Novità. international legal news in Italian and English. Winter 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novità. international legal news in Italian and English. Winter 2012"

Transcript

1 Novità international legal news in Italian and English Winter

2 04 Withers inaugura una nuova sede a Singapore New offi ce in Singapore 05 Il Tax Relief Act del 2010: l ultima occasione per trasferimenti di ricchezza esentasse The US Tax Relief Act 2010 last chance to transfer substantial wealth tax-free N.Todd Angkatavanich Accordi di Modello intergovernativi FATCA: prime bozze Draft of FATCA Model intergovernmental agreements released UK Bribery Act un anno dopo The Bribery Act one year on Filippo Noseda Harvey Knight Il futuro del diritto di famiglia in Inghilterra e Galles: quale ruolo rivestiranno mediazione ed arbitrato? The future of Family Law in England and Wales: Where do mediation and arbitration fi t in? Withers nel mondo Latest news from Withers Suzanne Todd 3

3 Withers inaugura una nuova sede a Singapore Withers è lieta di annunciare l apertura di una seconda sede in Asia con l obiettivo di venire incontro alla crescente domanda, da parte di istituzioni e individui, di consulenza legale sui trust e di consulenza fi scale, non adeguatamente servita al momento nel Sud Est Asiatico. Con la nuova sede in Raffl es Place, nel cuore di Singapore, inaugurata lo scorso maggio, sale a dieci il numero di sedi internazionali di Withers. Tra i componenti del team di Singapore, Jay Krause, Partner qualificato negli Stati Uniti che fornisce principalmente consulenza a private client, trust, società ed istituti fi nanziari. Jay è a capo del team di Wealth Planning di Withers in Asia ed è riconosciuto dal mercato come uno dei leader del settore, in particolare rispetto al vasto impatto delle iniziative dell Internal Revenue Service statunitense quali il Foreign Accountant Tax Compliance Act e le comunicazioni informative facoltative. Jay è affi ancato da un membro del nostro team italiano, Fernando Gandioli, Associate con una consolidata esperienza in pianifi cazione fi scale e immobiliare secondo la disciplina statunitense, e da Philip Munro, che si occupa prevalentemente di fornire consulenza fi scale su trust ed estate a private client nel Regno Unito e a Hong Kong. Fernando è a capo dell Italian Desk in Asia. New office in Singapore Withers is delighted to announce the opening of its second offi ce in Asia to meet the urgent demand from institutions and individuals alike for tax and trust legal advice, currently under-served in South East Asia. The new office is in Raffl es Place at the heart of Singapore and opened in May 2012, taking Withers international offi ce network to 10. The Singapore team includes Jay Krause, a US qualifi ed Partner who provides advice to private clients, trust companies and fi nancial institutions. Jay heads Withers Wealth Planning team in Asia and is acknowledged as one of the leaders in the fi eld on the wide ranging impact of US IRS initiatives such as the Foreign Account Tax Compliance Act (FATCA) and voluntary disclosure. Jay has been joined by Fernando Gandioli, a US tax and estate planning associate, along with Philip Munro, a UK and Hong Kong private client tax, trust and estates attorney. Fernando Gandioli is responsible for the Italian Desk in Asia. 4

4 Il Tax Relief Act del 2010 ultima chance disponibile per trasferimenti di ricchezza esentasse L incertezza che circonda le norme statunitensi in materia di patrimoni e donazioni ha creato importanti sfi de per gli addetti ai lavori in materia di pianifi cazione fi scale internazionale. La disciplina introdotta con il Tax Relief Act del 2010 consente agli individui benestanti la straordinaria opportunità di benefi ciare di una tassazione signifi cativamente ridotta su donazioni, eredità e trasferimenti generazionali e di far transitare i propri beni verso famiglia, amici ed organizzazioni non profi t al riparo da qualsiasi imposta. Tale opportunità di pianifi cazione fi scale, unica e senza precedenti, è divenuta possibile grazie alla combinazione, da un lato, dell introduzione di franchigie più elevate e di aliquote ridotte, e dall altro, di tassi di interesse storicamente bassi e valutazioni di mercato dei beni relativamente contenute. Se si considera altresì la franchigia su donazioni, eredità e trasferimenti generazionali, per un valore aggregato di $5,12 milioni nonché la riduzione dell aliquota al 35% per due anni, il risultato è una quantità enorme di ricchezza messa a disposizione delle generazioni più giovani. Il Tax Relief Act del 2010 sarà effi cace fi no al 31 dicembre 2012, salvo che il Congresso non ne proroghi il termine. Ove ciò non avvenga, non potranno più trovare applicazione né la franchigia di $5,12 milioni su eredità, donazioni e trasferimenti generazionali (che tornerà ad essere quella di $1 milione per persona) né tantomeno l aliquota ribassata al 35% (che tornerà al precedente valore del 55%). Restano, dunque, ancora pochi mesi per attivarsi. A seguire, alcuni aspetti da tenere in considerazione. Donazioni sotto forma di Family Trust La franchigia di $5,12 milioni offre un occasione unica a coloro che intendono effettuare donazioni esentasse di considerevole valore. Per coloro che, invece, non intendano effettuare donazioni per importi così rilevanti il che signifi cherebbe trasferire ingenti ammontari nella disponibilità immediata del/i donatario/i l alternativa possibile è quella di conferire fondi di valore pari all attuale franchigia in un credit shelter trust familiare a benefi cio del coniuge, dei discendenti in linea retta e di organizzazioni non profi t, utilizzando la franchigia applicabile all atto di trasferimento per rendere tali trust (c.d. generation-skipping transfer ovvero GST ) esentasse. Perciò, nonostante i beni del disponente vengano trasferiti dal proprio patrimonio personale al fondo del trust, il coniuge potrà avere accesso a quest ultimo a discrezione di un trustee indipendente. Peraltro, alla luce della proposta del Presidente Obama di limitare a 90 anni il trattamento fiscale privilegiato riservato ai trust GST, abbiamo di recente costituito moltissimi gift trust quali dynasty trust in ordinamenti giuridici quali Delaware o South Dakota, di modo che tali trust possano considerarsi esistenti prima della promulgazione di qualsiasi eventuale proposta legislativa. Finanziamenti a favore di Family Trust Ai clienti con patrimoni più ingenti, abbiamo suggerito di optare per vendite o finanziamenti a favore di un grantor trust in modo da benefi ciare dei bassi tassi di interesse. In tal modo, il valore del patrimonio del disponente resta congelato all ammontare di una cambiale non pagata emessa dal trust e i futuri incrementi di valore si realizzano all interno del trust GST esente da tassazione. Col passare del tempo, le opportunità derivanti dallo sfruttamento della leva fi nanziaria possono essere ancora più vantaggiose della franchigia di $5,12 milioni. La recente proposta del Presidente Obama di modifi care drasticamente il trattamento fi scale con conseguente inclusione dei beni del trust nel patrimonio del grantor, agisce da incentivo ulteriore a cogliere tale opportunità fi nché disponibile. Qualifi ed personal resident trust ( QPRTs ) con immobili residenziali di ingente valore Per i clienti che desiderano benefi ciare della franchigia più elevata sulle donazioni, ma che al tempo stesso non intendono spossessarsi di somme considerevoli, 5

5 abbiamo suggerito di ricorrere ai QPRTs. L utilità di tale strumento risiede nel fatto che consente di benefi ciare della franchigia sulle donazioni attraverso il trasferimento di un immobile, evitando che il relativo valore venga assorbito per effetto dell applicazione di una franchigia minore. Per esempio, se un cliente dell età di 50 anni ha donato, nel mese di aprile 2012, un immobile residenziale del valore netto di $8 milioni all interno di un QPRT di 20 anni (quando l aliquota dell Internal Revenue Code Section 7520 era dell 1,4%), ne risulta una donazione di valore pari a $ , assorbendo in tal modo l esenzione fi scale sulle donazioni. Qualora, invece, lo stesso soggetto doni l immobile ad un QPRT con un esenzione fi scale sulle donazioni di importo pari a $1 milione, dovrebbe selezionare un periodo fi no a 40 anni (che farebbe scattare un donazione soggetta a tassazione di $ , tenendo in considerazione l applicazione del tasso di cui alla Section Internal Revenue Code 7520) per effettuare tale donazione senza far scattare l applicazione dell imposta sulle donazioni, ma andrebbe incontro al maggior rischio che venga applicata la tassa sul patrimonio. Problemi di stime Sebbene l attuale franchigia di $5,12 milioni sulle donazioni offra una grande opportunità di pianifi cazione fi scale, tuttavia presenta taluni rischi legati alla possibile rivalutazione dei beni che, per loro natura, sono di diffi cile valutazione. Ad esempio, se l oggetto della donazione fosse la partecipazione in un impresa familiare non quotata, valutata al momento della donazione in $1 milione, e il valore di tale partecipazione risultasse, a seguito di un esercizio di revisione contabile sulla società, pari a $ , ciò comporterebbe che l imposta sulle donazioni venga applicata alla differenza di valore (ovverosia, su $ ). Applicando tale fattispecie alla franchigia di $5 milioni, la base imponibile (ossia il valore della partecipazione in eccesso della franchigia su cui l imposta sulle donazioni verrebbe calcolata) si quintuplicherebbe. Di conseguenza, una maggiore franchigia porta al higher Stakes Poker. Withers ha chiesto ai clienti con beni di diffi cile valutazione cosa sia meglio: se pagare l imposta sulle donazioni di tasca propria sul valore potenzialmente in eccesso della franchigia o se non benefi ciare in pieno della franchigia sulle donazioni. Per i clienti che sono più avversi al rischio di pagare l imposta sulle donazioni, ma che comunque vogliono porre in essere delle donazioni sostanziose, abbiamo suggerito di effettuare donazioni di valore inferiore alla franchigia di $5,12 milioni: in tal modo, in caso di una valutazione al rialzo dei beni donati in sede di audit, ci sarebbe ancora una parte di franchigia non utilizzata per assorbire, in tutto o in parte, l aumento di valore. Naturalmente, se l audit sul valore dei beni confermasse il valore presunto, c è il rischio che parte della franchigia vada sprecata. A questo punto, nemmeno il Congresso degli Stati Uniti o il Presidente possono in alcun modo predire il futuro del Tax Relief Act del 2010 e delle altre leggi in materia fi scale e successoria, ma facendo uso degli strumenti a disposizione una pianifi cazione strategica è ancora possibile. Chi sceglie di non sfruttare quest inedita opportunità, potrebbe pentirsi in futuro di non averlo fatto. Il presente è un estratto dall articolo intitolato Adapting to Changing Circumstances pubblicato dall autore nel Maggio 2012 sulla rivista Trusts & Estates. 6

6 The US 2010 Tax Relief Act last chance to transfer substantial wealth tax-free Uncertainty surrounding the US estate and gift tax laws has created signifi cant challenges for the international wealthplanning community. Reasonable minds may differ about the amount of the exemption and tax rates which should be adopted, but most important is that the US Congress enact laws which provide consistency and a set of well-defi ned and reliable rules. The 2010 Tax Relief Act gave wealthy individuals an extraordinary opportunity to reduce signifi cantly confi scatory gift, estate and generation-skipping transfer taxes and allow wealth to pass to family, friends and charities transfer tax-free. Higher exemptions and lower rates, combined with relatively low asset values and historically low interest rates, created a unique and unprecedented planning opportunity. These, together with the reunifi cation of gift, estate and generation-skipping tax exemptions at $5.12 million and a reduction in all three rates to 35% for two years, resulted in an avalanche of wealth cascading to younger generations. The 2010 Tax Relief Act, however, is due to expire on 31 December 2012 unless it is extended by Congress. If it is not, the estate, gift and generation-skipping transfer tax exemptions are likely to be removed, and the exemption returned to $1 million per person along with the old tax rate of 55%. There is still time to act in the remaining months ahead. The following represent a few ideas to consider. Gift planning with Family Trusts The $5.12 million gift tax exemption provides a unique opportunity for clients to make large tax-free gifts. However, not everything is driven by death and taxes, and some clients may, understandably, be hesitant to give away $5.12 million. For many clients, Withers has recommended making $5.12 million gifts to a family credit shelter trust for the benefi t of the grantor s spouse, lineal descendants and possibly charities, using the grantor s generation-skipping transfer (GST) tax exemption to make the trusts GST taxexempt. Thus, while the assets will be removed from the grantor s estate, the spouse can have access to them at the discretion of an independent trustee. In addition, given President Obama s proposal to effectively limit trusts GST tax-exempt status to 90 years, we have been structuring many gifting trusts as dynasty trusts in jurisdictions like Delaware or South Dakota, so that these trusts exist before the enactment of any proposed legislation. Loans to Family Trusts For some clients with larger assets, we have implemented sales or loans into grantor trusts to take advantage of low interest rates. This freezes the value of assets in the grantor s estate at the amount of the unpaid promissory note issued by the trust and shifts future growth into the GST tax-exempt trust. Over time, the leveraging opportunity and the obligation of the grantor to pay the income tax can be even more powerful than the $5.12 million exemption. Given the President s recent proposal to dramatically alter the treatment of grantor trusts by causing them to be included in the grantor s estate, there is further motivation to take advantage of this opportunity while it is still available. QPRTs with large residences For clients who want to use the increased gift tax exemption, but who are uncomfortable parting with substantial liquid assets, we have been discussing qualifi ed personal resident trusts (QPRTs). QPRTs may be useful in this situation because they provide an opportunity to absorb an individual s gift tax exemption with a gift of a residence that might otherwise be too valuable with a lower gift tax exemption. For instance, if a 50-year-old client had contributed a residence with a net value of $8 million into a 20-year QPRT in April 2012 (when the Internal Revenue Code Section 7520 rate was 1.4%), the resulting gift would have been $4,841,280 and would have absorbed the gift tax exemption. In contrast, if that same individual wanted to gift the property into a QPRT with a $1 million gift tax exemption, he would need to select a term as long as 40 years (which would trigger a taxable gift of $905,440, assuming the same IRC Section 7520 rate applied) to make that same gift without triggering gift tax, but would have a much greater risk of estate tax inclusion. 7

7 Valuation adjustment concerns While the increased gift tax exemption provides a great planning opportunity, it comes with increased gift tax risks associated with the possible revaluation of interests in hard-to-value assets. For instance, with a $1 million gift tax exemption, if $1 million worth of interests in a closely held business were to be gifted, and that gift was subsequently increased by 10% to $1.1 million on audit, then gift tax would be owed on the $100,000 increase. If those same assumptions are made with respect to a $5 million exemption, the upside gift tax potential is increased fi vefold. Thus, the increased exemption results in higher stakes poker. Withers has been asking clients with hard-to-value assets what is less acceptable to them: having to pay gift tax out of pocket or possibly wasting some gift tax exemption? For clients who are more adverse to the risk of paying some gift tax, but nonetheless want to make signifi cant gifts, we have discussed making gifts of less than the $5.12 million exemption amount based upon the interest s appraised value. In the event of an upward valuation adjustment on audit, there would still be some unused exemption to absorb some or all of the increase in value. Of course, if the value is accepted as reported, there s the risk that some exemption will be wasted. At this point, not even the US Congress or the President has any way of predicting the future of the 2010 Tax Relief Act and other estate and tax laws, but planning with the tools available can still be achieved. Anyone who opts not to take advantage of the current unprecedented opportunity with hindsight may come to regret that decision. The larger exemption and gifting opportunity, of course, comes with some unique issues to be carefully considered. Please do not hesitate to contact a Withers attorney for more information. This article has been derived from an article entitled Adapting to Changing Circumstances originally published in the May 2012 issue of Trusts & Estates Magazine. Accordi di Modello intergovernativi FATCA: prime bozze Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Spagna, mediante uno scambio di informazioni tra i rispettivi governi, hanno emanato le bozze delle due versioni di accordi modello (gli Accordi Modello ), volti ad implementare le nuove norme introdotte con il Foreign Account Tax Compliance Act ( FATCA ). Sebbene tali bozze chiariscano che trattasi di accordi di massima e contengano numerose previsioni che saranno presumibilmente recepite con favore, la loro emanazione ha comunque sollevato una serie di interrogativi e perplessità. Sintesi delle principali clausole Secondo una prima versione degli Accordi Modello, alcuni Stati partner FATCA provvederanno all introduzione di norme contenenti l obbligo per gli istituti fi nanziari aventi sede in tali Paesi di raccogliere e trasmettere le informazioni relative ai titolari di conti correnti bancari alle competenti autorità fi scali, le quali, a loro volta, dovranno inoltrarle alle autorità statunitensi. Viceversa, l Internal Revenue Service degli Stati Uniti (l IRS ) dovrebbe raccogliere le informazioni relative ai conti correnti bancari detenuti presso gli istituiti finanziari negli Stati Uniti dai soggetti aventi domicilio fi scale in uno dei Paesi partner FATCA, e trasmetterle alle autorità fi scali di tale Paese. Si prevede che, a causa delle restrizioni imposte dalla normativa statunitense rispetto alla divulgazione di tali informazioni, potranno stipulare accordi reciproci solo quei Paesi in cui vigono un trattato ed un accordo aventi ad oggetto lo scambio di informazioni fi scali con le autorità statunitensi e che, in ogni caso, sono dotati di robuste protezioni idonee a limitare l uso delle informazioni scambiate ai sensi della legge del Paese membro. Secondo un altra versione degli Accordi Modello, che non prevede la suddetta reciprocità, gli istituti fi nanziari aventi sede in uno dei Paesi aderenti alla normativa FATCA sarebbero deputati alla raccolta e trasmissione delle informazioni riguardanti i propri titolari di conti correnti bancari, da inoltrare successivamente all IRS. Tuttavia, le autorità fiscali di tali Paesi membri non sarebbero legittimati a ricevere alcuna informazione da parte delle 8

8 autorità statunitensi in relazione ai conti correnti bancari aperti presso gli istituti fi nanziari americani da soggetti ivi fi scalmente domiciliati. Gli istituti fi nanziari aventi sede in Paesi che hanno concluso accordi con gli Stati Uniti, siano questi reciproci o meno, non saranno soggetti alla ritenuta fi scale alla fonte americana prevista ai sensi della normativa FATCA né saranno tenuti a stipulare accordi separati con l IRS, evitando in tal modo potenziali problematiche relative alla protezione dei dati personali ed alla segretezza delle informazioni bancarie in cui potrebbero ragionevolmente incorrere ai sensi delle relative giurisdizioni per il fatto di rilasciare all IRS informazioni sui titolari di conti bancari americani. Introduzione graduale degli Accordi Modello Pur rifl ettendo a pieno le tempistiche di attuazione previste dal FATCA, gli Accordi Modello ne attenuano, tuttavia, taluni requisiti ed inoltre non prevedono l obbligo per gli istituti fi nanziari dei Paesi partner di inviare informazioni riguardanti i conti correnti bancari in essere nell anno 2013 fi no al 30 settembre Fino a gennaio 2017, inoltre, non sarà richiesta alcuna procedura volta alla raccolta di informazioni, quali a esempio quelle dei titolari di conti correnti bancari aventi domicilio fi scale negli Stati Uniti o in uno dei paesi partner FATCA. Infi ne, gli Accordi Modello fissano al 31 dicembre 2013 la data entro cui un conto bancario potrà essere attivato e considerato ancora quale conto bancario preesistente. Allargamento delle categorie di soggetti esenti e ritenuti conformi Gli Accordi Modello precisano che alcuni specifi ci piani pensionistici, organizzazioni non profi t, ed altre tipologie di enti saranno considerati quali soggetti conformi alla normativa in esame e, di conseguenza, esclusi dall applicazione del regime di condivisione intergovernativa delle informazioni, né saranno soggetti alla ritenuta fi scale alla fonte, che verrebbe altrimenti applicata. Dal programma che sarà allegato all accordo finale con ogni Paese partner FATCA dovrebbero emergere ulteriori dettagli riguardo alle tipologie di organizzazioni da considerare come conformi: si farà, fi nalmente, chiarezza rispetto all attuale status di alcune specifi che categorie di istituti in ogni Paese partner. Ridimensionamento delle procedure di due diligence Qualora il database di un istituto fi nanziario già contenga informazioni suffi cienti a verifi care lo status US dei titolari di conti correnti bancari, gli Accordi Modello non dovrebbero più richiedere a tali istituti di riesaminare la propria documentazione cartacea al momento dell implementazione delle procedure rinforzate applicabili ai conti correnti aventi un importo superiore a $1 milione; in ogni caso, continuerà ad essere richiesta ai relationship manager se effettivamente abbiano contezza di elementi relativi allo status US dei titolari di conti correnti bancari. Trust Gli Accordi Modello destano alcune perplessità rispetto ai trust che presentano connessioni con gli Stati Uniti, in quanto si discostano dal precedente approccio della normativa FATCA mediante l introduzione di un nuovo concetto di soggetti controllanti (termine utilizzato per indicare le persone fi siche che esercitano controllo su un organizzazione) nell ambito delle verifi che per determinare se la titolarità di un conto corrente bancario debba essere riferita a soggetti americani. Inoltre, gli Accordi Modello precisano che, in caso di trust, la categoria dei soggetti controllanti include i settlor, 9

9 trustee, protector e benefi ciari o classi di beneficiari (da interpretarsi in conformità alle raccomandazioni FATF). Sebbene gli Accordi Modello consentano agli istituti fi nanziari di fare affi damento, per l identifi cazione dei loro titolari di conti correnti bancari negli Stati Uniti, sulla normativa proposta, molti potrebbero scegliere di applicare il suddetto test soggetti controllanti. Ciò potrebbe accadere in merito a più trust, in quanto appartenenti ad un soggetto US, rispetto ai casi delineati nelle procedure previste dalle proposte di regolamentazione FATCA. La situazione è stata ulteriormente complicata dalla normativa attualmente al vaglio del Congresso degli Stati Uniti che, qualora approvata, potrebbe verosimilmente ostacolare gli sforzi dell IRS e del Treasury volti ad rendere effettiva la comunicazione da parte degli istituti finanziari degli Stati Uniti, necessaria a fornire tali informazioni reciproche agli altri governi. Sebbene non vi sia certezza rispetto alla data di approvazione di tale normativa, è chiaro comunque che gli Stati Uniti hanno ancora molto da fare prima che tali accordi reciproci divengano effettivamente operativi. Strada a doppio senso? Il successo di tali Accordi Modello dipende, in ultima analisi, dal fatto che i Paesi partner FATCA vogliano effettivamente concluderli, o meno. Tale scelta per alcuni sarà subordinata all esistenza di un reciproco scambio di informazioni tra i Paesi stessi. Ad esempio, si è detto che la Germania potrebbe opporsi alla stipulazione di un accordo di questo tipo con gli Sati Uniti in mancanza della condizione di reciprocità. Aggiornamenti Gli ultimi articoli sul tema sono disponibili sul nostro sito: USA e Regno Unito hanno siglato l accordo bilaterale attuativo del FATCA 12 settembre 2012 L IRS proroga il termine ultimo per l attuazione del FATCA (si tratta dell ultimo rinvio?) 26 ottobre 2012 Drafts of FATCA Model intergovernmental agreements release The US, UK, France, Germany, Italy, and Spain have jointly issued drafts of two versions of model agreements implementing FATCA through a process of intergovernmental information exchange (the Model Agreements ). Although these drafts clarify the broad strokes of these agreements and contain a number of provisions that are likely to be favourably received, they also raise a number of questions and concerns. Summary of key provisions Under one version of the Model Agreements, certain FATCA Partner countries will implement legislation requiring fi nancial institutions ( FFIs ) located in those jurisdictions to collect and report information regarding their accountholders to the relevant local tax authorities, which will compile and forward this information to the US. In exchange, the IRS would collect information regarding accounts held with fi nancial institutions in the US by tax residents of the relevant FATCA Partner, and report this to the tax authorities of that partner country. Due to US laws restricting the distribution of such information, however, it is anticipated that the reciprocal agreement will only be available to countries that have a treaty and tax information exchange agreement with the US and otherwise have robust protections limiting the use of the information exchanged under local law. Under another, non-reciprocal, version of the Model Agreements, FFIs located in the relevant FATCA Partner jurisdiction would collect and report information regarding their accountholders, which would be forwarded to the IRS, but the tax authorities of that jurisdiction would not receive any corresponding information from the US regarding accounts its tax residents maintain with US fi nancial institutions. 10

10 FFIs in jurisdictions with which the US has signed either a reciprocal or non-reciprocal agreement would not be subject to the new US withholding tax under FATCA. In addition, they will not be required to separately enter into agreements with the IRS under which they would become participating FFIs and agree to identify their US accountholders to the IRS, thereby addressing concerns regarding data protection and bank secrecy laws that would potentially prevent FFIs in those jurisdictions from releasing such information to the IRS. Expanded phase-in of implementation timeframe The Model Agreements broadly mirror the implementation timeline introduced in the proposed regulations, but relax certain requirements and would not require institutions in jurisdictions covered by these agreements to report information regarding accounts maintained in the 2013 calendar year until 30 September In addition, procedures to collect certain information such as the US or FATCA Partner TIN of accountholders will not be required until January of The Model Agreements also extend the date by which an account may be opened and still qualify as a pre-existing account until 31 December Expanded categories of excepted and deemed compliant entities The Model Agreements clarify that certain specifi ed retirement plans, charitable organisations and other entities will be treated as deemed compliant and excluded from the application of this intergovernmental information sharing regime and will not be subject to the FATCA withholding taxes that would otherwise apply. Further details as to the specifi c types of entities and arrangements that will be treated as deemed compliant are expected to be forthcoming in a schedule that will be attached to the final agreement with each FATCA Partner country. This should provide welcome clarifi cation and certainty as to the status of a number of specific categories of institutions in each partner jurisdiction. Relaxed Due Diligence requirements If an FFI s database includes sufficient records to perform a search for the required indicia of the US status of accountholders, the Model Agreements would no longer require the FFI to review paper records when implementing the enhanced review procedures applicable to accounts with a balance over $1 million; however, enquiry of relationship managers as to the actual knowledge of any US indicia will still be required. Trusts The Model Agreements raise issues and concerns for trusts that have a connection to the US, as they deviate from the approach initially adopted in the proposed FATCA regulations by introducing a new concept of controlling persons (defi ned to mean natural persons who exercise control over an entity) into the test for determining whether an account should be categorised as having US owners. The Model Agreements specify that, in the case of a trust, the category of controlling persons includes settlors, trustees, protectors and benefi ciaries or classes of benefi ciary (to be interpreted consistently with FATF recommendations). Although the Model Agreements allow FFIs to instead rely on the proposed regulations when identifying their US accountholders, many may choose to apply the controlling person test. This might well result in more trusts being categorised as having US owners than would have been the case under the procedures outlined in the proposed FATCA regulations. A two-way street? Finally, the success of these Model Agreements ultimately still depends on whether FATCA Partner countries will be willing to enter into such accords, which in the case of certain partner jurisdictions hinge on whether there will be a reciprocal sharing of information with these countries. It has been noted, for example, that there may be opposition in Germany to entering into such an agreement with the US, unless there is reciprocity. The situation is further complicated by legislation currently pending in the US Congress that would, if enacted, likely hinder efforts by the IRS and Treasury to effectively implement the reporting by US fi nancial institutions necessary to provide such reciprocal information to other governments. Although it remains uncertain whether this legislation will pass, it is clear that much work remains to be done in the US before any such reciprocal agreements could be effectively implemented. 11

11 Update Please see additional notes on this issue on our website: United States and United Kingdom Sign Bilateral Agreement to implement FATCA 12 September 2012 IRS Extends FATCA Implementation Deadlines (For the Last Time?) 26 October 2012 UK Bribery Act Un anno dopo Con molto clamore, l UK Bribery Act, sbandierato da molti come la più severa normativa anti corruzione al mondo, è entrato in vigore lo scorso 1 luglio 2011 (coloro i quali sono riusciti a consegnare le loro bustarelle entro il 30 giugno hanno tirato un sospiro di sollievo). Trascorso ormai un anno, qual è stato l impatto di una normativa di così vasta portata? Può essere considerato, come qualcuno ha dichiarato, l epilogo dei posti in tribuna ad Ascot ed alle fi nali di Wimbledon? Per caso si sono visti business men in manette al loro arrivo ad Heathrow di ritorno da viaggi d affari nelle zone più disparate del mondo? O si è trattato solo di una bufala? Nel Regno Unito la corruzione era certamente illegale ben prima che il legislatore inglese emanasse il Bribery Act. Infatti, ai sensi del Public Bodies Corrupt Practices Act 1889, già costituiva reato la condotta di colui il quale corrompa, ovvero istighi alla corruzione, ovvero ancora, la condotta di un pubblico uffi ciale il quale accetti denaro o altra utilità a titolo di tangente. Inoltre, ai sensi del Prevention of Corruption Act 1996, veniva considerato quale illecito penale la condotta dell agente il quale accetti ovvero offra una somma di denaro o altra utilità per compiere, ovvero per la promessa di compiere, un atto del suo uffi cio (anche qualora l offesa si realizzi al di fuori della giurisdizione del Regno Unito). Tali leggi prevedevano quale pena per i reati di corruzione la reclusione fi no a 7 anni. Infi ne, nei secoli antecedenti l introduzione delle stesse, la corruzione era già perseguita come reato e comportava l applicazione della pena di morte (pena tutt oggi prevista per quanti siano riconosciuti colpevoli per reati di corruzione in Cina). In realtà, le novità introdotte con il Bribery Act del 2010, che lo distinguono dalla precedente legislazione in materia di lotta alla corruzione nel Regno Unito e nel resto del mondo, sono: 1. la previsione di una responsabilità degli enti commerciali per atti di corruzione commessi da associated person (i.e. persona incardinata nell organizzazione), anche ove l ente stesso non abbia effettiva conoscenza di tali comportamenti. Se un associated person commette un reato a vantaggio dell ente (da intendersi come qualsiasi organizzazione che conduca affari, in tutto o in parte, nel Regno Unito), quest ultimo può difendersi esclusivamente provando di aver adottato modelli organizzativi e procedure idonee a prevenire la commissioni di reati di corruzione; 2. la previsione che i soggetti apicali, riconosciuti responsabili per reati di corruzione, rispondano personalmente per aver acconsentito o partecipato alla commissione dell atto di corruzione. Per esempio, qualora l amministratore di una società apprenda che qualcuno all interno della società stessa, grazie ad una donazione personale alla controparte, ha concluso un contratto e, appresa tale notizia, piuttosto che segnalarla, chiuda un occhio sulla vicenda, potrà subire un procedimento penale ed essere condannato ad una pena detentiva. 12

12 Trattasi, dunque, di fattispecie penali nuove e degne di particolare attenzione. Secondo il diritto inglese, i reati di corruzione possono essere confi gurati sia come atti di corruzione privata (ovvero tra società commerciali o individui) nonché come atti di corruzione pubblica (laddove venga coinvolto un pubblico uffi ciale ovvero un ente pubblico). In alcuni ordinamenti, per esempio in Italia, il codice penale sanziona esclusivamente i reati di corruzione pubblica, mentre per la corruzione privata non è prevista alcuna sanzione. Analogamente, la normativa americana in materia di corruzione, il Foreign Corrupt Practices Act ( FCPA ) si applica esclusivamente alle condotte poste in essere da un pubblico uffi ciale. La normativa FCPA non trova applicazione nell ipotesi in cui una società statunitense costruttrice di automobili corrompa un amministratore di una società indonesiana fornitrice di componenti di automobili al fi ne di convincere quest ultimo a concludere un importante contratto con la prima. Nella stessa fattispecie, una società Inglese (ed i suoi amministratori), invece, potrebbe essere penalmente responsabile ai sensi del Bribery Act. Il primo caso di rinvio a giudizio ai sensi del Bribery Act è avvenuto a brevissima distanza dalla sua entrata in vigore, quando un cancelliere della Magistrates Court è stato ripreso dal quotidiano The Sun mentre accettava 500 per far sparire una multa. Per tale vicenda il cancelliere è stato condannato a sei anni (tre anni per il reato di corruzione, e sei anni per ipotesi di cattiva gestione di pubblico uffi cio, in concorso tra loro). Da allora in poi il numero di condanne ai sensi del Bribery Act non è stato elevato e, certamente, nessuna di queste riguarda le fattispecie penali recentemente introdotte, con particolare riferimento alla condotta omissiva dei soggetti apicali o alla mancata adozione da parte dell ente di modelli e procedure idonee a prevenire la commissioni dei reati di corruzione da parte di associated person. Rispetto alle condotte di corruzione avvenute prima dell 1 luglio 2011, i casi giudicati nell ultimo anno, applicando la precedente normativa in materia di corruzione, si sono conclusi con la pronuncia di undici sentenze di condanna alla reclusione. Le ragioni di un numero così esiguo di rinvii a giudizio ai sensi del Bribery Act sono essenzialmente di ordine pratico. Innanzitutto, l applicazione della legge può richiedere un certo lasso di tempo per la raccolta di elementi di prova suffi cienti a pervenire ragionevolmente ad una sentenza di condanna. Inoltre, le accuse di corruzione, sono provate essenzialmente mediante testimonianze e le persone chiamate a testimoniare possono comportarsi in modo reticente, in particolare laddove (come spesso accade) le stesse hanno preso parte all episodio di corruzione. Per di più, potrebbe porsi anche una problema di adeguatezza delle risorse: il Serious Fraud Offi ce ( SFO ) è l organismo responsabile per il controllo ed il perseguimento dei reati ai sensi del Bribery Act. Il SFO è un organismo che come ben noto è spesso sotto pressione, con un numero di risorse limitate (il budget annuale è di soli 34 milioni) ed ha oggi un nuovo amministratore, David Green QC. Quest ultimo, già capo della divisione anti corruzione presso il Crown Prosecution Service, ha annunciato l impegno del SFO ad indagare in relazione ai reati di cui al Bribery Act, e, presumibilmente, molte di queste indagini potrebbero portare in tempi brevi a degli sviluppi. Dunque, le imprese non dovrebbero limitarsi a considerare solo il ridotto numero di casi di rinvio a giudizio fi no ad oggi registrati, come sintomo del fatto che possono tornare al business as normal. Né dovrebbero ritenere che tutto il gran parlare del Bribery Act sia solo una montagna che ha partorito un topolino, ovvero che tutto il training a cui le società sono state costrette e le nuove procedure attivate fossero solo tempo e soldi persi. In realtà, potrebbe trattarsi solo della quiete prima della tempesta. Invero, David Green QC cercherà di formulare capi d accusa di grande rilevanza, con condanne esemplari. In ogni caso, un qualche sollievo si può ricavare dalle sue parole con riferimento alle attività di corporate hospitality: Non siamo interessati a questo tipo di casi. Piuttosto, ci interessa scoprire il motivo per cui una società si è misteriosamente classificata seconda nell offerta per un importante contratto. Il tipo di atto corruttivo sul quale vogliamo indagare non è quello della vendita dei biglietti per Wimbledon o delle bottiglie di Champagne. Noi non siamo il serious champagne offi ce!. 13

13 The Bribery Act one year on With much fanfare, the UK s Bribery Act, trumpeted by many as the most stringent anti-corruption legislation in the world, came into force on 1 July 2011 (those who had managed to get all their bribes paid by 30 June breathed a sigh of relief). One year on, what has the impact of this far-reaching piece of legislation been? Was it, as some commentators feared, the end of private boxes at Ascot and seats at the Wimbledon fi nals? Were businessmen returning from doing deals in far-fl ung parts of the world immediately arrested on arrival at Heathrow? Or has it all been a damp squib? Corruption was, of course, illegal in the UK long before the Bribery Act was drafted. Under the Public Bodies Corrupt Practices Act 1889, it was an offence to bribe or offer to bribe a public offi cial or for a public offi cial to accept a bribe. Under the Prevention of Corruption Act 1906, it was a criminal offence for any agent to accept or offer a bribe for doing or forbearing to do something in relation to his principal s business (even if the offence took place outside the UK). Both of these Acts carried a penalty of up to seven years in prison for offenders. Even for centuries before these Acts, corruption had been prosecuted as a crime, often one which carried the death penalty (which is still the punishment today for those convicted of corruption in China). The real innovations introduced by the Bribery Act 2010, which set it apart from previous anti-corruption legislation in the UK and the rest of the world, are: 1. To make commercial organisations strictly liable for the corrupt acts of their associated persons, even where the commercial organisation has no knowledge of the associated person s behaviour. Commercial organisations (which include any organisation which carries on business or part of its business in the UK) only have one possible defence if an associated person commits an offence intending to benefi t the organisation that they have in place adequate procedures designed to prevent corruption. 2. To make senior offi cers of organisations, which were culpable of an offence of bribery, personally liable if they consented to or connived in the bribery. For example, if a director learns that someone in his company has won a contract through giving a personal gift to a person at the counterparty and, instead of reporting it, turns a blind eye, the director himself would be liable to prosecution and imprisonment for having consented to that offence. These are important new offences and ones which should attract signifi cant attention. As was previously the case under UK law, the offences apply to acts of private corruption (i.e. corruption between commercial enterprises or individuals) as well as acts of public corruption, involving a public body or offi cial. Certain jurisdictions, like Italy, only provide in their criminal codes that corruption involving a public offi cial is illegal and do not make private corruption a criminal offence. Similarly, the US Foreign Corrupt Practices Act ( FCPA ), which like the Bribery Act covers offences of corruption anywhere in the world, only applies to offences where a public offi cial is involved. The FCPA would not apply where, say, a US motor parts company bribes a director of an Indonesian auto-parts supplier in order to get that director to persuade his company to 14

14 enter into a big contract with the US fi rm. However, a UK fi rm (and its directors) would be criminally liable under the Bribery Act if they did the same. The fi rst prosecution under the Bribery Act took place very shortly after the new law came into force. A magistrate s court clerk was filmed by the Sun newspaper accepting a 500 bribe for making a traffi c offence disappear. He was sentenced to six years (three for the bribery, and six for misconduct in a public offi ce, to run concurrently). Since then, there have been few convictions under the Bribery Act, and certainly none under the new offences of senior offi cer connivance or failure by a commercial organisation to prevent corruption by its associated persons. However, there have been a number of cases that have been concluded over the past year which were brought under the old laws, relating to behaviour before 1 July Eleven prison sentences have been handed down in the past 12 months for corruption under the old laws. The reasons for the lack of prosecutions under the Bribery Act can be explained in practical terms. It can take a long time for law enforcement to gather suffi cient evidence to have a reasonable prospect of securing a conviction. Prosecutions for bribery offences inevitably rely on testamentary evidence, and witnesses can be reluctant to come forward to provide such evidence where (as may often be the case) they were party to the corrupt activity themselves. Furthermore, there may be an issue of adequate resources: the Serious Fraud Offi ce ( SFO ) is the body responsible for policing and prosecuting offences under the Bribery Act. The SFO is a famously stretched organisation, with limited resources (its annual budget is just 34 million). However, the SFO has a new director, David Green QC, the former head of the Crown Prosecution Services central fraud group. He has announced the SFO s commitment to pursue Bribery Act investigations and apparently there are already several in the pipeline. Businesses should not therefore take the small number of prosecutions to date as a sign that they can return to business as normal, that all the hype about the Bribery Act a year ago was just a storm in a teacup, and that all the training sessions they attended and new policies which they put in place were time and money wasted. This may well be the calm before the storm. David Green QC will be looking for big prosecutions and to make examples of culprits. However, a certain amount of comfort can be taken from his words regarding corporate hospitality: We are not interested in that sort of case. We are interested in hearing that a large company has mysteriously come second in bidding for a big contract. The sort of bribery we would be investigating would not be tickets to Wimbledon or bottles of champagne. We are not the serious champagne offi ce! Il futuro del diritto di famiglia in Inghilterra ed in Galles: quale ruolo rivestiranno Mediazione ed Arbitrato? I sistemi di risoluzione alternativa delle controversie, c.d. Alternative Dispute Resolution ( ADR ), saranno una delle componenti fondamentali del futuro scenario del diritto di famiglia in Inghilterra e Galles. Probabilmente la Mediazione ha rivestito maggiore rilevanza anche per merito dell indiscriminata politica di incentivazione messa in atto dal governo a benefi cio di tale alternativa rispetto ai procedimenti innanzi al Tribunale. Se la Mediazione potrà essere all altezza delle aspettative del governo è ancora da vedere, tuttavia non vi è dubbio che possa offrire molte opportunità a determinate coppie (essenzialmente quelle che hanno buone capacità di comunicazione e sono in grado di tener conto di altri punti di vista). Un ulteriore ADR, che ha fatto notizia negli ultimi mesi, è l Arbitrato. Si tratta di uno strumento nuovo ed interessante, nel panorama delle ADR a disposizione delle coppie in corso di separazione, che va ad incrementare il numero di alternative pratiche e convincenti rispetto ai procedimenti in Tribunale. Quanto alla Mediazione, a partire dall aprile 2011 le parti di un procedimento giudiziario in materia di diritto di famiglia sono tenute a valutare il ricorso alla Mediazione per risolvere le loro controversie prima di intraprendere un procedimento ordinario, mediante la partecipazione al 15

15 Mediation Information and Assessment Meeting ( MIAM ). L atteso Children and Families Bill, inoltre, dovrebbe aumentare la spinta verso questo strumento e richiederà a tutti i genitori separati di prendere parte al MIAM prima di fare ricorso al Tribunale. Per quale ragione il governo si è reso così disponibile a promuovere la Mediazione? Analogamente ad altre ADR, la Mediazione aiuta le parti a pervenire ad un accordo; è bene precisare che il mediatore non presta consulenza né rappresenta le parti coinvolte ma opera in modo imparziale per consentire il raggiungimento del suddetto obiettivo. Il mediatore, con le proprie competenze specifi che ed attraverso un abile gestione della situazione, consente di trovare una posizione comune. La Mediazione può defi nirsi quale forum che incoraggia un approccio olistico alle complesse questioni che ogni procedimento di separazione presenta e parte dal presupposto che nessuna di tali questioni nasce in maniera isolata. I vantaggi derivanti dall utilizzo di questo sistema possono essere piuttosto consistenti: ad esempio, è ben noto che il risultato ottenuto a favore dei figli è certamente superiore qualora i genitori decidano di ricorrere alla Mediazione invece che al procedimento ordinario presso il Tribunale. E altrettanto noto che il procedimento di Mediazione è generalmente più economico rispetto al procedimento ordinario, e questo, forse, è il punto chiave per il governo. Il mediatore è in grado di dare assistenza alle parti fornendo in modo imparziale informazioni di carattere legale e non solo (ad esempio, nel comprendere come i principi giuridici vengano applicati da parte dei Tribunali). Spesso è utile per i clienti ricevere assistenza da parte dei rispettivi difensori durante il procedimento di Mediazione, al fi ne di adottare decisioni consapevoli. Persino quando, con il procedimento di Mediazione, non si pervenga alla defi nizione di tutte le questioni aperte, il tentativo di cercare un terreno comune, tipico di questo procedimento, comporta una riduzione delle questioni dibattute nella controversia, per cui qualsiasi procedimento giudiziario successivo si incentrerà esclusivamente sui punti rimasti in sospeso. L Arbitrato va a colmare il gap esistente tra Mediazione e contenzioso innanzi al Tribunale e può essere qualifi cato quale procedimento para giudiziario. Il progetto di Family Law Arbitration fu lanciato nel febbraio del 2012 da parte dell Institute of Family Law Arbitrators. Sin dal principio, il team di Family law di Withers è stato in prima linea su questo nuovo progetto. L Arbitrato è un opzione auspicabile per quei soggetti che, in qualche misura, sono in grado di dialogare ma non riescono a trovare un accordo sulle questioni di massima. L ambito dell Arbitrato in materia di diritto di famiglia è limitato alle questioni di natura fi nanziaria; inoltre, essendo il luogo deputato a eventuali richieste di sussidi economici, può condurre alla risoluzione di delicate questioni, in modo più veloce rispetto ad un procedimento innanzi al Tribunale. Le parti nominano un arbitro il quale giudicherà la loro controversia e concordano di attribuire valore vincolante alla sua decisione. Quest ultima sarà successivamente trasposta in un provvedimento giudiziale. Il procedimento può essere interamente adattato al caso concreto: infatti, sebbene le regole impongano un procedimento predefi nito (che rifl ette le scadenze proprie del Tribunale quanto allo scambio di informazioni), le parti saranno libere di modellarlo in base alle proprie esigenze e potranno procedere quanto più o meno velocemente ritengano opportuno. Un altro aspetto positivo è che l arbitro è investito della controversia sino alla sua completa definizione, offrendo nel contempo continuità ed un approccio tailor-made, certamente appropriato in un contesto quale quello del diritto di famiglia dove le questioni dibattute hanno natura evidentemente personale. Per quanto sopra visto, l Arbitrato, analogamente alla Mediazione ed al procedimento di Collaborative Law, costituisce una concreta alternativa al procedimento giudiziale. Ne consegue che in quest area del diritto attinente alla sfera personale le parti hanno oggi a loro disposizione un gamma completa di alternative volte alla risoluzione delle controversie. 16

16 The future of Family Law in England and Wales: Where do mediation and arbitration fit in? Alternative methods of Dispute Resolution are going to be a key component of the future landscape of Family Law in England and Wales. Perhaps Mediation has been given the highest profi le through the government s unabashed promotion of the benefi ts of this alternative to court proceedings. Whether Mediation can live up to the government s accolades is yet to be seen, but there is little doubt that Mediation has much to offer certain couples, (usually those that are able to communicate well and appreciate the other s point of view). Another alternative method of dispute resolution that has hit the headlines in recent months is Arbitration. This exciting new addition to the whole menu of dispute resolution alternatives available to separating couples means that there are now in place a selection of cogent and practical alternatives to court litigation, in the right case. Turning fi rst to Mediation, since April 2011, all parties to court proceedings in the Family arena are expected to explore the scope for resolving their dispute through Mediation by considering attending a Mediation Information and Assessment Meeting (a MIAM ), before embarking on the court process. The planned Children and Families Bill would upgrade the encouragement and will require all separated parents to attend a MIAM before making a court application. So why is the government so keen to promote Mediation? Mediation, as with many of the alternative methods of dispute resolution, offers an opportunity for parties to come to an agreement themselves. In a series of meetings with the parties, the Mediator does not advise or represent the individuals involved, but instead works in an impartial way to help them arrive at their own decisions. The Mediator, with some considerable skill and deft handling of discussions, enables the parties to move to common ground. Mediation is a forum which encourages a holistic approach to the complex issues that arise in any separation and acknowledges that no issue arises in isolation. The benefi ts can be considerable and, for example, it is widely acknowledged that the outcome for children is vastly improved when parents have mediated as opposed to litigated any dispute. It is also considered that Mediation is cheaper than the legal process and this perhaps is key for the government. A Mediator can provide legal or other information on an even-handed basis, to assist the parties (for example, in understanding how legal principles are applied by the court). It is frequently helpful for both clients to receive advice from their respective solicitors during the Mediation process so that they can make informed decisions. Even when Mediation doesn t work to resolve all issues, the common ground approach means that the points of dispute are frequently narrowed down so that any court proceedings focus on the outstanding points. Arbitration bridges the gap between Mediation and courtbased litigation and it is a quasi-judicial process. The Family Law Arbitration scheme was launched in February 2012 by the Institute of Family Law Arbitrators ( IFLA ). Withers family team was at the forefront of this ground breaking new development. Arbitration is a good option for those individuals who are able to co-operate to some degree but cannot agree how the overall issues should be resolved. The scope of family Arbitration is limited to fi nancial and property issues and, as well as being a good forum for the overall resolution of an application for fi nancial relief, it can also be useful for the resolution of discrete issues, more quickly than making an application to court. The parties elect an Arbitrator who will adjudicate their dispute. They agree to be bound by the Arbitrator s decision which in turn will be made into a court order. The process can be entirely bespoke and although the rules lay down a default procedure (which mirrors the court timetable for exchange of information), the parties are free to mould the process to their requirements and can proceed as quickly or slowly as they wish. Another key Arbitration bridges the gap between Mediation and court based litigation and it is a quasi-judicial process. 17

17 benefi t is that the Arbitrator will remain with the case until it is concluded, offering continuity and a personal touch that is appropriate in the arena of family law where the issues being considered are, by their very nature, personal. Arbitration is a real alternative to the court process and with Mediation and the Collaborative Law process means that in this personal area of law there are now a whole menu of dispute resolution alternatives available. Withers nel mondo A New York si inaugura la nuova practice di Immigration Law L esigenza di soddisfare una clientela sempre più globale ha reso strategicamente essenziale per Withers l inserimento di una pratice di Immigration Law. Withers, infatti, è lieto di annunciare l ingresso di Reaz H. Jafri (Counsel) e Theda Fisher (Associate) che inaugurano la nuova practice presso la sede di New York. L expertise di Reaz e Theda rispetto alle varie dinamiche fi scali derivanti dai trasferimenti da un paese ad un altro è un asset di indiscusso rilievo per lo Studio, considerato l elevato grado di sofi sticatezza dei nostri clienti e la complessità dei loro interessi. Immigration law in New York office An immigration law capability became a strategic necessity as Withers clientele became more and more international. We are therefore delighted to announce that Reaz H. Jafri (Counsel) and Theda Fisher (Associate) have joined the firm to set up this practice area, based in our New York office. Given the sophistication of our clients and the complexity of their various interests, Reaz and Theda s understanding of the importance of the myriad tax implications/consequences of making a move of one sort or another is certain to be an asset to the fi rm worldwide. 18

18 Withers rafforza la practice di Commercial Litigation con l ingresso di Gerallt Owen Withers rafforza la propria pratice di Commercial Litigation con l inserimento di un team di avvocati specializzati in international litigation e diritto penale societario. Geralllt ( Gez ) Owen è entrato recentemente in Withers in qualità di Partner per avviare la nuova practice insieme a due senior counsel, Anna Davies e Fiona Simpson. Gez attualmente fi gura quale professionista di primario standing nella classifi ca fraud and white collar crime di Chambers and Partners, ed è altresì presente nella classifi ca The Lawyer s Hot 100. Anne fornisce consulenza sia a società che a persone fi siche in materia di health & safety, responsabilità da prodotto, diritto ambientale, reati fi nanziari e diritto societario; Fiona ha una consolidata esperienza in materia di responsabilità civile e professionale e presta consulenza a società, istituti fi nanziari e persone fi siche nell ambito di controversie di natura commerciale. La recente crisi fi nanziaria internazionale ha aggravato il rischio di espisodi di corruzione e truffe posti in essere da parte di società; per tale ragione, reati quali estorsione, riciclaggio di denaro ed altri della medesima natura spesso occupano i titoli delle prime pagine dei giornali, nell ambito di un contesto normativo e regolamentare sempre più internazionale. Considerato che il tentativo di contrastare la commissione di reati societari ha assunto una dimensione globale, diviene essenziale operare in un contesto normativo effettivamente trasversale ed internazionale. Il team di Withers si rivolge in particolar modo a persone fi siche e società ed è in grado di fornire loro assistenza rispetto a questioni di carattere internazionale riguardanti autorità regolamentari ovunque queste operino ed in particolar modo in USA, Regno Unito ed Asia. White collar crime Withers LLP has just reinforced its commercial litigation practice with the addition of a new team practicing in international regulatory and corporate crime. Gerallt ( Gez ) Owen has recently joined Withers as a Partner to set up this new department together with two Senior Counsels, Anne Davies and Fiona Simpson. Gez is listed in Chambers & Partners Guide to the UK Legal Profession 2012 as a leading individual in the areas of fraud and corporate fraud and is mentioned in The Lawyer s Hot 100. Anne advises companies and individuals on Health and Safety and product liability, environmental and corporate governance matters. Fiona has particular interest and experience in international and domestic fraud and advises companies, fi nancial institutions and individuals in a wide range of commercial disputes. The worldwide fi nancial crisis has increased the risk of corporate corruption and fraud, and, as a result, bribery, money laundering and similar crimes often dominate the headlines with the stories played out in an increasingly international legal and regulatory minefi eld. As the global crackdown on corporate crime intensifi es, a truly multi-dimensional and inter-jurisdictional perspective is more important than ever. The Withers Team are uniquely placed to assist both individuals and global businesses with international issues involving regulatory authorities wherever they are, including in particular the US, UK or Asia. 19

19 more Italian desks: Per ulteriori informazioni in Italiano si prega di contattare/for further information, please contact: Studio Associato con Withers LLP Roberta Crivellaro UK Desk Georgia Catarame +44 (0) US Desk Gabriel Monzon Asia Desk Fernando Gandioli Swiss Desk Zurigo Judith Ingham Swiss Desk Ginevra Lindsay Brown Withers LLP London Geneva Milan Zurich New York New Haven Greenwich Hong Kong Singapore BVI The information and opinions contained in this publication do not constitute professional advice. If you do not wish to receive information from Withersworldwide with your details. 20

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Identificazione (i.e. due diligence dei financial account pre-esistenti e nuovi)

Identificazione (i.e. due diligence dei financial account pre-esistenti e nuovi) FATCA FAQ Novembre 2013 Le informazioni contenute in questo documento ( informazioni ) sono da considerarsi affidabili, fermo restando che BNP Paribas Securities Services non garantisce la completezza

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative.

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative. Authorising a person or organisation to enquire or act on your behalf Autorizzazione conferita ad una persona fisica o ad una persona giuridica perché richieda informazioni o agisca per Suo conto Queste

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it NUMERO CONTRATTO IL SOTTOSCRITTO..... (FATHER / LEGAL GUARDIAN) I THE UNDERSIGNED) NATO A

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 20/15 Lussemburgo, 26 febbraio 2015 Stampa e Informazione Sentenza nella causa C-472/13 Andre Lawrence Shepherd / Bundesrepublik Deutschland

Dettagli

Remarks by H.E. Paul Richard Gallagher, Secretary for Relations with States of the Holy See, at the FATCA Signing Ceremony

Remarks by H.E. Paul Richard Gallagher, Secretary for Relations with States of the Holy See, at the FATCA Signing Ceremony N. 0450 Mercoledì 10.06.2015 Accordo fra la Santa Sede, anche a nome e per conto dello Stato della Città del Vaticano, e gli Stati Uniti d America, per favorire l osservanza a livello internazionale degli

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Gennaio 2010 Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Introduzione In data 10 dicembre 2009, la Banca d'italia ha pubblicato un documento per

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS

LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS DEL 1984 (Con gli emendamenti fino al 24 maggio 1996) Sistemazione degli articoli PARTE I 1.Interpretazione dei termini. 2.Esistenza del trust. 3.Riconoscimento

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form Parte A a cura del Mittente/Section A reserved to the Customer Parte B a cura dell Ufficio Postale/Section B reserved to the Post Office Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO Il presente comunicato non può essere distribuito negli Stati Uniti, né ad alcuna persona che si trovi o sia residente o domiciliata negli Stati U niti, nei suoi territori o possedimenti, in qualsiasi

Dettagli

Dal beneficiario del trust al suo titolare effettivo: percorsi

Dal beneficiario del trust al suo titolare effettivo: percorsi Trusts Saggi Dal beneficiario del trust al suo titolare effettivo: percorsi nella Disciplina Antiriciclaggio del trust di Andrea Vicari Di fronte alla poliedricità del trust, un operazione apparentemente

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli