4 PEL AUTUNNO, CADONO. 4 i ENESSERE E BELLEZZA FISIOLOGICO TEMPORANEO CHE COLPISCE SOPRA-MATO SE IL PROBLEMA NON COMPLICI ANCHE SOLE, SALSEDINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4 PEL AUTUNNO, CADONO. 4 i ENESSERE E BELLEZZA FISIOLOGICO TEMPORANEO CHE COLPISCE SOPRA-MATO SE IL PROBLEMA NON COMPLICI ANCHE SOLE, SALSEDINE"

Transcript

1 N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 48 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf ENESSERE E BELLEZZA AUTUNNO CADONO 4 PEL A - 4 IN QUESTA STAGIONE? UN PROCESSO FISIOLOGICO TEMPORANEO CHE COLPISCE TUTTI COMPLICI ANCHE SOLE SALSEDINE E VENTO CHE HANNO MESSO LA CHIOMA A DURA PROVA CHE COSA? POSSIBILE FARE SOPRA-MATO SE IL PROBLEMA NON SCOMPARE MA DIVENTA CRONICO? r!m Il 1 / 7

2 cpll Un Smpr cconctur S? consrvrl Progrmm coè D Mlno? Un N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 49 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf LoSPECIALISTA Il profssor Pro Rost è docnt dl d formzon prmnnt dll Soctà tln d chrurg plstc rcostruttv d sttc ( Scpr profssor contrtto d chrurg plstc ll Unvrstà d Frrr Pdov Sn Mrno consdrto tr chrurgh pù spclzzt l mondo nll utotrpnto d cpll Sono rcors lu fmos poltc clctor prsongg dllo spttcolo Lvor Frrr Rom sono folt lucnt sono bllssm M spsso n qust stgon pù m Qundo cpll tndono ssr spnt opch sfbrt Pr non prlr dll pots pggor coè d qundo s drdno fno dvntr lmno sull sommtà dl cpo solo un rcordo possbltà è qus solo mschl m qus Ecco llor un pccolo vdmcum su com trttr l mglo l propr chom pr l pù possbl l pù lungo possbl sn fort dtrgnt prodott pr colorrl dll lmntzon ll ccortzz ncssr dopo 50 nn suggrmnt sono dvrs m ll fn s rducono un sr d buon btudn fcl d sgur un pzzco d buonsnso QUALI DOVREBBERO ESSERE Non sstono crttrst dl prché non sstono né un cuoo cplluto stndrd- buon shmpoo dv occuprs dllo stto dll ntur d cpll ( qund s sono scch grss dcolort rduc d prmnnt o colorzon lungh cort dll stgon dl clm dll tà dll frqunz con cu s lvno dllo stl d vt ( ch f sport o è sposto d gnt nqunnt h l ncsstà d lvrl pù spsso nfn dll prsnz d problm spcfc com pr smpo l forfor lvllo gnrl vl l consdrzon un buon shmpoo h com prmo obttvo qullo d non ltrr l cuoo cplluto d protggr l cpllo su tutt l su stnson LECARATTERIS frndo l mglor rspost n trmn d brllntzz volum fcltà d sclt n modo corrtto gl shmpoo utno mntnr cpll l cuoo cplluto sno solo utlzzo l rrto n pu? prgudcr l slut L unco consglo pr tutt è qund qullo d scglr uno shmpoo n prtnz dtto l propro cso po d TICHE DELLO SHAMPOO? usrlo scondo ncsstà solo qundo cpll l cuoocplluto hnno bsogno d un dtrson 49 2 / 7

3 quotdnmnt drmtologo lvgg troppo con L Altr drmtologo nftt 24 Attnzon Dopo Spsso dsqumzon Tr oltr dcolorzon struttur grz Oltr coè pggorndo No N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 50 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf denno CADONO I CAPELLI COME SI DEVE COMPORTARE CHI HA I CAPELLI GRASSI? nnztutto lvndol pù spsso n shmpoo dlct pr uso frqunt vntulmnt ltrnndol con shmpoo spcfc consglt dl I cpll sono grss cus dll prproduzon dll ghndol sbc producono pù sbo dl ncssro ppsntndo così cpll l cuoo cplluto ccsso d sbo è spsso ssocto ll cdut d cpll problm hnno volt du orgn ndrognt coè ormonl gnt n qunto dpndono s dll rzon gl ormon mschl s d nformzon contnut n gn n qunto tl rdtr cus dll ccssv produzon d sbo possono ssr lo strss l lmntzon scorrtt ggrssv ltrzon lgt l tubo dgrnt scompns ormonl dsfunzon dl fgto Non sst un numro dl prfssto d lvgg Il consglo è smpr qullo d lvrl qundo sono sporch scond dll ncsstà : cpll molto spost d gnt nqunnt l fumo m n cpll d uno sportvo possono ssr lvt tutt gorn purché con uno shmpoo dtto Ch h cpll grss dv vtr d scugrl tmprtur ccssv d toccrl spsso d spzzolrl contnumnt qundo cpll grss sono ssoct pll untuos plur ccssv cn qust cs bsogn rvolgrs l pr scludr un dsturbo d slut pù mportnt CHE COSA DEVE FARE CHI CE LI HA SECCHI? fondmntl l sclt dllo shmpoo dv ssr prtcolrmnt dlcto fcl d rsccqur prvo d profum colornt consrvnt ggrssv l lvggo s consgl d pplcr su cpll un blsmo o un crm bs d ngrdnt ttv drtnt mollnt dsrrossnt cpll scch sono c compgnt d un mrct prsnsbltà dl cuoo cplluto cus rrtzon locl brucor l c sono n l ccortzz scugtur tmprtur non ccssv l vtr d trr cpll qundo s spzzolno I cpll scch tndono nftt spzzrs con pù fcltà lmtr cosddtt prodott d fssggo gl șchum lc ssr rrtnt pr l cuoo cplluto qust cosmtc fvorscono l dson d polvr mpurtà su cpll ultrormnt l dsturbo d cpll scch n colorzon prmnnt trttmnt mnno l d cpll n gnrl d qull scch n prtcolr GUIDA AGLI ACQUISTI ELISIR RISTRUTTURANTE Elsr Cpll Nturvt d Mrco Vt ll Olo d Argn è dl pr cpll spnt sfbrt svolg zon ntossdnt rstrutturnt Contn n Olo d Mndorl dolc lvto vlor nutrnt Crstll lqud lucdno cpll frmc uro CAPELLI E UNGHIE PI? FORTI Grz ll sclusv formulzon compost dl Nutrslcum ch-osa Onobol Fortfnt cpll ungh n umnt forz rsstnz con un pporto d vtmn mnrl nutrnt ndspnsbl ll snts dll rtn frmc uro SHAMPOO NUTRIENTE Studto pr l cut snsbl cpll scch sfbrt Boscln Ol Shmpoo Nutrnt d Guln rprstn l flm drolpdco lnsc l cut rduc l prurto grz ll tcnolog Actv-Cr frmc uro UPWr A BASE DI CHERATINA E AMINOACIDI Krmn H Fl Rnforznt d Soco rsttusc forz bllzz cpll dbol sottl fcl spzzrs ll rtn rpr lo stlo gl mnocd mntngono l cpllo pù fort robusto fn dll rdc profumr 9 95 uro TRATTAMENTO 0110 D URTO 11 PK r Impcco ntgrtor UPKr d Gum Lcot è un concntrto d lg mrn Undr pnntfd pr un trttmnto d urto fvorsc l produzon d rtn ndcto pr cpll sfbrt sottl dbol dnnggt frmc d rborstr uro 50 3 / 7

4 prcpbl vc L grz Qundo Il dpostno Nll nftt n L m Hr N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 51 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf QUALI SONO LE CAUSE DELLA FORFORA? Normlmnt c è un rgolr rcmbo dll cllul mort dll pdrmd dl cuoo cplluto Qusto dtrmn l prsnz d un pccol dsqumzon fsologc Fno qundo l fnomno rmn n qust lmt d ftto non è qus qundo l rcmbo cllulr vvn pù rpdmnt dl norml s formno scgltt lbr bn o grgstr :sono rsdu d cllul mort prndono l nom d forfor Qusto fftto nv è spsso ccompgnto d prurto cus possono ssr dvrs ( un cttv lmntzon lo strss un ccssv produzon d sbo o l contrro un tndnz ll sczz dl cuoo cplluto trttmnt con prodott non don rrtnt m nll strgrn dmggornz d cs I colpvol è l Ptyrosporum ovl un fungo vv sul cuoo cplluto dll mggor prt dll prson Ptyrosporum ovl s nutr dl sbo scomponndolo n cd grss rrtnt l colon d qusto fungo s fnno troppo numros l rcmbo cllulr pdrmco è pù vloc d consgunz compr l forfor PRODOTTI DI FISSAGGIO COME GEL SCHIUME E LACCHE SONO CONSIGLIATI? Il gl tutt prodott fssggo pr cpll non sono un cus dll cdut o dl drdmnto d cpll Qust prodott non pntrno nl follcolo smplcmnt s sull suprfc dl cpllo Qundo s usno qust prodott pr? è mportnt lvr cpll con mggor frqunz n qunto rsdu d lc o gl s dpostno sul cuoo cplluto lcun cs possono rrtrlo fvorr l comprs dll forfor o d drmtt VERO CHE I CAPELLI CADONO MAGGIORMENTE IN ALCUNI PERIODI DELL ANNO? Sì cdut n prmvr n utunno è un fnomno fsologco d rcmbo nturl chmto n ffluvo stgonl dtrmn un umnto dll cdut ddl pr cnto Sono stt crct molt spgzon qusto fnomno L pù ccrdtt s bs sull vrzon dl rpporto tr or d luc or d buo ncdono sull qulbro ormonl FIALE RINFORZANTI Bokp Fl Rnforznt d Bos Ln è un progrmm spcfco d rptr 2 volt l nno pr rrobustr cpll rndrl pù fort rsstnt vtl frmc d rborstr 12 fl uro BIOLOGICO ALL OLIO DI ARGAN Olo Cpll Bologco Om ll Olo Atro d Argn l suo lvto contnuto n vtmn ntossdnt nutr cpll spnt frgl donndo loro un sptto lsco stoso Nll 71- grnd dstrbuzon 9 30 uro 111 VIA IL SEBO E LA FORFORA D Es l nuovo Rgnfort Shmpoo Antforfor n formul gommg drsc l sbo ll scgl dll forfor fcltndon l lmnzon dtrg n modo non ggrssvo frmc d rborstr 7 80 uro CONTRO SECCHEZZA E PRURITO> dcto pr ch h problm d sczz prurto forfor lo shmpoo bologco fortfcnt d I Provnzl ll olo d Spot dtrg dlctmnt rprstn l corrtto qulbro sbco grnd dstrbuzon 7 95 uro PER IL BENESSERE DEI CAPELLI? A bs d strtto d mlo mglo mnocd botn znco rm Volum d Nw Nordc è un ntgrtor lmntr fvorsc l fsologco bnssr d cpll l loro norml pgmntzon frmc 30 comprss uro 4111 PI? VITALIT? ALLA CHIOMA 1 I I tr bnss Ettr1=1 Nll prtc formul 2 n bs d olgolmnt Prt trml rrcchto con mnt gnsng Docc Shmpoo Pur&Ft d Bonsn rgl frszz ll pll vtltà cpll Nll grnd dstrbuzon 1 75 uro 51 4 / 7

5 rcorrndo lucntzz 4 lmntzon L Tutto Propro così è du l Un Ancor nll rchd n Tutto N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 52 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf &INNO CADONO I CAPELLI LIALIMENTAZIONE INFLUISCE SULLA SALUTE DELLA CHIOMA? Sì L è ssnzl pr l slut dll orgnsmo cpll non fnno cczon loro composzon chmc è costtut n buon prt d protn sold mntr l rstnt prt è ftt d cqu grss pgmnt olgolmnt Ṫr l protn compongono l cpllo prm pù mportnt è l rtn su volt formt d cstn lsn mmnocd ssnzl chmt prché non vngono prodott utonommnt dll orgnsmo pr qusto fondmntl ssumrl con l lmntzo n ( s trovno prncplmnt nll crn nl psc o con ntgrtor lmntr Altr sostnz ssnzl pr l slut d cpll sono l turn rgnn mmnocd lmntno l bulbo cpllfro sono prsnt nll crn ross uov nl psc lmntzon rcc d qust sostnz contrbusc rndr cpll pù fort pù volumnos pr vr un cpgltur sn sono mportnt l vtmn mnrl prtcolr è utl l frro ( mportnt pr ossgnr l sngu nutr l cuoo cplluto pr l produzon d pgmnt colorno cpll : s trov nll crn ross ngl spnc nll frutt l rm ; ( contrbusc ll produzon d mlnn prvn : l comprs d qull bnch è prsnt ngl spnc crostc nll ptt l ; mgnso (è utl s nll produzon d mlnn s nll rcrsct d cpll : s trov nll vrdur nll lo znco ; ( ut l crsct d cpll : è nll crn nl psc ;lo zolfo ( ut cpll dbol sfbrt : è nll crn bn nl fgto nl proscutto SONO UTILI GLI INTEGRATORI PER I CAPELLI? Con rtm srrt dll vt modrn non è smpr fcl vr un lmntzon complt corrtt Vvmo d cors concdndoc pst fugc spsso dt ftt con l pssprol spsso poco qulbrt qusto pu? portr un pggormnto dllo stto d slut dll nostr cpgltur d cu vn un umnto dll prdt d cpll un dmnuzon d spssor un umnto d forfor untuostà dl cuoo cplluto rltà l lmntzon è solo uno d tnt fttor n grdo d nflunzr l slut l bllzz d cpll m crtmnt un dt sn rrccht d ntgrtor lmntr lmno n lcun prod 9rnno pu? utr mntnrl bll sn fort rllntr l procsso d nvoluzon QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UN INTEGRATORE PER ESSERE EFFICACE? Un ntgrtor ffcc dv contnr prncpl nutrnt pr mntnr o rprstnr l slut dll cpgltur coè protn mnocd vtmn mnrl L protn sono utl n qunto s trtt propro dll sostnz compongono cpll costtut soprttutto d rtn Tr gl mnocd ( componnt dll protn prncpl sono qull solfort così chmt prché contngono zolfo tomo rgsc con un ltro tomo d zolfo stb lzzndo l struttur dll rtn con un lgm d tpo pont dsolfuro qusto grntsc l cpllo lstctà rsstnz Nll fmgl dll vtmn sono mportnt qull ntrvngono nll ttvtà follcolr dl cpllo n prtcolr qull dl gruppo B m n A D E C fn pu? ssr utl l ssunzon pr bocc d sostnz vgtl com qull strtt dll Srn rpns plm produc bc d cu s str l prncpo ttvo 52 5 / 7

6 ndrogntc dsponbl I cpllo umnto soprttutto s I A L drdmnto n nftt Fnlno An crndo N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 53 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf QUALISONO GLI EFFETTI DELLA MENOPAUSA SULLA CHIOMA? gnrl con l mnopus cpll dvntno pù sottl pù spnt pù opch lcun cs l cdut umnt notvolmnt Tutt qust trsformzon sono lgt l progrssvo dmnur dll componnt ormonl fmmnl ( strogn progstron pu? portr l rltvo d lvll d ormon mschl con fftt prtcolrmnt vsbl oltr su cpll n sull pll sull ungh qusto fnomno fsologco spsso s ggung l fftto ngtvo dto dllo strss d dttmnto ll mnopus qust condzon l orgnsmo consum un grnd qunttà d nutrnt ( sl mnrl vtmn mmnocd vngono pr? prfrblmnt ndrzzt gl orgn tssut vtl n scond bttut ll oss d cod cpll l pll l ungh pr qusto pggorno n modo così vsbl PERCH?SI PERDONO I Pr un quston stgonl com bbmo vsto m n pr molt ltr cus com pr smpo l mncnz d frro dsturb ll trod l dt drst l ssunzon d lcun frmc Nll strgrnd mggornz d cs pr? l prdt d cpll è dt dll lopc mglo not com clvz L propnson ll prdt d cpll s rdt d ntrmb l componnt fmglr nz mnfstrs dopo lo svluppo sssul cpll prdspost ll lopc ndrogntc coè qull post sull prt sovrst l front sull sommtà dl cpo nzno rdurs d dmtro Contmpornmnt l loro cclo vtl s ccorc fno vntulmnt ll scomprs Al contrro cpll prsnt sull rgon postror lt CAPELLI? rl dl cuoo cplluto sono gntcmnt prmnnt A dffrnz d qull sull sommtà dl cpo nftt qust non sono snsbl gl ormon mschl tndono prtnto rmnr stbl snsbltà d cpll gl ormon ndrogn dpnd soprttutto d un nzm l 5 lf rduttsl trsform l tstostron l prncpl ormon mschl nl suo drvto pù potnt l ddrotstostron o Dht follcol ( l ntroflsson dll pdrmd n cu s formno l cllul ndrnno costtur l dll r dl cuoo cplluto svluppno l clvz producono un mggor qunttà d nzm 5 lf rdutts qund producono pù Dht rsptto follcol dll r dl cuoo cplluto non sono colpt dll mltt LACALVIZIE? UN PROBLEMA SOLO MASCHILE O NE SOFFRONO ANCHE LE DONNE? N soffrono n l donn s con mnfstzon dvrs Nl loro cso l vvn nll rgon cntrl dl cpo l donn produc ormon ndrogn coè mschl sppur n qunttà nf rorrsptto l mscho Nll donn l clvz pu? ssr consgunz d un ccsso d ormon mschl o consgunz d un ccssv snsbltà dl cpllo lvll d ormon mschl ssolutmnt norml LE TINTURE POSSONO AVERE EFFETTI INDESIDERATI? ln d mssm srbbro prfrbl colornt nturl prodott non contngono l prncpl sostnz dnnos com l mmonc mtll ggunt consrvnt gnrl comunqu colornt tmporn non sono prcolos prché smplcmnt rcoprono l cpllo vngono rmoss dllo shmpoo L colorzon prmnnt nvc n lcun cs possono dnnggr l cuoo cplluto rzon toss o llrg Pr qusto s consgl d tstr l prodotto pplcndon un gocc sull pll dl brcco S dopo or non s vrfcno rrossmnt prurt l tnt è scur concluson l tnt n commrco sono scur s sgut n modo corrtto SI PU? FARE QUALCOSA PER CONTRASTARE LA CALVIZIE? Sul mrcto sono prodott sotto form d lozon d frmco d ssumr pr bocc ogn gorno n pù govn sono dmostrt n grdo d rllntr l procsso d cdut Gl fftt bnfc scompono pr? ntro du ms dll sospnson dl trttmnto 6 / 7

7 Idl pr spcfco D Trlscndo lozon pr n vl C rgonfmnto Prm umntrn Tr con Qull strzon un s D n bstur crcolr cpll nftt Pr d Nll tr o N dt : /10/2014 Dffuson : Pgn 54 : Prodctà : Mnsl Dmns 100 : % Comst_40010_48_13pdf AZNNO CADONO I CAPELLI #1 SI POSSONO AVERE REAZIONI AL CUOIO CAPELLUTO? - ALLERGICHE Sì Sono soltmnt cust d prodott utlzzt pr prmnnt tntur s non mncno cs sctnt d shmpoo lc d ntrr nllo dl cuoo cplluto l pn d rcordr cos è l llrg un rspost ccssv dl sstm mmuntro : sctn prtcolr ntcorp n confront d sostnz ( gl llrgn soltmnt nnocu Nl cso dl cuoo cplluto s dstnguono du tp d rzon : un mmdt un rtrdt Qull mmdt s mnfst qus subto un fort prurto rrossmnto dl cuoo cplluto rtrdt nz con un lggro prurto cu sgu gonfor lcrmzon dgl occh dll front rrossmnto dl cuoo cplluto consgunt dsqumzon notr l llrg rtrdt s mnfst n modo lv l prm volt n cu l cuoo cplluto ntr conttto con l llrgn po pggorr n succssv conttt QUAL? IL RUOLO DELLE LOZIONI SPECIFICHE? L lozon pr cpll s dstnguono prncplmnt pr l fn prsguono sono nftt lozon nt-cdut qull lntv ( pr rrossmnt prurto l ntforfor l mdct pr nfzon o ltrzon dl cplluto nfn lozon pr protggr l ntgrtà dl fusto dl cpllo qull curtv d prtnnz dl drmtologo qull con fnltà cosmtc sono ttnur dnn cust d slsdn sol vnto gl ngrdnt pù dffus pù ffcc c sono l protn dll st l burro d krtè nutrnt gscono formndo un vlo protttvo ttorno l cpllo n modo d lo spssor l rsstnz ll rottur l lucntzz l volum INCHE COSA CONSISTE LA POSSIBILIT? DI EFFETTUARE UN TRAPIANTO DI CAPELLI? S trtt d un utotrpnto nnnztutto n cu s prlvno untà follcolr ( coè grupptt d cpll d solto d 1 5 lmntt dllo stsso follcolo dll stss ghndol sbc l s trsfrscono nll r tpcmnt rmngono scoprt com l prt sovrst l front l sommtà dl cpo S trtt smpr d un ntrvnto n nsts locl dntco pr ntrmb sss con un dcorso molto poco fstdoso vsto dstnz d po or è gà possbl lvrs cpll rprndr l vt norml con l sol vvrtnz d protggr l cpo d rgg solr L tcn ttulmnt dsposzon pr ffttur un utotrpnto d cpll sono du :Fut coé Follcolr unt trnsplntton Fu Follculr unt xtrcton vngono sclt scond dll bltà dl chrurgo dll possbltà conom dl pznt C UNA TECNICA MIGLIORE DI UN ALTRA O COMUNQUE IN GRADO DI DARE RISULTATI MIGLIORI? Non c sono dubb sul ftto ll Fut sno lgt mggor succss n trmn d soprvvvnz d cpll trpntt s pr l nturlzz dl rsultto Nll Fut s prlv dll sd dontrc soltmnt l nuc strsc ( strp dl cuoo cplluto vn po suturto lscndo un cctrc prtcmnt nvsbl qunto spss crc 1 mm poszont n un zon n cu c sono cpll qust strsc s rcvno po l untà follcolr prfttmnt ndvdut grz ll utlzzo d prt dgl oprtor d mcroscop o d occhln con pccol bnocolo ngrndnt S trtt d un tcnc strmmnt prcs rduc l mnmo l trumtsmo dll dll untà follcolr n mn sprt rduc n tmp ntrcorrono tr spnto d mpnto Pù brv sono qust tmp mggor è l probbltà d soprvvvnz Fu nvc l untà follcolr vngono prlvt ll cc utlzzndo un pu? dnnggr l untà follcolr vcn qull prlvt comunqu non cntrr l untà s voglono trsfrr trsfrr tr s possono dnnggr ddrttur 3 untà follcolr nl cso n cu ogn cpllo pprtng un untà dvrs non ottnr lcun vntggo nll sd rcvnt pù oltr ll soprvvvnz dcsmnt pù bss d untà trpntt gl svntgg c sono l ncsstà d rsr compltmnt l sd dontrc l prsnz d tnt pccol cctrc ftto bn pù vsbl dll unc cctrc lsct dll Fut 54 7 / 7

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del Arrtrt: Mnstr Avvs SO ZZÍÍR ÍtÍRÍ8 DEL RE Gl\TO E ITALIA Ann 93 Bm Sbt : gugn Numr ISS Atbnrnnt Ann Sm Trm dmc d n In Rut sn prss l'ammnstrzn ch L tutt Rgn 65 86 30 All'str (Ps dll' Unn pstl) 50» 0 Un

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23 Untà Invlupp d vl secnd le nrme F.A.R. 3.1 Il dgrmm d mnvr Cn rferment qunt rprtt nel prgrf 1.4 dell precedente Untà s può scrvere: n f z L 1 ρscl 1 ρs CL v ( cs t) C v L uest sgnfc che per un dt qut (ρ)

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

Capelli sani: quanto ne sai?

Capelli sani: quanto ne sai? Antonella Tosti Antonella Tosti è Professore Ordinario di Clinica Dermatologica presso l Università di Bologna. Da molti anni si interessa di malattie dei capelli ed è considerata un esperto in questo

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale LISTINO PREZZI Servizio Singolo Pettinata 5-7.00 Piega Taglio Masch.x lavaggio/sh.speciale 2,00 Fiala ai minerali x lavaggio 5,00 Fiala x caduta 5,00 Cachet Masch.con elastina Masch.con cheratina Pagina

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

STRUTTURA DEI CAPELLI

STRUTTURA DEI CAPELLI I CAPELLI Struttura del capello Composizione chimica Fisiologia del capello I tipi di capelli Il colore dei capelli Patologie di cute e capello Trattamento igienico I CAPELLI I capelli sono un mezzo d'espressione

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni:

*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni: Tu s b ro: *d rprod urr, d strb ur, com uncr pub b co, sporr n pub b co, rppr s ntr, s gur o r ctr 'op r *d cr r op r d rvt A s gu nt cond zon: *Attrb uzon. D v rconosc r contrb uto d 'utor orgnro. *Non

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Pidocchi?... non perdiamo la testa

Pidocchi?... non perdiamo la testa Pidocchi?... non perdiamo la testa INFORMAZIONI SULLA PEDICULOSI DEL CAPO Ripartizione Sanità Indice Prefazione... 01 01 INTRODUZIONE... 03 02 COME AVVIENE IL CONTAGIO?... 07 03 PREVENZIONE... 09 04 TRATTAMENTO:

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio PEDICULOSI DEL CAPO PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato pidocchio IL PIDOCCHIO è importante sapere che Non è vettore di malattie

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari,

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari, LV LIVELLI VISIVI SERIE MULTICONTR TICONTROL OL I Livelli Visivi danno la possibilità di controllare in ogni istante il livello del liquido in modo chiaro e preciso. Il principio utilizzato è quello dei

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Che cosa occorre sapere sull alopecia.

Che cosa occorre sapere sull alopecia. 01/ 2014 Sandoz Pharmaceuticals S.A. Suurstoffi 14 Casella postale 6343 Rotkreuz Tel. 0800 858 885 Fax 0800 858 888 www.generici.ch Che cosa occorre sapere sull alopecia. Struttura dei capelli 4 Ciclo

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

IL MANAG. Ilibri di management solitamente si rivolgono PRIMA, DURAN PROFESSIONE

IL MANAG. Ilibri di management solitamente si rivolgono PRIMA, DURAN PROFESSIONE PROSSON PRM, URN L MN 14 al sapere al saper essere, passando per il saper fare e il saper far fare : dall età dell assunzione in azienda all età della post-pensione, ecco il percorso attraverso il quale

Dettagli