nuovi spazi sull acqua

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "nuovi spazi sull acqua"

Transcript

1 nuovi spazi sull acqua un idea per lo stadio della sampdoria

2 nuovi impianti per il calcio nuovi impianti: interesse pubblico, benefici ambientali il perchè dell Unione Calcio Sampdoria la Serie A motivazioni e obiettivi esperienze internazionali e nazionali a confronto analisi dell intervento nuovo stadio - impatto sulla città accessibilità, viabilità e sicurezza analisi sui flussi d utenza nuovo stadio - eventi calcistici nazionali ed internazionali nuovo stadio - eventi extra sportivi nuovo palazzo dello sport - grandi eventi sportivi nuovo palazzo dello sport - attività di base nuovo palazzo dello sport - grandi eventi non sportivi

3 nuovi impianti per il calcio Nuovi impianti: interesse pubblico, benefici ambientali e funzionalità. Il perchè dell Unione Calcio Sampdoria. Nel corso dell ultima legislatura si sono gettate le basi per promulgare una legge che stimolasse l iniziativa privata e, in particolare, le Società Sportive, a risolvere il problema dell impiantistica nazionale, attualmente di proprietà pubblica. Il Tavolo governativo appositamente costituito, nella sua analisi preliminare, aveva riassunto le opportunità offerte dalla realizzazione di un piano straordinario di trasformazione e rinnovamento degli stadi italiani a cui si ispira la nostra idea/progetto: 1. Miglioramento delle condizioni di sicurezza e contributo per la lotta alla violenza negli stadi; 2. Qualificazione dell impianto come polo sociale e culturale in grado di essere utilizzato non solamente in occasione degli eventi sportivi ma tutto l anno; 3. Diminuzione dei costi per la collettività mediante la riduzione dei costi di gestione e manutenzione delle strutture sportive che oggi gravano, generalmente, sui Comuni; 4. Creazione di nuovi profili professionali e nuove opportunità di occupazione nel settore dei servizi per il tempo libero; 5. Interventi di riqualificazione urbana, ambientale e territoriale, soprattutto in casi come il nostro, della zona ove si è scelto di realizzare l intervento; 6. Diversificazione delle forme di ricavo delle Società, con riequilibrio delle voci del conto economico e, in ragione della titolarità dell impianto, loro conseguente patrimonializzazione; 7. Maggiore competitività dello sport italiano a livello europeo e mondiale. Per stimolare i privati e in particolare le Società Sportive ad affrontare tale percorso, riducendo i tempi normalmente necessari per l ottenimento delle autorizzazioni e quelli, altrimenti insostenibili, di ammortamento degli investimenti, si è pensato ad uno snellimento delle procedure autorizzative e alla concessione di compensazioni proporzionali all investimento, purché a costo zero per la Pubblica Amministrazione. Si è tenuto in debito conto infatti che gli Stadi, per quanto privatizzati, resteranno come le stesse Società Sportive un patrimonio del territorio e quindi di assoluto e prioritario interesse pubblico. Di regola, la classifica sportiva nel nostro Campionato di Calcio è fortemente condizionata dalla capacità di spesa di ciascun Club, la stessa permanenza nell elite del calcio nazionale è quindi garantita dalla capacità, se non di migliorare, almeno di mantenere il proprio livello di fatturazione in linea con quello dei propri competitor. Le nuove modalità di distribuzione dei ricavi provenienti dalla cessione dei diritti televisivi (che rappresentano, mediamente, il 65% dei ricavi totali) che sono state introdotte a partire dal 1 luglio 2010 dalla cosiddetta Legge Melandri. hanno invece determinato una ridistribuzione delle risorse a favore delle Società più piccole, migliorando, di conseguenza, la loro competitività sportiva a danno, soprattutto, delle Società di media dimensione tra le quali la nostra. I propositi di costruire un proprio, moderno Stadio che consenta la realizzazione di nuovi, aggiuntivi ricavi, sono ormai un reale obiettivo di molte Società del nostro campionato. Tali propositi, se realizzati, altereranno ulteriormente le rispettive capacità di ricavo con conseguente impatto sulla competitività sportiva. Ragioni di sopravvivenza nel calcio che conta ci inducono, quindi, ad affrontare con urgenza il tema della realizzazione di un nuovo moderno impianto. La partecipazione al Campionato di Serie A non è un valore esclusivo della Società e dei suoi tifosi ma anche una risorsa per il territorio grazie al maggior gettito erariale che assicura e all indotto che genera, come meglio analizzato successivamente. 4 5

4 nuovi impianti per il calcio La serie A. Il Campionato di Serie A è il principale torneo per Club che si disputa in Italia in rappresentanza di una tra le più prestigiose leghe di calcio nel mondo, nell ambito del quale militano tra i più celebri calciatori del panorama mondiale. Il Campionato comprende 20 Società Sportive e si disputa con un girone di andata ed uno di ritorno. Ciascuna Società disputa, con ciascuna delle altre, un incontro in casa ed uno in trasferta per un totale di 38 partite (19 in casa e 19 in trasferta). Il Campionato è trasmesso in 184 Paesi sparsi nei 6 Continenti. Il Campionato di Serie A consente alle 20 Società che vi prendono parte la realizzazione di ingenti ricavi complessivi: circa 1,5 miliardi di euro di cui, circa il 65%, come detto, realizzati grazie alla vendita dei diritti televisivi, il 32% con le attività promo - pubblicitarie e di sponsorizzazione e soltanto il 13% grazie ai ricavi da stadio: la percentuale più bassa rispetto a quelle degli altri 4 Paesi europei calcisticamente, per così dire, più evoluti (Germania, Inghilterra, Spagna e Francia). Per ottenere un miglioramento dei ricavi da stadio è necessario un profondo, radicale intervento sull impiantistica. Gli stadi italiani, infatti, rispetto alla stragrande maggioranza degli impianti dei loro maggiori competitors europei, sono vecchi e concepiti secondo logiche che non tengono conto delle attuali esigenze di confort e sicurezza del pubblico. A differenza di quanto accadeva fino a 10 anni fa, infatti, i tifosi, grazie alla diffusione della televisione a pagamento, hanno la possibilità di seguire in diretta gli eventi comodamente seduti sul divano di casa: - al riparo dalle intemperie; - dai rischi (l attuale concezione stimola gli esagitati e tiene lontane le famiglie); - dalle difficoltà di raggiungimento e parcheggio (stadi per la maggior parte dei quali non fu prevista un idonea viabilità). La forte dipendenza dai ricavi televisivi (in Italia garantiti dai due soli operatori del digitale, terrestre e satellitare), inoltre, espone le Società ai rischi connessi alle possibili contrazioni di quel mercato. Poiché la capacità di spesa e quindi i ricavi di ciascuna Società determinano, al di là di sporadiche eccezioni, la loro classifica finale, la realizzazione, da parte di alcune, di un nuovo stadio e la conseguente realizzazione di nuovi e aggiuntivi ricavi determinerà un rimescolamento dei valori che potrebbe significare, per chi rimanesse fermo, anche la perdita della categoria. Ad oggi, soltanto la Juventus ha realizzato un nuovo impianto con i benefici, non soltanto economici, che sono sotto gli occhi di tutti, ma quasi tutte le Società stanno portando avanti con decisione i loro progetti. La realizzazione di un nuovo Stadio a Genova influenzerà lo sviluppo generale della Città. Sarebbe riduttivo ritenere la realizzazione del nuovo impianto un aspetto limitato solamente alla nostra Società. Limitativo sarebbe, infatti, analizzare l impatto economico-finanziario e occupazionale derivato dalla realizzazione del progetto, senza mettere in relazione tutti i soggetti coinvolti e le ricadute dirette e indirette nel breve, medio e lungo periodo. Le esperienze internazionali, stanno proprio a confermare il ruolo di traino esercitato dal rilancio dell impiantistica sportiva sull indotto ad esso collegato. 6 7

5 nuovi impianti per il calcio Motivazioni e obiettivi. La costruzione del nuovo Stadio, realizzato secondo criteri funzionali e standard internazionali di costruzione, gestione e fruizione, avrà un impatto trasversale su almeno 7 indicatori: 1. Sicurezza 2. Riqualificazione urbana 3. Socialità: aumento della fruibilità e della vivibilità 4. economia: forte impatto sui conti delle Amministrazioni Locali e della Società 5. Occupazionale 6. ambiente: impianto ad emissioni zero 7. formazione di nuove figure professionali specializzate Lo studio e gli esempi di una mirata politica di sviluppo dell impiantistica sportiva operata dai Governi centrali in Germania e Inghilterra - realtà oggi pienamente affermate e riconosciute quali modelli di riferimento - hanno elementi di partenza utili alla comprensione anche della nostra realtà Sicurezza, Riqualificazione Urbana, Socialità Le esperienze internazionali documentano risultati ottenuti nelle seguenti aree: - Stadio come punto focale di processi di riqualificazione di aree urbane - Miglioramento generale dei servizi e della vivibilità delle aree - Modalità di fruizione degli eventi sportivi come momenti di aggregazione, partecipazione e business - aumento degli standard di sicurezza e azzeramento progressivo dei fenomeni di violenza - bisogno di identificazione, appartenenza, socializzazione - Creazione di aree d intrattenimento, divertimento, tempo libero 4.5 Impatto economico e occupazione Quattro le aree che beneficeranno della costruzione del nuovo Stadio: a) Impatto sulla Società Sportiva b) Impatto sull Amministrazione Pubblica c) Impatto sui Conti Pubblici d) Impatto Occupazionale 8 9

6 nuovi impianti per il calcio a) Impatto sulla Società Sportiva La costruzione del nuovo Stadio determinerà un miglioramento della qualità della struttura e della fruizione dell impianto stesso non solo nel giorno di gara. In sintesi, i principali benefici si riscontreranno in: 1. Introiti generati dalla possibile vendita dei naming rights; 2. Aumento spettatori; 3. Aumento servizi/consumi match day (merchandising, food & beverage, etc.); 4. Aumento offerta corporate hospitality; 5. Vendita skybox e servizi connessi; 6. Uso alternativo dell impianto nei giorni non correlati ai match; 7. Aumento del potenziale marketing/ commerciale. 1. La cessione dei diritti del nome dello stadio (naming rights) non è una tecnica attualmente diffusa in Italia. Le esperienze internazionali hanno rilevato nel 2009 la presenza di 25 stadi che hanno ceduto i diritti sul nome dell impianto per un valore complessivo di 72 milioni di Euro/anno. 2. La media degli spettatori negli stadi italiani degli ultimi 20 anni è gradualmente diminuita passando dai del 1990 ai del 2012 (-35%). Il dato degli anni 90 è stato registrato grazie al traino rappresentato dai nuovi impianti costruiti per i Mondiali in Italia. Il confronto con l esperienza inglese, seguita all emanazione del Taylor Report (1989), e quella tedesca, seguita all assegnazione dell organizzazione dei Campionati del Mondo del 2006, dimostra che la costruzione di nuovi stadi determina un costante aumento del numero degli spettatori (+ 20 / 30%). Anche il dato riferito agli incassi realizzati allo Stadio Luigi Ferraris, dai 6,5 milioni del 2004, anno del ritorno in Serie A, ai circa 4 milioni ipotizzati per la corrente stagione sportiva, confermano una lenta ma inesorabile disaffezione nei confronti dello Stadio e ciò a prescindere dai risultati sportivi, peraltro eccellenti, conseguiti. È plausibile ritenere che il nuovo Stadio della Sampdoria invertirà il trend negativo e porterà ad un sensibile aumento degli spettatori e del conseguente ricavo da botteghino, stimato in circa il 30%. 3. Attualmente, in Italia, la spesa media sostenuta da uno spettatore (biglietto escluso) è pari a 3,5 euro. Tale indicatore in Inghilterra e Germania è, in media, superiore a 20 euro. È plausibile stimare che l offerta di una vasta gamma di servizi e la qualità degli stessi, potrà favorire un incremento della spesa pro capite fino a 7-10 euro. 4. L attuale turnover del mercato italiano, riguardante i servizi di ospitalità, è stimabile intorno ai 25 milioni di euro, mentre la sua potenzialità, in presenza di nuovi impianti, è stimata in circa milioni di euro. 5. Il nuovo impianto disporrà di skybox da utilizzare, oltre che per le manifestazioni calcistiche, per ulteriori attività commerciali. I ricavi previsti dalla cessione di tali strutture è stimata in circa 3-3,5 milioni di euro/anno. 6. L uso alternativo dell impianto nei giorni non correlati alle gare porterà ulteriori benefici (aumento investimenti delle imprese, affitto aree per eventi, organizzazione mostre, convegni, ecc.). Oltre ai benefici diretti nella concessione degli spazi e dei servizi, ulteriori benefici deriveranno dai relativi consumi. 7. Aumento del potenziale e dell appeal del settore marketing/commerciale con possibili investimenti anche di aziende estere. per i conti dell Amministrazione Pubblica e dell Ente Fiera in considerazione di alcuni fattori potenziali e di altri immediati e diretti: 1. Azzeramento dei costi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, degli edifici interessati dall intervento; 2. Imposte connesse alla realizzazione del progetto (oneri di costruzione e urbanizzazione); 3. Aumento del gettito riferito ad imposte comunali (ICI, IRAP, pubblicità, ecc). Il nuovo Stadio renderà, infatti, la struttura più appetibile per i partner commerciali: maggiori investimenti negli spazi pubblicitari comporteranno, a beneficio del Comune, un maggior introito a titolo di imposte pubblicitarie. 4. Possibilità di utilizzo delle nuove strutture da parte dell ente fieristico in regime di convenzione c) Impatto sui Conti Pubblici Va precisato come l effettivo impatto fiscale derivante dalla realizzazione del nuovo impianto dipenderà da molteplici variabili (anche di ordine macroeconomico) che, in questa sede, possono essere stimate solo in maniera approssimativa. Pur tenendo conto di tale circostanza, di seguito si cercherà di contestualizzare i prefigurati effetti alla luce della situazione fiscale dei singoli operatori del settore: 1. IVA: - sui biglietti - sulle sponsorizzazioni - sui servizi e consumi all interno dello Stadio - sugli introiti derivanti dalla vendita di spazi pubblicitari all interno dello Stadio - sui lavori di costruzione b) Impatto sull Amministrazione Pubblica Nell attuale situazione le strutture fieristiche che verrebbero sostituite dallo Stadio rappresentano un onere per l Ente Fiera che ne deve sostenere sia i costi della manutenzione ordinaria e straordinaria. La costruzione del nuovo Stadio determinerebbe invece un apporto positivo 10 11

7 nuovi impianti per il calcio Esperienze internazionali e nazionali a confronto. 2. Imposte Dirette - IRES (club e altre società coinvolte) - IRAP - IRPEF d) Impatto Occupazionale La costruzione del nuovo Stadio produrrà un impatto sul sistema occupazionale. Tale impatto si determinerà attraverso un effetto diretto ed uno indiretto: - diretto: persone direttamente e/o stabilmente impiegate nelle attività di costruzione e gestione dello Stadio - indiretto: personale impiegato nelle attività e nei servizi generati dall indotto determinato dall iniziativa immobiliare. Per quanto riguarda gli effetti diretti, la gestione di uno stadio moderno prevede, mediamente, l impiego di un numero di persone compreso tra le 15 e le 30 unità. La costruzione dello Stadio comporterà, inoltre, benefici in termini occupazionali riconducibili a 3 aspetti, stimabili in: 1. un posto di lavoro per tre anni ogni 100 spettatori di capienza per la costruzione dell impianto (300 unità circa) 2. un posto e mezzo di lavoro ogni 100 spettatori di capienza dell impianto per la realizzazione delle opere annesse allo Stadio (450 unità circa) 3. un posto di lavoro, stabile ed a tempo pieno, ogni 200 spettatori per l implementazione di strutture e servizi di vario tipo, sociale, culturale, ricreativo e ricettivo connesse allo stadio (150 unità circa) impatto Ambientale e formazione di nuove figure professionali specializzate Seguendo i modelli internazionali, la nuova costruzione sarà realizzata con i più innovativi sistemi per la produzione di energia (fotovoltaico, geotermico, pompe di calore, scambiatori di calore, ecc.), recupero di acque piovane e smaltimento rifiuti, riducendo quindi in modo significativo l impatto ambientale rispetto agli impianti attuali. La gestione di un moderno impianto sportivo, dedicato a soddisfare le nuove esigenze di confort e svago dei tifosi e orientata alla generazione di nuovi flussi di ricavo, richiederà la ricerca e l impiego di nuove figure professionali alla cui formazione si sono già orientati alcuni atenei, con l istituzione di corsi di specializzazione per laureati in materie economiche e giuridiche e la stessa Federazione Italiana Giuoco Calcio. Uno stadio nuovo ti cambia la vita. Cambia la vita degli spettatori, innanzitutto, che così possono finalmente godersi lo spettacolo secondo canoni di sicurezza e architettura adeguati allo specifico calcistico. Per non parlare dei servizi. Quelli igienici soprattutto. E poi bar, ristoranti, punti di ristoro, aree di ospitalità per i bambini. Per non parlare del museo e dello store della Società e delle altre attività commerciali e ricreative. SQUADRA stadio Anno inaugurazione NB: I dati di costo dell opera e differenza di fatturato sono in milioni di euro. Ma cambia anche la vita della Società che potrà migliorare il proprio bilancio e la conseguente competitività sportiva, facendo crescere in misura significativa il fatturato. E da subito. E quasi incredibile verificare l incidenza di un nuovo stadio sui ricavi di qualsiasi club fin dal primo anno dopo l inaugurazione. Gli ultimi cinque nuovi stadi costruiti da grandi club europei e i benefici immediatamente procurati: Costo opera Differenza di capienza Schalke 04 Veltins Arena Manchester City City of Manchester Benfica Estadio da Luz Arsenal Emirates Stadium Manchester United Old Trafford (ristrutturazione) Lisbona Londra Manchester Gelsenkirchen Schalke 04 Differenza di fatturato Manchester City Benfica Arsenal Manchester United 12 13

8 nuovi impianti per il calcio Caso Arsenal Il nuovo complesso è sorto su di un area di 24 ettari, l ex complesso industriale dismesso di Ashburton Grove, a soli 500 metri dal vecchio impianto: sono stati edificati, oltre allo stadio, appartamenti, ristoranti, cinema, bar e infrastrutture varie. Per un investimento globale di 400 milioni di sterline, interamente finanziato con capitale privato tramite: - l emissione di due bond, uno a tasso fisso e uno a tasso variabile (scadenza di 21 e 23 anni), per un importo complessivo di 250 milioni; - la cessione dei naming rights per 15 anni per 100 milioni e la vendita della superficie del leggendario Highbury, dove sono sorti 700 appartamenti di lusso, oltre a mq di attività commerciali. Il nuovo stadio Emirates accoglie poco più di 60 mila spettatori (posti sempre esauriti e con persone in lista di attesa), vi sono 150 Sky box (erano 50) a un prezzo che varia da a sterline, alla clientela business sono riservati posti (erano solamente 400 nel vecchio impianto), vi sono quattro ristoranti più vari punti di ristoro e dal punto di vista tecnologico si prevede, fra l altro, di sviluppare un sistema cashless per tutti i pagamenti all interno dell impianto. La spesa media annua dello spettatore è salita così da 480 a sterline. Si è trattato di un operazione straordinaria da un punto di vista immobiliare, ma analizzando i conti della società, vediamo che il fatturato è passato dai 192 milioni di euro della stagione ai 260 del , con gli introiti da stadio che sono cresciuti da 48 a 119 milioni

9 nuovi impianti per il calcio Da ultimo, il caso Juventus Stadium Lo Juventus Stadium è stato realizzato nell area dove sorgeva il vecchio stadio Delle Alpi. L intero progetto è stato anche l occasione per riqualificare una vasta area urbana ( mq), che comprende anche un ampia area commerciale ( mq), spazi di verde pubblico ( mq) e un area dedicata a parcheggi e servizi ( mq). Sul lato est dell impianto è stato allestito il Museo della Juventus, inaugurato il 16 maggio 2012 e aperto 6 giorni su 7, che ha accolto oltre visitatori nei primi cinque mesi di attività. In futuro si prevede che sarà edificata nella zona anche la nuova sede sociale del Club e verranno realizzati una serie di campi sportivi destinati alle Juventus Soccer Schools. Lo stadio, inaugurato l 8 settembre 2011, dispone di posti a sedere, di cui di categoria Premium, 24 bar, 8 aree di ristorazione e circa posti auto. L investimento complessivo della Juventus ammonta a circa 150 milioni di euro, inclusi i costi per la demolizione del vecchio e la costruzione del nuovo stadio, nonché gli oneri di progettazione e di urbanizzazione dell intera area. Il centro commerciale adiacente allo stadio, inaugurato il 27 ottobre 2011, è stato realizzato dai partner che hanno investito circa 90 milioni di euro. La copertura finanziaria dell investimento è assicurata da: - i contratti di finanziamento con l Istituto per il Credito Sportivo, per complessivi 60 milioni di euro; - i flussi generati dal contratto sottoscritto con il Gruppo Sportfive, che prevede un importo minimo garantito di 75 milioni di euro per l esclusiva sul c.d. naming right, ossia il diritto di titolazione del nuovo stadio, nonché alcuni diritti promozionali (parte dei palchi e dei Premium Seats) relativi allo stadio per un arco temporale di 12 anni a partire dal 2011/12; - i proventi della cessione delle aree commerciali, pari a 20,25 milioni di euro, di cui 13,5 milioni per la quota di diritto di superficie, 1,4 milioni per il progetto architettonico del centro commerciale e 5,4 milioni a titolo di avviamento (comprensivo del valore riconosciuto alle licenze ed autorizzazioni nonché ai contratti trasferiti). Gli abbonamenti sottoscritti per la stagione 2011/12 sono stati , inclusi i Premium Seats, per un ricavo di 15,2 milioni di euro (+ 6,9 milioni di euro rispetto al 2010/11), inclusi i servizi aggiuntivi. L incremento rispetto alla stagione sportiva precedente è stato pari al 63,5% sul numero di abbonamenti e al 192,3% in termini di ricavi. Complessivamente i ricavi da gare nel 2011/12 sono stati pari a 31,8 milioni di euro, in crescita di 20,2 milioni di euro rispetto alla stagione sportiva precedente. Nella stagione 2011/12 lo Juventus Stadium ha ospitato 23 gare ufficiali, 21 delle quali con il tutto esaurito, con un tasso di riempimento di circa il 95% della capienza complessiva. Sono stati altresì organizzati 59 eventi per aziende e privati all interno dell impianto, mentre da ottobre 2011 a settembre 2012 oltre visitatori hanno fatto il tour dello stadio. La Campagna Abbonamenti per la stagioni 2012/13 si è chiusa con la sottoscrizione di tutte le tessere a disposizione per gli abbonamenti, per un ricavo netto di 19,8 milioni di euro, inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi. L incremento rispetto alla stagione 2011/12 è pari all 11,7% sul numero di abbonati e al 30,3% in termini di ricavi. I riferimenti che individuano le esperienze significative maturate in campo internazionale sono tratte dal libro La Ripartenza Ed. Il Mulino AREL 16 17

10 analisi dell intervento Nuovo Stadio impatto sulla città. Accessibilità, viabilità e sicurezza. L area individuata per il futuro stadio della Sampdoria si trova nel quartiere fieristico di Genova, sito nel Municipio Medio Levante, di proprietà del Comune di Genova e dell Autorità Demaniale Marittima. La proposta dell U.C. Sampdoria S.p.A. si pone come obiettivo la realizzazione di un moderno impianto polifunzionale nel quadro della riqualificazione di una delle aree più pregiate della città, cresciuta nel tempo in modo disomogeneo ma dalle strategiche opportunità. La proposta comprende interventi sostenibili volti a creare nuove funzioni urbane sinergiche alle principali attività della Fiera di Genova, come in particolare il Salone Nautico, stimolando la crescita e la creazione di iniziative che possano aprire alla comunità nuovi spazi cittadini. La filosofia dell intervento si basa sull inserimento di strutture polifunzionali, aventi una forte caratterizzazione sportiva, il cui insieme possa creare un nuovo quartiere fieristico tailor made sulle mutate esigenze socio-economiche e culturali delle comunità di riferimento, capace quindi di aprirsi alla città. Uno spazio urbano dello sport e dell intrattenimento che possa diventare un punto di riferimento nel panorama nazionale, dove organizzare eventi sportivi di grande livello ma anche manifestazioni ludiche e spettacolari, all interno del quale si inserisce lo stadio di calcio, con una capienza di spettatori, un nuovo palazzetto dello sport polifunzionale oltre a nuove strutture destinate ad eventi fieristici e servizi che valorizzino l intervento immobiliare, capaci di offrire alla città nuovi spazi e funzioni di aggregazione sociale (espositivi, commerciali, sportivi, tempo libero, parcheggi). L intervento dovrà essere capace di incrementare l offerta turistica di Genova, ed insieme creare spazi polifunzionali, principalmente dedicati alla pedonalità pubblica ed al verde, tali da costituire la ricucitura del percorso litoraneo, unico nel suo genere, da Corso Italia al Porto Antico attraverso l area della Nuova Fiera. Un idea non speculativa ma strumentale alla valorizzazione immobiliare dell area, che possa creare uno spazio socialmente utile (sport per i portatori di handicap, medicina dello sport, sport per i bambini e insegnamento dei valori dello sport attraverso la pratica) ed ambientalmente compatibile (nuove tecnologie costruttive, autosufficienza energetica, minimizzazione delle emissioni). Il progetto deve prevedere inoltre una serie di opere volte a migliorare la dotazione infrastrutturale, a creare nuovi varchi di accesso, sia per le manifestazioni specializzate, sia per l utilizzo quotidiano degli spazi e delle strutture urbane, oltre ad aree verdi di arredo, il tutto progettato secondo una nuova e ben riconoscibile legge compositiva. Il sito individuato può beneficiare di una zona di attrazione naturale unica nel suo genere essendo posta all ingresso del Porto di Genova e usufruire di un insieme di infrastrutture viarie e collegamenti pubblici già esistenti che ne garantiscono una rapida accessibilità: COLLEGAMENTO AEROPORTUALE - Aeroporto Cristoforo Colombo a km. 9,7 COLLEGAMENTI AUTOSTRADALI - casello Genova - ovest a km. 5,6 - casello Genova - est a km. 3,5 - casello Genova - nervi a km. 9,6 ASSI VIARI PRINCIPALI - Soprelevata Aldo Moro - Corso Brigate Partigiane - Corso Marconi COLLEGAMENTI T.P.L. - Ferrovia-Metropolitana-Autobus - Stazione Ferroviaria Genova Brignole a circa 1 km - Stazione Metropolitana Brignole a circa 1 km - Capolinea autobus di linea A.M.T. in Piazzale Kennedy Seppur partendo da una dotazione infrastrutturale di base importante il progetto dovrà analizzare attentamente le problematiche dovute all accessibilità e al traffico attraverso la realizzazione di una serie di opere volte a migliorare la dotazione infrastrutturale, in particolare questo potrebbe avvenire attraverso una modifica del tratto terminale della Strada Sopraelevata Aldo Moro e la creazione di nuovi varchi di ingresso, accessibili direttamente sia da ponente che da levante, collegabili con i mezzi pubblici di trasporto (bus, taxi, ecc.). E inoltre prevista la realizzazione di parcheggi interrati (all interno del sedime delle nuove strutture polifunzionali) utilizzabili sia in occasione delle manifestazioni sportive principali (calcio, basket, pallavolo, ecc.) che di quelle fieristiche, andando a colmare una lacuna dell attuale quartiere fieristico.in occasione delle manifestazioni sportive di maggior afflusso (campionato di calcio, spettacoli musicali) è previsto l utilizzo del Piazzale Kennedy quale parcheggio per moto e autobus privati e pubblici. La realizzazione del nuovo stadio sarà in grado contemporaneamente di decongestionare l area attualmente impegnata (quartiere di Marassi) per l organizzazione di eventi calcistici con evidenti benefici a livello locale e di quartiere. Particolare attenzione sarà posta a livello progettuale alla risoluzione delle problematiche di sicurezza, di tutela e di accessibilità dell utenza con particolare riferimento ai diversamente abili. La corretta impostazione progettuale, la localizzazione, il disegno dei flussi e della mobilità intorno e dentro lo stadio garantiranno il minimo impatto negativo sulla città e al tempo stesso un accesso in sicurezza a tutti i frequentatori

11 analisi dell intervento Analisi sui flussi d utenza - L offerta. Al fine di individuare il naturale bacino di utenza coinvolto dall intervento e quindi i flussi naturali di persone interessati, occorre in primis analizzare la tipologia d offerta che lo stesso è in grado di proporre alla comunità. 1. In primo luogo un moderno stadio di calcio realizzato per assistere a manifestazioni sportive di livello nazionale ed internazionale ma anche un luogo ideale per vivere quotidianamente a contatto con la squadra del cuore (tour dello stadio, museo della Sampdoria, aree di intrattenimento, ecc.), una piattaforma per nuove forme di comunicazione aziendale (skybox, lounge, congressi), una struttura polifunzionale dove organizzare grandi manifestazioni culturali (concerti, musical, show), una nuova icona per la città da visitare. La presenza di un nuovo stadio permetterà l organizzazione di eventi sportivi e di spettacolo che attualmente, stante le strutture esistenti, sono fortemente limitati. Le caratteristiche degli impianti esistenti infatti, condizionano ed orientano pesantemente le scelte degli organizzatori non solo in funzione della capienza, ma anche per la necessità di adeguate caratteristiche strutturali in grado di minimizzare i costi e i tempi di allestimento e disallestimento e per la disponibilità di spazi a supporto adeguati per segmentare il prodotto offerto, incrementando i ricavi da fascia alta con l introduzione di offerte complementari (hospitality) 2. Il nuovo palazzo dello sport multifunzionale (la richiesta del CONI riguarda un arena da spettatori e palestre minori) quale strumento indispensabile per riportare lo sport indoor genovese (basket, pallavolo) ai massimi livelli nazionali ma anche come spazio dedicato alla pratica degli sport indoor minori (ginnastica, judo, ecc.). Una struttura moderna che permetterebbe alle federazioni locali di organizzare manifestazioni nazionali ed internazionali (world league di basket, campionati internazionali, ecc.) fino ad oggi precluse alla città di Genova. Le caratteristiche progettuali della nuova struttura saranno definite in modo da compenetrare adeguatamente sia le esigenze dello sport di base che quelle di alto livello, nonchè l organizzazione di eventi non sportivi.il dimensionamento dei posti modularmente disponibili nelle varie configurazioni e la scelta delle discipline praticabili con l inserimento o meno di spazi per la pratica di discipline sportive diffuse o anche discipline nuove e in crescita (ginnastica artistica e ritmica) sarà oggetto di analisi attraverso strumenti di analisi puntuale e di geomarketing applicati allo sport, in condivisione con gli enti locali e il mondo dell associazionismo sportivo.particolare importanza e attenzione verrà posta al contenimento dei consumi energetici, all utilizzo di materiali eco compatibili, alla produzione innovativa di energia da fonti rinnovabili, anche con lo sfruttamento del mare. Le scelte tecnologiche e impiantistiche dovranno caratterizzare il progetto e farne un modello di riferimento a livello di sostenibilità energetica che si tradurrà anche in efficienza di gestione. 3. Insieme agli impianti principali l intervento proporrà un mix funzionale di strutture capaci di catturare tutti i trends di riferimento nella comunità, con particolare attenzione ai giovani, con un offerta che spazia dal villaggio fitness all avanguardia, ai modelli di sport/ intrattenimento non ancora presenti in città (es. pareti attrezzate per arrampicate, piste running, kartodromi elettrici, ecc.) per creare un luogo dove incontrare persone conosciute o avere l occasione di conoscerne nuove che condividono gli stessi interessi. Insieme all offerta sportiva il progetto potrà prevedere funzioni commerciali con carattere prevalentemente sportivo, spazi per la ristorazione, funzioni pubbliche connesse allo sport (laboratori di medicina sportiva, centri diagnostici, ecc.) oltre a locali a servizio del quartiere e della cittadinanza. 4. Occupandosi del riutilizzo di aree e volumi non più funzionali al quartiere fieristico ma di grande valore per la comunità, l intervento si deve porre come obiettivo principale la loro massima valorizzazione a servizio della città. A tal fine l intervento risulta capace di mettere a disposizione del quartiere fieristico una serie di nuove strutture: partendo del quelle esclusivamente dedicate all attività fieristica (nuovo padiglione a mare), per proseguire con quelle utilizzabili in occasione di manifestazioni di particolare rilevanza come il Salone Nautico, Euro Flora, Fiera Primavera (Stadio, Palazzatto dello Sport), una dotazione di parcheggi che, insieme ai previsti interventi infrastrutturali (nuova viabilità e nuovi accessi), mira a trasformare il quartiere feristico in una struttura in grado di rispondere alle nuove esigenze delle fiere moderne. Esigenze che necessitano oggi prioritariamente di spazi e flussi razionali, della costruzione ex novo di padiglioni di ampia superficie, versatili e dotati di moderne strutture impiantistiche, in grado di abbattere i consumi energetici e i costi di gestione, permettendo il rilancio delle attività fieristiche. Il risultato finale è quindi un concept che da vita ad una città dello sport inserita in un area estremamente attrattiva, come il quartiere fieristico di Genova, all ingresso del suo famoso porto, collocata in un area baricentrica della città. Si può quindi parlare di un offerta collegata al mondo dello sport (nautica, calcio, basket, pallavolo, sport indoor, ecc.), ai servizi più evoluti, e alle varie tematiche di svago e intrattenimento, in un ottica di innovazione e sperimentazione. Questo ci porta a sostenere che l intervento sia configurabile, soprattutto nei suoi temi attrattivi principali, come un polo non ripetibile : una visione da un lato pioneristica e innovativa ma allo stesso tempo conservativa verso le irrinunciabili attività fieristiche esistenti (Nautico, Euro Flora, Fiera Primavera) che funga da attrattore di flussi naturali di utenza interregionale e nazionale

12 analisi dell intervento Nuovo Stadio Eventi calcistici nazionali ed internazionali. Nuovo Stadio Eventi extra sportivi. Un evento calcistico a livello nazionale ed internazionale è in grado di portare consistenti ricadute commerciali sul territorio circostante. La nuova struttura sarebbe in grado di attrarre ulteriori manifestazioni altrimenti non ospitabili in città. I requisiti principali, che la nuova struttura sarà in grado di garantire, sono i seguenti: - la visibilità e la partecipazione all evento sarà totale grazie alla progettazione degli spalti che garantirà una segmentazione dell offerta del prodotto calcio, in grado di massimizzare i ricavi per gli organizzatori; - le aree ed i servizi per i giocatori e gli ufficiali di gara saranno di dimensione adeguata e posizionate correttamente al fine di minimizzare le criticità in termini di tempi di spostamento, spazi a disposizione e di flussi dedicati (giocatori e giornalisti) per le consuete attività dei media (televisioni, stampa, radio) pre-gara e post-gara; - le aree ed i servizi per il pubblico saranno dimensionati secondo gli standard attuali sia in quantità (ad es. numero dei servizi igienici e punti di ristorazione rispetto alla capienza dell impianto, es. parcheggi a disposizione, ecc.) ed in qualità (es. visibilità per il settore basso gradinata delle due curve) con particolare riferimento al target VIP Corporate in grado di incrementare consistentemente i ricavi da evento. A titolo indicativo, gli standard internazionali al riguardo richiedono la presenza di almeno posti e sale ospitalità a disposizione per circa mq (dotate di strutture di base come cucine spazi per rinvenimento cibi, aree parcheggio riservate); - le aree ed i servizi per i media rappresentano il maggior incremento di spazi e di infrastrutture rispetto alla situazione di offerta attuale sia in termini di numero di posti disponibili in tribuna stampa che di estensione delle aree di lavoro per i media (media working area, studi televisivi indoor e con vista sul campo, aree per interviste v. flash interview area e mixed zone) e spazi per la produzione (ad es. estensione della zona TV compound OB Van area pari a circa mq). Con riferimento agli eventi extra-sportivi (ad es. concerti di artisti di caratura nazionale e internazionale o eventi di intrattenimento quali free style motocross), un nuovo impianto garantisce i seguenti servizi non offerti dalla struttura attuale : - le aree ed i servizi per gli artisti e la produzione saranno di dimensione adeguata, in linea con gli standard attualmente richiesti (a titolo indicativo, per un concerto sono richiesti spazi per circa 40 autoarticolati, zone in sicurezza per gruppi elettrogeni, uffici per circa 50/60 postazioni di lavoro, etc.). Con specifico riferimento al campo di gioco (area dove è prevista l installazione del palco) si devono garantire adeguati livelli di accessibilità per gli automezzi dedicati alla produzione (autoarticolati, camion, etc.) garantendo in tal modo la possibilità di produrre determinati eventi e tempi più contenuti per le attività di allestimento e di disallestimento con saving sui costi di organizzazione. Con specifico riferimento all impatto acustico, la minore densità abitativa e l affaccio sul mare comporterebbero minori limiti per l esecuzione di determinate manifestazioni (es. concerti) o comunque di evitare prescrizioni anche di tipo temporale (es. termine dell evento entro un determinato orario); - le aree ed i servizi per il pubblico saranno progettati specificatamente superando gli attuali vincoli di visibilità e di accesso ed esodo al campo (c.d. parterre nel caso dei concerti), superando la riduzione della capienza netta a disposizione per la vendita (in quanto un settore dello stadio deve essere utilizzato come percorso di accesso ed esodo al campo parterre, nel rispetto delle normative in termini di sicurezza). La condivisione degli spazi a supporto dello stadio e l integrazione con la struttura fieristica, le attuali strutture alberghiere e il palazzetto dello sport garantiscono un appeal unico nel panorama delle strutture italiane a livello di offerta integrata e favoriscono una completa ottimizzazione dei costi dei realizzazione e di gestione del polo sportivo ricreativo

13 analisi dell intervento Nuovo Palazzo dello Sport Grandi Eventi sportivi. Nuovo Palazzo dello Sport Attività di base. L organizzazione di grandi eventi sportivi sarebbe in grado di attrarre su Genova nuove opportunità di business per la città con ricadute su tutta l area metropolitana. I requisiti infatti per ospitare tali manifestazioni sono ormai sempre più stringenti e non riguardano più esclusivamente l area di gioco o il numero di posti ma anche e soprattutto i servizi a contorno per quanto attiene a spazi media, hospitality, accomodation, facilities di carattere tecnologico. In questo senso la localizzazione della struttura presso la fiera con una progettazione integrata con le infrastrutture fieristiche e lo stadio consente di massimizzare l utilizzo di spazi a supporto comuni con conseguente riduzione sia degli investimenti necessari alla loro realizzazione sia dei costi gestionali che sarebbero condivisi con le altre infrastrutture. Anche la disponibilità di offerta alberghiera integrata (esistente o di nuova realizzazione) contribuirà in maniera determinante a rendere possibile l organizzazione nella struttura di raduni federali nazionali delle varie discipline, competizioni nazionali e internazionali, ritiri e clinic. Le strutture del centro conferenze e media infine sarebbero utilizzate per tutta la formazione sportiva organizzata dalla scuola dello sport oltre che per l attività di meeting e congressi locali e internazionali legata al mondo sportivo. Per quanto attiene all attività di base un Palazzetto moderno e polifunzionale darebbe una risposta alla crescente domanda di sport da parte delle società sportive cittadine, provinciali e regionali con particolare riferimento agli spazi polivalenti coperti che risultano attualmente sotto la media nazionale. L attività di base, oltre a garantire positive ricadute sul piano sociale e comunicazionale, costituirebbe un ulteriore elemento di sostenibilità gestionale ed al contempo fungerebbe da polo attrattore di massa critica per tutte le attività della cittadella dello sport. All interno delle nuove strutture saranno previsti infatti spazi per l offerta complementare sportiva (fitness, wellness), per la medicina dello sport, per la riabilitazione e le visite di idoneità, per la vendita di materiale tecnico. Anche gli uffici stessi delle federazioni sportive e del Coni potrebbero trovare la loro sede unica e naturale all interno del polo sportivo, contribuendo così ulteriormente a creare un centro unico di riferimento per tutto lo sport ligure e genovese in particolare

14 Nuovo Palazzo dello Sport Grandi Eventi non sportivi. nuovi spazi sull acqua Se i requisiti per ospitare eventi sportivi sono sempre più stringenti, anche per quanto concerne l offerta per l organizzazione di grandi eventi non sportivi (musicali o di spettacolo) le facilities da mettere a disposizione degli organizzatori sono sempre maggiori e sono determinanti per abbattere i costi di allestimento e conseguentemente orientare la scelta dei grandi promoter verso la città di Genova piuttosto che verso altre città. Un palazzetto ideato e progettato per ospitare eventi di spettacolo è in grado di ridurre considerevolmente i costi di allestimento e di garantire maggiore sicurezza all organizzazione dell evento di spettacolo. Non solo l acustica, ma le predisposizioni strutturali e tecnologiche il dimensionamento e il posizionamento delle attrezzature fisse e mobili, le connessioni tv, internet, l illuminazione e l audio sono in grado di garantire efficienza ed economicità al promoter. un idea per lo stadio della sampdoria 26

15 siks.it versione u.c. Sampdoria SpA - P.zza Borgo Pila, 39 (Torre B - V piano) Genova -

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

GLI STADI POLIFUNZIONALI IN ITALIA: DAL CONFRONTO CON L EUROPA SPUNTI DI RIFLESSIONE. di Alfredo de Martini *

GLI STADI POLIFUNZIONALI IN ITALIA: DAL CONFRONTO CON L EUROPA SPUNTI DI RIFLESSIONE. di Alfredo de Martini * RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. VIII, Fasc. 2, 2012 GLI STADI POLIFUNZIONALI IN ITALIA: DAL CONFRONTO CON L EUROPA SPUNTI DI RIFLESSIONE di Alfredo de Martini * SOMMARIO:

Dettagli

Ospitalità. inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT

Ospitalità. inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT Ospitalità inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT Il nuovo modo di vivere la partita Mai da soli e sempre nel modo migliore. Può riassumersi così la filosofia dell ospitalità che l Inter offre per la

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE STADIO FRIULI

RISTRUTTURAZIONE STADIO FRIULI RISTRUTTURAZIONE STADIO FRIULI L obiettivo principale del progetto del nuovo Stadio Friuli è creare un impianto sportivo moderno, sicuro, sostenibile, in grado di offrire un esperienza unica per tutti

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE Esente da bollo N.B.: presentare almeno 10 giorni prima dell inizio SPAZIO PER ETICHETTA PROTOCOLLO COMUNALE Si consiglia di presentare in triplice copia di cui n.1 timbrata dall Ufficio PROTOCOLLO da

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

di Armando Pedicini * e Tullio Tiani **

di Armando Pedicini * e Tullio Tiani ** RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. VIII, Fasc. 1, 2012 LO SPORT E LE RISORSE FINANZIARIE NELL UNIONE EUROPEA: L INQUADRAMENTO DELLA DISCIPLINA A FAVORE DELLA COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 D: Quale normativa occorre applicare nel caso di attività di somministrazione di alimenti e bevande all interno di una palestra

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI Artigiana Marmi S.r.l. Via L.Nobili, 9-61032 Rosciano di Fano (PU) tel. +39 0721.820216 - fax +39 0721.868497 info@artmarmi.it - www.artmarmi.it

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Beni pubblici e analisi costi benefici

Beni pubblici e analisi costi benefici Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli