ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA"

Transcript

1 E.O. OSP EDALI GALLI ER A OSPEDALE DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE (D.P.C.M. 14/7/1995) ANNUAL REPORT OSPEDALI GALLIERA 2009

2 Responsabile del progetto: Gian Massimo Gazzaniga Coordinamento del progetto: Alessandra Argusti Fotografie: Domenico Carratta e Alessandro Paltrinieri; foto d epoca - Archivio dell Ospedale Galliera; foto del Cardinale Angelo Bagnasco - Carlevaro Digital Photo s.r.l. Progetto grafico: Barbara Colasanto REALIZZAZIONE E STAMPA Scuola Tipografica Sorriso Francescano S.r.l. via Riboli, Genova Tel Fax

3 Volentieri accompagno alla stampa la nuova edizione dell Annual Report degli Ospedali Galliera. In qualità di presidente dell ospedale ho potuto constatare la competenza e la dedizione di tutto il personale che ringrazio per l importante lavoro svolto, sempre con professionalità e umiltà, a favore di coloro che si sono rivolti a noi. La Duchessa di Galliera ha voluto questo Istituto per fornire le cure più avanzate a chi ne avesse bisogno; non si accontentava però solo della necessaria efficienza della tecnica e della scienza medica, ma già allora aveva stabilito che l Arcivescovo di Genova fosse come il garante dello stile Galliera : attenzione al paziente, serietà e onestà, secondo l ispirazione cristiana che l aveva guidata. Oggi siamo gli eredi di quelle intuizioni e il nostro impegno è quello di fornire a tutta la città di Genova e a quanti ne avessero bisogno l aiuto necessario per la propria salute. Ci impegniamo a migliorare ancora, consapevoli della crescente complessità, ma anche delle permanenti e profonde esigenze della persona, quali il desiderio di prossimità sensibile, operosa, specialmente nel momento della malattia e del bisogno, come pure quello dell assistenza religiosa, per cui ringrazio il Cappellano e quanti lo aiutano in questo delicato e prezioso servizio. Angelo Cardinale Bagnasco Arcivescovo di Genova

4 4

5 CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE AL 31/12/2009 Sua Eminenza Rev.ma Cardinale Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova Presidente Prefetto Giuseppe Romano Vice Presidente CONSIGLIERI Prof. Avv. Piergiorgio Alberti Dott. Ing. Giovanni Pio Calcagno Dott. Paolo Petralia Dott. Pietro Pongiglione Prof. Giuseppe Profiti Dott. Marco Simeon Dott. Ing. Paolo Veardo Dott. Adriano Lagostena Direttore Generale Dott. Luciano Grasso Direttore Amministrativo Dott. Roberto Tramalloni Direttore Sanitario

6 Annual Report 2009 è la quinta edizione della pubblicazione la cui realizzazione e produzione viene effettuata nell anno Un sentito incoraggiamento va a tutti coloro che si sono impegnati per l attività di ricerca che anche nel 2009 ha prodotto buoni frutti. Peraltro è volontà della Direzione di favorire anche concretamente le varie attività di ricerca che abbiano come interesse il benessere della persona, poiché questo è un presupposto irrinunciabile per un ospedale che vuol mantenere fede ad impegni antichi ma tuttora vivi e vitali. Infine il mio ringraziamento va anche a tutti gli operatori che non vi troveranno scritto il loro nome. La loro dedizione, lo spirito di servizio con cui affrontano la giornata di lavoro non possono non tradursi in uno stimolo ad andare sempre avanti con costanza, rigore e desiderio di migliorare. Il Direttore Generale Dott. Adriano Lagostena

7 È con grande piacere che introduco l Annual Report dell Ospedale Galliera relativo all anno Il volume, pubblicato con la coordinazione del Comitato Scientifico, seguendo una procedura innovativa ormai consolidata, traduce uno spaccato completo dell attività clinica e della produzione scientifica del nostro ospedale. Il report rappresenta un importante strumento di divulgazione del lavoro svolto, un idea innovativa, un modo chiaro e trasparente di presentarci e di farci conoscere. Il piano dell opera prevede una suddivisione in due aree, Gestionale e Sanitaria, che rispecchiano l organizzazione funzionale dell'ospedale; ciascuna area è suddivisa in dipartimenti. Possiamo considerare l Annual Report il nostro ambasciatore scientifico, culturale, di progresso le cui credenziali sono certificate dal lavoro svolto sempre più qualificato, dalla produzione scientifica in costante trend di aumento quantitativo e qualitativo. È con timido, seppur giustificato orgoglio che presentiamo i dati del lavoro clinico e della ricerca ospedaliera, per i quali sentiamo doveroso esternare il ringraziamento più vivo al personale ospedaliero tutto. È con l impegno determinato e costante di tutti che si sono potuti raggiungere risultati così prestigiosi certificati non solamente dalla crescita della produzione scientifica passata da 28 pubblicazioni nel 2003 a 123 nel 2009, ma anche dell Impact Factor normalizzato che è passato da 58 nel 2003 a 328 nel Tale incremento avvalora e fortifica la speranza che il Galliera possa finalmente competere con istituzioni specificamente dedicate alla ricerca, e possa così entrare a pieno titolo nel novero degli Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico. staff ufficio del coordinatore scientifico prof. gian massimo gazzaniga Dott.ssa Daniela Diazzi Segreteria coordinamento Dott.ssa Alessandra Argusti Dott.ssa Tiziana Chiossone Supporto scientifico Sig. Domenico Carratta Dott. Alessandro Paltrinieri Servizio fotografico Sig.ra Margherita Corona Biblioteca Medica Il Coordinatore Scientifico Prof Gian Massimo Gazzaniga 8

8 coordinatore scientifico prof. gian massimo gazzaniga comitato scientifico Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Pavia nel Dal 1967 al 1969 Primario Chirurgia Generale dell Ospedale Castel San Giovanni. Dal 1969 al 1979 Primario Chirurgia Generale e Chirurgia Epato-bilio-pancreatica Ospedale Generale Santa Corona, Pietra Ligure (SV). Dal 1979 al 1996 Primario della Prima Divisione di Chirurgia Generale dell Ospedale S. Martino. Dal 1996 al 2001 Primario della Prima Divisione di Chirurgia Generale ed Epato-bilio-pancreatica E.O. Ospedali Galliera. Dal 2003 Coordinatore Scientifico dell E.O. Ospedali Galliera. Dal 1984 al 1986 Presidente dell Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (A.C.O.I.). Dal 1994 al 1996 Presidente della Società Italiana di Chirurgia. Nominato nel 1995 Presidente dell Annual Congress of Eurosurgery a Barcellona (Spagna). Presidente della Sezione Chirurgica dell International Gastrosurgical Club nel Dal 1999 al 2002 Presidente della Federchir (Federazione Società Scientifiche Chirurgiche), che annovera le dodici Società Scientifiche riconosciute dal Ministero della Sanità. Dal dicembre 2002 Presidente onorario della Federchir. È Accademico Onorario della Accademia Romana di Chirurgia. È Socio Onorario della Società Argentina, Brasiliana, Uruguaiana e Indiana di Chirurgia. Professore Onorario Hospital Universitario Doce de Octubre Facoltà di Medicina, Madrid. Il 22 aprile 2003 è stato insignito della laurea Honoris Causa dall Università Cattolica di Salta (Argentina). Presidente emerito Società Italiana di Chirurgia. le funzioni Elabora indirizzi generali per la predisposizione di linee di ricerca dell Ente in ambito di linee strategiche Promuove e stimola la ricerca attraverso il reperimento di finanziamenti pubblici e privati Promuove e favorisce l organizzazione di eventi a contenuto scientifico. Promuove ed incentiva la pubblicazione di ricerche scientifiche su riviste nazionali ed internazionali Cura i rapporti con il Ministero della Salute e con altri enti pubblici e privati nazionali ed esteri Predispone il rapporto annuale sullo stato di avanzamento dei programmi di ricerca e sulle prospettive strategiche di sviluppo di attività scientifiche per le varie aree cliniche coordinatore prof. gian massimo gazzaniga I COMPONENTI DEL COMITATO SCIENTIFICO Dott. Roberto Tramalloni Direttore Sanitario Dott.ssa Franca Dagna Bricarelli Già Direttore S.C. Laboratorio di Genetica Umana Dott. Paolo Spirito Direttore S.C. Cardiologia Dott. Nicola Acquarone Già Direttore - S.C. Medicina Interna 1 Dott. Roberto Bandelloni Direttore del Dipartimento dei Laboratori e Servizi Dott. Filippo Grillo Ruggieri Direttore S.C. Radioterapia Dott.ssa Fernanda Stefani In rappresentanza dell area sanitaria del comparto Dott. Tiziano Zanin In rappresentanza dell area sanitaria del comparto Dott.ssa Daniela Diazzi Segreteria coordinatrice redazionale dell annual report 2009 dott.ssa alessandra argusti Laurea in Scienze Biologiche Università di Genova Specializzazione Genetica Medica Università di Genova Haematology Department dell Hammersmith Hospital di Londra. Dal 1990 al 2003 genetista presso S.C. Laboratorio Genetica Umana E.O. Ospedali Galliera. Nel 2004 contratto per il grant scouting Ufficio Sviluppo Risorse Finanziarie E.O. Ospedali Galliera. Dal gennaio 2000 al giugno 2002 consulente genetista per il Comitato Promotore Telethon. Dal luglio 2004 al 2007 consulente genetista S.C. Oncologia Medica e Preventiva E.O. Ospedali Galliera. Dall aprile 2007 al settembre 2008 Dirigente Biologo S.C. Laboratorio Istocompatibilità / IBMDR dell E.O. Ospedali Galliera. Dall ottobre 2008 si occupa del supporto scientifico presso l ufficio del coordinatore scientifico. 9

9 10

10 STAFF DELLA DIREZIONE GENERALE S.C. P I A N I F I C A Z I O N E E C O N T R O L L O S T R AT E G I C O S.C. C O N T R O L L O D I G E S T I O N E S.C. P R E V E N Z I O N E E P R O T E Z I O N E S.C. Q U A L I T À E C O M U N I C A Z I O N E S.C. SERVIZIO INFORMATICO E TELECOMUNIC AZIONI coordinatore dott. marco esposto

11 dirigente responsabile dott. marco esposto s.c. controllo di gestione staff della direzione generale Laureato in Economia e Commercio ad indirizzo economico-aziendale nell Università di Genova. Corsi di formazione in: SDA Bocconi (Balanced Scorecard e indicatori di performance in sanità, Budget & sistemi di programmazione e controllo in sanità I e II, Collaborare per competere: il benchmarking nelle aziende sanitarie), CEGOS (Analisi e controllo costi), Scuola di Management e Innovazione per la Sanità-Politecnico di Milano (Marketing e comunicazione in sanità), ISVOR-FIAT (Gestione delle risorse umane) inserito presso aziende multinazionali nei settori del commercio, della consulenza aziendale, delle assicurazioni, dei trasporti e logistica; in ruolo presso l Istituto Scientifico di Montescano (Pv) I.R.C.C.S. della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia: quale Responsabile Amministrativo, Segretario del Comitato Tecnico Scientifico, Componente del Servizio Prevenzione e Protezione dal 1996; quale Dirigente amministrativo dal 2000; quale membro del Comitato di Gestione (organo di governo dell Istituto) dal 2003; da ottobre 2006 dirigente responsabile della S.C. Controllo di gestione dell E.O. Ospedali Galliera; da gennaio 2007 coordinatore dello Staff della Direzione Generale. ATTIVITÀ DELLA STRUTTURA In ambito sanitario, sia in forza di legge, sia per le necessità via via crescenti del SSN di contenere e razionalizzare la spesa, il Controllo di Gestione è divenuto uno degli strumenti critici di governo interno delle strutture sanitarie con una finalità ben precisa: orientare i comportamenti degli operatori verso il perseguimento degli obiettivi (efficacia gestionale) mediante il miglior impiego possibile delle risorse a disposizione (efficienza). Pertanto questa attività è stata talora definita come il meccanismo operativo con il quale l azienda formula e articola gli obiettivi aziendali e che crea le condizioni informative per garantirne il perseguimento. L Ente attraverso il Controllo di Gestione ha adottato un sistema basato sull Activity Based Costing (ABC) che si integra col sistema di contabilità analitica per centri di responsabilità/costo, legato alla articolazione organizzativa formale delle strutture. Questo percorso aziendale rappresenta un processo evolutivo importante mirato alla misurazione delle risorse impiegate a favore del singolo paziente verso il quale deve essere orientato il complesso delle attività sanitarie. dirigente responsabile dott. marco esposto Coadiutore amministrativo esperto Dott. Paolo Casale Dott. Alessio Fabbri Le attività del Controllo di Gestione si articolano per: gestire ed implementare il processo di definizione degli obiettivi di budget ed attivare, in corso d esercizio, il conseguente processo di monitoraggio analizzare le modalità in cui si realizzano le attività, nonché rendere coerenti i centri di responsabilità/costo della contabilità analitica con la formale struttura organizzativa e funzionale, al fine di consolidare la base informativa su cui si fonda l Activity Based Costing (ABC) assolvere il debito informativo regionale di competenza supportare le richieste informative dei dipartimenti e delle strutture sanitarie ed amministrative per contribuire a migliorarne l efficacia gestionale 12

12 Attività ospedaliera anni Degenza Ordinaria Posti Letto Casi Giornate Degenza Peso Medio 1,18 1,23 1,19 1,15 Degenza Media 7,70 8,08 8,01 8,01 Tasso Operatorio 38,89 38,63 39,59 36,03 Day Hospital Posti Letto Casi Giornate Degenza Peso Medio 0,71 0,78 0,77 0,72 Accessi Medi 3,26 3,37 3,45 3,81 Day Surgery Posti Letto Casi Giornate Degenza Peso Medio 0,66 0,84 0,86 0,81 Accessi Medi 2,12 2,37 2,08 2,08 Prestazioni ambulatoriali per esterni anni Prestazioni S.C. ANATOMIA PATOLOGICA S.C. LABORATORIO ANALISI S.C. LABORATORIO DI GENETICA UMANA S.C. LABORATORIO ISTOCOMPATIBILITA' S.C. NEURORADIOLOGIA E RADIOLOGIA INTERVENTISTICA S.C. RADIODIAGNOSTICA Prestazioni di diagnostica strumentale per esterni Tariffa media diagnostica strumentale per esterni 10,68 11,17 11,93 11,94 Prestazioni ambulatoriali complessive per esterni Tariffa media prestazioni ambulatoriali complessive per esterni 15,33 15,39 15,73 15,08 Incidenza diagnostica strumentale su prestazioni complessive 70,58% 69,34% 71,16% 71,79% 13

13 14

14 dirigente ing. giacomo montecucco s.c. prevenzione e protezione staff della direzione generale Laurea in ingegneria meccanica presso l Università di Genova - indirizzo organizzativo; Edilforni: Società di progettazione di forni industriali, realizzazione di progetti in tale ambito; Team srl società di consulenza: responsabile di commesse su progetti formativi; Sogea spa: responsabile di progetti complessi finanziati da U.E. Ministero del Lavoro e da Regioni, responsabile dell area formazione continua della Sogea; qualifica di dirigente dal gennaio 2001: responsabile di finanziamenti complessi, formazione continua e bandi di gara e d appalto; responsabile dei corsi di formazione manageriale per dirigenti di struttura sanitaria complessa; responsabile dei corsi ARPAL per il progetto di aggiornamento di amministratori e tecnici P.A.; RSPP di Themis srl dal 2005 al Dal maggio 2006 dirigente responsabile S.C. Prevenzione e Protezione dell E.O. Ospedali Galliera. ATTIVITÀ DELLA STRUTTURA Il Servizio Prevenzione e Protezione ha il compito di supportare le figure in gioco nell ambito della sicurezza: datore di lavoro, dirigenti e preposti, RLS e lavoratori. Strumento portante del Servizio è il Documento di Valutazione del Rischio (revisionato periodicamente) che è realizzato per ciascun dipartimento, struttura complessa e semplice, dove vengono individuati i potenziali rischi residui per i lavoratori e le relative misure di salvaguardia: dispositivi di protezione collettiva e individuale, procedure e modalità organizzative di lavoro sicuro. Obiettivo prioritario del servizio quindi, è la promozione di tutte quelle azioni che conducono alla diminuzione del rischio dei lavoratori nello svolgimento delle proprie attività: il Servizio inoltre promuove azioni formative e di sensibilizzazione nell ambito della sicurezza e definisce le procedure dei piani di emergenza il Servizio è di supporto al coordinamento dell operato dei lavoratori esterni nelle eventuali interferenze con lavoratori dipendenti dell Ente il Servizio Prevenzione si interfaccia e coopera quotidianamente con l attività del Medico Competente dirigente ing. giacomo montecucco Segreteria Sig. Giuseppe De Laurentis Collaboratore tecnico Sig. Claudio Sani Collaboratore tecnico esperto Arch. Mario Pinna Collaboratore professionale sanitario esperto Ing. Giuseppe DI Maira 15

15 dirigente dott. simone canepa s.c. qualità e comunicazione staff della direzione generale Laurea in Scienze della Produzione Animale Università degli studi di Pisa nel Nel 2003 e 2004 Presso RINA s.p.a. incarico di supporto tecnico per la stesura del Rapporto Ambientale dell economia del mare, per l INMONT (Istituto nazionale della montagna) incarico di supporto tecnico per la stesura di rapporti ambientali in seno al 1 Mountain Tour, presso il Laboratorio di sicurezza alimentare (DICHI - UNIGE) ha condotto la ricerca per lo sviluppo di fibre anti-fouling per la costituzioni di reti da pesca e acquicoltura. Dal 2005 inserito in azienda del settore della GDO in qualità di Responsabile della qualità e gestione risorse umane. Dal 2008 valutatore per Bureau Veritas - Divisione Certificazione ISO Da luglio 2008 dirigente della S.C. Qualità e Comunicazione dell E.O. Ospedali Galliera e, nell ambito delle competenze della struttura, coordinatore dell Unità di Gestione del Rischio dell Ente. ATTIVITÀ DELLA STRUTTURA La S.C. Qualità e comunicazione è stata istituita ai fini del miglioramento continuo della qualità delle prestazioni erogate e della comunicazione e rappresenta un apposita struttura organizzativa in posizione di staff alla Direzione Generale. In tale ottica ha intrapreso un percorso di certificazione del Sistema di Qualità Aziendale secondo le norme UNI EN ISO 9001:2000. All interno di tale struttura opera, in modo interdisciplinare, personale sanitario e amministrativo, al fine di sviluppare un sistema di gestione della qualità aziendale esplicito, coordinato, condiviso, e diffuso. L impegno continuo è quello di realizzare una cultura della qualità che favorisca un sistema di cure e assistenza centrato sul cittadino/utente che soddisfi al meglio i bisogni di salute della popolazione. La S.C. Qualità e comunicazione supporta quindi, sul piano metodologico, la Direzione Generale nella definizione delle politiche della qualità e della comunicazione interna ed esterna ed ha le seguenti competenze: Qualità: analizza, progetta e implementa esperienze di miglioramento della qualità, con il coinvolgimento di tutti gli operatori e la valorizzazione della partecipazione degli utenti, valutando anche i sistemi di certificazione all eccellenza e l eventuale sperimentazione di modelli innovativi provvede all adozione di un sistema di gestione per la qualità, basato sull approccio per processi e fondato sulla terzietà della valutazione delle attività secondo le norme ISO 9001:2000 cura la tenuta e l aggiornamento della documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità coordina la pianificazione e l esecuzione degli audit interni Accreditamento: affianca le strutture aziendali durante il processo di accreditamento, verificando il rispetto e l applicazione di specifici requisiti individuati a livello regionale monitora il mantenimento dei requisiti richiesti dagli indicatori all interno di ogni struttura attraverso audit interni cura la tenuta e la trasmissione della documentazione di accreditamento e l aggiornamento del database aziendale Rischio clinico: coordina le attività concernenti il rischio clinico e provvede allo sviluppo ed alla gestione delle attività dell Unità di Gestione Rischio (UGR) aziendale propone un modello metodologico per individuare ed analizzare le attività maggiormente a rischio e stabilire le priorità d intervento in ogni struttura organizzativa attraverso i gruppi di miglioramento coordina la valutazione e la gestione di strategie per la riduzione e prevenzione del rischio dirigente dott. simone canepa Coordinatore infermieristico Sig.ra Carolina Damasio Infermiere Dott. Marco Briganti Collaboratore tecnico esperto Sig.ra Rosalinda Fantoni Coadiutore Amministrativo Interinale Francesca Buratti 16

16 dirigente dott. simone canepa s.c. qualità e comunicazione staff della direzione generale Comunicazione interna ed esterna: con il supporto dell Ufficio per le relazioni con il pubblico e l Ufficio stampa, in applicazione della Legge 150/2000, promuove e sviluppa la comunicazione interna ed esterna: persegue il costante aggiornamento delle pagine pubbliche ed interne del sito internet gestisce l organizzazione di eventi e manifestazioni svolte per promuovere l attività dell Ente e le prospettive future cura l organizzazione per la partecipazione dell Ente ad eventi, manifestazioni, convegni inerenti la Pubblica Amministrazione cura l aggiornamento della segnaletica e della cartellonistica, le brochure informative promuove e coordina gruppi di miglioramento della qualità nell ambito della comunicazione URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico dott.ssa Micaela Pagliano Tutte le strutture pubbliche (comuni, provincie, regioni, università, aziende sanitarie, forze dell ordine, ecc.), come indicato nel decreto legislativo n. 29 del 1993, devono aver attivato il proprio URP. L Ufficio Relazioni con il Pubblico essenzialmente AIUTA il cittadino. Accoglie il cittadino fornendo indicazioni su come-dove-quando ottenere un servizio, su come risolvere un problema, a chi deve rivolgersi. Informa il cittadino nell utilizzo dei servizi offerti dall azienda, collaborando con la S.C. Qualità e comunicazione, riguardo ai servizi ed alle iniziative, i progetti e le novità. Unisce il cittadino agli Operatori favorendo la partecipazione dei rappresentanti dei cittadini alla vita dell Ospedale, proponendo iniziative e collaborando nella realizzazione di progetti specifici, anche attraverso il Comitato Misto Consultivo. Tutela i diritti di salute dei cittadini; è compito dell URP accogliere segnalazioni di problemi, disagi, disservizi o inadempienze, encomi, che il cittadino ha riscontrato nei suoi rapporti con i servizi sanitari. Ascolta i bisogni e il livello di soddisfazione delle persone effettuando periodicamente sondaggi d opinione, con la collaborazione della Associazioni di Volontariato e Tutela, facendosi promotore del miglioramento della qualità dei servizi e delle prestazioni erogate dall azienda. L E.O.Ospedali Galliera individua le modalità con le quali si assicura la tutela del cittadino rispetto ad atti o comportamenti che neghino o limitino la fruibilità della prestazioni e, più in generale, rispetto ai disservizi. Alcune delle competenze in materia di tutela sono svolte dall Ufficio Relazioni con il Pubblico, in particolare: ricevere le osservazioni, le opposizioni od i reclami presentati dai cittadini/utenti in qualunque forma provvedere direttamente a risolvere il caso o, se necessario, acquisire i pareri dei responsabili dei serivizi interessati per fornire una risposta all utente predisporre l attività istruttoria per i reclami che non si prestano all immediata e rapida definizione dirigente dott.ssa Micaela Pagliano Assistente tecnico Carlo Zoratti Coordinatore Infermieristico Silvia Rosa Poblete Caballero Coadiutore Amministrativo Interinale Nathalie Bertoglio Elena Arcolao 17

17 dirigente responsabile dott. carlo berutti bergotto s.c. servizi informatici e telecomunicazioni (S.I.eT.) staff della direzione generale Laurea in Economia e Commercio ad indirizzo economico aziendale Università di Genova nel Abilitazione all esercizio professionale di dottore commercialista. Dal 1991 analista collaboratore vice capo ripartizione C.E.E.D dell E.O. Ospedali Galliera. Dal 1997 Dirigente responsabile S.C. Servizi Informatici E Telecomunicazioni già C.E.E.D dell E.O. Ospedali Galliera. Responsabile privacy per i trattamenti informatici e sicurezza logica e fisica delle banche dati facenti capo al sistema informatico centrale dell E.O. Ospedali Galliera e del Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR) dal Coordinamento dello Staff della Direzione Generale per l anno Componente del collegio tecnico per la valutazione del personale dirigente della SC sistema informativo aziendale presso l Istituto Tumori di Genova e l Istituto Giannina Gaslini di Genova; Responsabile per l Ente Ospedaliero del procedimento tessera sanitaria (art.50); del monitoraggio delle convenzioni MEF - CONSIP; dei Gruppi di Lavoro SIIR n. 3 (L.R. 42/2006) per lo Sviluppo Sanità Elettronica. ORGANIZZAZIONE La struttura è organizzata in settori tecnici e comprende le strutture semplici: S.S. Area Sistemistica (infrastrutture e telecomunicazioni) dirigente dott. Marco De Benedetto S.S. Area Applicativa (applicazioni, standard e flussi) dirigente ing. Francesco Zanella ATTIVITÀ DELLA STRUTTURA La struttura fornisce i servizi di Information Communications Technology (ICT) aziendali che comprendono: analisi organizzativo/funzionale approntamento dell ambiente sistemistico indicazioni logistico/organizzative sviluppo di software di supporto, analisi, verifica e test di software sviluppato da terzi gestione dell infrastruttura di comunicazione (fonia, immagini e dati) gestione dei contratti relativi ai servizi telefonici e collegamento dati, nonché ai servizi postali e telegrafici erogati mediante flusso telematico istruzione delle richieste di nuove dotazioni hardware e software e gestione dei contratti e convenzioni Consip di competenza assistenza tecnica relativa alle risorse informatiche e di telecomunicazione assegnate agli utenti assistenza di primo livello all utilizzo dei sistemi operativi e dei software di produttività aziendale sicurezza informatica e dematerializzazione documentale (firma digitale ed archiviazione sostitutiva) tutela dei dati trattati con strumenti elettronici ai sensi della vigente normativa sulla privacy gestione della formazione di competenza Tutta l area applicativa di base (office, mail, browser) installata su oltre 600 postazioni di lavoro è gestita con strumenti di produttività aziendale Open Source utilizzando lo standard internazionale per i documenti informatici ODT (Open Document Format - ISO 26300). dirigente responsabile dott. carlo berutti bergotto Dirigente analista Dott. Marco De Benedetto Ing. Nicola Rosso Ing. Francesco Zanella Collaboratore tecnico professionale esperto Sig. Pierpaolo Accattini Sig.ra Maria Luisa Gastaldo Sig. Luca Leprini Collaboratore tecnico professionale Sig. Nicola Caridi Sig.ra Ornella Cresci Sig,ra Paola Lorenzelli Sig.ra Ornella Mazzetti Sig. Marco Vitale Assistente tecnico Sig. Fabio Bui Sig. Daniele Colletti Sig. Davide Fara Sig. Stefano Guida Sig. Fabio Maio Sig. Francesco Ricci Sig.ra Michela Spanio Sig. Pasqualino Squillace Operatore tecnico Sig. Simone Ferretti Sig. Emanuele Rocca Assistente amministrativo Sig.ra Fulvia Benotti Coadiutore amministrativo esperto Sig.ra Giuliana Figone Sig. Giorgio Moreni 18

18 dirigente responsabile dott. carlo berutti bergotto s.c. servizi informatici e telecomunicazioni (S.I.eT.) staff della direzione generale Il sistema informativo ospedaliero si caratterizza per un elevata integrazione e penetrazione dai reparti di degenza ai servizi diagnostici ed una particolare attenzione al processo completo dematerializzazione della documentazione clinica in tutte le discipline. La dematerializzazione ossia l'insieme degli interventi necessari a consentire la scomparsa della carta, delle pellicole, dei tracciati.. nel trattamento dei dati sanitari del paziente è stata condotta trasversalmente su tutti le applicazioni mediante numerosi attività coordinate e sinteticamente descritte: 1. rendere i documenti digitali dalla produzione sottoponendoli a firma digitale; 2. digitalizzazione completa delle immagini radiologiche e di parte dei tracciati ECG; 3. rafforzare il valore probatorio mediante l apposizione di marca temporale da parte di un ente terzo certificato; 4. consentirne la trasmissione mediante strumenti informatici sia all'interno che all esterno dell Ospedale; 5. realizzare degli strumenti di notifica ai richiedenti dei documenti una volta disponibili e che consentano di verificare la cronologia degli accessi; 6. conservazione legale sostitutiva nel rispetto delle regole tecniche impartite dal CNIPA; 7. definizione di una disciplina aziendale a supporto dei processi di utilizzo della documentazione digitale. Risultati conseguiti a dicembre 2009 sotto il profilo della dematerializzazione della documentazione clinica: documenti sanitari prodotti ed archiviati sostitutivamente al giorno; 2. distribuzione in tutti i reparti ed in pronto soccorso degli strumenti di prescrizione informatizzata e notifica e di consultazione referti ed immagini; 3. gestione completemante dematerializzata di tutta la documentazione afferente il pronto soccorso e l'osservazione breve; 4. diminuzione della documentazione cartacea e su pellicola; 5. diminuzione dei tempi di reperibilità della documentazione archiviata; 6. riduzione e razionalizzazione dei processi di diagnosi e cura; 7. miglioramento della documentazione in termini di qualità; 8. miglioramento dei processi di monitoraggio e controllo dell'attività sanitaria. dirigente responsabile dott. carlo berutti bergotto Dirigente analista Dott. Marco De Benedetto Ing. Nicola Rosso Ing. Francesco Zanella Collaboratore tecnico professionale esperto Sig. Pierpaolo Accattini Sig.ra Maria Luisa Gastaldo Sig. Luca Leprini Collaboratore tecnico professionale Sig. Nicola Caridi Sig.ra Ornella Cresci Sig,ra Paola Lorenzelli Sig.ra Ornella Mazzetti Sig. Marco Vitale Assistente tecnico Sig. Fabio Bui Sig. Daniele Colletti Sig. Davide Fara Sig. Stefano Guida Sig. Fabio Maio Sig. Francesco Ricci Sig.ra Michela Spanio Sig. Pasqualino Squillace Operatore tecnico Sig. Simone Ferretti Sig. Emanuele Rocca Assistente amministrativo Sig.ra Fulvia Benotti Coadiutore amministrativo esperto Sig.ra Giuliana Figone Sig. Giorgio Moreni 19

19 La S.S. Area sistemistica dott. marco de benedetto La S.S. Area sistemistica si occupa delle infrastrutture e servizi di base (gestione della sicurezza degli accessi e dei servizi di rete; conduzione dell infrastruttura tecnologica; gestione sistemistica dei server dell Ente; gestione data base, comprensiva delle operazioni di backup ed eventuale ripristino; verifica e monitoraggio degli apparati di rete e del traffico di dati; disegno e implementazione del sistema di cablaggio, in linea con le esigenze espresse nei piani edilizi di ammodernamento), di impianti e servizi particolari (gestione degli apparati di rilevazione presenze e di gestione informatica degli accessi; gestione del servizio di fax virtuale; gestione su rete IP dei sistemi di video-sorveglianza e di acquisizione video e trasmissione video; gestione del sistema di archiviazione di immagini DICOM), della gestione tecnica e sviluppo software per l IBMDR (gestione sistemistica sito Web e sviluppo di applicazioni web per la gestione dei registri dei donatori), sviluppo di applicazioni di supporto al sistema informativo clinico (applicativi per il GORE - Gruppo Operativo Ristretto Emergenze - e per il 118, per la consultazione web di referti, per i sistemi di stampa ad hoc). I servizi sistemistici e di rete sono realizzati e gestiti, dal personale interno, totalmente con software opensource e su sistema operativo Linux. I principali servizi implementati sono i seguenti: posta elettronica (postifix, qpopper), DNS (bind), http server (Apache), ftp server (wu-ftpd), LDAP (OpenLDAP), proxy cache server (Squid), firewall basato sul packet filtering di Linux (ipchains), monitoraggio del traffico su apparati interni e da/verso l esterno con tools quali MRTG. L integrazione fra il mondo Windows (NETBIOS) e Unix è stata realizzata con SaMBa. Sono stati inoltre sviluppate in proprio applicazioni via web, basate su database MySQL. La S.S. Area applicativa ing. francesco zanella La S.S. Area Applicativa è articolata nei settori clinico ed amministrativo che svolgono le seguenti funzioni: gestione del sistema informativo clinico (manutenzione e controllo delle procedure integrate di ricovero, prenotazione e registrazione degli accessi, delle procedure integrate di prescrizione e di indagine diagnostiche riguardanti il dossier clinico; gestione interna e verso la Regione e gli Enti Pubblici interessati dei flussi informativi sanitari e della rendicontazione delle prestazioni) gestione del sistema informativo amministrativo (manutenzione e controllo delle procedure integrate di gestione del personale, degli approvvigionamenti, del bilancio, del controllo di gestione, del protocollo; gestione dei flussi e delle elaborazioni aziendali a valenza economica e tributaria, nonché dei flussi regionali e/o ministeriali correlati) dirigente responsabile dott. carlo berutti bergotto Dirigente analista Dott. Marco De Benedetto Ing. Nicola Rosso Ing. Francesco Zanella Collaboratore tecnico professionale esperto Sig. Pierpaolo Accattini Sig.ra Maria Luisa Gastaldo Sig. Luca Leprini Collaboratore tecnico professionale Sig. Nicola Caridi Sig.ra Ornella Cresci Sig,ra Paola Lorenzelli Sig.ra Ornella Mazzetti Sig. Marco Vitale Assistente tecnico Sig. Fabio Bui Sig. Daniele Colletti Sig. Davide Fara Sig. Stefano Guida Sig. Fabio Maio Sig. Francesco Ricci Sig.ra Michela Spanio Sig. Pasqualino Squillace Operatore tecnico Sig. Simone Ferretti Sig. Emanuele Rocca Assistente amministrativo Sig.ra Fulvia Benotti Coadiutore amministrativo esperto Sig.ra Giuliana Figone Sig. Giorgio Moreni 20

20 D I R E Z I O N E A M M I N I S T R AT I VA D I PA R T I M E N T O A F FA R I E C O N O M I C I D I PA R T I M E N T O A F FA R I G E N E R A L I E G E S T I O N E R I S O R S E U M A N E D I PA R T I M E N T O O P E R E E D I L I E M A N U T E N Z I O N E direttore amministrativo dott. luciano grasso

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro Indagine nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro Servizi di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro PREMESSA La legge L. 833/1978 ha istituito il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) e successive norme

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria 1/24 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30.12.1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni); Legge 23 dicembre

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 1979, n. 761 Gazzetta Ufficiale 15 febbraio 1980, n. 45, S. O. Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli