CONSIGLIO NAZIONALE ANQUI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO NAZIONALE ANQUI"

Transcript

1 ANNO 5/ N.2 LUGLIO 2015 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - DL 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/04 N.46) ART. 1 COMMA 1 - QUADRIMESTRALE - TORINO FIRMATO IL CCSL SONO STATI RAGGIUNTI RISULTATI SUL PIANO ECONOMICO E NELLA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ANQUI SEVEL LO STABILIMENTO HA FESTEGGIATO LA PRODUZIONE DEL 5 MILIONESIMO VEICOLO CUQ E CIU INSIEME PER DARE PIÙ EFFICACIA ALLA RAPPRESENTANZA DEI QUADRI E DELLE ALTE PROFESSIONALITÀ

2 SCONTI PER RISPARMIARE FINO A EURO L ANNO di Maddalena Andrei SOMMARIOANQUI WORLD FILO DIRETTO UN CONTRIBUTO AL MONDO SINDACALE E CIVILE FILO DIRETTO CUQ E CIU, PIÙ EFFICACIA ALLA RAPPRESENTANZA FILO DIRETTO FIRMATO IL CCSL FILO DIRETTO ELEZIONI RSA E RSU FILO DIRETTO AUTO, CASA E INFORTUNI CIRCOLAZIONE INSIDE STORY NUMERI DA RECORD SCENARIO SVILUPPO E DEMOCRAZIA FLASH NEWS ANQUI UPDATE REGISTRATI A IO ANQUI E ATTIVA LA TUA AMICA CARD ANQUI ha inviato a tutti i suoi soci una carta sconti Amica Card in regalo. La card, previa registrazione al sito consente di risparmiare fino a euro l anno grazie agli sconti riservati in oltre attività commerciali in tutta Italia: dai ristoranti agli alberghi, dall abbigliamento agli articoli regalo, dai dentisti agli avvocati, dalle strutture turistiche ai tour operator. Inoltre dal 1º gennaio al 31 dicembre 2015 i soci registrati all area riservata IoAnqui potranno beneficiare dell iniziativa 2X1, ovvero scegliere un viaggio per due persone al prezzo di una in tutto il mondo. periodico dell Associazione Nazionale Quadri Industria Sede: via Assarotti Torino Tel Fax Autorizzazione del Tribunale di Torino n del (già Quadrindustria) Segretario Generale Francesco Scandale Direttore responsabile Lamberto Borgogni Realizzazione DGT Media Foto di: Shutterstock Archivio ANQUI SEVEL Stampa Stamperia Artistica Nazionale S.p.A. Trofarello (TO) La rivista è stata stampata su carta Burgo CONFEDERAZIONE UNITARIA QUADRI Clicca su iscriviti, partecipa alle discussioni e inviaci i tuoi commenti Anqui aderisce a: EUROPEAN MANAGERS EDITORIALE L estate ci dirà se l intenzione dichiarata dal Governo di mettere mano alla riforma delle pensioni troverà spazio nella legge di stabilità per il Sapremo quindi se e come troverà concretezza l ipotesi di flessibilizzazione dell età richiesta per l andata in pensione attualmente fissata rigidamente dalle legge Fornero a 67 anni. Potremo anche scoprire il modo con il quale il Governo intenderà trovare le risorse necessarie per coprire i costi che, se si vorrà seriamente che le nuove norme vengano utilizzate, non potranno essere posti interamente a carico di coloro che lasceranno il lavoro in anticipo. Nei mesi scorsi il Governo è stato già costretto ad intervenire sulle pensioni in seguito alla Sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il blocco della rivalutazione delle pensioni per il 2012 e il 2013, con il conseguente trascinamento sugli importi delle pensioni negli anni seguenti. Anche in ragione dell enorme distanza tra gli effetti economici della sentenza, che coinvolge circa 10 milioni di pensionati e l entità delle risorse disponibili, il Governo ha pensato di cavarsela con un decreto che restituisce solo il 12% degli importi dovuti ed esclude completamente i pensionati che ricevono importi superiori a 3200 euro lordi al mese. A questa inaccettabile decisione abbiamo immediatamente reagito dando maggiore forza alla nostra posizione con una iniziativa che, con la CUQ, abbiamo concordato insieme alla CIU, Confederazione Italiana di Unione delle Professioni intellettuali, i cui contenuti troverete all interno della nostra rivista. La cosa preoccupante è che, come appare probabile, le risorse per le modifiche della legge Fornero, così come già autorevolmente ventilato, vengano ricercate all interno del sistema pensionistico, intervenendo proprio sulle pensioni già escluse dal risarcimento stabilito dalla Corte Costituzionale. Un limite, quello dei 3200 euro lordi, che a quel punto potrebbe valere anche per le modalità di calcolo per le pensioni future. Per contrastare questa sciagurata ipotesi, abbiamo condiviso la necessità di rafforzare il più possibile il fronte della rappresentanza della nostra categoria, impegnandoci per rilanciare la struttura della CUQ e per consolidare i rapporti con le altre Organizzazioni rappresentative dei Quadri. Unità di intenti, di proposte e di iniziative che sarà necessaria anche sul terreno della rappresentanza e della rappresentatività, soprattutto se prenderà corpo l idea del Governo di presentare un iniziativa legislativa al riguardo. Sarebbe quella della legge che noi chiediamo da tempo e che i Sindacati Confederali da pari tempo osteggiano, nella quale potremo tentare di farci riconoscere, finalmente, quei diritti di rappresentanza che continuano ad esserci vietati in gran parte della Contrattazione Collettiva del nostro Paese. Per quanto è nelle nostre possibilità l ANQUI si impegnerà a fornire il proprio contributo in tutte le forme che saranno necessarie. Lamberto Borgogni

3 UN CONTRIBUTO AL MONDO SINDACALE E CIVILE di Simonetta Stella Lo sta dando ANQUI con il suo modello di relazioni basato sulla perseveranza nella costruzione di un dialogo costruttivo ai tavoli negoziali nelle varie Aziende in cui l Associazione è presente e con le istituzioni locali e nazionali Trent anni di storia, 137 rappresentanti sindacali sparsi sul territorio nazionale e un Organizzazione sempre più solida e strutturata per affrontare le nuove sfide del contesto economico, politico e sindacale. È l immagine dell ANQUI emersa nell ultimo Consiglio Nazionale che si è svolto a inizio luglio a Torino ed è stata l occasione per definire e condividere con i soci le iniziative da portare avanti nei prossimi mesi. A dare il benvenuto ai partecipanti è stato il Presidente dell Associazione, Lamberto Borgogni, che ha presentato un approfondita analisi del panorama mondiale. «Guardando alle vicende accadute dalla fine del secondo conflitto generale non riesco a individuare una situazione internazionale di gravità e di complessità paragonabile a quella che stiamo vivendo. Nell ultimo anno ai tradizionali conflitti endemici si è aggiunta a est la crisi Russo Ucraina e nel mondo islamico è riesplosa, in modo drammatico, la secolare guerra di religione. Chi si stupisce delle bandiere nere dell ISIS che garriscono dalle frontiere turche dell Iraq e della Siria fino alle coste della vicina Libia, evidentemente ha rimosso il ricordo delle lotte che l Occidente ha combattuto proprio in quei territori per sconfiggere il terrorismo». L altro fenomeno drammatico, di fronte al quale non si può rimanere indifferenti, come ha sottolineato Borgogni, è quello dell immigrazione che ha assunto dimensioni tali da rendere necessario l intervento delle istituzioni sovranazionali, le uniche in grado di mobilitare le risorse necessarie per controllare e gestire questi flussi. LA SITUAZIONE ITALIANA L analisi del Presidente si è poi concentrata sulla strategia dei 1000 giorni del Governo Renzi che si è insediato lanciando lo slogan cambiare verso all Italia, promettendo una riforma al mese. «Nel carniere del Governo la preda più pregiata è rappresentata, sicuramente, dal Jobs Act, entrato completamente in vigore con molte modifiche dello Statuto dei lavoratori che in alcuni casi, stanno suscitando proteste e animati dibattiti - ha proseguito il Presidente - E che dire, del rapporto tra l entità delle decontribuzioni per le assunzioni con Contratti a tempo indeterminato a tutele crescenti e gli indennizzi per i licenziamenti che per i nuovi assunti, sono stati sostanzialmente liberalizzati?». Per sapere se questa riforma è davvero efficace bisognerà aspettare il prossimo anno quando l entrata in vigore della norma dovrebbe trasformare molti contratti atipici, a partire dai CoCoPro, in contratti a tempo indeterminato, con relativi oneri economici aggiunti per le imprese. Per il momento gli ultimi dati ISTAT dicono che la recessione finalmente si è fermata. Ma ora, come ha sottolineato con forza il Presidente, servono vere politiche di sostegno allo sviluppo e incentivi agli investimenti e occorre combattere con coraggio le tre vere piaghe del paese, a partire dalla corruzione, un fenomeno così diffuso e radicato, da aver reso necessaria la revisione al rialzo della cifra di 60 miliardi annui scaricata nei bilanci pubblici. «A questo riguardo, continuo a chiedermi che fine abbiano fatto le ipotesi di drastica riduzione delle 8000 aziende pubbliche, parapubbliche, partecipate, 2000 delle quali senza Gli ultimi dati ISTAT confermano che la recessione si è fermata ma ora all Italia servono vere riforme per far ripartire gli investimenti e rafforzare questi timidi segnali di ripresa dipendenti e formate solo da Consigli di Amministrazione, che alimentano il sottobosco politico e vengono utilizzate come scorciatoie nei percorsi corruttivi. La seconda piaga consiste nell evasione e nell elusione fiscale, che sottraggono al bilancio pubblico risorse stimate in circa il 10% del prodotto interno lordo. Il rapporto annuale sulle entrate fiscali presentato quest anno evidenzia che l 82% delle imposte dirette sono pagate da dipendenti e pensionati e che moltissime categorie di lavoratori autonomi e di imprese, sono esenti dalle tasse perché non raggiungono la soglia degli 8000 euro lordi di reddito annuo. La terza piaga, probabilmente la peggiore di tutte, è quella della criminalità organizzata, capace di sottrarre all autorità dello Stato intere regioni, ma che ormai, ha esteso i suoi tentacoli in tutte le zone ricche e produttive del Paese, diventando sempre più un fattore economico distorsivo delle leggi di mercato» ha concluso Borgogni. RAPPRESENTANTI O MEDIATORI? Riprendendo alcune affermazioni del Capo del Governo che ha ventilato la possibilità di migliorare il dialogo tra Stato e parti sociali, il Segretario Generale Francesco Scandale ha portato al centro del dibattito il tema del soggetto sindacale unico. «Dobbiamo riflettere attentamente sulle conseguenze di tale proposta partendo da una considerazione basilare: vogliamo essere un soggetto di rappresentanza o solo di mediazione? Se intendiamo ancora definirci rappresentanti dei nostri lavoratori non possiamo accettare di scioglierci in un unico corpo che, intuitivamente, non potrebbe dare voce correttamente alle diverse idee personali dei propri rappresentati e a quelle specificità, prerogative e competenze che caratterizzano la categoria dei Quadri». L ADESIONE AL TESTO UNICO Scandale ha poi ripercorso le vicende accadute nei mesi scorsi presso la Denso Thermal Systems di Poirino: «A marzo con l apertura delle procedure per il rinnovo delle RSU i responsabili territoriali della triplice hanno comunicato al nostro Vice Segretario, Andrea Parola, che senza l Adesione al Testo Unico sulla rappresentanza, la nostra lista sarebbe stata rifiutata dalla commissione elettorale. Le scelte sostanzialmente potevano essere due: la prima, rifiutare l imposizione; presentare ugualmente la lista e al rifiuto, scatenare la guerra legale con tutte le conseguenze del caso. Soluzione che aveva certamente un senso, ma sarebbe costata una stagione di battaglie legali che ci avrebbe costretti a considerare anche Sia quest anno che il prossimo l Associazione erogherà circa tre mila ore di formazione ai propri rappresentanti sindacali e territoriali per arricchirne la cassetta degli attrezzi 4 5

4 Nei prossimi mesi il sito dell ANQUI verrà implementato per mettere a disposizione dei soci una serie di documenti e per creare uno spazio di comunicazione condiviso tra le varie componenti dell Associazione economicamente uno sforzo senza precedenti. Tuttavia aveva il pregio di scoperchiare finalmente il pentolone dei contributi sindacali estorti dalle OOSS ai lavoratori, consentito da un apposito cartello creato tra le sigle, a dimostrazione che in fondo, gli interessi delle confederazioni contano molto di più delle tutele da garantire agli iscritti. La seconda opzione era aderire. Come? Scrivendo semplicemente una lettera a Confindustria in cui dichiaravamo la nostra totale adesione senza riserve al testo completo». La Giunta dell ANQUI ha scelto di seguire quest ultima strada, una decisione che avrà ripercussioni importanti: «Per continuare a svolgere la nostra attività sindacale nelle varie Aziende ora più che mai dobbiamo pretendere gli stessi diritti degli altri soggetti sindacali; per prima cosa appunto il monte ore, calcolato con gli stessi criteri uguali per tutti, e la partecipazione ai tavoli delle trattative» ha spiegato Scandale. TECNIMONT, ALSTOM E BLUTEC Un altra vicenda contrastata è quella accaduta alla Tecnimont che non ha più una rappresentanza sindacale perché i due rappresentanti di CISL e UIL per ragioni differenti sono usciti dall Azienda. «Per regolamento RSU se viene meno la maggioranza decade il mandato e occorre avviare le procedure per nuove elezioni. Ed è qui che si è concretizzato l assurdo: le elezioni possono essere indette solo dalle Organizzazioni firmatarie dell Accordo del 93 - ha raccontato il Segretario Generale - Peccato che in quel particolare settore dell Azienda fosse rimasto solo il nostro rappresentante sindacale. Risultato: si fa a meno delle RSU. A noi questo sembra un paradosso e un ingiustizia perpetrata ai danni dei lavoratori e di chi come Marco Cameletti fu legittimamente scelto per rappresentare i Quadri». L altra Azienda che desta parecchie preoccupazioni è Alstom che conta circa 900 dipendenti, la maggioranza Quadri e Professional. «L attuale crisi economica ha quasi azzerato il settore dei trasporti ferroviari. Le scarsità di risorse che gli enti pubblici hanno a disposizione per questo settore e competitor agguerriti, hanno assottigliato pericolosamente i volumi dello stabilimento di Savigliano. Il 2015 è iniziato con un corposo piano di cassa integrazione che interessa pesantemente e per la prima volta anche la categoria dei Quadri. Con Luciano Delpiano, attivissimo nel seguire personalmente la situazione stiamo considerando di studiare iniziative che coinvolgano anche eventuali altre sigle sindacali, per riportare la situazione di questa Azienda al centro dell agenda del Governatore Chiamparino essendo tra l altro Presidente della conferenza Stato Regioni». Scandale ha concluso la sua relazione aggiungendo che l Associazione nei mesi scorsi ha aperto un importante canale di comunicazione, propedeutico alla costituzione di una rappresentanza interna, con la società Blutec del Gruppo Stola. IL DIBATTITO Mario Vigna si è interrogato sulle possibili evoluzioni delle Organizzazioni Sindacali. «Oggi occorre prendere decisioni che siano condivise e diano una prospettiva all Associazione. Occorre uno sforzo di visione per non tralasciare nulla perché tutto accade molto velocemente. Dobbiamo essere pronti a prendere le decisioni necessarie e indispensabili per il futuro dell ANQUI». Lorenzo Barolo ha parlato del Fondo Pensione ricordando che è stato modificato lo statuto per consentire a tutti Professional di aderire ma l iniziativa ha avuto scarso successo. Riallacciandosi al tema pensionistico Andrea Parola di Denso Thermal Systems ha sottolineato come nella sua Azienda si stia attivando per sensibilizzare i giovani sulle opportunità offerte dal Fondo e sulla necessità di costruirsi una pensione integrativa. «Dobbiamo far conoscere la nostra Associazione a chi è appena entrato nel mondo del lavoro, spiegandogli l importanza di avere una tutela sindacale». Roberto Merotto di Avio Aero ha presentato un quadro esaustivo di quello che sta accadendo nella sua Azienda da quando è diventata una business unit di GE Aviation. «Da una parte facciamo fatica a coinvolgere i colleghi nella vita associativa. Dall altra facciamo, invece, parte di un Gruppo molto attivo nel proporre numerose iniziative di coinvolgimento dei dipendenti. Ad esempio abbiamo un portale, The Woman Network, in cui le donne possono confrontarsi sulle problematiche femminili. Oppure abbiamo l Employee Advisory Board, in cui le persone possono portare alla luce le criticità lavorative. Il rischio qual è? Che la rappresentanza sindacale venga tagliata fuori. Ciascuno di noi ormai, saltando le gerarchie, si gestisce in maniera autonoma. Le conseguenze? A fine anno dovremo avere i primi deman- sionamenti, i nuovi funzionari non hanno più il benefit dell automobile, per citare alcune novità. Dobbiamo cercare, come Associazione, di programmare con l Azienda degli incontri ufficiali e far capire ai colleghi che questo individualismo nel lungo termine non sarà vantaggioso». Carlo Capellaro ha riconosciuto le specificità dei Quadri, professionisti che sono preparati e attenti alle loro responsabilità. Fabrizio Amante ha ricordato il successo dell AQCF nelle recenti elezioni delle RSA e le difficoltà che l Associazione ha affrontato nelle lunghe trattative per il rinnovo del CCSL, un contratto unico e globale. Inoltre ha fatto il punto sull avanzamento dei lavori a Mirafiori, dove per rifare lo stabilimento che produrrà il nuovo SUV di Maserati e un altro modello di alta gamma, è stato investito un miliardo di euro. Mario Zanelli dello stabilimento Iveco di Suzzara ha parlato di come il clima sia cambiato nei rapporti con i rappresentati delle altre Organizzazioni Sindacali più propensi al dialogo proprio in occasione delle recenti elezioni delle RSA. «Chi si rivolge alla nostra Associazione lo fa con rispetto. Potremo valutare di fare un passo in avanti prendendo spunto da situazioni a livello europeo che funzionano meglio, ad esempio in Germania i sindacati siedono nel CDA delle Aziende». Marco Cameletti di Tecnimont proprio alla luce della Coinvolgere i quiescenti e spiegare ai giovani l importanza di avere una rappresentanza sindacale: sono i due driver su cui si muoverà l Associazione per consolidare la propria Organizzazione recente esperienza nella sua Azienda ha ribadito l importanza di poter contare su una rappresentanza sindacale. Pietro Zamborlini di Alstom, ricordando i suoi anni in Azienda, ha sottolineato quanto sia efficace la campagna porta a porta, basata sul contatto diretto con le persone. «La parola Sindacato non è più spendibile, soprattutto con i giovani, meglio parlare di Associazione e Organizzazione». 6 7

5 CUQ E CIU, PIÙ EFFICACIA ALLA RAPPRESENTANZA di Simonetta Stella Nasce con questo proposito la collaborazione tra CUQ e CIU che insieme vogliono operare per portare la voce dei Quadri e delle Alte Professionalità nelle sedi istituzionali e aziendali italiane ed europee A metà giugno si è svolto a Torino un importante incontro tra una delegazione della CUQ e una della CIU per discutere e definire i termini di una collaborazione tra le due Associazioni che hanno in comune la volontà di voler dare maggiore visibilità ed efficacia nelle sedi istituzionali italiane ed europee alla rappresentanza dei Quadri e delle Alte Professionalità. Alla riunione, alla quale ha partecipato anche una delegazione dell ANQUI, era presente il Presidente della CUQ Lamberto Borgogni, per ANQUI il Segretario Generale Francesco Scandale, i Vice Segretari Andrea Parola e Maurizio Schiariti, il Responsabile della Formazione Giuseppe Iaccheo e, oltre al Past President Mario Vigna, Luciano Delpiano e Guido Castagno. La delegazione della CIU era costituita dal Presidente Nazionale, Tommaso di Fazio, dal Vice Presidente Leonardo Terra, da Michele Marro, membro del Comitato Scientifico, già Vice Presidente, e dal Presidente emerito dr.ssa Gabriella Ancora Rossitto. IL FUTURO DELLE RELAZIONI SINDACALI «Partendo dalle affinità e dai valori che condividiamo con la CIU, vogliamo aprire un confronto tra le nostre Organizzazioni per capire se possiamo fare massa critica nel proporre un nuovo modello di relazioni sindacali a livello istituzionale e aziendale» ha spiegato Borgogni. Proprio su quest ultimo punto Tommaso di Fazio è intervenuto per sottolineare come sia importante cogliere gli spunti che vengono dalla società per essere sempre propositivi e attenti ai cambiamenti. «La trattativa che state portando avanti per il rinnovo del CCSL nei due Gruppi leader, FCA e CNH Industrial, dimostra proprio che le relazioni sindacali vanno intese a tutto campo perché le imprese italiane sono sempre più internazionali». Francesco Scandale ha ripercorso le tappe che hanno portato l AQCF a essere riconosciuta come soggetto sindacale firmatario del nuovo contratto: «Abbiamo agito con buon senso e ragionevolezza ponendoci come ascoltatori attenti alle esigenze di tutti per trovare le soluzioni migliori. Vorremmo estendere questa esperienza anche ad altre realtà per diventare interlocutori sempre più efficaci nelle trattative aziendali». Questa prospettiva è stata condivisa da Giuseppe Iaccheo che ha evidenziato come il modo in cui sono state portate avanti le contrattazioni in CNH Industrial rappresenti un esempio di partecipazione costruttiva e propositiva nel panorama delle moderne relazioni sindacali: «Questo approccio ci ha permesso di raggiungere un importante traguardo nell interesse collettivo». La collaborazione tra CUQ e CIU è finalizzata a creare una massa critica per avere un riconoscimento formale nelle aziende e dare maggiore visibilità ai Quadri PROPOSTE E PROGETTI «Come riporta la legge 190/85 il Quadro è colui che partecipa al raggiungimento degli obiettivi dell Azienda - ha ricordato il Presidente Nazionale della CIU - Questo punto costituisce la nostra base comune da cui partire». Tommaso di Fazio ha poi elencato alcune iniziative che vorrebbe portare avanti con CUQ: «Dobbiamo puntare ad avere un esteso riconoscimento formale nelle Aziende e dare maggiore visibilità alla nostra capacità di proporci come attori e pionieri di questa trasformazione. Dobbiamo comunicare che le nostre proposte guardano con anticipo al futuro. Inoltre ci impegniamo I cambiamenti economici e aziendali intervenuti a livello nazionale hanno imposto la necessità di rivedere le relazioni sindacali all insegna della propositività, del dialogo e della partecipazione a creare una scuola superiore di formazione itinerante dei Quadri sindacali per preparare le future generazioni, condividere idee e fare squadra. Infine organizzeremo un convegno a ottobre o novembre tra le due Associazioni». Riprendendo il discorso Andrea Parola ha posto l accento sulla necessità di coinvolgere soprattutto i giovani nella vita associativa per preparare le future generazione dei Quadri. Michele Marro ha concluso il dibattito ricordando come il dialogo tra le due Associazioni, iniziato tre anni fa con l allora Presidente Mario Vigna, sia giunto a un punto di svolta: «Da oggi iniziamo un percorso che deve portarci a sviluppare un nuovo modello di relazioni sindacali. Le Aziende stanno cambiando e noi siamo pronti a proporci con idee nuove e intelligenti». I Quadri da sempre, sono dei professionisti che hanno competenze e conoscenze di alto livello e svolgono un ruolo chiave nelle scelte strategiche delle Aziende IN DIFESA DELLE PROFESSIONALITÀ PIÙ ELEVATE La CIU, Confederazione Italiana di Unione delle Professioni intellettuali, è in Italia l esempio di aggregazione sociale più avanzato. Come erede socio-politico della Unionquadri si è distinta in questi quarant anni di attività come soggetto capace di anticipare i cambiamenti economici, produttivi e sociali nel mondo delle elevate professionalità. Oggi questa Organizzazione rappresenta gli interessi dei Quadri, Dirigenti, Professionisti, Ricercatori, Consulenti, Middle management ed elevate professionalità in generale. È membro del Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro (CNEL) e a Bruxelles del Comitato Economico e Sociale Europeo. 8 9

6 FIRMATO IL CCSL di Cecilia Clò Dopo alcuni mesi di trattative si è giunti alla stipula del nuovo contratto dei Gruppi FCA e CNH Industrial che avrà durata quadriennale e sarà applicato ai lavoratori dei due Gruppi. Con questo rinnovo sono arrivati i risultati sia sul piano economico sia su altri aspetti, in particolare, nell introduzione di elementi di flessibilità nella gestione dell orario di lavoro 10 Quelle per il rinnovo del CCSL sono state giornate intense di dialogo e confronto su un ampio ventaglio di tematiche. Dagli argomenti normativi e relativi all introduzione di una maggiore flessibilità nell orario di lavoro alle questioni più prettamente economiche per arrivare a definire i meccanismi che regolano il calcolo dei premi legati all efficienza e al piano industriale In queste giornate l AQCF, rappresentata dal Segretario Generale Giovanni Serra, e le altre Organizzazioni Sindacali firmatarie del contratto si sono confrontate con i rappresentanti delle relazioni sindacali dei Gruppi FCA e CNH Industrial. Le riunioni per il rinnovo del CCSL si sono svolte essenzialmente all Unione Industriale di Torino dove l AQCF ha portato sul tavolo del dibattito una serie di proposte per tutelare e dare valore alla categoria dei Professional e dei Quadri che sempre più spesso ricopre un ruolo di responsabilità nel prendere decisioni chiave per l Azienda. «Abbiamo concretizzato dei risultati - ha commentato Giovanni Serra - Abbiamo definito, firmando i testi, aspetti legati al sistema delle relazioni sindacali, della partecipazione, delle commissioni nazionali e quelle di stabilimento, del nuovo sistema partecipativo ispirato a criteri di maggioranza fra le RSA e della costituzione di un organo di rappresentanza unitario all interno dell unità produttiva. Oltre ad aver definito il sistema per il calcolo dei premi di produttività e aver siglato il testo sull orario di lavoro». La firma definitiva del CCSL è arrivata martedì 7 luglio 2015 in tarda serata. «Con oggi è stato completato il quadro anche per i lavoratori del Gruppo CNH Industrial con l erogazione dei due bonus aggiuntivi, che avranno nel metodo e nella modalità, condizioni similari a quelle del Gruppo FCA» ha aggiunto Serra. LE TRATTATIVE Il 21 maggio, dopo alcuni mesi di negoziato, sono stati definiti i meccanismi di applicazione e le modalità di erogazione dei premi variabili per FCA settore Auto che verranno erogati trimestralmente. Il 16 giugno è ripreso il confronto e sono stati affrontati alcuni temi rimasti ancora aperti del rinnovo contrattuale relativi al nuovo sistema premiante retributivo elaborato per le Società facenti parte di FCA Group come Magneti Marelli, Comau, Teksid e FCA Bank. «Per queste società gli indicatori economici di riferimento saranno allineati a quanto già previsto per FCA settore Auto, anche per loro a giugno è stata erogata la quota trimestrale garantita del premio legato al raggiungimento del piano industriale - ha spiegato il Segretario Generale - Inoltre, anche per le altre società controllate di servizi facenti parte del Gruppo FCA, come ad esempio, FCA SERVICES, Il nuovo contratto che avrà durata quadriennale è frutto di numerosi incontri tra la delegazione dell AQCF e i rappresentanti delle relazioni sindacali dei Gruppi FCA e CNH Industrial FGP, SIRIO e altre, sempre nel mese di giugno, si è proceduto a mettere in pagamento la quota trimestrale legata al piano industriale. L Azienda ha, inoltre, dato riscontro positivo ad alcune nostre richieste di modifica, di particolare importanza, quella di non escludere completamente i cassintegrati dal premio di efficienza». Nel dettaglio il peso economico totale dei due premi, quello connesso ai principi del World Class Manufacturing e quello per il raggiungimento dei risultati in area EMEA sarà attorno ai 7 mila euro nel quadriennio Ma la cifra potrà toccare i euro nel caso in cui gli obiettivi raggiunti superino le attese. Sempre nello stesso incontro, partendo da accordi ad oggi in essere sull organizzazione del lavoro per il personale turnista, si sono siglati i testi che prevedono delle specifiche indennità aggiuntive, rispetto alle maggiorazioni notturne e/o festive per i turni , dove vengono riconosciuti importi pari a 20 euro per il sabato notte, 25 per la domenica notte e 40 per la domenica pomeriggio. PERMESSO CON RECUPERO E PAR PER TURNISTI Un altro dei punti chiave che è stato a lungo dibattuto riguarda il testo sull orario di lavoro su cui è stato raggiunto un accordo a fine giugno. «Siamo riusciti a far riconoscere permessi con recupero per il personale impiegatizio pari a 3 ore al mese, e per il personale con la qualifica di Professional o di Quadro queste 3 ore sono da considerarsi aggiuntive a quanto già attualmente in prassi. Queste ore sono una novità assoluta per L EROGAZIONE DEL BONUS A partire dalla fine maggio è stata pagata ai dipendenti di FCA Auto, circa 50 mila addetti in Italia, la prima quota trimestrale della parte garantita del bonus legato al raggiungimento dei parametri economici del piano industriale per l area EMEA rispettivamente: 77 1 FASCIA (5 GRUPPO PROFESSIONALE) 82,50 2 FASCIA (4 E 3 GRUPPO PROFESSIONALE) 101,25 3 FASCIA (2 E 1 GRUPPO PROFESSIONALE) A fine giugno il premio è stato erogato anche agli altri 12 mila lavoratori che operano nelle altre società del Gruppo FCA. Quindi, già nel mese di luglio, anche i restanti lavoratori di CNH Industrial riceveranno gli importi della quota (garantita) del bonus, suddivisa nelle tre fasce di riferimento «A nome di tutta l Organizzazione esprimo un giudizio positivo per i passi in avanti nella realizzazione di un nuovo sistema salariale che rende i lavoratori partecipi dei risultati ottenuti dall Azienda» ha commentato il Segretario Generale dell AQCF, Giovanni Serra. i colleghi Impiegati, mentre per i Professional e i Quadri migliorano, incrementandole fino a 7 ore, un sistema di permessi con recupero esistente, nato nell ormai lontano 1980 e rimasto congelato e al di fuori di testi normativi fino ad oggi! Con questo accordo si realizza un vero e proprio salto di qualità nella normativa relativa all orario di lavoro, mettendo nero su bianco regole finora attuate solo attraverso prassi aziendali - ha raccontato Serra - Viene anche introdotto in via sperimentale, per il personale turnista, in alcune unità produttive (FCA stabilimento Gian Battista Vico di Pomigliano, FCA Polo Produttivo Torinese, FCA stabilimento di Verrone, EMEA Mopar Service, Parts & Customer Care, Magneti Marelli - Electronics - Corbetta Plant, FCA- Automotive Lighting di Tolmezzo, CNHI stabilimento di Jesi e CNHI -FPT Industrial Torino Motori e Driveline) l utilizzo, in modo frazionato e per blocchi minimi di due ore, di un giorno di PAR (Permesso Aziendale Retribuito) in caso di improvvise necessità personali e compatibilmente con esigenze operative aziendali. Riteniamo positive queste soluzioni che vanno nella direzione di una maggior flessibilità e conciliazione tra il lavoro e i bisogni familiari». 11

7 ELEZIONI RSA E RSU di Maddalena Andrei Si sono svolte nei mesi scorsi negli stabilimenti e nelle strutture dei Gruppi FCA e CNH Industrial, in Denso Thermal Systems, Avio Aero e Fenice. I risultati ottenuti confermano la fiducia e l apprezzamento per l impegno profuso in questi anni dai rappresentati dell AQCF e dell ANQUI a livello sindacale e professionale. Abbiamo intervistato alcuni dei protagonisti di queste votazioni L AQCF A POMIGLIANO RADDOPPIA LE RSA Nello stabilimento FCA di Pomigliano d Arco le elezioni si sono svolte a fine febbraio e l AQCF ha ottenuto 2 RSA su 4 eleggibili, una in più rispetto al Particolarmente significativo è stato il dato sull affluenza: sono andati a votare il 90% dei lavoratori aventi diritto. Umberto Damiano, al suo secondo mandato, è stato uno dei rappresentanti che ha ottenuto il maggior numero di preferenze: «Per l AQCF è stato un successo, la nostra lista ha conquistato 142 voti e io personalmente ho avuto 129 preferenze. Il merito di questo risultato va al lavoro di rappresentanza che abbiamo svolto quotidianamente e alla coerenza dimostrata in questi anni di crisi nel firmare accordi che hanno permesso di preservare i posti di lavoro, far ripartire gli investimenti e le produzioni, come è accaduto con la nuova Panda nel nostro sito produttivo». L esperienza, le conoscenze e le competenze maturate nei più svariati ambiti consentono ai rappresentanti dell Associazione di fare piani per il futuro, anche in vista della firma del CCSL: «Il nostro obiettivo è quello di diventare sempre di più un riferimento per i Quadri e anche i colleghi Impiegati, non Professional - ha precisato Damiano - Opereremo collaborando con la struttura aziendale per trovare soluzioni a eventuali problemi, migliorare le condizioni di lavoro e la competitività del Gruppo. Pensiamo che questa sia la strada giusta per ottenere benefici per tutti, sul piano professionale e retributivo». BRILLANTE ESORDIO PER L AQCF A TERMOLI UN RISULTATO INASPETTATO PER L AQCF IN CNH INDUSTRIAL «Nella struttura in cui mi sono candidato sono stato il terzo più votato. Proprio non me l aspettavo. Sono orgoglioso di questo riconoscimento di fiducia da parte dei colleghi». È il commento di Clino D Epiro di fronte al risultato ottenuto negli Enti Centrali di CNH Industrial a Torino dove si è presentato per la prima volta nelle liste dell AQCF ed è stato eletto con 41 preferenze. «Sono nell Associazione dal 2001 e quest anno ho deciso di mettermi in gioco in maniera pubblica, di espormi in prima persona per capire meglio le dinamiche aziendali e sindacali. RISULTATI ELEZIONI RSA IN FCA E CNH INDUSTRIAL VOTI IN PIÙ RISPETTO AL 2012 E 122 RSA CONQUISTATE DALL AQCF Il mondo delle relazioni sindacali sta cambiando e occorre porsi in modo diverso: oggi dipendenti e Azienda devono collaborare per capire come arrivare insieme ai risultati. Il nostro Gruppo è un organismo molto grande e il singolo lavoratore può esprimersi solo attraverso l appartenenza a una rappresentanza sindacale, di cui c è assolutamente bisogno». Il primo impegno che D Epiro ci tiene a portare avanti riguarda il miglioramento dell informazione: «Lavoro in un ente in cui l età media è sui 30 anni e dove, proprio per questo, manca a volte la conoscenza delle procedure aziendali e delle possibilità che l Azienda offre. Uno dei miei obiettivi è quello di far comprendere ai colleghi il grande impegno che svolge la Segreteria dell Associazione per la nostra categoria. Ad esempio molti colleghi non sanno che si possono fare in Azienda assemblee informative e sindacali o che esiste un Fondo Pensione vantaggioso per la nostra categoria. Per questa criticità ad esempio stiamo effettuando come Organizzazione alcuni incontri informativi per conoscere con più attenzione e consapevolezza il nostro Fondo Pensione». ANQUI CONQUISTA 5 RSU E 2 RLS NEI SITI DI FENICE Nello stabilimento FCA di Termoli l AQCF per la prima volta ha presentato una lista in questa tornata elettorale nel collegio Quadri-Impiegati, ottenendo 210 voti sui 276 voti espressi. «Abbiamo raggiunto un ottimo risultato - è il commento di Antonio Selvaggio che al suo primo mandato ha conquistato 89 preferenze - Abbiamo ottenuto 2 RSA e per un solo voto non ci siamo aggiudicati anche la terza. In queste elezioni la nostra categoria ha dimostrato compattezza ribadendo come la nostra Associazione sia un punto di riferimento importante. Essendo firmatari del CCSL siamo chiamati, come Organizzazione, a esprimere fermamente la nostra valenza sindacale». Il brillante risultato conseguito dai rappresentati dell AQCF è però solo il punto di partenza: «Adesso inizia la parte difficile. Dobbiamo impegnarci per dare delle risposte a chi ci ha votato e ci ha dato fiducia. Tra le questioni più sentite dai Professional e Quadri che verranno portate sul tavolo del confronto aziendale ci sono: la rivisitazione della parte economica dei sabati lavorativi (attualmente forfetizzato ogni sei mesi), le ore mensili di permessi Quadri, l I. F. D. (Indennità Funzioni Direttive) questioni ferme da 20 anni circa. Ci aspetta ancora un compito difficile, ma credo e ne sono convinto che con l impegno costante di tutti non ci stancheremo mai di portare ai tavoli negoziali le aspettative e gli interessi delle persone che rappresentiamo». A metà giugno si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle RSU e delle RLS, che avranno mandato triennale dal 2015 al 2018, nelle sedi di Fenice in provincia di Torino. Le votazioni si sono svolte a collegio unico per Operai, Impiegati e Quadri. Franco Gallesio, con 54 preferenze, è pronto a intraprendere il suo terzo mandato in qualità di RSU: «Nella sede di Grugliasco ANQUI è stata l unico Sindacato presente per il rinnovo e a Rivoli la nostra lista ha ottenuto il 54% dei voti. A Stura, invece, per un soffio non abbiamo ottenuto una RSU». Il risultato conseguito conferma il forte apprezzamento per l operato che i rappresentati dell Associazione hanno portato avanti in questi anni. «Questo successo non è frutto della casualità ma è stato determinato dal buon lavoro che abbiamo svolto giorno dopo giorno, dai risultati collettivi che abbiamo ottenuto, dalla serietà e professionalità dei nostri candidati - ci ha tenuto a sottolineare Gallesio - Ringrazio la Segreteria dell ANQUI per averci messo a disposizione la struttura organizzativa, i colleghi delle commissioni e quelli che ci hanno votato, dando fiducia alla nostra Organizzazione. L aver conquistato 5 RSU, 4 in più che nel precedente mandato, è per noi uno stimolo ad andare avanti, dobbiamo tradurre in risposte concrete le aspettative dei colleghi tenendo conto che i segnali di ripresa sono ancora deboli. Come RSU saremo impegnati a rappresentare in modo imparziale la categoria di Operai, Impiegati e Quadri. Nello specifico per i Professional, tra le priorità più imminenti che ANQUI si è impegnata a discutere ci sono una serie di punti relativi all accordo per il contratto integrativo del dicembre Abbiamo fatto all Azienda alcune proposte innovative per migliorare le condizioni dei Quadri e a breve dovremmo avere delle risposte»

8 ALL AVIO AERO DI RIVALTA 2 RSU IN PIÙ RISPETTO AL 2012 Nelle elezioni che si sono svolte a maggio all Avio Aero di Rivalta l ANQUI ha conquistato nel collegio impiegati 163 voti e 5 RSU, due in più rispetto alle votazioni di tre anni fa e 1 RLS. Claudio Canella è alla sua prima esperienza come RSU: «Inizio quest attività come principiante sul fronte della rappresentanza con l obiettivo di mettere a disposizione la mia lunga esperienza sul piano professionale, avendo vissuto in questi quarant anni di lavoro vari cambi societari e culturali. Con i colleghi eletti opereremo per essere più presenti nelle dinamiche relazionali con l Azienda, dare maggiore risalto alla nostra Associazione e per fare in modo che i Quadri siano tenuti sempre più in considerazione dal nostro Gruppo». Oggi in Avio Aero, che fa parte di GE Aviation, una buona percentuale di Quadri ha ruoli manageriali e di responsabilità e contribuisce attivamente alla conduzione dell Azienda. «Siamo parte integrante della Società e se ci saranno questioni da discutere o cambiamenti vorremmo essere interpellati come Associazione. Il nostro approccio è orientato al dialogo per poter esporre il nostro punto di vista e condividere le linee aziendali». L ANQUI CONFERMA LA MAGGIORANZA IN DENSO THERMAL SYSTEMS A fine aprile si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle RSU nello stabilimento di Poirino della Denso Thermal Systems. L Associazione ha ottenuto nel collegio Impiegati-Quadri 145 voti, pari al 63% delle preferenze e 2 seggi su 3, incrementando di 3 punti percentuali le preferenze rispetto al 2012, anno dell esordio sindacale. Andrea Parola, insieme a Eduardo Abiuso, RSU esordiente, si dicono molto soddisfatti «Gli obiettivi che ci eravamo posti sono stati raggiunti. I prossimi mesi saranno molto impegnativi e ricchi di sfide. A settembre inizieremo le trattative per l integrativo che è scaduto. La precedente versione era stata firmata quando i Quadri non avevano ancora una rappresentanza sindacale in Azienda. A questo proposito quello che ha penalizzato molto la nostra categoria in questi anni è stato il sistema di valutazione del premio di risultato legato alle assenze. Come Associazione stiamo cercando di formulare delle proposte alternative per individuare dei parametri più equi, congrui e precisi con i quali consentire una valutazione più consona all attività e al ruolo della categoria». Un altro punto chiave che la RSU ANQUI intende sottoporre all Azienda riguarda la ristrutturazione della VRL che risale a 20 anni fa (Valutazione dei Risultati di Lavoro): «Il terzo obiettivo ambizioso riguarda il riconoscimento di un Indennità di trasferta per il middle management. Un ultimo tema molto importante è il Fondo Pensione Integrativo: a gennaio di quest anno lo statuto è stato modificato per consentire anche ai Quadri di società non appartenenti ai Gruppi FCA o CNH Industrial di iscriversi, con conseguenti costi aggiuntivi per l Azienda. L Associazione si sta muovendo per tutelare gli interessi della nostra categoria, soprattutto per scongiurare il rischio di creare Quadri di serie A e di serie B. Per il raggiungimento di questi traguardi sarà determinante la sempre maggiore partecipazione di tutti i colleghi nell Associazione, soprattutto dei più giovani». 14

9 AUTO, CASA E INFORTUNI CIRCOLAZIONE Sono i tre ambiti coperti dalle polizze che i soci ANQUI potranno sottoscrivere a condizioni economiche vantaggiose grazie a una convenzione stipulata di recente tra l Associazione e la compagnia assicurativa UnipolSai divisione Unipol Durerà tre anni la convenzione siglata lo scorso marzo tra UnipolSai divisione Unipol e ANQUI che prevede la possibilità, per gli iscritti all Associazione e i loro familiari, di sottoscrivere una serie di prodotti assicurativi e previdenziali a condizioni economiche assolutamente agevolate. Si parte dalla Responsabilità Civile Auto e altri rischi connessi alla circolazione stradale per poi passare a una serie di prodotti e servizi assicurativi studiati per le persone, la casa e Scopri i vantaggi esclusivi previsti dalla Convenzione collegandoti al sito il ramo vita con annessa previdenza complementare. Agli sconti corposi e alle notevoli facilitazioni possono accedere non solo i soci ANQUI, ma anche i rispettivi coniugi, figli e i conviventi more uxorio. I VANTAGGI PER I SOCI Per coloro che sottoscriveranno una polizza RCA UnipolSai kmsicuri è garantito uno sconto sul pagamento dei premi tariffa per le autovetture, per le moto e i ciclomotori, indipendentemente dalla classe di merito in cui si è inseriti. E non è tutto. È stata prevista, per l occasione, anche una riduzione sui premi fissati normalmente per l incendio nonché il furto e la rapina dell autoveicolo o per la moto di proprietà del socio ANQUI o dei suoi familiari. Stesso trattamento di favore è stato fissato anche per le garanzie accessorie, cristalli, tutela legale, ritiro patente, kasko e infortuni del conducente legate alle polizze RCA. UnipolSai offre, inoltre, la possibilità di avere una riduzione vantaggiosa sul pagamento del premio per la sottoscrizione di polizze infortuni, salute, invalidità, spese mediche, per i ricoveri ospedalieri e per i prodotti assicurativi per la casa. La convenzione prevede, infine, condizioni migliorative relative ai costi e ai rendimenti per tutti i prodotti legati al ramo vita e alla cosiddetta previdenza complementare. La convenzione firmata tra ANQUI e UnipolSai durerà tre anni. Offre sconti corposi e notevoli facilitazioni per i soci, i rispettivi coniugi, i figli e i conviventi more uxorio LE TRATTATIVE PER ARRIVARE ALLA STIPULA DELLA CONVENZIONE Come è nata l idea di stipulare una convenzione con il Gruppo UnipolSai e ANQUI? Il merito va a Gennaro Rotoloni che opera presso il Centro Ricerche Fiat di Pomigliano d Arco ed è al primo mandato come RSA presso questa struttura. «Da tre anni cercavo un partner assicurativo con cui stipulare come ANQUI una convenzione a livello nazionale che offrisse agevolazioni concrete per tutti i soci. Ho interpellato le principali società del settore e alcuni mesi fa sono entrato in contatto con Vincenzo De Simone e Francesco Saporito, rispettivamente agenti della UnipolSai divisione Unipol di Pomigliano D Arco e Torino. Insieme abbiamo iniziato a stilare le linee guida di questa convenzione e siamo arrivati a una prima bozza. Successivamente abbiamo definito le condizioni del contratto e preparato la versione definitiva con Lamberto Borgogni e Francesco Scandale, Presidente e Segretario Generale dell ANQUI e Giovanni Serra, Segretario Generale dell AQCF». La convenzione attualmente è attiva su tutto il territorio nazionale. «Inoltre per gli stabilimenti FCA di Torino e Pomigliano d Arco sono previste ulteriori agevolazioni che man mano verranno estese a tutti gli stabilimenti e le strutture in Italia - ha concluso Rotoloni - Un sentito ringraziamento va al responsabile dell ufficio convenzioni Domenico Siciliano e al direttore vendite di UnipolSai Assicurazioni, Claudio Belletti. Siamo soddisfatti per la firma di questa convenzione, soprattutto per le vantaggiose condizioni economiche, in particolare per la polizza auto». UNIPOLSAI KMSICURI UnipolSai Km Sicuri è la polizza Auto che viaggia al tuo fianco, personalizzabile sulle abitudini di guida di ogni singolo Cliente Scopri i vantaggi esclusivi previsti dalla Convenzione collegandoti al sito UNIPOLSAI CASA La polizza che mette al sicuro la casa con una protezione quotidiana UNIPOLSAI INFORTUNI CIRCOLAZIONE Per chiunque voglia una tranquillità sempre attiva durante la circolazione 16 17

10 INSIDE STORY NUMERI DA RECORD Li ha raggiunti lo stabilimento Sevel di Atessa dove a marzo è stato festeggiato il traguardo dei cinque milioni di veicoli prodotti di Simonetta Stella SOCIETÀ EUROPEA VEICOLI LEGGERI 3 unità operative dipendenti Dà lavoro a più di 6 mila dipendenti, a cui si aggiungono i 4 mila dell indotto, che ogni giorno realizzano più di mille veicoli commerciali leggeri, venduti in tutto il mondo. Non si tratta solo di persone che hanno un elevata specializzazione e qualifica in un settore specifico, ma come ci tengono a precisare nello stabilimento di Atessa della Sevel: «Ogni giorno realizziamo qualcosa di più di un furgone, creiamo mezzi di lavoro». Il sito è nato nel 1978, dalla partecipazione di due Gruppi Fiat e PSA, ed è operativo dal 1981: in più di 35 anni di attività sono state realizzate sei generazioni di Ducato con il marchio Fiat Professional che oggi in Europa è leader con una quota di mercato del 21%. Proprio a marzo di quest anno è uscito dalle linee di produzione il cinque milionesimo veicolo, con grande soddisfazione di tutto lo stabilimento che ha festeggiato questo meritato risultato. Il sito industriale di Sevel è la più grande fabbrica in Europa nella produzione di veicoli commerciali leggeri 100% MADE IN ITALY Il successo di questa realtà del Gruppo FCA è testimoniata dai numeri: «Nel 1981 quando lo stabilimento è stato aperto costruivamo 350 veicoli al giorno - ricorda Mario Franceschini, Responsabile Logistic Operation - Oggi ne realizziamo su tre turni. Oltre ai mezzi completi e pronti per essere immessi sui mercati di tutto il mondo abbiamo una produzione secondaria di sottogruppi, realizzati in base alle caratteristiche e agli standard di omologazione previsti dai paesi di destinazione». L impianto, che si estende su un area di più di un milione di metri quadrati, è suddiviso in tre unità operative in cui sono in funzione oltre 800 robot: la lastratura, la più grande di tutti gli stabilimenti FCA, la verniciatura e il montaggio. «Il nostro sito industriale è la più grande fabbrica a livello europeo nella costruzione di veicoli commerciali leggeri, montiamo 28 motorizzazioni diverse, produciamo 280 tipi di scocche, diverse tipologie di lamiera con la possibilità di scegliere tra più di 200 colori per un totale di oltre allestimenti. Sulle nostre linee di montaggio non ci sono mai due veicoli uguali - ha raccontato il manager - Un altro primato di cui siamo orgogliosi è la quota rosa: nel nostro settore siamo uno degli stabilimenti con la più alta percentuale di donne lavoratrici, superano il 20%». Dei mezzi realizzati in Abruzzo solo l 11% viene venduto in Italia, la maggior parte è destinata al mercato europeo, i principali clienti sono la Germania, la Francia e il Regno Unito. «In questi 35 anni di storia abbiamo avuto un trend costante di crescita - ha concluso Franceschini - Abbiamo risentito della crisi nel 2009 ma con il rinnovamento della gamma fatto l anno successivo abbiamo subito agganciato la ripresa». La produzione del sito di Atessa è costantemente cresciuta, ogni giorno dalle linee dello stabilimento escono più di mille veicoli LASTRATURA 711 robot veicoli al giorno versioni QUALITY prove di laboratorio km di test al giorno VERNICIATURA 57 robot veicoli al giorno 209 colori 2010 MONTAGGIO 2 RSA E OLTRE IL 50% DEI VOTI CONQUISTATI DALL ASSOCIAZIONE veicoli al giorno applicazioni pick to light 28 tipologie di motorizzazioni 11 di cambio VEICOLI PRODOTTI (STIME) > Nello stabilimento abruzzese circa il 90% dei Professional che lavora alla Sevel è iscritto all AQCF. Nei mesi scorsi si sono svolte le elezioni delle RSA e l Associazione ha ottenuto un ottimo risultato, come ci ha raccontato Mario Franceschini che alla fine degli anni 80 è stato tra i fondatori del Comitato Periferico: «Quest anno per la prima volta ci siamo presentati alle elezioni nel collegio Quadri/Impiegati. Abbiamo conquistato 2 RSA prendendo oltre il 50% dei voti. Per noi si tratta di una rappresentatività e un riconoscimento importanti sia per il ruolo svolto a livello associativo sia per l impegno e l attaccamento che abbiamo sempre dimostrato all Azienda» 18 19

11 SCENARIO PIÙ IMPEGNO PER LA SVILUPPO SICUREZZA E SUL DEMOCRAZIA LAVORO di Tommaso Ceppi La Nigeria che ha appena eletto un nuovo Presidente si prepara a intraprendere un percorso che dovrebbe essere di crescita e apertura verso gli investimenti internazionali ma il paese deve anche fare i conti con alcune piaghe storiche, come la criminalità e la corruzione Riuscirà un ex generale, appoggiato dagli Stai Uniti, fraterno amico della Francia, ben voluto anche da Gran Bretagna e Italia, a riportare un minimo di stabilità nella martoriata Nigeria? Ce la farà Muhammadu Buhari, 72 anni, insediatosi a maggio come nuovo Presidente nei palazzi di Abuja, dopo aver sconfitto, il 31 marzo passato, con due milioni di voti di scarto, il suo predecessore Goodluck Jonathan, a creare le condizioni per uno sviluppo economico di uno dei paesi più ricchi d Africa, nonché primo esportatore di petrolio del Continente? Le domande sono le stesse che si fanno, da qualche tempo, le Cancellerie di mezza Europa. La Nigeria è uno dei paesi africani più ricchi, nonché il primo esportatore di petrolio del Continente UN PAESE ALLA RICERCA DELLA STABILITÀ La Nigeria, nel panorama africano, non è un paese qualsiasi. È ricchissimo di petrolio e materie prime, è al centro degli interessi strategici di molte multinazionali con fatturati da stati sviluppati, è, infine, la frontiera dell islamismo radicale continentale, con la presenza sanguinosa e ingombrante del gruppo terroristico di Boko Haram. Anche Muhammadu Buhari non è uno qualsiasi. È stato il capo di un opposizione che, dopo anni di divisioni, ha avuto la forza di unirsi, colui che per la prima volta in maniera democratica, dunque con un voto (al netto dei brogli perpetrati da entrambe le fazioni politiche), è riuscito a scalzare dal potere l inossidabile Goodluck Jonathan, ma soprattutto è l uomo forte che molti, anche i governi occidentali, attendevano. E forse non solo loro. Il giorno del suo giuramento, il 28 maggio scorso, il paese è sceso in strada per festeggiare. Oggi sono un democratico, ha scandito Buhari davanti alla folla che riempiva le strade della capitale, in uno splendente costume tradizionale, e alla presenza di una cinquantina di capi di Stato, tra i quali il Segretario di Stato Usa John Kerry e il Ministro degli Esteri francese Laurent Fabius. Il riferimento temporale delle sue parole non è casuale. L ex generale era già salito al potere. Lo aveva fatto nel dicembre del 1983 con un sanguinoso colpo di stato contro Alhaji Shehu Shagar, eletto qualche mese prima tra accuse di brogli. Il suo regno durò circa due anni, fino a quando non fu scalzato da un altro militare. Trent anni dopo, dunque, Buhari si fa interprete di una nuova stagione. Legata, come evidenziato nel suo discorso di apertura, alla lotta contro gli estremisti di Boko Haram, alla lotta contro l endemica corruzione, al tentativo di riportare sotto controllo i militari, accusati in maniera sistematica di violare i diritti umani. Non a caso, a giugno, l Alto Commissario Onu per i diritti umani Zeid Ra ad Al Hussein, nel denunciare le brutalità perpetrate nel paese, ha puntato il dito sia contro l organizzazione fondamentalista affine allo Stato islamico (Isis) di Abubakr al Baghdadi, sia contro le forze armate e le milizie. Le Nazioni Unite hanno ricordato i numerosi omicidi, le esecuzioni sommarie, le amputazioni, lapidazioni e stupri commessi dagli uomini di Boko Haram contro i civili nel nord-est della Nigeria che hanno vissuto atti orribili di crudeltà e violenza, esortando, allo stesso tempo, il neo Presidente a promuovere indagini indipendenti sulle accuse profondamente inquietanti di migliaia di persone morte o uccise mentre erano detenute in istituzioni dello Stato. É stato calcolato, per difetto, che le vittime di questa guerra interna al paese superino le 15mila unità. Un bagno di sangue continuo al quale la Nigeria è ormai assuefatta. L INTERPRETE DI UNA NUOVA STAGIONE «Voglio essere il presidente di tutti i nigeriani», ha sottolineato Buhari, che di fede è musulmano, non tralasciando di lanciare un messaggio strategico ai vicini Camerun, Ciad e Niger, uniti da un alleanza finalizzata all annientamento proprio di Boko Haram, e reclamando, allo stesso tempo, il comando delle forze armate sotto la sua persona fino a quando il califfato d Africa non sarà completamente sconfitto. Ora Buhari è atteso alla prova dei fatti. Governare un paese come la Nigeria non sarà facile. Dal punto di vista economico deve fare fronte a 63 miliardi di dollari di debito, accumulati nonostante gli immensi giacimenti di petrolio e una forte sperequazione. Non solo. Nel sud del paese, attorno al delta del Niger, dove vivono oltre 20 milioni di persone che parlano circa 250 dialetti, il commercio illegale di greggio (rubato) ha alimentato la violenza e la corruzione. Pochi nigeriani, comprese quelli nelle zone produttrici di petrolio, hanno beneficiato di quella immensa ricchezza. In compenso, anche grazie a una dissennata politica industriale di molte compagnie, la zona è diventata una tra le più Capitale ABUJA inquinate del pianeta. Dal 2004 è, poi, in atto una guerriglia tra gli attivisti come il Mend (Movement for the Emancipation of the Niger Delta), che richiedono una quota maggiore del reddito derivante dal commercio del petrolio per i locali, e il governo del paese, chiamato a tutelare gli interessi delle multinazionali presenti. Il risultato è un ondata d instabilità che mette a dura prova ogni tentativo di investimento straniero. Buhari non avrà, dunque, un percorso facile anche con l appoggio delle potenze straniere. Il segretario di Stato John Kerry ha fatto sapere di credere alle potenzialità dell ex generale golpista. Lingua INGLESE Popolazione Forma istituzionale REPUBBLICA FEDERALE Unità Monetaria NAIRA NIGERIANO «Congratulazioni a Buhari - ha twittato il giorno dell insediamento - e al popolo nigeriano. Un privilegio essere qui a celebrare la storica e pacifica transizione democratica della Nigeria». Che sia veramente pacifica in molti ci sperano. Il neo Presidente Buhari è atteso alla prova dei fatti: dovrà governare un paese che ha un debito di 63 miliardi di dollari, contrastando la violenza e i commerci illegali dilaganti in tutta la nazione Religione 40% CRISTIANI 50% MUSULMANI 10% ANIMISTI 20 21

12 FILO FLASH DIRETTO NEWS SCONTI PER RISPARMIARE FINO ANQUI A UPDATE EURO L ANNO FORMAZIONE TECNICA IN PRIMO PIANO Continuano i corsi di formazione tecnica per le persone che rivestono ruoli chiave e di rappresentanza all interno dell ANQUI e dell AQCF. Nello specifico tra aprile e giugno si sono svolti i corsi, tenuti da un legale, per approfondire le numerose questioni normative legate al mercato del lavoro. «I dirigenti territoriali e le RSA delle nostre Associazioni hanno seguito alcuni corsi per sviscerare un ampio numero di temi: il testo del Jobs Act e i decreti attuativi, le leggi che regolano la disoccupazione, LA CEC RIUNITA A LISBONA Si è svolto il 28 maggio nella capitale portoghese il congresso triennale della CEC - European Mangers in occasione del quale è stato eletto come nuovo Presidente dell Organizzazione Ludger Ramme, attuale Direttore dell ULA (German Managers Confederation). Per la CUQ hanno partecipato Lamberto Borgogni, Maurizio Schiariti, Francesco Scandale e Guido Castagno. Ramme, nel suo discorso di benvenuto, ha dichiarato di voler dare risalto agli sforzi e obiettivi comuni dei Quadri per un Europa unita. «La CEC è la nostra voce, una voce forte di oltre un milione di Quadri provenienti da più di 15 paesi europei. Siamo determinati a portare avanti le nostre idee e a collaborare con le altre Organizzazioni per dare un contributo ad affrontare i continui cambiamenti economici e sociali, riconducibili a più fattori, dalla sfide demografiche alla rivoluzione digitale». Ramme ha annunciato il lancio del primo European Managers Panel 22 la mobilità, i contratti di solidarietà, le pensioni prima e dopo la legge Fornero, il Testo Unico sulla Rappresentanza, la legge Turco sui congedi parentali, il CCNL e il CCSL, la lettura della busta paga, il ruolo delle RSA e delle RLS - ha elencato il Responsabile della Formazione, Giuseppe Iaccheo - Sono temi su cui i colleghi si trovano a dover dare risposte ogni giorno nel contesto lavorativo. Per il momento le lezioni si sono svolte a Torino, da settembre vorrei portare questo modulo formativo anche nella zona di Pomigliano e di Modena». (EMP) con la pubblicazione di indagini periodiche circa le opinioni di un gruppo rappresentativo di oltre 1000 manager e professionisti provenienti dai principali paesi europei. Gli altri membri del nuovo Consiglio sono Luigi Caprioglio come Segretario Generale (CIDA - Confederazione Italiana dei Dirigenti e delle Alte Professionalità, Italia), la signora Eva Cozar (CCP Confederación de Cuadros y Profesionales, Spagna) come Vice Segretario Generale e la signora Torill Tombre (Lederne, Norvegia), come tesoriere. Lamberto Borgogni e Maurizio Schiariti continueranno a rappresentare la CUQ nello Steering Committee in qualità di Delegato titolare e supplente. LA VOCE DEI QUIESCENTI A fine giugno Lamberto Borgogni è stato nominato portavoce del Comitato Soci in quiescenza dell ANQUI e dell AQCF. Un ruolo che intende portare avanti dando maggiore voce a questo gruppo di iscritti, circa tre mila, che rappresentano una vera risorsa per le Associazioni. Il primo impegno del nuovo portavoce sarà quello di migliorare la comunicazione verso questi soci con uno spazio riservato sulla rivista Anqui World a partire dal prossimo numero e l invio di informazioni specifiche per i quiescenti attraverso la posta elettronica. A questo proposito tutti i soci sono invitati a iscriversi all area riservata del sito ANQUI. Per il triennio il Comitato Periferico dei Quiescenti sarà composto dai seguenti componenti: Lamberto Borgogni, Mario Vigna, Lorenzo Barolo, Luigi Mosconi, Michele Messana, Margherita Redoglia, Giuseppe Reinaudo, Giovanni Bozzolan, Luciano Delpiano e Pino D Ettorre. CUQ E CIU SCRIVONO AL MINISTRO POLETTI Il primo atto congiunto che i Presidenti delle due Associazioni hanno fatto, dopo l incontro in cui è stata espressa la volontà di collaborare, è stato l invio di una lettera indirizzata al Ministro Poletti. Nella raccomandata firmata da Lamberto Borgogni e Tommaso di Fazio viene chiesto al Governo un provvedimento d urgenza per intervenire sulla corretta indicizzazione di tutte le pensioni a partire dal prossimo mese di agosto. Nella lettera i Presidenti delle due Associazioni chiedono inoltre di incontrare il Ministro per confrontarsi sulla necessità di modificare la legge Fornero.

13 I SERVIZI CONTATTI E ORARI Consulenza fiscale (martedì ) Consulenza previdenziale (mercoledì ) Consulenza legale (giovedì ) Consulenza pratiche colf e badanti (venerdì 14,30-17,00) Consulenza finanziaria e immobiliare Assistenza in materia di diritto del lavoro Sportello sinistri in sede ANQUI su sinistri stradali, responsabilità medica e infortuni sul lavoro (venerdì , previo appuntamento telefonico entro il giovedì alle ore 16) Caf (Centro di assistenza fiscale) Convenzione Amica Card (vedi sito Convenzione UnipolSai - Divisione Unipol Quiescenti prosecutori volontari nel Fondo Sanitario Previmedical Servizi CARD Servizi Sanitari: odontoiatrici, case di cura, centri diagnostici, centri fisiokinesioterapici, studi specialistici, negozi di ottica, servizi telefonici di consulenza medica Consulenza per il tempo libero (lunedì / giovedì ) Segreteria Associazione Invio Anqui World Cambio indirizzo Per comunicare la variazione dell indirizzo a cui ricevete la rivista potete inviare un a oppure compilare questo tagliando con i nuovi dati e spedirlo a: Anqui - Via Assarotti Torino Cognome e Nome Nuovo indirizzo Città CAP Telefono

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA?

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Allegato 1 Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Sono oltre 3 milioni quelli fantasma Alcuni numeri Quando la stampa e gli enti di studio e di ricerca

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Banca Popolare Friuladria

Banca Popolare Friuladria La Voce Banca Popolare Friuladria Comunicato d informazione sindacale per gli iscritti - settembre 2007 SOMMARIO Aumento di capitale Credit Agricole 1 Conclusa la bozza Staututo FIM 3 18 settembre primo

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Personale dei comparti:

GUIDA OPERATIVA. Personale dei comparti: GUIDA OPERATIVA Personale dei comparti: Modalità di calcolo del monte ore dei permessi sindacali di spettanza delle organizzazioni sindacali rappresentative e della RSU nei luogo di lavoro Novembre 2013

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

CCNL Mobilità/Area AF 20.7.2012. CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012

CCNL Mobilità/Area AF 20.7.2012. CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012 CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012 di rinnovo del CCNL delle Attività Ferroviarie del 16 aprile 2003 1 PREMESSA (Nuovo CCNL della Mobilità) Le parti, visto il

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

CONDIVIDE E PARTECIPA

CONDIVIDE E PARTECIPA il 13 OTTOBRE 2007 - inform@ su: Delibera della Direzione Nazionale il S.I.A.P. privilegia il confronto interno Dal Governo Consiglio dei Ministri nr. 69 Decreto di razionalizzazione dell assetto organizzativo

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 A tutte le Strutture Filctem-Flaei-Uilcem Lor o Sedi Oggetto: Protocollo di Relazioni Industriali ENEL Nel pomeriggio del 17 luglio, in un incontro che, oltre le Segreterie

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli