VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO N. 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO N. 2"

Transcript

1 VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO N. 2 Rende, 14 febbraio, 2013 Il Consiglio del Dipartimento di Ingegneria Civile dell Università della Calabria, convocato con nota prot. n. 150 del , si è riunito in seduta ordinaria il giorno 14 febbraio 2013 alle ore presso l Aula PT2 con i seguenti punti all ordine del giorno: 1. Comunicazioni del Direttore 2. Pratiche amministrative 3. Pareri incarichi e supplenze 4. Copertura corsi a.a Questioni Didattiche 6. Pratiche studenti 7. Offerta Didattica a.a Bozza Bilancio Spazi Dipartimento 10. Regolamento Dipartimento 11. Nomina Commissioni Dipartimento 12. Nomina Delegati del Direttore 13. Varie ed Eventuali 14. Questioni relative a persone 15. Provvedimenti Ricercatori 16. Provvedimenti Professori di II Fascia 17. Provvedimenti Professori di I Fascia 18. Ratifica provvedimenti Il Consiglio è così composto: PROFESSORI ORDINARI Pres. Ass. Giust. 1. ALFONSI Giancarlo X 2. BRUNO Domenico X 3. CALOMINO Francesco X 4. DENTE Giovanni X 5. DE SANCTIS Aldo X 6. FESTA Demetrio Carmine X 7. OLIVITO Renato Sante X 8. PIRO Patrizia X 9. SPADEA Giuseppe X 10. VELTRI Massimo X

2 11. VELTRI Paolo X 12. VULCANO Alfonso X PROFESSORI ASSOCIATI Pres. Ass. Giust. 1. ASTARITA Vittorio X 2. CAMPOLONGO Alessandro X 3. CELANI Gabrio X 4. COLOTTI Vincenzo X 5. CONTE Enrico X 6. FALLICO Carmine X 7. FRANCINI Mauro X 8. GAUDIO Roberto X 9. GRECO Fabrizio X 10. GRECO Venanzio Raffaele X 11. LONETTI Paolo X 12. OMBRES Luciano X 13. PRINCIPATO Giancarlo X RICERCATORI Pres. Ass. Giust. 1. ALGIERI Maria Carmela X 2. ARTESE Giuseppe X 3. BENCARDINO Francesco X 4. CAIRO Roberto X 5. CANONACO Brunella X 6. DAVOLI Denise Dolores X 7. DE BARTOLO Samuele X 8. D IPPOLITO Antonino X 9. EBOLI Laura X 10. FERRANTE Aldo Pedro X 11. FIORINI MOROSINI Attilio X 12. FORTUNATO Giuseppe X 13. FREGA Ferdinando X 14. GRECO Laura X 15. GUIDO Giuseppe Piero X 16. LUCENTE Roberta X 17. MAZZA Fabio X 18. MAZZULLA Gabriella X 19. NEVONE BLASI Paolo X 20. PORCO Giacinto X 21. SALVO Francesca X 22. TRONCONE Antonello X 23. VAIANA Rosolino X 24. VIAPIANA Maria Francesca X

3 RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Pres. Ass. Giust. 1. CARBONE Marco X RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI Pres. Ass. Giust. RAPPRESENTANTI PTA Pres. Ass. Giust. Presiede il Consiglio il Direttore, Prof. Paolo Veltri. Verbalizza il segretario, Dott. Enrico Morrone. Il Presidente, constatata la presenza del numero legale, dichiara valida la seduta, a norma dell art. 5.4 dello Statuto. 1 Comunicazioni del Direttore 1.1 Offerta formativa ai fini ECTS_SUA Il Presidente comunica che il Dipartimento di Ingegneria Civile ha quasi completato il caricamento delle informazione relative alla descrizione delle singole attività formative sia in italiano, sia in lingua inglese. Relativamente ai Corsi di Studio, dal momento che buona parte delle informazioni è già disponibile, nei prossimi giorni verrà chiesto all Ateneo di effettuare la traduzione in lingua inglese da parte del CLA in tempi ragionevolmente brevi. 1.2 Posta certificata Il Presidente informa che dal 28/01/2013 è stata attivata una casella PEC per il Dipartimento. 1.3 Piano straordinario Professori II fascia Il Presidente informa che sul sito del MIUR è stato pubblicato il decreto interministeriale 28/12/2012 relativo al piano straordinario per la chiamata di professori universitari di seconda fascia. 1.4 Avvio procedure per l abilitazione scientifica Tornata 2013 Il Presidente informa che con Decreto direttoriale MIUR n. 161 del è stata indetta la tornata 2013 per l abilitazione scientifica Nazionale alla prima e seconda fascia dei professori universitari. 1.5 Assegnisti di ricerca attivi nel Dipartimento

4 Il Presidente informa che l Ateneo ha inviato l elenco degli assegnisti di ricerca attivi al 31/12/2012. Quelli del Dipartimento di Ingegneria Civile sono riportati nella seguente tabella. ASSEGNISTI DI RICERCA DEL DIPARTIMENTO ATTIVI AL Cognome Nome "Vecchio" Resp. Dipartimento / Scientifico Centro ARISTODEMO Francesco DIFESA DEL VELTRI SUOLO Paolo COLUCCI D'ALESSANDRO DE RUGGIERO FERRARI FORCINITI GALLELLI IUELE LAURIA MONGELLI PALERMO PERRELLI Maria Erminia Manuela Myriam Carmen Vincenzo Teresa Agostino Domenico Walter Edvige Annunziata Michele PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DIFESA DEL SUOLO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE RECCHIA Ida STRUTTURE TAFAROJNORUZ ZUCCARELLO ZUPI Alì Francesca Anna Massimo DIFESA DEL SUOLO STRUTTURE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE FRANCINI Mauro CELANI Gabrio SALVO Francesca FRANCINI Mauro MAZZULLA Gabriella VAIANA Rosolino VAINA Rosolino ALFONSI Giancarlo FESTA Demetrio FRANCINI Mauro ARTESE Giuseppe LUCENTE Roberta CALOMINO Francesco OLIVITO Renato Sante CELANI Gabrio "nuovo" Dipartimento / Centro FONDI Data inizio Data Fine POR CAL /11/ /05/2014 Prog. PON M2M 01/04/ /05/2013 Conv. Prov. CS_Prog Monitoraggio 01/01/ /12/2012 PON_M2M 01/07/ /06/2013 PON_M2M 01/05/ /04/2013 DIPARTIMENTO 01/12/ /11/2013 Prog PON M2M 01/03/ /05/2013 PON_M2M 01/05/ /04/2013 DIPARTIMENTO 01/10/ /09/2013 PON_M2M 01/05/ /04/2013 PON_M2M 01/05/ /04/2013 PON_M2M 01/04/ /06/2013 POR CAL POR CAL Prog. Reluis 2010_AIAS 01/09/ /08/ /11/ /10/ /09/ /01/2013 PON_M2M 01/05/ /04/ Convenzione di Ateneo con il Liceo scientifico Fermi di Cosenza Il Presidente comunica che in data 22/01/2012 è stata sottoscritta fra il nostro Ateneo e il Liceo scientifico Fermi di Cosenza una convenzione per l attivazione di attività di tutoring e supporto alla didattica. Chiunque sia interessato, può prenderne visione presso gli uffici della segreteria del nostro Dipartimento. 1.7 Dimissioni del Prof. Aristodemo da presidente del CdS di Ingegneria civile Il Presidente informa che il Rettore, con nota prot. 3710/2013, ha comunicato di avere accettato le dimissioni del Prof. Aristodemo da Presidente del Consiglio di Corso di Laurea e Laurea Magistrale in Ingegneria Civile, ringraziandolo per il lavoro svolto e l impegno profuso con la massima dedizione e competenza. Nella stessa nota, il Rettore si rivolge al direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile chiedendogli di porre in essere quanto necessario per garantire il coordinamento delle attività didattiche dei corsi di studio in oggetto. Il Presidente si associa al ringraziamento del Rettore al collega Aristodemo, le cui doti scientifiche e umane hanno consentito di mantenere elevato il livello delle attività dei corsi di studio che ha presieduto, e si impegna a reggere pro tempore gli stessi consigli, in attesa che possano quanto prima insediarsi le nuove strutture di governo dei corsi di studio.

5 1.8 D.R. di nomina del Prof. Conte a Vicedirettore Con D.R. n. 45 del 15 gennaio 2013, il Prof. Conte è stato nominato Vicedirettore del nostro Dipartimento. 1.9 D.D. di nomina dell Ing. Francesca Ferraro a responsabile dell ARMI Dal 2 gennaio 2013, il nuovo responsabile dell ARMI è l Ing. Francesca Ferraro Decreto MIUR sul dottorato di ricerca Con D.M. del MIUR n. 94 del 08/02/2013, è stato adottato il decreto contenente le modalità di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato di ricerca. E previsto un incontro sull argomento il 21 febbraio alle ore 11,00 presso l University Club, al quale il Direttore vorrebbe partecipassero i Proff. Olivito e Gaudio. Il Prof. Olivito informa che ne era già informato e che parteciperà all incontro unitamente al Prof. Gaudio D.R. di afferenza al Dipartimento dell Ing. Marco Carbone Con D.R. n. 137 del 25/01/2013, l Ing. Marco Carbone è stato assegnato al Dipartimento di ingegneria Civile Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell illegalità nella pubblica amministrazione Il Presidente informa che, con nota rettorale n del 05/02/2013, sono state comunicate le disposizioni contenute nella legge n. 190 del 2012 Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell illegalità nella pubblica amministrazione Corso di formazione per il personale T.A. nel settore ricerca. Il Presidente informa che in data 7 febbraio ha segnalato all Ateneo i nominativi della Dott.ssa Rosaria Fabiano e del Dott. Pierfrancesco Santoro quali partecipanti, per conto del Dipartimento, al corso di formazione per il personale T.A. nel settore ricerca. Il Presidente precisa che a oggi non è ancora pervenuto il decreto di assegnazione al Dipartimento del Sott. Santoro, che sostituirà il Sig. Pantusa, che su sua richiesta e con il parere favorevole del Direttore - verrà trasferito ad altro Dipartimento Bandi per il CdA Il Presidente informa che, con D.R. n. 131 e n. 132 del 25/01/2013, sono stati emanati gli avvisi per le presentazioni delle candidature al CdA dei membri interni ed esterni. Il Direttore ritiene che, potendo esserci delle candidature di colleghi del nostro Dipartimento, è opportuno approfondire nei prossimi giorni quali iniziative intraprendere Verbale di sopralluogo dell Ufficio Prevenzione e Protezione Il Presidente informa che in data 21/01/2013 è pervenuta copia da parte dell Ufficio Prevenzione e Protezione del nostro Ateneo di un verbale di sopralluogo redatto in data 17 gennaio c.a., concernente i locali della sottocentrale a servizio dei cubi 45B e 46B. Il verbale fa seguito a una esplicita richiesta del Prof. Giordano, Direttore del DIATIC, per verificare la presenza di particolato nei locali in questione. Il Direttore informa che ha già incontrato i responsabili e i tecnici dell Ufficio Prevenzione e Protezione e ha dato incarico di predisporre una apposita relazione all Ing. Vaiana, responsabile del laboratori di materiali stradali, che è interessato al problema sollevato. Sulla scorta della relazione che l Ing. Vaiana ha nel frattempo predisposto e consegnato, il Consiglio valuterà come risolvere il problema.

6 1.16 Co-tutela di tesi di dottorato con partner internazionali. Il Presidente informa che, con nota rettorale n del 07/02/2013, il Rettore invita i direttori delle scuole di dottorato e i coordinatori dei corsi di dottorato ad avviare programmi di co-tutela di tesi di dottorato con partner internazionali Bilancio unico Il Presidente informa che, con nota rettorale n del 12/12/2013, sono stati spiegati gli adempimenti del bilancio unico. Il Direttore dà lettura della nota e informa che la stessa è comunque disponibile presso gli uffici del segretario del Dipartimento. 2 Pratiche Amministrative 2.1 MINDS-ON Il Presidente informa il Consiglio di come si stia avviando a conclusione il progetto MINDS-ON. Ricorda che il progetto iniziò ad aprile del 2011, quando le Facoltà furono coinvolte dal Rettore per predisporre in tempi brevissimi un progetto di ammodernamento e revisione multimediale degli strumenti didattici nell ambito del PNS. Le sei Facoltà predisposero un unico progetto per un importo di oltre 36 M, che venne finanziato per 9,0 M. Nel frattempo le Facoltà sono state chiuse e il progetto ha subito profonde trasformazioni, in parte perché alle Facoltà sono subentrati i nuovi dipartimenti, in parte per il ridimensionamento finanziario. L Ateneo si è fatto carico della parte riguardante le aule, lasciando ai singoli dipartimenti la parte progettuale relativa ai laboratori didattici di Dipartimento. Per il nostro Dipartimento hanno collaborato alla revisione del progetto il Prof. Celani e l Ing. Salfi, che fornirono il loro contributo già alla Facoltà all epoca del progetto originario di due anni fa. L importo complessivo del progetto assentito è stato così suddiviso: Importo progetto % infrastrutturazione CLA Quota dei dipartimenti La quota dei dipartimenti è stata suddivisa in base al numero dei docenti. Inizialmente, la quota del nostro Dipartimento era di ,01, pari al 5,99%, che è diventata ora di ,06, pari al 5,97%; ciò in quanto si è proceduto a una lieve rimodulazione delle cifre assegnate, resasi necessaria a seguito dell inserimento di due ricercatori a tempo determinato (afferenti rispettivamente al Dipartimento di Ingegneria per l'ambiente e il Territorio e Ingegneria Chimica e al Dipartimento di Matematica ed Informatica) non considerati nel primo calcolo delle quote. Nei giorni scorsi è stato chiesto a tutti i colleghi del Dipartimento che hanno laboratori didattici di inviare proposte, che sono state esaminate e inserite nel progetto di Dipartimento. Questo è stato trasmesso all Ateneo, che ha così completato il progetto di Ateneo e, in data 13 febbraio, con nota rettorale n. 4752/2013, è stato inviato al Settore Lavori Pubblici della Regione, che dovrà predisporre apposito accordo di programma. Subito dopo la sigla dell Accordo di Programma e della convenzione attuativa, sarà organizzata una riunione per discutere della progettazione definitiva degli interventi. Il progetto del nostro Dipartimento è riportato in Appendice al presente verbale, di cui costituisce parte integrante. Il Consiglio approva a ratifica.

7 3 Pareri Incarichi e Supplenze Il Presidente comunica che sono pervenute n. 2 domande per il conferimento di un contratto di diritto privato a tempo determinato relativo all incarico di insegnamento di Disegno 2 SSD L-ART/05 del Corso di Laurea in Scienze della Formazione/del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Formazione Primaria presso il Dipartimento di Studi Umanistici, da parte dell Arch. Federico Parise e dell Arch. Giuseppe Bonavita. Successivamente, è arrivata la rinuncia dell Arch. Parise, per cui si esprime il parere solo sulla domanda dell Arch. Bonavita. Sull argomento è stato sentito il Prof. Aldo De Sanctis, Professore Ordinario del SSD ICAR/17 Disegno, il quale ha espresso parere favorevole alla domanda dell Arch. Giuseppe Bonavita. Il Consiglio esprime parere favorevole. 4 Copertura corsi a.a Sono presenti i Proff. di ruolo di I e II fascia e i Ricercatori Universitari ed è verificata la presenza della maggioranza qualificata. 4.1 Delibera bando affidamenti e contratti a.a Il Presidente ricorda che è rimasto scoperto a seguito dell attribuzione dei compiti didattici per l a.a e della proposta di conferimento di contratti di cui all Art. 23, comma 1, della Legge 240/2010, l insegnamento di Topografia Corso B, CdL in Ingegneria Civile. Tale insegnamento sarà coperto attraverso la proposta di richiesta di emanazione di apposito bando di vacanza per la copertura mediante affidamento/contratto di diritto privato, fatti salvi gli obblighi di legge, secondo quanto disposto dal DR n del Il Presidente precisa che per tale insegnamento è stato già richiesto ed emanato il relativo bando andato però deserto. Il Presidente pone quindi in approvazione la proposta di richiesta di emanazione di apposito bando di vacanza per la copertura mediante affidamento/contratto di diritto privato del seguente insegnamento. AFFIDAMENTI/CONTRATTI RETRIBUITI H H H DIPARTIMENTO CdS SSD CFU INSEGNAMENTO LEZ ES LAB COMPETENTE LT CIV ICAR/06 6 TOPOGRAFIA - CORSO B La relativa spesa troverà copertura finanziaria sui fondi già impegnati sull apposita voce di Bilancio della ex Facoltà di Ingegneria, come da delibera del CdF di Ingegneria del La presente delibera, approvata seduta stante, è immediatamente esecutiva. 4.2 Bando attribuzione contratti esercitatori a.a Rinunce incarichi esercitatori a.a Il Presidente comunica che è pervenuta la seguente rinuncia.

8 COGNOME NOME INSEGNAMENTO CdS S A ACRI FRANCESCA Il Consiglio ne prende atto. ECONOMIA ED ESTIMO LS EDI- ARC ORE ES ORE LAB COMPENSO LORDO CdF di attribuzione /09/ Delibera nuovo bando Il Presidente comunica che è necessario procedere all emanazione di un bando per esercitatori e tutor per assegnare le ore di esercitazione e/o laboratorio rimaste scoperte e di seguito riportate. Il Presidente precisa che per l insegnamento di Economia ed estimo civile, CdL in Ingegneria Civile, le ore risultano scoperte a seguito della rinuncia di cui al punto precedente e non è possibile procedere all attribuzione per scorrimento della graduatoria in quanto non ci sono altri idonei. Per quanto riguarda l insegnamento di Tecnologia dei materiali e chimica applicata, CdLM in Ingegneria Edile-Architettura, il Presidente comunica che è pervenuta la proposta del CdS di sdoppiare le ore di esercitazione in quanto per l a.a , a seguito delle modifiche apportate al Manifesto degli Studi, l insegnamento sarà erogato una sola volta congiuntamente per gli studenti del I e del II anno, con un maggiore onere per il docente del corso, Prof. Fortunato Crea. CdS A S SSD CFU INSEGNAMENTO DOCENT E H ES H LAB COMPENSO LORDO AL NETTO DEGLI ONERI A CARICO DELL'AMMINI STRAZIONE _CONTRATTO COMPENSO LORDO AL NETTO DEGLI ONERI A CARICO DELL'AMMI NISTRAZIO NE_ASSEGNO LS EDI-ARC 4 2 ICAR/22 9 ECONOMIA ED ESTIMO SALVO F ,69 857,14 1 LM EDI-ARC 2 2 ING-IND/22 6 TECNOLOGIA DEI MATERIALI E CHIMICA APPLICATA CREA F ,80 571,43 1 POSTI MESSI A BANDO Il Presidente precisa che per quanto riguarda l insegnamento di Economia ed estimo civile, trattandosi di un bando a seguito di rinuncia di incarichi per i quali esisteva già un impegno di spesa, il compenso troverà copertura finanziaria sugli appositi fondi già impegnati allo scopo dalla ex Facoltà di Ingegneria. Relativamente all insegnamento di Tecnologia dei materiali e chimica applicata, trattandosi di un nuovo bando, il compenso troverà copertura finanziaria sulla Categoria 3, Capitolo 6 del bilancio del Dipartimento. 5 Questioni didattiche 5.1 Test CISIA a.a Il Presidente comunica che nei giorni scorsi c è stato un incontro con altri due Direttori dei dipartimenti di Ingegneria, alla presenza del Direttore del CISIA, e si è discusso dell opportunità di procedere anche quest anno con i test di accesso CISIA. E dell avviso che i test si debbano comunque fare, anche solo per gli

9 studenti di Ingegneria Civile. Il CISIA ha modificato lo Statuto e da quest anno avrà rapporti direttamente con l amministrazione centrale. In ogni modo, fra i fondi accantonati dalla Facoltà, era stata riservata una quota apposita per i test di ammissione. Resta anche da discutere e decidere se ci dovrà ancora essere una soglia di accesso e se confermare quella degli anni passati. Il Presidente è comunque dell avviso che, fra tanti cambiamenti in atto, è opportuno che per quest anno i criteri di ammissione non debbano subire cambiamenti. Riguardo al corso di Ingegneria Edile-Architettura, invece, continuerà a esserci il test nazionale. E necessario nominare due delegati che dovranno occuparsi dell accesso per i nostri due corsi di studio e seguire le procedure in tutti i passaggi necessari. Per conto della ex Facoltà, i delegati erano il Prof. F. Greco per ingegneria Edile-Architettura e il Dott. A. Trombetta per tutta l Ingegneria. La materia sarà risolta quanto prima con la nomina di delegati, che riguardano anche altre materie di interesse e competenza del Dipartimento. Infine, il Presidente informa il Consiglio che l ufficio orientamento d Ateneo ha chiesto se anche quest anno saranno effettuati i test di orientamento TOS, gestiti sempre dal CISIA. Si tratterebbe di coordinarsi con le scuole della Regione e, anche in questa materia, la soppressione della Facoltà non rende facile l organizzazione. 5.2 Lingua inglese immatricolati a.a La materia richiede un approfondimento e sarà portata all attenzione del Consiglio in un prossimo CdD. 5.3 Corsi comuni La risoluzione di questa materia risente fortemente della soppressione della Facoltà e interessa non solo gli altri dipartimenti di ingegneria con i direttori dei quali ci sono stati alcuni incontri e sembra emergere l interesse a condividere quanto più possibile gli insegnamenti ma tutto l Ateneo, dal momento che bisognerà perseguire politiche di risparmio di ore di didattica e condividere quanto più possibile gli insegnamenti. Qualsiasi decisione a riguardo è legata all offerta didattica a.a , di cui si discuterà in un successivo punto all OdG. 6 Pratiche studenti 6.1 Attivazione Attività di Tirocinio Il Presidente comunica che è necessario approvare alcune richieste di Attivazione di Attività di Tirocinio. Il Presidente ricorda che in passato tali richieste venivano approvate direttamente dalla Commissione di Facoltà preposta e propone che si proceda analogamente una volta nominata la Commissione Stage del Dipartimento. Il Presidente pone quindi in approvazione le seguenti richieste di Attivazione di Attività di Tirocinio. TIROCINANTE CDS SOGGETTO OSPITANTE TUTOR ACCADEMICO PERIODO SGRO' TOMMASO V.O. Ing. EDILE Laboraorio Grandi Modelli N. Totaro Sanatoria GRIMOLI GLENDA LS Dip.Ing.Civile-Laboraorio Labmec R.Casciaro 15/11/ /12/2012 DEVONA FRANCESCO LT Comune di Rossano G.Garcea 25/01/ /04/2013 FERRARI CESARE LT Amm. Provinciale di Catanzaro R.Cairo 10/12/ /04/2013 IAHO AIDA LS Dip.Ing.Civile -Laboratorio prove materiali e strutture L.Ombres 21/01/ /04/2013 IORFIDA ANTONIO LS Dip.Ing. per l'ambiente e il Territorio e Ing. Chimica F.Crea 01/10/ /04/2013 SPINELLI CONCETTA LS Dip.Ing. per l'ambiente e il Territorio e Ing. Chimica F.Crea 03/10/ /04/2013

10 PENNISI MARIA LT Comune di Crotone G.Mazzulla 10/12/ /03/2012 VENNARI ANTONELLA LAUREATA(Ing.Edile) Provincia di Cosenza A.Sabato 07/01/ /07/2013 ROTONDARO GIUSEPPE LT Dip.Ing. per l'ambiente e il Territorio e Ing. Chimica S.Straface 21/01/ /04/2013 COSCO RUBENS LS Dip.Ing.Civile - Laboratorio prove materiali e strutture L.Ombres 01/03/ /06/2013 COMITE MASSIMILIANO LS Dip.Ing.Civile - Laboratorio Grandi Modelli Idraulici R.Gaudio 21/01/ /02/2013 LUZZI SANTINO DIEGO LT Dip.Ing.Civile -Laboratorio DI Strade R.Vaiana 01/03/ /06/2013 MINARDI FRANCESCO LT Comune di Crotone L.Ombres 11/03/ /06/ Offerta didattica a.a DM n. 47 del Il Presidente informa il Consiglio che l offerta didattica del prossimo anno è fortemente condizionata dalle nuove procedure AVA di cui al DM n. 47 del 30/01/2013, che pone limiti serrati in termini soprattutto di ore di didattica erogabili. Molti corsi del primo anno sono in aree non ingegneristiche e ciò comporta un riesame generale di Ateneo e la massima condivisione possibile. Sono stati già avviati contatti con i direttori degli altri dipartimenti di Ingegneria e con quelli di Fisica e di Matematica, ma è chiaro che accanto alla riduzione, laddove è possibile, dei nostri corsi di indirizzo è necessaria una regia a livello di Ateneo, che sarà portata all esame del prossimo SA. Le scadenza più immediata riguarda il primo rapporto di riesame, che interessa i Corsi di Studio e che dovrà essere completato e approvato, salvo proroghe, il 28 febbraio. L argomento è stato discusso con il prof. Olivito, Presidente del CdS in Ingegneria Edile-Architettura, con il quale si è concordato di portare in approvazione nell odierno Consiglio la nomina dei due Gruppi del Riesame, affinché portino a termine quanto richiesto entro le scadenze. Il Presidente propone i seguenti Gruppi del Riesame. Ingegneria Edile-Architettura: Prof. Renato Sante Olivito (Referente CdS) Responsabile del Riesame Prof. Alessandro Campolongo (Docente del CdS e Responsabile QA CdS) Prof. Aldo De Sanctis (Docente del CdS ed ex Presidente CdS) Dr.ssa Maria Gencarelli (Tecnico Amministrativo Responsabile del settore Didattica del Dipartimento) Sig.na Andrea Federica Di Franco (Studente del CdS e Rappresentante in seno al Consiglio di CdS) Ingegneria Civile: Prof. Paolo Veltri (Referente CdS) Responsabile del Riesame Prof. Roberto Gaudio (Docente del CdS e Responsabile QA CdS) Prof. Demetrio C. Festa (Docente del CdS ed ex Presidente CdS) Dr.ssa Maria Gencarelli (Tecnico Amministrativo Responsabile del settore Didattica del Dipartimento) Sig. Domenico Critelli (Studente del CdS e Rappresentante in seno al Consiglio di CdS). La presente delibera, approvata seduta stante, è immediatamente esecutiva.

11 L altra scadenza riguarda la chiusura della RAD, che deve essere fatta entro il 4 marzo: si prevede che non ci saranno grandi sconvolgimenti nelle forbici degli ambiti e, dunque, dovrebbe confermarsi la RAD dello scorso anno. Più impegnativa è, invece, la formulazione dell offerta didattica : possono esserci problemi sia in termini di numero di studenti iscrivibili gli sdoppiamenti infatti pesano come numero di docenti richiesti e numero di ore di didattica erogata sia in termini di corsi da continuare a mantenere aperti. Dobbiamo essere tutti consapevoli che sono richiesti sacrifici, prima di tutto economici, in quanto anche quest anno l Ateneo metterà a disposizione della didattica dei ricercatori e dovranno bastare, non essendoci il fondo di riserva della Facoltà. Probabilmente, i ricercatori dovranno compensare le ore di didattica curriculare con quelle dedicate alla didattica extra curriculare e senza la loro preliminare disponibilità qualsiasi progetto di didattica è inutile. In termini di docenti e di ore, bisognerà affinare i conteggi preliminari per confrontare la didattica erogata con quella erogabile, contando non solo sui docenti del Dipartimento ma anche su quelli che insegnano le materie di base e che insegnano nei nostri corsi ma che sono in altri dipartimenti. E stato chiesto al Prof. Leone, delegato d Ateneo alla didattica, di fornire a ciascun Dipartimento i dati risultanti dal data base UGOV, per confrontarli con quelli disponibili presso il Dipartimento e prospettare al prossimo SA soluzioni in cui non ci siano tagli indiscriminati, ma solo laddove se ne ravvisi la necessità. Dai primi riscontri emerge che nei nostri corsi di studio c è un esubero di oltre 2000 ore fra didattica erogata e didattica erogabile facendo riferimento alle sole risorse interne. Nel nostro Dipartimento è praticamente rigida l offerta formativa di Edile-Architettura e della triennale di Civile, per cui, dando per scontato che si sdoppieranno i corsi di Civile, sia triennale, sia magistrale, i soli tagli non possono che riguardare la magistrale di Civile. I rimedi possono essere molteplici: eliminazione dell indirizzo edile, eliminazione dei corsi a scelta tenuti da docenti esterni al Dipartimento e che non possano mutuarsi, eliminazione dei doppi turni di esercitazione, intensificazione di rapporti di scambio di disponibilità di docenti di altri dipartimenti, modifica del rapporto ore/cfu anche per la laurea triennale. Il Presidente sollecita comunque tutti i docenti a valutare, all interno dei singoli indirizzi, soluzioni che vadano nella direzione dello snellimento dell offerta formativa. Si apre la discussione, nel corso della quale intervengono numerosi docenti, per chiedere chiarimenti e per esprimere viva preoccupazione per ciò che potrà essere il futuro dell Università, in presenza di un processo in atto e tutt altro che concluso, al termine del quale potrebbe esserci una qualità di formazione minore che nel passato. Il Presidente concorda con le preoccupazioni, ma ritiene che questa deve essere anche un occasione per riscrivere i programmi dei singoli corsi e trovare un maggiore equilibrio, eliminando le sovrapposizioni di argomenti presenti in più corsi e inserendo argomenti, viceversa, finora non trattati in alcun corso. 8 Bozza bilancio 2013 Il Presidente informa il Consiglio che nel bilancio di Ateneo sono stati assegnati ai dipartimenti 2,800 M, a fronte di 1,700 M assegnati nell ultimo bilancio di Ateneo sia alle Facoltà, sia ai vecchi dipartimenti. C è, dunque, un deficit di , che probabilmente saranno assegnati in un assestamento di bilancio. Per adesso, è stata assegnata ai Dipartimenti un anticipazione di 1,000 M, ripartiti secondo il valore percentuale dei docenti di ciascun Dipartimento; la nostra quota è circa il 6%, e l assegnazione è dunque stata pari a ,15. Con nota del 6 febbraio c.a., è stata comunicata al magnifico Rettore la ripartizione di detta anticipazione, per come qui appresso riportato. Tit. Cat. Cap. Descrizione Importo Affidamenti e supplenze 3.096,15

12 Professori a contratto , Contratti con esercitatori , Spese di rappresentanza 3.000, Gestione e manut. Servizi inform , Cancelleria e stampati 5.000, Spese postali e spedizioni 1.000, Materiale didattico 3.000, Manutenzione ordinaria e riparaz , Spese telefoniche 9.000,00 Al bilancio così prospettato sono da aggiungere in entrata le somme per le pulizie e quelle per la didattica dei ricercatori; queste ultime saranno, prevedibilmente, insufficienti a compensare l intera didattica curriculare dei ricercatori del Dipartimento. Fra le entrate, sono ancora da aggiungere delle somme che, nel bilancio finale della Facoltà, erano state destinate ai nuovi Dipartimenti e che ora non è possibile assegnare direttamente ma della cui disponibilità il Presidente ha avuto assicurazione da parte degli uffici competenti dell Ateneo. Si tratta, in particolare, di: ,00 per attività di tirocinio ,09 per esercitatori del decreto MIUR ,00 per test CISIA per manutenzione aule e uffici del Dipartimento. A queste somme sono ancora da aggiungere altri fondi relativi al bilancio dell ex Dipartimento di Difesa del Suolo, per ora non ancora accertate, che dovranno essere divise fra il nostro Dipartimento e il DIATIC e che potranno servire per portare a compimento i lavori necessari ai cubi 45B e 44B per la costruzione dei nuovi uffici della direzione e della ricollocazione dei laboratori leggeri in piani e cubi diversi da quelli in cui si trovano attualmente. Il Prof. Olivito chiede che nel bilancio definitivo si tenga conto anche delle somme che tradizionalmente venivano assegnate ai corsi di studio. Altri docenti chiedono come sia possibile con questo magro bilancio mantenere in piedi l offerta formativa con contratti ed esercitatori. Il Presidente assicura il Prof. Olivito che verranno assegnate somme anche per il funzionamento dei corsi di studio e, circa la spesa complessiva, verrà quanto prima fornito un quadro che terrà conto di tutte le spese, soprattutto di quelle della didattica, che rappresentano la quota più significativa. 9 Spazi Dipartimento Il Presidente illustra per sommi capi il contenuto del DR n del 31 dicembre 2102, con cui sono stati assegnati gli spazi ai Dipartimenti. Nonostante nei numerosi incontri che hanno preceduto la decisione che ha portato al DR siano state prospettate le reali condizioni di partenza ovvero l occupazione attuale degli spazi è prevalsa solo parzialmente la posizione che ci avrebbe maggiormente salvaguardato. Infatti, mentre è stato accettato che i laboratori fossero assegnati ai gruppi di ricerca che vi lavorano e i loro spazi non dovessero essere conteggiati nella ripartizione finale, è risultato per noi penalizzante l avere considerato indistintamente gli spazi dei tre nostri dipartimenti iniziali, anche quelli che non sono stati interessati da divisioni. Con questo criterio, la superficie complessiva degli spazi di Difesa del Suolo, Strutture e Pianificazione Territoriale è tale che, oltre a perdere a vantaggio del DIATIC i piani dei cubi di Difesa del Suolo - che avevamo messo nel conto - abbiamo dovuto rinunciare anche a un piano del Dipartimento di Pianificazione territoriale.

13 Si è posto subito il problema di trovare spazi sufficienti e adatti per concentrare i nuovi uffici della direzione del Dipartimento e, d intesa con i colleghi di Pianificazione, si è trovata una soluzione più che idonea, concentrando tutti gli uffici nel cubo 45B. A tal riguardo, il Presidente ringrazia i colleghi di Pianificazione territoriale; inoltre, ringrazia l Ing. Vitale e l Ing. Salfi, che hanno predisposto un dettagliato progetto di nuova disposizione degli spazi e dei relativi impianti tecnologici. Il progetto è stato presentato al CdA con lettera di trasmissione del 6 febbraio, ricevendo parere favorevole, ma, al momento, la mancanza di fondi non consente l esecuzione degli interventi. Ciò causa grave disagio al buon funzionamento del Dipartimento, in quanto l attività amministrativa è dispersa fra gli uffici della vecchia presidenza e quelli dei tre vecchi dipartimenti. Il Presidente si impegna a chiedere al Direttore Generale la disponibilità dei fondi cui s è fatto cenno nella parte di questo verbale relativa al bilancio, in quanto ciò consentirebbe di avviare i lavori al più presto. Ancora sugli spazi, restano da sistemare i piani dei cubi di Difesa del Suolo e, specificatamente, del cubo 44B terzo piano, dove è previsto di allocare il laboratorio LIU che ora è al piano quarto del cubo 42B, assegnato al DIATIC e il laboratorio della Dott.ssa Algieri. Anche per la sistemazione di questi ambienti, il Presidente ha dato incarico agli Ingg. Vitale e Salfi di predisporre un progetto, che sarà presentato quanto prima al CdA, dopo avere preso contatti con le persone interessate, in particolare con i colleghi geotecnici, che mettono a disposizione gli spazi cui rinunciano, e con la Prof.ssa Piro e la Dott.ssa Algieri. Il Presidente, anticipando quanto verrà discusso nel punto successivo, ritiene che in tutte e tre le sezioni che costituiscono il Dipartimento di Ingegneria Civile debba prevalere lo spirito di coesione e ritiene che anche le altre due sezioni Strutture e Difesa del Suolo debbano mettere a disposizione di tutto il Dipartimento una parte degli attuali spazi. Ci sono attività che non possono che vedersi come unitarie quali a esempio una sala per video conferenze, altri spazi per visiting professor, per studenti, o per altri fini, quali stanze per musei o laboratori e altre ancora per colleghi che nel frattempo dovessero fare parte del nostro Dipartimento. 10 Regolamento Dipartimento Il Presidente espone al Consiglio la genesi del Regolamento che oggi si porta per la prima volta all attenzione dell intero Consiglio e ringrazia i colleghi che, a partire dalla prima commissione composta da lui stesso, dalla Prof.ssa Piro, dai Proff. Bruno, Olivito, Festa e Francini, e da quella successiva formata dai Proff. Bruno, Ombres, Francini, Festa, Calomino e Gaudio, hanno lavorato intensamente e con grande profitto, producendo un Regolamento che può ritenersi quasi completo. Esso è il frutto di considerazioni e valutazioni legate alle attività dei vecchi Dipartimenti e della ex Facoltà, riassumendone i compiti e le funzioni alla luce del nuovo Statuto e dei nuovi Regolamenti di Ateneo e Didattico. Il Regolamento è da qualche giorno disponibile per tutti i colleghi e tiene conto dei suggerimenti pervenuti anche dagli uffici dell Ateneo. Prevede la presenza di tre sezioni e dei consigli di corso di studio; è suddiviso in Titoli e rimanda per tabelle ed elenchi ad Allegati a parte. Il Presidente propone che nel prossimo CdD, dopo che sarà dato modo a tutti di emendare punti eventualmente non condivisi, si vada all approvazione di quelle parti che sono la gran parte sulle quali c è condivisione completa. Potrebbero esserci ancora dubbi sulla parte relativa ai settori da incardinare, ai laboratori e agli spazi. Dal momento che questi aspetti sono trattati in allegati a parte, la discussione relativa potrebbe essere ulteriormente approfondita e la conseguente approvazione potrebbe avvenire anche in un successivo CdD. Il Presidente, tuttavia, sottolinea l urgenza di comunicare al Rettore le determinazioni relative alla consistenza delle rappresentanze studentesche nei Consigli di Dipartimento, nei Consigli di Corso di Studio e nelle Commissioni didattiche paritetiche, come richiesto con nota rettorale prot del 07/02/2013. Chiede, pertanto, di rendere immediatamente esecutiva la delibera di approvazione del Regolamento per la parte appena richiamata, come qui appresso riportato.

14 Per il Consiglio di Dipartimento: Il 5% degli studenti iscritti ai Corsi di Dottorato di Ricerca attivati dal Dipartimento e con sede amministrativa nell Ateneo, arrotondato all intero superiore; il 5% del numero dei professori e ricercatori del Dipartimento all atto della costituzione dello stesso, arrotondato all intero superiore, come rappresentanti eletti degli studenti iscritti ai Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale, di cui il Dipartimento è di riferimento. Per la Commissione didattica paritetica docenti-studenti: Cinque rappresentanti eletti degli studenti, di cui due iscritti al Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura, uno iscritto al Corso di Laurea in Ingegneria Civile, uno iscritto al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile e uno iscritto a un Corso di Dottorato di Ricerca attivato dal Dipartimento e con sede amministrativa nell Ateneo. In mancanza del rappresentante degli studenti iscritti a un Corso di Dottorato, viene eletto componente della Giunta il primo dei non eletti degli studenti iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile. Inoltre, il Presidente propone che la rappresentanza degli studenti nei Consigli di Corso di Studio sia la seguente: 3 (tre) studenti per il Consiglio unificato dei Corsi di Laurea e Laurea Magistrale in Ingegneria Civile; 3 (tre) studenti per il Consiglio del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile- Architettura. La presente delibera, approvata seduta stante, è immediatamente esecutiva. 11 Nomina Commissioni Dipartimento Il Presidente, al fine di semplificare le procedure e di rendere più snella l attività del Consiglio, ritiene opportuno insediare specifiche Commissioni permanenti, con funzione istruttoria, che si occupino delle seguenti questioni: Tirocini Contratti e Pareri su affidamenti Esercitatori Internazionalizzazione Rapporti con l esterno. Propone al Consiglio che ciascuna delle tre sezioni indichi un componente, in maniera che in un prossimo CdD possa approvarsi la costituzione delle Commissioni. Si dovrà tenere conto dell esperienza dei colleghi in analoghe commissioni della ex Facoltà. 12 Nomina Delegati del Direttore Anche per i Delegati, il Presidente propone che, almeno per due materie quella dell internazionalizzazione e quella dell orientamento ci siano dei colleghi che se ne occupino in maniera permanente. Il Consiglio approva che ci sia un Delegato per l internazionalizzazione e uno per l orientamento.

15 13 Varie ed Eventuali 13.1 Verbali CdD - Procedure di pubblicazione e approvazione Il Presidente propone al Consiglio la seguente procedura di approvazione dei verbali dei Consigli di Dipartimento: - la bozza di ciascun verbale sarà resa disponibile sul sito del Dipartimento almeno sette giorni prima del Consiglio successivo; - nei sette giorni di cui sopra ciascun docente potrà fare pervenire osservazioni, correzioni, emendamenti, integrazioni, ecc.; - decorso tale termine, la bozza e le eventuali osservazioni saranno discusse in Consiglio; - in assenza di rilievi, il verbale si considererà approvato Richiesta Ministero per i Beni e le Attività culturali E pervenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali la richiesta di disponibilità per una verifica statica e sismica della sede di Cosenza: la risposta è positiva e se ne occuperanno i colleghi di strutture Richiesta Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cosenza E pervenuta dall Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cosenza la richiesta di patrocinio gratuito di un corso di formazione sul tema della Gestione delle Risorse Idriche Programma di formazione per visiting professors Il Magnifico Rettore chiede la disponibilità ad accogliere presso il nostro Dipartimento n. 4 Docenti iracheni per un programma di formazione per visiting professors senza alcun costo per il Dipartimento Richiesta sospensione assegno di ricerca L aarch. Lucente chiede la sospensione dell assegno di ricerca della Dott.ssa Recchia Ida con differimento del termine di scadenza contrattuale per il periodo 25/02/ /07/2013, avendo la stessa Dott.ssa Recchia vinto il concorso di ammissione al Corso TFA classe A033 Tecnologia. 14 Questioni relative a persone 14.1 Riconoscimento del titolo di Cultore della Materia Ing. Agostino Lauria Il Presidente comunica che è pervenuta la proposta del Prof. Giancarlo Alfonsi, titolare del corso, di riconoscimento della qualifica di Cultore della Materia all Ing. Agostino Lauria per l insegnamento di Complementi di Idraulica - CdLM in Ingegneria Civile. Il Presidente ricorda che in passato la proposta perveniva dai Consigli di Corso di Studio. Stante l attuale fase transitoria, in attesa dell approvazione del Regolamento di Dipartimento che disciplinerà la materia, visto il curriculum dell interessato, il Presidente propone al Consiglio di procedere comunque al riconoscimento del titolo di cultore della materia all Ing. Agostino Lauria per l insegnamento di Complementi di Idraulica.

16 15 Provvedimenti Ricercatori Sono presenti i Proff. di ruolo di I e II fascia e i Ricercatori Universitari ed è verificata la presenza della maggioranza qualificata Conferma nel Ruolo dei Ricercatori Universitari dell Ing. Maria Francesca VIAPIANA - triennio Il Presidente comunica che è urgente che il Dipartimento si esprima sulla conferma nei ruoli dei Ricercatori Universitari dell Ing. Maria Francesca Viapiana; la richiesta del parere da parte del Ministero è pervenuta nel momento in cui la Facoltà di Ingegneria non esisteva più, per cui è stato necessario attendere che il Dipartimento di Ingegneria Civile fosse attivato con tutte le sue prerogative. A tale proposito è pervenuta dal prof. Mauro Francini, referente del S.S.D. ICAR 20, una richiesta di parere corredata da un ampia relazione, dalla cui lettura si evince l alta scientificità dell attività didattica e delle pubblicazioni prodotte nel periodo , che hanno consentito all Ing. Maria Francesca Viapiana di superare la mediana richiesta per la partecipazione all Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di II Fascia. Pertanto, il Presidente propone al Consiglio la conferma nei ruoli dei Ricercatori Universitari dell Ing. Maria Francesca Viapiana. Il Consiglio all unanimità approva. 16 Provvedimenti Professori di II Fascia Sono presenti i Proff. di ruolo di I e II fascia ed è verificata la presenza della maggioranza qualificata. Nulla da deliberare. 17 Provvedimenti Professori di I Fascia Sono presenti i Proff. di ruolo di I fascia ed è verificata la presenza della maggioranza qualificata. Nulla da deliberare. 18 Ratifica Provvedimenti 18.1 Decreto Direttoriale n. 1: approvazione bando selezione pubblica per conferimento n. 1 contratto co.co.co vincitore sig. Lio Antonio; 18.2 Decreto Direttoriale n. 2: approvazione bando selezione pubblica per conferimento n. 1 contratto co.co.co vincitrice sig.ra Bianchi Elisabetta; 18.3 Decreto Direttoriale n. 3: approvazione bando selezione pubblica per conferimento n. 1 contratto co.co.co vincitore sig. Mazza Mirko; 18.4 Decreto Direttoriale n. 4: nomina commissione giudicatrice selezione n. 1 incarico collaborazione professionale.

17 Il Consiglio approva a ratifica i suddetti Decreti Direttoriali. Alle ore 18,45, esauriti gli argomenti all odg, il Presidente dichiara sciolta la seduta. Letto confermato e sottoscritto Il segretario verbalizzante Enrico Morrone Il Presidente prof. Paolo Veltri

18 APPENDICE (Progetto MINDS-ON) a. Dipartimento di Ingegneria Civile L intervento previsto riguarda l integrazione e l implementazione di laboratori didattici utilizzati nell ambito dei corsi di laurea e laurea Magistrale in Ingegneria Civile e Ingegneria Edile-Architettura. Di seguito sono riportati i laboratori coinvolti e per ognuno di essi la relativa proposta di intervento con una stima dei costi comprensivi di iva. Per alcuni laboratori (Laboratorio didattico di Ingegneria dei Trasporti, Laboratorio didattico di Geotecnica, Laboratorio di Idraulica Urbana, Laboratorio di Fisica del Suolo, Laboratorio di Grandi Modelli Idraulici, Laboratorio Prove Materiali e Strutture), oltre al materiale richiesto singolarmente, è necessario il seguente allestimento: Ambiente LIM TIN Client Docente Impianto di amplificazione due basi microfoniche a ricerca elettronica Impianto Wi-fi IP Camera + pilotaggio Il costo totale del singolo allestimento è pari a 8.000,00 considerando 7 laboratori interessati, il totale di tutti gli allestimenti è pari a ,00 Invece, i laboratori di Immagini e di Pianificazione territoriale sono costituiti da due spazi: uno spazio per la produzione di materiale didattico multimediale e un'aula didattica interattiva a cui afferiranno entrambi i laboratori. In alcuni laboratori tecnologici saranno presenti anche apparecchiature e non soltanto elementi multimediali. E' evidente che c'è una necessità per queste discipline di avere una didattica esperienziale che non può essere annullata nè sostituita con soli elementi di didattica multimediale. E' previsto un miglioramento della rete dati a livello di Dipartimento a cui saranno agganciate le reti dei singoli laboratori. La spesa prevista per questa attività è di ,00 A coordinamento della produzione multimediale dei laboratori didattici, sarà predisposta un'unità di postproduzione collocata al cubo 45B piano III. Questa unità sarà di supporto alle attività multimediali del Dipartimento. Si propone pertanto l acquisto di: Computer All-in-one 27 Intel Core i7 a 3,4GHz, Turbo Boost fino a 3,9GHz, 32GB di SDRAM DDR3 a 1600MHz - 4 x 8GB, Fusion Drive da 3TB, NVIDIA GeForce GTX 680MX 2GB GDDR5, SuperDrive USB, Sistema MacOSX nativo Display 27 con porta Thunderbolt Disco di rete 6TB Interfaccia 1 porta Gigabit Ethernet 10/100/1000 Base-TX, Modalità RAID : RAID 0, RAID 1, Protocolli di rete : File server: SMB, AFP, FTP, SFTP, NFS***, Accesso Web: HTTP, HTTPS, Altri: NTP, iscsi, DHCP, Apple Bonjour, BitTorrent, Apipa Adobe Creative Suite 6 Master Collection education (1 license) Server con le seguenti caratteristiche minime: marca HP, bi-processore 8-core, 4 dischi rigidi da 2Tb, 64Gb RAM, 4 controller di rete Sistema operativo Windows Server 2012 ITA 64Bit Il costo totale è pari a ,52

19 Laboratorio di Immagini Ubicazione: cubo 45 b, IV piano Il Laboratorio di Immagini del Dipartimento di Ingegneria Civile è un laboratorio di produzione multimediale dedicato all innovazione dei metodi e alle nuove tecnologie per la didattica e l apprendimento nell ambito dell architettura e l urbanistica. In particolare, il laboratorio svolge attività di ideazione, progettazione e realizzazione di: lezioni e materiali multimediali (per la fruizione on-line); videolezioni e produzioni audio-video; riprese video di workshop; strumenti software didattici avanzati (simulazioni, tutorial, apprendimento interattivo); sistemi in Web di supporto alla didattica (Learning Management Systems); archivio di risorse digitali; modelli di studio di progetti (reali e virtuali). Gli obbiettivi didattici principali del Laboratorio sono di duplice natura. In primo luogo, stimolare l'inserimento della modellazione fisica nella sequenza di passaggi che caratterizzano la progettazione, dialogando con l'articolato insieme di nuove tecniche per la modellazione 3D e il rendering digitale fino a pervenire alla prototipazione ed alla realtà virtuale. Ciò per offrire agli studenti un ambiente di lavoro progettuale ibrido capace di integrare approcci tradizionali e innovativi alla modellazione per il progetto. Il secondo target attiene all ideazione e realizzazione di strumenti e materiali multimediali per l'apprendimento e lo sviluppo della creatività. Si propone pertanto l acquisto di: Sistema hardware e software per modellazione tridimensionale, realtà virtuale e aumentata: Computer All-in-one 27 Intel Core i7 quad-core a 3,4GHz, Turbo Boost fino a 3,9GHz, 32GB di SDRAM DDR3 a 1600MHz - 4 x 8GB, Fusion Drive da 3TB, NVIDIA GeForce GTX 680MX 2GB GDDR5. SuperDrive USB, Sistema MacOSX nativo Notebook 15 Display Retina, Intel Core i7 quad-core a 2,7GHz, Turbo Boost fino a 3,7GHz, 16GB di SDRAM DDR3L a 1600MHz, Unità di memoria flash da 768GB, Sistema MacOSX nativo Display 27 con porta Thunderbolt Disco di rete 6TB Interfaccia 1 porta Gigabit Ethernet 10/100/1000 Base-TX, Modalità RAID : RAID 0, RAID 1, File server: SMB, AFP, FTP, SFTP, NFS***, Accesso Web: HTTP, HTTPS, Altri: NTP, iscsi, DHCP, Apple Bonjour, BitTorrent, Apipa ArchiCAD Full SCHOOL/University (10 licenze) Artlantis Studio/University (illimitato) Cigraph ArchiSuite/ University (illimitato) Sistema hardware e software per la produzione di materiale didattico multimediale: Computer All-in-one 27 Intel Core i7 quad-core a 3,4GHz, Turbo Boost fino a 3,9GHz, 32GB di SDRAM DDR3 a 1600MHz - 4 x 8GB, Fusion Drive da 3TB, NVIDIA GeForce GTX 680MX 2GB GDDR5, SuperDrive USB, Sistema MacOSX nativo

20 Notebook 15 Display Retina, Intel Core i7 quad-core a 2,7GHz, Turbo Boost fino a 3,7GHz, 16GB di SDRAM DDR3L a 1600MHz, Unità di memoria flash da 768GB, Sistema MacOSX nativo Display 27 con porta Thunderbolt Disco di rete 6TB, Interfaccia 1 porta Gigabit Ethernet 10/100/1000 Base-TX, Modalità RAID : RAID 0, RAID 1, Protocolli di rete : File server: SMB, AFP, FTP, SFTP, NFS***, Accesso Web: HTTP, HTTPS, Altri: NTP, iscsi, DHCP, Apple Bonjour, BitTorrent, Apipa Proiettore ottica ultra corta Full HD con staffa fissa per ambiente LIM Adobe Creative Suite 6 Master Collection education (2 license) Il costo totale è pari a ,00. Laboratorio Didattico Ingegneria dei Trasporti Ubicazione: cubo 45 b, I piano Le attività del laboratorio riguardano l ingegneria dei sistemi di trasporto che costituisce un area disciplinare ed applicativa, finalizzata alla progettazione di interventi funzionali e/o organizzativi su un sistema di offerta di trasporto. L Ingegneria dei trasporti abbraccia pertanto un ampio insieme di discipline, alcune di base (dalla Statistica alla Economia, dalla Ricerca Operativa alla Teoria dei sistemi), altre proprie della Ingegneria civile, (dalla Studio della interazione terreno struttura alla Statica ed alla dinamica delle costruzioni); l Ingegneria dei trasporti trova la propria sintesi nella progettazione, realizzazione e gestione delle infrastrutture di trasporto e dei servizi di trasporto, che queste rendono possibili. I principali argomenti affrontati sono: 1. ANALISI DELLA DOMANDA DI TRASPORTO 1.1. Analisi della domanda di trasporto delle persone modellazione degli spostamenti alla scala urbana e di bacino; studio delle catene di spostamenti alla scala urbana; sviluppo ed applicazione di tecniche di indagine innovative (Metodi RP/SP); 1.2. Analisi della domanda di trasporto delle merci stima e modellazione delle caratteristiche della domanda alla scala urbana; modellazione della domanda alla scala regionale; modellazione della domanda alla scala nazionale ed internazionale. 2. ANALISI DELLA OFFERTA DI TRASPORTO 2.1 Qualità dei servizi di trasporto collettivo 2.2 Trasporto delle merci alla scala nazionale ed internazionale 3. STUDIO DEL DEFLUSSO VEICOLARE STRADALE 4. LA RAPPRESENTAZIONE E LA SIMULAZIONE DELLE RETI DI TRASPORTO IN CONDIZIONI DINAMICHE 5. APPLICAZIONI DELLA TELEMATICA AI TRASPORTI 6. STUDIO DELLA SICUREZZA STRADALE 7. LE INTERAZIONI TRASPORTI TERRITORIO AMBIENTE Si propone pertanto l acquisto di: N 15 PC ALL IN ONE con la seguente configurazione minima:

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia (DIGIEC)

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia (DIGIEC) AVVISO PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER COPERTURA, TRAMITE CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO, DI INSEGNAMENTI VACANTI NEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRIDENZA - DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA

Dettagli

Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica

Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER IL MASTER DI I LIVELLO IN PROGETTAZIONE AMBIENTALE PER LA CITTA SOSTENIBILE ISTITUITO PRESSO IL DIPARTIMENTO PATRIMONIO, ARCHITETTURA,

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni ORDINE DEL GIORNO N. 1 Comunicazioni del Presidente. Non vi sono comunicazioni di sorta ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni Il Presidente ricorda preliminarmente

Dettagli

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA BANDO PER CONTRIBUTI DI MOBILITÀ PER L ESTERO IL PRESIDE DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI DISPONE

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA BANDO PER CONTRIBUTI DI MOBILITÀ PER L ESTERO IL PRESIDE DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI DISPONE Prot. n. 482 III/12 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA BANDO PER CONTRIBUTI DI MOBILITÀ PER L ESTERO IL PRESIDE DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI VISTO l art. 15 della Legge 2.12.1991 n.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione

Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione Consiglio di Corsi di Studio Interstruttura in Scienze e Tecnologie Informatiche e Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione Verbale n. 04/2015 Seduta del 31 Marzo 2015 La seduta del

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 2235 Prot. n. 25405 Data 05 agosto 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell'università e della ricerca scientifica

Dettagli

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015

Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 DIPARTIMENTO di GIURISPRUDENZA Verbale del Consiglio di Dipartimento 12 febbraio 2015 Il giorno giovedì 12 febbraio 2015, alle ore 11.00, presso la Sala del Consiglio, sita in via Ostiense 163, I piano,

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Ingegneria meccanica afferisce

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI BANDO PER CONFERIMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO A.A.2015/2016. Il DIRETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI BANDO PER CONFERIMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO A.A.2015/2016. Il DIRETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica Decreto n. 49 del 19/02/2016 Prot. N. 216 del 19/02/2016 BANDO PER CONFERIMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO A.A.2015/2016

Dettagli

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Scienze della Formazione Dispositivo n. 29-2010 del 29 novembre 2010 Prot. n. 1949-2010 del 29 novembre 2010 La Preside della VISTO il DPR 11 luglio 1980, n 382, in particolare gli artt. 9, 100 e 114, e successive modificazioni

Dettagli

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014 AREA RICERCA E SVILUPPO U.O.A. COOPERAZIONE INTERNAZIONALE PER LA FORMAZIONE E LA RICERCA BANDO INTEGRATO CON LE MODIFICHE DI CUI AL DECRETO RETTORALE N. 4163 DEL 25.11.2014 Vedi art. 2 - Modalità di presentazione

Dettagli

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c;

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; U.S.R. Decreto n. 1226 IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA RITENUTO il Decreto del M.I.U.R. 22 ottobre 2004, n. 270, ed in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale Interclasse in e delle Telecomunicazioni Classi di Laurea LM-27 e LM-29 a.a.201-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

VERBALE DELLA GIUNTA DELLA 1ª FACOLTA' DI INGEGNERIA N. 15/11-12 SEDUTA DEL 19 LUGLIO 2012

VERBALE DELLA GIUNTA DELLA 1ª FACOLTA' DI INGEGNERIA N. 15/11-12 SEDUTA DEL 19 LUGLIO 2012 VERBALE DELLA GIUNTA DELLA 1ª FACOLTA' DI INGEGNERIA N. 15/11-12 SEDUTA DEL 19 LUGLIO 2012 Il giorno 19 luglio 2012 si riunisce la Giunta della 1ª Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, presso

Dettagli

BANDO PER LA COPERTURA DELL INSEGNAMENTO DI CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE MEDIANTE LA STIPULA DI UN CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO IL RETTORE

BANDO PER LA COPERTURA DELL INSEGNAMENTO DI CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE MEDIANTE LA STIPULA DI UN CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO IL RETTORE Decreto Rettorale n. 2/2015 BANDO PER LA COPERTURA DELL INSEGNAMENTO DI CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE MEDIANTE LA STIPULA DI UN CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO IL RETTORE Visto il D.P.R. 11.7.1980, n.

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO. VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO VERBALE n. 60 del 28 maggio 2013 Il giorno 28 maggio 2013, alle ore 10,30 si è riunito a Bari, presso la Saletta Riunioni del Nucleo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO Il presente Regolamento determina le modalità d istituzione ed organizzazione dei Master Universitari

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente Regolamento disciplina le finalità, l organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010)

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) emanato con D.R. n. 192 del 27 febbraio 2014 INDICE Art. 1 Istituzione 2 Pag. Art. 2 Attribuzioni 2

Dettagli

MASTER IN ARCHITETTURA SOSTENIBILE NELLE CITTA MEDITERRANEE

MASTER IN ARCHITETTURA SOSTENIBILE NELLE CITTA MEDITERRANEE Decreto n. 2 / 2012 Prot. n. 82 III/5 del 17/01/2012 Facoltà di ARCHITETTURA IL PRESIDE VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l articolo 23 Contratti per attività d insegnamento ;

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Classe LM-27 AI SENSI DEL D.M. 270/2004

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Classe LM-27 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 Comma 1 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Classe LM-27 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 ARTICOLO 1 Funzioni e struttura del regolamento Il presente regolamento

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Civile e Ambientale Classe: L-7 Ingegneria Civile e Ambientale Sede: Via Campo di Pile, 67100 L AQUILA Sito web: www.univaq.it Consiglio di Area Didattica

Dettagli

DIPARTIMENTO DI METODI QUANTITATIVI PER LE SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI

DIPARTIMENTO DI METODI QUANTITATIVI PER LE SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI DIPARTIMENTO DI METODI QUANTITATIVI PER LE SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI BANDO N. 56 A.A. 2008/2009 PER N. 2 COLLABORAZIONI STUDENTESCHE IL DIRETTORE VISTA VISTA il Decreto Ministeriale 3 novembre 1999,

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Scienze Politiche Regolamento Didattico

Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Scienze Politiche Regolamento Didattico Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Scienze Politiche Regolamento Didattico (14 dicembre 2010) Art. 1 - Autonomia didattica 1. Il presente regolamento, conformemente a quanto previsto dallo Statuto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO Emanato con D.R. n. 128 del 06/05/2013 Modificato con D.R. n. 107 del 28/02/2014. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A.A. 2015-2016

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A.A. 2015-2016 Dipartimento di Studi Umanistici Rep. N. 10/2015 Prot. N. 1923 del 22/10/2015 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A.A. 2015-2016 Visto l art. 23 della Legge n. 240 del 30/12/2010;

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Approvazione Progetto Didattica integrativa di supporto alle esigenze di apprendimento linguistico degli studenti iscritti ai corsi di studio dell Università degli Studi di Macerata a.a. 2015/2016

Dettagli

SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE. Titolo I Organi rappresentativi... pag.

SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE. Titolo I Organi rappresentativi... pag. SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE Titolo I Organi rappresentativi... pag. 2 art. 1 Organi della Facoltà di Architettura... pag. 2 art.

Dettagli

Presentato, discusso e approvato in Consiglio del Corso di Studio in data: 27 Gennaio 2014 delib. n.6

Presentato, discusso e approvato in Consiglio del Corso di Studio in data: 27 Gennaio 2014 delib. n.6 Rapporto annuale di Riesame a.a. 2013/2014 Denominazione del Corso di Studio: CONSULENZA PROFESSIONALE ALLE AZIENDE Classe: LM-77 Sede: Dipartimento di Economia e Management via Ridolfi,10 Pisa Primo anno

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Art. 3 Programmazione didattica

Art. 3 Programmazione didattica Regolamento sull'impegno didattico dei professori e ricercatori universitari (l. 240/10, art. 6, c. 2 e 3), sulla verifica dell'effettivo svolgimento dell'attività didattica (l. 240/10, art. 6, c. 7) e

Dettagli

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Facoltà di Economia Sede di Latina Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello REGOLAMENTO Anno

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau Monserrato, 03 febbraio 2016 Prot. n 3767 del 03/02/2016 OGGETTO: Bando di selezione pubblica,

Dettagli

Estratto- VERBALE N 9/2014

Estratto- VERBALE N 9/2014 1 Estratto- VERBALE N 9/2014 L anno 2014 il giorno 5 del mese di maggio alle ore 10,00, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci

Dettagli

Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione

Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Dipartimento di Comunicazione ed Economia Il presente documento descrive il sistema di gestione del Corso

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM)

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) (Approvata nella seduta del 20 DICEMBRE 2013) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Dettagli

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIDATTICA DELLE SCIENZE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO: UNA FORMAZIONE QUALIFICATA PER

Dettagli

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Budget Dipartimenti per attività didattiche e budget per il finanziamento delle lauree internazionali a.a. 2014/2015 N. o.d.g.: 06.3 C.d.A. 28.2.2014 Verbale n. 2/2014 UOR: Area per la didattica,

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Vice Presidenza di Bologna

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Vice Presidenza di Bologna Decreto rep. n. 73/2015 Prot. n. 929 Alma Mater Studiorum Università di Bologna Allegato A IL VICEPRESIDENTE VISTO l art. 23 co. 2 della L. 240/2010; VISTO il Decreto Rettorale n 418/2011 Regolamento di

Dettagli

Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura IL RETTORE DECRETA

Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura IL RETTORE DECRETA Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura Vista Viste IL RETTORE Il D.M. n. 270/2004 ed in particolare l art.3 comma 9 che, in attuazione dell art.1 comma 15 della legge n. 4 del 14.01.1999, dispone

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015 Prot. n. 685/14 DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE - Visto il comma 6 dell art. 7 del DL 165/01; - Visto il DL 9.5.2003 n. 105, convertito in Legge n. 170 dell 11.7.2003; - Visto l art. 2 del DM 23.10.2003

Dettagli

Tecniche paesaggistiche ICAR/15 3 24 863,28

Tecniche paesaggistiche ICAR/15 3 24 863,28 Decreto 41/2011 Prot. n. 1856 del 02/12/2011 pos VII/12 Facoltà di ARCHITETTURA IL PRESIDE VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l articolo 23 Contratti per attività d insegnamento

Dettagli

Riunione n. 27 Data: 30 marzo 2009 Ora: 10.30 Sede: del Consiglio del Rettorato Approvazione verbale Data: 29 aprile 2009

Riunione n. 27 Data: 30 marzo 2009 Ora: 10.30 Sede: del Consiglio del Rettorato Approvazione verbale Data: 29 aprile 2009 Riunione n. 27 Data: 30 marzo 2009 Ora: 10.30 Sede: del Consiglio del Rettorato Approvazione verbale Data: 29 aprile 2009 Componenti: Segretario verbalizzante: Prof. Vincenzo Naso (Presidente) Prof. Giuseppe

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1- Funzioni e struttura del corso di laurea

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE EDILE E AMBIENTALE SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE EDILE E AMBIENTALE SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE EDILE E AMBIENTALE SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N. 3 BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL MASTER DEGREE IN TRANSPORT SYSTEMS ENGINEERING

Dettagli

BANDO N. 1 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A. A. 2014/2015

BANDO N. 1 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Repertorio n. 72/2014 prot n. 1484 del 15/12/2014 (2014-URM3DSC-0001484) BANDO N. 1 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A. A. 2014/2015 Visto l art. 23 della

Dettagli

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA Protocollo di Intesa tra la Seconda Università degli Studi di Napoli e la Regione Campania per la formazione di laureandi dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie L anno, il giorno. del mese di,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento di attività

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA PER

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DIDATTICA ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO NEI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE E DI SPECIALIZZAZIONE Capo I

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE In data 3 marzo2006 alle ore 10.00 presso la saletta riunioni del Dipartimento di Fisica dell Università degli Studi di Udine, sita in Via delle Scienze 208 Udine, si riunisce il Consiglio del Master in

Dettagli

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA STIPULA DI CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO A TITOLO ONEROSO O GRATUITO E DI ATTIVITA INTEGRATIVE AI SENSI DELL ART. 23 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con DR. 11460/I/003

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO. (Approvato ed emanato con Decreto Rettorale del 18 agosto 2009, n. 1123)

REGOLAMENTO DIDATTICO. (Approvato ed emanato con Decreto Rettorale del 18 agosto 2009, n. 1123) REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE ECONOMICHE E AZIENDALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO (Approvato ed emanato con Decreto Rettorale del 18 agosto 2009, n. 1123) Denominazione inglese della

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA ED ELETTRONICA Segreteria Amministrativa AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER SOLI TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 (UNO) INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

Dettagli

Facoltà di ARCHITETTURA

Facoltà di ARCHITETTURA Decreto n. 26/ 2012 Prot. n. 612 pos. III/5 del 03/05/2012 Facoltà di ARCHITETTURA IL PRESIDE VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l articolo 23 Contratti per attività d insegnamento

Dettagli

Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO. dell Università degli Studi di Perugia

Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO. dell Università degli Studi di Perugia Regolamento in materia di CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO E CORSI DI PERFEZIONAMENTO dell Università degli Studi di Perugia (Emanato con decreto rettorale n. 66 del 26 gennaio 2015) 1 Indice TITOLO I DEFINIZIONI

Dettagli

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI Ufficio Dottorati di Ricerca e Scuole di Specializzazione AT/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 354-2006 Prot. n. 18687 del 26.07.2006 Tit. III cl. 2 Oggetto: Istituzione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) in PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) Ai sensi del D.M. 270/2004 Art. 1 Finalità 1.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO PER LE TECNOLOGIE DIDATTICHE E LA COMUNICAZIONE Bergamo, 20 maggio 2011 Prot. n. 10467/VI/015 Oggetto: Avviso di valutazione comparativa per il conferimento di n. 1 incarico di lavoro autonomo per:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN PSICOLOGIA DELLE ORGANIZZAZIONI E DEI SERVIZI LM 51

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN PSICOLOGIA DELLE ORGANIZZAZIONI E DEI SERVIZI LM 51 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN PSICOLOGIA DELLE ORGANIZZAZIONI E DEI SERVIZI LM 51 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA (Emanato con Decreto Rettorale n. 1414/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del 30 novembre 2001, modificato con D.R. n.

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA ULISSE DINI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA ULISSE DINI 1 - Giunta di Dipartimento del 4 Marzo 2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA ULISSE DINI Seduta della Giunta di Dipartimento del 4 Marzo 2013 Verbale n. 1 Alle

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER N.3 BORSE DI MOBILITÀ STUDENTESCA VERSO LA UNIVERSIDADE DE SAO PAULO BRASILE A.A. 2013-2014

BANDO DI CONCORSO PER N.3 BORSE DI MOBILITÀ STUDENTESCA VERSO LA UNIVERSIDADE DE SAO PAULO BRASILE A.A. 2013-2014 BANDO DI CONCORSO PER N.3 BORSE DI MOBILITÀ STUDENTESCA VERSO LA UNIVERSIDADE DE SAO PAULO BRASILE A.A. 2013-2014 Il Preside della Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale VISTA la legge 170/2003, art.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

IL RETTORE. gli artt. 2 e 18 del Regolamento Didattico di Ateneo emanato con D.R. n..2440 del 16-07-08;

IL RETTORE. gli artt. 2 e 18 del Regolamento Didattico di Ateneo emanato con D.R. n..2440 del 16-07-08; Segreteria Studenti Facoltà di Ingegneria IL RETTORE Prot. N. 3103 VISTO VISTI gli artt. 38 e 39 dello Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II ; gli artt. 2 e 18 del Regolamento Didattico

Dettagli

Sentito per le vie brevi MIUR e CUN, per questa tipologia di classi sembrerebbe non applicarsi

Sentito per le vie brevi MIUR e CUN, per questa tipologia di classi sembrerebbe non applicarsi Documento contenente le linee guida per l attivazione dei Corsi di studio delle professioni sanitarie (DM 8 gennaio 2009 e DI 19 febbraio 2009) a partire dall offerta formativa dell a.a. 2011-2012 In attesa

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Relazioni internazionali

Dettagli

OGGETTO: Didattica: tipologie e retribuzioni relative alla copertura delle nuove forme di docenza.

OGGETTO: Didattica: tipologie e retribuzioni relative alla copertura delle nuove forme di docenza. Ripartizione del Personale Prot. n. 35469 03.08.2004 Ai Presidi di Facoltà Al Pro Rettore del Polo Scientifico e Didattico di Terni Ai Presidenti dei Corsi di Studio Ai Direttori delle Scuole di Specializzazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ANALISI, CONSULENZA E GESTIONE FINANZIARIA (INTERCLASSE LM-16 FINANZA

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CLASSE DI APPARTENENZA Il Corso di Studio appartiene alla Classe n. 28/S, lauree specialistiche in INGEGNERIA CIVILE,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM - 23 - Classe

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Siena Facoltà di Scienze Politiche Regolamento didattico di Facoltà (Emanato con Decreto Rettorale n. 1412/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del

Dettagli

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali Scuola sullo Sviluppo Locale Università di Trento School on Local Development University of Trento Norme attuative della Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali 1 Indice

Dettagli

Non registrandosi interventi il verbale sopra menzionato è approvato all unanimità.

Non registrandosi interventi il verbale sopra menzionato è approvato all unanimità. ORDINE DEL GIORNO N. 1 Comunicazioni del Presidente. Non ci sono comunicazioni. ORDINE DEL GIORNO N. 2 Approvazione verbale seduta precedente. Il Presidente chiede al Consiglio se vi siano osservazioni

Dettagli

MASTER IN ARCHITETTURA SOSTENIBILE NELLE CITTA MEDITERRANEE

MASTER IN ARCHITETTURA SOSTENIBILE NELLE CITTA MEDITERRANEE Decreto n. 34 /2012 Prot. n. 800 pos III/5 del 04/06/2012 Facoltà di ARCHITETTURA IL PRESIDE VISTA la legge 30 dicembre 2010, n. 240, ed in particolare l articolo 23 Contratti per attività d insegnamento

Dettagli

DR 184 IL RETTORE. Caserta 25/2/2015 F.to IL RETTORE Prof.Giuseppe PAOLISSO

DR 184 IL RETTORE. Caserta 25/2/2015 F.to IL RETTORE Prof.Giuseppe PAOLISSO Rip.Affari Istituzionali e Internazionali IL RETTORE VISTO lo Statuto della Seconda Università degli Studi di Napoli; VISTO il Regolamento di Ateneo per l Amministrazione, la Finanza e la Contabilità;

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E AZIENDALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E AZIENDALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA - Visto il decreto.11.1999, n 509, come modificato dal DM 270/2004 art., c. 10, che prevede che le università italiane possano rilasciare diplomi/titoli accademici in collaborazione con università straniere;

Dettagli

BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015

BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015 il Presidente del Nucleo di Valutazione di Ateneo Prof. Tommaso Minerva BOZZA VERBALE DELLA RIUNIONE TELEMATICA DEL 16 GIUGNO 2015 Via Gramsci, 89/91 71122. Foggia. Italia Telefono +39 0881 338 563/350/348

Dettagli

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze

POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze POLITECNICO DI BARI Direzione Servizi Interni Ufficio Concorsi e Supplenze D.R. n. 299. IL RETTORE VISTA la Legge n. 168 del 09/05/1989; VISTA la Legge n. 245 del 07/08/1990, ed in particolare l art. 8,

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Norme relative alle attività formative dei Corsi di Laurea in Ingegneria dell informazione per il conseguimento di una migliore conoscenza del mondo del lavoro 1 Tali norme, nella loro versione preliminare,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013 BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli n. 3 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE VISTA la legge 30 dicembre

Dettagli