Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano"

Transcript

1 Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano LogisticaLmente Castelfranco Emilia (MO),

2 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

3 L Osservatorio Contract Logistics Gli obiettivi dell Osservatorio La Mission Rappresentare un tavolo permanente di analisi critica e discussione sul ruolo di innovazione che l ecosistema della Contract Logistics può costituire per la diffusione di pratiche di eccellenza nella gestione della logistica e della supply chain in Italia Gli Obiettivi Analisi del mercato attuale (ossia già terziarizzato) della Contract Logistics in Italia, evidenziando l andamento nel tempo, le tipologie di attori, i diversi settori merceologici Analisi del mercato potenziale (ossia potenzialmente terziarizzabile) della Contract Logistics in Italia, in modo da valutarne il grado di penetrazione Analisi del potenziale di innovazione strategica nella Contract Logistics, in modo da evidenziare le innovazioni, nonché le fonti e i percorsi di innovazione, sia in ambito tecnologico che di processo, con particolare focus sullo Strategic Outsourcing

4 L Osservatorio Contract Logistics I metodi di Ricerca utilizzati Studi di caso Survey Analisi di bilancio Aziende committenti (>150 in tre anni) Fornitori di servizi logistici (>100 in tre anni) Direttori della Supply Chain (circa 500) Manager fornitori di servizi logistici (oltre 100) Censimento da DB AIDA bilanci di aziende del mondo della logistica Modelli previsionali Advisory Board Analisi di fonti secondarie Fatturato e Mercato della Contract Logistics Analisi del potenziale Costo della logistica Incontri periodici per impostazione e avanzamento Letteratura nazionale (Banca d Italia, Centro Studi Confetra, ) e internazionale (Georgia Tech, riviste scientifiche, )

5 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

6 Il settore della Logistica conto terzi in Italia La filiera Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

7 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Gestori di magazzino Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori Operatori logistici Spedizionieri GDO Corrieri / Corrieri espresso 651 Sono presenti 8 tipologie di aziende per un numero complessivo di poco meno di aziende nel 2011 Industria Retail

8 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento ,5 Numero di aziende censite Migliaia 110-4% 108,9-0,4% 108, È in atto un lento processo di consolidamento

9 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori logistici 84 Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso La riduzione Spedizionieri del numero di aziende 651 è legata principalmente alla categoria Autotrasportatori organizzati in società non di capitali ( padroncini ), con un 985 decremento di aziende tra il 2010 GDO e il 2011 Retail Sono presenti 8 tipologie di aziende per un numero complessivo di poco meno di aziende nel 2011 Industria

10 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il fatturato Autotrasportatori (società di capitali) Autotrasportatori (società non di capitali) milioni di (+11,5%)* Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali milioni di (+4,0%)* 843 milioni di (+21,5%)* Operatori logistici milioni di (+6,4%)* Gestori di magazzino 840 milioni di (-5,5%)* Spedizionieri milioni di (+7,2%)* milioni di (+4,8%)* GDO Il valore del fatturato delle aziende di logistica conto terzi è pari a quasi 77 miliardi di nel 2011 (+7,8% rispetto al 2009) Corrieri / Corrieri espresso milioni di (+10,2%)* Industria Retail * Variazione % in termini nominali rispetto al 2009

11 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il fatturato Base 100: valori 2009 Ordinate: valori nominali +2,1% +0,6% PIL +1,3% Fatturato della Contract Logistics Incremento % in termini reali -1,1% -1,3% -3,8% -0,3% -1,4% NB: I dati 2013 e 2014 sono stati calcolati sulla base delle previsioni ISTAT (maggio 2013) +2,2% +0,7% Il fatturato complessivo della Contract Logistics cresce più del PIL

12 Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il valore del mercato Fatturato Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

13 Il focus sulla Strategic Contract Logistics La definizione Mercato Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

14 Il focus sulla Strategic Contract Logistics La definizione Commodity Outsourcing Decisioni tattiche di outsourcing di attività logistiche elementari Reversibilità nel breve-medio termine Opportunità di ottimizzazione locale (nello spazio e nel tempo) ma Mantenimento interno delle leve di innovazione del processo logistico Strategic Outsourcing Decisioni strategiche di outsourcing di una parte rilevante del processo logistico completo, ossia comprensivo almeno delle attività di trasporto e stoccaggio Co-gestione (committente e outsourcer) delle leve di innovazione del processo logistico ma Irreversibilità nel breve-medio termine (e quindi rilevanza strategica della scelta)

15 Il focus sulla Strategic Contract Logistics Il valore del mercato Strategic Outsourcing Il valore del mercato della Strategic Contract Logistics delle aziende italiane di logistica conto terzi è pari a 8,2 miliardi di nel 2011 (20% di 42 miliardi di del mercato della Contract Logistics) Risulta una percentuale di terziarizzazione pari al 7,4% rispetto al valore della Logistica in Italia Miliardi di (nominali) 8,4 8,2 8,0 7,8 7,6 7,4 7,2 7,0 Rimane ancora prevalente l approccio Commodity (80% del mercato della Contract Logistics) Mercato della Strategic Contract Logistics +1,6% +2,8%

16 Il focus sulla Strategic Contract Logistics Il grado di terziarizzazione dei diversi settori 100% Grado di terziarizzazione (solo Strategic) ** Elettronica di consumo (97%;86%) (75%;45%) Alimentare secco Farmaceutico Alimentare fresco (77%;27%) Fashion (66%;12%) (74%;20%) (38%;7%) (69%;7%) (79%;31%) Automotive Contract Logistics Retail no-food 0% 100% Retail Grado di terziarizzazione (Commodity + Strategic) * La rilevanza della Strategic Contract Logistics cambia in base al settore considerato e ai singoli comparti all interno di un settore GDO Industria (*) Rapporto tra il Mercato attuale di Contract Logistics e il Mercato potenziale (**) Rapporto tra il Mercato potenziale di Strategic Contract Logistics e il Mercato Potenziale

17 La dinamica di evoluzione del mercato L andamento del costo dei fattori produttivi Carburante Energia elettrica Costo del denaro Costo di affitto degli spazi Manodopera dipendente Manodopera di cooperativa 160 Base 100: (*) Mdo coop. +21,2% En. Elettrica +20,5% Mdo dip. +8,1% (*) I valori fanno riferimento ai primi 8 mesi del 2013 Negli ultimi anni il settore sta soffrendo la crescita del costo dei fattori produttivi (in primis manodopera energia elettrica e carburante)

18 La logistica conto terzi in Italia Una visione di sintesi I numeri del settore Leggera crescita e concentrazione Fatturato : 77 miliardi di nel 2011 (+3,5% in termini reali rispetto al 2009) Previsione per il 2014: +2,2% in termini reali rispetto al mila imprese, imprese rispetto al 2009 (-5,2%) I trend del mercato Aumento dimensionale Crescita del fatturato superiore alla media per alcune categorie di operatori (in termini reali rispetto al 2009): Autotrasportatori (società di capitali) +7,2%, Top Player + 11,6% Numero di M&A stabili, mediamente 5/anno (per le aziende sopra i 10 milioni di fatturato) Crescita dimensionale delle aziende più grandi (aumento economie di scala e capacità di ricerca e innovazione) Il valore del mercato Commodity vs Strategic Mercato: 42 miliardi di nel 2011 (+4,4% in termini reali rispetto al 2009) Grado di penetrazione in crescita: 38% (+2 punti percentuali rispetto al 2009) Strategic Contract Logistics: 8,2 miliardi di nel 2011 (+4,6% in termini reali rispetto al 2009) La Strategic Contract Logistics è il 20% del mercato Le dinamiche di filiera Fattori di rischio In aumento il costo dei principali fattori produttivi negli anni (in primis manodopera e carburante) In aumento le tensioni a livello di sub-fornitura La durata media dei contratti è bassa

19 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

20 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta Focus: terziarizzazione del magazzino Joint venture Spin-off Focus: terziarizzazione del processo logistico Joint venture Spin-off Approccio open-book 1% 2% Approccio open-book 3% 1% 31% 29% 66% 67% Approccio tariffario Approccio tariffario Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

21 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta 50% 45% 40% <1 anno 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni >6 anni Media: 2,9 anni Media: 2,2 anni % rispondenti 35% 30% 25% 20% 39% 15% 33% 33% 10% 5% 0% 1% 22% 13% 13% 6% 5% Terziarizzazione della gestione del magazzino 17% 1% 5% 4% 4% 2% 2% Terziarizzazione di tutto o parte del processo logistico Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

22 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta 40% <1 anno 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni >6 anni 35% Media: 2,9 anni Media: 4,2 anni 30% % rispondenti 25% 20% 15% 10% 5% 0% 6% 29% 19% 17% 15% 8% 2% Noleggio/leasing dei mezzi di movimentazione 4% 2% 12% 23% 10% 8% 8% Locazione del magazzino 14% 23% Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

23 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Il livello di innovazione sembra poco influenzato dalla forma contrattuale, mentre conta la longevità della relazione. L ottica di breve periodo, spesso accompagnata da un approccio tariffario, potenzialmente impedisce l effettuazione di investimenti specifici per il cliente. Per avere innovazione occorre una relazione di fiducia, ottenibile anche con contratti non molto lunghi, ma rinnovati più volte Abbiamo terziarizzato secondo il modello joint-venture: lo scopo principale era avere un maggiore controllo sulle attività. Dopo un po di anni osserviamo che il livello di innovazione non è elevatissimo per la difficoltà a stimolare l Operatore in un contesto a bassa concorrenza (caso 1) La durata dei contratti non è funzione del tipo di contratto. Per alcuni clienti con cui esiste una relazione di collaborazione da molti anni, tendiamo a lavorare con contratto open book di durata 3 anni rinnovabile di volta in volta (caso 2) Un nodo critico è spesso costituito, in fase di impostazione del tender da parte del committente, dall elevato dettaglio nella definizione delle procedure operative: tanto più le richieste relative alle modalità di erogazione del servizio sono standardizzate, tanto più è agevolato il raffronto fra le offerte, ma, al contempo, sono ridotti i gradi di libertà per introdurre innovazione Se in un tender il committente definisce i processi operativi o vincola l operatore logistico nell utilizzo del suo WMS, rende più difficile l applicazione di best practice operative (caso 3)

24 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione % rispondenti L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. 50% 40% 30% 20% 10% 0% Con riferimento all integrazione informativa a livello di gestione del magazzino, indicare la soluzione più adottata nei magazzini affidati dalla sua azienda in outsourcing (1 risposta) 36% 11% 40% Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti 2% 9% 2% LEGENDA (numero della risposta): 1. Utilizzo del Warehouse Management System (WMS) dell azienda committente da parte del fornitore del servizio 2. Utilizzo di un WMS del committente, con interfaccia di accesso per il fornitore di servizio logistico, e di un WMS del fornitore dei servizi a supporto dell'operatività di magazzino 3. Utilizzo di un WMS del fornitore del servizio logistico (sviluppato internamente o acquistato), con sviluppo di una interfaccia ad hoc verso il gestionale del committente 4. Utilizzo di un WMS in modalità cloud computing, in grado di gestire l'interfaccia con il gestionale del committente 5. Non viene utilizzato un WMS 6. Altro

25 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione 50% LEGENDA (numero della risposta): Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti 1. Mancanza 40% di un ente terzo con la forza/capacità di imporre uno standard 2. Resistenza da parte dei fornitori di servizi logistici 3. Resistenza 30% da parte dei committenti a modificare l'impostazione del gestionale aziendale e/o dei processi interni 4. Eterogeneità dei processi tra i diversi committenti, con conseguente difficoltà di standardizzazione dei flussi informativi 5. Mancanza 20% di chiarezza su quali siano i reali benefici della standardizzazione 41% 6. Subappalto delle attività logistiche e bassa informatizzazione 35% degli esecutori delle attività subappaltate (es. padroncini) 7. Altro 10% % rispondenti L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. Indicare quali ritiene siano i principali ostacoli allo sviluppo di interfacce standard nella gestione dello scambio informativo tra committenti e fornitori di servizi logistici nella gestione del magazzino (massimo 2 risposte) 0% 18% 10% LEGENDA (numero della risposta): 1. Mancanza di un ente terzo con la forza/capacità di imporre uno standard 2. Resistenza da parte dei fornitori di servizi logistici 3. Resistenza da parte dei committenti a modificare l'impostazione del gestionale aziendale e/o dei processi interni 4. Eterogeneità dei processi tra i diversi committenti, con conseguente difficoltà di standardizzazione dei flussi informativi 5. Mancanza di chiarezza su quali siano i reali benefici della standardizzazione 6. Subappalto delle attività logistiche e bassa informatizzazione degli esecutori delle attività subappaltate 7. Altro («Assenza di Budget», «Non si applica in quanto il fornitore del servizio lavora su strumenti del committente») 18% 5% 6%

26 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. Indicare le soluzioni organizzative adottate per aumentare il grado di integrazione (funzionale e strategica) tra operatore logistico e committenti dei servizi (consentite più risposte) Meeting di verifica dell'allineamento dei KPI di contratto 100% Team di progetto dedicati alla specifica relazione 65% Visite del personale del committente presso i siti del fornitore 65% Meeting di condivisione di scenari futuri/proposte di miglioramento con focus, oltre che sui costi/servizi, sullo sviluppo di competenze/conoscenze Figura del Service Account accanto al Key Account 5% 5% Base: 100 casi di terziarizzazione 0% 20% 40% 60% 80% 100%

27 I meccanismi di governo della relazione Promozione dell innovazione La costruzione della fiducia tra le parti richiede una modifica nell impostazione della relazione sia lato committente che lato fornitore del servizio logistico Lato committenti e fornitori Aumentare la visibilità reciproca, sia in merito alle dinamiche del business, sia in merito all'evoluzione del processo logistico aziendale (ad esempio, una politica di riduzione o incremento delle scorte, se non comunicata in tempo utile al fornitore, può avere effetti devastanti, in particolare a fronte di eventuali investimenti dedicati) Lato committenti Superare un atteggiamento di esclusiva attenzione alla riduzione dei costi e accettare di condividere su input degli operatori logistici investimenti e progetti multicommittente in modo da sfruttare al pieno possibili economie di scopo/scala Lato fornitori Condividere con il committente i progetti/casi di successo in modo da favorire una fertilizzazione orizzontale e puntare a rafforzare e non indebolire! la cultura logistica delle aziende committenti

28 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

29 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver del cambiamento Driver di filiera socio-politici tecnologici

30 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Driver socio-politici Focused market factory tecnologici Caso 1 Negli ultimi anni nel settore del largo Consumo sono stati chiusi numerosi stabilimenti per ottenere maggiori economie di scala

31 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Driver Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Caso 2 Si sta intensificando lo spostamento della produzione dall ovest Europa verso Paesi dell est Europa, caratterizzati da un costo della manodopera inferiore. In prospettiva lo stesso fenomeno potrebbe riguardare il Nord Africa

32 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Driver Caso 3.2 I prodotti hanno sempre più un packaging comune Caso 3.1 È in atto un progetto di standardizzazione dei sistemi e delle procedure delle gare di acquisto a livello europeo

33 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Aumento della specializzazione del canale commerciale e della multicanalità nonchè del presidio sul cliente finale (consumatori, uffici, ospedali, ) Driver Caso 4 Sempre maggiore diffusione di negozi specializzati, per esempio nel mondo Health&Beauty

34 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver socio-politici di Caso filiera 1 In Europa sta aumentando il potere di acquisto di alcune nazioni dell Est Caso 3 Nel settore abbigliamento riteniamo di avere crescite a due cifre nell ecommerce B2c nei prossimi anni Caso 5 La crescita della popolazione a livello mondiale è maggiore della disponibilità di alimenti e risorse. Per un player mondiale come noi risulta fondamentale usare al meglio le risorse Driver socio-politici Evoluzione delle richieste e delle caratteristiche dei mercati Incremento della mobilità delle persone all interno della Comunità Europea (soprattutto per i profili ad alta formazione) Forte crescita dell ecommerce B2c e dell ampliamento della possibilità di scelta Evoluzione continua e poco prevedibile della struttura dei costi dei fattori produttivi Spinta verso un migliore utilizzo delle risorse (sostenibilità) Caso 2 Stiamo assumendo sempre più persone di alto profilo provenienti da diversi Paesi europei Caso 4 Negli ultimi tre anni i costi dei fattori produttivi sono continuamente cambiati, risulta difficile fare una stima di come saranno tra 5 anni

35 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Internet of Things Driver socio-politici Caso 1.2 L operatore logistico a cui ci affidiamo ha sviluppato un piattaforma in grado di collegare i singoli distributori locali (dotati di mobile device). Questo offre al committente una completa visibilità del processo logistico real-time tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Un fornitore di servizi logistici negli USA permette ai clienti, attraverso un piccolo dispositivo posto all interno del packaging, di monitorare lo stato di avanzamento delle spedizioni in tempo reale (sia in termini di localizzazione che di altre condizioni) PRODUTTORI Consumer Goods Consumer Electronics Cloud Computing web platform DISTRIBUTORI GDO Distribuzione Elettronica Caso 1.1 Le nuove tecnologie (es. cloud-computing) favoriranno lo scambio informativo tra attori della filiera Hobby & Work Brico OPERATORI LOGISTICI TRASPORTATORI OUTSOURCERS

36 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Driver tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Caso 2 Già oggi sto osservando in molti mercati europei la presenza di numerosi dispositivi IT a bordo dei mezzi

37 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Driver tecnologici Caso 3.1 Sono al corrente che alcuni fornitori di soluzioni per il magazzino stanno valutando lo sviluppo di Google Glass o Smart Watches Caso 3.2 Vi sono sempre più casi di automazione di magazzino per prelievo di pezzi Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi

38 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Nella metropolitana di Seoul, alla fermata di Seolleung, è stato realizzato un supermarket virtuale. Accanto alle porte da cui escono i passeggeri si trovano dei pannelli che riproducono quelli dei supermercati. Le immagini dei prodotti sono in bella vista con un QR Code: basta avvicinare lo smartphone al prodotto desiderato e "registrarlo". Alla fine la spesa viene consegnata direttamente a casa in giornata Driver Caso 4 La tecnologia Mobile sta cambiando il comportamento degli utenti. In Asia è partito un progetto che permette di fare gli ordini in metropolitana tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi Diffusione delle tecnologie Mobile, soprattutto verso i singoli utenti

39 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver del cambiamento Driver di filiera socio-politici tecnologici Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Aumento della specializzazione del canale commerciale e della multicanalità nonché del presidio sul cliente finale (consumatori, uffici, ospedali, ) Evoluzione delle richieste e delle caratteristiche dei mercati Incremento della mobilità delle persone all interno della Comunità Europea (soprattutto per i profili ad alta formazione) Forte crescita dell ecommerce B2c e dell ampliamento della possibilità di scelta Evoluzione continua e poco prevedibile della struttura dei costi dei fattori produttivi Spinta verso un migliore utilizzo delle risorse (sostenibilità) Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi Diffusione delle tecnologie Mobile, soprattutto verso i singoli utenti

L outsourcing della logistica: scelta strategica per la competitività dell impresa? Marco Melacini

L outsourcing della logistica: scelta strategica per la competitività dell impresa? Marco Melacini L outsourcing della logistica: scelta strategica per la competitività dell impresa? marco.melacini@polimi.itmelacini@polimi it Contesto di riferimento 2 La conoscenza di quale sarà il futuro dell economia

Dettagli

logistica: quale ruolo

logistica: quale ruolo contract logistics L innovazione nella logistica: quale ruolo per i 3PL? di A. Perego, D. Frosi Alessandro Perego, professore ordinario di Logistica e Supply Chain Management del Politecnico di Milano

Dettagli

Servizi logistici in Emilia-Romagna e la domanda della filiera meccanico-macchine. Antonio Dallara

Servizi logistici in Emilia-Romagna e la domanda della filiera meccanico-macchine. Antonio Dallara Servizi logistici in Emilia-Romagna e la domanda della filiera meccanico-macchine Antonio Dallara 1 Le dimensioni della logistica conto terzi A livello nazionale il fatturato della Contract Logistics è

Dettagli

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione LOGISTICA Cos è la logistica Insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di materiali e delle relative

Dettagli

Il Sistema Logistico Italia: un valore per il nostro Paese

Il Sistema Logistico Italia: un valore per il nostro Paese Il Sistema Logistico Italia: un valore per il nostro Paese Osservatorio Contract Logistics Politecnico di Milano Assologistica Agenda del convegno Programma 10.30 Apertura dei lavori Prof. Gino Marchet,

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze a confronto

Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze a confronto Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze a confronto #OCL16 @Osserv_Digital Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze

Dettagli

Istruzioni per una logistica di successo

Istruzioni per una logistica di successo Global Summit Logistics & Manifacturing 18 e 19 novembre 2015 - Pacengo di Lazise, Verona Istruzioni per una logistica di successo PRESENTAZIONE 3 4 I CRITERI DI SCELTA DEL PROVIDER 5 LA SCELTA DEL TIPO

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BRIX DISTRIBUZIONE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BRIX DISTRIBUZIONE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BRIX DISTRIBUZIONE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.15

Dettagli

Logistica e ecommerce B2c

Logistica e ecommerce B2c Logistica e ecommerce B2c In collaborazione Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 26 Febbraio 2014 Il processo logistico nell ecommerce B2c In collaborazione 1

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE LA LOGISTICA E IL NOSTRO CORE BUSINESS LA COMPETENZA DEI GRANDI LA FLESSIBILITA

Dettagli

L esperienza di CEVA Logistics per il settore Fashion Esperienza globale, velocità, capillarità ed E-commerce

L esperienza di CEVA Logistics per il settore Fashion Esperienza globale, velocità, capillarità ed E-commerce L esperienza di CEVA Logistics per il settore Fashion Esperienza globale, velocità, capillarità ed E-commerce Giovannni Arnesano, Key Account Manager, CEVA Italy Bologna, 19 Marzo 2015 Agenda CEVA Logistics

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Introduzione 1 IL PUNTO DI PARTENZA MICROLOGISTICA: tutto ciò che concettualmente è (o avviene o viene

Dettagli

Il Magazzino di Domani

Il Magazzino di Domani insider reports COLLANA WHITE PAPERS Con i link alle interviste con Francesco Soncini Sessa Il Magazzino di Domani Tendenze, Metodi, Tecnologie Il magazzino si appresta a diventare un anello fondamentale

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

work force management

work force management nazca work force management UN UNICO PARTNER PER MOLTEPLICI SOLUZIONI Nazca WFM Un unica piattaforma che gestisce le attività e i processi di business aziendali, ottimizzando tempi, costi e risorse Nazca

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT OPERATIONS & SUPPLY CHAIN PERCORSO EXECUTIVE IN SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Gestione Strategica degli Acquisti / Logistica Distributiva NOVEMBRE 2014 OTTOBRE 2015 I.P. AREA TEMATICA E OBIETTIVI DEL CATALOGO

Dettagli

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 La configurazione della funzione di Trade Marketing I fenomeni che hanno influito sui processi

Dettagli

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare From FARM to FORK Farm Fork 2 Alcuni trend di Settore Pressione crescente della compliance normativa: qualità,

Dettagli

La soluzione dell outsourcing per le pmi

La soluzione dell outsourcing per le pmi Quando conviene esternalizzare i servizi La soluzione dell outsourcing per le pmi di Aldo Padova responsabile dello Sviluppo del Gruppo Lsi-S.I.L.T. e membro del Consiglio direttivo di Co-Log M 68 GIUGNO

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

Eccellere nel Governo dei Costi

Eccellere nel Governo dei Costi Eccellere nel Governo dei Costi Workshop n. 1 Roma, 17 Aprile 2015 (seconda parte) Milano Roma Londra San Paolo Rio de Janeiro Madrid Lisbona Tunisi Buenos Aires Kuala Lumpur Agenda Day 1 Data dalle alle

Dettagli

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Osservatorio ITS School of Politecnico di Milano Alessandro Perego 14 Novembre 2007 L Osservatorio Intelligent

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo Premio Innovazione ICT Smau Business Roma 1 Pierantonio Macola Amministratore Delegato Smau 2 Il nuovo ruolo di Smau In due giorni tutta l innovazione di cui hanno bisogno le imprese e le Pubbliche Amministrazioni

Dettagli

L innovazione tramite le ICT: promesse, fatti e sfide per il futuro

L innovazione tramite le ICT: promesse, fatti e sfide per il futuro L innovazione tramite le ICT: promesse, fatti e sfide per il futuro Emilio Paolucci, Paolo Neirotti Politecnico di Torino Unione Industriale Torino, 19 marzo 2008 Agenda Quali sono i benefici degli investimenti

Dettagli

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales L outsourcing nei processi di Marketing & Sales Eventi & Congressi Milano 18 novembre 2010 Copyright 2010 CWT CWT nel settore Healthcare Con un esperienza più che trentennale, CWT affianca alle attività

Dettagli

L'innovazione come DNA Aziendale. L'utilizzo della tecnologia RFId come facilitatore dello sviluppo.

L'innovazione come DNA Aziendale. L'utilizzo della tecnologia RFId come facilitatore dello sviluppo. L'innovazione come DNA Aziendale. L'utilizzo della tecnologia RFId come facilitatore dello sviluppo. Alessandro Rosi Firenze 29 Aprile 2011 Mission del progetto 1- Innovare le modalità di gestione della

Dettagli

Requisiti di riferimento per il successo

Requisiti di riferimento per il successo Requisiti di riferimento per il successo In questa seconda parte della nostra newsletter in cui si parla del recente report di Aberdeen sui fattori chiave di successo per la logistica di magazzino, si

Dettagli

Profilo aziendale 2014

Profilo aziendale 2014 Profilo aziendale 2014 Il consorzio Interporto Bologna Spa Dipartimento Nuovi progetti e sviluppo Il Consorzio nasce nel 2012 come spin-off della società Interporto Bologna Spa, da cui eredita oltre 10

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione CHE COS È IL FACILITY MANAGEMENT Il Facility Management è una disciplina in continua evoluzione ed infatti in un contesto altamente dinamico, tipico della società odierna, si trova a dover interpretare

Dettagli

MANUFACTURING MANUFACTURING

MANUFACTURING MANUFACTURING MANUFACTURING MANUFACTURING 1 CRM Produzione Pianificazione EDI /RADIO Business Intelligence Demand Forecasting Ottimizzazione Approvvigionamento CMMS Finanza GESTIONE PROGETTO Assistenza Post-Vendita

Dettagli

La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future

La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future 0 UIRNet vuole migliorare il sistema logistico perseguendo l integrazione info-telematica

Dettagli

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa da CIO Survey 2013 NetConsulting 2013 1 CIO Survey 2013: Executive Summary Tanti gli spunti che emergono dall edizione 2013 della CIO Survey, realizzata

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

Il mercato Digitale 2015

Il mercato Digitale 2015 Il mercato ICT 2015 Il mercato Digitale 2015 Anteprima dati Assinform presentazione agli Associati/ Conferenza Stampa Milano/Roma 23 marzo 2015 Il mercato digitale nel Mondo nel 2014 Web e Mobility alla

Dettagli

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile.

Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Smyb: l operatore logistico sicuro e affidabile. Business Logistics Salerno Moving Your Business Smyb SMYB Srl Salerno Moving Your Business è un courier specializzato nel trasporto delle merci a groupage

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui

Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui Mariano Corso Docente di Organizzazione e Risorse Umane School of Management, Politecnico di Milano www.osservatori.net Agenda L organizzazione

Dettagli

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI Edizione fuori commercio - Vietata la riproduzione anche parziale www.adaci adaci.itit A JOB RIGHT NOW! Anno accademico 2008-2009 2009 LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 20 Maggio 2014 L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce

Dettagli

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014 Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa Reggio Emilia, 10 luglio 2014 MAURIZIO MENNITI CLIENT MANAGER https://www.linkedin.com/in/mauriziomenniti AGENDA COMMERCIO ELETTRONICO

Dettagli

Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING. Ousourcing, origine. Classificazione, due coordinate. Information Technology Outsourcing (ITO)

Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING. Ousourcing, origine. Classificazione, due coordinate. Information Technology Outsourcing (ITO) Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING Paolo Atzeni Dipartimento di Informatica e Automazione Università Roma Tre 15/01/2004 Delega operativa dei servizi connessi all informatica che un Cliente

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli

Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Il Magazzino Unico: un confronto tra modelli Davide Cattane Osservatori Digital Innovation School of Management Politecnico di Milano Convegno MePAIE Cremona - 28 Febbraio 2014 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

Cloud Computing in Italia Numeri e tendenze

Cloud Computing in Italia Numeri e tendenze Cloud Computing in Italia Numeri e tendenze Alessandro Piva Responsabile della Ricerca Oss. Cloud & ICT as a Service twitter: @PivaAlessandro linkedin: http://it.linkedin.com/in/alepiva L Osservatorio

Dettagli

IL MONDO DIGITALE. Opportunità e pericoli per le produzioni agroalimentari italiane. Mauro Rosati. Direttore Generale Fondazione Qualivita

IL MONDO DIGITALE. Opportunità e pericoli per le produzioni agroalimentari italiane. Mauro Rosati. Direttore Generale Fondazione Qualivita IL MONDO DIGITALE Opportunità e pericoli per le produzioni agroalimentari italiane Mauro Rosati Direttore Generale Fondazione Qualivita Consigliere del Ministero Politiche Agricole INDEX TUTELA LEGISLATIVA

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI MARKETING

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI MARKETING LEZIONI N. 13 e 14 La Gestione dei Canali di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI

Dettagli

Il programma. Elementi di e-commerce. Cosa è il commercio elettronico per le imprese e per le persone fisiche

Il programma. Elementi di e-commerce. Cosa è il commercio elettronico per le imprese e per le persone fisiche Il programma Elementi di e-commerce un punto di vista aziendale 1^ giornata: definizioni, scenario e introduzione all e-commerce 2^ giornata: i progetti B2B e B2C 3^ giornata: case history B2B e B2C e-commerce

Dettagli

L ecommerce B2c e la logistica

L ecommerce B2c e la logistica L ecommerce B2c e la logistica Riccardo Mangiaracina Osservatorio ecommerce B2c Netcomm School of Management Politecnico di Milano 24 Febbraio 2015 L agenda 1. Contesto 2. Logistica ed ecommerce 3. I temi

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN EXECUTIVE OPEN PROGRAMS La Divisione Executive Open Programs di MIP disegna ed eroga Programmi a catalogo, ovvero percorsi

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Abstract. Costco rafforza la propria presenza ecommerce globale grazie a Reply. Scenario

Abstract. Costco rafforza la propria presenza ecommerce globale grazie a Reply. Scenario Abstract Reply ha messo a fattor comune le competenze e l esperienza del proprio network internazionale di aziende specializzate, affiancando Costco nell espansione mondiale della propria offerta ecommerce.

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

Stoccaggio e gestione dei depositi per conto terzi (outsourcing): ricevimento, stoccaggio e preparazione delle merci a temperatura controllata;

Stoccaggio e gestione dei depositi per conto terzi (outsourcing): ricevimento, stoccaggio e preparazione delle merci a temperatura controllata; AZIENDA Blu Pegaso è il partner logistico che ti offre una costellazione di servizi su misura delle tue esigenze: progetta e realizza soluzioni di logistica integrata su misura per il cliente. L obiettivo

Dettagli

Outsourcing dei servizi logistici

Outsourcing dei servizi logistici Come ormai (speriamo gradita) abitudine per i nostri lettori, siamo a riferirvi di un recentissimo survey condotto da Aberdeen sul tema focale della terziarizzazione dei servizi logistici (il cosiddetto

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

IVU Global Service S.r.l. (gruppo IVU S.p.A.)

IVU Global Service S.r.l. (gruppo IVU S.p.A.) IVU Global Service S.r.l. (gruppo IVU S.p.A.) Il gestore unico della sicurezza in azienda Quando la sicurezza va in rete IVU Global Service S.r.l. (gruppoivu S.p.A.) Via RinaMonti, 15 00155 Roma Tel +39

Dettagli

STRATEGIE DI ACQUISIZIONE DELLE FORNITURE ICT

STRATEGIE DI ACQUISIZIONE DELLE FORNITURE ICT STRATEGIE DI ACQUISIZIONE DELLE FORNITURE ICT Paolo Atzeni Dipartimento di Informatica e Automazione Università Roma Tre 03/02/2008 (materiale da: Manuali e lucidi su sito CNIPA, in particolare di M. Gentili)

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Virtual Teams @Tetra Pak. PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011

Virtual Teams @Tetra Pak. PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011 Virtual Teams @ PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011 Chi é Paola Botti g Nata e vissuta a Modena g Dipendente dal 1980 g g g Dal 2003 Director Sales Support, Supply Chain operations

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Un approccio per la gestione delle informazioni a supporto dei nodi logistici e dei sistemi logistici integrati Gianni Vottero Program Manager Divisione Transportation

Dettagli

L osservatorio SMAU School of Management

L osservatorio SMAU School of Management L osservatorio SMAU School of Management Le attività svolte nel corso del 2012 q Mercati digitali consumer e New Internet q Innovare e competere con le ICT - Premio Innovazione ICT q Mob App Awards e CAMP

Dettagli

LogiMaster, Master in Logistica Integrata Supply Chain Integrated Management

LogiMaster, Master in Logistica Integrata Supply Chain Integrated Management IX edizione LogiMaster, Master in Logistica Integrata Supply Chain Integrated Management Workshop a GENNAIO Forum esclusivi Perché formare in logistica Nel giro di 10 anni il comparto varrà dal 15% al

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce B2c nasce

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RISO GALLO

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RISO GALLO Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso RISO GALLO Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.14 L'innovazione basata sulle ICT

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT Arch. Marco Frigieri IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 14 marzo 2013 ABI Palazzo Altieri (Sala della Clemenza)

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 Evento organizzato in collaborazione con Digital Government: in fondo alle classifiche Il grado di digitalizzazione

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Premessa Analisi iniziale Pre-assessment modifiche Il percorso per

Dettagli

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma I prestatori di servizi logistici

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma I prestatori di servizi logistici dell Università degli Studi di Parma I prestatori di servizi logistici I prestatori di servizi logistici Origine dei prestatori di servizi logistici: dal settore dei trasporti dalla divisionalizzazione

Dettagli

DVA PRESS EXPRESS COURIER SERVICE FACILE. VELOCE. AFFIDABILE.

DVA PRESS EXPRESS COURIER SERVICE FACILE. VELOCE. AFFIDABILE. DVA EX COURIER SERVICE FACILE. VELOCE. AFFIDABILE. DVA DVA EX è un fornitore di Soluzioni Logistiche Espresse per il mercato Business e retail che, grazie ai rapporti di partnership instaurati con i riconosciuti

Dettagli

INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO

INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO Una logistica di successo Esperienza e competenza nate per garantire l implementazione di una efficiente Supply Chain Execution in mercati competitivi,

Dettagli

IL VENERDÌ DELLA LOGISTICA Logistica e Supply Chain Management Incontri Tecnici anno 2012

IL VENERDÌ DELLA LOGISTICA Logistica e Supply Chain Management Incontri Tecnici anno 2012 Venerdì 16 marzo dalle ore 9 alle ore 13 LOGISTICA E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT. CREARE VALORE CON UNA BUONA ORGANIZZAZIONE DELL'AZIENDA (LA PROPRIA E QUELLA DI FORNITORI E CLIENTI). Venerdì 23 marzo dalle

Dettagli

Bologna, 22 Ottobre 2007 LABORATORI DI LOGISTICA PER LA COMPETITIVITÀ D IMPRESA. Projects part-financed by the EU within the Interreg III initiative

Bologna, 22 Ottobre 2007 LABORATORI DI LOGISTICA PER LA COMPETITIVITÀ D IMPRESA. Projects part-financed by the EU within the Interreg III initiative Presentazione dei risultati della ricerca sui fabbisogni formativi delle imprese e sui profili professionali nei trasporti e nella logistica in Emilia-Romagna Bologna, 22 Ottobre 2007 LABORATORI DI LOGISTICA

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

TC1: la piattaforma di Supply Chain Collaboration

TC1: la piattaforma di Supply Chain Collaboration WWW.GRUPPOTESI.COM TC1: la piattaforma di Supply Chain Collaboration Santa Vittoria 25.09.2013 La forma e i contenuti della presente documentazione sono da intendersi riservati tra il Cliente e Tesi SpA

Dettagli

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST

IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Bologna 27/10/2010 IL NUOVO CENTRO DISTRIBUTIVO DEL GRUPPO CAMST Ventitremila mq la struttura, venticinque milioni di euro l investimento, trecento i fornitori accreditati, quattromila referenze di cui

Dettagli

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 CARTO PLUS 2008 Le iniziative della FEDERCARTOLAI a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 IQS Innovazione Qualità Servizi È l organismo operativo di Federcartolai delegato a :

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management. 04 giugno2015

Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management. 04 giugno2015 Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management 04 giugno2015 La COOP : Il Distretto Nord Ovest Il Sistema Coop si presenta come un insieme articolato di Cooperative e Consorzi

Dettagli

Your mission, our passion

Your mission, our passion Your mission, our passion Corporate Profile Reggio Emilia, marzo 2014 Il Gruppo Il Gruppo Movi finance Accounting & Lean Six Sigma Consulting (prossima attivazione) Movin log scarl Logistics & Recruitment

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO GRADUATE SCHOOL OF BUSINESS

POLITECNICO DI MILANO GRADUATE SCHOOL OF BUSINESS POLITECNICO DI MILANO GRADUATE SCHOOL OF BUSINESS Operations & Supply Chain management CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN POLITECNICO DI MILANO SCHOOL OF MANAGEMENT CALENDARIO

Dettagli

XIV Convention Nazionale

XIV Convention Nazionale XIV Convention Nazionale LA LOGISTICA ITALIANA, LEVA STRATEGICA PER L ECONOMIA INTERNAZIONALE Riccardo Fuochi, Presidente The International Propeller Club Port of Milan Milano, 23 ottobre 2015 Benvenuti

Dettagli

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Legnano, 24 maggio 2012 Risorse computazionali 2041 The Time, 2011 I nuovi dispositivi Videocamera Console

Dettagli