ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Approvvigionamenti Logistica e Gestione Patrimonio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Approvvigionamenti Logistica e Gestione Patrimonio"

Transcript

1 ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Approvvigionamenti Logistica e Gestione Patrimonio CAPITOLATO TECNICO APPALTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE, COMPRENSIVO DI ASSISTENZA TECNICA E DI FORNITURA DEL MATERIALE DI CONSUMO, DI DURATA TRIENNALE DELLE APPARECCHIATURE FOTOCOPIATRICI DI PROPRIETA DELLE STRUTTURE CENTRALI E PERIFERICHE DELL INPS **** Via Ciro il Grande, Roma tel fax C.F P.IVA

2 Indice 1. Normativa di riferimento Oggetto dell appalto e durata del contratto Estensione o riduzione del servizio Organizzazione e Caratteristiche dei servizi Accesso alle fotocopiatrici Documentazione e regolare esecuzione del servizio Deposito cauzionale definitivo Divieto di cessione del contratto e del credito Canone e revisione periodica del prezzo Penali Pagamento della fattura Controversie Riservatezza Ufficio competente Allegato A Ripartizione territoriale

3 1. Normativa di riferimento L appalto è regolato, oltre che dal presente Capitolato tecnico, dagli atti e dalla normativa presente e futura in materia. A titolo esemplificativo si indicano: Bando di gara; Disciplinare di gara; Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445; Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196; Regolamento per l amministrazione e la contabilità dell INPS, approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione dell Istituto n. 172 del 18 maggio 2005; Restante normativa richiamata nei successivi articoli. 2. Oggetto dell appalto e durata del contratto L oggetto dell appalto è il servizio di manutenzione, comprensivo di assistenza tecnica e di fornitura del materiale di consumo, secondo la formula tutto incluso, di seguito all-in (abbreviazione dall inglese all inclusive), di durata triennale delle apparecchiature fotocopiatrici di proprietà delle Strutture centrali e periferiche dell INPS. L appalto è suddiviso in 7 lotti. Lotto 1 n. 137 Fotocopiatrici Kyocera Mita, di cui n. 50 mod. 4035, n. 83 mod. 5035, n. 4 mod Lotto 2 N. 44 fotocopiatrici Panasonic mod Lotto 3 N. 39 fotocopiatrici Canon di cui n. 37 mod. CLC 3200 e n. 2 IR3530. Lotto 4 N. 3 Fotocopiatrici Xerox di cui: n. 1 mod. Docutech 5091, n. 1 mod. Docutech 6135 Digipath e n. 1 mod. Docucolor

4 Lotto 5 N. 6 Fotocopiatrici Ricoh di cui: n. 1 mod. Aficio 850, n. 1 mod. Aficio 270, n. 1 mod. Aficio 550, n. 2 mod. Aficio 3224C. Lotto 6 N. 15 Fotocopiatrici Nashuatec di cui: n. 5 mod. D425, n. 6 D4105. Lotto 7 N. 7 Fotocopiatrici Danka Infotec, di cui: n. 4 mod. IS2090, n. 2 mod. IS2105, n. 1 Image 70CP. Per la ripartizione territoriale si rinvia all allegato A del presente capitolato. Per formula all-in, si intende che sono interamente comprese nel servizio le prestazioni di manutenzione ed assistenza tecnica, la fornitura dei relativi materiali di consumo (toner, tamburo, ecc. con la sola eccezione della carta) nelle quantità necessarie alla fotocopiatura del numero di copie previsto per ogni apparecchiatura dettagliatamente indicate nell art. 4, il ritiro e lo smaltimento dei materiali di risulta (toner, developer, ecc.), il servizio di sostituzione, il servizio di trasloco delle fotocopiatrici, come prescritti nei successivi articoli del presente Capitolato. La durata del servizio è fissato in 36 mesi decorrenti presuntivamente dal 1 febbraio 2008 al 31 gennaio 2011 o, comunque, dal primo giorno del mese successivo alla stipula del contratto, non rinnovabile. La proroga è ammessa nei limiti strettamente previsti a norma di legge. Il contratto potrà essere risolto in presenza di misure restrittive di finanza pubblica, nonché in presenza di revisioni organizzative derivanti dall applicazione di provvedimenti in materia di riordino della previdenza pubblica. Alla scadenza dell appalto, anche nel caso di contratto anticipatamente risolto, le apparecchiature dovranno essere lasciate in perfetto stato di funzionamento. In caso contrario, ferma restando l applicazione delle penali di cui al successivo art. 9, l Amministrazione avrà il diritto di trattenere, sulla cauzione e/o sugli eventuali crediti dell impresa, le somme che riterrà necessarie per ritenere in efficienza le macchine. 3. Estensione o riduzione del servizio 4

5 L Istituto si riserva la facoltà con preavviso di trenta giorni, di procedere alla diminuzione del numero delle apparecchiature fotocopiatrici, oggetto del servizio di manutenzione. L esercizio di tale facoltà non comporta a carico dell Istituto obblighi risarcitori di sorta, né a titolo di lucro cessante, né a titolo di danno emergente, né a titolo di spese già sostenute, salvo il pagamento del servizio effettivamente prestato. Il preavviso di trenta giorni per la riduzione di uno o più fotocopiatrici oggetto del servizio di manutenzione resta abolito nel caso di furto o distruzione degli stessi. È inoltre facoltà dell INPS variare la dislocazione delle apparecchiature soggette a manutenzione nell ambito dei locali adibiti ad uffici della Direzione generale e delle Direzioni periferiche interessate, senza che da ciò derivino diritti di sorta per l aggiudicatario. Nel corso di esecuzione del contratto l INPS potrà incrementare il numero delle apparecchiature in manutenzione della medesima casa di produzione nel limite massimo del 20% dell importo contrattuale, dandone comunicazione scritta con indicazione della data di inizio del servizio, fermo restando che il canone decorrerà dal primo giorno successivo a quello effettivo di servizio. Ove l'inizio del servizio coincida con il primo giorno del mese il canone sarà riconosciuto da tale data. In caso di immissione di fotoriproduttori di analoga tecnologia e/o tipologia il canone per ciascuno di essi e le altre condizioni di contratto restano invariati. In caso di immissione di fotoriproduttori di diversa tecnologia e/o tipologia il canone per ciascuno di essi sarà determinato con le procedure previste in materia di contratti pubblici dalla normativa vigente. Ove nel corso della durata contrattuale le apparecchiature fotocopiatrici soggette a manutenzione dovessero subire modifiche migliorative della consistenza e/o della funzionalità, si applica quanto previsto nel precedente paragrafo. Le eventuali contrattazioni di cui sopra non comportano novazione del rapporto, né nuovo contratto ma mera disciplina di aspetti già previsti nel 5

6 contratto originario e si pongono, pertanto, quali integrazioni del contratto stesso relativamente a suoi aspetti non essenziali. 4. Organizzazione e Caratteristiche dei servizi I servizi descritti nel presente articolo sono prestati dal soggetto aggiudicatario a fronte del corrispettivo onnicomprensivo offerto. I servizi descritti nei paragrafi successivi sono prestati dal soggetto aggiudicatario contestualmente al servizio di manutenzione delle macchine fotocopiatrici. Norme generali A seguito della comunicazione di aggiudicazione definitiva del servizio in questione, il soggetto aggiudicatario dovrà individuare un responsabile generale dei servizi ( Responsabile Generale del Servizio ), che sarà responsabile a livello nazionale delle prestazioni e dei livelli del servizio oggetto dell appalto. Tale responsabile dovrà monitorare l andamento dei livelli di servizio di manutenzione nell arco del periodo di validità del contratto e dovrà essere in grado di porre in atto tutte le azioni necessarie per garantire il rispetto delle prestazioni richieste. Il soggetto aggiudicatario dovrà rendere note le generalità del Responsabile dei servizi alla Direzione Centrale Approvvigionamenti, Logistica e Gestione Patrimonio, la quale provvederà a darne comunicazione alle Strutture interessate dal servizio. Per tutte le attività connesse con la gestione del servizio di manutenzione, il soggetto aggiudicatario ha facoltà di mettere a disposizione un apposito Call Center che funzioni da centro di ricezione e gestione delle richieste di intervento. Gli orari del Call Center per la ricezione delle chiamate mediante operatore dovranno essere dalle ore 8:30 alle ore 17:30 di tutti i giorni dell anno, senza soluzione di continuità, esclusi sabato, domenica e festivi. Tale Call Center avrà un numero telefonico ed un numero di fax dedicati alla gestione dei seguenti servizi: 6

7 richieste di manutenzione ed assistenza tecnica; richieste di materiali di consumo; richieste di ritiro e smaltimento di fotocopiatrici usate e/o dei materiali di risulta. Le richieste per l esecuzione dei servizi sopra citati dovranno essere inoltrate a mezzo fax al Call Center e verranno contraddistinte da un numero progressivo identificativo. I termini di erogazione dei servizi decorreranno dalla data e dall ora di avvenuta trasmissione del fax, quale risultante dalla ricevuta del fax dell Istituto. Dal computo per la decorrenza dei termini di erogazione vanno esclusi i giorni festivi ed il sabato. In alternativa il soggetto aggiudicatario dovrà mettere a disposizione dell Istituto un apposito elenco articolato per Regione dei centri di assistenza a cui le Sedi potranno rivolgere le richieste di intervento. In tale elenco dovranno figurare i recapiti dei centri di assistenza tecnica diretta ed indiretta completi di nominativi e di numeri di telefono e di fax a cui riferirsi per la gestione delle richieste di intervento. Per i centri di assistenza tecnica indiretta il soggetto aggiudicatario si impegna a garantire il livello di servizio prescritto nel presente Capitolato anche a fronte di eventuali cessazioni dei contratti di licenza. I servizi previsti dal presente Capitolato potranno essere richiesti dall Istituto, telefonando ai centri di assistenza, nell ambito degli orari stabiliti precedentemente, formalizzando tale richiesta a mezzo fax. Manutenzione ed Assistenza Il soggetto aggiudicatario dovrà mantenere in perfetto stato di funzionamento le apparecchiature oggetto del servizio, provvedendo a fornire per ciascuna di esse e su richiesta dell Istituto, l assistenza tecnica e la manutenzione, ovvero porre in essere ogni attività necessaria per il buon funzionamento e per la risoluzione dei malfunzionamenti delle apparecchiature guaste. 7

8 Per malfunzionamento dell apparecchiatura si intende ogni difformità di funzionamento del prodotto in relazione a quanto previsto nella documentazione tecnica e manualistica d uso. Il soggetto aggiudicatario è obbligato ad intervenire sul posto per rimuovere i malfunzionamenti entro il termine massimo di 48 (quarantotto) ore solari - esclusi sabato, domenica e festivi successive alla richiesta di intervento inoltrata con le modalità sopra descritte. In particolare il soggetto aggiudicatario assume l obbligo di eseguire, totalmente a sue spese ed a sua cura, le seguenti prestazioni nei riguardi di ciascuna apparecchiatura: a) eliminazione di ogni e qualsiasi guasto purché non dipendente da cause accidentali (cadute, incendi, alluvioni) o ad incuria da parte dell amministrazione; b) sostituzione con pezzi originali e nuovi di fabbrica di qualsiasi congegno, parte od elemento che presenti rotture e logorii che comunque diminuiscano il rendimento dell apparecchiatura fotocopiatrice; c) verifica generale delle prestazioni della macchina, calibratura, rimozione della polvere e dei detriti all interno dell apparecchiatura, lubrificazione completa di tutti gli organi della fotocopiatrice, ripristino della nitidezza dei caratteri. Tali prestazioni hanno carattere periodico trimestrale. Gli interventi sub a) e sub b) devono essere effettuate entro il termine di 48 ore di cui sopra. Nel caso in cui l entità dei lavori da eseguire non consenta di ripristinare l operatività dell apparecchiatura nel termine di 96 (novantasei) ore successive alla richiesta di intervento, il soggetto aggiudicatario dovrà provvedere alla sua sostituzione, gratuitamente per il tempo occorrente la riparazione e comunque nei limiti della durata contrattuale, con altra di sua proprietà in perfetto stato di funzionamento, capace di fornire prestazioni analoghe a quelle della fotocopiatrice da riparare. 8

9 Detta sostituzione dovrà avvenire entro 10 (dieci) giorni esclusi sabato, domenica e festivi dalla scadenza del termine di ripristino dell operatività dell apparecchiatura. Le richieste di riparazione saranno formulate dall Ufficio destinatario dell intervento. Tutte le prestazioni dovranno essere di regola eseguite nei locali degli Uffici ai quali le apparecchiature sono assegnate. Potrà essere, tuttavia, permesso il loro trasporto presso i centri di assistenza del soggetto aggiudicatario, qualora ciò sia ritenuto indispensabile previa autorizzazione dell Istituto, fermo restando l obbligo di sostituzione gratuita come disciplinata nei paragrafi precedenti. Il soggetto aggiudicatario è tenuto a segnalare i nominativi del personale addetto all esecuzione delle prestazioni di cui al presente appalto, mediante apposito elenco da aggiornare preventivamente in caso di variazioni, ai responsabili degli Uffici competenti, i quali provvederanno a trasmetterli agli uffici presso i quali le fotocopiatrici sono in uso. Il soggetto aggiudicatario si obbliga ad osservare ed a far osservare dai propri dipendenti le disposizioni di ordine interno che venissero comunicate dai rispettivi uffici. Fornitura materiali di consumo Nel corrispettivo si intendono compresi i materiali di consumo - quali toner, tamburo, punti metallici per la funzione pinzatura, ad esclusione della sola carta - necessari per la produzione dei quantitativi medi di copie e di stampe riferiti ai singoli modelli di macchine indicati nei singoli lotti come da prospetto che si riporta sotto. Lotto Modello apparecchiatura Volumi medi annui 1 KM4035 KM5035 KM Panasonic Canon CLC bianco e nero 9

10 colori Canon IR Xerox Docutech 5091 Xerox Docutech 6135 Digipath Xerox Docucolor Ricoh Aficio 850 Ricoh Aficio 270 Ricoh Aficio 550 Ricoh AFICIO 3224 C 6 Nashuatec mod. D425 Nashuatec D Danka Infotec mod. IS2090 Danka Infotec mod. IS2105 Danka Image 70CP bianco e nero (A4) (A3) colore; b/n bianco e nero colori b/n colore Sarà cura del soggetto aggiudicatario vigilare anche affinché presso i locali dell Amministrazione sia sempre presente una dotazione toner di scorta. Le richieste di fornitura di materiali di consumo dovranno essere inoltrati a mezzo fax al Call Center eventualmente costituito o ai Centri di assistenza tecnica e dovranno comunque essere soddisfatte entro 48 (quarantotto) ore solari dalla richiesta, esclusi sabato, domenica e festivi. Trasloco fotocopiatrici e ritiro e smaltimento materiale di risulta Il soggetto aggiudicatario dovrà fornire, su richiesta dell Istituto, un servizio di trasloco delle fotocopiatrici di proprietà dell Istituto medesimo nell ambito provinciale. Detto servizio si compone della disinstallazione, eventuale smontaggio di parti della fotocopiatrice, trasferimento alla destinazione indicata dall INPS, consegna al piano, reinstallazione con tutte le eventuali operazioni necessarie alla ripresa della funzionalità dell apparecchiatura. 10

11 Il soggetto aggiudicatario è responsabile per i danni arrecati all apparecchiatura nell esecuzione del servizio. Il corrispettivo per tale servizio è da intendersi compreso in quello del servizio manutentivo. Il servizio dovrà essere erogato entro e non oltre 20 (venti) giorni solari dal momento della richiesta. Il soggetto aggiudicatario dovrà, inoltre, prestare ogni attività necessaria e connessa al ritiro periodico, da concordare con l Amministrazione Contraente, ed allo smaltimento di tutti i materiali di risulta, ovvero dei materiali di consumo usati, inclusi il toner ed eventuali parti di ricambio delle apparecchiature oggetto del presente Capitolato. Il corrispettivo per tale servizio è da intendersi compreso nel canone trimestrale. Il servizio dovrà essere erogato entro e non oltre 10 (dieci) giorni solari dal momento della richiesta. Il soggetto aggiudicatario dovrà farsi carico di ogni attività connessa al ritiro periodico (con modalità da concordare con l Istituto) ed allo smaltimento di tutti i materiali di consumo usati, inclusi i toner ed eventuali parti di ricambio delle apparecchiature. A tal fine è richiesto il possesso, da parte dell esecutore del servizio, dei requisiti previsti dal D.Lgs. 5 febbraio 1997, n.22 e successive modifiche. Tutti i servizi del presente paragrafo sono subappaltabili a norma di legge. Ulteriori servizi L INPS potrà chiedere al soggetto aggiudicatario i seguenti ulteriori servizi: a) prestazione di servizi in relazione a traslochi delle macchine tra diverse province e regioni, l aggiunta o la rimozione di accessori, unità collegate o ad altri dispositivi; b) riparazioni di guasti dovuti alla mancata fornitura o al mancato funzionamento di adeguati impianti di energia elettrica; 11

12 c) riparazione di guasti per cause accidentali (calamità, trasferimenti, atti di vandalismo, furto, rapina, modifiche improprie effettuate dal committente o da terzi). d) software per l assistenza tecnica da remoto limitatamente alle apparecchiature configurate in rete o suscettibili di esserlo. e) ritiro e smaltimento delle apparecchiature di proprietà dell Istituto obsolete dichiarate fuori uso. Il soggetto aggiudicatario si impegna ad effettuare i servizi di cui alle lettere a), b) ed e) alle tariffe comunicate nell offerta. Il servizio di trasloco delle macchine tra diverse province e regioni è subappaltabile a norma di legge. Per quanto attiene agli interventi di cui alla lettera c) eventuali parti di ricambio saranno fatturate nei limiti di prezzo delle case produttrici. Il servizio mediante sistemi di diagnosi da remoto di cui alla lettera d) dovrà essere reso mediante software che deve essere in grado di: - Monitorare via browser le apparecchiature fotocopiatrici; comunicare delle apparecchiature collegate a server RDS o RDS agent, tramite TCP/IP ed il protocollo previsto per le apparecchiature oggetto del servizio, e da questi al server centrale del soggetto aggiudicatario tramite invio di messaggi e mail strutturate e tramite il protocollo HTTPS; - Generare automaticamente segnalazioni, in caso di guasti, inceppamenti frequenti, necessità di assistenza tecnica, con dettagliate informazioni riguardo all usura delle parti meccaniche; - Rilevare la lettura dei contatori di fine mese ed inviarle automaticamente al fornitore, per l accurata fatturazione; - Richiedere in maniera automatica il toner e gestire le scorte minime di magazzino; - Gestire un portale Internet dedicato per la visualizzazione dello stato delle fotocopiatrici, stato scorte toner, report contatori, statistiche; - generare chiamata del tecnico, in automatico, per effettuare manutenzione preventiva grazie a controllo dello stato di usura delle parti di ricambio, mediante invio di . 12

13 Il canone per il servizio di diagnosi da remoto dovrà essere formulato nell offerta economica. Per quanto concerne il servizio di ritiro delle fotocopiatrici obsolete di cui alla lettera e), è richiesto il possesso, da parte dell esecutore del servizio, dei requisiti previsti dal D.Lgs. 5 febbraio 1997, n.22 e successive modifiche. Le eventuali contrattazioni di cui sopra non comportano novazione del rapporto, né nuovo contratto ma mera disciplina di aspetti già previsti nel contratto originario e si pongono, pertanto, quali integrazioni del contratto stesso relativamente a suoi aspetti non essenziali. 5. Accesso alle fotocopiatrici Nel rispetto delle proprie norme di sicurezza, l Istituto darà libero accesso ai locali dove sono ubicate le apparecchiature fotocopiatrici per l esecuzione dei servizi previsti dal presente Capitolato. Il personale addetto al servizio, munito di documento identificativo, dovrà essere di gradimento dell Istituto che si impegna ad accettarlo, slavo seri motivi di opposizione. 6. Documentazione e regolare esecuzione del servizio Per ogni intervento dovrà essere redatto apposito rapporto di lavoro, sottoscritto da un incaricato del soggetto aggiudicatario, nel quale dovranno essere registrati: estremi del contratto di appalto, il tipo ed il modello dell apparecchiatura completo di matricola, l ora ed il giorno della richiesta dell intervento, l ora ed il giorno di intervento, l oggetto dell intervento (parti di ricambio sostituite e ritirate, quantità e tipologia dei materiali di consumo consegnati o ripristinati, quantità e tipologia dei materiali di risulta ritirati, ecc.) l ora ed il giorno dell avvenuto ripristino (o del termine intervento). 13

14 Nel rapporto dovranno, altresì, essere evidenziati il numero di copie effettuate rispetto alla precedente rilevazione e l ubicazione della fotocopiatrice oggetto dell intervento. Detti rapporti di lavoro, redatti in duplice copia, dovranno essere timbrati e firmati, per conferma, da un funzionario dell ufficio dell Istituto presso cui sono stati effettuati gli interventi. Una copia dei rapporti di lavoro dovrà essere trattenuta dall ufficio destinatario dell intervento e, limitatamente ai casi in cui ne ricorrano le condizioni per l addebito delle penali, trasmessa all ufficio competente alla gestione del contratto di cui al successivo art. 13 che ne terrà conto in occasione del pagamento delle fatture ai fini dell applicazione di eventuali penali per ritardata esecuzione. L ufficio competente alla gestione del contratto provvederà a verificare la regolare esecuzione del servizio, mediante apposito certificato sottoscritto dal funzionario INPS incaricato. 7. Deposito cauzionale definitivo Si rinvia a quanto prescritto all art. 11 del disciplinare di gara. 8. Divieto di cessione del contratto e del credito E' vietata qualunque cessione di tutto o di parte del presente contratto di appalto, sotto pena di risoluzione del contratto stesso e di perdita del deposito cauzionale definitivo, salva ogni azione per il risarcimento di qualsiasi conseguente danno. I provvedimenti suddetti saranno adottati dall'inps con semplice provvedimento amministrativo, senza bisogno di messa in mora né di pronuncia giudiziale. In deroga all articolo 1260 C.C., non è ammessa qualunque cessione del credito derivante dalle prestazioni di cui al presente Capitolato tecnico. 14

15 9. Canone e revisione periodica del prezzo Il canone da corrispondere per il servizio oggetto del presente appalto è determinato al netto di IVA, su base trimestrale, fermi rimanendo eventuali ratei da computare su base mensile. Il canone è immodificabile nel primo anno di validità del contratto di appalto e sarà oggetto di revisione nel secondo anno nella misura determinata dalla differenza percentuale in aumento o in diminuzione ricavata dai parametri di cui ai commi successivi. Il canone sarà soggetto a revisione annuale in occasione della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana degli elenchi dei prezzi di mercato rilevati dall ISTAT dei principali beni e servizi acquisiti dalle amministrazioni aggiudicatrici, ai sensi dell art. 7, commi 4 e 5, del D.Lgs. n. 163/2006. In assenza di tali elenchi, si farà riferimento al parametro delle variazioni dei prezzi stimati sui consumi di famiglie di operai ed impiegati (indice F.O.I.) pubblicato sempre dall ISTAT. 10. Penali Per ogni ora lavorativa di ritardo intendendo per ore lavorative quelle comprese tra le 8:30 e le 18:30 di tutti i giorni, esclusi il sabato, la domenica ed i festivi - non imputabile all Istituto ovvero a forza maggiore o caso fortuito, rispetto ai termini stabiliti nel presente Capitolato: nell intervento per l eliminazione di ogni e qualsiasi guasto purché non dipendente da cause accidentali (cadute, incendi, alluvioni) o ad incuria da parte dell amministrazione; nell intervento per la sostituzione con pezzi originali e nuovi di fabbrica di qualsiasi congegno, parte od elemento che presenti rotture e logorii che comunque diminuiscano il rendimento dell apparecchiatura fotocopiatrice; nella consegna del materiale di consumo (ad esclusione della carta); per il ripristino della funzionalità; 15

16 il soggetto aggiudicatario sarà tenuto a corrispondere all Istituto una penale pari allo 1% del canone trimestrale, fatto salvo il risarcimento del maggior danno. Per ogni giorno lavorativo di ritardo intendendo per giorno lavorativo tutti i giorni, esclusi il sabato, la domenica ed i festivi - non imputabile all Istituto ovvero a forza maggiore o caso fortuito, rispetto ai termini stabiliti nel presente Capitolato: nel trasloco delle fotocopiatrici; nel ritiro e smaltimento del materiali di risulta; nel ritiro e smaltimento dell usato; per la sostituzione della macchina fotocopiatrice in riparazione; il soggetto aggiudicatario resterà assoggettato al pagamento delle penali, calcolate sul canone trimestrale di appalto, di seguito distinte: 0,30% dal 1 al 10 giorno; 0,35% dall 11 al 30 giorno (termine massimo). L'Istituto, tuttavia, fermo restando che per i giorni e le ore di ritardo trovano comunque applicazione le suddette penali, si riserva la facoltà di risolvere il contratto sin dalla scadenza del termine contrattuale sopra richiamato. Nel caso di risoluzione del contratto, l'istituto, senza bisogno di messa in mora, procederà all'incameramento a titolo di penale - del deposito cauzionale definitivo di cui all art. 7, salvo il maggior danno. L Istituto potrà compensare i crediti derivanti dall applicazione delle penali con quanto dovuto al soggetto aggiudicatario a qualsiasi titolo, quindi anche con i corrispettivi maturati, ovvero, in difetto, avvalersi della cauzione di cui all art. 7 od alle eventuali altre garanzie rilasciate dal soggetto aggiudicatario, senza bisogno di diffida, ulteriore accertamento o procedimento giudiziario. L applicazione delle penali avverrà sino alla concorrenza della misura massima pari al 10% (dieci per cento) del valore contrattuale complessivo; in ogni caso, l applicazione delle penali previste dal presente articolo non 16

17 preclude il diritto dell Istituto a richiedere il risarcimento degli eventuali maggior danni ovvero a risolvere il contratto. La richiesta e/o il pagamento delle penali non esonera in nessun caso il soggetto aggiudicatario dall adempimento dell obbligazione per la quale si è reso inadempiente e che ha fatto sorgere l obbligo di pagamento della medesima penale. 11. Pagamento della fattura Il canone trimestrale del servizio manutentivo delle macchine fotocopiatrici viene corrisposto in via posticipata. Il pagamento delle fatture sarà effettuato dall ufficio competente dopo l accertamento della regolare esecuzione del servizio. Con riferimento al costo delle copie eccedenti i quantitativi ricompresi nel canone, il relativo corrispettivo sarà fatturato in unica soluzione a conguaglio da computare al termine del periodo contrattuale di appalto sull intero parco apparecchiature fotocopiatrici costituente il lotto. Pertanto, qualora se ne verifichino le condizioni, il numero delle copie aggiuntive effettuate potrà essere compensato, a livello regionale in primo riscontro o a livello nazionale in secondo riscontro, dalle copie non effettuate ricomprese nel canone contrattuale complessivo. Le fatture trimestrali relative al servizio di manutenzione dovranno essere indirizzate alla Sede centrale e alle Sedi regionali, i cui recapiti saranno indicati nel contratto. La stessa dovrà, tra l altro, riportare: gli estremi del contratto di appalto; le Strutture destinatarie del servizio; gli estremi delle coordinate bancarie per l effettuazione del bonifico, completi dell indicazione del CIN In caso di R.T.I. le fatture saranno emesse da una sola delle imprese raggruppate a questo espressamente delegata. 17

18 Il pagamento della fattura sarà effettuato dopo l accertamento della regolare esecuzione dell appalto e successivamente all approvazione del collaudo da parte del competente Organo dell Istituto, previa acquisizione del documento Unico di Regolarità Contributiva. Qualora la ditta aggiudicataria risulti debitrice dell INPS per contributi previdenziali e relativi accessori, in corso di esecuzione della fornitura, il pagamento della medesima sarà subordinato alla regolarizzazione del debito stesso, in ogni caso per il tramite della Sede INPS competente. E fatto salvo, comunque, in caso di mancata regolarizzazione, il diritto dell Istituto di trattenere sulle somme dovute alla ditta fornitrice gli importi corrispondenti ai contributi omessi ed ai relativi accessori. In caso di irregolarità nei confronti dell INAIL, il pagamento della fattura avverrà subordinatamente alla regolarizzazione del debito contributivo. Il pagamento della fattura è, infine, subordinato agli accertamenti di cui all art. 48 bis del DPR 29 settembre 1973 n. 602 ed ai suoi provvedimenti attuativi. 12. Controversie Per tutte le controversie relative alla presente gara è competente il Foro di Roma. 13. Riservatezza Si rinvia all art. 13, comma 4, del Disciplinare di gara. 14. Ufficio competente L ufficio competente alla gestione del presente contratto di appalto è la Direzione Centrale Approvvigionamenti, Logistica e Gestione Patrimonio per il complesso di apparecchiature, ciascuna per ogni singolo lotto, assegnato agli uffici della Sede centrale dell INPS in Roma e le Direzioni regionali per il complesso di apparecchiature, ciascuna per ogni singolo lotto, assegnato agli uffici periferici di propria competenza territoriale. 18

19 Allegato A Ripartizione territoriale Lotto 1 Fotocopiatrici Kyocera Mita 19

20 20

21 21

22 Lotto 2 Fotocopiatrici Panasonic 22

23 Lotto 3 Fotocopiatrici Canon 23

24 Lotto 4 Fotocopiatrici Xerox 24

25 Lotto 5 Fotocopiatrici Ricoh 25

26 Lotto 6 Fotocopiatrici Nashuatec 26

27 Lotto 7 Fotocopiatrici Infotec 27

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 Decreto n. 85708 del 24 ottobre 2014 del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze per il prolungamento

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli