Area 1: Ordinamenti scolastici e autonomia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Area 1: Ordinamenti scolastici e autonomia"

Transcript

1 Area 1: Ordinamenti scolastici e autonomia Indicazioni per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione, novembre 2012; Testo; Chiavi di lettura; Approfondimenti; Riferimenti pedagogici e teorie fondanti. Il riordino del II ciclo; I nuovi licei, D.P.R. 15 marzo 2010, n.89; Indicazioni Nazionali (schema); Tabelle di confluenza; Profili, indirizzi, quadri orari; Nuovi istituti professionali e tecnici, D.P.R. 15 marzo 2010, numeri 87 e 88; Linee guida, direttiva 28 luglio 2010, n.65; Direttiva 15 luglio, n.57, Tabelle di confluenza, profili, indirizzi, quadri orari. Modulo C: L autonomia delle Istituzioni Scolastiche Autonomia finanziaria, Didattica Organizzativa; Ricerca; Sperimentazione e sviluppo; Funzionale amministrativa; Normativa di riferimento: dal 1997 ad oggi; Profili, ruoli, funzioni e compiti e limiti dell autonomia in Italia. Modulo D: Storia ed evoluzione storica della scuola italiana; Percorso storico normativo; Legge Casati; Legge Coppino; Legge Orlando; La riforma Gentile; La Carta della scuola; La nascita della scuola media; La scuola materna statale; Il tempo pieno; I Decreti Delegati e le norme degli anni 70; Il Testo Unico; La Carta dei Servizi; La riforma degli esami di maturità; Gli esami di Stato; La legge 30/2000 (De Mauro Berlinguer); L obbligo scolastico, la legge 53/2003 (Moratti) e l alternanza scuola-lavoro; Istruzione degli adulti; ITS e IFTS; Il Cacciavite di Fioroni; La riforma Gelmini; Gli interventi normativi del Ministro Profumo; Gli ultimi provvedimenti. Area 2: Curriculum e Valutazione

2 Il Piano dell offerta formativa Curriculum verticale e orizzontale; Organizzazione della rete scolastica; Progettazione, attività, strumenti, metodi, obiettivi. Modulo C: Programmare e valutare per competenze; Centralità dell apprendimento, il sistema della competenza le operazioni, i metodi. Modulo D: Nuove procedure di valutazione degli alunni; Evoluzione storica del processo valutativo e prospettive pedagogiche; Sistemi a confronto pro e contro; Il portfolio individuale e la rubrica valutativa. Modulo E: La valutazione del personale scolastico; C.C.N.L., progetti e sperimentazioni Vales 1 e 2, PQM. Modulo F: La valutazione di istituto Strumenti, metodi, risorse, obiettivi, finalità. Valutazione di sistema e sistema di valutazione Area 3: Teoria e quadro epistemologico/disciplinare Principali correnti pedagogiche. Storia della pedagogia:dal mondo antico al XI secolo. Modulo C: Didattica generale e pedagogia speciale. Modulo D: Psicologia sociale e dell apprendimento. Modulo E: Pedagogia generale. Modulo F: Ricerca educativa sperimentale. Modulo G:Tecnologie didattiche. Modulo H:Tecnologie dell istruzione e dell apprendimento. Modulo I:Teoria e tecniche dei nuovi media. Modulo L:Teoria della comunicazione istituzionale (formale e informale). Modulo M: Difficoltà dell apprendimento. Modulo N: Motivazione scolastica. Modulo O: Pedagogia interculturale. Modulo P:Sociologia dell educazione dell organizzazione e del lavoro. Modulo Q: Sociologia dei processi migratori. Modulo R: Relazioni interpersonali a scuola.

3 Area 4: Handicap DSA e BES Compiti istituzionali. Protocollo per l inclusione, PEI, PDP. Modulo C: Alunni stranieri. Programma didattico personalizzato. Modulo D: Normativa per gli alunni di cittadinanza non italiana. Modulo E: Gli sviluppi normativi: dalle scuole speciali al Piano per L Inclusione Scolastica. Modulo F: Svantaggio o diverse abilità? Modulo G: I contributi della pedagogia, della psicologia e delle neuroscienze. Modulo H: Presupposti per l integrazione. Modulo I: La diversità come patrimonio da recuperare. Modulo L: Inclusività e successo formativo. Area 5: Funzione dirigenziale (cultura organizzativa, leadership educativa, competenza negoziale) Gestione delle risorse umane. L azione dirigenziale. Il management pubblico. Modulo C: Le responsabilità dirigenziali; Civile, penale, amministrativa, disciplinare, contabile, dirigenziale; Legge 150 del Modulo D: Procedimenti disciplinari e sanzioni del personale scolastico. Modulo E: La dirigenza scolastica, una dirigenza atipica o unica? Modulo F: Teoria delle organizzazioni complesse. Modulo G: Il controllo di gestione. Modulo H: Accountability e bilancio sociale. Modulo I: La gestione amministrativo contabile. Modulo L: Il contratto della dirigenza pubblica. Il rapporto di lavoro, attribuzioni, formazione, valutazione e reclutamento. Modulo M: Le relazioni sindacali Modulo N: La contrattazione; Livelli, funzioni, elaborazione; Le RSU, storia ed evoluzione del sindacato italiano; Prerogative, ruoli e funzioni, compiti, diritti e doveri. Modulo O: Lo staff. Compiti e incarichi, attività, diritti e doveri, compensi.

4 Modulo P: Gli Organi collegiali ( ruoli, funzioni, compiti) Il ruolo del dirigente scolastico in rapporto alle prerogative degli OO.CC. Area 6: Gestione e risorse finanziarie Contabilità dell istituzione scolastica; Il programma annuale. Contabilità dei progetti europei. Modulo C: Contabilità degli Enti Pubblici. Modulo D: Codice dei contratti e procedure acquisti. Modulo E: Nozioni di scienza dell amministrazione. Modulo F: Elementi di contabilità di Stato. Modulo G: Contratti di prestazione d opera. Modulo H: Norme anticorruzione e antiriciclaggio. Area 7: Diritto amministrativo e pubblica amministrazione. Diritto amministrativo; Diritto di accesso ai documenti amministrativi; Diritto di accesso nelle istituzioni scolastiche; La tutela giurisdizionale; Diritto alla riservatezza e alla privacy. Il processo amministrativo. Modulo C: La riforma della P.A Modulo D: Struttura del MIUR e riorganizzazione. Area 8: Diritto Costituzionale I principi della Carta costituzionale. Le libertà. Modulo C: I diritti. Modulo D: La formazione. Modulo E: La tutela dei valori. Modulo F: Le fonti costituzionali. Modulo G: Elementi di diritto penale.

5 Area 9: Il rapporto di lavoro la funzione docente. Il reclutamento e la cessazione. Modulo C: Le assenze. Modulo D: Il C.C.N.L. Modulo E: La funzione ispettiva. Modulo F: Il personale ATA (profili, funzioni, reclutamento, orario, diritti, formazione, riconoscimento dei servizi). Modulo G: Diritti e libertà sindacali. Area 10: Stato, Regione, Territorio La riforma del titolo V della Costituzione. Istruzione e formazione. Modulo C: Il ruolo e le competenze degli Enti Locali in materia di istruzione e formazione. Area 11: Salute e sicurezza Diritto del lavoro. I soggetti coinvolti. Modulo C: Il servizio prevenzione e protezione. Modulo D: L informazione e la formazione. Modulo E: Le sanzioni. Modulo F: Le novità normative. Area 12: Sistemi scolastici europei Principali sistemi scolastici europei Caratteristiche e differenze. Il dirigente Scolastico nei sistemi scolastici europei; Ruolo, funzioni e compiti connessi con le autonomie. Modulo C: Il Docente nei sistemi scolastici europei Modulo D: Elementi di diritto comunitario; Evoluzione giurisdizionale.

6 Modulo E: Programmi europei di istruzione e formazione, per uno spazio europeo dedicato all istruzione e alla formazione permanente; Erasmus, Comenius, Grundtvig, Leonardo da Vinci, Programma trasversale, Jean Monnet. Studi di caso Normativo - contabili Sanzioni e contenzioso Gestione e risoluzione dei conflitti Sicurezza sul luogo di lavoro Diritto di accesso e tutela degli atti DSGA vs Dirigente Scolastico Diritto di sciopero e sorveglianza degli alunni Scuola e territorio RSU Gare d appalto Collegialità e libertà di insegnamento Organico Sostituzione del personale Rapporti scuola famiglia Normativa di riferimento Tutti gli argomenti sono sostenuti dall apposita normativa rintracciabile on line e/o sul Codice delle leggi della scuola, opportunamente aggiornato.

Preparazione al concorso DIRIGENTI SCOLASTICI

Preparazione al concorso DIRIGENTI SCOLASTICI Preparazione al concorso DIRIGENTI SCOLASTICI Disclaimer Certipass ha predisposto questo documento per l approfondimento delle materie relative alla Cultura Digitale e al migliore utilizzo del personal

Dettagli

Fase valutazione, monitoraggi, individuazione indicatori TUTTI I DIRIGENTI TECNICI. Fase istruttoria e fase assegnazione fondi

Fase valutazione, monitoraggi, individuazione indicatori TUTTI I DIRIGENTI TECNICI. Fase istruttoria e fase assegnazione fondi AREE DI INTERVENTO COMUNI a Dirigenti Tecnici e al Personale utilizzato per il supporto all autonomia delle Sistema Nazionale di Valutazione: supporto alle esami di Stato, di qualifica, di abilitazione

Dettagli

CFIScuola- Via Maverna, Ferrara C.F. e P.IVA Tel

CFIScuola- Via Maverna, Ferrara C.F. e P.IVA Tel MODULO 0 - PRESENTAZIONE E FORUM DEL CORSO Forum Comunicazioni F.A.Q. - Generali, organizzative e tecniche Forum Presentazione dei corsisti Forum 29 interventi non letti Forum didattico (Formatore) 35

Dettagli

Sommario. Introduzione 13

Sommario. Introduzione 13 Sommario Introduzione 13 GAETANO DOMENICI - GIOVANNI MORETTI PARTE PRIMA: CULTURE E TEORIE 17 1. Leadership educativa, cultura dell autonomia e della valutazione come contributi per il risanamento del

Dettagli

Corso di formazione Concorso a cattedra 2016 Le competenze e abilità del docente. Programma

Corso di formazione Concorso a cattedra 2016 Le competenze e abilità del docente. Programma Corso di formazione Concorso a cattedra Le competenze e abilità del docente Programma DESTINATARI Candidati del Concorso a Cattedra per tutte le classi di concorso di ogni ordine e grado. NUMERO PARTECIPANTI

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E UROPEO

C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E UROPEO C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E UROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Pec Via Calatafimi 8 57126 Livorno Nazionalità Italiana Data di nascita 3 DICEMBRE 1967 Codice

Dettagli

Curriculm Vitae di ROVITUSO LUCIA stampato il 17/05/2013

Curriculm Vitae di ROVITUSO LUCIA stampato il 17/05/2013 Curriculm Vitae di ROVITUSO LUCIA stampato il 17/05/2013 CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROVITUSO LUCIA Indirizzo VIA G. LANZA DI SCALEA - 90146 - PALERMO (PA) - Piazza principe di Camporeale

Dettagli

(Legislazione scolastica Prof.ssa Ilaria Carlotto) TERZA LEZIONE

(Legislazione scolastica Prof.ssa Ilaria Carlotto) TERZA LEZIONE (Legislazione scolastica Prof.ssa Ilaria Carlotto) TERZA LEZIONE NORMATIVA STATALE IN MATERIA SCOLASTICA (successiva all entrata in vigore della Costituzione del 1948) 1) Legge n. 1254 del 1957 (Introduzione

Dettagli

Prof. ssa Giuliana Sandrone RICONOSCIMENTO, VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE a.a. 2013/2014. Breve excursusstorico della scuola italiana

Prof. ssa Giuliana Sandrone RICONOSCIMENTO, VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE a.a. 2013/2014. Breve excursusstorico della scuola italiana Prof. ssa Giuliana Sandrone RICONOSCIMENTO, VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE a.a. 2013/2014 Breve excursusstorico della scuola italiana RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Giuseppe Bertagna, Autonomia.

Dettagli

Corso di preparazione al concorso per Dirigenti Scolastici 2017 Scheda riepilogativa livelli: 1,2 e 3

Corso di preparazione al concorso per Dirigenti Scolastici 2017 Scheda riepilogativa livelli: 1,2 e 3 Corso di preparazione al concorso per Dirigenti Scolastici 2017 Scheda riepilogativa livelli: 1,2 e 3 OBIETTIVI Percorso formativo svolto interamente in Rete, attivo già da febbraio 2015 e con iscrizioni

Dettagli

Certificazione delle Competenze e Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia e del Primo Ciclo d Istruzione Seconda Lezione

Certificazione delle Competenze e Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia e del Primo Ciclo d Istruzione Seconda Lezione Certificazione delle Competenze e Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia e del Primo Ciclo d Istruzione Seconda Lezione INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI. Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo?

INDICAZIONI NAZIONALI. Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? DPR n. 275/1999 POF e curricolo d istituto Autonomia Scolastica e Indicazioni Nazionali Abolizione dei Programmi scolastici Art. 8 Competenze dello Stato e competenze

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI DATA DI NASCITA 20/02/1969

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI DATA DI NASCITA 20/02/1969 CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME E NOME Barbieri Barbara DATA DI NASCITA 20/02/1969 QUALIFICA II FASCIA AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA INCARICO

Dettagli

LE COMPETENZE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO. Nella gestione della scuola

LE COMPETENZE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO. Nella gestione della scuola LE COMPETENZE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Nella gestione della scuola 1 NUOVO PROFILO passaggio dal ruolo direttivo al ruolo dirigenziale ( art. 25 del D. L.vo 165/2001 ) 2 Il Dirigente scolastico : Assicura

Dettagli

CORSO ON-LINE DI PREPARAZIONE AL CORSO-CONCORSO SELETTIVO PER IL RECLUTAMENTO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER DOCENTI

CORSO ON-LINE DI PREPARAZIONE AL CORSO-CONCORSO SELETTIVO PER IL RECLUTAMENTO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER DOCENTI CORSO ON-LINE DI PREPARAZIONE AL CORSO-CONCORSO SELETTIVO PER IL RECLUTAMENTO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER DOCENTI PRESENTAZIONE DETTAGLIATA L Ente di Formazione Anicia,

Dettagli

Protocollo di accoglienza per gli alunni e gli studenti con BES. Seconda lezione

Protocollo di accoglienza per gli alunni e gli studenti con BES. Seconda lezione Protocollo di accoglienza per gli alunni e gli studenti con BES Seconda lezione L azione a livello d Istituto -.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.- TEST

Dettagli

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER DIRIGENTE SCOLASTICO

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER DIRIGENTE SCOLASTICO PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER DIRIGENTE SCOLASTICO - MODULO 1: La dirigenza scolastica nel sistema di autonomia: profili giuridico-istituzionali. Di Luciano Molinari Le

Dettagli

Se avessi dato retta ai miei clienti avrei dovuto allevare un cavallo più veloce. loredana leoni

Se avessi dato retta ai miei clienti avrei dovuto allevare un cavallo più veloce. loredana leoni Se avessi dato retta ai miei clienti avrei dovuto allevare un cavallo più veloce FINALITÀ Dare piena attuazione all autonomia delle istituzioni scolastiche per Innalzare il livello di competenze degli

Dettagli

L inclusione nella normativa

L inclusione nella normativa L inclusione nella normativa Art. 3 ed Art. 34 Costituzione Legge 118/71 Legge 517/77 Legge 104/92 DPR 24 febbraio 1994 Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità Linee guida per l integrazione

Dettagli

Le norme fondamentali della scuola dell'autonomia Prof. Maurizio Tiriticco

Le norme fondamentali della scuola dell'autonomia Prof. Maurizio Tiriticco Le norme fondamentali della scuola dell'autonomia Prof. Maurizio Tiriticco La scuola non è un azienda! L alunno non è un cliente Il dirigente scolastico non è un manager! Ma Un ISA non è un AZIENDA, ma

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio X - Ambito territoriale di Biella

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio X - Ambito territoriale di Biella Allegato 1 Elenco delle UO funzionali alla gestione documentale dell AOOUSPBI USPBIarchivio UO DENOMINAZIONE ATTIVITA ISTITUZIONALE Ufficio Protocollo Archivio e Spedizioni 1.Protocollo Informatico 2.Gestione

Dettagli

Il sistema di valutazione scolastico alla luce della legge 107/2015

Il sistema di valutazione scolastico alla luce della legge 107/2015 Il sistema di valutazione scolastico alla luce della legge 107/2015 Milano, 25 ottobre 2016 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Maria Rosaria Capuano 1 IL CONTESTO EUROPEO Esigenza sempre più

Dettagli

Valorizzazione del merito

Valorizzazione del merito Valorizzazione del merito Criteri del comitato di valutazione 1 Il comitato di valutazione la composizione c. 129 Il dirigente, che lo presiede Tre docenti, di cui due scelti dal collegio uno dal consiglio

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di decreto recante: 11.11.2014 Organizzazione e compiti degli uffici di livello dirigenziale non generale istituiti presso l Ufficio scolastico regionale per l Umbria. IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE,

Dettagli

Formazione Personale ATA

Formazione Personale ATA Formazione Personale ATA T E M A T I C A G L I O B I E T T I V I, G L I S T R U M E N T I E L E F U N Z I O N I D E L L A U T O N O M I A S C O L A S T I C A F O R M A T O R E : R I T A G A E T A Principali

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio Ispettivo PIANO REGIONALE DI LAVORO TRIENNALE DEL SERVIZIO ISPETTIVO (aa.ss.2016/2017-2017/18-2018/2019)

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI LETTIERI ANNAMARIA

CURRICULUM VITAE DI LETTIERI ANNAMARIA CURRICULUM VITAE DI LETTIERI ANNAMARIA INFORMAZIONI PERSONALI NOME LETTIERI ANNAMARIA INDIRIZZO Via Brecciame, 115 81024 Maddaloni (CE) TELEFONO +39 366 661 93 92 E-MAIL lettieriannamaria@gmail.com NAZIONALITA

Dettagli

Ente accreditato MIUR con D.M. del 28/07/2006

Ente accreditato MIUR con D.M. del 28/07/2006 O.N.L.U.S. Arco Felice Ente accreditato MIUR con D.M. del 28/07/2006 SCUOLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Oggetto: ONLUS Arco Felice Napoli. Offerta formativa: Linee Guida per l integrazione scolastica degli

Dettagli

FORMAZIONE NEOASSUNTI 2016 FORMAZIONE NEOASSUNTI 2016 USR LAZIO

FORMAZIONE NEOASSUNTI 2016 FORMAZIONE NEOASSUNTI 2016 USR LAZIO NEOASSUNTI 2016 Riforma del Sistema Nazionale di Istruzione e Formazione FINALITA La Legge 107/2015 dà piena attuazione all autonomia delle istituzioni scolastiche di cui all art. 21 della Legge n. 59/1997

Dettagli

> FORMATORI: Piero Cattaneo, Anna Maria Di Falco, Reginaldo Palermo, Giovanni Rapisarda e Aluisi Tosolini

> FORMATORI: Piero Cattaneo, Anna Maria Di Falco, Reginaldo Palermo, Giovanni Rapisarda e Aluisi Tosolini CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER DIRIGENTE 2017 NORMATIVA, ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SCUOLA NEI PROCESSI DI CAMBIAMENTO ATTUALI CORSO COMPLETO DI 38 ORE 19 incontri in webinar di 2 ore ciascuno

Dettagli

STRATEGIE PRATICHE PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA. Relatore: Matteo Sclafani

STRATEGIE PRATICHE PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA. Relatore: Matteo Sclafani STRATEGIE PRATICHE PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Relatore: Matteo Sclafani La didattica inclusiva e la personalizzazione dell insegnamento come concetti non nuovi - Decreti delegati del 77 (organi collegiali)

Dettagli

MIUR.AOOUSPBI.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOOUSPBI.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOOUSPBI.REGISTRO UFFICIALE(U).0002932.20-12-2017 Allegato 1 Elenco delle UO funzionali alla gestione documentale dell AOOUSPBI UO DENOMINAZIONE ATTIVITA ISTITUZIONALE USPBIUFFAAGG Ufficio Affari

Dettagli

Ufficio Stampa Miur Roma, 29 gennaio 2015 Le Scienze Umane (Antropologia,

Ufficio Stampa Miur Roma, 29 gennaio 2015 Le Scienze Umane (Antropologia, Istruzione e formazione per la cittadinanza attiva, contro le disuguaglianze SEMINARIO DEL GRUPPO DI LAVORO DEI DOCENTI DI SCIENZE UMANE ROMA 16-17 Marzo Trattazione di temi - problemi disciplinari nella

Dettagli

CGIL SCUOLA DECRETO E AUTONOMIA SCOLASTICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CGIL SCUOLA DECRETO E AUTONOMIA SCOLASTICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA CGIL SCUOLA DECRETO E AUTONOMIA SCOLASTICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA a cura della Cgil Scuola Nazionale Via Leopoldo Serra 31 00153 Roma www.cgilscuola.it Premessa Con la Circolare Ministeriale 29/04,

Dettagli

Anp - La Buona Scuola. Nella Legge 107/2015 La nuova Governance

Anp - La Buona Scuola. Nella Legge 107/2015 La nuova Governance Nella Legge 107/2015 La nuova Governance 1 Le competenze del Dirigente Scolastico Il Piano triennale dell offerta formativa L organico dell autonomia I collaboratori del Dirigente Il Comitato di valutazione

Dettagli

Istruzione e formazione per la cittadinanza attiva, contro le disuguaglianze SEMINARIO DEL GRUPPO DI LAVORO DEI DOCENTI DI SCIENZE UMANE

Istruzione e formazione per la cittadinanza attiva, contro le disuguaglianze SEMINARIO DEL GRUPPO DI LAVORO DEI DOCENTI DI SCIENZE UMANE Istruzione e formazione per la cittadinanza attiva, contro le disuguaglianze SEMINARIO DEL GRUPPO DI LAVORO DEI DOCENTI DI SCIENZE UMANE ROMA 16-17 Marzo Trattazione di temi - problemi disciplinari nella

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail Nazionalità loredanagarritano@tiscali.it ITALIANA Data di nascita 03/08/1961 Amministrazione Incarico attuale Qualifica E-mail

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Indirizzo (sede di servizio) Sergio Cottali Telefono presso l Agenzia 030.3838252 Viale Duca degli

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Calcerano Luigi Data di nascita 25/07/1949. Dirigente - Dipart.Istruzione D.G. Personale Scolastico - Uff.

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Calcerano Luigi Data di nascita 25/07/1949. Dirigente - Dipart.Istruzione D.G. Personale Scolastico - Uff. INFORMAZIONI PERSONALI Nome Calcerano Luigi Data di nascita 25/07/1949 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia MINISTERO Dirigente - Dipart.Istruzione D.G. Personale

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/Nome Indirizzo Telefono E-mail claudia.curci.210@istruzione.it Cittadinanza italiana Data di nascita 07/11/64 Sesso F Settore professionale Dirigente

Dettagli

Approvato con Det. DG n. 206 del 30/12/2016 decorrenza 22/10/2016 DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE

Approvato con Det. DG n. 206 del 30/12/2016 decorrenza 22/10/2016 DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE Approvato con Det. DG n. 206 del 30/12/2016 decorrenza 22/10/2016 DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE STRUTTURE ORGANIZZATIVE AREA ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA TRIENNIO 2016/17, E

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA TRIENNIO 2016/17, E Prot. n. 2683 A/22 Fagnano Castello 21/09/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI Al DSGA Al personale ATA E p.c. Al CONSIGLIO DI ISTITUTO Al Sito web All Albo on line ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE

Dettagli

Valore P.A. - Corsi di formazione Programma dettagliato del Corso

Valore P.A. - Corsi di formazione Programma dettagliato del Corso Valore P.A. - Corsi di formazione 2017 Programma dettagliato del Corso La riforma del pubblico impiego tra responsabilità disciplinare, performance e valutazione Il Corso ha ad oggetto il processo e i

Dettagli

Piano nazionale triennale per la formazione dei docenti

Piano nazionale triennale per la formazione dei docenti Piano nazionale triennale per la formazione dei docenti 2016-2019 È in linea con quanto stabilito dalla legge 107/2015 che prevede la formazione in servizio del personale docente come obbligatoria, permanente

Dettagli

SCUOLA E SOCIETA : INNOVARE PER MIGLIORARE

SCUOLA E SOCIETA : INNOVARE PER MIGLIORARE SCUOLA E SOCIETA : INNOVARE PER MIGLIORARE FINALITA Nella società contemporanea, complessa e liquida per definizione, l Istituzione scolastica è chiamata ad interpretare i bisogni formativi, a tracciare

Dettagli

Giacomo Francesco Costa Via San Martino 25/ Genova.

Giacomo Francesco Costa Via San Martino 25/ Genova. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono 010 518200 Fax E-mail Giacomo Francesco Costa Via San Martino 25/15 16131 Genova giacomo.costa@istruzione.it

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO NELL IMPIANTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE. A cura di Ettore Acerra

LA VALUTAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO NELL IMPIANTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE. A cura di Ettore Acerra LA VALUTAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO NELL IMPIANTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE A cura di Ettore Acerra I RIFERIMENTI DEL SISTEMA 1. Artt. 21 e 25 D.Lgs 165/2001 I dirigenti scolastici

Dettagli

Alunni con Bisogni Educativi Speciali. Ottobre 2014 Flavio Fogarolo

Alunni con Bisogni Educativi Speciali. Ottobre 2014 Flavio Fogarolo Alunni con Bisogni Educativi Speciali Ottobre 2014 Flavio Fogarolo Signora, se non porta a scuola un certificato medico noi dobbiamo per forza trattare suo figlio come tutti gli altri! FALSO! DPR 8 marzo

Dettagli

B E L L U Z Z I - F I O R A V A N T I

B E L L U Z Z I - F I O R A V A N T I B E L L U Z Z I - F I O R A V A N T I I S T I T U T O D I I S T R U Z I O N E S U P E R I O R E C. F. 9 1 3 3 7 3 4 0 3 7 5 v i a G. D. C a s s i n i, 3-4 0 1 3 3 B O L O G NA T e l. 0 5 1 3 5 1 9 7 1

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE DEI DOCENTI. AMBITO TERRITORIALE n.17 LUGO FAENZA. a.s

PIANO DI FORMAZIONE DEI DOCENTI. AMBITO TERRITORIALE n.17 LUGO FAENZA. a.s PIANO DI FORMAZIONE DEI DOCENTI AMBITO TERRITORIALE n.17 LUGO FAENZA a.s.2017- Unità formative proposte Azione formativa Destinatari Periodo di svolgimento Didattica della Matematica: compiti di realtà

Dettagli

CURRICULUM VITAE PER ASSEGNAZIONE DELL'INCARICO

CURRICULUM VITAE PER ASSEGNAZIONE DELL'INCARICO CURRICULUM VITAE PER ASSEGNAZIONE DELL'INCARICO AMBITO: LAZIO AMBITO 0003 ROMA CAPITALE POSTO O CLASSE DI CONCORSO: A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE INDIRIZZO EMAIL: Recapito telefonico: COGNOME:

Dettagli

La funzione docente: diritti e doveri degli insegnanti. Sergio Cicatelli Corso di legislazione scolastica / 10

La funzione docente: diritti e doveri degli insegnanti. Sergio Cicatelli Corso di legislazione scolastica / 10 La funzione docente: diritti e doveri degli insegnanti Sergio Cicatelli Corso di legislazione scolastica / 10 La funzione docente La funzione docente è «esplicazione essenziale dell attività di trasmissione

Dettagli

DELLA REPUBBLICA ITALIANA

DELLA REPUBBLICA ITALIANA Supplemento ordinario alla Gazzetta UfÞ ciale n. 91 del 20 aprile 2015 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

A.A. 2012/13. L interesse legittimo: - definizione; - riparto di giurisdizione; - mezzi di tutela.

A.A. 2012/13. L interesse legittimo: - definizione; - riparto di giurisdizione; - mezzi di tutela. A.A. 2012/13 Gli istituti di garanzia del procedimento amministrativo: - la comunicazione di avvio; - il preavviso di rigetto; - il diritto di accesso. L interesse legittimo: - definizione; - riparto di

Dettagli

PREPARAZIONE ALLA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO PRESENTAZIONE DEI CORSI

PREPARAZIONE ALLA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO PRESENTAZIONE DEI CORSI PREPARAZIONE ALLA PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO PRESENTAZIONE DEI CORSI IL PERCORSO FORMATIVO PREVEDE 15 INCONTRI SEMINARIALI ARTICOLATI IN PIU MODULI, CON 30 VIDEO LEZIONI. Modalità

Dettagli

FORMAZIONE DEL PERSONALE A.T.A

FORMAZIONE DEL PERSONALE A.T.A FORMAZIONE DEL PERSONALE A.T.A Gli obiettivi, gli strumenti e le funzioni dell autonomia scolastica corso CS 1^ segmento G. La Forgia Galilei Pisa La denominazione delle qualifiche del personale ATA e

Dettagli

interventi e partecipazioni:

interventi e partecipazioni: POSIZIONE RICOPERTA Insegnante di scuola primaria a tempo indeterminato in posizione di esonero totale come tutor del tirocinio presso il Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione

Dettagli

ELEZIONI RSU 2015 PICCOLA GUIDA PRATICA

ELEZIONI RSU 2015 PICCOLA GUIDA PRATICA INDICE: ELEZIONI RSU 2015 PICCOLA GUIDA PRATICA 1)CHI E LA RSU 2)DIRITTI DELLE RSU 3)MATERIE DI CONTRATTAZIONE 4)LE RELAZIONI SINDACALI CHI E LA RSU rappresenta il personale della scuola e contratta con

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI A.S. 2016/2017

DICHIARAZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI A.S. 2016/2017 ALLEGATO A DICHIARAZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI A.S. 2016/2017 DOCENTE Cognome e Nome : Docente: Infanzia Primaria Secondaria I grado Con contratto di lavoro a tempo indeterminato

Dettagli

Piano di formazione del personale docente neoassunto a.s. 2015-2016

Piano di formazione del personale docente neoassunto a.s. 2015-2016 Scuola Polo Formazione I.S. Leonardo da Vinci - Firenze Piano di formazione del personale docente neoassunto a.s. 2015-2016 Laboratorio : Inclusione sociale ed aspetti interculturali Docente : Alessandra

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA TOSCANA. LIONS CLUB INTERNATIONAL DISTRETTO 108La TOSCANA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA TOSCANA. LIONS CLUB INTERNATIONAL DISTRETTO 108La TOSCANA PROTOCOLLO DI INTESA tra UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA TOSCANA (di seguito denominato USR TOSCANA) e LIONS CLUB INTERNATIONAL DISTRETTO 108La TOSCANA (di seguito denominata L.C.108La) Rafforzare e

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI

IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE OLIVETTI www.istitutoolivetti.it Colle Bellavista - 10015 IVREA (TO) tel. 0125/230013 0125/239004 0125/239260 - C.F. 84003890013 TOIS01200T@istruzione.it TOIS01200T@pec.istruzione.it

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA. TRIENNIO 2016/17, e

ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA. TRIENNIO 2016/17, e ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 2 SANT AGATA de GOTI Viale Vittorio Emanuele III - 82019 Sant Agata de Goti (BN) Tel./Fax 0823/953048 e-mail: bnic827002@istruzione.it - C. F. 92029000624 Codice Meccanografico

Dettagli

ACCORNERO FERRUCCIO DIRIGENTE SCOLASTICO. Dirigente - ISTITUZIONE SCOLASTICA.

ACCORNERO FERRUCCIO DIRIGENTE SCOLASTICO. Dirigente - ISTITUZIONE SCOLASTICA. CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ACCORNERO FERRUCCIO Data di nascita 17/04/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI ROCCHETTA TANARO Dirigente

Dettagli

Commissione per il monitoraggio e la valutazione del Piano di formazione del personale docente neoassunto D.D.G. USR ER n. 363 del prot.

Commissione per il monitoraggio e la valutazione del Piano di formazione del personale docente neoassunto D.D.G. USR ER n. 363 del prot. 1 2 Bilancio competenze iniziale e finale Colloquio davanti al CdV Patto per lo sviluppo professionale Formazione on line e portfolio professionale Incontri propedeutici e di restituzione Peer to peer

Dettagli

Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione

Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione Bisogni Educativi Speciali: la scuola dell inclusione Scandicci 9 maggio 2013 I.S.I.S. Russell-Newton Relatore dott. Giuseppe Panetta La politica dell Inclusione scolastica in Italia L Italia è stata tra

Dettagli

CITTADINANZA E COSTITUZIONE NEL QUADRO DELLA RECENTE NORMATIVA

CITTADINANZA E COSTITUZIONE NEL QUADRO DELLA RECENTE NORMATIVA Sergio Blazina dirigente tecnico USR Piemonte CITTADINANZA E COSTITUZIONE NEL QUADRO DELLA RECENTE NORMATIVA Museo diffuso 5 ottobre 2016 LE ORIGINI LEGGE 169/2008, art. 1 comma 1: A decorrere dall'inizio

Dettagli

PAROLE/CHIAVE PER L INCLUSIONE: PIANI PERSONALIZZATI, VALUTAZIONE, ORIENTAMENTO

PAROLE/CHIAVE PER L INCLUSIONE: PIANI PERSONALIZZATI, VALUTAZIONE, ORIENTAMENTO PAROLE/CHIAVE PER L INCLUSIONE: PIANI PERSONALIZZATI, VALUTAZIONE, ORIENTAMENTO Graziella Favaro INCONTRO DEL 7 NOVEMBRE ORGANIZZATO NELL AMBITO DEL PROGETTO «IL MONDO A SCUOLA, A SCUOLA DEL MONDO» Didattica

Dettagli

Qualifica Istruttore direttivo amministrativo cat. D1 posizione economica 5

Qualifica Istruttore direttivo amministrativo cat. D1 posizione economica 5 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome/Nome Data di nascita 29 OTTOBRE 1969 Qualifica Istruttore direttivo amministrativo cat. D1 posizione economica 5 Amministrazione Incarico attualmente ricoperto

Dettagli

Riconoscimento della carriera pregressa per Cambio di corso/ordinamento, Trasferimento, Convalida, Nuova Immatricolazione, Studi compiuti all estero

Riconoscimento della carriera pregressa per Cambio di corso/ordinamento, Trasferimento, Convalida, Nuova Immatricolazione, Studi compiuti all estero Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria (CLASSE L-85-bis D.M. 70/00) Riconoscimento della carriera pregressa per Cambio di corso/ordinamento, Trasferimento, Convalida,

Dettagli

ZENNARO SANDRA BORGO S. GIOVANNI N. 1150/A CHIOGGIA (VE)

ZENNARO SANDRA BORGO S. GIOVANNI N. 1150/A CHIOGGIA (VE) Formato europeo per il curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ZENNARO SANDRA BORGO S. GIOVANNI N. 1150/A CHIOGGIA 30015 (VE) Telefono 3382804641 Fax E-mail sandrazennaro@gmail.com Nazionalità

Dettagli

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, 30-00030 San Vito Romano Roma tel. 06/9571058 Fax 06/95479212 rmic8an002-distretto Scolastico XXXVI Mail : rmic8an002@istruzione.it web: www.scuolesanvitoromano.it

Dettagli

IC REGINA ELENA - AMBITO 1 - ROMA

IC REGINA ELENA - AMBITO 1 - ROMA la nuova normativa: quadro di riferimento Legge 107/2015 Art.1 comma 124 Art.1 comma 181 lett.b «Nell ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente la formazione in servizio dei docenti di ruolo

Dettagli

Francesco Magni DIRITTI E DOVERI DELL INSEGNANTE DEL SECONDO CICLO DOPO LA LEGGE 107/2015 GUIDA DEL DOCENTE A.S. 2016/2017

Francesco Magni DIRITTI E DOVERI DELL INSEGNANTE DEL SECONDO CICLO DOPO LA LEGGE 107/2015 GUIDA DEL DOCENTE A.S. 2016/2017 Francesco Magni DIRITTI E DOVERI DELL INSEGNANTE DEL SECONDO CICLO DOPO LA LEGGE 107/2015 GUIDA DEL DOCENTE A.S. 2016/2017 Editrice La Scuola Edizioni Studium Guida del docente a.s. 2016/2017 I diritti

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale STAFF REGIONALE Questionario DOCENTI Gentile Docente, al fine di reperire informazioni

Dettagli

Curriculum Vitae. Dal 01/01/2005 Incarico di Vice Segretario del Comune di Castegnato

Curriculum Vitae. Dal 01/01/2005 Incarico di Vice Segretario del Comune di Castegnato Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome GOZZINI ORNELLA Data di nascita 10/03/1967 Qualifica Funzionario Amministrativo Amministrazione Comune di Castegnato (BS) Incarico attuale Responsabile

Dettagli

CURRICULUM VITAE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CURRICULUM VITAE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CURRICULUM VITAE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AMBITO: TOS0000010 POSTO O CLASSE DI CONCORSO: EEEE SCUOLA PRIMARIA INDIRIZZO EMAIL: giovanna.marrazzo@gmail.com COGNOME:

Dettagli

Le responsabilità di ruolo e amministrative nelle attività di pianificazione e progettazione dell offerta formativa Anna Armone

Le responsabilità di ruolo e amministrative nelle attività di pianificazione e progettazione dell offerta formativa Anna Armone PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H Sviluppo delle competenze dei dirigenti scolastici e dei DSGA nella programmazione e gestione di attività e progetti

Dettagli

Prot. n. 1996/A26 Genova, 10 maggio 2010 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 1996/A26 Genova, 10 maggio 2010 IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Direzione Generale Via Assarotti, 40-16122 Genova Tel. 010/83311 fax. 010/8331221 e-mail direzione-liguria@istruzione.it

Dettagli

Regolamento dei Dipartimenti Disciplinari

Regolamento dei Dipartimenti Disciplinari Regolamento dei Dipartimenti Disciplinari 1. Finalità I Dipartimenti costituiscono, nell ambito dei loro fini istituzionali, il luogo privilegiato della libera collaborazione per lo sviluppo ottimale della

Dettagli

IL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE PER IL TRIENNIO 2016/2019.in sintesi

IL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE PER IL TRIENNIO 2016/2019.in sintesi I.C. ENZO BIAGI via Orrea 23 00123 ROMA IL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE PER IL TRIENNIO 2016/2019.in sintesi MIUR D.M. 797 del 19 OTTOBRE 2016 F.S. Nicoletta Cigliano LEGGE 107/2015 La formazione in servizio

Dettagli

CAPITOLO I IL RAPPORTO GIURIDICO. Sezione I

CAPITOLO I IL RAPPORTO GIURIDICO. Sezione I CAPITOLO I IL RAPPORTO GIURIDICO Sezione I TRADIZIONE 1. Teoria del rapporto giuridico 2. Le situazioni soggettive 3. Il diritto soggettivo 4. Potestà ed interesse legittimo 4.1 L evoluzione dell interesse

Dettagli

LA SCUOLA E I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA SCUOLA E I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI LA SCUOLA E I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Con il termine Bisogno Educativo Speciale si indica una difficoltà evolutiva di funzionamento in ambito educativo e/o apprenditivo

Dettagli

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI 2016-2019 IN SINTESI Formazione obbligatoria, permanente e strutturale Coinvolti tutti i 750mila docenti 1.4 miliardi di euro per 3 anni: 325 mln per il Piano + 1.1

Dettagli

La valorizzazione del merito dei docenti

La valorizzazione del merito dei docenti Seminario Nazionale Laceno 16 17 luglio 2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione Il ruolo del Dirigente scolastico La valorizzazione del merito dei docenti Luciano Berti La norma Legge

Dettagli

Istituto Statale d Istruzione Superiore Brignoli-Einaudi-Marconi

Istituto Statale d Istruzione Superiore Brignoli-Einaudi-Marconi Istituto Statale d Istruzione Superiore Brignoli-Einaudi-Marconi Pitagora nasce dell esperienza condivisa di elaborazione del Curricolo d Istituto dell ISIS BEM secondo le linee guida indicate dalla rete

Dettagli

La certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione

La certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione La certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione Dalle sperimentazioni ai modelli nazionali Maria Rosa Silvestro Padova, 19 maggio 2017 I riferimenti normativi DPR 275/1999, art. 10, comma

Dettagli

Piano delle attività collegiali del mese di Settembre 2016 a. s. 2016/2017

Piano delle attività collegiali del mese di Settembre 2016 a. s. 2016/2017 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo G. Pascoli - Forgione Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Via Enrico Medi, 7-71013 San Giovanni Rotondo

Dettagli

CATALOGO 2014/2015. Indice dei corsi di formazione per scuole del primo e del secondo ciclo

CATALOGO 2014/2015. Indice dei corsi di formazione per scuole del primo e del secondo ciclo CATALOGO 2014/2015 Indice dei corsi di formazione per scuole del primo e del secondo ciclo 1. Alternanza scuola lavoro : gestire e organizzare la didattica 2. Cooperative learning 3. Costruire ambienti

Dettagli

AZIONI DI ACCOMPAGNAMENTO AL RIORDINO DEI LICEI Allegato n.1 SCHEDA PER LE AZIONI DI INFORMAZIONE/FORMAZIONE I nuovi ordinamenti dei Licei, in vigore a partire dalle prime classi funzionanti nell anno

Dettagli

I LA PRIVATIZZAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

I LA PRIVATIZZAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Presentazione...................................... VII Capitolo I LA PRIVATIZZAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI 1.1. Il quadro normativo.............................

Dettagli

Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo

Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DEELL INFANZIA a cura di GIUSEPPE DUMINUCO Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo Questo Corso di preparazione

Dettagli

POSIZIONE ECON. ACCESSO AREA PROFESSIONALE TITOLI DI STUDIO E REQUISITI RICHIESTI PROFILO PROFESSIONALE CAT

POSIZIONE ECON. ACCESSO AREA PROFESSIONALE TITOLI DI STUDIO E REQUISITI RICHIESTI PROFILO PROFESSIONALE CAT ALLEGATO II: REQUISITI SPECIFICI E PROVE DI ESAME PER L DALL ESTERNO MEDIANTE CONCORSO PUBBLICO AI POSTI IN ORGANICO PER IL QUALI E RICHIESTO UN TITOLO SUPERIORE ALLA SCUOLA DELL OBBLIGO CAT D D3 Funzionario

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI GENERALI

DIREZIONE CENTRALE RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI GENERALI Approvato con Determina dirigenziale del Direttore Generale n. 2/2015 del 20 gennaio 2015 e revisionato a seguito Det. DG n. 7 del 30/01/2015 (inserimento Redazione ) DIREZIONE CENTRALE RISORSE UMANE,

Dettagli

DAI PROGRAMMI ALLE INDICAZIONI

DAI PROGRAMMI ALLE INDICAZIONI DAI PROGRAMMI ALLE INDICAZIONI Riflessione sulle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione e sulle misure di accompagnamento UNO SGUARDO AL PASSATO

Dettagli

Doposcuola per alunni con BES

Doposcuola per alunni con BES Corso di formazione Tutor specialistico dell apprendimento Doposcuola per alunni con BES Marzo 2014 Art. 3 e 34 della Costituzione italiana Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA CONFCOOPERATIVE TOSCANA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA CONFCOOPERATIVE TOSCANA PROTOCOLLO DI INTESA tra UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA (di seguito denominato USR) e CONFCOOPERATIVE TOSCANA (di seguito denominata CONFCOOPERATIVE) Rafforzare il rapporto tra scuola e mondo

Dettagli

La sottocategoria disturbi evolutivi specifici comprende:

La sottocategoria disturbi evolutivi specifici comprende: Premessa L area dello svantaggio scolastico viene indicata come area dei Bisogni Educativi Speciali e richiede una speciale attenzione da parte della scuola. Comprende problematiche diverse classificabili

Dettagli

I progetti Erasmus+ e le strategie di sviluppo del sistema di istruzione degli adulti in Italiap

I progetti Erasmus+ e le strategie di sviluppo del sistema di istruzione degli adulti in Italiap Centro Provinciale Istruzione Adulti (C.P.I.A.) Caltanissetta/Enna C.F. 92063460858 - Codice meccanografico: CLMM04200B Sede amministrativa: Viale Regina Margherita, n. 26 93100 Caltanissetta Tel/Fax:

Dettagli

Delibera n. del IL COLLEGIO DEI DOCENTI

Delibera n. del IL COLLEGIO DEI DOCENTI Delibera n. del 15.11.2016 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI VISTA CONSIDERATO ESAMINATE Gli artt. dal 63 al 71 del C.C.N.L. 29.11.2007 recanti disposizioni per l attività di aggiornamento e formazione dei

Dettagli