Ex d. Istruzioni di esercizio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ex d. Istruzioni di esercizio"

Transcript

1 Ex d Istruzioni di esercizio per la Zona 1 e la Zona 2 Documento nr.: D0002 Versione: 01 agosto 2011/Rev. 0

2 Istruzioni di esercizio per la Zona 1 e la Zona 2 Tipo: /0 Documento nr.: D0002 Versione: 01 agosto 2011 / Rev. 0 Indice Pagine Italiano 1-36 Dichiarazione di conformità CE Appendice Certificazione CE di collaudo per tipi BARTEC GmbH Tel.: Max-Eyth-Straße 16 Fax: Bad Mergentheim Germania Riserva: ci riserviamo di effettuare modifiche tecniche. Variazioni, omissioni ed errori di stampa non motivano alcuna rivendicazione risarcitoria.

3 Indice 1 Sicurezza Il presente manuale Lingue Manipolazione del prodotto Impiego conforme allo scopo prefissato Esclusività dell'impiego previsto Impiego difforme dallo scopo prefissato Obblighi del responsabile di gestione Note di sicurezza Note generali di sicurezza Note di sicurezza per l'esercizio Norme rispettate Identificazione e certificazione di collaudo Garanzia 5 2 Descrizione del prodotto Classe di protezione anti innesco blindatura resistente alla pressione 6 3 Montaggio Posizioni di montaggio Montaggio del contattore pilota Ex d da 4 kw e da 7,5 kw Montaggio contattore pilota Ex d da 11 kw e da 18 kw 7 4 Allacciamenti Note di sicurezza concernenti la parte elettrica Norma di cablaggio attinente al contattore pilota Ex d Allacciamento elettrico del contattore pilota Ex d 9 5 Conduzione 10 6 Messa in esercizio Procedimento per la messa in esercizio 11 7 Esercizio Sicurezza durante la fase di esercizio Esercizio del contattore pilota Ex d 12 8 Manutenzione e preservazione Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione 13 9 Disfunzione e ricerca guasti Dati tecnici Numeri d'ordine Appendice Dimensioni e schemi di foratura kw e 7,5 kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 11 kw kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 18 kw Dichiarazioni di conformità e omologaizoni Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw 26 Con riserva di modifiche tecniche.

4 Sicurezza 1 Sicurezza 1.1 Il presente manuale I s t r u z i o n i d i e s e r c i z i o Consultare ed osservare tassativamente la presente documentazione, ed in particolare questo capitolo, prima di effettuare il montaggio e la messa in esercizio del contattore pilota Ex d. Il presente manuale contiene le informazioni necessarie per l'utilizzo del contattore pilota Ex d in conformità con lo scopo prefissato. Esso si rivolge a personale tecnicamente qualificato. La conoscenza e la conversione in pratica tecnologicamente perfetta delle annotazioni di sicurezza e delle osservazioni di allerta descritte nel presente manuale costituiscono presupposto per l'installazione e la messa in marcia scevre da pericoli. Solo personale qualificato dispone delle necessarie cognizioni specialistiche nell'interpretare correttamente e nel convertire in pratica le osservazioni di sicurezza ed allerta fornite da questa documentazione in senso generale. Il presente manuale costituisce parte integrante dell'ambito di fornitura, e ciò anche qualora - per motivi logistici - sia stata prevista la possibilità di un ordinativo e di una fornitura separati. Qualora si necessiti di ulteriori informazioni, raccomandiamo di richiederle alla vostra filiale BARTEC in loco ovv. di competenza. Nella documentazione, le posizioni particolarmente importanti sono identificate tramite una simbologia di allerta: P E R I C O L O PERICOLO identifica un rischio che può comportare morte o gravi lesioni qualora esso non sia evitato. A V V E R T E N Z A AVVERTENZA identifica un rischio che può comportare morte o gravi lesioni qualora non sia evitato. A T T E N Z I O N E ATTENZIONE identifica un rischio che può comportare lesioni qualora non sia evitato. A V V I S O AVVISO identifica contromisure atte ad evitare danni alle cose. N o t a Note ed informazioni importanti per la manipolazione efficace, economica e rispettosa dell'ambiente. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 1 di 34

5 Sicurezza Lingue 1.2 Manipolazione del prodotto N o t a Le istruzioni di esercizio in originale sono redatte in lingua tedesca. Tutte le altre lingue disponibili sono costituite da traduzioni derivanti dalle istruzioni di esercizio in originale. Le istruzioni di esercizio sono disponibili in diverse lingue. Al prodotto è allegato un set di istruzioni di esercizio in lingua tedesca, inglese, francese, italiana, spagnola e russa. Qualora siano necessarie altre lingue, esse andranno richieste alla BARTEC o indicate in fase di conferimento dell'ordinativo. Il prodotto descritto nelle presenti istruzioni di esercizio ha lasciato la fabbrica in una condizione perfetta e collaudata sotto l'aspetto della tecnologia di sicurezza. Per conservare tali condizioni e conseguire un esercizio corretto e sicuro del presente prodotto, ne è possibile solo un utilizzo nel modo descritto dal Costruttore. Inoltre, l'ineccepibile e sicuro esercizio di questo prodotto presuppone un trasporto e uno stoccaggio a regola d'arte nonché una conduzione accurata. Il montaggio in sicurezza e scevro da difetti del contattore pilota Ex d nell'alloggiamento dotato di blindatura contro la sovrappressione costituisce presupposto per una modalità di lavoro scevra da difetti e corretta. 1.3 Impiego conforme allo scopo prefissato Esclusività dell'impiego previsto Impiego difforme dallo scopo prefissato Il contattore pilota Ex d serve esclusivamente come contattore a certificazione separata per la tensione di erogazione relativa ad alloggiamenti dotati di blindatura contro la sovrappressione ed è previsto per l'utilizzo nell'ambito del Gruppo antideflagrante II, Categoria 2G, 3G e Classe termica T4 ovv. T6. Occorre prestare attenzione ai dati di esercizio ammissibili per l'unità impiegata. Qualsiasi altro utilizzo si considera quale difforme dallo scopo prefissato e può comportare danneggiamenti ed infortuni. Il Costruttore non risponde delle conseguenze di un utilizzo esulante dallo scopo prefissato in via esclusiva. 1.4 Obblighi del responsabile di gestione Il responsabile di gestione si fa obbligo di far operare con il contattore pilota Ex d solo personale che: si sia familiarizzato con le prescrizioni fondamentali concernenti Sicurezza e Prevenzione degli infortuni e sia edotto circa l'utilizzo del contattore pilota Ex d; abbia consultato e compreso quanto alla documentazione, al capitolo Sicurezza ed alle Note di allerta; Il responsabile di gestione verifica il rispetto delle prescrizioni di sicurezza e di prevenzione degli infortuni vigenti per il caso applicativo correlato. Pagina 2 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

6 Sicurezza 1.5 Note di sicurezza Note generali di sicurezza Note di sicurezza per l'esercizio Soffregare solo ad umido apparecchiature poste in area classificata a rischio di esplosione! Non aprire apparecchiature in area classificata a rischio di esplosione. Prestare attenzione alle Normative o Direttive di Legge di carattere generale ed inerenti a sicurezza sul lavoro, prevenzione degli infortuni e salvaguardia ambientale, ad es. Ordinanza sulla sicurezza di esercizio (BetrSichV) ovv. le ordinanze vigenti a livello nazionale. In considerazione del rischio di scariche elettrostatiche pericolose, indossare abbigliamento e calzature idonee. Evitare gli effetti del calore posti al di fuori del campo termico specificato (v. Capitolo Dati tecnici ). Evitare gli effetti esercitati dalla presenza di umidità. Manutenzione periodica Per impianti elettrici occorre tenere presenti le disposizioni specifiche di installazione ed esercizio (ad es. Direttiva 99/92/CE, Direttiva 94/9/CE, BetrSichV ovv. le prescrizioni aventi validità a livello nazionale IEC nonché la serie DIN VDE 0100)! Per lo smaltimento, osservare le prescrizioni nazionali inerenti ai rifiuti. Manutenzione Con un esercizio appropriato, tenendo presenti le istruzioni di montaggio e le condizioni ambientali non è necessaria alcuna manutenzione continuativa. Vedere in proposito quanto al Capitolo Manutenzione e preservazione. Ispezione In base ad IEC ed IEC , il responsabile di gestione di impianti elettrici in aree classificate a rischio di esplosione è tenuto a farne verificare le corrette condizioni tramite elettricista specializzato. Riparazioni Le riparazioni su mezzi di esercizio antideflagranti possono essere effettuate solo da personale a ciò autorizzato, con l'impiego di parti di ricambio originali ed in base allo stato dell'arte. Vanno rispettate le prescrizioni vigenti a tale proposito. Messa in esercizio Prima della messa in esercizio è necessario accertare la disponibilità di tutti i componenti e della documentazione. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 3 di 34

7 Sicurezza 1.6 Norme rispettate Il contattore pilota Ex d risponde alla Direttiva 94/9/CE per apparecchiature e sistemi di protezione a fronte di un impiego conforme entro aree classificate a rischio di esplosione (Direttiva ATEX). Sulla base di detta Direttiva si applicano le seguenti Norme quali prescrizione di base per il contattore pilota Ex d: Norma EN :2006 Denominazione Mezzi di esercizio elettrici per ambienti classificati a rischio di esplosione da gas - Parte 0: Norme generali EN :2007 Atmosfera suscettibile di esplosione - Parte 1: Protezione delle apparecchiature tramite blindatura resistente alla pressione d EN :2007 Atmosfera suscettibile di esplosione - Parte 7: Protezione delle apparecchiature tramite sicurezza aumentata e EN : A1:2004 EN 60529: A1:2000 EN 62208:2003 EN 60445:2007 Combinazioni di apparecchiature di commutazione a bassa tensione Parte 1: Combinazioni omologate per tipi e parzialmente omologate per tipi Classi di protezione tramite alloggiamenti (codice IP) Alloggiamenti vuoti per combinazioni di apparecchiature di commutazione a bassa tensione - Requisiti generali Norme di base e di sicurezza per interfaccia uomomacchina Identificazione degli allacciamenti di mezzi di esercizio elettrici, terminali di conduttori e conduttori allacciati 1.7 Identificazione e certificazione di collaudo Sull'unità sono applicate le seguenti identificazioni inerenti alla protezione antideflagrante (Ex) ed alla certificazione di collaudo: II 2G Ex e d IIC T4 PTB 03 ATEX 1024 PTB 03 ATEX 1138 Pagina 4 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

8 Sicurezza 1.8 Garanzia A V V E R T E N Z A Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee a causa di modifiche o ristrutturazioni del contattore pilota Ex d non approvate dal Costruttore. La protezione antideflagrante nonché la concezione e l'allestimento conforme ai requisiti ed alla sicurezza non sono più garantiti. Prima di effettuare modifiche e ristrutturazioni, prendere contatto con il Costruttore ed ottenerne un'approvazione scritta. Impiegare solo parti di ricambio / parti di usura originali. N o t a Assunzione delle prestazioni di garanzia ll Costruttore assume la prestazione di garanzia integrale solo ed esclusivamente in relazione alle parti di ricambio ad esso ordinate. In linea fondamentale fanno fede le nostre Condizioni generali di vendita e fornitura. Esse sono disponibili al responsabile di gestione al più tardi a partire dalla stipula del contratto. Le rivendicazioni di garanzia e di responsabilità per il caso di danni a persone e cose restano escluse qualora siano riconducibili ad una o più delle cause che seguono. Impiego del contattore pilota Ex d difforme dallo scopo prefissato. Montaggio, messa in marcia, conduzione e manutenzione inappropriati del contattore pilota Ex d. Inosservanza delle note riportate nel manuale in relazione a trasporto, stoccaggio, montaggio, messa in esercizio, conduzione e manutenzione. Modifiche costruttive arbitrarie presso il contattore pilota Ex d. Controllo lacunoso di parti soggette ad usura. Riparazioni effettuate in modo improprio. Eventi catastrofici dovuti all'azione di corpi estranei ed a forza maggiore. Sul contattore pilota Ex d ed i relativi accessori assumiamo una garanzia pari ad un anno a partire dalla data di spedizione dallo stabilimento di Bad Mergentheim. Questa garanzia si estende a tutti i componenti della fornitura ed è limitata alla sostituzione gratuita od alla riparazione di componenti difettosi presso il nostro stabilimento di Bad Mergentheim. A tale proposito occorre conservare per quanto possibile gli imballi forniti. In caso di necessità, la merce ci va inoltrata sulla base di concertazione scritta. Non sussiste rivendicazione relativa a migliorie da attuare presso il punto di installazione. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 5 di 34

9 Descrizione del prodotto 2 Descrizione del prodotto 2.1 Il contattore pilota Ex d viene impiegato per commutare in sicurezza flussi di corrente superiori a 5 A, ovv. alimentazione di rete 3+N, in aree classificate a rischio di esplosione. Il comando del contattore pilota è affidato ad un sistema di blindatura resistente alla sovrappressione (ad es. sistema di comando SILAS, sistema di comando APEX). A tale scopo, esso dispone di 4 contatti in commutazione a separazione galvanica in versione ridondante, costituiti da 2 contattori connessi in serie e separati fra loro. Tramite i 4 contatti in commutazione separati è possibile allacciare anche utenze in corrente trifase. Il contattore pilota Ex d è disponibile in diverse varianti con potenza differenziata. 2.2 Classe di protezione anti innesco blindatura resistente alla pressione Nella classe di protezione Ex d gruppi costruttivi, in grado di innescare un'atmosfera suscettibile di esplosione, sono disposti in un alloggiamento il quale - in caso di esplosione di una miscela suscettibile di deflagrazione - assorbe la pressione della stessa all'interno ed impedisce una trasmissione dell'esplosione all'atmosfera, suscettibile di esplosione, circostante l'alloggiamento stesso. Le fenditure tecnologicamente necessarie hanno una conformazione così lunga e stretta che i gas caldi in fuoriuscita hanno già perduto la loro capacità di innesco al di fuori dell'alloggiamento. Le fenditure che risultano necessarie solo per il processo di allestimento possono essere incollate. Pagina 6 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

10 Montaggio 3 Montaggio 3.1 Posizioni di montaggio Il contattore pilota Ex d consiste di un alloggiamento resistente alla pressione e di un alloggiamento di attacco Ex e il quale, a scelta, può essere assemblato in corrispondenza della parete esterna oppure all'interno dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Il contattore pilota Ex d è indipendente dalla posizione e può quindi essere assemblato in orizzontale od in verticale. N o t a Il materiale di montaggio per il contattore pilota Ex d non è compreso nell'ambito di fornitura. 3.2 Montaggio del contattore pilota Ex d da 4 kw e da 7,5 kw Per il montaggio del contattore pilota Ex occorre praticare presso il punto di montaggio previsto 4 fori filettati M8. Per le dimensioni si rimanda allo schema di foratura riportato in appendice. Montaggio: praticare i fori filettati M8; collocare in posizione il contattore pilota Ex d ; applicare ai fori di montaggio i bulloni unitamente ad anello di sicurezza; fissare saldamente il contattore pilota Ex d. 3.3 Montaggio del contattore pilota Ex d da 11 kw e da 18 kw Per il montaggio del contattore pilota Ex d occorre praticare, presso il punto di montaggio previsto, 2 fori filettati M12. Per le dimensioni si rimanda allo schema di foratura riportato in appendice. Montaggio: praticare i fori filettati M12; collocare in posizione il contattore pilota Ex d ; applicare ai fori di montaggio i bulloni unitamente ad anello di sicurezza; fissare saldamente il contattore pilota Ex d. Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 7 di 34

11 Allacciamenti 4 Allacciamenti 4.1 Note di sicurezza concernenti la parte elettrica P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto ad attività su componenti sotto tensione. Pericolo di morte causato dalla corrente elettrica. Tenere presenti le 5 regole di sicurezza per attività su impianti elettrici: disinserire; porre in sicurezza contro un riavviamento; accertare l'assenza di tensione; collegare a terra e cortocircuitare; coprire o delimitare i componenti adiacenti e posti sotto tensione. 4.2 Norma di cablaggio attinente al contattore pilota Ex d P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto all'apertura della copertura del contattore pilota Ex d entro atmosfera suscettibile di esplosione. Pericolo di esplosione. Prima di aprire il coperchio dell'alloggiamento verificare la presenza di gas esplosivi in atmosfera. A V V I S O Cortocircuiti dovuti a linee lasche o sporgenti nel contattore pilota Ex d. È possibile il danneggiamento dei gruppi costruttivi allacciati. Tutti i conduttori, anche quelli non necessari, vanno posati su morsetto. Posare le linee nell'interspazio posto fra sbarra di schermatura e morsetti di allacciamento. Verificare che le linee non siano lasche o sporgenti lateralmente/superiormente. Nel seguito viene descritto il procedimento per l'inserimento e la posa di linee di allacciamento presso il contattore pilota Ex d. Procedimento: rimuovere i bulloni presso il coperchio del vano di connessione Ex e e togliere il coperchio; inserire nel vano di connessione Ex e i cavi attraverso le giunzioni a vite per cavi; effettuare i collegamenti elettrici seguendo lo schema di allocazione di tali allacciamenti. Serrare i morsetti applicando una coppia di 0,4-0,6 Nm; posare gli attacchi di terra su morsetto PE; intercettare con i tappi correlati le giunzioni a vite per cavi non utilizzate; serrare le giunzioni a vite per cavi applicando una coppia di 3,0 Nm. collocare in posizione il coperchio presso il vano di allacciamento Ex e e serrare i dadi di ancoraggio (4 pezzi) applicando una coppia di 1,4 Nm. Pagina 8 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

12 Allacciamenti 4.3 Allacciamento elettrico del contattore pilota Ex d Il vano Ex e ( ) del contattore pilota Ex d ( ) serve da camera di connessione e da ripartitore di bloccaggio. In questo punto viene allacciata l'erogazione di tensione. Il contattore pilota Ex d alimenta l'unità di comando Ex p con la tensione di erogazione e abilita, in abbinamento con l'unità di comando Ex p, la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Legenda: - Contattore pilota (Ex d): Pos. Denominazione Funzione 1 Alloggiamento Ex d Sistema di comando tensione di erogazione 2 Alloggiamento di attacco Ex e Vano di allacciamento -1K1 Contattore 1 Abilitazione tensione di erogazione -1K2 Contattore 2 (ridondanza) Abilitazione tensione di erogazione F1 Fusibile Fusibile -1K1 e -1K2 F2 Fusibile Protezione unità di comando Ex p - Camera di allacciamento (Ex e): Morsetto Allacciamento Funzione 1 3 Tensione di erogazione L1, L2, L3 Erogazione di tensione 4 6 Tensione di erogazione L1, L2, L3 Erogazione di tensione Ex p 7 Ex p Fase L - sistema di comando Ex p N Neutro Neutro A 1 Ex p Abilitazione A 2 Ex p Abilitazione PE Allacciamento PE Messa a terra Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 9 di 34

13 Conduzione 5 Conduzione P E R I C O L O Pericolo di morte o di gravi lesioni corporee dovuto all'apertura della copertura del contattore pilota Ex d entro atmosfera suscettibile di esplosione. Pericolo di esplosione. Prima di aprire il coperchio dell'alloggiamento verificare la presenza di gas esplosivi in atmosfera. Il contattore pilota Ex d costituisce parte integrante del sistema di comando Ex p e viene pilotato direttamente dall'unità di comando Ex p. Una conduzione diretta non è possibile. Pagina 10 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

14 Messa in esercizio 6 Messa in esercizio 6.1 Procedimento per la messa in esercizio Il contattore pilota Ex d costituisce parte integrante di un mezzo di esercizio Ex p. Il mezzo di esercizio Ex p è costituito a sua volta dall'alloggiamento resistente alla sovrappressione, dal sistema di comando Ex p e dal contattore pilota Ex d. Il contattore pilota Ex d è controllato dall'unità di comando Ex p ed abilita quindi la tensione di erogazione stabilita per l'alloggiamento resistente alla sovrappressione. Sulla base dello schema di principio che segue, l'unità di comando Ex p è collegata con il contattore pilota Ex d ed abilita automaticamente la tensione di erogazione dopo il lavaggio e sussistendo una sovrappressione. Alloggiamento resistente alla sovrappressione Unità di comando Ex p Tensione di erogazione L'avviamento del mezzo di esercizio Ex p completo va effettuato sulla base delle istruzioni di esercizio correlate relative all'unità di comando Ex p. È necessario accertarsi che solo dopo il lavaggio e la sussistenza di una sovrappressione nell'alloggiamento resistente alla sovrappressione la tensione di erogazione sia abilitata tramite il contattore -1K1 e -1K2. D'altro canto, in caso di disfunzione - ad es. caduta di pressione - la tensione di erogazione deve essere disattivata automaticamente (diseccitazione dei contattori -1K1 e - 1K2). Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 11 di 34

15 Esercizio 7 Esercizio 7.1 Sicurezza durante la fase di esercizio P E R I C O L O Morte o grave lesione corporea a causa di sistema antideflagrante danneggiato. L'esercizio scevro da rischi del contattore pilota non è più possibile. Pericolo di esplosione 7.2 Esercizio del contattore pilota Ex d Disconnettere il contattore pilota Ex d e proteggerlo contro una sua riaccensione. Il contattore pilota Ex d è un componente di un sistema di comando Ex p ed attiva ovv. disattiva la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione. A mezzo di esercizio Ex p attivato, l'unità di comando Ex p abilita, una volta effettuato il lavaggio e sussistendo una sovrappressione nell'alloggiamento resistente alla sovrappressione, la tensione di erogazione tramite il contattore pilota Ex d. Qualora abbia luogo una perdita di carico entro l'alloggiamento resistente alla sovrappressione, il contattore pilota Ex d viene disattivato tramite l'unità di comando Ex p e la tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione è disconnessa automaticamente. Sul contattore pilota Ex d non è possibile effettuare impostazioni o fasi di conduzione. Pagina 12 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

16 Manutenzione e preservazione 8 Manutenzione e preservazione N o t a Fermi restando installazione, esercizio a regola d'arte e rispetto delle condizioni ambientali non è necessaria alcuna manutenzione regolare. A titolo di raccomandazione vale quanto segue: una verifica sulla base della Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione è raccomandata una volta l'anno. 8.1 Tabella di controllo relativa a messa in esercizio e manutenzione Pos. Punto di controllo 1 Controllo visivo di danneggiamenti Messa in esercizio OK 2 Installazione del contattore pilota Ex d n/a 3 Verifica del cablaggio secondo le Direttive specifiche n/a 4 Tensione di allacciamento delle singole apparecchiature coincidente con la tensione di rete n/a 5 Assorbimento di potenza complessivo della apparecchiature al di sotto del potere di apertura n/a massimo dell'unità di comando 6 Controllo funzionale del contattore pilota Ex d effettuato 7 Presenza della targhetta sec. EN presso l'alloggiamento 8 Controllo di adesione del contattore Manutenzione OK Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 13 di 34

17 Disfunzioni e ricerca guasti 9 Disfunzione e ricerca guasti Si presuppone che l'allacciamento di tutte le apparecchiature elettriche e meccaniche esterne sia stato effettuato a regola d'arte. Pertanto è opportuno che siano in primo luogo verificati la struttura e l'allacciamento corretti delle apparecchiature elettriche. N o t a La tabella che segue, corredata da descrizione delle disfunzioni e da note sulle cause possibili presuppone un montaggio a regola d'arte ed un corretto allacciamento dei componenti. Disfunzione Causa possibile Rimedio La tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione non è attivata La tensione di erogazione dell'alloggiamento resistente alla sovrappressione non viene disattivata in caso di avaria Erogazione di tensione dell'unità di comando Ex p non sussistente Tensione di rete non sussistente. Assenza di abilitazione dall'unità di comando Ex p. Il contattore interno non si commuta. Fusibile F1 difettoso. L'abilitazione dell'unità di comando Ex p non si diseccita. Contattore e contattore ridondante saldati. Fusibile F2 difettoso. Mancata sussistenza della tensione di erogazione trifase + N. Controllare la linea di alimentazione della tensione di rete. Verificare l'abilitazione dell'unità di comando Ex p. Effettuare il controllo funzionale del contattore. Sostituire il fusibile. Verificare il sistema di comando Ex p. Sostituire i contattori. Sostituire il fusibile. Verificare la tensione di erogazione e collegarla correttamente. Pagina 14 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

18 Dati tecnici 10 Dati tecnici Varianti 4 kw 7,5 kw 11 kw 18 kw Identificazione ATEX II 2G Ex d e IIC T4 Certificazione di prova tipo /. PTB 03 ATEX 1138 tipo /. PTB 03 ATEX 1024 Classe di protezione IP 65 Tensione di esercizio di targa Ue Campo di frequenza di targa 690 V Hz Temperatura ambiente Esercizio -20 C + 40 C Sezione trasversale max di conduttore, morsetti di allacciamento Giunzioni a vite per cavi 4 mm² 4 mm² 16 mm² 35 mm² 2 x M25 1 x M20 2 x M25 1 x M20 2 x M32 1 x M20 2 x M50 1 x M20 Corrente di esercizio di targa Ie/AC-1 Ue max 690 V 20 A 20 A 30 A 50 A Corrente di esercizio di targa Ie/AC-3 Ue V 9 A 18 A 26 A 38 A Potenza di targa, esercizio AC V 2,2 kw 4 kw 6,5 kw 11 kw V 4 kw 7,5 kw 11 kw 18 kw Protezione contro il cortocircuito sec. tipo 2 per contattori senza relè di sovraccarico termico senza salvamotore Ue < 500 V AC fusibile gg 20 A 20 A 25 A 50 A Materiale alloggiamento Ex d Materiale alloggiamento di raccordo Ex e Alluminio verniciato, simile a RAL 7016 Alluminio verniciato, simile a RAL 7001 Alluminio verniciato, simile a RAL 7032 Lamierato di acciaio verniciato, simile a RAL 7032 Fusibile contattore (F1) 2,0 AT 2,0 AT 2,0 AT 2,0 AT Fusibile blindatura resistente alla sovrappressione (F2) 4,0 AT 4,0 AT 4,0 AT 4,0 AT Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 15 di 34

19 Numeri d'ordine 11 Numeri d'ordine 11.1 Varianti Numeri d'ordine 4 kw /0292 7,5 kw / kw / kw /0248 Pagina 16 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

20 Appendice 12 Appendice 12.1 Dimensioni e schemi di foratura kw e 7,5 kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 17 di 34

21 Appendice kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 11 kw Pagina 18 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

22 Appendice kw Schema di foratura per contattore pilota Ex d 18 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 19 di 34

23 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13 Dichiarazioni di conformità e omologaizoni 13.1 Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Pagina 20 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

24 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.2 Dichiarazione di conformità CE per contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 21 di 34

25 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.3 Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 4 kw e 7,5 kw Pagina 22 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

26 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 23 di 34

27 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 24 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

28 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 25 di 34

29 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi 13.4 Certificazione CE di collaudo per tipi, contattore pilota Ex d 11 kw e 18 kw Pagina 26 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

30 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 27 di 34

31 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 28 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

32 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 29 di 34

33 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Pagina 30 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

34 Dichiarazione di conformità Certificazione di collaudo per tipi Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 31 di 34

35 Appunti Pagina 32 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

36 Appunti Con riserva di modifiche tecniche. Pagina 33 di 34

37 Appunti Pagina 34 di 34 Con riserva di modifiche tecniche.

38 BARTEC protegge le persone e l ambiente con la sicurezza di componenti, sistemi ed impianti. BARTEC GmbH Germania Max-Eyth-Straße Bad Mergentheim Telefono: Fax: D /11-BARTECWerbeAgentur

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar DOC026.57.00817 Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar Sensore radar senza contatto a canale aperto con sensore della velocità di sovraccarico opzionale MANUALE UTENTE Marzo 2011, Edizione 2 Sommario

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL Pagina del titolo Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL SB6000TL-21-BE-it-10 IMIT-SB60TL21 Versione 1.0 ITALIANO SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Note relative al presente documento...7 2 Sicurezza...9

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Scheda tecnica Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Pressostati, tipo CAS Campo Ulteriori 0 10 20 30 40 50 60 bar p e Tipo informazioni bar a pag. Pressostati standard

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 3.347.5275.106 IM-P148-39 ST Ed. 1 IT - 2004 Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati.

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati. Atmosfere potenzialmente esplosive sono presenti in diverse aree industriali: dalle miniere all industria chimica e farmacautica, all industria petrolifera, agli impianti di stoccaggio di cereali, alla

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 4600A / 5000A / 6000A

Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 4600A / 5000A / 6000A Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 4600A / 5000A / 6000A Istruzioni per l installazione SMC46-60A11-IA-it-81 IMI-SMC50A_60A Versione 8.1 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze sull'impiego

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Italia Tipo 2 con e senza shutter. Solo da MENNEKES. Colonnine di ricarica, stazioni di ricarica a parete e Home Charger con tipo 2 e shutter: Tutto

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso 1. 2. 3. 4. 5. 6. Congratulazioni! Il footpod Polar S1 rappresenta la scelta migliore per misurare la velocità/andatura e la distanza durante la corsa. L'apparecchio

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Pressostati e termostati, Tipo CAS

Pressostati e termostati, Tipo CAS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Opuscolo tecnica Pressostati e termostati, Tipo CAS La serie CAS consiste di una serie di interruttori controllati mediante pressione e di interruttori controllati mediante

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

SUNSAVER TM MANUALE DELL'OPERATORE. e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com REGOLATORE FOTOVOLTAICO

SUNSAVER TM MANUALE DELL'OPERATORE. e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com REGOLATORE FOTOVOLTAICO SUNSAVER TM REGOLATORE FOTOVOLTAICO MANUALE DELL'OPERATORE e-mail: info@morningstarcorp.com web: www.morningstarcorp.com MANUALE DELL'OPERATORE RIEPILOGO SPECIFICHE Volt sistema Volt PV massimi Ingresso

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO

Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO Ricevitore con fascia pettorale per la misurazione della frequenza cardiaca con gli smartphone ISTRUZIONI PER L USO VOLUME DI FORNITURA 1 ricevitore (n. art. RUNDC1, modello: 92-1103800-01) incluse batterie

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Contatti elettrici. Accessori. Applicazioni. Caratteristiche distintive. Descrizione. Opzioni

Contatti elettrici. Accessori. Applicazioni. Caratteristiche distintive. Descrizione. Opzioni Accessori Contatti elettrici Modello 8, contatto a magnetino Modello 83, contatto induttivo Modello 830 E, contatto elettronico Modello 85, contatti Reed WIKA scheda tecnica AC 08.0 Applicazioni Controllo

Dettagli

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori CONNESSIONI IN MORSETTIERA Morsettiere a 6 pioli per motori -monofase -monofase con condensatore di spunto -bifase -trifase a singola velocità -trifase dahlander -trifase bipolari -trifase tripolari forniti

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 7000HV

Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 7000HV Inverter FV SUNNY MINI CENTRAL 7000HV Istruzioni per l installazione SMC70HV-IIT101250 IMI-SMC70HV Versione 5.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze sull'impiego di queste istruzioni...........

Dettagli

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI Lavori di manutenzione su impianti elettrici Manutenzione Atto, effetto, insieme delle operazioni volte allo scopo di mantenere efficiente ed in buono stato,

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Altivar Process EAV64310 05/2014 Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Manuale di installazione 05/2014 EAV64310.01 www.schneider-electric.com Questa documentazione contiene la descrizione

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

SCHEDA TECNICA ONLINE. FLOWSIC100 Process DISPOSITIVI DI MISURA DEL FLUSSO DELLA MASSA

SCHEDA TECNICA ONLINE. FLOWSIC100 Process DISPOSITIVI DI MISURA DEL FLUSSO DELLA MASSA SCHE TECNIC ONLINE ISPOSITIVI I MISUR EL FLUSSO ELL MSS B C E F H I J K L M N O P Q R S T ISPOSITIVI I MISUR EL FLUSSO ELL MSS Informazioni per l'ordine FLUSSO VOLUMETRICO FFIBILE N PROCESSI Tipo ulteriori

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli