Capelli: le cure di oggi. e del domani.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capelli: le cure di oggi. e del domani."

Transcript

1 Capelli: le cure di oggi. e del domani. Oggi l uomo ha circa peli di cui sono situati in testa e circa sono detti capelli, cioè peli distribuiti sul cuoio capelluto che differiscono dai peli comuni per l elevatissimo numero e per lo sviluppo in lunghezza. I capelli nell uomo differiscono in forma, colore e lunghezza in dipendenza di numerosi fattori quali l età, il sesso, l esposizione alla luce e sono legati soprattutto ai caratteri ereditari. Il colore dei capelli, dovuto principalmente alla presenza di pigmento (melanina) negli strati cheratinici che costituiscono l asse del pelo, è un carattere strettamente correlato, pur con eccezioni, al colore delle iridi oculari ed in genere alla pelle. La forma invece, dipende dall impianto dei follicoli piliferi nella pelle: diritto o a lancia nei capelli diritti; obliquo o a scimitarra nei capelli spiratati. La lunghezza massima raggiungibile è assai varia, in media ogni anno il capello cresce una decina di centimetri, quindi, raggiunge anche lunghezze di oltre un metro. Anticamente il nostro corpo era ricoperto quasi completamente di peli, ma questa pelliccia in seguito è stata in buona parte persa. Da decenni, ormai, zoologi e antropologi tentano invano di dare una risposta a questa domanda Perché è scomparsa la pelliccia?. Per molto tempo si è creduto che la scomparsa dei peli sia stato un meccanismo di raffreddamento: uscendo dalle foreste piene d'ombra, lo scimmione cacciatore, esposto a temperature molto più elevate, si sarebbe liberato del suo mantello per impedire un surriscaldamento del corpo. In realtà questa spiegazione è sbagliata. L'esposizione della pelle nuda all'aria, infatti, se aumenta la dispersione di calore, ne aumenta contemporaneamente l'assunzione, e di molto. Non a caso, i leoni possiedono un pelo, sì corto, ma molto fitto mentre i beduini, che attraversano le roventi sabbie del Sahara, si infagottano in ampi abiti di lana che proteggono dal calore proveniente dall'esterno e consentono all'aria di circolare intorno al corpo, favorendo così l'evaporazione del sudore e il conseguente raffreddamento. Si è ipotizzato allora che sia stato il particolare tipo di caccia praticata dall Uomo Scimmia a determinare la scomparsa della pelliccia. Non essendo, come gli altri predatori, fisicamente dotato per effettuare attacchi fulminei sulla preda o per intraprendere lunghi inseguimenti il nostro antenato sostituì alla pelliccia un notevole strato di grasso e lo sviluppo di ghiandole sudorifere che garantivano, tramite il sudore, un raffreddamento notevole, non per la vita di ogni giorno, ma per i soli momenti più impegnativi della caccia. Questa teoria spiegherebbe, tra l altro, le sopracciglia e i ciuffi di peli sotto le ascelle e sul

2 pube, sopravvissuti nei millenni per raccogliere e disperdere il sudore, ma non è ritenuta pienamente soddisfacente dagli antropologi (che su questo argomento negli ultimi venti anni hanno tenuto almeno tre convegni internazionali) poiché presuppone che, per migliaia di secoli, la temperatura del pianeta sia stata uguale a quella che oggi caratterizza l area del Mediterraneo. Un'altra teoria vuole che la scomparsa della pelliccia sia avvenuta due milioni di anni fa quando la Scimmia Uomo, con il progressivo ritiro delle foreste, si trasformò da nomade in animale stanziale; ma la tana nella quale dormiva ogni notte, certamente, era affollata di talmente tante zecche, vermi, cimici e pulci, da costituire un grave pericolo di malattie. Diradando il suo mantello peloso, quindi, l'abitante della tana fu in grado di affrontare meglio il problema delle infestazioni. Le stesse abitudini alimentari del nostro antenato avrebbero accelerato la trasformazione. Essendo egli anche carnivoro è possibile che la sua pelliccia si imbrattasse continuamente di sangue e avanzi degli animali divorati e così, al pari degli avvoltoi, (i quali hanno perso le penne sul capo e sul collo che affondano dentro carcasse insanguinate) è possibile che lo stesso processo, esteso a tutto il corpo, sia avvenuto tra gli scimmioni cacciatori. È improbabile però, annotano altri antropologi, che la capacità di costruire arnesi per uccidere e scuoiare la preda abbia preceduto quella di usare altri oggetti per pulire il pelo; in fondo, anche uno scimpanzé allo stato selvaggio usa le foglie come carta igienica se ha delle difficoltà nella defecazione. La teoria più intrigante afferma, invece, che il nostro antenato, lasciate le foreste, prima di diventare uno scimmione cacciatore, avrebbe attraversato un lungo periodo come scimmione acquatico. Sulle spiagge avrebbe trovato crostacei e altre creature in relativa abbondanza; una riserva di cibo molto più ricca ed attraente di quella dei territori aperti. All'inizio avrebbe annaspato nelle pozze tra le rocce o nell'acqua bassa, ma poi avrebbe cominciato a nuotare a profondità sempre maggiori e a tuffarsi alla ricerca di cibo. È possibile che durante questo processo egli abbia perso il pelo, come gli altri mammiferi che sono ritornati al mare. Soltanto la testa, sporgendo dalla superficie dell'acqua, avrebbe conservato uno strato peloso come protezione dai raggi diretti del sole. Più tardi, quando i suoi utensili (nati all'origine per rompere le conchiglie) erano diventati abbastanza evoluti, egli si sarebbe inoltrato negli spazi aperti come novello cacciatore. Questa ipotesi, tra l altro, spiegherebbe perché noi oggi ci sentiamo tanto a nostro agio nell'acqua, (mentre i nostri parenti più stretti, gli scimpanzé, annegano miseramente), la forma affusolata dei nostri corpi e la particolare disposizione dei peli residui sulla nostra schiena che differisce da quella degli altri scimmioni. Nell Uomo, infatti, sono diagonalmente rivolti all'indietro e internamente verso la colonna vertebrale, seguendo la direzione del flusso dell'acqua su di un corpo che nuota, il che dimostrerebbe che, se il

3 mantello peloso venne modificato prima della sua perdita, ciò avvenne per ridurre la resistenza durante il nuoto. A supportare la teoria acquatica della scomparsa del pelo concorre, inoltre, la constatazione che noi siamo gli unici fra tutti i primati a possedere uno spesso strato di grasso sottocutaneo che come altri mammiferi che vivono nell acqua, quali le balene o le foche, avrebbero sviluppato questa difesa dal freddo per compensare la perdita del pelo. Persino la sensibilità delle nostre mani è stata messa in causa a favore della teoria acquatica. Anche una mano piut-tosto rozza riesce, dopo tutto, a tenere un bastone o una pietra, ma per sentire il cibo nell'acqua occorre una mano fine e sensibile. Forse così lo scimmione cacciatore acquisì la sua sensibilissima mano. Ma se sulla scomparsa della pelliccia tutte le ipotesi sono ancora aperte, sicuramente è nota l importanza in tutte le epoche e civiltà dei capelli. I capelli sono espressione di bellezza e possono manifestare lo stato di salute della persona. Il fascino dei capelli, quale elemento estetico di inquadratura del viso, costituisce una cornice sempre diversa a seconda delle acconciature, dei colori e della densità capillare. Nietsche considerava i capelli "come una leggera trama cui agganciare i propri pensieri spirituali, quasi fossero un filtro di separazione del materiale e dell'istintivo da quello che è spirito e anima". I capelli, come gli altri peli, sono soggetti a caduta. Questa, contenuta entro certi limiti e seguita da rigenerazione, è fenomeno fisiologico. Se invece tale rinnovamento non si verifica, si hanno la calvizie e l alopecia. Svariati fattori contribuiscono nella caduta dei capelli, in questo articolo valuteremo l importanza dei nutrienti e quali sono i possibili rimedi che la scienza ha messo in campo per contrastare l eccessiva perdita. DIETA E NUTRIENTI Esiste una inequivocabile correlazione tra l eccessiva caduta di capelli di uomini e donne e uno scarso apporto di alcune sostanze vitali quali gli aminoacidi, le vitamine e i sali minerali; per fare un esempio, quando la dieta è carente in aminoacidi solforati i capelli diventano fragili e aumenta il numero di malformati che prendono facilmente l aspetto del moniletrix con tricorressi. Con l apporto di aminoacidi solforati quali ad esempio la cistina si rendono i capelli malformati meno fragili e si permette un miglioramento dello stato clinico nei casi di pseudo-alopecia da rottura dei capelli per fragilità. - Oligoelementi e capelli

4 Molto importanti per le catalisi enzimatiche volte ad ottimizzare il ciclo vitale del capello sono i minerali che rappresentano circa il 4% del corpo umano. A tutt oggi non è stato ancora chiarito del tutto il ruolo specifico di ogni elemento, comunque ci sono evidenze scientifiche che correlano la qualità e la quantità di minerali ed elementi traccia con lo stato di salute dei capelli. Un apporto alimentare insufficiente o un difetto di assorbimento intestinale dello zinco, specie nelle donne, è causa di telogen effluvium cronico. Tale elemento si trova nella carne, nel pesce, nei cereali e nei legumi, la carenza grave del metallo ( o della proteina che ne permette l assorbimento a livello intestinale ) può determinare fin anche l acrodermatite enteropatica che, tra le altre, presenta manifestazioni tipiche cutanee distali e periorifiziali vescicolo-bollose o crostose, perdita totale dei capelli, delle ciglia e sopracciglia, lesioni ungueali, perionissi, grave ritardo staturo-ponderale etc. Una buona anamnesi mirata alle abitudini alimentari già permette di distinguere i casi carenziali (dovuti a deficit di introduzione della sostanza ) da quelli causati da difetto di assorbimento intestinale. La carenza verrà corretta dalla somministrazione a dosi elevate di zinco solfato e, nei casi di un deficit di assorbimento intestinale, il livello di tale elemento dovrà essere poi mantenuto costante con dosi più basse, personalizzate mediante misurazione periodica dei livelli di zinchemia. Anche il magnesio in carenza è comunque causa di telogen effuvium cronico. Tale elemento catalizza molte reazioni enzimatiche tra cui quelle della adenilciclasi e della esochinasi, di vitale importanza per la salute dei capelli. Studi recenti hanno dimostrato che la somministrazione contemporanea di acido ascorbico, insieme alle sostanze in carenza, sembra migliorare l assorbimento intestinale dello zinco e del magnesio come anche del ferro, elemento presente nella composizione chimica del capello e necessario alla vita del cheratinocita perché, in carenza di ossigeno, la catena respiratoria mitocondriale, che produce energia cellulare a partire dagli alimenti, rallenta e diminuisce proporzionalmente anche la produzione di ATP ( Adenosin-Tri-Fosfato ) necessario alle sintesi proteiche. Evidenze cliniche rapportano una deficienza di ferro, anche in assenza di anemia, al defluvio generalizzato in telogen. E importante sottolineare, inoltre, che una carenza di ferro è spesso il segnale di carenze anche di altri metalloioni, soprattutto zinco e magnesio. Il rame è un altro elemento di notevole importanza sia perché catalizza reazioni indispensabili nei processi di cheratinizzazione, sia anche perché la catena respiratoria mitocondriale dipende anche da questo metallo. Concludo il discorso sugli oligoelementi menzionando anche il selenio, un componente della glutatione perossidasi che agisce come potente antiossidante intracellulare.

5 Una valutazione razionale del paziente che lamenta la caduta dei capelli dovra essere fatta mediante una anamnesi dettagliata sulle abitudini alimentari, sullo stato dell alvo ed anche sulla variazione di peso. Molto utile ai fini di una corretta diagnosi risulta essere anche un buon esame microscopico del capello. Dopo questa breve introduzione valuteremo l importante ruolo di alcuni nutrienti nella ottimizzazione del ciclo vitale del capello. - L orzo stimolatore della crescita dei capelli Alcuni scienziati giapponesi ( Ayako Kamimura e Tomoya Takahashi ) hanno isolato e identificato dall orzo la procianidina B-3 come agente stimolatore della crescita dei capelli, possedendo un potenziale d opposizione alla regolazione inibitrice del TGF-1. Guidati dall obiettivo di identificare i prodotti naturali che posseggono efficacia in termini di ricrescita, gli scienziati suddetti hanno esaminato più di 1000 estratti di piante in relazione ai loro effetti sulla crescita delle cellule epiteliali dei capelli ed hanno scoperto un intensa attività stimolante in tal senso proprio nell estratto di orzo. - La soia per prevenire la calvizie E una pianta erbacea annuale ( fam. Papilionacee ) proveniente dalla Cina e dal Giappone, è formata da foglie trifogliate, grappoli di fiori violetti o bianchi e baccelli con semi oleosi, presenta un elevato contenuto proteico e lipidico ed è facilmente adattabile a ogni tipo di suolo. Rispetto ai legumi delle nostre zone presenta una diversa concentrazione di micronutrienti e macronutrienti; tra le altre cose la soia contiene anche gli isoflavoni ai quali è riconosciuta un azione ipocolesterolizzante e di supporto alla produzione ormonale femminile. Per la presenza dei fitoestrogeni (estrogeni di origine vegetale) può essere utile nei casi di menopausa e di osteoporosi. L integrazione di fitoestrogeni diminuisce la probabilità di cancro al seno la cui frequenza, nelle donne asiatiche, è decisamente inferiore a quelle delle donne europee. La soia comunque, ha effetti benefici anche per l uomo in quanto determina un basso rischio di contrarre il cancro al colon e alla prostata. Studi recenti su una molecola, l equol, derivata dagli isoflavoni di soia durante la sua digestione nell intestino, hanno permesso di evidenziarla quale potente inibitore del DHT, il principale responsabile della calvizie. Questa molecola ha l effetto di inibire un ormone maschile coinvolto nel tumore della prostata e nella calvizie: il deidrotestosterone (DHT) che normalmente stimola la crescita della prostata e provoca la tipica calvizie maschile.

6 Negli ultimi anni l industria farmaceutica ha sviluppato farmaci che inibiscono un enzima che converte il testosterone in DHT, sfortunatamente questi farmaci hanno parecchi effetti collaterali. L equol, invece, non impedisce la produzione di DHT ma il suo funzionamento impedendogli di legarsi ai recettori per effetto della sua azione di antagonista recettoriale: è molto utile per i pazienti cui è stata diagnosticata una prostata ingrossata (iperplasia prostatica benigna) o un tumore della prostata, e potrebbe rivelarsi importante nella terapia mista della calvizie androgenetica. Alimenti a base di soia o contenenti soia Farina di soia Carne di soia Germogli di soia Latte di soia Miso e Natto Olio di soia Pane, pasta e fiocchi Noccioline di soia Salsa di soia, Shoyu, Tamari e tao-you Tofu Yogurt alla soia Vitamine e capelli Dal punto di vista biochimico le vitamine sono un gruppo di sostanze eterogenee, senza contenuto energetico proprio, attive a dosi generalmente molto piccole, necessarie all organismo e alla sua crescita; esse non possono essere in genere sintetizzate ( solo in alcuni casi la nostra flora batterica intestinale ne produce una certa quota ) e devono pertanto essere introdotte con gli alimenti. A seconda delle loro caratteristiche chimico-fisiche vengono suddivise in liposolubili (A, D, E, K) e idrosolubili (B1, B2, B6, B8, acido folico, B12, C, acido lipoico).

7 La presenza di anomalie dei capelli e dei peli può in certi casi essere ricondotta a carenze di alcune vitamine (A, E, B5, PP, H ) imputabili spesso a drastici regimi dietetici perseguiti con disinvoltura. - Vitamina A Si trova solo in alimenti di origine animale, è implicata nel meccanismo della visione ed è un potente antiossidante capace di neutralizzare nell organismo la presenza di radicali liberi causa dell invecchiamento, della degenerazione neoplastica e probabilmente della caduta dei capelli dopo la quarta decade di età. La sua carenza causa fenomeni di ipercheratosi fino alla metaplasia squamosa delle cellule epiteliali. Assunta in eccesso potrebbe inibire la sintesi delle cheratine necessarie alla stabilita e resistenza del pelo. - Vitamina C Ampiamente distribuita nel mondo vegetale ha una netta capacita antiossidante, essa gioca un ruolo importante nel metabolismo dei lipidi e del colesterolo, accelera la guarigione delle ferite e il decorso delle malattie infettive, agisce, inoltre, nei confronti del sistema pilo-sebaceo anche per i suoi effetti sulla tirosina e sulla fenilalanina. - Vitamina E E presente negli olii vegetali, nell uovo e nei cibi che contengono anche vitamina A con la quale esercita un ruolo sinergico. E la vitamina antiossidante per eccellenza, e importante per la protezione delle membrane cellulari ed è indispensabile per la produzione di energia necessaria per le sintesi proteiche cellulari. Essendo una vitamina liposolubile puo accumularsi nel tessuto adiposo, comunque non si conoscono disturbi da eccesso di assunzione. - Vitamina F- Acidi Grassi Essenziali Si tratta di costituenti essenziali delle membrane cellulari necessari per gestire una corretta cheratinizzazione. Le fonti alimentari sono le stesse della vitamina A, una sindrome carenziale di acidi grassi è descritta in pazienti in alimentazione parenterale prolungata: i segni clinici sono rappresentati da

8 eritema e desquamazione di cuoio capelluto e sopracciglia con la perdita parziale di peli e capelli ed inoltre con la alterazione strutturale di quelli che rimangono i quali diventano anche depigmentati e secchi. - Vitamina H Si trova in tutti gli alimenti, prevalentemente nel fegato, nelle uova, nella crusca, nel lievito e nel riso. E essenziale per la sintesi degli acidi grassi e per molte reazioni del metabolismo intermedio perché, come gruppo prostetico, rappresenta la componente funzionale di un enzima importante nei processi lipogenetici ( acetil-coa-carbossilasi ). Non si conoscono sindromi da carenza e da iperdosaggio nell uomo. - Vitamina PP ( acido nicotinico ) E presente in buone concentrazioni in carne, pesce e frumento e comunque in quasi tutti gli alimenti ma spesso informa non assimilabile come nel caso del mais, infatti le carenze gravi, con la comparsa della pellagra (quadro di dermatite fotosensibile, disturbi neurologici e intestinali), si verificano soprattutto in quelle regioni in cui il mais e il principale o esclusivo alimento. - Vitamina B6 ( piridossina ) E ampiamente diffusa in tutti gli alimenti, specialmente nelle farine e nelle carni. Entra nella costruzione dei coenzimi necessari per i processi metabolici degli aminoacidi solforati e per altre reazioni enzimatiche fondamentali per il metabolismo degli acidi grassi essenziali e per la sintesi di coenzima A. La sua carenza causa anemia e, a carico della cute, si riscontra atrofia con ipercheratosi dei follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee. - Vitamina B2 ( riboflavina ) Contenuta principalmente nelle carni, nelle verdure fresche, nell uovo, nel lievito e nella farina, é coinvolta nel sistema della catena respiratoria mitocondriale che produce l energia cellulare. La sua carenza si manifesta con vari disturbi ( soprattutto di natura infiammatoria ) della cute e delle mucose. Non si conoscono disturbi da iperdosaggio.

9 - Vitamina B5 ( acido pantotenico ) Si trova in tutti i tessuti animali e vegetali, ha grande importanza nei processi metabolici per la sintesi del colesterolo, degli acidi grassi e degli ormoni steroidi. Classicamente la dermatite seborroica è attribuita a carenza anche di vitamina B5. Amminoacidi proteine e capelli Vi è un rapporto diretto fra stato nutrizionale e sintesi delle cheratine dure dei peli e delle unghie; diete restrittive e/o male equilibrate possono essere causa di debolezza strutturale e caduta dei capelli. Vari sono gli aminoacidi particolarmente importanti per la formazione di queste cheratine dure. - L-Lisina :E un aminoacido essenziale necessario per la crescita e coadiuva il mantenimento dell equilibrio dell azoto nell organismo. Ha molte funzioni nel corpo umano in quanto e necessario alla formazione di svariate proteine ognuna delle quali è indispensabile per molte funzioni. Un ruolo importante sembra giocarlo nell assorbimento e nell accumulo di calcio nel corpo. Una integrazione di lisina può risultare utile anche nel trattamento dell alopecia androgenetica, aiutando e incrementando l efficacia di medicinali come la finasteride e il minoxidil. - Istidina - Glicina - Fenilalanina - Tirosina: Sono tutti contenuti nella gelatina di collageno che, associato alla cistina, aumenta il contenuto di zolfo nel pelo. La glicina e forse il piu importane degli amminoacidi del collageno per il trofismo del capello, l effetto sulla cheratinogenesi per somministrazione di gelatina sembra essere in gran parte attribuito all azione della glicina che è anche l aminoacido quantitativamente più importante del collageno. La fenilalanina e la tirosina rivestono una grande importanza per la produzione di melanina e quindi per la pigmentazione del capello. Alla loro carenza è in gran parte attribuita la depigmentazione del capello. - Arginina: E un aminoacido basico non essenziale. Viene usata nelle iperammoniemie e come disintossicante epatico. Secondo alcuni studi favorisce

10 la produzione dell ormone della crescita, aumenta la libido, accelera la cicatrizzazione delle lesioni, favorisce il metabolismo dei grassi ed entra nel meccanismo di controllo del glucosio. Recentemente si sostiene l efficacia dell arginina, applicata topicamente sul cuoio capelluto, nella stimolazione della crescita e ricrescita dei capelli. - N-Acetil cisteina: E una sostanza dotata di un azione antiossidante diretta. La N-Acetil-cisteina protegge l alfa-antitripsina, enzima inibitore dell elastasi. Per le sue proprietà antiossidanti, e quale precursore del glutatione endocellulare, svolge anche un azione protettiva sulle vie respiratorie, opponendosi ai danni da agenti ossidanti. Vediamo ora nel campo farmaceutico quali sono i principi attivi in grado di intervenire nella cura delle comuni calvizie. Ovviamente per la cura delle calvizie, che assume caratteri assai diversi da persona a persona, non esiste un prodotto o un protocollo valido per tutti, o comunque migliore in assoluto. È ampiamente dimostrato che l uso combinato di più principi attivi offre risultati ben superiori alla semplice somma dei loro benefici. Solo uno specialista attento ed esperto può, caso per caso, indicare il cocktail adatto, variandolo, se necessario, anche più volte nel corso della terapia. Inoltre, come per tutte le cure, giocano un ruolo importante la ricettività soggettiva e la compliance del paziente, ovvero la costanza e puntualità nel seguire la terapia. Le Molecole Anticalvizie - Minoxidil: come molecola è sicuramente la più conosciuta. La sua scoperta è stata del tutto casuale, infatti pazienti affetti da ipertensione e trattati con questo farmaco per via orale, manifestavano una certa ricrescita dei capelli. Generalmente come prodotto tricologico è somministrato per via locale sotto forma di lozione, con diverse percentuali di principio attivo (compreso tra il 2 e il 5%). Non è ancora ben chiaro il meccanismo con cui agisce, senza dubbio la sua efficacia non è da attribuire all incremento della circolazione sanguigna locale, infatti altri vasodilatatori assai più potenti non hanno alcun effetto anti-calvizie. Probabilmente una volta attivato a livello del follicolo pilifero da una

11 solfotransferasi sembra agire su una proteina-chinasi che, attivando la glicolisi e a sua volta il ciclo di Krebs, stimola il ribosoma alla sintesi proteica e quindi alla ricrescita del capello. Spesso viene associato al minoxidil l Acido Transretinoico (Tretinoina) che sembra migliorare la penetrazione percutanea del minoxidil. Tra gli effetti collaterali più importanti del minoxidil ricordiamo l ipotensione, l aumento della frequenza cardiaca e la sensazione di bruciore. - Super Ossido Dismutasi: composti che sembrano in grado di prolungare la durata della fase di crescita similmente al minoxidil. Generalmente sono usati localmente, anche se da tempo si trovano negli integratori per uso sistemico, da assumere per via orale come anti-ossidanti. L azione di questi composti è da attribuire alla capacità di impedire che arrivi al follicolo il messaggio biologico di interruzione del ciclo pilifero: ciò comporta che il capello non entra in fase telogen e continua a vivere. - Finasteride: nata per la cura dell ipertrofia della prostata pare possa offrire risultati molto interessanti come farmaco anticalvizie in quanto agisce sulla causa prima dell inestetismo: la formazione di diidrotestosterone (DHT). La sua azione, infatti, consiste nell inibire il tipo II dell enzima 5-alfa-riduttasi che blocca la conversione del testosterone in diidrotestosterone che risulta nocivo per i follicoli piliferi. Per ora la via di somministrazione più comune è quella orale (sotto forma di capsule e compresse), anche se si stanno testando somministrazioni locali sotto forma di lozioni. Negli stati uniti viene indicato come farmaco concesso solo agli uomini anche se studi recenti hanno confermato che la finasteride per via orale è utile anche nel trattamento dell alopecia androgenetica femminile sia in pre che in postmenopausa, in particolare nelle donne colpite da alopecia androgenetica associata ad eccesso di peluria. I dosaggi da utilizzare sono maggiori di quelli efficaci per il trattamento delle calvizie maschili ed i tempi necessari per vedere i primi effetti sono in genere un po più lunghi. Tra gli effetti collaterali, e per questo molto sgradito ai pazienti maschi, vi sono la diminuzione della libido, la riduzione del volume di eiaculato e l impotenza anche parziale. - Dutasteride: è un altro inibitore della 5-alfa-reduttasi appartenente alla stessa famiglia della finasteride. Questo nuovo farmaco è un inibitore duale, cioè in grado di inibire sia il tipo I che il tipo II dell enzima 5-alfa-reduttasi.

12 Risultati scientifici hanno indicato che un dosaggio di 0.5mg di Dutasteride ha una efficacia molto maggiore di un dosaggio di 5mg di Finasteride; la Dutasteride inoltre sembra avere anche meno effetti collaterali. Sono ancora in corso vari studi per stabilire se la Dutasteride possa sostituire completamente la Finasteride. - Ciproterone acetato: è uno dei più efficaci antiandrogeni. Il meccanismo con cui agisce il ciproterone acetato a livello periferico è legato alla competizione con il diidrotestosterone per lo stesso recettore citosolico intracitoplasmatico. Si parla pertanto di meccanismo antiandrogeno recettoriale. Il ciproterone si lega con il recettore citosolico con più affinità del diidrotestosterone e ne impedisce, quindi, il trasporto nel nucleo cellulare. Sembra inoltre in grado di inibire debolmente anche la 5-alfa-reduttasi (effetto assai discusso). Viene usato solo nel trattamento di calvizie nelle donne. La somministrazione di questo farmaco è orale, anche se sembra ormai vicino l uso di una lozione idroalcoolica con una concentrazione compresa fra 0,5 e 1% di questo farmaco. Quest ultima formulazione potrà evitare gli effetti sistemici che ne precludono l utilizzo al maschio. - Estrogeni: molecole che hanno rilevato efficacia nella cura delle calvizie, infatti è stato dimostrato che esistono nelle cellule dei follicoli piliferi recettori per gli estrogeni che possono avere una azione diretta nella stimolazione della crescita del capello. L uomo, ovviamente, non può essere sottoposto a terapia medica con estrogeni senza correre seri rischi di ginecomastia e perdita della libido. Come in ogni campo della ricerca scientifica sono allo studio nuove molecole per la cura delle calvizie. Anche se non si è ancora arrivati alla soluzione definitiva, le attuali molecole contrastano molto bene ed attenuano la caduta nella maggior parte dei casi (più dell 80%); di sicuro non è assai lontana la scoperta di molecole in grado di sconfiggere in modo assoluto la calvizie. Studi sul DNA condotti negli Stati Uniti hanno permesso di scoprire il gene hairless responsabile della totale mancanza di peli e capelli in tutto il corpo, ed é proprio in questo campo che la scienza studia al fine di intervenire anche sui fattori genetici per arrestare la caduta dei capelli.

13 BIBLIOGRAFIA Francesco Corrado (1998) Diagnosi & Terapia Febbraio 1998 Paolo Manetti (1996) Cosmetic News Novembre-Dicembre 1996 Francesco Corrado (1998) Diagnosi & Terapia Marzo 1998 Paolo Castano (1998) I Capelli - Bellezza e Salute - ed. SEPeM 1998 Pia Novi (2000) Diagnosi & Terapia Marzo 2000 Pia Novi (2000) Diagnosi & Terapia Giugno 2000 Francesco Corrado (2000) Diagnosi & Terapia Settembre 2000 Antonella Tosti Notizie dal Congresso EHRS ( European Hair Research Society ) Sito Luciano Sterpellone ( 1999 ) Celebri ma Calvi ed. Medi s.r.l Dott. Marliani Sito Redazione Calvizie.net Sito De Magistris, R./ Ciaramella B. Nutrienti e malattie cronico - degenerative Ed Guna, 2000 Lehninger A. Principi di biochimica - Editore Zanichelli 2001 Dr. Francesco Corrado Dr. Luigi Buonoconto Dr. Giuseppe Oro

14 Dal Papiro di Ebers, risalente a circa 1500 anni prima di Cristo... Per far ricrescere i capelli ad un calvo. Grasso di leone 1 parte Grasso di ippopotamo 1 parte Grasso di coccodrillo 1 parte Grasso di gatto 1 parte Grasso di serpente 1 parte Grasso di stambecco 1 parte Mescolare in un unico ammasso ed ungere il cranio calvo. Ricetta per un caso di calvizie femminile. Zampe di cane 1 parte Noccioli di datteri 1 parte Zoccolo d asino 1 parte Cuocere in un vaso di perfetta fattura, con olio, e ungere la testa. TUTTE LE NUOVE SCOPERTE PER CURALI NEL MIGLIORE DEI MODI IN UN LIBRO DEL DOTT. CORRADO Nel libro intitolato IL CAMMINO SCIENTIFICO VERSO LA RI- CRESCITA DEI CAPELLI, che si trova nelle librerie di tutta Italia, il Dott. Corrado specialista in scienza e tecnologia cosmetiche, fà una chiara ed esauriente panoramica sul passato ed illustrerà studi sul presente e futuro della calvizie che prospetteranno la possibilità di ridurre, se non di cancellare, tanti dei problemi relativi agli inestetismi dei capelli compreso quello della loro irreversibile caduta.

15 Per saperne di più, oppure per acquistare il Libro, puoi visitare il sito puoi mandare una al seguente indirizzo : puoi contattare l autore al Numero Verde TUTTE LE NUOVE SCOPERTE PER CURARE I CAPELLI NEL MIGLIORE DEI MODI IN UN LIBRO DEL DOTT. CORRADO Nella Pubblicazione dal titolo IL CAMMINO SCIENTIFICO VERSO LA RI-CRESCITA DEI CAPELLI, il Dott. Corrado specialista in scienza e tecnologia cosmetiche, fà una chiara ed esauriente panoramica sul passato ed illustra studi sul presente e futuro della calvizie che prospettano la possibilità di ridurre, se non di cancellare, tanti dei problemi relativi agli inestetismi dei capelli compreso quello della loro irreversibile caduta. HANNO DETTO DEL LIBRO Il sogno di fermare la giovinezza aggrappata ai bulbi piliferi ancora più che al benessere e allo stato di salute di tutto il corpo è vecchio come il cucco. Questa aspettativa cerca di renderla possibile il dr. Francesco Corrado nelle sue ricerche scientifiche più recenti e lo fà in maniera onesta senza illudere che a una magnifica pelata possa sostituirsi una rigogliosa foresta di capelli da ventenne. Con il rigore scientifico che è proprio dell autore, che con un altro libro già ci aveva preso per mano e portato lungo i sentieri del mangiar bene perché siamo quello che mangiamo il dr. Corrado indica la via naturale per affrontare il problema di fermare la caduta, in altri casi di far ricrescere i capelli seguendo itinerari naturali e non violentandone la natura, in ogni caso consente, con i suoi scritti, di liberare la testa di inutili e vecchi grilli. Guglielmo Nardocci inviato speciale Famiglia Cristiana Il libro sottolinea che già i nostri progenitori erano alla ricerca di rimedi per la Ricrescita dei capelli Il lettore troverà tante motivazioni per credere, per sé e per gli altri, che si possa arginare, se non bloccare del tutto, la caduta. La lettura del testo rappresenta la risposta più recente, raffinata e provocante a un quesito antico e mai risolto. Angelo Bodrato Diagnosi & Terapia

16 La lettura mi ha sorpreso piacevolmente perché il libro sembra proporsi come una semplice elencazione di rimedi e invece rappresenta riflessioni e studi di un farmacista cosmetologo, in collaborazione con docenti di altre materie mediche, che partono dal capello per prospettare il benessere dell organismo in toto schiarendo nuovi orizzonti alla ricerca anche in altri campi. Domenico Barbati Il Mattino Per saperne di più, oppure per acquistare il Libro, puoi visitare il sito puoi mandare una al seguente indirizzo : puoi contattare l autore al Numero Verde

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Che cosa occorre sapere sull alopecia.

Che cosa occorre sapere sull alopecia. 01/ 2014 Sandoz Pharmaceuticals S.A. Suurstoffi 14 Casella postale 6343 Rotkreuz Tel. 0800 858 885 Fax 0800 858 888 www.generici.ch Che cosa occorre sapere sull alopecia. Struttura dei capelli 4 Ciclo

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Capelli sani: quanto ne sai?

Capelli sani: quanto ne sai? Antonella Tosti Antonella Tosti è Professore Ordinario di Clinica Dermatologica presso l Università di Bologna. Da molti anni si interessa di malattie dei capelli ed è considerata un esperto in questo

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

STRUTTURA DEI CAPELLI

STRUTTURA DEI CAPELLI I CAPELLI Struttura del capello Composizione chimica Fisiologia del capello I tipi di capelli Il colore dei capelli Patologie di cute e capello Trattamento igienico I CAPELLI I capelli sono un mezzo d'espressione

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

La Vitamina A La Vitamina D

La Vitamina A La Vitamina D LE VITAMINE La Vitamina A La vitamina A o retinolo è una vitamina liposolubile che serve per la differenziazione delle cellule epiteliali, la spermatogenesi, regolazione dello sviluppo osseo, il sistema

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione Pietro Santoianni Professore Emerito di Dermatologia Docente nel Dottorato di Ricerca in Dermatologia Sperimentale Dipartimento di Patologia sistematica, Sezione di Dermatologia Università di Napoli Federico

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Biochimica della Nutrizione

Biochimica della Nutrizione Università di Roma Tor Vergata - Scienze della Nutrizione Umana Biochimica della Nutrizione Prof.ssa Luciana Avigliano 2011 VITAMINA C VITAMINA E VITAMINA C: FUNZIONA DA AGENTE RIDUCENTE Donatore monoelettronico

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

LABOREST Italia S.p.A Via Vicinale di Parabiago 22 20014 Nerviano - Tel. 0331415253 info@laborest.com www.laborest.com

LABOREST Italia S.p.A Via Vicinale di Parabiago 22 20014 Nerviano - Tel. 0331415253 info@laborest.com www.laborest.com VISTA vista ALADIN 200 DHA 30 capsule Ingredienti: Olio di pesce titolato in DHA, gelatina alimentare, umidificanti: glicerolo, sorbitolo.agente rivestimento:gommalacca, coloranti:e171,e172; stabilizzanti:trietilcitrato,

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali:

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali: Gli enzimi Nel metabolismo energetico le cellule producono notevoli quantità di CO 2 che deve essere eliminata con l apparato respiratorio. Il trasferimento della CO 2 dalle cellule al sangue e da esso

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli