Pioneer Fondi Italia. Parte III del Prospetto Completo - Altre informazioni sull investimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pioneer Fondi Italia. Parte III del Prospetto Completo - Altre informazioni sull investimento"

Transcript

1 Pioneer Fondi Italia Parte III del Prospetto Completo - Altre informazioni sull investimento La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta Data di deposito in Consob della Parte III: 30 aprile Data di validità della Parte III: dal 2 maggio Sistema Pioneer Fondi Italia Pioneer Azionario Crescita Pioneer Azionario Valore Europa a Pioneer Azionario Europa Pioneer Azionario America Pioneer Azionario Area Pacifico Pioneer Azionario Paesi Emergenti Pioneer Obbligazionario Più a Pioneer Euro Governativo Breve Termine Pioneer Euro Governativo Medio Termine a Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico a Pioneer Obbligazionario Euro a Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a Pioneer Obbligazionario Globale High Yield a Pioneer Obbligazionario Corporate America a Pioneer Target Controllo

2

3 A) Informazioni generali 1) La SGR Pioneer Investment Management SGRpA, iscritta al n. 70 dell'albo delle Società di Gestione del Risparmio tenuto dalla Banca d'italia (provvedimento autorizzativo di Banca d'italia del 23 ottobre 1998), è stata costituita il 4 dicembre 1987 con atto del notaio Gian Paolo Guidobono Cavalchini n / Milano ed appartiene al Gruppo Bancario UniCredit - iscritto con il numero all'albo dei Gruppi Bancari tenuto dalla Banca d'italia. Ha sede sociale in Milano, Galleria San Carlo, 6. Il capitale sociale pari a Euro , sottoscritto e interamente versato, è detenuto per il 100% da Pioneer Global Asset Management S.p.A., Milano. La durata della Società è fissata al 31/12/2050 e l'esercizio sociale chiude il 31 dicembre di ogni anno. Le attività effettivamente svolte dalla SGR sono le seguenti: la prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio realizzata attraverso: - la promozione, istituzione e organizzazione di Fondi comuni d'investimento e l'amministrazione dei rapporti con i partecipanti; - la gestione del patrimonio di OICR, di propria o altrui istituzione, mediante l'investimento avente ad oggetto strumenti finanziari, crediti o altri beni mobili o immobili; la prestazione del servizio di gestione di portafogli; la gestione, in regime di delega, di Fondi pensione aperti o chiusi italiani di altrui istituzione; l'istituzione e la gestione di Fondi pensione; la prestazione del servizio di gestione in regime di delega conferita da soggetti che prestano il servizio di gestione di portafogli italiani ed esteri; la prestazione del servizio di gestione in regime di delega conferita da organismi collettivi del risparmio italiani ed esteri; la commercializzazione di quote di OICR di propria o altrui istituzione; lo svolgimento di attività di consulenza in materia di investimenti in strumenti finanziari. Organo Amministrativo La Società di Gestione è amministrata da un Consiglio di Amministrazione, in carica sino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2011, così composto: Giordano Lombardo - Presidente Nato a Milano il 15 dicembre Laureato in Economia all'università Bocconi. È Global Chief Investment Officer di Pioneer e ricopre le seguenti cariche: Presidente di Pioneer Investment Management SGRpA (Milano), Pioneer Alternative Investment Management SGRpA (Milano), Pioneer Investment Management Ltd. (Dublino), Pioneer Alternative Investment Management Ltd. (Dublino), Vice Presidente del Supervisory Board di Pioneer Investment Austria GmbH (Vienna), nonché membro del Consiglio di Amministrazione di Pioneer Investment Management Inc. (Boston, USA) e di Capital Italia Société a Capital Variable (Lussemburgo). È Direttore Centrale di UniCredit S.p.A. Sandro Pierri - Amministratore Delegato Nato il 18 aprile 1964 a Cuorgnè (TO). Laureato in Economia presso l'università di Torino. È Amministratore Delegato di Pioneer Alternative Investment Management SGRpA (Milano), Pioneer Investment Management SGRpA (Milano), Presidente del Consiglio di Amministrazione di Pioneer Global Investments Ltd (Dublino), Membro del Consiglio di Amministrazione di Pioneer Alternative Investment Management (Bermuda) Ltd (Bermuda) e di Capital Italia Société a Capital Variable Lussemburgo nonché membro del Supervisory Board di Pioneer Investments Kapitalanlagegesellschaft mbh (Germany).. Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III- 1 di 14

4 Franco Bruni - Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione con la qualifica di Amministratore Indipendente Nato il 12 aprile 1948 a Milano. Professore ordinario di Teoria e politica monetaria internazionale presso l'università Bocconi. È stato direttore dell'istituto di Economia Politica "Ettore Bocconi" dal 1994 al Ha diretto il Giornale degli economisti e annali di economia e partecipa al Centro di Economia Monetaria e Finanziaria "Paolo Baffi". È stato coordinatore del Master in International Economics and Management presso la SDA Bocconi. È Vice presidente e Direttore scientifico dell'ispi - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale di Palazzo Clerici, Milano. È membro dello European Shadow Financial Regulatory Committee. Ha collaborato a gruppi di studio sul sistema creditizio in sede ministeriale e parlamentare. È stato visiting professor in diverse università. Angelo Cardani - Amministratore Indipendente Nato il 26 luglio 1949 a Milano. Professore associato di Economia politica presso l'università Bocconi e Direttore del BIEM (Bachelor degree in International Economics and Management). Dal 1995 al 1999, è stato Membro del Gabinetto del Commissario europeo Mario Monti responsabile per il mercato interno, i servizi finanziari e la tassazione e dal 1999 al 2004, Capo di Gabinetto aggiunto del Commissario Monti responsabile per la politica della concorrenza. È stato, inoltre, Direttore Generale e membro del Consiglio di Amministrazione dell'international Management Institute of St. Petersburg (IMISP), docente di Economia politica presso la SDA Bocconi, Visiting fellow, National Bureau of Economic Research, New York e Visiting assistant professor of Economics, New York University, NY. Dal 1992 al 1995 è stato consulente dell'united Nations Development Programme per lo sviluppo manageriale dell'est Europa. È inoltre Amministratore Indipendente di Pioneer Global Asset Management S,p.A. Matteo Germano - Amministratore Nato il 21 ottobre 1968 a Genova. Laureato in Economia e Commercio. Ricopre la carica di Responsabile Globale Multi Asset del Conglomerato Pioneer Investments. È Vice-Presidente del Supervisory Board di Pioneer Investments Kapitalanlagegesellschäft mbh (Monaco), Membro del Supervisory Board di Pioneer Investments Austria GmbH (Vienna) e menmbro del Global Investment Committee Organo di Controllo Il Collegio Sindacale, in carica sino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2011, è così composto: Paolo Colombo - Presidente Nato il 29 gennaio 1963 a Monza (MI). Laureato in Economia e Commercio, iscritto all'albo dei Dottori Commercialisti ed al Registro dei Revisori Contabili. Ricopre la carica di Sindaco Effettivo di Pioneer Alternative Investment Management SGRpA (Milano), nonché in altre società operanti nei settori industriale, finanziario e immobiliare. Michele Paolillo -Sindaco Effettivo Nato a Milano il 16 maggio Laureato in Economia e Commercio, iscritto all'albo dei Dottori Commercialisti ed al Registro dei Revisori Contabili. È Sindaco supplente della Società Pioneer Alternative Investment Management SGRpA (Milano) e ricopre la carica di Sindaco Effettivo presso altre società operanti nei settori finanziario e manifatturiero. Marzio Duilio Rubagotti Sindaco Effettivo Nato a Brescia il 21 Maggio di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

5 Laureato in Economia e Commercio, iscritto all'albo dei Dottori Commercialisti ed al Registro dei Revisori Contabili. Ricopre la carica di Sindaco Effettivo presso altre società operanti nei settori finanziario e società commerciali. Renato Zanotti - Sindaco Supplente Nato a Bologna il 12 agosto Laureato in Economia e Commercio. Esercita la libera professione di Dottore Commercialista. Ricopre la carica di Presidente del Collegio Sindacale di Unicredit Global Information Services S.p.A. - Milano e di MEDIOINVEST S.r.l.. Elisabetta Vassallo - Sindaco Supplente Nata a Ceva (CN) il 12 aprile Laureata in Economia e Commercio, iscritta all'albo dei Dottori Commercialisti ed al Registro dei Revisori Contabili. Esercita la libera professione di Dottore Commercialista. Ricopre la carica di Sindaco presso società operanti nel settore industriale. Funzioni aziendali affidate a terzi in outsourcing Le funzioni aziendali affidate in outsourcing e i soggetti esterni cui è conferito l'incarico sono di seguito indicati: 1. l'attività di contabilità clienti (cd. transfer agency) per tutti i Fondi istituti e gestiti dalla SGR, alla Banca Depositaria; 2. la rendicontazione e le segnalazioni di vigilanza per tutti i Fondi istituti e gestiti dalla SGR, alla Banca Depositaria; 3. il calcolo del valore della quota dei Fondi pensione istituiti e gestiti dalla SGR, alla Banca Depositaria; 4. l'attività di pricing unit per il servizio di gestione di portafogli a Banca Depositaria; 5. l'auditing interno a UniCredit Audit SCpA; 6. la gestione amministrativa degli aderenti ai Fondi Pensione Aperti a Société Générale Securities Services S.p.A.; 7. l'archiviazione e il trattamento della documentazione cartacea a SITA S.p.A.; 8. la gestione/amministrazione del trattamento economico del personale a UniCredit SCpA; 9. i servizi informatici, la gestione acquisti e la gestione della sicurezza a UniCredit Business Integrated Solutions SCpA. Funzioni Direttive Direttore Generale dal 2010 della Società di Gestione è la Sig.ra Cinzia Tagliabue, nata a Milano l'11 novembre La Sig.ra Tagliabue, che dal 2009 ricopre il ruolo di Vice Direttore Generale di PIM, è stata Responsabile della Divisione Clientela Istituzionale e dal luglio del 2008 ha assunto il ruolo di Head of Sales & Distribution per il mercato italiano sia per i canali di gruppo che Wholesale. Soggetti preposti alle effettive scelte di investimento Delega di gestione Il Sig. Davide Cataldo, nato a Piacenza l'8 febbraio 1968, ricopre la carica di Responsabile dell'unità Organizzativa "Investments" della Società di Gestione ed è la persona preposta alle scelte di investimento, nel rispetto delle indicazioni formulate dal Consiglio di Amministrazione. Dal mese di Gennaio 2004 è Vice Direttore Generale della Società. Dopo aver conseguito la laurea nel 1992 presso l'università Commerciale Luigi Bocconi di Milano, ha lavorato per sei mesi come broker per Banca Profilo S.p.A. prima di entrare in GestiCredit SGRpA in qualità di gestore di portafogli obbligazionari. Nel 1998, ha iniziato la sua collaborazione con Pioneer Investments come gestore obbligazionario globale prima di passare alla direzione del team obbligazionari europei ed internazionali nel settembre del A giugno del 2001, ha assunto la carica di responsabile di tutto il team del reddito fisso. Nel mese di marzo 2002 è stato nominato Responsabile Investimenti di Pioneer Investment Management SGRpA. La Società di Gestione ha conferito delega gestionale a: Pioneer Investment Management Ltd. con sede in 1, George's Quay Plaza, George's Quay, Dublin 2, Irlanda società di diritto Irlandese, appartenente al Gruppo Bancario Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 3 di 14

6 UniCredit, che svolge professionalmente attività di consulenza e gestione di portafogli per i seguenti Fondi: Pioneer Azionario Crescita, Pioneer Azionario Valore Europa a, Pioneer Azionario Europa, Pioneer Azionario Area Pacifico, Pioneer Azionario Paesi Emergenti, Pioneer Euro Governativo Breve Termine, Pioneer Euro Governativo Medio Termine a, Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a, Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico a, Pioneer Obbligazionario Euro a e Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a ; Pioneer Investment Management Inc., 60 State Street, Boston - Massachusetts - USA, società di diritto statunitense, appartenente al Gruppo Bancario UniCredit, che gestisce Fondi comuni, per i seguenti Fondi: Pioneer Azionario America; Pioneer Obbligazionario Corporate America a e Pioneer Obbligazionerio Corporate Globale Alto Rendimento a. Altri Fondi istituiti da Pioneer Investment Management SGRpA Oltre ai Fondi appartenenti al sistema Pioneer Fondi Italia, la SGR gestisce il Fondo "Pioneer Liquidità Euro", nonché i Fondi appartenenti al Sistema UniCredit Soluzione Fondi. La Società di Gestione ha inoltre istituito e gestisce il Fondo Pensione Aperto a Contribuzione Definita UniCredit Previdenza. Per le offerte relative ai sopra indicati Fondi comuni di investimento è stato pubblicato distinto Prospetto d'offerta. 2) I Fondi Il Fondo comune d'investimento è un patrimonio collettivo costituito dalle somme versate da una pluralità di partecipanti ed investite in strumenti finanziari. Ciascun partecipante detiene un numero di quote, tutte di uguale valore e con uguali diritti, proporzionale all'importo che ha versato a titolo di sottoscrizione. Il patrimonio del Fondo costituisce patrimonio autonomo e separato da quello della SGR e dal patrimonio dei singoli partecipanti, nonché da quello di ogni altro patrimonio gestito dalla medesima SGR. Il Fondo è "mobiliare" poiché il suo patrimonio è investito esclusivamente in strumenti finanziari. È "aperto" in quanto il risparmiatore può ad ogni data di valorizzazione della quota sottoscrivere quote del Fondo oppure richiedere il rimborso parziale o totale di quelle già sottoscritte. I Fondi appartenenti al sistema Pioneer Fondi Italia sono i seguenti: Fondo Pioneer Azionario Crescita Pioneer Azionario Valore Europa a Pioneer Azionario Europa Pioneer Azionario America Pioneer Azionario Area Pacifico Pioneer Azionario Paesi Emergenti Pioneer Obbligazionario Più a Distribuzione Pioneer Euro Governativo Breve Termine Pioneer Euro Governativo Medio Termine a Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico a Pioneer Obbligazionario Euro a Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a Pioneer Obbligazionario Globale High Yield a Pioneer Obbligazionario Corporate America a Pioneer Target Controllo Categoria Assogestioni Azionario Italia Azionario Europa Azionario Europa Azionario America Azionario Pacifico Azionario Paesi Emergenti Obbligazionario Misto Obbligazionario Euro Governativo Breve Termine Obbligazionario Euro Governativo Medio/Lungo Termine Obbligazionario Euro Corporate Investment Grade Obbligazionario Altre Specializzazioni Obbligazionario Paesi Emergenti Obbligazionario Altre Specializzazioni Obbligazionario Internazionale High Yield Obbligazionario Misto Flessibile 4 di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

7 Caratteristiche dei Fondi Denominazione Data di istituzione Pioneer Azionario Crescita Pioneer Azionario Valore Europa a Pioneer Azionario Europa Pioneer Azionario America Pioneer Azionario Area Pacifico Pioneer Azionario Paesi Emergenti Pioneer Obbligazionario Più a Pioneer Euro Governativo Breve Termine Pioneer Euro Governativo Medio Termine a Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico a Pioneer Obbligazionario Euro a Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a Pioneer Obbligazionario Globale High Yield a Pioneer Obbligazionario Corporate America a Pioneer Target Controllo Data di approvazione Banca d'italia Inizio operatività Variazioni intervenute sulla politica di investimento seguita e delle sostituzioni operate con riferimento ai Soggetti incaricati della gestione negli ultimi due anni Data dell'ultima variazione intervenuta sul Regolamento di gestione del Fondo Provevedimento di Autorizzazione di Banca di Italia 11/07/ /07/ /03/ /03/2012 Approvazione 03/03/ /04/ /10/ /03/2012 Approvazione 19/06/ /04/ /05/ /03/2012 Approvazione 03/03/ /04/ /04/ /03/2012 Approvazione 17/12/ /03/ /10/ /03/2012 Approvazione 27/02/ /09/ /09/ /03/2012 Approvazione 02/04/ /06/ /04/ /03/2012 Approvazione 31/07/ /09/ /01/ /03/2012 Approvazione 09/03/ /04/ /05/ /03/2012 Approvazione 12/06/2003 (CdA di Unicredit Fondi SGRpA) e 23/06/2003 (CdA di PIM SGRpA) 21/08/ /09/ /03/2012 Approvazione 02/12/ /05/ /10/ /03/2012 Approvazione 26/08/ /10/ /04/ /03/2012 Approvazione 19/12/ /01/ /02/ /03/2012 Approvazione 09/03/ /04/ /05/ /03/2012 Approvazione 09/03/ /04/ /05/ /03/2012 Approvazione 14/11/ /01/ /05/ /03/2012 Approvazione Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 5 di 14

8 Caratteristiche specifiche dei benchmark I Benchmark adottati sono i seguenti: Fondo Benchmark Pioneer Azionario Crescita 100% COMIT Performance R 10/40 Pioneer Azionario Valore Europa a 100% MSCI Europe Pioneer Azionario Europa 100% MSCI Europe Pioneer Azionario America 100% MSCI North America Pioneer Azionario Area Pacifico 100% MSCI AC Asia Pacific Free Pioneer Azionario Paesi Emergenti 100% MSCI Emerging Markets Free Pioneer Obbligazionario Più a 60% JPM EMU Bond 1-3 anni 30% JPM Global Bond 10% MSCI Europe Pioneer Euro Governativo Breve Termine 50% MTS BOT lordo 50% JPM EMU Bond 1-3 anni Pioneer Euro Governativo Medio Termine a 100% JPM GBI Emu Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico 100% Ethical Index Euro Corporate Bond a Pioneer Obbligazionario Euro a 100% Barclays Capital Euro Aggregate Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a 50% JPM EMBI Global Diversified composite USD 40% JPM EMBI Global Diversified composite USD convertito in Euro al tasso WM 10% MTS BOT lordo Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a 100% Barclays Capital Euro Aggregate Italian Issuers Pioneer Obbligazionario Globale High Yield a 100% BofA Merrill Lynch Global High Yield And Emerging Markets Plus Pioneer Obbligazionario Corporate America a 100% BofA Merrill Lynch US Corporate Master Tutti gli indici sono espressi in Euro. Gli indici azionari MSCI e gli indici obbligazionari JP Morgan e Merrill Lynch sono pubblicati in dollari US; nell'ambito dei singoli Fondi tali indici vengono convertiti da dollaro US ad Euro al tasso di cambio WM / Reuters. I tassi di cambio WM / Reuters sono rilevati alle ore di Londra, sono disponibili con frequenza giornaliera e vengono pubblicati dai maggiori data provider (Bloomberg, Bridge Information Systems, FT Interactive Data (IDC), Moneyline Telerate International, Nomura Research Institute, NTT Data Financial, Reuters, Telekurs Financial, Thomson Financial (Datastream), Valuelink Information Services, WM Company internet website (Ticker identificativo su Datastream EUDOLLR). Il ribilanciamento viene effettuato con una frequenza giornaliera. Comit Performance R 10/40 L'indice è elaborato quotidianamente a fine seduta e rappresenta l'andamento dei titoli azionari quotati sul Mercato Telematico Azionario (MTA) rilevati ai prezzi di riferimento. Nel paniere che compone l'indice la quota delle azioni della medesima Società non deve avere un peso superiore al 10% e la somma dei pesi delle quote delle Società la cui percentuale è maggiore del 5 % non deve superare il 40%. L'indice è utilizzato nella versione comprensiva dei dividendi lordi ed è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream (Ticker identificativo su Bloomberg ITSM40PR). MTS BOT lordo L'indice è elaborato quotidianamente dalla società MTS Analysis S.p.A. e rappresenta l'andamento di tutti i Buoni Ordinari del Tesoro Italiani e quotati al Mercato telematico dei Titoli di Stato (MTS). Il valore dell'indice tiene conto della variazione dei prezzi dei titoli rilevati su tale circuito, valorizzati in base al prezzo medio ponderato riportato quotidianamente sui listini MTS. La ponderazione dell'indice è fondata sulla capitalizzazione: ciascun titolo è pesato in base alla relativa quantità in circolazione. La 6 di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

9 revisione del paniere dei titoli avviene all'atto della valorizzazione dell'indice stesso. Base dell'indice: 31/12/1987. Al 31 dicembre 2010 la duration era 0,25 anni. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream (Ticker identificativo su Bloomberg ITGCBOTG). Morgan Stanley Capital International (MSCI) Europe L'indice MSCI Europe - Total Return Net Dividend è elaborato quotidianamente dalla società Morgan Stanley Capital International e rappresenta l'andamento dei mercati azionari industrializzati dei paesi europei (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Gran Bretagna). L'indice è utilizzato nella versione comprensiva dei dividendi netti espressi in dollari, successivamente convertiti in Euro in base ai tassi di cambio WMR. È costituito dalla media ponderata (in base alla capitalizzazione ed al flottante di mercato) delle variazioni dei titoli azionari europei selezionati tenendo conto sia di criteri di liquidità e rappresentatività settoriale sia di criteri volti ad evitare le partecipazioni incrociate consentendo di rappresentare al meglio l'andamento complessivo dei singoli mercati e quindi dell'intero aggregato in esame. La composizione dell'indice viene aggiornata ogni tre mesi. Base dell'indice: 31/12/1969. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream ed è pubblicato direttamente dalla Morgan Stanley Capital International (Ticker identificativo su Bloomberg NDDUE15). Morgan Stanley Capital International (MSCI) North America L'indice MSCI North America - Total Return Net Dividend è elaborato quotidianamente dalla società Morgan Stanley Capital International e rappresenta l'andamento dei titoli azionari dei paesi dell'area nord americana (USA e Canada) con un obiettivo di copertura dell'85% della capitalizzazione di mercato. L'indice è utilizzato nella versione comprensiva dei dividendi netti espressi in dollari, successivamente convertiti in Euro in base ai tassi di cambio WMR. È costituito dalla media ponderata (in base alla capitalizzazione ed al flottante di mercato) delle variazioni dei titoli azionari selezionati tenendo conto sia di criteri di liquidità e rappresentatività settoriale sia di criteri volti ad evitare le partecipazioni incrociate consentendo di rappresentare al meglio l'andamento complessivo dei singoli mercati e quindi dell'intero aggregato in esame. La composizione dell'indice viene aggiornata ogni tre mesi. Base dell'indice: 31/12/1969. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream ed è pubblicato direttamente dalla Morgan Stanley Capital International (Ticker identificativo su Bloomberg NDDUNA). Morgan Stanley Capital International (MSCI) Emerging Markets Free L'indice MSCI Emerging Markets Free Index - Total Return Net Dividend è elaborato quotidianamente dalla società Morgan Stanley Capital International e rappresenta l'andamento dei titoli azionari dei Paesi Emergenti (Argentina, Brasile, Chile, Cina, Colombia, Repubblica Ceca, Egitto, Ungheria, India, Indonesia, Israele, Giordania, Corea, Malesia, Messico, Marocco, Pakistan, Perù, Filippine, Polonia, Russia, Sud Africa, Taiwan, Thailandia, Turchia, Venezuela). L'indice comprende unicamente i titoli liberamente negoziabili senza alcun vincolo ("free") anche da parte di operatori esteri. L'indice è utilizzato nella versione comprensiva dei dividendi netti espressi in dollari statunitensi e successivamente convertiti in Euro in base ai tassi di cambio WMR. È costituito dalla media ponderata (in base alla capitalizzazione di mercato ed al flottante) delle variazioni dei titoli azionari selezionati tenendo conto sia di criteri di liquidità e rappresentatività settoriale sia di criteri volti ad evitare le partecipazioni incrociate consentendo di rappresentare al meglio l'andamento complessivo dei singoli mercati e quindi dell'intero aggregato in esame. La composizione dell'indice viene aggiornata ogni tre mesi. Base dell'indice: 29/12/2000. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream ed è pubblicato direttamente dalla Morgan Stanley Capital International (Ticker identificativo su Bloomberg NDUEEGF). Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 7 di 14

10 Morgan Stanley Capital International (MSCI) AC Asia Pacific Free L'indice MSCI AC Asia Pacific Free - Total Return Net Dividend rappresenta l'andamento dei titoli azionari nei paesi dell'area Pacifico e dell'estremo Oriente (Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Hong Kong, Singapore, Cina, Corea, Taiwan, Malesia, Indonesia, Thailandia, Filippine). L'indice comprende unicamente i titoli liberamente negoziabili senza alcun vincolo ("free") anche da parte di operatori esteri. L'indice è convertito da dollaro US ad euro al tasso di cambio WM / Reuters, con dividendi reinvestiti (al netto della tassazione). È disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream ed è pubblicato direttamente dalla Morgan Stanley Capital International (Ticker identificativo su Bloomberg NDUEACAP). J.P. Morgan (JPM) EMU Bond 1-3 anni L'indice rappresenta il rendimento dei titoli a reddito fisso con scadenza (maturity) compresa tra 1 e 3 anni trattati nei mercati di "Government Bond" dei Paesi sviluppati dell'area Euro. È calcolato sulla base dei prezzi lordi (corso secco più interessi maturati) e presume che la cedola ricevuta in una determinata valuta sia immediatamente reinvestita in titoli della stessa valuta. L'indice è costruito con criteri di ammissibilità dei titoli basati sulla liquidità (outstanding). È disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Reuters e Bloomberg (Ticker identificativo su Bloomberg JNEU1R3). J.P. Morgan (JPM) Global Bond L'indice è elaborato quotidianamente dalla società J.P. Morgan & Co. Inc. e rappresenta l'andamento dei Titoli di Stato a tasso fisso, investibili e scambiati con regolarità, emessi dai principali paesi industrializzati (Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone, Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Svezia, Danimarca). La vita residua dei titoli in paniere deve essere superiore ai 12 mesi. Il valore dell'indice tiene conto delle variazioni dei prezzi e dei ratei dei titoli inclusi. Le cedole pagate sono immediatamente reinvestite nel mercato di riferimento e le valorizzazioni dei titoli in valuta è effettuata in base ai tassi di cambio forniti da WM Company. La versione in dollari dell'indice è successivamente convertita in euro utilizzando i cambi WMR. Al 31 dicembre 2010 la duration era 6,45 anni. Il paniere di titoli componenti l'indice viene aggiornato il primo giorno lavorativo di ogni mese. Base dell'indice: 31/12/1985. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream ed è pubblicato direttamente dalla Morgan Stanley Capital International (Ticker identificativo su Bloomberg JPMGGLBL). J. P. Morgan (JPM) GBI Emu L indice rappresenta il rendimento dei titoli a reddito fisso trattati nei mercati di Government Bond dei Paesi sviluppati dell area Euro. È calcolato sulla base dei prezzi lordi (corso secco più interessi maturati) e presume che la cedola ricevuta in una determinata valuta sia immediatamente reinvestita in titoli della stessa valuta. L indice è costruito con criteri di ammissibilità dei titoli basati sulla liquidità (outstanding). È disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream (Ticker identificativo su Bloomberg JPMGEMLC) Barclays Capital Euro Aggregate L'indice rappresenta l'andamento di titoli obbligazionari denominati in Euro emessi da enti governativi, sopranazionali e da società con rating "Investment Grade". Tra gli emittenti sono inclusi anche enti "quasi-governativi", ossia enti non governativi ma coperti da garanzia emessa da uno stato sovrano. Dal paniere che costituisce l'indice sono esclusi emissioni di controvalore inferiore ai 300 mln di Euro. I prezzi utilizzati per la valorizzazione dell'indice sono quelli di chiusura dei mercati comprensivi di rateo maturato. L'indice è disponibile giornalmente sulle banche dati 8 di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

11 internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream (Ticker identificativo su Bloomberg LBEATREU). Barcleys Capital Euro Aggragate Italian Issuers L indice rappresenta l andamento di titoli obbligazionari denominati in Euro emessi da enti governativi o societari avente sede in Italia. Tra gli emittenti sono inclusi anche enti quasigovernativi, ossia enti non governativi ma coperti da garanzia emessa da uno stato sovrano. Dal paniere che costituisce l indice sono esclusi emissioni di controvalore inferiore ai 300 mln di Euro. I prezzi utilizzati per la valorizzazione dell indice sono quelli di chiusura dei mercati comprensivi di rateo maturato. L indice è disponibile giornalmente sulla banca dati internazionali Bloomberg e sul sito della società Barclays Capitale (www.barcap.com) e su quello della Società di Gestione (www.pioneerinvestments.it). (Ticker identificativo su Bloomberg LEI2TREU). Bank of America (BofA) Merrill Lynch Global High Yield And Emerging Markets Plus L'indice rappresenta la performance dei titoli obbligazionari globali aventi un rating inferiore o al limite della categoria investment grade denominati nelle valute dei principali mercati sviluppati. I titoli corporate high yield devono avere un rating (basato sulla media di Moody s, S&P e Fitch) all interno della categoria "sub investment grade. I titoli devono avere almeno un anno di vita residua, un piano di cedole fisse ed un nozionale complessivo di almeno 100 mln/usd, 100 mln/, 50 mln/gbp o 100 mln/cad. Gli emittenti governativi devono avere, per le emissioni di lungo periodo in valuta, un rating (basato sulla media di Moody s, S&P e Fitch) pari a BBB1 o inferiore. I titoli devono avere almeno un anno di vita residua, un piano di cedole fisse o variabili ed un nozionale complessivo di almeno 250 mln/usd o 250 mln/. I titoli di emittenti quasi-governativi di Paesi Emergenti devono essere di Paesi aventi, per le emissioni di lungo periodo in valuta, un rating (basato sulla media di Moody s, S&P e Fitch) pari a BBB1 o inferiore. In aggiunta, ai titoli deve essere assegnato un rating da Moody s, S&P o Fitch. I titoli devono avere almeno un anno di vita residua, un piano di cedole fisse o variabili ed un nozionale complessivo di almeno 100 mln/usd o 100 mln/ per i titoli sub investment grade e di almeno 250 mln/usd o 250 mln/ per i titoli investment grade. L'indice è ribilanciato con cadenza mensile l'ultimo giorno di calendario. (Ticket identificativo su Bloomberg HA00). Bank of America (BofA) Merrill Lynch US Corporate Master L'indice rappresenta la performance dei titoli obbligazionari corporate denominati in Dollari USA appartenenti alla categoria "investment grade", emessi pubblicamente sul mercato statunitense. I titoli appartenenti all'indice devono avere almeno un anno di vita residua, un piano di cedole fisse ed un nozionale complessivo di almeno 250 mln/usd. L'indice è ribilanciato con cadenza mensile l'ultimo giorno di calendario del mese. (Ticker identificativo su Bloomberg C0A0). Ethical Index Euro Corporate Bond L'indice è elaborato quotidianamente dalla società E. Capital Partners e rappresenta l'andamento delle obbligazioni corporate emesse in euro da società che hanno passato l'ethical Screening Process elaborato da E. Capital Partners e che hanno un rating minimo Baa3 (Moody's) o BBB- (S&P). L'indice esprime il rendimento complessivo comprensivo degli interessi maturati e sull'assunzione che le cedole staccate siano reinvestite negli stessi titoli che fanno parte dell'indice stesso. La vita residua delle obbligazioni deve essere maggiore di un anno e le singole emissioni devono avere un ammontare minimo di 500 milioni di Euro La ponderazione dell'indice è fondata sulla capitalizzazione di mercato. Al 31 dicembre 2010 la duration era di 4 anni. La revisione del paniere dei titoli avviene ogni due mesi. Base dell'indice: 29/12/2000. È disponibile con frequenza giornaliera e viene pubblicato dai maggiori data provider Bloomberg, Reuters (Ticker identificativo su Bloomberg ECAPECB). Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 9 di 14

12 J.P. Morgan (JPM) EMBI Global Diversified composite USD L'indice è elaborato quotidianamente dalla società J.P. Morgan & Co. Inc. e rappresenta l'andamento dei titoli obbligazionari di Paesi in via di Sviluppo denominati in dollari US (brady bonds, traded loans, eurobonds e titoli di debito domestici). Il peso di ciascun paese all'interno dell'indice non può superare una determinata percentuale. La vita residua delle obbligazioni deve essere maggiore o uguale a 2,5 anni. Le singole emissioni devono avere un ammontare minimo di 500 milioni di dollari US. Il valore dell'indice tiene conto delle variazioni dei prezzi e dei ratei dei titoli inclusi. Le cedole pagate sono immediatamente reinvestite nel mercato di riferimento e le valorizzazioni dei titoli in valuta è effettuata in base ai tassi di cambio forniti da WMCompany. Al 31 dicembre 2010 la duration era 6,95 anni. Il paniere di titoli componenti l'indice viene aggiornato ogni mese. Base dell'indice: 31/12/1993. L'indice è disponibile con frequenza giornaliera sulle banche dati internazionali Bloomberg, Reuters e Datastream (Ticker identificativo su Bloomberg JPGCCOMP). Per il Fondo Pioneer Target Controllo, in relazione allo stile di gestione adottato (stile flessibile) non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di gestione adottata, ma è possibile individuare una misura di rischio alternativa. Fondo Misura di rischio Valore Pioneer Target Controllo Value at Risk (VAR), orizzonte temporale 1 mese, intervallo di -2% confidenza 99% 3) Le classi di quote Per tutti i Fondi disciplinati dal presente Prospetto sono previste due classi di quote, definite quote di Classe A e quote di Classe B, che si differenziano per il regime commissionale applicato e per le modalità di partecipazione, in relazione alle quali si rinvia alla Parte I del presente Prospetto Completo. 4) I soggetti che procedono al collocamento Il collocamento delle quote dei Fondi avviene, oltre che da parte della SGR che opera presso la propria sede sociale, anche attraverso tecniche di comunicazione a distanza descritte nel successivo punto 8, anche da parte dei soggetti indicati nell'allegato 1, denominato "elenco dei soggetti collocatori", al presente documento. 5) La Banca Depositaria Société Générale Securities Services S.p.A. con sede legale e Direzione Generale in via Benigno Crespi, 19/A - MAC 2, Milano è la Banca Depositaria. Alla Banca Depositaria è, inoltre, attribuito il compito di calcolare il valore delle quote dei Fondi comuni di investimento mobiliari e dei Fondi pensione aperti istituiti e gestiti dalla SGR. I partecipanti possono richiedere l'emissione e la consegna dei certificati di partecipazione ai Fondi agli sportelli di UniCredit S.p.A. 6) La Società di revisione La revisione della contabilità e il giudizio sui rendiconti dei Fondi nonché la revisione della contabilità e il giudizio sul bilancio di esercizio della Società di Gestione sono effettuati dalla società KPMG S.p.A., con sede in via Vittor Pisani, Milano. L'incarico alla Società di revisione sopraddetta è stato conferito per gli esercizi relativi al periodo , con delibera dell'assemblea della SGR tenutasi in data 19 aprile Per quanto attiene la revisione e il giudizio dei singoli rendiconti dei Fondi, è stato stabilito un onorario, di seguito indicato, in funzione dell impegno in ore per ogni singolo Fondo: Nome Fondo Ore stimate Onorari Pioneer Azione Crescita Pioneer Azionario Valore Europa a Pioneer Azionario Europa Pioneer Azionario America di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

13 Pioneer Azionario Area Pacifico Pioneer Azionario Paesi Emergenti Pioneer Obbligazionario Più a Pioneer Euro Governativo Breve Termine Pioneer Obbligazionario Euro Corporate Etico a Pioneer Obbligazionario Euro a Pioneer Obbligazionario Paesi Emergenti a Pioneer Target Controllo Per quanto attiene alla revisione contabile dei nuovi Fondi Pioneer Obbligazionario Sistema Italia a, Pioneer Euro Governativo Medio Termine a, Pioneer Obbligazionario Globale High Yield a e Pioneer Obbligazionario Corporate America a è stato stabilito un onorario definito sulla base delle masse rilevate alla fine del trimestre precedente al quale il rendiconto della gestione assoggettato a revisione si riferisce, secondo la tabella di seguito riportata: Masse al 31 marzo e al 30 settembre Ore stimate Onorari Da 0 a 99 mln di euro Da 100 a 499 mln di euro Da 500 a mln di euro Uguale o superiore a 2 mln di euro Tali oneri non comprendono le spese vive sostenute in relazione all'incarico ricevuto e l'iva. Per i summenzionati Fondi, nel caso di rendiconti infrannuali redatti in forma semplificata, si applicheranno i seguenti parametri: Masse al 31 marzo e al 30 settembre Ore stimate Onorari Da 0 a 99 mln di euro Da 100 a 499 mln di euro Da 500 a mln di euro Uguale o superiore a 2 mln di euro Tali oneri non comprendono le spese vive sostenute in relazione all'incarico ricevuto e l'iva. Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 11 di 14

14 B) Tecniche di gestione dei rischi 7) Tecniche adottate per la gestione dei rischi di portafoglio del Fondo in relazione agli obiettivi e alla politica di investimento Nell'ambito della gestione finanziaria, assume rilevanza la funzione del Risk Management che ha il compito di verificare che i portafogli siano in linea con le strategie di investimento stabilite dal Comitato Esecutivo della SGR. Per i Fondi diversi dai Flessibili, tali strategie vengono definite in termini di: tracking error (tev) ex ante del portafoglio. Inoltre viene indicato qual è la parte di massima contribuzione a tale dato che deriva dalla componente non caratteristica. Ad esempio, per un Fondo governativo il massimo di contributo al tracking error che può derivare dai corporate bonds. Le asset class per le quali viene decomposto il rischio sono le seguenti: equity, bond governativi, bond corporate, currency; rating medio di portafoglio per la componente obbligazionaria. Per i Fondi Flessibili il Comitato Esecutivo definisce le strategie di investimento in termini di Value at Risk di ciascun portafoglio. Tali limiti vengono stabiliti in coerenza con quanto previsto dal Regolamento dei Fondi in materia di valori massimi e di orizzonte temporale. La funzione Risk Management verificherà giornalmente il rispetto delle strategie di investimento così definite, mediante l'utilizzo di appositi applicativi. Le analisi sono effettuate con cadenza giornaliera. Nel caso vengano rilevati degli scostamenti dei valori così calcolati rispetto ai limiti prefissati, la funzione Risk Management procederà a darne comunicazione alle funzioni competenti. La funzione Risk Management informa il Comitato Esecutivo degli esiti dei controlli effettuati e delle azioni poste in essere per rientrare nei limiti stabiliti. Per quanto attiene ai rischi relativi all'utilizzo dei prodotti derivati, la funzione Risk Management monitora l'incidenza che tali strumenti determinano sul rischio complessivo del portafoglio e ne dà informativa al Comitato Esecutivo. Per quanto attiene al rischio controparte, la funzione Risk Management calcola, con riferimento all'utilizzo dei derivati otc, l'esposizione verso le controparti utilizzate e ne da informativa al Comitato Esecutivo. 12 di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

15 C) Procedure di sottoscrizione,rimborso e conversione 8) La sottoscrizione e il rimborso delle quote 7.1 Sottoscrizione e rimborso mediante tecniche di comunicazione a distanza La sottoscrizione delle quote può essere effettuata direttamente dal sottoscrittore anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet), nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti. A tal fine la SGR e/o i soggetti collocatori possono attivare servizi "on line" che, previa identificazione dell'investitore e rilascio di password o codice identificativo, consentano allo stesso di impartire richieste di acquisto via Internet in condizioni di piena consapevolezza. La descrizione delle specifiche procedure da seguire è riportata nei siti operativi. Nei medesimi siti sono riportate le informazioni che devono essere fornite al consumatore prima della conclusione del contratto, ai sensi dell'art. 67-undecies del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n I soggetti che hanno attivato servizi "on line" per effettuare le operazioni di acquisto mediante tecniche di comunicazione a distanza sono indicati nell'allegato 1, denominato "elenco soggetti collocatori", al presente documento. Gli investimenti successivi, le operazioni di passaggio tra Fondi e le richieste di rimborso possono essere effettuati - oltre che mediante Internet - tramite il servizio di banca telefonica ove attivato. A tali operazioni non si applica la sospensiva di sette giorni prevista per un eventuale ripensamento da parte dell'investitore. Il solo mezzo di pagamento utilizzabile per la sottoscrizione mediante tecniche di comunicazione a distanza è il bonifico bancario. L'utilizzo di Internet non grava sui tempi di esecuzione delle operazioni di investimento ai fini della valorizzazione delle quote emesse. In ogni caso, le disposizioni inoltrate in un giorno non lavorativo, si considerano ricevute il primo giorno lavorativo successivo. L'utilizzo di Internet o del servizio di banca telefonica non comporta variazioni degli oneri indicati al paragrafo 14 della Parte I del Prospetto d'offerta. Sussistono procedure di controllo delle modalità di sottoscrizione, di rimborso e di conversione delle quote, per assicurare la tutela degli interessi dei partecipanti ai Fondi e scoraggiare pratiche abusive. La lettera di conferma dell'investimento (paragrafo n. 18 della Parte I del Prospetto d'offerta) viene inviata dalla SGR entro il giorno lavorativo successivo a quello di valorizzazione delle quote e contiene: l'ora e la data di ricevimento della domanda di sottoscrizione e del mezzo di pagamento, l'importo lordo versato e quello netto investito, l'ammontare delle commissioni e delle spese, il Fondo sottoscritto, il numero delle quote attribuite, il loro valore unitario e la data di riferimento. Analoghe informazioni sono contenute nella lettera di conferma dell'avvenuto rimborso (paragrafo n. 19 della Parte I del Prospetto d'offerta). Per i Piani di Accumulazione la lettera di conferma è inviata in occasione del versamento iniziale e successivamente è inviata con cadenza trimestrale, solo nei trimestri in cui sono effettuati i versamenti. Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III - 13 di 14

16 D) Regime fiscale 9) Il regime fiscale Sui redditi di capitale derivanti dalla partecipazione al Fondo è applicata una ritenuta del 20 per cento. La ritenuta si applica sui proventi distribuiti in costanza di partecipazione al Fondo e su quelli compresi nella differenza tra il valore di rimborso, di liquidazione o di cessione delle quote e il costo medio ponderato di sottoscrizione o acquisto delle quote medesime determinati sulla base dei valori rilevati dai prospetti periodici alle predette date, al netto del 37,5 per cento dei proventi riferibili alle obbligazioni e agli altri titoli pubblici italiani ed equiparati e alle obbligazioni emesse dagli Stati esteri che consentono un adeguato scambio di informazioni. I proventi riferibili ai predetti titoli pubblici italiani e esteri sono determinati in proporzione alla percentuale media dell'attivo investita direttamente, o indirettamente per il tramite di altri organismi di investimento (italiani ed esteri comunitari armonizzati e non armonizzati soggetti a vigilanza istituiti in Stati UE e SEE inclusi nella white list), nei titoli medesimi. La percentuale media, applicabile in ciascun semestre solare, è rilevata sulla base degli ultimi due prospetti, semestrali o annuali, redatti entro il semestre solare anteriore alla data di dei proventi, di riscatto, cessione o liquidazione delle quote ovvero, nel caso in cui entro il predetto semestre ne sia stato redatto uno solo sulla base di tale prospetto. A tali fini, la SGR fornirà le indicazioni utili circa la percentuale media applicabile in ciascun semestre solare. Tra le operazioni di rimborso sono comprese anche quelle realizzate mediante conversione delle quote da un comparto ad altro comparto del medesimo Fondo. La ritenuta è applicata anche nell'ipotesi di trasferimento delle quote a rapporti di custodia, amministrazione o gestione intestati a soggetti diversi dagli intestatari dei rapporti di provenienza, salvo che il trasferimento sia avvenuto per successione o donazione. La ritenuta è applicata a titolo d'acconto sui proventi percepiti nell'esercizio di attività di impresa commerciale e a titolo d'imposta nei confronti di tutti gli altri soggetti, compresi quelli esenti o esclusi dall'imposta sul reddito delle società. La ritenuta non si applica nel caso in cui i proventi siano percepiti da soggetti esteri che risiedono, ai fini fiscali, in Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni nonché da altri organismi di investimento italiani e da forme pensionistiche complementari istituite in Italia. Nel caso in cui le quote siano detenute da persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività di impresa commerciale, da società semplici e soggetti equiparati nonché da enti non commerciali, sui redditi diversi conseguiti dal Cliente (ossia le perdite derivanti dalla partecipazione al Fondo e le differenze positive e negative rispetto agli incrementi di valore delle quote rilevati in capo al Fondo) si applica il regime del risparmio amministrato di cui all'art. 6 del d.lgs. n. 461 del 1997, che comporta l'adempimento degli obblighi tributari da parte dell'intermediario. È fatta salva la facoltà del Cliente di rinunciare al predetto regime con effetto dalla prima operazione successiva. Le perdite riferibili ai titoli pubblici italiani ed esteri possono essere portate in deduzione dalle plusvalenze e dagli altri redditi diversi per un importo ridotto del 37,5 cento del loro ammontare. Nel caso in cui le quote siano oggetto di donazione o di altro atto di liberalità, l'intero valore delle quote concorre alla formazione dell'imponibile ai fini del calcolo dell'imposta sulle donazioni. Nell'ipotesi in cui le quote siano oggetto di successione ereditaria non concorre alla formazione della base imponibile ai fini dell'imposta di successione la parte di valore delle quote corrispondente al valore dei titoli, comprensivo dei frutti maturati e non riscossi, emessi o garantiti dallo Stato e ad essi assimilati, detenuti dal Fondo alla data di apertura della successione. A tali fini, la SGR fornirà le indicazioni utili circa la composizione del patrimonio del Fondo. 14 di 14 - Pioneer Fondi Italia - Prospetto Completo - Parte III

17

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV )

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) Pagina 1 di 10 EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Modalità di partecipazione:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli