Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano"

Transcript

1 Outsourcing della Logistica: tra presente e futuro Damiano Frosi Osservatorio Contract Logistics School of Management Politecnico di Milano LogisticaLmente Castelfranco Emilia (MO),

2 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

3 L Osservatorio Contract Logistics Gli obiettivi dell Osservatorio La Mission Rappresentare un tavolo permanente di analisi critica e discussione sul ruolo di innovazione che l ecosistema della Contract Logistics può costituire per la diffusione di pratiche di eccellenza nella gestione della logistica e della supply chain in Italia Gli Obiettivi Analisi del mercato attuale (ossia già terziarizzato) della Contract Logistics in Italia, evidenziando l andamento nel tempo, le tipologie di attori, i diversi settori merceologici Analisi del mercato potenziale (ossia potenzialmente terziarizzabile) della Contract Logistics in Italia, in modo da valutarne il grado di penetrazione Analisi del potenziale di innovazione strategica nella Contract Logistics, in modo da evidenziare le innovazioni, nonché le fonti e i percorsi di innovazione, sia in ambito tecnologico che di processo, con particolare focus sullo Strategic Outsourcing

4 L Osservatorio Contract Logistics I metodi di Ricerca utilizzati Studi di caso Survey Analisi di bilancio Aziende committenti (>150 in tre anni) Fornitori di servizi logistici (>100 in tre anni) Direttori della Supply Chain (circa 500) Manager fornitori di servizi logistici (oltre 100) Censimento da DB AIDA bilanci di aziende del mondo della logistica Modelli previsionali Advisory Board Analisi di fonti secondarie Fatturato e Mercato della Contract Logistics Analisi del potenziale Costo della logistica Incontri periodici per impostazione e avanzamento Letteratura nazionale (Banca d Italia, Centro Studi Confetra, ) e internazionale (Georgia Tech, riviste scientifiche, )

5 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

6 Il settore della Logistica conto terzi in Italia La filiera Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

7 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Gestori di magazzino Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori Operatori logistici Spedizionieri GDO Corrieri / Corrieri espresso 651 Sono presenti 8 tipologie di aziende per un numero complessivo di poco meno di aziende nel 2011 Industria Retail

8 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento ,5 Numero di aziende censite Migliaia 110-4% 108,9-0,4% 108, È in atto un lento processo di consolidamento

9 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il censimento Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori logistici 84 Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso La riduzione Spedizionieri del numero di aziende 651 è legata principalmente alla categoria Autotrasportatori organizzati in società non di capitali ( padroncini ), con un 985 decremento di aziende tra il 2010 GDO e il 2011 Retail Sono presenti 8 tipologie di aziende per un numero complessivo di poco meno di aziende nel 2011 Industria

10 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il fatturato Autotrasportatori (società di capitali) Autotrasportatori (società non di capitali) milioni di (+11,5%)* Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali milioni di (+4,0%)* 843 milioni di (+21,5%)* Operatori logistici milioni di (+6,4%)* Gestori di magazzino 840 milioni di (-5,5%)* Spedizionieri milioni di (+7,2%)* milioni di (+4,8%)* GDO Il valore del fatturato delle aziende di logistica conto terzi è pari a quasi 77 miliardi di nel 2011 (+7,8% rispetto al 2009) Corrieri / Corrieri espresso milioni di (+10,2%)* Industria Retail * Variazione % in termini nominali rispetto al 2009

11 Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il fatturato Base 100: valori 2009 Ordinate: valori nominali +2,1% +0,6% PIL +1,3% Fatturato della Contract Logistics Incremento % in termini reali -1,1% -1,3% -3,8% -0,3% -1,4% NB: I dati 2013 e 2014 sono stati calcolati sulla base delle previsioni ISTAT (maggio 2013) +2,2% +0,7% Il fatturato complessivo della Contract Logistics cresce più del PIL

12 Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il valore del mercato Fatturato Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

13 Il focus sulla Strategic Contract Logistics La definizione Mercato Autotrasportatori (società non di capitali) Autotrasportatori (società di capitali) Operatori del trasporto ferroviario e combinato Gestori di interporti / terminal intermodali Gestori di magazzino Corrieri / Corrieri espresso Spedizionieri Operatori logistici Industria GDO Retail

14 Il focus sulla Strategic Contract Logistics La definizione Commodity Outsourcing Decisioni tattiche di outsourcing di attività logistiche elementari Reversibilità nel breve-medio termine Opportunità di ottimizzazione locale (nello spazio e nel tempo) ma Mantenimento interno delle leve di innovazione del processo logistico Strategic Outsourcing Decisioni strategiche di outsourcing di una parte rilevante del processo logistico completo, ossia comprensivo almeno delle attività di trasporto e stoccaggio Co-gestione (committente e outsourcer) delle leve di innovazione del processo logistico ma Irreversibilità nel breve-medio termine (e quindi rilevanza strategica della scelta)

15 Il focus sulla Strategic Contract Logistics Il valore del mercato Strategic Outsourcing Il valore del mercato della Strategic Contract Logistics delle aziende italiane di logistica conto terzi è pari a 8,2 miliardi di nel 2011 (20% di 42 miliardi di del mercato della Contract Logistics) Risulta una percentuale di terziarizzazione pari al 7,4% rispetto al valore della Logistica in Italia Miliardi di (nominali) 8,4 8,2 8,0 7,8 7,6 7,4 7,2 7,0 Rimane ancora prevalente l approccio Commodity (80% del mercato della Contract Logistics) Mercato della Strategic Contract Logistics +1,6% +2,8%

16 Il focus sulla Strategic Contract Logistics Il grado di terziarizzazione dei diversi settori 100% Grado di terziarizzazione (solo Strategic) ** Elettronica di consumo (97%;86%) (75%;45%) Alimentare secco Farmaceutico Alimentare fresco (77%;27%) Fashion (66%;12%) (74%;20%) (38%;7%) (69%;7%) (79%;31%) Automotive Contract Logistics Retail no-food 0% 100% Retail Grado di terziarizzazione (Commodity + Strategic) * La rilevanza della Strategic Contract Logistics cambia in base al settore considerato e ai singoli comparti all interno di un settore GDO Industria (*) Rapporto tra il Mercato attuale di Contract Logistics e il Mercato potenziale (**) Rapporto tra il Mercato potenziale di Strategic Contract Logistics e il Mercato Potenziale

17 La dinamica di evoluzione del mercato L andamento del costo dei fattori produttivi Carburante Energia elettrica Costo del denaro Costo di affitto degli spazi Manodopera dipendente Manodopera di cooperativa 160 Base 100: (*) Mdo coop. +21,2% En. Elettrica +20,5% Mdo dip. +8,1% (*) I valori fanno riferimento ai primi 8 mesi del 2013 Negli ultimi anni il settore sta soffrendo la crescita del costo dei fattori produttivi (in primis manodopera energia elettrica e carburante)

18 La logistica conto terzi in Italia Una visione di sintesi I numeri del settore Leggera crescita e concentrazione Fatturato : 77 miliardi di nel 2011 (+3,5% in termini reali rispetto al 2009) Previsione per il 2014: +2,2% in termini reali rispetto al mila imprese, imprese rispetto al 2009 (-5,2%) I trend del mercato Aumento dimensionale Crescita del fatturato superiore alla media per alcune categorie di operatori (in termini reali rispetto al 2009): Autotrasportatori (società di capitali) +7,2%, Top Player + 11,6% Numero di M&A stabili, mediamente 5/anno (per le aziende sopra i 10 milioni di fatturato) Crescita dimensionale delle aziende più grandi (aumento economie di scala e capacità di ricerca e innovazione) Il valore del mercato Commodity vs Strategic Mercato: 42 miliardi di nel 2011 (+4,4% in termini reali rispetto al 2009) Grado di penetrazione in crescita: 38% (+2 punti percentuali rispetto al 2009) Strategic Contract Logistics: 8,2 miliardi di nel 2011 (+4,6% in termini reali rispetto al 2009) La Strategic Contract Logistics è il 20% del mercato Le dinamiche di filiera Fattori di rischio In aumento il costo dei principali fattori produttivi negli anni (in primis manodopera e carburante) In aumento le tensioni a livello di sub-fornitura La durata media dei contratti è bassa

19 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

20 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta Focus: terziarizzazione del magazzino Joint venture Spin-off Focus: terziarizzazione del processo logistico Joint venture Spin-off Approccio open-book 1% 2% Approccio open-book 3% 1% 31% 29% 66% 67% Approccio tariffario Approccio tariffario Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

21 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta 50% 45% 40% <1 anno 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni >6 anni Media: 2,9 anni Media: 2,2 anni % rispondenti 35% 30% 25% 20% 39% 15% 33% 33% 10% 5% 0% 1% 22% 13% 13% 6% 5% Terziarizzazione della gestione del magazzino 17% 1% 5% 4% 4% 2% 2% Terziarizzazione di tutto o parte del processo logistico Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

22 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Nel mercato italiano è predominante l approccio contrattuale di tipo tariffario, con una durata ridotta 40% <1 anno 1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni 6 anni >6 anni 35% Media: 2,9 anni Media: 4,2 anni 30% % rispondenti 25% 20% 15% 10% 5% 0% 6% 29% 19% 17% 15% 8% 2% Noleggio/leasing dei mezzi di movimentazione 4% 2% 12% 23% 10% 8% 8% Locazione del magazzino 14% 23% Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti

23 I meccanismi di governo della relazione Legame tra forme contrattuali e capacità di innovazione Il livello di innovazione sembra poco influenzato dalla forma contrattuale, mentre conta la longevità della relazione. L ottica di breve periodo, spesso accompagnata da un approccio tariffario, potenzialmente impedisce l effettuazione di investimenti specifici per il cliente. Per avere innovazione occorre una relazione di fiducia, ottenibile anche con contratti non molto lunghi, ma rinnovati più volte Abbiamo terziarizzato secondo il modello joint-venture: lo scopo principale era avere un maggiore controllo sulle attività. Dopo un po di anni osserviamo che il livello di innovazione non è elevatissimo per la difficoltà a stimolare l Operatore in un contesto a bassa concorrenza (caso 1) La durata dei contratti non è funzione del tipo di contratto. Per alcuni clienti con cui esiste una relazione di collaborazione da molti anni, tendiamo a lavorare con contratto open book di durata 3 anni rinnovabile di volta in volta (caso 2) Un nodo critico è spesso costituito, in fase di impostazione del tender da parte del committente, dall elevato dettaglio nella definizione delle procedure operative: tanto più le richieste relative alle modalità di erogazione del servizio sono standardizzate, tanto più è agevolato il raffronto fra le offerte, ma, al contempo, sono ridotti i gradi di libertà per introdurre innovazione Se in un tender il committente definisce i processi operativi o vincola l operatore logistico nell utilizzo del suo WMS, rende più difficile l applicazione di best practice operative (caso 3)

24 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione % rispondenti L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. 50% 40% 30% 20% 10% 0% Con riferimento all integrazione informativa a livello di gestione del magazzino, indicare la soluzione più adottata nei magazzini affidati dalla sua azienda in outsourcing (1 risposta) 36% 11% 40% Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti 2% 9% 2% LEGENDA (numero della risposta): 1. Utilizzo del Warehouse Management System (WMS) dell azienda committente da parte del fornitore del servizio 2. Utilizzo di un WMS del committente, con interfaccia di accesso per il fornitore di servizio logistico, e di un WMS del fornitore dei servizi a supporto dell'operatività di magazzino 3. Utilizzo di un WMS del fornitore del servizio logistico (sviluppato internamente o acquistato), con sviluppo di una interfaccia ad hoc verso il gestionale del committente 4. Utilizzo di un WMS in modalità cloud computing, in grado di gestire l'interfaccia con il gestionale del committente 5. Non viene utilizzato un WMS 6. Altro

25 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione 50% LEGENDA (numero della risposta): Survey Direttori Logistica - Base: 140 rispondenti 1. Mancanza 40% di un ente terzo con la forza/capacità di imporre uno standard 2. Resistenza da parte dei fornitori di servizi logistici 3. Resistenza 30% da parte dei committenti a modificare l'impostazione del gestionale aziendale e/o dei processi interni 4. Eterogeneità dei processi tra i diversi committenti, con conseguente difficoltà di standardizzazione dei flussi informativi 5. Mancanza 20% di chiarezza su quali siano i reali benefici della standardizzazione 41% 6. Subappalto delle attività logistiche e bassa informatizzazione 35% degli esecutori delle attività subappaltate (es. padroncini) 7. Altro 10% % rispondenti L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. Indicare quali ritiene siano i principali ostacoli allo sviluppo di interfacce standard nella gestione dello scambio informativo tra committenti e fornitori di servizi logistici nella gestione del magazzino (massimo 2 risposte) 0% 18% 10% LEGENDA (numero della risposta): 1. Mancanza di un ente terzo con la forza/capacità di imporre uno standard 2. Resistenza da parte dei fornitori di servizi logistici 3. Resistenza da parte dei committenti a modificare l'impostazione del gestionale aziendale e/o dei processi interni 4. Eterogeneità dei processi tra i diversi committenti, con conseguente difficoltà di standardizzazione dei flussi informativi 5. Mancanza di chiarezza su quali siano i reali benefici della standardizzazione 6. Subappalto delle attività logistiche e bassa informatizzazione degli esecutori delle attività subappaltate 7. Altro («Assenza di Budget», «Non si applica in quanto il fornitore del servizio lavora su strumenti del committente») 18% 5% 6%

26 I meccanismi di governo della relazione Meccanismi organizzativi e tecnici di integrazione L integrazione strategica ed operativa tra committenti e operatori logistici richiede interventi più di natura organizzativa che tecnica. L introduzione di un Service Account Manager aiuta. Indicare le soluzioni organizzative adottate per aumentare il grado di integrazione (funzionale e strategica) tra operatore logistico e committenti dei servizi (consentite più risposte) Meeting di verifica dell'allineamento dei KPI di contratto 100% Team di progetto dedicati alla specifica relazione 65% Visite del personale del committente presso i siti del fornitore 65% Meeting di condivisione di scenari futuri/proposte di miglioramento con focus, oltre che sui costi/servizi, sullo sviluppo di competenze/conoscenze Figura del Service Account accanto al Key Account 5% 5% Base: 100 casi di terziarizzazione 0% 20% 40% 60% 80% 100%

27 I meccanismi di governo della relazione Promozione dell innovazione La costruzione della fiducia tra le parti richiede una modifica nell impostazione della relazione sia lato committente che lato fornitore del servizio logistico Lato committenti e fornitori Aumentare la visibilità reciproca, sia in merito alle dinamiche del business, sia in merito all'evoluzione del processo logistico aziendale (ad esempio, una politica di riduzione o incremento delle scorte, se non comunicata in tempo utile al fornitore, può avere effetti devastanti, in particolare a fronte di eventuali investimenti dedicati) Lato committenti Superare un atteggiamento di esclusiva attenzione alla riduzione dei costi e accettare di condividere su input degli operatori logistici investimenti e progetti multicommittente in modo da sfruttare al pieno possibili economie di scopo/scala Lato fornitori Condividere con il committente i progetti/casi di successo in modo da favorire una fertilizzazione orizzontale e puntare a rafforzare e non indebolire! la cultura logistica delle aziende committenti

28 Agenda L Osservatorio Contract Logistics La Logistica conto terzi in Italia: una visione d insieme Il settore della Logistica conto terzi in Italia Il mercato italiano della Logistica conto terzi Il focus sulla Strategic Contract Logistics La dinamica di evoluzione del mercato I meccanismi di governo della relazione tra fornitori di servizi logistici e aziende committenti Uno sguardo al futuro: i driver di evoluzione

29 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver del cambiamento Driver di filiera socio-politici tecnologici

30 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Driver socio-politici Focused market factory tecnologici Caso 1 Negli ultimi anni nel settore del largo Consumo sono stati chiusi numerosi stabilimenti per ottenere maggiori economie di scala

31 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Driver Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Caso 2 Si sta intensificando lo spostamento della produzione dall ovest Europa verso Paesi dell est Europa, caratterizzati da un costo della manodopera inferiore. In prospettiva lo stesso fenomeno potrebbe riguardare il Nord Africa

32 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Driver Caso 3.2 I prodotti hanno sempre più un packaging comune Caso 3.1 È in atto un progetto di standardizzazione dei sistemi e delle procedure delle gare di acquisto a livello europeo

33 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver di filiera di filiera Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Aumento della specializzazione del canale commerciale e della multicanalità nonchè del presidio sul cliente finale (consumatori, uffici, ospedali, ) Driver Caso 4 Sempre maggiore diffusione di negozi specializzati, per esempio nel mondo Health&Beauty

34 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver socio-politici di Caso filiera 1 In Europa sta aumentando il potere di acquisto di alcune nazioni dell Est Caso 3 Nel settore abbigliamento riteniamo di avere crescite a due cifre nell ecommerce B2c nei prossimi anni Caso 5 La crescita della popolazione a livello mondiale è maggiore della disponibilità di alimenti e risorse. Per un player mondiale come noi risulta fondamentale usare al meglio le risorse Driver socio-politici Evoluzione delle richieste e delle caratteristiche dei mercati Incremento della mobilità delle persone all interno della Comunità Europea (soprattutto per i profili ad alta formazione) Forte crescita dell ecommerce B2c e dell ampliamento della possibilità di scelta Evoluzione continua e poco prevedibile della struttura dei costi dei fattori produttivi Spinta verso un migliore utilizzo delle risorse (sostenibilità) Caso 2 Stiamo assumendo sempre più persone di alto profilo provenienti da diversi Paesi europei Caso 4 Negli ultimi tre anni i costi dei fattori produttivi sono continuamente cambiati, risulta difficile fare una stima di come saranno tra 5 anni

35 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Internet of Things Driver socio-politici Caso 1.2 L operatore logistico a cui ci affidiamo ha sviluppato un piattaforma in grado di collegare i singoli distributori locali (dotati di mobile device). Questo offre al committente una completa visibilità del processo logistico real-time tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Un fornitore di servizi logistici negli USA permette ai clienti, attraverso un piccolo dispositivo posto all interno del packaging, di monitorare lo stato di avanzamento delle spedizioni in tempo reale (sia in termini di localizzazione che di altre condizioni) PRODUTTORI Consumer Goods Consumer Electronics Cloud Computing web platform DISTRIBUTORI GDO Distribuzione Elettronica Caso 1.1 Le nuove tecnologie (es. cloud-computing) favoriranno lo scambio informativo tra attori della filiera Hobby & Work Brico OPERATORI LOGISTICI TRASPORTATORI OUTSOURCERS

36 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Driver tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Caso 2 Già oggi sto osservando in molti mercati europei la presenza di numerosi dispositivi IT a bordo dei mezzi

37 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Driver tecnologici Caso 3.1 Sono al corrente che alcuni fornitori di soluzioni per il magazzino stanno valutando lo sviluppo di Google Glass o Smart Watches Caso 3.2 Vi sono sempre più casi di automazione di magazzino per prelievo di pezzi Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi

38 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver tecnologici Nella metropolitana di Seoul, alla fermata di Seolleung, è stato realizzato un supermarket virtuale. Accanto alle porte da cui escono i passeggeri si trovano dei pannelli che riproducono quelli dei supermercati. Le immagini dei prodotti sono in bella vista con un QR Code: basta avvicinare lo smartphone al prodotto desiderato e "registrarlo". Alla fine la spesa viene consegnata direttamente a casa in giornata Driver Caso 4 La tecnologia Mobile sta cambiando il comportamento degli utenti. In Asia è partito un progetto che permette di fare gli ordini in metropolitana tecnologici Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi Diffusione delle tecnologie Mobile, soprattutto verso i singoli utenti

39 Uno sguardo al futuro: quali scenari di evoluzione ci aspettano? I driver del cambiamento Driver di filiera socio-politici tecnologici Forte specializzazione produttiva Localizzazione della produzione in aree che presentano vantaggi di costo anche per settori storicamente meno interessati dalla delocalizzazione Aumento per le aziende multinazionali dell omogeneità dei prodotti, dei processi e dei sistemi informativi tre le diverse nazioni della Comunità Europea Aumento della specializzazione del canale commerciale e della multicanalità nonché del presidio sul cliente finale (consumatori, uffici, ospedali, ) Evoluzione delle richieste e delle caratteristiche dei mercati Incremento della mobilità delle persone all interno della Comunità Europea (soprattutto per i profili ad alta formazione) Forte crescita dell ecommerce B2c e dell ampliamento della possibilità di scelta Evoluzione continua e poco prevedibile della struttura dei costi dei fattori produttivi Spinta verso un migliore utilizzo delle risorse (sostenibilità) Sviluppo di sistemi IT che favoriscono lo scambio di informazioni e visibilità sui processi Aumento del contenuto IT sui sistemi di trasporto (sistemi di trasporto sempre più connessi, smart truck ) Nuove tecnologie per l automazione (fisica e informativa) della movimentazione di magazzino per il prelievo di pezzi Diffusione delle tecnologie Mobile, soprattutto verso i singoli utenti

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 8 Le strategie dell internazionalizzazione: gli investimenti diretti esteri Che cosa comporta realizzare un IDE? Costituisce di norma la

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CIO meets CMO. Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing.

CIO meets CMO. Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing. CIOsummit 2013 CIO meets CMO Osservazioni, idee, proposte per affrontare il Digital Marketing. Realizzato con i contributi di alcuni CIO dell Advisory Board di CIONET Italia. Sommario 2 CIO meets CMO.

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli