Relazione trimestrale consolidata al 31 marzo 2001

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione trimestrale consolidata al 31 marzo 2001"

Transcript

1 Relazione trimestrale consolidata al 31 marzo 2001

2 Cariche sociali e Direzione Consiglio di amministrazione Presidente: Vicepresidenti: Consiglieri: Carlo Fratta Pasini; Alberto Bauli e Gian Carlo Vezzalini; Gian Paolo Artioli, Gian Carlo Bellentani, Vittorio Corradi, Ugo Della Bella, Giuseppe Fedrigoni, Giuseppe Massimo Ferro, Mario Fertonani, Leonardo Gemma Brenzoni, Aldo Marchi, Maurizio Marino, Giuseppe Nicolò, Francesco Pasti, Giuseppe Randi, Claudio Rangoni Machiavelli, Luigi Righetti; Collegio Sindacale Presidente: Sindaci effettivi: Luigi Valotto; Giovanni Benciolini, Giorgio Maria Cambiè, Carlo Gaiani, Giovanni Tantini; Sindaci supplenti: Bruno Anti, Marco Bronzato; Collegio dei Probiviri Effettivi: Supplenti: Marco Cicogna, Sergio Mancini, Carlo Rizzardi; Giuseppe Bagolan, Aldo Bulgarelli; Direttore Generale Società di revisione Franco Nale; Arthur Andersen S.p.A. 3

3 Indice Struttura del Gruppo...pag. 7 Principali dati e indicatori...pag. 9 Prospetti contabili consolidati...pag. 11 Note di commento ai prospetti contabili consolidati...pag. 13 Osservazioni degli Amministratori sull andamento della gestione nel primo trimestre dell esercizio pag. 15 5

4 Struttura del Gruppo al 31 marzo 2001 Retail Corporate Private & Investment banking Operations ed altro Banca Popolare di Verona - Banco S. Geminiano e S. Prospero Credito Bergamasco Gestielle Asset Management SGR Gestielle Alternative Asset Management SGR Aletti & C. Asset Management SGR Creberg SIM BPV Vita Gestielle Merchant Leasimpresa Arena Broker Giemme Investimenti SGR Banca Aletti & C. BPV International (Luxemburg) BPV (Suisse) Società Gestione Servizi - BPV Holding di Partecipazioni Finanziarie Popolare di Verona - S. Geminiano e S. Prospero TecMarket Servizi GI Holding Compagnia Finanziaria Modenese Commesport Ortofrutticolo Veronese - CEO 7

5 Principali dati e indicatori Variazione (in milioni di euro) marzo 2001/2000 Dati patrimoniali Raccolta diretta , , , ,6 7,5% Raccolta indiretta , , ,9-280,9-1,0% Raccolta totale , , ,4 993,7 2,1% Impieghi lordi , , , ,8 10,3% Totale dell attivo , , , ,0 8,6% Patrimonio netto 1.869, , ,4 107,8 6,1% Dati reddituali Margine di interesse 177,4 158,4 679,5 19,0 12,0% Commissioni nette 112,0 118,1 504,0-6,1-5,2% Margine di intermediazione 307,3 294, ,4 12,9 4,4% Costi operativi 171,0 160,0 691,1 11,1 6,9% Risultato della gestione 136,3 134,4 558,3 1,9 1,4% Utile delle attività ordinarie 100,8 107,8 434,6-6,9-6,4% Utile (Perdita) straordinario 1,1-3,2 3,2 4,4 - Utile netto del periodo 49,1 48,8 205,4 0,3 0,6% Altri dati Numero medio dei dipendenti ,5% Numero degli sportelli bancari ,7% Indici di struttura Raccolta totale per dipendente 7,0 7,1 7,3-0,1-1,5% Impieghi lordi per dipendente 2,8 2,6 2,6 0,2 8,0% Indici di solvibilità Patrimonio netto / Raccolta diretta 10,3% 10,4% 9,7% Patrimonio netto / Impieghi lordi 9,9% 10,3% 10,1% Sofferenze nette / Impieghi netti 1,43% 1,50% 1,48% Sofferenze nette / Patrimonio netto 14,2% 14,0% 14,3% Indici di redditività Commissioni nette / Margine di intermediazione 36,4% 40,1% 40,3% Spese amministrative / Margine di intermediazione 49,9% 49,0% 48,7% Costi operativi / Margine di intermediazione 55,7% 54,3% 55,3% 9

6 Prospetti contabili consolidati Stato Patrimoniale consolidato attivo riclassificato Variazione (in milioni di euro) marzo 2001/2000 Cassa e disponibilità presso banche centrali e uffici postali 107,3 101,4 143,4 5,9 5,8% Crediti verso banche 4.383, , ,8 868,8 24,7% Impieghi netti verso la clientela , , , ,8 12,8% Titoli 2.808, , ,8-506,9-15,3% Partecipazioni 155,9 144,3 154,5 41,6 36,4% Immobilizzazioni materiali 450,1 399,1 446,3 51,0 12,8% Immobilizzazioni immateriali 190,2 212,0 202,1-21,8-10,3% Differenze positive di consolidamento e di patrimonio netto 350,8 280,4 308,2 70,4 25,1% Altre voci dell attivo 1.202, , ,1-382,8-24,2% Totale dell attivo , , , ,0 8,6% Stato Patrimoniale consolidato passivo riclassificato Variazione (in milioni di euro) marzo 2001/2000 Debiti verso banche 6.446, , , ,4 29,7% Debiti verso clientela e debiti rappresentati da titoli , , , ,6 7,0% Fondi del passivo 560,8 499,7 528,7 61,1 12,2% Altre voci del passivo 849, , ,4-629,1-42,5% Patrimonio di pertinenza di terzi 176,5 243,4 238,1-66,9-27,5% Passività subordinate 763,8 634,7 641,1 129,1 20,3% Patrimonio netto 1.869, , ,4 107,8 6,1% Totale del passivo , , , ,0 8,6% 11

7 Conto economico consolidato riclassificato II trim. I trim. Variazione (in milioni di euro) marzo 2001/2000 Interessi attivi 409,2 312, ,1 96,9 31,0% Interessi passivi -231,8-153,9-758,7 77,9 50,6% Margine di interesse 177,4 158,4 679,4 19,0 12,0% Dividendi e utili (perdite) delle partecipazioni valutate al patrimonio netto 1,9 0,9 6,9 1,0 105,6% Commissioni nette 112,0 118,1 504,0-6,1-5,2% Profitti da operazioni finanziarie 12,1 12,0 40,5 0,1 0,9% Altri proventi netti 3,9 5,0 18,6-1,1-21,9% Margine di intermediazione 307,3 294, ,4 12,9 4,4% Spese per il personale -104,6-96,7-406,0 7,9 8,1% Altre spese amministrative -48,8-47,7-203,1 1,1 2,3% Spese amministrative -153,3-144,4-609,1 8,9 6,2% Margine operativo lordo 154,0 150,0 640,3 4,0 2,7% Rettifiche di valore su immobilizzazioni materiali ed immateriali -17,7-15,6-82,0 2,1 13,6% Risultato della gestione 136,3 134,4 558,3 1,9 1,4% Rettifiche di valore su avviamenti, su differenze positive di consolidamento e su differenze positive di patrimonio netto -14,6-12,8-55,5 1,8 14,2% Accantonamenti per rischi ed oneri -1,4-0,1-10,7 1,3 1200,0% Rettifiche di valore su crediti ed accantonamenti per garanzie ed impegni al netto delle riprese di valore -19,5-13,8-57,1 5,7 40,7% Rettifiche di valore su immobilizzazioni finanziarie al netto delle riprese di valore - 0,1-0,4-0,1 Utile delle attività ordinarie 100,8 107,8 434,6-7,0-6,4% Utile (perdita) straordinario 1,2-3,2 3,2 4,4 Utile lordo 102,0 104,6 437,8-2,6-2,4% Variazione del fondo per rischi bancari generali - -0,3-0,7 0,3 Imposte sul reddito dell esercizio -48,0-48,1-205,1-0,1-0,3% Utile d esercizio di pertinenza di terzi -4,9-7,4-26,6-2,5-32,9% Utile netto 49,1 48,8 205,4 0,3 0,6% 12

8 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Criteri di formazione e di valutazione La Relazione trimestrale al 31 marzo 2001 è stata redatta a norma dell art.82 del Regolamento Consob approvato con deliberazione n del 14 maggio 1999 e riflette, su base consolidata, le situazioni economiche e patrimoniali di Banca Popolare di Verona Banco S.Geminiano e S.Prospero e delle società bancarie, finanziarie e strumentali da essa controllate. Per la predisposizione della presente relazione ci si è avvalsi della facoltà di redigere e pubblicare ad ogni effetto in euro i documenti contabili obbligatori a rilevanza esterna riferiti al periodo transitorio anche quando l euro non è utilizzato come moneta di conto prevista dall art. 16, comma 3, del D.Lgs. 24 giugno 1998, n Si precisa che il documento non è stato sottoposto a controllo contabile da parte della Società di revisione. Sia i criteri di valutazione sia la metodologia di consolidamento sono rimasti invariati rispetto a quelli utilizzati per la redazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2000 al quale, per maggiori dettagli, si fa rinvio. In questa sede, in sintesi, si evidenzia quanto segue: le situazioni contabili utilizzate per la stesura della relazione trimestrale consolidata sono quelle predisposte dalle società controllate con riferimento al 31 marzo 2001, rettificate, ove necessario, per adeguarle ai principi contabili del Gruppo; le suddette situazioni contabili sono state redatte utilizzando anche procedure di stima diverse da quelle normalmente adottate nella redazione dei conti annuali. Più precisamente, con riferimento a talune componenti di commissioni, nonché alle spese amministrative, stante l impossibilità di determinare secondo le usuali modalità l entità dei proventi e degli oneri connessi rispettivamente ai servizi erogati e a quelli ricevuti ma non ancora fatturati alcune società hanno predisposto le proprie situazioni contabili utilizzando dati previsionali tratti dai rispettivi budget. In considerazione della limitata entità dei dati determinati con procedure di stima diverse da quelle usuali la loro presenza assicura comunque un informazione attendibile e confrontabile con i dati annuali; le valutazioni secondo il metodo del patrimonio netto delle partecipate Arena Broker S.r.l., Gema Magazzini Generali Banca Popolare di Verona Banco S.Geminiano e S.Prospero S.p.A., BPV Vita S.p.A. e Tecmarket Servizi S.p.A. sono state effettuate sulla base di risultati interinali comunicati dalle società; le rettifiche e gli accantonamenti effettuati esclusivamente in applicazione di norme tributarie dalle società consolidate sono stati eliminati; si è provveduto all elisione dei principali rapporti patrimoniali in essere al 31 marzo 2001 fra società del Gruppo. Analoga elisione è stata effettuata con riguardo agli effetti economici delle transazioni intercorse fra le medesime società nel corso del trimestre. Le eventuali differenze non riconciliabili emergenti dal confronto dei saldi intersocietari sono state iscritte nello stato patrimoniale consolidato nelle voci Altre attività o Altre passività ; al fine di consentire una rappresentazione comparativa della situazione patrimoniale ed economica, la presente relazione trimestrale riporta i corrispondenti dati tratti dal bilancio consolidato al 31 dicembre 2000 nonché quelli relativi al 31 marzo

9 Le modifiche intervenute nella struttura del Gruppo Rispetto al 31 marzo 2000, l area di consolidamento ha subito le seguenti variazioni: incremento della percentuale di interessenza in Credito Bergamasco passata dal 64,845% al 76,635%; consolidamento di Aletti & C. Asset Management SGR S.p.A.; consolidamento di Banca Aletti & C. S.p.A.; consolidamento di Banca Popolare di Verona (Suisse) SA; consolidamento di Gestielle Alternative Asset Management SGR S.p.A.; deconsolidamento di LMF Servizi Finanziari SA; valutazione a patrimonio netto di TecMarket Servizi S.p.A. Rispetto al 31 dicembre 2000, l area di consolidamento ha subito le seguenti variazioni: incremento della percentuale di interessenza in Credito Bergamasco passata dal 67,001% al 76,635% per effetto dell esercizio del buono di fedeltà sulle azioni ordinarie realizzato nel periodo dal 31 gennaio al 10 febbraio 2001; consolidamento di Gestielle Alternative A.M. SGR S.p.A., costituita il 22 febbraio

10 Osservazioni degli Amministratori sull andamento della gestione nel primo trimestre dell esercizio 2001 Commento dei dati patrimoniali Raccolta totale Per quanto riguarda l attività di raccolta, la raccolta totale del Gruppo, formata dalla raccolta diretta da Clientela e dalla raccolta indiretta, al 31 marzo 2001 si attesta a milioni di euro in flessione del 3,7% rispetto ai milioni del 31 dicembre 2000, ma in crescita del 2,1% rispetto agli milioni del 31 marzo RACCOLTA TOTALE Raccolta diretta La raccolta diretta dalla clientela, comprensiva dei prestiti subordinati, ha raggiunto al 31 marzo 2001 i milioni di euro in diminuzione del 3,3% rispetto ai milioni del 31 dicembre 2000 ed in crescita del 7,5% rispetto ai milioni del 31 marzo RACCOLTA INDIRETTA DA CLIENTELA

11 Raccolta indiretta Il negativo andamento dei mercati finanziari che ha caratterizzato i primi mesi del 2001 costituisce la causa principale della diminuzione della raccolta indiretta che ha risentito dell effetto combinato di due importanti fenomeni: riduzione delle quotazioni utilizzate per la valorizzazione delle attività finanziarie costituenti l aggregato in oggetto; riallocazione di una quota consistente di risparmio gestito verso forme tecniche di risparmio con profili di rendimento caratterizzati da bassa volatilità ed elevata liquidabilità dell investimento. La raccolta indiretta, comprensiva del risparmio costituito dalle polizze assicurative, ammonta al 31 marzo 2001 a milioni di euro con un calo del 4,0% rispetto ai milioni del 31 dicembre. Rispetto al 31 marzo 2000, l aggregato presenta una flessione dell 1,0%. RACCOLTA INDIRETTA DA CLIENTELA Più in particolare, la componente del risparmio gestito nell ambito della raccolta indiretta ammonta a fine marzo 2001 a rispetto ai milioni di euro di tre mesi prima con un decremento del 6,0%. Al 31 marzo 2001, il risparmio gestito rappresenta il 58,9% dell intera raccolta indiretta e il 36,3% di quella complessiva. Raccolta indiretta Variazione (in milioni di euro) marzo 2001/2000 Raccolta indiretta gestita ,8% - di cui: fondi e GPF ,1% - di cui: gestioni patrimoniali mobiliari ,4% - di cui: polizze assicurative ,1% Raccolta indiretta amministrata ,4% Totale ,0% 16

12 Impieghi verso clientela A conferma che nel corso del periodo il Gruppo ha continuato a soddisfare con particolare attenzione le esigenze delle imprese e degli operatori nei territori serviti, gli impieghi lordi verso la clientela hanno raggiunto i milioni di euro, con un incremento del 4,9% rispetto al 31 dicembre 2000 e del 10,3% rispetto al 31 marzo dell anno precedente. CREDITI VERSO CLIENTELA LORDI La buona qualità dei crediti del Gruppo risulta confermata dalla riduzione registrata dal rapporto delle sofferenze al lordo delle svalutazioni rispetto agli impieghi lordi che scende al 2,40% rispetto al 2,50% del 31 dicembre 2000 e del 31 marzo Le sofferenze nette si sono attestate al 31 marzo 2001, a 264 milioni di euro, rispetto ai 260 milioni del 31 dicembre 2000 e ai 249 milioni del 31 marzo Al netto delle svalutazioni il rapporto sofferenze/impieghi risulta pari all 1,43% rispetto al 1,48 del 31 dicembre 2000 e al 1,50% del 31 marzo Il portafoglio titoli La consistenza globale del portafoglio titoli del Gruppo al 31 marzo 2001, comprensiva delle azioni proprie della Capogruppo, ammonta a milioni rispetto ai milioni del 31 dicembre 2000 e ai del 31 marzo La quota parte del portafoglio titoli detenuta a titolo di stabile investimento ammonta a 488 milioni rispetto ai 486 milioni del 31 dicembre 2000 e ai 318 milioni del 31 marzo TITOLI immobilizzati non immobilizzati

13 La parte preponderante di tale portafoglio costituisce la base operativa per la conclusione di operazioni pronti contro termine di raccolta con la clientela. Il patrimonio netto Il patrimonio netto consolidato risulta pari al 31 marzo 2001 a milioni di euro. L incremento rispetto ai milioni del 31 dicembre 2000 è rappresentato dall utile di periodo. PATRIMONIO NETTO Commento dei dati economici L utile netto consolidato del periodo è stato pari a 49,1 milioni, ed evidenzia un incremento dello 0,6% rispetto al risultato dei primi tre mesi dell esercizio precedente. L espansione delle masse intermediate e la sostanziale tenuta degli spread hanno consentito al margine di interesse di raggiungere i 177,4 milioni con un incremento di 19,0 milioni pari al 12,0% rispetto al primo trimestre del L incidenza del margine di interesse sul margine di intermediazione è passata dal 53,8% del 31 marzo 2000 al 57,7% del 31 marzo Commissioni da servizi Le commissioni nette da servizi che hanno raggiunto l importo di 112,0 milioni, mostrano una flessione del 5,2% rispetto al primo trimestre del 2000 per effetto del non favorevole andamento dei mercati finanziari che sta caratterizzando i primi mesi del Come conseguenza, è diminuito il contributo dei servizi alla formazione del margine di intermediazione che si attesta al 36,4% rispetto al 40,1% del primo trimestre

14 Più in dettaglio la riduzione delle masse gestite ha comportato una flessione delle commissioni di gestione, intermediazione e consulenza. Commissioni nette da servizi I trim. I trim. Variazione (in milioni di euro) I trim. 2001/2000 Gestione, intermediazione e consulenza 63,7 78,9 310,6-15,2-19,2% Recupero spese su depositi e c/c 18,6 17,4 69,4 1,2 6,8% Servizi di incasso e pagamento 18,0 14,4 71,8 3,6 25,2% Garanzie rilasciate 3,8 3,7 14,8 0,1 2,8% Altri servizi 7,9 3,7 37,4 4,2 112,3% Totale 112,0 118,1 504,0-6,1-5,2% In tale ambito, a seguito della contrazione dei volumi intermediati dalla clientela causata dal negativo andamento dei mercati azionari degli ultimi mesi, le commissioni da raccolta ordini evidenziano un decremento di 12,2 milioni pari al 72,8%. Commissioni nette per servizi di gestione, intermediazione e consulenza I trim. I trim. Variazione (in milioni di euro) I trim. 2001/2000 Gestione di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari 36,1 40,6 169,6-4,5-10,9% Gestioni patrimoniali 10,0 9,7 41,9 0,3 3,0% Raccolta di ordini 4,6 16,8 37,8-12,2-72,8% Collocamento di titoli 4,6 5,3 30,3-0,7-16,9% Negoziazione di titoli 3,8 2,4 15,1 1,4 56,0% Negoziazione di valute 3,4 4,0 13,9-0,6-15,7% Custodia e amministrazione titoli 1,1 0,1 1,1 1,0 Attività di consulenza 0,1-0,9 0,1 Totale 63,7 78,9 310,6-15,2-19,2% I profitti da operazioni finanziarie si sono attestati a 12,1 milioni (+0,9%) con un incremento di 0,1 milioni rispetto al 31 marzo Gli altri proventi netti, con un decremento di 1,1 milioni, si sono attestati a 3,9 milioni. Gli anzidetti andamenti hanno consentito al margine di intermediazione di raggiungere i 307,3 milioni rispetto ai 294,4 milioni del 31 marzo 2000 con un incremento del 4,4%. Spese amministrative Le spese amministrative del Gruppo sono passate complessivamente da 153,3 milioni a 144,4 milioni, con un incremento del 6,2%. Più in dettaglio, il costo del personale si attesta a 104,6 milioni con un incremento dell 8,1% rispetto al 31 marzo Escludendo Banca Aletti & C., che al 31 marzo 2000 non rientrava ancora nell area di consolidamento, l incremento risulta pari al 6,4% ed è principalmente 19

15 ascrivibile al rinnovo dei contratti di lavoro, sia nazionali che integrativi aziendali ed alla crescita del numero dei dipendenti. Il numero medio dei dipendenti del Gruppo è infatti passato dalle unità del primo trimestre 2000 alle unità del primo trimestre Le altre spese amministrative sostenute nel primo trimestre 2001 ammontano a 48,8 milioni con un incremento nominale di 1,1 milioni (+2,3%). Escludendo i dati relativi alla neo consolidata Banca Aletti & C. e specifici oneri non ricorrenti sostenuti dalla Capogruppo nel corso del primo trimestre 2000, le spese amministrative presentano una diminuzione su basi omogenee dell 1,7%. L avvio di importanti e strategici progetti quali lo sviluppo dei canali distributivi diretti, la razionalizzazione e il potenziamento delle attività di Investment Banking ha comportato il sostenimento di significativi investimenti che sono all origine dell incremento di 2,1 milioni della voce rettifiche di valore su immobilizzazioni materiali ed immateriali, che si attesta a 17,7 milioni. Risultato della gestione Gli anzidetti andamenti hanno permesso al risultato della gestione del primo trimestre 2001 di attestarsi a 136,3 milioni, in aumento di 1,9 milioni (+1,4%) rispetto al primo trimestre dell anno precedente. Le rettifiche di valore su avviamenti, su differenze positive di consolidamento e di patrimonio netto, ammontano a 14,6 milioni di euro, rispetto ai 12,8 milioni del primo trimestre dell anno precedente. I maggiori ammortamenti derivano principalmente dall incremento della quota di partecipazione nel Credito Bergamasco e dall acquisto di Banca Aletti & C. avvenuto successivamente al primo trimestre del La politica delle rettifiche di valore e degli accantonamenti delle società del Gruppo è stata, come sempre, molto prudente. Nel primo trimestre del 2001, al netto delle riprese di valore essi ammontano a 19,5 milioni rispetto ai 13,8 milioni del primo trimestre L utile delle attività ordinarie si è attestato a 100,8 miliardi, in flessione del 6,4% rispetto ai 107,8 milioni del primo trimestre dell anno precedente. L utile straordinario è risultato pari a 1,2 milioni, rispetto alla perdita straordinaria di 3,2 milioni del primo trimestre dell anno precedente. Dedotte le imposte di competenza e la quota di pertinenza di terzi l utile netto del primo trimestre 2001 è risultato pari a 49,1 milioni con un incremento di 0,3 milioni (+0,6%) rispetto ai 48,8 milioni registrati nell analogo periodo dell anno precedente. 20

16 Dati di sintesi delle società incluse nell area di consolidamento Partecipazione Totale Patrimonio Utile (in milioni di euro) Totale Diretta Attività Netto (Perdita) Corporate e Retail banking , ,0 59,0 Banca Popolare di Verona BSGSP Capogruppo , ,0 35,9 Credito Bergamasco 76,635% 76,635% 8.473,2 693,9 20,8 Leasimpresa 100% 919,5 55,5 1,3 Gestielle A.M. SGR 100% 60,3 20,4 0,1 Gestielle Merchant 100% 60% 28,2 27,6 1,3 Creberg SIM 50% 10,3 7,6-0,4 Gestielle Alternative A.M. SGR 100% 2,1 2,0 - Aletti & C. A.M. SGR 80% 1,0 1,0 - G.I. Holding 100% Private e Investment banking 464,1 63,6-2,5 Banca Popolare di Verona International 100% 99,996% 408,0 37,9 0,6 Banca Aletti & C. 80% 80% 44,3 15,2-2,7 Banca Popolare di Verona (Suisse) 100% 10,3 9,1-0,4 Giemme Investimenti SGR 100% 1,5 1,4 - Altre società 234,9 204,1 1,1 Holding di Partecipazioni Finanziarie - Popolare di Verona S.Geminiano e S.Prospero 100% 100% 124,5 122,6 0,1 Società Gestione Servizi - BPV 100% 66,667% 104,4 76,2 0,9 Commesport Ortofrutticolo Veronese - CEO 100% 100% 5,2 4,5 - Compagnia Finanziaria Modenese 100% 100% 0,8 0,8-21

17 Eventi successivi alla chiusura del trimestre Successivamente alla chiusura del trimestre, in data 28 aprile scorso, ha avuto luogo l Assemblea Ordinaria della Capogruppo che ha approvato il bilancio chiuso al 31 dicembre 2000 e ha provveduto al rinnovo di cinque consiglieri il cui mandato era scaduto: Gian Carlo Bellentani, Aldo Marchi, Maurizio Marino, Giuseppe Nicolò, Francesco Pasti e Luigi Righetti. In sede di Assemblea Straordinaria si è provveduto ad apportare modifiche e integrazioni di alcuni articoli dello Statuto sociale, in particolare per adottare la nuova denominazione di Gruppo Popolare di Verona, per recepire la norma introdotta dal D.Lgs 24 febbraio 1998, n.58 in materia di composizione del Collegio Sindacale e per ridurre l aliquota del riparto utili assegnata al Consiglio di Amministrazione della Capogruppo. Con godimento valuta aprile 2001 e scadenza 2004 sono state emesse 300 milioni di Euro medium term notes nell ambito di un programma complessivo sottoscritto a Londra per 2 miliardi di euro e finalizzato a diversificare la gamma degli strumenti di raccolta e le fonti di finanziamento a medio termine. I titoli sono stati quotati presso la Borsa di Lussemburgo. Sempre successivamente alla chiusura del trimestre è stata deliberata la cessione del 25,77% della partecipazione in Banca Aletti & C. S.p.A. detenuta dalla Capogruppo al Credito Bergamasco. L operazione consentirà al Credito Bergamasco di partecipare alle valorizzazioni patrimoniali di Banca Aletti & C. conseguenti alla concentrazione in Banca Aletti & C. stessa del private banking ed investment banking. 22

18 Evoluzione prevedibile della gestione I risultati del primo trimestre sono stati realizzati in un contesto di mercato particolarmente difficile, manifestatosi già sul finire dello scorso anno, e caratterizzato da una forte volatilità dei mercati mobiliari che ha sensibilmente penalizzato il comparto del risparmio gestito. Lo scenario per i prossimi mesi si contraddistingue per un cauto ritorno all ottimismo e per un attesa di recupero dei mercati già a partire dalla seconda parte dell anno. In un contesto di mercato caratterizzato da un recupero di centralità dell attività tradizionale di intermediazione creditizia, si confermano le linee guida del Piano Strategico di Gruppo ampiamente illustrate nel bilancio 2000 (rafforzamento nelle attività tradizionali attraverso un offerta focalizzata per segmento di clientela, sviluppo di nuove attività ad alto valore aggiunto, razionalizzazione della struttura di gruppo), nella consapevolezza che l ulteriore sviluppo ed il più intenso presidio della base di clientela del gruppo consentiranno di assicurare adeguati livelli di redditività e di creazione di valore per gli azionisti. Il Consiglio di Amministrazione Verona, 8 maggio

19 Finito di stampare nel mese di maggio 2001 nella tipolitografia La Grafica - Vago di Lavagno - Verona

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 INTESA SANPAOLO VINCENTE, TRA LE BANCHE EUROPEE, NON SOLO NELL ESERCIZIO DI ASSET QUALITY REVIEW E STRESS TEST MA ANCHE NELL

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova (*) Banca Popolare di Mantova Società per Azioni Sede legale: Via Risorgimento,

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione. del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011

Resoconto Intermedio di Gestione. del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 2011 Resoconto Intermedio di Gestione del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 Resoconto Intermedio di Gestione del Gruppo Bipiemme al 30 settembre 2011 (*) Società Cooperativa a r.l. fondata nel 1865

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. PROPOSTA DI DIVIDENDI CASH PER 1,2

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Relazioni e Bilancio di Esercizio 2013

Relazioni e Bilancio di Esercizio 2013 Relazionii e Bilancio di Esercizio 2013 Sede Legale: Via Calamandrei, 2555 52100 AREZZO Sede Amministrativa: Via Francesco De Sanctis, 11 00195 ROMA C.F. e P.IVA 01652770510 Capitale Sociale: euro 51.080.900

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012 Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 311 dicembre 2012 BILANCIO SEPARATO DADA A S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2012 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A.

Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A. BIOERA S.p.A. Sede legale ed amministrativa: via Palestro, 6 Milano Capitale sociale: Euro 13.000.000 i.v. Codice fiscale: 03916240371 Partita IVA: 00676181209 Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A. 1 Consiglio

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

PARTECIPAZIONI. Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè. Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11. Page 1

PARTECIPAZIONI. Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè. Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11. Page 1 PARTECIPAZIONI Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11 Page 1 Generalità Art. 2424 b iii immobilizzazioni finanziarie. Partecipazioni Crediti Altri

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Bilancio Consolidato 2013

Bilancio Consolidato 2013 34 esercizio Finanziaria Internazionale Holding S.p.A. Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (TV) www.finint.com 2 SOMMARIO Lettera degli Amministratori... 5 Organi sociali in carica... 12 Il modello

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011 1 2011 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011 2 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011(*) Banca Popolare di Mantova Società per azioni

Dettagli

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%)

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) 14/03/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 dicembre 2012 1 Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) Si rafforza il capitale con crescita patrimonio

Dettagli