservazione. Ispezione In base ad IEC ed IEC , il responsabile di gestione di impianti elettrici in aree classificate a rischio di esplosione è tenuto a farne verificare le corrette condizioni tramite elettricista specializzato. Riparazioni Le riparazioni su mezzi di esercizio antideflagranti possono essere effettuate solo da personale a ciò autorizzato, con l'impiego di parti di ricambio originali ed in base allo stato dell'arte. Vanno rispettate le prescrizioni vigenti a tale proposito. Messa in esercizio Prima della messa in esercizio è necessario accertare la disponibilità di tutti i componenti e della documentazione. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 3 di 34

7 Sicurezza 1.6 Norme rispettate Il contattore pilota Ex d risponde alla Direttiva 94/9/CE per apparecchiature e sistemi di protezione a fronte di un impiego conforme entro aree classificate a rischio di esplosione (Direttiva ATEX). Sulla base di detta Direttiva si applicano le seguenti Norme quali prescrizione di base per il contattore pilota Ex d: Norma EN :2006 Denominazione Mezzi di esercizio elettrici per ambienti classificati a rischio di esplosione da gas - Parte 0: Norme generali EN :2007 Atmosfera suscettibile di esplosione - Parte 1: Protezione delle apparecchiature tramite blindatura resistente alla pressione d EN :2007 Atmosfera suscettibile di esplosione - Parte 7: Protezione delle apparecchiature tramite sicurezza aumentata e EN : A1:2004 EN 60529: A1:2000 EN 62208:2003 EN 60445:2007 Combinazioni di apparecchiature di commutazione a bassa tensione Parte 1: Combinazioni omologate per tipi e parzialmente omologate per tipi Classi di protezione tramite alloggiamenti (codice IP) Alloggiamenti vuoti per combinazioni di apparecchiature di commutazione a bassa tensione - Requisiti generali Norme di base e di sicurezza per interfaccia uomomacchina Identificazione degli allacciamenti di mezzi di esercizio elettrici, terminali di conduttori e conduttori allacciati 1.7 Identificazione e certificazione di collaudo Sull'unità sono applicate le seguenti identificazioni inerenti alla protezione antideflagrante (Ex) ed alla certificazione di collaudo: II 2G Ex e d IIC T4 PTB 03 ATEX 1024 PTB 03 ATEX 1138 Pagina 4 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

8 Sicurezza 1.8 Garanzia A V V E R T E N Z A Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee a causa di modifiche o ristrutturazioni del contattore pilota Ex d non approvate dal Costruttore. La protezione antideflagrante nonché la concezione e l'allestimento conforme ai requisiti ed alla sicurezza non sono più garantiti. Prima di effettuare modifiche e ristrutturazioni, prendere contatto con il Costruttore ed ottenerne un'approvazione scritta. Impiegare solo parti di ricambio / parti di usura originali. N o t a Assunzione delle prestazioni di garanzia ll Costruttore assume la prestazione di garanzia integrale solo ed esclusivamente in relazione alle parti di ricambio ad esso ordinate. In linea fondamentale fanno fede le nostre Condizioni generali di vendita e fornitura. Esse sono disponibili al responsabile di gestione al più tardi a partire dalla stipula del contratto. Le rivendicazioni di garanzia e di responsabilità per il caso di danni a persone e cose restano escluse qualora siano riconducibili ad una o più delle cause che seguono. Impiego del contattore pilota Ex d difforme dallo scopo prefissato. Montaggio, messa in marcia, conduzione e manutenzione inappropriati del contattore pilota Ex d. Inosservanza delle note riportate nel manuale in relazione a trasporto, stoccaggio, montaggio, messa in esercizio, conduzione e manutenzione. Modifiche costruttive arbitrarie presso il contattore pilota Ex d. Controllo lacunoso di parti soggette ad usura. Riparazioni effettuate in modo improprio. Eventi catastrofici dovuti all'azione di corpi estranei ed a forza maggiore. Sul contattore pilota Ex d ed i relativi accessori assumiamo una garanzia pari ad un anno a partire dalla data di spedizione dallo stabilimento di Bad Mergentheim. Questa garanzia si estende a tutti i componenti della fornitura ed è limitata alla sostituzione gratuita od alla riparazione di componenti difettosi presso il nostro stabilimento di Bad Mergentheim. A tale proposito occorre conservare per quanto possibile gli imballi forniti. In caso di necessità, la merce ci va inoltrata sulla base di concertazione scritta. Non sussiste rivendicazione relativa a migliorie da attuare presso il punto di installazione. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 5 di 34

9 Descrizione del prodotto 2 Descrizione del prodotto 2.1 Il contattore pilota Ex d viene impiegato per commutare in sicurezza flussi di corrente superiori a 5 A, ovv. alimentazione di rete 3+N, in aree classificate a rischio di esplosione. Il comando del contattore pilota è affidato ad un sistema di blindatura resistente alla sovrappressione (ad es. sistema di comando SILAS, sistema di comando APEX). A tale scopo, esso dispone di 4 contatti in commutazione a separazione galvanica in versione ridondante, costituiti da 2 contattori connessi in serie e separati fra loro. Tramite i 4 contatti in commutazione separati è possibile allacciare anche utenze in corrente trifase. Il contattore pilota Ex d è disponibile in diverse varianti con potenza differenziata. 2.2 Classe di protezione anti innesco blindatura resistente alla pressione Nella classe di protezione Ex d gruppi costruttivi, in grado di innescare un'atmosfera suscettibile di esplosione, sono disposti in un alloggiamento il quale - in caso di esplosione di una miscela suscettibile di deflagrazione - assorbe la pressione della stessa all'interno ed impedisce una trasmissione dell'esplosione all'atmosfera, suscettibile di esplosione, circostante l'alloggiamento stesso. Le fenditure tecnologicamente necessarie hanno una conformazione così lunga e stretta che i gas caldi in fuoriuscita hanno già perduto la loro capacità di innesco al di fuori dell'alloggiamento. Le fenditure che risultano necessarie solo per il processo di allestimento possono essere incollate. Pagina 6 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

10 Montaggio 3 Montaggio 3.1 Posizioni di montaggio Il contattore pilota Ex d consiste di un alloggiamento resistente alla pressione e di un alloggiamento di attacco Ex e il quale, a scelta, può essere assemblato in corrispondenza della parete esterna oppure all'interno dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Il contattore pilota Ex d è indipendente dalla posizione e può quindi essere assemblato in orizzontale od in verticale. N o t a Il materiale di montaggio per il contattore pilota Ex d non è compreso nell'ambito di fornitura. 3.2 Montaggio del contattore pilota Ex d da 4 kw e da 7,5 kw Per il montaggio del contattore pilota Ex occorre praticare presso il punto di montaggio previsto 4 fori filettati M8. Per le dimensioni si rimanda allo schema di foratura riportato in appendice. Montaggio: praticare i fori filettati M8; collocare in posizione il contattore pilota Ex d ; applicare ai fori di montaggio i bulloni unitamente ad anello di sicurezza; fissare saldamente il contattore pilota Ex d. 3.3 Montaggio del contattore pilota Ex d da 11 kw e da 18 kw Per il montaggio del contattore pilota Ex d occorre praticare, presso il punto di montaggio previsto, 2 fori filettati M12. Per le dimensioni si rimanda allo schema di foratura riportato in appendice. Montaggio: praticare i fori filettati M12; collocare in posizione il contattore pilota Ex d ; applicare ai fori di montaggio i bulloni unitamente ad anello di sicurezza; fissare saldamente il contattore pilota Ex d. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 7 di 34

11 Allacciamenti 4 Allacciamenti 4.1 Note di sicurezza concernenti la parte elettrica P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto ad attività su componenti sotto tensione. Pericolo di morte causato dalla corrente elettrica. Tenere presenti le 5 regole di sicurezza per attività su impianti elettrici: disinserire; porre in sicurezza contro un riavviamento; accertare l'assenza di tensione; collegare a terra e cortocircuitare; coprire o delimitare i componenti adiacenti e posti sotto tensione. 4.2 Norma di cablaggio attinente al contattore pilota Ex d P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto all'apertura della copertura del contattore pilota Ex d entro atmosfera suscettibile di esplosione. Pericolo di esplosione. Prima di aprire il coperchio dell'alloggiamento verificare la presenza di gas esplosivi in atmosfera. A V V I S O Cortocircuiti dovuti a linee lasche o sporgenti nel contattore pilota Ex d. È possibile il danneggiamento dei gruppi costruttivi allacciati. Tutti i conduttori, anche quelli non necessari, vanno posati su morsetto. Posare le linee nell'interspazio posto fra sbarra di schermatura e morsetti di allacciamento. Verificare che le linee non siano lasche o sporgenti lateralmente/superiormente. Nel seguito viene descritto il procedimento per l'inserimento e la posa di linee di allacciamento presso il contattore pilota Ex d. Procedimento: rimuovere i bulloni presso il coperchio del vano di connessione Ex e e togliere il coperchio; inserire nel vano di connessione Ex e i cavi attraverso le giunzioni a vite per cavi; effettuare i collegamenti elettrici seguendo lo schema di allocazione di tali allacciamenti. Serrare i morsetti applicando una coppia di 0,4-0,6 Nm; posare gli attacchi di terra su morsetto PE; intercettare con i tappi correlati le giunzioni a vite per cavi non utilizzate; serrare le giunzioni a vite per cavi applicando una coppia di 3,0 Nm. collocare in posizione il coperchio presso il vano di allacciamento Ex e e serrare i dadi di ancoraggio (4 pezzi) applicando una coppia di 1,4 Nm. Pagina 8 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

12 Allacciamenti 4.3 Allacciamento elettrico del contattore pilota Ex d Il vano Ex e ( ) del contattore pilota Ex d ( ) serve da camera di connessione e da ripartitore di bloccaggio. In questo punto viene allacciata l'erogazione di tensione. Il contattore pilota Ex d alimenta l'unità di comando Ex p con la tensione di erogazione e abilita, in abbinamento con l'unità di comando Ex p, la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Legenda: - Contattore pilota (Ex d): Pos. Denominazione Funzione 1 Alloggiamento Ex d Sistema di comando tensione di erogazione 2 Alloggiamento di attacco Ex e Vano di allacciamento -1K1 Contattore 1 Abilitazione tensione di erogazione -1K2 Contattore 2 (ridondanza) Abilitazione tensione di erogazione F1 Fusibile Fusibile -1K1 e -1K2 F2 Fusibile Protezione unità di comando Ex p - Camera di allacciamento (Ex e): Morsetto Allacciamento Funzione 1 3 Tensione di erogazione L1, L2, L3 Erogazione di tensione 4 6 Tensione di erogazione L1, L2, L3 Erogazione di tensione Ex p 7 Ex p Fase L - sistema di comando Ex p N Neutro Neutro A 1 Ex p Abilitazione A 2 Ex p Abilitazione PE Allacciamento PE Messa a terra Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 9 di 34

13 Conduzione 5 Conduzione P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto all'apertura della copertura del contattore pilota Ex d entro atmosfera suscettibile di esplosione. Pericolo di esplosione. Prima di aprire il coperchio dell'alloggiamento verificare la presenza di gas esplosivi in atmosfera. Il contattore pilota Ex d costituisce parte integrante del sistema di comando Ex p e viene pilotato direttamente dall'unità di comando Ex p. Una conduzione diretta non è possibile. Pagina 10 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

14 Messa in esercizio 6 Messa in esercizio 6.1 Procedimento per la messa in esercizio Il contattore pilota Ex d costituisce parte integrante di un mezzo di esercizio Ex p. Il mezzo di esercizio Ex p è costituito a sua volta dall'alloggiamento resistente alla sovrappressione, dal sistema di comando Ex p e dal contattore pilota Ex d. Il contattore pilota Ex d è controllato dall'unità di comando Ex p ed abilita quindi la tensione di erogazione stabilita per l'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Sulla base dello schema di principio che segue, l'unità di comando Ex p è collegata con il contattore pilota Ex d ed abilita automaticamente la tensione di erogazione dopo il lavaggio e sussistendo una sovrappressione. Alloggiamento resistente alla sovrappressione Unità di comando Ex p Tensione di erogazione L'avviamento del mezzo di esercizio Ex p completo va effettuato sulla base delle istruzioni di esercizio correlate relative all'unità di comando Ex p. È necessario accertarsi che solo dopo il lavaggio e la sussistenza di una sovrappressione nell'alloggiamento resistente alla sovrappressione la tensione di erogazione sia abilitata tramite il contattore -1K1 e -1K2. D'altro canto, in caso di disfunzione - ad es. caduta di pressione - la tensione di erogazione deve essere disattivata automaticamente (diseccitazione dei contattori -1K1 e - 1K2). Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 11 di 34

15 Esercizio 7 Esercizio 7.1 Sicurezza durante la fase di esercizio P E R I C O L O Morte o grave lesione corporea a causa di sistema antideflagrante danneggiato. L'esercizio scevro da rischi del contattore pilota non è più possibile. Pericolo di esplosione 7.2 Esercizio del contattore pilota Ex d Disconnettere il contattore pilota Ex d e proteggerlo contro una sua riaccensione. Il contattore pilota Ex d è un componente di un sistema di comando Ex p ed attiva ovv. disattiva la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. A mezzo di esercizio Ex p attivato, l'unità di comando Ex p abilita, una volta effettuato il lavaggio e sussistendo una sovrappressione nell'alloggiamento resistente alla sovrappressione, la tensione di erogazione tramite il contattore pilota Ex d. Qualora abbia luogo una perdita di carico entro l'alloggiamento resistente alla sovrappressione, il contattore pilota Ex d viene disattivato tramite l'unità di comando Ex p e la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione è disconnessa automaticamente. Sul contattore pilota Ex d non è possibile effettuare impostazioni o fasi di conduzione. Pagina 12 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

16 Manutenzione e preservazione 8 Manutenzione e preservazione N o t a Fermi restando installazione, esercizio a regola d'arte e rispetto delle condizioni ambientali non è necessaria alcuna manutenzione regolare. A titolo di raccomandazione vale quanto segue: una verifica sulla base della Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione è raccomandata una volta l'anno. 8.1 Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione Pos. Punto di controllo 1 Controllo visivo di danneggiamenti Messa in esercizio OK 2 Installazione del contattore pilota Ex d n/a 3 Verifica del cablaggio secondo le Direttive specifiche n/a 4 Tensione di allacciamento delle singole apparecchiature coincidente con la tensione di rete n/a 5 Assorbimento di potenza complessivo della apparecchiature al di sotto del potere di apertura n/a massimo dell'unità di comando 6 Controllo funzionale del contattore pilota Ex d effettuato 7 Presenza della targhetta sec. EN presso l'alloggiamento 8 Controllo di adesione del contattore Manutenzione OK Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 13 di 34

17 Disfunzioni e ricerca guasti 9 Disfunzione e ricerca guasti Si presuppone che l'allacciamento di tutte le apparecchiature elettriche e meccaniche esterne sia stato effettuato a regola d'arte. Pertanto è opportuno che siano in primo luogo verificati la struttura e l'allacciamento corretti delle apparecchiature elettriche. N o t a La tabella che segue, corredata da descrizione delle disfunzioni e da note sulle cause possibili presuppone un montaggio a regola d'arte ed un corretto allacciamento dei componenti. Disfunzione Causa possibile Rimedio La tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione non è attivata La tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione non viene disattivata in caso di avaria Erogazione di tensione dell'unità di comando Ex p non sussistente Tensione di rete non sussistente. Assenza di abilitazione dall'unità di comando Ex p. Il contattore interno non si commuta. Fusibile F1 difettoso. L'abilitazione dell'unità di comando Ex p non si diseccita. Contattore e contattore ridondante saldati. Fusibile F2 difettoso. Mancata sussistenza della tensione di erogazione trifase + N. Controllare la linea di alimentazione della tensione di rete. Verificare l'abilitazione dell'unità di comando Ex p. Effettuare il controllo funzionale del contattore. Sostituire il fusibile. Verificare il sistema di comando Ex p. Sostituire i contattori. Sostituire il fusibile. Verificare la tensione di erogazione e collegarla correttamente. Pagina 14 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

18 Dati tecnici 10 Dati tecnici Varianti 4 kw 7,5 kw 11 kw 18 kw Identificazione ATEX II 2G Ex d e IIC T4 Certificazione di prova tipo /. PTB 03 ATEX 1138 tipo /. PTB 03 ATEX 1024 Classe di protezione IP 65 Tensione di esercizio di targa Ue Campo di frequenza di targa 690 V Hz Temperatura ambiente Esercizio -20 C + 40 C Sezione trasversale max di conduttore, morsetti di allacciamento Giunzioni a vite per cavi 4 mm² 4 mm² 16 mm² 35 mm² 2 x M25 1 x M20 2 x M25 1 x M20 2 x M32 1 x M20 2 x M50 1 x M20 Corrente di esercizio di targa Ie/AC-1 Ue max 690 V 20 A 20 A 30 A 50 A Corrente di esercizio di targa Ie/AC-3 Ue V 9 A 18 A 26 A 38 A Potenza di targa, esercizio AC V 2,2 kw 4 kw 6,5 kw 11 kw V 4 kw 7,5 kw 11 kw 18 kw Protezione contro il cortocircuito sec. tipo 2 per contattori senza relè di sovraccarico termico senza salvamotore Ue < 500 V AC fusibile gg 20 A 20 A 25 A 50 A Materiale alloggiamento Ex d Materiale alloggiamento di raccordo Ex e Alluminio verniciato, simile a RAL 7016 Alluminio verniciato, simile a RAL 7001 Alluminio verniciato, simile a RAL 7032 Lamierato di acciaio verniciato, simile a RAL 7032 Fusibile contattore (F1) 2,0 AT 2,0 AT 2,0 AT 2,0 AT Fusibile blindatura resistente alla sovrappressione (F2) 4,0 AT 4,0 AT 4,0 AT 4,0 AT Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 15 di 34

19 Numeri d'ordine 11 Numeri d'ordine 11.1 Varianti Numeri d'ordine 4 kw /0292 7,5 kw / kw / kw /0248 Pagina 16 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

20 Appendice 12 Appendice 12.1 Dimensioni e schemi di foratura kw e 7,5 kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 17 di 34

21 Appendice kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 11 kw Pagina 18 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

22 Appendice kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 18 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 19 di 34

23 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13 Dichiarazioni di conformità e omologaizoni 13.1 Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Pagina 20 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

24 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.2 Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 21 di 34

25 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.3 Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Pagina 22 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

26 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 23 di 34

27 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 24 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

28 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 25 di 34

29 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.4 Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Pagina 26 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

30 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 27 di 34

31 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 28 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

32 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 29 di 34

33 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 30 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

34 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 31 di 34

35 Appunti Pagina 32 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

36 Appunti Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 33 di 34

37 Appunti Pagina 34 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

38 BARTEC protegge le persone e l ambiente con la sicurezza di componenti, sistemi ed impianti. BARTEC GmbH Germania Max-Eyth-Straße Bad Mergentheim Telefono: Fax: D /11-BARTECWerbeAgentur

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2 Istruzioni per l uso Interruttore salvamotore > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 2.1 Costruttore...2 2.2 Dati relativi alle istruzioni per l uso...2 2.3 Conformità a norme e disposizioni...3

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Istruzioni per l'uso Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 3 Avvertenze per la sicurezza...3 4 Conformità alle norme...3 5 Funzione...4 6 Dati

Dettagli

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Istruzioni per installazione 485PB-SMC-NR-IIT082310 98-00010410 Versión 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Informazioni relative a queste

Dettagli

Presa da muro SolConeX, 16 A

Presa da muro SolConeX, 16 A Presa da muro SolConeX, 16 A Istruzioni per l uso Altre lingue www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Informazioni relative alle istruzioni per l uso...3 1.3

Dettagli

Istruzioni per l uso e la manutenzione di motori per atmosfere potenzialmente esplosive Serie PE

Istruzioni per l uso e la manutenzione di motori per atmosfere potenzialmente esplosive Serie PE ELECTRO ADDA S.p.A COSTRUZIONI ELETTROMECCANICHE 23883 BEVERATE di BRIVIO (LECCO) ITALY Via Nazionale, 8 Tel. 039 / 5320621 Fax 039 / 5321335 E-mail electro.adda@electroadda.it Istruzioni per l uso e la

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Avvisatore acustico > 8493/11-2.

Istruzioni per l'uso. Avvisatore acustico > 8493/11-2. Istruzioni per l'uso Avvisatore acustico > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 3 Avvertenze per la sicurezza...3 4 Conformità alle norme...3 5 Funzione...3 6 Dati tecnici...4 7 Disposizione

Dettagli

Scatola di derivazione

Scatola di derivazione Scatola di derivazione 8146/1 8146/2 Istruzioni per l uso Altre lingue www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Dati relativi al manuale d uso...2 1.3 Conformità

Dettagli

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico.

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. R35/8G R60/8G R120/3G IT Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. Istruzioni per l uso Indice Introduzione... 4 Garanzia... 4 Istruzioni

Dettagli

Accessori per Sunny Central COMMUNICATION BOX (COM-B)

Accessori per Sunny Central COMMUNICATION BOX (COM-B) Accessori per Sunny Central COMMUNICATION BOX (COM-B) Descrizione tecnica COM-B-TIT084210 98-4011210 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Dettagli del prodotto..............................

Dettagli

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando Potenziometro per montaggio nel 8455 Istruzioni per l uso Additional languages www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Informazioni relative alle istruzioni per

Dettagli

QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE

QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE 1 Febbraio 2005 Rev. 2 QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE 1 INDICE 1- Istruzione per la messa in opera 1.1 Ispezione al ricevimento.3 1.2 Immagazzinamento

Dettagli

PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO

PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO ISTRUZIONI DI SERVIZIO PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO 12/2001-1 - Indicazioni sulle misure di sicurezza ed istruzioni speciali per i motori trifase, motori autofrenanti, motori

Dettagli

Soluzioni a incapsulamento pressurizzato APEX, SILAS, APC e SPC e relative applicazioni

Soluzioni a incapsulamento pressurizzato APEX, SILAS, APC e SPC e relative applicazioni Sistemi Ex p Soluzioni a incapsulamento pressurizzato APEX, SILAS, APC e SPC e relative applicazioni Riserva Ci riserviamo di apportare modifiche tecniche. Variazioni, omissioni ed errori di stampa non

Dettagli

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000 OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000 1. DESCRIZIONE STRUMENTO Gli interruttori magnetici sono utilizzati per essere montati sui lati esterni degli

Dettagli

Unità di monitoraggio oscillazione modello 640

Unità di monitoraggio oscillazione modello 640 Unità di monitoraggio oscillazione modello 640 Velocità di oscillazione (mm/s, rms) Uscita di corrente analogica: 4...20 ma Range frequenza: 10 Hz...1000 Hz Istruzioni per l'uso Italiano Istruzioni per

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Resistenza elettrica EHE. per il personale specializzato. Resistenza elettrica EHE

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Resistenza elettrica EHE. per il personale specializzato. Resistenza elettrica EHE Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Resistenza elettrica EHE 6 kw e 12 kw per l'installazione nel bollitore Avvertenze sulla validità all'ultima pagina Resistenza

Dettagli

Dimensioni. Allacciamento elettrico

Dimensioni. Allacciamento elettrico Dimensioni 55 27 Altezza del campo protettivo Lunghezza alloggiamento 85 28 52 Codifica d'ordine Barriera luminosa di sicurezza con 2 uscite semiconduttore separate e a prova di errore Allacciamento elettrico

Dettagli

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza.

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza. KEYSTONE Il presente manuale è parte integrante del Manuale di istruzioni e funzionamento dell attuatore EPI 2 base (riferimento documento EBPRM-0091-IT). Indice 1 Modulo Opzionale OM3: Modulo Interfaccia

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC

SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC SIMOVERT MASTER DRIVES Filtro anti radiodisturbi Filtro EMC Istruzioni di servizio Edizione: AC Nr. d ordinazione: 6SE7087-2CX87-0FB0 Di queste istruzioni di servizio sono fornibili edizioni nelle seguenti

Dettagli

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 /./I/ Rivelatore di fumo Typo RM-O-VS-D con sensore di portata per il controllo delle serrande tagliafuoco e tagliafumo Omologato dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Z-78.-7 TROX Italia

Dettagli

DVG-H / DVG-V. F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE

DVG-H / DVG-V. F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE DVG-H / DVG-V F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) DVG-H/F400 DVG-V/F400 MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE Indice 1 Applicazioni... 3 2 Descrizione tecnica... 3 3 Trasporto e immagazzinamento...

Dettagli

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2 Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole Esecuzione per H 2 8.12 Printed in Germany Edition 02.10 Nr. 225 703 1 6 Caratteristiche tecniche Il H 2 è un apparecchio compatto di controllo di tenuta

Dettagli

Barriera da campo Ex d/ex i Tipo 3770

Barriera da campo Ex d/ex i Tipo 3770 Barriera da campo Ex d/ Tipo 770 Figura 1 Tipo 770 montato su posizionatore HART Tipo 780 Edizione Gennaio 1999 Istruzioni operative e di montaggio EB 879 it 1. Costruzione e funzionamento La barriera

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

Serbatoi di rievaporazione FV e RV Istruzioni di installazione e manutenzione

Serbatoi di rievaporazione FV e RV Istruzioni di installazione e manutenzione 3.325.5275.100 IM-P404-10 AB Ed. 2 IT - 2002 Serbatoi di rievaporazione FV e RV Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza 2. Informazioni specifiche di prodotto

Dettagli

Manuale. MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni. Edizione 06/2007 11469048 / IT

Manuale. MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni. Edizione 06/2007 11469048 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi MOVITRAC B Disinserzione sicura Condizioni Edizione 06/2007 11469048 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002 Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T400 MOZELT GmbH & Co. KG Ai fini della sicurezza, sono assolutamente da seguire le seguenti avvertenze e raccomandazioni prima della messa in funzione!

Dettagli

Monitoraggio dell'impianto Anemometro

Monitoraggio dell'impianto Anemometro Monitoraggio dell'impianto Anemometro Istruzioni per l installazione Windsensor-IIT101010 98-0025610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze sull'impiego di queste istruzioni...........

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Caratteristiche principali Il contattore LOGO TL-AFS 19, di piccole dimensioni e notevole portata, è realizzato per i settori della trazione e della movimentazione

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 per Vitocell 100-W, tipo CVUC-A Avvertenze sulla sicurezza Si prega di

Dettagli

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm Dimensioni M12x1 4 17 32 35 0102 LED Codifica PEPPERL+FUCHS NCB2-12GM35-N0 Caratteristiche Linea comfort 2 mm allineato Applicabile fino a SIL 2 secondo IEC 61508 Allacciamento Schema elettrico N / N0

Dettagli

foratrice FAMUP FDR25L

foratrice FAMUP FDR25L foratrice FAMUP FDR25L 0 INDICE INTRODUZIONE Questo manuale di istruzioni è indirizzato all utente della macchina e contiene tutte le informazioni che riguardano l installazione, l uso e la manutenzione,

Dettagli

MSI-SR4 Moduli di sicurezza

MSI-SR4 Moduli di sicurezza MSI-SR4 Moduli di sicurezza IT 2010/11-607395 Con riserva di modifiche tecniche IMPLEMENTAZIONE E FUNZIONAMENTO SICURI Istruzioni per l'uso originali Circuito di sicurezza sequenziale e circuito di controllo

Dettagli

Istruzioni per l uso. Lampada a sospensione > 6470

Istruzioni per l uso. Lampada a sospensione > 6470 Istruzioni per l uso Lampada a sospensione > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 3 Istruzioni di sicurezza generali...3 4 Campo di impiego previsto...4 5 Dati tecnici...5 6 Trasporto, stoccaggio

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Edizione 07.2014 610.00260.60.600 Manuale d'uso originale Italiano Istruzioni per l'uso Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Indice 1 Riguardo alle presenti istruzioni... 3 1.1 Conservazione della

Dettagli

P-CHARGE STAND-ALONE La stazione di ricarica universale per veicoli elettrici

P-CHARGE STAND-ALONE La stazione di ricarica universale per veicoli elettrici P-CHARGE STAND-ALONE La stazione di ricarica universale per veicoli elettrici Conservare in un posto sicuro ed a portata di mano per riferimento futuro! P-CHARGE STAND-ALONE La stazione di ricarica universale

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti

Dettagli

Istruzioni per l'installazione

Istruzioni per l'installazione Istruzioni per l'installazione Equipaggiamento base del sistema ISOBUS con presa posteriore (senza Tractor-ECU) Stato: V2.20150126 30322554-02-IT Leggere il presente manuale d'uso ed osservare le indicazioni

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

Istruzioni per l'installazione e la manutenzione

Istruzioni per l'installazione e la manutenzione Istruzioni per l'installazione e la manutenzione Per il tecnico qualificato Istruzioni per l'installazione e la manutenzione VRT 35 IT Editore/produttore Vaillant GmbH Berghauser Str. 40 D-42859 Remscheid

Dettagli

Testo 552 - Vacuometro. Istruzioni per l'uso

Testo 552 - Vacuometro. Istruzioni per l'uso Testo 552 - Vacuometro Istruzioni per l'uso Indice Indice 1 Sicurezza e smaltimento... 1 1.1 Questo manuale... 1 1.2 Sicurezza... 1 1.3 Smaltimento... 2 2 Dati tecnici... 3 3 Descrizione dello strumento...

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

Motore C20 per finestra THERMO

Motore C20 per finestra THERMO Motore C20 per finestra THERMO Note: Si raccomanda di leggere con attenzione e comprendere le istruzioni allegate ad ogni motore prima di procedere con l'installazione e seguirle attentamente per ottenere

Dettagli

VOLT POT 1K R 220. OPEN FOR 60 Hz STAB. Regolatori R 220. Installazione e manutenzione

VOLT POT 1K R 220. OPEN FOR 60 Hz STAB. Regolatori R 220. Installazione e manutenzione VOLT POT 1K 110 0V E+ E- OPEN FOR 60 Hz STAB Questo è il manuale del regolatore di alternatore che avete appena acquistato. Ora, desideriamo richiamare la vostra attenzione sul contenuto di questo manuale

Dettagli

706292 / 00 11 / 2012

706292 / 00 11 / 2012 Istruzioni per l uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sensori di temperatura ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) gruppo II, categoria di apparecchi 3D/3G

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SED (AR2 SE ) ISTRUZII PER IL MTAGGIO E LA MANUTENZIE 1. NOTE GENERALI 1 2. DATI TECNICI 2 3. MTAGGIO 2. COLLEGAMENTI ELETTRICI 3 5. TARATURE 5.1 FINE CORSA 5.2 MICROINTERRUTTORI

Dettagli

00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 00MK-MA0110-IT00 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Sistema con Triangoli per tetti piani Rev.02 Febbraio 2014 Indice Disposizioni generali 2 Disposizioni generali di sicurezza 3 Sistema con Triangoli per tetti

Dettagli

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com

Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26. Tecnica d ammortizzo. CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D. F m. www.weforma.com Deceleratori per Ascensori ADS-ST-26 Tecnica d ammortizzo CALCOLO on-line e download CAD 2D / 3D F m V S Vantaggi Applicazioni: - Ascensori per persone e per carichi Sicurezza: - Interruttore di posizione

Dettagli

Flussostato per liquidi

Flussostato per liquidi 594 59P0 Flussostato per liquidi Per liquidi nelle tubazioni di DN 0 00. QE90 Portata contatti: Pressione nominale PN5 max. 30 AC, A, 6 A max. 48 DC, A, 0 W Contatto pulito tipo reed (NO / NC) Custodia

Dettagli

G9S. Modelli disponibili. Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza

G9S. Modelli disponibili. Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza Dimensioni ridotte: 2 uscite: 22,5 mm; 3 uscite: 68 mm; 5 uscite: 91 mm. Oltre ai modelli

Dettagli

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT Ventilatori a canale Gruppo articoli 1.60 Istruzioni di installazione per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase Conservare con cura per l utilizzo futuro! I212/06/02/1 IT

Dettagli

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254 15975197IT (12/2014) Istruzioni di Installazione e Uso www.sulzer.com 2 Istruzioni di Installazione e Uso ABS Pannello di controllo CP 151 153 253 254 Sommario 1 Informazioni generali... 3 1.1 Unità di

Dettagli

SET RUBINETTO D ARRESTO AD INCASSO RAUTITAN GAS ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

SET RUBINETTO D ARRESTO AD INCASSO RAUTITAN GAS ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO SET RUBINETTO D ARRESTO AD INCASSO RAUTITAN GAS ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Rispettare sempre le prescrizioni della norma UNI TS 11343 e le istruzioni contenute nell edizione aggiornata delle Informazioni

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

Istruzioni di montaggio e installazione

Istruzioni di montaggio e installazione 1.26 1.45 TIP Aerotermi 1.57 Aerotermo con ventilatore trifase a 2 velocità Custodire con cura per l utilizzo futuro! Leggere con cura prima della messa in servizio! I 369/01/10/1 IT 1.57 TIP Aerotermi

Dettagli

D4BL. Modelli disponibili. Le porte di protezione restano bloccate fino al completo arresto delle macchine

D4BL. Modelli disponibili. Le porte di protezione restano bloccate fino al completo arresto delle macchine Le porte di protezione restano bloccate fino al completo arresto delle macchine Si blocca automaticamente quando viene inserita la chiave di azionamento. Incorpora un meccanismo di bloccaggio ad alta sicurezza

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

M-0. Ex e. Settori di impiego: DATI DI CERTIFICAZIONE OPERATORI DI COMANDO M-0603, M-0604 e M-0605. Classificazione: 94/9/EC Gruppo II Categoria 2GD

M-0. Ex e. Settori di impiego: DATI DI CERTIFICAZIONE OPERATORI DI COMANDO M-0603, M-0604 e M-0605. Classificazione: 94/9/EC Gruppo II Categoria 2GD M-0 La nuova serie Cortem di operatori di comando, controllo e segnalazione M-0 vengono installati quali accessori esterni di custodie e di quadri utilizzati in tutti gli ambienti industriali dove può

Dettagli

SISTEMI IDROTERMICI ELENCO CODICI INDICE

SISTEMI IDROTERMICI ELENCO CODICI INDICE SISTEMI IDROTERMICI COMPARATO UFFICI: VIALE DELLA LIBERTÀ, 5 LOCALITÀ FERRANIA 17014 CAIRO MONTENOTTE TEL: +9 019 510.71 r.a. FAX: +9 019 517.102 www.comparato.com info@comparato.com Unità di interfaccia

Dettagli

Manuale di installazione Quadri di stringa

Manuale di installazione Quadri di stringa Manuale di installazione Quadri di stringa 1 Versione 1.0 Svizzera IT Weidmüller Schweiz AG Rundbuckstrasse 2 8212 Neuhausen am Rheinfall Tel. +41 (0) 52 674 07 07 Fax +41 (0) 52 674 07 08 info@weidmueller.ch

Dettagli

FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest

FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest FUBE50000 Dispositivo di comando radio Secvest IT Istruzioni per l'installazione e per l'uso 14 Versione 1.0 BOM 12501666 Indice Introduzione... 104 Avvertenze sulla sicurezza... 105 Dotazione... 106

Dettagli

Compressori senza olio a pistone KK e pompe senza olio per vuoto a pistone KV

Compressori senza olio a pistone KK e pompe senza olio per vuoto a pistone KV Compressori senza olio a pistone KK e pompe senza olio per vuoto a pistone KV Istruzioni di montaggio e d'uso 0678106030L05 1411V002 Indice Informazioni importanti 1 Informazioni sul documento 2 1.1 Avvertenze

Dettagli

tornio GRAZIANO SAG210

tornio GRAZIANO SAG210 tornio GRAZIANO SAG210 0 INDICE INTRODUZIONE Questo manuale di istruzioni è indirizzato all utente della macchina e contiene tutte le informazioni che riguardano l installazione, l uso e la manutenzione,

Dettagli

Componenti di regolazione, collettori e cassette per collettori

Componenti di regolazione, collettori e cassette per collettori Componenti di regolazione, collettori e cassette per collettori Componenti di regolazione, collettori e cassette per collettori Panoramica dei componenti di regolazione Termostati Termostato ambiente a

Dettagli

Mensola per regolazione Vitotronic

Mensola per regolazione Vitotronic Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Mensola per regolazione Vitotronic Generatore a gasolio/gas a bassa pressione Avvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente

Dettagli

RU - STEEL I T A L I A

RU - STEEL I T A L I A GIUNTI LAMELLARI FLESSIBILI RU-STEEL Allegato ATEX 95 Indice: 1 Scelta del Giunto 2 Montaggio e allineamento 3 Controllo allineamento simultaneo 4 Protezione del Giunto 5 Intervalli di controllo 6 Disfunzioni

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio VITOCROSSAL 300. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio VITOCROSSAL 300. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Vitocrossal 300 Tipo CM3 Caldaia a gas a condensazione con bruciatore ad irraggiamento MatriX VITOCROSSAL 300 11/2014 Conservare dopo il

Dettagli

BISEI S.r.l. interventi di nuova Lottizzazione Via Stelvio ang. via Monterosa 20039 - VAREDO (MB)

BISEI S.r.l. interventi di nuova Lottizzazione Via Stelvio ang. via Monterosa 20039 - VAREDO (MB) BISEI S.r.l. interventi di nuova Lottizzazione Via Stelvio ang. via Monterosa 20039 - VAREDO (MB) IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE ESTERNA SPECIFICHE QUADRO ELETTRICO Settembre 2010 PROGETTO CLIMA Studio

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E IL MONTAGGIO MODULI FOTOVOLTAICI EXE SOLAR

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E IL MONTAGGIO MODULI FOTOVOLTAICI EXE SOLAR ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E IL MONTAGGIO MODULI FOTOVOLTAICI EXE SOLAR Disposizioni generali e misure di sicurezza Non danneggiare o graffiare le superfici in vetro, in particolare non esporre il

Dettagli

Trasmettitore di pressione a sicurezza intrinseca Per applicazioni in aree pericolose Modelli IS-20-S, IS-21-S, IS-20-F, IS-21-F

Trasmettitore di pressione a sicurezza intrinseca Per applicazioni in aree pericolose Modelli IS-20-S, IS-21-S, IS-20-F, IS-21-F Misura di pressione elettronica Trasmettitore di pressione a sicurezza intrinseca Per applicazioni in aree pericolose Modelli IS-20-S, IS-21-S, IS-20-F, IS-21-F Scheda tecnica WIKA PE 81.50 Ulteriori omologazioni

Dettagli

Alimentazione pellet con coclea flessibile

Alimentazione pellet con coclea flessibile Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Alimentazione pellet con coclea flessibile per Vitoligno 300-P Avvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente

Dettagli

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_003 rev.05 Pag. 1 DISPLAY A LED PER IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 TRASDUTTORE ASITA CVM-MINI MANUALE UTENTE italiano P_003 rev.05 Pag. 2 P_003 rev.05 Pag. 3 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 4 2. DESCRIZIONE

Dettagli

Manuale di istruzioni Sega a muro EX

Manuale di istruzioni Sega a muro EX Manuale di istruzioni Sega a muro EX Indice 005 10989048 it / 10.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici

Dettagli

Istruzioni per l uso tipo 5220. Sempre dalla giusta parte.

Istruzioni per l uso tipo 5220. Sempre dalla giusta parte. Istruzioni per l uso tipo 5220. Sempre dalla giusta parte. KaVo Elektrotechnisches Werk GmbH Wangener Straße 78 D-88299 Leutkirch Tel.: 0 75 61 / 86-150 Fax: 0 75 61 / 86-265 A 1 Informazioni per l utente...2

Dettagli

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 CH Indice Indice 1 Significato dei simboli e avvertenze di sicurezza....................... 3 1.1 Spiegazione dei simboli presenti nel libretto...................

Dettagli

Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50

Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50 Misura di temperatura elettrica Termoresistenza per misure superficiali Modello TR50 Scheda tecnica WIKA TE 60.50 per ulteriori omologazioni vedi pagina 9 Applicazioni Per la misura di temperature di superficiali

Dettagli

Istruzioni d uso e di montaggio

Istruzioni d uso e di montaggio Edizione 04.06 Istruzioni d uso e di montaggio Freno a molla FDW Classe di protezione IP 65 - modello protetto contro la polvere zona 22, categoria 3D, T 125 C (polvere non conduttiva) Leggere attentamente

Dettagli

Speedclean Comfort 75 / Speedclean Comfort 50 / Speedclean Eco 30 2012 V1 Manuale

Speedclean Comfort 75 / Speedclean Comfort 50 / Speedclean Eco 30 2012 V1 Manuale Manuale Impianto di filtrazione a sabbia Speedclean Comfort 75 Art. No. 00-40100 Speedclean Comfort 50 Art. No. 00-40200 Speedclean Eco 30 Art. No. 00-40250 1 È indispensabile attenersi sempre alle prescrizioni

Dettagli

Dispositivo per stordire avicoli di grandi dimensioni

Dispositivo per stordire avicoli di grandi dimensioni Manuale d uso (traduzione) I N. 9 0234 4173 ver. 09-2014 BTG Dispositivo per stordire avicoli di grandi dimensioni Cod. prod. / Prod no.: 9 023400 Friedr. Dick GmbH & Co. KG Postfach 1173 73777 Deizisau

Dettagli

Istruzioni per l uso del Rilevatore di gas MF420-IR-AL

Istruzioni per l uso del Rilevatore di gas MF420-IR-AL Istruzioni per l uso del Rilevatore di gas MF420-IR-AL MISURARE E UN ARTE SISTEMA INNOVATIVO DEI RILEVATORI DI GAS Legga attentamente questo manuale prima di mettere in funzione lo strumento Presti attenzione

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 6304 640 0/005 IT Sieger Heizsysteme GmbH D-5707 Siegen Telefono +49 (0) 7 343-0 email: info@sieger.net Istruzioni di montaggio Quadro di comando HS 500 Pregasi conservare Indice Sicurezza...................

Dettagli

NORME SUI QUADRI E QUADRETTI IN SINTESI

NORME SUI QUADRI E QUADRETTI IN SINTESI NORME SUI QUADRI E QUADRETTI IN SINTESI Le norme alle quali occorre far riferimento per la realizzazione di quadri e quadretti elettrici sono: - la CEI 17-13/1 (CEI EN 60439-1 IEC 439-1), relativa ai quadri

Dettagli

SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX

SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX Manuale delle istruzioni di sicurezza La riproduzione parziale o totale di questo documento è proibita. Per ottenere copia di tale documento si prega di contattare ETEA

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Set di servizio Bruciatore per Logano plus GB202-35 GB202-45 Per i tecnici specializzati Leggere attentamente prima del montaggio. 6 720 619 350-02/2009 IT/CH 1 Spiegazione dei

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610 Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357 Per l'assemblaggio di profilati doppi. Questo sistema permette di assemblare rapidamente in una seconda fase due profilati. Per essere sicuri di ottenere i valori

Dettagli

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della Le serie e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della gamma Comparato per uso industriale. DENOMINAZIONE: Sul servocomando sono riportate le seguenti indicazioni: Marchio e nome della società

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Istruzioni per l'uso

Istruzioni per l'uso Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per trasmettitori di pressione Profibus PA ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) Gruppo II, categoria di

Dettagli

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella /I Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri Questo manuale di uso e manutenzione è valido solo per cilindri idraulici Atos e si propone di fornire utili informazioni

Dettagli