Prot. 14 Copparo, lì 12/01/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prot. 14 Copparo, lì 12/01/2013"

Transcript

1 Via Roma Copparo (FE) tel / fax 0532/ Prot. 14 Copparo, lì 12/01/2013 OGGETTO: Consuntivo Manutenzione strade, segnaletica e sfalci al 31/12/2012. Spett.le Comune di Copparo Via Roma, Copparo (FE) Alla C.A. Sig. Sindaco Assessore Pelati Sandro Dirigente Area Tecnica Facendo riferimento agli obiettivi desunti dalla progettazione del servizio di manutenzione strade e segnaletica per il 2012, sono a stendere il consuuntivo annuale dell attività svolta dalla Società Patrimonio Copparo. I limiti operativi delineati dalle analisi di progettazione, indicano per ogni attività manutentiva, le seguenti quantità di lavoro razionalmente sostenibili: 1) Controllo e Manutenzione Strade asfaltate: cicli di 23,58 giorni con costi annuali previsti di circa ,00, con un impegno annuale di 566 ore; 2) Manutenzione dei manti delle strade bianche: macinatura di 90 km con costi interni previsti di ,00, con un impegno di 300,00 ore; 3) Manutenzione degli scoli stradali: tagli su 104 km con costi interni previsti di 4.680,00 4) Manutenzione segnaletica orizzontale: Stop, precedenze, pedonali, simbologie per 3.600,00 mq e linee stradali di bordo e centrali per 75 km con costi interni complessivi previsti di ,12 5) Manutenzione segnaletica Verticale: 562 interventi con costi interni previsti di ,00 6) Manutenzione dei cigli stradali: sfalci per complessivi 2.132,68 km con costi interni previsti di ,85 7) Frane ed imprevisti non risultano pianificabili ma verificabili a consuntivo. Per questi interventi sono a disposizione ,00; C Consuntivo 2012 manutenzione strade, segnaletica, sfalci.doc

2 Pur rimanendo in capo a Patrimonio Copparo S.r.l. i servizi di manutenzione arredo urbano e manutenzione parchi, non sono stati inseriti tra gli obiettivi aziendali, in quanto le attività risultano prive di risorse. PRODUZIONI Le attività sotto illustrate sono state svolte da n. 2 operatori regolarmente in forza alla società Patrimonio e da n. 2 operatori avventizi assunti per un periodo di 6 mesi, in ausilio al personale per lo sfalcio dei cigli stradali. Nei primi mesi dell anno le attività manutentive programmate sono state condizionate dalle cattive condizioni metereologiche che hanno completamente distolto il personale dalle abituali lavorazioni tra fine gennaio e metà febbraio. Dal mese di marzo le manutanzioni hanno potuto riprendere con le cadenze consuete. Il 10 di Ottobre un guasto importante al trattore Lamborghini, ha di fatto interrotto l attività di sfalcio dei cigli stradali, comportando nonstante la parziale ripresa a fine novembre, il mancato raggiungimento degli obiettivi. In attesa di un pronunciamento da parte degli uffici dell Amministrazione, la Società Patrimonio Copparo S.r.l., nei limiti delle proprie risorse, estende le attività di manutenzione ordinarie su tutte le strade Vicinali di uso pubblico del territorio comunale. Manutenzione dei manti bituminosi e delle strade bianche Manutenzione dei manti bituminosi Sulla scorta delle verifiche di produzione del personale di PATRIMONIO COPPARO S.r.l., nel corso dell anno si sono riscontrati 106 interventi che hanno individuato cicli di controllo medi di 19,93 gg, (valore sensibilmente inferiore a 23,58 previsto in sede di progettazione). Le velocità medie di manutenzione risultano di circa 6.00 km / h. 2

3 Nel grafico si evidenzia l andamento della velocità media di manutenzione L analisi fattoriale delle velocità medie individua la velocità comresa tra 4 e 5 km/ora è stata la più frequente. 3

4 Dal grafico sopra (ottenuto distribuendo la produzione programmata sul numero degli interventi effettivamente effettuati nel 2012) si può vedere la maggiore quantità di strade controllate rispetto al previsto. 4

5 Dal grafico (ottenuto distribuendo la produzione programmata sul numero degli interventi effettivamente effettuati nel 2012) si evidenzia la coincidenza tra quanto progettato e quanto realizzato. Dal grafico si evidenziano le frequenze nei controlli stradali dal

6 La spesa (maggiorata di un 10% per le spese generali) risulta leggermente inferiore alle previsioni. Manutenzione strade bianche Le condizioni climatiche riscontrate durante il periodo delle lavorazioni, non hanno consentito di portare all obiettivo l attività. La limitata piovosità del periodo autunno-invernale ed in parte della primavera 2012, hanno portato ad uno scarso deterioramento dei manti stradali delle strade bianche, tale di mantenere per la gran parte delle strade, un livello di sicurezza accettabile. Ciò ha consentito di limitare gli interventi alle sole strade effettivamente deteriorate. Contestualmente il ritardo nell approvazione del bilancio aziendale 2012, ha reso di fatto indisponibili le forniture di ghiaia per le ricariche, con forti risparmi sui costi previsti. Nel complesso gli interventi eseguiti sono stati 45, distribuiti su 40 giorni lavorativi, equivalenti a circa 64 Km di strade (72% dell obiettivo). 6

7 Il grafico evidenzia la quantità di strada trattata tra ottobre Ottobre 2011 Giugno 2012 La combinazione delle condizioni soppracitate ha comportato pertanto un minore impegno del personale, consentendo di risparmiare circa 68,50 ore lavorative, che sono state assorbite in gran parte dal servizio di sgombero neve nel febbraio A causa del grave guasto occorso al trattore Lamborghini, l attività ha potuto iniziare solo il 21/11/2012 e successivamente per le cattive condizioni metereologiche, essa è stata sospesa il 19/12/2012. Al 30/12/2012 risultano eseguite solo il 9% delle manutenzioni. Si rimanda al prossimo report per le indicazioni produttive. 7

8 Il grafico sottostante individua la media delle velocità riscontrata, rapportata alla velocità prevista in ambito progettuale. Nonostante la lavorazione non abbia raggiunto gli obiettivi che ci eravamo proposti, la velocità media risulta essere allineata con quanto previsto in sede progettuale. 8

9 Per i motivi sopraesposti la spesa risulta inferiore alle previsioni. Contestualmente si sono riportati i costi potenziali che si sarebbero sostenuti ad esternalizzare il servizio a prezzi di mercato. 9

10 Scoli stradali Le condizioni riscontrate durante il periodo individuato per l esecuzione del lavoro, non hanno permesso di arrivare all obiettivo. Infatti la scarsa piovosità che ha dapprima ridotto la necessità di interventi e l impegno straordinario per lo sgombero neve poi, hanno limitato fortemente l impegno del personale verso questa attività. Dal 26/10/2011 al 30/06/2012 risultano eseguiti sbocchetti per soli Km, contro 106 Km previsti. Il grafico sottostante individua le quantità. Il mancato raggiungimento dell obiettivo ha comportato un risparmio di 134 ore, assorbite ampiamente da servizio di sgombero neve durante il mese di Febbraio Nonostante la parzialità delle opere, le velocità medie riscontrate durante le lavorazioni, risultano di poco superiori a quanto programmato. 10

11 I costi risultano allineati alle previsioni. L attività è iniziata il 29/10/2012. Al 30/12/2012 risultano interessate il 17% delle delle strade. Le produzioni sono evidenziate nel grafico sottostante. 11

12 Segnaletica Orizzontale Superfici Come ogni anno si precisa che le forze in campo consentono di effettuare solo una parte di segnaletica orizzontale essenziale. Salvo ordini diversi, la società Patrimonio Copparo s.r.l. esegue il ripristino di stop, precedenze, pedonali e linee di bordo e centro strada, trascurando la gran parte delle linee di bordo strada, gli stalli di sosta auto e gli stalli riservati. Per ragioni legate sia al ritardo nell assunzione di personale avventizio, sia alle mancanza delle condizioni climatiche necessarie, la manutenzione della segnaletica orizzontale è iniziata il 14/06/2012. Al 30/09/2012 sono stati eseguiti stop, precedenze e pedonali per circa 3974 mq; questo valore supera l obiettivo di circa 400 mq. 12

13 Le produzioni medie sono state di circa 17 mq / ora, valore unitario superiore a quanto programmato. Questo è dovuto all esperienza acquisita negli anni del personale in forza ed alla qualità del personale avventizio che si alterna nelle lavorazioni. L impegno orario profuso è sostanzialmente in linea con quanto previsto in sede progettuale, sia in modalità di esecuzione, sia in quantità. 13

14 Nonostante il buon risultato raggiunto le lavorazioni eseguite coprono circa il 62% del totale. Linee longitudinali L esecuzione delle linee longitudinali di si è conclusa il 18/10/2012. Sono stati eseguiti circa 86,5 km di linee di bordo. L impegno orario per la lavorazione finora registrato evidenzia un sostanziale allineamento con i valori emersi dalla progettazione. 14

15 ora. Le produzioni orarie registrate risultano di 746 m /ora, sensibilmente migliori alle previsione di 652 m / 15

16 I costi sono leggermente superiori alle previsioni. Questo è in parte dovuto alle maggiori produzioni riscontrate per le superfici di stop, precedenze, pedonali ed in parte alla maggiori quantità di vernice distesa per le linee, resasi necessaria a causa della scarsa qualità del fondo stradale. Contestualmente si evidenzia che il costo per esternalizzazione è maggiore solo in occasione della realizzazione delle linee stradali, mentre risulta allineato o leggermente inferiore in occasione della produzione delle superfici (stop, precedenze, pedonali). Segnaletica Verticale Ripristini e nuove installazioni Segnaletica Verticale. 16

17 Nel corso del 2012 sono stati effettuati n interventi di posa e ripristino di cartelli stradali. Essi sono suddivisi in: 219 nuove installazioni, 201 ripristini, 599 sostituzioni di cartelli ammalorati e 105 interventi vari sulla segnaletica verticale. Al 31/12/2012 risultano catalogati 5030 segnali stradali dei quali ancora 782 da sostituire perchè scaduti o rovinati. Dal grafico si evince che l attività svolta supera quanto programmato; questo grazie al miglioramento dei tempi medi per intervento. Essi risultano essere circa 46 minuti, contro i 60 minuti preventivati. L analisi fattoriale dei tempi di intervento indica che i tempi unitari rilevati con maggior frequenza solo tra 0.40 e 0.50 ore. 17

18 Anche i costi, sono sensibilmente inferiori a quanto previsto. Contestualmente sono riportati i costi che si sarebbero sostenuti ad esternalizzare la quantità di lavoro svolto dalla Società Patrimonio Copparo. 18

19 Prestazioni non programmate Per esigenze contingenti sono stati eseguiti alcuni servizi non programmati, quali: - Interventi antighiaccio e per lo sgombero neve nel periodo Gennaio Febbraio; - Interventi vari su aree verdi di proprietà Comunale (piantumazione alberatura); - Assistenza nella realizzazione dei nuovi impianti di condizionamento - Interventi su arredo urbano - Smontaggio scaffalature magazzino - Ripistini di banchine stradali in seguito ad incidenti, abbattimenti o caduta alberi, - Segnalazione frane - Trasloco magazzino - Trasporto mezzi agricoli museo Queste attività hanno sottratto circa giorni lavorativi alle attività programmate. Sfalcio Cicgli stradali e sfalcio grandi aree. L approvazione del bilancio sociale avvenuto solamente nel mese di Aprile, ha comportao uno ritardo nell assunzione di due avventizi da dedicare all attività. Ciononostante il servizio è iniziato in modo discontinuo il 18/04/2012. Esso ha potuto procedere in modo continuato solamente dal 14/05/2012. Il terzo ciclo è iniziato il 30 settembre. Il primo ciclo di sfalcio è stato effettuato sulla sola banchina stradale e dove la presenza di curve comportasse situazioni di scarsa visibilità, si è proceduto allo sfalcio di parte della scarpata stradale. Esso è iniziato il 18/04/2012 ed è terminato il 12/06/2012 con 13 giorni di ritardo sul programmato. 19

20 Preme sottolineare che pur in ritardo sulla tabella di marcia, la quantità di cigli sfalciati risulta il 16% in più rispetto a quanto programmato (circa 72 km), confermando ancora una volta lo spirito della Società Patrimonio nel fornire un servizio e non una sterile prestazione. Le velocità medie di sfalcio sono state di 2,83 km/ora. Questo è in parte spiegabile con l aver affrontato erba già molto alta e dura tale da costringere l operatore a rallentare ed a ripassare nei tratti maggiormente pericolosi. Le manutenzioni ordinarie e straordinarie del trattore e della fresa sono state di 49,50 ore. Il secondo ciclo è iniziato il 18/06/2012 ed è terminato il 05/09/2012. Esso ha interessato lo sfalcio della banchina stradale e scarpata fosso, comportando 4 passaggi su ogni metro di strada. Le velocità medie di sfalcio riscontrate sono state di circa 3.23 km/ora, leggermente superiori a quanto preventivato (3,02 km/ora). Anche per il secondo ciclo sono stati sfalciati circa 33 km in più rispetto alle quantità previste; questo dovuto agli interventi effettuati sulle siepi laterali ad alcune strade. Esso si è concluso con circa 16 gg lavortativi di ritardo sui tempi previsti. Il tempo dedicato alla manutenzione ordinaria e straordinaria del trattore e della fresa è stato di 32,00 ore. Il terzo ciclo è iniziato il 06/09/2012 e si è interrotto il 10/10/2012 a causa di un importante guasto al trattore Lamborghini. Questo ha comportato il mancato raggiungimento dell obiettivo annuale. Complessivamente nel 2012 sono stati sfalciati circa ,00 metri di cigli, anziché , corrispondenti a circa 90% di quanto previsto. I grafici sottostanti mettono in evidenza l andamento delle produzioni cumulative e le produzioni per ogni ciclo. Il calo nelle lavorazioni evidenziato in agosto è stato causato dal dirottamento del personale al servizio di segnaletica orizzontale. 20

21 21

22 L impegno orario ricalca l andamento delle produzioni. 22

23 Le velocità medie rilevate sono del tutto allineate con quanto programmato in sede di progettazione. 23

24 I costi sostenuti (maggiorati del 10% per spese generali) risultano inferiori alle previsioni. I costi per esternalizzazione del servizio sono stati calcolati con prezzi unitari ricavati dal mercato e confermano l estrema convenienza nell eseguire internamente questo servizio. Lo sfalcio delle grandi aree (lavoro esternalizzato per intero) è stato svolto per n.3 cicli ed ha interessato complessivamente mq di superfici, pari a circa il 76% del previsto. Le condizioni climatiche estive particolarmente siccitose, hanno consentito di risparmiare qualche sfalcio sui quelli previsti. Frane ed imprevisti Durante il mese di luglio a causa del forte traffico pesante legato a lavori delle centrali biogas nel comune di Ro, si sono verificati profondi cedimenti di un tratto di Via Guarda, che costituivano un grave pericolo alla circolazione stradale. E stato pertanto predisposto un ripristino urgente con asfalto modificato per un importo di euro 7.600,00. In settembre si è riscontrata la necessità di intervenire con la riparazione di un sottopasso in Via Valle per un importo di euro 1.700,00. CONSIDERAZIONI Relativamente agli obiettivi aziendali, il metodo intrapreso si conferma un buon canovaccio per tenere sotto controllo tutta la manutenzione delle strade, mantenendo lo svolgimento del servizio il più aderente possibile a quanto previsto o registrando le condizioni che portano alla variazione delle produzioni. Ad esempio per la manutenzione delle strade bianche, le variabili climatiche hanno portato a decidere in corsa qualche cosa di diverso da quanto previsto. Così come il prolungato evento nevoso di 24

25 gennaio-febbraio, così come lo slittamento dell assunzione di due avventizi, hanno portato ad accumulare ritardi sulle attività programmate. Il metodo comunque rimane importante in quanto anche il mancato raggiungimento dell obiettivo per cause non imputabili ad una scarsa produttività, è comunque registrato per il rendicontamento. Preme comunque ribadire che le limitate risorse consentono di svolgere ogni servizio solo in parte, consentendo risultati che seppur buoni, risulteranno sempre insufficienti e poco percettibili ai non addetti ai lavori. Segnalo inoltre che la manutenzione ordinaria così come strutturata, se non è supportata da una consistente attività straordinaria, è destinata a diventare ancora più insufficiente, in quanto il rapido deterioramento dei manti, renderà necessario un maggior impegno, sottraendo tempo alle altre attività, con un conseguente abbassamento qualitativo di tutti gli obiettivi su nuovi valori sostenibili. Un ultima considerazione va all operato del personale in forza alla Società Patrimonio Copparo (assunto ed avventizio), che con il suo comportamento si è dimostrato affidabile e partecipe allo spirito di squadra, consentendo in molti casi il miglioramento delle lavorazioni. Il Responsabile della Manutenzione Strade e Segnaletica (Dr. Alessandro Cirelli) 25

Nel grafico si evidenzia l andamento mensile dei controlli

Nel grafico si evidenzia l andamento mensile dei controlli Via Roma 28-44034 Copparo (FE) tel. 0532 / 864500 fax 0532/864642 Consuntivo Manutenzione strade e segnaletica al 31/03/2012. Sulla scorta dei dati raccoilti sino al 31/03/2012, sono a stendere un primo

Dettagli

STUDIO DI UN METODO PER LA PROGETTAZIONE DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE STRADE DEL COMUNE DI COPPARO ANNO 2015

STUDIO DI UN METODO PER LA PROGETTAZIONE DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE STRADE DEL COMUNE DI COPPARO ANNO 2015 STUDIO DI UN METODO PER LA PROGETTAZIONE DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE STRADE DEL COMUNE DI COPPARO ANNO 2015 Scopo di questa progettazione è l individuazione di quantità di lavoro definite e sostenibili

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E FORNITURA DELLA SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE E VERTICALE

SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E FORNITURA DELLA SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE E VERTICALE COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Città Metropolitana di Firenze - WWW.Comune.Campi-Bisenzio.Fi.it via P. Pasolini 18-0558959200 - telefax 0558959242 - email: viabilita@comune.campi-bisenzio.fi.it SERVIZIO DI

Dettagli

TOTALE 2010 STATO AVANZAMENTO ATTIVITA' E SEGNALAZIONI

TOTALE 2010 STATO AVANZAMENTO ATTIVITA' E SEGNALAZIONI Miglioramento del Parco di Via Magenta. Chiesto un tavolo con panca. Risposta Assessore ai Lavori Pubblici. Entro febbraio ottenuta la messa in opera. 1 Segnalazione di buche in numerose vie del Quartiere

Dettagli

Consuntivo Manutenzione strade e segnaletica al 31/03/2016.

Consuntivo Manutenzione strade e segnaletica al 31/03/2016. Via Roma 28-44034 Copparo (FE) tel. 0532 / 864500 fax 0532/864642 Consuntivo Manutenzione strade e segnaletica al 31/03/2016. Tenendo conto delle condizioni riscontrate negli ultimi anni e facendo riferimento

Dettagli

DOSSIER STRADE. SP 18/a Sacrofano Cassia ELENCO STRADE :

DOSSIER STRADE. SP 18/a Sacrofano Cassia ELENCO STRADE : DOSSIER STRADE Dossier a cura della Giovane Italia di Campagnano di Roma, del Movimento RinnovAzione Campagnano e del Comitato Strade Romanord con elenco dei principali problemi rilevati : ELENCO STRADE

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL'OPERA

PIANO DI MANUTENZIONE DELL'OPERA COMUNE: MARTINENGO All. RTI COMMITTENTE: COMUNE DI MARTINENGO PROPRIETÀ: LOTTIZZANTI PA7/a OGGETTO: OPERE DI URBANIZZAZIONE DEL PA7/a REALIZZAZIONE TANGENZIALE NORD (ex accordo art. 11 L. 241/90) opere

Dettagli

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA OGGETTO: Proposta di riqualificazione di Piazza S.Maria dei Battuti. Treviso, 17.06.2015 Visto quanto previsto dal Programma integrato di

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO Settore Viabilità e Grandi Infrastrutture PIANO DI MANUTENZIONE

PROVINCIA DI LECCO Settore Viabilità e Grandi Infrastrutture PIANO DI MANUTENZIONE Generalità Il presente documento viene redatto con lo specifico scopo di programmare gli interventi di manutenzione, di carattere ordinario, da attuare successivamente alla realizzazione delle opere previste

Dettagli

ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO

ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO ALLEGATO 9 RAPPORTO ANNUALE SUI SERVIZI - MODALITA PER LA REALIZZAZIONE DEL MONITORAGGIO Il presente allegato individua i contenuti che dovrà avere il Rapporto sui servizi, articolato in 2 parti principali:

Dettagli

DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO

DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO Progr. n. 1013 COMUNE DI VIGNOLA (Provincia di Modena) DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO Servizio Viabilità, Sicurezza e Protezione Civile FILE: 4045/13 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO NR. 094 in data 03/07/2013

Dettagli

Proposta di Piano Industriale 2015

Proposta di Piano Industriale 2015 Proposta di Piano Industriale 2015 1 SERVIZI E INVESTIMENTI 2 Strade, segnaletica e sfalci - piano gestione ordinaria Costi per materiali Imponibile iva inclusa Asfalto freddo 8.449,08 10.307,88 Vernice

Dettagli

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5 SOMMARIO Art. 1 Campo di applicazione... 2 Art. 2 Ambito del Piano Urbanistico Attuativo... 2 Art. 3 Elaborati di piano... 2 Art. 4 Convenzione attuativa... 3 Art. 5 Modalità di intervento... 3 Art. 6

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO COMUNALE PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra REGOLAMENTO COMUNALE PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 18/05/2006 TITOLO I - NORME GENERALI Indice

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale

Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale Separata dal flusso viario, da migliorare con interventi localizzati e mirati sulla segnaletica orizzontale e verticale, posa di manto bituminoso

Dettagli

Comuni di Cauco, Selma e Braggio

Comuni di Cauco, Selma e Braggio Comuni di Cauco, Selma e Braggio Cantone dei Grigioni CONVENZONE PER L'ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DELLA STRADA AGRICOLA CAUCO - MONTI DI CAUCO E FORESTALE MONTI DI CAUCO - MONTI DI SELMA - MONTI DI BRAGGIO

Dettagli

Tipo EA1a Strada rurale di pianura

Tipo EA1a Strada rurale di pianura Schede dei tipi di percorso Percorso EA1a Foglio 1 di 10 DEFINIZIONE DEL TIPO DESCRIZIONE SINTETICA Ambito: Sistema funzionale: Extraurbano Sistema insediativo diffuso Percorso su Strada rurale di pianura

Dettagli

COMUNE DI FERRARA SCHEDE TECNICHE RIASSUNTIVE RELATIVE ALLE MODALITÀ OPERATIVE

COMUNE DI FERRARA SCHEDE TECNICHE RIASSUNTIVE RELATIVE ALLE MODALITÀ OPERATIVE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell'umanità Settore OO.PP. Mobilità Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico Ufficio Verde Pubblico SCHEDE TECNICHE RIASSUNTIVE RELATIVE ALLE MODALITÀ OPERATIVE ELABORATE

Dettagli

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici.

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici. 5773/2207; DGR-8745/2008) riguardanti le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti, sia nuovi (autorizzati successivamente al 1 gennaio 2010) che quelli oggetto di ristrutturazioni significative.

Dettagli

SETTORE VIABILITA e PROTEZIONE CIVILE. Manutenzione straordinaria dei cigli di valle dei Circondari n. 1 Lecco e n. 7 Valle San Martino - Anno 2009 -

SETTORE VIABILITA e PROTEZIONE CIVILE. Manutenzione straordinaria dei cigli di valle dei Circondari n. 1 Lecco e n. 7 Valle San Martino - Anno 2009 - PROVINCIA DI LECCO SETTORE VIABILITA e PROTEZIONE CIVILE Manutenzione straordinaria dei cigli di valle dei Circondari n. 1 Lecco e n. 7 Valle San Martino - Anno 2009 - RELAZIONE TECNICA PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO

Dettagli

Breve guida relativa al Decreto Interministeriale 4 marzo 2013 INFO 27 Ultimo aggiornamento 21 luglio 2014

Breve guida relativa al Decreto Interministeriale 4 marzo 2013 INFO 27 Ultimo aggiornamento 21 luglio 2014 Breve guida relativa al Decreto Interministeriale 4 marzo 2013 INFO 27 Ultimo aggiornamento 21 luglio 2014 NORMATIVA SUI LAVORI STRADALI: le novità Decreto Interministeriale 4 marzo 2013 CONTENUTI CRITERI

Dettagli

Il RAPPORTO COMUNE è diviso in due parti

Il RAPPORTO COMUNE è diviso in due parti Il RAPPORTO COMUNE è diviso in due parti 1 Parte Le circostanze della catastrofe a) il tunnel del Monte Bianco nel 1999 b) consegne di sicurezza e regolamento di circolazione c) organizzazione della sicurezza

Dettagli

Manutenzione straordinaria della copertura e dell'impianto fotovoltaico della scuola elementare A. Baodo

Manutenzione straordinaria della copertura e dell'impianto fotovoltaico della scuola elementare A. Baodo 0 15/03/2011 Emissione M. Macciò REVISIONE DATA SPECIFICHE TECNICHE / MODIFICHE REDATTO Manutenzione straordinaria della copertura e dell'impianto fotovoltaico della scuola elementare A. Baodo PROGEOS

Dettagli

53 milioni di Euro. il Parcheggio di Acilia Nord, 550 mila Euro. Acilia sud.

53 milioni di Euro. il Parcheggio di Acilia Nord, 550 mila Euro. Acilia sud. Gent.mo sig. Mazzanti, la stazione di Tor di Valle non è certo abbandonata a se stessa come non lo è l intera tratta Roma Lido. Lo dimostrano i provvedimenti che il nostro Assessorato alla Mobilità ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE COMUNE DI LAMPORECCHIO Piazza Berni, n. 1 51035 LAMPORECCHIO (PT) C.F. 00300620473 Fax 0573/81427 @mail info@comune.lamporecchio.pt.it Area Tecnica Lavori Pubblici REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE

Dettagli

COMUNE DI SANZENO. Approvato con deliberazione consiliare n. 04 di data 19 maggio 2008.

COMUNE DI SANZENO. Approvato con deliberazione consiliare n. 04 di data 19 maggio 2008. COMUNE DI SANZENO REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE DISTANZE DA MANTENERE DALLE STRADE PER GLI IMPIANTI FRUTTICOLI, PER LE STRUTTURE DI SOSTEGNO E INDIVIDUAZIONE DELLE ZONE INIBITE ALLA POSA DELLE

Dettagli

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare 1 te generali Il presente piano di manutenzione relativo alla realizzazione della Variante alla SR 66 Pistoiese in località Limestre (San Marcello P.se), è redatto tenendo conto delle specifiche norme

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE COMUNALI

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE COMUNALI P23 MODULISTICA MD04 Rev. 2 del 07/03/07 Progetto n. 14 MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE COMUNALI Sistemazione strade varie (Variante SUAP Bianchi) Importo quadro economico:. 2.500.000,00 Fonte di finanziamento:

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE

RELAZIONE PREVISIONALE RELAZIONE PREVISIONALE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2013-2015 SPESE INVESTIMENTO PER IL TRIENNIO ANNO 2013 1.2013 ACQUISTO ATTREZZATURE AD USO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA Si prevede l acquisto

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO)

PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO) P R O V I N C I A D I B A R I SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E TERRITORIO SETTORE VIABILITA PROGETTO DEFINITIVO (ACCORDO QUADRO) PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE FINALIZZATI A MIGLIORARE LA SICUREZZA

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99

Comune di Rimini. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Comune di Rimini Allegato alla deliberazione di C.C. n. 203 del 16/12/99 Regolamento del Servizio Pubblico Globale di Gestione del Territorio del Comune di Rimini. Regolamento servizio pubblico globale.doc

Dettagli

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento...

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento... INDICE 0 SOMMARIO... 2 FINALITÀ DELL'INTERVENTO E SCELTA DELLE ALTERNATIVE PROGETTUALI:... 3. Descrizione delle motivazioni giustificative della necessità dell'intervento e delle finalità che si prefigge

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N - 014 REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE E DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI RESPONSABILE ING. LEO GALLI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione

Dettagli

Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi

Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi P. Cicoira a, P. Miori b, P. Simonetti c a Libero professionista - Trento b Comune di Trento c Provincia autonoma di Trento Fra gli interventi di

Dettagli

Case study City of Rome

Case study City of Rome Case study City of Rome aggio 2012 OVERVIEW Go-Mobility è una società che si occupa di pianificazione del traffico e indagini di mobilità. È tra le prime società in Italia ad utilizzare il sistema innovativo

Dettagli

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Che il giorno/mese/anno mi trovavo in qualità di trasportato sull autovettura marca modello targata

Dettagli

I rischi interferenziali per la presenza degli impianti fotovoltaici: Linee guida VVF e casistica

I rischi interferenziali per la presenza degli impianti fotovoltaici: Linee guida VVF e casistica DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA I rischi interferenziali per la presenza degli impianti fotovoltaici:

Dettagli

Roma, 18 febbraio 2011

Roma, 18 febbraio 2011 SICUREZZA ED ESERCIZIO FERROVIARIO: innovazione e nuove sfide nei sistemi ferroviari Il miglioramento dell accessibilità laterale ai binari quale elemento strategico per la manutenzione e per l aumento

Dettagli

Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase

Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase 1 Il DI 1444/68 stabilisce che la quantità minima inderogabile di spazi da destinare a parcheggio è pari a 2.50 mq/ab (in

Dettagli

Comune di San Michele al Tagliamento

Comune di San Michele al Tagliamento Comune di San Michele al Tagliamento PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINAZIONE N 244 del 03/04/2014 Si attesta la regolarità dell'istruttoria svolta e la correttezza del seguente schema di determinazione per

Dettagli

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN AMBITO EXTRAURBANO B.4.1 INTRODUZIONE 1. Questo rapporto descrive un analisi di sicurezza di fase 5 condotta su una strada in esercizio (SS xx Km 78-90).

Dettagli

IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO

IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO STRABUS Aspetti generali (1) Il servizio STRABUS permette di analizzare e valutare lo stato

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze.

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze. SERVIZIO LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE 2013-2018 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA Lavori di realizzazione di nuovo parcheggio pubblico su area a servizi S9 in via Allende, Rivalta di Torino IN D I C E 1.0 PROGRAMMA DIMANUTENZIONE...2 1.1 MANUTENZIONE

Dettagli

LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE PAVIMENTAZIONI STRADALI LUNGO LE S.P. 11, 143 PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE

LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE PAVIMENTAZIONI STRADALI LUNGO LE S.P. 11, 143 PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE AREA VIABILITÀ Servizio Esercizio Viabilità www.provincia.torino.gov.it LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE PAVIMENTAZIONI STRADALI LUNGO LE S.P. 11, 143 PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO RELAZIONE

Dettagli

ATTO AGGIUNTIVO ALLA CONVENZIONE pos. n. 14 dd. 17 novembre 2011 TRA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA. E FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A.

ATTO AGGIUNTIVO ALLA CONVENZIONE pos. n. 14 dd. 17 novembre 2011 TRA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA. E FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. Pos. n. ATTO AGGIUNTIVO ALLA CONVENZIONE pos. n. 14 dd. 17 novembre 2011 TRA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA E FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. L anno 2013, il giorno del mese di, in Trieste,

Dettagli

Comune di Portovenere

Comune di Portovenere Comune di Portovenere INTERVENTO DI MESSA IN SICUREZZA VIABILITA' PROVINCIALE SP-530 IN CORRISPONDENZA DEGLI ACCESSI AL BORGO DEL FEZZANO (PORTO VENERE), MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI ROTATORIA FUNZIONALE

Dettagli

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Oggetto: D.P.R. n. 753/1980 art. 5 comma 7 - criteri per il riconoscimento dell idoneità e della sicurezza delle fermate dei servizi pubblici di trasporto urbano

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3

INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3 INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3 Pagina 1 di 7 1.PREMESSE La presente relazione illustra i lavori previsti nel progetto definitivo per la Ristrutturazione

Dettagli

VARIANTE 85 AL VIGENTE PRGC

VARIANTE 85 AL VIGENTE PRGC Regione Autonoma Friuli - Venezia Giulia Provincia di Udine Comune di Cervignano del Friuli VARIANTE N. 85 AL VIGENTE PRGC VARIANTE 85 AL VIGENTE PRGC Oggetto : - Relazione Tecnica e Grafici Responsabile

Dettagli

Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse. Computo metrico estimativo COMUNE DI VEDELAGO

Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse. Computo metrico estimativo COMUNE DI VEDELAGO COMUNE DI VEDELAGO SETTORE LAVORI PUBBLICI 1078-2015 Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse Computo metrico estimativo 30 ottobre 2015 Il progettista geom.

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 03056/034 Servizio Ponti, Vie d Acqua e Infrastrutture CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 03056/034 Servizio Ponti, Vie d Acqua e Infrastrutture CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 03056/034 Servizio Ponti, Vie d Acqua e Infrastrutture CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 334 approvata il 17 giugno 2016 DETERMINAZIONE:

Dettagli

GUARDA ATTRAVERSO I NOSTRI OCCHI, VEDI L EFFICIENZA DELLA TUA AZIENDA.

GUARDA ATTRAVERSO I NOSTRI OCCHI, VEDI L EFFICIENZA DELLA TUA AZIENDA. GUARDA ATTRAVERSO I NOSTRI OCCHI, VEDI L EFFICIENZA DELLA TUA AZIENDA. Accedi ad Arcoda Sat. Localizza e monitora i movimenti dei tuoi mezzi aziendali. Migliora la produttività. Efficienza Sicurezza Risparmio

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.42.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA SERVIZI DI TRASLOCO

STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.42.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA SERVIZI DI TRASLOCO STUDIO DI SETTORE UG68U ATTIVITÀ 49.41.00 TRASPORTO MERCI SU STRADA ATTIVITÀ 49.42.00 SERVIZI DI TRASLOCO Marzo 2008 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TG68U trasporto merci su strada - è stata

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE Allegato A DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA RETE VIARIA PROVINCIALE - 1 - DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL VERDE SULLE INTERSEZIONI E PERTINENZE LUNGO LA

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA MOTTO: UN ASSE DI TRADIZIONE E STORIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO GENERALE Il progetto nasce dalla volontà di riqualificare Piazza Carmelitani attraverso un insieme sistematico di interventi

Dettagli

Il Global Service di seconda generazione : le esperienze del Comune di Bologna

Il Global Service di seconda generazione : le esperienze del Comune di Bologna Il Global Service di seconda generazione : le esperienze del Comune di Bologna Enzo Scudellari Ancona, 19 gennaio 2006 1 Lavori pubblici La logica dei lavori pubblici è quella della realizzazione, dietro

Dettagli

RAPPORTO TECNICO ATTIVITA : OR2/WP3 - Integrazione delle tecnologie a risparmio/recupero energetico

RAPPORTO TECNICO ATTIVITA : OR2/WP3 - Integrazione delle tecnologie a risparmio/recupero energetico UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE RAPPORTO TECNICO ATTIVITA : OR2/WP3 - Integrazione delle tecnologie a risparmio/recupero

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA PUNTI DI FORZA Le Persone Filiera della distribuzione. Organizzazione della fi liera della distribuzione, assistenza tecnica, noleggio e servizi, fondata sulla formazione, qualifi cazione e certifi cazione

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN MICRONIDO INTERCOMUNALE

COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN MICRONIDO INTERCOMUNALE COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA P.O. FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE III Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l attrattività territoriale Linea d intervento 3.2 - Programma di interventi

Dettagli

ervizi erogati da atc MP

ervizi erogati da atc MP atc Mobilità e Parcheggi SpA (nel seguito della Carta MP ) è una società per azioni fondata nel mese di dicembre del 2004 alla Spezia, che ha iniziato ad operare dal 4 aprile 2005. La società, costituita

Dettagli

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42)

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) Località: Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma Novembre 2003 L AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÀ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE

Dettagli

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail Al dirigente del sesto settore del Comune di Termini Imerese Oggetto: Richiesta modifica temporanea della disciplina vigente di circolazione o di sosta. Cognome nome Luogo di nascita Data di nascita Luogo

Dettagli

Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana

Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana Strategie, azioni di sostegno, opportunità per l energia sostenibile Stefano Meneghini, Direttore Tecnico Consylio S.r.l. Fase II: stesura Piano delle

Dettagli

COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI LAVORI, DELLE FORNITURE E DEI SERVIZI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COPIA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COPIA N : 11 Data: 08.09.2008 Oggetto: Richiesta finanziamento regionale per interventi a valere sul cap. R 41510 Interventi per lo sviluppo e la promozione della Comunità Arcipelago

Dettagli

Roma, 4 marzo 2015. Oggetto: Revisione macchine agricole e Formazione operatori - Audizione Commissione Agricoltura del Senato

Roma, 4 marzo 2015. Oggetto: Revisione macchine agricole e Formazione operatori - Audizione Commissione Agricoltura del Senato Roma, 4 marzo 2015 Oggetto: Revisione macchine agricole e Formazione operatori - Audizione Commissione Agricoltura del Senato 1 REVISIONE MACCHINE AGRICOLE 1.1 Analisi del provvedimento La revisione delle

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA Provincia di R O M A

COMUNE DI ROCCA PRIORA Provincia di R O M A COMUNE DI ROCCA PRIORA Provincia di R O M A ORIGINALE Registro Generale n. 40 ORDINANZA DEL SETTORE ORDINANZE N. 40 DEL 12-05-2016 Servizio/Ufficio: VIGILI URBANI Oggetto: DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA PULIZIA

Dettagli

SICUREZZA DELLE SCAFFALATURE

SICUREZZA DELLE SCAFFALATURE SOMMARIO SOMMARIO... 2 1. SCOPO... 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 3. TERMINOLOGIE E ACRONIMI... 3 4. DESTINATARI DELL ATTUAZIONE DELLA PROCEDURA... 4 5. MODALITÀ OPERATIVE... 4 5.1. CRITERI TECNICI PER

Dettagli

PROVE SU PISTA. Sensore pressione freno. Sensore pressione freno:

PROVE SU PISTA. Sensore pressione freno. Sensore pressione freno: Sensore pressione freno A N A L I S I T E C N I C A D E L T U O K A R T PROVE SU PISTA Sensore pressione freno: come integrare le valutazioni personali sulla frenata con un analisi basata su elementi oggettivi

Dettagli

PARTE QUARTA ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE

PARTE QUARTA ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE VOLUME QUARTO ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE E IMPIANTI A MESSAGGIO VARIABILE-TAVOLE PROGETTUALI 2 SOMMARIO:

Dettagli

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI.

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. Approvato con deliberazione N. del ART. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

L albero nell ambiente urbano

L albero nell ambiente urbano Consiglio di Quartiere 4 Assessorato all Ambiente Assessorato alla Partecipazione democratica e ai rapporti con i Quartieri In collaborazione con ARSIA L albero nell ambiente urbano Firenze 31 Maggio 1

Dettagli

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci Al Sindaco Moratti Agli Assessori Cadeo, Croci, Simini e Terzi Al settore pianificazione mobilità e trasporti E p.c. ai Consiglieri comunali tutti COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO,

Dettagli

Logistica e modalità di gestione dell emergenza neve sul sedime di Malpensa

Logistica e modalità di gestione dell emergenza neve sul sedime di Malpensa Manutenzione Scalo Malpensa Logistica e modalità di gestione dell emergenza neve sul sedime di Malpensa Stefano DOLCI, Marco SCLIP Malpensa, 23 aprile 2013 1 Malpensa, 23 Aprile 2013 Convegno Winter Operations

Dettagli

Regolamento per l adozione di aree verdi pubbliche

Regolamento per l adozione di aree verdi pubbliche COMUNE DI VALGUARNERA CAROPEPE (PROVINCIA REGIONALE DI ENNA) Regolamento per l adozione di aree verdi pubbliche Approvato con Delibera Consiliare N 48 del 06-05-2011. INDICE Articolo 1 Finalità Articolo

Dettagli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli Catalogo dei provvedimenti mutuati dai piani approvati dal o in corso di approvazione distinti tra misure con efficacia nel breve/medio periodo e misure di lungo periodo Misure con efficacia nel breve

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA 1. PREMESSA RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA In seguito agli eventi atmosferici avversi del marzo 2011, la provincia di Biella ha richiesto un finanziamento alla regione Piemonte, al fine di ripristinare

Dettagli

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione...

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... Sommario 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 4 Pagina 1 di 6 1. Premessa Il recupero funzionale della conca di navigazione

Dettagli

Linee guida. Linee guida. per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni. per dissuasori

Linee guida. Linee guida. per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni. per dissuasori Linee guida per dissuasori Linee guida per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni Documento di indirizzi per la progettazione di qualità Comune di Genova direzione territorio, sviluppo

Dettagli

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO

INCIDENTI SULLE STRADE: 10 MORTI AD AGOSTO IN PROVINCIA DI TREVISO INCIDENTI SULLE STRADE: 1 MORTI AD AGOSTO IN Il 44% delle vittime viaggiava a piedi o su mezzi a due ruote IL PRESIDENTE MURARO: "ATTENZIONE, SEMPRE: NON SI MUORE SOLO IN AUTO" Il trend positivo in discesa

Dettagli

SCHEMI TIPO SEGNALETICA PER CANTIERI STRADALI

SCHEMI TIPO SEGNALETICA PER CANTIERI STRADALI ALLEGATO D2 Comune di BORGHETTO LODIGIANO Provincia di Lodi SCHEMI TIPO SEGNALETICA PER CANTIERI STRADALI OGGETTO: COSTRUZIONE FOGNATURE E COLLEGAMENTO AL COLLETTORE INTERCOMUNALE (2 LOTTO) COMMITTENTE:

Dettagli

IMPERMEABILIZZANTI CASE HISTORY

IMPERMEABILIZZANTI CASE HISTORY Intervento di ripristino dell impermeabilizzazione di vecchia guaina bituminosa su copertura piana di edificio industriale IMPERMEABILIZZANTI CASE HISTORY 05 2 Intervento di ripristino dell impermeabilizzazione

Dettagli

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale SUA_03_01 Bollo A 16,00 l Spazio riservato al protocollo al Dirigente del Settore Urbanistica, Edilizia, Suap e Sviluppo Economico c.a. Sportello Unico RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA REALIZZAZIONE /

Dettagli

RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825

RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825 RAP S.p.A. Risorse Ambiente Palermo P.tta Benedetto Cairoli 90123 Palermo C.F./P.IVA 06232420825 Codifica documento Commessa L0210 Titolo progetto COPERTURA SUPERFICIALE PROVVISORIA DEL 1 SETTORE DELLA

Dettagli

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara.

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. 12/1/2010 Francesco Capuano 1 Articolazione strutturale dei Servizi

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

2.3 Offerta di sosta ZONA A ZONA B

2.3 Offerta di sosta ZONA A ZONA B 2.3 Offerta di sosta L analisi dell offerta e della domanda di sosta rappresenta un aspetto fondamentale per la valutazione degli interventi da attuare nell area. Al fine di operare l analisi dell offerta

Dettagli

COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CITTADINANZA ATTIVA

COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CITTADINANZA ATTIVA COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CITTADINANZA ATTIVA Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 30/10/2015 ed entrato in vigore

Dettagli

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L.

SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. SE.AM. SERVIZI AMPEZZO UNIPERSONALE S.R.L. DETERMINAZIONE DELL AMMINISTRATORE UNICO N 6/14 Cortina d Ampezzo, 10 aprile 2014 OGGETTO: INDIRIZZI IN MATERIA DI POLITICHE ASSUNZIONALI E DI GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E - Art.1 OggettO ed ambito di applicazione - Art.2 Definizioni - Art.3 OrariO e sosta dei veicoli riservata al

Dettagli

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo Ricavi a 204,7 milioni di Euro (206,6 milioni di Euro nel primo trimestre ) Margine operativo lordo a 24,2

Dettagli

BUSINESS PLAN 2015-2017 RELAZIONE SUGLI INVESTIMENTI 2015

BUSINESS PLAN 2015-2017 RELAZIONE SUGLI INVESTIMENTI 2015 BUSINESS PLAN 2015-2017 RELAZIONE SUGLI INVESTIMENTI 2015 FIORANO GESTIONI PATRIMONIALI S.r.l. a socio unico Sede legale PIAZZA CIRO MENOTTI, 1 Fiorano Modenese (MO) Codice fiscale e Partita Iva 03024730362

Dettagli